Le Best Practices e la struttura dell Osservatorio On Line. Premessa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le Best Practices e la struttura dell Osservatorio On Line. Premessa"

Transcript

1 Le Best Practices e la struttura dell Osservatorio On Line Premessa Per acquisire informazioni relative al mercato del lavoro locale (alle sue dimensioni, ai suoi flussi occupazionali, ecc...) è possibile utilizzare diversi strumenti. Tra questi, lo strumento più largamente utilizzato dalle regioni per acquisire dati e informazioni sul mercato del lavoro locale, è certamente l'osservatorio del Mercato del Lavoro(OML). Dall esame di alcuni Osservatori del Mercato del Lavoro presenti in alcune delle Regioni italiane 1, emergono con chiarezze alcune interessanti caratteristiche comuni. Ogni O. M. L. istituito nelle diverse Regioni italiane è, in primo luogo, chiamato a rispondere di alcuni interrogativi che stanno poi alla base, ad esempio, del sistema nazionale delle statistiche sul mercato del lavoro ma anche dello sviluppo delle politiche attive del lavoro. In particolare, tramite l O.M.L. è possibile conoscere l'andamento del dato occupazionale, non solo come dato complessivo, ma suddiviso nelle sue diverse articolazioni, quali ad esempio, rimanendo al modello ISTAT, la popolazione attiva totale (Forza Lavoro); la popolazione attiva per condizione professionale (occupati, disoccupati, in cerca di prima occupazione), gli occupati per Settore Produttivo; la popolazione non attiva; ecc L individuazione dei tassi di occupazione o disoccupazione, possibile tramite la raccolta di dati, rappresenta quindi un considerevole contributo che gli Osservatori regionali possono offrire alle politiche di governance locale. La prima fase del lancio di un Osservatorio regionale parte quindi da una domanda generale, che attiene alla raccolta di dati sull'andamento della domanda dell'offerta di lavoro a livello locale. E evidente che, nell'ambito di questa domanda generale, possono sorgere questioni più specifiche che devono essere affrontate con adeguata attività di studio e ricerca. Proprio le azioni di studio, ricerca e analisi su specifiche problematiche (studi sulle filiere produttive locali, studio sull evoluzione della domanda di lavoro per settore produttivo, ecc ) costituiscono, in secondo luogo, 1'altra importante attività messe in atto generalmente dagli osservatori regionali. L attività di studio, ricerca e monitoraggio del mercato del lavoro degli Osservatori si produce quindi, in terzo luogo, nella redazione di bollettini congiunturali (pubblicati con cadenza trimestrale), nella produzione di rapporti annuali sul mercato del lavoro, contenenti ad esempio analisi a livello sub-regionale delle principali tendenze in atto nel mercato del lavoro, e nella realizzazione di specifiche monografie (ad es. sulle professioni regionali maggiormente richieste dalle imprese, sulle filiere e sui distretti e sui loro bisogni occupazionali, ecc ). In sintesi, gli Osservatori esaminati, proprio partendo da un attività di ricerca e di analisi di dati primari e secondari in loro possesso, pubblicano on line, nel sito regionale, un quadro riassuntivo del mercato del lavoro; conducono ricerche tematiche sui fenomeni che interessano il mercato del lavoro locale; 1 Sono state qui prese in considerazione le esperienze degli Osservatori Regionali di: Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Umbria, Marche, Lazio.

2 producono ulteriori informazioni statistiche su richiesta del Servizio Politiche del Lavoro Regionale o delle due Amministrazioni provinciali (Potenza e Matera) o di organismi titolati; mantengono costanti rapporti con il Ministero del lavoro garantendo la fornitura delle informazioni richieste e lo scambio di specifici dati in materia di informazioni statistiche e monitoraggio. collaborano allo sviluppo del sistema informativo utilizzato dai Centri per l'impiego; partecipano alle riunioni dei tavoli tamatici Utilizzando quindi il modello di Osservatorio che emerge dall'esame di alcune regioni italiane che hanno istituito un servizio di monitoraggio valutazione mercato del lavoro, la De Lorenzo Formazione srl, partner dell ATI, ha strutturato un modello di osservatorio del mercato del lavoro per l'amministrazione provinciale di Reggio Calabria Un modello web based per l Organizzazione dell Osservatorio del Mercato del Lavoro L Osservatorio realizzato è stato strutturato anche sotto il profilo informatico con la creazione di un complesso applicativo funzionante via WEB (LMS). Tuttavia tale configurazione è avvenuta solo successivamente alla fase di studio e articolazione di un modello organizzativo capace di valorizzare i dati già presenti presso strutture e istituzione del mercato del lavoro. Nel caso di Reggio Calabria era preesistente, rispetto all'intervento della De Lorenzo Formazione, un applicativo denominato "centri per l'impiego on-line", fornito alla Provincia dalla società ETT di Genova. Tale applicativo collega i diversi centri per l'impiego di Locri, Reggio Calabria e Gioia Tauro e permette di raccogliere i dati e le informazioni dei lavoratori delle imprese che si rivolgono agli uffici locali per la dichiarazione dello stato occupazionale e per altri motivi inerenti la domanda e offerta di lavoro. E utile evidenziare, che i dati raccolti tramite i Centri per l Impiego, costituiscono solo una parte (seppur importante) dell Osservatorio sul mercato del lavoro. Infatti, l analisi completa del mercato del lavoro regionale è possibile effettuarla ricorrendo ad altri dati, con altre ricerche o tramite fonti secondarie, rispetto a quelli incamerate quotidianamente dai CPI con il sistema Impiego On Line della Provincia (fonti primarie). I dati secondari sono resi disponibili anche su scala provinciale da importanti organizzazioni, quali l ISTAT con la Rilevazione Trimestrale sulle Forze di Lavoro (che però, come si dirà, è poco significativa a livello di campione provinciale), Unioncamere (Banca dati EXCELSIOR sull offerta di lavoro, i profili lavorativi più richiesti, ecc ), l INPS (mobilità e altri fenomeni connessi al fenomeno dell occupazione), l INAIL, ecc e contribuiscono a fornire, una visione più organica, rispetto ai soli dati dei CPI, delle dinamiche del mercato del lavoro del reggino. Proprio nell ottica di fornire alla Regione Basilicata un Osservatorio Regionale completo di applicativo capace di leggere in maniera automatica i dati del sistema BASIL 2, e capace di raccogliere più informazioni possibili sul mercato locale del lavoro, e quindi non solo un sistema in grado di estrapolare e trattare dati dall applicativo in uso presso i CPI, si illustra brevemente la buona pratica realizzata a Reggio Calabria. 2 Il sistema BASILè fornito alla Regione dall società ETT che ha implementato il sistema di Centri per l Impiego On Line a Reggio Calabria)

3 L Osservatorio è stato configurato per integrare le tecnologie delle telecomunicazioni e dei computer e per permettere ai responsabili della struttura d di ricerca di gestire l insieme degli uffici e dei soggetti incaricati a raccogliere dati elaborare dati provenienti dai Centri per l Impiego e pubblicarli On Line raccogliere dati tramite Questionari implementati On Line (la Regione potrebbe, nel tempo, rogettare e sviluppare altri questionari, più focalizzati su settori specifici del Mercato del Lavoro) gestire in maniera ordinata le ricerche, in un archivio unico, interfacciando i propri dati con quelli delle province Nella prospettiva di allargare il lavoro dell Osservatorio rientra anche la possibilità di implementare applicativi aggiuntivi al sistema oggi fornito, concordando con le altre amministrazioni (ISTAT, INAIL, INPS, ecc ) la modalità di fornitura dei dati in loro possesso. Sul fronte del monitoraggio/valutazione del mercato del lavoro, si evidenzia che già con i dati che pervengono mensilmente dai CPI ed elaborati dal Sistema dell Osservatorio, è possibile effettuare studi di monitoraggio e valutazione sui dati, la modalità di raccolta, ecc. Mentre per ciò che attiene l implementazione dei Servizi e l offerta al Cliente è stato realizzato nell ambito della fornitura un applicativo capace di registrare le attività che ogni Agenzia del lavoro (sia CPI che non CPI) svolge. Tale applicativo è concepito quindi per effettuare una rilevazione di tutti gli enti pubblici e privati che si occupano di occupazione e mercato del lavoro seguendo le direttive e le norme applicative della cosiddetta riforma Biagi. Cruscotto direzionale e raccolta dei dati primari Ogni organizzazione lavorativa fonda le sue attività su Risorse (tangibili e non tangibili) e lo scopo del Cruscotto è quello di consentire al Responsabile di effettuare un monitoraggio continuo delle risorse sulle quali poggia l Osservatorio. Il Cruscotto è un sistema di governo dell OML oggettivo che consente in poco tempo di visualizzare in maniera organica tutte le risorse disponibili per supportare la Mission dell Osservatorio. Nel menù di destra si identifica la possibilità di nominare per ogni ufficio un responsabile che con propria password e user potrà inserire i dati concordati con l l Osservatorio Grazie all applicativo proposto i Nodi di Servizio (sia per Potenza che per Matera, comprensivi di unità direzionali e sportelli) possono essere connessi direttamente all Osservatorio. identificare al rete degli intervistatori che possono essere interni o esterni alla Regione gestire questionari, nel senso di poter creare sempre nuove aree di ricerca collegandole alla raccolta dati che può essere effettuata da uffici della rete degli intervistatori. I questionari possono essere di due tipi: on-line; cartacei. I questionari cartacei possono essere scaricati dagli intervistatori, compilati nelle attività di ricerca e riallegati compilati e pronti per l'esame. I questionari on-line sono stati invece informatizzati perciò che riguarda l'analisi delle forze lavoro e la richiesta di professionalità da parte delle imprese visualizzare i dati raccolti dai Centri per l Impiego

4 La finalità della sezione Statistiche del Software LMS 3 è quella di rendere immediatamente disponibili i dati raccolti dai CPI e dai rilevatori eventualmente incaricati dalla Provincia. Tali dati debbono essere successivamente analizzati ed interpretati per cogliere le dinamiche e le evoluzioni del mercato del lavoro. La Sezione del Software LMS dedicata alle statistiche è visibile nel cruscotto direzionale cliccando sul bottone Statistiche servizi per l impiego e Statistiche Forze Lavoro. Le statistiche dei Servizi per l Impiego sono state elaborate sulla base dei dati forniti dai Centri per l Impiego. Non sono presenti invece le statistiche sulle Forze Lavoro, in quanto queste dipendono dalla raccolta di dati, tramite il Questionario Forze Lavoro, che deve essere effettuata sul territorio e su un campione di famiglie. Statistiche servizi per l impiego Le Statistiche servizi per l Impiego sono divise in statistiche: mensili trimestrali annuale Nel Software LMS che si presenta non sono ancora visibili le statistiche trimestrali. Infatti i dati inseriti sono relativi solo al mese di settembre Popolando il sistema con le altre mensilità sarà possibile visualizzare sia le singole mensilità e sia le diverse statistiche trimestrali. Le statistiche annuali sono basate sui valori dei singoli trimestri. I dati quantitativi e i grafici che si presentano sono generati in automatico dall applicativo LMS sviluppato da DLF. I dati di partenza necessari all elaborazione sono stati forniti dalla Provincia e 3 Labor Market Statistics, o semplicemente LMS

5 il Software LMS statistico sviluppato genera i dati che sono presentati tramiti indicatori mensili e trimestrali. Dopo aver cliccato sul bottone Statistiche servizi per l impiego si presenta la seguente schermata: Cliccando sulle tendine del mese di riferimento e sugli indicatori mensili si avrà la seguente schermata:

6 Ora è possibile visualizzare i dati relativi ai 9 indicatori mensili. Per esempio possiamo visualizzare le Cessazioni per macro settore di attività. Posizionare quindi la freccia del mouse sull anzidetto indicatore e cliccare su Cessazioni per macro settore di attività si avrà quindi la seguente schermata: Alle statistiche trimestrali si accede cliccando sul bottone Trimestrali della funzione Statistiche servizi per l impiego. Nelle statistiche trimestrali è possibile visualizzare i dati relativi ai 30 indicatori. Per esempio possiamo visualizzare l indicatore Assunzione per tipo di contratto. Posizionare quindi la freccia del mouse su Assunzione per tipo di contratto e cliccare, si avrà quindi la seguente schermata:

7 Per una visione completa dell applicativo Demo - si fornisce l indirizzo Internet si veda: Server: Password: novita Username:novita

8 Il collegamento con Sistema informativo del Lavoro BASIL Nell ambito del sistema dei servizi per l impiego di BASIL è possibile prevedere un sistema di supporto i WEB BASED n grado di acquisire una pluralità di dati che riguardano direttamente le attività monitorate dall Osservatorio. Dagli archivi delle schede anagrafico-professionali che risiedono presso le due Amministrazioni Provinciali, che condividono attraverso una procedura Web Oriented, molte informazioni inerenti i lavoratori e le imprese, l Osservatorio On Line può attingere in forma automatica una mole notevole di informazioni necessarie alla redazione di statistiche trimestrali e annuali. Tale sistema ( Osservatorio On Line ) potrà: essere in grado di recepire dati e informazioni prodotti da software diversi (BASIL compreso) presenti sia a livello regionale che provinciale permettere lo scambio di dati relativi al mercato del lavoro regionale e ciò principalmente sulla base dei dati, come ad esempio l incontro domanda offerta, acquisite a livello provinciale dai Centri per l Impiego consentire l interoperabilità con i dati nazionali, soprattutto per ciò che riguarda la mobilità ex regionale e l'incontro della domanda offerta come già disponibile nella rete della borsa continua nazionale del lavoro A partire dalle basi di dati dei Centri per l Impiego relative alla ricerca di lavoro ed agli avviamenti, l Osservatorio costituirà quindi un importante nodo della rete informativa capace di accentrare dai diversi enti/uffici i flussi delle informazioni, elaborarli, pubblicarli o utilizzarli per alimentare altri sistemi informativo regionali o nazionali Nell ambito del sistema BASIL opportunamente integrato con applicativi WB BASED, che saranno illustrati tra breve, può consentire non solo di controllare la mobilità interna ed esterna della forza-lavoro, ma anche l elaborazione di statistiche e previsioni sullo stato e sull andamento del mercato, sulla dinamica delle professioni, ecc e consentire la disaggregazioni dei dati ai livelli sub-provinciali e settoriali. La metodologia di sviluppo del software. L approccio metodologico di WebRatio utilizzato da esperti della De Lorenzo Formazione, si incentra su un ciclo di sviluppo delle applicazioni strutturato, basato sull assemblaggio di componenti riusabili e sulla generazione automatica del software a partire da specifiche concettuali di altro livello. Il ciclo di sviluppo del software è schematizzabile nelle fasi illustrate nella Figura 1.

9 Requisiti applicativi ANALISI DEI REQUISITI PROGETTO DEI DATI PROGETTO DEGLI IPERTESTI PROGETTO DELLA LOGICA DI BUSINESS PROGETTO DELL'ARCHITETTURA VERIFICA E ACCETTAZIONE REALIZZAZIONE MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE Figura 1: Il ciclo di sviluppo di un'applicazione Web. Accanto alle fasi tradizionali si aggiunge la progettazione degli ipertesti, che si occupa del design delle interface di navigazione dell'applicazione La specifica dei requisiti è l'attività in cui l'analista dell'applicazione raccoglie e formalizza le informazioni essenziali relative al dominio applicativo e alle funzionalità che l'applicazione deve supportare. La progettazione dei dati è la fase in cui l'esperto dei dati organizza gli oggetti informativi principali, individuati durante la specifica dei requisiti, in uno schema dei dati completo e coerente, definito sulla base del modello prescelto (nel caso di Web Ratio modello Entità- Relazioni o UML Class Diagram) La progettazione dell'ipertesto e della logica di business trasformano i requisiti funzionali, individuati durante la specifica dei requisiti in una o più viste di sito che pubblicano i contenuti, offrono le funzionalità per manipolare i dati e per supportare i flussi di lavoro degli utenti. La progettazione dell'ipertesto e della logica di business operano a livello concettuale e utilizzano il linguaggio WebML per specificare la composizione dell applicazione. La progettazione dell architettura riguarda la definizione dei componenti hardware, software e di rete tramite cui l'applicazione è in grado di fornire servizi agli utenti. La realizzazione è l'attività di produzione dei moduli software, necessaria per trasformare il progetto dei dati e dell'ipertesto in un'applicazione funzionante sull'architettura selezionata. Tale fase prevede l utilizzo di strumenti CASE per la generazione automatica del codice. La verifica e accettazione conducono alla validazione del software realizzato rispetto alle specifiche. Grazie all uso di strumenti CASE per la generazione automatica di prototipi rapidi, verifica e accettazione possono essere condotti in parallelo al ciclo di sviluppo, anticipando le criticità. La manutenzione e l'evoluzione riguardano le modiche effettuate dopo che l'applicazione è stata rilasciata. Nella metodologia WebRatio, la gestione dei cambiamenti trae vantaggio dall'esistenza dello schema concettuale dell'applicazione, in quanto le richieste di modifica sono espresse a livello di progetto concettuale dei dati e dell'ipertesto e i cambiamenti sono propagati all'implementazione dallo strumento CASE. Questo approccio permette di ridurre l impatto dei cambiamenti sul processo di sviluppo e di mantenere una gestione più efficace delle applicazioni.

