Compliance Execution Excellence Program

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Compliance Execution Excellence Program"

Transcript

1 Compliance Execution Excellence Program Condivisione Diagnostici Ottobre 2006 SIA-EAGLE

2 Agenda» Condivisione Diagnostici 9-15» Dettaglio trattamento Derivati 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 2

3 SIA-EAGLE Intermediari - Market Abuse prevede 7 diagnostici di manipolazione di mercato MARKET ABUSE DIAGNOSTICI Consentono la rilevazione ex post delle operazione sospette mediante la definizione di parametri e controlli sequenziali che filtrano l operatività dell Intermediario LARGE VOLUME INSTRUMENT PER CLIENT SIGNIFICANCE OF POSITION PER CLIENT CROSS CLIENT INSTRUMENT BALANCE SHORT PERIOD REVERSE POSITION SHORT TIME SPAN ORDERS AND TRADES SHORT LIFE ORDERS SIGNIFICANT TIME TRANSACTIONS» La misura in cui gli ordini di compravendita impartiti o le operazioni eseguite rappresentano una quota significativa del volume giornaliero degli scambi dello strumento finanziario pertinente nel mercato regolamentato interessato, in particolare quando tali ordini o operazioni conducono ad una significativa variazione del prezzo dello strumento finanziario» La misura in cui gli ordini di compravendita impartiti o le operazioni eseguite da soggetti con una significativa posizione di acquisto o di vendita su uno strumento finanziario conducono a significative variazioni del prezzo dello strumento finanziario o dello strumento derivato collegato o dell'attività sottostante ammessi alla negoziazione in un mercato regolamentato» Se le operazioni eseguite non determinano alcuna variazione nella proprietà ovvero non comportano alcun trasferimento effettivo della proprietà di uno strumento finanziario ammesso alla negoziazione in un mercato regolamentato» La misura in cui gli ordini di compravendita impartiti o le operazioni eseguite prevedono inversioni di posizione in acquisto o in vendita nel breve periodo e rappresentano una quota significativa del volume giornaliero di scambi dello strumento finanziario pertinente nel mercato regolamentato interessato e possono associarsi a significative variazioni del prezzo di uno strumento finanziario ammesso alla negoziazione in un mercato regolamentato» La misura in cui gli ordini di compravendita impartiti o le operazioni eseguite sono concentrati in un breve lasso di tempo nel corso della sessione di negoziazione e conducono a una variazione del prezzo che successivamente si inverte» La misura in cui gli ordini di compravendita impartiti modificano la rappresentazione dei migliori prezzi delle proposte di acquisto o di vendita di uno strumento finanziario ammesso alla negoziazione in un mercato regolamentato o, più in generale, la misura in cui essi modificano la rappresentazione del book di negoziazione a disposizione dei partecipanti al mercato, e sono revocati prima della loro esecuzione» La misura in cui gli ordini vengono impartiti e le operazioni eseguite al momento o intorno al momento in cui vengono calcolati i prezzi di riferimento, i prezzi di regolamento e i prezzi di valutazione, determinando variazioni nei prezzi che hanno effetti su detti prezzi di riferimento, di regolamento o di valutazione 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 3

4 e l opportunità di integrarli con altri 7 diagnostici per controlli interni su insider trading e internal dealing 9 FRONT RUNNING» La presenza di operazioni eseguite che nella tempistica di esecuzione anticipano le operazioni della clientela sullo stesso strumento finanziario 10 ANALISI FINANZIARIE» La presenza di ordini o operazioni su titoli oggetto dell Analisi che, nella tempistica di esecuzione, si collocano N giorni precedenti l uscita dell analisi finanziaria 11 DIFFUSIONE TRADING IDEAS» Il Diagnostico mira ad individuare ordini o operazioni che si discostano dal comportamento degli altri clienti e che potrebbero derivare dalla disponibilità di informazioni non diffuse al pubblico o dalla diffusione di valutazioni su uno strumento finanziario o sul suo emittente dopo avere preso posizione sullo stesso, beneficiando così dell impatto sul prezzo della valutazione stessa OPERAZIONI DI STABILIZZAZIONE DIFFUSIONE INFORMAZIONI PRIVILEGIATE» Il Diagnostico individua giornalmente le operazioni effettuate nel periodo di stabilizzazione successivo al collocamento (30 giorni), eseguite dall intermediario in conto proprio (su conti stabiliti) e in conto terzi. Per ogni strumento finanziario i controlli sono basati su dati dell IPO (o emissione secondaria) e conti specificati dall utente, con periodi e valori di riferimento specifici per ciascun conto» Il diagnostico individua le operazioni di soggetti rilevanti/informati per un emittente (es. membri degli organi di amministrazione, direzione, sorveglianza; soci con partecipazioni rilevanti e persone a loro strettamente legate) e/o persone che hanno potenziale accesso a informazioni privilegiate in modo permanente e occasionale OPERAZIONI SUI 14» Il diagnostico verifica se sono state eseguite operazioni sul Mercato dei Blocchi con ampi scostamenti rispetto BLOCCHI al prezzo di chiusura del mercato di quotazione del titolo 15 OPERAZIONI FUORI MERCATO» Il diagnostico verifica se sono state eseguite operazioni fuori mercato con prezzi al di fuori dell intervallo di oscillazione del prezzo del mercato di quotazione del titolo 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 4

5 Diagnostico N 9 DIAGNOSTICO 9 SIA-EAGLE INTERMEDIARI FRONT RUNNING OBIETTIVO DEL DIAGNOSTICO 9: Il Il Diagnostico individua la presenza di operazioni rilevanti eseguite da un Operatore che nella tempistica di esecuzione anticipano operazioni eseguite per conto di altra clientela sullo stesso strumento finanziario da parte dello stesso Operatore 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 5

6 Diagnostico N 9 FRONT RUNNING OBIETTIVO DEL DIAGNOSTICO: Il Diagnostico individua la presenza di operazioni eseguite da un operatore-dipendente a favore di un conto che nella tempistica di esecuzione anticipano operazioni per conto di altra clientela sullo stesso strumento finanziario eseguiti dallo stesso Operatore CONTROLLO effettuato in base ai seguenti criteri: Per ogni giornata operativa e strumento finanziario (inclusi derivati), per mercato (oppure OTC) per le sole operazioni» si considerano le operazioni su ciascun conto intestato ad operatori (che ricevono ordini dai clienti o operano sul mercato) e si verifica se in un breve lasso di tempo T1 (configurabile e calcolato in termini di minuti) successivo ad ogni operazione sono presenti altre operazioni dello stesso segno eseguite dall operatore stesso su conti della clientela da lui seguita abitualmente;» si verifica la rilevanza della quantità delle operazioni eseguite sul conto dell operatore rispetto al volume giornaliero di mercato (soglia parametrica) e si verifica se l operatore ha tratto vantaggio dalla transazione controllando che lo scostamento di prezzo della stessa rispetto ai prezzi di eseguito sui conti dei clienti sia superiore alla soglia parametrica % stabilita; (anticipazione di operazione a favore dell operatore stesso).» Gli stessi controlli sono applicati per verificare eventuali Front Running di un conto rispetto agli altri conti, fra quelli che fanno riferimento allo stesso operatore (anticipazione di operazione a favore di un cliente) OUTPUT» RIEPILOGO: per conto, titolo, operatore e ruolo dell operatore, sono riportati i dati calcolati delle variabili di controllo e le relative soglie applicate, con evidenza del numero di transazioni sospette. Informazioni aggiuntive: posizione sul titolo per conto; conti correlati» DETTAGLIO: dati delle transazioni relative a ciascuna segnalazione. 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 6

7 Diagnostico N 9 FRONT RUNNING OPERAZIONI MERCATO di riferimento Anticipazione di operazione a favore dell operatore stesso Operazione sul c/personale (anche se non eseguite direttamente da lui) Intervallo di tempo (min) P P1 P2 FATTE DALLO STESSO OPERATORE Intervallo di tempo (min) STESSO SEGNO AND MINVOLTRADE (% Vol Mkt) Applicato a tutte le operazioni fatte dall operatore sul suo conto personale nella giornata AND SCOSTAMENTO PREZZO Acquisti: P<P1/2/n Vendite: P>P1/2/n P-Pn SOGLIA Pn-P SOGLIA OR Stessi controlli precedenti: Anticipazio ne di operazione a favore di un cliente MINVOLTRADE (% Vol Mkt) Applicato a tutte le operazioni fatte sul conto in oggetto nella giornata Acquisti: P<P1/2/n Vendite: P>P1/2/n P-Pn SOGLIA Pn-P SOGLIA 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 7

8 Diagnostico N 9 FRONT RUNNING ACQUISTO P > P1 Anticipo Operatore o Cliente1 TMS Trade Cliente2 P P = P - P1 > Pmin P1 T1 VENDITA P1 > P Anticipo Operatore o Cliente1 P1 TMS Trade Cliente2 P = P1 - P > Pmin P T1 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 8

9 Diagnostico N 9 FRONT RUNNING Intervallo temporale Scostamento prezzo Soglia quantitativa 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 9

10 Diagnostico N 10 ANALISI FINANZIARIE OBIETTIVO DEL DIAGNOSTICO: Il Diagnostico individua la presenza di ordini o operazioni che interessano strumenti finanziari oggetto dell analisi e - nella tempistica di esecuzione - si collocano nel periodo di divieto degli N giorni precedenti l uscita dell analisi finanziaria stessa CONTROLLO effettuato in base ai seguenti criteri: Per ogni analisi finanziaria, nei due giorni operativi immediatamente precedenti la pubblicazione, per gli strumenti finanziari interessati dall analisi finanziaria (inclusi i derivati), per mercato (oppure OTC)» Si evidenziano tutti gli ordini e operazioni effettuate sui titoli oggetto dell analisi/raccomandazione negli N giorni precedenti la pubblicazione, con evidenza dell Analista, del Trader, dell intestatario del conto e degli altri conti collegati (in modo da visualizzare i casi in cui le transazioni sono state eseguite su conti intestati all analista o eseguite dall analista stesso). OUTPUT» REPILOGO: si presentano le segnalazioni per titolo, analisi finanziaria e analista, con l indicazione sintetica del numero di transazioni sospette» DETTAGLIO: dati delle transazioni relative a ciascuna segnalazione. 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 10

11 Diagnostico N 10 ANALISI FINANZIARIA ANALISI FINANZIARIE DAY gg di elaborazione del Diagnostico ANALISITA T2 Verifica se a DAY-T2 (parametro) sono presenti Analisi/Raccomandazioni T1 N gg precedenti la diffusione dell Analisi / Raccomandazione ANALISI FINANAZIARIA TUTTI ORDINI OPERAZIONI Con indicazione: Analista Trader Intestatario Conto Rapporti collegati 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 11

12 Diagnostico N 10 ANALISI FINANZIARIE Intervallo temporale per cui viene analizzata l operatività Intervallo temporale per cui vengono analizzati i documenti di analisi 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 12

13 Diagnostico N 11 TRADING IDEAS OBIETTIVO DEL DIAGNOSTICO: Il Diagnostico mira ad individuare ordini o operazioni che si discostano dal comportamento degli altri clienti e che potrebbero derivare dalla disponibilità di informazioni non diffuse al pubblico o dalla diffusione di valutazioni su uno strumento finanziario o sul suo emittente dopo avere preso posizione sullo stesso, beneficiando così dell impatto sul prezzo della valutazione stessa CONTROLLO effettuato in base ai seguenti criteri: Per ogni giornata operativa, per ogni strumento finanziario (inclusi i derivati), per mercato (oppure OTC) OUTPUT» si individuano le operazioni eseguite da uno stesso Operatore e si verifica la presenza - in un breve intervallo di tempo precedente (calcolato in termini di minuti) - di operazioni di segno opposto su altri dei clienti eseguite dallo stesso operatore;» si verifica la rilevanza (% rispetto ai Vol Mkt in base alla soglia parametrica) del totale di queste operazioni di segno opposto;» si calcola inoltre in base all operatore che le ha eseguite - il numero di conti con saldo negoziato positivo (acquisti > vendite) e con saldo negoziato negativo (vendite > acquisti); si controlla quindi se il rapporto fra il numero di conti con saldo positivo (o negativo) rispetto al numero totale di conti che l operatore ha movimentato sul titolo nella giornata è inferiore a una soglia percentuale parametrica, ovvero se pochi conti si sono mossi in modo opposto rispetto la massa.» Si verifica infine che il saldo sul titolo sia superiore a una soglia quantitativa di rilevanza.» RIEPILOGO: per conto, titolo e operatore, sono riportati i dati calcolati delle variabili di controllo e le relative soglie applicate, con evidenza del numero di transazioni sospette. Informazioni aggiuntive: posizione sul titolo per conto; conti correlati» DETTAGLIO: dati delle transazioni relative a ciascuna segnalazione. 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 13

14 Diagnostico N 11 TRADING IDEAS OPERAZIONI TRADERS INFORMATI : OPERAZIONI MERCATO di riferimento Operazioni eseguite dallo stesso Trader TRADER SEGNO OPPOSTO Intervallo temporale (min T1) SOGLIA MinVolTrd % Vol Mkt Applicato a tutte le operazioni di segno opposto fatte dallo stesso operatore Il Diagnostico mira ad individuare ordini o operazioni che si discostano dal comportamento degli altri clienti e che potrebbero derivare dalla disponibilità di informazioni non diffuse al pubblico o dalla diffusione di valutazioni su uno strumento finanziario o sul suo emittente dopo avere preso posizione sullo stesso, beneficiando così dell impatto sul prezzo della valutazione stessa 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 14

15 Diagnostico N 11 TRADING IDEAS OR OPERAZIONI SQUILIBRATE: POCHI CLIENTI (raggruppati in base all operatore che ha eseguito le operazioni) SI SONO MOSSI IN MODO OPPOSTO RISPETTO LA MASSA SALDO CONTI Acquisti > Vendite Vendite > Acquisti N conti Acquisto / N conti movimentati N conti Vendita / N conti movimentati SOGLIA MaxPositions AND Degli investitori anomali si verifica l entità rilevante dello SBILANCIO tra saldi di negoziazione (acquisti e vendite) SOGLIA MinBalance 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 15

16 Diagnostico N 11 TRADING IDEAS Soglia di rilevanza Soglia di rilevanza del saldo individuato Intervallo temporale Percentuale massima di sbilancio per segno 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 16

17 Diagnostico N 12 OPERAZIONE DI STABILIZZAZIONE OBIETTIVO DEL DIAGNOSTICO: Il Diagnostico individua giornalmente le operazioni effettuate nel periodo di stabilizzazione successivo al collocamento (30 giorni), eseguite dall intermediario in conto proprio (su conti stabiliti) e in conto terzi. Per ogni strumento finanziario i controlli sono basati su dati dell IPO (o emissione secondaria) e conti specificati dall utente, con periodi e valori di riferimento specifici per ciascun conto. CONTROLLO effettuato giornalmente nel periodo di riferimento e in base al tipo di conto:» si individuano le operazioni eseguite sui conti stabiliti (nel data entry) che coinvolgono lo strumento finanziario segnalando le operazioni eseguite a prezzi non in linea con le finalità di stabilizzazione (controllo eseguito per conti proprietà e conti terzi di stabilizzazione);» si verifica se la posizione del conto proprio di stabilizzazione, a fine giornata, supera la soglia prestabilita evidenziando tutte le operazioni del periodo;» si verifica se il rapporto fra il volume negoziato sul conto terzi di stabilizzazione nel periodo di stabilizzazione e il volume medio giornaliero negoziato nei sei mesi precedenti la data di inizio stabilizzazione è superiore a una soglia percentuale (questo controllo viene eseguito ogni giorno considerando i volumi parziali incrementali). OUTPUT» REPORT DEI CONTROLLI GIORNALIERI: per ogni strumento finanziario, riepilogo dei conti con operatività al di fuori delle soglie stabilite, con dettaglio delle operazioni collegate» REPORT DI STABILIZAZZIONE: per ogni strumento finanziario ogni giorno si estraggono tutte le operazioni effettuate sui conti di stabilizzazione (propri e terzi) anche se rientrano nelle soglie stabilite. 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 17

