Istituto d Istruzione Superiore Statale per i servizi Commerciali Turistici e Pubblicitari R. Magiotti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Istituto d Istruzione Superiore Statale per i servizi Commerciali Turistici e Pubblicitari R. Magiotti"

Transcript

1 Istituto d Istruzione Superiore Statale per i servizi Commerciali Turistici e Pubblicitari R. Magiotti ANALISI DEL CONTESTO LOCALE Il bacino d'utenza dell'istituto è costituito dai sedici Comuni del Valdarno Superiore Aretino e Fiorentino e dai Comuni limitrofi del Chianti Senese e dell Aretino. Lo sviluppo della zona, vivacissima fin dal Medioevo, non ha conosciuto rilevanti soluzioni di continuità ed ha fatto anzi registrare, nell'ultimo secolo, originali esperienze di tipo industriale ed artigianale, (basti ricordare i cappellifici di Montevarchi, la ferriera di San Giovanni Valdarno e le vetrerie di Figline e le più recenti iniziative nel settore dell'abbigliamento, dell'ortoflorovivaismo e del turismo). Una particolare sottolineatura merita la presenza di vie di comunicazione primarie (l Autostrada del Sole e la Ferrovia Firenze-Roma). L attuale situazione produttiva è caratterizzata da poche grandi imprese affiancate, da molte piccole e medie aziende, e da una miriade di imprese artigianali a conduzione familiare che necessitano di personale competente e specializzato. Altresì il nostro territorio e le province vicine sono ricche di strutture ricettive che ricercano personale specializzato. Il nostro istituto professionale si pone come riferimento del territorio per formare professionalità che possono inserirsi positivamente nelle attività commerciali e turistiche esistenti, formando figure professionali con competenze relative all amministrazione ed alla gestione aziendale, al marketing ed alla grafica pubblicitaria. La scelta di puntare sul nuovo indirizzo socio-sanitario, rappresenta una risposta ad un attenta analisi del territorio. Il Valdarno può contare sulla presenza di numerosi centri specializzati nella riabilitazione, o ancora di strutture che ospitano anziani e case famiglie, senza dimenticare le lauree brevi in scienze biomediche. E ormai acquisita dagli operatori di tutti i settori l idea che non è più sufficiente disporre di personale ben addestrato tecnicamente, ma con un basso livello d istruzione. Per vincere la sfida globale che ha investito tutti i settori e per mantenere le proprie posizioni di mercato, è necessario poter contare su operatori che abbiano una formazione culturale tale da permettere loro un continuo autoaggiornamento tecnico professionale in grado di fornire sempre la risposta adeguata alla situazione contingente. Accanto a questa richiesta di professionalità, emerge però sempre più la necessità di elementi formativi culturali, che siano in grado di conferire ai nostri diplomati doti di flessibilità, autonomia e dinamicità.

2 L ISTITUTO ED IL TERRITORIO L'attenzione alle esigenze del territorio costituisce il filo conduttore della storia dell'istituto "Magiotti". La "Scuola tecnica" (comunale), venne istituita nel 1866 su iniziativa di quella classe borghese e filantropica che deteneva il potere nei maggiori centri del Valdarno e che aveva individuato nello sviluppo di competenze pratico operative la leva per l ulteriore sviluppo dei commerci e delle manifatture e per creare un apparato amministrativo burocratico che ambiva ad essere più efficiente di quello pre unitario. Animatore di questa prima fase fu Ruggero Berlingozzi che, prima da docente, poi da direttore, fece della Scuola, per molto tempo, l unico centro d istruzione secondaria del Valdarno; un punto di riferimento che, grazie alle numerose e valide iniziative culturali, superò i confini della vallata. In seguito a due importanti provvedimenti (la Parificazione ottenuta nel 1899 e la legificazione del 1911) la scuola consolidò la sua presenza nel territorio, incrementando la popolazione scolastica e l'organico dei docenti. Le tappe successive confermano la capacità dell'istituto di rispondere alle nuove richieste che provenivano dal territorio in particolare dal mondo del lavoro e del commercio. Ne sono testimonianza i mutamenti di denominazione e d indirizzi che si registrano, a partire dagli anni venti, fino al 1961, quando la Scuola Tecnica Commerciale divenne Istituto Professionale per il Commercio. In questo ultimo decennio, seguendo attentamente le linee di tendenza che sono scaturite dal lungo dibattito relativo alla riforma della Secondaria superiore, l Istituto ha colto le nuove proposte educative e formative adeguandole alle esigenze del territorio. Dopo un periodo di sperimentazione del Decreto Ministeriale 24 aprile 1992, denominato Progetto 92, l Istituto Magiotti ha attuato nell anno scolastico il passaggio definitivo ad un Nuovo Ordinamento, rispettando i tempi previsti dalla normativa. Questo è stato possibile perché gli Organi collegiali dell Istituto hanno condiviso le proposte di rinnovamento, per cui oggi il personale docente ed amministrativo ha acquisito competenze ed esperienze tali da essere in grado di elaborare gli ulteriori progetti conseguenti alla legge n. 53 del 2003 che prevedono una nuova organizzazione della Scuola Secondaria Superiore, senza correre il rischio dell improvvisazione. Con il nuovo ordinamento per gli istituti professionali relativo al d.p.r. del 15 marzo 2010 n. 87 art. 8 gli istituti professionali hanno subito una profonda ridefinizione relativamente all istruzione e alla formazione professionale. Nell anno scolastico 2011/12 erano stati attivati tre indirizzi (Tecnico dei servizi turistici, Tecnico della gestione aziendale, Tecnico della grafica pubblicitaria) che confluivano in un indirizzo unico per i SERVIZI COMMERCIALI (con opzione servizi commerciali e opzione grafici). Per ulteriori informazioni vedi

3 A partire dall anno scolastico 2012/13 nel nostro istituto sono stati attivati: un indirizzo Professionale per i Servizi Socio Sanitari, Il Liceo Artistico ad Indirizzo Grafico Attualmente è dislocato in due differenti sedi, caratterizzate ciascuna da indirizzi diversi: Sede centrale - Via Galilei, 3 Montevarchi : Indirizzo Gestione Aziendale, Corso serale per l Indirizzo Gestione Aziendale e Liceo Artistico Grafico. Succursale - Via Marconi, 7 - Montevarchi : Indirizzo Grafico Pubblicitario e Indirizzo Socio sanitario PRESENTAZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA (corsi precedenti alla riforma) L offerta formativa inizia con un itinerario di accoglienza per gli studenti del 1 anno, esteso anche alle famiglie, finalizzato ad una conoscenza più adeguata della scuola scelta e ad un facile inserimento nel sistema didattico superiore. Nel corso del biennio a tutte le attività didattico formativo specifiche si affianca un adeguata opera di orientamento per una scelta più consapevole dell indirizzo di specializzazione. L Istituto attiva tutte le iniziative necessarie per rispondere ad una utenza differenziata proveniente da un bacino territoriale molto vasto e da contesti socio/culturali diversi. Il principio ispiratore è quello di offrire a ogni persona le giuste opportunità per evidenziare le proprie attitudini e capacità sia per raggiungere competenze di base che livelli d eccellenza. L offerta formativa del biennio post qualifica conferma gli obiettivi generali e comportamentali del biennio, mentre integra il curricolo con attività a carattere professionalizzante mirate a far acquisire conoscenze, competenze e capacità di più elevato tenore disciplinare ed un maggior senso critico e di autovalutazione. L attivazione del corso serale dell indirizzo economico aziendale, rivolto ai lavoratori, ha permesso di adottare, anche nel nostro territorio, delle misure per realizzare gli obiettivi del long life learning, e di offrire un effettiva opportunità di crescita culturale e di miglioramento professionale degli adulti. Per gli alunni diversamente abili, è presente nell istituto un gruppo di docenti specializzati che si occupa della loro effettiva integrazione. Sono previste attività di accoglienza con interventi individualizzati in funzione delle abilità di ciascuno e la realizzazione, in rapporto con le famiglie ed il Territorio, di un Progetto di Rete per la formulazione di un Piano Educativo Individualizzato in cui sia compreso un percorso di alternanza scuola lavoro. Per gli alunni stranieri, l Istituto, si avvale di un progetto mirato all alfabetizzazione linguistica per eliminare il disagio linguistico, spesso causa di disagi relazionali. La

4 conoscenza in tempi rapidi della nuova lingua, permette all alunno straniero di soddisfare il bisogno primario di comunicare. E statisticamente documentato che gli alunni rapidamente alfabetizzati hanno ridotto notevolmente i tempi d integrazione sociale; questo ha permesso loro di apprendere la nostra cultura e di far conoscere la propria per una reciproca crescita culturale e sociale. Inoltre questo ha permesso loro di apprendere ad utilizzare le proprie capacità ed abilità per costruire il proprio successo formativo.

5 I DIVERSI INDIRIZZI DI STUDIO PRECEDENTI ALLA RIFORMA Il seguente orario è valido per gli alunni iscritti precedentemente all anno scolastico 2010/2011. QUADRO ORARIO: INDIRIZZO ECONOMIA AZIENDALE Area comune 4 5 Italiano 4 4 Storia 2 2 Matematica (ed Informatica 1,2,3 ) 3 3 Lingua straniera INGLESE o FRANCESE 3 3 Educazione Fisica 2 2 Religione (opzionale) 1 1 Totale: Area di indirizzo 4 5 Lingua straniera INGLESE 3 3 Economico aziendale 7(3) 8(3) Diritto 3 4 Geografia Turistica 2 - Lab. Trattamento testi (3) (3) Informatica gestionale Totale: Area professionale (monte ore annuale stage) 105h 105h Totale: * ore di compresenza tra parentesi Al termine del 5 anno si consegue il diploma di Tecnico della Gestione Aziendale: è una figura professionale che è in grado di intervenire attivamente nell amministrazione di un azienda sul piano della gestione e del controllo. Ha specifiche competenze per la gestione autonoma di un ufficio contabile aziendale.

6 QUADRO ORARIO: INDIRIZZO GRAFICO PUBLICITARIO Area comune 4 5 Italiano 4 4 Storia 2 2 Lingua straniera INGLESE 3 3 Lingua straniera FRANCESE 3 * 3* Matematica ( ed informatica 1,2,3) 3 3 Educazione fisica 2 2 Religione (opzionale) 1 1 Totale Area di indirizzo 4 5 Disegno grafico 5 5 Pianificazione Pubblicitaria 3 3 Storia dell Arte 3 3 Tecnica Fotografica 2 2 Psicologia della comunicazione 2 2 Totale: Area Professionale Terza Area (monte ore h annuale) h Totale: Al termine del 5 anno si consegue il diploma di Tecnico della Grafica Pubblicitaria: è una figura professionale che è in grado di elaborare, organizzare e realizzare attività produttive per la comunicazione integrata; possiede capacità di decodificare i fenomeni connessi con la realtà socio-economica, di coniugare gli aspetti formali della professione con quelli pratico-operativi, di conoscere le tecnologie delle produzioni visive tradizionali e moderne, di produrre, attraverso conoscenze scientifiche ed artistiche, i messaggi visivi che la diffondono. Si inserisce in case editrici, tipografie, agenzie pubblicitarie, studi fotografici, emittenti televisive, studi grafici, studi web-designer.

7 QUADRO ORARIO DEL CORSO SERALE INDIRIZZO ECONOMIA AZIENDALE 5 Italiano 4 Storia 2 Lingua straniera (inglese) 3 Matematica 3 Trattamento testi 2 Economia aziendale 7 (1)* Informatica gestionale 2 (1)* Diritto 4 Totale 25 (2)* * ore di laboratorio in compresenza tra parentesi Al termine del 5 anno si consegue il diploma di Tecnico della Gestione Aziendale: è una figura professionale che è in grado di intervenire attivamente nell amministrazione di un azienda sul piano della gestione e del controllo. Ha specifiche competenze per la gestione autonoma di un ufficio contabile aziendale. ALTERNANZA SCUOLA LAVORO (alunni classi IV e V) Per l indirizzo Economico Aziendale anche con opzione Grafica Pubblicitaria, escluso il corso serale, nelle classi IV e V sono attivate alcune attività di alternanza scuola lavoro in sostituzione delle attività dell Area di professionalizzazione (art. 8, comma 3, del D.P.R. n. 87/2010. Le attività programmate sono le seguenti: Attività di preparazione in aula per lo svolgimento dello stage Stage aziendale ( 120 ore ) Attività di verifica e discussione con gli alunni sull esperienza svolta Lezioni su argomenti relativi agli strumenti operativi della professione tenuti da esperti (se saranno disponibili fondi provinciali) Visite guidate presso aziende del territorio. Il progetto è finalizzato all arricchimento professionale degli alunni in modo che possano spendere le competenze professionali acquisite in un futuro inserimento lavorativo. L esperienza lavorativa favorisce gli apprendimenti di tipo socialecomportamentali e morali del tipo: Rispettare le regole, gli altri, e le strutture Lavorare per progetti in modo puntuale e responsabile Saper lavorare in equipe

8 Le lezioni saranno tenute da esperti professionisti, attivamente inseriti in specifici ambiti operativi, con competenze ed abilità di elevato livello professionale. STAGE Gli stage vengono effettuati, ogni anno, per tre - quattro settimane, presso aziende operanti nei vari settori produttivi, aziende pubbliche, associazioni di categoria, agenzie di viaggi, hotel, agenzie pubblicitarie, tipografie ed emittenti televisive. Gli stage hanno lo scopo di favorire la socializzazione al lavoro ed un adeguato inserimento degli alunni nelle varie realtà operative. Le visite guidate vengono effettuate presso le aziende locali e nazionali per far conoscere agli alunni la struttura organizzativa delle aziende ed il tipo di produzione offerto. ATTIVITA FINALI Le classi quarte e quinte effettueranno circa 15 ore di lezione relative ad argomenti legati alla professione tenute da esperti esterni ed interni (se saranno disponibili fondi provinciali). Gli alunni delle classi quarte e quinte alla fine del percorso conseguono un attestato rilasciato dall Istituto che attesta il percorso svolto.

9 NUOVO INDIRIZZO PER I SERVIZI COMMERCIALI (alunni iscritti dall a.s. 2010/2011 in poi) NUOVO ORDINAMENTO PREVIGENTE ORDINAMENTO Settore Indirizzi Indirizzo Settore Servizi -Servizi Commerciali -Servizi commerciali opzione grafica Tecnico dei servizi turistici Tecnico della gestione aziendale Servizi Commerciali e Turistici Con il nuovo ordinamento per gli istituti professionali i tre indirizzi del nostro istituto (Tecnico dei servizi turistici, Tecnico della gestione aziendale, Tecnico della grafica pubblicitaria) confluiscono in un indirizzo unico per i SERVIZI COMMERCIALI. Profilo Il Diplomato di istruzione professionale nell indirizzo Servizi commerciali ha competenze professionali che gli consentono di supportare operativamente le aziende del settore sia nella gestione dei processi amministrativi e commerciali sia nell attività di promozione delle vendite. In tali competenze rientrano anche quelle riguardanti la promozione dell immagine aziendale attraverso l utilizzo delle diverse tipologie di strumenti di comunicazione, compresi quelli pubblicitari. Si orienta nell ambito socio-economico del proprio territorio e nella rete di interconnessioni che collega fenomeni e soggetti della propria regione con contesti nazionali ed internazionali. E in grado di: internazionali; amministrativi ad essa connessi; à nell area marketing; contabile; del territorio e delle corrispondenti declinazioni; ne commerciale, secondo le esigenze terminologia di settore; A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato consegue i risultati di apprendimento descritti nel punto 2.2

