UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE"

Transcript

1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Centro di servizi di ateneo per la Valorizzazione dei risultati della Ricerca e la gestione dell Incubatore universitario CsaVRI MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE DEI LABORATORI E CENTRI DI RICERCA, SU TEMI ICT ROBOTICA, CONNESSI ALL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE A CURA DEL GRUPPO ICT ROBOTICA UNIFI AREA METROPOLITANA FIRENZE PRATO PISTOIA EDITOR: PROF. P. NESI UNIFI, CSAVRI ) ING. S. CUOMO CSAVRI DOTT. ING. DOTT. F. BRENZINI CSAVRI D. FISSI CSAVRI C. SERNI CSAVRI Accessibile su: a 5308ed8bbcb0 06 MARZO 2012 VER: 6.4

2 INDICE Introduzione...3 Le attività di progettazione Europea dell Università di Firenze...5 I brevetti depositati...6 I brevetti depositati...7 Gli spin off ICT dell Università di Firenze...7 I Laboratori / Centri di ricerca censiti...9 Dipartimento di Sistemi e Informatica...11 Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni...12 Dipartimento di Energetica Sergio Stecco...13 MICC: Centro di Eccellenza Nazionale...14 PIN Prato...14 Dipartimento di Meccanica e Tecnologie Industriali...14 Le aree di competenza...15 Classificazione per macroaree...17 I progetti ICT Robotica...19 Riconoscimenti internazionali...20 Coordinamento progetti europei (attivi al 31/12/2011)...20 Partecipazione a progetti europei (attivi al 31/12/2011)...21 Aziende Regionali con cui esistono attualmente collaborazioni...22 Aziende Nazionali con cui esistono attualmente collaborazioni...25 Aziende Internazionali con cui esistono attualmente collaborazioni...28 Macro aree Strategiche dei gruppi di ricerca...30 Gestione della conoscenza, accelerazione, media, intelligenza artificiale, big data...30 Sistemi di trasporto, architetture e modelli segnalamento, metodi formali...32 Robotica, micro e nano robotica...32 Telecomunicazioni e reti...32 Bio: medica, ingegneria, informatica, elettronica, elettromagnetismo...32 Qualità, dependability...33 Fotonica...33 Comunicazione e formazione...33 Sensor networks and radar...33 ICT gestionale, gestione processi, e gov...34 Elettronica, e nano strutture...34 Sistemi di controllo...34 Visione strategica dei gruppi di ricerca ICT Robotica connessi a UNIFI...35 L offerta dei servizi qualificati...40 Schede Laboratori e Referenti...43 MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 2

3 Introduzione Le origini dell Università degli Studi di Firenze risalgono al 1321, quando fu istituito lo Studium. Nel 1472 lo Studium fu trasferito a Pisa. Nel 1859, l'università si presenta nuovamente come Istituto di Studi Superiori. Nel 1923 si costituisce come Università pubblica (Regio decreto 2102/1923) e inizia la sua attività come Università degli Studi di Firenze (http://www.unifi.it). L'Università degli Studi di Firenze è una delle più grandi organizzazioni per la ricerca e l'istruzione superiore in Italia, con oltre 1900 docenti di ruolo e ricercatori, oltre 1600 di personale permanente tecnico/amministrativo e assistenti di lingue, per oltre 55 mila studenti iscritti. L'Università è composta da 12 Facoltà (http://www.unifi.it/organizzazione/elenca.php?tps=fac ): Agraria, Architettura, Economia, Educazione, Ingegneria, Giurisprudenza, Arti Liberali, Medicina e Chirurgia, Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, Farmacia, Scienze Politiche, Psicologia. La ricerca scientifica è raggruppata in 5 grandi aree: Scienze sociali, Umanistiche, Scientifiche, Area tecnologica e Area Biomedica. Gran parte del budget annuale è destinato alla ricerca scientifica. Nel recente passato l'università degli Studi di Firenze si è classificata tra le prime università italiane nella distribuzione di fondi di ricerca. L'Università degli Studi di Firenze si è classificata tra le Università virtuose per il ministero, e tra le prime università italiane nella distribuzione di fondi di ricerca. UNIFI presenta circa 49 dipartimenti (http://www.unifi.it/organizzazione/elenca.php?area=01), 32 laboratori congiunti con le industrie, e oltre 100 centri di ricerca di eccellenza ed interuniversitari (http://www.unifi.it/organizzazione/elenca.php?tps=cen). Nell area ICT Robotica ha circa 50 laboratori in più di 10 dipartimenti e 4 Centri di ricerca, più alcuni servizi direttamente locati presso lo CsaVRI, Centro di Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e la gestione dell'incubatore universitario fiorentino, IUF. Lo CsaVRI (http://www.csavri.org, v p 5965.html) é il Centro di Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca (con sedi presso la Fondazione Ricerca ed Innovazione e presso il Polo Scientifico e Tecnologico di Sesto Fiorentino) e la gestione dello IUF (Polo Scientifico e Tecnologico di Sesto Fiorentino). È una struttura di servizio per il territorio e per le strutture di UNIFI, come laboratori congiunti, attività di ricerca conto terzi e trasferimento tecnologico. Lo CsaVRI (http://www.csavri.org) comprende e gestisce lo IUF che presenta al momento 7 spin off attivi e oltre 30 gruppi in preincubazione. Lo CsaVRI si occupa anche di: brevetti e proprietà intellettuale per UNIFI (circa 40 famiglie brevettuali di cui 3 in ambito ICT Robotica); offre orientamento al lavoro e Job Placement, in stretto contatto con le industrie Toscane; presenta alcuni laboratori ICT Robotica; ospita inoltre lo sportello APRE Toscana che fornisce servizi di formazione ed informazione sulla progettazione Europea. APRE Toscana (http://www.apretoscana.org ) è la struttura di coordinamento dello sportello APRE in Toscana. APRE Agenzia per la promozione della ricerca europea è un associazione nazionale senza scopo di lucro che opera al fine di promuovere la partecipazione italiana ai programmi di ricerca europei. MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 3

4 Sostenuta da numerose università e organizzazioni private e pubbliche del mondo della ricerca, dell industria e della finanza ha la sua sede principale a Roma e svolge attività di assistenza, informazione e formazione attraverso una rete di sportelli sul territorio nazionale. Lo sportello APRE Toscana promuove la partecipazione toscana e italiana ai programmi di ricerca, sviluppo e innovazione tecnologica dell Unione Europea. APREToscana operato da CsaVRI, lavora con il coordinamento del Comitato Regionale APRE Toscana costituito dai soci APRE in Toscana ed una serie di altri soggetti coinvolti nella promozione territoriale: UNIFI, UNIPI, UNISI, Confindustria Toscana, CNR, CPR, CNA Toscana, INFN, SUM, Metropoli, Unione Industriale Pratese (UIP), Università per Stranieri di Siena, Scuola Superiore Sant Anna. I principali dipartimenti dell Università degli Studi di Firenze in ICT Robotica sono il Dipartimento di Sistemi e Informatica e quello di Elettronica e Telecomunicazioni (con oltre 220 fra ricercatori, dottorandi e assegnisti in ICT Robotica), inoltre si hanno svariati altri contributi dai Dipartimenti di Energetica, di Chimica, di Fisica e Astronomia, di Fisiopatologia Clinica, di Italianistica, di Meccanica e Tecnologie Industriali, di Medicina Interna, di Psicologia, e di Scienza della Formazione. Nonché altri centri come il MICC (Media Integration and Communication Center, centro di Eccellenza del MIUR); CERM, Centro di Ricerca di Risonanze Magnetiche. Svariati gruppi di ricerca hanno collaborazioni con consorzi nazionali come: CNIT (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni), CINI (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l Informatica). Fra gli oltre 50 laboratori ICT Robotica, 15 di questi partecipano a progetti EU (6 sono o sono stati coordinatori da docenti e/o ricercatori dell Università degli Studi di Firenze), e una decina di questi sono titolari di brevetti o hanno originato con le loro ricerche dei brevetti. UNIFI ha inoltre 32 laboratori congiunti fra industria e dipartimenti dell Università stessa: 7 di questi sono focalizzati su tematiche di ICT Robotica. In totale, dal 2003 a oggi, in UNIFI sono stati svolti nel settore ICT Robotica 139 progetti EU con un budget totale di circa 29 mln euro; quindi una media annuale di 15 progetti EU e un finanziamento di 3,2 mln euro all anno. Il presente documento fornisce i principali risultati della mappatura dei Laboratori e Centri di Ricerca su tematiche ICT Robotica, connessi all Università degli Studi di Firenze e localizzati nell Area Metropolitana Firenze Prato Pistoia. Questi costituiscono il gruppo ICT Robotica dell Università degli Studi di Firenze. Obiettivo principale di questo documento è censire e mettere in evidenza le competenze dei laboratori e delle loro strategie ed evoluzione nella ricerca. Ma anche per capire quanto possano corrispondere alle esigenze delle imprese, per Promuovere i Laboratori sul territorio e Facilitare il matching tra Impresa e Ricerca in accordo alla terza missione dell Università degli Studi di Firenze, il trasferimento tecnologico, che in questo periodo si sta concretizzando con il grosso lavoro dello CsaVRI e delle sue strutture (http://www.csavri.org ), come l Incubatore dell Università degli Studi di Firenze, lo Sportello APRE Toscana (http://www.apretoscana.org ), e con le attività che lo CsaVRI svolge nei Poli di Innovazione e nel Distretto ICT Robotica della regione Toscana (http://www.distrettoict robotica.it ). L indagine, che è da considerare in progress. MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 4

5 Le attività di progettazione Europea dell Università di Firenze Dal 2003 ad oggi 1, risultano al momento condotti, dalle varie strutture dell Università degli Studi di Firenze (http://sol.unifi.it/relazioniinternazionali/ricerca ), 241 Progetti Europei (di cui 41 nel ruolo di Coordinatore) afferenti alle seguenti aree: Area Tecnologica Area Scientifica Area Biomedica Area Umanistica Area delle Scienze Sociali L importo complessivo dei finanziamenti per le strutture coinvolte ammonta a quasi cinquantasei milioni di euro come riportato nella tabella seguente: Area Numero progetti Importo finanziamento Area Tecnologica Area Scientifica Area Biomedica Area Umanistica Area delle Scienze Sociali Totale Tabella 1 Progetti Europei connessi all Università di Firenze Ripartizione numero Progetti Europei per Aree di Competenza 15,4% 5,0% 3,7% Area Tecnologica Area Scientifica Area Biomedica Area Umanistica Area delle Scienze Sociali 18,3% 57,7% 1 Il censimento dei progetti Europei riportati nel documento è al 31/12/2001 MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 5

6 Ripartizione finanziamenti Progetti Europei per Aree di Competenza Area Tecnologica Area Scientifica 22,6% 1,2% 2,8% Area Biomedica Area Umanistica Area delle Scienze Sociali 52,5% 20,9% Con riferimento alla sola Area Tecnologica, i progetti che fanno diretto riferimento a ICT sono circa il 30% con il peso dei finanziamenti che è un terzo dell intera Area Tecnologica. TIPOLOGIA NUMERO PROGETTI FINANZIAMENTO ICT Altro Totale Tabella 2 Peso dei progetti connessi a ICT Robotica nell Area Tecnologica FInanziamenti riconducibili a ICT-Robotica nell'area tecnologica 34,4% ICT Altro 65,6% Numero progetti riconducibili a ICT-Robotica nell'area tecnologica ICT Altro 30,9% 69,1% MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 6

7 I brevetti depositati L Università di Firenze in questi anni ha realizzato una intensa attività di trasferimento tecnologico, realizzando circa 40 famiglie brevettuali (di cui 3 nell ambito ICT Robotica). Ufficio brevetti: v p 5971.html, lista dei brevetti: v p 5972.html. I brevetti relativi all area ICT Robotica sono : TITOLO BREVETTO METODO PER LA REFERENZIAZIONE DI CONTENUTI, APPLICAZIONI E METADATI AD UN CONTENUTO AUDIOVISIVO DEVICE OF CONTROL OF MOVEMENT PEFORMANCE DURING EXPERIMENTS OF RM WORKS "DISPOSITIVO DI CONTROLLO DELLA PEFORMANCE MOTORIA DURANTE ESPERIMENTI DI RM FUNZIONALE" SENSOR FOR GAUZE IN SURGICAL USE "METODO E APPARATO PER LA RILEVAZIONE REAL TIME DI GARZE E SUPPORTI CHIRURGICI" Dott. R.Caldelli INVENTORI Prof. P. Tortoli, Prof. M. Mascalchi, Ing. S. Diciotti, Ing. E. Boni Prof. P. Citti, S. Boncinelli, E. Del Re, Ing. Campatelli, Ing. L. Pierucci Tabella 3 Brevetti in area ICT Robotica attivi dell Università di Firenze Gli spin off ICT dell Università di Firenze Risultano al momento attivi i seguenti 7 spin off, di cui 3 (KKT, Valmon e Giotto Biotech) direttamente connessi a tematiche ICT. Lo sviluppo degli spin off avviene tramite lo IUF (Incubatore Università di Firenze), organo dello CsaVRI, v p 5977.html SPIN OFF ATTIVITÀ L impresa ha per oggetto la commercializzazione di sistemi di coltura Fotosintetica & Microbiologica S.r.l. per microrganismi fotosintetici (fotobioreattori) e la consulenza per lo sfruttamento delle microalghe nei settori agro industriale, energetico ed ambientale L attività sociale è rivolta al miglioramento delle attività ad alto Massa Spin off impatto ambientale ed alla soluzione dei problemi ad esso connessi: in particolare l impresa offre servizi per l analisi del rischio e la progettazione di attività di bonifica di siti inquinati MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 7

8 KKT srl si occupa di consulenza e prodotti software in tema di Ricerca Operativa, la ricerca della miglior pianificazione delle operazioni KKT tramite metodi scientifici e modelli matematici. KKT è alta tecnologia e performance. KKT srl nasce dall esperienza maturata dai tre soci nel campo della ricerca scientifica internazionale. USO SICURO S.r.l. offre principalmente servizi di valutazione ed analisi UsoSicuro di usabilità, basati sui principi di Usabilità, Human Factors e Process Improvement seguendo la Norma Italiana CEI EN EC , pubblicata nell' ottobre del 2005 ed aggiornata nel febbraio del L impresa realizza apparati elettronici per la valutazione, la quantificazione ed il controllo dei processi industriali, specialmente nell ambito dell industria petrolchimica. Il core business si incentra su Insono flussimetri ad ultrasuoni altamente innovativi, non ancora presenti sul mercato, capaci di rilevare e quantificare, per via non invasiva, i depositi che si vengono a generare nelle condotte di processi industriali di varia natura. L Impresa provvede allo sviluppo, produzione e commercializzazione di sistemi informativi statistici di supporto alla valutazione e al VALMON monitoraggio delle politiche di management dei servizi, nonché all implementazione di metodologie statistiche e strumentazioni atte a migliorare la qualità degli stessi. La società opera nel campo delle biotecnologie per la produzione di Giotto Biotech materiale biologico e nel campo della biomedicina. Si avvale delle competenze di sintesi chimica e della risonanza magnetica ed offre servizi IT relativi al grid computing per la biologia strutturale. Tabella 4 Spin Off dell Università di Firenze MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 8

9 I Laboratori / Centri di ricerca censiti In totale si contano più 50 laboratori dediti all ICT Robotica, 12 di questi partecipano a progetti EU (5 sono o sono stati coordinatori da docenti e ricercatori di UNIFI), e una decina di questi sono titolari di brevetti o hanno originato con le loro ricerche dei brevetti. Per la presente analisi sono stati identificati circa 50 Laboratori e Centri di Ricerca ICT Robotica afferenti a 11 Dipartimenti dell Università degli Studi di Firenze fra i quali: Dipartimento di Sistemi e Informatica (13 Lab censiti) Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni (9 Lab censiti) Dipartimento di Energetica Sergio Stecco (2 Lab censiti) Dipartimento di Chimica Ugo Schiff (1 Lab censito) Dipartimento di Fisica e Astronomia (1 Lab censito) Dipartimento di Fisiopatologia Clinica (1 Lab censito) Dipartimento di Italianistica (1 Lab censito) Dipartimento di Meccanica e Tecnologie Industriali (1 Lab censito) Dipartimento di Medicina Interna (1 Lab censito) Dipartimento di Psicologia (1 Lab censito) Dipartimento di Scienza della formazione (1 Lab censito) La ricerca in ICT Robotica interessa principalmente 2 Dipartimenti con i contributi di molti ricercatori afferenti anche a svariati altri dipartimenti, più altri Centri di varia natura. A parte i primi due dipartimenti, gli altri dipartimenti hanno molti altri laboratori non direttamente focalizzati su ICT Robotica. Fra gli oltre 100 centri di ricerca dell Università degli Studi di Firenze, e/o in cui l Università degli Studi di Firenze è coinvolta, 4 Centri di Ricerca contribuiscono a tematiche ICT Robotica, e/o sono comunque collegati all Università degli Studi di Firenze: Media Integration and Communication Center (MICC) (3 Lab) Centro di Eccellenza PIN Servizi didattici e scientifici per UniFI (5 Lab) localizzato a Prato, ha al suo interno 21 Laboratori connessi a UniFI, di cui operanti nell area ICT Robotica nel seguenti ambiti: Elettronica industriale, Telematica, Telecomunicazioni, Telerilevamento, Beni culturali Lab. Europeo di Spettroscopia non Lineare (LENS) (1 Lab) Centro di Ricerca di Risonanze Magnetiche (CERM) (1 Lab) E stata inoltre censita la Fondazione ICON (International Center of Computational Neurophotonics) Fondazione di recente istituzione (Luglio 2010), partecipata da LENS, Fondazione IBM Italia e Fondazione Ricerca Innovazione dell Università degli Studi di Firenze. MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 9

10 L Università degli Studi di Firenze ha inoltre 32 laboratori congiunti fra industria e dipartimenti dell Università stessa; 9 di questi sono focalizzati su tematiche di ICT Robotica ed in particolare: LCA (laboratorio Comunicazioni Avanzate) in collaborazione con TICOM (consorzio fra Selex Communications e UNIFI) LIRS (con Telecom Italia e Alcatel Lucent) Tecnologie innovative per accessi a larga banda (con Duratel) Laboratorio per l INgegneria ElettroAcustica (INEALAB) (fra i tre Dipartimenti di Meccanica e Tecnologie Industriali, di Sistemi e Informatica, di Elettronica e Telecomunicazioni, e le quattro società PowerSoft S.r.l., B&C Speakers SpA, HPSound Equipment S.r.l., Audiomatica S.r.l.) Laboratorio congiunto con Thales Italia spa su temi di videosorveglianza e applicazioni informatiche ai beni culturali Laboratorio congiunto con Selex Communications su reti wireless Laboratorio congiunto con Hitachi Corporation su immagini ad alta risoluzione MT Lab laboratorio congiunto di Tecnologie Elettromagnetiche con Advanced Microwave Engineering Laboratorio congiunto con Analytical (VI) srl su Metodi di prova e misure per la Qualificazione e l'affidabilità Per tutti questi laboratori (dipartimentali, di centri e congiunti), sono state raccolte 26 interviste dirette con responsabili di ricerca (che dirigono uno o più laboratori), mentre per altri sono state compilate in modo autonomo delle schede informative da parte dei referenti, per un totale di 33 censiti. Queste informazioni di dettaglio sono pubblicate in questo documento omettendo alcuni dati di carattere privato ed interno per la gestione del gruppo ICT Robotica. L attività di rilevazione diretta è comunque tuttora in corso e di prossima estensione ad altri soggetti di ricerca interessati. Particolare attenzione, per la rilevazione delle aree di interesse ICT Robotica, è stata rivolta ai dipartimenti comprendo il maggior numero di laboratori e contributi in centri: Dipartimento di Sistemi e Informatica e al Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni. Questi sono descritti e strutturati come segue. MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 10

11 Dipartimento di Sistemi e Informatica Consiste di 39 professori, 20 ricercatori, 14 assegnisti e 58 dottorandi (al momento tutti i Dottorandi ICT sono accorpati in un unico dottorato, gestito dal punto di vista amministrato da questo dipartimento ) (http://www.dsi.unifi.it ). Le macro aree di ricerca riguardano pressoché tutto lo spettro delle discipline ICT: sistemi adattivi, matematica applicata, controlli automatici, bio ingegneria, ricerca operativa, visione artificiale e computazionale, matematica discreta e informatica teorica, concorrenza e mobilità, sistemi distribuiti e tecnologie internet, cloud e virtual, sistemi mobili, ottimizzazione, controllo di processi, architetture dei calcolatori, l'intelligenza artificiale e l apprendimento automatico, ingegneria del software, architetture sotfware e sistemi informativi, metodi formali, verifica e testing, interazione naturale, information retrieval, interfacce uomo macchina, sistemi embedded, sistemi di controllo, informatica per l ambiente, controlli ambientali, domotica, protezione, fingerprint e sicurezza, computer music, elettroacustica. Frutto delle attività di ricerca sono 110 lavori pubblicati nel 2010, di cui 58 su libri e riviste specialistiche, e 52 in atti di congressi internazionali. A oggi sono attivi i seguenti progetti: Progetti europei attivi (ASCENS, ALARP, AMBER, ECLAP) per un contributo totale di keuro (accertamenti bilancio 2010); progetti nazionali come Prin e Firb per un contributo totale di 66 keuro; attività di trasferimento tecnologico per un contributo totale di 280 keuro. Fra le relazioni con l industria si noti quelle con: Selexsistemi integrati, Selex Galileo, GE Transportation Systems, BioMérieux Italia, Magneti Marelli, GET, RAI, FINSIEL, Engineering, BBC, Powersoft, B&C Speakers SpA, Giunti, Eutelsat, Tiscali, General Electric. Alcuni docenti sono stati insigniti recentemente di diversi riconoscimenti internazionali, diversi docenti ricoprono incarichi prestigiosi in comitati di programma e editorial board di conferenze e riviste internazionali. Recentemente 4 progetti del lab DISIT del dipartimento sono stati selezionati come meritevoli nell'ambito dell'iniziativa Italia degli Innovatori dell Agenzia per l Diffusione delle Tecnologie per l Innovazione della presidenza del Consiglio dei Ministri e per la loro promozione a Shanghai Laboratori /Gruppi di ricerca Referente Adaptive Systems Laboratory L. Chisci Applied Mathematics Research Group R. Johnson Automatic Control Laboratory R. Genesio, M. Basso Bioengineering Laboratory C. Marchesi Combinatorics and Algorithm analysys Research Group R. Sprugnoli Computational Vision Group C. Colombo Concurrency and Mobility Research Group R. De Nicola Discrete Mathematics and Theoretical Computer Science R. Pinzani Distributed Systems and Internet Technology, DISIT P. Nesi MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 11

12 Global Optimization Laboratory Image Analysis Laboratory Intelligenza Artificiale Matematica Applicata Matematica Applicata Process Control and Environmental Systems Laboratory Resilient Computing Lab Scienza dell Informazione Software Technologies Laboratory Visual Information and Media Lab F. Schoen P. Pala P. Frasconi, S. Marinai G. Frosali G. Stefani S. Marsili Libelli A. Bondavalli E. Barcucci G. Bucci, A. Fantechi, E. Vicario A. Del Bimbo Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Consiste di 23 professori, 16 ricercatori e 22 assegnisti (http://www.det.unifi.it ). Le macro aree di ricerca riguardano un ampio spettro delle discipline ICT: antenne, dispositivi e circuiti integrati a radiofrequenza e microonde, compatibilità elettromagnetica, analisi del segnale, comunicazioni, elettronica e microelettronica, sistemi digitali per elaborazione in tempo reale di segnali e immagini, misure, affidabilità e qualità, reti di telecomunicazioni, telerilevamento, sistemi mobili, biomedica, elaborazione delle immagini, sensor network, cognitive network, telematica, protezione, marchiatura/watermarking e crittografia, elettroacustica. Frutto delle attività di ricerca nel 2010, 43 lavori su riviste specialistiche, e 75 lavori in atti di congressi internazionali. A oggi sono attivi 9 progetti EU con un contributo totale di keuro, 4 progetti nazionali con un contributo totale di oltre 400 keuro, e un fatturato conto terzi pari a circa keuro con progetti industriali, dei quali circa 300 keuro internazionali. Fra le relazioni con l industria si noti quelle con: Selex, Thales, Esaote, Saab, Powersoft, B&C Speakers SpA, Hitachi, Telecom Italia, Alcatel Lucent, NP GE Oil&Gas, Finmeccanica. Alcuni docenti sono stati insigniti di diversi riconoscimenti internazionali, e ricoprono prestigiosi incarichi in organi direttivi di Consorzi, in comitati di programma e editorial board di conferenze e riviste internazionali. MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 12

13 Laboratorio (Coordinatore) Antenne e microonde (Prof. Biffi Gentili) Laboratorio di Elaborazione dei Segnali e Comunicazioni (LESC) Signal Processing and Communications Laboratory (SPC Lab) (Prof. Del Re) Elettrotecnica e circuiti elettronici di potenza (Prof.Manetti) Ingegneria biomedica (Prof. Manfredi) Microelettronica e ingegneria delle microonde (Prof. Manes) Misure, affidabilità e qualità (Prof.Catelani) Progettazione sistemi elettronici (Prof. Tortoli) Reti di Telecomunicazioni (Prof.Fantacci) Sistemi telematici e di telerilevamento (Prof.Giuli) Ultrasuoni e Controlli Non Distruttivi (Prof.ssa Biagi) Antenne e microonde Gruppi di ricerca Elettromagnetismo applicato Elaborazione di Segnali e Comunicazioni Wireless Signal Processing and Wireless Communications Analisi Elaborazione e Protezione delle Immagini Image Analysis Processing and Protection Elettrotecnica Circuiti elettronici di potenza Ingegneria biomedica Microelettronica Sistemi di antenne Misure elettriche ed elettroniche Compatibilità elettromagnetica Affidabilità, diagnostica, rischio e sicurezza Progettazione sistemi microelettronici Tecnologie per i beni culturali e ambientali Modelli fisico matematici per l'elettronica Reti di telecomunicazioni Sistemi telematici Radar e telerilevamento Ultrasuoni e Controlli Non Distruttivi Oltre a questi laboratori sono presenti le attività del prof. V. Cappellini (Lab. Elaborazione Immagini). Dipartimento di Energetica Sergio Stecco Il Dipartimento di Energetica Sergio Stecco presenta attività ICT R focalizzate sulla robotica, non solo nel settore industriale ma anche nel settore della tutela dei beni culturali e archeologici in campo marino, e nella modellazione dei processi ed ottimizzazione. I contratti di ricerca in essere nel settore della robotica sottomarina ammontano a circa 1.2 MEuro. Una quota importante delle attività del Dipartimento nel settore ICT R riguarda i sistemi di bordo ferroviari ed, in particolare il segnalamento ferroviario moderno, con contratti di ricerca in essere per circa 1.5 MEuro. Il Laboratorio di Modellazione Dinamica e Meccatronica del Dipartimento ha una propria sede a Pistoia dove sono in atto molte collaborazioni con il tessuto imprenditoriale locale. Il Dipartimento ha svariati progetti Regionali ed Europei nell ambito ICT MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 13

14 Robotica, di cui uno come coordinatore nel VII FP. I gruppi ICT R di questo Dipartimento hanno moltissime relazioni con aziende come: ECM, Ansaldo STS, AnsaldoBreda, GE Oil&Gas, Termomeccanica, Selex Galileo, PRAMAC, Indesit, Epson, Kyocera, Riconh, Canon, Oce, Cofely, Ansaldo, Fincantieri, Electrolux, Piaggio, Agfa, etc. MICC: Centro di Eccellenza Nazionale Istituito dal Ministero per l Università e la ricerca presso l Università di Firenze con DM 11, 13/1/2000 per lo svolgimento di ricerche nel settore dei nuovi media (elaborazione, interpretazione, trasmissione di immagini e video, tecnologie e sistemi multimediali, trasmissione e comunicazione) e dell evoluzione delle normative giuridiche con l evoluzione tecnologica e di Internet. Comprende 6 laboratori: Visual Media, Comunicazioni e Immagini, Software Engineering, Comunicazioni Avanzate, Telecomunicazioni e elaborazione dei segnali, Media e Diritto. È inoltre sede del Laboratorio del CNIT di Comunicazioni satellitari e cognitive, che gestisce in particolare la rete satellitare del CNIT a larga banda che connette bidirezionalmente 24 sedi italiane in banda Ka. Le macro are di lavoro fanno riferimento a video sorveglianza, interazione naturale, multimedia, archivi di immagini e video, Sistemi informativi in Sanità. Il MICC è attivo nella progettazione europea e nel trasferimento tecnologico; collaborazioni con aziende come: Thales, Selex, RAI, Telecom, Cisco, Integrasys, Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi. PIN Prato E stato istituito per fornire servizi didattici e scientifici per l Università degli Studi di Firenze. Il PIN presenta al suo interno 21 Laboratori connessi a docenti dell Università degli Studi di Firenze, UNIFI, di cui operanti nell area ICT Robotica nel seguenti ambiti: Elettronica industriale, Telematica, Telecomunicazioni, Telerilevamento, Beni culturali. Dipartimento di Meccanica e Tecnologie Industriali Dipartimento di Meccanica e Tecnologie Industriali per quanto riguarda le è attività ICT Robotica, lavora con industrie ed enti pubblici nell ambito dell Acustica Ambientale, Industriale e Architettonica, vantando alcuni importanti progetti europei (HUSH, QUADMAP). A partire dal 2010 è sede del Laboratorio Congiunto INEA Laboratorio per l INgegneria ElettroAcustica in collaborazione con le aziende Powersoft, B&C Speakers, HPSound Equipment, Audiomatica e i Dipartimenti di Sistemi ed Informatica ed Elettronica e Telecomunicazioni. MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 14

15 Le aree di competenza Sulla base di interviste dirette ai referenti dei laboratori, e in base alla compilazione di schede da parte degli stessi referenti, sono state individuate alcune aree di competenza tecnico scientifica a comune tra i diversi Laboratori e Centri di ricerca, con l obiettivo di creare sinergie tra questi, anche al di là delle eccellenze che ognuno di questi possiede nel proprio ambito specifico. Il risultato di tale indagine è riportato nella tabella sottostante, dove sono riportate le aree individuate, il numero di laboratori attivi su questi temi e anche delle macro area dedotte dalle prime Macro Area Robotica, Automatica, Automotive, Dependability Bio: Informatica, Ingegneria, Elettronica Fotonica e acustica ICT Gestionale, Smart City, Network, Cloud Intelligence ICT, Knowledge # Laboratori Area di competenza per competenza ICT for mobility 9 Sistemi e automazione 8 Robotica, micro e nano robotica 6 Dependability and Formal methods 4 Bio: Informatica, Ingegneria, Elettronica, Elettromagnetismo Acustica, audio e segnali vocali 5 Photonics for ICT 2 Protection; safety security and risk assessment; quality Sensor networks RFID microelettronica 10 Gestione dei processi e ottimizzazione 8 Cloud computing e sistemi distribuiti 5 Reti cognitive, mobile networks, wireless networks 3 Intelligenza artificiale e gestione della conoscenza Semantic computing, social media 8 Visione e interfacce uomo macchina 6 Comunicazione e formazione 5 # Laboratori per macro area Tabella 5 Aree di competenza tecnico/scientifica a comune tra i laboratori oggetto di indagine Nella tabella successiva è riportato il dettaglio dei Laboratori con le aree di competenza. MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 15

16 Dipartimento Lab Robotica, micro e nano robotica ICT for mobility Dependability and Formal methods Intelligenza artificiale Sistemi e Semantic computing, e gestione della automazione social media conoscenza Reti cognitive, mobile Comunicazione Visione e interfacce networks, wireless e formazione uomo macchina networks Protection; safety security and risk assessment; quality Cloud computing e sistemi distribuiti Sensor networks RFID microelettronica DSI DSI-ACL x x DSI DSI-VisComp x x x x DSI DSI-DISIT x x x x x x x x DSI DSI-GOL x x x x DSI DSI-ImgLab x x DSI DSI-DMA x x x DSI DSI-MA x DSI DSI-MA x DSI DSI-PCES x DSI DSI-RCL x x DSI DSI-ScInf x DSI DSI-ASLab x x x x x DSI DSI-STLab x x x x x x x DET DET-LAM x x x x DET DET-LESC x x x x DET DET-LabImm x x DET DET-LabIB x x x x x DET DET-Microwave x x DET DET-LMA x x x x x DET DET-MSDLAb x x DET DET-LaRT x x x x x DET DET_LRST x x x x x x DET DET-UCND x x Energetica D.E-IBIS "Sergio Stecco" x Energetica D.E-MDM x x x "Sergio Stecco" Chimica "Ugo Schiff" Fisica e Astronomia Fisiopatologia Clinica CHIM Robotica, Automatica, Automotive, Dependability x Intelligence ICT, Knowledge ICT Gestionale, Smart City, Network, Cloud Gestione dei processi e ottimizzazione Fotonica e acustica FIS-Nano x x DFC-Bio x Italianistica LABLITA x x Mecc e Tecn Mecc-TIPP Industriali x x Medicina Interna MED-Corbetta x x Psicologia La.Ps.R.I3 x x x x x Scienza della SF-LSC formazione x x CERM CERM x x x LENS LENS x x x MICC MICC x x x x Fondazione ICON ICON x x x x Photonics for ICT Acustica, audio e segnali vocali Bio: Informatica, Ingegneria, Bio: Informatica, Ingegneria, Elettronica Tabella 6 Dettaglio per le aree di competenza a comune tra i laboratori MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 16

17 Classificazione per macroaree Sulla base della classificazione delle macro aree è stata effettuata un ulteriore analisi e classificazione dei Laboratori che evidenzia le macro attività scientifiche. Le macro aree individuate sono: Bio: Informatica, Ingegneria, Elettronica, Elettromagnetismo - Bio: Informatica, Ingegneria, Elettronica, Elettromagnetismo Fotonica e acustica - Photonics for ICT - Acustica, audio e segnali vocali ICT Gestionale, Smart City, Network, Cloud - Reti cognitive, mobile networks, wireless networks - Protection; safety security and risk assessment; quality - Cloud computing e sistemi distribuiti - Sensor networks RFID microelettronica - Gestione dei processi e ottimizzazione Intelligence ICT, Knowledge - Semantic computing, social media - Intelligenza artificiale e gestione della conoscenza - Comunicazione e formazione - Visione e interfacce uomo macchina Robotica, Automatica, Automotive, Dependability - Robotica, micro e nano robotica - ICT for mobility - Dependability and Formal method - Sistemi e automazione - Modelli e processi Ambientali Di seguito è riportata una tabella che mostra i diversi settori di ricerca per i Laboratori interessati. MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 17

18 Dipartimento Acronimo Laboratorio Referente Robotica, Automatica, Automotive, Dependability Intelligence ICT, Knowledge ICT Gestionale, Smart City, Network, Cloud Fotonica e acustica Bio: Informatica, Ingegneria, Elettronica Sistemi e Informatica DSI-ACL Automatic Control Laboratory M. Basso X Sistemi e Informatica DSI-VisComp Computational Vision Group C. Colombo X X X Sistemi e Informatica DSI-DISIT Distributed Systems and Internet Technology P. Nesi X X X X X Sistemi e Informatica DSI-GOL Global Optimization Laboratory F. Schoen X X X X Sistemi e Informatica DSI-ImgLab Image Analysis Laboratory P. Pala X Sistemi e Informatica DSI-DMA Machine Learning P. Frasconi, S. Marinai X X Sistemi e Informatica DSI-MA Matematica Applicata G. Frosali X Sistemi e Informatica DSI-MA Matematica Applicata G. Stefani X Sistemi e Informatica DSI-PCES Process Control and Environmental Systems S. MarsiliLibelli X Sistemi e Informatica DSI-RCL Resilient Computing Lab A. Bondavalli X Sistemi e Informatica DSI-ScInf Scienza dell'informazione E. Barcucci X Sistemi e Informatica DSI-ASLab Sistemi Adattativi L. Chisci, E. Mosca; X X Sistemi e Informatica DSI-STLab Tecnologie del Software Elettronica e Telecomunicazioni Elettronica e Telecomunicazioni Elettronica e Telecomunicazioni Elettronica e Telecomunicazioni Elettronica e Telecomunicazioni Elettronica e Telecomunicazioni Elettronica e Telecomunicazioni Elettronica e Telecomunicazioni Elettronica e Telecomunicazioni Elettronica e Telecomunicazioni Energetica "Sergio Stecco" Energetica "Sergio Stecco" G. Bucci, A. Fantechi, E. Vicario X X X DET-LAM Antenne e microonde G. Biffi Gentili X X X DET-LESC Elaborazione dei Segnali e Comunicazioni (LESC) E. DelRe X X DET-LabImm Elaborazione Immagini V. Cappellini X X DET-LabIB Ingegneria Biomedica C. Manfredi X X X X DET-Microwave Microelettronica ed Ingegneria delle Microonde G. Pelosi X DET-LMA Misure, affidabilita' e qualita M. Catelani X X X DET-MSDLAb Progettazione sistemi elettronici P. Tortoli X X DET-LaRT Reti di Telecomunicazione R. Fantacci X X DET_LRST DET-UCND D.E-IBIS Sistemi Telematici e Telerilevamento Ultrasuoni e Controlli Non Distruttivi Information-based Industrial Services D.E-MDM Robotica - MDM B. Allotta X Chimica "Ugo Schiff" CHIM Chinica A. Rosato X D. Giuli X X X E. Biagi X X M. Rapaccini X Fisica e Astronomia FIS-Nano Laboratorio Nanostrutture A. Gurioli X X Fisiopatologia Clinica DFC-Bio Biochimica M. Pazzagli X Italianistica LABLITA LABLITA E. Cresti, M. Moneglia X X Mecc e Tecn Industriali Mecc-TIPP TIPP M. Carfagni X X Medicina Interna MED-Corbetta Broncologia e Pneumologia L. Corbetta X X Psicologia Scienza della formazione La.Ps.R.I3 SF-LSC Lab. Psicologia per la Ricerca su Imprenditorialità, Innovazione e Laboratorio di Strategie della Comunicazione C. Odoardi X X L. Toschi X CERM CERM CERM C. Andreini X X X LENS LENS-Wiersma LENS D. Wiersma X X X MICC MICC MICC A. Del Bimbo X X Fondazione ICON ICON ICON MC Pettenati X X X X Tabella 7 Classificazione Laboratori per Macroaree di interesse MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 18

19 I progetti ICT Robotica A proposito delle macro aree sopra descritte, nella tabella successiva sono riportati i dati relativi alla progettazione europea per i progetti di Ricerca e Sviluppo riconducibili ad ICT Robotica per l Ateneo fiorentino. Questi includono quelli dei docenti dell Ateneo che hanno progetti appoggiati presso il Consorzio CNIT (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni) e il Consorzio CIRMMP (Consorzio Interuniversitario Risonanze Magnetiche di Metallo Proteine). Data la presenza di altri consorzi interuniversitari, è probabile che questa composizione sia ancora una visione parziale del quadro general dei progetti in cui i docenti ed i ricercatori dell Università degli studi di Firenze sono coinvolti. MACROAREA NUMERO PROGETTI FINANZIAMENTO A Robotica, Automatica, Dependability B Intelligence ICT, Knowledge C ICT Gestionale, Network, Cloud D Fotonica e Acustica E BIO ICT Totale Tabella 8 Ripartizione progetti europei per Macroaree di interesse scientifico Numero Progetti per Macroaree E - BIO - ICT 24,4% A - Robotica, Automatica, Dependability 13,3% D - Fotonica e Acus tica 4,4% C - ICT Gestionale, Network, Cloud 20,0% B - Intelligence ICT, Knowledge 37,8% MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 19

20 Finanziamento per Macroaree D - Fotonica e Acus tica 1,0% E - BIO - ICT 14,6% A - Robotica, Automatica, Dependability 15,3% C - ICT Gestionale, Network, Cloud 15,7% B - Intelligence ICT, Knowledge 53,4% Riconoscimenti internazionali Alcuni awards: Certificate Appreciation Tetra Release2, Satellite Comunication Award, presence in the best 15 international researchers in software engineering for two years. Svariati best paper award a conferenze internazionali: ERCIM FMICS 2010, DMS 2011 SEKE, IEEE ICECCS, etc. 4 progetti selezionati nell'ambito dell'iniziativa Italia innovators, Shanghai Coordinamento ERCIM Working Group "Formal Methods for Industrial Critical Systems" partecipazione alla Network of Excellence SATNEX sulle Comunicazioni satellitari (FP7). Coordinamento progetti europei (attivi al 31/12/2011) [UNIFI CNIT (Cons. Naz. Interuniv. Per le Telecom.)] Coordinatore del progetto GEMOM Genetic Message Oriented Middleware (Programma FP7 ICT ) [UNIFI Laboratorio Europeo di Spettroscopie non Lineari] Coordinatore del progetto MALICIA Light Matter interfaces in absence of cavities (Programma FP7 ICT) [UNIFI] coodinamento di vari progetti ICT nell area media content and tool, intelligent content, automated computing grid come: AXMEDIS (FP6 IP), WEDELMUSIC (FP strep), IMAESTRO, MUSICNETWORK NOE. [UNIFI] Coordinatore del progetto ARROWS Archeological RObot systems for the World s Seas (Programma FP7 ICT) [UNIFI] Coordinatore del progetto ECLAP European collected library of artistic performance (Programma CIP PSP) [UNIFI] Coordinatore del progetto QUADMAP Quiet areas definition and management in action plans (Programma LIFE) [UNIFI] Coordinatore del progetto VICES Video Conferencing Educational Services (Programma TEMPUS) MAPPATURA DELLE ATTIVITÀ E DELLE COMPETENZE, MACRO AREE STRATEGICHE 20

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

PRISMA PIATTAFORME CLOUD INTEROPERABILI PER SMART-GOVERNMENT. Progetto PRISMA

PRISMA PIATTAFORME CLOUD INTEROPERABILI PER SMART-GOVERNMENT. Progetto PRISMA PIATTAFORME CLOUD INTEROPERABILI PER SMART-GOVERNMENT PRISMA Progetto PRISMA SMART CITIES AND COMMUNITIES AND SOCIAL INNOVATION Cloud Computing per smart technologies PIATTAFORME CLOUD INTEROPERABILI PER

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line.

Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line. Provincia di Cosenza Dipartimento di Economia e Statistica Università della Calabria Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line. Il trasporto pubblico locale della Provincia di Cosenza in rete - 1 - Premessa

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G.

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale G. CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM FRANCO FRATTOLILLO Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G. Rummo" di Benevento, con votazione 60/60.

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Ing. Gaetano Trotta Responsabile Unico di Progetto Nata nel 1978, è una Società di Ingegneria

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti

Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti Versione 1.1 2 dicembre 2014 Sommario 1 Introduzione... 3 2 Cosa devono fare docenti, ricercatori,

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Breve Introduzione Questo è un documento di lavoro per la composizione delle schede SUA-RD 2011, 2012 e 2013. In questa prima sezione vengono rapidamente ricapitolate

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) SCHEDA TERZA MISSIONE Indice Parte III: Terza missione Sezione I I.1 - PROPRIETÀ INTELLETTUALE I.1.a - Brevetti

Dettagli

IBM UrbanCode Deploy Live Demo

IBM UrbanCode Deploy Live Demo Dal 1986, ogni giorno qualcosa di nuovo Marco Casu IBM UrbanCode Deploy Live Demo La soluzione IBM Rational per il Deployment Automatizzato del software 2014 www.gruppoconsoft.com Azienda Nata a Torino

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

ACCENDIAMO IL RISPARMIO

ACCENDIAMO IL RISPARMIO ACCENDIAMO IL RISPARMIO PUBBLICA ILLUMINAZIONE PER LA SMART CITY Ing. Paolo Di Lecce Tesoriere AIDI Amministratore Delegato Reverberi Enetec srl LA MISSION DI REVERBERI Reverberi Enetec è una trentennale

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 SUA-RD Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 Finalità della presentazione Questa presentazione ha lo scopo di esaminare le modalità di compilazione della

Dettagli

La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale

La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale D. Prattichizzo G.L. Mariottini F. Moneti M. Orlandesi M. Fei M. de Pascale A. Formaglio F. Morbidi S. Mulatto SIRSLab Laboratorio

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Homeland & Logistica e Servizi di Distribuzione

Homeland & Logistica e Servizi di Distribuzione STE è una società di integrazione di sistemi che opera nell Information e Communication Technology applicata alle più innovative e sfidanti aree di mercato. L azienda, a capitale italiano interamente privato,

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II*

CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II* CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II* Indice 1. Informazioni generali 2. Parte I: obiettivi, gestione e risorse del Dipartimento

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Parte III: Terza missione

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Parte III: Terza missione LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Parte III: Terza missione INDICE 1. Aspetti generali 2. Parte III: Terza missione Sezione I I1 - PROPRIETÀ

Dettagli

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Scheda descrittiva del programma Open-DAI ceduto in riuso CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Agenzia per l Italia Digitale - Via Liszt 21-00144 Roma Pagina 1 di 19 1 SEZIONE 1 CONTESTO

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/i nome/i Castelli Flavio Email flavio.castelli@gmail.com Sito web personale http://www.flavio.castelli.name Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI Dalla tecnica PSInSAR al nuovo algoritmo SqueeSAR : Principi, approfondimenti e applicazioni 30 Novembre - 1 Dicembre 2010 Milano Il corso è accreditato

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Il Progetto Orient@mente

Il Progetto Orient@mente Il Progetto Orient@mente Presentazione, 25 marzo 2015 Marina Marchisio Dipartimento di Matematica G. Peano Orient@mente Progetto di UNITO che ha come scopo la realizzazione di un orientamento in ingresso

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli