nuova La finanza, si sa, è basata sul rischio. Ma la cosa non vale per Viaggio tra le innovazioni che hanno «drogato» l economia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "nuova La finanza, si sa, è basata sul rischio. Ma la cosa non vale per Viaggio tra le innovazioni che hanno «drogato» l economia"

Transcript

1 Viaggio tra le innovazioni che hanno «drogato» l economia Dagli anni 90 alla privatizzazione delle Borse e alla proliferazione dei mercati si è accompagnata la creazione di nuovi prodotti. Con il risultato che nel 2007 i mercati finanziari globali avevano dimensioni 12 volte e mezzo superiori all economia reale. E ora, complice la crisi, si viaggia verso un rapporto di 20 a 1 nuova Le nuove tecnologie applicate ai mercati finanziari li hanno trasformati drasticamente. Cartolarizzazioni, Credit defaul swaps, high-frequency trading sono gli strumenti che premiano i nuovi padroni delle Borse. Più spregiudicati, più veloci e sempre meno numerosi. Perché per competere servono enormi investimenti di Ugo Bertone La finanza, si sa, è basata sul rischio. Ma la cosa non vale per tutti. Prendiamo il caso della «Balena di Londra», ovvero l o - peratore di JP Morgan incappato in un clamoroso buco di tre miliardi di dollari o anche più per una sfortunata scommessa sui derivati. Dopo il flop è stato, com era naturale, invitato a fare le valigie e ad allontanarsi in tutta fretta dalla sede londinese (che in effetti non deve portare un gran bene, se si pensa che solo pochi an ni fa ospitava il quartier generale europeo di Lehman Brothers). Ma non c è di che preoccuparsi per la sua sorte: nel 2011, scrive il «New York Times», la «London Whale» aveva ricevuto 40 milioni di dollari sotto forma di bonus. Un gruzzolo con cui andare in pensione senza troppi problemi, salvo il fatto che la Balena, a giudicare dai precedenti, non si ritirerà di sicuro. Facile, al contrario, che an che lui cercherà la rivincita al grande casinò della finanza nei confronti di Boaz Weinstein, il gestore di hedge found che ha in - cas sato, per sé (e naturalmente per i suoi clienti), almeno due terzi Bruno Iksil, l operatore di JP Morgan incappato in un buco da tre miliardi di dollari per una sfortunata scommessa sui derivati, e Boaz Weinstein, che quando era trader di Deutsche Bank ha perso due miliardi di dollari, (entrambi caduti in piedi) sono casi tutt altro che isolati. Anzi, rappresentano la normalità della nuova finanza che da canale di finanziamento dell economia reale ormai ne è diventata la padrona Da sinistra: la Borsa di Milano, quella di Londra, operatori al lavoro allo Stock Exchange di New York

2 Negli Usa si calcola che circa il 70% delle operazioni di Borsa passino da ordini effettuati attraverso algoritmi sempre più sofisticati eseguiti in tempi sempre più ristretti in quantità sempre maggiori. In Europa la percentuale è più bassa ma già si sta superando il 50% della cifra perduta da JP Morgan. Weinstein, tipo così lesto che i casinò di Las Vegas gli hanno vietato l accesso, due anni fa ha vissuto una sconfitta simile a quella della Balena. In quell occasione la banca di cui era trader, cioè Deutsche Bank, la - sciò sul terreno due miliardi di dollari. Ma il nostro Boaz, che l anno prima aveva messo assieme un gruzzolo di 100 milioni sotto forma di bonus, non si è perso d animo. Al quinto piano del Chrysler Building di New York ha sede il suo hedge battezzato Saba Capital Manage - ment (Saba in ebraico sta per «saggezza dei patriarchi»): una baleniera che amministra 5,5 miliardi di dol - lari con cui Weinstein ha cominciato la sua caccia al la Balena, a suon di algoritmi, programmi automatici via computer e colpi d azzardo degni di capitan A chab alla ricerca della sua Moby Dick nei mari della finanza mo - derna, storia che potrebbe ispirare un giallo-verità da leggersi tutto d un fiato. Naturalmente, dietro la partita a scacchi tra i due contendenti c entra molto la matematica e ben poco i sottostanti economici. Weinstein, secondo la ricostruzione del «New York Times», aveva intuito l esistenza di movimenti anomali, lo scorso novembre, dietro il ca - lo dell Investment Grade Series 9 10-year Index Cds, un indice che misura un paniere di Credit Default swaps sui titoli a medio-lungo termine dell eurozona. C era una forte pressione di vendite a leva su Cds, ovvero una speculazione in atto per sfruttare la ripresa delle quo - tazioni di Btp e simili. Non solo. Weistein, dopo un attenta analisi dei flussi finanziari, si rese conto che dietro le vendite c era una mano sola, probabilmente quel - la di Bruno Iksil «rogue trader», corsaro della finanza, appunto soprannominato Balena di Londra. Di qui un braccio di ferro tra Weinstein e gli hedge che si sono ac - codati all operazione e Jp Morgan, prima che la ba nca alzasse bandiera bianca, nel bel mezzo della marea mon tante delle vendite sul debito sovrano cui di certo non sono estranee le manovre dei nuovi mostri. Già, nessuno ha rimborsato gli azionisti di Deu - tsche Bank per quei quattrini andati in fumo per le operazioni di Weinstein. Ma non è affatto escluso che qualche imprenditore, in giro per i sentieri dell economia globale, si sia sentito opporre un no alla richiesta di impieghi perché in quel momento la banca doveva recuperare il crack. È stato lui, magari un imprenditore metalmeccanico bavarese o del Wisconsin (o di Reggio Emilia, chissà) ad avere pagato il conto. Wei - nstein, invece, non ha restituito un dollaro. Così come, nonostante qualche promessa in senso contrario, sembra che JP Morgan rinuncerà a un indennizzo da parte di un trader che di sicuro sa molte, troppe cose di una delle banche «too big to fail». Casi del genere sono tutt altro che isolati. Anzi, rappresentano la normalità della nuova finanza, che da canale di finanziamento dell economia reale ne è or - mai diventata, in un certo senso, la padrona. Proviamo a vedere come e perché i mercati sono diventati il re - gno dei «nuovi mostri». In principio c era la Borsa I mercati finanziari di oggi assomigliano assai poco alle vecchie Borse valori pubbliche. A partire dagli an - ni Novanta in tutto il mondo, Italia compresa, si è proceduto alla privatizzazione delle Borse cui è seguita una fase di merger & acquisition, che ha portato la piaz - za italiana a essere assorbita dal London Stock Ex - change londinese. In giro per il mondo si sono intanto sviluppati listini privati, le cosiddette dark pool. La proliferazione dei mercati si è accompagnata in parallelo alla creazione di nuovi prodotti. Il risultato? Nel 2007, alla vigilia dello scoppio della crisi finanziaria, i mercati finanziari globali avevano dimensioni 12 volte Negli ultimi vent anni i nuovi prodotti hanno trasformato il rapporto tra economia reale e mercati finanziari. All epoca furono pochi a sollevare il problema del rischio insito in questo sbilancio: secondo l allora presidente della Federal Reserve Alan Greenspan «l innovazione finanziaria ha avuto un ruolo determinante nell agevolare l accesso al credito» Da sinistra: Boaz Weinstein, fondatore di Saba Capital Management; due immagini della Borsa di New York; Alan Greenspan, ex presidente della Federal Reserve. e mezzo superiori all economia reale. All epoca furono pochi a sollevare il problema del rischio insito in questo sbilancio: l innovazione finanziaria, come sottolineava lo stesso presidente della Federal Reserve Al - an Greenspan, aveva avuto un ruolo determinante nell agevolare l accesso al credito. Ma l innovazione fi nanziaria aveva anche portato, scrive l economista Nouriel Roubini, «al problema della valutazione del rischio: anziché concedere prestiti e tenerli nei propri libri contabili le banche erogavano finanziamenti in - dipendentemente dalla solidità del debitore e poi procedevano a dirottare questi prestiti a Wall Street. Gra - zie a questo gioco, chiamato cartolarizzazione, le banche e le altre finanziarie hanno guadagnato commissioni generose, trasferendo il rischio su investitori inconsapevoli». Lo scoppio della crisi non modifica la 28 OUTLOOK OUTLOOK 29

3 A Piazza Affari la stragrande maggioranza degli scambi riguarda la quarantina di titoli più liquidi, con criteri arbitrari rispetto a indici o ad altri mercati. Per le piccole imprese che hanno osato quotarsi c è poca considerazione. Per Michele Calzolari, presidente di Assosim, l associazione delle società di intermediazione mobiliare, «si assiste al venir meno della funzione originaria delle Borse. Le piazze periferiche, compresa Milano, sono sempre più marginali» poi arrivò il grande «cervello» Nel 2009 Goldman Sachs denunciò il furto di un set di codici informatici del tipo Hft, che sta per high-frequency trading. La cosa colpì la stampa specializzata già insospettita dall insolito aumento dei volumi e, soprattutto, dei grossi utili realizzati dalla banca in un momento di acuta crisi del mercato. In realtà gli Hft già da tempo avevano acquisito una sorta di leadership degli scambi. Si calcola che circa il 70 per cento delle operazioni di Borsa negli Usa passino da ordini effettuati attraverso algoritmi sempre più sofisticati eseguiti in tempi sempre più ristretti in quantità sempre maggiori. In Europa la percentuale, per ora, è più bassa ma già si sta superando il 50 per cento. In che consiste una strategia Hft? Nel mercato tradizionale la gara tra i partecipanti verte sulla ricerca dell informazione vincente, vuoi attraverso metodi legali (ricerca, lettura dei bilanci) vuoi attraverso le informazioni insider. La tecnologia ora rende possibile un altra gara: chi possiede gli strumenti informativi più veloci può sfruttare un vantaggio sicuro, al riparo dal rischio. Le tecniche sono diverse: il market-ma - king, ad esempio. Si inseriscono ordini di acquisto lievemente superiori all ultimo registrato e, in contemporanea, ordini di vendita a un prezzo lievemente inferiore. In tal modo si restringe di poco lo spread tra do - manda e lettera. Quando si è in presenza di un ordine importante d acquisto o di vendita da parte di un investitore istituzionale, il buon Hft si inserisce in un corridoio in cui riesce a lucrare pochi centesimi per transazione denaro-lettera, ricavando ogni volta guadagni piccoli minimi ma che possono essere replicati enne volte su più piattaforme. Lo stesso vale per lo scalping o gli arbitraggi intermarket. Tecniche più da casinò che da mercato basato sui fondamentali della finanza, che premiano i nuovi padroni del mercato, più spregiusituazione: nel 2009, il rapporto tra dimensioni dei mercati finanziari ed economia reale è ancora più sbilanciato, al punto che quest ultima vale solo il 6,9 per cento della prima e, complice la crisi, si viaggia verso un rapporto di venti a uno. Ma il semplice dato non riesce a dare conto della trasformazione qualitativa che è intervenuta sui mercati: già nel 2007, oltre il 70 per ce - nto del mercati era composto da derivati, dei quali ol - tre l 85 per cento era trattato «over the counter», ovvero senza alcun controllo regolamentare, e la percentuale nel frattempo è salita di un altro paio di punti. In sin - tesi, i derivati, introdotti in un primo momento per fa - vorire la liquidità in mercati convertiti alla negoziazione di titoli in contanti anziché a termine, si sono trasformati in strumenti per favorire la speculazione. Il risultato, accelerato dalla formazione di player fi nanziari sempre più potenti (non più di venti operatori controllano oggi i tre quarti dell attività dei mercati europei) e dalla diffusione delle tecnologie, ha profondamente cambiato la natura della Borsa, assai di più di quanto non riesca a emergere dai mezzi di informazione. In che misura questo fenomeno ha inciso su Piazza Affari? Ormai la stragrande maggioranza degli scambi in Borsa riguarda i quaranta titoli più liquidi (oltre il 90 per cento delle transazioni giornaliere) ed è dettata per lo più da considerazioni di arbitraggio rispetto a indici o ad altri mercati. Per le piccole e medie imprese che hanno osato varcare la soglia della Borsa c è stata ben poca considerazione. Scrive Michele Calzolari, pre sidente dell Assosim, l associazione che riunisce le so cietà di intermediazione mobiliare italiane: «L in sie - me della frammentazione degli sca mbi sulle diverse piat taforme, dell avvento degli highfrequency trading e delle operazioni di fusione fra società di gestione dei mercati hanno portato a un peg gioramento della qualità degli sca mbi e della significatività dei prezzi delle azioni quotate, alla concentrazione della negoziazione solo sui titoli più liquidi, al venir meno in un certo senso della funzione originaria delle Borse e alla marginalizzazione delle piazze fi nanziarie periferiche, tra cui quella di Milano». 30 OUTLOOK

