kortrijk Condizioni generali tastic moments share

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "kortrijk Condizioni generali 16-21.10.2015 www.busworld.org tastic moments share"

Transcript

1 Condizioni generali share tastic moments

2 Condizioni generali Kortrijk BUSWORLD, Salone Europeo del pullman e dell autobus 2. Luogo e data 3. Organizzazione 4. Xpo Kortrijk 5. Visitatori e accessibilità 6. Partecipanti : VEICOLI 7. Partecipanti : ACCESSORI 8. Partecipanti : TURISMO Y SERVIZI 9. Prezzi per la sezione pullman e autobus 10. Prezzi degli stand accessori 11. Prezzi per stand turismo y servizi 12. Prezzi per sublocatari 13. Calcolo dell IVA 14. La garanzia per smantellamento anticipato, allestimento in ritardo dello stand, mancato rispetto degli ordini impartiti dai direttori di sala e altro Iscrizione e pagamento 16. Evitare un montaggio tardivo 17. Fornitori 18. SCELTA DELLO STAND 19. Pubblicità negli stand 20. Decorazione e costruzione degli stand 21. Servizi 22. Assicurazioni 23. Sistemazione dei veicoli 24. Sicurezza 25. Allestimento e smontaggio degli stand 26. Annullamenti 27. Personale dello stand 28. Reclami-fatturazione 29. Generalità 30. Informazioni supplementari 2

3 1. BUSWORLD, Salone Europeo del pullman e dell autobus Busworld è stata la prima fiera commerciale nel settore degli autobus e pullman. Organizzata ogni due anni, ha raggiunto la sua 23 edizione. Busworld comprende tre sezioni: costruttori, accessori, turismo e servizi. Vi possono partecipare: tutti i fornitori degli imprenditori di pullman e autobus Il 22 Busworld ha avuto luogo nel 2013 ed è stato visitato da professionisti, provenienti da 116 Paesi, di cui il 64 % non belga e il 21 % da Paesi extra europei Luogo e data Busworld, il 23 Salone Europeo del pullman e dell autobus si svolge alla Kortrijk Expo, le famose Hallen di esposizione di Kortrijk, città fiamminga del Belgio che in francese si chiama Courtrai. Kortrijk si trova a 100 chilometri da Bruxelles, capitale d Europa. Busworld è aperto dal venerdí 16 al mercoledi 21 ottobre 2015 compreso, sempre dalle ore 10 alle ore 19. 3

4 3. Organizzazione Busworld, il Salone Europeo del pullman e dell autobus è organizzato dalla B.A.A.V. (denominazione giuridica: Associazione Professionale degli Imprenditori nel settore Pullman e Autobus della Fiandra Occidentale, associazione professionale legalmente riconosciuta), un organizzazione consorella della Federazione Belga degli Imprenditori nel settore Pullman e Autobus (F.B.A.A.). L organizzazione è quindi nelle mani di un associazione di imprenditori di pullman e autobus, ciò che spiega in parte la notevole forza di penetrazione di questa Fiera. indirizzo : Kasteel van Rumbeke Moorseelsesteenweg 2 BE-8800 Roeselare T: +32/(0) F: +32/(0) E: 4

5 4. Xpo Kortrijk Gli edifici di Xpo Kortrijk offrono una superficie coperta di m2 e sono facilmente raggiungibili grazie alla posizione vicinissima all uscita nr. 2 (Kortijk-Zuid) dell autostrada Anversa-Parigi (E17). Il complesso fieristico consiste di 9 padiglioni, una Rambla e un Centro Congressi. entrance north rambla entrance south 5

6 5. Visitatori e accessibilità La Fiera è aperta quotidianamente dalle ore alle ore ed è accessibile unicamente per i professionisti. Una giornata sola, la domencia 18 ottobre, può essere visitata anche da qualsiasi tipo di pubblico. Il biglietto d entrata costa 15 euro. Gli espositori possono acquistare le tessere per espositori che danno diritto all entrata libera permanente della Fiera e le tessere per compratori che danno diritto ad una sola entrata libera per tessera, e questo ai prezzi rispettivi di 15 e 3 euro, IVA esclusa. A tutti gli espositori verrà concessa, con un minimo di 4 tessere, una tessera per espositori gratis per ogni 100 mq che occupa il loro stand. 6. Partecipanti : VEICOLI Tutti i costruttori o importatori di chassis, carrozzerie, autobus e pullman completi possono partecipare alla Fiera. Costruttori di carrozzerie possono esporre veicoli costruiti su chassis di costruttori espositori. Importatori di diversi marchi possono esporre questi marchi nel loro stand, pero devono menzionarlo all iscrizione. Costruttori e/o importatori possono esporre congiuntamente in uno stand a condizione che venga menzionato all iscrizione. Qualora i costruttori siano iscritti come o appartengano a società private o persone giuridiche, ogni società o persona giuridica verrà considerata come un singolo produttore e/o importatore. Conseguentemente, ogni società o persona giuridica dovrà pagare all organizzazione la quota base di partecipazione. Soltanto pullman, autobus, chassis o accessori e pezzi di ricambio destinati a questi possono essere esposti negli stand per veicoli. L età massima dei veicoli esposti può essere al massimo una stagione. 7. Partecipanti : ACCESSORI Accanto agli autobus e pullman esposti, sono riservati degli stand per i fornitori di pezzi di ricambio e accessori, carburanti, attrezzature, assicurazioni, computer, banche, ed altri accessori o servizi, destinati ad aziende nel settore dei pullman o degli autobus. Espositori che vogliano esporre dei veicoli nel loro stand possono farlo menzionandolo in anticipo e a condizione che siano veicoli costruiti da costruttori o importatori espositori. Dei veicoli possono essere sistemati negli stand per accessori soltanto dietro esplicita autorizzazione degli organizzatori. 6

7 8. Partecipanti : TURISMO Y SERVIZI Possono anche partecipare : enti turistici, catene di alberghi, centri di ricreazione, siti da visitare, riviste, federazioni ecc. sempreché questi intervengano come fornitori delle aziende di autobus e pullman. 9. Prezzi per la sezione pullman e autobus Il prezzo della superficie espositiva per veicoli che occupano fino a 500m2 è di 110 euro/m2 Il diritto di partecipazione di base amonta alla metà dell importo relativo allo stand di estensione massima di 500 m2. Per espositori che espongano meno di due autobus, pullman o chassis, lo spazio attribuito puo essere ridotto durante l assegnazione degli stand. Questi prezzi sono validi esclusivamente per costruttori di autobus, pullman o chassis. E valido il principio dell esposizione equilibrata di tutti i veicoli durante il salone. Gli espositori coinvolti devono quindi indicare all iscrizione quanti veicoli esporranno al minimo nel loro stand. Questi prezzi valgono esclusivamente per costruttori di autobus, pullman o chassis. Per altri espositori (accessori, turismo y servizi) che desiderino esporre anche veicoli nel loro stand, valgono le tariffe descritte ai punti 10 e 11. Sono incluse in questi prezzi le spese per il riscaldamento, l illuminazione e la manutenzione delle parti comuni del padiglione. Gli espositori comunicheranno il numero definitivo di veicoli che esporranno e lo spazio definitivo che occorre entro e non oltre il 31 gennaio Gli espositori sono tenuti a conoscere le caratteristiche tipiche e le prescrizioni di sicurezza del loro stand (parti sporgenti, finestre, colonne, installazioni antincendio e di sicurezza, imperfezioni del pavimento, impianti di elettricità, riscaldamento e acqua, uscite di emergenza e altre, ecc) e le prescrizioni di sicurezza ed altre legate ad esse e a prenderle in considerazione. 7

8 10. Prezzi degli stand accessori Per gli edifici dello stesso espositore il costo della superfice vuota é di euro per i primi 12 mq. Per oghi metro quadrato addizionale il prezzo si incrementera di 165 euro. I prezzi degli stand sono : Superficie AUTOALLESTIMENTO DA PARTE DELL ESPOSITORE prezzo euro 12 m m m m m m m m m m m m m m m m m Il prezzo di tali stand é di 38 euro per metro quadrato extra. Il prezzo per uno stand Busworld standard comprende l affitto dello spazio, lo stand standard (tre pareti, un frontone e moquette). Si offre la scelta tra stand variabili dei quali la profondità uniforme è sempre di 3 m, un altezza di 2,5m e una larghezza secondo la richiesta. Espositori che desiderano degli stand che differiscono da queste superfici o da queste norme devono prendere contatto cogli organizzatori e indicarlo all iscrizione. Quelli che vogliono stand angolari, stand frontali, isolati o altri stand speciali devono chiederlo anche all iscrizione. Se ne terrà conto quanto possibile e nell ordine di pagamento dell importo inizialmente dovuto. 8

9 Stand più piccoli non sono possibili, ad eccezione di 9m2 (3x3), esclusivamente in un allestimento di stand Busworld standard, il cui prezzo ammonta a euro. Tali prezzi vengono maggiorati del 15% per stand angolari, del 25% per stand frontali e del 30% per stand isolati. Gli espositori sono tenuti a conoscere le caratteristiche tipiche e le prescrizioni di sicurezza del loro stand (parti sporgenti, finestre, colonne, installazioni antincendio e di sicurezza, imperfezioni del pavimento, impianti di elettricità, riscaldamento e acqua, uscite di emergenza e altre, ecc) e le prescrizioni di sicurezza ed altre legate ad esse e a prenderle in considerazione. 11. Prezzi per stand turismo y servizi Gli stessi prezzi e modalità riguardanti gli stand menzionati al punto 10 sono validi per gli stand turismo. Viene data però anche la possibilità di occupare stand più piccoli esclusivamente nel montaggio uniforme di BUSWORLD. Le dimensioni e i prezzi sono : 2 x 2 = 4 m euro 2,5 x 2 = 5 m euro 3 x 2 = 6 m euro 3,5 x 2 = 7 m euro 4 x 2 = 8 m euro 4,5 x 2 of 3 x 3 = 9 m euro Con un supplemento di euro potete far installare questo stand con elettricità (14A, 3500 Watt) e mobili scelti dagli organizzatori (1 armadio, 1 tavola, 3 sedie, 2 spot, 2 prese di corrente) cosicchè trovate lo stand pronto all arrivo. Gli espositori sono tenuti a conoscere le caratteristiche tipiche e le prescrizioni di sicurezza del loro stand (parti sporgenti, finestre, colonne, installazioni antincendio e di sicurezza, imperfezioni del pavimento, impianti di elettricità, riscaldamento e acqua, uscite di emergenza e altre, ecc) e le prescrizioni di sicurezza ed altre legate ad esse e a prenderle in considerazione. 9

10 12. Prezzi per sublocatari Qualora non si desideri prenotare un proprio stand pur intendendo partecipare esponendo in uno stand già prenotato, occorre comunque compilare il modulo online. Il prezzo da corrispondere per comparire nel catalogo, nell elenco dei partecipanti online e sulla piantina dell aerea espositiva ammonta a EUR. Il mancato pagamento sarà considerato come rinuncia alla partecipazione Calcolo dell IVA Per i partecipanti belgi gli importi di cui ai punti 9, 10, 11 e 12 vanno incrementati del 21%. Per gli espositori esteri titolari di partita IVA non sarà applicata l IVA vigente in Belgio. 14. La garanzia per smantellamento anticipato, allestimento in ritardo dello stand, mancato rispetto degli ordini impartiti dai direttori di sala e altro... Molte Fiere sono afflitte da smontaggi anticipati degli stand da parte degli operai che vogliono tornare presto a casa. Busworld è conosciuto per il suo importantissimo ultimo pomeriggio; normalmente si concludono durante questo pomeriggio i contratti più importanti. Uno smontaggio anticipato perciò non è soltanto un grossissimo errore ma rovina allo stesso momento l ambiente negli stand tutto intorno dove si stanno concludendo ancora dei contratti. Per evitarlo si chiede a tutti gli espositori una garanzia, che verrà rimborsata dopo la fine del salone se risulta che non hanno lasciato la Fiera in anticipo. Mercoledì 21 Ottobre, tutti gli espositori ancora presenti attivamente, riceveranno, un quarto d ora prima della chiusura, un certificato con il quale potranno ottenere il rimborso della garanzia al momento del pagamento. Questa garanzia potrà pure essere presa in considerazione in funzione del punto 16 e in caso di eventuale abbandono di rifiuti dopo esser partito dallo stand (punto 26). Questa garanzia è dovuta insieme alla tassa d iscrizione (vedi punto 15). L importo di questa garanzia è di euro per stand superiori a euro e di euro per per quelli inferiori. Costruttori pagano euro garanzia. 10

11 15. Iscrizione e pagamento L iscrizione deve effettuarsi tramite modulo d iscrizione allegato. L iscrizione deve essere accompagnata dal versamento dell importo minimo di partecipazione, maggiorato della garanzia riportata al punto 14 e dell IVA (per espositori Belgi). Per gli stand per veicoli, il diritto di partecipazione amonta alla metà dell importo relativo allo stand di estensione massima de 750 m2 e per gli stand per accessori e turismo la metà dell importo dello stand con un minimo di euro. L iscrizione è registrata solamente al ricevimento del pagamento dell importo di base + IVA + garanzia. A partire da questo momento il suo nominativo figura nella lista online dei partecipanti. L ordine di successione delle iscrizioni è fra altro determinante per l assegnazione degli stand. Il pagamento del saldo dell importo per lo stand si deve effettuare entro e non oltre il 1 maggio I versamenti vanno fatti sul conto KBC BANK, NOORDSTRAAT 38, BE-8800 ROESELARE, REK. NR (SWIFT NR. KREDBE BB / IBAN BE ) Agli espositori che non siano in regola con il pagamento totale del loro stand + l anticipo dei loro servizi, sarà rifiutato l accesso al loro stand. A pagamento ultimato, gli espositori possono avvalersi dei servizi Busworld, in particolare di quelli offerti dalla sezione VISA. Quando diversi espositori espongono insieme in uno stand, uno di loro si presenterà come il responsabile generale e presenterà al più tardi il 1.maggio 2015 l elenco completo dei partecipanti agli organizzatori. Deve effettuare anche il pagamento e la ricevuta gli verrà spedita. 16. Evitare un montaggio tardivo A tutti gli espositori viene fornito a tempo debito uno schema di allestimento con scadenze imperative per quanto riguarda il montaggio dello stand. La costruzione tardiva è passibile di sanzione a mezzo della decadenza, parziale o totale, del diritto alla restituzione del deposito di sicurezza, della decadenza del diritto di partecipazione all evento, della mancata esecuzione dei servizi ordinati, nonché a mezzo della perdita, parziale o totale, dell importo monetario pagato per la registrazione. 11

12 17. Fornitori Gli espositori possono soltanto lavorare con fornitori autorizzati dagli organizzatori (montaggio stand, architetti festività, ristoratori, altezza e di carrelli elevatori,servizio di pulizia, ecc...). Chiederanno l autorizzazione prima del montaggio. Fatturazione dei costi per stand e servizi si fanno esclusivamente cogli espositori e in nessun caso colle aziende fornitrici. 18. SCELTA DELLO STAND Costruttori di autobus / Costruttori Gli stand più grandi sono già stati collocati nel nuovo piano inferiore a causa della loro dimensione, per cui sarà difficilmente possibile spostarli o modificarne la forma. Si può scegliere il posto di tutti gli stand inferiori ai 1000 m² consultando una piantina degli stand. Questo implica che, nel caso in cui lei prenotasse troppo tardi il posto, esiste la possibilità che non le venga assegnato lo stand che desidera e, nel caso peggiore, che venga messo in lista d attesa. Fornitori, turismo, ecc. A causa della forte crescita del numero di fornitori, sempre più persone vengono messe in lista d attesa e, di conseguenza, alcune non hanno l opportunità di partecipare. Anche in questo caso si applicano le stesse regole valide per i costruttori di autobus. Da oggi le è possibile scegliere uno stand su una piantina. Nel caso in cui desiderasse lo stesso stand della scorsa edizione, dovrebbe prenotarlo il più presto possibile. Informazioni pratiche Dopo aver ricevuto la sua iscrizione e il pagamento dell acconto, le invieremo la piantina e potrà immediatamente scegliere e confermare il suo stand. Nel caso in cui nello stesso giorno dovessero pervenire più richieste per uno stesso stand, sarà tenuta in considerazione l anzianità e l ora dell iscrizione. 12

13 19. Pubblicità negli stand Negli stand sono permesse la propaganda e la pubblicità in tutti i modi per la propria organizzazione, servizi o prodotti. La trasmissione sonora è soltanto permessa quando viene da eventuali dimostrazioni e quando non disturba stand vicini. Ogni film o altra dimostrazione, accompagnati da una trasmissione sonora, deve essere riportato in anticipio agli organizzatori, i quali dopo controllo decidono sull ammissibilità. Qualsiasi dimostrazione o trasmissione sonora per la quale non è stato dato un permesso scritto, è proibita. Per quanto riguarda i veicoli esposti dai costruttori, si puo fare su questi veicoli soltanto la pubblicità per i costruttori o importatori e per il proprio materiale esposto. Sono anche permessi : i dati dipinti sul veicolo relativi al proprietario e i pannelli normali e abituali da avvitare sul veicolo per quanto hanno esclusivamente da fare col proprietario. Altre forme di pubblicità e altre indicazioni nei, sui, fuori e intorno ai veicoli devono ricevere prima il permesso scritto dagli organizzatori. Negli stand per accessori e turismo si puo fare unicamente la pubblicità per i prodotti o servizi offerti dalla ditta stessa. Avviene la vendita tramite imprenditori di autobus, pullman o agenti di viaggi, non si farà la menzione o la pubblicità per questi senza l autorizzazione esplicita e scritta degli organizzatori. Gli espositori s impegnano a rimandare agli organizzatori tutte le persone che vogliono una deroga a queste regole. 13

14 20. Decorazione e costruzione degli stand Ai partecipanti alla Fiera sarà lasciata libertà assoluta per l arredamento del loro stand. Quando però si tratta di installazioni di misure eccezionali, pannelli, illuminazioni speciali ecc..,(che dominano stand vicini o possono disturbare) ne avvertiranno prima gli organizzatori e rispetteranno eventuali direttive, emesse negli interessi generali degli altri espositori. Per esempio : non si puo mettere un muro cieco verso il lato aperto di un altro stand o una parte laterale di un altro stand o lo supera a meno che non sia stata ottenuta prima l autorizzazione scritta dagli organizzatori. Questo si puo solo fare quando prendono l impegno di abbinare l aspetto di questi elementi con quello degli stand vicini coinvolti, in caso che questi lo richiedono. Ogni allestimento di stand che risulti più alto di 3,6 m, va richiesto in anticipo. L altezza degli stand di accessori, che si trovano al centro di un padiglione, potrà essere limitata affinché non ostacolino la vista sugli stand che si trovano dietro. Espositori che montano un proprio stand contro uno stand che viene montato dal Busworld stesso (vedere punto 11) devono rispettare l uniformità con questo stand. Piu precisamente per quanto riguarda l altezza, non si puo montare piu alto degli stand Busworld, a meno che dei progetti e dettagli non vengano presentati prima e si sia ottenuta l autorizzazione scritta degli organizzatori. In quest ultima verrà chiesto che la parte sporgente dallo stand Busworld e quella che dà su tale stand vengano decorate nello stesso colore e stesso aspetto dello stand Busworld. Si fà presente agli espositori che il Salone è una Fiera per il trasporto in comune e il turismo per gruppi. Ogni elemento negli stand che lo stimola è benvenuto. 21. Servizi Viene offerta agli espositori la possibilità di ottenere un certo numero di servizi. Esempi: collegamenti d acqua, di elettricità, di aria sotto pressione, di telefono e fax, linea modem, tappeti, piante e mobili a noleggio, uso di un montacarichi, acquisto di bevande, manutenzione dello stand, materiale supplementare per stand, i servizi di un fotografo o personale supplementare, possibilità di ristorante e albergo, spazio per dimostrazioni, parcheggio a disposizione degli espositori e altre possibilità. Si possono ordinare tramite gli organizzatori. I partecipanti riceveranno a tempo debito un dépliant SERVIZI con i moduli necessari. Gli organizzatori faranno in modo che tutti i reclami o deroghe agli ordini vengano segnalati per iscritto agli organizzatori durante la Fiera. Reazioni ritardate o non più controllabili verranno considerate come nulle. 14

15 22. Assicurazioni Le suppellettili della Fiera sono coperte da una polizza d assicurazione incendio che è obbligatoria per gli stand dei veicoli. Il premio d assicurazione ammonta a 25 euro per euro di valore assicurativo. Per gli altri stand questo premio è incluso nell importo dello stand per un importo di copertura di massimo euro. Per poter godere di questa assicurazione i partecipanti dovranno dichiarare il valore del materiale esposto, la merce e il materiale dello stand nel modulo incluso nel plico SERVIZI. La non dichiarazione o la dichiarazione ritardata significa la perdita di tutti i diritti. Nonostante verrà addebitato in questo caso un premio di assicurazione speciale, per coprire la responsabilità degli organizzatori, nel quale viene stabilito il valore di ogni pullman o autobus esposto ad un importo forfettario di euro e nel quale il valore dell altro materiale esposto verrà valutato dagli organizzatori. In questo caso verrà mandata una fattura forfettaria aumentata di 100 euro per spese. Gli organizzatori declinano ogni responsabilità concernente furti, danni e altri rischi. Gli espositori che si vogliono coprire contro questi rischi devono farlo individualmente. La responsabilità civile degli organizzatori e espositori è coperta automaticamente nel prezzo di stand. 23. Sistemazione dei veicoli Gli espositori rispetteranno per la sistemazione dei veicoli, le istruzioni date dagli organizzatori e particolarmente l ordine e il timing per l entrata e l uscita dei veicoli, e la direzione nella quale si devono trovare nello stand. Tra i veicoli esposti ci deve essere almeno 1,5 m di spazio e nessun veicolo si troverà ad una distanza inferiore di un metro dai bordi dello stand. Tutte le batterie dei veicoli dovranno essere spente appena esposti nei loro stand. E rigorosamente vietato accendere i motori di questi veicoli durante il Salone. 15

16 24. Sicurezza Gli espositori rispetteranno puntualmente il regolamento riguardante la sicurezza. Vuol dire fra altro che sono proibiti oggetti sporgenti, pannelli o ostacoli nei corridoi, che le uscite di emergenza e impianti antincendio e le relative indicazioni devono rimanere visibili e liberi. Nel dépliant Disposizioni Pratiche che a tempo dovuto verrà mandato agli espositori, si trovano tutte le istruzioni complete di sicurezza e piante dei padiglioni coll indicazione delle uscite di emergenza e impianti antincendio. Gli espositori seguiranno ugualmente scrupolosamente le disposizioni dei vigili del fuoco e le osservazioni di sicurezza relative alle installazioni elettriche come verranno comunicate dagli incaricati speciali durante il loro giro di controllo. Tutta l elettricità negli stand deve essere spenta prima di lasciare lo stand la sera. Il posto dove si trova il pannello dei comandi deve essere indicato chiaramente sulla pianta destinata alla segreteria. Per tutti gli stand veicoli si deve nominare un responsabile per la sicurezza e segnalarlo agli organizzatori. Il mancato rispetto di queste disposizioni puo essere causa della chiusura dello stand senza che si possa chiedere un risarcimento. 16

17 25. Allestimento e smontaggio degli stand Gli espositori possono disporre del loro stand il sabato mattina 10 ottobre. Ci sono degli stand dove, vista l accessibilità generale durante i lavori di montaggio, si puo iniziare soltanto più tardi. Un timing esatto verrà dato colla pubblicazione delle Direttive Pratiche. Lo smontaggio puo iniziare a partire da giovedi mattina 22 ottobre alle ore I padiglioni di esposizione devono essere completamente vuoti al più tardi venerdi sera 23 ottobre alle ore Le date sopraindicate possono essere oggetto di variazioni. Comunque possono essere imposti obblighi di smontaggio per uno stand o una parte di stand entro un determinato periodo di tempo nel caso tali stand si trovino davanti ad un entrata o in un corridoio necessari per lo smontaggio sollecito di altri stand. Lo stand occupato dagli espositori deve essere lasciato dopo la Fiera in uno stato ben pulito, senza traccia di nastri, vernice, rimanenze, gomme americane, macchie d olio o altri rifiuti. Inoltre tutti i rifiuti devono essere portati via dall espositore stesso dopo la Fiera. Lo spazio negli adatti contenitori per rifiuti verrà addebitato agli espositori. Stand a perdere da usarsi una sola volta, pareti o altro materiale non possono essere messi nei container ma devono essere portati via dagli espositori stessi. Se uno stand non viene abbandonato in uno stato pulito, i costi della pulizia verranno fatturati, dando pretesa alla garanzia (14). Quando espositori partono definitivamente dalla superficie del loro stand, devono avvertire il responsabile della sale nel padiglione dove si trovava il loro stand, per dimostrare che viene abbandonato in uno stato pulito. Il responsabile della sala fornirà allora un certificato che permette di ricuperare la garanzia. A chi non riceve questo certificato, verranno fatturati i costi della pulizia. 26. Annullamenti In caso di annullamento rimane dovuto l importo iniziale, come descritto nel punto 15. Se l annullamento avviene dopo il 30 giugno 2015 rimane dovuto l importo completo dello stand. 27. Personale dello stand Gli espositori devono comunicare agli organizzatori, almeno due settimane prima dell inizio dell allestimento, l elenco completo del personale dello stand. 17

18 28. Reclami-fatturazione Reclami riguardanti la fatturazione vengono presi in esame soltanto se presentati al più tardi il 1 dicembre I reclami presentati in ritardo non sono accettabili. 29. Generalità La registrazione e/o partecipazione alla fiera implica l accettazione di tutti i Termini e condizioni generali e che i siti Internet comunicati, senza ulteriore ammissione né compenso, possono essere collegati al sito Internet di BUSWORLD o ad altre piattaforme informative di BUSWORLD. Qualsiasi deroga agli stessi è possibile esclusivamente tramite esplicito consenso scritto da parte degli organizzatori.la registrazione è irrevocabile ed implica la piena ed incondizionata osservanza dei suddetti termini e condizioni generali, nonché di tutte le linee guida o disposizioni successivamente emesse. Gli organizzatori si riservano il diritto di decidere, senza alcuna formalità o possibilità di ricorso, in merito a tutte le questioni prevedibili o imprevedibili derivanti da tali Termini e condizioni generali nonché a tutti i reclami da parte degli espositori. Le decisioni degli organizzatori hanno forza esecutiva con effetto immediato 30. Informazioni supplementari Informazioni supplementari si possono ottenere presso all indirizzo seguente : BUSWORLD KASTEEL VAN RUMBEKE MOORSEELSESTEENWEG 2 BE-8800 ROESELARE T: +32/(0) F: +32/(0) E: 18

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE

DOMANDA DI ISCRIZIONE 1 DATI ESPOSITORE Si prega di compilare in carattere stampatello. Rimini Fiera SpA non potrà essere ritenuta responsabile per errori dovuti a caratteri illeggibili. SETTORE MERCEOLOGICO (INDICARE MASSIMO

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

Codice IBAN: IT 52 H 07601 03200 001013078355

Codice IBAN: IT 52 H 07601 03200 001013078355 Pagamenti Per iscriversi a uno dei corsi di lingua italiana della Scuola Romit è necessario il pagamento della tassa di iscrizione di 50 euro più l importo equivalente al 20% del totale costo del corso,

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

3. L ingresso al campeggio è subordinato al consenso della Direzione.

3. L ingresso al campeggio è subordinato al consenso della Direzione. 1. Per l entrata ed il soggiorno in campeggio è obbligatoria la registrazione di ogni singola persona. All arrivo ogni ospite è tenuto a depositare un documento d identità e controllare l esattezza delle

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Allo scopo di garantire al Tiro sportivo con armi da fuoco un crescente sviluppo anche all interno del Nostro poligono e che i sacrifici di chi si è prodigato perché

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI TERMINI E CONDIZIONI GENERALI Leggere attentamente Termini e Condizioni prima di noleggiare una vettura con Atlaschoice. I Termini si applicano a qualsiasi prenotazione effettuata con Atlaschoice tramite

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO COMUNE DI SOCCHIEVE Prov. Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO Approvato con deliberazione Del C.C. n 29 del 24/8/2007 REGOLAMENTO

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti a marchio Church s conclusa a distanza attraverso il sito web www.churchfootwear.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI LISTI INO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI APRILE 2012 APICE Listino Prezzi 04/2012 Indice dei contenuti ARMADI GESTIONE CHIAVI... 3 1. KMS... 4 1.1. ARMADI KMS COMPLETI DI CENTRALINA ELETTRONICA E TOUCH

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO La nozione di pacchetto turistico è la seguente: i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

Informazioni per gli spettatori

Informazioni per gli spettatori Informazioni per gli spettatori Fondazione Arena di Verona si riserva il diritto di apportare alla programmazione annunciata variazioni di data, orario e/o programma che si rendano necessarie. L acquisto

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE

REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE INTRODUZIONE Il presente Regolamento Tecnico stabilisce - ad integrazione del Regolamento Generale dell Evento allegato alla domanda di partecipazione - quanto segue: le

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Norme ed usi uniformi relativi ai crediti documentari

Norme ed usi uniformi relativi ai crediti documentari Appendice 6 Norme usi uniformi relativi ai criti documentari Sommario A Disposizioni generali e definizioni Applicazioni delle NNU Art. 1 Significato di crito «2 Criti e contratti «3 Documenti e merci/servizi/prestazioni

Dettagli

Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI. Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme

Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI. Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI A. DISPOSIZIONI GENERALI E DEFINIZIONI Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme a) Le norme uniformi relative agli incassi, revisione 1995, pubbl.

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA SICUREZZA SUL LAVORO

REGOLAMENTO PER LA SICUREZZA SUL LAVORO Pagina 1 di 14 PER LA SICUREZZA SUL LAVORO Via dell oreficeria, 16-36100 VICENZA SERVIZIO EMERGENZE tel. 0444 969 555 S.A.T.E. (Servizio Assistenza Tecnica Espositori) tel. 0444 969 333 Centralino Uffici

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015 A ROMA DA PAPA FRANCESCO Roma 31 Ottobre 2015 Il Programma definitivo della giornata sarà disponibile sul sito www.ucid.it A ROMA DA PAPA FRANCESCO - Roma, 31 Ottobre 2015 PROPOSTE DI ACCOGLIENZA OPZ.

Dettagli

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI Pag. 1/6 SETTORI DI INTERESSE LAVORI SERVIZI Elettrici Impianti fotovoltaici Idraulici Edili Stradali Pulizie Tappezzerie Tinteggiatura e verniciatura Carpenteria metallica FORNITURE Cavi elettrici bt

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

Regolamento per l utilizzo dei parcheggi di proprietà comunale

Regolamento per l utilizzo dei parcheggi di proprietà comunale Comune di Lavis PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTI COMUNALI Regolamento per l utilizzo dei parcheggi di proprietà comunale Approvato con deliberazione consiliare n. 57 di data 11/08/2011 1 ARTICOLO 1 OGGETTO

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

LA NUOVA TUTELA DEI CONSUMATORI COSA CAMBIA DAL 14 GIUGNO 2014

LA NUOVA TUTELA DEI CONSUMATORI COSA CAMBIA DAL 14 GIUGNO 2014 LA NUOVA TUTELA DEI CONSUMATORI COSA CAMBIA DAL 14 GIUGNO 2014 Più tutele per i consumatori italiani ed europei: è l effetto della direttiva europea recepita dal decreto legislativo n.21 del 21 febbraio

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

ISAF REGULATION 20 CODICE PER LA PUBBLICITÀ

ISAF REGULATION 20 CODICE PER LA PUBBLICITÀ ISAF REGULATION 20 CODICE PER LA PUBBLICITÀ Questo documento deve essere letto congiuntamente all allegato estratto del Regolamento delle attrezzature per lo sport della vela nel quale sono definiti alcuni

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale che estero, è disciplinata dal D.Lgs. 23/05/2011,

Dettagli

Fondazione Teatri delle Dolomiti

Fondazione Teatri delle Dolomiti Fondazione Teatri delle Dolomiti REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D USO DEL TEATRO COMUNALE DI BELLUNO Il presente Regolamento disciplina le modalità di fruizione del Teatro Comunale da parte di terzi approvato

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

Lucca. Project contest 2015. Premio Giovanni Martinelli. XI concorso nazionale per nuovi autori di fumetto

Lucca. Project contest 2015. Premio Giovanni Martinelli. XI concorso nazionale per nuovi autori di fumetto art.1 Per favorire l inserimento di nuovi talenti nel panorama editoriale italiano, comics & Games, in collaborazione con edizioni BD, organizza il contest Premio Giovanni Martinelli, concorso per progetti

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott.

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott. RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013 Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO Curatore Dott.ssa Elena MOGNONI Facciamo seguito all incarico conferitoci dalla Dott.ssa Elena MOGNONI

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016 PREMESSA ESTRATTO

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

affidati a chi da molto tempo unisce la professionalità nei traslochi alla cura dei valori umani.

affidati a chi da molto tempo unisce la professionalità nei traslochi alla cura dei valori umani. presentazione Con i vostri mobili si trasportano anche i vostri ricordi e le vostre emozioni... affidati a chi da molto tempo unisce la professionalità nei traslochi alla cura dei valori umani. Grazie

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNOL Modello DUO BOX Mod. DP 03 DP 06

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNOL Modello DUO BOX Mod. DP 03 DP 06 DESCRIZIONE IMPIANTO MOD. DP03 Sistema per il parcheggio di autoveicoli a comando elettrico con movimentazioni oleodinamiche con tre piattaforme singole sovrapposte idonee a parcheggiare in modo indipendente

Dettagli

Aggiornamento dell Albo dei fornitori di beni e servizi

Aggiornamento dell Albo dei fornitori di beni e servizi MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA ASSE IV LEADER Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: l Europa investe nelle zone rurali Programma di Sviluppo

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Innocenzo Mastronardi, Ingegnere Civile, professionista antincendio, PhD student in S.O.L.I.P.P. XXVI Ciclo Politecnico di Bari INTRODUZIONE Con l

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE FORMAZIONE PROFESSIONALE Le coperture a tutela dell impresa EDIZIONE 21 maggio 2014 DOCENZA IN WEBCONFERENCE PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per il conseguimento della formazione professionale

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo I MATERIALI FORMATIVI costituiscono un supporto pratico alla rendicontazione dei progetti; la loro funzione principale è quella di mostrare l applicazione delle regole a casi concreti con l ausilio degli

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

ITALY FORLì 48 TH 10-12 APR 2013 LIBRETTO SERVIZI SALONE INTERNAZIONALE AVICOLO INTERNATIONAL POULTRY EXHIBITION. www.fieravicola.

ITALY FORLì 48 TH 10-12 APR 2013 LIBRETTO SERVIZI SALONE INTERNAZIONALE AVICOLO INTERNATIONAL POULTRY EXHIBITION. www.fieravicola. 48 TH SALONE INTERNAZIONALE AVICOLO INTERNATIONAL POULTRY EXHIBITION ITALY FORLì 10-12 APR 2013 LIBRETTO SERVIZI libretto servizi 2013 1 www.fieravicola.com PLANIMETRIA QUARTIERE FIERISTICO PLANIMETRIA

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Chi deve pagare la Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani? Tutti coloro che occupano,utilizzano o dispongono di locali e di aree scoperte a qualsiasi

Dettagli

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore.

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. L ASCENSORE Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. Cosa fare? Cosa non fare? Questo pieghevole è offerto dal vostro ascensorista

Dettagli

ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA

ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA RHO, DAL 25 AL 28 NOVEMBRE 2008 Un quarto di secolo di storia,

Dettagli

CASSETTE DI SICUREZZA, DEPOSITI CHIUSI, CUSTODIA PELLICCE INFORMAZIONI SULLA BANCA

CASSETTE DI SICUREZZA, DEPOSITI CHIUSI, CUSTODIA PELLICCE INFORMAZIONI SULLA BANCA Conforme alle disposizioni di vigilanza sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari e degli artt. 115 e segg. T.U.B aggiornamento 21-apr-2015 CASSETTE DI SICUREZZA, DEPOSITI CHIUSI,

Dettagli

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G.

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. CRITERI E PROCEDURA PER IL RILASCIO DI CONCESSIONI DI OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO PER L INSTALLAZIONE DI

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli