Piano di gestione dell itinerario turistico integrato. Clorinda Arezzo Nicoletta Blundo Damiano Bracchitta Giuliana Occhipinti Giuseppe Terranova

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano di gestione dell itinerario turistico integrato. Clorinda Arezzo Nicoletta Blundo Damiano Bracchitta Giuliana Occhipinti Giuseppe Terranova"

Transcript

1 Piano di gestione dell itinerario turistico integrato Clorinda Arezzo Nicoletta Blundo Damiano Bracchitta Giuliana Occhipinti Giuseppe Terranova

2 Piano di lavoro 1. Selezione dell area oggetto dell intervento 2. Indagine territoriale / SWOT Analysys 3. Ideazione itinerario turistico integrato 4. Intercettazione finanziamenti 5. Definizione formula giuridica 6. Pianificazione comunicazione e promozione Piano di gestione

3 Il Marketing Mix è composto da 4 leve dette generalmente 4 P : Prodotto (Caratteristiche fisiche, accessori, servizi supplementari) Prezzo (fascia di prezzo, Mark up, margini di contribuzione e finanziamenti, condizioni e modalità di pagamento, scontistica, omaggi) Promozione (comunicazione, rete informativa, pubblicità classica, promozione commerciale, pubbliche relazioni. Posto (collocamento/distribuzione, tipo e gestione del canale, intermediari, punti di vendita, promotori)

4 Indagine territoriale e swot analysis

5 Indagine territoriale FATTORI POLITICI: in quale misura il governo nazionale e locale interviene per l'economia del turismo e della cultura? Politica fiscale L. 342/2000 sulle Erogazioni liberali Il diritto del lavoro Diritto ambientale Stabilità politica FATTORI ECONOMICI la crescita economica, i tassi di interesse, i tassi di cambio e di tasso di inflazione. 1)Richiesta vista come una molestia e occasionale Avere obiettivi, esperienze, risultati ottenuti o ottenibili 2)Attitudine mentale: mecenatismo per attività sociali 3) Mancanza di personale qualificato Più risorse umane e finanziarie Federculture

6 Indagine territoriale FATTORI SOCIALI gli aspetti culturali e di coscienza come la salute, il tasso di crescita della popolazione, della distribuzione per età, carriera ecc. Sono le tendenze sociali che influenzano la domanda di prodotti di una società e come tale società opera STATISTICHE E MONITORAGGIO FATTORI TECNOLOGICI i cambiamenti tecnologici possono influenzare i costi, la qualità e la spinta verso l'innovazione. FATTORI AMBIENTALI che includono meteo, clima, e il cambiamento climatico DESTAGIONALIZZAZIONE E ANALISI DEI FRUITORI FATTORI GIURIDICI ad esempio, diritto dei consumatori, diritto del lavoro e della sicurezza. Questi fattori possono influenzare il modo in cui si opera e i costi.

7 Punti di forza: condizioni INTERNE che sono utili a raggiungere l obiettivo Punti di debolezza: condizioni INTERNE che sono dannose per il raggiungimento dell obiettivo Opportunità: condizioni ESTERNE che sono utili a raggiungere l obiettivo Minacce: condizioni ESTERNE che potrebbero recare danni al raggiungimento dell obiettivo *Come possiamo utilizzare e sfruttare ogni Forza? *Come possiamo migliorare ogni Debolezza? *Come si può sfruttare e beneficiare di ogni Opportunità? *Come possiamo ridurre ciascuna delle Minacce?

8 Strengthnesses Analisi SWOT Weaknesses -Vicinanza a siti noti -Tipicità forte del fenomeno del ipogeismo -Inserimento in percorsi naturalistici -Vicinanza al mare -Vicinanza con strutture ricettive -Vicinanza a centri per attività ricreative (golf, maneggio, centro benesssere, fattorie didattiche) -Clima -Trasporto pubblico inesistente -Mancanza di personale di custodia -Mancanza di pannellistica -Segnaletica assente -Poca accessibilità -Poca documentazione -Poca manutenzione -Politiche poco attente allo sviluppo turistico e culturale -Burocrazia farraginosa Opportunities -Sfruttare canali già noti di comunicazione turistica per il nostro progetto -Intercettare gli eventi -Proporre dei percorsi originali e secondo modelli stranieri Threats -Brevità dei soggiorni in provincia di Ragusa -Concorrenza -Fase di crisi economica

9 Ulivi e carrubbi Riserva Irminio Vallata Santa Domenica Riserva Cava Randello Riserva Pino d Aleppo Chiese barocche Tradizioni enogastronomiche Luoghi di Montalbano

10 Sagre Festival organistico Ibla Buskers Eurochocolate Cheese Art

11 Target e offerta turistica

12 DAM Dal punto di vista dell organizzazione le destinazioni turistiche possono presentarsi in tre modi (M. Tamma 2000): 1. Il modello one to one, o di frammentazione: la destinazione è priva di una propria proposta sul mercato; il visitatore deve adoperarsi per cercare tutti i servizi che gli interessano. 2. Il modello package o di dipendenza: l organizzazione del viaggio ricade interamente nelle mani del t.o. che lo organizza; il viaggio perde in personalizzazione. 3. Il modello network o di integrazione: corrisponde al sistema, cioè alla creazione di un intreccio di servizi connessi all interno di una rete locale di offerta efficace ed efficiente.

13 DAM Cosa offre la nostra mèta? Tipologie di destinazione rispetto alla mobilità 1. Destinazione di base: ci si reca in quanto suscita interesse, per poi partire verso altre destinazioni. 2. Destinazione come parte di un circuito: località da cui si transita per recarsi verso altre mete; la permanenza è breve, il numero dei turisti può essere elevato. 3. Destinazioni di percorsi tematici: hanno in comune gli elementi che inducono al viaggio. Ognuna di queste destinazioni ha tempi e necessità organizzative diverse. Bisogna dare forma al prodotto turistico.

14 DAM Il prodotto turistico 1. Un prodotto turistico è costituito da risorse che devono essere integrate da un servizio. (Es.: navetta che colleghi i punti di visita) 2. L offerta di un territorio va costruita, ogni località è un contenitore da riempire. Nel far questo è necessario integrare tutti gli elementi dell offerta. (Es.: non solo archeologia) 3. Il cliente va conosciuto per capirne i bisogni e le aspettative. Il cliente soddisfatto acquista di più e i costi per servire un cliente abituale sono minori. (Es.: questionari) 4. Se il feedback innescato è positivo i clienti risultano meno sensibili a un eventuale aumento dei prezzi.

15 DAM Cosa possiamo offrire? Un turismo culturale, responsabile, ecosostenibile landscape, leisure e learning Landscape = paesaggio ibleo come microcosmo, isola nell isola. Leisure = natura, mare, prodotti enogastronomici di qualità. Learning = archeologia, arte, architettura, letteratura, cinema. Gli Iblei come chiave di lettura della storia della Sicilia, dell Italia, del Mediterraneo.

16 DAM Ricettività diffusa: un possibile modello per il turismo negli Iblei? Strutture medio-alte (da 3 stelle in su): 34 (sparse): golf, equitazione, piscina, centro benessere, zona fitness, trekking Visionabili via internet (siti vetrina) Strutture medio-basse (1-2 stelle,b&b): 23 Fascia costiera Attrattiva: mare e i centri costieri No internet o semplici pubblicità B&B in Sicilia: Legge 23 dicembre 2000, n. 32.

17 DAM Un collante ideale: il patrimonio archeologico diffuso ma non solo

18 DAM Il prodotto Archaeotur : ipotesi per la fruizione del patrimonio archeologico diffuso I percorsi possono essere pertanto organizzati lungo una direttrice unitaria, ma al tempo stesso ciascuno di essi presenta peculiarità uniche Offerta paesaggistica: le chiuse coi muri a secco, muragghi, trazzere, mulattiere e percorsi di viabilità storica; l ambiente di cava (Cava S. Leonardo, Cava della Misericordia), i mulini etc. Offerta culturale: architettura rurale, masserie fortificate; i percorsi dei mielai iblei; chiese rupestri e romitori. Offerta enogastronomica/svago: centri benessere, eccellenze culinarie, percorso delle piante aromatiche stagionali, aziende agricole (latticini), il miele di satra e il timo.

19 DAM Il Target: a chi ci rivolgiamo? Turisti Italiani Stranieri Residenti Siciliani Ragusani Periodo Estivo Eventi Studenti Dai liceali ai bimbi di scuola elementare Autunno-Primavera Statistica visitatori Museo del Duomo di Ragusa Ibla nell estate 2009 Regno Unito 67 Area tedesca 67 USA 57 Francia e Belgio 49 Vicino Oriente 21 Spagna 18 Australia 18 Malta 17 Giappone 14 Europa dell Est 14 Olanda 11 Svizzera 10 America Latina 9

20 DAM Come arrivare ai potenziali fruitori? Turisti Italiani Stranieri Strutture Ricettive (medio-alte) Residenti Siciliani Ragusani Coinvolgimento degli Enti Pubblici e Associazioni in occasione di eventi particolari (Ibla Buskers, etc ) Studenti Dai Liceali Proposte di attività didattiche; Ai bimbi di scuola elementarecoinvolgimento degli istituti scolastici locali e delle nuove generazioni con progetti didattici specifici miranti ad approfondire singole tematiche (p.e. il mestiere dell archeologo, la professione di guida turistica, il cristianesimo delle origini, i riti funerari e le tipologie sepolcrali, etc.)

21 DAM I pull factors del turismo ibleo: non basta l offerta La popolazione locale: l ospitalità è una componente alla base di una destinazione che vuole accogliere turisti. Animazione e ambiente: una città deve dare l impressione di essere frequentata da persone che vivono bene. Sistemi di trasporto: potente strumento di amplificazione del prodotto destinazione.

22 I percorsi turistici Percorsi integrati e ipotesi di fruizione

23 La creazione di un percorso Punti attrattiva (Marina di Ragusa Punta Secca Camarina Donnafugata Ibla)

24 La creazione di un percorso Punti ristoro (cucina tipica fai da te; in ultima analisi pranzo a sacco)

25 La creazione di un percorso Percorsi ciclici (punto di partenza coincide con il punto di arrivo)

26 La creazione di un percorso Nonosoloarcheologia (almeno un area oggetto di Archaeotur presente ma offerta diversificata: lezioni Yoga, gite in barca, maneggio, mostra carretti siciliani, mostra attrezzi agricoli)

27 La creazione di un percorso Programmazione culturale (Incrementare e coordinare nell anno gli eventi culturali, promuovendone la diffusione in ambito globale ed incrementando le occasioni di interscambio con altre aree culturali affini)

28 La creazione di un percorso Mappatura a tappeto di ogni evidenza (struttura ricettiva, evidenza archeologica, attrazione naturalistica, etc.) che possa contribuire alla creazione di un percorso di interesse.

29 La creazione di un percorso Caratterizzazione forte (ogni percorso mira a sottolineare un aspetto, mirando ad una caratterizzazione forte dell offerta) 1 percorso: gite in barca/immersioni/snorkling 2 percorso: gite in mountain bike 3 percorso: percorso esperienziale 4 percorso: trekking 5 percorso: percorso per diversamente abili

30 1 Percorso: marenero Marina di Ragusa (P.zza Torre): Torre Cabrera e storia borgo Mazzarelli; imbarco; Marina di Ragusa porto: notizie scaro Mazzarelli; Kaukana: Visita agli Scavi e alla chiesa; Punta Secca: Casa Montalbano e Torre; immersione; Pranzo presso l agriturismo Dallas/Rosacambra Pirrera: Visita chiesa e cimitero Mezzagnone: Visita Ritorno a Marina (con consegna programma aggiornato eventi settimanali).

31 1 Percorso: marenero Punti di forza: Intercettazione grandi flussi turistici a Marina di Ragusa. Introduzione di percorsi insoliti. Attività di immersione. Storia dai bizantini (Kaukana) all 800 (Scaro Mazzarelli). Apertura di posti altrimenti non visitabili e difficilmente raggiungibili. Consegna programma aggiornato eventi settimanali.

32 2 Percorso: Pedalata verde Marina di Ragusa [o Ibla]: partenza per Camarina. Camarina: visita a Museo e Scavi; Spostamento passando per i campi da golf a struttura (Donnafugata Resort) per noleggio biciclette; Castello di Stranceslao: sosta breve alla Casina neo-gotica Pranzo: Pausa pranzo presso le case Migliorisi Castello di Donnafugata: Visita Castello e Giardino (chiusura 17:30 MAR/GIO/DOM) Ipogeo di Donnafugata: Visita con lettura di atmosfera (Leggende locali Sgarlata) Bucampello: Visita necropoli Ritorno a Marina [o Ibla] (con consegna programma aggiornato eventi settimanali).

33 2 Percorso: in viaggio nel tempo Punti di forza: Intercettazione grandi flussi turistici a Marina di Ragusa [o Ibla]. Introduzione di percorsi insoliti. Mezzo bicicletta. Visite guidate a Camarina e al Castello incluse nel prezzo. Pranzo tipico incluso nel prezzo. Visita di luoghi difficilmente raggiungibili. Consegna programma aggiornato eventi settimanali.

34 Ibla: partenza 3 Percorso: il mondo di Ade Cisternazzi: sito Archaeotur, visita ipogeo. Attività 1 (ricostruzione sepoltura con corredo). Musebbi: visita ipogeo. Attività 2 (evento teatralizzato). percorso esperienziale Grotta Trabacche: sito Cultexchange, visita ipogeo. Attività 3 (cassone stratigrafico per scavo). Pranzo: Pausa pranzo all Agriturismo degli Altipiani Castello di Donnafugata: Visita Castello e Giardino (chiusura 17:30 MAR/GIO/DOM) con degustazione prodotti tipici Ipogeo di Donnafugata: Visita ipogeo. Attività 4 (lettura leggende locali). Ritorno a [Ibla] (con consegna programma aggiornato eventi settimanali).

35 3 Percorso: il mondo di Ade Punti di forza: Intercettazione grandi flussi turistici a Ibla. Introduzione di percorsi insoliti. Visita guidata al Castello inclusa nel prezzo. Pranzo tipico incluso nel prezzo. Visita di luoghi difficilmente raggiungibili. Attività di visita innovative e coinvolgenti. Consegna programma aggiornato eventi settimanali.

36 4 Percorso: Il cammino Ibleo (7 Km) Valle di Era: partenza per Cava Celone Celone: sito Archaeotur, visita ipogei CC01, CC02 e CC03 Chiesa Rupestre S. Lio: visita Vallata S. Leonardo: Risalita a piedi Pausa pranzo a sacco Pirrera: Risalita fino a S. Rocco, gelato agli Archi Salita Orologio e Borgo dei Cosentini: Passeggiata fotografica Salita Castello: Distretto Via S. Nicola e Porta Walter: Passeggiata fotografica Via Alfredo Oriani e Signore Trovato: Pullman per ritorno (con consegna programma aggiornato eventi settimanali).

37 4 Percorso: Il cammino ibleo Punti di forza: Intercettazione grandi flussi turistici a Ibla. Introduzione di percorsi insoliti. Visita di una parte di Ibla solitamente ignorata. Possibilità di spunti fotografici insoliti. Consegna programma aggiornato eventi settimanali.

38 5 Percorso: L insolito percorso Percorso per diversamente abili: da definire in seguito al termine del progetto Archaeotur che prevede i dovuti allestimenti Si tratta di definire percorsi di visita per soggetti diversamente abili progettando percorsi per le diverse situazioni di disabilità (non vedenti- soggetti con difficoltà motorie, etc) con particolare attenzione agli aspetti della sicurezza oppure percorsi di visita a sensorialità differenziata (percorsi tattili percorsi uditivi). Punti di forza: Intercettazione flussi turistici atipici.

39 Una rete museale? Realizzazione di un sistema di messa in rete del sistema dei musei con le aree archeologiche facenti parte del nostro itinerario di cui conservano i patrimoni, al fine di agevolare la comprensione e la completa fruizione dei beni da parte di studiosi e turisti. Il prossimo trasferimento del Museo Archeologico Ibleo presso il Convento di S. Maria del Gesù a Ragusa Ibla costituirà un ulteriore punto di forza per la promozione degli itinerari e dei siti, grazie all intercettazione dei flussi turistici del centro barocco.

40 Migliorare l accessibilità Per favorire la fruizione delle varie parti del sito e del suo sistema museale da parte dei soggetti con ridotte capacità motorie e sensoriali, si ritiene necessario promuovere l aggiornamento e la realizzazione ove carente dei sistemi di accesso e fruizione da parte dei portatori di handicap. Migliorare il grado di fruizione Per migliorare la qualità dei sistemi di accesso e visita alle varie parti del sito si ritiene necessario integrare ed armonizzare il sistema dei trasporti locali e dei collegamenti pubblici tra le varie parti del sito e il sistema dei parcheggi a servizio delle aree con maggiore affluenza di visitatori

41 Il Prezzo

42 Valorizzazione economica - Assicurare che i benefici economici prodotti dalla valorizzazione del patrimonio culturale ricadano anche sulle popolazioni locali - Individuare le aree e le azioni di intervento necessarie per la valorizzazione delle risorse culturali, favorendo la partecipazione dei soggetti privati

43 La politica del prezzo Prezzo dei pacchetti (calibrato sul numero minimo dei partecipanti, sul target a cui si rivolge, sul tipo di attività previste dal tour) Recupero finanziamenti e sponsorizzazioni

44 Finanziamenti e sponsorizzazioni l'intercettazione di possibili finanziamenti pubblici e privati attraverso il monitoraggio dei siti Internet specifici - Regione Sicilia (Assessorato ai Beni Culturali) - Ministero per i beni culturali - Antenna Culturale, che gestisce il programma europeo Cultura portale regionale euroinfosicilia - Portale Europafacile Sponsorizzazioni: 5 per mille

45 Promozione e Placement

46 Il Marketing Mix nel turismo Il marketing mix dei servizi può essere allargato e comprendere altre 3 leve: 5. Persone (operatori turistici, turisti, enti pubblici e privati, residenti) 6. Processo (il prodotto turistico è prima venduto e poi simultaneamente prodotto e consumato) 7. Supporto fisico/tangibile (voucher, piantine, guide, tickets, documenti di viaggio)

47 Comunicazione & Promozione Data l immaterialità del prodotto turistico questa è la leva più importante, quella su cui punteremo e investiremo di più! L associazione dovrà farsi promotrice di un processo integrato tra il settore pubblico e quello privato.

48 SOGGETTI Operatori economici Associazioni di categoria Amministrazioni locali Pro-loco Guide Event organizers Musei COMUNICAZIONE interna (per creare condivisione e coinvolgimento tra gli operatori e gli stakeholders) esterna (per dare visibilità al prodotto) STRUMENTI Logo Ufficio stampa Eventi Pubblicità inserzionistica Direct marketing (mailing telemarketing, coupon.) Promozioni Articoli su stampa di settore Tv, radio, Internet Segnaletica turistica City card

49 Piano di Comunicazione & Promozione - Individuare agenzie di viaggio, tour operator, tour organizer e bus organizer interessati potenzialmente al prodotto. - Individuare canali di promozione nazionali ed internazionali. - Predisporre iniziative e organizzare incontri con potenziali gruppi di acquirenti per la diffusione dell informazione di prodotto e della disponibilità ricettiva. - Predisporre materiale e documentazione idonea a presentare le aree, gli impianti, i prodotti e servizi, (come ad es. il manuale di vendita della destinazione con l elenco degli alberghi suddivisi per categoria). - Sviluppare iniziative di incontro tra compratori e venditori, assistenza nei contratti (ad esempio fiere ed eventi). COMUNICAZIONE INTERNA

50 Piano di Comunicazione & Promozione - Dare copertura comunicazionale e pubblicitaria generale del territorio. - Predisporre materiale da vetrina da utilizzare nei punti vendita e nelle fiere. - Organizzare e partecipare a mostre, fiere, workshop e iniziative atte a richiamare l attenzione sulle attrattive dell area di interesse. (ad es. BIT di Milano, Turinfo di Bari, Itb Berlino, ecc.). - Partecipare a trasmissioni televisive, fornire comunicati per articoli giornalistici, intervenire nelle manifestazioni pubbliche. N.B. Attività particolarmente importante è far conoscere direttamente agli acquirenti potenziali (agenti di viaggio, responsabili della programmazione dei t.o., ecc.) le località e i prodotti disponibili delle aree da promuovere attraverso educational, fam trip) COMUNICAZIONE ESTERNA

51

52

53 PROMOZIONE Verranno attivate due strategie promozionali: una diretta (rivolta ai clienti) e l altra indiretta (rivolta ai venditori). I mezzi usati per la promozione diretta saranno: Le offerte speciali; I premi abbinati a particolari iniziative; Il merchandising (magliette, penne e altri gadget in regalo).

54 I mezzi usati per la promozione indiretta saranno: La partecipazione a manifestazioni, fiere e borse del turismo; La partecipazione a corsi di formazione e aggiornamento; La partecipazione a viaggi e soggiorni di informazione (esempi: un viaggio organizzato da un tour operator per il personale delle agenzie di viaggio dettaglianti; il soggiorno educational offerto dagli albergatori ai rivenditori); L incentivazione economica attraverso il riconoscimento di margini di commissioni crescenti all aumentare del volume di affari realizzato, oppure il riconoscimento di fringe benefits (viaggi, biglietti aerei, soggiorni alberghieri) al raggiungimento di determinati obiettivi di vendita.

55

56 Altri Accorgimenti - creazione di un sistema di segnaletica e di cartellonistica integrato, che costituisce un fattore importante per muoversi agevolmente fra le diverse località della zona. - Realizzare un sistema di collegamento attrezzato che abbia come poli principali il porto turistico di Marina di Ragusa ed il porto di Pozzallo (per gli utenti provenienti da Malta), da un lato, e Ragusa Ibla dall altro, tenendo conto anche della imminente apertura dell aeroporto di Comiso. - formazione degli operatori.

57 - Clorinda Arezzo - Nicoletta Blundo - Damiano Bracchitta - Giuliana Occhipinti - Giuseppe Terranova Grazie per l attenzione!

58

Gestione integrata e promozione dei siti archeologici a Ragusa e Malta

Gestione integrata e promozione dei siti archeologici a Ragusa e Malta Gestione integrata e promozione dei siti archeologici a Ragusa e Malta Annalisa Cappello Monica Carbone Maria Federica Gianchino Valentina Pensiero Paolo Spadaro Il Turista a Ragusa Una delle informazioni

Dettagli

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane RISORSE NATURALI E CULTURALI COME ATTRATTORI QSN 2007-2013 Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane Roma, 28 settembre 2005 INDAGINI DOXA PER IL MINISTERO ATTIVITA PRODUTTIVE - PON ATAS

Dettagli

La pianificazione turistica territoriale. rielaborazione di materiale dell'univesità di Urbino

La pianificazione turistica territoriale. rielaborazione di materiale dell'univesità di Urbino La pianificazione turistica territoriale rielaborazione di materiale dell'univesità di Urbino 1 L approccio per distretti e prodotti turistici Bisogni di base Scelta del tipo di vacanza Identificazione

Dettagli

INDAGINE SUL CICLOTURISMO IN TRENTINO. - estate 2009 -

INDAGINE SUL CICLOTURISMO IN TRENTINO. - estate 2009 - Osservatorio Provinciale per il Turismo Servizio Turismo - Provincia Autonoma Trento www.turismo.provincia.tn.it/osservatorio/ Ufficio Piste ciclopedonali Servizio Conservazione della natura e valorizzazione

Dettagli

Progetto Turismo di Prossimità per i Comuni d Italia

Progetto Turismo di Prossimità per i Comuni d Italia Informazioni e comunicazione promozionale di strada attraverso la formula dell interscambio utilizzando vele pubblicitarie (roll-up) nei centri città e comuni a intenso traffico pedonale. Un particolare

Dettagli

La pianificazione turistica territoriale

La pianificazione turistica territoriale La pianificazione turistica territoriale Università di Urbino, 24 novembre 2004 LORENZA ROSSINI 1 L approccio per distretti E prodotti turistici Bisogni di base Scelta del tipo di vacanza Identificazione

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO ALLEGATO I. Linee di azione, di cui al Piano turistico triennale 2011/2013, e attività previste nel 2011

DOCUMENTO TECNICO ALLEGATO I. Linee di azione, di cui al Piano turistico triennale 2011/2013, e attività previste nel 2011 DOCUMENTO TECNICO ALLEGATO I Obiettivi specifici del Piano turistico triennale 2011/2013 Linee di azione, di cui al Piano turistico triennale 2011/2013, e attività previste nel 2011 Risorse stanziate nel

Dettagli

STORYTELLING RACCONTA IL SUD EST

STORYTELLING RACCONTA IL SUD EST Città di Noto STORYTELLING RACCONTA IL SUD EST Azione di promozione e di marketing internazionale del Distretto del Sud Est per l incremento e la destagionalizzazione dei flussi turistici Noto, 27 novembre

Dettagli

Progetto Spoleto, Città dei Tempi

Progetto Spoleto, Città dei Tempi Progetto Spoleto, Città dei Tempi Programma amministrativo di Lista Due Mondi Punto 4 Premessa Cosa e' il Turismo? Un fenomeno economico Coinvolge tante aziende Operano in tanti settori. settore commerciale,

Dettagli

QUESTIONARIO. Turismo individuale Turismo di gruppo Turismo delle famiglie Turismo giovanile Turismo senior/terza età Turismo sociale

QUESTIONARIO. Turismo individuale Turismo di gruppo Turismo delle famiglie Turismo giovanile Turismo senior/terza età Turismo sociale QUESTIONARIO Allo scopo di fotografare la Destinazione Turistica di Fiesole ed elaborare una analisi Swot che consenta di focalizzare i punti di forza, di debolezza, le opportunità e le minacce Le chiediamo

Dettagli

TEMATICA : IL BIOLOGICO

TEMATICA : IL BIOLOGICO TEMATICA : IL BIOLOGICO Titolo del pacchetto : WEEKEND DEL BIO - TREKKING Ricettività : Agriturismo, B&B, Casa vacanze, Albergo Servizio principale : Trekking (con o senza accompagnatore/guida) sosta e

Dettagli

Agriturismo biologico

Agriturismo biologico E Turismo sostenibile Secondo una indagine di Coldiretti-SWG, nel 2011, l 8% degli italiani ha scelto una vacanza improntata al relax nella natura, a stretto contatto con aziende agricole che producono

Dettagli

Riviera dei Sogni Travels Il tour operator sulla Liguria e non solo...

Riviera dei Sogni Travels Il tour operator sulla Liguria e non solo... Riviera dei Sogni Travels Il tour operator sulla Liguria e non solo... Gruppi Individuali DMC & business travel Promozione turistica L azienda: Il tour operator per la Liguria con una marcia in più Specialisti

Dettagli

MODULI ACQUISTABILI SINGOLARMENTE

MODULI ACQUISTABILI SINGOLARMENTE 735 736 738Università degli Studi di Torino MASTER IN ECONOMIA, MANAGEMENT, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEL TURISMO MASTER MINT www.mastermint.unito.it MODULI ACQUISTABILI SINGOLARMENTE Comportamento del

Dettagli

I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO

I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO I Progetti interregionali dell Assessorato al Turismo Nell ottica di valorizzazione e di una maggiore fruibilità di siti e beni a carattere storicoartistico,

Dettagli

Stefania Cerutti. Università degli Studi del Piemonte Orientale

Stefania Cerutti. Università degli Studi del Piemonte Orientale Marketing territoriale, l approccio integrato delle filiere Stefania Cerutti Università degli Studi del Piemonte Orientale Agenda il territorio come sistema il marketing del territorio i prodotti turistici

Dettagli

Idee e strategie emergenti

Idee e strategie emergenti Idee e strategie emergenti Turismo sostenibile nel Parco Nazionale ValGrande Dr Luca Dalla Libera Federparchi IL TERRITORIO AMBITO VIGEZZO 1 tav.tecnico:20 2 tav.tecnico:12 AMBITO OSSOLA 1 tav.tecnico:30

Dettagli

DISTRIBUZIONE DEL PRODOTTO TURISTICO ON LINE, ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI RICAVI E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE

DISTRIBUZIONE DEL PRODOTTO TURISTICO ON LINE, ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI RICAVI E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Temi in preparazione alla maturità DISTRIBUZIONE DEL PRODOTTO TURISTICO ON LINE, ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI RICAVI E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE

Dettagli

MeetingLuxury Il Workshop dedicato all offerta lusso italiana. Lugano,

MeetingLuxury Il Workshop dedicato all offerta lusso italiana. Lugano, MeetingLuxury Il Workshop dedicato all offerta lusso italiana. Lugano, 1 novembre 2013 [pag. 2] Perché partecipare ai Workshop Meeting Italy [pag. 3] I buyer che partecipano ai Workshop Meeting Italy [pag.

Dettagli

Promuovere il territorio per promuovere il turismo

Promuovere il territorio per promuovere il turismo Promuovere il territorio per promuovere il turismo Da territorio a destinazione turistica Dare risposte alla domanda di sviluppo di un territorio A livello nazionale A livello locale Per uno sviluppo a

Dettagli

Il turismo in Italia e in Piemonte

Il turismo in Italia e in Piemonte Il turismo in Italia e in Piemonte Piemonte e Turismo Turismo: risorsa economica anticrisi? a cura di Flavia Maria Coccia Direttore Operativo ISNART Torino, 25 giugno 2008 Nati mortalità delle imprese

Dettagli

Marketing delle destinazioni turistiche la filiera dell offerta turistica fonti Umberto Martini, Mariangela Franch, Roberta Garibaldi

Marketing delle destinazioni turistiche la filiera dell offerta turistica fonti Umberto Martini, Mariangela Franch, Roberta Garibaldi Marketing delle destinazioni turistiche la filiera dell offerta turistica fonti Umberto Martini, Mariangela Franch, Roberta Garibaldi Stefan Marchioro a.a. 2010-11 Economia applicata al turismo La filiera

Dettagli

Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3

Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3 Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3 Competenze Materie Competenze associate C1 C2 SENSIBILIZZAZIONE DEI GRUPPI DI INTERESSE ORGANIZZAZIONE DI CONGRESSI, SEMINARI, MEETING, CONVENTION,

Dettagli

4 a Parte: Indagine agli intermediari e ai tour operator italiani e stranieri

4 a Parte: Indagine agli intermediari e ai tour operator italiani e stranieri 2007 -Indagine sul settore AGRITURISMO in provincia di FIRENZE 4 a Parte: Indagine agli intermediari e ai tour operator italiani e stranieri Fino a qualche anno fa, molte aziende agrituristiche non avevano

Dettagli

Turismo verde questo sconosciuto. Dott.ssa Chiara Mazzocchi Corso PSR 2010-2011 Università degli studi Milano-Bicocca

Turismo verde questo sconosciuto. Dott.ssa Chiara Mazzocchi Corso PSR 2010-2011 Università degli studi Milano-Bicocca Turismo verde questo sconosciuto Dott.ssa Chiara Mazzocchi Corso PSR 2010-2011 Università degli studi Milano-Bicocca Turismo verde?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Dettagli

GUIDA TURISTICA. Aggiornato il 7 luglio 2009

GUIDA TURISTICA. Aggiornato il 7 luglio 2009 Aggiornato il 7 luglio 2009 GUIDA TURISTICA 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 4 3. DOVE LAVORA... 5 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Quali competenze sono necessarie?... 7 Conoscenze...

Dettagli

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 Sommario Presentazione generale...3 1. LA QUALITA e IL MARCHIO OSPITALITA ITALIANA...4 1.1 Elementi base della qualità totale nelle

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 Focus Provincia di Savona Maggio 2012 A cura di I flussi turistici nelle strutture ricettive Le principali dinamiche e tendenze manifestate

Dettagli

Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2

Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2 Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2 Applicazione del Modello di Gestione sostenibile della Destinazione turistica Area di verifica AUTOVALUTAZIONE Elenco Domande per area tematica NECSTOUR

Dettagli

Departure: Sicilia Uneso

Departure: Sicilia Uneso Departure: Sicilia Uneso Azione di co-marketingcon i vettori aerei per la promozione del SUD EST di Sicilia il Distretto Turistico Tematico del SUD EST - Accessibilità fisica al territorio - Accessibilità

Dettagli

Carta dei Servizi degli uffici IAT della PUGLIA

Carta dei Servizi degli uffici IAT della PUGLIA Carta dei Servizi degli uffici IAT della PUGLIA 1. Premessa La Carta dei Servizi ha lo scopo di chiarire e rendere manifesti gli aspetti strategicooperativi che dovranno essere condivisi e applicati dai

Dettagli

INDICE: 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia. Contatti

INDICE: 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia. Contatti SERBIA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2013 INDICE: 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici 2. Analisi del

Dettagli

Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010

Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010 Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010 Progetto LA SOSTENIBILITÀ COME PERCORSO DI QUALITÀ PER LE AZIENDE TURISTICHE DEL PARCO DEL TICINO www.networksvilupposostenibile.it

Dettagli

L ascolto del turista

L ascolto del turista IL TURISMO NELLA PROVINCIA DI LECCE Indagine conoscitiva sulle motivazioni della domanda turistica nella Provincia di Lecce 1 Estate 2005 L ascolto del turista La Provincia di Lecce, su proposta dell Assessorato

Dettagli

ESAME DI STATO DI ISTITUTO PROFESSIONALE

ESAME DI STATO DI ISTITUTO PROFESSIONALE CORSO DI ORDINAMENTO ESAME DI STATO DI ISTITUTO PROFESSIONALE Indirizzo: TECNICO DEI SERVIZI TURISTICI Tema di: ECONOMIA E TECNICA DELL AZIENDA TURISTICA I prodotti turistici si configurano come il risultato

Dettagli

Pacchetto per Cral e Associazioni con sede entro 70 Km da San Marino Mostra LEONARDO 3

Pacchetto per Cral e Associazioni con sede entro 70 Km da San Marino Mostra LEONARDO 3 Vip Tour Operator - Tel. 0549/906748-906353 Fax. 0549/907490 Cell. 366/9121611 marketing@benedettinispa.com Pacchetto per Cral e Associazioni con sede entro 70 Km da San Marino Mostra LEONARDO 3 Pacchetto

Dettagli

Marchio di Qualità per le Agenzie di Viaggio e Turismo. Disciplinare. Le regole della qualità

Marchio di Qualità per le Agenzie di Viaggio e Turismo. Disciplinare. Le regole della qualità Marchio di Qualità per le Agenzie di Viaggio e Turismo 1 Disciplinare Il presente disciplinare individua i requisiti che le agenzie di viaggio e turismo devono soddisfare per acquisire il marchio di qualità.

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO/ITINERARIO. Codice PL_01

SCHEDA PRODOTTO/ITINERARIO. Codice PL_01 All. D 2 SCHEDA PRODOTTO/ITINERARIO Coce PL_01 Note MACRO PRODOTTO Prodotto Itinerario riferimento Pacchetto Turismo montano Trekking natura & enogastronomia Il sentiero del Plaisentif In bici e a pie

Dettagli

Dal tracciato alla fruizione turistica.

Dal tracciato alla fruizione turistica. Progetto Turismo Equestre Ippovie del Veneto Dal tracciato alla fruizione turistica. Franco Norido Settore Divulgazione Tecnica, Formazione Professionale ed Educazione Naturalistica. Cos è una Ippovia

Dettagli

Progetto Strategico generale di promozione e comunicazione della Sardegna come destinazione turistica IMPORTO COMPLESSIVO EURO 4.000.

Progetto Strategico generale di promozione e comunicazione della Sardegna come destinazione turistica IMPORTO COMPLESSIVO EURO 4.000. Allegato alla Delib.G.R. n. 52/104 del 23.12.2011 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE COMPETITIVITA REGIONALE ED OCCUPAZIONE FERS 2007/2013 Progetto Strategico generale di promozione e comunicazione della Sardegna

Dettagli

Le vie del vino e dell'acqua : Promozione degli itinerari del vino nella media valle del Tevere, cerniera e frontiera fra Etruschi e Umbri

Le vie del vino e dell'acqua : Promozione degli itinerari del vino nella media valle del Tevere, cerniera e frontiera fra Etruschi e Umbri ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE ITER VITIS Le vie del vino e dell'acqua : Promozione degli itinerari del vino nella media valle del Tevere, cerniera e frontiera fra Etruschi e Umbri Creazione di un circuito

Dettagli

ESTRATTO PIANO MARKETING

ESTRATTO PIANO MARKETING OBIETTIVI GENERALI ESTRATTO PIANO MARKETING QUANTITATIVI 1. Aumentare significativamente il numero degli arrivi nella provincia di Torino; 2. Allungare la permanenza di turisti in provincia (presenze);

Dettagli

Progetto. promo-commercializzazione. TurismoFVG 2010

Progetto. promo-commercializzazione. TurismoFVG 2010 Progetto promo-commercializzazione TurismoFVG 2010 Obiettivi generali del progetto Progetto per la realizzazione di un programma di commercializzazione del prodotto turistico della Regione Friuli Venezia

Dettagli

VisitItaly Il Workshop dedicato all intera offerta turistica italiana. Lugano,

VisitItaly Il Workshop dedicato all intera offerta turistica italiana. Lugano, VisitItaly Il Workshop dedicato all intera offerta turistica italiana. Lugano, 1 novembre 2013 [pag. 2] Perché partecipare ai Workshop Meeting Italy [pag. 3] I buyer che partecipano ai Workshop Meeting

Dettagli

Aggiornamento del progetto di promozione del turismo nella Provincia di Reggio Emilia

Aggiornamento del progetto di promozione del turismo nella Provincia di Reggio Emilia Aggiornamento del progetto di promozione del turismo nella Provincia di Reggio Emilia Autore: Presidenza F.I.S.T. Settembre 2013 Premessa Tra la fine dell anno 2012 e l estate 2013 sono successi alcuni

Dettagli

ICS-L. Impresa Creativa per lo Sviluppo Locale

ICS-L. Impresa Creativa per lo Sviluppo Locale ICS-L Impresa Creativa per lo Sviluppo Locale Cosa è Ics-l Portale di e-commerce territoriale per promuovere e facilitare l acquisto dei prodotti delle aziende agroalimentari e artigianali della Val di

Dettagli

DISTRETTO RURALE DI QUALITÀ SICANI

DISTRETTO RURALE DI QUALITÀ SICANI Mod.6_E CHEK LIST AZIENDA AGRICOLA MULTIFUNZIONALE N. ordine dell Elenco richiedenti marchio collettivo DRQ Sicani Protocollo n. del / / Struttura ricettiva denominata: Sita in: Via Comune n. Iscr. C.C.IA.A.

Dettagli

PANORAMA TURISMO. Osservatorio dell Appennino dell Emilia Romagna. - Focus sull Appennino Reggiano -

PANORAMA TURISMO. Osservatorio dell Appennino dell Emilia Romagna. - Focus sull Appennino Reggiano - PANORAMA TURISMO Osservatorio dell Appennino dell Emilia Romagna - Focus sull Appennino Reggiano - Cosa è successo la scorsa estate ALCUNI DATI DELL APPENNINO REGIONALE MERCATO ITALIA VS ESTERO 6,3% ITALIA

Dettagli

insieme per formare una grande Squadra

insieme per formare una grande Squadra 30 secoli di ospitalità insieme per formare una grande Squadra Attivazione portale sulla Calabria http://nomeagenzia.viaggicalabria.it Offerta di Antichi Sentieri per Agenzie di Viaggio Chi siamo Antichi

Dettagli

DA LUOGHI A DESTINAZIONI TURISTICHE

DA LUOGHI A DESTINAZIONI TURISTICHE DA LUOGHI A DESTINAZIONI TURISTICHE 1 marzo 2008 IL CONTESTO STORICO Negli ultimi 20 anni l industria turistica ha aumentato la sua complessità. Dagli anni 90 fenomeni innovativi hanno modificato la natura

Dettagli

Osservatorio Turistico

Osservatorio Turistico Osservatorio Turistico Turismo: congiuntura, profilo della domanda, identikit e bisogni delle imprese savonesi Savona, 4 febbraio 2005 ISNART S.c.p.A. Chi è Cosa fa Mercato Istituto Nazionale Ricerche

Dettagli

CONVENZIONE NUOVO E RINNOVO GIOVANI ASS.STRADALE 49,00 43,00

CONVENZIONE NUOVO E RINNOVO GIOVANI ASS.STRADALE 49,00 43,00 Araba Fenice Veneto www.cralaraba.com - E-mail : cralaraba@virgilio.it fax 0498995614 CONVENZIONE Anche quest anno proponiamo ai nostri soci la convenzione con il Touring Club Italiano. Con l iscrizione

Dettagli

Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento

Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento [pag. 2] Cos è la Newsletter di VisitItaly [pag. 3] Perché promuoversi

Dettagli

COME FARE SISTEMA. Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati

COME FARE SISTEMA. Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati COME FARE SISTEMA Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati IL TURISMO ALCUNI DATI I viaggi contribuiscono per il 10% al prodotto interno

Dettagli

L incidenza dei flussi turistici dei diversamente abili in Sicilia

L incidenza dei flussi turistici dei diversamente abili in Sicilia L incidenza dei flussi turistici dei diversamente abili in Sicilia Testo dell intervento Dott.ssa Maria Musumeci svolto nella giornata di studio Sicilia Accessibile l offerta turistica per i diversamente

Dettagli

Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita 1.2 Holidaytravelpass 1.2.1 Mission Holidaytravelpass 1.2.2 Vision

Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita 1.2 Holidaytravelpass 1.2.1 Mission Holidaytravelpass 1.2.2 Vision Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita In costante sviluppo, sempre pronta a cogliere le migliori opportunità offerte dal mercato, Holidaytravelpass si è presto consolidata anche come tour operator initalia

Dettagli

PAESE: GRECIA. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali. PIL nominale (milioni di euro) 226.437 239.141 240.150 244.

PAESE: GRECIA. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali. PIL nominale (milioni di euro) 226.437 239.141 240.150 244. PAESE: GRECIA I. Analisi del contesto sociale ed economico di riferimento I.A. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali PRINCIPALI INDICATORI MACROECONOMICI 2007 2008 2009 (1) 2010 (2) PIL

Dettagli

Turismo di Comunità in Val di Rabbi

Turismo di Comunità in Val di Rabbi Turismo di Comunità in Val di Rabbi Sintesi del progetto Il Turismo di Comunità : definizione Il turismo responsabile di comunità è una nuova forma di accoglienza turistica, recentemente sviluppatasi in

Dettagli

Cultura & Turismo Una strategia di sistema per l'italia

Cultura & Turismo Una strategia di sistema per l'italia Cultura & Turismo Una strategia di sistema per l'italia Il Kit del Turista per la valorizzazione dei beni culturali, lo sviluppo del turismo e dell impresa locale Bruno Francesconi BancoPosta, PM del progetto

Dettagli

Fondazione Meta Relazione al 30 settembre 2011

Fondazione Meta Relazione al 30 settembre 2011 Fondazione Meta Relazione al 30 settembre 2011 Il presente documento ha lo scopo di illustrare l andamento della gestione della Fondazione nel primo periodo di effettiva attività di Meta, fino alla data

Dettagli

PROGRAMMA TELEVISIVO BUON VENTO NELLE TERRE DEL SUD

PROGRAMMA TELEVISIVO BUON VENTO NELLE TERRE DEL SUD PROGRAMMA TELEVISIVO BUON VENTO NELLE TERRE DEL SUD SINOSSI Dal mare alle terre del Sud. Il programma nasce come naturale evoluzione di BUON VENTO NEL MARE DEL SUD, dedicato alla promozione e alla valorizzazione

Dettagli

Programma di eventi culturali finalizzato alla promozione turistica del territorio ed alla valorizzazione del Carignano del Sulcis.

Programma di eventi culturali finalizzato alla promozione turistica del territorio ed alla valorizzazione del Carignano del Sulcis. ALLEGATO 1 Programma di eventi culturali finalizzato alla promozione turistica del territorio ed alla valorizzazione del Carignano del Sulcis Relazione 1 PREMESSA Il settore turistico rappresenta per il

Dettagli

Articolo 4 Oggetto Sociale

Articolo 4 Oggetto Sociale Articolo 4 Oggetto Sociale La Cooperativa, con riferimento ai requisiti e agli interessi dei soci, ha per oggetto: 1. Istituire o gestire comunità alloggio, a carattere residenziale o semiresidenziale,

Dettagli

WEB MARKETING STRATEGIES. www.salento-italia.it INCOMING LUXURY TOURISM

WEB MARKETING STRATEGIES. www.salento-italia.it INCOMING LUXURY TOURISM WEB MARKETING STRATEGIES www.salento-italia.it INCOMING LUXURY TOURISM PRESENTAZIONE Wonderful Salento è molto di più di un semplice sito: è il portale web di una prestigiosa vetrina emozionale sulle eccellenze

Dettagli

L Itinerario Turistico: caratteristiche, tipologie, criteri per la costruzione

L Itinerario Turistico: caratteristiche, tipologie, criteri per la costruzione www.provincia.milano.it/cultura/progetti/condividiamo L Itinerario Turistico: caratteristiche, tipologie, criteri per la costruzione Nadia von Jacobi, Università di Pavia, IUSS, Politecnico di Milano www.provincia.milano.it/cultura/progetti/condividiamo

Dettagli

Relazione Tecnica - Illustrativa

Relazione Tecnica - Illustrativa Relazione Tecnica - Illustrativa Premessa La Regione Campania, in attuazione della Delibera di Giunta Regionale. n. 404 del 31 luglio 2012, con D.D. n. 178 del 30 novembre 2012 ha pubblicato un Avviso

Dettagli

Descrizione del progetto imprenditoriale

Descrizione del progetto imprenditoriale Descrizione del progetto imprenditoriale L idea imprenditoriale riguarda un albergo diffuso, che valorizzi un antico patrimonio storico, attualmente inutilizzato, costituito dagli antiche pajari, situati

Dettagli

Piattaforma per la promo-commercializzazione dei prodotti turistici sardi (TDM)

Piattaforma per la promo-commercializzazione dei prodotti turistici sardi (TDM) Piattaforma per la promo-commercializzazione dei prodotti turistici sardi (TDM) Alghero, 10 gennaio 2015 Idea: L'idea della nuova azienda Yessardinia, nasce qualche anno fa riscontrando il gap esistente

Dettagli

COSTA RICA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016

COSTA RICA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016 COSTA RICA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016 1 INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici 2. Analisi

Dettagli

local marketing progetti di rete

local marketing progetti di rete local marketing progetti di rete local marketing e progetti di rete I territori sono da sempre al centro del nostro interesse. Da sempre CoopCulture è impegnata nella scoperta del territorio e della sua

Dettagli

Progetto di promozione turistica territoriale 2012

Progetto di promozione turistica territoriale 2012 Progetto di promozione turistica territoriale 2012 Disciplina delle Strade del Vino l obiettivo principale consiste nella valorizzazione dei territori a vocazione agricola e vinicola, con particolare riferimento

Dettagli

MA SARÀ GRANDE SOLO QUANDO ARRIVA ALLA META CON TUTTI I SUOI CITTADINI!!! " (cit. GEORGE WASHINGTON, primo Presidente degli Stati Uniti d America)

MA SARÀ GRANDE SOLO QUANDO ARRIVA ALLA META CON TUTTI I SUOI CITTADINI!!!  (cit. GEORGE WASHINGTON, primo Presidente degli Stati Uniti d America) UN GRANDE PAESE, PER ESSERE TALE, NON DEVE SOLO ARRIVARE PRIMO AD OGNI COSTO, PERDENDO PER STRADA CHI NON RIESCE AD ESSERE SEMPRE VELOCE COME GLI ALTRI, MA SARÀ GRANDE SOLO QUANDO ARRIVA ALLA META CON

Dettagli

PORTFOLIO COMUNICAZIONE PER IL TURISMO

PORTFOLIO COMUNICAZIONE PER IL TURISMO PORTFOLIO COMUNICAZIONE PER IL TURISMO DISTRETTO TAORMINA ETNA: LE RAGIONI DI UN SUCCESSO Creativa è stata capofila del Raggruppamento Temporaneo d Imprese che si è aggiudicato il budget di 3.800.000 euro

Dettagli

HOTEL INTERNATIONAL MARKETING

HOTEL INTERNATIONAL MARKETING HOTEL INTERNATIONAL MARKETING Marketing non è solo pubblicità. Marketing è un processo finalizzato a creare, distribuire, prezzare e promuovere con strategia il proprio prodotto. Scegliere Hotel International

Dettagli

PER LA SELEZIONE DI UNA PROPOSTA PROGETTUALE PER UN PIANO DI MARKETING TERRITORIALE DECISIONALE FINALIZZATO ALLA PROMOZIONE TERRITORIALE,

PER LA SELEZIONE DI UNA PROPOSTA PROGETTUALE PER UN PIANO DI MARKETING TERRITORIALE DECISIONALE FINALIZZATO ALLA PROMOZIONE TERRITORIALE, AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI UNA PROPOSTA PROGETTUALE PER UN PIANO DI MARKETING TERRITORIALE DECISIONALE FINALIZZATO ALLA PROMOZIONE TERRITORIALE, ALLA VALORIZZAZIONE DELLE ECCELLENZE DEL TERRITORIO

Dettagli

Carta dei Servizi Musei e Mostre Permanenti

Carta dei Servizi Musei e Mostre Permanenti Carta dei Servizi Musei e Mostre Permanenti PREMESSA La Carta dei Servizi è il mezzo attraverso il quale qualsiasi soggetto che eroga un servizio pubblico individua gli standard della propria prestazione,

Dettagli

Promozione e commercializzazione

Promozione e commercializzazione Relazione per il Gruppo di lavoro: Promozione e commercializzazione Brand, strumenti, compiti del pubblico e del privato Redatto da: Elisa Capozzi 1 anni 80: Disney cerca un luogo per un parco tematico

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE DATI GENERALI Dati informativi - descrittivi Denominazione del museo o della

Dettagli

PANORAMA TURISMO. Osservatorio dell Appennino dell Emilia Romagna. - Focus sull Appennino Bolognese -

PANORAMA TURISMO. Osservatorio dell Appennino dell Emilia Romagna. - Focus sull Appennino Bolognese - PANORAMA TURISMO Osservatorio dell Appennino dell Emilia Romagna - Focus sull Appennino Bolognese - Cosa è successo la scorsa estate ALCUNI DATI DELL APPENNINO REGIONALE ITALIA Emilia Romagna Toscana Marche

Dettagli

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA.

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA. 4.1.7. L ATTIVITÀ TURISTICA. Secondo le stime del World Travel and Tourism Council, l industria dei viaggi e del turismo diventerà, a breve termine, la prima industria mondiale sia in termini di fatturato

Dettagli

Convergenza, Competitività e Cooperazione tra territori

Convergenza, Competitività e Cooperazione tra territori Un villaggio di idee llll percorso IInFormatiivo dii sviilluppo llocalle SIICIILIIA 2015 Processo Informale di Concertazione verso la creazione della Rete delle Comunità per lo sviluppo sostenibile e integrato

Dettagli

INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia. Contatti

INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia. Contatti PANAMA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2014 INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici 2. Analisi del

Dettagli

CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE Indagine sul profilo e soddisfazione dei visitatori

CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE Indagine sul profilo e soddisfazione dei visitatori CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE Indagine sul profilo e soddisfazione dei visitatori Gentile Visitatore, attraverso l adesione alla Carta Europea per il Turismo sostenibile

Dettagli

Risultati Questionario Turistico 2014 Vasto, San Salvo, Entroterra Vastese

Risultati Questionario Turistico 2014 Vasto, San Salvo, Entroterra Vastese Risultati Questionario Turistico 2014 Vasto, San Salvo, Entroterra Vastese realizzato da Vasteggiando.it L obiettivo di questo studio statistico è quello di scattare una fotografia annuale del comparto

Dettagli

Tour della Sicilia Orientale lo splendore del barocco

Tour della Sicilia Orientale lo splendore del barocco Tour della Sicilia Orientale lo splendore del barocco Taste and Slow Italy - Trasimeno Travel Sas, Via Novella 1/F, 06061 Castiglione del Lago, Perugia. Tel. 075-953969, Fax 075-9652654 www.tasteandslowitaly.com

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO 2016/2017

CATALOGO FORMATIVO 2016/2017 CATALOGO FORMATIVO 2016/2017 Scuola post universitaria di Studi Europei POLO DIDATTICO DI SALERNO ISTITUTO DI STUDI EUROPEI ALCIDE DE GASPERI INSTITUTE OF EUROPEAN STUDIES ALCIDE DE GASPERI Post graduate

Dettagli

OBIETTIVI DEL MASTER

OBIETTIVI DEL MASTER L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale. 2 turisti stranieri su 3 considerano la cultura e il cibo come principale motivazione di un viaggio in Italia e

Dettagli

Le castagne della Valle del Lujo

Le castagne della Valle del Lujo Le castagne della Valle del Lujo Istituto Tecnico Agrario Statale di Bergamo Classe 5 C a.s. 2007/2008 Banca Tutor Banca Popolare di Bergamo Credito Varesino Le castagne della Valle del Lujo EXECUTIVE

Dettagli

Il Portale Turistico più completo sull Italia, consultato dai turisti di tutto il mondo

Il Portale Turistico più completo sull Italia, consultato dai turisti di tutto il mondo beta Il Portale Turistico più completo sull Italia, consultato dai turisti di tutto il mondo [pag. 2] Perché scegliere VisitItaly [pag. 3] Il pacchetto promozionale VisitItaly [pag. 5] Newsletter [pag.

Dettagli

APQ AZIONI DI SISTEMA TURISMO

APQ AZIONI DI SISTEMA TURISMO APQ AZIONI DI SISTEMA TURISMO ATTIVITÀ DI SUPPORTO AL PERCORSO PER L ADOZIONE DEL PIANO STRATEGICO E DEL PROGRAMMA TRIENNALE CONFRONTO CON LE PARTI SOCIALI OTTOBRE, 2014 COSA E SENSI CONTEMPORANEI? FRONTE

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE STRADA DEL VINO CERASUOLO DI VITTORIA: DAL BAROCCO AL LIBERTY DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE STRADA DEL VINO CERASUOLO DI VITTORIA: DAL BAROCCO AL LIBERTY DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE STRADA DEL VINO CERASUOLO DI VITTORIA: DAL BAROCCO AL LIBERTY DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Ambito di applicazione 1. Il presente Regolamento stabilisce le norme generali

Dettagli

Eccellenze alimentari, territori, turismo per Expo2015. Milano, 5 marzo 2015

Eccellenze alimentari, territori, turismo per Expo2015. Milano, 5 marzo 2015 Eccellenze alimentari, territori, turismo per Expo2015 Milano, 5 marzo 2015 1 EXPO 2015: VISITATORI POTENZIALI GfKEurisko EXPO 2015 Italia 2013 ITALIA ESTERO EUROPA 3.3-4.4mln 12-14 mln 6-8 mln + 20% REPEATERS

Dettagli

ll marchio di qualità Ospitalità Italiana- Regione Marche

ll marchio di qualità Ospitalità Italiana- Regione Marche ll marchio di qualità Ospitalità Italiana- Regione Marche Ancona, 14 dicembre 2009 Diritti riservati - IS.NA.R.T Il progetto Il progetto Marchio Ospitalità Italiana viene promosso dall Istituto Nazionale

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO/ITINERARIO. Codice PL_02. Il sentiero del Plaisentif ** Il sentiero Balcone degli alpeggi ** Itinerario del vigneto

SCHEDA PRODOTTO/ITINERARIO. Codice PL_02. Il sentiero del Plaisentif ** Il sentiero Balcone degli alpeggi ** Itinerario del vigneto All. D 2 SCHEDA PRODOTTO/ITINERARIO Coce PL_02 Note MACRO PRODOTTO Prodotto Itinerario riferimento Pacchetto Area Turismo montano Touring cultura-naturaenogastronomia Il sentiero del Plaisentif ** Il sentiero

Dettagli

promozione ospitalità formazione sviluppo + 120 + 2000 + 4000 comuni realtà ristorative imprese posti letto ENTI & MUNICIPALITÀ

promozione ospitalità formazione sviluppo + 120 + 2000 + 4000 comuni realtà ristorative imprese posti letto ENTI & MUNICIPALITÀ V E R S O BENVENUTI DA NOI - RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL PROGETTO - 16 comuni + 120 realtà ristorative + 2000 imprese + 4000 posti letto ENTI & MUNICIPALITÀ RISTORANTI E AGRITURISMI AZIENDE & ARTIGIANI

Dettagli

Un meccanismo grazie al quale i cittadini decidono COME SPENDERE una parte delle risorse pubbliche

Un meccanismo grazie al quale i cittadini decidono COME SPENDERE una parte delle risorse pubbliche Un meccanismo grazie al quale i cittadini decidono COME SPENDERE una parte delle risorse pubbliche Un nuovo canale per il DIALOGO tra cittadini e amministrazione Le RISORSE da destinare Ai cittadini è

Dettagli

Gp.Studios - Via del Cavone7, 47100 Forlì Tel e Fax +39 0543 84099 - www.gpstudios.it - info@gpstudios.it

Gp.Studios - Via del Cavone7, 47100 Forlì Tel e Fax +39 0543 84099 - www.gpstudios.it - info@gpstudios.it Gp.Studios - Via del Cavone7, 47100 Forlì Tel e Fax +39 0543 84099 - www.gpstudios.it - info@gpstudios.it L azienda Gp.Studios GP.Studios è una società di Consulenza e di Formazione che opera nell ambito

Dettagli

Il servizio riguarda diverse attività finalizzate alla promozione turistica ed al marketing territoriale:

Il servizio riguarda diverse attività finalizzate alla promozione turistica ed al marketing territoriale: DOCUMENTO DESCRITTIVO DELL OGGETTO DELLA GARA. 1. OGGETTO E NATURA DEL SERVIZIO Il servizio riguarda diverse attività finalizzate alla promozione turistica ed al marketing territoriale: OBIETTIVI ATTIVITA

Dettagli

Accessibilità e Partecipazione. Nuovi progetti per la fruizione del patrimonio culturale. Silvia Guideri, Debora Brocchini, Cinzia Murolo, Marta

Accessibilità e Partecipazione. Nuovi progetti per la fruizione del patrimonio culturale. Silvia Guideri, Debora Brocchini, Cinzia Murolo, Marta Accessibilità e Partecipazione. Nuovi progetti per la fruizione del patrimonio culturale. Silvia Guideri, Debora Brocchini, Cinzia Murolo, Marta Coccoluto, Giuseppe Fichera (Parchi Val di Cornia Spa) TUTELA,

Dettagli

Cantone dei Grigioni. Regione Bregaglia. Piano direttore regionale. Allegato 2. Linee di guida strategiche BET 2012-2014

Cantone dei Grigioni. Regione Bregaglia. Piano direttore regionale. Allegato 2. Linee di guida strategiche BET 2012-2014 Cantone dei Grigioni Regione Bregaglia Piano direttore regionale Allegato 2 Linee di guida strategiche BET 2012-2014 Esposizione pubblica dal 13 settembre al 15 ottobre 2012 Indice 1. Introduzione e premesse...

Dettagli