4 «Il mercato si è riempito di Credit defaul swaps multipli o nudi», ha commentato Emilio Girino, avvocato e docente del Cuoa di Vicenza. «Con il primo termine si allude alla stipulazione di più Cds su uno stesso credito, con il secondo alla stipulazione di Cds anche in assenza di crediti da proteggere. In sintesi: il Cds multiplo equivale ad assicurare cinque volte la propria casa contro l incendio, il Cds nudo ad assicurare la casa del vicino» dicati, più veloci, sempre meno numerosi vista la di - mensione degli investimenti richiesti per competere: la nuova piattaforma di negoziazione della Borsa di Mi - lano, Millennium (società dello Sri Lanka) permetterà di operare a una velocità inferiore al millisecondo. L alchimia dei Cds In questo quadro merita riflettere sulla natura di certe indicazioni in arrivo dai mercati. Prendiamo il caso dei Cds, i famigerati Credit defaul swaps, che, in materia di debito sovrano, misurano il cosiddetto ri - schio Paese influenzando la formazione dello spread, termine ormai entrato nell uso comune. Il Cds nasce come forma di assicurazione nei confronti del rischio default di un debitore. Ma si tratta di una polizza particolare, assimilabile più a un prodotto finanziario che a una assicurazione classica. Al pari di qualsiasi altro strumento finanziario, infatti, il Cds può essere stipulato senza alcuna limitazione. «Il mercato si è così ri - empito di Cds multipli o Cds nudi», ha commentato Em - ilio Girino, avvocato e docente del Cuoa, prestigioso centro universitario di organizzazione aziendale e consulenza di Vicenza. «Con il primo termine si allude alla stipulazione di più Cds su uno stesso credito, con il se - condo alla stipulazione di Cds anche in assenza di crediti da proteggere. A essere un po rozzi ma efficaci, il Cds multiplo equivale ad assicurare cinque volte la propria casa contro l incendio, il Cds nu do significa assicurare la casa del vi cino». In entrambi i casi, chi compra un Cds può trarre vantaggio dall incendio più che dalla protezione del rischio. Inoltre, il fatto di avere trasformato la polizza in uno strumento finanziario negoziabile fa sì che il merito del debitore sia più influenzato dal volume degli scambi che dall effettivo stato di salute del debitore. Più che la sua solvibilità co - nta il numero dei Cds scambiati alle sue spalle, che avviene nella più assoluta opa cità, visto che la maggior parte dei Cds sono controllati da un pugno di ban - che di investimento (non più di cinque istituti trattano più della metà dei Cds) che effettuano la stragrande maggioranza delle transazioni al riparo da occhi indiscreti: i Cds trattati in mercati ufficiali e regolamentati non superano il 7 per cento del totale, cui vanno aggiunti i «derivati dei derivati», ovvero indici e prodotti composti da un cocktail di vari Cds o prodotti ancora più sofisticati. È questa la cornice in cui può ve rificarsi un crack co me quello subìto da Jp Morgan, che poi è in grado di rifarsi della stangata in pochi mesi. E adesso? Insomma, di fronte a questo mercato è legittimo nu - trire dubbi sull efficacia della «mano invisibile del mer - cato» così come delineata da Adam Smith. L im pressione è che il conflitto di interessi endemico del capitalismo odierno, esploso con la formazione di banche appunto «troppo grandi per fallire», abbia creato un ambiente ideale per la proliferazione di mostri che hanno ben poco a che vedere con la capacità selettiva dell economia di mercato. Mostri che hanno cavalcato benissimo i trend dell attualità finanziaria, compresi i giudizi delle agenzie di rating. «Finora è mancata», ha detto il professor Giacomo Vaciago, docente di Politica economica alla Cattolica di Milano, «una riflessione si - stematica sulla qualità del mercato odierno, misurato in termini di efficienza, stabilità e capacità di fare i prez zi». Al contrario si è fatta strada l ideologia imperante per cui «i mercati hanno sempre ragione anche quando non esistono, come è avvenuto con la grande crescita dell over the counter o del fuori mercato». Us cire da questo equivoco è una precondizione essenziale per uscire dalla crisi. Anche perché, dopo aver com presso il rischio a livelli infimi negli anni buoni, la nu ova finanza ora tende a fare soldi nel mo ndo opposto, chiedendo sovrapprezzi spropo sitati all economia reale. 32 OUTLOOK

5 Il ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO 12 Settembre ND 13 La valutazione delle competenze e del merito 3 Ottobre ND 14 Come riuscire a far fare diverso alle persone e alle organizzazioni 16 Ottobre ND 15 Assertività: affermarsi con efficacia 7 Novembre ND 11 Il processo di sviluppo della strategia 8-15 Novembre ND 12 Progetti e organizzazioni 29 Novembre EX 1 Decision making sulle filiere di processo RISORSE UMANE 19 Settembre ND 24 Teambuilding 4 Ottobre EX 2 Coach to coach: motivare il gruppo di lavoro 9 Ottobre ND 25 La comunicazione non verbale nella programmazione neurolinguistica 17 Ottobre ND 21 Parlare efficacemente in pubblico 6 Novembre ND 23 Empowerment e motivazione delle risorse umane 20 Novembre ND 22 Intelligenza emotiva: la gestione delle emozioni AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO 11 Settembre ND 33 Finanza per imprenditori 19 Settembre ND 34 La gestione della liquidità 9-11 Ottobre EX 3 Il sollecito e il recupero dei crediti 24 Ottobre ND 31 Il budget di vendita nelle aziende commerciali e di servizi 31 Ottobre ND 32 I cruscotti di controllo: la gestione per processi 22 Novembre ND 35 Monitoraggio aziendale: analisi e riduzione dei costi di struttura ACQUISTI E LOGISTICA 11 Settembre ND 42 Category manager: dal buyer efficace al commodity manager 20 Settembre EX 4 Sviluppo di un sistema di logistica 3 Ottobre ND 45 Rimanenze di magazzino: aspetti contabili e fiscali 10 Ottobre ND 43 Quality cost management e metodologie di problem solving 18 Ottobre ND 41 La gestione del magazzino 29 Novembre ND 44 La gestione efficace nella pianificazione dei materiali COMMERCIALE E VENDITE 25 Settembre ND 53 Comunicare al telefono 10 Ottobre ND 51 Le skills di vendita 25 Ottobre ND 55 La funzione di vendita Ottobre ND 54 Convincere e motivare un gruppo di venditori 15 Novembre ND 52 Business writing e scrittura efficace 28 Novembre EX 5 Il coaching di vendita MARKETING protagonista della tua formazione sei tu Settembre ND 62 Il piano di marketing: come redigere il documento guida delle azioni di mercato 3 Ottobre ND 61 Tecniche per il miglioramento della qualità nelle attività di servizio 11 Ottobre ND 64 Marketing e co-marketing 16 Ottobre ND 65 Il marketing per il venditore 13 Novembre EX 6 Marketing relazionale 21 Novembre ND 63 Web Marketing ISCRIZIONI: scaricare la scheda di iscrizione dal sito o richiederla tramite mail o telefonicamente. Le schede devono essere compilate e spedite alla mail SETTEMBRE SETTEMBRE DICEMBRE - OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE EXPORT 13 Settembre ND 74 Il contratto di rete 2 Ottobre ND 73 La rete di vendita all estero 11 Ottobre ND 75 Tecniche del commercio internazionale dal punto di vista dell importatore 17 Ottobre ND 72 Strumenti per l internazionalizzazione 21 Novembre EX 7 International business development 22 Novembre ND 71 Fiere e missioni commerciali INFORMATICA APPLICATA Settembre ND 81 Microsoft office project base Ottobre EX 8 Excel e controllo di gestione 7 Novembre ND 82 Software applicativi open source 28 Novembre ND 83 Desktop Publishing PRODUZIONE 25 Settembre ND 93 Progettare processi affidabili 26 Settembre ND 91 Gestione dei laboratori Settembre ND 92 Sicurezza del macchinario 23 Ottobre ND 97 Pulizia dei componenti 30 Ottobre ND 98 Saldare in sicurezza 31 Ottobre ND 94 Quality by Design 27 Novembre EX 9 Elementi di Lean Management 27 Novembre ND 95 Direttiva macchine 4-5 Dicembre ND 96 Corso per analisti tempi e metodi SICUREZZA 2012 Dal 12 Settembre SIQ 106 Corso per dirigenti: ruolo nella gestione della sicurezza Dal 13 Settembre SIQ 102 Modulo A per Responsabili e Addetti SPP Formazione normativo giuridica 26 Settembre SIQ 117 Rischi connessi all uso di veicoli aziendali Dal 27 Settembre SIQ 103 Modulo B per Responsabili e Addetti SPP specifico per i rischi del Macro Settore di Riferimento 2 Ottobre SIQ 116 Adempimenti ambientali per le imprese 4-9 Ottobre SIQ 112 Formazione per operatori elettrici PES/PAV Dal 16 Ottobre SIQ 108 Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Corso Base 17 Ottobre SIQ 114 La tutela della salute e sicurezza sul lavoro: aggiornamenti normativi Ottobre SIQ 119 Sicurezza, ergonomia e metodi di lavoro 4 Novembre SIQ 115 L influenza del lavoratore sugli infortuni Dal 6 Novembre SIQ 104 Modulo C di specializzazione per Responsabili SPP Formazione Gestionale-Relazionale Dal 7 Novembre SIQ 111 Addetti al primo intervento base e aggiornamento 14 Novembre SIQ 107 Formazione per preposti Novembre SIQ 109 Corso di aggiornamento per RLS Novembre SIQ 110 Corso per addetti alla prevenzione incendi 4 Dicembre SIQ 118 La gestione dei D.P.I. Corso Cavour, Modena - tel ABBONAMENTO: è possibile sottoscrivere un abbonamento a 10 ingressi (corsi con codice ND). L abbonamento può essere finanziato utilizzando il conto formazione di Fondimpresa. Per informazioni

Nuovi strumenti velocizzano la creazione di programmi per Wall Street

Nuovi strumenti velocizzano la creazione di programmi per Wall Street Nuovi strumenti velocizzano la creazione di programmi per Wall Street NEW YORK - L'espansione della banca d'investimento Deutsche Morgan Grenfell / C.J. Lawrence Inc. potrebbe dimostrare a Wall Street

Dettagli

operatori finanziari in piazza Godiasco Salice Terme 14-15-16 settembre 2012

operatori finanziari in piazza Godiasco Salice Terme 14-15-16 settembre 2012 1 operatori finanziari in piazza Godiasco Salice Terme 14-15-16 settembre 2012 Interventi sul tema: Le origini della crisi La bolla dei sub-prime e il fallimento di Lehman Brothers La globalizzazione dei

Dettagli

TOBIN TAX. a cura di G.Garofalo

TOBIN TAX. a cura di G.Garofalo TOBIN TAX a cura di G.Garofalo La proposta originaria E'necessario gettare un po di sabbia negli ingranaggi dell attività di trading Dal nome dell'economista James Tobin, premio Nobel per l Economia nel

Dettagli

Calendario corsi (data di avvio)

Calendario corsi (data di avvio) Calendario corsi (data di avvio) forlì - cesena 8 DIREZIONE E SVILUPPO D IMPRESA Principi di Project management per l ottimizzazione dei tempi e dei costi di progetto Tecniche operative per la costruzione

Dettagli

CATALOGO VOUCHER INDIVIDUALI

CATALOGO VOUCHER INDIVIDUALI CATALOGO VOUCHER INDIVIDUALI AMMINISTRAZIONE, FINANZA e CONTROLLO Contabilità e bilancio 16 1.200,00 La gestione di paghe e contributi 16 1.200,00 Budget e controllo di gestione livello base 20 1.500,00

Dettagli

La volatilità come causa di instabilità

La volatilità come causa di instabilità sicurezza internazionale La volatilità come causa di instabilità LUISA FRANCHINA ALESSANDRO PASTORE L ESIGENZA DI UNA FOOD INTELLIGENCE PER LA DIFESA E LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE. MA NON SOLO. LA

Dettagli

CATALOGO VOUCHER INDIVIDUALI

CATALOGO VOUCHER INDIVIDUALI CATALOGO VOUCHER INDIVIDUALI Demetra Formazione realizza brevi attività formative specialistiche. Possono essere organizzate a livello individuale e/o in piccolo gruppo e la programmazione di tempi e metodologia

Dettagli

Si parte da voi: Buon lavoro. lo staff di Confimi Formazione Emilia srl

Si parte da voi: Buon lavoro. lo staff di Confimi Formazione Emilia srl CATALOGO CORSI 2014 Si parte da voi: che ogni giorno vi relazionate con noi per raccontarci quello che succede dentro alle vostre organizzazioni, che ogni giorno venite da noi per provare a risolvere

Dettagli

Calendario corsi (data di avvio)

Calendario corsi (data di avvio) Calendario corsi (data di avvio) 1 2 3 8 DIREZIONE E SVILUPPO D IMPRESA Principi di Project management per l ottimizzazione dei tempi e dei costi di progetto Modello di organizzazione e gestione della

Dettagli

Le tipologie di rischio

Le tipologie di rischio Le tipologie di rischio In ambito fi nanziario il rischio assume diverse dimensioni, a diversi livelli. La distinzione principale da delineare è fra rischio generico e rischio specifi co, valida per tutti

Dettagli

Catalogo Offerta Formativa

Catalogo Offerta Formativa Catalogo Offerta Formativa Indice delle Aree Tematiche Area A - Amministrazione & Finanza Area B - Area Legale Area C - Sicurezza Qualità e Ambiente Area D - Produzione & Manutenzione Area E - Sviluppo

Dettagli

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO DICEMBRE 2009 Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO Prospettive e Determinanti del Prezzo del Petrolio Bruno Chiarini Recessione e petrolio Occorre ricordare che l economia italiana

Dettagli

LA PROPOSTA FORMATIVA

LA PROPOSTA FORMATIVA LA PROPOSTA FORMATIVA FORMIAMO PERSONE, PRIMA DI FORMARE MANAGER E UOMINI DI AZIENDA IL METODO VALORIZZAZIONE DELLE ESPERIENZE PROFESSIONALI E CULTURALI TRASFERIBILITÀ DI QUANTO APPRESO AL CONTESTO LAVORATIVO

Dettagli

La valutazione dei derivati illiquidi

La valutazione dei derivati illiquidi La valutazione degli attivi illiquidi detenuti dagli intermediari finanziari La valutazione dei derivati illiquidi ROBERTO CONTINI Banca Intermobiliare S.p.A. Milano 12 luglio 2012 S.A.F. SCUOLA DI ALTA

Dettagli

FAUSTO SALDI GUIDA AGLI ETF

FAUSTO SALDI GUIDA AGLI ETF FAUSTO SALDI GUIDA AGLI ETF Come Acquistare, Vendere e Guadagnare con gli Strumenti Finanziari Efficaci 2 Titolo GUIDA AGLI ETF Autore Fausto Saldi Editore Bruno Editore Sito internet http://www.brunoeditore.it

Dettagli

DANTON INVESTMENT SA. Equilibrium. Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE

DANTON INVESTMENT SA. Equilibrium. Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE Equilibrium Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE 2 Gestioni Patrimoniali Computerizzate Grazie ai notevoli investimenti realizzati negli anni, la DANTON INVESTMENT SA può oggi vantare di possedere uno

Dettagli

La Riforma monetaria è necessaria

La Riforma monetaria è necessaria La Riforma monetaria è necessaria http://www.empowernetwork.com/dataflex/blog/riforma-monetaria-e-necessaria/?id=dataflex In risposta alla recente crisi del debito finanziario e sovrano di tutto il mondo

Dettagli

TRADING, EMOZIONI E DECISIONI Come migliorare la performance ed evitare gli errori più comuni

TRADING, EMOZIONI E DECISIONI Come migliorare la performance ed evitare gli errori più comuni TRADING, EMOZIONI E DECISIONI Come migliorare la performance ed evitare gli errori più comuni Introduzione Parte 1 Antonio Lengua IL TRADING CONSAPEVOLE CAPITOLO 1 LA NASCITA DI UNA NUOVA PROFESSIONE 1.1

Dettagli

LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA

LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA 593 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO 18 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nell ultima riunione Ecofin del

Dettagli

Il dizionario dei termini finanziari

Il dizionario dei termini finanziari Il dizionario dei termini finanziari Tipi di ordine Ordine a mercato Ordine in stop (buystop-sellstop) Ordine a limite (buylimit-sellimit) Viene dato senza precisare alcun prezzo. Significa che lo si deve

Dettagli

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti 10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti Nel 2013 hanno chiuso in Italia oltre 50.000 aziende, con un aumento di oltre

Dettagli

Corsi E-Learning a catalogo

Corsi E-Learning a catalogo E-Learning a catalogo Indice documento gratuiti (12 titoli)... "compliance" (7 titoli)... software & IT (16 titoli)... di lingua (36 titoli)... (136 titoli)... Caratteristiche e modalità di acquisto...

Dettagli

Investireconsapevoli. *Informazione completa all interno dell area riservata agli utenti registrati

Investireconsapevoli. *Informazione completa all interno dell area riservata agli utenti registrati Bloomberg, che è il più importante servizio di informazioni finanziarie, da questa settimana ha cominciato ad usare il termine "Obama Bear Market". Il cuore del problema è il sistema finanziario che è

Dettagli

INDICE AREA STRATEGIA E ORGANIZZAZIONE. 2-3 AREA MARKETING..4-6 AREA FINANZA...7-8 AREA GESTIONE RISORSE UMANE...9-13 STRATEGIA ORGANIZZAZIONE

INDICE AREA STRATEGIA E ORGANIZZAZIONE. 2-3 AREA MARKETING..4-6 AREA FINANZA...7-8 AREA GESTIONE RISORSE UMANE...9-13 STRATEGIA ORGANIZZAZIONE AVVERTENZA Le date qui riportate sono da considerarsi indicative, soggette a possibili variazioni, si consiglia pertanto di far sempre riferimento al sito che viene costantemente aggiornato. INDICE AREA

Dettagli

e arrivano le prime perdite

e arrivano le prime perdite e arrivano le prime perdite Con i prezzi delle case in ribasso, le banche che avevano concesso molti mutui subprime ora iniziano a registrare delle perdite sempre più grandi. Concessione del mutuo Pignoramento

Dettagli

Globalizzazione economica

Globalizzazione economica Globalizzazione economica Docente: Antonio Forte Lezione 09 Il fallimento del fondo LTCM - Long Term Capital Management (cap 2) I fallimenti societari (cap 2) Il fallimento di LTCM - 1 Il fondo di investimento

Dettagli

GIUSEPPE VEGAS - PRESIDENTE CONSOB AUDIZIONE COMMISSIONE FINANZE E TESORO SENATO

GIUSEPPE VEGAS - PRESIDENTE CONSOB AUDIZIONE COMMISSIONE FINANZE E TESORO SENATO I GARANTI aggiornamento del 7/10/2012 di Michele Buono GIUSEPPE VEGAS - PRESIDENTE CONSOB AUDIZIONE COMMISSIONE FINANZE E TESORO SENATO Il compito dell autorità è quello di controllare il mercato, ma il

Dettagli

Capire le cause della Crisi finanziaria 2007-2008

Capire le cause della Crisi finanziaria 2007-2008 Capire le cause della Crisi finanziaria 2007-2008 Sono passati ormai 5 anni dal fallimento di Lehman Brothers, la quarta banca di affari più importante degli stati uniti fino al 2008; questo fallimento

Dettagli

Focus Market Strategy

Focus Market Strategy Valute emergenti: rand, lira e real 30 luglio 2015 Atteso un recupero verso fine anno Contesto di mercato Il comparto delle valute emergenti è tornato nuovamente sotto pressione negli ultimi mesi complice

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

2010 Direttive concernenti il mandato di gestione patrimoniale

2010 Direttive concernenti il mandato di gestione patrimoniale 2010 Direttive concernenti il mandato di gestione patrimoniale Preambolo Le seguenti direttive sono state adottate dal Consiglio di amministrazione dell Associazione svizzera dei banchieri allo scopo di

Dettagli

PROGETTO FONDIMPRESA AVVISO n. 4/2014 Si prega di restituire a Formetica ( fax:0583-952996 email: pieroni@formetica.it) entro il 25 settembre 2014

PROGETTO FONDIMPRESA AVVISO n. 4/2014 Si prega di restituire a Formetica ( fax:0583-952996 email: pieroni@formetica.it) entro il 25 settembre 2014 DATI ANAGRAFICI PROGETTO FONDIMPRESA AVVISO n. 4/2014 Si prega di restituire a Formetica ( fax:0583-952996 email: pieroni@formetica.it) entro il 25 settembre 2014 Azienda (Ragione Sociale) Partita Iva

Dettagli

Global Asset Allocation

Global Asset Allocation Global Asset Allocation L impatto dell incremento dei rendimenti obbligazionari sul ciclo economico e sulla nostra view Aprile 0 Punti chiave PROSPETTIVE Giordano Lombardo Group CIO, Pioneer Investments

Dettagli

Rendite da 32.400 al mese!

Rendite da 32.400 al mese! Giacomo Bruno Rendite da 32.400 al mese! NOTA: puoi ripubblicare gratis questo ebook sul tuo sito o blog, a patto di non modificare il testo, nè l'autore. Mandalo gratis ai tuoi amici. Puoi modificare

Dettagli

BORSA PROTETTA ARANCIO: DOLCETTO O SCHERZETTO? (25/10/2011)

BORSA PROTETTA ARANCIO: DOLCETTO O SCHERZETTO? (25/10/2011) BORSA PROTETTA ARANCIO: DOLCETTO O SCHERZETTO? (25/10/2011) E uno dei prodotti di maggior successo di Ing, un fondo d investimento lussemburghese collocato dal 2008 e caratterizzato secondo quanto riportato

Dettagli

IL MANAGER E NUDO: COPRIAMOLO

IL MANAGER E NUDO: COPRIAMOLO IL MANAGER E NUDO: COPRIAMOLO Oggi dirigere una azienda è più pericoloso che fare una rapina in banca!! Se si fa una rapina si sa quali pericoli si corrono e può darsi anche che te la cavi. Se sei responsabile

Dettagli

PROGETTO FONDIMPRESA - AVVISO n. 4/2012 - Scadenza 22/07/2013 TITOLO: SORGENTE: Sviluppo ORGanizzatvo E Nuove TEcnologie nelle imprese (emiliane)

PROGETTO FONDIMPRESA - AVVISO n. 4/2012 - Scadenza 22/07/2013 TITOLO: SORGENTE: Sviluppo ORGanizzatvo E Nuove TEcnologie nelle imprese (emiliane) Documento da inviare via fax al numero (059247900) oppure via mail all indirizzo (fontana@nuovadidactica.it ) entro e non oltre l 11 giugno 2013 AZIENDA (Ragione Sociale) Sito: www. Matricola INPS Codice

Dettagli

RTS SMILE Puglia (Capofila),Enfap Puglia, Ial Puglia, Formedil Bari, Formedil Foggia

RTS SMILE Puglia (Capofila),Enfap Puglia, Ial Puglia, Formedil Bari, Formedil Foggia SOGGETTO ATTUATORE RTS SMILE Puglia (Capofila),Enfap Puglia, Ial Puglia, Formedil Bari, Formedil Foggia DESTINATARI Lavoratori occupati in imprese che hanno aderito a Fondimpresa prima dell avvio dell

Dettagli

SEMPLICE STRATEGIA SULLE OPZIONI BINARIE

SEMPLICE STRATEGIA SULLE OPZIONI BINARIE Titolo SEMPLICE STRATEGIA SULLE OPZIONI BINARIE Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.24option.com/it ATTENZIONE: tutti i diritti sono riservati

Dettagli

Finanza Aziendale. Corporate Governance & Finanza Aziendale

Finanza Aziendale. Corporate Governance & Finanza Aziendale Finanza Aziendale Corporate Governance & Finanza Aziendale BMAS Capitolo 11 Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl 1 Argomenti trattati Introduzione al problema della governance Il processo di

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

La crisi finanziaria del 2007-2010

La crisi finanziaria del 2007-2010 La crisi finanziaria del 2007-2010 1 La cronologia Agosto 2007-Agosto 2008: il preludio alla crisi 31 luglio 2007: Bearn Sterns liquida due hedge funds (fondi speculativi) che investono in attività finanziarie

Dettagli

Investire in Commodities con Certificati ed ETC

Investire in Commodities con Certificati ed ETC Napoli, 23 Novembre 2011 Investire in Commodities con Certificati ed ETC Mauro Giangrande, Head of db-x financial products Italy 1 Sommario Il mercato delle commodities Certificati di investimento Exchange

Dettagli

BOLOGNA. Calendario corsi (data di avvio) www.cspmi.it. Date di avvio. N. corso. N. corso DIREZIONE E SVILUPPO D IMPRESA

BOLOGNA. Calendario corsi (data di avvio) www.cspmi.it. Date di avvio. N. corso. N. corso DIREZIONE E SVILUPPO D IMPRESA Calendario corsi (data di avvio) BOLOGNA 8 DIREZIONE E SVILUPPO D IMPRESA Modello di organizzazione e gestione della responsabilità di impresa ex D. Lgs. 1/01 Strumenti di valutazione delle performances

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO QUALIFICATO DA FONDIMPRESA

CATALOGO FORMATIVO QUALIFICATO DA FONDIMPRESA CATALOGO FORMATIVO QUALIFICATO DA FONDIMPRESA Ente: SKILLAB Codice Fiscale: 08420380019 Sede: CORSO STATI UNITI 38 - TORINO Tematica formativa del Catalogo IL CLIENTE AL CENTRO DELL AZIENDA 16 20 Euro

Dettagli

GMB Finance Solutions S.r.l. T +39 06.8540346 E gmb@gmbfinance.it Viale Gioacchino Rossini n. 50, 00198 Roma. Tutela le tue perdite

GMB Finance Solutions S.r.l. T +39 06.8540346 E gmb@gmbfinance.it Viale Gioacchino Rossini n. 50, 00198 Roma. Tutela le tue perdite GMB Finance Solutions S.r.l. T +39 06.8540346 E gmb@gmbfinance.it Viale Gioacchino Rossini n. 50, 00198 Roma Tutela le tue perdite CHI SIAMO GMB Finance è una boutique finanziaria specializzata nel management

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano GABRIELLA tanti master,

Dettagli

AFM AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING

AFM AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING AFM AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING CLASSE TERZA AFM Correlazioni, calcolo e analisi del fabbisogno Fonti di finanziamento nelle diverse forme giuridiche d impresa Teoria e principi di organizzazione

Dettagli

asset management wealth management family office

asset management wealth management family office asset management wealth management family office asset management wealth management family office 03 05 06 09 14 15 16 Chi siamo Punti distintivi Team Wealth Management Family Office Asset Management Finlabo

Dettagli

Il ruolo del sistema finanziario Roma, 11 novembre 2011. Ranci sistema finanziario 11 nov 2011 1

Il ruolo del sistema finanziario Roma, 11 novembre 2011. Ranci sistema finanziario 11 nov 2011 1 Il ruolo del sistema finanziario Roma, 11 novembre 2011 Ranci sistema finanziario 11 nov 2011 1 il ruolo del sistema finanziario Pippo Ranci Università Cattolica, Milano Roma, 11 novembre 2011 Ranci sistema

Dettagli

Robert Allen. Come Creare molteplici Fonti di Reddito. Roma, 27 Settembre 2014. Brian Tracy, Esperto internazionale di Business Management

Robert Allen. Come Creare molteplici Fonti di Reddito. Roma, 27 Settembre 2014. Brian Tracy, Esperto internazionale di Business Management Robert Allen Coach più seguito al mondo sulla Libertà Finanziaria, autore del noto Best-seller The One Minute Millionaire e del più recente Pioggia di Soldi. Roma, 27 Settembre 2014 Come Creare molteplici

Dettagli

culturadellaformazione

culturadellaformazione corsi di formazione culturadellaformazione corsi di formazione professionale specifici per le aziende della Val Badia metodi per migliorare la qualità del proprio lavoro 0 culturadellaformazione Nasce

Dettagli

AUTOCERTIFICAZIONE Dichiarazione Sostitutiva dell atto di Notorietà (art 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, nr 445)

AUTOCERTIFICAZIONE Dichiarazione Sostitutiva dell atto di Notorietà (art 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, nr 445) AUTOCERTIFICAZIONE Dichiarazione Sostitutiva dell atto di Notorietà (art 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, nr 445) Nome e Cognome Luogo e Data Nascita Codice Fiscale Email/ telefono Indirizzo residenza Azienda

Dettagli

Bilancio Consolidato e Separato

Bilancio Consolidato e Separato 2014 Bilancio Consolidato e Separato 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE 1.06.03 POLITICA FINANZIARIA E RATING

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

(LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL L ENORME SCANDALO DELLE BANCHE PRIVATE

(LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL L ENORME SCANDALO DELLE BANCHE PRIVATE (LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL TRADUTTORE, MICHELE ORINI) L ENORME SCANDALO DELLE BANCHE PRIVATE Vicenç Navarro 2/10/2014 Una

Dettagli

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR PERCHÉ INVESTIRE NEL PRIVATE EQUITY DEDICATO ALLE PMI ITALIANE NEL 2012 / 2013?

Dettagli

La formazione finanziata delle risorse umane che «fanno estero» Vicenza, 8 luglio 2014

La formazione finanziata delle risorse umane che «fanno estero» Vicenza, 8 luglio 2014 La formazione finanziata delle risorse umane che «fanno estero» Vicenza, 8 luglio 2014 Risorse in Crescita Un partner con competenze e professionalità d eccellenza CUOA Impresa svolge la sua attività nella

Dettagli

Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010

Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010 Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010 Debiti sovrani PRIMA, Crescita o Recessione DOPO. L' incertezza Continua? 1) In scia ai timori di una ricaduta dell'economia globale sta proseguendo la "fuga dal rischio"

Dettagli

Globalizzazione economica

Globalizzazione economica Globalizzazione economica Docente: Antonio Forte 1 Lezione 14 I processi di cartolarizzazione (cap 3) Lo shadow banking system (cap 3) Le agenzie di rating (cap 3) 2 I processi di cartolarizzazione - 1

Dettagli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli Già si erano visti alcuni segnali preoccupanti prima di Pasqua, con la Borsa di Milano tornata

Dettagli

LA TUA OPPORTUNITA' Stai pensando a sogni ed obiettivi per il tuo DOMANI?

LA TUA OPPORTUNITA' Stai pensando a sogni ed obiettivi per il tuo DOMANI? LA TUA OPPORTUNITA' Stai pensando a sogni ed obiettivi per il tuo DOMANI?...Inizia OGGI a compiere i primi passi per far si che si possano realizzare nella TUA VITA. NON FERMARTI ALL APPARENZA! INTRODUZIONE

Dettagli

www.bonoplus.it BONOplus Family PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE

www.bonoplus.it BONOplus Family PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE BONOplus Family Office PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE 1 Il Family Office INDIPENDENTE LA VERA CONSULENZA FINANZIARIA PER LE FAMIGLIE ITALIANE 2 Cosa è un Family Office? 1. Nasce negli anni 90 come servizio

Dettagli

Hedge Invest SGR: 15 anni alternativi, dalla bolla internet alla crisi dell euro

Hedge Invest SGR: 15 anni alternativi, dalla bolla internet alla crisi dell euro Comunicato Stampa Hedge Invest SGR: 15 anni alternativi, dalla bolla internet alla crisi dell euro Milano, 23 novembre 2015 I ripetuti shock che hanno segnato l andamento dei mercati finanziari dalla fine

Dettagli

Come ottimizzare il rapporto rischio/rendimento

Come ottimizzare il rapporto rischio/rendimento Come ottimizzare il rapporto rischio/rendimento Quando si decide di investire, e non semplicemente di parcheggiare la propria liquidità, bisogna tener presente che non esistono investimenti completamente

Dettagli

Gli strumenti derivati

Gli strumenti derivati Gli strumenti derivati EMM A - Lezione 6 Prof. C. Schena Università dell Insubria 1 Gli strumenti derivati Derivati perché il loro valore deriva da quello di altre attività dette beni/attività sottostanti

Dettagli

Premessa... 1. Indagine sul processo di pianificazione del business plan... 3. Verifica dell accuratezza storica di budget e piani di sviluppo...

Premessa... 1. Indagine sul processo di pianificazione del business plan... 3. Verifica dell accuratezza storica di budget e piani di sviluppo... Esame e analisi critica di un business plan Premessa... 1 Indagine sul processo di pianificazione del business plan... 3 Verifica dell accuratezza storica di budget e piani di sviluppo... 3 Analisi di

Dettagli

I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI

I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI Indice Premessa situazione del mercato creditizio Contesto Normativo Minibond Cosa sono Vantaggi svantaggi Il mercato dei minibond Processo

Dettagli

Risparmio Investimenti Sistema Finanziario

Risparmio Investimenti Sistema Finanziario 26 Risparmio Investimenti Sistema Finanziario Il Sistema Finanziario Il sistema finanziario è costituito dalle istituzioni che operano per far incontrare l offerta di denaro (risparmio) con la domanda

Dettagli

Promotore finanziario e scelta degli investimenti per la clientela nei periodi di crisi e di espansione. Michele Patri Milano, Luglio 2010

Promotore finanziario e scelta degli investimenti per la clientela nei periodi di crisi e di espansione. Michele Patri Milano, Luglio 2010 Promotore finanziario e scelta degli investimenti per la clientela nei periodi di crisi e di espansione Michele Patri Milano, Luglio 2010 Alliance Bernstein Number of Analysts 37 anni nell industria Presenza

Dettagli

Introduzione dello Swing Pricing in fondi selezionati presso Allianz Global Investors

Introduzione dello Swing Pricing in fondi selezionati presso Allianz Global Investors Introduzione dello Swing Pricing in fondi selezionati presso Allianz Global Investors Ottobre 2015 FAQ I. Informazioni generali II. Swing Pricing III. Domande e risposte I. Informazioni generali a. Obiettivo

Dettagli

Milano, 16 aprile 2012

Milano, 16 aprile 2012 1 DOMANDE DEL SOCIO SIG. MARCO BAVA PRE ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DI DEA CAPITAL S.P.A. DEL 17 APRILE 2012 IN PRIMA CONVOCAZIONE E RISPOSTE DELLA SOCIETA, AI SENSI DELL ART. 127-TER DEL TESTO

Dettagli

Aste immobiliari, dalle banche mutui ad hoc per liberarsi del mattone pignorato

Aste immobiliari, dalle banche mutui ad hoc per liberarsi del mattone pignorato Aste immobiliari, dalle banche mutui ad hoc per liberarsi del mattone pignorato Creato il 07 agosto 2014 da Robertoborz Dopo il prestito vitalizio studiato per gli over 65, arrivano anche i mutui ad hoc

Dettagli

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti:

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: Strumenti derivati Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: attività finanziarie (tassi d interesse, indici azionari, valute,

Dettagli

scuole medie* La Crisi Economica

scuole medie* La Crisi Economica Economia: una lezione per le scuole medie* La Crisi Economica Giacomo Calzolari Dipartimento di Scienze Economiche Università di Bologna http://www2.dse.unibo.it/calzolari/ * L autore ringrazia le cavie,

Dettagli

MinIFIB IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI

MinIFIB IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI SOMMARIO i vantaggi offerti 4 l indice mib30 6 come funziona 7 quanto vale 8 la durata del contratto 9 cosa accade alla scadenza 10 il prezzo al quale si può negoziare

Dettagli

La mia personale Strategia sul FOREX

La mia personale Strategia sul FOREX La mia personale Strategia sul FOREX Report omaggio Benvenuto e grazie per aver scelto di scaricare questo report gratuito sul Forex. In questo e-book ti fornirò tutte le conoscenze basilari che servono

Dettagli

LEVERAGED BUYOUT IL LEVERAGED BUYOUT. TECNICA FINANZIARIA PER ACQUISIRE IL CONTROLLO DI UNA SOCIETA (società obiettivo o target o oldco)

LEVERAGED BUYOUT IL LEVERAGED BUYOUT. TECNICA FINANZIARIA PER ACQUISIRE IL CONTROLLO DI UNA SOCIETA (società obiettivo o target o oldco) LEVERAGED BUYOUT 1 TECNICA FINANZIARIA PER ACQUISIRE IL CONTROLLO DI UNA SOCIETA (società obiettivo o target o oldco) UNA PARTE ASSAI NOTEVOLE DEI FONDI NECESSARI PER PAGARE IL PREZZO AI VECCHI AZIONISTI

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DI LELLO, DI GIOIA, LOCATELLI, PASTORELLI, GIGLI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DI LELLO, DI GIOIA, LOCATELLI, PASTORELLI, GIGLI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 762 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI DI LELLO, DI GIOIA, LOCATELLI, PASTORELLI, GIGLI Delega al Governo per la riforma dell ordinamento

Dettagli

La gestione del rischio: se i meno contano più dei più

La gestione del rischio: se i meno contano più dei più 1 La gestione del rischio: se i meno contano più dei più Aggiornato il 20/02/2008 Introduzione Quanti di noi si metterebbero al volante di un auto essendo consapevoli che i freni sono guasti? Probabilmente

Dettagli

Titolo del corso in Catalogo del corso (in ore)

Titolo del corso in Catalogo del corso (in ore) Tematica formativa del Catalogo * Titolo del corso in Catalogo Durata del corso (in ore) Livello del corso ** Modalità di verifica finale *** Abilità personali Intelligenza relazionale: processo di comunicazione

Dettagli

E-LEARNING 24 IMPARARE È SEMPLICE. OVUNQUE.

E-LEARNING 24 IMPARARE È SEMPLICE. OVUNQUE. E-LEARNING 24 IMPARARE È SEMPLICE. OVUNQUE. Oltre 5.000 partecipanti hanno scelto E-Learning24! DEMO WWW.ELEARNING24.ILSOLE24ORE.COM NOVITÀ 2014 MULTI-DEVICE E MULTI-BROWSER PC SMARTPHONE TABLET 02 IL

Dettagli

APPROFONDIMENTO IL TWIN WIN DA IL MEGLIO SUL BIGLIETTO VERDE

APPROFONDIMENTO IL TWIN WIN DA IL MEGLIO SUL BIGLIETTO VERDE APPROFONDIMENTO IL TWIN WIN DA IL MEGLIO SUL BIGLIETTO VERDE Per puntare sul recupero del dollaro, o per difendere investimenti in valuta da un ulteriore allungo dell euro, i risparmiatori italiani possono

Dettagli

Il capitale delle banche, la regolamentazione ed il New Normal

Il capitale delle banche, la regolamentazione ed il New Normal Il capitale delle banche, la regolamentazione ed il New Normal Francesco Confuorti 1. La disponibilità di capital, il funding e la regolamentazione saranno allo stesso tempo i drivers ed i vincoli alla

Dettagli

Capire la finanza e la finanza etica

Capire la finanza e la finanza etica Corso Intensivo Capire la finanza e la finanza etica Sabato 5 febbraio 2011 Seminario di Marco Passarella (Università di Bergamo) PRIMA PARTE Il ruolo del pubblico nella regolazione dei mercati. L'evoluzione

Dettagli

i dossier DI BOLLA IN BOLLA www.freefoundation.com 22 dicembre 2011 A cura di Renato Brunetta

i dossier DI BOLLA IN BOLLA www.freefoundation.com 22 dicembre 2011 A cura di Renato Brunetta 17 i dossier www.freefoundation.com DI BOLLA IN BOLLA 22 dicembre 2011 A cura di Renato Brunetta PREMESSA 2 Sapete qual è stata la madre di tutte le bolle? È successo molto tempo fa, per caso. L hanno

Dettagli

3 articolo CAFARO. Anche le c.d. linked life policies sono prodotti di investimento

3 articolo CAFARO. Anche le c.d. linked life policies sono prodotti di investimento 3 articolo CAFARO Anche le c.d. linked life policies sono prodotti di investimento Le polizze c.d. indicizzate, siano esse index linked (ossia con una redditività legata all andamento di un determinato

Dettagli

CONTI DEPOSITO: LA MOLTIPLICAZIONE INFINITA DELLE ZUCCHE E DELLE OFFERTE SPECIALI (13/09/2011)

CONTI DEPOSITO: LA MOLTIPLICAZIONE INFINITA DELLE ZUCCHE E DELLE OFFERTE SPECIALI (13/09/2011) CONTI DEPOSITO: LA MOLTIPLICAZIONE INFINITA DELLE ZUCCHE E DELLE OFFERTE SPECIALI (13/09/2011) S puntano ormai come funghi offerte per remunerare la liquidità detenuta dagli italiani. Un atto di generosità

Dettagli

Manuale per l operatività in DMA con la nostra piattaforma di trading online

Manuale per l operatività in DMA con la nostra piattaforma di trading online Manuale per l operatività in DMA con la nostra piattaforma di trading online Indice 1. Introduzione all operatività in DMA con IG Trade 02 - Che cos è il DMA? 02 - Perché operare in DMA 02 2. Iniziare

Dettagli

www.futuretrader.it PRESENTAZIONE FUTURE TRADER

www.futuretrader.it PRESENTAZIONE FUTURE TRADER PRESENTAZIONE FUTURE TRADER 1 Introduzione Future Trader è un software di trading e di investimento per prendere posizioni mediante strumenti derivati sui mercati azionari e per effettuare strategie di

Dettagli

Monti Bonds capitale pubblico per una società privata sì, ma fino a quando?leggioggi.it

Monti Bonds capitale pubblico per una società privata sì, ma fino a quando?leggioggi.it Monti Bonds capitale pubblico per una società privata sì, ma fino a quando?leggioggi.it Lo scandalo Mps e la soluzione dei Monti Bonds Perché un panificatore sforni pane, serve farina. Perché una banca

Dettagli

La negoziazione in indici di Borsa è principalmente speculativa e subisce l'influenza di molteplici fattori.

La negoziazione in indici di Borsa è principalmente speculativa e subisce l'influenza di molteplici fattori. Indici di Borsa Fact sheet Introduzione La negoziazione di indici di Borsa Gli indici di Borsa delle piattaforme forex online di Swissquote sono contratti di derivati OTC che hanno un indice azionario

Dettagli

PROF. RAFFAELE GALANO Professore di Finanza e Risk Management e Presidente O.E.G.L.A.

PROF. RAFFAELE GALANO Professore di Finanza e Risk Management e Presidente O.E.G.L.A. PROF. RAFFAELE GALANO Professore di Finanza e Risk Management e Presidente O.E.G.L.A. ETICA PER L ECONOMIA E LA FINANZA Possono convivere Etica e finanza? Se rivolgiamo l attenzione ai fatti accaduti nelle

Dettagli

WORKSHOP INTERAZIENDALI Settembre- Dicembre 2013

WORKSHOP INTERAZIENDALI Settembre- Dicembre 2013 1 WORKSHOP INTERAZIENDALI Settembre- Dicembre 2013 WORKSHOP INTERAZIENDALI Corsi brevi ed intensivi che si rivolgono ai singoli professionisti e alle aziende e che rispondono alle esigenze di sviluppo

Dettagli

http://yevhenukr.jimdo.com/trader-fx-academy/ 2013

http://yevhenukr.jimdo.com/trader-fx-academy/ 2013 La terminologia più frequentemente utilizzata nel FOREX Ask Il prezzo al quale il mercato è disposto a vendere una specifica valuta in un contratto di Foreign Exchange o Cross Currency. A questo prezzo

Dettagli

Il Mercato Alternativo del Capitale per le piccole e medie imprese

Il Mercato Alternativo del Capitale per le piccole e medie imprese Il Mercato Alternativo del Capitale per le piccole e medie imprese Per crescere con il sostegno di nuovi soci, in modo semplice, senza perdere flessibilità e indipendenza U N A N U O V A S O L U Z I O

Dettagli

Comunicazione ai Sottoscrittori

Comunicazione ai Sottoscrittori Comunicazione ai Sottoscrittori 6 Novembre 2008 Pioneer S.F. Fondo Comune d Investimento di Diritto Lussemburghese (Fonds Commun de Placement) I.P. Indice 1. Cambio di denominazione e delle politiche

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Capitolo 26. Gestione dei rischi. Principi di finanza aziendale. Richard A. Brealey Stewart C. Myers Sandro Sandri. IV Edizione

Capitolo 26. Gestione dei rischi. Principi di finanza aziendale. Richard A. Brealey Stewart C. Myers Sandro Sandri. IV Edizione Principi di finanza aziendale Capitolo 26 IV Edizione Richard A. Brealey Stewart C. Myers Sandro Sandri Gestione dei rischi Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl 26-2 Argomenti trattati Assicurazione

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Camera dei deputati Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Roma, 1 luglio 2015 www.mef.gov.it 1 Il

Dettagli