10 dell Allegato A), di seguito specificati in termini di competenze. 1. Individuare le tendenze dei mercati locali, nazionali e internazionali. 2. Interagire nel sistema azienda e riconoscere i diversi modelli di strutture organizzative aziendali. 3. Svolgere attività connesse all attuazione delle rilevazioni aziendali con l utilizzo di strumenti tecnologici e software applicativi di settore. 4. Contribuire alla realizzazione dell amministrazione delle risorse umane con riferimento alla gestione delle paghe, al trattamento di fine rapporto ed ai connessi adempimenti previsti dalla normativa vigente. 5. Interagire nell area della logistica e della gestione del magazzino con particolare attenzione alla relativa contabilità. 6. Interagire nell area della gestione commerciale per le attività relative al mercato e finalizzate al raggiungimento della customer satisfaction. 7. Partecipare ad attività dell area marketing ed alla realizzazione di prodotti pubblicitari. 8 Realizzare attività tipiche del settore turistico e funzionali all organizzazione di servizi per la valorizzazione del territorio e per la promozione di eventi. 9. Applicare gli strumenti dei sistemi aziendali di controllo di qualità e analizzare i risultati. 10. Interagire col sistema informativo aziendale anche attraverso l uso di strumenti informatici e telematici. RACCORDI CON I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (IeFP) Tra la regione Toscana(Assessorato Attività Produttive Lavoro e Formazione) e l ufficio Scolastico regionale per la Toscana è stato stipulato un accordo per la realizzazione nell anno scolastico 2013/2014 di percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) in regime di sussidiarietà, da parte degli Istituti Professionali statali della Regione Toscana, ai sensi dell art.2, comma 3 del D.P.R. 15 marzo 2010, n.87. Le linee guida sono state approvate in Conferenza unificata il 16/12/2010. Gli alunni che conseguono la licenza media potranno scegliere se iscriversi ai percorsi quinquennali degli Istituti professionali o ai percorsi di istruzione e formazione professionale (IeFP). Possono in alternativa frequentare entrambi. I corsi sono così strutturati: Percorsi di durata triennale per il conseguimento delle qualifiche di operatore indicate in seguito Percorsi di durata quadriennale per il conseguimento di uno dei diplomi di tecnico Le qualifiche e i diplomi sono definiti a livello nazionale, programmati dalle regioni e spendibili su tutto il territorio nazionale. In Toscana è stato adottato il sistema di offerta sussidiaria integrativa, che dovrà consentire, agli studenti iscritti ai percorsi quinquennali degli istituti professionali, di conseguire, al termine del terzo anno,

11 anche i titoli di qualifica professionale. Il raggiungimento della qualifica triennale è valido quale assolvimento del diritto dovere all istruzione e alla formazione. Gli esami conclusivi dei percorsi si svolgeranno sulla base della specifica disciplina dettata dalla Regione. La fase operativa del nuovo sistema integrato, a decorrere dall anno scolastico 2011/2012, è subordinata alla formalizzazione di accordi regionali tra la Regione e l Ufficio scolastico regionale. In questo accordo le parti si impegnano tra l altro: 1)alla prevenzione e al contrasto della dispersione scolastica e formativa nonché all agevolazione dei passaggi degli alunni tra i sistemi, 2)alla collaborazione, anche attraverso forme di integrazione tra istituzioni scolastiche e formative, riguardanti, in particolare, la realizzazione di: - tirocini formativi ed esperienze in alternanza scuola-lavoro, in relazione alle figure professionali caratterizzanti i percorsi formativi; - laboratori, anche a carattere territoriale, per lo sviluppo ed il recupero degli apprendimenti; - interventi territoriali di orientamento; - azioni, anche sperimentali, di sostegno ai processi di riconoscimento dei crediti formativi e di valorizzazione e certificazione delle competenze. Il percorso Il percorso che per l anno scolastico 2013/2014 sarà effettuato dagli alunni delle seconde e terze classi dei settori di indirizzo (Nuovo Ordinamento): -Servizi commerciali (Operatore amministrativo segretariale) -Servizi commerciali (Operatore grafico) Le discipline e il numero di ore svolte saranno diverse in ogni classe (per una maggiore specificazione si rimanda alla progettazione di classe): Tale percorso comprenderà: -lezioni dedicate alle competenze di base (relativamente all asse dei linguaggi, all asse matematico, all asse scientifico-tecnologico e storico-sociale) -lezioni teoriche dedicate all insegnamento delle competenze professionali (in termini di qualità, sicurezza, capacità di progettare e portare a termine un compito, preparare le attrezzature necessarie, curare e monitorare il funzionamento degli strumenti di lavoro, collaborare alla gestione dei flussi informativi, redigere documenti in lingua straniera, registrare ed archiviare documenti amministrativo-contabili, curare ed organizzare riunioni ecc ) -laboratori di pratica professionale -attività di stage/tirocinio o simulazione di stage -visite guidate Metodologia

12 Sono previste delle figure che effettueranno delle azioni di tutoraggio sia in classe che in azienda. Tale figura ha il compito di orientare motivare e supportare l alunno (o il gruppo di alunni) utilizzando varie tecniche. Le attività laboratoriali saranno fondamentali. Gli alunni partiranno da esperienze concrete per riflettere sulla realtà imparando ad elaborare i dati. Un elevato numero di ore di lezione sarà effettuato in codocenza. Ciò permetterà la suddivisione della classe in piccoli gruppi individualizzando maggiormente l azione didattica. Ulteriori informazioni sono reperibili su

13 QUADRI ORARI QUADRO ORARIO INDIRIZZO SERVIZI COMMERCIALI OPZIONE GESTIONE AZIENDALE DISCIPLINE ORE ANNUE Primo Biennio Secondo Biennio V Anno Ore settimanali Ore annuali Italiano Storia Matematica Scienze Integrate (Fisica) Scienze integrate (Sc. Ter. Biol.) Scienze Integrate (Chimica) Informatica e Laboratorio 2+2* 2+2* 2* 2* 2* Tecniche professionali dei servizi commerciali *di cui in compresenza Prima Lingua Straniera (Inglese) Seconda Lingua Straniera (Francese) Scienze motorie e sportive Religione Area di indirizzo Diritto/Economia Tecniche di Comunicazione Ore Totali *di cui in compresenza * L attività didattica di laboratorio caratterizza l area di indirizzo dei percorsi degli istituti professionali; le ore indicate con asterisco sono riferite alle attività di laboratorio che prevedono la compresenza. Le istituzioni scolastiche, nell ambito della loro autonomia didattica e organizzativa, programmano le ore di compresenza nell ambito del primo biennio e del complessivo triennio sulla base del relativo monte-ore.

14 QUADRO ORARIO INDIRIZZO SERVIZI COMMERCIALI OPZIONE GRAFICA E PUBBLICITARIA DISCIPLINE ORE ANNUE Primo Biennio Secondo Biennio V Anno Ore settimanali Ore annuali Italiano Storia Matematica Scienze Integrate (Fisica) Scienze integrate (Sc. Ter. Biol.) Scienze Integrate (Chimica) Informatica e Laboratorio 2+2* 2+2* 2* 2* 2* Tecniche professionali dei servizi commerciali *di cui in compresenza Prima Lingua Straniera (Inglese) Seconda Lingua Straniera (Francese) Scienze motorie e sportive Religione Area di indirizzo Diritto/Economia Tecniche di Comunicazione Ore Totali *di cui in compresenza * L attività didattica di laboratorio caratterizza l area di indirizzo dei percorsi degli istituti professionali; le ore indicate con asterisco sono riferite alle attività di laboratorio che prevedono la compresenza. Le istituzioni scolastiche, nell ambito della loro autonomia didattica e organizzativa, programmano le ore di compresenza nell ambito del primo biennio e del complessivo triennio sulla base del relativo monte-ore.

15 INDIRIZZO SOCIOSANITARIO L indirizzo Servizi socio-sanitari è un corso di studio della durata di 5 anni che si conclude con il rilascio di un diploma di maturità. Al termine dei cinque anni lo studente possiede conoscenze generali e competenze tecnico-professionali riferite ai Servizi Socio-Sanitari. Il corso prevede discipline comuni, per garantire allo studente una formazione di carattere generale e discipline di indirizzo, a carattere specialistico, presenti già dal primo biennio. Le discipline del corso formano la base delle fondamentali competenze che il Diplomato dei Servizi socio-sanitari deve possedere alla fine del ciclo di studi : organizzare e realizzare interventi rivolti a persone o comunità che esprimono particolari bisogni socio-sanitari; promuovere attivamente la salute e il benessere fisico, psichico e sociale della persona. Il ciclo di studi metterà inoltre lo studente in possesso di saperi e capacità operative che gli consentiranno di: saper entrare in relazione con strutture pubbliche e private del settore sociosanitario presenti nel territorio anche per orientare gli utenti verso le strutture che meglio rispondono ai loro bisogni; essere capace di individuare i bisogni socio-sanitari delle persone e delle comunità; acquisire capacità di gestione dell impresa socio-sanitaria; mettere in collegamento tra loro servizi di assistenza e animazione sociale; organizzare interventi finalizzati all inclusione sociale di persone, comunità e fasce deboli; predisporre piani di intervento personalizzati; essere in grado di valutare la qualità del servizio offerto allo scopo di migliorarlo e saper valorizzare le risorse; utilizzare i linguaggi delle lingue straniere con particolare riferimento al settore.

16 Particolare importanza nel percorso di studio, soprattutto per acquisire le competenze richieste al termine del quinquennio, avranno l utilizzazione dei metodi e degli strumenti per conoscere i bisogni socio-sanitari del territorio, soprattutto allo scopo di predisporre opportuni interventi. Il percorso è organizzato in modo da favorire organici raccordi, in particolare con l istruzione tecnica e con i percorsi della Formazione professionale, per garantire i passaggi tra i sistemi. A tal fine vengono valorizzati gli strumenti di certificazione delle competenze acquisite dagli studenti. Aree di competenza del Diplomato in Servizi Socio-sanitari Le aree di competenza del Diplomato nell indirizzo dei Servizi Socio-sanitari si possono così riassumere: la collaborazione alla gestione di progetti di un impresa sociale; l igiene, l alimentazione e la sicurezza, al fine di promuovere un corretto stile di vita delle persone; le tecniche di animazione sociale (il gioco, le attività culturali); la tutela della persona con disabilità e del suo nucleo familiare; la promozione di reti di supporto all inclusione sociale; la facilitazione della comunicazione e della relazione tra persone e gruppi, anche di culture e contesti diversi; la raccolta, la conservazione e la trasmissione, con adeguati strumenti, dei dati dell attività professionale anche ai fini del miglioramento della qualità del servizio. Le metodologie Le metodologie didattiche puntano a far cogliere concretamente la stretta relazione esistente tra cultura professionale, tecnologia e professione e sono centrate sui seguenti criteri: la valorizzazione del metodo laboratoriale e del pensiero operativo; l analisi e la soluzione dei problemi;

17 il lavoro cooperativo per progetti. I risultati di apprendimento, a conclusione del percorso quinquennale, consentono agli studenti di inserirsi nel mondo del lavoro, di proseguire nel sistema dell istruzione e formazione tecnica superiore, nei percorsi universitari, nonché nei percorsi di studio e di lavoro previsti per l accesso agli albi delle professioni tecniche secondo le norme vigenti in materia. A tale scopo, viene assicurato nel corso del quinquennio un orientamento permanente, che favorisca da parte degli studenti scelte fondate e consapevoli. DISCIPLINE COMUNI 1 biennio 2 biennio 5 anno 1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno Lingua e letteratura italiana Lingua inglese Lingua francese Storia Matematica Diritto ed economia 2 2 Scienze motorie e sportive Religione DISCIPLINE D INDIRIZZO Scienze integrate (fisica) 2 Scienze integrate (chimica) 2 Scienze umane e sociali 4 4 Elementi di storia dell arte ed 2 espressioni grafiche Educazione musicale 2 Metodologie operative 2+2* 2+2* 3 Igiene e cultura medico sanitaria Psicologia generale ed applicata Diritto e legislazione sociosanitaria Tecnica amministrativa ed economia sociale 2 2 Totale

18 LICEO ARTISTICO Nell anno scolastico 2013/2014, il Liceo Artistico è composto dalle classi prime e seconde. La durata del nuovo Liceo è quinquennale ed è formato da due periodi biennali e da un quinto anno che completa il percorso disciplinare. L orario settimanale delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti nel primo biennio è di 34 ore, 35 ore settimanali nel secondo biennio e nel quinto anno. Al superamento dell Esame di Stato conclusivo del percorso liceale, è rilasciato il titolo di Diploma di Liceo Artistico con l eventuale indirizzo seguito dallo studente. Esso è necessario per l accesso all Università, agli Istituti di Alta Formazione Artistica, come le Accademie di Belle Arti e gli Istituti Superiori per le Industrie Artistiche, a corsi post-diploma presso la Formazione Professionale Regionale e al mondo del lavoro. Primo biennio Il primo biennio è finalizzato ad un primo approfondimento e sviluppo delle conoscenze, competenze e abilità delle discipline di studio che costituiscono il Liceo, alla acquisizione di un metodo di studio autonomo e flessibile e all assolvimento dell obbligo di istruzione. Per quanto riguarda le materie artistiche, il primo biennio è rivolto all apprendimento delle competenze nell uso dei materiali, delle tecniche e degli strumenti, utilizzati nella produzione pittorica, plastico-scultorea, geometrica, musica e grafica, all uso appropriato della terminologia tecnica essenziale, al raggiungimento della autonomia operativa e alla organizzazione dei tempi e dello spazio di lavoro in maniera adeguata. Nel primo biennio è presente, nel piano degli studi, il Laboratorio artistico che contiene le seguenti discipline di studio: Discipline pittoriche, Discipline plastiche e scultoree, Discipline geometriche, Laboratorio artistico. Gli insegnamenti sono svolti con criterio modulare annuale a rotazione nell arco del biennio e consistono nella pratica delle procedure e delle tecniche operative specifiche dei laboratori presenti negli indirizzi attivati al fine di favorire una scelta consapevole dell indirizzo da parte dello studente. Nell arco del biennio, attraverso l elaborazione di manufatti da modello o progettati inerenti al campo artistico specifico, lo studente affronterà i vari procedimenti operativi e svilupperà la conoscenza dei materiali, delle tecniche e delle tecnologie relative all ambito che caratterizza il laboratorio attivato. Inoltre lo studente acquisirà alcune competenze di base trasversali alle attività laboratoriali e alle procedure progettuali, come: ordine, spazi, tempi, autonomia operativa, proprietà dei materiali, corretto utilizzo degli strumenti e delle tecnologie, uso appropriato del linguaggio tecnico. Secondo biennio Il percorso del Liceo si articola, a partire dal secondo biennio, nell indirizzo: Grafico e Audiovisivo Multimediale

19 INDIRIZZO GRAFICA Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, dovranno: conoscere gli elementi costitutivi dei codici dei linguaggi progettuali e grafici; avere consapevolezza delle radici storiche e delle linee di sviluppo nei vari ambiti della produzione grafica e pubblicitaria; conoscere e applicare le tecniche grafico-pittoriche e informatiche adeguate nei processi operativi; saper individuare le corrette procedure di approccio nel rapporto progettoprodotto-contesto, nelle diverse funzioni relative alla comunicazione visiva ed editoriale; saper identificare e usare tecniche e tecnologie adeguate alla progettazione e produzione grafica; conoscere e saper applicare i principi della percezione visiva e della composizione della forma grafico-visiva. Il secondo biennio è finalizzato all approfondimento e allo sviluppo delle conoscenze e delle abilità e alla maturazione delle competenze relative alle discipline di studio. Lo studente dovrà conoscere e saper gestire, in maniera autonoma, i processi progettuali ed operativi inerenti le materie caratterizzanti gli indirizzi e dovrà conoscere ed essere in grado di impiegare, in modo appropriato, le diverse tecniche, le tecnologie, gli strumenti e i materiali specifici di ciascun indirizzo. Quinto anno Nel quinto anno si persegue la piena realizzazione del profilo educativo, culturale e professionale dello studente, che sarà condotto verso l approfondimento e la gestione autonoma e critica delle fondamentali procedure progettuali ed operative delle discipline caratterizzanti gli indirizzi. Inoltre, si porrà l attenzione sull aspetto esecutivo e sulle capacità di comprensione e rielaborazione personale dell opera d arte, con la sperimentazione di nuove soluzioni tecniche e artistiche. Oltre a ciò, si consolida il percorso di orientamento agli studi successivi e all inserimento nel mondo del lavoro. Già a partire dal secondo biennio, il Liceo stabilirà specifiche modalità per l approfondimento delle conoscenze, delle abilità e delle competenze richieste per l accesso ai relativi e successivi corsi di studio e per l inserimento nel mondo del lavoro. L approfondimento può essere realizzato anche nell ambito dei percorsi di alternanza scuola-lavoro, come pure attraverso l attivazione di moduli e di iniziative di studio-lavoro per progetti, di esperienze pratiche e di tirocinio, anche d intesa con le Università. PIANO DEGLI STUDI INDIRIZZO GRAFICA DISCIPLINE ORE ANNUE Primo Biennio Ore settimanali Secondo Biennio Ore annuali V Anno

20 Italiano Prima Lingua Straniera (Inglese) Storia e geografia Storia Matematica* Filosofia Scienze Naturali* (chimica, biologia scienze della terra) Storia dell arte Discipline grafico e pittoriche Discipline geometriche Discipline plastico scultoree Laboratorio artistico*** Scienze motorie Religione o attività sostitutive Ore Totali Attività e insegnamenti obbligatori di indirizzo Laboratorio di grafica Discipline progettuali grafiche Totale complessivo ore INDIRIZZO AUDIOVISIVO MULTIMEDIALE Il percorso di studio del Liceo artistico è indirizzato allo studio dei fenomeni estetici ed alla pratica artistica. Favorisce l acquisizione dei metodi specifici della ricerca e della produzione artistica e la padronanza dei linguaggi e delle tecniche relative. Fornisce agli studenti gli strumenti necessari per conoscere il patrimonio artistico nel suo contesto storico e culturale e per coglierne appieno la presenza ed il valore nella società odierna, ove l immagine gioca un ruolo sempre più determinante per la comunicazione. Guida altresì lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità necessarie ad esprimere la creatività attraverso metodologie e strumenti operativi e delle tecnologie al passo con la modernità. Questo indirizzo di studi guida lo studente nell acquisire le capacità artistiche di base e le competenze necessarie a dare espressioni alla propria creatività. Presenta un quadro curricolare che mira a potenziare specifiche competenze nell uso di tecniche di rappresentazioni video e audio e di progettazione nel campo della grafica e della comunicazione visiva unite alla conoscenza delle tecniche digitali finalizzate all elaborazione del prodotto multimediale.

ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA

ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA Indirizzo Produzioni industriali e artigianali Articolazione Artigianato ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA CARATTERI E FINALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA I percorsi degli Istituti professionali si caratterizzano

Dettagli

PROGETTO DORSO: Offerta Formativa del Liceo Guido Dorso di Ariano Irpino

PROGETTO DORSO: Offerta Formativa del Liceo Guido Dorso di Ariano Irpino PROGETTO DORSO: Offerta Formativa del Liceo Guido Dorso di Ariano Irpino Carissimi alunni, gentili genitori, questo opuscolo è stato pensato per far conoscere l offerta formativa della nostra scuola a

Dettagli

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014 LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO Biennio triennio Anno scolastico 2013-2014 Il Dipartimento nel redigere il documento di programmazione didattica annuale, fa riferimento a : la revisione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ASSE DEI LINGUAGGI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ASSE DEI LINGUAGGI ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ASSE DEI LINGUAGGI INDIRIZZO CLASSE SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE SERVIZI COMMERCIALI - QUINTO ANNO INGLESE QUADRO ORARIO N. ore 3 1. IDENTITA

Dettagli

ISTRUZIONE PROFESSIONALE Pecup comune Profilo culturale, educativo e professionale (PECUP) comune a tutti i percorsi dell Istruzione professionale

ISTRUZIONE PROFESSIONALE Pecup comune Profilo culturale, educativo e professionale (PECUP) comune a tutti i percorsi dell Istruzione professionale ISTRUZIONE PROFESSIONALE Pecup comune Profilo culturale, educativo e professionale (PECUP) comune a tutti i percorsi dell Istruzione professionale A conclusione dei percorsi degli istituti professionali,

Dettagli

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin)

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) PROGRAMMAZIONE GENERALE DI ITALIANO PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO 1 biennio, 2 biennio, 5 anno. Conoscenze disciplinari Conoscere le strutture

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

E. STOPPA SERVIZI SOCIO SANITARI

E. STOPPA SERVIZI SOCIO SANITARI domenica 14 dicembre 2014 ore 15.00-17.30 venerdì 23 gennaio 2015 ore 18.00-20.30 sabato 7 febbraio 2015 ore 15.00-17.30 SERVIZI COMMERCIALI SEZIONE PROFESSIONALE E. STOPPA SERVIZI SOCIO SANITARI VIENI

Dettagli

Istituti Professionali

Istituti Professionali I nuovi Istituti Professionali Regolamento recante norme concernenti il riordino degli Istituti professionali ai sensi dell articolo 64, comma 4, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito dalla

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO SETTORI: ECONOMICO - TURISTICO - TECNOLOGICO INDIRIZZI: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING - RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING - SISTEMI

Dettagli

L INDIRIZZO SPERIMENTALE LINGUISTICO BROCCA

L INDIRIZZO SPERIMENTALE LINGUISTICO BROCCA L INDIRIZZO SPERIMENTALE LINGUISTICO BROCCA Che cos è L indirizzo si caratterizza per lo studio delle lingue straniere in stretto collegamento con il latino e l italiano. L obiettivo primario è far acquisire

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

LICEO ARTISTICO F. RUSSOLI

LICEO ARTISTICO F. RUSSOLI Ministero dell Istruzione, dell Università, della Ricerca LICEO ARTISTICO F. RUSSOLI di PISA e CASCINA Via San Frediano, 13 56126 PISA - Tel. 050 580501 - Fax 050 580601 Via Tosco Romagnola, 242 56021

Dettagli

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G)

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G) GLI INDIRIZZI DI STUDIO E I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto, sempre attento alle esigenze formative del territorio nel quale opera, ha diversificato, nel corrente anno scolastico, la propria offerta formativa

Dettagli

Barletta Canosa di Puglia

Barletta Canosa di Puglia Barletta Canosa di Puglia Ente di Formazione accreditato presso la Regione Puglia L stituto Nicola Garrone finalizza le sue scelte secondo precise linee guida: favorire il benessere degli studenti e la

Dettagli

UFFICIO LEGISLATIVO IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

UFFICIO LEGISLATIVO IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA UFFICIO LEGISLATIVO Schema di decreto legislativo concernente le norme generali relative al secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione ed i livelli essenziali delle prestazioni in materia

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Anno Scolastico 2014-2015 Istituto PROFESSIONALE grafico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA PRIMO BIENNIO OBIETTIVI GENERALI/ FINALITA' OBIETTIVI EDUCATIVI

Dettagli

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno*

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno* Programmazione di Dipartimento (Area 1) Lettere Programmazione di Lingua Letteratura Italiana Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico II Biennio A. S. 2013-2014 Programmazione disciplinare per anno

Dettagli

Indirizzo Grafica e Comunicazione

Indirizzo Grafica e Comunicazione Istituti tecnici Settore tecnologico Indirizzo Grafica e Comunicazione L indirizzo Grafica e Comunicazione ha lo scopo di far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale, le competenze

Dettagli

4.1 Novità e caratteristiche

4.1 Novità e caratteristiche 34 4.1 Novità e caratteristiche Gli istituti professionali fanno parte a pieno titolo del sistema di istruzione assieme ai licei e agli istituti tecnici e si distinguono nettamente da questi ultimi, perché

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2012/2013 ITALIANO A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO Prof. David Baragiola 1 L AMBITO DISCIPLINARE DI ITALIANO STABILISCE

Dettagli

Nella crescita sociale l Istituto vuole aiutare lo studente ad aprirsi:

Nella crescita sociale l Istituto vuole aiutare lo studente ad aprirsi: OFFERTA FORMATIVA FINALITÁ EDUCATIVE GENERALI Nel corso dei cinque anni d articolazione dei corsi, l Istituto intende garantire agli studenti una formazione integrata che armonizzi la crescita personale,

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE CHINO CHINI SETTORI, INDIRIZZI E CORSI

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE CHINO CHINI SETTORI, INDIRIZZI E CORSI Anno Scolastico 2012/2013 ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE CHINO CHINI BORGO SAN LORENZO SETTORI, INDIRIZZI E CORSI Presidenza e Segreterie: Via Caiani, 68 50032 Borgo San Lorenzo (Fi) Tel. 0558459268

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI Via delle Rose, 68 LUCCA - Tel. 0583/58211 Fax 0583/418619 E-mail: info@liceovallisneri.it Sito Internet: http://www.liceovallisneri.it A. S. 2014/2015 PROGRAMMAZIONE

Dettagli

Istituto Tecnico Economico Statale G. Luosi

Istituto Tecnico Economico Statale G. Luosi Linee generali del POF Luosi sulla base del nuovo ordinamento Istituto Tecnico Economico Statale G. Luosi 1. L orario complessivo annuale è determinato in 1.056 ore, corrispondente a trentadue ore settimanali

Dettagli

Dirigente Anna Maria AMORUSO. LICEO "BIANCHI DOTTULA"

Dirigente Anna Maria AMORUSO. LICEO BIANCHI DOTTULA I NUOVI LICEI D.Lgs 226/ 05 Moratti D.L 112/ 08 conv L 133/ 08 razionalizzazione uso risorse DPR 89 del 15.03.2010 Gelmini Indicazioni nazionali Liceo Artistico Liceo Classico Liceo Linguistico Liceo delle

Dettagli

Liceo Artistico Statale Aldo Passoni

Liceo Artistico Statale Aldo Passoni Liceo Artistico Statale Liceo Artistico Statale Aldo Passoni Via della Rocca,7-10123 Torino - Tel.: 011.8177377 - Fax: 011.8127290 Mail: istpassoni@tin.it - sito web: http://www.lapassoni.it 1 2 Liceo

Dettagli

POF 2013-2014 - COMPETENZE

POF 2013-2014 - COMPETENZE POF 2013-2014 - COMPETENZE Seguendo le indicazioni della normativa, La Scuola anche per il SECONDO BIENNIO riconosce l importanza dei quattro assi culturali sulla base dei quali gestire la formulazione

Dettagli

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE MILANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE STRUTTURA DELLA DISCIPLINA 2 Riflessione sulla lingua Dimensione comunicativa-funzionale Dimensione letteraria 3 Articolazione della disciplina

Dettagli

I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI SERVIZI DI SALA E DI VENDITA

I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI SERVIZI DI SALA E DI VENDITA I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto offre tre diversi profili professionali: ENOGASTRONOMIA SERVIZI DI SALA E DI VENDITA ACCOGLIENZA TURISTICA Nell articolazione dell ENOGASTRONOMIA, il

Dettagli

...una scuola di qualità per il tuo futuro!

...una scuola di qualità per il tuo futuro! A conclusione del percorso di studi lo studente è in grado di poter svolgere ruoli e funzioni relative a : rilevazioni dei fenomeni gestionali utilizzando metodi, strumenti, tecniche contabili ed extracontabili;

Dettagli

FINALITA solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico limitato numero di ampi indirizzi esercizio di professioni tecniche

FINALITA solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico limitato numero di ampi indirizzi esercizio di professioni tecniche FINALITA fornire una solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico in linea con le indicazioni dell Unione europea offrire un limitato numero di ampi indirizzi, correlati a settori fondamentali

Dettagli

I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI

I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto offre quattro diversi profili professionali: ENOGASTRONOMIA CUCINA SERVIZI DI SALA E DI VENDITA ENOGASTRONOMIA PROD. DOLCIARI ARTIGIANALI E INDUSTRIALI

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE Classe 4 a C A.S. 2015/2016 Disciplina: Italiano Docente: prof. ssa Anna Schiavo Ore settimanali: quattro Libro di

Dettagli

I. P. C. LUCIANO TANDOI

I. P. C. LUCIANO TANDOI I. P. C. LUCIANO TANDOI ISTRUZIONE PROFESSIONALE STATALE Corso quinquennale per Tecnico dei Servizi Commerciali Primo Biennio (classi Prime e Seconde) Secondo Biennio (classi Terze e Quarte) Monoennio

Dettagli

Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO. Docentte:: Sandro Marchioro

Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO. Docentte:: Sandro Marchioro ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G.VERONESE-G.MARCONI SEDE ASSOCIATA G.. MARCONII Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO Docentte:: Sandro Marchioro Classe 2 IFP I a..s:: 20015/ /2016 FINALITA

Dettagli

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA LICEO CLASSICO LORENZO COSTA La Spezia Piazza G. Verdi, 15 Tel 0187 734520 Il passato ti appartiene......costruisci il tuo futuro! IL NOSTRO LICEO da più di cento anni una presenza significativa nella

Dettagli

IPSIA A. Pacinotti Pistoia Piano dell'offerta formativa a.s. 2015-2016 ISTRUZIONE PROFESSIONALE: ORDINAMENTO E CURRICOLI

IPSIA A. Pacinotti Pistoia Piano dell'offerta formativa a.s. 2015-2016 ISTRUZIONE PROFESSIONALE: ORDINAMENTO E CURRICOLI ISTRUZIONE PROFESSIONALE: ORDINAMENTO E CURRICOLI 1 Finalità I percorsi degli Istituti Professionali sono parte integrante del sistema dell istruzione secondaria superiore in cui si articola il secondo

Dettagli

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing L OFFERTA FORMATIVA La nostra offerta formativa, alla luce del Regolamento di Riordino dei Cicli approvato dal Consiglio dei Ministri il 4.2.2010, comprende: A. - Settore Economico: Amministrazione, Finanza

Dettagli

Le proposte dal 2010-2011. Liceo Scientifico, Liceo Classico, Liceo Linguistico.

Le proposte dal 2010-2011. Liceo Scientifico, Liceo Classico, Liceo Linguistico. Le proposte dal 2010-2011 Il Liceo Galilei attua la Riforma Gelmini, varata il 4 febbraio 2010, avvalendosi di un esperienza didattica e formativa maturata negli anni e supportata da un attento piano di

Dettagli

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Via dei Carpani 19/B 31033 Castelfranco V. ( TV ) Pag. 1 di 10 Anno Scolastico 2015-2016 PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Disciplina ITALIANO Classe PRIMA DATI IN EVIDENZA IN PREMESSA (richiami al

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO 1. PRIMO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISCIPLINA : LINGUA

Dettagli

Vieni con noi Iscriviti alla

Vieni con noi Iscriviti alla Vieni con noi Iscriviti alla SEZIONE PROFESSIONALE per i servizi commerciali e turistici Ilaria Alpi Sede Via Mogadiscio, 41 Tel. 0832 947778 73043 Copertino dell Istituto d Istruzione Superiore Copertino

Dettagli

DIPLOMATO SISTEMA MODA ARTICOLAZIONE CALZATURE E MODA

DIPLOMATO SISTEMA MODA ARTICOLAZIONE CALZATURE E MODA DIPLOMATO SISTEMA MODA ARTICOLAZIONE CALZATURE E MODA PROFILO PROFESSIONALE Il Diplomato nell Indirizzo "Sistema Moda" ha competenze specifiche nell ambito delle diverse realtà ideativo-creative, progettuali,

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI"

LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI" Indirizzi: Scienze applicate- Scienze umane- Economico-sociale - Linguistico- Classico-Musicale Via Roma, 66-81059 VAIRANO PATENORA-SCALO (CE) Tel.-fax- 0823/988081

Dettagli

Viale F. A. Lutti, 7 38066 Riva del Garda (TN)

Viale F. A. Lutti, 7 38066 Riva del Garda (TN) Viale F. A. Lutti, 7 38066 Riva del Garda (TN) PERCHÉ SCEGLIERE IL LICEO In un contesto di continuo cambiamento e perenne trasformazione è necessario riorganizzare e reinventare i propri saperi e le proprie

Dettagli

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe:

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe: Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016 Consiglio della Classe Sez. Indirizzo Scenografia Coordinatore: Data di approvazione: Docenti: Disciplina:

Dettagli

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo)

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo) ISTITUTO COMPRENSIVO SALVADOR ALLENDE Paderno Dugnano Linee progettuali disciplinari CLASSI TERZE - a.s.2014-2015 AREA DISCIPLINARE : Linguistico-artistica-espressiva MATERIA: ITALIANO FINALITA DELLA DISCIPLINA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI REMEDELLO. Sintesi del Piano dell offerta formativa. Scuola Secondaria di Primo Grado

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI REMEDELLO. Sintesi del Piano dell offerta formativa. Scuola Secondaria di Primo Grado ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI REMEDELLO Sintesi del Piano dell offerta formativa Scuola Secondaria di Primo Grado ANNO SCOLASTICO 2014-2015 SEDI ED INDIRIZZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE L Istituto

Dettagli

Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO

Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO Finalità formative generali di tipo cognitivo I docenti di Italiano e Latino del triennio riconoscono

Dettagli

ISTRUZIONE PROFESSIONALE

ISTRUZIONE PROFESSIONALE ISTRUZIONE PROFESSIONALE 107 1 Leonardo da Vinci, Como 2 Pessina, Como 3 Pessina, Appiano Gentile 4 5 Ripamonti, Como Romagnosi, Longone al Segrino 6 Sant Elia, Cantù 7 Vanoni, Porlezza 8 San Vincenzo,

Dettagli

Orientamento per il successo scolastico e formativo. PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo

Orientamento per il successo scolastico e formativo. PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo Orientamento per il successo scolastico e formativo PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo 2 I nuovi Licei 3 I nuovi licei LA STRUTTURA DEL PERCORSO QUINQUENNALE Il percorso

Dettagli

ISTRUZIONE PROFESSIONALE

ISTRUZIONE PROFESSIONALE ISTRUZIONE PROFESSIONALE 113 ISTRUZIONE PROFESSIONALE 1 Leonardo da Vinci, Como 2 Pessina, Como 3 Pessina, Appiano Gentile 4 Ripamonti, Como 5 Leonardo da Vinci, Canzo 6 Romagnosi, Longone al Segrino 7

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO - DIDATTICA ISTITUTO TECNICO SETTORE TECNOLOGICO

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO - DIDATTICA ISTITUTO TECNICO SETTORE TECNOLOGICO M i n i s t e r o d e l l I s t r u z i o n e, d e l l U n i v e r s i t à e d e l l a R i c e r c a I. I. S. J. T O R R I A N I I S T I T U T O T E C N I C O - S E T T O R E T E C N O L O G I C O L I

Dettagli

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) dell Istituto Statale D Arte G. de Chirico - Torre Annunziata Corso Liceo Artistico

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) dell Istituto Statale D Arte G. de Chirico - Torre Annunziata Corso Liceo Artistico ISTITUTO STATALE D ARTE GIORGIO de CHIRICO DIS. SCOL. N.37 C. S. NASDO4000B C. F. 82008380634 Sede: TORRE ANNUNZIATA (NA) Via Vittorio Veneto, 514 Tel.0815362838- Fax 081.862.89.41-sito:www.isadechirico.it

Dettagli

RIORDINO DEL SECONDO CICLO D ISTRUZIONE DALL A.S. 2010-2011. I.C. E. De Amicis - Lomazzo (CO)

RIORDINO DEL SECONDO CICLO D ISTRUZIONE DALL A.S. 2010-2011. I.C. E. De Amicis - Lomazzo (CO) RIORDINO DEL SECONDO CICLO D ISTRUZIONE DALL A.S. 2010-2011 I.C. E. De Amicis - Lomazzo (CO) ORDINAMENTO SCOLASTICO PRIMO CICLO SCUOLA PRIMARIA (5 anni) SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO (3* anni) LICEI (5*

Dettagli

Informazioni utili per scegliere in modo più consapevole il percorso di istruzione o formazione dopo la Terza Media

Informazioni utili per scegliere in modo più consapevole il percorso di istruzione o formazione dopo la Terza Media Assessorato alle Politiche Giovanili Informazioni utili per scegliere in modo più consapevole il percorso di istruzione o formazione dopo la Terza Media A cura dell Informagiovani del Comune di Azzano

Dettagli

Anno 2014 2015. classi I - II - III IV - V. Liceo Scientifico - Scienze Applicate

Anno 2014 2015. classi I - II - III IV - V. Liceo Scientifico - Scienze Applicate 1 Liceo Scientifico - Scienze Applicate Liceo Scientifico Scienze Applicate PROGETTO SPORT (classe 1^ - 2^-3^) Istituto Tecnico Anno 2014 2015 classi I - II - III IV - V Settore Tecnologico Costruzioni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 ITALIANO (BIENNIO CLASSICO E SCIENTIFICO) Obiettivi generali dell insegnamento della lingua italiana nel biennio sono: affinare le capacità espressive

Dettagli

www.iissluigirusso.gov.it LUIGI RUSSO Istituto di Istruzione Secondaria Superiore 70043 - Monopoli (Ba)

www.iissluigirusso.gov.it LUIGI RUSSO Istituto di Istruzione Secondaria Superiore 70043 - Monopoli (Ba) www.iissluigirusso.gov.it il bais0 00c@istru one.it L I.I.S.S. Luigi Russo è un Istituto Statale che propone un offerta formativa ampia, articolata, secondo quanto previsto dalla riforma dei Licei e degli

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA MEDIA. Obiettivi specifici di apprendimento e relativi contenuti Primo biennio.

ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA MEDIA. Obiettivi specifici di apprendimento e relativi contenuti Primo biennio. ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA MEDIA Obiettivi specifici di apprendimento e relativi contenuti Primo biennio Obiettivi specifici ITALIANO Attività ASCOLTO - Applicare le strategie dell ascolto

Dettagli

Didattica per competenze- Introduzione

Didattica per competenze- Introduzione Programmazione biennio Didattica per competenze- Introduzione La didattica delle competenze si fonda sul presupposto che gli studenti apprendono meglio quando costruiscono il loro sapere in modo attivo

Dettagli

Istruzione professionale:

Istruzione professionale: Istruzione professionale: DUE BIENNI + QUINTO ANNO - ESAME DI STATO - ACCESSO AI CORSI UNIVERSITARI Indirizzi attivi: Servizi Commerciali dal terzo anno è possibile anche scegliere Servizi Socio-Sanitari

Dettagli

2. L OFFERTA FORMATIVA

2. L OFFERTA FORMATIVA 2. L OFFERTA FORMATIVA 2.1 DESCRIZIONE La nostra scuola, con riferimento ai corsi presenti nella sede centrale di Carbonia, è impegnata ad assolvere il compito istituzionale di formare un tecnico nei settori

Dettagli

La scuola dell infanzia è un ambiente educativo di esperienze concrete e di apprendimento riflessivo che integra le differenti forme del fare,

La scuola dell infanzia è un ambiente educativo di esperienze concrete e di apprendimento riflessivo che integra le differenti forme del fare, ITALIA Introduzione La riforma del sistema italiano è stata oggetto di numerose discussioni e polemiche. La legge di riforma dell ordinamento varata nel 2000 è stata successivamente abrogata dal nuovo

Dettagli

IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO

IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO MATERIA: ITALIANO IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO A.S. 2013-2014 Competenze chiave trasversali di cittadinanza

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE DENORA. Anno scolastico 2010/2011

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE DENORA. Anno scolastico 2010/2011 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE DENORA Anno scolastico 2010/2011 ISTITUTO SUPERIORE STATALE I.I.S.S. DENORA ALTAMURA(BA) ISTRUZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

ORIENTAMENTO FORMATIVO INFORMATIVO. pg 1

ORIENTAMENTO FORMATIVO INFORMATIVO. pg 1 ORIENTAMENTO FORMATIVO INFORMATIVO pg 1 TIPOLOGIA DELLA SCUOLA MEDIA Aree disciplinari e diversi percorsi di studio Conoscenza di sé le proprie attitudini il proprio modo di porsi nei confronti dell impegno

Dettagli

Il riordino del sistema d istruzione e formazione. Vera riforma? Razionalizzazione per ridurre la spesa? Restaurazione?

Il riordino del sistema d istruzione e formazione. Vera riforma? Razionalizzazione per ridurre la spesa? Restaurazione? Il riordino del sistema d istruzione e formazione Vera riforma? Razionalizzazione per ridurre la spesa? Restaurazione? di Paolo Gallana Marzo 2010 Dove nasce il riordino La fonte normativa d origine è

Dettagli

4. INDIRIZZI E PIANI DI STUDIO

4. INDIRIZZI E PIANI DI STUDIO Liceo G.F. Porporato anno scolastico 2013-2014 4. INDIRIZZI E PIANI DI STUDIO 4.1 Profilo Indirizzo Classico Corso di studi quinquennale Titolo di studio: Diploma di Liceo Classico L indirizzo classico

Dettagli

ISTITUTO B. PASCAL 4 PERCORSI FORMATIVI 2 2 PERCORSI LICEALI PERCORSI TECNICI

ISTITUTO B. PASCAL 4 PERCORSI FORMATIVI 2 2 PERCORSI LICEALI PERCORSI TECNICI I.I.S. BLAISE PASCAL Via Makallè, 12 42124 Reggio Emilia ISTITUTO B. PASCAL 4 PERCORSI FORMATIVI 2 2 PERCORSI LICEALI PERCORSI TECNICI Sito web dell Istituto: www.pascal.gov.it Telefono: 0522 512351 e-mail:

Dettagli

Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali articolazione Industria opzione Produzioni audiovisive

Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali articolazione Industria opzione Produzioni audiovisive Bozza 16 novembre 2011 allegato B 4 Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali articolazione Industria opzione Produzioni audiovisive Profilo Il Diplomato di istruzione professionale nell indirizzo

Dettagli

Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore economico

Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore economico Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore economico AREA DI ISTRUZIONE GENERALE RISULTATI DI APPRENDIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA I.I.S. FEDERICO II DI SVEVIA LICEO SCIENTIFICO - OPZIONE SCIENZE APPLICATE - MELFI - PIANO DI LAVORO ANNUALE LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE V AA A.S. 2015/2016 PROF.SSA VIOLANTE RIZZO FINALITÀ SPECIFICHE

Dettagli

ISTRUZIONE PROFESSIONALE PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI ARTICOLAZIONE ARTIGIANATO OPZIONE PRODUZIONI TESSILI - SARTORIALI

ISTRUZIONE PROFESSIONALE PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI ARTICOLAZIONE ARTIGIANATO OPZIONE PRODUZIONI TESSILI - SARTORIALI ISTRUZIONE PROFESSIONALE PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI ARTICOLAZIONE ARTIGIANATO OPZIONE PRODUZIONI TESSILI - SARTORIALI PROFILO PROFESSIONALE Il Diplomato di istruzione professionale nell indirizzo

Dettagli

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA

LICEO CLASSICO LORENZO COSTA LICEO CLASSICO LORENZO COSTA La Spezia Piazza G. Verdi, 15 Tel 0187 734520 Il passato ti appartiene......costruisci il tuo futuro! IL NOSTRO LICEO da più di cento anni una presenza significativa nella

Dettagli

E-Mail: parentucelli@hotmail.com. http://www.parentucelli.com

E-Mail: parentucelli@hotmail.com. http://www.parentucelli.com 0187610831 E-Mail: parentucelli@hotmail.com http://www.parentucelli.com Gli ambienti Laboratori multimediali Informatico Linguistico Nuove Tecnologie Gli ambienti I Laboratori di Scienze Chimica Biologia

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari

ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE LETTERE SULLA BASE DELLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICULO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

Dettagli

Istituto Professionale Statale servizi commerciali C. Cattaneo

Istituto Professionale Statale servizi commerciali C. Cattaneo Linee generali del POF Luosi sulla base del nuovo ordinamento Istituto Professionale Statale servizi commerciali C. Cattaneo 1. Valgono per l organizzazione oraria le condizioni definite in precedenza

Dettagli

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4. 1 LA MISSION La Direzione Didattica San Giovanni conferma le scelte educative delineate nel corso degli ultimi anni, coerenti con le finalità e gli obiettivi del sistema nazionale

Dettagli

Gli indirizzi di studio

Gli indirizzi di studio Gli indirizzi di studio L Istituto Caniana rappresenta oggi un polo scolastico della GRAFICA e della MODA di primo piano a livello nazionale. Lo dimostra il fatto, ad esempio, che nell anno scolastico

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 CLASSE 3AS Indirizzo di studio Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Silvia Carminati

Dettagli

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LA DIMENSIONE DEL BISOGNO: COMUNICAZIONE E DIVERSITÀ Motivazione dell idea progettuale Il nostro Istituto

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

RELAZIONE DI DIPARTIMENTO. DISCIPLINE: Italiano e Storia ANNO SCOLASTICO 2013 2014

RELAZIONE DI DIPARTIMENTO. DISCIPLINE: Italiano e Storia ANNO SCOLASTICO 2013 2014 ISTITUTO POLISPECIALISTICO S. PAOLO Sede centrale: p.zza della Vittoria, 1 80067 Sorrento tel./fax: 0818071005 Presidenza: 0818771220 e mail: presidenza@isusanpaolo.it Succursale: via Sersale, Sorrento

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA E CULTURA LATINA a.s. 2014-15 (Programmazione di Dipartimento)

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA E CULTURA LATINA a.s. 2014-15 (Programmazione di Dipartimento) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE P. LEVI PROGRAMMAZIONE DI LINGUA E CULTURA LATINA a.s. 2014-15 (Programmazione di Dipartimento) LINGUA E CULTURA LATINA / Primo biennio / Secondo biennio / Quinto anno

Dettagli

SUPERIORI. GUIDA alla RIFORMA. Devo iscrivere mio figlio/a alle

SUPERIORI. GUIDA alla RIFORMA. Devo iscrivere mio figlio/a alle Devo iscrivere mio figlio/a alle La riforma parte per le sole classi prime da settembre 2010 Le iscrizioni si chiudono il 26 marzo 2010 Richiedi al Dirigente Scolastico della scuola media di tuo figlio/a

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE 1 di 6 02/01/2014 12.36 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO: 2013/2014 1. SECONDO BIENNIO DISCIPLINA : Italiano Competenze

Dettagli

P.E.I. PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

P.E.I. PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Scuola Secondaria Statale di Primo Grado Via Pascoli Via G. Pascoli, 256-47521 CESENA (FC) Tel. 0547/611134 - Fax. 0547/29163 E-mail: fomm03100p@istruzione.it - www.viapascolicesena.gov.it P.E.I. PIANO

Dettagli

La riforma degli Istituti Tecnici

La riforma degli Istituti Tecnici La riforma degli Istituti Tecnici Nel nostro Paese si è legati ancora ad un modello culturale che tende spesso a contrapporre il sapere al saper fare, la conoscenza teorica alle competenze tecniche e pratiche,

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli ITALIANO BIENNIO Il Liceo Classico promuove lo sviluppo e l approfondimento delle quattro abilità di base (ascolto, lettura, rielaborazione

Dettagli

LICEO COREUTICO GUIDA ALL ISCRIZIONE A.S. 2015/16

LICEO COREUTICO GUIDA ALL ISCRIZIONE A.S. 2015/16 Sede centrale: Vico I Rota, 2 (80067) Tel 081 8073230 Fax 081 8072238 Sorrento Napoli Sede storica: P.tta San Francesco, 8 - Tel. 081 807 30 68-80067 Sorrento C.F. 90078490639 - Cod. Mecc: NAIS10300D e-mail:

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO e SERVIZI ALFREDO AMATUCCI. All. n.9 IeFP

ISTITUTO PROFESSIONALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO e SERVIZI ALFREDO AMATUCCI. All. n.9 IeFP ISTITUTO PROFESSIONALE INDUSTRIA, ARTIGIANATO e SERVIZI ALFREDO AMATUCCI Viale Italia n.18-83100 Avellino Sede centrale: Tel.0825 1643184 Fax: 0826 1643182 Succursale: Via Ferrante - tel e fax 0825 36581

Dettagli

L Istituto mantiene infine contatti costanti con genitori e studenti

L Istituto mantiene infine contatti costanti con genitori e studenti Offerta formativa Istituto Tecnico Commerciale - Liceo Socio-Psicopedagogico Via Bonistallo, 73-50053 EMPOLI Tel. 0571-80614/81696 Fax 0571-82189/946803 Indirizzo ERICA Indirizzo ERICA SPORT Indirizzo

Dettagli

IL SISTEMA REGIONALE DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE

IL SISTEMA REGIONALE DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE IL SISTEMA REGIONALE DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE L ordinamento italiano in materia di Istruzione Secondaria e di Istruzione e Formazione Professionale è cambiato. In base alle norme sul secondo

Dettagli