Con Pilz le misure di sicurezza diventano sicurezza su misura

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Con Pilz le misure di sicurezza diventano sicurezza su misura"

Transcript

1

2 Pilz mette a disposizione la propria esperienza in ambito di sicurezza e movimentazione industriale e lo fa attraverso servizi formativi di qualità: Seminari indipendenti, non sponsorizzati e non vincolati da brand. Attenzione particolare agli aspetti pratici. sempre aggiornati e personalizzati. Esperienza pluriennale. Consulenza mirata. Con Pilz le misure di sicurezza diventano sicurezza su misura Perché scegliere i corsi di formazione Pilz: Perché la crescente complessità di impianti e macchine richiede una maggiore preparazione. Perché la sicurezza non può essere fine a se stessa ma deve incrementare la produttività. Perché conoscenza approfondita significa maggiore flessibilità. Perché lavorare in sicurezza è la prima delle priorità. 2

3 Pilz Safety Services Pilz è un azienda che vanta una lunga tradizione nel settore dell automazione industriale con un attenzione particolare ai temi della sicurezza funzionale. Negli anni, molti dei suoi prodotti hanno definito degli standard de facto, PNOZ, PNOZmulti, PSS, SafetyBus p, PSENmag e Safety Eye ne sono degli esempi tangibili. Pilz con le proprie soluzioni è accanto ai propri clienti in tutto il mondo, 24 ore su 24, grazie alle 31 filiali e ai 21 partner commerciali presenti in tutti i continenti. Tecnica, personalizzazione, ecologia ed economicità sono i quattro fondamenti su cui si basa l offerta Pilz costituita da prodotti e sistemi di controllo d automazione, che insieme ai servizi di consulenza e ingegneria, la pongono ai vertici tra le aziende che forniscono automazione sicura e più in generale sicurezza per uomini, macchine e ambiente. I servizi includono: CE Marking Pilz si occupa delle attività e dei processi per il rispetto delle strategie, della progettazione della sicurezza e dei documenti, permettendo al cliente di ottenere la conformità delle singole macchine o delle linee di produzione. International Compliance Management Pilz esegue l intera procedura di analisi e sviluppa le strategie necessarie per ottenere la conformità alle norme ISO, IEC, ANSI ed altre ancora. Plant Assessment Pilz fornisce una panoramica dello stato attuale del parco macchine e impianti in termini di conformità e sicurezza, in seguito è possibile identificare soluzioni per migliorare le condizioni rilevate. Safety Training Pilz offre corsi di formazione relative alla Sicurezza, riguardanti le normative, la marcatura CE, le procedure per l adeguamento delle macchine e altro ancora. 3

4 4 Corsi di formazione 2015

5 Corsi Pilz 2015 Direttiva Macchine 2006/42/CE Regolamentazione applicabile alle macchine e attrezzature in uso Valutazione dei Rischi Functional Safety - EN ISO , EN/IEC Functional Safety - Manutenzione e retrofit Calcolo PL e SIL utilizzando lo strumento di calcolo PAScal Equipaggiamento elettrico delle macchine (EN ) LoTo: Lock Out Tag out Robotic Safety Training Manuale di istruzione per macchine in uso e nuove Gestione dei rischi nella compravendita di macchine ed impianti PNOZmulti - Basic Training Course PSS Programmazione PSS Manutenzione PSS Programmazione e gestione 5

6 Direttiva Macchine 2006/42/CE L obiettivo della formazione è quello di consentire ai partecipanti di sviluppare una maggiore comprensione del contenuto della Direttiva Macchine 2006/42/CE e delle norme correlate che forniscono uno strumento di ausilio nella progettazione, nella costruzione, e nella manutenzione dei macchinari immessi sul mercato all interno dello Spazio Economico Europeo (SEE). La formazione fornirà una panoramica su come i costruttori di macchine e gli utilizzatori sono influenzati dai cambiamenti introdotti, descriverà le procedure da seguire al fine di raggiungere la conformità alle disposizioni di detta Direttiva ed introdurrà gli aspetti salienti delle nuove norme in vigore dal 29 dicembre Storia della Direttiva Macchine Attuazione della Direttiva Macchine 2006/42/CE Campo di Applicazione Esclusioni Definizioni di Macchina e Quasi-macchina Differenze nei contenuti rispetto la precedente Direttiva Macchine 98/37/CE Procedure amministrative per l immissione sul mercato Requisiti Essenziali di Sicurezza e tutela della salute - Allegato I Altre specifiche modifiche agli Allegati rispetto alla precedente Direttiva Macchine 98/37/CE Nuove Norme Studio BGIA - Elusione dei dispositivi di protezione sulle Macchine Figure tecniche o manageriali incaricate della gestione della conformità delle macchine Firmatari della Dichiarazione CE di Conformità Uffici acquisti e commerciali Responsabili uffici tecnici di progettazione e uffici manutenzione (meccanica ed elettrica) Ufficio documentazione (gestione Fascicolo Tecnico e Istruzioni per l Uso) Commercianti di macchine in uso/modificate Aziende di retrofit/revamping di macchine System Integrator, aziende di progettazione degli equipaggiamenti elettrici Utilizzatori (Datori di lavoro, Responsabili dei Servizi Prevenzione e Protezione) Webcode Numero Ordine ore N. partecipanti max 20 persone 280 Euro 6

7 Regolamentazione applicabile alle macchine e attrezzature in uso La gestione del parco macchine in uso presso le aziende, la compravendita e le modifiche delle stesse, determinano la presa in carico di responsabilità che vanno dalla applicazione della legislazione sull utilizzo delle macchine e delle attrezzature di lavoro (Direttiva 2009/104/CE, D. Lgs. 81/2008 e successive modifiche nel D.Lgs. 106/09) alla applicazione della Direttiva Macchine 2006/42/CE (D.Lgs. 17/2010). Lo scopo del corso è quello di fornire una panoramica dei riferimenti legislativi applicabili, inquadrare i riferimenti normativi utilizzabili in relazione con lo stato dell arte e chiarire gli obblighi derivanti da un utilizzo, un acquisto o una vendita di una macchina in uso (dichiarazioni, documentazione, ecc.). Decreto Legislativo 81/2008: articoli ed allegati relativi alle macchine in uso La Direttiva Macchine 2006/42/CE: campo di applicazione La documentazione tecnica pertinente Norme Tecniche La sorveglianza del mercato Procedure amministrative per l immissione sul mercato Valutazione dei rischi Confronto tra i Requisiti di sicurezza della Direttiva Macchine e i Requisiti minimi contenuti nel D.Lgs. 81/2008 Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione Figure tecniche responsabili di modifiche su macchine in uso Uffici tecnici di progettazione e uffici tecnici di manutenzione Responsabili di manutenzione Responsabili gestione documentazione tecnica System Integrator coinvolti in retrofit di macchine Webcode Numero Ordine ore N. partecipanti max 40 persone 280 Euro 7

8 Valutazione dei Rischi La legislazione italiana pone come obbligatoria la Valutazione dei rischi sia per le macchine in uso, si veda il D.Lgs. 81/2008, sia per le macchine nuove, si veda il D.Lgs. 17/2010. Valutazione dei rischi come processo alla base di ogni riduzione del rischio per tutte le tipologie di utilizzatori. Una corretta gestione delle responsabilità civili e penali non deve prescindere da una valutazione dei rischi attenta e precisa al fine di dimostrare l adempimento di tutti gli obblighi legislativi. Nel corso della formazione saranno presentati gli aspetti della norma EN (2010) principi per la valutazione del rischio volti a chiarire i concetti di analisi e di valutazione del rischio. Inoltre saranno trattate le principali metodologie di valutazione previste dal TR (Technical Report) Obbligo di valutazione dei rischi: D.Lgs. 81/2008 e D.Lgs. 17/2010 Le principali definizioni dalla EN Processo di valutazione del rischio secondo la EN Le principali metodologie secondo la ISO/TR Workshop: esercitazioni su casi reali Figure tecniche di fabbricanti, installatori e utilizzatori Uffici tecnici e manutenzione elettrica e meccanica Progettisti di automazione ed equipaggiamenti elettrici Ufficio documentazione (Gestione Fascicolo Tecnico e Istruzioni per l Uso) Rivenditori di macchine ed impianti Webcode Numero Ordine ore + 4 ore Workshop N. partecipanti max 20 persone 280 Euro 8

9 Functional Safety EN ISO , EN/IEC L evoluzione tecnologica, in materia dei componenti utilizzati nelle macchine per la realizzazione delle funzioni di sicurezza, ha portato all utilizzo di sistemi non solo elettromeccanici, ma anche elettronici ed elettronici programmabili. Ciò ha condotto ad una revisione dell ambito normativo specifico, coinvolgendo la norma generale sugli equipaggiamenti elettrici di macchine EN ma, soprattutto, determinando la sostituzione della norma EN Parti dei sistemi di comando relativi alla sicurezza con l attuale EN ISO ed il conseguente utilizzo dei nuovi parametri PL (Performance Level). Inoltre, è presente una norma specifica relativa ai sistemi elettronici ed elettronici programmabili per le funzioni di sicurezza, la EN/IEC ed i relativi parametri SIL (Safety Integrity Level). Lo scopo del corso è di permettere ai partecipanti di sviluppare una maggior comprensione delle norme relative ai sistemi di comando e controllo di sicurezza, del processo di progettazione e di validazione. Il presente corso trova un suo naturale completamento nel corso Calcolo PL e SIL utilizzando lo strumento di calcolo PAScal. Sicurezza funzionale: principi e terminologia La sicurezza funzionale in accordo alla EN ISO La sicurezza funzionale in accordo alla EN/IEC Confronto tra le Norme: vantaggi e svantaggi Validazione del software Responsabili Tecnici Progettisti di macchine System Integrator Webcode Numero Ordine ore N. partecipanti max 20 persone 280 Euro Per chi si iscrive anche al corso Calcolo PL e SIL utilizzando lo strumento di calcolo PAScal il costo complessivo è di Euro

10 Functional Safety Manutenzione e retrofit Il tema della manutenzione ordinaria e straordinaria spesso sfocia in veri e propri retrofit delle macchine e delle attrezzature in uso presso le nostre aziende. Sicuramente viene riconosciuto come uno degli elementi chiave per mantenere e migliorare il valore e la competitività, ancor più a fronte della attuale situazione economica. Quali sono però le problematiche concrete che ne emergono? La crescente complessità dei dispositivi di sicurezza, delle norme tecniche da applicare, la continua spinta verso una maggiore produttività, qualità e flessibilità delle macchine e delle linee, la rilevanza socio-economica della sicurezza del personale e delle attrezzature richiedono un livello di competenze, di base, più elevato rispetto al recente passato. Coloro che gestiscono i processi manutentivi e coloro che li realizzano devono essere in grado di riconoscere le principali criticità al fine di guidarli ed eseguirli nel modo più efficace possibile. Non più un servizio tecnico fine a se stesso, ma una più consapevole visione dell intero processo per la gestione delle responsabilità civili e penali. Il presente corso trova un suo naturale approfondimento legislativo nella giornata di formazione denominata Regolamentazione applicabile alle macchine e attrezzature in uso. La sicurezza dei sistemi di comando Norme tecniche EN ISO e EN I ripari mobili interbloccati (introduzione alla nuova EN ISO 14119) Comandi a due mani Dispositivi di protezione: barriere immateriali, scanner, tappeti e costole sensibili Le modalità operative: movimentazioni con protezioni neutralizzate La manutenzione dei dispositivi di sicurezza. Studio BGIA - Elusione dei dispositivi di protezione sulle Macchine Responsabili di Manutenzione Manutentori Figure tecniche responsabili di modifiche su macchine in uso Uffici tecnici di progettazione e uffici tecnici di manutenzione System integrator coinvolti in retrofit di macchine ed attrezzature Webcode Numero Ordine ore N. partecipanti max 20 persone 280 Euro 10

11 Calcolo PL e SIL utilizzando lo strumento di calcolo PAScal Il Tool PAScal (Pilz Safety Calculator) permette il calcolo e la verifica dei parametri chiave relativi alle funzioni di sicurezza sulle macchine o impianti, quali Performance Level (PL) e Safety Integrity Level (SIL), sulla base di rappresentazioni grafiche delle strutture dei circuiti. Il risultato viene confrontato con i parametri di sicurezza richiesti (PLr), individuati in fase di analisi dei rischi e illustrati sia in forma grafica, che in forma numerica, per una comprensione intuitiva. Questo strumento Pilz rende molto più facile procedere sistematicamente in conformità alle norme, senza la necessità di doverne comprendere le formule matematiche di base. Lo scopo del corso è quello di illustrare i parametri necessari e le metodologie di calcolo per la definizione dei livelli di sicurezza raggiunti da un circuito (PL, SIL). Sicurezza Funzionale: principi e terminologia Breve panoramica della sicurezza funzionale, in accordo alle Norme EN ISO e EN/IEC Esempi pratici con Tool di calcolo PAScal Progettisti di Macchine System Integrator Webcode Raccomandazione I partecipanti possono acquistare lo strumento di calcolo PAScal al prezzo di 155 Euro inclusa la licenza software. Risparmierete così 155 Euro. Basta richiederlo! Numero Ordine ore N. partecipanti max 20 persone 280 Euro Per chi si iscrive anche al corso Functional Safety - EN ISO , EN/IEC il costo complessivo è di Euro

12 Equipaggiamento elettrico delle macchine (EN ) Introdurre la norma EN per comprendere le specifiche prescrizioni e l applicazione di equipaggiamenti elettrici, elettronici ed elettronici programmabili e di sistemi per garantire la sicurezza elettrica nelle applicazioni industriali. La sicurezza che viene raggiunta riguarda sia le persone sia i beni nelle differenti fasi di vita dell impianto. Il campo di applicazione della norma riguarda equipaggiamenti elettrici o a parti di equipaggiamenti elettrici alimentati con tensioni nominali non superiori a 1000 V in corrente alternata o 1500 V in corrente continua e con frequenze nominali non superiori a 200 Hz. Introduzione alla Legislazione internazionale ed europea Norme Tecniche La norma EN (2006): struttura della norma e illustrazione delle prescrizioni contenute in ciascun capitolo. - Campo di applicazione - Riferimenti Normativi - Definizioni - Prescrizioni generali - Conduttori di alimentazione - Protezione contro scossa elettrica - Protezione dell Equipaggiamento - Collegamenti Equipotenziali - Circuiti e funzioni di comando - Interfaccia con operatore - Apparecchiature di comando - Conduttori e Cavi - Tecniche di cablaggio - Motori Elettrici - Accessori e Illuminazione - Marcatura, segnali di avvertimento - Documentazione Tecnica - Verifiche Evidenziazione delle principali modifiche contenute nella norma rispetto alla edizione precedente Identificazione delle norme correlate (EN , CEI 64-8, EN 61310, ecc.) NOTA: se svolto presso il cliente, il corso può comprendere una verifica sul campo delle non conformità specifiche. Personale Uffici tecnici di progettazione e manutenzione elettrica Personale Ufficio documentazione (Gestione Fascicolo Tecnico e Istruzioni per l Uso) System Integrator, aziende di progettazione degli equipaggiamenti elettrici Webcode Numero Ordine ore N. partecipanti max 20 persone 330 Euro 12

13 LoTo: Lock Out Tag out L obiettivo del corso è fornire ai partecipanti una spiegazione dettagliata dei requisiti e delle applicazioni delle procedure di Lock Out Tag Out, in particolare legate alla sicurezza sulle macchine. Il corso comprende la spiegazione dei requisiti di legge, completata da esempi pratici. Legislazione e Norme relative alla Sicurezza Fonti di energia Avviamenti involontari Processo LoTo: - Panoramica di un Processo LoTo - Policy LoTo - Sviluppo Procedure LoTo Procedure LoTo: - Esempio Step by Step - Strumenti LoTo - Implementazione LoTo Personale Ufficio Tecnico meccanico ed elettrico Personale di manutenzione Responsabili della Sicurezza Responsabili della Produzione Webcode Numero Ordine ore N. partecipanti max 20 persone 330 Euro 13

14 Robotic Safety Training Fornire una maggiore comprensione dei requisiti fondamentali per la sicurezza dei robot. Il seminario prende in esame come i rischi associati all utilizzo di sistemi robotizzati dovrebbero essere valutati e come raggiungere un elevato livello di sicurezza, sia in termini di disponibilità che di produttività. Le nuove norme tecniche prendono in considerazione le differenti fasi di utilizzo di un sistema robotizzato completo, permettendo una gestione attenta dei pericoli a cui vengono esposte tutte le persone che vi interagiscono. Introduzione alla Sicurezza dei Robot Legislazione e Norme di Sicurezza: ISO : 2011; ISO : 2011; ANSI/RIA R15.06: 1999 (R2009) Valutazione dei Rischi dei Robot: Pericoli associati ai Robot; Sistemi di comando correlati alla Sicurezza Sistemi di Protezione Robot: Personale generico; Operatori; Accessi alle Celle Robotizzate; Apprendimento & Validazione Esempi di Progettazione Personale Ufficio Tecnico Costruttori di Macchine System Integrator Responsabili della Sicurezza Progettisti e Responsabili di impianti di produzione Webcode Numero Ordine ore N. partecipanti max 20 persone 330 Euro 14

15 Manuale di istruzione per macchine in uso e nuove Il manuale di istruzioni è parte integrante di una macchina, la sua presenza non è solo necessaria bensì indispensabile ed obbligatoria. Ad affermarlo è sia la Direttiva Macchine per quanto attiene le macchine nuove sia il D.Lgs. 81/08 per quanto riguarda le macchine in uso nelle nostre aziende. Il corso intende fornire una linea guida per la stesura di manuali sia per le macchine in uso sia per le macchine nuove. Per gli stessi principi sarà possibile verificare la conformità alle leggi italiane ed alle norme tecniche specifiche per i manuali. Il rapporto INAIL e le non conformità relative alle Istruzioni per l uso La Direttiva Macchine e la sua evoluzione in merito ai manuali d uso dal 1989 ad oggi Le norme tecniche di tipo C specifiche per famiglie di macchine Le norme tecniche di tipo B1 per la stesura dei manuali e la nuova IEC :2012: - Principi - Qualità della comunicazione - Riduzione dei rischi - Natura delle istruzioni, leggibilità, comprensibilità - Contenuto delle istruzioni - Lingue Il contributo della Valutazione dei rischi in merito ai contenuti delle istruzioni e la riduzione dei rischi Catalogo pezzi di ricambio Laboratorio: discussione dell analisi eseguita direttamente sul Manuale esistente o su un Manuale da realizzare ex-novo NOTA: l analisi dettagliata verrà effettuata prima del corso per garantirne l accuratezza. Costruttori ed utilizzatori di macchine Uffici tecnici e manutenzione (meccanici ed elettrici) Ufficio documentazione Tecnici di stabilimento RSPP ASPP Copyright remains with ISO Webcode Numero Ordine ore N. partecipanti max 10 persone 280 Euro 15

16 Gestione dei rischi nella compravendita di macchine ed impianti Il primo contatto con il futuro cliente è quasi sempre di tipo commerciale. Le scelte effettuate in questa fase determinano quelle progettuali ed i relativi obblighi ad esse correlate. È ovvio che la marcatura CE della propria singola macchina, piuttosto che di una intera linea, preveda un impegno economico molto differente. Non dimentichiamo poi le responsabilità civili e penali. Avere quindi una corretta visione di quanto ci è stato richiesto e che noi andremo ad offrire è un passaggio fondamentale. Le fasi iniziali correttamente gestite, eviteranno le tensioni sia con il cliente finale (acquirente del prodotto) che con quello interno (i progettisti che poi devono realizzare quanto richiesto). Nei rischi in materia di sicurezza si approfondiranno le modalità tecniche di definizione delle caratteristiche del prodotto, marcatura CE, gestione del cantiere in fase di consegna ed installazione, verifiche finali di conformità. Decreto Legislativo 81/2008 le macchine in uso e gli obblighi di legge La Direttiva Macchine 2006/42/CE: cos è una macchina? Un impianto? Una quasi-macchina? Modifiche apportare a macchine/impianti in uso o nuovi La documentazione tecnica che deve essere realizzata nei differenti casi La sorveglianza del mercato Procedure amministrative per l immissione sul mercato Aspetti contrattuali: - Valutazione dell oggetto della fornitura - Collaudo - Pagamenti - Penali Laboratorio: affrontiamo delle casistiche reali Commerciali Referenti del Settore Commerciale Referenti dell Ufficio Acquisti Responsabili gestione documentazione tecnica System integrator coinvolti in retrofit di macchine Fabbricanti di macchine, impianti ed attrezzature Webcode Numero Ordine ore N. partecipanti max 40 persone 280 Euro 16

17 PNOZmulti Basic Training Course L obiettivo del corso è fornire ai partecipanti sufficienti nozioni tecniche per l utilizzo del sistema PNOZmulti rispetto le normative vigenti. Acquisire nozioni sul dimensionamento e nella progettazione hardware per tutte le funzioni di sicurezza, introdurre tutte le informazioni di carattere operativo per la configurazione, la messa in servizio, la gestione e la manutenzione del sistema configurabile di sicurezza PNOZmulti. Scelta dei componenti ed esempi di collegamento in base alle architetture definite nelle normative vigenti Analisi del software di configurazione PNOZmulti: descrizione delle istruzioni, operandi e blocchi di sicurezza certificati Creazione di un programma utente, caricamento del programma nel PNOZmulti e avviamento del sistema Diagnosi e test online del sistema con localizzazione degli errori di cablaggio e hardware del sistema Procedura di sostituzione del modulo base con reset delle memorie e ripristino del programma da Chip Card Progettisti Costruttori di Macchine System Integrator Webcode Numero Ordine ore N. partecipanti max 10 persone 280 Euro 17

18 PSS 3000 Programmazione L obiettivo del corso è fornire ai partecipanti le nozioni tecniche per il dimensionamento e la progettazione hardware dei dispositivi di controllo programmabili della serie PSS 3000, reti di comunicazione industriale e periferia remotata della serie PSSuniversal per le funzioni di sicurezza. Acquisire dettagli informativi di progettazione e acquisire pratica nella programmazione attraverso i software di gestione dei sistemi PSS. Configurazione e caratteristiche hardware del sistema PSS 3000, della periferia remotata PSSuniversal e dei protocolli di comunicazione e di sicurezza SafetyBUS p Esempi di collegamento in base alle diverse architetture secondo le norme vigenti in ambito sicurezza funzionale Generalità sulla programmazione dei sistemi PSS 3000 Programmazione strutturata del PSS 3000 Operazioni base nei linguaggi di programmazione presenti nell ambiente di programmazione PSS WIN PRO Operazioni sugli operandi e blocchi software delle librerie Analisi dei software di programmazione Creazione dei progetti applicativi, compilazione, debug e download Diagnosi e test del sistema Progettisti Costruttori di Macchine System Integrator Webcode Numero Ordine ore N. partecipanti max 6 persone 560 Euro 18

19 PSS 3000 Manutenzione L obiettivo del corso è fornire ai partecipanti tutte le informazioni di carattere operativo per la messa in servizio, verifica, gestione, monitoraggio e manutenzione dei sistemi di sicurezza della serie PSS Raggiungere un livello conoscitivo del PLC di sicurezza PSS 3000 sia stand alone che con periferia remotata PSSuniversal tale da permettere di localizzare gli eventuali errori interni del PLC di sicurezza e gli errori di cablaggio da e verso il campo. Tramite la lettura della stack errori e dopo aver localizzato i guasti, essere in grado di ripristinare l intero sistema portandolo in condizione di normale funzionamento. Acquisire sufficiente manualità sulle possibilità di diagnosi in base ad esempi pratici, simulando gli errori specifici con l aiuto di un simulatore. Struttura hardware dei sistemi PSS 3000, della periferia remotata PSSuniversal e del protocollo di comunicazione di sicurezza SafetyBUS p Analisi del software di programmazione e gestione per gli aspetti legati ad interventi di installazione e manutenzione Interpretazione della memoria errori Utilizzo delle funzioni di diagnostica Localizzazione e riconoscimento degli errori di cablaggio e hardware di sistema Verifica e ripristino degli errori operativi sui blocchi software di sicurezza configurati Installazione e sostituzione delle schede Creazione della copia di backup di un programma e trasferimento in una nuova CPU Personale Ufficio Tecnico Costruttori di Macchine System Integrator Responsabili della Sicurezza Progettisti e Responsabili di impianti di produzione Webcode Numero Ordine ore N. partecipanti max 6 persone 280 Euro 19

20 PSS 4000 Programmazione e gestione L obiettivo del corso è fornire ai partecipanti le nozioni tecniche per il dimensionamento e la progettazione hardware dei dispositivi di controllo programmabili della serie PSS 4000, reti di comunicazione industriale e periferia remotata per le funzioni di sicurezza. Acquisire dettagli informativi di programmazione e acquisire pratica nella programmazione attraverso software di gestione Pilz Automation Suite PAS4000. Configurazione e caratteristiche hardware del sistema PSS 4000, della periferia remotata e dei protocolli di comunicazione di sicurezza SafetyNET p Esempi di collegamento in base alle diverse architetture secondo le norme vigenti in ambito sicurezza funzionale Generalità sulla programmazione dei sistemi PSS 4000 Programmazione strutturata del PSS 4000 Operazioni base nel linguaggio di programmazione grafico PASmulti e nei linguaggi IEC Operazioni sugli operandi e blocchi software delle librerie Analisi dei software di programmazione Creazione dei progetti applicativi, compilazione, debug e download Diagnosi e test del sistema Progettisti Costruttori di Macchine System Integrator Webcode Numero Ordine ore N. partecipanti max 6 persone Su richiesta 20

21 La sicurezza industriale è un labirinto? Pilz la tua via d uscita. 21

22 Calendario corsi Pilz Services Numero ordine Gennaio Febbraio Marzo Aprile CMSE NOVARA 5/6/12/13 Direttiva Macchine * * * * Regolamentazione applicabile alle macchine e attrezzature in uso * * MODENA 20 Valutazione dei Rischi + workshop * * * * Functional Safety * BRESCIA 6 * * NEW Functional Safety Manutenzione e retrofit * * * * Calcolo PL e SIL con PAScal * BRESCIA 7 * * Equipaggiamento Elettrico * * * VICENZA 7 NEW Robotic Safety Training * * * * NEW Manuale di Istruzioni per macchine Vecchie e Nuove * * * * NEW LockOut TagOut * * * CHIANCIANO 21 NEW Gestione dei rischi nella compravendita di macchine ed impianti * * * * PNOZmulti Basic Training Course * PADOVA 17 * * PSS 3000 Programmazione * * * * PSS 3000 Manutenzione * * * * PSS 4000 Programmazione e Gestione * * AGRATE BRIANZA 24 * 22 * Organizzazione su richiesta del Cliente Dettagli per il corso di formazione CMSE si veda il sito:

23 Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre RIMINI 15/16/22/23 * * * * * * * * * * * * * FROSINONE 6 * * * * * * * * * * * ANCONA 3 * * * * * * * * * * * * MILANO 3 * * ANCONA 4 * * * * * * * * * * VARESE 29 * * * TORINO 5 PESCARA 19 VICENZA 16 * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * PIACENZA 24 ROMA 4 * * * * * * * * * * * * * BOLOGNA 27 CASERTA 17 * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * BOLOGNA 25 * * * 23

24 AT DE IT Pilz Ges.m.b.H. Sichere Automation Modecenterstraße Vienna Austria Tel.: Fax: Internet: AU Pilz Australia Safe Automation Unit D7, Hallmarc Business Park Clayton Corner of Westall and Centre roads, Clayton, Melbourne, Victoria 3168 Australia Tel.: Fax: Internet: BE LU Pilz Belgium Safe Automation Bijenstraat Gent (Sint-Denijs-Westrem) Belgium Tel.: Fax: Internet: BR Pilz do Brasil Automação Segura Rua Ártico, Jd. do Mar São Bernardo do Campo - SP Brazil Tel.: Fax: Internet: CA Pilz Automation Safety Canada L.P. 250 Bayview Drive Barrie Ontario L4N 4Y8 Tel.: +1 (705) Toll free (855) Fax: +1 (705) Web: CH Pilz lndustrieelektronik GmbH Gewerbepark Hintermättli Postfach Mägenwil Switzerland Tel.: Fax: Internet: CN Pilz Industrial Automation Trading (Shanghai) Co., Ltd. Rm Yongda International Tower No Long Yang Road Shanghai China Tel.: Fax: Internet: CZ SK Pilz Czech s.r.o Zelený pruh 1560/ Praha 4 Telefono: Fax: Web: Pilz GmbH & Co. KG Felix-Wankel-Straße Ostfildern Germany Tel.: Fax: DK Internet: Pilz Scandinavia K/S Safe Automation Ellegaardvej 25 L 6400 Sonderborg Denmark Tel.: Fax: Internet: ES Pilz lndustrieelektronik S.L. Safe Automation Camí Ral, 130 Polígono Industrial Palou Nord Granollers Spain Tel.: Fax: Internet: FI Pilz Scandinavia K/S Safe Automation Nuijamiestentie Helsinki Finland Tel.: Fax: Internet: FR Pilz France Electronic 1, rue Jacob Mayer BP Strasbourg Cedex 2 France Tel.: Fax: Internet: GB Pilz Automation Technology Safe Automation Willow House, Medlicott Close Oakley Hay Business Park Corby Northants NN18 9NF United Kingdom Tel.: Fax: Internet: IE Pilz Ireland Industrial Automation Cork Business and Technology Park Model Farm Road Cork Ireland Tel.: Fax: Internet: IN Pilz India Pvt Ltd Office No 202, Delite Square Near Aranyeshwar Temple Sahakar Nagar No 1 Pune India Tel.: /-5 Fax: Internet: Pilz ltalia Srl Automazione Sicura Via Gran Sasso, Lentate sul Seveso (MB) Tel.: Fax: Internet: JP Pilz Japan Co., Ltd. Safe Automation Shin-Yokohama Fujika Building 5F Shin-Yokohama Kohoku-ku Yokohama Japan Tel.: Fax: Internet: KR Pilz Korea Ltd. Safe Automation 9F Jo-Yang Bld Chungmuro2-Ga Jung-Gu Seoul Republic of Korea Tel.: Fax: Internet: MX Pilz de México, S. de R.L. de C.V. Automatización Segura Convento de Actopan 36 Jardines de Santa Mónica Tlalnepantla, Méx Mexico Tel.: Fax: Internet: NL Pilz Nederland Veilige automatisering Postbus ED Vianen Netherlands Tel.: Fax: Internet: NZ Pilz New Zealand Safe Automation Unit 4, 12 Laidlaw Way East Tamaki Auckland 2016 New Zealand Tel.: Fax: Internet: PL Pilz Polska Sp. z o.o. Safe Automation ul. Marywilska 34H Warsaw Poland Tel.: Fax: Internet: In many countries we are represented by sales partners. For further details, please visit our website or contact us at our headquarters. Pilz ltalia Srl - Società con unico socio Via Gran Sasso, Lentate sul Seveso (MB) Tel.: Internet: PT Pilz Industrieelektronik S.L. R. Eng Duarte Pacheco, Andar Sala Maia Portugal Tel.: Fax: Internet: RU Pilz RUS OOO Ugreshskaya street, 2, bldg. 11, office 16 (1st floor) Moscow Russian Federation Tel.: Internet: SE Pilz Scandinavia K/S Safe Automation Energigatan 10 B Kungsbacka Sweden Tel.: Fax: Internet: TR Pilz Emniyet Otomasyon Ürünleri ve Hizmetleri Tic. Ltd. Şti. Kayışdağı Cd. Beykonağı Plaza No:130 K:2 D:2 Ataşehir/İstanbul Turkey Tel.: Fax: Internet: TW Pilz Taiwan Ltd. 7F.-3, No. 146, Songjiang Rd. Zhongshan Dist., Taipei City 104, Taiwan Tel.: Fax: Internet: US Pilz Automation Safety L.P Commerce Boulevard Canton Michigan USA Tel.: Fax: Internet: Technical Support InduraNET p, Pilz, PIT, PMCprotego, PMI, PNOZ, Primo, PSEN, PSS, PVIS, SafetyBUS p, SafetyEYE, SafetyNET p, the spirit of safety are officially registered and protected trade marks of Pilz GmbH & Co. KG in some countries. We would point out that product features may vary from the details stated in this document, depending on the status at the time of publication and the scope of the equipment. We accept no responsibility for the validity, accuracy and entirety of the text and graphics presented in this information. Please contact our Technical Support staff if you would like any further information.

CMSE. Certified Machinery Safety Expert. Esperto Sicurezza Macchine Certificato

CMSE. Certified Machinery Safety Expert. Esperto Sicurezza Macchine Certificato CMSE Certified Machinery Safety Expert Esperto Sicurezza Macchine Certificato CMSE 2 CMSE Certified Machinery Safety Expert CMSE Certified Machinery Safety Expert Come diventare esperti sicurezza macchine

Dettagli

Sistema di sicurezza configurabile PNOZmulti 2 tante funzioni, una soluzione!

Sistema di sicurezza configurabile PNOZmulti 2 tante funzioni, una soluzione! Sistema di sicurezza configurabile PNOZmulti 2 tante funzioni, una soluzione! Il sistema di sicurezza configurabile PNOZmulti 2 lo standard di sicurezza internazionale per tutti i tipi di macchine per

Dettagli

Sicurezza delle Macchine e marcatura CE

Sicurezza delle Macchine e marcatura CE Sicurezza delle Macchine e marcatura CE (direttiva 2006/42/CE) Reggio Emilia 16-23 - 29 Giugno 2015 Il corso affronta nel dettaglio e con taglio operativo, i principali standard (UNI, ISO, ecc) la cui

Dettagli

SAFETY SERVICE FORMAZIONE TECNICA 2011. Member of Omron Europe

SAFETY SERVICE FORMAZIONE TECNICA 2011. Member of Omron Europe SAFETY SERVICE FORMAZIONE TECNICA 2011 Member of Omron Europe Garantire la sicurezza dell uomo e della macchina Progettisti, fabbricanti e installatori e utilizzatori di macchine ed impianti sono tenuti

Dettagli

CORSI. Aldebran IL MANUALE D ISTRUZIONI. Direttiva Macchine 2006/42/CE. Aldebran. innovative engineering

CORSI. Aldebran IL MANUALE D ISTRUZIONI. Direttiva Macchine 2006/42/CE. Aldebran. innovative engineering DM03 IL MANUALE D ISTRUZIONI Scrivere le Istruzioni per l uso è un attività specialistica che va affidata ad esperti con conoscenze interdisciplinari di tipo legislativo, tecnico e scientifico. È necessaria

Dettagli

Percorso Executive Sicurezza delle Macchine e degli Impianti di produzione.

Percorso Executive Sicurezza delle Macchine e degli Impianti di produzione. Percorso Executive Sicurezza delle Macchine e degli Impianti di produzione. Informativa sulla Direttiva Macchine INTERAMENTE FINANZIATO DA: Nell ambito delle opportunità formative messe a disposizione

Dettagli

Introduzione alla norma (EN) ISO 14119 Dispositivi di interblocco associati ai ripari

Introduzione alla norma (EN) ISO 14119 Dispositivi di interblocco associati ai ripari Introduzione alla norma (EN) ISO 14119 Dispositivi di interblocco associati ai ripari Derek Jones Business Development Manager (Functional Safety Engineer TÜV Rheinland) David Reade Business Development

Dettagli

Formazione su sistemi ABS/EBS PROGRAMMA DI FORMAZIONE. Capire e comprendere i sistemi ABS/EBS Imparare a utilizzare i sistemi di diagnosi

Formazione su sistemi ABS/EBS PROGRAMMA DI FORMAZIONE. Capire e comprendere i sistemi ABS/EBS Imparare a utilizzare i sistemi di diagnosi PROGRAMMA DI FORMAZIONE 2016 Formazione su sistemi ABS/EBS Capire e comprendere i sistemi ABS/EBS Imparare a utilizzare i sistemi di diagnosi Conoscere gli optional EB+ Saper riparare o sostituire i componenti

Dettagli

DOSSIER PER LA STAMPA

DOSSIER PER LA STAMPA DOSSIER PER LA STAMPA INDICE ERASMUS GIOVANI IMPRENDITORI : UN NUOVO PROGRAMMA DI SCAMBIO...3 CHI PUO' PARTECIPARE?... 5 QUALI BENEFICI E PER CHI?...6 COME FUNZIONA? STRUTTURA E IMPLEMENTAZIONE...7 CHI

Dettagli

Automazione e controllo

Automazione e controllo Automazione e controllo Argomento MACCHINE Equipaggiamenti elettrici e quadri a bordo macchina: progettazione e realizzazione Esporre le principali direttive e normative del settore. Illustrare una metodologia

Dettagli

La norma EN 16001 a due anni dalla pubblicazione. Compliance & Risk Manager BSI Group Italia S.r.l.

La norma EN 16001 a due anni dalla pubblicazione. Compliance & Risk Manager BSI Group Italia S.r.l. La norma EN 16001 a due anni dalla pubblicazione Ing. Gian Luca Conti Ing. Gian Luca Conti Compliance & Risk Manager BSI Group Italia S.r.l. Siamo un organizzazione indipendente Presentazione BSI Non abbiamo

Dettagli

MERCURI INTERNATIONAL

MERCURI INTERNATIONAL MERCURI INTERNATIONAL 1 Mercuri International Mercuri International parla solo ed esclusivamente di vendite Mercuri International è una società specializzata nella consulenza e nel training in area vendite.

Dettagli

PROGRAMMA CORSI DI FORMAZIONE ANNO 2010

PROGRAMMA CORSI DI FORMAZIONE ANNO 2010 PROGRAMMA CORSI DI FORMAZIONE ANNO 2010 Safety Service Techno GR, il vostro partner per la sicurezza! Le giornate formative avranno luogo presso le sedi Omron. Caratteristiche della sala presso cui si

Dettagli

I vantaggi di essere partner. Il programma dedicato ai partner relativo ai prodotti elettronici EVVA offre numerosi vantaggi

I vantaggi di essere partner. Il programma dedicato ai partner relativo ai prodotti elettronici EVVA offre numerosi vantaggi I vantaggi di essere partner Il programma dedicato ai partner relativo ai prodotti elettronici EVVA offre numerosi vantaggi Marchio internazionale che rafforza i partner locali EVVA è stata fondata a Vienna

Dettagli

Trasporto sicuro dei colli Macchine per l avvolgimento con film estensibile

Trasporto sicuro dei colli Macchine per l avvolgimento con film estensibile Trasporto sicuro dei colli Macchine per l avvolgimento con film estensibile Sistema di tavola Sistema con braccio rotante Sistema ad anello Il vantaggio di acquistare Strapex Macchina, film e servizio

Dettagli

1) QUALI BENI MOBILI SONO INTERESSATI DALLA MESSA A NORMA? 2) QUALI SONO LE NORMATIVE DI RIFERIMENTO TECNICO CHE

1) QUALI BENI MOBILI SONO INTERESSATI DALLA MESSA A NORMA? 2) QUALI SONO LE NORMATIVE DI RIFERIMENTO TECNICO CHE 1) QUALI BENI MOBILI SONO INTERESSATI DALLA MESSA A NORMA? 2) QUALI SONO LE NORMATIVE DI RIFERIMENTO TECNICO CHE RIGUARDANO LA VENDITA DEI MACCHINARI? Pagina 1 di 18 Convegno fallimentare - 9 novembre

Dettagli

SICUREZZA FUNZIONALE SECONDO LE NORME: EN ISO 13849-1 ed EN IEC 62061

SICUREZZA FUNZIONALE SECONDO LE NORME: EN ISO 13849-1 ed EN IEC 62061 Per_Ind_Valeri_Vanni - PL.doc PAG. 1 DI 8 REV. 00 SAVE DATA: 09/10/12 PRINT DATA: 10/10/12 SICUREZZA FUNZIONALE SECONDO LE NORME: EN ISO 13849-1 ed EN IEC 62061 LA EN 954-1 VA IN PENSIONE A fine 2011,

Dettagli

Automazione. sicurezza ed efficienza di sistemi, impianti e prodotti. TÜV Italia - Gruppo TÜV SÜD

Automazione. sicurezza ed efficienza di sistemi, impianti e prodotti. TÜV Italia - Gruppo TÜV SÜD Automazione sicurezza ed efficienza di sistemi, impianti e prodotti. TÜV Italia - Gruppo TÜV SÜD Il gruppo TÜV SÜD e TÜV Italia L impegno per la sicurezza nel rapporto uomomacchina e, più in generale,

Dettagli

RIORDINO DEGLI ISTITUTI TECNICI. Figura Professionale Perito Elettronico ed Elettrotecnico

RIORDINO DEGLI ISTITUTI TECNICI. Figura Professionale Perito Elettronico ed Elettrotecnico Il Perito in Elettronica ed Elettrotecnica: RIORDINO DEGLI ISTITUTI TECNICI Figura Professionale Perito Elettronico ed Elettrotecnico ha competenze specifiche nel campo dei materiali e della tecnologia

Dettagli

Sicurezza Funzionale Macchinari

Sicurezza Funzionale Macchinari Sicurezza Funzionale Macchinari Uno degli aspetti fondamentali della sicurezza dei macchinari è l affidabilità delle parti di comando legate alla sicurezza, ovvero la Sicurezza Funzionale, definita come

Dettagli

PSS 4000 e SafetyNET p: l'automazione diventa semplice

PSS 4000 e SafetyNET p: l'automazione diventa semplice PSS 4000 e SafetyNET p: l'automazione diventa semplice SPS/IPC/DRIVES Italia 24 Maggio 2012 Pilz Italia srl Alberto Confalonieri Application Engineer Scenario: Studi di settore Costi di progettazione elettronica

Dettagli

Responsabilità degli utilizzatori di macchine e requisiti cogenti applicabili

Responsabilità degli utilizzatori di macchine e requisiti cogenti applicabili Responsabilità degli utilizzatori di macchine e requisiti cogenti applicabili Torino, 18 Marzo 2014 Gian Paolo Tondetta gianpaolo.tondetta@it.bureauveritas.com La Direttiva Macchine 2006/42/CE In accordo

Dettagli

La manomissione dei circuiti di sicurezza nelle macchine SEMINARIO TECNICO. Milano 4 dicembre 2013

La manomissione dei circuiti di sicurezza nelle macchine SEMINARIO TECNICO. Milano 4 dicembre 2013 SEMINARIO TECNICO Milano 4 dicembre 2013 LA MANOMISSIONE DEI CIRCUITI DI SICUREZZA NELLE MACCHINE Relatore Dott. Ing. Federico Dosio Copyright F.D. - All rights reserved. - 1-11/17/2013 1 DIRETTIVA 2006/42/CE

Dettagli

Misurazione e valutazione della performance dei pubblici dipendenti: l'esperienza dell'ateneo fiorentino

Misurazione e valutazione della performance dei pubblici dipendenti: l'esperienza dell'ateneo fiorentino Misurazione e valutazione della performance dei pubblici dipendenti: l'esperienza dell'ateneo fiorentino Prof. Carlo ODOARDI Firenze, 16 aprile 2010 VALUTARE PER VALORIZZARE GLI INDIVIDUI E PROMUOVERE

Dettagli

Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri

Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri Milano, 13 giugno 2013 Uso: Confidential Enel oggi Operatore energetico internazionale Presenza in 40 paesi Capacità installata

Dettagli

Trasporto sicuro dei colli per l industria delle bottiglie e delle lattine

Trasporto sicuro dei colli per l industria delle bottiglie e delle lattine Trasporto sicuro dei colli per l industria delle bottiglie e delle lattine Soluzioni di sistema Reggiatura di bottiglie di singoli strati di bottiglie in vetro ad alta produzione (Tecnologia Endsealer)

Dettagli

Esempio applicativo: Arresto d emergenza degli attuatori tramite pulsante d'emergenza. Siemens AG 2011. All Rights Reserved.

Esempio applicativo: Arresto d emergenza degli attuatori tramite pulsante d'emergenza. Siemens AG 2011. All Rights Reserved. Esempio applicativo: Arresto d emergenza degli attuatori tramite pulsante d'emergenza L aiuto di Siemens Cosa offre Siemens in supporto alla progettazione Supporto globale per l uso ottimale della Sicurezza

Dettagli

S E M I N A R I E C O R S I 2015 REQUISITI DI SICUREZZA DEI ROBOT E DEI SISTEMI ROBOTIZZATI: UNI EN ISO 10218-1 E UNI EN ISO 10218-2

S E M I N A R I E C O R S I 2015 REQUISITI DI SICUREZZA DEI ROBOT E DEI SISTEMI ROBOTIZZATI: UNI EN ISO 10218-1 E UNI EN ISO 10218-2 Ordine degli Ingegneri della provincia di Modena in collaborazione S E M I N A R I E C O R S I 2015 REQUISITI DI SICUREZZA DEI ROBOT E DEI SISTEMI ROBOTIZZATI: UNI EN ISO 10218-1 E UNI EN ISO 10218-2 Mercoledì

Dettagli

ITA GEFRAN SOLUZIONI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI APPARECCHIATURE DI AUTOMAZIONE E QUADRI ELETTRICI

ITA GEFRAN SOLUZIONI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI APPARECCHIATURE DI AUTOMAZIONE E QUADRI ELETTRICI ITA GEFRAN SOLUZIONI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI APPARECCHIATURE DI AUTOMAZIONE E QUADRI ELETTRICI 04/2015 GEFRAN SOLUZIONI Gefran Soluzioni progetta e realizza apparecchiature di automazione e quadri

Dettagli

Gli schemi di certificazione internazionali: IECEE CB e CB-FCS

Gli schemi di certificazione internazionali: IECEE CB e CB-FCS Gli schemi di certificazione internazionali: IECEE CB e CB-FCS IMQ Milano, 19 aprile 2011 Workshop IMQ - QSA - Promos Fare Business in Russia e CSI Mauro Casari - IMQ ADVISORY BODIES Sales Policy Cmte.

Dettagli

19 - INDICE DELLA MATERIA SICUREZZA ELETTRICA ED ELETTROTECNICA

19 - INDICE DELLA MATERIA SICUREZZA ELETTRICA ED ELETTROTECNICA 19 - INDICE DELLA MATERIA SICUREZZA ELETTRICA ED ELETTROTECNICA D294 Corso teorico-pratico addetti ai lavori elettrici CEI 11-27:2014... pag. 2 D291 Corso di aggiornamento CEI 11-27-2014 per addetti ai

Dettagli

Trasporto sicuro dei colli per l industria alimentare e delle bevande

Trasporto sicuro dei colli per l industria alimentare e delle bevande Trasporto sicuro dei colli Etichettare Soluzioni base Senza etichetta Con etichetta Combinazione: / Etichettare da parte del cliente Soluzioni Casse e fusti su pallet Combinazione: / Reggia in alto, bamda

Dettagli

WORLDWIDE PAYMENT PROTECTION. Ovunque sia il vostro business nel mondo, noi ci siamo per aiutarvi a gestire i vostri crediti all'estero.

WORLDWIDE PAYMENT PROTECTION. Ovunque sia il vostro business nel mondo, noi ci siamo per aiutarvi a gestire i vostri crediti all'estero. WORLDWIDE PAYMENT PROTECTION Ovunque sia il vostro business nel mondo, noi ci siamo per aiutarvi a gestire i vostri crediti all'estero. 90,000 CLIENTI. 180 PAESI. 1 SOCIETA'. -11-10 -9-8 -7-6 -5-4 -3-2

Dettagli

Servizi per le Imprese Energy Intensive e Industria

Servizi per le Imprese Energy Intensive e Industria energy solution Servizi per le Imprese Energy Intensive e Industria Expertise Cosa possiamo fare per la tua Azienda? NRG.it è una Energy Service Company, certificata ISO 9001/2008 e UNI CEI 11352/2010

Dettagli

Direttiva Macchine 2006/42/CE

Direttiva Macchine 2006/42/CE Direttiva Macchine 2006/42/CE Tutte le macchine e i componenti di sicurezza sono soggetti alla Direttiva 2006/42/CE, nota come Direttiva Macchine, recepita in Italia con D.Lgs N. 17/2010. Questa Direttiva

Dettagli

Regolatore Modulare Bus BMR. Tutto in uno

Regolatore Modulare Bus BMR. Tutto in uno utto in uno Integrazione senza limiti nel sistema DDC4000 Gli ingressi e le uscite possono essere ampliati mediante i Moduli Funzionali BMF e i moduli Bus di Campo Universali FBU. Gli FBU possono essere

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

La Nuova Direttiva Macchine 2006/42 CE. Inquadramento Generale, la Valutazione. dei Rischie il Fascicolo Tecnico

La Nuova Direttiva Macchine 2006/42 CE. Inquadramento Generale, la Valutazione. dei Rischie il Fascicolo Tecnico AZIENDA SPECIALE CISE Forlì 13 Ottobre 2010 La Nuova Direttiva Macchine 2006/42 CE Inquadramento Generale, la Valutazione dei Rischie il Fascicolo Tecnico Ing. Enrico IPPOLITO 1 NUOVA DIRETTIVA MACCHINE

Dettagli

IL LAVORO DELL OCSE SUI SISTEMI SANITARI

IL LAVORO DELL OCSE SUI SISTEMI SANITARI IL LAVORO DELL OCSE SUI SISTEMI SANITARI - analisi, confronto e rafforzamento del sistema sanitario Stefano Scarpetta, Direttore della Direzione del Lavoro, Occupazione e Affari Sociali Il Lavoro dell

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA CONDUZIONE E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI

TECNICO SUPERIORE PER LA CONDUZIONE E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER LA CONDUZIONE E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO

Dettagli

ArgoMatic. Rexroth. Hai mai pensato al Retrofit? Integrated Automation. Bosch Group. System Integrator. DeLorean-BackToTheFuture - Fred Ottens

ArgoMatic. Rexroth. Hai mai pensato al Retrofit? Integrated Automation. Bosch Group. System Integrator. DeLorean-BackToTheFuture - Fred Ottens ArgoMatic Integrated Automation Rexroth Bosch Group System Integrator Hai mai pensato al Retrofit? DeLorean-BackToTheFuture - Fred Ottens 2 - Argomatic Argomatic - 3 Retrofit / Modernizzazione: portarsi

Dettagli

7.6. Condizioni generali di vendita. Appendice

7.6. Condizioni generali di vendita. Appendice 7.6 Appendice Condizioni generali di vendita 1. Validità il conferimento dell ordine da parte dell acquirente presuppone la conoscenza e l accettazione delle presenti condizioni di vendita. Le presenti

Dettagli

Sintec & Partners S.r.l.

Sintec & Partners S.r.l. Qualità Ambiente Sicurezza sul lavoro Sicurezza nei cantieri Privacy Software engineering Prevenzione incendi Rumore, impatto acustico Formazione Progettazione Marcatura CE Haccp Qualità UNI EN ISO 9001:2000

Dettagli

Contabilizzazione Monitoraggio Fotovoltaico Home & Building Automation Custom Monitoring System

Contabilizzazione Monitoraggio Fotovoltaico Home & Building Automation Custom Monitoring System PRESENTAZIONE COMPANY PROFILE 1.5 Company Profile Contabilizzazione Monitoraggio Fotovoltaico Home & Building Automation Custom Monitoring System STORIA E MISSIONE 2004 nasce come system integrator 2005

Dettagli

ArgoMatic. Integrated Automation. [CC BY 2.0] Shadow Dexterous Robot Hand holding a lightbulb - Richard Greenhill and Hugo Elias

ArgoMatic. Integrated Automation. [CC BY 2.0] Shadow Dexterous Robot Hand holding a lightbulb - Richard Greenhill and Hugo Elias ArgoMatic Integrated Automation [CC BY 2.0] Shadow Dexterous Robot Hand holding a lightbulb - Richard Greenhill and Hugo Elias 2 - Argomatic Argomatic - 3 Chi siamo La ArgoMatic avvalendosi della pluriennale

Dettagli

Catalogo Corsi di Formazione 2008

Catalogo Corsi di Formazione 2008 Catalogo Corsi di Formazione 2008 Linea di offerta Corsi di formazione sulle tecniche di programmazione e manutenzione. I corsi di formazione sono strutturati in modo da fornire, in funzione del grado

Dettagli

SAFETY SERVICE TECHNO GR

SAFETY SERVICE TECHNO GR SAFETY SERVICE TECHNO GR Il vostro partner per la sicurezza delle macchine industriali»» Supporto ed assistenza per l intero ciclo di vita della macchina Risoluzione delle criticità» Soluzioni personalizzate

Dettagli

Codice: 43.29.01 - installazione, riparazione e manutenzione di ascensori e scale mobili

Codice: 43.29.01 - installazione, riparazione e manutenzione di ascensori e scale mobili La società Projetto Powering 2.0 S.r.l. opera in ambito nazionale nel settore pubblico e privato per la realizzazione di impianti civili ed industriali. La sua struttura tecnica ed operativa è costantemente

Dettagli

MILESTONE CARE. Milestone CARE MANTIENI IL TUO MOTORE SEMPRE IN FUNZIONE LE POSSIBILITÀ INIZIANO QUI

MILESTONE CARE. Milestone CARE MANTIENI IL TUO MOTORE SEMPRE IN FUNZIONE LE POSSIBILITÀ INIZIANO QUI Milestone CARE Completa suite di servizi di assistenza e manutenzione per le organizzazioni che utilizzano i prodotti di sorveglianza Milestone. MILESTONE CARE MANTIENI IL TUO MOTORE SEMPRE IN FUNZIONE

Dettagli

Archiviazione elettronica e Gestione della conoscenza Dott. Timur Khoussainov Toffoletto De Luca Tamajo e Soci Studio Legale

Archiviazione elettronica e Gestione della conoscenza Dott. Timur Khoussainov Toffoletto De Luca Tamajo e Soci Studio Legale Archiviazione elettronica e Gestione della conoscenza Toffoletto De Luca Tamajo e Soci Studio Legale Bologna, 30 ottobre 2015 CHE COS È (PER NOI) LA CONOSCENZA? Toffoletto De Luca Tamajo e Soci 2015 2

Dettagli

Standard Formativi Minimi dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale della Regione Lombardia

Standard Formativi Minimi dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale della Regione Lombardia Allegato 3 Standard Formativi Minimi dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale della Regione Lombardia Obiettivi Specifici di Apprendimento delle competenze tecnico professionali O.S.A. tecnico

Dettagli

Sala Biagi CNA Bologna, 4 aprile 2012 Rossella Ricciardelli Product Manager

Sala Biagi CNA Bologna, 4 aprile 2012 Rossella Ricciardelli Product Manager LA SICUREZZA DELLE MACCHINE Sala Biagi CNA Bologna, 4 aprile 2012 Rossella Ricciardelli Product Manager Le origini della Società CERMET è stato fondato nel 1985 per valorizzare l'immagine dell'azienda

Dettagli

catalogo corsi di formazione 2015/2016

catalogo corsi di formazione 2015/2016 L offerta formativa inserita in questo catalogo è stata suddivisa in quattro sezioni tematiche che raggruppano i corsi di formazione sulla base degli argomenti trattati. Organizzazione, progettazione e

Dettagli

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility ERASMUS PLUS Disposizioni nazionali allegate alla Guida al Programma 2015 Settore Istruzione Scolastica, Educazione degli Adulti e Istruzione Superiore KA1 School education staff mobility/ Adult education

Dettagli

Catalogo Corsi di Formazione

Catalogo Corsi di Formazione Catalogo Corsi di Formazione 2010 Linea di Corsi di formazione sulle tecniche di programmazione e manutenzione. I corsi di formazione sono strutturati in modo da fornire, in funzione del grado di preparazione

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE PER TECNICO HARDWARE, SOFTWARE E DI RETE

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE PER TECNICO HARDWARE, SOFTWARE E DI RETE Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: CORSO DI SPECIALIZZAZIONE PER TECNICO HARDWARE, SOFTWARE E DI RETE Corsi di specializzazione

Dettagli

Matrice delle competenze THEME - Settore tecnologie elettriche/elettroniche con competenze parziali/ risultati di apprendimento

Matrice delle competenze THEME - Settore tecnologie elettriche/elettroniche con competenze parziali/ risultati di apprendimento AREE DI COMPETENZA FASI DELLO SVILUPPO DELLE COMPETENZE 1. Preparazione, progettazione, montaggio e installazione di impianti elettrici e/o elettronici per edifici a uso civile e applicazioni industriali

Dettagli

Strategie per il risparmio energetico negli edifici produttivi e terziari esistenti: Il ruolo della progettazione integrata tecnico/economica

Strategie per il risparmio energetico negli edifici produttivi e terziari esistenti: Il ruolo della progettazione integrata tecnico/economica Strategie per il risparmio energetico negli edifici produttivi e terziari esistenti: Il ruolo della progettazione integrata tecnico/economica Soluzioni impiantistiche orientate all efficienza energetica

Dettagli

Tecnico per l automazione industriale. Standard formativo minimo regionale

Tecnico per l automazione industriale. Standard formativo minimo regionale Tecnico per l industriale Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura TECNICO PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche

Dettagli

Ciclo di 8 corsi su: Direttive di prodotto europee

Ciclo di 8 corsi su: Direttive di prodotto europee Ordine degli Ingegneri della provincia di Brescia Commissione Industriale Organizza un: Ciclo di 8 corsi su: Direttive di prodotto europee presso la sede dell Ordine degli Ingegneri della Provincia di

Dettagli

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS www.btoweb.it L unione tra il know-how gestionale e organizzativo maturato in oltre 12 anni di consulenza e l esperienza nell ambito dell informatizzazione dei processi ha consentito a Sinergest lo sviluppo

Dettagli

Aspetti metodologici innovativi per la valutazione dei rischi nell'ambito della Nuova Direttiva Macchine

Aspetti metodologici innovativi per la valutazione dei rischi nell'ambito della Nuova Direttiva Macchine ISPESL - Politecnico di Bari - ARPA Puglia La sicurezza delle macchine tra nuova Direttiva Macchine e Testo Unico Aspetti metodologici innovativi per la valutazione dei rischi nell'ambito della Nuova Direttiva

Dettagli

www.rechner-sensors.com

www.rechner-sensors.com www.rechner-sensors.com CATALOGO SensorI Capacitivi EasyMount Sensori per Controllo di livello di liquidi Controllo di livello di merce sfusa Controllo della posizione di oggetti Controllo perdite 2 Registrazione

Dettagli

Development & Assessment Tools

Development & Assessment Tools Development & Assessment Tools Grazie a una partnership internazionale offriamo una gamma di strumenti che consentono di: rendere più efficace ed efficiente la fase di analisi delle esigenze aziendali

Dettagli

Societa di Scienze Farmacologiche Applicate

Societa di Scienze Farmacologiche Applicate Societa di Scienze Farmacologiche Applicate Principali Processi Applicativi per lo Sviluppo e Commercializzazione di Dispositivi Medici - Seminario Gruppo di Lavoro Dispositivi Medici Auditorium Bayer

Dettagli

Optimize your energy park. www.en-come.com

Optimize your energy park. www.en-come.com Optimize your energy park / Supporto d ACQUISIZIONE / OPERAZIONI TECNICHE / OPERAZIONI COMMERCIALI / MIGLIORAMENTO DELLE PRESTAZIONI / SMALTIMENTO IMPIANTI IT www.en-come.com Supporto d ACQUISIZIONE SMALTIMENTO

Dettagli

Acquisizione di prodotti e servizi Parte 1

Acquisizione di prodotti e servizi Parte 1 Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A5_1 V1.0 Acquisizione di prodotti e servizi Parte 1 Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO Marco Bandiera Gestione per la qualità, l ambiente e la sicurezza Bologna, 1 luglio 2009 1 Sommario Perché un sistema di gestione energetica?

Dettagli

Dove i produttori di vino e gli importatori si incontrano

Dove i produttori di vino e gli importatori si incontrano Wine Pleasures Workshops Dove i produttori di vino e gli importatori si incontrano Opportunità di marketing e sponsorizzazione Buyer Meets Italian Cellar Buyer Meets Iberian Cellar 2 26-28 ottobre 2015

Dettagli

L evoluzione della nostra storia

L evoluzione della nostra storia LE NOSTRE CERTIFICAZIONI L evoluzione della nostra storia Dagli anni 20 ad oggi specializzati in impianti elettrici, automazione industriale e sistemi integrati La Giordano & C. è un azienda italiana nata

Dettagli

Sintesi dei risultati di prova sui rilevatori di tensione a distanza e a contatto.

Sintesi dei risultati di prova sui rilevatori di tensione a distanza e a contatto. Sintesi dei risultati di prova sui rilevatori di tensione a distanza e a contatto. novembre 2006 Progetto RdS Trasmissione e distribuzione Rapporto TTD Tecnologie T&D Approvato Pag. 1/22 Committente Ministero

Dettagli

Energy in Buildings and Communities

Energy in Buildings and Communities IEA Implementing Agreement Energy in Buildings and Communities Michele Zinzi, ENEA Giornata Nazionale IEA IA Ricerca Energetica e Innovazione in Edilizia ENEA, Roma, 27 febbraio 2015 Aspetti generali Fondato

Dettagli

di impianti e macchinari sicuri

di impianti e macchinari sicuri La nuova direttiva macchine 2006/42/CE Un nuovo approccio metodologico alla progettazione e costruzione di impianti e macchinari sicuri 1 Recepimento e D.Lgs 27 gennaio 2010, n. 17-6 Marzo 2010: entrata

Dettagli

CATALOGO CORSI GRATUITI GARANZIA GIOVANI

CATALOGO CORSI GRATUITI GARANZIA GIOVANI CATALOGO CORSI GRATUITI GARANZIA GIOVANI SOMMARIO Competenze informatiche per l office automation... 3 Competenze informatiche: Software di videoscrittura... 4 Competenze informatiche: Software fogli di

Dettagli

catalogo corsi di formazione 2014/2015

catalogo corsi di formazione 2014/2015 L offerta formativa inserita in questo catalogo è stata suddivisa in quattro sezioni tematiche che raggruppano i corsi di formazione sulla base degli argomenti trattati. Organizzazione, progettazione e

Dettagli

PROFILO PROFESSIONALE DESCRITTIVO COMPETENZE TECNICO/PROFESSIONALI DI RIFERIMENTO

PROFILO PROFESSIONALE DESCRITTIVO COMPETENZE TECNICO/PROFESSIONALI DI RIFERIMENTO PROFILO PROFESSIONALE TECNICO DI AUTOMAZIONE TERZA VERSIONE SETTEMBRE 2010 DESCRITTIVO Il Tecnico dell automazione industriale è una figura professionale in grado di approntare il funzionamento, ed intervenire

Dettagli

YOU PRODUCE, WE MOVE. Automation AUTOMATION

YOU PRODUCE, WE MOVE. Automation AUTOMATION YOU PRODUCE, WE MOVE. Automation AUTOMATION YOU PRODUCE, WE MOVE. 1 Azienda 2 Installazioni 3 Impianti elettrici industriali 4 Joint Venture 5 Service 6 Possono parlarvi di noi Automation 1 Azienda L esperienza

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

AI CONSORZI E ALLE COOPERATIVE DI GARANZIA COLLETTIVA FIDI

AI CONSORZI E ALLE COOPERATIVE DI GARANZIA COLLETTIVA FIDI Roma, 4 gennaio 2010 LETTERA CIRCOLARE REGIONE ABRUZZO ALLE BANCHE ALLE SOCIETA DI LEASING AI CONSORZI E ALLE COOPERATIVE DI GARANZIA COLLETTIVA FIDI operanti con Artigiancassa S.p.A. nella Regione Abruzzo

Dettagli

MaintSystem UN PARTNER AL TUO SERVIZIO

MaintSystem UN PARTNER AL TUO SERVIZIO MaintSystem UN PARTNER AL TUO SERVIZIO CHI SIAMO Maint System srl è una società specializzata nella consulenza, installazione e manutenzione di soluzioni informatiche aziendali. Offre inoltre servizi di

Dettagli

Dispositivi di sicurezza SIRIUS 3SK1

Dispositivi di sicurezza SIRIUS 3SK1 Qualità Siemens Made in Germany Dispositivi di sicurezza SIRIUS 3SK1 Realizzazione rapida e semplice della sicurezza sull impianto siemens.com/safety-relays Con i dispositivi di sicurezza SIRIUS 3SK1 si

Dettagli

2.2.1 Normativa di riferimento per la sicurezza delle attrezzature di lavoro

2.2.1 Normativa di riferimento per la sicurezza delle attrezzature di lavoro 2.2 SICUREZZA generale delle macchine 2.2.1 Normativa di riferimento per la sicurezza delle attrezzature di lavoro La principale normativa di riferimento per una corretta scelta e gestione delle macchine

Dettagli

OPERATORE ELETTRONICO. Standard formativo minimo regionale

OPERATORE ELETTRONICO. Standard formativo minimo regionale OPERATORE ELETTRONICO Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura professionale OPERATORE ELETTRONICO Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate 6 Artigiani e operai

Dettagli

Norma UNI EN ISO 13849-1

Norma UNI EN ISO 13849-1 Sistemi di comando per la sicurezza delle macchine Norma UNI EN ISO 13849-1 Parti dei sistemi di comando legate alla sicurezza. Parte 1: principi generali per la progettazione. Per.Ind. Antonio Rigutto

Dettagli

Safety is a SIRIUS business

Safety is a SIRIUS business Dispositivi di sicurezza SIRIUS 3SK Safety is a SIRIUS business Soluzioni per applicazioni di sicurezza compatte Macchine sicure in modo semplice e rapido siemens.it/safety Sicurezza funzionale delle macchine:

Dettagli

LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING

LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING LEASEPLAN CORPORATION LEASEPLAN AUTORENTING & LEASEPLAN RENTING INDICE LeasePlan Corporation in sintesi la storia i numeri nel mondo Il Gruppo LeasePlan in Italia le società la storia Mercato del Noleggio

Dettagli

Telex telecomunicazioni. Soluzioni per le telecomunicazioni e le infrastrutture tecnologiche aziendali

Telex telecomunicazioni. Soluzioni per le telecomunicazioni e le infrastrutture tecnologiche aziendali Telex telecomunicazioni Soluzioni per le telecomunicazioni e le infrastrutture tecnologiche aziendali Agenda 1 azienda 2 organizzazione 3 offerta 4 partner 5 referenze Storia Azienda Nasce 30 anni fa Specializzata

Dettagli

1 IL SISTEMA DI AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO

1 IL SISTEMA DI AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO 1 IL SISTEMA DI AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO Quello che generalmente viene chiamato sistema di automazione d edificio si compone di diverse parti molto eterogenee tra loro che concorrono, su diversi livelli

Dettagli

Tecnico per l automazione industriale. Standard della Figura nazionale

Tecnico per l automazione industriale. Standard della Figura nazionale Tecnico per l automazione industriale Standard della Figura nazionale Denominazione della figura TECNICO PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate 6. Artigiani,

Dettagli

La Nuova Direttiva Macchine 2006/42/CE

La Nuova Direttiva Macchine 2006/42/CE La Nuova Direttiva Macchine 2006/42/CE 1/36 Scopo della Direttiva UNIFORMARE: Lo scopo delle direttive comunitarie del nuovo approccio è quello di creare le condizioni necessarie affinché le industrie

Dettagli

ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI

ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI La nostra più grande ambizione è quella di riuscire a rendere reali le vostre idee. Perchè? Dal 1976 professionalità ed esperienza al vostro servizio Perché l impegno, la

Dettagli

3 La formazione specifica HydroCampus

3 La formazione specifica HydroCampus 3 La formazione specifica HydroCampus Introduzione al CAN BUS... p 41 Modellazione e simulazione numerica corso 1... p 42 Modellazione e simulazione numerica corso 2... p 43 Progettazione cilindri... p

Dettagli

DEPLIANT INFORMATIVO DI PRESENTAZIONE AZIENDALE

DEPLIANT INFORMATIVO DI PRESENTAZIONE AZIENDALE DEPLIANT INFORMATIVO DI PRESENTAZIONE AZIENDALE Il presente documento è rivolto a tutti i nostri potenziali clienti. E una breve presentazione di quello che facciamo e di quello che siamo. Di come ci proponiamo

Dettagli

Fase di offerta. Realizzazione del progetto

Fase di offerta. Realizzazione del progetto Linee guida per un buon progetto Commissione dell informazione e dei Sistemi di Automazione Civili e Industriali CONTENUTI A) Studio di fattibilità B) Progetto di massima della soluzione C) Definizione

Dettagli

A disposizione del. Vostro Business

A disposizione del. Vostro Business A disposizione del Vostro Business Tecnol ogi a Rel azion i Impeg no expertise Avanguardia Trixa snc - via Magatti 2, 21100 Varese - relazioni@trixa.it - www.trixa.it Un po di noi Trixa nasce dalla pluriennale

Dettagli

4-5 6-7 8-9 10-11 12 13 14 15

4-5 6-7 8-9 10-11 12 13 14 15 WALDRICH COBURG è leader mondiale nella costruzione di grandi macchine utensili. I principi guida includono standard di alta qualità e una costante attenzione al cliente. Presso la sede a Coburg, un team

Dettagli

PicoScope USB Oscilloscope. breve Guida Introduttiva

PicoScope USB Oscilloscope. breve Guida Introduttiva breve Guida Introduttiva 5 Italiano...33 5.1 Introduzione...33 5.2 Informazioni sulla sicurezza...33 5.3 Contenuto...36 5.4 Requisiti di sistema...36 5.5 Installazione del software PicoScope...37 5.6 Newsletter

Dettagli

Tecnico per l automazione industriale. Standard formativo minimo regionale

Tecnico per l automazione industriale. Standard formativo minimo regionale Tecnico per l automazione industriale Standard formativo minimo regionale 1 Denominazione della figura TECNICO PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate

Dettagli

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT)

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) CONSIP S.p.A. Allegato 6 Capitolato tecnico Capitolato relativo all affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) Capitolato Tecnico

Dettagli

Safety day 2016. Sicurezza delle macchine e degli impianti. Ruoli e responsabilità di progettisti, costruttori e integratori di macchine: casi pratici

Safety day 2016. Sicurezza delle macchine e degli impianti. Ruoli e responsabilità di progettisti, costruttori e integratori di macchine: casi pratici Sicurezza delle macchine e degli impianti. Ruoli e responsabilità di progettisti, costruttori e integratori di macchine: casi pratici Safety day 2016 AC&E s.r.l. Avv. Vania Vicentini, Ing. Andrea Mazza

Dettagli