18 Diagnostico N 12 OPERAZIONE DI STABILIZZAZIONE IPO PERIODO DI STABILIZZAZIONE S1 - Soglia minima di rilevanza D1 Inizio offerta D2 Fine offerta D3 Inizio stabilizzazione D4 Fine stabilizzazione CONTROLLI: A) Operazioni Operazioni che che superano superano uno uno di di questi questi controlli controlli: (per il conto proprio di stabilizzazione): Pz acq > p coll.to Pz ven < p coll.to Pz vend < pz rif gg precedente Posizione > soglia S1 B) TUTTE le operazioni senza distinzione 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 18

19 Diagnostico N 12 OPERAZIONE DI STABILIZZAZIONE Date relative all IPO 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 19

20 Diagnostico N 13 DIAGNOSTICO 13 SIA-EAGLE INTERMEDIARI DIFFUSIONE INFORMAZIONI PRIVILEGIATE OBIETTIVO DEL DIAGNOSTICO 13: Il Il Diagnostico individua le operazioni di soggetti rilevanti/informati per un emittente (es. membri degli organi di amministrazione, direzione, sorveglianza; soci con partecipazioni rilevanti e persone a loro strettamente legate) e/o persone che hanno potenziale accesso a informazioni privilegiate in modo permanente e occasionale 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 20

21 Diagnostico N 13 DIFFUSIONE INFORMAZIONI PRIVILEGIATE OBIETTIVO DEL DIAGNOSTICO: Il Diagnostico individua le operazioni di soggetti rilevanti/informati per un emittente (es. membri degli organi di amministrazione, direzione, sorveglianza; soci con partecipazioni rilevanti e persone a loro strettamente legate) e/o persone che hanno potenziale accesso a informazioni privilegiate in modo permanente e occasionale CONTROLLO effettuato in base ai seguenti criteri: Per ogni giornata operativa e strumento finanziario (inclusi i derivati): ordini e operazioni sono considerate separatamente, mentre acquisti e vendite sono sommate fra loro: Per ogni soggetto rilevante si verifica:» se il soggetto ha effettuato transazioni relative al titolo di cui potrebbe essere informato e se tali transazioni sono rilevanti rispetto al volume giornaliero negoziato sul mercato (soglia parametrica); Inoltre, qualora l emittente sia cliente dello stesso intermediario, si evidenzia come bollino informativo - se anche quest ultimo ha operato sul titolo nella stessa giornata operativa. OUTPUT» RIEPILOGO: per conto ( a cui un soggetto informato/rilevante è collegato) e titolo, sono riportati i dati calcolati delle variabili di controllo e le relative soglie applicate, con evidenza del numero di transazioni sospette» DETTAGLIO: dati delle transazioni relative a ciascuna segnalazione. 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 21

22 Collegamento Proprietà/Operatori - Emittente E possibile collegare tramite apposita funzione di data-entry l ndg di un soggetto (persona fisica o giuridica) a un Emittente al fine di individuare operazioni fatte da conti cui l ndg è collegato su titoli emessi dall Emittente in oggetto SOGGETTO INFORMATO / RILEVANTE Emittente 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 22

23 Diagnostico N 13 DIFFUSIONE INFORMAZIONI PRIVILEGIATE ORDINI OPERAZIONI MERCATO di riferimento INSIDER LIST INSIDER LIST Emittente TITOLO X Soggetto Rilevante/Informato NEW RELEVANT PERSON NEW RELEVANT PERSON Acquisti TITOLO X 1 2 SOGLIA % Vol Mkt Vendite 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 23

24 Diagnostico N 13 DIFFUSIONE INFORMAZIONI PRIVILEGIATE Soglia 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 24

25 Inserimento News ritenute price sensitive NEWS E sempre possibile inserire tramite apposita funzione di data-entry News ritenute price sensitive. INFORMAZIONE AGGIUNTIVA La News viene quindi presentata nell output del diagnostico come informazione aggiuntiva (bollino informativo) che può supportare l utente di compliance nell attività di approfondimento. 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 25

26 Diagnostici a supporto dell attività di rendicontazione DIAGNOSTICO 14 SIA-EAGLE INTERMEDIARI OPERAZIONI SUL MERCATO DEI BLOCCHI OBIETTIVO DEL DIAGNOSTICO 14: Il diagnostico verifica se sono state eseguite operazioni sul Mercato dei Blocchi con ampi scostamenti rispetto al prezzo di chiusura del mercato di quotazione del titolo DIAGNOSTICO 15 SIA-EAGLE INTERMEDIARI OPERAZIONI FUORI MERCATO (OTC) OBIETTIVO DEL DIAGNOSTICO 15: Il diagnostico verifica se sono state eseguite operazioni OTC con prezzi al di fuori dell intervallo di oscillazione del prezzo del mercato di quotazione del titolo 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 26

27 Diagnostico N 14 OPERAZIONI SUL MERCATO DEI BLOCCHI OBIETTIVO DEL DIAGNOSTICO: Il diagnostico verifica se sono state eseguite operazioni sul Mercato dei Blocchi con ampi scostamenti rispetto al prezzo di chiusura del mercato di quotazione del titolo CONTROLLO Per ogni giornata operativa e strumento finanziario: per ogni operazione eseguita sul mercato dei blocchi:» si verifica se lo scostamento percentuale del prezzo dell operazione rispetto al prezzo di chiusura della stessa giornata del mercato di quotazione del titolo è uguale o superiore a una soglia parametrica. OUTPUT» RIEPILOGO: per conto e titolo, sono riportati i dati calcolati delle variabili di controllo e le relative soglie applicate, con evidenza del numero di transazioni sospette» DETTAGLIO: dati delle transazioni relative a ciascuna segnalazione. 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 27

28 Mercato dei Blocchi MERCATO DEI BLOCCHI Tutti i diagnostici (1-13*) trattano anche le transazioni avvenute sul mercato dei blocchi come mercato a parte con soglie dedicate.» I prezzi di riferimento e i volumi del mercato sono quelli del mercato di riferimento del titolo.» Il D14 tratta solo le operazioni eseguite sul mercato dei Blocchi con controllo dedicato sul prezzo * Resta escluso il D12 per il quale si eseguono controlli di stabilizzazione 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 28

29 Diagnostico N 14 OPERAZIONI SUL MERCATO DEI BLOCCHI OPERAZIONI Mercato dei Blocchi Prezzo eseguito Mercato di Riferimento Prezzo chiusura SCOSTAMENTO PREZZO Pz eseguito - Pz ch Mkt rif / Pz ch Mkt rif SOGLIA 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 29

30 Diagnostico N 14 OPERAZIONI SUL MERCATO DEI BLOCCHI Scostamento prezzo 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 30

31 Diagnostico N 15 OPERAZIONI FUORI MERCATO OBIETTIVO DEL DIAGNOSTICO: Il diagnostico verifica se sono state eseguite operazioni fuori mercato con prezzi al di fuori dell intervallo di oscillazione del prezzo del mercato di quotazione del titolo CONTROLLO Per ogni giornata operativa e strumento finanziario, per ogni operazione eseguita fuori mercato:» si verifica se il prezzo dell operazione è al di fuori dell intervallo di variazione del prezzo del mercato di quotazione del titolo per la stessa giornata operativa, ossia se è minore del minimo o maggiore del massimo prezzo di mercato. OUTPUT» RIEPILOGO: per conto e titolo, sono riportati i dati calcolati delle variabili di controllo e le relative soglie applicate, con evidenza del numero di transazioni sospette» DETTAGLIO: dati delle transazioni relative a ciascuna segnalazione. 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 31

32 La gestione delle operazioni OTC Tutti i diagnostici ad eccezione dell 8 - trattano anche le transazioni OTC sia sui titoli che sui derivati (opzioni). Le concentrazioni delle operazioni OTC:» sono considerate separatamente dalle operazioni eseguite sui mercati» sono rapportate ai volumi del mercato regolamentato del titolo/derivato trattato con la logica seguente (definita dalle linee guida ABI): per gli strumenti finanziari quotati in Italia e/o in altri Paesi UE: si fa riferimento al volume del mercato italiano, anche per operazioni eseguite su altri mercati UE; per gli strumenti finanziari negoziati su mercati UE ma non in Italia: si usa il volume del mercato di quotazione; nel caso di multi-quotazione si usa come riferimento il mercato più significativo 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 32

33 Diagnostico N 15 OPERAZIONI FUORI MERCATO OPERAZIONI OTC Prezzo eseguito Mercato di Riferimento Prezzo Min Prezzo Max PREZZO compreso tra Min & Max Pz Min Mkt rif < Pz es < P Max Mkt rif 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 33

34 Diagnostico N 15 OPERAZIONI FUORI MERCATO Intervallo di oscillazione del prezzo 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 34

35 Controllo trasversale delle segnalazioni SIA-EAGLE Intermediari offre la possibilità di analizzare in modo trasversale tramite una serie di filtri di inquiry flessibili - i risultati di tutti i Diagnostici al fine di individuare i casi in cui una stessa transazione/titolo/conto/soggetto ordinante/ecc. siano stati intercettati da più Diagnostici, oppure in modo ripetuto o saltuario nel tempo, ecc. La possibilità di interrogare in base allo stato attribuito alla segnalazione (c.d. workflow) permette inoltre di monitorare la qualità e lo stato dell arte del monitoraggio VANTAGGI OFFERTI DALLA FUNZIONE:» Alcuni casi di abuso possono essere individuati solo da un analisi congiunta dei risultati dei Diagnostici» Una visione complessiva consente di rafforzare o ridimensionare a seconda del caso i sospetti di abuso» Partendo dalla ricorrenza di determinati fattori, è possibile affinare i controlli traendo indicazioni dai legami non immediatamente palesi (soggetti-emittenti-titoli, ecc) che emergono 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 35

36 Overview globale 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 36

37 Funzione aggiuntiva: Calcolo statistico delle concentrazioni SIA-EAGLE Intermediari è dotato di una funzione base di calcolo statistico. Tramite apposita funzione (D91) è infatti possibile impostare in modo semplice ed immediato - il calcolo dei valori medi di alcune delle principali variabili utilizzate dai Diagnostici (es. livelli di concentrazione dell operatività di un singolo Conto rispetto ai volumi di Mercato su un certo strumento finanziario, dell Intermediario vs il Mercato, o del Conto vs l Intermediario) sulla base di un arco temporale predefinito dall utente. Media concentrazione Intermediario vs Mercato Media concentrazione Conto vs Mercato 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 37

38 Funzione aggiuntiva: Calcolo statistico delle concentrazioni VANTAGGI OFFERTI DALLA FUNZIONE DI CALCOLO STATISTICO:» I risultati della funzione possono essere utili nel processo di definizione delle soglie (in special modo nel momento in cui si procede alla specializzazione delle soglie ad esempio in base al tipo strumento).» Offrono un supporto semplice ed immediato alla Compliance per individuare il tipo di operatività media posta in essere dalla clientela/proprietà» Permettono di verificare cmportamenti eventualmente anomali da parte del Cliente-investitore 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 38

39 Agenda» Condivisione Diagnostici 9-15» Dettaglio trattamento Derivati 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 39

40 La gestione degli strumenti derivati (I)» Future negoziati sui mercati regolamentati italiani ed esteri (EU)» Opzioni dei mercati regolamentati per singola serie (opzione call put / sottostante / scadenza / style /strike price) e negoziate fuori mercato (OTC)» Covered warrant: ad es. nel mercato italiano sono presenti CW su azioni italiane ed estere, anche fuori EU; su indici, anche fuori EU; su valute: Eur/JpY, Eur/Usd; su commodities; su altri derivati: Bund future, Future petrolio ecc.» Diritti e Warrant - trattati sui mercati regolamentati del titolo sottostante oppure OTC - sono considerati alla stregua dei titoli cash quando vengono eseguiti controlli di concentrazione e di scostamento di prezzo, mentre vengono presi in considerazioni come derivati per i controlli cross market (es. impatto sul sottostante di un operazione eseguita sul derivato). 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 40

41 La gestione degli strumenti derivati (II) Esempio formula Diagnostico 1 I controlli vengono applicati anche ai derivati per singola serie. Le concentrazioni in questo caso vengono calcolate considerando per il volume dei derivati la seguente formula: V = N lotti x (N azioni x lotto) rapportandola al volume totale di derivati negoziati sul mercato. Vtot = N tot lotti x (N azioni x lotto) 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 41

42 SIA-EAGLE Intermediari Market Abuse Modulo Diagnostici T+1 GESTIONE DIAGNOSTICI PRESA IN CARICO 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 42

43 WORKFLOW Risultato Diagnostici INPUT SIA-EAGLE OUTPUT DIAGNOSTICO Risultato Diagnostico START STATUS 1 Segnalazione STATUS 2 No Non rilevante STATUS 4 Sospetto Possibile cambio stato Si Prima Valutazione Decisione di di segnalazione STATUS 5 In In attesa decisione Si No STATUS 3 Pending STATUS 7 Abuso STATUS 6 da da Non Segnalare Produzione REPORT3 Per segnalazione invio STATUS 8 Segnalato 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 43

44 SIA-EAGLE Intermediari Market Abuse Modulo Diagnostici T+1 DIAGNOSTICI PER SOGGETTO 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 44

45 Diagnostici per Soggetto INVESTITORE Conto Elemento di aggregazione SOGGETTO ORDINANTE RELATIONSHIP MANAGER RELATIONSHIP MANAGER INFO TRADER TRADER BROKER BROKER TRADING VENUE Cliente Gestore GPM Gestore F.do SGR Elemento di aggregazione 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 45

46 Ambiti di applicazione GPM Elemento Elemento di di aggregazione aggregazione dei dei Diagnostici Diagnostici per per Soggetto Soggetto ORDINANTE GESTORE GESTORE TRADER TRADER Sia-Eagle TRADING TRADING VENUE VENUE TIPO DEPOSITO TITOLI DEPOSITO DEPOSITO CALDERONE CALDERONE GPM GPM INTESTATARIO LINEA LINEA GPM GPM DISTRIBUZIONE SUI SINGOLI DEPOSITI GESTITO GESTITO SINGOLO SINGOLO SINGOLO SINGOLO CLIENTE CLIENTE CLIENTE CLIENTE ATTIVITA ESCLUSA DAI CONTROLLI 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 46

47 Soggetti: Impatto sui Tracciati Soggetto CORRISPONDENZA NEL TRACCIATO Ordine Revoca Eseguito Ordinante: investitore, gestore (SGR o GPM), asset manager. Oppure chi richiede la revoca (può essere diverso dall ordinante) Cod_soggetto (ClientID) Cod_soggetto (ClientID) Cod_soggetto (ClientID) Ricevente: relationship manager (operatore), sistema di trading online, promotore se inserisce direttamente l ordine nei sistemi di front; si ipotizza anche il percorso investiorepromotore-operatore-trader. Chi riceve l ordine o la revoca. Cod_ricevente (OperatorID) Cod_ricevente (OperatorID) Cod_ricevente (OperatorID) Trader Cod_esecutore (Operator_ID) Promotore: se è coinvolto a qualunque titolo nell esecuzione dell ordine, può essere anche uguale al Ricevente Cod_promotore (Operator_ID) Cod_promotore (Operator_ID) Cod_promotore (Operator_ID) 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 47

48 Diagnostici per Soggetto DIAGNOSTICI DIAGNOSTICI PER SOGGETTO Insieme di Diagnostici disponibili: 20 D01 D02 D03 D04 D05 D06 D08 D09 D10 D11 D12 D13 D14 D15 D01S D02S D03S D04S D05S D06S L Intermediario può scegliere quanti e quali utilizzare in base alle proprie esigenze specifiche 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE 48

