Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea in Informatica III Anno

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea in Informatica III Anno"

Transcript

1 Introduzione alle griglie computazionali Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea in Informatica III Anno LEZIONE N. 6 Introduzione all information modeling GLUE schema Grid Information Service: MDS Introduzione alle griglie computazionali - a.a

2 Information model Modello informativo definizione Astrazione del mondo reale in costrutti che possono essere rappresentati tramite l utilizzo di sistemi di elaborazione (es. oggetti, proprietà, comportamenti, relazioni) Per ogni entità del problema bisogna individuare i parametri caratteristici che ha senso descrivere, misurare e rendere disponibili il modello informativo non e legato ad una particolare implementazione utilizzato per scambiare informazioni tra domini diversi Introduzione alle griglie computazionali - a.a

3 Information model rappresentazione tipicamente un modello informativo viene rappresentato mediante un linguaggio grafico per il GLUE schema (modello informativo di Grid) e stato scelto UML (Unified Modeling Language) The Unified Modeling Language (UML) is a graphical language for visualizing, specifying, constructing, and documenting the artifacts of a software-intensive system. The UML offers a standard way to write a system's blueprints, including conceptual things such as business processes and system functions as well as concrete things such as programming language statements, database schemas, and reusable software components (Object Management Group) Introduzione alle griglie computazionali - a.a

4 Information model in Grid le risorse disponibili in Grid devono essere descritte in maniera precisa e sistematica al fine di fornire le seguenti funzionalità discovery allocazione (brokering) controllo delle prestazioni troubleshooting monitoring occorre un modello concettuale per descrivere le risorse Grid Introduzione alle griglie computazionali - a.a

5 GLUE schema Grid Laboratory Uniform Environment Collaborazione tra progetti di fisica delle alte energie europei ed americani, per la definizione di un modello informativo comune tra domini Grid diversi, indipendente dall implementazione. Sviluppato per gran parte da INFN e ora adottato anche da Globus. Le entità da descrivere si classificano come siti (system) insiemi di risorse connesse che operano come una entità funzionale servizi azioni che formano una funzione coerente fornita da un provider ad un richiedente I siti forniscono servizi Introduzione alle griglie computazionali - a.a

6 GLUE schema Grid Laboratory Uniform Environment Modello informativo usato come base del Grid Information Service (GIS) attivita concentrata principalmente su computing resource storage resource network resource Introduzione alle griglie computazionali - a.a

7 Computing resource caratterizzazione la potenza di calcolo in genere viene offerta da cluster le richieste vengono inserite in code (queue) al fine di utilizzare con efficienza le risorse di calcolo disponibili le policy presenti su ciascuna coda permettono di differenziare il servizio offerto (es. durata massima di un job, numero massimo di job running, tipologia di CPU allocate) il computing service e in relazione 1-1 con una queue e le sue computing resource assegnate Introduzione alle griglie computazionali - a.a

8 Computing resource parametri necessari per l utilizzo di risorse di computing execution environment (sistema operativo, librerie disponibili,...) quality of service (tempo di risposta stimato,...) status (numero di job in esecuzione,...) policy (tempo massimo di esecuzione, CPU assegnate,...) access right location (Uniform Resource Locator,...) Introduzione alle griglie computazionali - a.a

9 Computing resource: cluster (farm) Cluster: set di host gestiti coerentemente al fine di offrire potenza di calcolo gatekeeper infoservice Batch server Head node CPU:PIII RAM:0.5GB CPU:PIII RAM:0.5GB CPU:PIV RAM:2GB CPU:PIV RAM:2GB Introduzione alle griglie computazionali - a.a

10 Computing resource: host Host: singolo calcolatore gatekeeper infoservice Batch server Head node CPU:PIII RAM:0.5GB CPU:PIII RAM:0.5GB CPU:PIV RAM:2GB CPU:PIV RAM:2GB Introduzione alle griglie computazionali - a.a

11 UniqueID : string Name : string Host Glue Schema 1.1 (UML Class Diagram) Computing Resources::host Architecture PlatformType : string SMPSize : int OperatingSystem Name : int Release : int Version : int Benchmark SI00 : int SF00 : int MainMemory RAMSize : int RAMAvailable : int VirtualSize : int VirtualAvailable : int NetworkAdapter Name : string IPAddress : string MTU : int OutbounbIP : boolean InboundIP : boolean Processor Vendor : string Model : string Version : string ClockSpeed : int InstructionSet : string OtherProcessorDescription : string CacheL1 : int CacheL1I : int CacheL1D : int CacheL2 : int ApplicationSoftware RunTimeEnvironment[] : string StorageDevice Name : string Type : string TransferRate : int Size : int AvailableSpace : int FileSystem Name : string Root : string Size : int AvailableSpace : int ReadOnly : boolean Type : string 1FileStorage Mount 0..1 File Name : string Size : int CreationDate : datetime LastModified : datetime LastAccessed : datetime Latency : int LifeTime : datetime Owner : string Directory ContainsFile 0..1 Directory ProcessorLoad SMPLoad RemoteFileSystem LocalFileSystem 0..1 Export Load1Min : int Load5Min : int Load15Min : int Load1Min : int Load5Min : int Load15Min : int Introduzione alle griglie computazionali - a.a

12 Computing resource: subcluster SubCluster: insieme omogeneo di host gatekeeper infoservice Batch server Head node CPU:PIII RAM:0.5GB CPU:PIII RAM:0.5GB CPU:PIV RAM:2GB CPU:PIV RAM:2GB Introduzione alle griglie computazionali - a.a

13 Computing service Il servizio di computing è offerto da un CE Computing Element (CE): entry point di una o più code di un sistema batch gatekeeper infoservice Batch server Head node CPU:PIII RAM:0.5GB CPU:PIII RAM:0.5GB CPU:PIV RAM:2GB CPU:PIV RAM:2GB Introduzione alle griglie computazionali - a.a

14 Glue Schema 1.1 (UML Class Diagram) Computing Resources::cluster Computing Resources::computing element ComputingElement UniqueID : string Name : string provides UniqueID : string Name : string Cluster DisjointedHostsSet SubCluster ParticipatingHost Host UniqueID : string Name : string <homogeneity attribute lists> Homogeneity (See Host) Info State Policy Job AccessControlBase LRMSType : string LRMSVersion : string GRAMVersion : string HostName: string GatekeeperPort : string TotalCPUs : string Status : string TotalJobs : int RunningJobs : int WaitingJobs : int WorstResponseTime : int EstimatedResponseTime : int FreeCPUs : int MaxWallClockTime : int MaxCPUTime : int MaxTotalJobs : int MaxRunningJobs : int Priority : int GlobalID : string LocalID : string LocalOwner : string GlobalOwner : string Status : string SchedulerSpecific : string Rule : string[] Introduzione alle griglie computazionali - a.a

15 Storage resource funzionalita offerta spazio di memorizzazione parametri necessari per l utilizzo di risorse di storage protocollo di accesso (gridftp, rfio,...) quality of service (affidabilita, disponibilita,...) status (spazio disponibile,...) policy (dimensione massima di un file, file lifetime,...) access right location (Uniform Resource Locator,...) Introduzione alle griglie computazionali - a.a

16 Storage Service : gestisce le risorse disco e nastro in termini di Storage Space maschera i dettagli hardware trasferisce file da / verso i vari Storage Space utilizzando un insieme di data access protocol (es. nfs, GridFTP, rfio,...) la gestione dei file avviene secondo le policy dello Storage Space Introduzione alle griglie computazionali - a.a

17 Storage Space : assegnato ad una virtual organization associato ad una directory (es. /data/atlas) policy: dimensione massima di un file, numero massimo di file,... access control base rules status: spazio disponibile, spazio utilizzato Introduzione alle griglie computazionali - a.a

18 Storage Element (SE) : Macchina che fornisce Storage Service e Storage Space puo essere un semplice disk server oppure un sistema di storage complesso CE-SE Bind Descrive le relazioni tra Computing Service e Storage Service Introduzione alle griglie computazionali - a.a

19 lue Schema 1.1 (UML Class Diagram) torage Resources::Storage Service torage Resources::Storage Space torage Resources::Storage Library StorageService UniqueID : string Name : string Port : int HostedService StorageLibrary UniqueID : string Name : string Architecture State Type : string CurrentIOLoad : string Performance AccessProtocol MaxIOCapacity : int Type : string Port : int Version : string SupportedSecurity[] : string AccessTime : int Policy MinFileSize : int MaxFileSize : int MaxData : int MaxNumFiles : int MaxPinDuration : int Quota : int FileLifeTime : string StorageSpace 0..1 FileSystem Name : string Root : string Size : int AvailableSpace : int ReadOnly : boolean Type : string 1 FileStorage Mount File Name : string Size : int CreationDate : datetime LastModified : datetime LastAccessed : datetime Latency : int LifeTime : datetime Owner : string Directory ContainsFile 0..1 State 0..1 Directory AvailableSpace : int UsedSpace : int AccessControlBase Rule[] : string RemoteFileSystem LocalFileSystem 0..1 Export RealizedOn Introduzione alle griglie computazionali - a.a

20 Riferimenti GLUE Schema Official documents Sharing a conceptual model of grid resources and services S. Andreozzi, M. Sgaravatto, C. Vistoli In Proceedings of CHEP GLUE Schema implementation for the LDAP model S. Andreozzi Technical report, first draft, 29/05/03 Introduzione alle griglie computazionali - a.a

21 Servizi informativi: MDS (1/4) Monitoring and Discovery Service servizio vitale per un infrastruttura Grid - resource discovery: conoscere la composizione delle griglia in un certo istante - resource monitoring: conoscere lo stato delle risorse ad un certo istante - resource selection: scegliere le risorse opportune per un task ( vedi Workload Management Sys) Introduzione alle griglie computazionali - a.a

22 Servizi informativi: MDS (2/4) requirement performance rapidita di accesso alle informazioni usate frequentemente scalabilita qualita di servizio costante all aumentare dei componenti costo costi di gestione delle informazioni in termini di risorse usate devono essere contenuti uniformita standard nella rappresentazione delle risorse e uniformita delle API (segue) Introduzione alle griglie computazionali - a.a

23 Servizi informativi: MDS (3/4) espressivita modello dei dati capace di rappresentare le strutture rilevanti di un sistema distribuito estendibilita capacita di incorporare informazioni aggiuntive, non incluse nel modello dei dati di partenza dati dinamici i cambiamenti sui dati di ogni risorsa devono essere resi prontamente disponibili flessibilita di accesso capacita di lettura, aggiornamento e ricerca sui dati sicurezza restrizioni di accesso e/o aggiornamento delle informazioni Introduzione alle griglie computazionali - a.a

24 Servizi informativi: MDS (4/4) su ciascuna risorsa e disponibile un information service (GRIS Grid Resource Information Service) che, tramite query LDAP, fornisce lo stato della risorsa CE ed SE contengono un GRIS. ciascun GRIS si registra presso un information index (GIIS Grid Information Index Service) che effettua il caching delle informazioni fornite dai GRIS e interroga i GRIS solo quando riceve una query e la sua cache e invalidata L implementazione del GIIS ha mostrato qualche limitazione sulla scalabilità ed è stata sostituita da BDII (Berkeley Information Index) Introduzione alle griglie computazionali - a.a

25 Architettura MDS Introduzione alle griglie computazionali - a.a

26 Glue Schema e LDAP Lo schema astratto GLUE viene mappato nel data model LDAP per l implementazione. Altre implementazioni realizzano lo schema in XML o in un modello relazionale. Le informazioni relative alla grid sono fornite da numerosi servers LDAP (GRIS e GIIS) ed organizzate gerarchicamente in un Directory Information Tree (DIT) Ogni nodo del DIT è una entry LDAP. LDAP è utilizzato anche come linguaggio di query e protocollo. Disponibili API per LDAP per tutti i linguaggi. Introduzione alle griglie computazionali - a.a

27 LDAP Lightweight Directory Access Protocol It is the internal protocol used by the services to share information What is a protocol Made for? Any protocol defines a set of rules to establish a connection between a client an a server It is NOT a database; different databases can used the same protocol In the LDAP CASE? Standard derived from the OSI directory service model called DAP LDAP is quite similar to DAP but has been designed to run over TCP/IP It provides a Data Model to standardizes the naming: LDAP Schema This Data Model structures data as a tree: The Directory Information Tree (DIT) Introduzione alle griglie computazionali - a.a

28 LDAP Formato entry This is an entry; collection of attributes. It s defined by a unique DN (Distinguished Name) dn: <distinguished name> objectclass:<objectclassname> <attributetype>:<attributevalue> <attributetype>:<attributevalue> dn: <distinguished name> objectclass:<objectclassname> <attributetype>:<attributevalue> <attributetype>:<attributevalue> Objectclass: special attributes a) Defines the tree structure of a certain entry b) Filters the entries of this objectclass White space to separate entries from each other The types and objectclass names should follow a schema (Glue Schema) Introduzione alle griglie computazionali - a.a

29 LDAP Struttura gerarchica distinguished name (root) entry objectclass dn: L1=entryA entrya attr1: value1 attr2: value2... attrn: valuen dn: L1=entryB entryb attr1: value1 attr2: value2... attrn: valuen livello L1 dn: L2=entryC, L1=entryA entryc attr1: value1 attr2: value2... attrn: valuen dn: L2=entryD, L1=entryA entryd attr1: value1 attr2: value2... attrn: valuen livello L2 Introduzione alle griglie computazionali - a.a

30 Riferimenti Grid Information Services for Distributed Resource Sharing K. Czajkowskiy, S. Fitzgeraldz, I. Foster, C. Kesselman Proc. 10th IEEE (HPDC-10), IEEE Press, Grid information services (MDS) Globus Toolkit Developer Tutorial The Globus Project, Argonne National Laboratory USC Information Sciences Institute Introduzione alle griglie computazionali - a.a

Corso di Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui. Esercitazione su Globus Toolkit 2: LDAP, MDS

Corso di Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui. Esercitazione su Globus Toolkit 2: LDAP, MDS Università degli Studi della Calabria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica A.A. 2003/2004 Corso di Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Esercitazione su Globus Toolkit 2: LDAP, MDS

Dettagli

Organizzazioni nel Grid Computing

Organizzazioni nel Grid Computing Il ruolo delle Organizzazioni nel Grid Computing Un primo sguardo a Globus - Parte 5 Organizzazioni di Grid Computing Panoramica sui prodotti software Primo sguardo a Globus Dott. Marcello CASTELLANO La

Dettagli

Presentazione NIS Network Integration & Solutions s.r.l. Autore: nome Cognome Data: Evento

Presentazione NIS Network Integration & Solutions s.r.l. Autore: nome Cognome Data: Evento Presentazione NIS Network Integration & Solutions s.r.l. Autore: nome Cognome Data: Evento Chi siamo NIS nasce nel 1993 come spin-off dalla Università di Genova (DIST) Nel 1996 viene aperta una unità operativa

Dettagli

Reti di Calcolatori GRIGLIE COMPUTAZIONALI

Reti di Calcolatori GRIGLIE COMPUTAZIONALI D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 10-1 Reti di Calcolatori GRIGLIE COMPUTAZIONALI D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 10-2 Griglie Computazionali Cosa è il Grid Computing? Architettura Ambienti Globus

Dettagli

GRIGLIE COMPUTAZIONALI

GRIGLIE COMPUTAZIONALI Reti di Calcolatori GRIGLIE COMPUTAZIONALI D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 10-1 Griglie Computazionali Cosa è il Grid Computing? Architettura Ambienti Globus D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL

Dettagli

Griglie computazionali

Griglie computazionali Griglie computazionali Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno IL MIDDLEWARE Richiami sulla caratterizzazione dei sistemi GRID Il Concetto di Virtual

Dettagli

Ambienti di calcolo a griglia - Parte 3

Ambienti di calcolo a griglia - Parte 3 TOC Ambienti di calcolo a griglia - Parte 3 Obiettivo Formativo Un software di griglia può essere installato con una certa facilità da programmatori. Al crescere dell uso e della dipendenza dell utenza,

Dettagli

EGRID MIDDLEWARE OVERVIEW. Angelo Leto Abdus Salam I.C.T.P. aleto@ictp.trieste.it 08/10/2004

EGRID MIDDLEWARE OVERVIEW. Angelo Leto Abdus Salam I.C.T.P. aleto@ictp.trieste.it 08/10/2004 EGRID MIDDLEWARE OVERVIEW Angelo Leto Abdus Salam I.C.T.P. aleto@ictp.trieste.it 08/10/2004 Introduzione al concetto di GRID Sulla base dell implementazione GLOBUS-EDG-EGRID What is the GRID? What is the

Dettagli

Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui. Grid File Systems. Requisiti, Funzionalità e Architettura. Grid File System: Requisiti

Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui. Grid File Systems. Requisiti, Funzionalità e Architettura. Grid File System: Requisiti Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Grid File Systems Requisiti, Funzionalità e Architettura Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 Grid File System: Requisiti Name Space Gerarchico Logico

Dettagli

Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui. Grid File Systems. Requisiti, Funzionalità e Architettura. Griglie e Sistemi Ubiqui - D.

Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui. Grid File Systems. Requisiti, Funzionalità e Architettura. Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Grid File Systems Requisiti, Funzionalità e Architettura Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 Grid File System: Requisiti Name Space Gerarchico Logico

Dettagli

Workload Management Service (1/2)

Workload Management Service (1/2) Introduzione alle griglie computazionali Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea in Informatica III Anno LEZIONE N. 9 WMS (Workload Management Service) (Job Description Language) Matchmaking

Dettagli

Grid Data Management Services. Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui

Grid Data Management Services. Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Grid Data Management Services D. Talia - UNICAL Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Sommario Grid Data Management in Globus Toolkit GridFTP RFT RLS OGSA-DAI GridFTP GT4 Data Services High-performance

Dettagli

Grid Data Management Services

Grid Data Management Services Grid Management Services D. Talia - UNICAL Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Sommario Grid Management in Globus Toolkit GridFTP (Trasferimento Dati) RFT (Trasferimento Dati Affidabile) RLS (Gestione

Dettagli

Grid Data Management Services

Grid Data Management Services Grid Management Services D. Talia - UNICAL Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Sommario Grid Management GridFTP RFT RLS OGSA-DAI 1 GT4 Services GridFTP High-performance transfer protocol The Reliable

Dettagli

Sistemi Distribuiti. Libri di Testo

Sistemi Distribuiti. Libri di Testo Sistemi Distribuiti Rocco Aversa Tel. 0815010268 rocco.aversa@unina2.it it Ricevimento: Martedì 14:16 Giovedì 14:16 1 Libri di Testo Testo Principale A.S. Tanenbaum, M. van Steen, Distributed Systems (2

Dettagli

Griglie computazionali LEZIONE N. 14. Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno

Griglie computazionali LEZIONE N. 14. Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno Griglie computazionali Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno LEZIONE N. 14 OGSA, OGSI e WSRF Gli Standard OGF Griglie computazionali - a.a. 2009-10

Dettagli

Programmabilità di rete con l'infrastruttura Cisco basata sulle applicazioni

Programmabilità di rete con l'infrastruttura Cisco basata sulle applicazioni White paper Programmabilità di rete con l'infrastruttura Cisco basata sulle applicazioni Panoramica Questo documento analizza il supporto alla programmabilità nell'infrastruttura ACI (Application Centric

Dettagli

Web Services e Grid Services. OGSA e WSRF

Web Services e Grid Services. OGSA e WSRF Web Services e Grid Services OGSA e WSRF Sommario SOA Grid: Evoluzione OGSA - Open Grid Services Architecture WSRF Web Services Resource Framework Web services Servizi stateless Gestione dello stato Grid

Dettagli

Web Services e Grid Services. OGSA e WSRF. Sommario. Page 1

Web Services e Grid Services. OGSA e WSRF. Sommario. Page 1 Sommario Web Services e Grid Services OGSA e WSRF SOA Grid: Evoluzione OGSA - Open Grid Services Architecture WSRF Web Services Resource Framework Web services Servizi stateless Gestione dello stato Grid

Dettagli

Il middleware INFNGRID Certification Authority Virtual Organization Servizi core Servizi collective Servizi di supporto al deployment e per la

Il middleware INFNGRID Certification Authority Virtual Organization Servizi core Servizi collective Servizi di supporto al deployment e per la Architettura del middleware INFNGRID e piano di deployment sull'infrastruttura SCoPE Gennaro Tortone INFN Napoli 21 febbraio 2007 Indice Il middleware INFNGRID Certification Authority Virtual Organization

Dettagli

Introduzione all ambiente di sviluppo

Introduzione all ambiente di sviluppo Laboratorio II Raffaella Brighi, a.a. 2005/06 Corso di Laboratorio II. A.A. 2006-07 CdL Operatore Informatico Giuridico. Introduzione all ambiente di sviluppo Raffaella Brighi, a.a. 2005/06 Corso di Laboratorio

Dettagli

Griglie computazionali LEZIONE N. 10. Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno

Griglie computazionali LEZIONE N. 10. Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno Griglie computazionali Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno LEZIONE N. 10 Tecnologie di Storage; DAS, NAS, SAN Esempio di SRM: StoRM 1 Introduzione

Dettagli

RETI PEER-TO-PEER. Reti di Calcolatori. Applicazioni di Rete avanzate: Reti di Calcolatori. Sistemi Peer to Peer Griglie Computazionali

RETI PEER-TO-PEER. Reti di Calcolatori. Applicazioni di Rete avanzate: Reti di Calcolatori. Sistemi Peer to Peer Griglie Computazionali Reti di Calcolatori Applicazioni di Rete avanzate: Sistemi Peer to Peer Griglie Computazionali Corso di Reti di Calcolatori Carlo Mastroianni Reti di Calcolatori RETI PEER-TO-PEER Sistemi P2P In una rete

Dettagli

Autenticazione con LDAP

Autenticazione con LDAP Autenticazione con LDAP Uso del protocollo LDAP per l autenticazione in rete ing. Walter Vendraminetto - vendra@sci.univr.it 07.06.2006 Directory Il concetto di Directory è essenzialmente quello di catalogo

Dettagli

Introduzione ai Web Services Alberto Polzonetti

Introduzione ai Web Services Alberto Polzonetti PROGRAMMAZIONE di RETE A.A. 2003-2004 Corso di laurea in INFORMATICA Introduzione ai Web Services alberto.polzonetti@unicam.it Introduzione al problema della comunicazione fra applicazioni 2 1 Il Problema

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno

Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno Griglie computazionali Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno LEZIONE N. 16 Resource Management Systems: PBS, MAUI Il Computing Element Griglie computazionali

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA La Dialuma propone a catalogo 22 corsi di Informatica che spaziano tra vari argomenti e livelli. TITOLI E ARGOMENTI I001 - Informatica generale Concetti generali

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA La Dialuma propone a catalogo 28 corsi di Informatica che spaziano tra vari argomenti e livelli. TITOLI E ARGOMENTI I001 - Informatica generale Concetti generali

Dettagli

CdL MAGISTRALE in INFORMATICA

CdL MAGISTRALE in INFORMATICA 05/11/14 CdL MAGISTRALE in INFORMATICA A.A. 2014-2015 corso di SISTEMI DISTRIBUITI 7. I processi : il naming Prof. S.Pizzutilo Il naming dei processi Nome = stringa di bit o di caratteri utilizzata per

Dettagli

SISTEMI OPERATIVI DISTRIBUITI

SISTEMI OPERATIVI DISTRIBUITI SISTEMI OPERATIVI DISTRIBUITI E FILE SYSTEM DISTRIBUITI 12.1 Sistemi Distribuiti Sistemi operativi di rete Sistemi operativi distribuiti Robustezza File system distribuiti Naming e Trasparenza Caching

Dettagli

Work Package Grid Workload Management

Work Package Grid Workload Management Work Package Grid Workload Management Last modified: 22.05.01 Nell ambito del progetto DataGrid, le attivita` del work package 1 (Grid Workload Management), di cui l INFN e` responsabile, si stanno concentrando

Dettagli

WS-Agreement. Sommario. Il Problema del Resource Management. Obiettivi del proprietario vs. obiettivi delle applicazioni

WS-Agreement. Sommario. Il Problema del Resource Management. Obiettivi del proprietario vs. obiettivi delle applicazioni Gid Grid Scheduling Shdli e WS-Agreement D. Talia - UNICAL Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Sommario Il Problema del esource Management Applicazioni i i in più domini i Obiettivi del proprietario

Dettagli

L evoluzione dei sistemi di telecontrollo: metodologie, approcci e soluzioni

L evoluzione dei sistemi di telecontrollo: metodologie, approcci e soluzioni AUTORI Maurizio Bigoloni Franco Corti Maria Antonietta Di Jonno Damiano Manocchia L evoluzione dei sistemi di telecontrollo: metodologie, approcci e soluzioni Introduzione OBIETTIVO: ANALISI DEGLI SCENARI

Dettagli

Naming nei Sistemi Distribuiti

Naming nei Sistemi Distribuiti Naming nei Sistemi Distribuiti Naming (1) La risoluzione dei nomi permette ad un processo di accedere ad una entità in un sistema distribuito. Un sistema di naming è necessario per avere un modello comune

Dettagli

Naming nei Sistemi Distribuiti

Naming nei Sistemi Distribuiti Naming nei Sistemi Distribuiti Naming (1) La risoluzione dei nomi permette ad un processo di accedere ad una entità in un sistema distribuito. Un sistema di naming è necessario per avere un modello comune

Dettagli

Librerie digitali. Introduzione. Cos è una libreria digitale?

Librerie digitali. Introduzione. Cos è una libreria digitale? Librerie digitali Introduzione Cos è una libreria digitale? William Arms "An informal definition of a digital library is a managed collection of information, with associated services, where the information

Dettagli

Grid Scheduling e WS-Agreement

Grid Scheduling e WS-Agreement Grid Scheduling e WS-Agreement D. Talia - UNICAL Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Sommario Il Problema del esource Management Applicazioni in più domini Obiettivi del proprietario vs. obiettivi

Dettagli

SOA e Web Service SISTEMI INFORMATIVI MODULO II. Corso di Sistemi Informativi Modulo II A. A. 2013-2014

SOA e Web Service SISTEMI INFORMATIVI MODULO II. Corso di Sistemi Informativi Modulo II A. A. 2013-2014 Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale Corso di Sistemi Informativi Modulo II A. A. 2013-2014 SISTEMI INFORMATIVI MODULO II SOA e Web Service Figure tratte dal testo di riferimento, Copyright

Dettagli

Infrastruttura di produzione INFN-GRID

Infrastruttura di produzione INFN-GRID Infrastruttura di produzione INFN-GRID Introduzione Infrastruttura condivisa Multi-VO Modello Organizzativo Conclusioni 1 Introduzione Dopo circa tre anni dall inizio dei progetti GRID, lo stato del middleware

Dettagli

Indice. 1 Introduzione 7 1.1 Introduzione... 7 1.2 Cos è un impianto informatico enterprise... 8

Indice. 1 Introduzione 7 1.1 Introduzione... 7 1.2 Cos è un impianto informatico enterprise... 8 Indice 1 Introduzione 7 1.1 Introduzione............................. 7 1.2 Cos è un impianto informatico enterprise............. 8 2 Affidabilità 11 2.1 Introduzione............................. 12 2.1.1

Dettagli

Service Level Agreement Management Framework

Service Level Agreement Management Framework Facoltà di Ingegneria Università degli studi di Catania Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Workshop su QoS e SLA Service Level Agreement Management Framework Giovanni Morana

Dettagli

ENEA GRID. Corso di introduzione all'uso ed all'amministrazione. Autore: Alessandro Secco alessandro.secco@nice-italy.com

ENEA GRID. Corso di introduzione all'uso ed all'amministrazione. Autore: Alessandro Secco alessandro.secco@nice-italy.com ENEA GRID Corso di introduzione all'uso ed all'amministrazione Autore: Alessandro Secco alessandro.secco@nice-italy.com 1 Lezione 3 Riepilogo lezione 2 AFS: terminologia e repliche LSF Admin: concetti

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Ambienti di calcolo a griglia Parte 2. Risorse (e loro gestione) Job di griglia e applicazioni di griglia Riservare le risorse ai job

Ambienti di calcolo a griglia Parte 2. Risorse (e loro gestione) Job di griglia e applicazioni di griglia Riservare le risorse ai job Ambienti di calcolo a griglia Parte 2 Risorse (e loro gestione) Job di griglia e applicazioni di griglia Riservare le risorse ai job Docente: Marcello CASTELLANO La vera rivoluzione non è più la capacità

Dettagli

Universal Resource Identifier (URI) Autore slide: Fabio Vitali

Universal Resource Identifier (URI) Autore slide: Fabio Vitali Universal Resource Identifier (URI) Autore slide: Fabio Vitali 1 Introduzione Esaminiamo: Gli Universal Resource Identifier (URI) 2 URI Gli URI (Universal Resource Identifier) sono una sintassi usata in

Dettagli

Il clustering. Sistemi Distribuiti 2002/2003

Il clustering. Sistemi Distribuiti 2002/2003 Il clustering Sistemi Distribuiti 2002/2003 Introduzione In termini generali, un cluster è un gruppo di sistemi indipendenti che funzionano come un sistema unico Un client interagisce con un cluster come

Dettagli

The Zachman Framework for Enterprise Architecture

The Zachman Framework for Enterprise Architecture The Zachman Framework for Enterprise Architecture Introduzione Una delle sfide più importanti che un impresa moderna deve affrontare è quella del cambiamento. Considerando la necessità di cambiamento dal

Dettagli

SEMINARIO DI SISTEMI DISTRIBUITI 2002/2003 IL CLUSTERING

SEMINARIO DI SISTEMI DISTRIBUITI 2002/2003 IL CLUSTERING SEMINARIO DI SISTEMI DISTRIBUITI 2002/2003 IL CLUSTERING INDICE INDICE...2 Introduzione...3 Un esempio...3 Architetture tradizionali...4 Architettura cluster...4 Caratteristiche generali del Cluster Service

Dettagli

SCD. Sistemi distribuiti: gestione dei nomi. Denominazione di entità 1. Denominazione di entità 2. Esempio

SCD. Sistemi distribuiti: gestione dei nomi. Denominazione di entità 1. Denominazione di entità 2. Esempio Denominazione di entità 1 Gestione dei nomi Anno accademico 2012/13 Sistemi Concorrenti e Distribuiti SCD Le entità di un sistema distribuito devono avere denotazioni che le rendano note Per riferimento,

Dettagli

Sicurezza e Gestione delle Reti (di telecomunicazioni)

Sicurezza e Gestione delle Reti (di telecomunicazioni) Sicurezza e Gestione delle Reti (di telecomunicazioni) Tommaso Pecorella tommaso.pecorella@unifi.it Corso di Studi in Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Corso di Studi in Ingegneria Informatica

Dettagli

LEZIONE 9 - Linguaggi di Modellazione & UML

LEZIONE 9 - Linguaggi di Modellazione & UML Laboratorio di Ingegneria del Software a.a. 2013-2014 LEZIONE 9 - Linguaggi di Modellazione & UML Catia Trubiani Gran Sasso Science Institute (GSSI), L Aquila catia.trubiani@gssi.infn.it Cosa sono? 2 1

Dettagli

Alessandro Huber Chief Technology Officer, Microsoft Italia Claudia Angelelli Service Line Manager, Microsoft Italia

Alessandro Huber Chief Technology Officer, Microsoft Italia Claudia Angelelli Service Line Manager, Microsoft Italia Alessandro Huber Chief Technology Officer, Microsoft Italia Claudia Angelelli Service Line Manager, Microsoft Italia Contenimento dei costi di gestione Acquisizioni/ merge Rafforzare la relazione con

Dettagli

tecnologie di cloud computing per il calcolo scientifico Presentazione stage per studenti triennali Università di Torino Mar 6, 2013

tecnologie di cloud computing per il calcolo scientifico Presentazione stage per studenti triennali Università di Torino Mar 6, 2013 tecnologie di cloud computing per il calcolo scientifico Università di Torino Mar 6, 2013 il centro di calcolo INFN Università di Torino Mar 6, 2013-2/417 Cosa facciamo a torino Ricerca tecnologica Core

Dettagli

Corso: C/Side Solution Development in Microsoft Dynamics NAV 2013 Codice PCSNET: MDYN-48 Cod. Vendor: 80437 Durata: 5

Corso: C/Side Solution Development in Microsoft Dynamics NAV 2013 Codice PCSNET: MDYN-48 Cod. Vendor: 80437 Durata: 5 Corso: C/Side Solution Development in Microsoft Dynamics NAV 2013 Codice PCSNET: MDYN-48 Cod. Vendor: 80437 Durata: 5 Obiettivi Spiegare i diversi tipi di tabelle e le loro caratteristiche. Presentare

Dettagli

Reti e Domini Windows 2000. Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003

Reti e Domini Windows 2000. Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003 Reti e Domini Windows 2000 Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003 Materiale preparato utilizzando dove possibile materiale AIPA http://www.aipa.it/attivita[2/formazione[6/corsi[2/materiali/reti%20di%20calcolatori/welcome.htm

Dettagli

STATO IMPLEMENTAZIONE ONVIF SU TELECAMERE MUNDUS SECURUS

STATO IMPLEMENTAZIONE ONVIF SU TELECAMERE MUNDUS SECURUS IMPLEMENTAZIONE ONVIF SU TELECAMERE MUNDUS SECURUS 1. Ambiente di sviluppo Sono stati analizzati diversi linguaggi e framework differenti utilizzabili per implementare i WebServices ONVIF. Il risultato

Dettagli

Architetture software

Architetture software Sistemi Distribuiti Architetture software 1 Sistemi distribuiti: Architetture software Il software di gestione di un sistema distribuito ha funzionalità analoghe ad un sistema operativo Gestione delle

Dettagli

A A Design Tool to Develop Agent-Based Workflow Management Systems

A A Design Tool to Develop Agent-Based Workflow Management Systems Università degli Studi di Genova Facoltà di Ingegneria DIST - Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica A A Design Tool to Develop Agent-Based Workflow Management Systems Marco Repetto, Massimo

Dettagli

La Roadmap dello sviluppo per System i5: dalle Applicazioni Legacy alla SOA

La Roadmap dello sviluppo per System i5: dalle Applicazioni Legacy alla SOA IBM System i5 La Roadmap dello sviluppo per System i5: dalle Applicazioni Legacy alla SOA Massimo Marasco System i Technical Sales Support massimo_marasco@it.ibm.com Oriented Architecture (SOA) Servizio

Dettagli

An Open Grid Service Architecture OGSA

An Open Grid Service Architecture OGSA An Open Grid Service Architecture OGSA Corso di laboratorio specialistico 2 Antonella Galizia Percorso Ripasso La tecnologia dei Web Service (molto!) in breve OGSA e l architettura Grid Grid Services Antonella

Dettagli

The Globus Toolkit. Corso laboratorio specialistico 2. Antonella Galizia

The Globus Toolkit. Corso laboratorio specialistico 2. Antonella Galizia The Globus Toolkit Corso laboratorio specialistico 2 Antonella Galizia Outline Introduzione Globus Toolkit 2 Globus Toolkit 3 Diamo per scontate i concetti noti Antonella Galizia Lezione 5 2 La storia

Dettagli

Act: : un caso di gestione della conoscenza di processo. Tiziano Bertagna Responsabile SOX Office, RAS Group

Act: : un caso di gestione della conoscenza di processo. Tiziano Bertagna Responsabile SOX Office, RAS Group La conformità Sarbanes-Oxley Act: : un caso di gestione della conoscenza di processo Tiziano Bertagna Responsabile SOX Office, RAS Group Ras e il Sarbanes Oxley Act Il Gruppo Ras fa parte del Gruppo Allianz,

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

ICT: nuove tecnologie

ICT: nuove tecnologie ICT: nuove tecnologie Internet of things Oggetti intelligenti in grado di ricevere dati da altri oggetti e comunicare i propri Hanno un ruolo attivo grazie al collegamento alla Rete Campi di applicabilità:

Dettagli

Condor-G: Un Agente per la Gestione dell Elaborazione in Multi-Institutional Grids

Condor-G: Un Agente per la Gestione dell Elaborazione in Multi-Institutional Grids Condor-G: Un Agente per la Gestione dell Elaborazione in Multi-Institutional Grids James Frey, Todd Tannenbaum, Miron Livny, Ian Foster, Steven Tuecke Condor-G Sfrutta: Security, comunicazioni, resource

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria I nomi in un SD sono usati per: condividere risorse, servizi o applicazioni identificare univocamente entità far riferimento alla posizione

Dettagli

!"#$%&&'()#*%+%+!"#$"',,'()#*%+ -")%*&'&'+'$.)+-$$%&&) !"#$%&&'(%)'*+%",#-%"#.'%&'#/0)-+#12"+3,)4+56#7+#.')8'9

!#$%&&'()#*%+%+!#$',,'()#*%+ -)%*&'&'+'$.)+-$$%&&) !#$%&&'(%)'*+%,#-%#.'%&'#/0)-+#12+3,)4+56#7+#.')8'9 !"#$%&&'()#*%+%+!"#$"',,'()#*%+ -")%*&'&'+'$.)+-$$%&&)!"#$%&&'(%)'*+%",#-%"#.'%&'#/0)-+#12"+3,)4+56#7+#.')8'9 Slide 1 Paradigmi di Programmazione! Un linguaggio supporta uno stile di programmazione se

Dettagli

Running batch jobs on supercomputers

Running batch jobs on supercomputers Running batch jobs on supercomputers Catello Di Martino Catello.dimartino@unina.it University of Naples Federico II, Dipartimento di Informatica e Sistemistica DIS Materiale a cura di Giulio Merolla (gmerolla@yahoo.it)

Dettagli

OneGeology-Europe: architettura, geoportale e servizi web per rendere accessibile la Carta Geologica d Europa

OneGeology-Europe: architettura, geoportale e servizi web per rendere accessibile la Carta Geologica d Europa OneGeology-Europe: architettura, geoportale e servizi web per rendere accessibile la Carta Geologica d Europa Carlo Cipolloni (*), Agnes Tellez-Arenas (**), Jean-Jeacques Serrano (**), Robert Tomas (***)

Dettagli

Problema del naming. Modello di Naming

Problema del naming. Modello di Naming Sistemi Distribuiti Problema del naming 1 Modello di Naming Conoscenza reciproca delle entità / servizi In una relazione cliente/servitore il cliente deve avere un riferimento al servitore Problema della

Dettagli

Progetto di Applicazioni Software

Progetto di Applicazioni Software Progetto di Applicazioni Software Antonella Poggi Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti SAPIENZA Università di Roma Anno Accademico 2008/2009 Questi lucidi sono stati prodotti sulla

Dettagli

DGAS Accounting economico e bilanciamento del carico di lavoro per la European DataGrid

DGAS Accounting economico e bilanciamento del carico di lavoro per la European DataGrid DGAS Accounting economico e bilanciamento del carico di lavoro per la European DataGrid Rosario M. Piro Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) Sezione di Torino 10 dicembre 2003 Il sistema di gestione

Dettagli

Concetto di File! Metodi di Accesso! Struttura delle Directory! Montaggio di File-System! Condivisione di File! Protezione!

Concetto di File! Metodi di Accesso! Struttura delle Directory! Montaggio di File-System! Condivisione di File! Protezione! Concetto di File! Metodi di Accesso! Struttura delle Directory! Montaggio di File-System! Condivisione di File! Protezione! 10.2! Silberschatz, Galvin and Gagne 2005! Spazio di indirizzamento logico contiguo!

Dettagli

Enterprise @pplication Integration Software S.r.l.

Enterprise @pplication Integration Software S.r.l. SAP rel.1.0 : SAP State: Final Date: 03-27-200 Enterprise @pplication Integration Software S.r.l. Sede legale: Via Cola di Rienzo 212-00192 Rome - Italy Tel. +39.06.6864226 Sede operativa: viale Regina

Dettagli

Sommario. Esempio di Modellazione mediante DASM: Grid OGSA. Grid secondo OGSA. Definizione Grid per OGSA. Stati di un Job e Requisiti DASM

Sommario. Esempio di Modellazione mediante DASM: Grid OGSA. Grid secondo OGSA. Definizione Grid per OGSA. Stati di un Job e Requisiti DASM Sommario Esempio di Modellazione mediante DASM: Grid Definizione Grid per OGSA Funzionalità JEMS Stati di un Job e Requisiti DASM DASM per Grid 1 DASM per Grid 2 OGSA Grid secondo OGSA OGSA = Open Grid

Dettagli

Corso ufficiale Installing, Configuring and Manage VMWare 6

Corso ufficiale Installing, Configuring and Manage VMWare 6 Percorso di Certificazione VMWare (VCP 6) ITCore Group in esclusiva, ha ideato un percorso formativo rivolto a coloro che desiderano ottenere la certificazione VMware Certified Professional 6-Data Center

Dettagli

MS WINDOWS SERVER 2008 - CONFIGURING AND TROUBLESHOOTING A NETWORK INFRASTRUCTURE

MS WINDOWS SERVER 2008 - CONFIGURING AND TROUBLESHOOTING A NETWORK INFRASTRUCTURE MS WINDOWS SERVER 2008 - CONFIGURING AND TROUBLESHOOTING A NETWORK INFRASTRUCTURE UN BUON MOTIVO PER [cod. E106] Il corso fornisce tutte le conoscenze e gli skill necessari per configurare e risolvere

Dettagli

Decomponibilità dei sistemi software

Decomponibilità dei sistemi software Decomponibilità dei sistemi software 1 Componenti di un Sistema Software Un sistema software può essere visto come composto da tre principali tipi di i Componenti dell Interfaccia utente ( s) - costituiti

Dettagli

Telematica II 7. Introduzione ai protocolli applicativi

Telematica II 7. Introduzione ai protocolli applicativi Indice Standard ISO/OSI e TCP/IP Telematica II 7. Introduzione ai protocolli applicativi Modello Client / Server I Socket Il World Wide Web Protocollo HTTP Corso di Laurea in Ingegneria Informatica A.A.

Dettagli

Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali

Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali Università degli studi dell Aquila Sistemi informativi aziendali 6 C.F.U. 9 C.F.U. Ing. Gaetanino Paolone (gaetanino.paolone@univaq.it) Prof. Dr. Luciano Fratocchi (luciano.fratocchi@univaq.it) Contenuti

Dettagli

A.S. 2014/2015- Programma svolto di INFORMATICA ITCG E. Fermi Tivoli classe V C SIA. Programma svolto di. Informatica. classe VC S.I.A a.s.

A.S. 2014/2015- Programma svolto di INFORMATICA ITCG E. Fermi Tivoli classe V C SIA. Programma svolto di. Informatica. classe VC S.I.A a.s. Programma svolto di Informatica classe VC S.I.A a.s. 2014/2015 MODULO 1 I SISTEMI OPERATIVI U.D. 1 Organizzazione dei Sistemi Operativi U.D. 2 Struttura e funzionamento di un Sistema Operativo U.D. 3 Tipi

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica.

Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica. Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Sistemi Distribuiti Prof. Stefano Russo Caratterizzazionedei SistemiDistribuiti

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Wireless Grids e Pervasive Grids. Pervasive Grids

Wireless Grids e Pervasive Grids. Pervasive Grids Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Wireless Grids e Pervasive Grids Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 Wireless Grids e Pervasive Grids Wireless Grids Caratteristiche Sistemi Applicazioni

Dettagli

SAP PLM - DMS. SAP Document Management System integrazione con Content Server

SAP PLM - DMS. SAP Document Management System integrazione con Content Server SAP PLM - DMS SAP Document Management System integrazione con Content Server Apex assists companies increase business value by leveraging existing investments in SAP solutions SAP DMS Agenda Overview soluzione

Dettagli

Griglie computazionali LEZIONE N. 14. Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno

Griglie computazionali LEZIONE N. 14. Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno Griglie computazionali Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno LEZIONE N. 14 Web Services SOAP WSDL UDDI CE-CREAM SRM Griglie computazionali - a.a.

Dettagli

Sistema Operativo e Applicativi

Sistema Operativo e Applicativi Sistema Operativo e Applicativi Modulo di Informatica Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Modulo di Informatica () Software A.A. 2012-2013 1 / 36 Software Conosciamo due classi di software: Programmi

Dettagli

Prevedere il comportamento delle applicazioni Web in produzione

Prevedere il comportamento delle applicazioni Web in produzione Università degli studi Roma Tre Sabato 24 Gennaio 2009 Simone Federici s.federici@k-tech.it K-Tech Prevedere il comportamento delle applicazioni Web in produzione Serafina Rocca SPE Engineer s.rocca@k-tech.it

Dettagli

LDAP: introduzione teorica

LDAP: introduzione teorica CNR Biblioteca di Area 19 Dicembre 2006 Cos è LDAP Introduzione a LDAP Cos è LDAP Cosa non è LDAP Applicazioni comuni Breve storia Protocollo per accedere a informazioni condivise in rete Accesso client-server

Dettagli

Grid Scheduling Con Service-Level Agreement

Grid Scheduling Con Service-Level Agreement Grid Scheduling Con Service-Level Agreement Karl Czajkowski The Globus Project http://www.globus.org/ Sommario Introduzione ai Grid Environment Il Problema del esource Management Applicazioni in più domini

Dettagli

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia Orazio Battaglia Il protocollo Kerberos è stato sviluppato dal MIT (Massachusetts Institute of Tecnology) Iniziato a sviluppare negli anni 80 è stato rilasciato come Open Source nel 1987 ed è diventato

Dettagli

NC dei DB Geotopografici sottotitolo per INSPIRE

NC dei DB Geotopografici sottotitolo per INSPIRE La trasformazione Titolo presentazione semantica dei dati del NC dei DB Geotopografici sottotitolo per INSPIRE Milano, XX mese 20XX IDMT Semantic Transformer: uno strumento per creare servizi INSPIRE basati

Dettagli

L'impatto della flessibilità sull'infrastruttura tecnologica. Luca Amato IT Architect, Global Technology Services, IBM Italia

L'impatto della flessibilità sull'infrastruttura tecnologica. Luca Amato IT Architect, Global Technology Services, IBM Italia L'impatto della flessibilità sull'infrastruttura tecnologica Luca Amato IT Architect, Global Technology Services, IBM Italia La mia infrastruttura... Supporterà la SOA? Sarà ottimizzata dalla SOA? Che

Dettagli

OFFERTE EURES NELL INFORMATICA

OFFERTE EURES NELL INFORMATICA OFFERTE EURES NELL INFORMATICA DIT_saj_Wb ANALISTA FUNZIONALE JUNIOR Il candidato ideale, che avrà maturato almeno un anno di esperienza, sarà inserito all interno di un progetto ambizioso, dinamico e

Dettagli

Agenda. IT Governance e SOA. Strumenti di supporto alla governance. Vittoria Caranna vcaranna@imolinfo.it Marco Cimatti mcimatti@imolinfo.

Agenda. IT Governance e SOA. Strumenti di supporto alla governance. Vittoria Caranna vcaranna@imolinfo.it Marco Cimatti mcimatti@imolinfo. SOA Governance Vittoria Caranna vcaranna@imolinfo.it Marco Cimatti mcimatti@imolinfo.it Agenda IT Governance e SOA Strumenti di supporto alla governance 2 Importanza della Governance Service Oriented Architecture

Dettagli

Introduzione alle griglie computazionali

Introduzione alle griglie computazionali Introduzione alle griglie computazionali Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea in Informatica III Anno LEZIONE N. 7 Grid Data Management Replica Location Service Replica Metadata

Dettagli

Realizzazione di un cluster Condor su macchine virtuali

Realizzazione di un cluster Condor su macchine virtuali Realizzazione di un cluster Condor su macchine virtuali Davide Petturiti Sistemi Operativi Avanzati Prof. Osvaldo Gervasi A.A. 2007/2008 Corso di Laurea Specialistica in Informatica Facoltà di Scienze

Dettagli

Architettura Open Data

Architettura Open Data Smart Cities and Communities and Social Innovation Bando MIUR D.D. 391/Ric. del 5 luglio 2012 Open City Platform Architettura Open Data OCP e Open Data architecture OCP e Open Service OCP intende favorire

Dettagli

INTRODUZIONE. Motivazioni e Obbiettivi

INTRODUZIONE. Motivazioni e Obbiettivi INTRODUZIONE Motivazioni dei sistemi distribuiti Caratteristiche generali Alcuni richiami sui database centralizzati Standardizzazione dei dati (ANSI/SPARC) Funzioni dei DBMS relazionali Problematiche

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli