PROVINCIA DI MASSA-CARRARA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DI MASSA-CARRARA"

Transcript

1 PROVINCIA DI MASSA-CARRARA SETTORE/STAFF Settore Pianificazione rurale e forestale - Protezione Civile Politiche Comunitarie e Sviluppo Economico -Trasporto Pubblico Locale SIT DETERMINAZIONE n. 875 DEL 16/03/2015 OGGETTO: L.R.3/94, e smi, art. 37, c.4 e 28 bis, DPGR 33/R/ 2011 e smi, art. 113: corsi di abilitazione al controllo della fauna selvatica e altre abilitazioni, autorizzazione ATC MS13 per la realizzazione di corsi di cui alla DCS n.161/2014. Allegati n. 4 Determina senza Impegno.

2 RICHIAMATI l art. 4 comma 2 del D.Lgs 165/2001, l art. 107 del T.U.E.L. approvato con D.Lgs. 267/2000; L A FUNZIONARIA PO del Settore Pianificazione rurale e forestale - Protezione Civile Politiche Comunitarie e Sviluppo Economico -Trasporto Pubblico Locale SIT Visto: l art. 183 del T.U.E.L. approvato con D.Lgs. 267/2000; l art. 81 dello Statuto Provinciale; il Decreto del Presidente n.12/2015 di determinazione della nuova macrostruttura dell'ente; il DP n.19/2015 di assegnazione degli incarichi dirigenziali con il quale viene indicato il Dr Gianluca Barbieri quale dirigente al settore 6; la DD 593/2015 di conferma di PO alla sottoscritta; VISTA la DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO nell'esercizio dei poteri della Giunta Provinciale n 161 del 09/09/2014, avente per oggetto: L.R.3/94, e smi, art. 37, c.4 e 28 bis, DPGR 33/R/ 2011 e smi, art. 113: corsi di abilitazione al controllo della fauna selvatica e altre abilitazioni, istituzione. Vista la Legge n. 157 del 11 febbraio 1992 Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma ; VISTO l art. 37, commi 4 e 4 bis, della LR 3/94 come modificati dalla L.R. 2/2010, che prevede che la Provincia organizzi corsi per abilitare cacciatori che possano affiancare la Polizia Provinciale in interventi di contenimento della fauna selvatica a tutela della produzione agricola e zootecnica; VISTO il nuovo comma 4 ter dell art. 37 della LR3/94 e smi, che prevede che siano equiparati ai cacciatori che hanno frequentato i corsi di cui all art. 37 comma 4, per le specie di riferimento, i cacciatori che hanno superato l esame per la caccia di selezione a cervidi e bovidi, nonché i cacciatori di cinghiale iscritti nello specifico Registro tenuto dalla Provincia ai sensi dell articolo 98 comma 3 del DPGR 33/R/2011 e smi; CONSIDERATO che ai sensi dell art. 37 della sopra citata L. R. 3/1994 le Province provvedono al controllo delle specie di fauna selvatica per la migliore gestione del patrimonio zootecnico, per la tutela del suolo, per motivi sanitari, per la selezione biologica, per la tutela di particolari specie selvatiche, per la tutela del patrimonio storico-artistico, per la tutela delle produzioni zoo-agroforestali, ed ittiche; CONSIDERATO che i corsi già realizzati ai sensi dell articolo 37 L.R. 3/94 tenuti direttamente dalla Provincia di Massa Carrara, sono stati effettuati secondo il programma concordato con l Istituto per la Ricerca e la Protezione Ambientale ed hanno fornito ai cacciatori, attraverso la frequenza obbligatoria di almeno i tre quarti delle lezioni, l idonea preparazione circa l ecologia e la gestione delle specie selvatiche oggetto di controllo, nonché le tecniche e le modalità con cui effettuare il controllo stesso; ATTESO che l ATC MS13 ha effettuato una indagine in accordo con la Provincia di Massa Carrara, attraverso la richiesta di una manifestazione di interesse aperta a tutti i cacciatori e che dalla stessa è emerso un fabbisogno formativo inerente la formazione di selecontrollori, da abilitare

3 per la gestione della specie cinghiale al fine di attuare quanto previsto nel piano straordinario presentato dalla Regione Toscana ed approvato da ISPRA, nelle aree critiche provinciali appositamente individuate, per favorire l efficacia ed il miglioramento delle possibilità di intervento e che la stessa indagine ha espresso l esigenza di formazione anche per la caccia di selezione a cervidi e bovidi, per la formazione inerente le norme di comportamento e sicurezza per la caccia al cinghiale in battuta e per guardie venatorie volontarie di cui all art.52 dellalr3/94 e smi; ATTESO altresì che ATC MS 13 ha espresso, la disponibilità a collaborare con la Provincia nella organizzazione dei corsi di abilitazione previsti dalla citata normativa secondo le indicazioni ed i programmi impartiti dalla Provincia; CONSIDERATA l utilità della collaborazione offerta da ATC MS13 in termini di snellimento delle procedure e di facilitazione dei rapporti con l utenza; VALUTATO che al momento attuale, dato l incremento avvenuto negli ultimi tempi delle popolazioni di fauna che arrecano danni alle colture agricole e forestali, si rileva l esigenza di disporre di cacciatori abilitati, e che pertanto si provveda alla formazione ed alla conseguente abilitazione, di tutti i cacciatori che ne facciano richiesta; RITENUTO pertanto necessario disporre, dopo la istituzione di detti corsi e la loro puntuale definizione in termini di tempi e modalità, ai sensi di quanto disposto dalla normativa regionale e che ne verrà data opportuna diffusione attraverso il sito provinciale. CONSIDERATO che il citato nuovo comma 4 ter dell art. 37 L.R. 3/94 dispone che le abilitazioni rilasciate dalle Province ai sensi del comma 4 del medesimo articolo siano valide su tutto il territorio regionale; CONSIDERATO che il previsto parere favorevole dell Istituto Nazionale della Fauna Selvatica di Bologna (ora ISPRA) in merito al contenuto didattico dei Corsi in questione è da ritenersi già acquisito agli atti in quanto già richiesto ad ISPRA in funzione della eventuale programmazione degli stessi; CONSIDERATO anche che l organizzazione e la relativa copertura finanziaria per le spese di docenza e sedi dei corsi in questione risulta prevista nelle risorse appositamente trasferite ad ATC MS13 a seguito di approvazione del piano di gestione straordinario approvato per ATCMS13 nonché attraverso un eventuale contributo finanziario richiedibile ai cacciatori, nel caso di insufficienza delle risorse, stimato in euro 50; RITENUTO pertanto opportuno approvare i corsi richiesti secondo i programmi allegati alla presente determinazione, allegati A,B,C,D e di questa facente parte integrante e sostanziale; Atteso che non sussistono cause di inconferibilità ed incompatibilità di cui al D.Lgs 39/2013, inerenti il presente atto; Dato atto che si provvederà alla pubblicazione dei dati previsti dall'art. 23 del D.Lgs. 33/2013; Espresso il proprio parere favorevole di regolarità tecnica, attestante la regolarità e la correttezza dell azione Amministrativa esercitata con il presente atto; D E T E R M I N A per tutto quanto citato in premessa e che si intende espressamente richiamato:

4 -di autorizzare ATCMS 13, secondo i programmi allegati al presente atto e di questi facente parte integrante e sostanziale denominati rispettivamente A,B,C,D alla realizzazione di : -n.8 Corsi di abilitazione per aspiranti cacciatori di selezione degli ungulati, indicativamente dal 15 marzo al 31 agosto p.v.; -n. 6 corsi di preparazione per il controllo della fauna selvatica di cui all art.37 c.4 e 4 bis, indicativamente dal 15 marzo al 31 agosto p.v., - n. 2 corsi di abilitazione di cui all art.4 bis della LR20/2002 e smi, formazione inerente le norme di comportamento in sicurezza per la caccia al cinghiale in battuta, indicativamente dal 15 marzo al 31 agosto p.v.,; -n.2 corsi per guardie venatorie volontarie di cui all art.52 della LR3/94 e smi, indicativamente dal 15 marzo al 31 agosto p.v. -Di precisare che: Copia della domanda di accesso al corso dovrà essere inoltrata anche alla Provincia, Ufficio Caccia. - Lo SVOLGIMENTO DELLE LEZIONI, SEDI, DATE, ORARI, MATERIALE DIDATTICO (a cura e discrezione della ATCMS13 e dei docenti del corso), sono comunque da comunicare o confermare preventivamente alla Provincia. -L'abilitazione al controllo di cui all Art. 37 della L.R. 3/94 verrà rilasciata solo a coloro che avranno frequentato tutte le lezioni per ciascuna specie di riferimento; faranno fede le firme sui fogli firma del registro delle presenze, vidimato dall ATCMS13 organizzatore del corso e controfirmate dai docenti. La firma di presenza dei candidati dovrà essere apposta all inizio e al termine di ogni lezione e il docente dovrà attestare sui fogli firma la data di svolgimento e la durata effettiva in ore di ogni lezione. Gli elenchi dei candidati che hanno frequentato il corso, completi di fogli firma per ciascuna specie di riferimento, vidimati dal Presidente dell ATC MS13, organizzatore del corso e dai rispettivi docenti, dovranno essere inoltrati entro max 10 giorni dal termine delle lezioni alla Provincia a cura degli stessi, unitamente alle domande di partecipazione al corso. Per ogni candidato dovrà inoltre essere prodotta una scheda identificativa con sopra riportate le generalità anagrafiche al completo, il codice cacciatore, il n porto armi, recapito telefonico, le lezioni frequentate ed il numero di assenze fatte durante il corso, una marca da bollo da Euro 16,00 e n. 2 fototessera. In mancanza dei suddetti adempimenti la Provincia non garantirà l iscrizione ai singoli albi provinciali e tanto meno il rilascio degli attestati. Agli idonei che hanno frequentato i corsi completi sarà rilasciato un attestato e sarà predisposto un tesserino di riconoscimento. 3) di dare atto che l organizzazione e la relativa copertura finanziaria per le spese di docenza e sedi dei corsi in questione sarà a totale carico della ATCMS13 organizzatore del corso, il quale potrà richiedere per la partecipazione agli stessi un contributo indicativamente di euro 50, per garantire la copertura delle spese eccedenti il finanziamento previsto nel progetto approvato nel piano di gestione straordinario;

5 4)la Provincia si riserva di effettuare verifiche per accertare il regolare svolgimento dei corsi, le presenze e il rispetto delle modalità e prescrizioni contenute nel presente atto; 5) Ai cacciatori partecipanti alla lezione concernente norme di comportamento in sicurezza per la caccia al cinghiale in battuta già in possesso delle abilitazioni di cui trattasi verrà rilasciato, su richiesta, un apposito attestato di frequenza a titolo di aggiornamento in ottemperanza a quanto previsto dalla L.R. n. 20/2002 Art. 4bis e dal decreto PGRT n. 33/R/2011 art. 113 comma 3 (sicurezza nell esercizio venatorio); 6) Il Dirigente del settore 6 della Provincia di Massa Carrara alla fine dei corsi rilascerà ai frequentatori gli attestati di idoneità alla caccia di controllo ai sensi della L.R. 3/94 Art. 37 commi 4 e 4bis per ciascuna specie di riferimento ed un tesserino di riconoscimento; 7) la validità del presente provvedimento è pari alla durata del corso le cui date dovranno essere preventivamente comunicate all Ufficio Caccia, indicativamente fissate nei mesi da marzo ad agosto 2015; 8) di comunicare il presente atto all ATC MS13 per opportuna conoscenza e gli adempimenti di competenza; 10) di dare atto che contro il presente provvedimento è ammesso ricorso al TAR entro 60 giorni o, in alternativa, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni. Massa, 16/03/2015 La [Funzionario P.O.] Corsini Maria Luisa []

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 21015 del 29/12/2016 Proposta: DPG/2016/21651 del 29/12/2016 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

Atto Dirigenziale N del 21/03/2012

Atto Dirigenziale N del 21/03/2012 Atto Dirigenziale N. 1088 del 21/03/2012 Classifica: 011.02.01 Anno 2012 (4284281) Oggetto ESAMI PER L ABILITAZIONE ALLA CACCIA DI SELEZIONE DI CAPRIOLO, DAINO, MUFLONE E CERVO DELL APPENNINO, INDIZIONE

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' FAUNISTICO VENATORIA, PESCA DILETTANTISTICA E PESCA IN MARE

SETTORE ATTIVITA' FAUNISTICO VENATORIA, PESCA DILETTANTISTICA E PESCA IN MARE REGIONE TOSCANA DIREZIONE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE SETTORE ATTIVITA' FAUNISTICO VENATORIA, PESCA DILETTANTISTICA E PESCA IN MARE Responsabile di settore: BANTI PAOLO Decreto non soggetto a controllo

Dettagli

28/02/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 17. Regione Lazio

28/02/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 17. Regione Lazio Regione Lazio DIREZIONE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 15 febbraio 2017, n. G01681 L.r.87/90 - Approvazione Iter procedurale per il riconoscimento

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 939 del 01/02/2011 Proposta: DPG/2011/1243 del 31/01/2011 Struttura proponente: Oggetto: Autorità

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' FAUNISTICO VENATORIA, PESCA DILETTANTISTICA E PESCA IN MARE

SETTORE ATTIVITA' FAUNISTICO VENATORIA, PESCA DILETTANTISTICA E PESCA IN MARE REGIONE TOSCANA DIREZIONE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE SETTORE ATTIVITA' FAUNISTICO VENATORIA, PESCA DILETTANTISTICA E PESCA IN MARE Responsabile di settore: BANTI PAOLO Decreto soggetto a controllo di

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 14242 del 12/09/2016 Proposta: DPG/2016/14781 del 12/09/2016 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

Determinazione n. 2671 del 05/10/2015

Determinazione n. 2671 del 05/10/2015 PROVINCIA DI GROSSETO FRONTESPIZIO Determinazione n. 2671 del 05/10/2015 IP N 2882/2015 OGGETTO: Disposizioni relativamente al regolamento regionale di attuazione della LRT 3/1994 artt. 88 comma 1, 90

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferrero: Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157 e s.m.i.;

A relazione dell'assessore Ferrero: Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157 e s.m.i.; REGIONE PIEMONTE BU39S3 25/09/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 22 settembre 2014, n. 16-337 L. 157/1992. L.r. 5/2012. DGR n. 31-7448 del 15.4.2014 e s.m.i.. Approvazione dei piani di prelievo

Dettagli

DECRETO N Del 29/09/2016

DECRETO N Del 29/09/2016 DECRETO N. 9541 Del 29/09/2016 Identificativo Atto n. 5334 PRESIDENZA Oggetto AUTORIZZAZIONE AL PRELIEVO DI AVIFAUNA TIPICA ALPINA NEI COMPRENSORI ALPINI DI BRESCIA BRESCIA CA1 PONTE DI LEGNO, CA2 EDOLO,

Dettagli

AREA COORDINAMENTO DEL TERRITORIO U.O. POLIZIA AMBIENTALE

AREA COORDINAMENTO DEL TERRITORIO U.O. POLIZIA AMBIENTALE AREA COORDINAMENTO DEL TERRITORIO U.O. POLIZIA AMBIENTALE Determinazione nr. 1461 Trieste 15/06/2015 Proposta nr. 986 Del 15/06/2015 Oggetto: Avviso pubblico per la formazione di un elenco di medici veterinari

Dettagli

133 della specie minilepre (Sylvilagus floridanus) in Regione Toscana ai sensi dell art. 37 L.R. 3/1994. LA GIUNTA REGIONALE

133 della specie minilepre (Sylvilagus floridanus) in Regione Toscana ai sensi dell art. 37 L.R. 3/1994. LA GIUNTA REGIONALE 19.7.2017 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 29 del D.Lgs. 198/2006 in euro 4.459,14 (per un totale per il quadriennio pari ad euro 17.836,56), limite oltre il quale la Regione Toscana non

Dettagli

PROVINCIA DI SIENA Area POLITICHE DELL AMBIENTE SERVIZIO RISORSE FAUNISTICHE E RISERVE NATURALI

PROVINCIA DI SIENA Area POLITICHE DELL AMBIENTE SERVIZIO RISORSE FAUNISTICHE E RISERVE NATURALI PROVINCIA DI SIENA Area POLITICHE DELL AMBIENTE SERVIZIO RISORSE FAUNISTICHE E RISERVE NATURALI REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA GESTIONE FAUNISTICA E VENATORIA DI CERVIDI E BOVIDI TITOLO I PRINCIPI GENERALI

Dettagli

GABINETTO DEL SINDACO E SISTEMI INFORMATIVI DETERMINAZIONE

GABINETTO DEL SINDACO E SISTEMI INFORMATIVI DETERMINAZIONE GABINETTO DEL SINDACO E SISTEMI INFORMATIVI DETERMINAZIONE Oggetto: Posizione Organizzativa dell'u.o.c. Gabinetto del Sindaco, sistemi informativi: conferimento dell'incarico al dott. Davide Zaninotti.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE FAUNISTICO Caccia e Pesca (Pianificazione Faunistico-Venatoria ed Accademia di San Floriano)

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE FAUNISTICO Caccia e Pesca (Pianificazione Faunistico-Venatoria ed Accademia di San Floriano) REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE FAUNISTICO Caccia e Pesca (Pianificazione Faunistico-Venatoria ed Accademia di San Floriano) Proposta nr. 67 del 29/04/2016 - Determinazione nr. 775 del

Dettagli

PROVINCIA DI MASSA-CARRARA

PROVINCIA DI MASSA-CARRARA PROVINCIA DI MASSA-CARRARA SETTORE/STAFF Settore 1: Affari Generali - Organi Istituzionali-Polizia Provinciale-Comunicazione Istituzionale-Avvocatura- Gare/Provveditorato-Contratti-Assistenza agli Enti

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 14081 del 07/09/2016 Proposta: DPG/2016/14548 del 06/09/2016 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA

PROVINCIA DI VICENZA Contrà Gazzolle n. 1 36100 VICENZA C. Fisc. P. IVA 00496080243 DETERMINAZIONE N 65 DEL 03/02/2015 Settore CACCIA PESCA E SPORT OGGETTO: MODALITA' DI DISTRIBUZIONE DEI TESSERINI REGIONALI PER LA PESCA SPORTIVA

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferrero:

A relazione dell'assessore Ferrero: REGIONE PIEMONTE BU38S1 22/09/2016 Deliberazione della Giunta Regionale 19 settembre 2016, n. 30-3945 L.157/1992. L.r. 5/2012.DGR n. 21-3140 dell'11.4.2016 e s.m.i..approvazione piani di prelievo numerico

Dettagli

DECRETO N Del 05/07/2016

DECRETO N Del 05/07/2016 DECRETO N. 6379 Del 05/07/2016 Identificativo Atto n. 3287 PRESIDENZA Oggetto ATTIVAZIONE DELLA CACCIA DI SELEZIONE AL CAPRIOLO NEL COMPRENSORIO ALPINO DI CACCIA PENISOLA LARIANA, STAGIONE VENATORIA 2016-2017

Dettagli

DECRETO N Del 20/07/2016

DECRETO N Del 20/07/2016 DECRETO N. 7145 Del 20/07/2016 Identificativo Atto n. 3802 PRESIDENZA Oggetto AUTORIZZAZIONE DELLA CACCIA DI SELEZIONE AL CAPRIOLO, AL CERVO, AL MUFLONE E DEI RELATIVI PIANI DI PRELIEVO, NEI COMPRENSORI

Dettagli

L.R. n. 4 del 31 marzo 2009 Disciplina dell agriturismo e della multifunzionalità delle aziende agricole Criteri di attuazione del Settore Agriturismo

L.R. n. 4 del 31 marzo 2009 Disciplina dell agriturismo e della multifunzionalità delle aziende agricole Criteri di attuazione del Settore Agriturismo Parte seconda - N. 143 Euro 2,46 Anno 40 26 novembre 2009 N. 199 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 novembre 2009, n. 1693 L.R. n. 4 del 31 marzo 2009 Disciplina dell agriturismo e della multifunzionalità

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 3474/2016 Proposta: DPG/2016/1324 del 28/01/2016 Struttura proponente: Oggetto: Autorità emanante:

Dettagli

Decreto Deliberativo del Presidente IL PRESIDENTE. N. 102 del 18 Giugno 2015

Decreto Deliberativo del Presidente IL PRESIDENTE. N. 102 del 18 Giugno 2015 Decreto Deliberativo del Presidente N. 102 del 18 Giugno 2015 Oggetto: Modifiche al D.D.P. n. 91 del 29.05.2015 Caccia in selezione al cinghiale in provincia di Siena per la stagione venatoria 2015-2016

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 13140 del 12/08/2016 Proposta: DPG/2016/13679 del 12/08/2016 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

Cosa cambia: cultura della sicurezza pianificazione e programmazione regionale faunistico-venatoria nuovi organismi informativi e consultivi

Cosa cambia: cultura della sicurezza pianificazione e programmazione regionale faunistico-venatoria nuovi organismi informativi e consultivi 1 Cosa cambia: cultura della sicurezza pianificazione e programmazione regionale faunistico-venatoria nuovi organismi informativi e consultivi governance regionale istituti faunistici e faunistico-venatori

Dettagli

DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO SVILUPPO RURALE

DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO SVILUPPO RURALE REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO SVILUPPO RURALE SETTORE ATTIVITA' FAUNISTICA-VENATORIA, PESCA DILETTANTISTICA,

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' FAUNISTICO VENATORIA, PESCA DILETTANTISTICA E PESCA IN MARE

SETTORE ATTIVITA' FAUNISTICO VENATORIA, PESCA DILETTANTISTICA E PESCA IN MARE REGIONE TOSCANA DIREZIONE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE SETTORE ATTIVITA' FAUNISTICO VENATORIA, PESCA DILETTANTISTICA E PESCA IN MARE Responsabile di settore: BANTI PAOLO Decreto non soggetto a controllo

Dettagli

A.T.C. VASTESE. Prot. n. 254 Vasto lì 21 settembre 2016

A.T.C. VASTESE. Prot. n. 254 Vasto lì 21 settembre 2016 e-mail atcvastese@gmail.com sito internet: www.atcvastese.it Prot. n. 2 Vasto lì 21 settembre 2016 ALLE ASSOCIAZIONI VENATORIE LORO SEDI Oggetto: CORSO DI ABILITAZIONE PER SELECONTROLLORI DEL CINGHIALE

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 13138 del 12/08/2016 Proposta: DPG/2016/13687 del 12/08/2016 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E

D E T E R M I N A Z I O N E AREA WELFARE SERVIZIO SEGRETARIATO SOCIALE N : 20/2015 del 20/01/2015 D E T E R M I N A Z I O N E OGGETTO: INSERIMENTO N. 2 MINORI PRESSO LA STRUTTURA DENOMINATA LA CAMPANELLA - PERIODO 20/01/2015-30/06/2015

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. Deliberazione della Giunta Provinciale. Registro Delibere di Giunta N. 48

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. Deliberazione della Giunta Provinciale. Registro Delibere di Giunta N. 48 REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone Deliberazione della Provinciale Registro Delibere di N. 48 OGGETTO: Programmazione del corso e degli esami di abilitazione venatoria - anno 2014. (Dichiarazione

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E

D E T E R M I N A Z I O N E STRUTTURE DI STAFF POLIZIA MUNICIPALE D E T E R M I N A Z I O N E DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA - OGGETTO: CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE RACCOLTA GENERALE

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA

PROVINCIA DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA Contrà Gazzolle n. 1 36100 VICENZA C. Fisc. P. IVA 00496080243 DETERMINAZIONE N 20 DEL 19/01/2015 U.C. ISTRUZIONE OGGETTO: LICEO SCIENTIFICO P. LIOY E LICEO CLASSICO A. PIGAFETTA DI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Nr. GENERALE 148 SETTORE Settore Affari Generali e Innovazione NR. SETTORIALE 16 DEL 22/02/2016

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Nr. GENERALE 148 SETTORE Settore Affari Generali e Innovazione NR. SETTORIALE 16 DEL 22/02/2016 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Originale Nr. GENERALE 148 SETTORE Settore Affari Generali e Innovazione NR. SETTORIALE 16 DEL 22/02/2016 OGGETTO: AUTORIZZAZIONE SEGRETARIO GENERALE E N. 2 DIPENDENTI A PARTECIPARE

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 14243 del 12/09/2016 Proposta: DPG/2016/14772 del 12/09/2016 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

C I T T A ' DI P A D U L A Provincia di Salerno

C I T T A ' DI P A D U L A Provincia di Salerno Uff. Segret. N. Lì, D E T E R M I N A Z I O N E N. 109 del 31.08.2016 OGGETTO: Servizio di mensa scolastica anno scolastico 2016/2017 - Indizione procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica DETERMINAZIONE Num. 7561 del 18/05/2017 BOLOGNA Proposta: DPG/2017/7963 del 18/05/2017 Struttura proponente:

Dettagli

SETTORE VI FINANZE E PROGRAMMAZIONE ECONOMICA DETERMINAZIONE

SETTORE VI FINANZE E PROGRAMMAZIONE ECONOMICA DETERMINAZIONE SETTORE VI FINANZE E PROGRAMMAZIONE ECONOMICA DETERMINAZIONE Oggetto: Rinnovo alla dipendente a tempo indeterminato dott.ssa Francesca De Biasio - funzionario amministrativo contabile (categoria D) dell'incarico

Dettagli

Città Metropolitana di Bologna ATTO DEL SINDACO METROPOLITANO

Città Metropolitana di Bologna ATTO DEL SINDACO METROPOLITANO Città Metropolitana di Bologna ATTO DEL SINDACO METROPOLITANO L'anno 2015, il giorno ventinove Aprile, alle ore 11:00 presso gli uffici della Città Metropolitana, il Sindaco VIRGINIO MEROLA ha proceduto

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E

D E T E R M I N A Z I O N E SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E BILANCIO SERVIZIO ECONOMATO D E T E R M I N A Z I O N E DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA - OGGETTO: CONTRIBUTI IN SEDE DI GARA (SIMOG) IN FAVORE DELL'A.N.A.C. LIQUIDAZIONE

Dettagli

COMUNE DI LEDRO Provincia di Trento SETTORE SEGRETERIA. DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO COMUNALE n. 4 di data 14 gennaio 2015

COMUNE DI LEDRO Provincia di Trento SETTORE SEGRETERIA. DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO COMUNALE n. 4 di data 14 gennaio 2015 COMUNE DI LEDRO Provincia di Trento SETTORE SEGRETERIA DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO COMUNALE n. 4 di data 14 gennaio 2015 OGGETTO: Impegno di spesa per la partecipazione ai corsi di aggiornamento e di

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 381 del

DETERMINAZIONE N. 381 del Direzione Generale Sanità II Servizio Programmazione sanitaria ed economico-finanziaria e controlli di gestione DETERMINAZIONE N. 381 del 22.04.2013 Oggetto: Formazione specifica in medicina generale:

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 12 giugno 2012, n. 1224

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 12 giugno 2012, n. 1224 19585 seguito di competenza, ai sensi e per gli effetti della L.R. n.27/1998 e R.R. n.6/2000 5. di pubblicare il presente atto sul BURP; 6. di notificare il presente provvedimento, per quanto di competenza,

Dettagli

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie DECRETO DEL DIRIGENTE Assunto il 31 MAR 2016 Prot. n. 0159 CODICE N DIPARTIMENTO n 8 SETTORE n 1 SERVIZIO n " Registro

Dettagli

FORMAZ., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIV., DIR. STUDIO PROGRAMM. DELL'OFF. FORMAT. E DI ORIENTAMENTO DETERMINAZIONE. Estensore CASCINO STEFANO

FORMAZ., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIV., DIR. STUDIO PROGRAMM. DELL'OFF. FORMAT. E DI ORIENTAMENTO DETERMINAZIONE. Estensore CASCINO STEFANO REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: FORMAZ., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIV., DIR. STUDIO PROGRAMM. DELL'OFF. FORMAT. E DI ORIENTAMENTO DETERMINAZIONE N. G11220 del 04/10/2016 Proposta n. 14287 del 28/09/2016

Dettagli

REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 27-12-2017 (punto N 35 ) Delibera N 1503 del 27-12-2017 Proponente MARCO REMASCHI DIREZIONE AGRICOLTURA E SVILUPPO

Dettagli

Atto Dirigenziale N del 05/08/2011

Atto Dirigenziale N del 05/08/2011 Atto Dirigenziale N. 3092 del 05/08/2011 Classifica: 011.02.01 Anno 2011 (3936678) Oggetto ARTICOLO 37 L.R. 3/94- INTERVENTI DI CONTROLLO SULLA SPECIE CONIGLIO SELVATICO (ORYCTOLACUS CUNICULUS) Ufficio

Dettagli

CORSI DI PREPARAZIONE ALLA GESTIONE FAUNISTICA DI CUI ALLA L.R. N. 8/1994, ART. 16, COMMA 3 E SUCCESSIVE MODIFICHE

CORSI DI PREPARAZIONE ALLA GESTIONE FAUNISTICA DI CUI ALLA L.R. N. 8/1994, ART. 16, COMMA 3 E SUCCESSIVE MODIFICHE (Dalla DGR n. 1104/2005) CORSI DI PREPARAZIONE ALLA GESTIONE FAUNISTICA DI CUI ALLA L.R. N. 8/1994, ART. 16, COMMA 3 E SUCCESSIVE MODIFICHE I corsi vengono istituiti per il controllo delle specie maggiormente

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO AD ACTA (Delibera del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2010)

DECRETO DEL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO AD ACTA (Delibera del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2010) DECRETO DEL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO AD ACTA DECRETO n. 52 del 2011 OGGETTO: Azienda sanitaria locale di Frosinone - autorizzazione ai sensi del Decreto del Commissario ad Acta del 31 dicembre

Dettagli

FORM., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIVER., DIR. STUDIO PROGRAMM. DELL'OFF. FORMAT. E DI ORIENTAMENTO DETERMINAZIONE. Estensore IZZO GENOVEFFA

FORM., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIVER., DIR. STUDIO PROGRAMM. DELL'OFF. FORMAT. E DI ORIENTAMENTO DETERMINAZIONE. Estensore IZZO GENOVEFFA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: FORM., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIVER., DIR. STUDIO PROGRAMM. DELL'OFF. FORMAT. E DI ORIENTAMENTO DETERMINAZIONE N. G02033 del 02/03/2015 Proposta n. 2759 del 26/02/2015

Dettagli

SETTORE 3 - POLITICHE AGRICOLE E MONTANE, TUTELA FAUNISTICA, PROTEZIONE CIVILE POLITICHE AGRICOLE E MONTANE

SETTORE 3 - POLITICHE AGRICOLE E MONTANE, TUTELA FAUNISTICA, PROTEZIONE CIVILE POLITICHE AGRICOLE E MONTANE SETTORE 3 - POLITICHE AGRICOLE E MONTANE, TUTELA FAUNISTICA, PROTEZIONE CIVILE POLITICHE AGRICOLE E MONTANE Determinazione n. 571 data 15/04/2015 Proposta n. S0303 725/2015 Oggetto: REGOLAMENTO CE 1234/2007

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO Decreto di Governo DECRETO DEL PRESIDENTE N. 233 / 2016 OGGETTO: RINNOVO NOMINA A GUARDIA ECOLOGICA VOLONTARIA DEL SIG. GIUSEPPE DINI. L anno duemilasedici il giorno ventitre del mese di dicembre alle

Dettagli

IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO 9 URBANISTICA - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE - V.I.A. - V.A.S. - AREE PROTETTE DOMENICUCCI MARCO

IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO 9 URBANISTICA - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE - V.I.A. - V.A.S. - AREE PROTETTE DOMENICUCCI MARCO Anno Prop. : 2017 Num. Prop. : 648 Determinazione n. 379 del 30/03/2017 OGGETTO: COMUNE DI FERMIGNANO - NULLA OSTA CON PRESCRIZIONI PER LA REALIZZAZIONE, ALL INTERNO DELLA RISERVA NATURALE STATALE GOLA

Dettagli

COMUNE DI MONTEGRANARO (Provincia di Fermo)

COMUNE DI MONTEGRANARO (Provincia di Fermo) COMUNE DI (Provincia di Fermo) -------------------------------------------------------------------- REGISTRO GENERALE N. 236 SETTORE III^ Cultura - Turismo - Pubblica Istruzione - Trasporti SERVIZIO SPORT

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA

PROVINCIA DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA Contrà Gazzolle n. 1 36100 VICENZA C. Fisc. P. IVA 00496080243 DETERMINAZIONE N 26 DEL 12/01/2017 Settore CACCIA PESCA E SPORT OGGETTO: APPROVAZIONE DEI CALENDARI DELLE GARE DI PESCA

Dettagli

Collesalvetti PROVINCIA DI LIVORNO

Collesalvetti PROVINCIA DI LIVORNO Registro Generale nr. 588 COPIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE Servizi Interni N. 51 DEL 24-10-2013 Ufficio: > SERVIZI INTERNI > POSIZIONE ORGANIZZATIVA Oggetto: 02.Affidamento a Poste Italiane del servizio

Dettagli

SETTORE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE E COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE UFFICIO INFORMAZIONI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 1373

SETTORE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE E COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE UFFICIO INFORMAZIONI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 1373 (Cat.. Cl. Fasc..) CITTA DI ASTI SETTORE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE E COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE UFFICIO INFORMAZIONI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 1373 in data 28/07/2016 Oggetto: CIG ZE61ABE136 DEMOLIZIONE

Dettagli

Burc n. 21 del 28 Febbraio 2017

Burc n. 21 del 28 Febbraio 2017 REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE Dipartimento N. 7 Sviluppo Economico, Lavoro, Formazione e Politiche Sociali U.O.T. Funzioni Territoriali Assunto il 26/01/2017 n. 161 Registro dei decreti dei Dirigenti

Dettagli

Sezione I. Sezione II Modalità di svolgimento e contenuto degli esami di abilitazione di cui all articolo 29 l.r 3/1994 ALLEGATO A

Sezione I. Sezione II Modalità di svolgimento e contenuto degli esami di abilitazione di cui all articolo 29 l.r 3/1994 ALLEGATO A ALLEGATO A Sezione I Composizione, articolazione territoriale e funzionamento delle commissioni d esame per il conseguimento delle abilitazioni di cui all articolo 29, comma 2, all'articolo 28 quater,

Dettagli

SERVIZIO SANITARIO REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA PER LA TUTELA DELLA SALUTE

SERVIZIO SANITARIO REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA PER LA TUTELA DELLA SALUTE SERVIZIO SANITARIO REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA PER LA TUTELA DELLA SALUTE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N DEL / / Proposta n. 1394 del 08/11/2017 STRUTTURA PROPONENTE: DIRETTORE ASSL

Dettagli

COMUNE DI MONTEROTONDO SEGRETARIO GENERALE

COMUNE DI MONTEROTONDO SEGRETARIO GENERALE COMUNE DI MONTEROTONDO SEGRETARIO GENERALE DETERMINAZIONE N. 1525 DEL 03/10/2017 OGGETTO: SELEZIONE PUBBLICA, PER IL CONFERIMENTO DELLE SUPPLENZE PRESSO LA SCUOLA COMUNALE DELL'INFANZIA ( SCINF2016 INFBR2016

Dettagli

Prot. N del 31/07/2009

Prot. N del 31/07/2009 Provincia di Pistoia Dipartimento Istruzione, Formazione Professionale, Cultura, Sviluppo Economico e Aziende partecipate Servizio Istruzione, Formazione Professionale e Cultura Prot. N. 115387 del 31/07/2009

Dettagli

SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - SERVIZI DEMOGRAFICI FORUM DEI GIOVANI: APPROVAZIONE ELENCO ISCRITTI E APPROVAZIONE MODULISTICA PER FASE ELETTORALE.

SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - SERVIZI DEMOGRAFICI FORUM DEI GIOVANI: APPROVAZIONE ELENCO ISCRITTI E APPROVAZIONE MODULISTICA PER FASE ELETTORALE. Comune di Pontecagnano Faiano PROVINCIA DI SALERNO DETERMINAZIONE N. 567 Data di registrazione 16/05/2017 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - SERVIZI DEMOGRAFICI OGGETTO: FORUM DEI GIOVANI: APPROVAZIONE ELENCO

Dettagli

PROVINCIA DI ASTI Medaglia d oro al valor militare

PROVINCIA DI ASTI Medaglia d oro al valor militare PROVINCIA DI ASTI Medaglia d oro al valor militare VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO nell esercizio dei poteri della Giunta Provinciale N. meccanografico DL007-3-2013 del 25/01/2013

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E

D E T E R M I N A Z I O N E AREA AMMINISTRATIVA ED ECONOMICO FINANZIARIA SERVIZIO AFFARI GENERALI D E T E R M I N A Z I O N E DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA - OGGETTO: ACQUISIZIONE IN ECONOMIA PER LA FORNITURA DI CARTA NATURALE

Dettagli

FORM., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIVER., DIR. STUDIO PROGRAMM. DELL'OFF. FORMAT. E DI ORIENTAMENTO DETERMINAZIONE

FORM., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIVER., DIR. STUDIO PROGRAMM. DELL'OFF. FORMAT. E DI ORIENTAMENTO DETERMINAZIONE REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: FORM., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIVER., DIR. STUDIO PROGRAMM. DELL'OFF. FORMAT. E DI ORIENTAMENTO DETERMINAZIONE N. G01039 del 11/02/2016 Proposta n. 1530 del 10/02/2016

Dettagli

REGIONE PIEMONTE ENTE DI GESTIONE DELLE AREE PROTETTE DELLA VALLE SESIA L.R. 29 giugno 2009, n. 19 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

REGIONE PIEMONTE ENTE DI GESTIONE DELLE AREE PROTETTE DELLA VALLE SESIA L.R. 29 giugno 2009, n. 19 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE REGIONE PIEMONTE ENTE DI GESTIONE DELLE AREE PROTETTE DELLA VALLE SESIA L.R. 29 giugno 2009, n. 19 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 21 del 23/01/2017 CON IMPEGNO DI SPESA [ X ] SENZA IMPEGNO DI SPESA [ ]

Dettagli

Atto del Sindaco Metropolitano N. 41 del 17/06/2015

Atto del Sindaco Metropolitano N. 41 del 17/06/2015 Atto del Sindaco Metropolitano N. 41 del 17/06/2015 Classifica: 011.02.01 (6232009) Oggetto ATTUAZIONE DEL PIANO FAUNISTICO VENATORIO PROVINCIALE - APPROVAZONE DEI PIANI PER LA CACCIA DI SELEZIONE ALLE

Dettagli

paragrafo C.6.5 La gestione del Repertorio Regionale dei profili professionali ;

paragrafo C.6.5 La gestione del Repertorio Regionale dei profili professionali ; 192 31.12.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 52 Direzione Generale Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo delle Competenze Area di Coordinamento Formazione, Orientamento e Lavoro

Dettagli

Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157 ed in particolare l art. 18 concernente le specie cacciabili e i periodi di attività venatoria;

Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157 ed in particolare l art. 18 concernente le specie cacciabili e i periodi di attività venatoria; REGIONE PIEMONTE BU17S1 24/04/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 15 aprile 2014, n. 30-7447 Art. 18, legge 11.2.1992, n. 157. Art. 40, comma 2, della l.r. 5/2012. D.G.R. n. 94-3804 del 27.4.2012

Dettagli

Ambito Territoriale di Caccia ASCOLI PICENO Via Salaria Inferiore, Ascoli Piceno

Ambito Territoriale di Caccia ASCOLI PICENO Via Salaria Inferiore, Ascoli Piceno Ambito Territoriale di Caccia ASCOLI PICENO Via Salaria Inferiore, 84 63100 Ascoli Piceno CORSO FORMATIVO per l abilitazione alla figura tecnica di CACCIATORE DI CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA (lett. e),

Dettagli

REGIONE MOLISE. DIREZIONE GENERALE PER LA SALUTE (L. R. 23 marzo 2010, n 10) DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N.

REGIONE MOLISE. DIREZIONE GENERALE PER LA SALUTE (L. R. 23 marzo 2010, n 10) DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. REGIONE MOLISE DIREZIONE GENERALE PER LA SALUTE (L. R. 23 marzo 2010, n 10) DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 47 DEL 13-03-2017 OGGETTO: D. LGS. 17 AGOSTO 1999, N. 368, E SUCCESSIVE MODIFICHE E

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 15451 del 11/11/2015 Proposta: DPG/2015/16409 del 09/11/2015 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

CITTA DI ALESSANDRIA

CITTA DI ALESSANDRIA CITTA DI ALESSANDRIA 1605000000 - Servizio Autonomo Relazioni Istituzionali e Pubbliche e Comunicazione SERVIZIO 1605000000 - SERVIZIO AUTONOMO RELAZIONI ISTITUZIONALI E PUBBLICHE E COMUNICAZIONE N DETERMINAZIONE

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 3406 del 23/03/2015 Proposta: DPG/2015/2693 del 03/03/2015 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

REGIONE TOSCANA CALENDARIO VENATORIO REGIONALE STAGIONE VENATORIA (L.R.T. N 20/2002) Capo I. Art. 1 Stagione venatoria e giornate di caccia

REGIONE TOSCANA CALENDARIO VENATORIO REGIONALE STAGIONE VENATORIA (L.R.T. N 20/2002) Capo I. Art. 1 Stagione venatoria e giornate di caccia REGIONE TOSCANA CALENDARIO VENATORIO REGIONALE (L.R.T. N 20/2002) Capo I STAGIONE VENATORIA Art. 1 Stagione venatoria e giornate di caccia 1. La stagione venatoria ha inizio la terza domenica di settembre

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE PROMOZIONE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Agricoltura

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE PROMOZIONE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Agricoltura REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE PROMOZIONE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Agricoltura Proposta nr. 15 del 04/02/2016 - Determinazione nr. 200 del 05/02/2016 OGGETTO: Corso di formazione IMPRESA

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 4 DELIBERAZIONE 20 gennaio 2014, n. 31

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 4 DELIBERAZIONE 20 gennaio 2014, n. 31 DELIBERAZIONE 20 gennaio 2014, n. 31 Delibera G.R. 430/2000. Sostituzione allegati A e B relativi alle modalità tecniche di effettuazione degli esami di abilitazione alla ricerca e raccolta tartufi e alle

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 16605 del 13/11/2014 Proposta: DPG/2014/16871 del 10/11/2014 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica DETERMINAZIONE Num. 20649 del 21/12/2017 BOLOGNA Proposta: DPG/2017/21225 del 21/12/2017 Struttura proponente:

Dettagli

Ambito Territoriale di Caccia VT 2

Ambito Territoriale di Caccia VT 2 Ambito Territoriale di Caccia VT 2 Associazione TUSCIA SUD Per la gestione faunistica, ambientale e venatoria Organizza Corso di abilitazione per Selecontrollori del Cinghiale (art. 3-35 LR 17/95) e Corso

Dettagli

DECRETO DELLA SINDACA DELLA CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO

DECRETO DELLA SINDACA DELLA CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO DECRETO DELLA SINDACA DELLA CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO N. 455 32063/2016 OGGETTO: FORMAZIONE PROFESSIONALE. AVVISO PUBBLICO PER LA PROGRAMMAZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

29/10/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 89. Regione Lazio

29/10/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 89. Regione Lazio Regione Lazio DIREZIONE INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 16 ottobre 2013, n. G00480 PRONUNCIA DI VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE SUL PROGETTO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Originale Nr. GENERALE 766 SETTORE Settore Lavori Pubblici NR. SETTORIALE 215 DEL 16/09/2016 OGGETTO: LAVORI DI COMPLETAMENTO DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE NELLE ZONE DI ESPANSIONE

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E

D E T E R M I N A Z I O N E AREA AMMINISTRATIVA ED ECONOMICO FINANZIARIA SERVIZIO RISORSE UMANE D E T E R M I N A Z I O N E DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA - OGGETTO: IMPEGNI DI SPESA FATTURE AZIENDA ASL PER VISITE MEDICO FISCALI

Dettagli

FORMAZ., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIV., DIR. STUDIO PROGRAMM. DELL'OFF. FORMAT. E DI ORIENTAMENTO DETERMINAZIONE. Estensore VELLI RAFFAELLA

FORMAZ., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIV., DIR. STUDIO PROGRAMM. DELL'OFF. FORMAT. E DI ORIENTAMENTO DETERMINAZIONE. Estensore VELLI RAFFAELLA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: FORMAZ., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIV., DIR. STUDIO PROGRAMM. DELL'OFF. FORMAT. E DI ORIENTAMENTO DETERMINAZIONE N. G00189 del 11/01/2017 Proposta n. 83 del 05/01/2017

Dettagli

Comune di Villafranca di Verona PRO VINCIA DI VE RO NA

Comune di Villafranca di Verona PRO VINCIA DI VE RO NA Comune di Villafranca di Verona PRO VINCIA DI VE RO NA AREA 4 - SERVIZI TECNICI UNITA' ECOLOGIA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE N. 2322 DEL 25/08/2017 Oggetto: DITTA LAMACART SPA-UNITA' LOCALE DI VIA I MAGGIO

Dettagli

UNITA OPERATIVA SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI - MINORI E FAMIGLIA SETTORE III SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA'

UNITA OPERATIVA SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI - MINORI E FAMIGLIA SETTORE III SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' UNITA OPERATIVA SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI - MINORI E FAMIGLIA SETTORE III SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' DETERMINAZIONE Oggetto: L.R. 11/2006 art. 13 comma 3 lettera b) - Interventi regionali

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 40 DELIBERAZIONE 29 settembre 2014, n. 796

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 40 DELIBERAZIONE 29 settembre 2014, n. 796 DELIBERAZIONE 29 settembre 2014, n. 796 DGR 555 del 7.7.2014 Attuazione in Regione Toscana del Piano di azione nazionale per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (PAN) di cui al D.lgs. 150/2012.

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA

PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA DELIBERAZIONE COMMISSARIALE ORIGINALE Seduta del 10 Luglio 2012 n. 122 del Registro deliberazioni OGGETTO: Convenzione tra la Provincia Regionale di Caltanissetta e

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 141 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 141 del Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 141 del 14-12-2017 65257 ASL BT Avviso pubblico per l ammissione al Corso di Formazione per il conseguimento dell attestato di idoneità all esercizio dell

Dettagli

Determinazione n del 17/09/2013

Determinazione n del 17/09/2013 COPIA dell ORIGINALE Prot. N. 69465/ 2013 Determinazione n. 1789 del 17/09/2013 OGGETTO: NOMINA COMMISSIONE TECNICA GIUDICATRICE DELLE ISTANZE PER L'ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A COFINANZIAMENTO DI PROGETTI

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 138 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 138 del 56416 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SEZIONE PROMOZIONE DELLA SALUTE E DEL BENESSERE 25 ottobre 2016, n. 1057 D.D. 830/2016: Fondi pubblico privati per il sostegno ai genitori. Approvazione Graduatoria Soggetti

Dettagli

PROVINCIA DI LIVORNO. Unita di Servizio Pianificazione e difesa del Suolo DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 88 DEL 08/08/2014

PROVINCIA DI LIVORNO. Unita di Servizio Pianificazione e difesa del Suolo DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 88 DEL 08/08/2014 PROVINCIA DI LIVORNO Unita di Servizio Pianificazione e difesa del Suolo DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 88 DEL 08/08/2014 Registro generale delle determinazioni attuative del Peg n. Oggetto: PROGRAMMA

Dettagli

COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE

COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE Anno Prop. : 2016 Num. Prop. : 171 Determinazione n. 136 del 01/02/2016 OGGETTO: SUA-STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI PESARO E E URBINO. ENTE ADERENTE COMUNE DI MONTELABBATE. APPROVAZIONE RISULTANTZE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO CORSO DI FORMAZIONE PER CONDUTTORI DI CANE LIMIERE IN GIRATA E OPERATORI DI GIRATA Destinatari del corso

AVVISO PUBBLICO CORSO DI FORMAZIONE PER CONDUTTORI DI CANE LIMIERE IN GIRATA E OPERATORI DI GIRATA Destinatari del corso ATCFR1 L A.T.C.FR/1 intende effettuare il corso di cui al seguente AVVISO che, stante la ristrettezza dei tempi, viene pubblicato in data odierna e fatta salva l autorizzazione da parte della Regione Lazio.

Dettagli

Indizione del Bando 2005 per la concessione di contributi per l estirpazione di viti colpite da flavescenza dorata in applicazione della Legge 388/00

Indizione del Bando 2005 per la concessione di contributi per l estirpazione di viti colpite da flavescenza dorata in applicazione della Legge 388/00 Estratto dal Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna parte seconda n. 59 del 30 marzo 2005 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE 18 marzo 2005, n. 3456 Indizione

Dettagli

REGIONE CALABRIA. Autorità Regionale Stazione Unica Appaltante

REGIONE CALABRIA. Autorità Regionale Stazione Unica Appaltante REGIONE CALABRIA Autorità Regionale Stazione Unica Appaltante S.U.A. Calabria DECRETO DEL DIRIGENTE (assunto il prot. 20/09/2017 N 117) Registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria n 10320

Dettagli

COMUNE DI CENTO PROVINCIA DI FERRARA. Determinazione n del 06/10/2015

COMUNE DI CENTO PROVINCIA DI FERRARA. Determinazione n del 06/10/2015 COMUNE DI CENTO PROVINCIA DI FERRARA Via Marcello Provenzali, 15-44042 Cento (FE) www.com une.cento.fe.it - comune.cento@cert.comune.cento.fe.it SETTORE LAVORI PUBBLICI ED ASSETTO DEL TERRITORIO Determinazione

Dettagli