Gentile Signora, Egregio Signore,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gentile Signora, Egregio Signore,"

Transcript

1 CARTA DEI SERVIZI 1

2 Gentile Signora, Egregio Signore, la Carta dei Servizi Sanitari è uno strumento finalizzato alla tutela dei diritti dei cittadini nell ambito del Servizio Sanitario Nazionale. La Casa di Cura intende creare un rapporto di dialogo e collaborazione con l utente per migliorare la qualità dei Servizi offerti. Nell erogazione di tutti i Servizi la Casa di Cura si ispira ai seguenti principi: eguaglianza dei diritti degli Utenti; imparzialità e continuità nell erogazione dell assistenza; partecipazione, favorendo la collaborazione e recependo suggerimenti circa il miglioramento dei servizi, garantendo l accesso alle informazioni che riguardano l utente; efficacia ed efficienza per garantire la promozione della salute e per evitare sprechi di risorse economiche. Crediamo che la nostra opera abbia come centro ed obiettivo l uomo che da noi viene per ricevere aiuto e cura. Nostra missione è assistere il paziente con disponibilità e prontezza e di prestare le cure con competenza. La Direzione è impegnata nei confronti di tutti i collaboratori per garantirne la crescita professionale, nel rispetto dei diritti e dei doveri reciproci. Ci auguriamo che questa Carta dei Servizi Sanitari, insieme alla collaborazione di Utenti e del personale della Casa di Cura possa divenire uno strumento concreto per un costante miglioramento nell offerta dei servizi. Rendendoci disponibili ad accogliere eventuali suggerimenti, critiche e proposte, La ringraziamo per l attenzione. IL PRESIDENTE 2

3 Lettera di Benvenuto Gentile Signora, Egregio Signore nell accoglierla nella nostra Casa di Cura Le vogliamo augurare un sereno soggiorno. Sarà nostro compito rendere il più confortevole possibile la Sua permanenza, garantendole un'accurata assistenza medica ed infermieristica e cercando di soddisfare nel modo più adeguato le Sue richieste. Al fine di migliorare l'efficienza globale della struttura Le chiediamo di voler cortesemente compilare il questionario di gradimento che Le verrà consegnato, collocandolo poi nell'apposita casella, ai piani vicino all infermeria, all ufficio accettazione, alla palestra oppure recapitandolo direttamente alla Direzione Sanitaria. RingraziandoLa per la Sua attenzione, La invitiamo infine a non elargire ricompense o gratificazioni, essendo l'assistenza un preciso dovere degli Operatori. Diritti del paziente: nessuna cura può essere somministrata senza il consenso dell interessato alla segretezza di tutti i dati relativi alla propria malattia e ad ogni altra circostanza che lo riguardi. ad una informazione completa e comprensibile in merito alla malattia e alle cure prestategli. di conoscere i possibili trattamenti alternativi eseguibili in strutture diverse. di presentare all Ufficio Relazioni con il Pubblico reclami o suggerimenti o proposte. Doveri del paziente: collaborare con i medici ed il personale rispettare i regolamenti e le disposizioni in atto nella Casa di Cura rispettare le esigenze degli altri Degenti. IL DIRETTORE SANITARIO 3

4 Breve presentazione La Casa di Cura Villa San Giuseppe è ubicata nel comune di Anzano del Parco (Como), in via Villa San Giuseppe n 1. Sita in una gradevole area sub collinare è raggiungibile da Como percorrendo la Sp 342, da Erba la SS SP40 - SS 342, da Cantù SP 38, SS 342, da Milano SS 35 o 36Lo stabile era già, da Lecco SS 36 SP 40 SS 342. La Casa di Cura è attiva dal 2004, convenzionata con SSN è una struttura di ricovero e cura a indirizzo riabilitativo, eroga prestazioni sia in ambito Ambulatoriale Polispecialistico sia in Degenze di tipo riabilitativo. Lo stabile era già sede di un Seminario Guanelliano, è stato ristrutturato nel A seguito della DRG N. VII/19883/2004 e del Decreto Direzione Generale Sanità N del 5/8/2005 (atto 898) L Istituto di Riabilitazione S. Stefano Casa di Cura risulta iscritta nel registro delle strutture accreditate e come tale integrata nel servizio sanitario della Regione Lombardia. Dotata di 54 posti letto di Riabilitazione Specialistica, 1 posto letto di Day hospital riabilitativo, 10 posti letto di Riabilitazione Generale e Geriatrica, 14 posti letto di Riabilitazione di mantenimento in solvenza. Da gennaio 2009 la Casa di Cura Villa San Giuseppe è entrata far parte del Gruppo S.Stefano, un polo di strutture operative integrate nel territorio nazionale, che offrono all'utente una serie articolata di programmi assistenziali che rispondono globalmente alle diverse esigenze di una riabilitazione moderna, efficiente ed efficace. 4

5 Struttura e organizzazione Presidente: Dott. Ferraresi Mario Amministratore Delegato: Dott. Brizioli Enrico Direttore di struttura /direttore sanitario: Dott.ssa Barbara Pontiggia La casa di Cura coniuga efficacemente le sue finalità con la salvaguardia e la tutela della salute dei suoi assistiti, con una ricerca costante nella tecnologia e nell'aggiornamento della propria attività e del proprio personale, attuando, a favore dei singoli ricoverati, una valutazione globale delle problematiche mediche, valutazione che va oltre la specificità del ricovero. L'attività della Casa di Cura è composta da un'unica Unità Operativa così articolata: U.O. di Riabilitazione specialistica Neurologica/Ortopedica Riabilitazione generale/ geriatrica Day Hospital Riabilitazione mantenimento (solo solvente) Poliambulatori specialistici I posti letto accreditati, distribuiti su due piani di cui 64 a contratto con SSN per riabilitazione specialistica e generale geriatrica e 14 in solvenza per riabilitazione di mantenimento. L attività ambulatoriale polispecialistica, eroga prestazioni sia convenzionata con SSN che private e servizi di fisioterapia e riabilitazione funzionale. La Casa di Cura è associata AIOP (Associazione Italiana Ospedalità Privata) e ARIS (Associazione Religiosa Istituti Sanitari). Servizi Riabilitativi - Servizi ambulatoriali associati alla specialità Ortopedia e Traumatologia Riabilitazione post-operatoria su pazienti sottoposti a: o interventi di artroscopia di ginocchio e di spalla, di ricostruzione di legamenti, ecc. (vedi attività medico-chirurgica)/interventi di artroprotesi e di endoprotesi per fratture e/o patologie degenerative o interventi mirati su patologie degenerative, interventi in anestesia loco regionale Riabilitazione in postumi di: o fratture e/o lussazioni e distorsioni di arti con ipomotilità articolare residua ed ipotrofia muscolare secondaria Riabilitazione in fase sub-acuta, cronica e degenerativa o in pazienti sottoposti ad intervento di stabilizzazione del rachide ed erniectomia (fase subacuta) o in pazienti sottoposti a chirurgia funzionale neurologica o patologie degenerative del rachide e arti (spondiloartrosi, gonartrosi, coxartrosi, ecc.) o osteoporosi ed osteomalacia 5

6 Servizi riabilitativi associati a patologie neurologiche emiplegie ed emiparesi Morbo di Parkinson e sindromi parkinsoniane sclerosi multipla/sla postumi poliomielite anteriore acuta paralisi periferiche da lesioni plessiche o di tronco e/o di singoli rami amiotrofie neurogene /miodistrofie insufficienze muscolari primitive e secondarie. Riabilitazione in patologie reumatologiche e infiammatorie artrite reumatoide e/o psoriasica spondilite anchilopoietica condrocalcinosi poliartropatie dismetaboliche (gotta, ecc.) malattia di Reiter fibromi algie Specialità mediche Allergologia, Cardiologia, Dermatologia, Diabetologia, Ematologia, Endocrinologia, Fisiatria, Geriatria, Neurologia, Oncologia, Pneumologia, Reumatologia. Modalità di accesso e fruizione delle prestazioni di Ricovero La richiesta di ricovero proviene da struttura ospedaliera, da medico specialista o medico di base e ogni singolo caso viene valutato dal responsabile dell Unità operativa per definire l idoneità. Ricovero Ordinario: si tratta di un ricovero superiore ad una giornata, predisposto al fine dell esecuzione di programmi riabilitativi post eventi acuti. Il ricovero ordinario avviene su richiesta di strutture ospedaliere o dello specialista fisiatra della struttura. La programmazione dei ricoveri si avvale di un sistema informatico,e del registro nosologico sul quale sono protocollate tutte le richieste di ricovero (modulo richiesta di ricovero o relazione scritta) pervenute alla struttura. La lista d attesa generata è basata su un ordine cronologico, nel rispetto delle esigenze di tempestività connesse ai quadri clinici. Ricovero in Day Hospital: Le attività di DHR (Day Hospital Riabilitativo) sono finalizzate alla erogazione di prestazioni di carattere valutativo, diagnostico e terapeutico intensivo, atte al recupero funzionale di menomazioni e disabilità indifferibili e recuperabili, che non comportano la necessità del ricovero ordinario ma che, per la loro complessità, richiedono che sia garantito un regime di tipo ospedaliero da parte di medici, infermieri ed operatori della riabilitazione. La programmazione del ricovero Day Hospital avviene nella medesima modalità del ricovero ordinario. 6

7 Prestazioni e Servizi a pagamento La Clinica offre agli Utenti ricoveri e prestazioni in regime totalmente privato. La programmazione del ricovero in regime di solvenza viene determinata dalla disponibilità del reparto e dal quadro clinico del paziente. Al momento del ricovero il paziente deve presentarsi all'ufficio Accettazione, situato al piano terra della Casa di Cura, munito di: richiesta di ricovero carta SISS (tessera magnetica del servizio sanitario nazionale) documento di identità valido L ufficio accettazione ricoveri consegnerà la seguente modulistica che andrà firmata per accettazione: documentazione amministrativa per degenza solventi modulo della privacy modulo consenso informato regolamento interno della struttura Per le strutture ospedaliere la richiesta di ricovero deve essere redatta dal medico che ha in carico il paziente, nel caso di pazienti provenienti dal domicilio dal medico di base. La richiesta di ricovero, è un modulo reperibile presso l ufficio della caposala al secondo piano o in accettazione al pian terreno. Il modulo compilato deve essere inviato direttamente al fax di reparto dove ne verrà valutata l appropriatezza dallo staff con a capo il Responsabile dell Unita Operativa e la coordinatrice infermieristica. Se la richiesta verrà valutata idonea, il nominativo sarà inserito dalla stessa coordinatrice infermieristica nella lista d attesa. Le stesse coordinatrici infermieristiche si preoccuperanno di aggiornare in tempo reale il paziente/parente dello stato della richiesta e di fornire tutte le informazioni di carattere tecnico pratico relative al ricovero. Al momento della dimissione verrà, inoltre, rilasciata al paziente una lettera di dimissione da consegnare al Medico Curante, riportante la sintesi del percorso clinico-riabilitativo, il riepilogo dei principali esami effettuati e le indicazioni relative al proseguo in ambito domiciliare. 7

8 Informazioni utili per il ricovero Cosa portare: All atto del ricovero è consigliabile che il paziente sia munito di: documentazione clinica recente elenco dei farmaci assunti abitualmente e nome di preparati a cui si è allergici; effetti personali strettamente necessari per l igiene: sapone liquido, shampoo, deodorante, pettine, dentifricio spazzolino, crema idratante;salviettine umidificate se portatore di protesi il contenitore dove conservarle; abbigliamento: biancheria intima, pigiama, tute e scarpe da ginnastica, asciugamani e fazzoletti, tovaglioli o bavaglia E utile evitare di portare con sé o tenere in camera oggetti di valore e grossi importi di denaro. La direzione declina ogni responsabilità in caso di furto o perdita d oggetti durante il soggiorno in ospedale. Rilascio copia cartella clinica: La richiesta della cartella clinica, può essere effettuata, dopo la dimissione del paziente, compilando l apposito modulo disponibile presso l ufficio accettazione situato al piano terra. A Sua preferenza potrà essere spedita o ritirata di persona od eventualmente consegnati ad altra persona delegata entro 45 giorni lavorativi dalla data di richiesta. In caso di delega la persona incaricata al ritiro della documentazione dovrà essere in possesso di una certificazione di delega, della fotocopia di un documento di identità del delegante e di un proprio documento di identità. Il pagamento di dei relativi diritti dovrà essere effettuato al momento della richiesta. Si informa che se la richiesta viene inoltrata con carattere di urgenza verrà applicato un sovrapprezzo. Presa visione esami radiografici: Al termine del ricovero è possibile visionare, esami radiografici, TC eseguiti durante la degenza previa compilazione apposito modulo in accettazione e deposito di cauzione che verrà restituita alla riconsegna degli esami prevista entro 10 giorni dal ritiro. Pratiche amministrative: La richiesta di eventuale documentazione amministrativa, può essere effettuata compilando l apposito modulo disponibile presso l ufficio accettazione situato al piano terra. L attivazione di servizi amministratvi ha un costo di segreteria. 8

9 Unità operativa di Riabilitazione degenza Responsabile U.O. Dott. Luciano Suardi La degenza si articola su due piani con camere in prevalenza doppie con annessi servizi. Le stanze e le parti comuni sono dotate dei migliori confort alberghieri. È presente personale sulle 24 ore con medici specialisti, infermieri professionali, personale ausiliario e fisioterapisti. Nel rispetto dei parametri strutturali sono previsti il soggiorno e i locali accessori come i bagni protetti e il circuito sporco-pulito. Il servizio di ristorazione è garantito con la preparazione dei pasti interamente presso la struttura. All ingresso di ogni reparto sono indicati gli orari di visita e ricevimento da parte dei medici e il regolamento a cui gli utenti si devono attenere. Copia dello stesso viene rilasciata al momento del ricovero. 9

10 ORGANIGRAMMA PERSONALE DELLA STRUTTURA Staff medico Dott. Luciano Suardi Resp. Unità Operativa Dr.ssa Francesca Cavenaghi Dr.ssa Daniela Ceppi Dr.ssa Daniela Comi Dr.ssa Anna Mazzoleni Dr.ssa Eliana Schiatti Dr.ssa Chiara Vismara Dr. Lorenzo Motta Dr. Gregorio Musolino Dott.ssa Daria Roccatagliata Dott.ssa Elisabetta Perego Coordinatore infermieristico Antonino La Gamba Tel.031/ Coordinatore fisiaterapisti Barbara Caprani Tel. 031/ Personale infermieristico (fascia blu): si occupa di seguire i pazienti da un punto di vista sanitario in collaborazione con i medici. Personale socio-sanitario (fascia arancione): si occupa di seguire i pazienti da un punto di vista igienico assistenziale in collaborazione con gli infermieri. Fisioterapisti (polo grigia) Logopedista (polo bordeaux): professionista specializzato nel trattamento dei disturbi del linguaggio opera in collaborazione con l equipe medica (presente in struttura il martedì e il giovedì) Assistente Sociale: è un supporto per pazienti e familiari nell espletamento delle pratiche burocratiche (riceve il mercoledì pomeriggio su appuntamento) Neuropsicologa: supporta il paziente nel percorso riabilitativo dei deficit cognitivi ed emotivomotivazionali e gli interventi atti a favorire il compenso funzionale, mediante l'utilizzazione delle abilità residue; Terapista occupazionale: lavora con i pazienti degenti per ripristinare le loro capacità motorie riguardanti le abilità della vita quotidiana L organizzazione delle attività di reparto è così ripartita: h colazione h terapia farmacologica dalle ore 8.30 alle ore attività riabilitativa dalle ore 8.00 alle ore giro visite medico ore pranzo ore cena dalle ore sistemazione dei pazienti per la notte 10

11 Orario accesso alla degenza: SSN Da Lunedì a Venerdì Sabato e Domenica SOLVENTI Da Lunedì a Venerdì Sabato e Domenica Orario ricevimento medici : Dott. L. Suardi (Resp. U. O.) Martedì Mercoledì e Giovedì dalle alle Dott.ssa F. Cavenaghi Mercoledì e giovedì dalle alle o su appuntamento chiamando il n Dott.ssa D. Ceppi Giovedì dalle alle o su appuntamento chiamando il n Dott.ssa D. Comi Dott.ssa A. Mazzoleni Dott. G. Musolino Da lunedì a venerdì dalle alle Martedì e venerdì dalle alle Mercoledì e venerdì dalle alle Dott.ssa E. Perego Venerdì dalle alle o su appuntamento chiamando il n Dott.ssa D.Roccatagliata Lunedì e martedì dalle alle Dott.ssa E. Schiatti Martedì e giovedì dalle alle o su appuntamento chiamando il n Dott.ssa C. Vismara Dott.ssa L. Motta Da lunedì a venerdì dalle alle Mercoledì e venerdì dalle alle

12 CAPOSALA La Gamba Antonio Da Lunedì a Venerdì L attività ambulatoriale Negli ultimi anni la casa di Cura Villa san Giuseppe ha consolidato una attività ambulatoriale convenzionata con il Servizio Sanitario, inoltre è in grado si fornire prestazioni specialistiche anche in regime di solvenza, servizi di check-up e di medicina del lavoro. Questo grazie alle professionalità, alle attrezzature di primaria importanza e a una organizzazione in grado di mantenere i più elevati standard. Capo sala Poliambulatorio: Ip La Gamba Antonio Specialità mediche: ALLERGOLOGIA CARDIOLOGIA test allergologici, ECG basale, Ecg da sforzo al cicloergometro, Ecg dinamico sec Holter (24 ore), Ecocardiografia, Ecocolordoppler DERMATOLOGIA DIETOLOGIA E NUTRIZIONE CLINICA ENDOCRINOLOGIA FISIATRIA NEUROLOGIA REUMATOLOGIA crioterapia ambulatorio II livello: acne stesura piano dietologico stesura piano riabilitativo logopedia neuropsicologa 12

13 Specialità chirurgiche: CHIRURGIA GENERALE CHIRURGIA VASCOLARE CHIRURGIA DELLA MANO ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA UROLOGIA ecografia addome ecocolordoppler : anca ginocchio mano piede spalla ecografia prostatica uroflussometria Servizi diagnostici: Crioterapia ECG basale Ecg da sforzo al cicloergometro Ecg dinamico sec Holter (24 ore) Ecocardiografia Ecocolordoppler Ecodoppler arterioso Ecodoppler venoso Ecografia/addome-tiroide Ecografia dei tessuti molli Ecografia prostatica Uroflussometria Elettromiografia 13

14 Informazioni per l accesso al poliambulatorio: La prenotazione delle prestazioni ambulatoriali necessita della prescrizione del medico di Medicina Generale, di un medico Specialista o può essere effettuata su iniziativa del paziente. L accesso a visite ambulatoriali avviene previa prenotazione direttamente alla struttura ai numeri e alle mail sottospecificate, o al servizio di call center sottoriportato, o direttamente allo sportello. Per la prenotazione di prestazioni SSN è necessario essere in possesso della: tessera sanitaria, impegnativa e per gli aventi diritto del tesserino di esenzione, per le prestazioni solventi solo della tessera sanitaria. Al momento della prenotazione verrà fatta firmare l informativa sulla privacy (autorizzazione al trattamento dei dati per gli usi consentiti) l autocertificazione relativa al reddito e verrà consegnato il questionario di gradimento. Il giorno fissato per la prestazione ci si deve presentare comunque allo sportello per avere indicazioni riguardo l ambulatorio ove si svolgerà la prestazione. La consegna dei referti è immediata al termine della visita e/o esame specialistico, fanno eccezione gli holter, per i quali il ritiro, presso lo sportello di accettazione, avviene entro 3 giorni. I referti vengono consegnati al paziente o ad altra persona formalmente delegata. Per ulteriori informazioni contattare il n Per prenotazioni: Tutte le prestazioni (visite controlli e diagnostica) in SSN, sono prenotabili con CALL CENTER REGIONALE: telefonando da TELEFONO FISSO N (GRATUITO) CELLULARE AL NUMERO (A PAGAMENTO) scrivendo alla mail: mandando un fax rivolgendosi allo sportello: dalle alle e dalle alle da lunedì al venerdì (si informa l utenza che l attesa potrebbe essere prolungata a causa dei rallentamenti dei sistemi operativi) per gli esenti per reddito E01 - E04 - E05, per invalidità IC, donne gravide e disabili è possibile compilare l apposito modulo disponibile in accettazione ed imbucandolo nella cassetta L accettazione è a disposizione dalle alle da lunedì a venerdì per disdette Per prenotazione prestazioni in regime di SOLVENZA l accettazione è a disposizione dal lunedì al venerdì dalle alle al numero , inoltre è possibile inviare un fax allo , un a 14

15 Per disdette L utente che per qualsiasi motivazione non può presentarsi all appuntamento fissato con prenotazione, deve comunicare disdetta seguendo la stessa modalità di prenotazione, quindi chiamando CALL CENTER REGIONALE o il numero dedicato o , via fax allo via e mail almeno 48 ore prima della data convenuta. All utente che non si presenta all appuntamento non avendo formalizzato la disdetta della prestazione, sarà addebitato il costo del ticket anche in presenza di esenzioni (secondo quanto previsto da nomenclatore tariffario vigente). Servizio ambulatoriale di terapia fisica e riabilitazione Responsabile servizio terapia fisica e riabilitazione Dott. Luciano Suardi Coordinatrice fisioterapia Sig.ra Barbara Caprani La Specializzazione di Villa San Giuseppe nella Fisiatria e nelle attività a indirizzo riabilitativo ha determinato la crescita di forti competenze in materia di recupero e rieducazione funzionale, che hanno permesso le sviluppo di: Protocolli per la riabilitazione Neuromotoria Protocolli per la riabilitazione Funzionale Il servizio attualmente eroga prestazioni di: Fisiokinesiterapia Ginnastica segmentarla Ginnastica Propriocettiva e posturale Training deambulatori e del passo Massoterapia (solo in regime privato) Elettroterapia antalgica Elettroterapia di muscoli normo o denervati Ultrasuonoterapia Ionoforesiterapia (solo in regime privato) Linfodrenaggio Riabilitazione respiratoria Tecar terapia (solo in regime privato) 15

16 da lunedì a venerdì al numero: Per informazioni è a disposizione dalle 12,30 alle 13, Il servizio mette a disposizione specialiti per il confezionameto di tutori personalizzati Standard di qualità e obiettivi SEMPLICITA E TRASPARENZA NELL ACCESSO - Ampia fascia oraria per l accesso alle informazioni e alle prenotazioni - Accesso senza prenotazione al punto prelievi COMFORT ALBERGHIERI - Camere di degenza a 2 letti con servizio igienico annesso - Applicazione del sistema di autocontrollo HACCP - Possibilità di usufruire del servizio di parrucchiere, estetista e lavanderia previa prenotazione e a pagamento ASSISTENZA RELIGIOSA - celebrazione settimanale della santa messa - somministrazione dei sacramenti - Supporto spirituale INFORMAZIONI AL PAZIENTE - Viene favorita l informazione e la partecipazione del paziente tramite - questionari customer satisfaction - materiale informativo (consenso informato) per i pazienti che eseguono procedure a rischio L ASSISTENZA INFERMIERISTICA Il servizio garantisce tutti gli aspetti relativi all assistenza infermieristica, all ospitalità degli utenti ed alla pulizia degli ambienti di degenza tramite il proprio personale. I pazienti possono rivolgersi a questo servizio tramite le Coordinatrici Infermieristiche. LE VISITE DEI MEDICI La visita medica è un momento diagnostico- terapeutico fondamentale e viene svolta nel corso della mattina. E quindi assolutamente necessario informare gli operatori nel caso in cui si decida di allontanarsi temporaneamente dal reparto. 16

17 L UTENTE E I SUOI DIRITTI L ospite ha il diritto di chiedere informazioni riguardanti la diagnosi anche provvisoria, e la prognosi in termini per lui facilmente più comprensibili. Inoltre potrà ottenere informazioni essenziali riguardanti l organizzazione dei servizi, i compiti e le attribuzioni di amministratori ed operatori. COME AVERE INFORMAZIONI DAI MEDICI E diritto fondamentale del paziente essere informato sulle proprie condizioni di salute. Pertanto, sia il Primario che i medici di reparto sono disponibili in orari stabiliti (scheda pag.11) per fornire tutti i chiarimenti necessari a Lei e ai familiari. LE NORME ANTINFORTUNISTICHE ED ANTINCENDIO Il personale del presidio ospedaliero è addestrato ad intervenire per controllare gli incendi e a tutelare la sicurezza dei degenti. LA PULIZIA E L ORDINE La pulizia degli armadi, letti e comodini viene effettuata da apposito personale. La preghiamo di mantenere in ordine questi arredi e la Sua stanza. In particolare le chiediamo di non tenere fiori o piante che possono essere fonte di infezioni. Per evitare disordine o per facilitare le operazioni di pulizia si prega di non tenere sdraio o sedie e di non lasciare oggetti fuori dagli armadi personali. Ai familiari non è consentito sedersi sui letti. IL SILENZIO E LA TRANQUILLITA Per non arrecare il disturbo agli altri pazienti, La preghiamo di evitare il più possibile i rumori, di parlare a bassa voce durante le visite e di moderare il volume di radio o televisore. Per favorire il riposo notturno è obbligatorio il silenzio dalle alle I PASTI La colazione viene servita dalle 6.30 alle 7.30, il pranzo alle e la cena alle ore 18.00; durante la distribuzione del vitto i parenti sono pregati di accomodarsi nell atrio esterno ai corridoi. Durante la permanenza in ospedale è sconsigliato integrare l alimentazione con cibi e bevande provenienti dall esterno:se lo desidera, il medico di riferimento o la coordinatrice infermieristica possono fornire i necessari chiarimenti al riguardo. Per alcune categorie di paziente i cibi provenienti dall esterno sono sempre proibiti. Abbiamo cercato di offrire cibi, il più possibile gradevoli, puntando sulla qualità e sulla varietà. E possibile consultare il menù settimanale nella bacheca di fronte alla sala ospiti. LA VISITA DEI PARENTI Ogni paziente può ricevere visite da parte di parenti e amici. E necessario che tali visite non siano d ostacolo alle attività mediche e non arrechino disturbo al riposo degli altri pazienti ricoverati. Si chiede di ricevere un visitatore alla volta. Non sono ammesse visite di bambini con età inferiore ai 12 anni. Per qualunque esigenza particolare potrà rivolgersi alla coordinatrice infermieristica che valuterà la possibilità di concedere permessi di visita straordinari. All interno del Presidio esistono appositi spazi destinati ad attività di varie socializzazioni. 17

18 PERSONALE ESTRANEO ADIBITO ALL ASSISTENZA La presenza di personale estraneo adibito all assistenza dei degenti deve essere concordata con il personale medico e con la coordinatrice infermieristica. CONTINUITA E TEMPESTIVITA NEL SERVIZIO - lista d attesa nel rispetto parametri regionali - tempestività nella consegna referti PROGETTI DI QUALITA E MIGLIORAMENTO - accreditamento Regione Lombardia - utilizzo di protocolli specifici per la gestione del Risk Management - presenza di un Comitato Infezioni Ospedaliere (CIO) - convenzione con Università degli studi Milano Bicocca specialità neurologia - progetto specifico per la gestione del paziente disfagico Tutela e partecipazione: l Ufficio relazioni con il pubblico (U.r.p.) L ufficio relazioni con il pubblico è un ufficio a disposizione degli utenti per migliorare i servizi. Suggerimenti, segnalazioni reclami possono essere presentati all ufficio attraverso le seguenti modalità: - lettera in carta semplice - apposito modulo disponibile in portineria - segnalazione telefonica e colloquio negli orari dell ufficio esposti all ingresso. La richiesta di colloquio con le Direzioni avviene per appuntamento contattando i numeri: e prendendo appuntamento nei giorni di martedì dalle 9.30 alle o giovedì dalle alle con la Sig.ra Mojoli Francesca o inviando una e mail all indirizzo La gestione del reclamo, inizia con la ricezione della segnalazione presso l Urp e l evasione della pratica deve avvenire entro la settimana. E attivo un servizio di valutazione dello stato di soddisfazione dei pazienti che viene effettuato a cadenza mensile da parte dell Urp somministrando a campione il questionario di gradimento ai degenti presenti in struttura. 18

19 Consenso alle prestazioni sanitarie Uno dei beni costituzionalmente garantiti è il bene della salute (art.32 cost.) inteso come diritto fondamentale dell individuo e interesse della collettività. Tale precetto costituzionale statuisce che non può esservi un obbligo a sottoporsi a un determinato trattamento sanitario se non per una specifica disposizione di legge che tuteli l interesse della collettività. Il consenso alle delle prestazioni sanitarie rappresenta l ultima tappa di un percorso dialettico medico- paziente attraverso cui i sanitari forniscono al paziente stesso le informazioni necessarie affinché egli acquisisca una piena e completa conoscenza del proprio stato di malattia, delle procedure diagnostiche e terapeutiche necessarie, delle eventuali alternative diagnostiche, degli esiti prevedibili di ciascuna scelta. Dopo aver ricevuto le informazioni necessarie,gli verrà proposto di sottoscrivere un modulo di consenso riassuntivo delle informazioni. Tutela dei dati personali I dati personali raccolti servono al raggiungimento delle finalità istituzionale della Casa di Cura ed il loro trattamento avviene secondo i criteri dettati dalla norma vigente D.Lgs.30 giugno 2003 n 196, Codice in materia di protezione dei dati personali. Il consenso al trattamento dei dati è un documento che viene proposto all ingresso e autorizza all attività di registrazione del ricovero o della prenotazione della prestazione ambulatoriale. 19

20 Informazioni di carattere generale L indirizzo per il recapito della corrispondenza è il seguente: Istituto di Riabilitazione S. Stefano - Casa di Cura Villa San Giuseppe - Via Villa San Giuseppe n Anzano del Parco (Co) Per informazioni CENTRALINO PRENOTAZIONI ALLO SPORTELLO DA LUNEDI A VENERDI dalle alle dalle alle FAX

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015.

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015. Sani.Med. S.r.l. Via Palombarese km. 19,0 Marcosimone di Guidonia 00010 Roma Carta Servizi Prestazioni di: Fisioterapia Cardiologia Dermatologia Ginecologia Endocrinologia Oculistica Neurologia Reumatologia

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose.

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose. RESIDENZA LE ROSE DATI ANAGRAFICI STRUTTURA SCHEDA SERVIZIO Residenza LE ROSE DENOMINAZIONE Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD INDIRIZZO CAP CITTÀ PROVINCIA 0429 644544 TELEFONO info@residenzalerose.net

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it Progetto grafico Avenida Stampa Artestampa srl Diffusione 50.000 copie Dicembre 2003 www.policlinico.mo.it

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

Regolamento interno Residenze Sanitarie Assistenziali. (Allegato alla Carta dei Servizi)

Regolamento interno Residenze Sanitarie Assistenziali. (Allegato alla Carta dei Servizi) Regolamento interno Residenze Sanitarie Assistenziali (Allegato alla Carta dei Servizi) REGOLAMENTO INTERNO RSA ************* TITOLO 1 OGGETTO, FINALITA, CARATTERISTICHE Art. 1 OGGETTO Il presente regolamento

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE 16 aprile 2015, n. 12

REGOLAMENTO REGIONALE 16 aprile 2015, n. 12 60 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 56 suppl. del 22 04 2015 REGOLAMENTO REGIONALE 16 aprile 2015, n. 12 Regolamento regionale Presidi territoriali di recupero e riabilitazione funzionale dei

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

Sac. Prof. Don Luigi Maria Verzé

Sac. Prof. Don Luigi Maria Verzé "A prescindere dalla professionalità, che nel San Raffaele dev'essere ammessa come scontata, è certo che il corredo dei valori, la carica del loro possesso nei medici, negli infermieri e nel complesso

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

VILLA FRANCIA CASA DI RIPOSO CON REPARTO PROTETTO

VILLA FRANCIA CASA DI RIPOSO CON REPARTO PROTETTO Distretto Di Casalecchio Di Reno CASA DI RIPOSO CON REPARTO PROTETTO Carta dei Servizi Il testo della Carta dei servizi è stato condiviso dal Gruppo Tecnico costituito ai sensi della L.R. 377/2004, istituito

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Gentili Pazienti, desideriamo fornirvi alcune informazioni utili per affrontare in modo

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

MEDICINA GENERALE DIRETTORE: Prof. Giovannella Baggio

MEDICINA GENERALE DIRETTORE: Prof. Giovannella Baggio Azienda Ospedaliera di Padova Medicina Generale AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA MEDICINA GENERALE DIRETTORE: Prof. Giovannella Baggio IL REPARTO Telefono: 049 8212675 CARTA DI ACCOGLIENZA PER IL PAZIENTE

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C.

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C. Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI T.A.C o meglio T.C. Gentili Pazienti in modo molto semplice vogliamo fornirvi alcune informazioni utili per

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI SALUTE E BENESSERE MASEC COS E È la mutua assistenza volontaria dei piccoli imprenditori e delle loro famiglie,

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Azienda Ospedaliera Sant Anna e e San Sebastiano di di Caserta. di di rilievo nazionale e di e di alta alta specializzazione

CARTA DEI SERVIZI. Azienda Ospedaliera Sant Anna e e San Sebastiano di di Caserta. di di rilievo nazionale e di e di alta alta specializzazione CARTA DEI SERVIZI azienda caserta azienda caserta ospedaliera Azienda Ospedaliera Sant Anna e e San Sebastiano di di Caserta di di rilievo nazionale e di e di alta alta specializzazione progetto e redazione:

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU32 09/08/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 30 luglio 2012, n. 45-4248 Il nuovo modello integrato di assistenza residenziale e semiresidenziale socio-sanitaria a favore delle

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Che cos è il Centro diurno regionale Ai Gelsi? Il nuovo Centro diurno socio-assistenziale con sede a Riva San Vitale si inserisce nel

Dettagli

Carta dei Servizi - Azienda U.L.S.S. N 13 Mirano (VE)

Carta dei Servizi - Azienda U.L.S.S. N 13 Mirano (VE) aggiornata ad Ottobre 2014 Indice pag. n. aggiornata ad Ottobre 2014 sanitarie che vengono offerte. Esiste un patto di solidarietà e fiducia che lega le strutture del Servizio Sanitario pubblico e il cittadino:

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SANITARI

CARTA DEI SERVIZI SANITARI CARTA DEI SERVIZI SANITARI 2015 Gentile Ospite, abbiamo il piacere di presentarle la nostra Carta dei Servizi. Questo strumento, grazie anche alla Sua gentile e preziosa partecipazione, ci consente di

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Il lavoro subordinato Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È? Il contratto di lavoro subordinato è un contratto con il quale un lavoratore si impegna a svolgere una determinata attività lavorativa alle dipendenze

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

Giorni e orari A Torino: Lunedì e Venerdì dalle 9,20 alle 13,20 e dalle 16,00 alle 20,00 Mercoledì dalle 9,20 alle 13,20.

Giorni e orari A Torino: Lunedì e Venerdì dalle 9,20 alle 13,20 e dalle 16,00 alle 20,00 Mercoledì dalle 9,20 alle 13,20. Lo Studio Lo StudioFisiocenter del Dottor Marco Giudice è un team di professionisti che offre supporto e assistenza per la risoluzione di un ampia gamma di problemi fisici. Operano in ambito preventivo,

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

LINEE GUIDA PER LE ATTIVITA' DI RIABILITAZIONE IN REGIONE CAMPANIA

LINEE GUIDA PER LE ATTIVITA' DI RIABILITAZIONE IN REGIONE CAMPANIA Giunta Regionale della Campania Assessorato alla Sanità Area Generale di Coordinamento Assistenza Sanitaria Settore Interventi a Favore di Fasce Socio-Sanitarie Particolarmente Deboli Servizio Riabilitazione

Dettagli

POLO RIABILITATIVO DEL LEVANTE LIGURE. La Spezia CARTA DEI SERVIZI

POLO RIABILITATIVO DEL LEVANTE LIGURE. La Spezia CARTA DEI SERVIZI POLO RIABILITATIVO DEL LEVANTE LIGURE La Spezia CARTA DEI SERVIZI Indice Amis, ve raccomandi la mia baracca... pag. 3 Il Polo Riabilitativo del Levante Ligure l Cenni storici pag. 5 l La struttura pag.

Dettagli

I DEFICIT COGNITIVI NELL ICTUS

I DEFICIT COGNITIVI NELL ICTUS I DEFICIT COGNITIVI NELL ICTUS Manuale informativo per il paziente e la sua famiglia INTRODUZIONE L'ictus colpisce in Italia 194.000 soggetti ogni anno e di questi 80% sono primi episodi ed il 20% recidive.

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi La presente Carta dei servizi è stata realizzata a cura di: - Qualità e Accreditamento dell

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare GLOSSARIO DEI TRACCIATI SIAD Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare Dicembre 2011 Versione 4.0 SIAD Glossario_v.4.0.doc Pag. 1 di 35 Versione 4.0 Indice 1.1 Tracciato 1 Definizione

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

Residenze Anni Azzurri S.r.l. REZZATO - Brescia UNITÀ OPERATIVA DI RIABILITAZIONE GENERALE E GERIATRICA CARTA DEI SERVIZI

Residenze Anni Azzurri S.r.l. REZZATO - Brescia UNITÀ OPERATIVA DI RIABILITAZIONE GENERALE E GERIATRICA CARTA DEI SERVIZI Residenze Anni Azzurri S.r.l. REZZATO - Brescia UNITÀ OPERATIVA DI RIABILITAZIONE GENERALE E GERIATRICA CARTA DEI SERVIZI INDICE Presentazione della Direzione Pag. 3 La Carta dei Servizi Pag. 4 Presentazione

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE La presente guida descrive le procedure operative che gli Assistiti dovranno seguire per accedere alle prestazioni garantite

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea in Infermieristica Ancona CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 U.O. : BLOCCO OPERATORIO I.N.R.C.A. Studente Guida di Tirocinio:

Dettagli

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Oggetto Art. 1 Il Servizio Art. 2 L Utenza Art. 3 La domanda di Accoglienza Art. 4 Il Processo di Accoglienza Art.

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

QUESTIONARIO DA ALLEGARE ALLA DENUNCIA DEL SINISTRO (Questionario di Invalidità Totale e Permanente - Medico)

QUESTIONARIO DA ALLEGARE ALLA DENUNCIA DEL SINISTRO (Questionario di Invalidità Totale e Permanente - Medico) Poste Vita S.p.A. 00144, Roma (RM), Piazzale Konrad Adenauer, 3 Tel.: (+39) 06 549241 Fax: (+39) 06 54924203 www.postevita.it Partita IVA 05927271006 Codice Fiscale 07066630638 Capitale Sociale Euro 1.216.607.898,00

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Breve manuale sulle cautele da adottare nel trattamento di dati personali.

Breve manuale sulle cautele da adottare nel trattamento di dati personali. ALLEGATO D Breve manuale sulle cautele da adottare nel trattamento di dati personali. Alle persone che entrano in contatto con medici e strutture sanitarie per cure, prestazioni mediche, acquisto di medicine,

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli