DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA"

Transcript

1 Comune di Morciano di Romagna Provincia di Rimini DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA NON PUBBLICA N. 164 IN DATA 10/12/2009 O G G E T T O CONCESSIONE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI PER IL QUINQUENNIO DIRETTIVE PER L'AFFIDAMENTO. L anno duemilanove, il giorno dieci del mese di dicembre, alle ore 15:30, nella residenza comunale, in apposita sala, regolarmente convocati, all appello nominale risultano i signori: COGNOME E NOME CARICA PRESENTE ASSENTE 1. CLAUDIO BATTAZZA SINDACO Sì == 2. STEFANO DRADI VICE SINDACO Sì == 3. IVAN TAGLIAFERRI ASSESSORE Sì == 4. CORRADO BERNABEI ASSESSORE Sì == 5. CORRADO MONTANARI ASSESSORE Sì == 6. FILIPPO GHIGI ASSESSORE Sì == 7. EVI GIANNEI ASSESSORE Sì == Presiede il Sig. CLAUDIO BATTAZZA, quale Sindaco. Partecipa alla seduta la Dott.ssa ROSANNA FURII, Segretario, e ne cura la verbalizzazione (art. 97, c. 4, del T.U. n. 267/2000). Fra gli assenti non sono giustificati i signori: / Il Presidente, accertato il numero legale, dichiara aperta la seduta, dando atto che, ai sensi dell art. 49 del T.U. 267/2000, sulla proposta della presente deliberazione sono stati espressi i relativi pareri: [ ] NON NECESSARI, in quanto mero atto di indirizzo; [x] il Responsabile del Servizio LL. PP.-Patrimonio, Geom. OLIVIERO PAZZAGLINI, in ordine alla regolarità tecnica ha espresso parere favorevole.firma il Responsabile di Ragioneria, Dott.ssa ELENA MASINI, in ordine alla regolarità contabile [x] ha espresso parere favorevole.. firma [ ] non ha espresso alcun parere, non comportando il presente atto impegno di spesa o diminuzione di entrata... firma

2 LA GIUNTA COMUNALE Richiamata la delibera della Giunta Comunale n. 163 del 23/12/2008, avente ad oggetto: Proroga del servizio di gestione del cimitero comunale. Direttive per l'individuazione del nuovo soggetto concessionario esecutiva, con cui si prorogava il contratto n. 736 di Repertorio del 28/02/2006 inerente l affidamento della concessione per la gestione dei servizi cimiteriali a Geat Spa scadente il 31/12/2008 fino a tutto il al 30/06/2009, e nel contempo si impartivano agli uffici le direttive per procedere allo svolgimento della gara per l individuazione del nuovo soggetto concessionario; Richiamata la delibera della Giunta Comunale n. 34 del 20/03/2009, avente ad oggetto: Concessione per l affidamento della gestione dei servizi cimiteriali per il quinquennio Approvazione schemi atti di gara, esecutiva, con cui si approvavano appunto gli elaborati di gara predisposti dal Servizio ll.pp.-patrimonio sulla base delle direttive impartite con atto n. 163/2009; Vista la Determina del Responsabile del Servizio ll.pp.-patrimonio n. 30 del 31/03/2009, avente ad oggetto: Concessione per l affidamento della gestione dei servizi cimiteriali. Indizione gara. Determina a contrarre, con cui appunto veniva indetta la procedura di gara mediante il sistema dell offerta economicamente più vantaggiosa; Dato atto che il bando/disciplinare di gara pubblicato è stato pubblicato all Albo Pretorio in data 01/04/2009 n. 308 di Repertorio nonché sul <<Profilo di committente>> e sul SITAR; Visto il Verbale di gara del 05/05/2009, da cui risulta che la gara è stata dichiarata deserta; Richiamata la delibera G.C. n. 92 del 23/06/2009, avente ad oggetto: Concessione per l'affidamento della gestione dei servizi cimiteriali per il quinquennio approvazione risultanze 1 esperimento di gara. Direttive per il 2 esperimento di gara., esecutiva, con cui si procedeva ad una ulteriore proroga del contratto di concessione fino al 31/12/2009; Vista la Determina del Responsabile del Servizio ll.pp.-patrimonio n. 44 del 20/08/2009, avente ad oggetto: Concessione per l affidamento della gestione dei servizi cimiteriali quinquennio Indizione 2 esperimento di gara. Determina a contrattare, con cui appunto veniva nuovamente indetta la procedura di gara mediante il sistema dell offerta economicamente più vantaggiosa; Dato atto che il bando/disciplinare di gara pubblicato è stato pubblicato all Albo Pretorio in data 21/08/2009 n. 654 di Repertorio nonché sul <<Profilo di committente>> e sul SITAR; Visto il Verbale di gara del 15/09/2009, da cui risulta che la gara è stata dichiarata deserta; Dato atto che, essendo andati deserti due esperimenti di gara pubblica, occorre procedere ad individuare un operatore economico, in possesso dei requisiti necessari, mediante trattativa privata; Atteso che il servizio svolto durante gli scorsi anni da Geat Spa, attuale concessionario, è stato più che soddisfacente; Ritenuto quindi opportuno affidare a Geat Spa, in possesso di tutti i requisiti e mezzi necessari, la concessione per la gestione dei servizi cimiteriali per il quinquennio dal 01/01/2010 al 31/12/2014;

3 Vista la nota n del 15/09/2009, con cui il Servizio ll.pp.-patrimonio chiedeva a Geat Spa la disponibilità ad assumere la gestione dei servizi cimiteriali per il quinquennio citato, sulla base delle tariffe deliberate dal Comune ed in vigore dal 01/01/2009; Vista la corrispondenza intercorsa tra il citato Servizio ll.pp.-patrimonio e Geat Spa, la quale si dichiara disponibile sulla base dello schema di Contratto di concessione elaborato dal Servizio medesimo e sulla base delle tariffe vigenti stabilite dal Comune; Visto lo Statuto e l Atto costitutivo di Geat Spa, nonché la visura camerale da cui risulta che la società Geat Spa ha per oggetto. l esercizio in proprio e per conto terzi, sia in via diretta che attraverso società controllate e/o collegate, enti, consorzi, delle attività connesse ed inerenti ai servizi pubblici volti a soddisfare i bisogni e le esigenze della collettività in particolare a:..omissis I) SERVIZI CIMITERIALI IN GENERE, IVI COMPRESA LA PROGETTAZIONE, ATTUAZIONE, GESTIONE, MANUTENZIONE DEI CIMITERI COMUNALI; Dato atto che, pur essendo Geat Spa una società partecipata del Comune di Morciano di Romagna, l affidamento del servizio in parola non è da considerarsi in-house ma a trattativa privata a seguito di due procedure di gara andate deserte; Richiamata la delibera della Giunta Comunale n. 164 del 23/12/2008, avente ad oggetto: Approvazione nuove tariffe dei servizi cimiteriali in vigore dal 1 gennaio 2009, esecutiva, due delle quali sono state poi successivamente adeguate con la richiamata delibera G.C. n. 92/2009; Dato atto che la concessione prevede un piccolo intervento di manutenzione dell impianto idrico all interno del cimitero, per una spesa complessiva di 8.730,00 oltre I.V.A. al 20% per 1.746,00 così per complessivi ,00 il cui pagamento avverrà in cinque rate uguali dell importo di 2.095,20 (I.V.A. al 20% compresa) cadauna, entro il 31 luglio di ogni anno di durata del contratto; Dato atto che il corrispettivo a favore di Geat Spa per la gestione dei servizi cimiteriali e lampade votive, è invece dato esclusivamente dai proventi derivanti della gestione dei servizi ad essa affidati ed effettivamente resi, sulla base delle tariffe deliberate dall Amministrazione comunale; Visto lo schema di contratto di concessione allegato e ritenutolo confacente alle esigenze prospettate da questa amministrazione comunale; Vista la nota a/r n del 12/10/2009 con cui il Servizio ll.pp.-patrimonio ha comunicato all Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato -Piazza Verdi, 6/A ROMA, ai sensi dell art.23-bis del D.L. n. 112/2008 convertito il Legge n. 133/2008 e a titolo precauzionale, l intenzione di procedere all aggiudicazione sopra indicata mediante procedura ristretta ritenendo che, nel caso in-ispecie, non si configuri la casistica dell affidamento in-house ; Vista la nota della medesima Autorità n del 02/12/2009, pervenuta in data 10/12/2009 prot. n , che si allega in copia, con cui comunica che non ricorrono le condizioni per il rilascio del parere ai sensi del citato art.23-bis commi 3 e 4, a causa della evidente mancanza dei requisiti fondamentali per la configurabilità stessa dell affidamento in-house ; Dato atto che tale affermazione concorda con la tesi sostenuta dal Servizio ll.pp.-patrimonio, non solo in quanto l affidamento è stato preceduto da due gare ad evidenza pubblica senza esito (che consentono quindi di procedere con l affidamento a trattativa privata diretta ex art. 57 comma 6- del D.Lgs n. 163/2006), ma in quanto la Società Geat Spa, per previsione statuaria, può

4 fornire servizi anche a favore di soggetti privati ed anche inerenti altre tipologie di servizi sicché la medesima, acquista un ampia vocazione commerciale che travalica le funzioni richieste per l espletamento dello specifico servizio da affidare, facendo così venire a meno il requisito della prevalenza dell attività oggetto di affidamento nei confronti del Comune di Morciano; Tutto ciò premesso, visto e considerato, a voti unanimi espressi per alzata di mano DELIBERA 1) di approvare la premessa quale parte integrante e sostanziale; 2) di aggiudicare, a trattativa privata e per quanto in premessa riportato, all affidamento in concessione della gestione dei servizi cimiteriali- Quinquennio 01/01/ /12/2014 alla società Geat Spa, con sede in Riccione via Mantova, 6 (P.Iva ). 3) di approvare lo schema di contratto di concessione (e relativi allegati) che, allegati, formano parte integrante e sostanziale del presente atto, dando atto che il Responsabile del procedimento potrà, se necessario, apportarvi, piccole modifiche ed integrazioni che non snaturino l impianto del medesimo. 4) di dare atto che la spesa di ,00 (IVA 20% compresa) relativa ai lavori di rifacimento dell acquedotto, sarà prevista nei relativi bilanci di previsione per ciascun anno di validità del contratto di concessione. 5) di trasmettere il presente atto a Geat Spa, con sede legale in Riccione - via Mantova, n. 6. Inoltre, stante la necessità e l urgenza di provvedere, con ulteriore e separata votazione palese ed unanime, DELIBERA di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, del decreto legislativo n. 267 del 2000.

5 COMUNE DI MORCIANO DI ROMAGNA (PROVINCIA DI RIMINI) CONTRATTO DI SERVIZIO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL CIMITERO COMUALE. L'anno, il giorno del mese di, nella Residenza Comunale di Morciano di Romagna, con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, tra i Signori: 1) Geom. Pazzaglini Oliviero, nato a Montegridolfo (RN) il 05/01/1962, Responsabile del Servizio Lavori Pubblici/Patrimonio, il quale agisce nel solo interesse ed in rappresentanza del Comune di Morciano di Romagna, codice fiscale/partita IVA , ai sensi dell art 27 del vigente Statuto Comunale, in esecuzione della deliberazione della Giunta Comunale n. del, immediatamente eseguibile, di seguito, per brevità, Comune; 2) Alessandro Casadei, nato a Riccione (Rn), il, Presidente e legale rappresentante di "GEAT S.p.A.", con sede legale in Riccione, via Mantova, n.6, iscritta al Registro delle Imprese di Rimini, n , codice fiscale/partita IVA , autorizzato alla stipula con verbale del Consiglio di Amministrazione del, di seguito per brevità Società; PREMESSO CHE: - con atto C.C. n. 82 in data , immediatamente eseguibile, il Comune ha deliberato di acquisire una partecipazione societaria in GEAT S.p.A. con sede in Riccione, società a totale partecipazione pubblica del Comune di Riccione, approvandone lo Statuto e lo schema di contratto quadro per l affidamento di servizi di pubblica utilità; - nel suddetto atto consiliare si stabiliva, tra le altre cose, di rinviare a successivi atti, da adottarsi da parte degli organi competenti, l approvazione di specifiche convenzioni accessorie/contratti di servizio per l affidamento dei vari servizi comunali, dando atto che con il citato atto consiliare sono stati individuati i seguenti settori di intervento: o manutenzione del verde; o gestione impianti pubblicitari; o servizi cimiteriali ed illuminazione votiva; o attività di supporto alla gestione dell imposta di pubblicità ed al servizio di pubbliche affissioni. - GEAT S.p.A. ha, tra l altro, come oggetto sociale l esercizio dei servizi cimiteriali in genere, ivi compresa l illuminazione votiva cimiteriale, la manutenzione dei cimiteri, l esercizio dei servizi funebri in genere, con tutte le attività annesse e connesse; - nell oggetto sociale di GEAT S.p.A., per quanto riguarda i cimiteri, è prevista anche la progettazione, attuazione e gestione dei loculi, ossari ecc.; - è necessario regolamentare l'affidamento del servizio relativo alla gestione dei servizi cimiteriali ed alla illuminazione votiva, fissando gli obblighi reciproci tra Comune e Società, al fine di garantire l'autonomia gestionale della Società ed il contemporaneo perseguimento degli obiettivi del Comune, così come prevede

6 l art.113-bis, comma 5, del D.Lgs. 267/00; - tutto ciò premesso, quale parte integrante del presente atto, e oggetto di specifico accordo tra le parti SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE: ART. 1 - OGGETTO Il presente contratto regola i rapporti tra il Comune e la Società affidataria del servizio pubblico relativo alla gestione del cimitero comunale (di seguito per brevità Servizio). Il Servizio comprende: a) Servizi cimiteriali a.1) custodia e conservazione del cimitero comunale sito in via Abbazia; a.2) attività correlate all evento del decesso, non rientranti nella sfera funzionale di altri organi o autorità pubbliche; a.3) illuminazione votiva cimiteriale; b) Servizi tecnici in area cimiteriale b.1) manutenzione ordinaria dei manufatti e degli impianti; c) Trasporto funebre c.1) trasporto salme, mediante mezzi idonei, dal luogo del decesso alla camera mortuaria, al cimitero. d) Servizi di polizia mortuaria d.1) recupero resti mortali rinvenuti sulla pubblica via o comunque in luogo pubblico; d.2) tutte le attività di polizia mortuaria previste dalla legge e dai relativi regolamenti e) lavori e.1) lavori di rifacimento ex-novo di un tratto di acquedotto all interno del cimitero comunale, come previsto dal progetto esecutivo approvato con delibera della Giunta Comunale n. 34 del 20/03/2009, esecutiva. ART. 2 SERVIZI AGGIUNTIVI Senza pregiudizio di quanto previsto all art.1, eventuali nuovi servizi (quali, per esempio, la progettazione, l esecuzione ex-novo o la ristrutturazione di loculi od ossari, la gestione delle concessioni cimiteriali, ecc.) e/o condizioni verranno disciplinati con separati accordi conclusi tra il Comune e la Società. Tali servizi risulteranno accessori o complementari o comunque connessi all oggetto del presente contratto. ART. 3 CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO Il Servizio oggetto del presente contratto è da considerarsi ad ogni effetto pubblico e costituisce attività di pubblico interesse, essendo il cimitero comunale un servizio essenziale e, pertanto, per nessuna ragione potrà essere sospeso o abbandonato. La società, quale gestore si obbliga a: gestire i servizi ad essa affidati con la massima diligenza e secondo criteri di economicità, efficienza ed efficacia, in modo da garantire l assoluta continuità degli stessi; adeguare la qualità e la natura di detti servizi alle norme di legge, alle disposizioni regolamentari e

7 agli indirizzi del Comune; evidenziare i costi ed i ricavi derivanti dalla gestione dei servizi medesimi; provvedere, a proprie spesa e a propria cura all acquisizione e/o esecuzione delle attrezzature, dei beni e degli impianti che si rendessero necessari alo scopo; sollevare il Comune da ogni responsabilità in ordine agli eventuali danni che dovessero derivare dalla gestione dei servizi cimiteriali, nessuno escluso. ART. 4 OBIETTlVI E PRINCIPI NELL EROGAZIONE DEI SERVIZI La Società nell'espletamento del Servizio e nel rispetto delle finalità statutarie si impegna al perseguimento dei seguenti obiettivi: -promuovere la fruizione corretta del cimitero da parte delle imprese di onoranze funebri e da parte dei visitatori; -mettere in atto politiche aziendali tese al miglioramento della qualità del Servizio. La Società si impegna ad uniformare lo svolgimento del Servizio ai principi fondamentali di eguaglianza, imparzialità, continuità ed efficienza contenuti nella Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del La società adotta le misure idonee al raggiungimento degli obiettivi e per il rispetto dei principi previsti nel presente articolo. La società è tenuta ad applicare nuove disposizioni cogenti in materia di erogazione del Servizio, anche in assenza o nelle more del formale recepimento nel contratto di servizio. ART. 5 DURATA L'affidamento ha la durata di anni 5 (cinque), a partire dal 1 gennaio 2010, fatto salvo i casi di revoca o di risoluzione anticipata nonché per l eventuale scioglimento anticipato della Società o il venir meno delle condizioni e dei presupposti per i quali il Comune ha stabilito l affidamento o per mutata normativa di riferimento.. ART. 6- RECESSO Le parti si riservano la facoltà di recedere, decorso il primo anno di affidamento del servizio, previa comunicazione scritta inviata con raccomandata A.R. almeno 60 giorni prima. ART. 7- RAPPORTI ECONOMICI CON IL COMUNE Per quanto riguarda i servizi di cui ai punti a), b), c), d) di cui all art. 1 della presente convenzione, lo svolgimento del Servizio non comporta pagamento di alcun corrispettivo né da parte della Società né da parte del Comune, tenuto conto che esso è conseguente all'affidamento della gestione del cimitero. La società, nella qualità di gestore, incamererà tutti i proventi della gestione dei servizi ad essa affidati, sulla base delle tariffe deliberate dall Amministrazione comunale e che dovranno assicurare la totale copertura dei costi connessi all espletamento dei servizi. Nel suddetto criterio rientra anche la gestione dell illuminazione votiva cimiteriale.

8 Per quanto riguarda il punto e) di cui all art. 1 della presente convenzione, l esecuzione dei lavori di rifacimento ex-novo di un tratto di acquedotto all interno del cimitero, il cui progetto viene allegato sotto la lettera A quale parte integrante e sostanziale del presente atto, comporta invece il pagamento da parte del Comune, a favore della Società, del relativo prezzo ammontante ad 8.730,00 (diconsi euro ottomila settecentotrenta/00) oltre I.V.A. al 20% per 1.746,00 così per complessivi ,00 (diconsi euro diecimilaquattrocentosettantasei/00). Il pagamento del prezzo di ,00 relativo ai lavori, avverrà in cinque rate uguali dell importo di 2.095,20 (I.V.A. al 20% compresa) cadauna, entro il 31 luglio di ogni anno di durata del contratto e comunque entro 90 (novanta) giorni dal ricevimento della fattura relativa FINE MESE -. ART. 8- OBBLIGHI DELLA SOCIETA La Società si obbliga a dotarsi di attrezzature e personale idonei a garantire il regolare svolgimento dei Servizio nel rispetto delle norme vigenti in materia. Nell'espletamento del Servizio, la Società osserverà tutte le norme vigenti in materia. In caso di violazione di tali norme, l Azienda sarà ritenuta unica responsabile. I servizi di cui all art. 1 riguardano, in particolare: l apertura e la chiusura al pubblico del cimitero comunale, nel rispetto degli orari fissati con ordinanza del Sindaco; la custodia del cimitero, nel rispetto delle modalità e degli adempimenti del D.P.R. n. 285 del 1990 e della L.R. n. 19 del 2004; l attività di vigilanza e di mantenimento dell ordine e dei beni ricevuti in gestione, fermo restando in capo al Sindaco il mantenimento dell ordine pubblico; interventi di manutenzione ordinaria e la pulizia delle aree interne ed esterne al cimitero, dei locali, delle vie di accesso esterne, delle superfici verdi e delle alberature interne ed esterne, il riassetto dei vialetti interni, il tutto graficamente individuato sull elaborato planimetrico che viene allegato sotto la lettera B quale parte integrante e sostanziale del presente atto. Ai sensi dell art.31, lett.b) della Legge n. 457/78, per interventi di manutenzione ordinaria si intendono quelli che riguardano le opere di riparazione e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti, come ad esempio a titolo esemplificativo e non esaustivo: le riparazioni dei manti di copertura, le riprese degli intonati e delle tinteggiature, le riparazioni degli impianti e delle attrezzature tecnologiche di ogni tipo, la riparazione di canali di gronda, pluviali e scossaline, la riparazione di pavimentazioni, la potatura e la risagomatura delle siepi, la potatura degli alberi ed il taglio dell erba con trasporto a rifiuto dei materiali di risulta, l innaffiamento di fioriere esterne e degli alberi o arbusti, lo spazzamento e la pulizia di tutti gli spazi sopra individuati, la pulizia giornaliera dei bagni, ecc -. il conferimento dei rifiuti ordinari e di quelli speciali in appositi contenitori. ogni attività connessa e conseguente al decesso, quale la sepoltura dei cadaveri e la conservazione dei resti, ceneri ed ossa (inumazione, tumulazione, esumazione ed estumulazione);

9 assicurare che l utilizzo convenzionato dal Comune della camera mortuaria della struttura ospedaliera Casa di Cura prof. E.Montanari S.p.A., con sede in Via Roma, a poche centinaia di metri dal cimitero comunale, avvenga nel rispetto della convenzione approvata dal Comune stesso con atto G.C. n. 29 in data 10/03/209, esecutiva e sottoscritta in data 14/04/2009 n. 968 di repertorio che viene allegata in copia sotto la lettera C quale parte integrante e sostanziale del presente atto; Nell espletamento di tali attività la società dovrà osservare scrupolosamente le prescrizioni normative vigenti in materia ed applicare le tariffe stabilite dal Comune, con i relativi atti di Giunta Comunale che saranno tempestivamente trasmessi alla Società stessa. L illuminazione votiva cimiteriale che dovrà essere conforme alle normative vigenti in materia di sicurezza e pubblica incolumità; La manutenzione ordinaria dei manufatti nonché degli impianti e delle attrezzature tecnologiche. La società, al riguardo, non deve apportare modifiche strutturali ai beni ricevuti in consegna, fatte salve, nel quadro architettonico ed ornamentale esistente, le modifiche innovative o migliorative. ART. 9- SERVIZIO DI REPERIBILITA La società si impegna a garantire l attivazione del servizio di reperibilità operativo giorno e notte, compreso i festivi, per il recupero ed il trasferimento delle salme rinvenute sulla pubblica via o in luoghi pubblici. Si richiamano, in proposito, gli obblighi di informazione e collaborazione con le Autorità giudiziarie, di pubblica sicurezza e sanitarie locali, di cui alle disposizioni del D.P:R. n. 285 del 1990 e di eventuali regolamenti comunali. ART. 10 UTILIZZO DEI BENI CONCESSI ALLA SOCIETA Il Comune affida e consegna, a titolo di concessione, alla Società che accetta e riceve, i seguenti beni immobili: - complesso cimiteriale di Via Abbazia nello stato di fatto in cui si trova, individuato nell allegata planimetria, censito nel N.C.T. del Comune di Morciano di Romagna al foglio 4, mappali A I beni sono consegnati nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, con obbligo per la Società, di effettuare l ordinaria manutenzione a propria cura ed a proprie spese. Il Comune, riconosce, fin da ora, alla Società, il diritto di posa nel suolo, sottosuolo e soprassuolo delle condutture e dei cavi necessari alla gestione degli impianti, nonchè il diritto di manomissione del suolo per gli interventi necessari all esecuzione dei lavori di polizia mortuaria e di quelli che saranno, comunque, necessari. L eventuale realizzazione, da parte del Comune, di opere e manufatti successivamente alla sottoscrizione della presente scrittura privata, così come l eventuale ampliamento delle aree cimiteriali esistenti, comportano l automatica estensione del rapporto con la Società, rimanendo, in ogni caso la proprietà dei beni in capo al Comune. ART VIGILANZA E CONTROLLO DEL COMUNE Il Comune può eseguire, in qualunque momento, visite conoscitive nel cimitero comunale, avendo cura di non recare pregiudizio al regolare svolgimento dello stesso, con particolare riguardo alle condizioni di

10 operatività, efficienza e sicurezza degli impianti. Il Comune può eseguire indagini di mercato per verificare il grado di soddisfazione dell'utenza sullo svolgimento del Servizio. I risultati delle indagini e le eventuali irregolarità riscontrate dagli incaricati del Comune nel corso delle visite, sono segnalati al Consiglio di Amministrazione della Società, per la messa in atto delle opportune azioni correttive. Il Comune verifica, periodicamente, lo stato di attuazione del presente accordo, e può formulare osservazioni sullo svolgimento del Servizio che trasmette al Consiglio di Amministrazione della Società. Le osservazioni del Comune dovranno essere tenute in debita considerazione nella predisposizione e/o variazione del Programma. Al riguardo, dovrà diffidare la Società, nel caso in cui riscontri deficienze o anomalie nell erogazione del Servizio, assegnandole un termine perentorio per la soluzione delle problematiche specifiche. Qualora, la Società non ottemperi ai rilievi formulati, viene riconosciuto, al Comune, il potere di attuare gli opportuni provvedimenti per ripristinare il regolare svolgimento, ivi compresa la facoltà di fare eseguire, a spese della Società, i lavori ritenuti necessari. La Società assicura la massima collaborazione e disponibilità affinché il Comune possa adeguatamente svolgere la propria funzione di controllo in ordine a: documenti; opere ed impianti attinenti il servizio in oggetto a quanto possa servire per verificare il regolare svolgimento del Servizio, nel rispetto delle condizioni e degli obblighi fissati con il presente Accordo. ART.12 INFORMAZIONE E COLLABORAZIONE DEL COMUNE Il Comune si impegna ad agevolare il migliore espletamento del servizio da parte della Società con particolare riferimento all'adozione di tutti i provvedimenti ed alla cura degli adempimenti ricompresi nell'ambito delle proprie competenze istituzionali. Il Comune consentirà, inoltre, l accesso a tutte le informazioni in suo possesso, con addebito dei soli costi, se esistenti, utili all espletamento del Servizio. ART ASSICURAZIONE La Geat S.p.A. ha altresì attivato specifica POLIZZA ASSICURATIVA RCT/RCO inerentemente a tutte le attività oggetto della concessione, che prevede la copertura di ogni rischio di responsabilità civile per danni arrecati a persone o a cose, dal proprio personale nell espletamento del servizio, con massimale di euro ,00 (euro cinquemilioni/00) per sinistro, che sarà valida per tutta la durata di validità del presente contratto di concessione. Copia della sopra menzionata polizza sarà depositata presso gli Uffici del Comune di Morciano. ART RESPONSABILITA La Società mantiene sollevato ed indenne il Comune da ogni danno che possa derivare a terzi dall'esercizio del Servizio, sia esso esercitato direttamente ovvero attraverso società di collaborazione, incaricate dalla Società stessa per alcuni specifici compiti.

11 ART.15 CESSIONE DEL CONTRATTO E fatto divieto alla Società di cedere, anche parzialmente, a terzi il presente contratto senza il preventivo consenso del Comune. La costituzione di società controllate dal gestore, a norma del Codice civile, la fusione e la scissione della Società con altri soggetti giuridici non costituiscono cessione del contratto, se permangano le condizioni che hanno consentito, al Comune, di procedere all affidamento in house. La Società ha la facoltà di appaltare e terzi, lavori, opere e servizi, previsti dal presente contratto a carico della Società, senza, tuttavia, essere esonerato dai suoi obblighi, oneri e responsabilità previsti nel presente Accordo, in quanto la Società rimane l unico soggetto responsabile, nei confronti del Comune, per la regolare ed esatta esecuzione dei servizi affidati. ART. 16 INADEMPIMENTO - RISOLUZIONE DEL CONTRATTO Qualsiasi atto o fatto costituente inadempimento, sia che comporti l applicazione di una penale, sia che possa determinare la risoluzione del contratto, dovrà essere contestato alla Società entro il termine perentorio di trenta (30) giorni, decorrenti dall'avvenuta conoscenza da parte del Comune. La Società avrà la facoltà di produrre deduzioni e giustificazioni, nel termine perentorio di trenta (30) giorni, decorrenti dal ricevimento del provvedimento di addebito. Nel caso di violazione anche di uno solo degli obblighi stabiliti nel presente contratto, il Comune si riserva la facoltà di applicare una penale, il cui ammontare viene fissato entro il minimo di 50,00 e il massimo di 250,00 in relazione alla gravità del fatto ad insindacabile giudizio del Comune ed all'eventuale ripetersi degli inadempimenti. Il provvedimento motivato di applicazione della penale è notificato alla Società in via amministrativa, restando, quindi, escluso qualsiasi avviso di costituzione in mora ed ogni atto o provvedimento giudiziale. Il Comune potrà chiedere la risoluzione del presente contratto quando, per comportamenti imputabili alla Società, siano state accertate: a) gravi disfunzioni nella erogazione delle prestazioni dei servizi cimiteriali; b) stato di liquidazione della Società, sentenza dichiarativa di fallimento o altra procedura concorsuale, nonché quant altro previsto dall art del Codice civile. La risoluzione del contratto, fatto salvo il diritto del Comune al risarcimento del danno subito, comporta, oltre che la revoca dall affidamento del servizio e l estinzione del diritto alla gestione, la restituzione al Comune, ovvero al soggetto indicato dallo stesso, dei beni mobili ed immobili necessari e utili all espletamento del Servizio e dei relativi rapporti di lavoro. Il Comune corrisponderà alla Società una somma, equivalente al valore dei beni e diritti in restituzione, da determinarsi da un esperto, nominato dal Presidente del Tribunale, su richiesta della parte più diligente, il quale determinerà anche, in caso di disaccordo tra le parti, quali siano i beni e i diritti oggetto della restituzione. La Società assicura in ogni caso la continuità nella gestione dei servizi ad essa affidati, espletando questi ultimi, nel rispetto del presente contratto, anche in caso di intervenuta risoluzione contrattuale, fino al momento in cui la gestione sia svolta da altri

12 ART.17 CONTROVERSIE E esclusa la competenza arbitrale. Per ogni vertenza giudiziale il tribunale competente per territorio è quello di Rimini. ART. -18 CLAUSOLE VARIE E espressamente convenuto tra le parti il diritto della Società, quale gestore, di prestare i propri servizi anche a terzi, pubblici o privati, previa sottoscrizione di convenzione diretta, purchè da tale estensione degli incarichi non derivi nocumento ai servizi oggetto della presente convenzione/contratto di servizio. Il Comune pone a disposizione della Società i dati, le informazioni, i documenti utili per la gestione del Servizio, impegnandosi a fornire, successivamente, anche gli aggiornamenti stessi, se necessari. Il Comune, inoltre, assicura l impiego della vigilanza ad opera della Polizia Municipale, finalizzato al rispetto, nell ambito territoriale di competenza, del regolare espletamento dei servizi, anche emettendo, se necessario, delle ordinanze. Il Comune si impegna a trasmettere, con tempestività, ogni modifica ai regolamenti comunali che possano, in qualsiasi modo influire sul servizio, anche acquisendone, se opportuno, un parere non vincolante. Qualora si verifichino casi straordinari o qualora il Comune decida di richiedere alla Società di estendere e/o potenziare il Servizio a standard superiori rispetto quelli previsti dal presente contratto di servizio, le Parti concorderanno le condizioni e le modalità con apposita contratto accestivo. ART.- 19 TARIFFE E CORRISPETTIVI La Geat S.p.A. incamererà tutti i proventi derivanti dalla gestione dei Servizi cimiteriali e dall illuminazione votiva, ad essa affidati, sulla base delle tariffe deliberate dall Amministrazione comunale. Le tariffe da applicare sono quelle vigenti alla data odierna, approvate con delibera G.C. n. 164 del 23/12/2009 e successivamente modificate con delibera G.C. n. 92 del 23/06/2009 entrambe esecutive e risultanti dalla allegata scheda che viene allegata sotto la lettera D quale parte integrante e sostanziale del presente atto e saranno aggiornate a partire dal 1 gennaio del secondo anno successivo l inizio della gestione in base all indice ISTAT dei prezzi al consumo di famiglie ed operai registrato nei dodici mesi precedenti. Tali tariffe dovranno garantire ed assicurare la copertura dei costi connessi all espletamento del servizio stesso. ART. 20 SPESE Tutte le spese relative e conseguenti la stipulazione del presente contratto sono a carico della Società. Il presente atto è esente da imposizioni fiscali dirette ed indirette statali e regionali ai sensi dell'art. 115 del decreto legislativo 8/08/2000 n ART DISPOSIZIONI FINALI E TRANSITORIE Per quanto non previsto dal presente contratto di servizio si fa riferimento: al D.P.R. n. 285 del 1990, come successivamente modificato ed integrato; alla Legge Regionale n. 19 del 2004; al Codice civile.

13

14 Approvato e sottoscritto: IL PRESIDENTE f.to CLAUDIO BATTAZZA IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Dott.ssa ROSANNA FURII PUBBLICAZIONE In data odierna, la presente deliberazione viene: pubblicata all Albo Pretorio per 15 giorni consecutivi (art. 124, c. 1, del T.U. n. 267/2000); comunicata ai capigruppo consiliari (art. 125 del T.U. n. 267/2000). Morciano di Romagna, li L ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO f.to VERA MANCINI ATTESTAZIONE Il sottoscritto, visti gli atti d ufficio, attesta che la presente deliberazione: è stata pubblicata mediante affissione all Albo Pretorio comunale per 15 giorni consecutivi, senza reclami (art. 124, c. 1, del T.U. n. 267/2000); è divenuta esecutiva: [x] perché dichiarata immediatamente eseguibile (art. 134, c. 4, del T.U. 267/2000); [ ] decorsi 10 giorni dalla pubblicazione (art. 134, c. 3, del T.U. n. 267/2000). Morciano di Romagna, li L ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO f.to VERA MANCINI

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA Comune di Morciano di Romagna Provincia di Rimini DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA NON PUBBLICA N. 164 IN DATA 23/12/2008 O G G E T T O APPROVAZIONE NUOVE TARIFFE DEI SERVIZI

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Comune di Morciano di Romagna Provincia di Rimini DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA SESSIONE: STRAORDINARIA CONVOCAZIONE: 1 2 N. 25 IN DATA 29/03/2010 O G G E T T O CONCESSIONE

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA Comune di Morciano di Romagna Provincia di Rimini DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA NON PUBBLICA N. 115 IN DATA 03/09/2009 O G G E T T O INFORMATIZZAZIONE DELLA GESTIONE DEL CANONE

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI)

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) Tra il Comune di RHO (di seguito, Comune ), in persona

Dettagli

Deliberazione del Commissario Straordinario

Deliberazione del Commissario Straordinario COMUNE DI GEMMANO PROVINCIA DI RIMINI PIAZZA ROMA N. 1-47855 GEMMANO (RN) TEL. 0541 85.40.60 / 85.40.80 FAX 0541 85.40.12 C.F. 82005670409 - P.IVA 01188110405 www.comune.gemmano.rn.it Deliberazione del

Dettagli

COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale N. 11 Reg. Seduta del 19/02/2015 OGGETTO: SERVIZI CIMITERIALI - DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE. L anno duemilaquindici,

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA Comune di Morciano di Romagna Provincia di Rimini DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA NON PUBBLICA N. 89 IN DATA 19/07/2007 O G G E T T O BILANCIO DI PREVISIONE DELL'ESERCIZIO 2007.

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA Comune di Morciano di Romagna Provincia di Rimini DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA NON PUBBLICA N. 159 IN DATA 20/12/2007 O G G E T T O CANONI DI LOCAZIONE INPS - INAIL E CENTRO

Dettagli

COMUNE DI REANA DEL ROJALE PROVINCIA DI UDINE

COMUNE DI REANA DEL ROJALE PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI REANA DEL ROJALE PROVINCIA DI UDINE COPIA CONFORME ANNO 2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE del Reg. Delibere N 00108 OGGETTO: APPROVAZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE PER L'ISTALLAZIONE

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G.

SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G. SCHEMA DI CONVENZIONE PER IL CONFERIMENTO A DELLA TITOLARITA DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI MEDIANTE CONCESSIONE - C.I.G. 5356508A3A L anno.., il giorno. del mese di.., TRA il Comune di Mogliano Veneto

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale di consulenza

Dettagli

CONCESSIONE D USO DI IMPIANTI PUBBLICITARI INSISTENTI PRESSO I CENTRI SPORTIVI DI PROPRIETÀ DEL COMUNE DI MILANO ED IN GESTIONE A MILANOSPORT

CONCESSIONE D USO DI IMPIANTI PUBBLICITARI INSISTENTI PRESSO I CENTRI SPORTIVI DI PROPRIETÀ DEL COMUNE DI MILANO ED IN GESTIONE A MILANOSPORT CONCESSIONE D USO DI IMPIANTI PUBBLICITARI INSISTENTI PRESSO I CENTRI SPORTIVI DI PROPRIETÀ DEL COMUNE DI MILANO ED IN GESTIONE A MILANOSPORT S.p.A. CONTRATTO tra Milanosport S.p.A., con sede in Milano,

Dettagli

Comune di Argenta PROVINCIA DI FERRARA

Comune di Argenta PROVINCIA DI FERRARA Comune di Argenta PROVINCIA DI FERRARA Deliberazione n. 140 del 25-07-2006 Comunicata il 23-08-2006 art. 125 D. Lgs. 267/2000 Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: Concessioni cimiteriali

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 84 del 22/12/2011

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 84 del 22/12/2011 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 84 del 22/12/2011 ================================================================= OGGETTO: DETERMINAZIONE TARIFFE

Dettagli

COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale N. 24 Reg. Seduta del 07/05/2015 OGGETTO: PROGRAMMA NUOVI PROGETTI INTERVENTI, PREVISTO DALL ART. 3 COMMI 2-3 DEL

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE della GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE della GIUNTA COMUNALE COPIA COMUNE di CIVITA D ANTINO (L AQUILA) VERBALE DI DELIBERAZIONE della GIUNTA COMUNALE N. 18 del Reg. del 22/02/2012 OGGETTO: Affidamento incarico di brokeraggio per l'analisi e la gestione dei rischi

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PROVINCIA REGIONALE DI ENNA C.F. 80000810863 Tel. 0935.521111 Fax 0935.500429 I SETTORE AFFARI GENERALI E ISTITUZIONALI DIRIGENTE - Dott.ssa Lucia Antonia Buscemi e-mail: affarigenerali@provincia.enna.it

Dettagli

COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone)

COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) * * * * * REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI * * * * * ART. 1 AUTORIZZAZIONE ALLA CREMAZIONE DI CADAVERI, DI RESTI

Dettagli

PROVINCIA DI TO DELLA GIUNTA COMUNALE N.133 OGGETTO: TARIFFE PER LA FRUIZIONE DEI BENI E SERVIZI COMUNALI ANNO 2012. DETERMINAZIONI.

PROVINCIA DI TO DELLA GIUNTA COMUNALE N.133 OGGETTO: TARIFFE PER LA FRUIZIONE DEI BENI E SERVIZI COMUNALI ANNO 2012. DETERMINAZIONI. C o p i a Al b o COMUNE DI CUMIANA PROVINCIA DI TO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.133 OGGETTO: TARIFFE PER LA FRUIZIONE DEI BENI E SERVIZI COMUNALI ANNO 2012. DETERMINAZIONI. L anno duemilaundici

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Visto l articolo 48 del T.U.E.L. - approvato con Decreto Legislativo in data 18.08.2000 n. 267; D E L I B E R A

LA GIUNTA COMUNALE. Visto l articolo 48 del T.U.E.L. - approvato con Decreto Legislativo in data 18.08.2000 n. 267; D E L I B E R A LA GIUNTA COMUNALE Vista la proposta di deliberazione avanzata dall'ufficio Servizi cimiteriali relativa al seguente oggetto: SERVIZI CIMITERIALI. MODIFICA SCHEMI SCRITTURE PRIVATE PER CONCESSIONI LOCULI

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COPIA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA DELIBERAZIONE N. 41 in data: 02.10.2012 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: AFFIDAMENTO A DITTA SPECIALIZZATA DEL SERVIZIO DI

Dettagli

COMUNE DI MEDE (Provincia di Pavia) REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI IN REGIME DI MERCATO LIBERO

COMUNE DI MEDE (Provincia di Pavia) REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI IN REGIME DI MERCATO LIBERO COMUNE DI MEDE (Provincia di Pavia) REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI IN REGIME DI MERCATO LIBERO Approvato con deliberazione C.C. n 5 del 17/03/2014 Art. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE C O M U N E DI G E N O L A Provincia di Cuneo REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI S O

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA SPORTIVA COMUNALI DI V.LE RIMEMBRANZE.

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA SPORTIVA COMUNALI DI V.LE RIMEMBRANZE. SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA SPORTIVA COMUNALI DI V.LE RIMEMBRANZE. Art. 1 - OGGETTO E DURATA 1. La presente convenzione ha per oggetto la concessione dell uso

Dettagli

D. 30 163/2006-34, 20, D.L.

D. 30 163/2006-34, 20, D.L. Affidamento in Concessione dei servizi cimiteriali comunali, ai sensi dell art. 30 del D. Lgs. 163/2006 - Relazione ai sensi dell art. 34, comma 20, D.L. 179/2012 convertito in Legge 221/2012. Premesso

Dettagli

Verbale di Deliberazione della Giunta dell Unione NR. 84 DEL 29-12-2011 DETERMINAZIONE TARIFFE DEI SERVIZI NECROFORICI. ANNO 2012.

Verbale di Deliberazione della Giunta dell Unione NR. 84 DEL 29-12-2011 DETERMINAZIONE TARIFFE DEI SERVIZI NECROFORICI. ANNO 2012. UNIONE BASSA EST PARMENSE (Provincia di Parma) Sede legale: Sorbolo, Piazza Libertà, n 1 Sede amministrativa: Sorbolo, Via del Donatore, n 2 Telefono 0521/669611, fax 0521/669669 (C.A.P. 43058) partita

Dettagli

Deliberazione della Giunta Comunale

Deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI GEMMANO 47855 Provincia di Rimini Sede: Piazza Roma n. 1 Tel. (0541) 854060 854080 Fax (0541) 854012 Partita I.V.A. n. 01188110405 Codice Fiscale n. 82005670409 Deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

COMUNE DI MEZZOLOMBARDO IL LAVORO S.C.S. onlus IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE E LEG. RAPPRESENTANTE

COMUNE DI MEZZOLOMBARDO IL LAVORO S.C.S. onlus IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE E LEG. RAPPRESENTANTE Esente dall'imposta di bollo ai sensi dell'art. 27 bis del D.P.R.26.10.1972 n. 642 (Onlus). Rep. n. atti privati CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO COMUNALE DI MEZZOLOMBARDO

Dettagli

Provincia di Firenze. Premesso che:

Provincia di Firenze. Premesso che: Oggetto: Affidamento in Concessione dei servizi cimiteriali comunali, ai sensi dell art. 30 del D. Lgs. 163/2006 - Relazione ai sensi dell art. 34, comma 20, D.L. 179/2012 convertito in Legge 221/2012.

Dettagli

COMUNE DI PESCOROCCHIANO PROVINCIA DI RIETI

COMUNE DI PESCOROCCHIANO PROVINCIA DI RIETI COMUNE DI PESCOROCCHIANO PROVINCIA DI RIETI deliberazione della Giunta Comunale su proposta del Sindaco elaborata dall Area Affari Generali Delibera n. 22 del 21/03/2014 OGGETTO: Cessione in diritto di

Dettagli

Comune di CERESETO. Provincia di ALESSANDRIA. REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE

Comune di CERESETO. Provincia di ALESSANDRIA. REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE Comune di CERESETO Provincia di ALESSANDRIA REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI S O M

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Comune di GRINZANE CAVOUR Provincia di CUNEO REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI S O

Dettagli

COMUNE DI RAGUSA. REGIONE SICILIA (Legge Regionale 17 agosto 2010, n. 18)

COMUNE DI RAGUSA. REGIONE SICILIA (Legge Regionale 17 agosto 2010, n. 18) COMUNE DI RAGUSA REGIONE SICILIA (Legge Regionale 17 agosto 2010, n. 18) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E/O DISPERSIONE DELLE CENERI Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI COMUNE DI VILLAR FOCCHIARDO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n.20) Art. DESCRIZIONE Art.

Dettagli

********************** VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA

********************** VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA ORIGINALE COMUNE DI SCARMAGNO Provincia di Torino ********************** VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA N. 75 Del 19/10/2015 Oggetto: MODALITA' DI CONCESSIONE LOCULI CIMITERIALI, CELLETTE OSSARIO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI LIMONE PIEMONTE Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 33 del 08.04.2008

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha ad oggetto l affidamento del

Dettagli

COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale N. 44 Reg. Seduta del 09/10/2014 OGGETTO: PIGNORAMENTO PRESSO TERZI EURO COSTRUZIONI S.R.L.. OPPOSIZIONE DELL ENTE

Dettagli

COMUNE DI MASSA E COZZILE (PROVINCIA di PISTOIA) SERVIZIO DI CONSULENZA E DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

COMUNE DI MASSA E COZZILE (PROVINCIA di PISTOIA) SERVIZIO DI CONSULENZA E DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ALLEGATO A SERVIZIO DI CONSULENZA E DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo.

Dettagli

CITTÀ DI MORBEGNO Provincia di Sondrio

CITTÀ DI MORBEGNO Provincia di Sondrio CITTÀ DI MORBEGNO Provincia di Sondrio Deliberazione numero: 39 In data: 06/03/2014 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE VARIAZIONI ALLE TARIFFE CIMITERIALI L'anno duemilaquattordici

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI LAURO (AV)

SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI LAURO (AV) SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI LAURO (AV) ARTICOLO 1 (Oggetto dell appalto) L'appalto ha per oggetto l esecuzione di tutte le prestazioni, le opere e le provviste occorrenti

Dettagli

Città di Minerbio Provincia di Bologna

Città di Minerbio Provincia di Bologna DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 114 del 19/12/2012 C O P I A OGGETTO: DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE CIMITERIALI PER L'ANNO 2013 Oggi diciannove Dicembre duemiladodici alle ore 13:00 nella Casa Comunale,

Dettagli

COMUNE DI GRAVINA DI CATANIA PROVINCIA DI CATANIA

COMUNE DI GRAVINA DI CATANIA PROVINCIA DI CATANIA CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 - OGGETTO DELL INCARICO L incarico ha per oggetto lo svolgimento del servizio di brokeraggio assicurativo di cui al D. Lgs n.209/2005. Le

Dettagli

COMUNE DI CADREZZATE PROVINCIA DI VARESE - AREA TECNICA -

COMUNE DI CADREZZATE PROVINCIA DI VARESE - AREA TECNICA - CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI PERIODO 01 GIUGNO 2009 31 MAGGIO 2011. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Formano oggetto del seguente appalto le prestazioni relative a

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI COMUNE DI OSASCO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI I N D I C E Art. DESCRIZIONE Art. DESCRIZIONE 1 CAPO I - NORME GENERALI

Dettagli

ALLEGATO B CONVENZIONE

ALLEGATO B CONVENZIONE ALLEGATO B CONVENZIONE 1 Convenzione per la gestione del servizio di brokeraggio assicurativo del Comune di Carlino Quadriennio 2004-2007 L anno duemiladue, il giorno 28 del mese di ottobre, nella sede

Dettagli

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALLʹAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Dettagli

COMUNE DI CADELBOSCO DI SOPRA PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA

COMUNE DI CADELBOSCO DI SOPRA PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA COPIA COMUNE DI CADELBOSCO DI SOPRA PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA DELIBERAZIONE N. 30 DEL 16/04/2009 ESTRATTO DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE CIMITERIALI,

Dettagli

ART. 3 (PREZZI A BASE DI GARA) I prezzi a base di gara, con riferimento ai quale i concorrenti dovranno presentare l offerta sono i seguenti:

ART. 3 (PREZZI A BASE DI GARA) I prezzi a base di gara, con riferimento ai quale i concorrenti dovranno presentare l offerta sono i seguenti: FOGLIO CONDIZIONI PER I SERVIZI DI RECUPERO E TRASPORTO SALME ED I SERVIZI FUNEBRI PER PERSONE INDIGENTI E BISOGNOSE PERIODO 01.11.2010 30.09.2013 CON POSSIBILITA DI RINNOVO PER ANALOGO PERIODO. ART. 1

Dettagli

COMUNE DI TICENGO. P r o v i n c i a d i C r e m o n a. Copia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI TICENGO. P r o v i n c i a d i C r e m o n a. Copia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE N.14 COMUNE DI TICENGO P r o v i n c i a d i C r e m o n a Adunanza del 16/04/2015 Codice ente: 10807 7 Ticengo Copia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: TARIFFE CIMITERIALI

Dettagli

COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale N. 8 Reg. Seduta del 13/02/2015 OGGETTO: COSTITUZIONE IN GIUDIZIO NEI CONFRONTI DELLA SOCIETÀ POWER ONE ITALY SPA

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA C O P I A AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. APPROVAZIONE CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO.

Dettagli

COMUNE DI GEMMANO PROVINCIA DI RIMINI

COMUNE DI GEMMANO PROVINCIA DI RIMINI COMUNE DI GEMMANO PROVINCIA DI RIMINI Sede : Piazza Roma, 1 47855 GEMMANO (RN) - Tel (0541) 854060-854080 - fax 854012 Partita I.V.A. n. 01188110405 - Codice Fiscale n. 82005670409 COPIA di deliberazione

Dettagli

COMUNE DI FARRA DI SOLIGO PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI FARRA DI SOLIGO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI FARRA DI SOLIGO PROVINCIA DI TREVISO Prot. n. 17.613 AVVISO DI PRESELEZIONE OPERATORI ECONOMICI PER INVITO ALLA PROCEDURA PER L'AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI ( art. 57 del D. Lgs. 12.04.2006

Dettagli

COMUNE DI TERRASSA PADOVANA Provincia di Padova

COMUNE DI TERRASSA PADOVANA Provincia di Padova COMUNE DI TERRASSA PADOVANA Provincia di Padova VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE - N. 7 /2012 OGGETTO: CIMITERI - INDIRIZZI ART. 4 DEL D. LGS. N. 165 DEL 2001. DETERMINAZIONE TARIFFE SPECIALI.

Dettagli

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO Art. 1 Finalità Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento, da parte della Bari Multiservizi S.p.a. (in seguito, per semplicità, denominata società),

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI BUSCA REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI S O M M A R I O Art. DESCRIZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Comune di MOMBELLO MONFERRATO Provincia di ALESSANDRIA REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) - COPIA - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 72 del 03/05/2012 OGGETTO: ATTIVITA'

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO VERBALE N. 32 DEL 08.03.2011 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: INTEGRAZIONE DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.233 DEL 28/12/2010

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA CODICE COMUNE N. 11137 Pag.n. 1 Comune di Zibido S. Giacomo Provincia di Milano SIGLA G.C. N 78 DATA 11/04/2011 Oggetto: APPROVAZIONE E RIARTICOLAZIONE DEL NUOVO SERVIZIO CIMITERIALE VERBALE DI DELIBERAZIONE

Dettagli

SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZAASSICURATIVA (BROKERAGGIOASSICURATIVO) CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO

SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZAASSICURATIVA (BROKERAGGIOASSICURATIVO) CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO Provincia Regionale di Catania Ufficio Provveditorato-Economato (codice fiscale 00397470873) SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZAASSICURATIVA (BROKERAGGIOASSICURATIVO) CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO ART.

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA FARMACIA COMUNALE (SCHEMA) CONTRATTO DI SERVIZIO TRA:

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA FARMACIA COMUNALE (SCHEMA) CONTRATTO DI SERVIZIO TRA: ALLEGATO n. 3 AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA FARMACIA COMUNALE (SCHEMA) CONTRATTO DI SERVIZIO TRA: COMUNE DI CASTENASO, con sede in Via XXI Ottobre 1944 n. 7, codice fiscale 01065340372 partita

Dettagli

COMUNE DI CAMPAGNANO DI ROMA

COMUNE DI CAMPAGNANO DI ROMA COMUNE DI CAMPAGNANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA Tel. 06-9015601 Fax. 06-9041991 Piazza C. Leonelli n 15 C.A.P. 00063 www.comunecampagnano.it DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA N. 70 del Reg. Data:

Dettagli

COMUNE DI CORNUDA PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI CORNUDA PROVINCIA DI TREVISO COPIA Delibera N. 49 del 23/04/2015 COMUNE DI CORNUDA PROVINCIA DI TREVISO V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E OGGETTO: SCADENZA CONCESSIONI DI LOCULI CIMITERIALI

Dettagli

C O M U N E D I V I A D A N A. Provincia di Mantova

C O M U N E D I V I A D A N A. Provincia di Mantova C O M U N E D I V I A D A N A Provincia di Mantova AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA CONCESSIONE DEI LOCALI POSTI IN VIA AL PONTE NEI PRESSI DEL CENTRO SPORTIVO COMUNALE PER LA

Dettagli

COMUNE DI MORUZZO PROVINCIA DI UDINE

COMUNE DI MORUZZO PROVINCIA DI UDINE COPIA N. 15 del Reg. Delibere COMUNE DI MORUZZO PROVINCIA DI UDINE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Tariffe servizi cimiteriali anno 2010.- L anno duemiladieci, il giorno venticinque

Dettagli

COMUNE DI FORNACE PROVINCIA DI TRENTO. Verbale di deliberazione n. 30 della Giunta Comunale

COMUNE DI FORNACE PROVINCIA DI TRENTO. Verbale di deliberazione n. 30 della Giunta Comunale copia COMUNE DI FORNACE PROVINCIA DI TRENTO Verbale di deliberazione n. 30 della Giunta Comunale OGGETTO: Adeguamento tariffe per i servizi cimiteriali anno 2014. L anno duemilaquattordici addì ventisei

Dettagli

COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO

COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO PROVINCIA DI BOLOGNA DELIBERAZIONE C O P I A N. 11 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: SERVIZI CIMITERIALI: VARIAZIONE TARIFFE. Addì TREDICI FEBBRAIO

Dettagli

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 74

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 74 Estratto web C O M U N E D I C A V A G N O L O P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 74 OGGETTO: RETROCESSIONE DEL LOCULO

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 49 del 18/03/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO APPROVAZIONE CONVENZIONE PER LA MANUTENZIONE DI AIUOLE DI PERTINENZA DELLA ZONA VERDE

Dettagli

COMUNE DI CASTELVISCONTI Provincia di Cremona

COMUNE DI CASTELVISCONTI Provincia di Cremona COMUNE DI CASTELVISCONTI Provincia di Cremona DELIBERAZIONE N. 02 Codice Ente 10730 9 Castelvisconti Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: Rideterminazione prezzi e durata concessioni

Dettagli

COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona

COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona Determinazione del 16.04.2014 N Generale: 81 N Settoriale: 24 AREA AMMINISTRATIVA UFFICIO OGGETTO: APPALTO LAVORI CIMITERIALI. AFFIDAMENTO DIRETTO

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE FIANI - LECCISOTTI. Prot. n. 5677/A36 Torremaggiore, 02/10/2015

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE FIANI - LECCISOTTI. Prot. n. 5677/A36 Torremaggiore, 02/10/2015 Progetti di Rafforzamento delle Competenze Linguistiche Mobilità Interregionale e Trasnazionale Approvato con D.D. n. 440 del 20/04/2015 pubblicato sul BURP n. 57 del 23/04/2015 Avviso n. 3/2015 - P.O.

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 36 del 23.02.2012 Oggetto: Prestazioni di Servizi cimiteriali a domanda Aggiornamento tariffe Ambito di Settore:Urbanistica

Dettagli

riunita la Giunta Comunale alle ore 18:30 con l'intervento dei Sigg. :

riunita la Giunta Comunale alle ore 18:30 con l'intervento dei Sigg. : COMUNE DI SANT'OMERO Provincia di Teramo Copia DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. Data 80 30/05/2013 Oggetto: DETERMINAZIONE TARIFFE CIMITERIALI - ANNO 2013 L'anno DUEMILATREDICI, addì TRENTA, del

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS. 81/2008 ART. 1. OGGETTO DEL SERVIZIO L incarico comporta lo svolgimento di

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) - COPIA - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 17 del 03/02/2011 OGGETTO: DISCIPLINARE

Dettagli

Allegato C COMUNE DI PISA

Allegato C COMUNE DI PISA Allegato C COMUNE DI PISA CAPITOLATO D'ONERI PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE E GESTIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI A MESSAGGIO VARIABILE O MAXISCHERMI SU AREE DI PROPRIETA DEL COMUNE

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA FARMACIA COMUNALE (SCHEMA) CONTRATTO DI SERVIZIO PREMESSO:

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA FARMACIA COMUNALE (SCHEMA) CONTRATTO DI SERVIZIO PREMESSO: ALLEGATO n. 3 AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA FARMACIA COMUNALE (SCHEMA) CONTRATTO DI SERVIZIO PREMESSO: - Che la Giunta Regionale, con proprio atto n. 10808 del 16/12/2009, ha istituito la

Dettagli

COMUNE DI TORRECUSO Provincia di Benevento

COMUNE DI TORRECUSO Provincia di Benevento COMUNE DI TORRECUSO Provincia di Benevento COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Delibera n. 53 Adunanza del 17/07/2014 OGGETTO: ART.3, COMMA 2, DELLA L.R. N.20/2013. ATTO DI INDIRIZZO PER

Dettagli

Consiglio Regionale del Piemonte

Consiglio Regionale del Piemonte ALLEGATO N. 02 Consiglio Regionale del Piemonte CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO SERVIZIO CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER L ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI VIA PIFFETTI, 49 10143 TORINO. Periodo:

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI FRASSINORO PROVINCIA DI MODENA C O P I A Comunicata ai Capigruppo Consiliari ai sensi dell'art. 125 D.Lgs. 267/2000 il 03/04/2013 Nr. Prot. 1470 Affissa all'albo

Dettagli

Università degli Studi di Palermo

Università degli Studi di Palermo Università degli Studi di Palermo DISCIPLINARE DI INCARICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO PER IL QUADRIENNIO

Dettagli

COMUNE DI RIO MARINA PROVINCIA DI LIVORNO

COMUNE DI RIO MARINA PROVINCIA DI LIVORNO COMUNE DI RIO MARINA PROVINCIA DI LIVORNO PIAZZA SALVO D'ACQUISTO, 7-57038 - RIO MARINA (LI) C.F. 82001270493 - P.I. 00418180493 TEL 0565/925511 - FA 0565/925536 www.comuneriomarina.li.it urp@comuneriomarina.li.it

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma)

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma) Repertorio n. REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO (Provincia di Roma) CONTRATTO D APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SOCIALE E DOMICILIARE DESTINATO AI MINORI, DISABILI, ANZIANI RESIDENTI NEL

Dettagli

COMUNE DI VEGLIE (Provincia di Lecce)

COMUNE DI VEGLIE (Provincia di Lecce) COMUNE DI VEGLIE (Provincia di Lecce) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 120 del 10/09/2013 OGGETTO: COMUNE C/DOTT. M.A. - AZIONE RISARCITORIA DINANZI ALL'A.G.O. - DETERMINAZIONI. L'anno

Dettagli

COMUNE DI PORTOFERRAIO Provincia di Livorno AREA 1

COMUNE DI PORTOFERRAIO Provincia di Livorno AREA 1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI E LA MANUTENZIONE DEL CIMITERO COMUNALE biennio 2013-3014 Oggetto del presente capitolato sono le modalità di gestione e le condizioni

Dettagli

Comune di LOMBRIASCO

Comune di LOMBRIASCO Comune di LOMBRIASCO Provincia di TORINO REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Approvato

Dettagli

COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA

COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA PROVINCIA DI UDINE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE ANNO 2013 N. 112 del Registro Delibere OGGETTO: Approvazione ed aggiornamento delle tariffe

Dettagli

COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO

COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO Repertorio n. 4318 / 2015 COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO (Città Metropolitana di Bologna) CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO E L ASSOCIAZIONE FORNELLI 2000 PER LA CONCESSIONE

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) - COPIA - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 80 del 04/06/2013 OGGETTO: TARIFFE

Dettagli

CIG Z8914864FB. Tra. TUTTI CON POTERI DI FIRMA E RAPPRESENTANZA (ambedue di seguito congiuntamente denominate le Parti) PREMESSO

CIG Z8914864FB. Tra. TUTTI CON POTERI DI FIRMA E RAPPRESENTANZA (ambedue di seguito congiuntamente denominate le Parti) PREMESSO CONTRATTO per il conferimento presso l impianto di cremazione del Comune di Mantova delle salme giacenti e già programmate in ingresso presso il Polo della Cremazione del Comune di Cremona, in caso di

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, AFFIDAMENTO CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI. APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 49 DEL 30.10.2008 Art: 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 148/2010 della Giunta comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 148/2010 della Giunta comunale COMUNE DI NAGO-TORBOLE PROVINCIA DI TRENTO Ufficio Delibere originale VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 148/2010 della Giunta comunale OGGETTO: Consegna ai familiari delle ceneri di persona defunta e dispersione

Dettagli

Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale

Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale ORIGINALE COMUNE DI ERACLEA Provincia di Venezia Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Prot. N. DELIBERAZIONE N. 22 DEL 27/09/2006 OGGETTO: APPROVAZIONE MODIFICHE - INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI MESE Provincia di Sondrio

COMUNE DI MESE Provincia di Sondrio COPIA COMUNE DI MESE Provincia di Sondrio N 7 registro delibere DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Oggetto: Approvazione bozza di convenzione per l affidamento al Comune di Sondrio delle funzioni di

Dettagli

PROVINCIA DI TORINO DELLA GIUNTA COMUNALE N.63

PROVINCIA DI TORINO DELLA GIUNTA COMUNALE N.63 C o p i a COMUNE DI TAVAGNASCO PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.63 OGGETTO: LEGGE REGIONALE 31 OTTOBRE 2007 N 20: " DISPOSIZION I IN MATERIA DI CREMAZIONE, AFFIDAMENTO

Dettagli