AEM TORINO il sistema di teleriscaldamento di Torino e sue estensioni. ing. Marco Codognola Direttore business development e grandi progetti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AEM TORINO il sistema di teleriscaldamento di Torino e sue estensioni. ing. Marco Codognola Direttore business development e grandi progetti"

Transcript

1 AEM TORINO il sistema di teleriscaldamento di Torino e sue estensioni ing. Marco Codognola Direttore business development e grandi progetti

2 Impianti AEM Torino VALLE ORCO 273 MW TORINO AREA 12 MW VAL di SUSA 30 MW TORINO AREA 186 MW Mese 377 MW Chivasso 375 MW Turbigo 1,653 MW Udine 293 MW Sermide 1,208 MW Piacenza 620 MW Brindisi Nord 1,180 MW PIEMONTE REGION Tusciano 96 MW Thermal Plants AEM Torino Hydro Bundle Edipower S. Filippo del Mela 1,206 MW 11 IMPIANTI IDROELETTRICI 3 IMPIANTI TERMOELETTRICI 1 IMPIANTO FOTOVOLTAICO 500 MW CAPACITA INSTALLATA ATTRAVERSO EDIPOWER 500 MW CAPACITA INSTALLATA

3 Energia elettrica Grazie all acquisizione della rete ex Enel la quantità di energia venduta ai clienti vincolati è quasi raddoppiata Vendita a clienti vincolati (GWh) Inoltre l integrazione tra le reti AEM e ex Enel ha dato vita ad importanti sinergie e vantaggi operativi Energia distribuita ai clienti idonei (GWh)

4 Servizi AEM Torino ha più che raddoppiato il fatturato relativo al settore servizi nel corso degli ultimi 4 anni 41 Fatturato servizi Il cliente principale è rappresentato dal Comune di Torino che ha incaricato AEM della gestione di diversi servizi come l illuminazione pubblica, i semafori, la gestione dei propri impianti termici e elettrici Global Service e altro 16% Breakdown fatturato servizi 2002 Iluminazion e pubblica 18% Impianti elettrici 32% Semafori 4% Impianti termici 30%

5 Trading AEM Torino è attualmente la sesta società per energia venduta sul mercato libero SIET, società controllata di AEM Torino, prevede per l esercizio 2003 di vendere circa 2,3 miliardi di KWh a 500 clienti, triplicando in tal modo il proprio volume d affari rispetto all anno precedente SIET nel settore gas prevede di intermediare circa 300 mln mc nel 2003 Con l operatività del tolling agreement tra i soci di Edipower SIET avrà possibilità di acquistare energia elettrica da Edipower e contemporaneamente di occuparsi della fornitura del gas

6 Calore AEM Torino con ASM Brescia è leader in Italia nel settore del teleriscaldamento AEM Torino possiede la rete di teleriscaldamento in doppia tubazione più estesa sul territorio nazionale (Torino Sud 228 km) Nel 2002 circa l 81% del calore è stato prodotto in cogenerazione La volumetria complessivamente servita è pari a circa 29 mln mc Produzione calore (GWht) Vendita calore (M )

7 Strategie di sviluppo Sviluppo della rete teleriscaldamento in Torino Sviluppo della generazione di energia elettrica attraverso il completamento degli impianti in costruzione e il ripotenziamento di alcuni impianti esistenti Rinnovo e ottimizzazione della rete di distribuzione per raggiungere elevati gradi di efficienza e qualità Sviluppo del trading e della vendita sul mercato libero

8 Sviluppo del TLR: dalle origini ad oggi Inizio teleriscaldamento in Torino: nel 1982 AEM realizza l impianto Le Vallette per l alimentazione del quartiere Nel 1988 AEM realizza l impianto per l alimentazione del quartiere Mirafiori Nord, dal 1999 la centrale è stata interconnessa all impianto di Torino Sud Oggi la rete nel suo complesso è composta da 253 km di doppia tubazione e alimenta un utenza di 28,6 milioni di metri cubi Il Comune di Torino ha espresso da tempo la sua volontà di: favorire l estensione del teleriscaldamento nel territorio cittadino unificare le reti distribuzione gas e TLR, al fine di sviluppare le sinergie esistenti tra tali servizi AES Torino Spa 51% da AEM 49% da Italgas

9 Sviluppo del TLR: dalle origini ad oggi L originario piano di sviluppo di AEM prevedeva lo sviluppo del teleriscaldamento lungo tre direttrici: il completamento di Torino Sud (circa 2 milioni mc); l estensione in Torino Centro (9 milioni mc); l estensione lungo Spina 3 (5 milioni mc). Lo sviluppo delle volumetrie servite prevedeva alcune importanti scelte impiantistiche: l integrazione delle reti di Torino Sud e di Mirafiori Nord e la realizzazione di magliature nella rete esistente, a fini affidabilistici. il ripotenziamento della centrale di Moncalieri, la costruzione di una centrale di riserva ed integrazione al Politecnico, la riconfigurazione di Mirafiori Nord, con la dismissione dei motori e la realizzazione di una nuova stazione di pompaggio.

10 Sviluppo del TLR VOLUMETRIA SERVITA DA TELERISCADAMENTO Situazione attuale Rete Torino Sud (compreso Mirafiori Nord): 26 milioni di m³ Vallette: 3 milioni di m³ Totale Attuale 29 milioni di m³ La realizzazione della centrale Politecnico e dell ampliamento della rete di teleriscaldamento consentirà l allacciamento di nuove utenze come di seguito indicato: Rete Torino Sud (completamento): 2 milioni di m³ Zona Centro : 9 milioni di m³ Totale Sviluppo 11 milioni di m³ Totale Attuale + Sviluppo circa 39 milioni di m³ Grazie ai progetti di sviluppo previsti AEM diventerà leader nel settore del teleriscaldamento in Italia

11 Sviluppo del TLR INTERVENTI PREVISTI DAL PROGETTO la realizzazione di una centrale termica, alimentata esclusivamente a gas naturale, costituita da 4 generatori per la produzione di vapore di cui 3 per il funzionamento normale ed 1 di emergenza, ciascuno della potenza termica di 85 MW per un totale di MW; la centrale risulta localizzata in Corso Ferrucci angolo Corso Peschiera; l ampliamento delle rete di teleriscaldamento oggi in esercizio con la posa di circa 105 km di doppia tubazione, a servizio nuova utenza per una volumetria di ulteriori m3 circa localizzati in area ricadente nelle Circoscrizioni n.1 e 3. L ampliamento si articola in dorsali principali (rete di trasporto, di estensione pari a 15 km) e collettori secondari (rete di distribuzione calore, di estensione pari a 90 km).

12 Sviluppo TLR Parallelamente al progetto fin qui presentato, AEM sta studiando forme alternative di sviluppo del teleriscaldamento: mediante la realizzazione di piccoli impianti di cogenerazione, preposti all alimentazione di limitate aree urbane e la posa di reti locali di distribuzione del calore (in media metri cubi) mediante possibili collaborazioni con realtà metropolitane attive nel settore

13 Sviluppo TLR Lo sviluppo di modesti nuclei teleriscaldati presenta diversi vantaggi: rapidità di realizzazione delle opere contenuti investimenti forma strategica di servizio al territorio in vista di una loro successiva integrazione con il sistema di teleriscaldamento cittadino. Obiettivi AEM: mantenimento leadership essere un punto di riferimento nel settore del teleriscaldamento collaborazioni con le realtà metropolitane interessate allo sviluppo di tale settore, per sviluppare sinergie, tenuto conto dei vincoli idraulici, termici e logistici presenti nell area.

14 Sviluppo della capacità BACK UP Completamento impianto Pont Ventoux l impianto entrerà in esercizio nella seconda parte del MW di potenza elettrica 450 GWh di produzione annua Completamento GT3 a Moncalieri l impianto entrerà in esercizio nella primavera MW di potenza elettrica 220 MWt di potenza termica

15 Sviluppo della capacità BACK UP Completamento impianto Pont Ventoux l impianto entrerà in esercizio nella seconda parte del MW di potenza elettrica 450 GWh di produzione annua Completamento GT3 a Moncalieri l impianto entrerà in esercizio nella primavera MW di potenza elettrica 220 MWt di potenza termica

16 Sviluppo della rete elettrica BACK UP Rinnovo della rete di distribuzione elettrica per garantire elevati standard di efficienza e qualità Da gennaio 2003 AEM Distribuzione possiede l intero patrimonio e personale relativo alla distribuzione di elettricità I call center sono stati integrati Sono previsti rilevanti investimenti per ottimizzare e rinnovare la rete elettrica La rete serve circa abitanti distribuendo quasi GWh anno (2002)

Il ruolo delle Utilities nella Ricerca e nell Innovazione Tecnologica

Il ruolo delle Utilities nella Ricerca e nell Innovazione Tecnologica 1 VERSO LE SMART THERMAL GRID Il ruolo delle Utilities nella Ricerca e nell Innovazione Tecnologica Aldo Fiamberti Consulente IRIDE Energia Forlì, 13/04/2012 2 LA STRUTTURA DEL GRUPPO IREN 3 EVOLUZIONE

Dettagli

Impianti idroelettrici

Impianti idroelettrici U N M O N D O D I E N E R G I A Il Gruppo Iren è strutturato nella holding industriale Iren S.p.A. e in cinque società di business interamente controllate che operano nei settori di pertinenza, sia direttamente

Dettagli

TELERISCALDAMENTO E COGENERAZIONE DISTRIBUITA NAPOLI 9 MARZO 2007

TELERISCALDAMENTO E COGENERAZIONE DISTRIBUITA NAPOLI 9 MARZO 2007 TELERISCALDAMENTO E COGENERAZIONE DISTRIBUITA NAPOLI 9 MARZO 2007 TELERISCALDAMENTO LA RETE DI TORINO SITUAZIONE ATTUALE E NUOVI PROGETTI AES TORINO Reti di distribuzione di gas naturale e di teleriscaldamento

Dettagli

Energia A2A: una forza che genera vantaggi.

Energia A2A: una forza che genera vantaggi. Energia A2A: una forza che genera vantaggi. Una solida realtà, un Gruppo che cresce. Diga di San Giacomo (SO) A2A: i numeri per un ruolo da leader. A2A, forte degli oltre 100 anni di attività di AEM Milano

Dettagli

La trasformazione a ciclo combinato della centrale termoelettrica di Piacenza

La trasformazione a ciclo combinato della centrale termoelettrica di Piacenza La trasformazione a ciclo combinato della centrale termoelettrica di Piacenza Umberto Dotta Edipower - Direzione Ingegneria e Sviluppo Piacenza, 25 Ottobre 2005 Convegno - Prevenzione e riduzione integrate

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015.

COMUNICATO STAMPA. Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015. COMUNICATO STAMPA Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015. Ebitda al 2015 di circa 670 milioni di euro, con una crescita media annua del 3,2%. Posizione finanziaria netta

Dettagli

L EVOLUZIONE DEL SISTEMA DI TELERISCALDAMENTO TORINESE CON IL PROGETTO TORINO NORD EST

L EVOLUZIONE DEL SISTEMA DI TELERISCALDAMENTO TORINESE CON IL PROGETTO TORINO NORD EST 1 Convegno TELERISCALDAMENTO: verso la SMART GRID L EVOLUZIONE DEL SISTEMA DI TELERISCALDAMENTO TORINESE CON IL PROGETTO TORINO NORD EST Torino Lingotto Fiere, 25 maggio 2012 Ing. Carmelo TRIPODI Direttore

Dettagli

EDIZIONE 2015/2016 AGRICOLTURA, ALIMENTAZIONE E SOSTENIBILITA' Il dispacciamento dell energia Andrea Ponta IREN SpA. Documento di livello: A

EDIZIONE 2015/2016 AGRICOLTURA, ALIMENTAZIONE E SOSTENIBILITA' Il dispacciamento dell energia Andrea Ponta IREN SpA. Documento di livello: A EDIZIONE 2015/2016 AGRICOLTURA, ALIMENTAZIONE E SOSTENIBILITA' Il dispacciamento dell energia Andrea Ponta IREN SpA Documento di livello: A Teleriscaldamento: calore e benessere per la città PREMESSA:

Dettagli

Azienda Energetica Metropolitana Torino S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2005

Azienda Energetica Metropolitana Torino S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2005 Azienda Energetica Metropolitana Torino S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2005 Sommario > Cariche sociali 2 > Settori di attività del Gruppo AEM Torino 3 > Struttura del Gruppo AEM Torino 4 > Informazioni

Dettagli

Le nuove offerte del Gruppo Egea a servizio delle imprese

Le nuove offerte del Gruppo Egea a servizio delle imprese Le nuove offerte del Gruppo Egea a servizio delle imprese ing. Giuseppe Zanca, Direttore Sviluppo del Gruppo Egea Energie a servizio del territorio 22-24 maggio 2015 mercoledì 4 marzo - Milano Servizi

Dettagli

Iren Acqua Gas Iren Ambiente Iren Emilia Iren Energia Iren Mercato

Iren Acqua Gas Iren Ambiente Iren Emilia Iren Energia Iren Mercato S E R V I Z I D I Q U A L I T À Iren è una delle più importanti e dinamiche multiutility del panorama italiano e opera nei settori dell energia elettrica, dell energia termica per teleriscaldamento, del

Dettagli

AZIENDA ENERGETICA METROPOLITANA TORINO S.p.A. Via Bertola, 48 10122 Torino Capitale sociale interamente versato Euro 346.307.000 Registro Imprese di

AZIENDA ENERGETICA METROPOLITANA TORINO S.p.A. Via Bertola, 48 10122 Torino Capitale sociale interamente versato Euro 346.307.000 Registro Imprese di AZIENDA ENERGETICA METROPOLITANA TORINO S.p.A. Via Bertola, 48 10122 Torino Capitale sociale interamente versato Euro 346.307.000 Registro Imprese di Torino n. 523780/96 Codice Fiscale e partita IVA n.

Dettagli

OPPORTUNITÀ OFFERTE DA IREN AL MONDO DELLA SCUOLA: VISITE IMPIANTI E LEZIONI IN CLASSE

OPPORTUNITÀ OFFERTE DA IREN AL MONDO DELLA SCUOLA: VISITE IMPIANTI E LEZIONI IN CLASSE OPPORTUNITÀ OFFERTE DA IREN AL MONDO DELLA SCUOLA: VISITE IMPIANTI E LEZIONI IN CLASSE CE.SE.DI. in collaborazione con IREN S.p.A. DESTINATARI: Docenti e studenti delle scuole secondarie di primo e secondo

Dettagli

Città e strutture sanitarie: l esempio dell Ospedale Bufalini di Cesena

Città e strutture sanitarie: l esempio dell Ospedale Bufalini di Cesena Cogenerazione e Teleriscaldamento Città e strutture sanitarie: l esempio dell Ospedale Bufalini di Cesena Ing. Fausto Ferraresi Presidente AIRU Associazione Italiana Riscaldamento Urbano Forlì, 13 Aprile

Dettagli

Gruppo Iren: la storia

Gruppo Iren: la storia Iren Mercato Gruppo Iren: la storia > 1905 > 1907 > 1922 > 1962 > 1971 Nasce l azienda Municipale di Parma Nasce l azienda Municipale di Torino Nasce l azienda Municipale di Genova Nasce l azienda Municipale

Dettagli

QUADERNO 4. SERVIZI ENERGETICI LOCALI Confronto con gli operatori del settore

QUADERNO 4. SERVIZI ENERGETICI LOCALI Confronto con gli operatori del settore QUADERNO 4 SERVIZI ENERGETICI LOCALI Confronto con gli operatori del settore Dicembre 2009 1 Agenzia per i servizi pubblici locali del Comune di Torino Carlo FOPPA Presidente *** Francesco BRUNO Commissario

Dettagli

Gruppo IRIDE Il Consiglio di Amministrazione ha approvato i risultati dei primi nove mesi del 2009

Gruppo IRIDE Il Consiglio di Amministrazione ha approvato i risultati dei primi nove mesi del 2009 Gruppo IRIDE Il Consiglio di Amministrazione ha approvato i risultati dei primi nove mesi del RISULTATI OPERATIVI IN FORTE CRESCITA: - RICAVI: 1.625 MILIONI (1.740 NEI 9 MESI, -7%) - MARGINE OPERATIVO

Dettagli

Company profile. Le eccellenze finanziarie e industriali pag. 4. La responsabilità sociale d impresa pag. 16

Company profile. Le eccellenze finanziarie e industriali pag. 4. La responsabilità sociale d impresa pag. 16 Company profile Sommario IREN: al vertice del settore delle multiutilities pag. 2 Le eccellenze finanziarie e industriali pag. 4 Il modello organizzativo pag. 5 Le aree di business pag. 7 Generazione energia

Dettagli

CHI SIAMO ATTIVITÀ LA STORIA

CHI SIAMO ATTIVITÀ LA STORIA CHI SIAMO ATTIVITÀ LA STORIA STRUTTURA AZIONARIA RISORSE UMANE VALORE AGGIUNTO ENERGIA ELETTRICA STRUTTURA SOCIETARIA RISULTATI FINANZIARI IGIENE URBANA E CICLO IDRICO GAS E COGENERAZIONE Chi siamo Il

Dettagli

Milano 30.10.2008. Presentazione del progetto di fusione alla comunità finanziaria

Milano 30.10.2008. Presentazione del progetto di fusione alla comunità finanziaria Milano 30.10.2008 Presentazione del progetto di fusione alla comunità finanziaria Agenda Razionali del progetto di fusione Struttura ed elementi principali dell operazione Posizionamento e vantaggi competitivi

Dettagli

Company profile. IREN: al vertice del settore delle multiutilities pag. 2. Le eccellenze finanziarie e industriali pag. 4

Company profile. IREN: al vertice del settore delle multiutilities pag. 2. Le eccellenze finanziarie e industriali pag. 4 Company profile Sommario IREN: al vertice del settore delle multiutilities pag. 2 Le eccellenze finanziarie e industriali pag. 4 Il modello organizzativo pag. 5 Le aree di business pag. 6 Generazione e

Dettagli

Identità Aziendale RISULTATI 2004. Modello Organizzativo. Approvato il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D. Lgs. 231/01.

Identità Aziendale RISULTATI 2004. Modello Organizzativo. Approvato il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D. Lgs. 231/01. Identità Aziendale RISULTATI 2004 Modello Organizzativo Approvato il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D. Lgs. 231/01. Ulteriore implementazione del sistema di gestione per comitati:

Dettagli

Relazioni e Bilanci al 31 Dicembre 2002

Relazioni e Bilanci al 31 Dicembre 2002 Relazioni e Bilanci al 31 Dicembre 2002 S OMMARIO 2 5 Anni in breve 3 Cariche sociali 4 Missione del Gruppo 5 Struttura del Gruppo AEM Torino 6 Lettera agli Azionisti 8 Settori di attività del Gruppo AEM

Dettagli

La gestione del valore in un mercato in sviluppo e regolamentato

La gestione del valore in un mercato in sviluppo e regolamentato La gestione del valore in un mercato in sviluppo e regolamentato Massimo Levrino CFO Gruppo IREN Torino, 28 ottobre 2011 0 Diffusione territoriale delle local utilities A S P S.P.A. Pordenone AMPS Parma

Dettagli

SITUAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRO-FORMA DEL GRUPPO IRIDE AL 30 SETTEMBRE 2006 E RELAZIONI TRIMESTRALI DEL GRUPPO AEM TORINO E DEL GRUPPO AMGA AL

SITUAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRO-FORMA DEL GRUPPO IRIDE AL 30 SETTEMBRE 2006 E RELAZIONI TRIMESTRALI DEL GRUPPO AEM TORINO E DEL GRUPPO AMGA AL SITUAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA PRO-FORMA DEL GRUPPO IRIDE AL 30 SETTEMBRE 2006 E RELAZIONI TRIMESTRALI DEL GRUPPO AEM TORINO E DEL GRUPPO AMGA AL 30 SETTEMBRE 2006 INDICE Nasce IRIDE dall aggregazione

Dettagli

Milano, 19 novembre 2014. Filippo BARETTI Settore Sviluppo Energetico Sostenibile Regione Piemonte. Settore Sviluppo Energetico Sostenibile

Milano, 19 novembre 2014. Filippo BARETTI Settore Sviluppo Energetico Sostenibile Regione Piemonte. Settore Sviluppo Energetico Sostenibile Settore Sviluppo Energetico Actual situation of heating and cooling plants and solutions in Piemonte. Actual planning instruments Stratego coaching: Multi-level actions for enhanced Heating & Cooling plans

Dettagli

Il Piano di sviluppo del teleriscaldamento nell area metropolitana torinese

Il Piano di sviluppo del teleriscaldamento nell area metropolitana torinese Il Piano di sviluppo del teleriscaldamento nell area metropolitana torinese Alberto Cucatto Provincia di Torino Servizio Qualità dell aria e Risorse Energetiche Giugno 2006 Analisi delle possibilità di

Dettagli

RELAZIONI E BILANCI AL 31 DICEMBRE 2005

RELAZIONI E BILANCI AL 31 DICEMBRE 2005 RELAZIONI E BILANCI AL 31 DICEMBRE 2005 Azienda Energetica Metropolitana Torino S.p.A. Sommario > Avviso di Convocazione di Assemblea Ordinaria 2 > Bilancio dell'energia elettrica 4 > Cariche sociali 5

Dettagli

Composizione del volume d affari (in migliaia di Euro)

Composizione del volume d affari (in migliaia di Euro) Relazioni e Bilanci al 31 Dicembre 2001 Composizione del volume d affari (in migliaia di Euro) 400.000 350.000 300.000 250.000 200.000 150.000 100.000 50.000 0 Variazione lavori in corso Contributi da

Dettagli

Nuove centrali ed emissioni di CO2 in Lombardia

Nuove centrali ed emissioni di CO2 in Lombardia Nuove centrali ed emissioni di CO2 in Lombardia Milano, 30-12-05 Per approfondimenti: Davide Zanoni, zanoni@avanzi.org Tel. 02-36518110 Cell 333 4963144 Matteo Bartolomeo, bartolomeo@avanzi.org Tel. 02-36518110

Dettagli

IREN ENERGIA S.p.A. Relazione e bilancio al 31 dicembre 2012

IREN ENERGIA S.p.A. Relazione e bilancio al 31 dicembre 2012 IREN ENERGIA S.p.A. IREN ENERGIA S.p.A. Relazione e bilancio al 31 dicembre 2012 Bilancio approvato: - dal Consiglio di Amministrazione in data 9 aprile 2013 - dall Assemblea dei Soci in data 24 aprile

Dettagli

Bilancio di Sostenibilità

Bilancio di Sostenibilità Bilancio di Sostenibilità 2011 Indice 132 134 138 156 163 166 171 4 9 43 67 39 68 90 112 115 119 Lettera agli stakeholder Premessa Nota metodologica Identità aziendale Il Gruppo Iren Settori di attività

Dettagli

Benvenuti all Azienda Energetica Profilo del Gruppo AE www.ae-ew.it

Benvenuti all Azienda Energetica Profilo del Gruppo AE www.ae-ew.it Benvenuti all Azienda Energetica Profilo del Gruppo AE www.ae-ew.it Gruppo AE: aggiorn. novembre 2011 Profilo del Gruppo AE Azionisti: I due Comuni di Bolzano e Merano Capogruppo: Azienda Energetica S.p.A.

Dettagli

ANALISI PER VETTORE ENERGETICO

ANALISI PER VETTORE ENERGETICO ANALISI PER VETTORE ENERGETICO Nel 2007 il gas naturale con 2.011,9 ktep risulta essere il vettore energetico più impiegato (44,4%) negli usi finali, seguito dall insieme dei prodotti petroliferi con 1.437,9

Dettagli

RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2006

RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2006 RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2006 Azienda Energetica Metropolitana Torino S.p.A. Sommario > Cariche sociali............................................................ 1 > Missione del Gruppo AEM

Dettagli

L esperienza e le prospettive future di Edipower nel Fotovoltaico

L esperienza e le prospettive future di Edipower nel Fotovoltaico L esperienza e le prospettive future di Edipower nel Fotovoltaico Povo di Trento 28 ottobre 2010 Indice: Presentazione Edipower Il fotovoltaico in Italia Il fotovoltaico in Edipower 2 Presentazione Edipower

Dettagli

L ATTIVITÀ DEL GRTN: LA RETE ELETTRICA DELL AREA NORD OVEST E GLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI

L ATTIVITÀ DEL GRTN: LA RETE ELETTRICA DELL AREA NORD OVEST E GLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI L ATTIVITÀ DEL GRTN: LA RETE ELETTRICA DELL AREA NORD OVEST E GLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI Torino 27 Novembre 2003 GRTN Costantino Lato Direzione Rete - Roma COMPITI ISTITUZIONALI ' Dispacciamento

Dettagli

Il Piano di Sviluppo della RTN per l utilizzo e

Il Piano di Sviluppo della RTN per l utilizzo e Il Piano di Sviluppo della RTN per l utilizzo e lo sviluppo dell energiaenergia rinnovabile Terna - Rete Elettrica Nazionale Domodossola, 28 Ottobre 2011 1 Il sistema elettrico nazionale La Rete elettrica

Dettagli

LA CENTRALE TORINO NORD

LA CENTRALE TORINO NORD LA CENTRALE TORINO NORD Iren Energia è la società del Gruppo Iren che opera nei settori della produzione e distribuzione di energia elettrica, nella produzione e distribuzione di energia termica per teleriscaldamento

Dettagli

Efficienza in sanità Ing. Nicola Morgese - 10 maggio 2013

Efficienza in sanità Ing. Nicola Morgese - 10 maggio 2013 Efficienza in sanità Ing. Nicola Morgese - 10 maggio 2013 MILANO, 10 maggio 2013 FIRE - Federazione Italiana uso Razionale dell'energia POLYGEN: COGENERAZIONE DIFFUSA E TRIGENERAZIONE Le risposte applicative

Dettagli

Ing. Eugenio Bertolini Direttore Operativo di IREN EMILIA Spa. Bologna 22 Ottobre 2014

Ing. Eugenio Bertolini Direttore Operativo di IREN EMILIA Spa. Bologna 22 Ottobre 2014 Esperienze innovative in Italia sugli aspetti depurativi: un focus sui fanghi. L esperienza sulla gestione dei fanghi di depurazione del Gruppo Iren nell area emiliana Bologna 22 Ottobre 2014 Ing. Eugenio

Dettagli

La concorrenza della grande cogenerazione verso la riduzione dei consumi e le fonti rinnovabili

La concorrenza della grande cogenerazione verso la riduzione dei consumi e le fonti rinnovabili 1 Un piano energetico senza nuove centrali a Brescia Dalla cogenerazione - teleriscaldamento al risparmio energetico e utilizzo delle fonti rinnovabili di piccola scala Lo scrivente è stato invitato dalle

Dettagli

ENERGY HOLDING B.V GLOBALCOSTRUZIONI

ENERGY HOLDING B.V GLOBALCOSTRUZIONI LA GIUNTA Premesso che questo organo, con Deliberazione n. 85/06, ha avviato la procedura di project financing, ai sensi dell art. 37 bis e seguenti della legge 11 febbraio 1994, n. 109, per la realizzazione

Dettagli

Composizione del volume d affari (in milioni di Lire)

Composizione del volume d affari (in milioni di Lire) Relazioni e Bilanci al 31 Dicembre Composizione del volume d affari (in milioni di Lire) 600.000 500.000 400.000 300.000 200.000 100.000 0 Contributi da CCSE Altri proventi Servizi Allacciamenti Calore

Dettagli

Cogenerazione e teleriscaldamento urbano a Mirandola

Cogenerazione e teleriscaldamento urbano a Mirandola Cogenerazione e teleriscaldamento urbano a Mirandola IL TELERISCALDAMENTO Il teleriscaldamento è una soluzione del servizio di riscaldamento per edifici residenziali ed industriali basata su un fluido

Dettagli

Il teleriscaldamento a Brescia e nelle città servite da A2A

Il teleriscaldamento a Brescia e nelle città servite da A2A Il ruolo del teleriscaldamento in un futuro energetico sostenibile Convegno in occasione dei 40 anni di teleriscaldamento a Brescia Il teleriscaldamento a Brescia e nelle città servite da A2A Paolo Rossetti

Dettagli

Identità aziendale I NOSTRI SETTORI DI ATTIVITÀ STRATEGIE E POLITICHE COERENTI CON L IMPEGNO DI SOSTENIBILITÀ

Identità aziendale I NOSTRI SETTORI DI ATTIVITÀ STRATEGIE E POLITICHE COERENTI CON L IMPEGNO DI SOSTENIBILITÀ Identità aziendale L architettura del Gruppo Iren prevede una Holding industriale, Iren S.p.A. (quotata) e cinque Società di primo livello, interamente controllate dalla Capogruppo: Iren Energia, Iren

Dettagli

GLI IMPIANTI DI COGENERAZIONE E IL TELERISCALDAMENTO A TORINO

GLI IMPIANTI DI COGENERAZIONE E IL TELERISCALDAMENTO A TORINO GLI IMPIANTI DI COGENERAZIONE E IL TELERISCALDAMENTO A TORINO Iren Energia è la società del Gruppo Iren che opera nei settori della produzione e distribuzione di energia elettrica, nella produzione e distribuzione

Dettagli

NUCLEO IDROELETTRICO DI MESE CENTRALE DI SAN BERNARDO

NUCLEO IDROELETTRICO DI MESE CENTRALE DI SAN BERNARDO NUCLEO IDROELETTRICO DI MESE CENTRALE DI SAN BERNARDO Revamping centrale di pompaggio del Truzzo Aprile 2013 Nucleo Idroelettrico di Mese Hydro Plant Manager : Ing. Francesco Farilla 2 1928 Diga originaria

Dettagli

MERCATO DELL ENERGIA E ENTI LOCALI Renato Rossi. Milano, 23 Gennaio 2003

MERCATO DELL ENERGIA E ENTI LOCALI Renato Rossi. Milano, 23 Gennaio 2003 MERCATO DELL ENERGIA E ENTI LOCALI Renato Rossi Milano, 23 Gennaio 2003 MERCATO DEL GAS METANO DIMENSIONI Il mercato italiano ha raggiunto, terzo in Europa, nel 2001 70 miliardi di metri cubi di consumo.

Dettagli

DIATI Dipartimento di Ingegneria dell Ambiente, del Territorio e delle infrastrutture TECNOLOGIE E TENDENZE PER IL RECUPERO DA RIFIUTI Termovalorizzatore di Torino: aspetti ambientali ed energetici Piacenza

Dettagli

Gli obiettivi 20-20-20 e le incentivazioni della cogenerazione e delle fonti rinnovabili: il quadro italiano è bilanciato?

Gli obiettivi 20-20-20 e le incentivazioni della cogenerazione e delle fonti rinnovabili: il quadro italiano è bilanciato? Gli obiettivi 20-20-20 e le incentivazioni della cogenerazione e delle fonti rinnovabili: il quadro italiano è bilanciato? Ing. Fausto Ferraresi Presidente AIRU Associazione Italiana Riscaldamento Urbano

Dettagli

Azienda Energetica Metropolitana Torino S.p.A. Relazione Semestrale al 30 giugno 2005

Azienda Energetica Metropolitana Torino S.p.A. Relazione Semestrale al 30 giugno 2005 Azienda Energetica Metropolitana Torino S.p.A. Relazione Semestrale al 30 giugno 2005 Sommario > Cariche sociali 1 > Missione del Gruppo AEM Torino 2 > Il Gruppo AEM Torino in cifre 3 > Attività del Gruppo

Dettagli

Lo sviluppo del teleriscaldamento a Milano. Milano, 24 ottobre 2012

Lo sviluppo del teleriscaldamento a Milano. Milano, 24 ottobre 2012 Lo sviluppo del teleriscaldamento a Milano Milano, 24 ottobre 2012 Teleriscaldamento: energia per le Smart Cities I moderni sistemi di teleriscaldamento urbano si basano sul riutilizzo delle fonti di calore

Dettagli

Efficienza energetica tra missione e nuovi obblighi: l esperienza di HERA

Efficienza energetica tra missione e nuovi obblighi: l esperienza di HERA Efficienza energetica tra missione e nuovi obblighi: l esperienza di HERA Claudio Palmieri Efficienza energetica, HERA Modena Efficienza energetica e mercato dei certificati bianchi Convegno IEFE Milano,

Dettagli

Impegno del Gruppo per il futuro

Impegno del Gruppo per il futuro IMPEGNO DEL GRUPPO PER IL FUTURO RIFERIMENTI METODOLOGICI 106 Impegno del Gruppo per il futuro Il Bilancio di Sostenibilità rappresenta per AEM Torino uno strumento di rendicontazione finalizzato da un

Dettagli

Petrolio, gas e lo sviluppo delle energie alternative

Petrolio, gas e lo sviluppo delle energie alternative Lodi, 19.12.2008 Renzo Capra Petrolio, gas e lo sviluppo delle energie alternative I prezzi delle materie prime energetiche Il prezzo del petrolio rimane il prezzo direttore dell energia (anche se circa

Dettagli

Edison. Cambia l energia.

Edison. Cambia l energia. Edison Trading Ricavi di Vendita mln di euro Potenza installata* Gw Quota di produzione energia elettrica su tot. Italia Vendite energia elettrica Italia twh 8.867 12,3 15% 60,4 Vendite idrocarburi italia

Dettagli

ENPLUS L ENERGIA CHE VUOI

ENPLUS L ENERGIA CHE VUOI ENPLUS L ENERGIA CHE VUOI ENPLUS è una realtà aziendale italiana, con sistema di qualità certificato ISO 9001:2008, che opera nell impiantistica meccanica e termoelettrica industriale, realizza costruzioni

Dettagli

Soluzioni sostenibili per tutti.

Soluzioni sostenibili per tutti. Soluzioni sostenibili per tutti. Nata nel 23 con il nome Trentino Servizi Integrati (TSI), concentra la propria attività nell engineering, nella gestione calore e nella sostenibilità energetica. In particolare

Dettagli

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO Gli impianti idroelettrici Iren Energia è la società del Gruppo Iren che opera nei settori della produzione e distribuzione di energia

Dettagli

L Emission Trading nel settore della produzione di energia elettrica

L Emission Trading nel settore della produzione di energia elettrica Le aziende esistenti e l Autorizzazione Integrata Ambientale alla scadenza del 30 ottobre 2007 29, 30 e 31 ottobre 2007 - Torino L Emission Trading nel settore della produzione di energia elettrica L esperienza

Dettagli

Stato dell arte del teleriscaldamento a biomassa in Italia: Numeri e prospettive. Walter Righini Presidente FIPER

Stato dell arte del teleriscaldamento a biomassa in Italia: Numeri e prospettive. Walter Righini Presidente FIPER Stato dell arte del teleriscaldamento a biomassa in Italia: Numeri e prospettive Walter Righini Presidente FIPER CHI SIAMO 86 Centrali di teleriscaldamento a biomassa vergine (di cui 16 cogenerative) 22

Dettagli

Convegno Governance e competitività dei sistemi produttivi e delle reti nell area euromediterranea

Convegno Governance e competitività dei sistemi produttivi e delle reti nell area euromediterranea Convegno Governance e competitività dei sistemi produttivi e delle reti nell area euromediterranea Workshop Governance e rete dell energia Il Gruppo Acea Intervento di Giuseppe SGARAMELLA Responsabile

Dettagli

Responsabilità Ambientale

Responsabilità Ambientale Responsabilità Ambientale OBIETTIVI RISULTATI 2003 Ridurre l impatto ambientale 205.998 tonnellate equivalenti di petrolio evitate nel 2003 rispetto alla media nazionale. Investire nello sviluppo sostenibile

Dettagli

The District Heating plant in Ferrara is an integrated system of geothermal, waste incineration and reserve boilers

The District Heating plant in Ferrara is an integrated system of geothermal, waste incineration and reserve boilers 1 34 Euroheat & Power Congress Climate talks, climate action DHC leading the way to Copenhagen The District Heating plant in Ferrara is an integrated system of geothermal, waste incineration and reserve

Dettagli

1982-2012 30 ANNI DI TELERISCALDAMENTO A TORINO

1982-2012 30 ANNI DI TELERISCALDAMENTO A TORINO 1982-2012 30 30 ANNI DI TELERISCALDAMENTO A TORINO IREN ENERGIA Iren Energia è la società del Gruppo Iren attiva nella produzione e distribuzione di energia elettrica, nella produzione e distribuzione

Dettagli

IMPEGNI DI AEM TORINO PER IL FUTURO

IMPEGNI DI AEM TORINO PER IL FUTURO Impegni di AEM Torino per il futuro 123 IMPEGNI DI AEM TORINO PER IL FUTURO Per AEM Torino il Bilancio di Sostenibilità rappresenta, da un lato, uno strumento di rendicontazione finalizzato a rendere trasparenti

Dettagli

ENERGIA DA BIOMASSE IL FUTURO COMINCIA DALLE IMPRESE AGRICOLE

ENERGIA DA BIOMASSE IL FUTURO COMINCIA DALLE IMPRESE AGRICOLE ENERGIA DA BIOMASSE IL FUTURO COMINCIA DALLE IMPRESE AGRICOLE Milano 19 Giugno 26 Relatore: Walter Righini 1 2 Mw Potenza Termica 1,1 Mw Potenza elettrica 28,3 Km Rete di tubazioni 545 Utenze Allacciate

Dettagli

Il potenziale delle fonti termiche per i Piani Energetici Regionali

Il potenziale delle fonti termiche per i Piani Energetici Regionali Terza Conferenza Nazionale sulle Rinnovabili Termiche Il Caldo e il Freddo nel Conto 20-20-20 Il potenziale delle fonti termiche per i Piani Energetici Regionali Ing. Fausto Ferraresi Presidente AIRU Associazione

Dettagli

Quanta energia possiamo sottrarre dalle foreste italiane senza ferirle? Il caso del Lazio

Quanta energia possiamo sottrarre dalle foreste italiane senza ferirle? Il caso del Lazio Quanta energia possiamo sottrarre dalle foreste italiane senza ferirle? Il caso del Lazio Biomasse forestali tra istituzioni e impresa Roma 18 ottobre 2013 Regione Lazio Dr. Vanessa Gallo FIPER FIPER in

Dettagli

Risparmiare per crescere: l efficienza energetica come leva per il vantaggio competitivo d impresa

Risparmiare per crescere: l efficienza energetica come leva per il vantaggio competitivo d impresa Risparmiare per crescere: l efficienza energetica come leva per il vantaggio competitivo d impresa Roma, 24 febbraio 2016 Assocostieri Servizi 2 Agenda 1. Il Gruppo BKW 2. Come sta cambiando l esigenza

Dettagli

Sistemi per la produzione di energia rinnovabile nella Smart City. (focus su fotovoltaico e servizio energia)

Sistemi per la produzione di energia rinnovabile nella Smart City. (focus su fotovoltaico e servizio energia) Sistemi per la produzione di energia rinnovabile nella Smart City (focus su fotovoltaico e servizio energia) CHI SIAMO Toscana Energia Green nasce nell aprile del 2009 da un'operazione che vede coinvolti

Dettagli

Maurizio Cenci. Come ACEA supporta le Imprese per una maggiore efficienza energetica. 8 a Conferenza di Responsible Care

Maurizio Cenci. Come ACEA supporta le Imprese per una maggiore efficienza energetica. 8 a Conferenza di Responsible Care 8 a Conferenza di Responsible Care Strumenti finanziari per supportare lo Sviluppo Sostenibile dell Industria. Come ACEA supporta le Imprese per una maggiore efficienza energetica Maurizio Cenci Direttore

Dettagli

Il leader nell efficienza energetica e ambientale

Il leader nell efficienza energetica e ambientale Il leader nell efficienza energetica e ambientale GDF SUEZ offre soluzioni energetiche innovative a privati, comunità e imprese, avvalendosi di: un portafoglio di approvvigionamento diversificato un parco

Dettagli

PROGETTO IMPATTO ZERO

PROGETTO IMPATTO ZERO PROGETTO IMPATTO ZERO Caratteristiche Generali del Progetto Notevole impiego e riqualificazione professionale Totalmente ecologico Iniziative di grande rilievo Diversificato e innovativo Integrato Coordinato

Dettagli

Forniture emergenziali di gas metano su gomma: nuova realtà e sviluppi del mercato

Forniture emergenziali di gas metano su gomma: nuova realtà e sviluppi del mercato ModenaFiere, 9-10-11 Maggio 2010 Forniture emergenziali di gas metano su gomma: nuova realtà e sviluppi del mercato Stefano Franciosi Vice Presidente Consorzio Emergenze Italia ATTIVITA DEL CONSORZIO Forniture

Dettagli

LA RELAZIONE AMBIENTALE (PARTE 1)

LA RELAZIONE AMBIENTALE (PARTE 1) RAPPORTO AMBIENTALE 2003 LA RELAZIONE AMBIENTALE (PARTE 1) Lettera dell Amministratore Delegato 5 Presentazione della Società una fotografia 7 Il nostro profilo 7 Il contesto di riferimento 8 I punti

Dettagli

MODELLISTICA DELLA QUALITÀ DELL'ARIA NELL'AREA METROPOLITANA TORINESE

MODELLISTICA DELLA QUALITÀ DELL'ARIA NELL'AREA METROPOLITANA TORINESE MODELLISTICA DELLA QUALITÀ DELL'ARIA NELL'AREA METROPOLITANA TORINESE Alessandro Bertello Rossella Prandi Sommario 1. Finalità dello studio 2. Aggiornamento inventario delle emissioni 3. Gli scenari emissivi

Dettagli

PRIMI INTERVENTI DEL PROGRAMMA ENERGETICO Le prime 10 azioni per il triennio 2010-2012 a cura dell ufficio per l attuazione del programma energetico

PRIMI INTERVENTI DEL PROGRAMMA ENERGETICO Le prime 10 azioni per il triennio 2010-2012 a cura dell ufficio per l attuazione del programma energetico PRIMI INTERVENTI DEL PROGRAMMA ENERGETICO Le prime 10 azioni per il triennio 2010-2012 a cura dell ufficio per l attuazione del programma energetico 1 - Smart Grid alla Sapienza, contributi di IBM, ACEA,

Dettagli

Indicatore Stato Tendenza Conoscenze Rispetto a

Indicatore Stato Tendenza Conoscenze Rispetto a Relazione sullo stato dell ambiente a Parabiago - 1 - IL FUOCO (ENERGIA)!"#$ % &''(&&")*!+ Indicatore Stato Tendenza Conoscenze Rispetto a Consumi di gas pro capite, Corretto funzionamento degli impianti

Dettagli

3. ANALISI DELL OFFERTA DI ENERGIA ELETTRICA

3. ANALISI DELL OFFERTA DI ENERGIA ELETTRICA 3. ANALISI DELL OFFERTA DI ENERGIA ELETTRICA 3.1 LA CONGIUNTURA ELETTRICA NAZIONALE I dati relativi alla congiuntura elettrica nazionale possono essere ricavati dai seguenti rapporti: > Dati statistici

Dettagli

Energia. RSA Provincia di Milano. Energia

Energia. RSA Provincia di Milano. Energia RSA Provincia di Milano Energia Fig. 1: consumi elettrici per ciascun settore La produzione e il consumo di energia hanno impatto dal punto di vista ambientale, soprattutto per ciò che riguarda il consumo

Dettagli

Bilancio di Sostenibilità 2012 IL GRUPPO E I SUOI STAKEHOLDER

Bilancio di Sostenibilità 2012 IL GRUPPO E I SUOI STAKEHOLDER Bilancio di Sostenibilità 2012 IL GRUPPO E I SUOI STAKEHOLDER Indice: Il Gruppo Iren e i settori di attività Bilancio di Sostenibilità 2012 Gli Stakeholder Gli impegni futuri 2 GLI STAKEHOLDER Iren è la

Dettagli

MERCATO ITALIA ENERGIA ELETTRICA. L offerta per i clienti business. Politecnico di Torino AULA 1 10 marzo 2010

MERCATO ITALIA ENERGIA ELETTRICA. L offerta per i clienti business. Politecnico di Torino AULA 1 10 marzo 2010 MERCATO ITALIA ENERGIA ELETTRICA L offerta per i clienti business Politecnico di Torino AULA 1 10 marzo 2010 1 AGENDA IRIDE MERCATO : chi siamo, il gruppo, l offerta dei servizi energetici Mercato Italia

Dettagli

Efficienza energetica e Cogenerazione Casi pratici di installazione e gestione Milano, 26 gennaio 2012

Efficienza energetica e Cogenerazione Casi pratici di installazione e gestione Milano, 26 gennaio 2012 Efficienza energetica e Cogenerazione Casi pratici di installazione e gestione Milano, 26 gennaio 2012 Ing. Agostino Albertazzi Direttore Aggiunto Polo Energia GDFSUEZ: Presente in tutto il mondo 84,5

Dettagli

IMPIANTI DI TELERISCALDAMENTO SUL TERRITORIO REGIONALE

IMPIANTI DI TELERISCALDAMENTO SUL TERRITORIO REGIONALE ENERGIA, ACQUA, LEGNO: TECNOLOGIE E TUTELA AMBIENTALE NELL'AMBITO DEL PROGETTO STRATEGICO RENERFOR IMPIANTI DI TELERISCALDAMENTO SUL TERRITORIO REGIONALE 26 maggio 2012 ore 16:00-18:00 VDA Palaexpo - Zona

Dettagli

Reti di Teleriscaldamento e sfruttamento del calore

Reti di Teleriscaldamento e sfruttamento del calore Risorse geotermiche di media e bassa temperatura in Italia. Potenziale, Prospettive di mercato, Azioni. Reti di Teleriscaldamento e sfruttamento del calore geotermico Ing. Fausto Ferraresi Presidente AIRU

Dettagli

Climatizzazione del centro agroalimentare di Bologna e riscaldamento invernale dell insediamento

Climatizzazione del centro agroalimentare di Bologna e riscaldamento invernale dell insediamento 1 Climatizzazione del centro agroalimentare di Bologna e riscaldamento invernale dell insediamento IACP-Pilastro mediante l impiego di fonti rinnovabili ING. E. PARISINI P.I. MASSIMO GRANDI ING. F. MAZZACURATI

Dettagli

Guida alla lettura delle bollette del teleriscaldamento per uso domestico. Quartiere Giardino (Modena)

Guida alla lettura delle bollette del teleriscaldamento per uso domestico. Quartiere Giardino (Modena) Guida alla lettura delle bollette del teleriscaldamento per uso domestico Quartiere Giardino (Modena) Sommario Acqua calda Il calcolo degli importi per l acqua calda Acqua calda singole unità Acqua calda

Dettagli

IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO COMPRENSORIO PEEP GAIOFANA

IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO COMPRENSORIO PEEP GAIOFANA IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO COMPRENSORIO PEEP GAIOFANA CHE COS È IL TELERISCALDAMENTO Gruppo Società Gas Rimini - SGR Servizi S.p.A. 47924 Rimini Via Chiabrera 34 b Tel. 0541 303030 Fax 0541 380344 e-mail

Dettagli

Bioenergia Fiemme SpA

Bioenergia Fiemme SpA Bioenergia Fiemme SpA Cavalese dr. Andrea Ventura Amministratore Delegato Trento, giovedì 12 ottobre 2006 22/03/2007 1 Chi siamo? Prima Società a realizzare un impianto di teleriscaldamento a biomassa

Dettagli

Convegno CIPRA: Alpi e innovazione: Cavalese verso l autosufficenza energetica

Convegno CIPRA: Alpi e innovazione: Cavalese verso l autosufficenza energetica Convegno CIPRA: Alpi e innovazione: Cavalese verso l autosufficenza energetica dr. Sergio Finato Assessore all Ambiente e Territorio del Comune di Cavalese Tesero, sabato 21 luglio 2012 1 LE BIOMASSE LEGNOSE

Dettagli

LA GESTIONE DELLE PARTECIPAZIONI

LA GESTIONE DELLE PARTECIPAZIONI LA GESTIONE DELLE PARTECIPAZIONI 273 274 Gestione delle aziende partecipate Linee programmatiche o Valorizzare e patrimonializzare le aziende partecipate operando, se necessario, interventi sul capitale

Dettagli

Capitolo 2. 2.1.1 Il funzionamento del mercato dell energia elettrica

Capitolo 2. 2.1.1 Il funzionamento del mercato dell energia elettrica Capitolo 2 L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS 2.1 Le società 2.1.1 Il funzionamento del mercato dell energia elettrica La Direttiva CEE n. 92-1996, recepita in Italia dal D. Lgs. n. 79-1999, ha disposto: la

Dettagli

design: PRIMA VISIONE Torino L ENERGIA CHE TI VIENE INCONTRO

design: PRIMA VISIONE Torino L ENERGIA CHE TI VIENE INCONTRO design: PRIMA VISIONE Torino L ENERGIA CHE TI VIENE INCONTRO SOCIETA' VENDITA GAS METANO - ENERGIA ELETTRICA SO.MET SOCIETA' DISTRIBUTRICE GAS METANO SERVIZI GESTIONE CALORE GRUPPO SOMET v. G. Testore,

Dettagli

Il Teleriscaldamento 2.0 Nuove offerte per i clienti, riduzione dei costi, nuovi allacci alla rete.

Il Teleriscaldamento 2.0 Nuove offerte per i clienti, riduzione dei costi, nuovi allacci alla rete. Il Teleriscaldamento 2.0 Nuove offerte per i clienti, riduzione dei costi, nuovi allacci alla rete. Conferenza Stampa Comune di Reggio Emilia 12 luglio 2012 Il Teleriscaldamento: di cosa stiamo parlando.

Dettagli

Le reti di teleriscaldamento attive e il net metering termico

Le reti di teleriscaldamento attive e il net metering termico Le reti di teleriscaldamento attive e il net metering termico Esco Tech Forum 2016 Centro Guida Sicura ACI-SARA Lainate 12 Maggio 2016 Ing. Biagio Di Pietra www.efficienzaenergetica.enea.it Introduzione

Dettagli

PROGETTO DI TELERISCALDAMENTO DI LECCO CENTRALE DI COGENERAZIONE SILEA E RETE DI TELERISCALDAMENTO

PROGETTO DI TELERISCALDAMENTO DI LECCO CENTRALE DI COGENERAZIONE SILEA E RETE DI TELERISCALDAMENTO PROGETTO DI TELERISCALDAMENTO DI LECCO CENTRALE DI COGENERAZIONE SILEA E RETE DI TELERISCALDAMENTO 1 IL TELERISCALDAMENTO IN ITALIA 2 IL PROGETTO DI TELERISCALDAMENTO DI LECCO 3 IL TERMOVALORIZZATORE DI

Dettagli

Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile

Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile 21 Ottobre 2015 Efficienza energetica degli edifici: il valore della casa, il valore dell ambiente con

Dettagli