La ricchezza culturale come risorsa economica e sociale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La ricchezza culturale come risorsa economica e sociale"

Transcript

1 n La ricchezza culturale come risorsa economica e sociale Paolo Paluz,:,i Le risorse culturali sono risorse che si distin- sua manutenzione, anche puramente conservativa. tende lentamente ma inesorabilmente a -suono nettamente dalle altre risorse naturali di un paese. passare dal suo già evidente degrado ad una sua Lo struttamento delle risorse naturali può portare. anzi quasi sempre porta, ad un depaupera- Nel caso del Passetto, indipendentemente da perdita definitiva. rnento delle risorse stesse e spesso. quando 1o eventuali valutazioni relative alla scelta di non sfruttamento procede a ritmi più veloci de lla riproduzione della risorsa, tale depauperiilrento voro cerca di mostrare come il suo restauro e la averlo considerato degno di priorità. il nostro la- porta alla distruzione della risorsiì stessa. successiva manutenzione può diventare un'ipotesi realistica. Realistica in quanto il reperi- Invece per le risorse culturali in molti casi si ha un ef'fetto opposto: è il mancato sfruttamento di nrento delle risorse viene collegato ad un inter- che prevede un autofìnanziamento attra- tali risorse che porta ad un loro depauperamen-ventto. che può arrivare alla distruzione stessa del verso un suo utiliz,zo e un suo sfruttamento economico (oltre che culturale). patrimonio culturale. In un paese come l'ltalia, e la città di Roma in Il nostro gruppo prospetta alcune soluzioni di particolare. Llna parte cospicua c predorninante ufiltzzo del Passetto ristrutturato, utilizzo legato anche ad una trasformazione valorizzazio- del patrimonio culturale si concretizza in manufatti che rendono l'ltalia e Roma il paese piùr ne del quzrrtiere Borgo. Sono state fatte alcune ricco di patrimonio culturale materializzato. ipotesi tecnich ed economiche, e ci siamo convinti che il restauro del Passetto non solo sia ovviamente possibile dal punto di vistatecnico. ma Per una parte molto estesa del patrirnonio culturale fisico la sua distruzion e perdita può essere evitata soltanto attraverso continue opere di so nel caso in cui tale restauro sia progettato an- che sia economicamente possibile e vantaggio- manutenzione restauro o, in alternativa, operazioni di occultamento conservativo. economico. che in funzione di un utilizzo e sfruttamento In moltissimi casi. specialmente relativi ad opere più rilevanti, I'occultamento conservativo sfiuttamento economico delle risorse culturali Il termine e forse anche il concetto stesso di non è possibile o non sarebbe sufficiente per garantirne la sopravvivenza. L'unica possibilità di siamo convinti che questa è una strada percor- può non piacere o essere fonte di perplessità, ma mantenimento del patrimonio culturale è quindi quella del restauro e della continua manuten- opere importantissime, come iì Passetto. ribile che può salvare dal definitivo degrado zione. Restauro e manutenzione sonr) naturalmente Una politica di questo tipo è anche importante molto oneros e in una condizione di vincoli di in relazione ad un argomento che è a nostro avviso rilevante. Lo sfiuttamento dei beni cultu- bilancio risulta impossibile cllrare tutto il patrimonio culturale e si è costretti a lare delle scelte di priorità. Nel caso di Roma. data la caratte- si riesce ad offrire "prodotti di qualità". Nel rali va fatto, anzi è possibile farlo solamente se ristica di enorme rtcchezza del suo patrinronio. campo dei beni culturali per fare una produzione di qualità le caratteristiche di partenza questo significa trascurare. e quindi portare al degrado e alla scomparsa. numerose opere di rilevanza culturale e storica eccezionale. cessaria ma non sufficiente. il processo pro- dell'opera originaria sono una condizione ne- Il Passetto di Borgo è in questo senso Lln caso dr-rttivo di un bene culturale è complesso. ad esemplare, nonostante la sua rilevanza storica. elevata tecnologia e necessita di rilevanti capacità architettonica e culturale. la mancanza di una umane.

2 n Unir,ersitiì degli Studi di Roma "La Sapicnza" - Pro-letto di Atenco - Ricerca Interdipartirrentale Dati relativi all'affluenza dei visitatori al Museo Nazionale di Castel Sant'Angclo (porlc: Drnr.ztoxe pet- Mlrsnor Crsrr,r. S.rr.'l'Arc;r_t_or La ristrutturazione del Passetto e I'apertura al pubblico plrò portare vantaggi economici alla _eestione del Museo di Castel Sant'Angelo e all'economia di Borgo. Nella pagina di fianco sono riportati schematicamente due percorsi di profittabilità della ristrurrnrazione: uno di breve periodo. I'altro a più lungo termine. Nel breve periodo si potrebbe prevedere I'apertura parziale del Passetto come uscita (a senso unico) dal Museo verso Borgo. Nel periodo più lungo al termine della contpleta ristrutturazione. il Passetto potrebbe rappresentare un collegamento con i MuseiVaticani a doppio senso anche con possibilità di uscite ed entrate intermedie. In entrambi i casi I'aumento degli introiti, oltre che coprire i costi di funzionamento e manutenzione del Passetto, potrebbe contribuire al finanziamento di ulteriori restauri.

3

4 K Questo ha varie implicazioni positir,'e: biglietto di ingresso al Museo. Tenendo conto che I'aggravio dei costi per il Musecr I ) perniette di mettere in moto idee cleative di di questa opzione sarebbe minimo e calcolando un utilizzo dell'opzione da parte di utilizz.o e rnanagement. Un uttlizzt-t porta a stimolare una politica per decentramento di runa metà dei visitatori paganti del Mr-rseo. poteri e se mpl ifìc azion i de I I a blrroc r azi tr'. possiamo fare una stima prudenziale di Lrn introito tra i 80/l-50 mila euro all'anno al 2) permette di creare occupazione qualifìcata. netto delle spese di funzionantento. Tale la valorizzazione delle risorsc urnane che sommiì. consiclerando che il restauro costerebbe circa -i rnilioni di euro. rappre- esistono e la creazione di nuo','e abilità. occupazione in grado di autoalilrie ntarsi ed essere autosllfficiente econom icanlente. e il 3.8%. senterebbe un rendimento annuo trd l'2c/c Quello del prodotto culturale è urr processo Tale rendimento è paragonabile ad un investimento finanziario a basso rischio. rrìa va produttivo ad alta intensità di lavoro e in cui I'avanzamento tecnologico in -{enere non è tenuto conto che de,sli,l milioni ne sono già a risparmio di lavoro ma invr'cc' porta al migliorarrento della qualità del prodotto. se non fbsse portato a ternrine il restauro si- stati spesi 2. e che tali 2 milioni avrebbero, quindi ogni increnlento di prodotto comporta un aumento quasi ploporziorrale di ocni. rendirnento nullo. no alla prima uscita spendendo altri 2 miliocupazione: Va considerato poi che il proseguintento del restallro darebbe impulso ed alimento econornico al completamento del restauro sino 3) qualifìcando l'offerta culturale si contribuisce ad innestare un processo di qlralificazione del consumo e del tempo libcro. Quando ai Musei Vaticlni. una visita ad un museo e una passeg-uiata sul b) Interviene qui la seconda ipotesi. piùr di lungo periodo. dell'utilizzo del Passetto una vol- Passetto daranno una ernoziorrc para-gonabile ad una fr"azione di quella che si ctttiene assistendo ad una partita di calcio o andando ad tii completamente ultimato il restauro. uno spettacolo (con la conseguente disponibilità a pagare), saretno irr un paese culturalnandone la sua vecchia funzione di passaggio a Il Passetto potrebbe essere utilizzato ripristimente piùr avanzato. Lo sforzo che si deve lare è quindi anche quello di dare un prodotto gelo. con possibilità di tre uscite e entrate alter- doppio senso tra il Vaticano e Castel Sant'An- in qr"ralche modo competitivo. anche se non native su Borgo. necessariamente alternativo. con altre forme In questo caso l'utilizzo del Passetto potrebbe di intrattenimento. essere o indipendente. o cotne accesso a uno dci due musei o a entranibi. Si potrebbe pensare a biglietticumulativi e validi più giorni per' Il gruppo di ricerca ha elaborato duc ipotesi: permettere un utilizzo meno flrgace più cornpleto. a) la prima, reahzzablle nel breve periodo. prevede il completamento del restauro sino alla Musei Vaticani e Castel Sant'Angelo fa pensa- Una valutazione prudente del collegamento fra prima uscita sul quartiere Bor-eo. In questo re alla possibilità di Lrn aumento dei r,isitatori attuali al Museo di Castel Sant'Angelo tra il,50% caso il Passetto potrebb essere utilizzato corne uscita alternativa dal Museo di Castel e il 1007c. con un alunento dei costi decisamente Sant'Angelo. inf'eriore. Il vantaggio e la possibilità di poter utilizzare questa opzione di uscita alternativri, ad un aumento degli introiti netti (tolti cioè gli L'aumento delle entrate dcl Museo porterebbe usufruendo (a senso unico) del suggestivo incrementi di costo del funzionamento) tra 800 passaggio. del panorama e della uscita direttamente nel quartiere Borgo dovrebbe do le tariff e dell'anno 2003). milii euro e 1.5 milioni di euro all'anno (secon- richiedere un sovrappíezzo sul prezzo del Considerando che il restauro completo costell

5 ffi rebbe circa 20 nrilioni. il rcndinrcnto nctto annuo risulterebbe tra il 4(,( e il 7.ó'Ì. tussi tlrtrliata ben supc-riore a interventi cli orclinalia no piùrisibili c danno un'itnmagine inrmet'altro che trascurabili. rnanutenzione) è rarissirno che nella prosramrnazione di interventi strutturali sia con- La fìrttibilità di tale ipotesi di nrcclio e lungo periodo è però legata a tre conclizioni che cl serìlbrrno indispensuhiii: per lu rnanutenzione ordinat'ia. LIna possihitcrnplato anche il flusso tli spc-sr.r pllrrie nnale le r"rscita tale e r.ìrpasse è quclla di introdurre un nreccani:rno cli autofinanziarnento del- l ) Disponibilità al slrperiìrnento delle displrte rcsponsabilità e cli gestiorte tra le vuric- istituzioni del Passetto (Museo. la r.ì-lrulutenzione urdinaria lcgato appunto all' Lrti l izz-o econorlico dei bene culturale. Con'iunc. Bcni Cr-rlturali. ecc. ). QLresta soluzione naturalnrente non senlpre ò prlssibilc. nra nel caso clel Passetto la possibilità 2) Accorclo con i N'lusei Vrticani. 3; Disponibilità alla _sestione cli un alllusso n.rí.r-!t- tli urr sr-rr.r utilizzo chc. ne I rrspetto del suo valorccultlrrale. sia capace di proclurrc risorse,eiorato di r.'isitator-i a Castel Sant'Angelo. cconomiche in graclo l'inanziarc rnodo continr-ro c pe n"nanente la nranutenzionc ordina- I calcoli presentati. anchc sc partono clai dati fbrnitici dalla direzione del N4usc'o di Castel Sant'Angelo. sono naturalr-nentc approssinrati c hiliti di slrccesso. ria e la cc'rnservazione. ha una elevata nroba- ten-gono conto delle prer'ìsioni cli afl'llrsso linritato dalle capacità fisiche cli utilizzo del Passetto. ma anche a qlresto lil'ello di approssirnlziopre. in particolare nella città di Ronra. il pa- trt Riqualificuzione anrbientale. Quasi semne ò possibile ipotizzare Lln successo della iniziativa proposta (\'. tav. 2). te in strr"rttr-rre architettonichc spaziali di trinronio culturale ò inscrito organicamen- Tale successo sarebbe rilevante lrlnrcno pcr due nullo o trascurabile valore culturalc. ma di aspetti: la conservazione di Lrn patnrnonio irnportante e la possibilità di innestitre un nrecca- nostro avviso la valurizzazione cli un inter- rilcvante ralore sociale ed economico. A nismo di espansione della riqlralil-icazione ambientale contiglral Passetto. sanlcntc ampliata se in qualche modo è in vento sul patrinronio culturale viene deci- grado di inrrescale un processo di riqualificaziclne architettonica ed economica del- a) La conservazione. Uno cle_rli aspetti negativi che spesso caratterizzano gli interrenti l'arnbiente nel quale il patrimonio culturale è inserito. sul patrimonio culturale è quello di privile- -eiare quasi esclusivamente sli interrc-nti in conto capitale. Si fanno cioè spese relative Il caso del Passetto è emblenlatico: il degrado del Passetto è andato di pari passo con il a ristrutturazione r- munlrtl-nzione straordinaria senza tener corlto che ogni spesa di degrado delle strutture architettoniche abitative o struttllre le-uate ad attir,'ità economiche questo tipo, se non accon-lpi.ìgnata da una previsione di spesa in conto c()n'ente per lir ad esso colle-tate (in molti casi fisicamente manutenzione ordinaria nel lun_to penodo. direttamente). Questo processo pur) e deve è destinata nel giro di pochi anni ad essere essere rovescinto. una riqualifìcazione del annullata dal de-erado e bisognosa di ulteriori interventi di restauro o di manutenz-ioqualilìcazione dell'ambiente circostante. Si Passetto deve andale di pari passo con la rine straordinaria. puir dire di più. il successo della riqualificazione cultr"rrale ed economica del Passetto sarìr tanto piùr probabile e permanente tanto più Pr,rrtroppo per motir.'i vari legati ad aspetti burocratici (i bilanci purbblici diflìcilmente riescono a contenere prelisioni dr spes a calificazione arnbicntale. Di qui l'importanza saranno ad essc-r collegatinterventi di riquarattere pluriennale) e a proble rni dr carattere di inserire nel contesto del restauro del Passetto il progetto di riqualifìcazione viaria. pe- politico (anche l'orizzontc tcmporale della politica è di brel'e periodo: gli intc-r'renti donale e produttiva delle strutture iibitntire straordinerri venqono privilegiati perché so- nella sua inrmecliata prossimità.

6 I Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Progetto di Ateneo - Ricerca Interdipartimentale Dati relativi alla popolazione e all'edilizia del rione Borgo. FoNre: CeNsnreNro lnlr-r Popole.zrowe (vent axnr) :-'''..'...-.''..'.'...'..'-.: : l a : i l. 25"/" 'a zav", 15"/" : 10Yo Eo/^ ',: Oo/o t' ì :i! ,... 16

7

8 x Il meccanismo virtuale che potrebbe essere messo in moto è quello del reciproco sostentamento permanente degli investimenti effettuati per la riqualificazione dell'intera area (v. tav. 3). In conclusione, le proposte che scaturiscono da questa ricerca hanno il pregio di proporre un intervento pluridimensionale attraverso il quale non solo si prospetta il recupero di un patrimonio culturale di notevole importanza, ma contemporaneamente da una parte se ne progetta la capacità di autosostentamento della manutenzione e della funzionalità e dall'altra si combinano interventi ambientali tali da rlalorizzare 1'ambiente circostante e renderlo non solo compatibile ma integrato con il nuovo utrlizzo del bene culturale ristrutturato. I1 Passetto a nostro avviso ha in sé tutte le caratteristiche che lo rendono particolarmente adatto ad un intervento del tipo proposto, ma ci sono patrimoni culturali, non solo nella città di Roma, che hanno caratteristiche del tutto simili, quindi il successo del progetto qui proposto potrebbe costituire un esempio di fattibilità di interventi di questo tipo., Ite dilj' M'" * _l' Ni 18 Il percorso panoramico lungo il Passetto con le uscite nel rione Borgo e il collegamento con i Musei Vaticani e i tracciati storici. I lri i *-*.;', -_--*_,i.at

CALCOLI DI CONVENIENZA ECONOMICA DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI

CALCOLI DI CONVENIENZA ECONOMICA DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI CALCOLI DI CONVENIENZA ECONOMICA DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI Per ottenere una maggiore o migliore capacità produttiva, il decisore definisce i progetti di investimento industriale per mezzo dei quali

Dettagli

Prof.ssa Cristina Coscia Politecnico di Torino II Facolta di Architettura. Le strategie per la valorizzazione del patrimonio culturale diffuso

Prof.ssa Cristina Coscia Politecnico di Torino II Facolta di Architettura. Le strategie per la valorizzazione del patrimonio culturale diffuso Prof.ssa Cristina Coscia Politecnico di Torino II Facolta di Architettura Focus 1. Strategie e valorizzazione: le coordinate di riferimento, gli oggetti, i valori e le partnership 2. Livello strategico

Dettagli

COMUNE DI CASTEL VISCARDO

COMUNE DI CASTEL VISCARDO COMUNE DI CASTEL VISCARDO Provincia di Terni UFFICIO TECNICO Piazza IV NOVEMBRE, 11 Castel viscardo (TR) Telefono 0763/361010 Fax 0763/361621 Partita IVA 00364930552 utc@comune.castelviscardo.tr.it Lavori

Dettagli

L ottimizzazione dei processi con Microsoft Office System: come generare e misurare il valore per le aziende

L ottimizzazione dei processi con Microsoft Office System: come generare e misurare il valore per le aziende MICROSOFT BUSINESS DESKTOP MICROSOFT ENTERPRISE CLUB Disponibile anche sul sito: www.microsoft.com/italy/eclub/ L ottimizzazione dei processi con Microsoft Office System: come generare e misurare il valore

Dettagli

CHE RENDIMENTI È POSSIBILE OTTENERE?

CHE RENDIMENTI È POSSIBILE OTTENERE? CHE RENDIMENTI È POSSIBILE OTTENERE? Se metti in soldi in banca che tasso di interesse ti danno? Il 2% forse. Se compri obbligazioni quale rendimento ti puoi aspettare? Quelle buone e non troppo rischiose

Dettagli

2. Industry component

2. Industry component 1. Executive summary In questo documento verrà spiegato ed analizzato il lavoro svolto per l'azienda Pivato Porte (www.pivatoporte.com) attraverso l'utilizzo degli strumenti resi disponibili da Google

Dettagli

Commenti ABI al Position Paper CONSOB in materia di Aumenti di Capitale con rilevante effetto diluitivo

Commenti ABI al Position Paper CONSOB in materia di Aumenti di Capitale con rilevante effetto diluitivo Commenti ABI al Position Paper CONSOB in materia di Aumenti di Capitale con rilevante effetto diluitivo 03/06/2010 POSITION PAPER Premessa La tematica della gestione degli aumenti di capitale con rilevante

Dettagli

FORMALE ESSENZIALITÀ RISTRUTTURAZIONE

FORMALE ESSENZIALITÀ RISTRUTTURAZIONE Cord. S. Lucia ok imp._3 sed. A Casa 11/06/10 11:23 Pagina 2 RISTRUTTURAZIONE PH. GIANNI CANALI (CALEIDOSTUDIO) IN PRIMIS... SINTONIA CON IL COMMITTENTE. QUESTA LA STRATEGIA VINCENTE CHE CONSENTE DI DARE

Dettagli

LA GEOMETRIA NELLE PIASTRELLE

LA GEOMETRIA NELLE PIASTRELLE LA GEOMETRIA NELLE PIASTRELLE Supponiamo di dover pavimentare delle superfici molto estese e vogliamo evitare le classiche composizioni quadrate, rettangolari o a spina di pesce, per rendere meno banale

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FESR 2007-2013 CCI N 2007 IT 161 PO 008 (Settembre 2012) 1/372 4.5.2. Patrimonio Culturale 4.5.2.1. Obiettivo Specifico

Dettagli

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione ALIMENTARE Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione L industria alimentare è piuttosto importante per l economia italiana; il valore aggiunto prodotto da questo settore rappresenta

Dettagli

Crisi del mercato immobiliare: tra realtà e percezione

Crisi del mercato immobiliare: tra realtà e percezione Pagina 1 Crisi del mercato immobiliare: tra realtà e percezione Stefano Lascar Secondo le previsioni di Nomisma, il 2011 dovrebbe essersi concluso con un ulteriore flessione delle compravendite del 6%

Dettagli

[CONCORSO PER IL RECUPERO ATTRAVERSO IL COLORE DELL EX MERCATO COPERTO DI SANTA RITA A CARBONARA] Data scadenza bando: 6 Ottobre 2014, h13:00.

[CONCORSO PER IL RECUPERO ATTRAVERSO IL COLORE DELL EX MERCATO COPERTO DI SANTA RITA A CARBONARA] Data scadenza bando: 6 Ottobre 2014, h13:00. [CONCORSO PER IL RECUPERO ATTRAVERSO IL COLORE DELL EX MERCATO COPERTO DI SANTA RITA A CARBONARA] Data scadenza bando: 6 Ottobre 2014, h13:00. CALL FOR ARTIST PER IL RECUPERO DELL EX MERCATO COPERTO DI

Dettagli

Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e. telefono: stima del risparmio

Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e. telefono: stima del risparmio Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e telefono: stima del risparmio Indice: Introduzione 1 Il panorama delle Telecomunicazioni in Italia 1 L'evoluzione delle tariffe

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. lo Statuto della Regione Autonoma della Sardegna, approvato con Legge costituzionale 26 febbraio 1948, n. 3;

PROTOCOLLO D INTESA. lo Statuto della Regione Autonoma della Sardegna, approvato con Legge costituzionale 26 febbraio 1948, n. 3; REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA DIREZIONE GENERALE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA TERRITORIALE E DELLA VIGILANZA EDILIZIA MINISTERO PER I BENI E

Dettagli

Centro Studi & Ricerche

Centro Studi & Ricerche Centro Studi & Ricerche L AUTOTRASPORTO MERCI IN ITALIA L economia del settore e l economia delle aziende: un modello di lettura di lungo periodo NEWSLETTER Settembre-Ottobre 2008 Responsabile Dott. Domenico

Dettagli

Analisi di bilancio. Comune di Buccinasco

Analisi di bilancio. Comune di Buccinasco Analisi di bilancio Comune di Buccinasco INDICE INDICE... 3 CENNI STORICI... 4 IL BILANCIO COMUNALE alcune nozioni... 5 L ANALISI DELLE ENTRATE... 6 Autonomia Finanziaria... 7 Autonomia tributaria...

Dettagli

Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010

Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010 Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010 Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana Dipartimento Beni Culturali

Dettagli

Costruendo con il BIM In che modo i fornitori migliorano la redditività ampliando i confini del BIM

Costruendo con il BIM In che modo i fornitori migliorano la redditività ampliando i confini del BIM Costruendo con il BIM In che modo i fornitori migliorano la redditività ampliando i confini del BIM Produttività architettonica Nell'ultimo decennio il settore edilizio ha vissuto momenti difficili, sopportando

Dettagli

Comunicato stampa del 16 luglio 2015

Comunicato stampa del 16 luglio 2015 Comunicato stampa del 16 luglio 2015 Boom del turismo internazionale in Sardegna: il 2014 si è chiuso con un milione di arrivi stranieri confermando il record 2013 Tra il 2006 e il 2014 il numero dei passeggeri

Dettagli

I PARCHI PER LA TUTELA DELL AMBIENTE ANTROPIZZATO

I PARCHI PER LA TUTELA DELL AMBIENTE ANTROPIZZATO I PARCHI PER LA TUTELA DELL AMBIENTE ANTROPIZZATO Il dibattito sulla nascita, la crescita, la gestione a regime delle esperienze illustrate, riguardanti parchi archeo-minerari, mi crea uno spazio di intervento

Dettagli

Provincia dell Aquila. 23 Febbraio 2009. Piano Provinciale per la Mobilità Sostenibile 1

Provincia dell Aquila. 23 Febbraio 2009. Piano Provinciale per la Mobilità Sostenibile 1 23 Febbraio 2009 Piano Provinciale per la Mobilità Sostenibile 1 Nelle linee guida definite dal Piano Regionale Integrato dei Trasporti della Regione Abruzzo, su richiesta della Provincia dell Aquila,

Dettagli

L ITALIA VISTA DALL EUROPA

L ITALIA VISTA DALL EUROPA L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell 2004 Sintesi L obiettivo strategico dell Unione europea per il decennio in corso, stabilito dai Capi di Stato e di Governo degli

Dettagli

4.6 La socialità e la nuova povertà urbana. 4.6.1 Povertà e modernizzazione

4.6 La socialità e la nuova povertà urbana. 4.6.1 Povertà e modernizzazione Lo sviluppo e il sottosviluppo 269 4.6 La socialità e la nuova povertà urbana Come dimostra la recente nascita di un pianeta di bidonville: i contadini espulsi dalle terre non possono venire assorbiti

Dettagli

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Lo scenario: Il punto di partenza L isolamento che Castelfranco Veneto soffre da anni è testimoniato anche dalla mancanza di strategia e di progettualità

Dettagli

PARERE SULLA PROPOSTA DI APPROVAZIONE DEL PIANO FINANZIARIO 2014 E DETERMINAZIONE DELLE MISURE DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TA.RI.

PARERE SULLA PROPOSTA DI APPROVAZIONE DEL PIANO FINANZIARIO 2014 E DETERMINAZIONE DELLE MISURE DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TA.RI. PARERE SULLA PROPOSTA DI APPROVAZIONE DEL PIANO FINANZIARIO 2014 E DETERMINAZIONE DELLE MISURE DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TA.RI.) PER L'ANNO 2014 Giugno 2014 Parere sulla proposta di approvazione di approvazione

Dettagli

Prima sezione: Le imprese italiane e il loro rapporto con la Cultura

Prima sezione: Le imprese italiane e il loro rapporto con la Cultura Prima sezione: Le imprese italiane e il loro rapporto con la Cultura Le imprese comunicano e lo fanno utilizzando alcuni strumenti specifici. La comunicazione si distribuisce in maniera diversa tra imprese

Dettagli

Indice p. 1. Introduzione p. 2. I Benefici quantificabili offerti dalle tariffe dell energia elettrica p. 3

Indice p. 1. Introduzione p. 2. I Benefici quantificabili offerti dalle tariffe dell energia elettrica p. 3 Energia elettrica: a quanto ammontano i risparmi aggiuntivi che derivano dai servizi accessori offerti con Indice: Indice p. 1 Introduzione p. 2 I Benefici quantificabili offerti dalle tariffe dell energia

Dettagli

Listino. Acon Software

Listino. Acon Software Listino Acon Software Listino Acon Software Sommario Pagina 2 Assistenza sistemistica Pagina 6 Sviluppo software Pagina 8 Formazione Pagina 1 Assistenza Sistemistica Soluzioni proposte Per rispondere in

Dettagli

Osservatorio Professione Architetto nella Provincia di Como

Osservatorio Professione Architetto nella Provincia di Como Osservatorio Professione Architetto nella Provincia di Como L Osservatorio sul Mercato della Progettazione Architettonica realizzato dal Cresme per il Consiglio nazionale dell ordine degli Architetti,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA per il riuso funzionale dell ex Ospedale psichiatrico di Santa Maria della Pietà

PROTOCOLLO D INTESA per il riuso funzionale dell ex Ospedale psichiatrico di Santa Maria della Pietà PROTOCOLLO D INTESA per il riuso funzionale dell ex Ospedale psichiatrico di Santa Maria della Pietà tra: la Regione Lazio la Provincia di Roma il Comune di Roma l Università degli Studi di Roma La Sapienza

Dettagli

Gli strumenti volontari e le politiche ambientali di seconda generazione

Gli strumenti volontari e le politiche ambientali di seconda generazione Gli strumenti volontari e le politiche ambientali di seconda generazione APAT Ing. Rocco Ielasi Responsabile Servizio Interdip. Certificazioni Ambientali Le motivazioni del cambiamento L esigenza di introdurre

Dettagli

e-learning Pensare all'istruzione di domani

e-learning Pensare all'istruzione di domani 1 COMMISSIONE DELLE COMUNITA EUROPEE e-learning Pensare all'istruzione di domani Introduzione Durante il Consiglio europeo di Lisbona, tenutosi nei giorni 23 e 24 marzo 2000, i Capi di Stato e di Governo,

Dettagli

2. Una economia equilibrata con un cuore pulsante industriale e turistico

2. Una economia equilibrata con un cuore pulsante industriale e turistico L analisi che il CRESME ha condotto, sulla base dell incarico ricevuto da ANCE COMO, con il contributo dalla CAMERA DI COMMERCIO DI COMO e sostenuto da Ordine degli Architetti, Ordine degli Ingegneri di

Dettagli

Adeguamento del Parco e della Serra del Museo delle Ville Storiche di Caltagirone

Adeguamento del Parco e della Serra del Museo delle Ville Storiche di Caltagirone RELAZIONE TECNICA Adeguamento del Parco e della Serra del Museo delle Ville Storiche di Caltagirone PO FESR SICILIA 2007-2013 DELL OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3 LINEA D'INTERVENTO 3.1.3.3 PROGETTO BIENNALE

Dettagli

e Voeliamo una comunità attenta ai problemi dell'ambiente e della salute, in cui lo sviluppo

e Voeliamo una comunità attenta ai problemi dell'ambiente e della salute, in cui lo sviluppo LISTA IMPEGRJO E CORJCRETEZZA PROGRAM MA,qM tuî I N I STRATIVO anrc / 7.AX8 ( artt.7l e 73, comma 2" del D.Lgs. 18 agosto 2OOO, n.267 La Roccamonice che vogliarno e Voeliamo una comunità attenta ai problemi

Dettagli

Studio di pre-fattibilità

Studio di pre-fattibilità Studio di pre-fattibilità Oggetto: Progetto per la realizzazione, in regime di Project Financing, di un parcheggio multipiano in Tricase Piazza Card. Panico. Premessa Il presente studio riguarda la realizzazione,

Dettagli

economia e territorio L a Camera di Commercio e la Provincia di Varese hanno deciso di puntare sul `congressuale' per stimolare la crescita economica del territorio. Si tratta di una scelta lungimirante,

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione MACCHINE E APPARECCHIATURE ELETTRICHE Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell industria dell elettronica;

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE PREMESSA La nostra città ha bisogno di normalità. Dopo tanti anni di proclami e di promesse credo che sia giunto

Dettagli

ROMIT Roman Itineraries

ROMIT Roman Itineraries Community Initiative INTERREG III B ROMIT Roman Itineraries Centro Studi EUROPA INFORM Rimini (Italy) Dicembre 2004 INDICE Pag. ABSTRACT 3 INTRODUZIONE 6 CAP. 1 - LA CULTURA NELLE NUOVE TENDENZE DEL TURISMO

Dettagli

Capitolo 3. La domanda e l'offerta

Capitolo 3. La domanda e l'offerta Capitolo 3 La domanda e l'offerta Domanda e offerta sono parte di un modello che punta a spiegare in che modo vengono determinati i prezzi in un sistema di mercato I mercati Un mercato è un gruppo di acquirenti

Dettagli

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI Grazie mille Gianni e grazie mille alla fondazione Italcementi Pesenti per questo invito. Credo che oggi il punto fondamentale sia cercare di ragionare su quella

Dettagli

di informazione asimmetrica:

di informazione asimmetrica: Informazione asimmetrica In tutti i modelli che abbiamo considerato finora abbiamo assunto (implicitamente) che tutti gli agenti condividessero la stessa informazione (completa o incompleta) a proposito

Dettagli

Dimezzare i consumi negli edifici condominiali

Dimezzare i consumi negli edifici condominiali Dimezzare i consumi negli edifici condominiali Un incentivo per muovere interventi di riqualificazione edilizia e energetica nei complessi edilizi attraverso lo strumento delle Esco. PREMESSA Circa 24

Dettagli

L idea imprenditoriale

L idea imprenditoriale 16 L idea imprenditoriale Una buona idea Una volta che hai precisato le tue attitudini e propensioni personali, è giunto il momento di muovere i veri primi passi nel mondo dell imprenditoria e di iniziare

Dettagli

CULTURA & TURISMO Una strategia di sistema per l Italia. Roma, 27 maggio 2014

CULTURA & TURISMO Una strategia di sistema per l Italia. Roma, 27 maggio 2014 CULTURA & TURISMO Una strategia di sistema per l Italia Roma, 27 maggio 2014 Decreto Cultura del 22 maggio 2014 DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA DEL PATRIMONIO CULTURALE, LO SVILUPPO DELLA CULTURA E

Dettagli

UN Po DI TEORIA. Daniela fantozzi fantozzi@istat.it. 18/04/2009 Esercitazione 1 Economia Politica - Terracina

UN Po DI TEORIA. Daniela fantozzi fantozzi@istat.it. 18/04/2009 Esercitazione 1 Economia Politica - Terracina UN Po DI TEORIA Daniela fantozzi fantozzi@istat.it 1 Il Prodotto interno lordo (PIL) misura la produzione finale di beni e servizi, prodotta nell anno su un determinato territorio Il PIL è definito ai

Dettagli

Ridurre il cuneo contributivo per i giovani, per tornare a crescere

Ridurre il cuneo contributivo per i giovani, per tornare a crescere Ridurre il cuneo contributivo per i giovani, per tornare a crescere Mauro Marè, Fabio Pammolli Maggio 2013 In Italia, l aliquota di contribuzione obbligatoria al sistema pensionistico pubblico per il lavoro

Dettagli

LA STESURA DEL PIANO DI MARKETING: IL PRODOTTO, IL PREZZO, LA DISTRIBUZIONE E LA PROMOZIONE Dott.sa Martina Pertile

LA STESURA DEL PIANO DI MARKETING: IL PRODOTTO, IL PREZZO, LA DISTRIBUZIONE E LA PROMOZIONE Dott.sa Martina Pertile LA STESURA DEL PIANO DI MARKETING: IL PRODOTTO, IL PREZZO, LA DISTRIBUZIONE E LA PROMOZIONE Dott.sa Martina Pertile Obiettivi dell incontro Oggi cercheremo di rispondere ad alcune domande: Che cosa andiamo

Dettagli

Decreto Efficienza Energetica (102/14) Implicazioni e nuove prospettive per le imprese

Decreto Efficienza Energetica (102/14) Implicazioni e nuove prospettive per le imprese Decreto Efficienza Energetica (102/14) Implicazioni e nuove prospettive per le imprese Gianluca Riu, Direttore Impianti Energia Gruppo Egea Energie a servizio del territorio 22-24 maggio 2015 mercoledì

Dettagli

LA CITTÀ NUOVA RIQUALIFICAZIONE URBANISTICA MONTECATINI TERME

LA CITTÀ NUOVA RIQUALIFICAZIONE URBANISTICA MONTECATINI TERME LA CITTÀ NUOVA RIQUALIFICAZIONE URBANISTICA MONTECATINI TERME MAGGIO 2009 VILLAGGIO TERMALE MOBILITÀ URBANA RIQUALIFICAZIONE POLI LA CITTÀ CONDIVISA VILLAGGIO TERMALE - ARREDO URBANO - EVENTI ED ATTIVITÀ

Dettagli

Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000

Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000 Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000 Ringraziando le persone e le istituzioni che, durante tre anni, hanno partecipato alla preparazione della Conferenza

Dettagli

Ore di lezione presso il CIAL

Ore di lezione presso il CIAL Direzione Didattica e Servizi agli Studenti Centro Linguistico di Ateneo Viene illustrata di seguito l offerta formativa del CLA in preparazione ai livelli linguistici stabiliti dal Common European Framework.

Dettagli

famiglia, oggetti personali, creare un ambiente neutro che vada bene per un maggior numero di persone. In poche parole.

famiglia, oggetti personali, creare un ambiente neutro che vada bene per un maggior numero di persone. In poche parole. E il processo di preparazione dell immobile da vendere o affittare, trasformandolo in un luogo accogliente con l obiettivo di far scattare il ad un maggior numero di potenziali acquirenti avendo la possibilità

Dettagli

PIL e tasso di crescita.

PIL e tasso di crescita. PIL e tasso di crescita. 1.1 Il lungo periodo PIL è una sigla molto usata per indicare il livello di attività di un sistema economico. Il Prodotto Interno Lordo, misura l insieme dei beni e servizi finali,

Dettagli

Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA

Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA di Massimo Lazzari, Davide Mondaini e Violante Battistella (*) In questo contributo verrà illustrato il caso di un impresa che, aderendo al Progetto Ri-Lancio,

Dettagli

Il rapporto fra finanziamento e qualità delle prestazioni nelle ASL e nelle aziende ospedaliere. A cura di Michele Borgia

Il rapporto fra finanziamento e qualità delle prestazioni nelle ASL e nelle aziende ospedaliere. A cura di Michele Borgia Il rapporto fra finanziamento e qualità delle prestazioni nelle ASL e nelle aziende ospedaliere A cura di Michele Borgia Struttura dell intervento I. Caratteristiche originarie e carenze : II. Istituzioni

Dettagli

semplice, potente, vicino a te

semplice, potente, vicino a te semplice, potente, vicino a te www.vicenza.com THE E-CITY, LA CITTà IN UN CLICK! VICENZA.COM, il primo portale di Vicenza, è stato ideato nel 1999 dal creativo Maurizio Sangineto (SANGY) ed inaugurato

Dettagli

ALLARME ROSSO PER LA RICERCA EUROPEA: È URGENTISSIMO ACCELERARE GLI INVESTIMENTI NELLE CONOSCENZE

ALLARME ROSSO PER LA RICERCA EUROPEA: È URGENTISSIMO ACCELERARE GLI INVESTIMENTI NELLE CONOSCENZE ALLARME ROSSO PER LA RICERCA EUROPEA: È URGENTISSIMO ACCELERARE GLI INVESTIMENTI NELLE CONOSCENZE Gli sforzi per la ricerca sono molto minori in Europa di quanto non siano negli Stati Uniti o in Giappone,

Dettagli

La misurazione e la previsione della domanda

La misurazione e la previsione della domanda La misurazione e la previsione della domanda Le domande fondamentali Quali sono i principi che sottendono alla misurazione e alla previsione della domanda? Come si può stimare la domanda attuale? Come

Dettagli

I recenti interventi normativi per le infrastrutture: la Finanza di Progetto applicata ad un autostrada. Ilaria Bramezza

I recenti interventi normativi per le infrastrutture: la Finanza di Progetto applicata ad un autostrada. Ilaria Bramezza I recenti interventi normativi per le infrastrutture: la Finanza di Progetto applicata ad un autostrada Ilaria Bramezza 1. Il project financing Il project financing è una tecnica per la realizzazione di

Dettagli

BILANCIO PLURIENNALE DI PREVISIONE E PIANO PROGRAMMA TRIENNIO

BILANCIO PLURIENNALE DI PREVISIONE E PIANO PROGRAMMA TRIENNIO di CREMA Sede legale in Crema (CR), P.zza Duomo n. 25 C.F. e P.I. 01141210193 BILANCIO PLURIENNALE DI PREVISIONE E PIANO PROGRAMMA TRIENNIO 2015-2016-2017 INDICE Stati Patrimoniali di previsione 2015-2016-2017

Dettagli

proposta di legge n. 78

proposta di legge n. 78 REGIONE MARCHE 1 CONSIGLIO REGIONALE proposta di legge n. 78 a iniziativa della Giunta regionale presentata in data 26 luglio 2001 MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 5 MAGGIO 1997, N. 27 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI

Dettagli

L Agenzia turistica. Attività delle Agenzie turistiche. Le attività svolte dalle agenzie di viaggio possono essere analizzate secondo tre criteri.

L Agenzia turistica. Attività delle Agenzie turistiche. Le attività svolte dalle agenzie di viaggio possono essere analizzate secondo tre criteri. L Agenzia turistica L'agenzia di viaggi o agenzia di viaggi e turismo o agenzia turistica è una attività commerciale che offre servizi vari per chi si trovi ad effettuare un viaggio: dalla semplice emissione

Dettagli

CITTÀ, POLITICHE E STRUMENTI DI GOVERNANCE

CITTÀ, POLITICHE E STRUMENTI DI GOVERNANCE A14 371 Giovanni Tocci CITTÀ, POLITICHE E STRUMENTI DI GOVERNANCE LA PIANIFICAZIONE STRATEGICA IN ALCUNE CITTÀ MEDIE ITALIANE Copyright MMX ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A 11 a COMMISSIONE PERMANENTE (Lavoro, previdenza sociale) 3 o R e s o c o n t o s t e n o g r a f i c o SEDUTA DI GIOVEDÌ 3 OTTOBRE

Dettagli

La Salute in tutte le Politiche Forum tematico

La Salute in tutte le Politiche Forum tematico La Salute in tutte le Politiche Forum tematico VOTA PER LA TUA CITTA Report dei risultati dell indagine svolta tra i cittadini Leccesi per l estensione della zona a traffico limitato Promossa da: Forum

Dettagli

I lavori di conservazione e consolidamento e la capacità di RAS di prendere gestione diretta di scavi dipendono su questi interventi.

I lavori di conservazione e consolidamento e la capacità di RAS di prendere gestione diretta di scavi dipendono su questi interventi. 1 POR (Piano Operativo Regionale) 2008-2013 Fondamento logico di Sequenza di Lavoro Questi progetti dal POR seguono e espandano i seguenti interventi gia eseguiti o in corso per valorizzare il sito archeologico:

Dettagli

Exhibition. Perché Exhibition

Exhibition. Perché Exhibition Exhibition Perché Exhibition Exhibition: caratteristiche del prodotto Exhibition All Risks Tutti i beni artistici, storici, documentari e d antiquariato destinati all esposizione in pubblico Oggetti d

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

degli investimenti in uno studio odontoiatrico _Abstract Autore_Franco Cellino, Italia

degli investimenti in uno studio odontoiatrico _Abstract Autore_Franco Cellino, Italia L analisi degli investimenti in uno studio odontoiatrico Autore_Franco Cellino, Italia _Abstract La nota vuole fornire alcune linee guida che il dentista imprenditore dovrebbe seguire per valutare la fattibilità

Dettagli

OPERAZIONI, ATTIVITÀ E PASSIVITÀ IN VALUTA ESTERA

OPERAZIONI, ATTIVITÀ E PASSIVITÀ IN VALUTA ESTERA OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI OPERAZIONI, ATTIVITÀ E PASSIVITÀ IN VALUTA ESTERA BOZZA PER LA CONSULTAZIONE Si prega di inviare eventuali osservazioni preferibilmente entro il

Dettagli

Software STUDIO FAST FATTURE. Modifiche apportate con l aggiornamento versione 3.24.00

Software STUDIO FAST FATTURE. Modifiche apportate con l aggiornamento versione 3.24.00 Software STUDIO FAST FATTURE Modifiche apportate con l aggiornamento versione 3.24.00 Giugno 2013 Gestione ddt (modulo fatture) Propone causale predefinita se specificata nel tipo documento. In fase di

Dettagli

Dilazione del conguaglio relativo all'anno 2009

Dilazione del conguaglio relativo all'anno 2009 N. 1/2011 DELEGATO INARCASSA PROV. DI MACERATA DOTT. ING. BRODOLINI MARIO-FRANCESCO VIA VENIERI N. 1 62019 RECANATI (MC) TEL/FAX/Q 071981237 E-MAIL: m.brodolini@fastnet.it Polizze sanitarie 2010 ancora

Dettagli

LA CRESCITA DELLE POPOLAZIONI ANIMALI

LA CRESCITA DELLE POPOLAZIONI ANIMALI LA CRESCITA DELLE POPOLAZIONI ANIMALI Riccardo Scipioni Generalmente, con il termine crescita di una popolazione si intende l aumento, nel tempo, del numero di individui appartenenti ad una stessa popolazione.

Dettagli

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 ELEZIONI COMUNALI AL COMUNE DI FISCIANO - 15/16 MAGGIO 2011 Programma 1 Area Politiche Sociali e Servizi alla Persona 2 Ambiente e Territorio 3 Giovani -

Dettagli

Relazione tecnico sanitaria Piano Regolatore cimiteriale - Comune di Tempio Pausania Cimitero di San Pasquale

Relazione tecnico sanitaria Piano Regolatore cimiteriale - Comune di Tempio Pausania Cimitero di San Pasquale RELAZIONE TECNICO-SANITARIA (Art. del D.P.R. n 28/9) PREMESSA Nell elaborazione del nuovo P.R.C. del comune di Tempio Pausania, per i cimiteri di Tempio, Nuchis, Bassacutena e San Pasquale, si è tenuto

Dettagli

L identità di una università non statale

L identità di una università non statale L identità di una università non statale Rettore dell Università LUMSA (Libera Università Maria Ss. Assunta) di Roma di Giuseppe Della Torre Nell ultimo decennio il numero delle università non statali

Dettagli

CONFERENZA STAMPA 31 AGOSTO 2010 RELAZIONE ILLUSTRATIVA

CONFERENZA STAMPA 31 AGOSTO 2010 RELAZIONE ILLUSTRATIVA CONFERENZA STAMPA 31 AGOSTO 2010 RELAZIONE ILLUSTRATIVA Il 3 agosto la Giunta capitolina ha deliberato la concessione in uso gratuito di 6 nidi comunali appena ristrutturati. Ciò avverrà attraverso una

Dettagli

Domanda e offerta di credito

Domanda e offerta di credito 2/5/2013 Domanda e offerta di credito La situazione registrata nel 2012 in provincia di Nel 2012 si è registrata una contrazione della domanda di credito. Rispetto alla media regionale le imprese modenesi

Dettagli

Trasporti pubblici. Indagine sulla soddisfazione degli utenti. Anno 2009

Trasporti pubblici. Indagine sulla soddisfazione degli utenti. Anno 2009 Trasporti pubblici Indagine sulla soddisfazione degli utenti Anno 2009 a cura di Mirko Dancelli Osservatorio del Nord Ovest, Università di Torino 115 SOMMARIO 2.1. Se dovesse esprimere il Suo livello di

Dettagli

Prezzo: il punto di vista dell acquirente

Prezzo: il punto di vista dell acquirente PREZZO: IL PUNTO DI VISTA DELL ACQUIRENTE È bene considerare almeno tre ordini di problemi nell ambito delle decisioni sul prezzo. In primo luogo, e secondo una prospettiva di marketing ampiamente condivisa,

Dettagli

Scheda tecnica sul nuovo decreto per il reclutamento negli atenei

Scheda tecnica sul nuovo decreto per il reclutamento negli atenei Scheda tecnica sul nuovo decreto per il reclutamento negli atenei Analisi tecnica dello schema di decreto legislativo recante la disciplina per la programmazione, il monitoraggio e la valutazione delle

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI PROVINCIA DI RAVENNA: I POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E PREMESSA Il tema dei costi della politica e della qualità della spesa pubblica assume una importanza strategica, in momento come quello attuale

Dettagli

Dove siamo. L'attività didattica è esplicata in tre macro-tipologie: - formazione individuale; - formazione aziendale; - formazione professionale.

Dove siamo. L'attività didattica è esplicata in tre macro-tipologie: - formazione individuale; - formazione aziendale; - formazione professionale. Chi siamo Istituto Formazione Franchi è agenzia formativa accreditata presso la Regione Toscana dal 2003 ed opera sul territorio regionale con una presenza capillare e diffusa in ogni Comune. L'attività

Dettagli

Con effetto sicuramente alterante sull esito della gara e mai premiante per la migliore offerta tecnica

Con effetto sicuramente alterante sull esito della gara e mai premiante per la migliore offerta tecnica QUESITI GARA RIFIUTI Quesito 1 Valutazione offerta economica Nell analizzare la formula applicata per la valutazione dell offerta economica scelta dalla stazione appaltante, considerati i 60 punti a disposizione

Dettagli

Il Decreto 226 costituisce l ultima tessera. Finanziabilità del servizio di distribuzione del gas naturale: verso una nuova alba

Il Decreto 226 costituisce l ultima tessera. Finanziabilità del servizio di distribuzione del gas naturale: verso una nuova alba Finanziabilità del servizio di distribuzione del gas naturale: verso una nuova alba Con la pubblicazione del Decreto interministeriale n. 226/2011, che fissa le regole per l indizione delle gare per l

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore

IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore Il controllo di gestione è uno strumento che consente di gestire al meglio l impresa e viene usato abitualmente in tutte le imprese di medie e

Dettagli

Ciao a tutti! Scrivo questa piccola lettera diretta a tutti gli/le studenti/esse che desiderano fare la stessa esperienza che ho fatto io a Rennes o per accendere la voglia di coloro che a questo non ci

Dettagli

vera e propria rigenerazione urbana.

vera e propria rigenerazione urbana. Elisabetta Meucci, Consigliera Regionale Toscana ed ex Assessore Urbanistica Comune di Firenze (intervento non rivisto dall autrice) L esperienza del Piano Strutturale e del Regolamento Urbanistico della

Dettagli

FATTURAZIONE EL ETTRONICA Azione richiesta: Registrazione su OB10

FATTURAZIONE EL ETTRONICA Azione richiesta: Registrazione su OB10 FATTURAZIONE EL ETTRONICA Azione richiesta: Registrazione su OB10 Marzo 2013 Egregio signore/gentile signora, Unilever ha adottato una decisione strategica per incoraggiare tutti i fornitori a passare

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI DEI PRIMI ANNI NOVANTA E LA CRISI ATTUALE

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI DEI PRIMI ANNI NOVANTA E LA CRISI ATTUALE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI LA CRISI DELLE COSTRUZIONI DEI PRIMI ANNI NOVANTA E LA CRISI ATTUALE ESTRATTO DALL OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI GIUGNO 2012 LA CRISI

Dettagli

LA DELOCALIZZAZIONE DI ATTIVITÁ PRODUTTIVE IN. SERBIA: ANDAMENTO E CONSEGUENZE (quarta parte)

LA DELOCALIZZAZIONE DI ATTIVITÁ PRODUTTIVE IN. SERBIA: ANDAMENTO E CONSEGUENZE (quarta parte) LA DELOCALIZZAZIONE DI ATTIVITÁ PRODUTTIVE IN SERBIA: ANDAMENTO E CONSEGUENZE (quarta parte) WWW.PECOB.EU MARZO 2013 Pagina 1 di 6 La serbia continua ad attrarre investimenti esteri da tutto il mondo ed

Dettagli

Domanda e Offerta. G. Pignataro Microeconomia SPOSI

Domanda e Offerta. G. Pignataro Microeconomia SPOSI Domanda e Offerta Domanda e Offerta Il meccanismo di mercato Variazioni dell equilibrio di mercato Elasticità della domanda e dell offerta Elasticità di breve e di lungo periodo Gli effetti dell intervento

Dettagli

HORIZON SQL PREVENTIVO

HORIZON SQL PREVENTIVO 1/7 HORIZON SQL PREVENTIVO Preventivo... 1 Modalità di composizione del testo... 4 Dettaglia ogni singola prestazione... 4 Dettaglia ogni singola prestazione raggruppando gli allegati... 4 Raggruppa per

Dettagli