Vision. il punto di vista degli industriali reggiani

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Vision. il punto di vista degli industriali reggiani"

Transcript

1 POSTE ITALIANE S.P.A. - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N 46) ART. 1, COMMA 1, DCB REGGIO EMILIA MARZO Vision il punto di vista degli industriali reggiani ASSEMBLEA GRUPPO GIOVANI IMPRENDITORI 2012 intraprendenza responsabilità sostenibilità 42 Non possiamo arrestarci Innovazione di fronte al nuovo e Sostenibilità Formazione Nuovi servizi alle imprese

2

3

4

5 2 Imprese Reggiane n 41 MARZO 2012 Rivista trimestrale di Industriali Reggio Emilia Vision il punto di vista degli industriali reggiani 05 L OPINIONE Maria Licia Ferrarini 06 IMPRESE REGGIANE 14 ASSEMBLEA GRUPPO GIOVANI IMPRENDITORI NON POSSIAMO ARRESTARCI DI FRONTE AL NUOVO Alessandro Negri 24 UN PERCORSO DI VALORE Direttore Responsabile Giulio Paterlini Redazione Assoservizi srl Progetto grafico Art director Gianandrea Simonetti Hammer Communication srl Editore Assoservizi Srl Via Toschi Reggio Emilia Stampa Tecnograf spa Stampato e diffuso in copie Pubblicità Pubblì - Concessionaria Editoriale srl C.so Vittorio Emanuele 113 Modena Tel Gli articoli presentati possono non rispecchiare le posizioni dell Associazione Industriali di Reggio Emilia che comunque li ritiene un contributo sul piano dell informazione e dell opinione. 26 I REGGIANI E LA RESPONSABILITÀ SOCIALE DELLE IMPRESE AstraRicerche 34 INTERVISTA A JACOPO MORELLI Stefano Catellani 38 INTERVISTA A STEFANIA ACCORSI Ufficio Comunicazioni Industriali Reggio Emilia 40 RINNOVO DELLE CARICHE 42 PREMIO INNOVAZIONE SOSTENIBILE Carlo Luison 45 I PERCHÈ DI UN PREMIO 58 DAL SISTEMA 58 LA FORMAZIONE William Levati 64 CIS - SCUOLA PER LA GESTIONE D IMPRESA 65 INTERVISTA A CRISTINA STROZZI Ufficio Comunicazioni Industriali Reggio Emilia 68 INTERNAZIONALIZZAZIONE 58 NUOVI SERVIZI ALLE IMPRESE Industriali Reggio Emilia Via Toschi 30/A Reggio Emilia tel Fax VOLONTARIATO 72 JAIMA SAHRAWI 76 ASSINDUSTRIA NOTIZIE

6 Maria Licia Ferrarini Vice Presidente Industriali Reggio Emilia con delega a Education e rapporti con la Scuola LA FORMAZIONE PERCORSO OBBLIGATO PER USCIRE DALLA CRISI Per misurarsi con successo con la concorrenza, le imprese devono reggere il passo di un mondo in cui prodotti, strategie di marketing, modelli organizzativi e mercati si evolvono ad alta velocità. Ma è la formazione il veicolo che porta l'innovazione in azienda e l'innesta nelle professionalità e nei sistemi organizzativi. Ogni impresa che voglia essere competitiva deve estenderla il più possibile, dal management ai livelli operativi. Questo vale ancora di più in una fase di recessione dell'economia. La crisi mette chi fa impresa di fronte a un'alternativa secca: reagire o accettare di ritrovarsi progressivamente ai margini del mercato. Le strade possibili sono tante e diverse, ma passano tutte per lo snodo obbligato della formazione. E questa è una consapevolezza che è cresciuta, soprattutto negli ultimi anni. In questo quadro Fondimpresa, il Fondo interprofessionale per la formazione continua costituito da Confindustria, CGIL, CISL e UIL, si è dimostrato un prezioso strumento, perché ha prestato attenzione allo specifico fabbisogno delle aziende, creando un sistema di finanziamento che fornisce risorse economiche in tempi rapidi e dà priorità alla domanda formativa. Dal punto di vista economico con i Fondi interprofessionali ha preso vita un circuito impresa - lavoro - formazione che si autoalimenta, indipendente dai canali di finanziamento pubblici, nazionali o comunitari che siano. Tuttavia, Fondimpresa ha fatto un ulteriore passo in avanti, perché con il Conto Formazione restituisce ad ogni impresa la gestione diretta del 70% delle somme l opinione versate all Inps. Una vera e propria formazione su misura, perché solo l azienda può disporne e può spendere quanto ha accantonato nei modi e tempi più adatti ai suoi piani di sviluppo e all organizzazione del personale. L azienda che sceglie Fondimpresa non solo non ha costi ulteriori, ma recupera le risorse che ha versato e può decidere direttamente come investirle. Tutti benefici ampiamente percepiti dalle imprese reggiane, che hanno risposto con interesse, come testimoniano i trend di crescita. Nel periodo , Fondimpresa ha erogato 5,5 milioni di euro per finanziare interventi formativi di cui hanno beneficiato oltre lavoratori occupati nelle imprese aderenti: in soli cinque anni siamo passati da 12 mila ore di formazione nel 2007 alle oltre 100 mila del Innovazione, salute e sicurezza sul lavoro, processi amministrativi e organizzativi sono i temi scelti più frequentemente dalle aziende per la loro formazione. Questi risultati, registrati in un periodo di perdurante crisi, confermano la validità delle modalità di finanziamento, il più possibile semplici e trasparenti, adottate da Fondimpresa. Uno strumento che è importante continuare a far conoscere, soprattutto perché - occorre sottolinearlo - l offerta formativa oggi è sempre più orientata ai bisogni delle imprese e maggiormente capace di diversificare la progettazione a seconda delle esigenze specifiche. Di questi fattori si compone un sistema di formazione che funziona. Che porta innovazione e competitività nelle aziende e che accresce la professionalità e l'occupabilità dei lavoratori.

7 6 Imprese Reggiane Imprese Reggiane OLMEDO Garantire una mobilità reale in caso di disabilità, significa saper personalizzare e progettare in base alle specifiche esigenze del cliente. Significa inoltre, saper stare vicino al cliente anche dopo la vendita, con servizi di assistenza efficienti e capillari". Con queste parole Luca Quintavalli della direzione Olmedo, alla presenza di autorità, clienti, fornitori, colleghi, dipendenti, ha ufficialmente inaugurato la nuova sede locale di Parma. "In questo momento di grave difficoltà e congiuntura economica, ha continuato Quintavalli, abbiamo investito in un progetto che riteniamo fondamentale per la crescita della nostra azienda e cioè essere vicini al cliente, con l'efficienza e la stessa competenza e professionalità che da anni contraddistinguono il marchio Olmedo nella se- de principale di Ghiardo di Bibbiano". Oggi Olmedo conta una ventina di dipendenti ed un fatturato annuo di circa 7 milioni di euro. Un successo caratterizzato dalla dinamicità e dalla continua ricerca dell'innovazione nel campo degli allestimenti e personalizzazioni per il trasporto di persone con ridotte capacità motorie. Dopo il classico taglio del nastro e il successivo buffet i presenti hanno avuto modo di visitare i nuovi locali che includono un'area dedicata alle trasformazioni ed un'area showroom contenente veicoli attrezzati, test drive, simulatori e ausili per la guida e l'accessibilità a bordo. CREDEMTEL Credemtel è una società del Gruppo Credem attiva dal 1989 nell offerta di servizi telematici a banche, aziende e pubblica amministrazione. L'attività di Credemtel è iniziata con l'offerta di soluzioni nell ambito del corporate banking interbancario ed è proseguita nei servizi di gestione elettronica documentale, accreditandosi oggi come uno dei principali player del mercato, per arrivare al controllo di gestione. Nonostante le grandi difficoltà del settore ICT, il 2011 è stato un anno positivo, chiuso con buon incremento sia del fatturato che dell utile. Un successo determinato dalla volontà di rispondere ad una esigenza sempre maggiore di efficienza di costi e di gestione. Credemtel propone infatti un offerta che garantisce dei risparmi diretti sui costi e con un pricing orientato più a logiche di pay per use che di elevati investimenti iniziali. Nel 2011 sono stati introdotti nuovi servizi come la firma biometrica su tablet, per permettere la gestione integrata della filiera della logistica senza carta di settori quali grande distribuzione o trasporti e la predisposizione di una piattaforma web innovativa che permette alla pubblica amministrazione l organizzazione e la gestione di gare d appalto completamente online, riducendo costi operativi e volumi di carta spesso inutili. DINO PAOLI L azienda reggiana Dino Paoli venerdì 3 febbraio ha tenuto al Motorsport ExpoTech di Modena una lezione di pit stop per gli studenti di MTS - Motorsport Technical School, la prima e unica scuola italiana per meccanici da corsa. Dopo una breve introduzione di Francesca Paoli, amministratore delegato di Dino Paoli, dedicata all azienda e ai suoi prodotti, la lezione è entrata subito nel vivo con Eugenio Nobili, responsabile di produzione di Dino Paoli, che ha illustrato ai ragazzi le strategie di pit stop, il funzionamento degli avvitatori e del circuito impianto aria. Tutti gli aspetti, teorici, tecnici e metodologici affrontati da Nobili hanno poi trovato applicazione pratica al padiglione C, dove, sotto la supervisione di Aldo Parola, capo meccanico GT2 del team Villois, Mauro Prodi, tecnico di Dino Paoli, e Giampiero Consonni, docente di MTS, gli studenti si sono cimentati in alcune prove di pit stop sull Aston Martin Vantage GT2, telaio 007, del Team Villois. Questi ragazzi sono i meccanici di domani - ha commentato Francesca Paoli - abbiamo voluto dare anche il nostro contributo alla loro formazione, mettendo a disposizione tutto il nostro know-how perché sappiamo quanto sia fondamentale per una squadra corse poter contare sulla manodopera di meccanici altamente specializzati. È stata una grande opportunità per il gruppo di allievi MTS perché un pit stop veloce e preciso può influenzare in positivo il risultato della gara, perciò è importante che i ragazzi imparino a gestirlo alla perfezione ha spiegato Eugenia Capanna, ideatrice di Motorsport Technical School. APOGEO Fare una buona segnaletica oggi vuol dire occuparsi di una moltitudine di problematiche cognitive, ambientali, tecniche e normative che solo un attenta progettazione ed un elevata sensibilità possono risolvere in modo coerente ed originale. Apogeo si occupa di sistemi di comunicazione visiva dal 1986 (segnaletica di interni, esterni, turistica, sicurezza, totem direzionali, digital signage, insegne, espositori, bacheche, colonnine delimita file ecc.), grazie al lavoro di tecnici architetti e designers. La ventennale esperienza di Apogeo consente di garantire un servizio completo a partire dall'analisi dei percorsi e dei bisogni al progetto grafico, all'installazione fino all'assistenza post-vendita. Diverse sono le ultime collaborazioni eccellenti in questo senso: l'arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, la biblioteca Multiplo di Cavriago, il gruppo Cedacri di Parma e, a livello nazionale, il Parco del Vesuvio di Napoli e l'azienda Ospedaliera di Avellino. Apogeo realizza inoltre sistemi come il percorso colore, che permette anche alle utenze più distratte di raggiungere il luogo preposto, e dedica particolare attenzione a tutte le fasce di utenza, tra cui le persone diversamente abili, integrando alla segnaletica direzionale tradizionale le diciture Braille, le 7 Imprese Reggiane

8 8 Imprese Reggiane mappe in rilievo ed il percorso pedotattile. Apogeo è certificata ISO 9001 e NETRIBE Netribe Group, società specializzata in consulenza IT, system integration, application management e visual & digital communication, prosegue il proprio piano di crescita, inaugurando una nuova business unit dedicata ai servizi Cloud, in grado di ridurre i costi dei propri clienti, semplificare la loro gestione ed aumentarne la produttività. Nel contesto attuale, dove l'attenzione ai costi può spesso contrastare l'evoluzione tecnologica, risulta infatti fondamentale per le aziende adottare strumenti e tecnologie che garantiscano crescita e risparmio, nonché protezione degli investimenti. Il nuovo data center di Netribe Cloud si trova a Milano, sulla dorsale del MIX. L offerta innovativa cloud di Netribe include il lancio di soluzioni business come Microsoft Dynamics NAV e CRM in modalità SaaS (Software as a Service). A marzo, in collaborazione con Fujitsu Technology e Intel, Netribe Cloud è stata inoltre protagonista, presso l Academia Barilla di Parma, del convegno Tecnologia in Mostra. COMER INDUSTRIES Si è tenuta lo scorso 24 novembre presso l Hotel Principe di Savoia di Milano la premiazione dei China Awards, dedicata alle realtà italiane che meglio hanno saputo cogliere le opportunità del mercato cinese e alle analoghe realtà cinesi rispetto al mercato italiano. Tra i premiati, anche Comer Industries. L azienda si è aggiudicata il premio Creatori di Valore, riconoscimento assegnato alle aziende italiane che hanno realizzato le migliori performance con la Cina, operando in distretti e in settori ad alta crescita di esportazione. A ritirare il China Award 2011, Matteo Storchi, director sales & marketing di Comer Industries. Presente alla manifestazione anche Giuseppe Zelano, director operations. L evento dei China Awards, che comprende sette categorie di premio, è giunto quest anno alla sesta edizione. E organizzato dalla Fondazione Italia Cina e da MF - Milano Finanza con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero dell Ambiente, del Ministero degli Affari Esteri e della Camera di Commercio Italo Cinese, e con la partnership della Camera di Commercio Italiana in Cina e la collaborazione di Intesa Sanpaolo e Wind. Comer Industries ha iniziato il suo percorso in Cina nel 1987 con un attività di marketing e acquisto di scatole ingranaggi e prodotti semi-lavorati di fabbricazione cinese, si è consolidata nel 2007 con l apertura di Comer (Shanghai) Trading Co. Ltd., la nuova filiale commerciale, e con l Unità Operativa Comer Industries (Shaoxing) Co. Ltd, nella provincia dello Zhejiang, poi integrate nel 2009 per la produzione di trasmissioni per il settore eolico ed agricolo e l'attività commerciale. Nel 2010 il giro d affari è quasi quadruplicato, grazie in particolare al rafforzamento della partnership con i principali produttori cinesi di energia originata dal vento, a cui l azienda fornisce i riduttori per la rotazione e l inclinazione delle pale e per l orientamento delle turbine. L azienda è presente nel grande mercato asiatico anche con altri prodotti destinati alle applicazioni agricole e industriali, la cui domanda è destinata a crescere in modo sensibile nei prossimi mesi. SERIGRAFIA 76 Un premio a una storia imprenditoriale lunga 35 anni, costruita mattone dopo mattone, con forza e tenacia, accompagnata da originali e meritorie iniziative rivolte al benessere e al sostegno del personale dipendente. A riceverlo Serigrafia 76, la storica azienda di Montecchio Emilia leader nella stampa di decorazioni adesive per le grandi industrie, nel corso della quindicesima edizione di Montecchio ad arte. La premiazione, avvenuta nella cornice del Cortile interno del Castello medievale di Montecchio Emilia, è stata l occasione per segnalare e ringraziare personalità o enti locali che si sono particolarmente distinti per le loro attività riguardanti i settori dell'imprenditoria, della cultura e del volontariato. Siamo molto soddisfatti per il premio ricevuto - è il commento dell Amministratore delegato Fausto Mazzali -, un ulteriore occasione per ribadire l importanza del senso di responsabilità sociale dell impresa, come elemento fondamentale del nostro successo sul quale puntare, perché ci piace considerare i nostri dipendenti come parte di un unica grande famiglia. Una scelta di campo, ribadita qualche mese fa con l attivazione del servizio di baby sitter per le dipendenti, per coprire le ore del giorno durante le quali i figli rimangono scoperti dalla vigilanza dei familiari. In questi tempi di crisi abbiamo scelto di puntare sul welfare, mantenendo l occupazione senza licenziare nessuno: siamo una piccola azienda, ma pensiamo in grande, sicuri che la capacità di sapere innovare rappresenti la chiave per riuscire sui mercati internazionali. ARTONI Il Logistico dell anno, giunto alla sua 7 edizione, è un riconoscimento promosso ed organizzato da Assologistica e premia gli operatori del settore trasporto e logistica che nel corso dell anno si sono distinti nella ricerca e nell innovazione. Artoni, azienda leader nel settore dei Trasporti e della Logistica integrata, ha vinto il premio 2011 nella sezione Innovazione nel material handling con un progetto innovativo, realizzato nel proprio polo logistico di Codogno (Lo), per la gestione ottimale delle attività di allestimento dei kit (kitting) basato su tecnologia Pick By Light. Con questo riconoscimento Artoni si conferma come una delle aziende leader nel settore in Italia con un offerta completa di servizi di logistica, in grado di garantire ai clienti un servizio a valore aggiunto e personalizzato. G3 Da oggi ogni box portapacchi da auto G3 monterà un nuovo sistema di apertura e chiusura per aumentare e migliorare l esperienza del cliente. Praticità di utilizzo e facilità di carico sono stati alla base dello sviluppo dei nuovi componenti box portapacchi. Il sistema è stato disegnato e curato interamente dall ufficio tecnico di G3. Oltre a questo importante punto di svolta, l azienda di Montecavolo punta a introdurre sul mercato nuovi design sia per questo prodotto che per le vasche proteggi baule. Anche in questo articolo G3 ha infatti saputo rinnovarsi conquistando il consenso di una nuova casa automobilistica proponendo una vasca progetti baule con separatori, capace sia di proteggere il bagagliaio che di creare scompartimenti all interno di esso. EVERGREEN Un impianto fotovoltaico da 1100 Kw, in grado di produrre oltre un milione e 200mila kilowatt annui. Dati che fanno dell impianto fotovoltaico della ditta Evergreen di Boretto uno dei più grandi a livello provinciale. Evergreen che ha come socio di riferimento l imprenditore povigliese Pietro Benassi è stata creata con lo scopo di rivitalizzare un area industriale di 30mila metri quadrati, con uno stabilimento di 6mila mq di superficie da anni in disuso. L investimento ha richiesto importanti risorse in quanto la copertura dello stabilimento era in lastre di cemento-amianto di spessore e dimensioni notevoli: dopo le necessarie autorizzazioni il materiale inquinante è stato smaltito e trasportato in Germania, con l utilizzo di oltre trenta autotreni. In seguito è stata installata la nuova copertura, con pannelli costituiti da due rivestimenti in lamiera collegati tra loro da uno strato di dieci centimetri di isolante poliuretanico, per favorire un risparmio energetico consistente nel sistema di riscaldamento. Il progetto ha visto l utilizzo di pannelli da 480 watt di potenza, il che ha permesso di ottimizzare la superficie utilizzata con un risparmio del 30% dello spazio a parità di produzione. L impianto è formato da 2292 pannelli che occupano 2500 mq di copertura e 8000 di area cortiliva, e riuscirà a coprire il fabbisogno energetico di circa 400 famiglie. QUANTA Il Gruppo Quanta presente in Italia e all'estero con un fatturato di oltre 110 milioni di euro opera con suc- 9 Imprese Reggiane

9 10 Imprese Reggiane cesso e da diversi anni nell'ambito dei servizi legati alle risorse umane, offrendo alle aziende soluzioni personalizzate. La somministrazione a tempo indeterminato, meglio nota come staff leasing, si inserisce nella gamma degli strumenti di flessibilità occupazionale che Quanta propone alle aziende. I lavoratori vengono assunti a tempo indeterminato, inquadrati correttamente e assegnati in missione presso l impresa utilizzatrice che mantiene il potere direttivo e di controllo senza avere la titolarità del rapporto di lavoro. L esigenza di regolarizzare situazioni ai margini della legalità, di recuperare controllo su attività esternalizzate fidelizzando il personale in forza ed evitando la dispersione di competenze sono i più frequenti presupposti per l utilizzo dello staff leasing. L unico limite, relativo agli ambiti di utilizzo indicati dalla legge 191/2009, è superabile mediante accordo sindacale. Nessuna agenzia aveva fino ad ora promosso lo staff leasing in ambito produttivo. Quanta vanta il primo caso in Italia di assunzione di lavoratori in staff-leasing in produzione. Il caso di successo si è verificato in Lombardia presso un'azienda cliente che, grazie all accordo sindacale stipulato con la UILM locale, ha potuto conservare le competenze strategiche della forza lavoro precedentemente utilizzata ai limiti della legalità, valorizzandole, attraverso la stabilizzazione del contratto di staff leasing siglato con Quanta e recuperando saldamente la potestà organizzativa e di controllo senza alterare il proprio assetto organizzativo. BREVINI FLUID POWER Together to make a difference : questo il nuovo slogan che ben sintetizza la filosofia Brevini Fluid Power per i prossimi anni. Infatti, grazie ai risultanti incoraggianti del 2011, l azienda si proietta fiduciosa nel 2012 indossando una veste completamente nuova. Terminata l integrazione del gruppo, grazie all accorpamento definitivo di SAM Hydrauilik, azienda storica del marchio Brevini, Brevini Fluid Power si appresta ad affrontare lo scenario globale con una nuova organizzazione. Sul finire del 2011 è stata definita dal Top Management una nuova vision e mission aziendale con l obiettivo a medio/lungo termine di posizionare l azienda alla leadership del mercato italiano e tra i primi sei top player del mercato mondiale. Uno dei prossimi obiettivi sarà l avviamento entro la primavera della nuova scuola di formazione per acquisire le competenze tecniche e manageriali indispensabili per raggiungere gli obiettivi di crescita. IMMERGAS La Domus Technica, il centro di formazione avanzata realizzato da Immergas nell area dello stabilimento di Brescello (RE), è stata selezionata tra i vincitori della quarta edizione dell US Award. Il premio assegnato a Immergas è stato ritirato nella sede del Sole 24 Ore a Milano da Ettore Bergamaschi, direttore marketing operativo & comunicazione Immergas e dai due architetti che hanno progettato l edificio: Marco Pavarani e Paolo Iotti. La Domus Technica conferma la scelta di Immergas di investire sulla sostenibilità e sulle energie rinnovabili - ha spiegato Ettore Bergamaschi - la scelta dei materiali e delle soluzioni tecnologiche, ma anche architettoniche è un segnale preciso: un biglietto da visita che mostra la strada che Immergas ha intrapreso. Un edificio che è diventato subito un laboratorio aperto, spazio di lavoro e accoglienza, ma anche immagine aziendale. Il premio US Award 2011 è stato organizzato da US-ufficiostile, rivista specializzata de Il Sole 24 Ore, per identificare le eccellenze nella progettazione dell'ambiente di lavoro, per promuovere e diffondere la cultura della qualità e dell'innovazione nel workplace. Immergas ha vinto il 3 premio nella categoria Architecture. Realizzato in classe "A", la struttura è energeticamente autosufficiente. Le apparecchiature installate nelle quattro sale dimostrative del piano terra producono, sfruttando varie tecnologie, fluidi primari caldi e freddi totalmente recuperati, stoccati e riutilizzati per soddisfare i fabbisogni energetici dell'intero edificio, nonché per contribuire a quelli dell'edificio per uffici esistente. In questa ottica la Domus Technica è stata selezionata tra i 12 progetti SE-R Sostenibile Emilia-Romagna selezionati dall Osservatorio sull Architettura Sostenibile, esposti alle Fiere di Reggio Emilia dal 16 al 19 febbraio 2012 nella rassegna Ecocasa. INSIDE Qual è la migliore tecnologia per programmare applicazioni? Quali prospettive esistono per gli sviluppatori di oggi? Quali mercati si stanno aprendo per cellulari e tablet? Meglio Air, Html 5 e Javascript o il nativo? Adobe Flash è davvero morto? Queste sono solo alcune delle questioni affrontate durante l evento La tecnologia al servizio del business, una due giorni gratuita organizzata da InSide e da Andrea Trento e dedicata a una trentina di imprenditori, programmatori web developer e sviluppatori mobile che nell ultimo anno hanno frequentato i corsi di formazione InSide sullo sviluppo web e mobile. Per questi due giorni di formazione e confronto, InSide ha scelto l agriturismo Il Bove, sede abituale del principale appuntamento italiano nell ambito della formazione sullo sviluppo nativo di App: l isummercamp (la prossima edizione di giugno 2012 è già prenotabile). Nel corso della due giorni di Reggio Emilia, Andrea Trento, uno dei massimi esperti in Italia sulle tecnologie mobili, relatore e ospite delle principali conferenze internazionali sullo sviluppo mobile, ha illustrato non solo le novità tecnologiche e i cambiamenti di scenario, ma soprattutto il corretto modus operandi per cogliere le opportunità di business nel settore. Utilizzare la giusta tecnologia e individuare la corretta linea di sviluppo è decisamente il requisito fondamentale per soddisfare gli obiettivi di un progetto spiega Andrea, Soprattutto in relazione a tre variabili di estrema importanza: tempo, costi, continuità. Oggi ad esempio non ha più senso fare siti in Flash e non è detto che con Html 5 si possa realizzare qualsiasi applicazione. Conoscere le giuste tecnologie e adeguarsi in termini di know-how garantisce nuove ed importanti opportunità da sfruttare nell'attuale panorama. TECFLAM Tecflam Srl ha recentemente ottenuto, dal TÜV SÜD, la certificazione UNI EN ISO relativamente alla gestione delle attività svolte al proprio interno, finalizzate al miglioramento dei rapporti con clienti e fornitori. Quest importante traguardo rappresenta un ulteriore stimolo verso il miglioramento delle programmazioni interne e di quelle in outsourcing, verso la riduzione dei tempi di consegna richiesti sempre più ridotti e verso l incremento di efficienza indispensabile per un corretto servizio post-vendita di manufatti industriali. EMAK Emak comunica che nell esercizio 2011 il Gruppo ha registrato ricavi consolidati per 204,2 milioni di euro, in calo del 1,2% rispetto all esercizio L esercizio è stato caratterizzato principalmente dalle condizioni meteorologiche non favorevoli e dal rallentamento dell economia mondiale. L elemento più significativo è stata l acquisizione del Gruppo Tecomec, del Gruppo Comet, di Sabart e di Raico, che verranno consolidate nel conto economico di Emak a partire dal 1 gennaio I ricavi consolidati pro-forma del 2011, considerando il nuovo perimetro del Gruppo a far data dal 1 gennaio 2011, sono stati pari a 356,9 milioni di euro, in crescita del 2,3% rispetto al dato pro-forma Grazie a questa operazione, Emak, oltre ad un importante crescita dimensionale, indispensabile per operare in mercati sempre più competitivi, otterrà significativi benefici derivanti da opportunità di cross-selling sulla rete e sulla clientela e dall integrazione delle risorse tecnologiche, produttive e manageriali delle rispettive aziende. La struttura finanziaria del Gruppo, rafforzata anche dall aumento di capitale portato a termine con successo nel dicembre 2011, consentirà di sostenere la crescita sia organica che per linee esterne. REXNORD MARBETT Prosegue col raggiungimento di un importante traguardo il percorso family friendly di Rexnord Marbett. L a- 11 Imprese Reggiane

10 la gestione di qualità, sicurezza e ambiente, che verrà definitivamente ufficializzata con un ampia sessione ad hoc durante la prossima open house Blulink in programma il 17 maggio. Confermato il trend di attenzione delle aziende interessate a competenze e soluzioni Blulink relativo agli schemi normativi di settore (Automotive, Pharma, Aeronautico, Biomedicale ), alle cogenze normative e alle richieste dei grandi committenti relative alla Qualità nei confronti dei propri fornitori e conto terzisti. CREATTIVITÀ emesso dal Ministero Politiche per la Famiglia, volto alla realizzazione di azioni positive per la conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro, presentando un progetto articolato il cui fine era riuscire a dare un aiuto ed un servizio aggiuntivo a tutti i dipendenti con figli ma senza appoggi famigliari. Grazie a questo progetto ed al finanziamento ottenuto, tutti i dipendenti che ne faranno richiesta, già dai prossimi mesi, potranno usufruire di questi nuovi servizi. Dopo l open day di ottobre 2010, dedicato ai famigliari dei dipendenti, ed il children s day, in ottobre 2011, che ha rivolto particolare attenzione ai figli dei dipendenti, Rexnord ha voluto con questo nuovo progetto dare un ulteriore segno di attenzione nei confronti dei propri collaboratori, dando una risposta alle effettive esigenze delle famiglie. BLULINK Si è tenuto in febbraio l incontro rivolto a tutta la rete dei partner italiani di Blulink la qualità è l asso nella manica. Durante la giornata si è discusso della situazione del mercato dell information technology individuando nuove strategie e strumenti per consentire una presenza costante ed incisiva nell attuale contesto macro-economico. Dopo una panoramica sui nuovi Progetti Blulink avviati nel 2011 (ad es. Magneti Marelli Powertrain Spa, Ognibene Spa, Università degli Studi di Modena e Reggio, Nice Spa, CAMST e tanti altri), è stata effettuata un analisi sul mercato delle soluzioni qualità, sicurezza ed ambiente italiane ed estere e sono stati condivisi gli importanti risultati ottenuti nel 2011 dall azienda (fatturato in crescita e oltre 30 nuovi progetti attivati). Presentata in anteprima Quarta3, la nuova piattaforma per Creattività ha curato alcuni aspetti comunicativi per l evento d inaugurazione della nuova sede a Parma di Olmedo e per l edificio industriale comprendente lo show room con il laboratorio Test drive. Nella nuova sede si potranno vedere veicoli attrezzati, ausili e simulatori per la guida e l accessibilità a bordo. Secondo l amministratore Luca Quintavalli, la ricerca della qualità, del servizio e la prontezza di risposta al cliente sono le chiavi che hanno permesso di non risentire assolutamente della crisi e di distinguersi in tutto l ambito nazionale. Interpretando ed elaborando queste linee guida, Creattività ha realizzato le campagne istituzionali dell azienda. LIGABUE PAOLA & C Il 19 dicembre presso lo show room di Torricelli Emilio Arredamenti di Albinea si è svolto un evento enogastronomico organizzato da Paola Ligabue, che ha avuto come protagonista lo Chef Gianni D Amato de Il Rigoletto. D Amato, coadiuvato da un nutrito staff di collaboratori, due dei quali giapponesi, insieme alla moglie Fulvia e al figlio Federico, che segue il bistrot Rigolettino, ha eseguito la preparazione di due dei suoi celebri piatti offrendone la degustazione ai presenti (un centinaio di persone. Co-sponsor dell evento la Pasticceria Grazia Mazzali, con i suoi celebri dolci mantovani, che ha di recente aperto un punto vendita nel cuore di Albinea. La serata ha avuto grande successo ed è stata la prima di una serie di appuntamenti focalizzati sulla valorizzazione del patrimonio enogastronomico locale, abbinato alla qualità dei prodotti e del servizio nonché alla cortesia dei Fratelli Torricelli, mobilieri da oltre mezzo secolo. WARRANT GROUP Prosegue con successo la collaborazione tra Warrant Group e Nolan, leader nel settore dei caschi per motoci- clisti. Dopo una prima fase finalizzata all automazione di alcuni processi di produzione finora manuali, l attenzione si è focalizzata sul prodotto e sull esigenza di ridurre la sudorazione e la rumorosità percepita all interno del casco. Ed è qui che è stato fondamentale l incontro con Moxoff, lo spinoff del Politecnico di Milano, con Warrant Group, che utilizza modelli e algoritmi matematici per innovare prodotti, processi e servizi. Si trattava di un problema multifisica nel quale gestire contemporaneamente la fluidodinamica (passaggio dell aria all esterno e all interno del casco), la termica (calore, sudorazione o sensazione di freddo all interno del casco) e l acustica (rumore percepito dal guidatore in corsa) racconta Ottavio Crivaro, responsabile dell area trasferimento tecnologico di Warrant Group e ceo di Moxoff- Siamo così partiti da un modello di simulazione che, accoppiando fluidodinamica e termica, permettesse di capire come cambiare la posizione e la forma delle canaline e i materiali del casco, per diminuire la sudorazione. Sul fronte acustica, per capire come ridurre il rumore, era necessario comprendere in termini numerici, come il casco trasmette il rumore dall esterno verso l interno. A t al scopo, Warrant Group ha promosso una collaborazione tra Nolan e Pininfarina per svolgere questo genere di test all interno della loro galleria del vento. Con i dati e le indicazioni raccolte, ora Nolan può progettare un nuovo casco con un comfort termico e acustico evoluti. Il prossimo passo sarà quello di creare un ambiente che integra la simulazione fluidodinamica, quella termica e quella acustica, in un unico software user friendly che potrà essere usato facilmente da qualsiasi tecnico di progettazione Nolan. 13 Imprese Reggiane Imprese Reggiane 12 zienda di Correggio ha infatti ottenuto il finanziamento per sovvenzionare servizi di dopo scuola, baby parking e campi estivi per tutti i figli dei dipendenti. Rexnord ha partecipato, durante il mese di luglio 2011, al bando

11 ASSEMBLEA GRUPPO GIOVANI IMPRENDITORI 2012 intraprendenza responsabilità sostenibilità

12 16 NON POSSIAMO ARRESTARCI DI FRONTE AL NUOVO 17 relazione del Presidente Alessandro Negri Lunedì 27 febbraio presso la Sala Specchi del Teatro Municipale R. Valli, in occasione dell assemblea annuale, il Gruppo Giovani Imprenditori di Industriali Reggio Emilia ha festeggiato il 50 Anniversario della propria fondazione, portando la riflessione sui temi della responsabilità sociale d impresa e dello sviluppo sostenibile. Nel corso dell evento, dal titolo Intraprendenza Responsabilità Sostenibilità. Cinquant anni d impegno dedicati al futuro, dopo la relazione del Presidente del Gruppo Giovani Alessandro Negri e l intervento del Presidente neoeletto Stefania Accorsi, sono stati presentati i risultati dell Osservatorio sulla Società Reggiana Edizione 2012, curato anche quest anno dal prof. Enrico Finzi, Presidente di Astra Ricerche. Successivamente è stato consegnato alle imprese vincitrici il Premio Innovazione Sostenibile, il riconoscimento istituito dal Gruppo Giovani per fare emergere le imprese del territorio che, attraverso soluzioni innovative, hanno contribuito a generare valore per la società. Ha concluso i lavori il Presidente nazionale dei Giovani Imprenditori Jacopo Morelli. ALESSANDRO NEGRI Autorità, Signore e Signori, Colleghe e Colleghi, voglio innanzitutto ringraziarvi per la partecipazione all assemblea dei Giovani Imprenditori di Reggio Emilia. In particolare saluto Jacopo Morelli, Presidente Nazionale Giovani Imprenditori Confindustria. Insieme a lui ringrazio Enrico Finzi per un impegno che ancora una volta ha prodotto una ricerca interessante e ricca di riflessioni. Con questo appuntamento si chiude per me un breve ma intenso periodo di impegno associativo iniziato nell estate scorsa quando Giorgia Iasoni è stata chiamata alla presidenza regionale. Oggi, ho il piacere di annunciare che pochi minuti fa l assemblea dei Giovani imprenditori reggiani ha scelto Stefania Accorsi come Presidente per il prossimo biennio. Si avvia così un nuovo ciclo che sotto la guida di Stefania continuerà ad essere caratterizzato da quella passione verso il futuro che è ormai il tratto distintivo del nostro Gruppo. L incontro di quest anno coincide con un significativo traguardo: i cinquant anni di vita dei Giovani Imprenditori di Reggio Emilia. L attualità di questo anniversario non sta nella celebrazione fine a se stessa, ma nella conferma di uno spirito associativo fondato su tre valori. L intraprendenza, che rappresenta l anima stessa del nostro agire quotidiano. La responsabilità, che nasce dalla consapevolezza del ruolo sociale delle nostre aziende. La sostenibilità diventata ormai la frontiera sulla quale si misura non solo il superamento della cultura industriale del 900, ma anche un nuovo modo di guardare all economia, alla società e all impresa. Le testimonianze del video col quale abbiamo aperto i lavori ci hanno presentato imprenditrici e imprenditori che, insieme alla loro Associazione, hanno partecipato allo sviluppo e alla crescita del sistema locale. Un impegno nel quale l idea di responsabilità sociale ha rappresentato il filo rosso che ha unito il passato al presente del nostro agire associativo.

13 18 19

14 20 Gli interventi degli anni Cinquanta in favore degli abitanti dei comuni colpiti da alluvioni, sono coerenti con il sostegno dato alla creazione della sede universitaria negli anni Novanta. Allo stesso modo, l impegno per gli asili e per le colonie estive negli anni della ricostruzione si collega, idealmente, al sostegno per la realizzazione della Ma attenzione, per ripartire dobbiamo recuperare l umiltà indispensabile per affrontare un futuro che presenta insidie pericolose. Ancora una volta i dati del nostro Osservatorio aiutano a comprendere la nostra realtà. Riferendoci ad essi, rileviamo con piacere la crescita Una vera e propria emergenza come ha evidenziato nei giorni scorsi il governatore della Banca d Italia. Viviamo dunque una condizione d inattesa incertezza che ha minato nei reggiani quella speranza nel futuro su cui si fondano lo sviluppo economico e sociale. Crescono ansia e pessimismo alla cui affermazione ha che ha guardato alle persone come titolari di diritti rimuovendo l ambito dei doveri. Riferendomi alle imprese segnalo l etica fondata sul reinvestimento dei profitti nella propria azienda. Una prassi condivisa da gran parte degli imprenditori reggiani. Non sfugge poi la centralità della Legalità. 21 Giorgia Iasoni, Presidente Comitato Regionale Giovani dell Industria Stefania Accorsi, Presidente neoeletto Gruppo Giovani Industriali RE Un momento dell Assemblea stazione mediopadana e alla spinta per la modernizzazione del sistema locale che la nostra Associazione porta avanti. Cambiano le priorità e gli obiettivi, ma rimane costante, nel tempo, un impegno fondato sull idea che il progresso si costruisce, prima di tutto, attraverso l assunzione diretta della responsabilità. Un impegno espresso da imprenditori che, nonostante il diffuso antagonismo di classe degli anni Cinquanta, Sessanta e Settanta, si sono dimostrati capaci di conciliare l interesse individuale con il bene comune. Un attitudine indispensabile per vincere la crisi facendo di essa un nuovo punto di partenza. della fiducia nelle imprese e negli imprenditori. Non potrebbe essere diverso. Nell ultimo decennio l imprenditoria reggiana ha dimostrato un elevata capacità competitiva nonostante gli ultimi tre anni siano stati segnati dalla crisi. Una situazione di criticità che si è aggravata in questi ultimi mesi a causa della crisi del debito sovrano, degli interventi che essa ha imposto e dagli effetti della speculazione internazionale. Elementi che combinandosi tra loro hanno contribuito a determinare la stretta creditizia che sta penalizzando le imprese, specie quelle di piccole dimensioni. certamente contribuito un sistema locale che fatica a rinnovarsi. Prevale l istinto di sopravvivenza che porta con sé comportamenti conservativi e di attesa. Viviamo una grande trasformazione che richiama tutti a una precisa responsabilità: orientare la crescita materiale in una direzione coerente con la dimensione morale. Penso al valore del lavoro, inteso non solo in termini economici, ma anche come crescita individuale, culturale e sociale. Mi riferisco al valore della responsabilità che deve ispirare i comportamenti pubblici e privati. Per non considerare poi l etica del dovere. Un tema, quest ultimo, dimenticato, nel corso di una fase storica Una scelta di campo indispensabile per contrastare la criminalità organizzata e l evasione fiscale. Infine, l attenzione nei confronti del Territorio e della propria Comunità di riferimento. I valori richiamati sono, a ben vedere, i riferimenti di quella responsabilità sociale d impresa di cui, tra le altre cose, ci occuperemo nel corso dei lavori. Si colloca proprio in tale ambito il Premio Innovazione Sostenibile organizzato con il contributo della Banca Popolare dell Emilia Romagna oggi alla sua prima edizione. Colgo questa occasione per ringraziare le numerose imprese che hanno scelto di concorrere proponen-

15 22 do iniziative di elevato valore sociale. Mi riferisco a un attitudine all innovazione che, proprio in questi anni, è chiamata a misurarsi con l emergente cultura della sostenibilità. La sfida è rendere ecocompatibile l intera vita del prodotto: dall origine della materia alla realizzazione, al consumo, fino al suo recupero e riutilizzo. A Reggio Emilia sono numerose, le imprese che hanno creato prodotti con minori consumi energetici; ridotto l utilizzo di materie prime attraverso il riciclo e il recupero; investito in energie rinnovabili e nelle nuove tecnologie per migliorare i rendimenti dei processi o, ancora, inven- aziendale e di filiera. Soluzioni utilizzate finora solo da poche grandi imprese che permettono di conciliare agevolazioni fiscali e contributive per le aziende, con maggiori vantaggi economici per i collaboratori. Non possiamo arrestarci di fronte al nuovo. Soprattutto, dobbiamo avere il coraggio di riconoscere che l Italia invecchia giorno dopo giorno. Il tramonto delle logiche concertative, la crisi della politica, lo stallo che vive il Paese da troppi decenni, il sopravvivere di logiche profondamente avverse al mercato o, ancora, la difficolta di attuare riforme. rabile discorso che ha tenuto all Università di Stanford nel Queste le sue parole. Il tempo è limitato, quindi non lo sprecate vivendo la vita di qualcun altro. Abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e la vostra intuizione. In qualche modo sanno già che cosa volete realmente diventare. Tutto il resto è secondario. Una visione che condividiamo perché fondata su quel senso di responsabilità individuale sul quale si costruisce il futuro di ciascuna persona e di ciascuna comunità. le caratteristiche e le prerogative del fondatore rappresenta, oggi, la vera sfida di chi sceglie e non subisce l impresa come proprio destino. Si tratta di una questione nella quale ha un rilievo centrale quel passaggio di testimone tra generazioni vissuto con ansia da centinaia d imprese d ogni dimensione. Un processo difficile, spesso doloroso e talvolta traumatico, dal quale, tuttavia, dipende una parte considerevole del futuro imprenditoriale del Paese. A Reggio Emilia abbiamo lavorato su questo tema credendo fortemente nella diffusione dei cosiddetti patti di famiglia. Una soluzione che con- 23 Da sinistra: Stefano Landi, Presidente Industriali Reggio Emilia Stefania Accorsi, Presidente neoeletto Gruppo Giovani Industriali Reggio Emilia Giovanni Roveda, Direttore Generale Industriali Reggio Emilia tando nuovi servizi. Ma attenzione, l innovazione non può essere relegata solo ai prodotti e ai processi produttivi. Deve necessariamente estendersi all intera società e dunque anche al mondo delle relazioni industriali. Sono ben consapevole di quanto sia difficile, in tempi di crisi, parlare del rapporto tra imprese e lavoratori, ma forse è il momento giusto. Mi limito ad un solo esempio. Il sistema produttivo reggiano potrebbe e dovrebbe essere il luogo nel quale sperimentare nuove forme di welfare declinate su base Un quadro di riferimento negativo del quale, nostro malgrado, anche Reggio Emilia è parte. Siamo di fronte a responsabilità che riguardano le imprese stesse, i sindacati, gli amministratori locali, gli esponenti politici e i rappresentati delle molte istanze della società civile. Ciascuno di noi è chiamato a una prova impegnativa. Una sfida che riguarda, naturalmente, anche i giovani imprenditori. Facciamo nostra l esortazione di Steve Jobs nel memo- In un Paese impaurito dai cambiamenti, impegnato a stabilire chi paga la crisi del debito sperando che sia comunque qualcun altro e incapace di misurarsi con le grandi trasformazioni. Ebbene, in una Paese come questo sfugge un dato di grande rilevanza. La sfida internazionale chiede alle nostre imprese di essere ancora più organizzate, più forti finanziariamente e più intelligenti. Tutto ciò significa che l organizzazione non sarà solo la proiezione del saper fare dell imprenditore, ma un orchestra di competenze e responsabilità individuali suddivise tra l imprenditore e i suoi collaboratori. Apprendere a gestire questa complessità, mantenendo sente a generazioni diverse di convivere, condividendo la gestione aziendale nel rispetto di regole preventivamente definite. Autorità, Signore e Signori, Colleghe e Colleghi, Thomas Edison ripeteva che riesce in tutto, chi si dà da fare mentre aspetta. Ebbene noi non ci limitiamo ad aspettare che la crisi passi, ma scegliamo di impegnarci per le nostre imprese e per la comunità nella quale operiamo. Guardiamo avanti nella consapevolezza che dove non c è speranza verso il futuro non può esservi domani. E lo facciamo ricordandoci che il futuro si guadagna, giorno dopo giorno, nel presente.

16 24 ENZO BARTOLI Presidente dal 1975 al 1979 SAVINO GAZZA Presidente dal 1980 al 1984 UN PERCORSO DI VALORE 25 Dal 1961 a oggi, i Presidenti del Gruppo Giovani sono stati i seguenti: MARCO GUERRA Presidente dal 1989 al Alessandro Lasagni Giacomo Carpi Enzo Bartoli Savino Gazza ANNAMARIA ARTONI Presidente dal 2000 al Alberto Lasagni Stefano Margaria Marco Guerra Simona Caffarri GIORGIA IASONI Presidente dal 2008 al Eugenio Bartoli Per celebrare il 50 Anniversario della propria fondazione, i Giovani Imprenditori hanno scelto di realizzare un video in cui ripercorrere mezzo secolo di vita associativa. Per farlo sono state raccolte in un filmato realizzato da Ierà con la regia di Marco Righi le testimonianze di cinque Presidenti che hanno segnato i decenni passati. I volti di Enzo Bartoli, Savino Gazza, Marco Guerra, Annamaria Artoni e Giorgia Iasoni, si succedono in sequenza e narrano con le loro parole il vissuto dell intera storia associativa del Gruppo, ma soprattutto trasmettono i valori sui quali si è fondato da sempre l impegno dei Giovani Imprenditori reggiani. Un film fatto di persone che proietta il racconto nel domani, attraverso la voce e il volto degli attuali componenti del Gruppo che lanciano il messaggio del visual grafico conclusivo: Un percorso di valore - cinquant anni d impegno dedicati al futuro Barbara Morini Paolo Capanni Anna Maria Artoni Stefano Lasagni Mariacristina Gherpelli Graziano Grasselli Giorgia Iasoni Alessandro Negri, Presidente Vicario dal 10/2011 al 2/ Stefania Accorsi

17 26 I REGGIANI E LA RESPONSABILITÀ SOCIALE DELLE IMPRESE 27 SINTESI DELL INDAGINE DEMOSCOPICA SVOLTA DA ASTRARICERCHE PER CONTO DEL GRUPPO GIOVANI DELL ASSOCIAZIONE INDUSTRIALI DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Nelle pagine che seguono vengono presentati i principali dati dell indagine demoscopica che da sette anni AstraRicerche realizza per conto del Gruppo Giovani di Industriali Reggio Emilia tramite 500 interviste telefoniche, somministrate col metodo CATI (Computer Aided Telephone Interviewing) a un campione rappresentativo dei cittadini italiani maggiorenni residenti a Reggio Emilia e nella provincia, pari a individui. La rilevazione è avvenuta tra il 10 e il 13 gennaio 2012, un po più tardi rispetto al consueto (nelle precedenti rilevazioni le interviste venivano svolte a fine novembre di ogni anno). ENRICO FINZI La condizione socio-economica dei Reggiani Secondo la tradizione di questo Monitor, la prima domanda ha riguardato le valutazioni che i soggetti hanno fatto della condizione socio-economica propria e dei propri cari alla metà di gennaio 2012: esse sono sintetizzate nella torta che segue. L ATTUALE SITUAZIONE PERSONALE Come si vede, sono assai pochi sia i davvero soddisfatti (meno dell 8%), sia coloro che descrivono come cattiva o pessima la realtà che li connota (meno dell 11%). Com è da sempre tipico di quest area, il grosso del campione si ripartisce tra moderatamente insoddisfatti (43%) e moderatamente soddisfatti (38%). Nel merito, comunque, prevale l insoddisfazione, dichiarata dal 54%. L analisi dei dati disaggregati mostra che coloro che si lamentano sono assai al di sopra della media gli intervistati tardo-adulti e anziani (63%), singles (66%), con redditi e consumi medio-bassi/bassi (addirittura 80%), con la licenza media (61%) o elementare (73%), non attivi (59%) e in particolare pensionati (65%) ma anche lavoratori autonomi (60%) e ancor più

18 28 imprenditori/dirigenti/professionisti (63%). All opposto, la soddisfazione circa la condizione socio-economica propria e dei propri cari è maggiore della media tra i 18-34enni (55%), i soggetti di classe media (51%) e ben di più medio-alta/alta (64%), i diplomati (52%) e i laureati (56%), gli attivi (51%: specie gli impiegati/quadri/docenti 59%) ma pure gli studenti e i non occupati (58%), coloro che non sono capifamiglia (54%) ma convivono con 0-14enni (figli, fratelli, nipoti: 51%), i soggetti orientati al rischio e all imprenditività (53%), gli opinion leaders che influenzano gli altri (54%). Viene da chiedersi: qual è la dinamica della satisfaction/dissatisfaction degli adulti residenti in questa provincia? Lo si può vedere con riferimento alle ultime sei rilevazioni nel grafico qui sotto riportato. L ATTUALE SITUAZIONE PERSONALE Come si può notare, nel corso del 2011 la situazione è nuovamente peggiorata, dopo il lieve miglioramento registrato l anno precedente: anzi, nei sei anni considerati, mai si era raggiunto un livello così alto di scontento, uno scontento esploso nell autunno 2008 (con l acuirsi della crisi dopo il fallimento della Lehman Brothers) e che ha raggiunto ora il suo top, con i soddisfatti crollati dal 75% del 2007 a meno del 46% nel gennaio È interessante osservare, nel contempo, che le cose a Reggio e nella provincia vanno comunque meglio che nella media italiana: la rilevazione nazionale di AstraRicerche dell inizio di gennaio 2012 segnala infatti che la media nazionale degli scontenti è pari al 68% e dunque di quattordici punti percentuali superiore a quella verificata negli stessi giorni nel Reggiano. Il sentiment dei Reggiani Ma come si prospetta il 2012? Lo mostra la torta che segue. LE PREVISIONI PERSONALI AUTORIFERITE A BREVE TERMINE Ora, a parte quell oltre 4% che non sa esprimersi, coloro che ipotizzano l assenza di mutamenti significativi nei dodici mesi successivi all intervista ammontano al 35% del totale: un dato non positivo sol che si tenga conto del mediocre livello di partenza. Il dato-chiave è comunque un altro: i pessimisti autoriferiti a breve termine (il 39%) superano alla grande gli ottimisti (poco oltre il 21%). Secondo tradizione, AstraRicerche ha calcolato l indice del sentiment, ossia delle previsioni a breve termine: esse sono considerate positive se l intervistato ipotizza un miglioramento (debole o forte) oppure se antivede una sostanziale stabilità ma solo se l attuale sua situazione è reputata abbastanza o molto positiva. Al contrario, il sentiment è definito negativo allorquando il soggetto crede che nei prossimi dodici mesi le cose peggioreranno per lui e per i suoi cari oppure rimarranno immutate ma a partire da una condizione socio-economica attuale più o meno disagiata. Ebbene, la torta qui sotto riportata indica la situazione alla metà di gennaio del IL SENTIMENT È evidente che i negativi (54%) superano nettamente i positivi (41%) col restante 4% che non fa previsioni oppure risulta totalmente contraddittorio. Le accentuazioni dell orientamento depresso riguardano i soggetti con tenore di vita medio-basso e basso (70%), quelli con la sola licenza elementare o nessun titolo di studio (60%), le casalinghe (68%) con i lavoratori autonomi (65%) e gli imprenditori/dirigenti/professionisti (63%), coloro che hanno una debolissima personalità (60%) e non sono perciò in grado d influenzare gli altri (66%). Invece, l ottimismo appare superiore alla media tra i 18-34enni (52%), gli studenti e i non occupati (53%) così come gli impiegati/quadri/docenti e i salariati (47%), in generale i lavoratori dipendenti (46%), gli appartenenti alle classi media (46%) e ancor più medio-alta/alta (51%), i non capifamiglia (45%) ma membri di famiglie numerose (46%) specie se con bambini/ragazzi (50%), infine coloro che hanno una cospicua Forza della Personalità (48%) e dunque appaiono in grado di fare tam tam attivando fenomeni virali (51%). E il trend del sentiment? Lo si ricava dando un occhiata agli istogrammi della tabella riportata nella pagina seguente, la quale riferisce dei dati dal 2006 in poi. IL SENTIMENT È evidente, anche qui, il peggioramento rispetto alle due rilevazioni precedenti: malgrado non si sia tornati ai livelli catastrofici del trimestre del 2008 (quello dell accelerazione della crisi), quando il sentiment negativo coinvolse il 67% dei Reggiani, ora il clima della provincia s è rovesciato, dopo che a fine 2009 e a fine 2010 gli ottimisti autoriferiti avevano battuto i pessimisti. Va però detto che la depressione in questa provincia è comunque inferiore a quella media del Paese, il quale nel suo insieme a metà gennaio del 2012 si descriveva con un sentiment negativo nella misura del 66%, ossia undici punti percentuali al di sopra del pur non positivo dato reggiano. In definitiva, è possibile dire che i residenti italiani in quest area stanno e prevedono di stare male (e peggio che nel biennio precedente), pur se relativamente meglio che nel grosso del Bel Paese. A conferma, nella descrizione delle caratteristiche della propria personalità (le quali raramente cambiano anno dopo anno), gli intervistati segnalano un generale arretramento: diminuiscono in tredici mesi coloro che si autodefiniscono ottimisti (dal 74% al 71%), gli allegri ed estroversi (dal 76% al 68%), coloro che hanno tanti amici/amiche (dal 74% al 68%), i forti e sicuri di sé (dal 69% al 65%), gli amanti del godersi la vita (dal 65% al 62%). Coerentemente, aumentano coloro che si delineano come assai attenti a come spendono i soldi (dall 84% all 86%), i conservatori (dal 44% al 46%), gli ansiosi e incerti (dal 16% al 24%), i pessimisti (dal 16% al 22%), coloro che sostengono di non essere mai presi in considerazione degli altri (dal 4 per mille a quasi il 5%). Ulteriori indicazioni in tal senso vengono dall analisi del cosiddetto indice di dinamismo pro-attivo: se nel 2010 il 32% dei Reggiani appariva molto favorevole all innovazione, all imprenditività, al rischio e il 48% solo un po (col 20% di soggetti fautori dell immobilità e della sicurezza), ora la situazione appare peggiorata. I fautori dell immobilismo sono rimasti stabili ma è diminuito di più di 6 punti il peso percentuale dei Reggiani davvero orientati all innovazione non garantita (dal 32% al 26%), a favore degli intermedi ambivalenti: basti dire che i residenti italiani in questa provincia convinti che nella vita sia bene cercar di conservare quello che si ha sono passati in tredici mesi dal 54% al 71%. Con un aggiunta: gli intervistati più dinamici risultano essere nettamente superiori alla media del citato 26% se hanno meno di 35 anni (33%), sono laureati (41%), sono studenti o non occupati (addirittura 47%) oppure imprenditori/dirigenti/professionisti e impiegati/quadri/docenti (32%), hanno reddito e consumi medio-alti o alti (per un 49% senza pari), hanno un elevata Forza della Personalità (42%) e perciò influenzano gli altri e attivano fenomeni virali (43%). È però interessante notare che, in un momento di forti e crescenti difficoltà materiali, si rafforzano le istanze immateriali: gli intervistati che dicono di avere forti valori e ideali volano su dall 81% al 90%, i molto attenti agli aspetti spirituali della vita dal 62% al 70%, gli informati e colti dal 60% al 69%. Ma la differenza più forte tra le ultime due rilevazioni riguarda il dichiarare di avere tanti sogni, progetti, ambizioni: qui in poco più di un anno si passa dal 59% al 47%, a dimostrazione del fatto che il momento difficile riduce la propensione all innovazione, finendo così per aggravare proprio la crisi da cui si vuole uscire. 29

19 30 I rapporti tra imprese e società Al di là di questi dati generali, il tema specifico di questo sondaggio è stato la corporate social responsibility, ossia la responsabilità sociale delle imprese: un tema declinato dai Reggiani nel proprio specifico contesto socio-culturale, a lungo studiato in passato da AstraRicerche e connotato dal recente passaggio da un diffuso sospetto anti-industriale a una più equilibrata cultura, in ogni caso assai attenta agli aspetti sociali. A riprova, non più del 43% del campione ritiene che le imprese debbano solo mirare a fare profitti con l unico vincolo del rispetto delle leggi (una convinzione maggiore tra gli imprenditori, i dirigenti, i liberi professionisti, i commercianti, gli esercenti, gli artigiani). Non che le imprese possano prescindere dall efficienza: anzi, quasi il 98% del campione è certo che esse debbano operare appunto in modo economicamente efficiente perché così creano lavoro e ricchezza per la comunità. Di più, compito delle imprese è certo produrre profitti ma secondo la tipica cultura reggiana per distribuirlo alla comunità, per dare vantaggi diretti e indiretti alla società locale nel suo insieme (lo pensa l 85%). In effetti, l opinio communis dei residenti italiani in questa provincia è che le imprese non devono solo avere l obiettivo dell efficienza e del profitto ma devono anche svolgere azioni positive nei confronti dei lavoratori, dell ambiente, dei gruppi sociali più deboli. Siamo di fronte, con ogni evidenza, ad un dominante favore per il capitalismo sociale, assai lontano dal liberismo puro e dell esaltazione del mercato senza troppi vincoli. La realtà è che la doppia tradizione social-comunista e cattolico-popolare, per molto tempo seppur in modi diversi anticapitalistiche e comunque ostili al mondo delle imprese private, ha abbandonato nell ultimo ventennio la rigidità ideologica, per approdare a una formazione di compromesso tra la tradizione leftist e il goodwill per il capitalismo: non una terza via ma un punto di approdo intermedio, che esalta il ruolo dell impresa ma solo in quanto essa sia fortemente oblativa e destini una quota significativa delle sue attività e dei suoi profitti a favore della collettività e non solo dell imprenditore o degli imprenditori. La responsabilità sociale delle imprese L orientamento appena delineato si traduce in un inconsueto favore maggioritario, senza alcuna eccezione, nei confronti dei 18 esempi testati di corporate social responsibility, indicati qui di seguito. GLI ASPETTI DI RESPONSABILITÀ SOCIALE DELLE IMPRESE A CUI SI ATTRIBUISCE MOLTISSIMA IMPORTANZA I dati che abbiamo appena scorso sono impressionanti. Di fatto, su 18 exempla, ben 11 sono condivisi da più dell 85% del campione; altri tre tra il 71% e il 77%; gli ultimi quattro tra il 63% e il 65%. La verità è che i Reggiani investono le imprese (private, cooperative, pubbliche, miste, ecc.) di una vera e propria valanga di aspettative, dando moltissima importanza alla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, dell ambiente e dell ecosostenibilità, del risparmio energetico e dell utilizzo di fonti alternative di energia, del più generale risparmio nell utilizzo delle materie prime (specie se non rinnovabili), dell estensione e della valorizzazione del lavoro dei giovani e delle donne così come degli anziani e dei disabili. Non basta: le imprese sono assai richieste di impegnarsi a favore della ricerca scientifica e tecnologica così come di nuovi (e persino rivoluzionari) modi di produrre, dello sviluppo della mobilità sostenibile, a pro della comunità locale (anche in collaborazione con altre aziende, gli enti locali, l università, ecc.), contro ogni discriminazione anzitutto nelle fabbriche e negli uffici dei lavoratori di ogni origine ed etnia, religione e cultura. E vanno aggiunti anche sia la tutela dei consumatori (pure in collaborazione con le organizzazioni consumeristiche), sia il cosiddetto volontariato d impresa, lo sviluppo del telelavoro, ecc.. Appaiono complessivamente modeste le differenze tra i diversi segmenti in cui si articolano il campione e dunque la società reggiana. In ogni caso, i maschi risultano più orientati al risparmio nell uso delle materie prime e allo sviluppo di nuovi modi di produrre, mentre le donne non si discostano mai significativamente dalla media. I più giovani sono maggiori fautori della valorizzazione del lavoro femminile, mentre gli adulti nelle fasce centrali d età risultano più sensibili alla ricerca scientifica e tecnologica, al rigetto di ogni discriminazione, all innovazione dei processi produttivi, all impegno delle imprese a risolvere alcuni dei problemi dell area nella quale operano (anche in collaborazione con altri soggetti), alla tutela dei consumatori, allo sviluppo del telelavoro. I lavoratori dipendenti appaiono ancor più orientati della media a favore della valorizzazione delle donne, dello sviluppo della mobilità sostenibile, del maggior ricorso al telelavoro, mentre gli indipendenti/autonomi (inclusi gli imprenditori) risultano più attenti alla ricerca scientifica e tecnologica, al risparmio nell uso delle materie prime, all innovazione nei modi di produrre, all attivismo communitarian e anche allo sviluppo del telelavoro. Ma ripetiamolo il dato-chiave è quello della scarsità di differenze rilevanti tra i diversi gruppi sociali di Reggio e delle provincia. La valutazione della responsabilità sociale delle imprese private locali Sin qui, gli auspici. Ma qual è la realtà delle imprese private reggiane per quel che attiene alla corporate social responsibility? Lo si vede dando un occhiata alla torta riportata a lato, la quale sintetizza i dati relativi ai voti (da 1/minimo a 10/massimo) che ogni intervistato è stato richiesto di esprimere valutando il concreto impegno delle aziende non pubbliche reggiane in relazione alle numerose forme di responsabilità sociale sin qui considerate. Cominciamo col dire che il voto medio è discreto, essendo pari a 6.7 nella suddetta scala scolastica Ed è interessante osservare che non si rilevano differenze significative né per genere, né per condizione socio-professionale (per es. tra lavoratori dipendenti, lavoratori autonomi, imprenditori, non lavoratori). Solo l età gioca un ruolo, seppur mimino: i men che 35enni risultano un po più critici degli adulti e degli anziani. E anche la collocazione nelle tre aree nelle quali è stata ripartita la provincia segnala che il giudizio in questione è lievemente migliore tra i residenti nel capoluogo, di poco inferiore nella Bassa, minimo (ma sempre discreto) nella zona appenninica che si colloca a sud della provincia. IL GIUDIZIO ATTRIBUITO ALL IMPEGNO DELLE IMPRESE PRIVATE DI REGGIO E DELLA PROVINCIA PER QUEL CHE RIGUARDA LA RESPONSABILITÀ SOCIALE Nell insieme, a parte un 7% che non sa esprimersi in merito, solo un settimo del campione valuta negativamente la corporate social responsibility delle imprese reggiane (tra l altro, nella gran parte dei casi, dando loro il voto 5 e non quelli assai peggiori da 1 a 4). La maggioranza assoluta si colloca tra i giudizi sufficiente e discreto (56%: con lieve prevalere della valutazione un po migliore). Infine, il 24% si dimostra entusiasta, scegliendo uno dei tre voti tra 8 e 10. Con un aggiunta non banale: è vero che i lavoratori dipendenti sono un po più critici della media ma è vero anche che essi risultano soprammedia (specie se salariati) anche tra gli entusiasti, mentre gli imprenditori si distribuiscono esattamente pro quota. Il confronto tra la provincia e il Paese E come sta Reggio Emilia con la sua provincia rispetto all Italia nel suo complesso? Lo indica la torta riportata nella pagina seguente. 31

20 32 LA SITUAZIONE DELLE IMPRESE PRIVATE DEL REGGIANO IN TERMINI DI RESPONSABILITÀ SOCIALE A CONFRONTO CON QUELLA DELL ITALIA Come si vede, a parte il 5% che si conferma totalmente disinformato e comunque non in grado di esprimersi, le imprese private locali appaiono come sempre largamente vincenti: infatti, se il 28% parla di sostanziale identità oppure risponde dipende dai casi, solo poco più del 6% critica quella che percepisce come una particolare debolezza del Reggiano rispetto all insieme della Penisola e delle isole maggiori versus il quasi decuplo 61% che trasmette un immagine se non di eccellenza almeno di netta leadership. Pure qui con un accentuazione curiosa: i soggetti con redditi medio-alti e alti (inclusi imprenditori, dirigenti e professionisti) appaiono più severi degli altri gruppi socio-professionali, mentre sono i lavoratori autonomi quelli a dirsi più entusiasti circa la propria provincia messa a confronto col complesso del Bel Paese. Il futuro delle imprese socialmente responsabili E domani? Guardando alle prospettive dell economia e della società i residenti italiani adulti a Reggio e nella provincia esprimono la convinzione che le imprese dotate di corporate social responsibility non avranno un futuro facile, in discesa. Da un lato, infatti, è convinzione diffusa che d ora in poi le imprese socialmente responsabili saranno favorite sia dal maggior consenso della gente (71%), sia nell esportare in Paesi attenti a tali tematiche (66%), con l aggiunta condivisa dal 56% del campione che proprio la crisi economica, operando un aspra selezione darwiniana, farà sopravvivere unicamente le aziende migliori, tra cui quelle socialmente responsabili. Epperò, il 69% è certo che la crisi, spingendo a contenere i costi, penalizzerà tali tipi di imprese, anche perché queste ultime risulteranno svantaggiate nella competizione con i produttori che non danno importanza alla social responsibility e quindi non se ne accollano i costi: tale pessimismo è rafforzato dalla convinzione, propria del 56% degli intervistati, che vuole la gente, i consumatori, i cittadini, resi meno sensibili a questi temi proprio dai morsi della crisi economico-sociale che li penalizza. Il risultato di tutte queste opinioni è mostrato nell indice che segue, il quale mostra che il 38% si descrive come non positivo circa il futuro delle imprese socialmente responsabili; un identico 38% risulta, all opposto, positivo; il restante 24% appare ambivalente e contraddittorio. INDICEDIFUTUROVANTAGGIO PER LE IMPRESE SOCIALMENTE RESPONSABILI Le accentuazioni rispetto alle media segnalano che la positività succitata coinvolge maggiormente i tardoadulti e gli anziani (42%), gli imprenditori/dirigenti/professionisti (addirittura 53%) con i lavoratori autonomi (45%) e i pensionati (42%), i laureati (43%); laddove i negativi si ritrovano soprammedia tra i men che 35enni (44%), i residenti nella fascia appenninica (43%), i lavoratori dipendenti (43%) con particolare riguardo agli impiegati/quadri/docenti (47%), i soggetti appartenenti alle classi socio-economiche medio-bassa e bassa (50%). dale. Tra il 90% e l 80% troviamo l asilo nido aziendale, l orario di lavoro flessibile (a parità di ore lavorate), vari servizi alla persona (tipo asili, consultori, ecc.), le navette per garantire i trasporti da e per i luoghi di lavoro, l assistenza medica, il car sharing o car pooling per favorire l uso dell auto in comune con colleghi. Attorno al 68% ecco il ticket restaurant, la distribuzione ai dipendenti di buoni spesa e il telelavoro. Un po al di sopra del 50% incontriamo l assistenza nello svolgere pratiche per i dipendenti (in posta, in banca, dall avvocato, dal commercialista, ecc.) e gli spazi dedicati allo stare insieme, agli svaghi, alla cultura (per es. CRAL, palestra, circolo sportivo, biblioteca). Un soffio al di sotto della metà si posizionano i servizi esterni di tipo culturale (teatri, cinema, musei, mostre) con organizzazione di visite, prenotazione e acquisto di biglietti, ecc. così come il job sharing (ossia la possibilità di alternarsi con un altra persona nel fare un lavoro dividendosi il reddito). Vengono poi le vacanze per i figli e la sala lettura e giochi per bambini, anziani, ecc.: entrambi al di sopra del 40%. Un po al di sotto di tale soglia troviamo i corsi culturali e linguistici per i familiari e con meno di un terzo dei consensi i servizi che possono aiutare nello svolgimento delle attività domestiche (tipo la spesa e il lavaggio della biancheria con ritiro e consegna sul luogo di lavoro). È interessante notare che i maschi prevalgono solo per quel che attiene ai servizi alla persona (tipo asili, consultori, ecc.), al servizio navetta, al car sharing e al car pooling, agli spazi di aggregazione e al job sharing mentre in tutti gli altri (e prevalenti) casi le donne contano di più. Infine, l analisi dei dati disaggregati mostra che l orientamento dei soli lavoratori dipendenti è assai simile a quello dell intera popolazione: le uniche differenze superiori al 2% riguardano l assistenza per anziani, bambini e Da sinistra Enrico Finzi, presidente AstraRicerche e Stefano Catellani, giornalista I Reggiani e il welfare aziendale Quest anno è stato affrontato un altro tema inedito almeno per questo Monitor periodico: quello del cosiddetto welfare aziendale, cioè di quei servizi e benefici che un azienda può offrire ai suoi dipendenti, al di là degli obblighi stabiliti dalle leggi e dai contratti di lavoro. Come si vede esaminando la tabella riportata nella pagina seguente, su 19 servizi/benefits testati ben 13 vengono ritenuti molto validi dalla maggioranza degli intervistati, giudicanti assai utile che le imprese di Reggio e della provincia li forniscano ai loro dipendenti e collaboratori. Due di essi sono reputati essenziali da circa il 92%: l assistenza per anziani, bambini e disabili e la mensa aziendisabili (il sub-campione dei dipendenti si colloca 3 punti al di sotto del campione), l asilo-nido aziendale (-5%), le vacanze per i figli (+4%), la sala lettura e giochi per bambini/anziani (-6%), l aiuto nello svolgimento di attività domestiche (-3%). L OFFERTA DI SERVIZI DI WELFARE AZIENDALE DA PARTE DELLE IMPRESE DI REGGIO E DELLA PROVINCIA GIUDICATA ESSENZIALE 33

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità Convegno rivolto a dirigenti e personale docente della scuola Fondazione CUOA Altavilla Vicentina, 21 maggio 2008 15.00 18.00 1 Il 21 maggio scorso, la Fondazione

Dettagli

INDICE. 1.Perché fare Qualità. 2. Qualità e non-qualità. 3. Le potenzialità del Sistema di gestione. 4. La ISO 9001:2015

INDICE. 1.Perché fare Qualità. 2. Qualità e non-qualità. 3. Le potenzialità del Sistema di gestione. 4. La ISO 9001:2015 LE NOVITA INDICE 1.Perché fare Qualità 2. Qualità e non-qualità 3. Le potenzialità del Sistema di gestione 4. La ISO 9001:2015 1. PERCHE FARE QUALITA Obiettivo di ogni azienda è aumentare la produttività,

Dettagli

GLI ITALIANI E I PRODOTTI LATTIERO-CASEARI. sintesi del Monitor biennale sui 15-70enni realizzato da AstraRicerche per Assolatte

GLI ITALIANI E I PRODOTTI LATTIERO-CASEARI. sintesi del Monitor biennale sui 15-70enni realizzato da AstraRicerche per Assolatte GLI ITALIANI E I PRODOTTI LATTIERO-CASEARI sintesi del Monitor biennale sui 15-70enni realizzato da AstraRicerche per Assolatte Qui di seguito vengono sintetizzati alcuni dei risultati dell ultima indagine

Dettagli

De Vinco confermato Gaetano De Vinco

De Vinco confermato Gaetano De Vinco 52notizie Modena Economica Numero 1 gennaio-febbraio 2012 De Vinco confermato alla guida di Confcooperative Gaetano De Vinco è stato riconfermato alla presidenza di Confcooperative Modena nella 19 a Assemblea

Dettagli

I Reggiani nel 2012: il sentiment, la responsabilità sociale delle imprese e il welfare aziendale (ricerca quantitativa gennaio 2012)

I Reggiani nel 2012: il sentiment, la responsabilità sociale delle imprese e il welfare aziendale (ricerca quantitativa gennaio 2012) I Reggiani nel 2012: il sentiment, la responsabilità sociale delle imprese e il welfare aziendale (ricerca quantitativa gennaio 2012) Questa ricerca COMMISSIONATA AD ASTRARICERCHE DAL GRUPPO GIOVANI DELL

Dettagli

Questionario per l Innovazione

Questionario per l Innovazione Questionario per l Innovazione Confindustria, con il progetto IxI - Imprese per l Innovazione - intende offrire un significativo contributo al processo di diffusione della cultura dell innovazione e dell

Dettagli

L etica come investimento:

L etica come investimento: L etica come investimento: il coinvolgimento in cause sociali ragione sociale: Monti Ascensori S.p.a. provincia: Bologna addetti: 140 settore: installazione, manutenzione e riparazione di ascensori sito

Dettagli

Intervento di GIUSEPPE GATTI Presidente Consulta Personale Tecnico Amministrativo

Intervento di GIUSEPPE GATTI Presidente Consulta Personale Tecnico Amministrativo Cerimonia di Inaugurazione 840 anno accademico Modena, 17 marzo 2016 Intervento di GIUSEPPE GATTI Presidente Consulta Personale Tecnico Amministrativo Magnifico Rettore, Autorità, Studenti, cari Colleghi

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

GLI ITALIANI E IL SOSTEGNO ALLE ORGANIZZAZIONI NON PROFIT (finanziamento, impegno volontario, donazioni e lasciti)

GLI ITALIANI E IL SOSTEGNO ALLE ORGANIZZAZIONI NON PROFIT (finanziamento, impegno volontario, donazioni e lasciti) GLI ITALIANI E IL SOSTEGNO ALLE ORGANIZZAZIONI NON PROFIT (finanziamento, impegno volontario, donazioni e lasciti) La crisi economico-sociale del nostro Paese determina conseguenze negative anche sulla

Dettagli

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà.

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà. CONVEGNO IL FUTURO DEL LAVORO SI CHIAMA FORMAZIONE Roma, 19 aprile, Auditorium Parco della Musica RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA Sono diversi anni che la nostra economia attraversa

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

COORDINATE PER CRESCERE

COORDINATE PER CRESCERE COORDINATE PER CRESCERE E COORDINATE PER CRESCERE COORDINATE PER CRESCERE CHI SIAMO Attraverso un approccio integrato, una struttura flessibile e una spiccata preparazione professionale, Consilia offre

Dettagli

Il mercato dell involucro edilizio in Italia

Il mercato dell involucro edilizio in Italia Osservatorio Economico Uncsaal Il mercato dell involucro edilizio in Italia Serramenti Metallici Facciate Continue Anno 2008 Scenari 2009 Gennaio 2009 Commissione Studi Economici Uncsaal Coordinatore Carmine

Dettagli

La provincia di Bergamo tra presente e futuro secondo i residenti

La provincia di Bergamo tra presente e futuro secondo i residenti La provincia di Bergamo tra presente e futuro secondo i residenti UNA RICERCA QUANTITATIVA SVOLTA DA ASTRARICERCHE PER CONFINDUSTRIA BERGAMO (gennaio 2011) Questa ricerca COMMISSIONATA AD ASTRARICERCHE

Dettagli

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES Pier Francesco Asso ECONOMIA SICILIANA Si illustrano alcuni risultati del IV rapporto di ricerca della Fondazione RES dedicato

Dettagli

Il manuale è concentrato su questi articoli:

Il manuale è concentrato su questi articoli: Questo manuale è stato creato per aiutare i team leader e gli assistenti nel loro lavoro, dandoli una dritta specifica su alcuni dei loro doveri principali nel dirigere i propri gruppi di lavoro. La dirigenza

Dettagli

4 Implenia Development SA. 6 Implenia Impresa Generale SA. 10 Reuss Engineering SA. 12 Sostenibilità

4 Implenia Development SA. 6 Implenia Impresa Generale SA. 10 Reuss Engineering SA. 12 Sostenibilità Implenia Real Estate In qualità di fornitore globale di servizi, vi affianchiamo durante l intero ciclo di vita del vostro bene immobiliare. Con costanza e vicinanza al cliente. 2 4 Implenia Development

Dettagli

UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE

UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE Beirut, dicembre 2013 Il mercato libanese dell IT sta ancora procedendo a piccoli passi verso la piena realizzazione di una tecnologia

Dettagli

Incrementare i profitti con una riduzione dei costi generali

Incrementare i profitti con una riduzione dei costi generali Incrementare i profitti con una riduzione dei costi generali La competizione generata dall economia globale continuerà ad imporre un abbassamento dei prezzi al cliente finale. Di conseguenza, controllare

Dettagli

IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE

IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE Guiducci Martina, insegnante Scuola Secondaria di Primo Grado Giovanni XXIII, Castellarano (RE) Il Progetto Tutoring, attivo nella

Dettagli

INNOVARE IL PRESENTE PER GARANTIRE IL FUTURO

INNOVARE IL PRESENTE PER GARANTIRE IL FUTURO INNOVARE IL PRESENTE PER GARANTIRE IL FUTURO La flessibilità è entrata a far parte, ormai da molti anni, degli strumenti di gestione delle risorse umane, quale irrinunciabile opportunità per poter rispondere

Dettagli

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA REALTÀ CORRENTE INNOVATION & CHANGE OGGI IL CLIMA GENERALE È CARATTERIZZATO DA CONTINUI

Dettagli

MBS Business School. Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati. La missione di MBS è aiutare le migliori

MBS Business School. Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati. La missione di MBS è aiutare le migliori MBS Business School Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati Come sta reagendo il Suo settore alla crisi finanziaria in corso? Quali sono le previsioni per i prossimi

Dettagli

NUMERO 1O l esperienza migliora il business

NUMERO 1O l esperienza migliora il business NUMERO 1O l esperienza migliora il business Dal 1986 al vostro fianco NUMERO 1O, a più di vent anni dalla sua nascita, rappresenta il polo di riferimento nell esperienza informatica legata al business.

Dettagli

PROMOTORI FINANZIARI PROMOTORI FINANZIARI CREDEM. PROTAGONISTI ASSOLUTI.

PROMOTORI FINANZIARI PROMOTORI FINANZIARI CREDEM. PROTAGONISTI ASSOLUTI. PROMOTORI FINANZIARI PROMOTORI FINANZIARI CREDEM. PROTAGONISTI ASSOLUTI. Cosa cercano i migliori promotori? Ampia gamma di prodotti Massima autonomia Accogliere i clienti in una banca Guadagno su tutti

Dettagli

Automotive. Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2013. con approfondimenti e confronti ISTAT

Automotive. Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2013. con approfondimenti e confronti ISTAT Automotive con approfondimenti e confronti ISTAT Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Indagine marzo 2013 Dati rilevati nel mese di febbraio 2013 Pubblicazione mensile A cura della

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

Una Multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente

Una Multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente Una Multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente Optima è attenta al tuo tempo e al tuo denaro.... il tempo è la cosa più preziosa che un uomo possa spendere. Teofrasto La multiutility

Dettagli

Roma 2015. Rassegna Stampa. VII edizione

Roma 2015. Rassegna Stampa. VII edizione Roma 2015 Rassegna Stampa VII edizione Nel mondo che cambia sempre più velocemente cercando con fatica di riprendersi dalla crisi, aumentano le sfide, la paura, le incertezze. La domanda che da sempre

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

Aree di inserimento I percorsi di carriera: tante le opportunità quante le

Aree di inserimento I percorsi di carriera: tante le opportunità quante le ACCENTURE SPA Profilo Azienda Accenture è un'azienda globale di Consulenza Direzionale, Servizi Tecnologici e Outsourcing che conta circa 323 mila professionisti in oltre 120 paesi del mondo. Quello che

Dettagli

RES RETE EFFICIENZA SOSTENIBILE

RES RETE EFFICIENZA SOSTENIBILE RES RETE EFFICIENZA SOSTENIBILE "I venti dell'innovazione La sfida per l'energia del futuro" Lunedì 21 maggio Centro Congressi Ville Ponti di Varese PERCHE UNA RETE SULLA EFFICIENZA SOSTENIBILE Nasce dalla

Dettagli

TeamSystem rinnova la propria strategia per il canale

TeamSystem rinnova la propria strategia per il canale TeamSystem rinnova la propria strategia per il canale Si è tenuta nella cornice del Palacongressi di Rimini la 36esima edizione della convention annuale dedicata ai partner di TeamSystem, principale software

Dettagli

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione I sistemi gestionali e le Piccole Medie Imprese A cura di Fabrizio Amarilli Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione Articoli Sono noti

Dettagli

Indice. Chi è Elleuno. A chi si rivolge. Le attività. Modello di business. Le Certificazioni. La geografia di Elleuno. Alcune specializzazioni

Indice. Chi è Elleuno. A chi si rivolge. Le attività. Modello di business. Le Certificazioni. La geografia di Elleuno. Alcune specializzazioni Piacere, elleuno Indice Chi è Elleuno A chi si rivolge Le attività Modello di business Le Certificazioni La geografia di Elleuno Alcune specializzazioni Le eccellenze nei servizi 7 7 9 11 11 13 15 15 A

Dettagli

PROGETTO EDITORI DIGITALI

PROGETTO EDITORI DIGITALI PROGETTO EDITORI DIGITALI SPUNTI DI RIFLESSIONE PER L EDITORIA SPECIALIZZATA CHE LAVORA SUL WEB MagNews, soluzioni per l email marketing MagNews è la business unit di Diennea specializzata in email marketing

Dettagli

FAMIGLIE E RISPARMIO

FAMIGLIE E RISPARMIO COMUNICATO STAMPA Sondaggio realizzato per ACRI da TNS Abacus in occasione della 79ª Giornata Mondiale del Risparmio FAMIGLIE E RISPARMIO Roma, 30 ottobre 2003. La quasi totalità degli italiani riconosce

Dettagli

Memoria per l audizione di Anigas

Memoria per l audizione di Anigas X COMMISSIONE ATTIVITA PRODUTTIVE, COMMERCIO E TURISMO CAMERA DEI DEPUTATI Indagine conoscitiva sulla strategia energetica nazionale sulle principali problematiche in materia di energia Memoria per l audizione

Dettagli

Rimettere le scarpe ai sogni

Rimettere le scarpe ai sogni www.pwc.com Rimettere le scarpe ai sogni 25 ottobre 2013 Erika Andreetta Retail & Consumer Goods Consulting Leader PwC Agenda Il contesto economico Gli scenari evolutivi del mondo Consumer & Retail: Global

Dettagli

Un Partner qualificato sempre al vostro fianco

Un Partner qualificato sempre al vostro fianco Un Partner qualificato sempre al vostro fianco Un Partner qualificato sempre al vostro fianco Uffix Srl è una realtà attiva nella vendita, assistenza e noleggio di sistemi per l ufficio, a cui si aggiungono

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini Vicenza, 5 marzo 2013 Relatore: FABIO VENTURI Consulente di direzione e formatore. Testimonianza:

Dettagli

Onorevole Ministro Bersani, Onorevole Presidente Vendola, Onorevole Sindaco Emiliano, Prof. Frey, Signore, Signori,

Onorevole Ministro Bersani, Onorevole Presidente Vendola, Onorevole Sindaco Emiliano, Prof. Frey, Signore, Signori, Discorso della Commissaria D. Hübner "Politica di Coesione ed energia sostenibile, competitiva e sicura Conferenza sulla nuova politica di sviluppo prevista dal QSN 2007-2013 Energia Sostenibile, Competitiva

Dettagli

Progetto PercoRSI. Rete responsabile. Cambiamento = Apertura = Saper Co. COnnettersi, COndividere, COllaborare, COprogettare

Progetto PercoRSI. Rete responsabile. Cambiamento = Apertura = Saper Co. COnnettersi, COndividere, COllaborare, COprogettare Progetto PercoRSI Rete responsabile Cambiamento = Apertura = Saper Co. COnnettersi, COndividere, COllaborare, COprogettare Con il contributo di: Partner operativo Finalità generali di PercoRSI Dal 2004

Dettagli

in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA

in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA INDICE 1) Premessa 2) Obiettivo 3) Il profilo professionale in uscita: lo Store Manager 4) Organizzazione delle attività 5) Programma

Dettagli

Uno di noi! Diventa Consulente assicurativo personale ERGO.

Uno di noi! Diventa Consulente assicurativo personale ERGO. Uno di noi! Diventa Consulente assicurativo personale ERGO. Diventare Consulente assicurativo personale ERGO significa essere protagonista nel mercato, in uno scenario unico del panorama italiano, con

Dettagli

Economia degli intermediari finanziari 2/ed Capitolo 9 La strategia e l organizzazione delle attività di intermediazione finanziaria Esercizio 1

Economia degli intermediari finanziari 2/ed Capitolo 9 La strategia e l organizzazione delle attività di intermediazione finanziaria Esercizio 1 Capitolo 9 La strategia e l organizzazione delle attività di intermediazione finanziaria Esercizio 1 Volendo rappresentare il settore dei servizi finanziari fate riferimento: a. ai tre tipi di intermediazione

Dettagli

Inaugurato in Giappone il nuovo Technology and Innovation Center di Daikin

Inaugurato in Giappone il nuovo Technology and Innovation Center di Daikin Inaugurato in Giappone il nuovo Technology and Innovation Center di Daikin La creazione collaborativa al centro di questa futuristica struttura che garantirà la tecnologia leader del futuro, massima efficienza

Dettagli

Avviso Comune. Efficienza energetica, opportunità di crescita per il Paese

Avviso Comune. Efficienza energetica, opportunità di crescita per il Paese CONFINDUSTRIA Avviso Comune CGIL CISL UIL Efficienza energetica, opportunità di crescita per il Paese Il contesto Con l accordo europeo 20-20-20 l Italia dovrà raggiungere importanti ed onerosi obiettivi

Dettagli

Le prospettive della responsabilità sociale in Italia Una ricerca sui CEO delle imprese aderenti a Fondazione Sodalitas

Le prospettive della responsabilità sociale in Italia Una ricerca sui CEO delle imprese aderenti a Fondazione Sodalitas Fondazione Sodalitas GfK Eurisko Le prospettive della Responsabilità Sociale in Italia Aprile 2010 Le prospettive della responsabilità sociale in Italia Una ricerca sui CEO delle imprese aderenti a Fondazione

Dettagli

Corso in Store Management

Corso in Store Management in collaborazione con presenta Corso in Store Management EDIZIONE SICILIA INDICE 1) Premessa 2) Obiettivo 3) Il profilo professionale in uscita: lo Store Manager 4) Organizzazione delle attività 5) Programma

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane Università degli Studi di Padova Dipartimento Ingegneria Industriale Centro Studi Qualità Ambiente In collaborazione con ACCREDIA Ente Italiano di Accreditamento Benefici, costi e aspettative della certificazione

Dettagli

Catalogo di offerte formative per lo sviluppo di competenze di base nell edilizia sostenibile

Catalogo di offerte formative per lo sviluppo di competenze di base nell edilizia sostenibile Catalogo di offerte formative per lo sviluppo di competenze di base nell edilizia sostenibile Trento, 5 dicembre 2010 L offerta formativa proposta nel presente catalogo è rivolta allo sviluppo delle competenze

Dettagli

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie.

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. nell anno della crisi la Regione ha: promosso un patto da 520 milioni per tutelare i lavoratori e la

Dettagli

LE SFIDE PER IL 2015

LE SFIDE PER IL 2015 MERCATO & COMPAGNIE LE SFIDE PER IL 2015 di LAURA SERVIDIO L ATTESA CRESCITA, PER IL PROSSIMO ANNO, SARÀ LENTA. MA PER IL SETTORE ASSICURATIVO NON MANCANO LE OPPORTUNITÀ. TRA QUESTE, L EVOLUZIONE DEL MODELLO

Dettagli

Marchi, brevetti e proprietà intellettuale

Marchi, brevetti e proprietà intellettuale LA PICCOLA SI FA GRANDE 4 percorsi per la crescita formativa delle PMI RELAZIONE BANCA/IMPRESA Lean thinking Marchi, brevetti e proprietà intellettuale internazionalizzazione Con il patrocinio di Piccolindustria

Dettagli

18 APRILE 2012, MILANO. Cartella Stampa

18 APRILE 2012, MILANO. Cartella Stampa 18 APRILE 2012, MILANO Cartella Stampa Somfy, innovazione e design per l abitare Somfy anticipa i bisogni degli utenti finali in termini di comfort, sicurezza e risparmio energetico. Il gruppo Somfy Fondata

Dettagli

Presentazione: Realizzare il piano strategico aziendale: il valore aggiunto dell outsourcing della logistica.

Presentazione: Realizzare il piano strategico aziendale: il valore aggiunto dell outsourcing della logistica. Presentazione: Realizzare il piano strategico aziendale: il valore aggiunto dell outsourcing della logistica. Autore: Andrea Alberio, Logistic Manager Lechler SpA Azienda: Lechler è un azienda italiana

Dettagli

ALLEGATO TECNICO SUL MODELLO DI SICUREZZA IN INTERNET IL PRODOTTO VORTAL

ALLEGATO TECNICO SUL MODELLO DI SICUREZZA IN INTERNET IL PRODOTTO VORTAL ALLEGATO TECNICO SUL MODELLO DI SICUREZZA IN INTERNET IL PRODOTTO VORTAL 1 Introduzione Il mondo del Web ha assunto negli ultimi anni una forza dirompente su tutti i fronti della comunicazione e della

Dettagli

Vendere in inglese I sette errori principali nell apprendimento della lingua inglese per le aziende commerciali. Un mini e-book targato EF

Vendere in inglese I sette errori principali nell apprendimento della lingua inglese per le aziende commerciali. Un mini e-book targato EF Vendere in inglese I sette errori principali nell apprendimento della lingua inglese per le aziende commerciali. Un mini e-book targato EF Poiché vendere è importante, l inglese è importante Se siete come

Dettagli

PROFILO AZIENDALE MISSION & VISION

PROFILO AZIENDALE MISSION & VISION COMPANY PROFILE 2014 PROFILO AZIENDALE Posytron è una società di consulenza tecnologica e gestionale certificata ISO 9001:2008 fondata nel 1999 da Alberto Muritano, attuale CEO, per supportare l'innovazione

Dettagli

Lavoro, flessibilità e precarietà:valutazioni ed esperienze dei giovani

Lavoro, flessibilità e precarietà:valutazioni ed esperienze dei giovani 1 Lavoro, flessibilità e precarietà:valutazioni ed esperienze dei giovani La situazione dei giovani lavoratori italiani risulta a noi particolarmente svantaggiata. La società di oggi richiede ai giovani

Dettagli

Energie rinnovabili: domanda e offerta si. incontrano?

Energie rinnovabili: domanda e offerta si. incontrano? Energie rinnovabili: domanda e offerta si incontrano? Energie rinnovabili: domanda e offerta si incontrano? Pubblicato nel mese di luglio 2009 Rapporto realizzato da INSINTESI a cura di Massimo Pizzo e

Dettagli

D.O.C. s.c.s. POLITICA AMBIENTE SICUREZZA E QUALITÀ

D.O.C. s.c.s. POLITICA AMBIENTE SICUREZZA E QUALITÀ Pagina 1 di 7 D.O.C. s.c.s., ai sensi della legge 381/91, è una cooperativa sociale di tipo A, che vede al centro della sua crescita organizzativa i valori cooperativi della centralità della persona, della

Dettagli

COMPANY PROFILE. Al centro della Pubblica Amministrazione. Al fianco dei liberi Professionisti e delle Aziende.

COMPANY PROFILE. Al centro della Pubblica Amministrazione. Al fianco dei liberi Professionisti e delle Aziende. COMPANY PROFILE Al centro della Pubblica Amministrazione. Al fianco dei liberi Professionisti e delle Aziende. La storia del Gruppo Maggioli ha inizio un secolo fa e da allora procede, attraverso quattro

Dettagli

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole continua a generare redditività malgrado

Dettagli

Indagine sulle micro, piccole e medie imprese: sintesi dei principali risultati

Indagine sulle micro, piccole e medie imprese: sintesi dei principali risultati Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la Politica Industriale, la Competitività e le Piccole e Medie Imprese ex Div. VIII PMI e artigianato Indagine sulle micro, piccole e medie imprese:

Dettagli

L A FOR MAZIONE A PAR MA, DA L 1987

L A FOR MAZIONE A PAR MA, DA L 1987 CO M PA N Y P R O F I L E L A FOR MAZIONE A PAR MA, DA L 1987 2 3 CISITA PARMA. La formazione a Parma, dal 1987 Cisita I NUMERI DI CISITA PARMA AZIENDE CLIENTI - 1.061 ORE DI FORMAZIONE EROGATE - 38.132

Dettagli

Scuola Superiore Sant Anna di Studi Universitari e di Perfezionamento Divisione Alta Formazione. Master. Management e Sanità.

Scuola Superiore Sant Anna di Studi Universitari e di Perfezionamento Divisione Alta Formazione. Master. Management e Sanità. Scuola Superiore Sant Anna di Studi Universitari e di Perfezionamento Divisione Alta Formazione Master Management e Sanità III edizione La Scuola Quattro sono le fonti dell apprendimento Un quarto colui

Dettagli

PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI

PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI COMUNICATO STAMPA PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI 2014 Cresce la propensione al risparmio. Le famiglie

Dettagli

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio C E N S I S Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio III Quadrimestre 2008 Monitor Lazio è promosso dall Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

Concepito per il futuro. Disponibile oggi.

Concepito per il futuro. Disponibile oggi. La soluzione di Milliman per i modelli di proiezione finanziaria Milliman MG-ALFA Concepito per il futuro. Disponibile oggi. Milliman MG-ALFA In breve: Il futuro dei sistemi di proiezione finanziaria

Dettagli

Leadership aziendale e competenza professionale.

Leadership aziendale e competenza professionale. DOSSIER FRANCHISING Leadership aziendale e competenza professionale. BluEnergyControl srl è un azienda che vanta tredici anni di esperienza nelle energie rinnovabili e, ad oggi, opera prevalentemente con

Dettagli

Fonte: indagine UniCredit 2010 sulla fiducia I RISULTATI PRINCIPALI. Indice di fiducia complessivo

Fonte: indagine UniCredit 2010 sulla fiducia I RISULTATI PRINCIPALI. Indice di fiducia complessivo COMUNICATO STAMPA Settimo Rapporto UniCredit sulle Piccole Imprese La ricerca di nuovi mercati: la sfida delle piccole imprese fra cambiamento e tradizione Presentato a Roma, lo studio è stato dedicato

Dettagli

Indagine congiunturale rapida su quarto trimestre 2014 e primo trimestre 2015

Indagine congiunturale rapida su quarto trimestre 2014 e primo trimestre 2015 Indagine congiunturale rapida su quarto trimestre 2014 e primo trimestre 2015 Clima sempre cauto: SI al bonus lettura per rilanciare la cultura del Paese. NO all esplosione dei costi energetici. Il deprezzamento

Dettagli

Da sempre abbiamo creduto in un sogno, la nascita di una Società Finanziaria attenta ai desideri dei nostri clienti.

Da sempre abbiamo creduto in un sogno, la nascita di una Società Finanziaria attenta ai desideri dei nostri clienti. 13 1 2 Da sempre abbiamo creduto in un sogno, la nascita di una Società Finanziaria attenta ai desideri dei nostri clienti. Credion Società Finanziaria Spa nasce nel 2006 grazie alla grinta e alla determinazione

Dettagli

Indice di Benessere Finanziario ING Bank: prosegue il trend positivo che dai 42,2 punti dello scorso autunno sale ai 42,5 di questa primavera

Indice di Benessere Finanziario ING Bank: prosegue il trend positivo che dai 42,2 punti dello scorso autunno sale ai 42,5 di questa primavera COMUNICATO STAMPA Indice di Benessere Finanziario ING Bank: prosegue il trend positivo che dai 42,2 punti dello scorso autunno sale ai 42,5 di questa primavera Milano, 06 luglio 2015 - Secondo l ultima

Dettagli

Le ragioni ambientali

Le ragioni ambientali Intervento Alex Pratissoli (Comune di Reggio Emilia) Il Progetto ECOABITA Il successo di una iniziativa come la certificazione energetica degli edifici, passa attraverso la creazione di parternariati fra

Dettagli

Relazione dell Assessore Paolo Magnanensi. Seminario Il Bilancio di Genere nella Provincia di Pistoia. Martedì 7 dicembre 2010

Relazione dell Assessore Paolo Magnanensi. Seminario Il Bilancio di Genere nella Provincia di Pistoia. Martedì 7 dicembre 2010 Assessorato politiche inerenti lo sviluppo sostenibile, l industria, l artigianato, l innovazione produttiva, l università, la scuola, l istruzione, la formazione professionale, coordinamento politiche

Dettagli

SFC Strategia. Finanza e Controllo. Sommario Editoriale di Enzo Tucci

SFC Strategia. Finanza e Controllo. Sommario Editoriale di Enzo Tucci n.1 - Anno 2014 APRILE/GIUGNO n.1 aprile/giugno 2014 1 marzo maggio maggio SFC Strategia Finanza e Controllo Edizione a cura di: ASFIM, CREA VALORE ALL IMPRESA Associazione degli Specialisti in Finanza

Dettagli

Agenda: La storia. Il portafoglio. La crescita. L'idea di Illumia: l'offerta "Energia Semplice 36" I dettagli del risparmio.

Agenda: La storia. Il portafoglio. La crescita. L'idea di Illumia: l'offerta Energia Semplice 36 I dettagli del risparmio. Bologna, 2014 Agenda: La storia Il portafoglio La crescita L'idea di Illumia: l'offerta "Energia Semplice 36" I dettagli del risparmio I competitors La comunicazione La storia Illumia è un'azienda giovane

Dettagli

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza.

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza. INSIEME PER L IMPRESA La forma e la sostanza. 2 La cultura d impresa è un patrimonio prezioso come i capitali e le buone consulenze. BANCA D IMPRESA SI NASCE ESPERIENZA, SPECIALIZZAZIONE E ORGANIZZAZIONE

Dettagli

20 anni al servizio delle persone

20 anni al servizio delle persone 20 anni al servizio delle persone CHI SIAMO Nata a Bologna nel 1994, Àncora è una Cooperativa sociale di servizi alla persona che si occupa della gestione di servizi socio assistenziali, sanitari ed educativi

Dettagli

Introduzione: uno strumento completo 3. Il comparto delle costruzioni 4

Introduzione: uno strumento completo 3. Il comparto delle costruzioni 4 INDICE Introduzione: uno strumento completo 3 Il comparto delle costruzioni 4 Le aziende del comparto dell involucro edilizio 6 SERRAMENTISTI 7 COSTRUTTORI DI FACCIATE 9 L andamento del mercato 2011 SERRAMENTISTI

Dettagli

Cos è la UNI EN ISO 9001?

Cos è la UNI EN ISO 9001? Cos è la UNI EN ISO 9001? Cos è la UNI EN ISO 9001? è una norma che definisce i requisiti per un sistema di gestione per la qualità. Aiuta le organizzazioni ad essere più efficaci ed efficienti, assicurando

Dettagli

Comunicazione e Marketing per ottimizzare la propria presenza in fiera. Milano, 3 ottobre 2008

Comunicazione e Marketing per ottimizzare la propria presenza in fiera. Milano, 3 ottobre 2008 Comunicazione e Marketing per ottimizzare la propria presenza in fiera. Milano, 3 ottobre 2008 LE FIERE: SÌ O NO? Le fiere sono ancora protagoniste per migliorare le performance aziendali? E importante

Dettagli

Per quanto riguarda l attenzione alla qualità del prodotto è stato necessario far capire alle persone quale fosse l enorme costo della non qualità.

Per quanto riguarda l attenzione alla qualità del prodotto è stato necessario far capire alle persone quale fosse l enorme costo della non qualità. Anzitutto volevo ringraziare per l opportunità che mi è stata data di presentare qui oggi la mia azienda. Noi imprenditori di solito siamo orgogliosi delle nostre creature, e quindi siamo contenti quando

Dettagli

Crescita. Sostenibilità Ottimizzazione. Investimenti

Crescita. Sostenibilità Ottimizzazione. Investimenti Crescita Sostenibilità Ecologia Efficienza Ottimizzazione Sviluppo Competitività Investimenti Il futuro viaggia sulle strade dell efficienza energetica Efficienza: un obiettivo da raggiungere Parlare di

Dettagli

Disponibili 4 borse di studio che coprono il 50% dei costi d iscrizione

Disponibili 4 borse di studio che coprono il 50% dei costi d iscrizione Disponibili 4 borse di studio che coprono il 50% dei costi d iscrizione Il risk manager per le imprese: dall aula all azienda nel percorso formativo Cineas La 18 edizione del master Cineas in Risk engineering

Dettagli

GLI ITALIANI E IL RISPARMIO

GLI ITALIANI E IL RISPARMIO COMUNICATO STAMPA Sondaggio realizzato per Acri da Abacus in occasione della 78ª Giornata Mondiale del Risparmio GLI ITALIANI E IL RISPARMIO Roma, 30 ottobre 2002. Gli Italiani sono sempre meno soddisfatti

Dettagli

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups I Quadrimestre 2014 Roma, luglio 2014 I risultati del questionario per la rilevazione del Sentiment del mercato immobiliare Primo Quadrimestre 2014

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Contrada degli Artigiani Primi Classificati

RASSEGNA STAMPA Contrada degli Artigiani Primi Classificati RASSEGNA STAMPA Contrada degli Artigiani Primi Classificati Il progetto Sedie d autore dei comaschi Contrada degli artigiani ha vinto la finale italiana della Global Social Venture Competition, il concorso

Dettagli

Telelavoro, un sistema flessibile per l organizzazione del lavoro

Telelavoro, un sistema flessibile per l organizzazione del lavoro BIELLA Associazione Provinciale Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121 - Fax: 015 351426 - C. F. 81067160028 Internet: www.biella.cna.it - email: mailbox@biella.cna.it Certificato n IT07/0030 Presentazione

Dettagli

un rapporto di collaborazione con gli utenti

un rapporto di collaborazione con gli utenti LA CARTA DEI SERVIZI INFORMATICI un rapporto di collaborazione con gli utenti La prima edizione della Carta dei Servizi Informatici vuole affermare l impegno di Informatica Trentina e del Servizio Sistemi

Dettagli

LA COMUNICAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ SOCIALE

LA COMUNICAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ SOCIALE FORUM CSR RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA: IL VALORE DI RENDERE CONTO LA COMUNICAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ SOCIALE PER L IMPRESA TRA STRATEGIA ED EMERGENZA INTERVENTO NELLA TAVOLA ROTONDA INFORMARE E

Dettagli