49 31 Ottobre 2006 SIA-EAGLE

Compliance. Metodologia adottata in Banca Fideuram per le verifiche previste dalla Direttiva sul Market Abuse

Compliance. Metodologia adottata in Banca Fideuram per le verifiche previste dalla Direttiva sul Market Abuse Compliance Metodologia adottata in Banca Fideuram per le verifiche previste dalla Direttiva sul Market Abuse Roma, 26 giugno 2013 INDICE Introduzione... 3 Disegno della soluzione... 3 Diagnostici... 5

Dettagli

SIA-EAGLE Intermediari per i Conflitti di interessi e la MiFID Deborah Traversa, SIA-SSB, Responsabile Marketing Divisione Capital Markets

SIA-EAGLE Intermediari per i Conflitti di interessi e la MiFID Deborah Traversa, SIA-SSB, Responsabile Marketing Divisione Capital Markets SIA-EAGLE Intermediari per i Conflitti di interessi e la MiFID Deborah Traversa, SIA-SSB, Responsabile Marketing Divisione Capital Markets Milano, 01/12/2008 sia ssb 2008 Importante per la nuova funzione

Dettagli

Agenda di SIA-EAGLE Clients & Friends

Agenda di SIA-EAGLE Clients & Friends L offerta MiFID per la Compliance dei processi di negoziazione, gestione cliente, monitoraggio e controllo [D. Traversa, Responsabile Marketing Divisione Capital Markets] Milano, 20/09/2007 sia ssb 2007

Dettagli

Regolamento per la prevenzione e la gestione degli Abusi di Mercato

Regolamento per la prevenzione e la gestione degli Abusi di Mercato Regolamento per la prevenzione e la gestione degli Abusi di Mercato Processo Finanza Data approvazione Versione 16/09/2010 v.0.1 26/04/2012 v.0.2 INDICE 1. FINALITA DEL DOCUMENTO... 3 2. OGGETTO E FINALITA

Dettagli

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti:

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: Strumenti derivati Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: attività finanziarie (tassi d interesse, indici azionari, valute,

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Workshop sulle Misure di Livello

Workshop sulle Misure di Livello Workshop sulle Misure di Livello 2 della MiFID II/MiFIR La disciplina dei Mercati: Internalizzatori Sistematici Isadora Tarola Responsabile dell Ufficio Vigilanza Infrastrutture di Mercato CONSOB 22 luglio

Dettagli

SIA-EAGLE Clients & Friends Controlli MiFID e revisione periodica dell Execution Policy: il modello di controllo MiFID e i suoi obiettivi

SIA-EAGLE Clients & Friends Controlli MiFID e revisione periodica dell Execution Policy: il modello di controllo MiFID e i suoi obiettivi SIA-EAGLE Clients & Friends Controlli MiFID e revisione periodica dell Execution Policy: il modello di controllo MiFID e i suoi obiettivi A cura della Direzione Organizzazione e Sistemi Informativi Milano,

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI NEGOZIAZIONE INTERNO DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA POPOLARE DI BARI S.C.P.A. E UTILIZZO DEL FONDO ACQUISTO AZIONI PROPRIE

REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI NEGOZIAZIONE INTERNO DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA POPOLARE DI BARI S.C.P.A. E UTILIZZO DEL FONDO ACQUISTO AZIONI PROPRIE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI NEGOZIAZIONE INTERNO DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA POPOLARE DI BARI S.C.P.A. E UTILIZZO DEL FONDO ACQUISTO AZIONI PROPRIE TITOLO I- DISPOSIZIONI GENERALI INDICE Art. 1 - Oggetto

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Manuale per l operatività in DMA con la nostra piattaforma di trading online

Manuale per l operatività in DMA con la nostra piattaforma di trading online Manuale per l operatività in DMA con la nostra piattaforma di trading online Indice 1. Introduzione all operatività in DMA con IG Trade 02 - Che cos è il DMA? 02 - Perché operare in DMA 02 2. Iniziare

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Volatilità Implicita, Covered Warrant e Scelta degli Investitori

Volatilità Implicita, Covered Warrant e Scelta degli Investitori Marcello Minenna Volatilità Implicita, Covered Warrant e Scelta degli Investitori Orienta Finanza 22 febbraio 2002 Rimini Covered Warrant Volumi Scambiati 62.000 56.000 Controvalori Scambiati (milioni

Dettagli

consente di ricercare ed elencare le quotazioni dei singoli strumenti finanziari in tempo reale e differito. Figura 2: Pagina d apertura

consente di ricercare ed elencare le quotazioni dei singoli strumenti finanziari in tempo reale e differito. Figura 2: Pagina d apertura Manuale Utente 5 Quotazioni La sezione consente di ricercare ed elencare le quotazioni dei singoli strumenti finanziari in tempo reale e differito. Figura 2: Pagina d apertura Essa prevede alcune modalità

Dettagli

ACQUEDOTTO NICOLAY S.p.A. CODICE DI COMPORTAMENTO per la disciplina degli obblighi informativi in materia di internal dealing

ACQUEDOTTO NICOLAY S.p.A. CODICE DI COMPORTAMENTO per la disciplina degli obblighi informativi in materia di internal dealing ACQUEDOTTO NICOLAY S.p.A. CODICE DI COMPORTAMENTO per la disciplina degli obblighi informativi in materia di internal dealing Consiglio di Amministrazione del 19 dicembre 2002 ARTICOLO 1 Finalità del Codice

Dettagli

Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento.

Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento. Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento. I Certificate descritti in questa pubblicazione sono strumenti finanziari strutturati complessi a capitale non protetto. Non è garantito

Dettagli

La Cassa Controparte Centrale dei Mercati Cash Azionari La Metodologia di Calcolo dei Margini Iniziali

La Cassa Controparte Centrale dei Mercati Cash Azionari La Metodologia di Calcolo dei Margini Iniziali La Cassa Controparte Centrale dei Mercati Cash Azionari La Metodologia di Calcolo dei Margini Iniziali Ufficio RM Versione 2.1 Indice Premessa... 3 a) Ambito... 3 b) Obiettivi... 3 1. Metodologia di calcolo

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

POLICY STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

POLICY STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Data documento 19/11/2012 Pagina 1/13 POLICY STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA D ALBA CREDITO COOPERATIVO SC Redatto da In collaborazione con Servizio Compliance e Antiriciclaggio

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Modalità operative di trasmissione degli ordini

Modalità operative di trasmissione degli ordini Modalità operative di trasmissione degli ordini 18/06/2012 INDICE 1. PREMESSA 3 1.1 Scopo 4 1.2 Riferimenti Normativi 4 1.3 Definizioni 4 2. QUALITÀ DELL ESECUZIONE 6 3. FATTORI DI ESECUZIONE 7 3.1 Eccezioni

Dettagli

OPERAZIONI PERSONALI Guida agli adempimenti per i dipendenti ed i collaboratori

OPERAZIONI PERSONALI Guida agli adempimenti per i dipendenti ed i collaboratori OPERAZIONI PERSONALI Guida agli adempimenti per i dipendenti ed i collaboratori Premessa Le Regole per le Operazioni Personali individuano gli adempimenti ed i limiti cui sono soggetti, tra gli altri,

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA E LA BORSA. VISTA la legge 7 giugno 1974, n. 216, e le successive modificazioni e integrazioni;

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA E LA BORSA. VISTA la legge 7 giugno 1974, n. 216, e le successive modificazioni e integrazioni; Delibera n. 16839 Ammissione delle prassi di mercato previste dall art. 180, comma 1, lettera c), del D. Lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998 inerenti: a) all attività di sostegno della liquidità del mercato,

Dettagli

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA E LA BORSA. VISTA la legge 7 giugno 1974, n. 216, e le successive modificazioni e integrazioni;

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA E LA BORSA. VISTA la legge 7 giugno 1974, n. 216, e le successive modificazioni e integrazioni; Delibera n. 16839 Ammissione delle prassi di mercato previste dall art. 180, comma 1, lettera c), del D. Lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998 inerenti: a) all attività di sostegno della liquidità del mercato,

Dettagli

DATA INIZIO OPERATIVITÀ 22 MAGGIO 2009 ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA

DATA INIZIO OPERATIVITÀ 22 MAGGIO 2009 ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA REGOLAMENTO DELL ATTIVITA DI NEGOZIAZIONE PER CONTO PROPRIO SU TITOLI DI STATO ITALIANI E OBBLIGAZIONI DI PROPRIA EMISSIONE SVOLTA DALLA BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA Soc.Cooperativa DATA INIZIO OPERATIVITÀ

Dettagli

Si informa che sono state approvate le modifiche al Regolamento del Mercato EuroTLX.

Si informa che sono state approvate le modifiche al Regolamento del Mercato EuroTLX. MODIFICA AL REGOLAMENTO DI EUROTLX Si informa che sono state approvate le modifiche al Regolamento del Mercato EuroTLX. Il nuovo regolamento entrerà in vigore lunedì 14 luglio 2014, compatibilmente con

Dettagli

1 di 6 03/09/2012 09.23

1 di 6 03/09/2012 09.23 1 di 6 03/09/2012 09.23 English - Versione accessibile - Mappa - Contattaci - Privacy - Avvertenze - Link utili - Ricerca - RSS Soggetti vigilati - Per gli intermediari La Consob Emittenti Intermediari

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

SeDeX, MOT ed EuroMOT. Mauro Giangrande Borsa Italiana Divisione FI&CW Markets

SeDeX, MOT ed EuroMOT. Mauro Giangrande Borsa Italiana Divisione FI&CW Markets SeDeX, MOT ed EuroMOT Mauro Giangrande Borsa Italiana Contenuti SeDeX MOT EuroMOT 2 Contenuti SeDeX MOT EuroMOT 3 Mercato SeDeX SeDeX: il mercato telematico dei securitised derivatives SeDeX è il mercato

Dettagli

OPERAZIONI PERSONALI Guida agli adempimenti per i dipendenti ed i collaboratori

OPERAZIONI PERSONALI Guida agli adempimenti per i dipendenti ed i collaboratori OPERAZIONI PERSONALI Guida agli adempimenti per i dipendenti ed i collaboratori Premessa La Policy per le Operazioni Personali individua gli adempimenti ed i limiti cui sono soggetti, tra gli altri, i

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Documento di sintesi della

Documento di sintesi della Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del settembre 2015 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MERCATO INTERNO DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA POPOLARE DI PUGLIA E BASILICATA S.C.P.A.

REGOLAMENTO DEL MERCATO INTERNO DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA POPOLARE DI PUGLIA E BASILICATA S.C.P.A. REGOLAMENTO DEL MERCATO INTERNO DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA POPOLARE DI PUGLIA E BASILICATA S.C.P.A. TITOLO I- DISPOSIZIONI GENERALI INDICE Art. 1 - Oggetto del Mercato Interno. Art. 2 Modifiche al

Dettagli

INFORMATIVA SINTETICA SULLA POLITICA SEGUITA DALLA BANCA IN MATERIA DI CONFLITTI DI INTERESSE

INFORMATIVA SINTETICA SULLA POLITICA SEGUITA DALLA BANCA IN MATERIA DI CONFLITTI DI INTERESSE INFORMATIVA SINTETICA SULLA POLITICA SEGUITA DALLA BANCA IN MATERIA DI CONFLITTI DI INTERESSE 1. PREMESSA Il presente documento ha lo scopo di descrivere sinteticamente la politica che il Gruppo bancario

Dettagli

24.000 OPZIONI. Marcello Minenna. Covered. 24.000 premio. 8.000 Diritto di OPzione. Marcello Minenna. Investitori. Marcello Minenna.

24.000 OPZIONI. Marcello Minenna. Covered. 24.000 premio. 8.000 Diritto di OPzione. Marcello Minenna. Investitori. Marcello Minenna. Volumi Scambiati Le Digressione Diritti di opzione 32.000 Controvalori Scambiati (milioni di euro) 28.000 Volatilità Implicita, e Scelta degli 24.000 OPZIONI 20.000 16.000 8.000 Premi 12.000 Idem 4.000

Dettagli

Gli impatti della MiFID sui mercati: il punto di vista di TLX. Head of Market Supervision

Gli impatti della MiFID sui mercati: il punto di vista di TLX. Head of Market Supervision Gli impatti della MiFID sui mercati: il punto di vista di TLX Milano, 18 dicembre 2006 Stefano Cuccia Head of Market Supervision 1 I normali ambiti di attività dei mercati 1.Listing (ammissione alla negoziazione

Dettagli

INDICE 1. RIFERIMENTI NORMATIVI... 3 2. STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI... 6

INDICE 1. RIFERIMENTI NORMATIVI... 3 2. STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI... 6 INDICE 1. RIFERIMENTI NORMATIVI... 3 1.1 STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE...4 2. STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI... 6 2.1 TITOLI AZIONARI E RELATIVI DIRITTI DI OPZIONE, COVERED WARRANTS,

Dettagli

Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca Di Credito Cooperativo

Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca Di Credito Cooperativo DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca Di Credito Cooperativo La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Massimiliano Carnevali Head of Listed Companies Compliance & Disclosure Department Borsa Italiana. 5 Maggio 2006 8 Maggio 2006

Massimiliano Carnevali Head of Listed Companies Compliance & Disclosure Department Borsa Italiana. 5 Maggio 2006 8 Maggio 2006 Gli obblighi di informativa privilegiata (price sensitive), il registro degli Insiders e le segnalazioni di Internal Dealing a seguito del recepimento della Direttiva Market Abuse Massimiliano Carnevali

Dettagli

* * * La SGR partecipa ai processi di formazione e informazione della rete di vendita di Poste Italiane.

* * * La SGR partecipa ai processi di formazione e informazione della rete di vendita di Poste Italiane. Informativa ai partecipanti dei fondi comun di investimento BancoPosta Liquidità Euro, BancoPosta Obbligazionario Dicembre 2017, BancoPosta Replay 12 mesi e BancoPosta Obbligazionario Italia Dicembre 2018

Dettagli

SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9

SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9 SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9 1. Un derivato e uno strumento finanziario il cui rendimento e legato al rendimento di un altro strumento finanziario emesso in precedenza e separatamente negoziato. Un esempio

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1. INTRODUZIONE Come previsto dalla disciplina in materia di best execution della direttiva MiFID 2004/39/CE e della direttiva 2010/43/UE (recante modalità

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA 1. Denominazione Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti, distinta dagli altri attivi detenuti dall impresa di assicurazione, denominata

Dettagli

MiFID Policy Strategia di esecuzione e trasmissione di ordini

MiFID Policy Strategia di esecuzione e trasmissione di ordini MiFID Policy Strategia di esecuzione e trasmissione di ordini CDA DEL 28 gennaio 2015 INDICE IMPOSTAZIONE METODOLOGICA... 3 1. RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI... 5 2. PRINCIPI GUIDA PER L ESECUZIONE

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Documento di Sintesi Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini BANCA DELLA BERGAMASCA - CREDITO COOPERATIVO - SOCIETA COOPERATIVA

Documento di Sintesi Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini BANCA DELLA BERGAMASCA - CREDITO COOPERATIVO - SOCIETA COOPERATIVA Documento di Sintesi Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini BANCA DELLA BERGAMASCA - CREDITO COOPERATIVO - SOCIETA COOPERATIVA Delibera C.d.A. del 23 dicembre 2010 LA NORMATIVA MIFID La Markets

Dettagli

REGOLAMENTO MERCATO AZIONI BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE

REGOLAMENTO MERCATO AZIONI BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE REGOLAMENTO MERCATO AZIONI BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE Codici ISIN: IT0001040820, IT0004459241, IT0004734205, IT0004841349 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 23/02/2015 Data di entrata

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI N B.4 Approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 10/12/2015 Data di efficacia: 14/12/2015 INDICE 1 PREMESSA... 3 2 BEST EXECUTION...

Dettagli

REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A

REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.p.A Deliberato dall Assemblea di Borsa Italiana del 16 luglio 2010 e approvato dalla Consob con delibera n. 17467 del 7 settembre 2010

Dettagli

Documento informativo dei Fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano armonizzati istituiti e gestiti da Anima SGR S.p.A.

Documento informativo dei Fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano armonizzati istituiti e gestiti da Anima SGR S.p.A. AI SENSI DEL REGOLAMENTO CONSOB N. 16190 DEL 02/11/2007 Documento informativo dei Fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano armonizzati istituiti e gestiti da Anima SGR S.p.A. 1. Informazioni

Dettagli

vwd trader La vostra soluzione per il trading online www.vwd-italia.com

vwd trader La vostra soluzione per il trading online www.vwd-italia.com vwd trader La vostra soluzione per il trading online 1 Caratteristiche vwd trader è un front-end per il trading che si presenta come white label, personalizzabile dalle Istituzioni Finanziarie, che la

Dettagli

PER FAR CRESCERE IL TUO BUSINESS. Information Services

PER FAR CRESCERE IL TUO BUSINESS. Information Services PER FAR CRESCERE IL TUO BUSINESS Information Services Information Services Per supportare le delicate fasi di analisi, operatività e comunicazione fi nanziaria, l Information Services Business Development

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita 1. Denominazione Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti, distinta dagli altri attivi detenuti dall impresa di assicurazione,

Dettagli

Introduzione. Capitolo 1. Opzioni, Futures e Altri Derivati, 6 a Edizione, Copyright John C. Hull 2005 1

Introduzione. Capitolo 1. Opzioni, Futures e Altri Derivati, 6 a Edizione, Copyright John C. Hull 2005 1 Introduzione Capitolo 1 1 La Natura dei Derivati I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali variabili sottostanti 2 Esempi di Derivati Forwards Futures Swaps Opzioni

Dettagli

Policy di valutazione e pricing dei prestiti obbligazionari di propria emissione

Policy di valutazione e pricing dei prestiti obbligazionari di propria emissione Policy di valutazione e pricing dei prestiti obbligazionari di propria emissione Tipo: Regolamento Redazione: Ufficio Organizzazione Approvazione: CdA Data rilascio: 27/04/2015 Revisione Data 1 2 3 27/04/2015

Dettagli

POSITION PAPER. 23 novembre 2007

POSITION PAPER. 23 novembre 2007 Risposta ABI alla consultazione della CONSOB sulla Comunicazione contenente chiarimenti di natura applicativa in merito al Regolamento Mercati adottato in attuazione della MiFID 23 novembre 2007 POSITION

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

PER FAR CRESCERE IL TUO BUSINESS. Market Connect

PER FAR CRESCERE IL TUO BUSINESS. Market Connect PER FAR CRESCERE IL TUO BUSINESS Market Connect Market Connect nasce con un intento: avere una finestra sempre aperta sui mercati italiani ed esteri e offrire così una panoramica ampia e dettagliata sulla

Dettagli

Documenti pubblicati da Enel Green Power S.p.A. nel periodo compreso tra il 04 novembre 2010 e il 16 maggio 2011

Documenti pubblicati da Enel Green Power S.p.A. nel periodo compreso tra il 04 novembre 2010 e il 16 maggio 2011 DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE DI ENEL GREEN POWER S.p.A. (predisposto ai sensi dell art. 54 del Regolamento Emittenti Consob approvato con Deliberazione n. 11971/1999) Documenti pubblicati da Enel

Dettagli

PRICE LIST PER IL SERVIZIO DI NEGOZIAZIONE IN VIGORE DALLA DATA DI ENTRATA IN PRODUZIONE DELLA PIATTAFORMA MILLENNIUM IT

PRICE LIST PER IL SERVIZIO DI NEGOZIAZIONE IN VIGORE DALLA DATA DI ENTRATA IN PRODUZIONE DELLA PIATTAFORMA MILLENNIUM IT PRICE LIST PER IL SERVIZIO DI NEGOZIAZIONE IN VIGORE DALLA DATA DI ENTRATA IN PRODUZIONE DELLA PIATTAFORMA MILLENNIUM IT SEZIONE N.1: TARIFFARIO INTERMEDIARI 1. Membership Fee 1 Canone Annuale 2 15.000

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI EXECUTION POLICY

REGOLAMENTO GENERALE DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI EXECUTION POLICY REGOLAMENTO GENERALE DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI EXECUTION POLICY Edizione settembre 2014 1 SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. AMBITO DI APPLICAZIONE DEI SERVIZI DI NEGOZIAZIONE

Dettagli

PANNELLO DI CONTROLLO

PANNELLO DI CONTROLLO Capitolo 9 PANNELLO DI CONTROLLO Sezioni della Finestra Principale SEZIONE SUPERIORE: INFORMATIVA SEZIONE CENTRALE: NEGOZIAZIONE ****** SEZIONE INFERIORE: GESTIONE DEL DEPOSITO La finestra principale è

Dettagli

PRICE LIST PER IL SERVIZIO DI NEGOZIAZIONE

PRICE LIST PER IL SERVIZIO DI NEGOZIAZIONE PRICE LIST PER IL SERVIZIO DI NEGOZIAZIONE 1 2 3 Ai sensi di quanto previsto all art. 3.3.1 del Regolamento e dell art. 25 del Regolamento del MAC In vigore dal 1 aprile 2008 INDICE 1. LINEE DI PRICING

Dettagli

Prospetto analitico delle operazioni di cui ai commi 491 e 492 dell articolo 1 della legge di stabilità

Prospetto analitico delle operazioni di cui ai commi 491 e 492 dell articolo 1 della legge di stabilità Prospetto analitico delle operazioni di cui ai commi 491 e 492 dell articolo 1 della legge di stabilità Allegato 8 descrizione 1 tipo imposta (491; 492) 2 identificativo impresa: codice fiscale 3 CF del

Dettagli

Di seguito viene riportata la Nuova Strategia di trasmissione ed esecuzione degli ordini di Banca Mediolanum.

Di seguito viene riportata la Nuova Strategia di trasmissione ed esecuzione degli ordini di Banca Mediolanum. PREMESSA In virtù delle evoluzioni normative successive all entrata in vigore della Direttiva MIFID, che hanno determinato un apertura anche verso mercati non regolamentati, Banca Mediolanum dal 1 giugno

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

ANALISI DELLA TRASPARENZA NEI MERCATI OBBLIGAZIONARI EUROPEI MATTEO CASSIANI, CFA

ANALISI DELLA TRASPARENZA NEI MERCATI OBBLIGAZIONARI EUROPEI MATTEO CASSIANI, CFA ANALISI DELLA TRASPARENZA NEI MERCATI OBBLIGAZIONARI EUROPEI MATTEO CASSIANI, CFA Rimini, 18 maggio 2012 Il Quadro Normativo: La Revisione della MiFID La Struttura del Mercato L Esperienza degli Stati

Dettagli

SeDeX. Covered Warrant e Leverage Certificate

SeDeX. Covered Warrant e Leverage Certificate SeDeX Covered Warrant e Leverage Certificate Prodotti con effetto leva per accrescere il potenziale del proprio portafoglio. SeDeX Introduzione Questi prodotti amplificano al rialzo e al ribasso le performance

Dettagli

Decorrenza 05/08/2015 Foglio 00.09.001 pag. 1 di 8

Decorrenza 05/08/2015 Foglio 00.09.001 pag. 1 di 8 Società per Azioni con socio unico Sede Legale e Amministrativa: Piazzale Fratelli Zavattari, 12 20149 MILANO Tel.: 800.99.11.88 - Fax: (+39) 02 74.874.918 Indirizzo e-mail: info@iwbank.it - Sito internet:

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 31 agosto 2015 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1. Scopo del documento... 3 1.2. Applicabilità... 3 1.3. Riferimenti... 3 1.3.1. Riferimenti

Dettagli

Gli impatti della MiFID II nell Asset Management: una prospettiva

Gli impatti della MiFID II nell Asset Management: una prospettiva Financial Services Gli impatti della MiFID II nell Asset Management: una prospettiva Crisi Finanziaria/ Impegni del G20 Impatti della tecnologia Integrazioni Comunitarie Nuovo schema di vigilanza EU www.pwc.com/it

Dettagli

FeeOnly4You per i Consulenti

FeeOnly4You per i Consulenti La prima piattaforma online di Consulenza MiFID compliant FeeOnly4You per i Consulenti Introduzione Il recepimento della Direttiva MIFID ha ufficializzato e valorizzato il ruolo della attività del Consulente

Dettagli

http://yevhenukr.jimdo.com/trader-fx-academy/ 2013

http://yevhenukr.jimdo.com/trader-fx-academy/ 2013 La terminologia più frequentemente utilizzata nel FOREX Ask Il prezzo al quale il mercato è disposto a vendere una specifica valuta in un contratto di Foreign Exchange o Cross Currency. A questo prezzo

Dettagli

REGOLAMENTO MERCATO OBBLIGAZIONI comunicato alla Consob in data 5 agosto 2011

REGOLAMENTO MERCATO OBBLIGAZIONI comunicato alla Consob in data 5 agosto 2011 REGOLAMENTO MERCATO OBBLIGAZIONI comunicato alla Consob in data 5 agosto 2011 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 2 agosto 2011 Data di entrata in vigore: 8 agosto 2011 Aggiornamento del

Dettagli

POLICY TRASMISSIONE E ESECUZIONE ORDINI

POLICY TRASMISSIONE E ESECUZIONE ORDINI POLICY TRASMISSIONE E ESECUZIONE ORDINI Approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 25 giugno 2015 INDICE 1. PREMESSA...1 2. FATTORI RILEVANTI AI FINI DELLA BEST EXECUTION...2 3. PROCEDURA PER IDENTIFICAZIONE

Dettagli

Certificati a Leva Fissa

Certificati a Leva Fissa Certificati a Leva Fissa Costanza Mannocchi Trading Online Expo 2014 Milano - Palazzo Mezzanotte - 24 ottobre 2014 Il successo dei certificati a leva fissa su Borsa Italiana I Certificati a Leva Fissa

Dettagli

Policy di Valutazione e Pricing

Policy di Valutazione e Pricing Policy di Valutazione e Pricing Regole Interne per la Negoziazione ed Emissione dei Prestiti Obbligazionari emessi dalla Banca Alto Vicentino Credito Cooperativo di Schio e Pedemonte Società Cooperativa

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI ICCREA BANCA S.P.A. DOCUMENTO DI SINTESI 07 FEBBRAIO 2008 INDICE 1. RIFERIMENTI NORMATIVI 3 2. Sezione Prima - Fattori di esecuzione

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 23.2.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 52/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 148/2013 DELLA COMMISSIONE del 19 dicembre 2012 che integra il regolamento (UE)

Dettagli

Bisogno di investimento del risparmio

Bisogno di investimento del risparmio Bisogno di investimento del risparmio Domanda e Offerta di strumenti di investimento del risparmio Bisogno di investimento Strumenti bancari (contratti bilaterali) depositi tempo; PcT; CD Strumenti di

Dettagli

ANALISI REGOLAMENTI DERIVATI OTC, TRADE REPOSITORY E CCP

ANALISI REGOLAMENTI DERIVATI OTC, TRADE REPOSITORY E CCP ANALISI REGOLAMENTI DERIVATI OTC, TRADE REPOSITORY E CCP A seguire, suddiviso per numero regolamento, l analisi di sintesi dei regolamenti pubblicati sulla gazzetta ufficiale dell Unione Europea. Regolamento

Dettagli

MODIFICHE AL REGOLAMENTO N. 11768/98 IN MATERIA DI MERCATI

MODIFICHE AL REGOLAMENTO N. 11768/98 IN MATERIA DI MERCATI MODIFICHE AL REGOLAMENTO N. 11768/98 IN MATERIA DI MERCATI DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE 27 luglio 2006 Le osservazioni al presente documento di consultazione dovranno pervenire entro il 7 agosto 2006 al

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

Comunicazione n. DME/5078692 del 29-11-2005

Comunicazione n. DME/5078692 del 29-11-2005 Comunicazione n. DME/5078692 del 29-11-2005 Oggetto: Esempi di manipolazione del mercato e di operazioni sospette indicati dal Committee of European Securities Regulators (CESR) nel documento "Market Abuse

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI E DI ASSEGNAZIONE DEGLI ORDINI

SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI E DI ASSEGNAZIONE DEGLI ORDINI Il presente documento descrive le misure per l esecuzione e la trasmissione degli ordini alle condizioni più favorevoli per il cliente (art. 45 e 48 del Regolamento Consob in materia di Intermediari) e

Dettagli

L A B O R S A I T AL I AN A S. P. A. H A D I S P O S T O L AM M I S S I O N E AL L A Q U O T AZ I O N E C O N P R O V V E D I M E N T O N.

L A B O R S A I T AL I AN A S. P. A. H A D I S P O S T O L AM M I S S I O N E AL L A Q U O T AZ I O N E C O N P R O V V E D I M E N T O N. Avviso integrativo di emissione. Il presente Avviso va letto congiuntamente alla Nota integrativa al documento informativo sull Emittente depositato presso la Consob in data 19.06.2003, a seguito di nullaosta

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 11 ottobre 2011 v.0.5 Indice

Dettagli

AIM ITALIA MANUALE DELLE NEGOZIAZIONI

AIM ITALIA MANUALE DELLE NEGOZIAZIONI AIM ITALIA MANUALE DELLE NEGOZIAZIONI VERSIONE 1.0 TITOLO 1 MERCATO TELEMATICO AIM Articolo 1 (Strumenti negoziabili) 1. Nel mercato AIM si negoziano, per qualunque quantitativo, strumenti finanziari.

Dettagli

La Piattaforma Informativa Professionale per gli operatori del Mercato dei Metalli ferrosi e non ferrosi. Scheda prodotto

La Piattaforma Informativa Professionale per gli operatori del Mercato dei Metalli ferrosi e non ferrosi. Scheda prodotto La Piattaforma Informativa Professionale per gli operatori del Mercato dei Metalli ferrosi e non ferrosi Scheda prodotto Caratteristiche del Prodotto Metalli24 è la piattaforma informativa di ultima generazione

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

ESTRATTO DELLA POLITICA PER LA GESTIONE DELLE SITUAZIONI DI CONFLITTO DI INTERESSE GENERALI Investments Europe S.p.A. SGR

ESTRATTO DELLA POLITICA PER LA GESTIONE DELLE SITUAZIONI DI CONFLITTO DI INTERESSE GENERALI Investments Europe S.p.A. SGR ESTRATTO DELLA POLITICA PER LA GESTIONE DELLE SITUAZIONI DI CONFLITTO DI INTERESSE GENERALI Investments Europe S.p.A. SGR Politica per la gestione dei conflitti d interesse di GENERALI INVESTMENTS EUROPE

Dettagli

POLICY PER LA GESTIONE DELLE OPERAZIONI PERSONALI

POLICY PER LA GESTIONE DELLE OPERAZIONI PERSONALI POLICY PER LA GESTIONE DELLE OPERAZIONI PERSONALI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 26 dicembre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 26 aprile 2012 v.0.4 INDICE I. PREMESSA...

Dettagli

MiFID review: scenari e prospettive. Siena, 11 maggio 2013 Pasquina Petruzzi

MiFID review: scenari e prospettive. Siena, 11 maggio 2013 Pasquina Petruzzi MiFID review: scenari e prospettive Siena, 11 maggio 2013 Pasquina Petruzzi AGENDA MiFID I: ricapitoliamo MiFID review: le ragioni MiFID review: le novità MiFID review: stato dell arte 2 MiFID I: ricapitoliamo

Dettagli

Policy sulla Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli Ordini

Policy sulla Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli Ordini Policy sulla Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli Ordini \ VIBANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI S.PIETRO IN VINCIO SOCIETA COOPERATIVA SEDE LEGALE E DIREZIONE GENERALE: 51100 PONTELUNGO (PT)

Dettagli