10 LA GESTIONE DINAMICA DEI CONTENUTI PER LA PUBBLICAZIONE L introduzione di una piattaforma software basata sul modello e non sulla scrittura del codice, consentirà una gestione dinamica dei contenuti e l automazione delle attività di publishing: l utente potrà infatti decidere di inserire un contenuto o documenti allegati, quando e dove pubblicarlo e/o depubblicarlo attraverso semplici e intuitive interfacce che guidano l utente in tutte le attività di aggiornamento e modifica dei contenuti Web, permettendo anche a chi non ha competenze informatiche di gestire in totale autonomia il proprio sito internet o intranet. L applicazione permette infatti di gestire agilmente i contenuti delle pagine, aree e sezioni del ssitema, con possibilità di inserire immagini o file allegati. I contenuti possono essere personalizzati in base alla profilatura utenti e gestiti in base alle categorie. La gestione dei contenuti avverrà seguendo un particolare workflow di approvazione, che permette di controllare la pubblicazione e depubblicazione, nei diversi moduli del portale, nelle aree pubbliche o riservate. Il sistema sarà aperto e modulabile; agendo sul modello l amministratore potrà aggiungere o togliere moduli dal portale, gestire i contenuti di parti pubbliche o riservate, definire differenti ruoli utenti, assegnando a ciascuno particolari privilegi, inserire servizi aggiuntivi nel portale. I contenuti possono essere pubblicati in aree di evidenziazione della home page o in tutte le pagine del sito regionale, qualora il progetto grafico lo preveda. I principali elementi di inter-operabilità dell ambiente di sviluppo sono riassunti nella seguente tabella: Sistemi operativi Editabilità del codice generato Editabilità delle specifiche e della documentazione Integrabilità con componenti Java di terza parte L ambiente di sviluppo WebRatio è in grado di funzionare su sistemi operativi Windows XP, 2000, NT4 e Linux, sia in forma individuale che in modalità collaborativi. Il codice generato segue gli standard Java 2 Enterprise Editino ed è pertanto editabile con qualsiasi IDE Java, quale ad esempio Eclipse, Oracle JDeveloper, e simili. Le specifiche WebML e la documentazione applicativa sono codificate nativamente in XML e possono essere rilasciate, anche in forma distribuita su Web, in qualsiasi formato di presentazione, incluso HTML, RTF, PDF. L architettura a plugin di WebRatio consente di importare nell ambiente di sviluppo e di usare in maniera visuale qualsiasi componente codificato in java, mediante la stesura di file di descrizione redatti secondo gli standard XML e XSL. I principali elementi di inter-operabilità delle applicazioni generate da WebRatio sono riassunti nella seguente tabella: Sistemi operativi e piattaforme Le applicazioni generate da WebRatio sono applicazioni Java 2 EE eseguibili su qualunque sistema operativo compatibile con tale piattaforma e in particolare su piattaforme IBM e BULL AIX, HP HP-UX, Sun Solaris e Windows 2000, Linux

11 Runtime framework (J2EE) Linguaggi per la resa grafica Interfacciamento alle fonti dati Standard di sicurezza Compatibilità con sistemi di test Estendibilità Internazionalizzazione Architettura Java 2 Enterprise Editino basata su servlet, template JSP, e componenti Java parametrici configurabili in XML. Page template conformi a JSP 1.1 e JSP 1.2. Utilizzo di tag library standard (JSTL) e/o programmabili da terzi secondo le API J2EE. Application Server supportati: Sun One Aplication Server, IBM WebSphere Application Server, BEA WebLogic Server, Oracle 9i Application Server, Novell extend Application Server, Orion Application Server, Caucho Resin, Apache Tomcat Pagine e contenuti presentabili in qualsiasi linguaggio markup per la presentazione e per la stampa. Supporto di HTML 4, XHTML, CSS, WML, Flash, SVG, ActiveX, Java Applet, JavaScript. Mapping dello schema Entità-Relazioni su fonti dati preesistenti mediante descrittori XML. Creazione automatica di fonti dati relazionali a partire dallo schema concettuale dei dati. Supporto di qualsiasi database relazionale mediante SQL e JDBC (Oracle 8i/9i, IBM DB2, Microsoft SQLServer 2000, PostgreSQL, MySQL, Microsoft Access). Possibilità di creare connessioni a fonti dati non relazionali, quali repository XML accessibili mediante XQuery, repository LDAP e a documenti XML memorizzati su file system. Diritti di accesso e politiche di sicurezza implementabili nativamente oppure mediante interconnessione a security framework e sistemi di single sign-on. Esterni, basati, ad esempio, su repository LDAP. Compatibilità con lo standard Java Authentication and Authorization Service (JAAS). Supporto di SSL e HTTPs. Applicazioni compatibili con in principali strumenti e workbench di test per applicazioni Web, quali Microsoft Web Application Stress tool, Modello concettuale estendibile in grado di integrare componenti, generatori di codice, programmi di controllo di correttezza e generatori di documentazione definiti dall'utente. Possibilità di estendere e personalizzare i componenti di business e di presentazione, le politiche di verifica della sicurezza e le connessioni alle sorgenti dati. Modellazione concettuale esplicita di contenuti multilingue e generazione automatica di pagine internazionalizzate. Supporto nativo a contenuti e basi di dati in formato Unicode e ai relativi insiemi di caratteri.

12 Interfacciamento a sistemi middleware Interfacciamento a Web Service Supporto per la pubblicazione di Web Service Interfacciabilità verso middleware orientati ai messaggi (IBM MQ/Series, Tibco) mediante sviluppo di componenti codificati in Java utilizzanti Java Message Services, interfacce middleware native o di terza parte Interfacciabilità verso middleware orientati ai messaggi mediante invocazione di Web Service tramite protocollo SOAP. Interfacciabilità verso TP monitor mediante sviluppo di componenti Java utilizzanti interfacce standard Java 2EE Connector Architecture oppure interfacce dedicate (per esempio: WebLogic JOLT API per Tuxedo). Supporto all invocazione statica e dinamica di Web Service con protocollo SOAP e descrizione WSDL. Interoperabilità con qualunque applicazione esportata come Web Service SOAP, indipendentemente dalla piattaforma di rilascio e dal linguaggio di sviluppo.. Esportazione di funzioni e dati specificati in WebML sotto forma di Web Service invocabili remotamente via Web mediante protocollo SOAP. Generazione automatica del codice per l implementazione del Web Service, dei messaggi SOAP e dei descrittori WSDL. Strumenti hardware e software Gli strumenti necessari per la reallizzazione delle prestazioni di servizio sono un Application Server JAVA: TOMCAT e un Data Base POSTGRESQL. Tali software sono Open Source, quindi non generano costi per l Amministrazione e possono operare su S.O. Wiondows e Linux. La macchina necessaria per ospitare tali software e l applicativo che si genererà è costituita da un server con almento 1 G.. di RAM e 1 HD da 40 G.

13

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma Indirizzo: Via dell'automobilismo, 109 00142 Roma (RM) Sito Web : http://www.andreasacca.com Telefono: 3776855061 Email : sacca.andrea@gmail.com PEC : andrea.sacca@pec.ording.roma.it Ing. Andrea Saccà

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com 2 Tecnoteca è nata nel 2000 con sede a Tavagnacco ha scelto da subito di lavorare

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence Breve panoramica sulla Business Intelligence con software Open Source Roberto Marchetto, 14 Gennaio 2009 L'articolo ed eventuali commenti sono disponibili su www.robertomarchetto.com (Introduzione) Il

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2012 Progetto Istanze On Line MOBILITÀ IN ORGANICO DI DIRITTO PRESENTAZIONE DOMANDE PER LA SCUOLA SEC. DI I GRADO ON-LINE 13 Febbraio 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Figura 1 - Schermata principale di Login

Figura 1 - Schermata principale di Login MONITOR ON LINE Infracom Italia ha realizzato uno strumento a disposizione dei Clienti che permette a questi di avere sotto controllo in maniera semplice e veloce tutti i dati relativi alla spesa del traffico

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2013 Progetto Istanze On Line ESAMI DI STATO ACQUISIZIONE MODELLO ES-1 ON-LINE 18 Febbraio 2013 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 COMPILAZIONE DEL MODULO

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Guida ai servizi online della Provincia di Milano

Guida ai servizi online della Provincia di Milano Guida ai servizi online della Provincia di Milano - 1 - Il servizio CPI On line consente a tutti gli iscritti ai Centri per l impiego della Provincia di Milano di visualizzare, modificare e stampare alcune

Dettagli

U.N.I.F. - UNIONE NAZIONALE ISTITUTI di ricerche FORESTALI

U.N.I.F. - UNIONE NAZIONALE ISTITUTI di ricerche FORESTALI G.U.FOR. Gestione Utilizzazioni FORestali Procedura sperimentale, inerente la gestione centralizzata dei dati relativi alle utilizzazioni forestali (taglio, assegno, collaudo e vendita dei prodotti legnosi)

Dettagli

Nella sezione del sito come partecipare sono presenti tutte le istruzioni utili ad un nuovo utente di Obiettivo Infermiere.

Nella sezione del sito come partecipare sono presenti tutte le istruzioni utili ad un nuovo utente di Obiettivo Infermiere. Istruzioni esemplificate per Iscrizione e fruizione Corsi ECM FAD La nuovissima piattaforma proprietaria FAD Ippocrates3 adottata a partire da gennaio 2013 da SANITANOVA S.r.l., è in grado di dimensionare

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali AlboTop Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali Introduzione AlboTop è il nuovo software della ISI Sviluppo Informatico per la gestione dell Albo professionale dell Ordine Assistenti Sociali.

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Scheda descrittiva del programma Open-DAI ceduto in riuso CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Agenzia per l Italia Digitale - Via Liszt 21-00144 Roma Pagina 1 di 19 1 SEZIONE 1 CONTESTO

Dettagli

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M I T P E l e t t r o n i c a Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M M. Guerriero*, V. Ferrara**, L. de Santis*** * ITP Elettronica ** Dipartimento di Ingegneria Elettronica Univ. La Sapienza

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Attiva la APP di GoToMeeting. Clicca su ATTIVA APP

Attiva la APP di GoToMeeting. Clicca su ATTIVA APP Questo breve manuale ha lo scopo di mostrare la procedura con la quale interfacciare la piattaforma di web conferencing GoToMeeting e la tua piattaforma E-Learning Docebo. Questo interfacciamento consente

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Caratteristiche e Posizionamento ver. 2.1 del 21/01/2013 Cos è ESI - Enterprise Service Infrastructure? Cos è ESI? ESI (Enteprise Service Infrastructure) è una

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO REGIONE BASILICATA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA INTEGRATO SERB ECM DELLA REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06)

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Unified Process Prof. Agostino Poggi Unified Process Unified Software Development Process (USDP), comunemente chiamato

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

IBM UrbanCode Deploy Live Demo

IBM UrbanCode Deploy Live Demo Dal 1986, ogni giorno qualcosa di nuovo Marco Casu IBM UrbanCode Deploy Live Demo La soluzione IBM Rational per il Deployment Automatizzato del software 2014 www.gruppoconsoft.com Azienda Nata a Torino

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo SIASFI: IL SISTEMA ED IL SUO SVILUPPO 187 SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo Antonio Ronca Il progetto SIASFi nasce dall esperienza maturata da parte dell Archivio di Stato di Firenze nella gestione

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

CA Business Intelligence

CA Business Intelligence CA Business Intelligence Guida all'implementazione Versione 03.2.00 La presente documentazione ed ogni relativo programma software di ausilio (di seguito definiti "Documentazione") vengono forniti unicamente

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

La soluzione open source per l'it Asset Management: CMDB, workflow, interoperabilità www.cmdbuild.org

La soluzione open source per l'it Asset Management: CMDB, workflow, interoperabilità www.cmdbuild.org 1 La soluzione open source per l'it Asset Management: CMDB, workflow, interoperabilità www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com www.tecnoteca.com Il progetto CMDBuild CMDBuild è nato nel

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli