Modulo di Informatica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Modulo di Informatica"

Transcript

1 D.U. in Coordinamento Attività di Protezione Civile Modulo di Informatica Corso coordinato da Giuseppe Liotta Docenti: G. Liotta, M. Di Ianni, C. Binucci A.A

2 Organizzazione del corso Programma Internet e Web, Elementi di Reti, elementi di Object Oriented Programming e Java Architettura HW/SW di un elaboratore G. Liotta Servizi Internet, Linguaggi ipertestuali, Architetture Client-Server M. Di Ianni Applicazioni Software C. Binucci Materiale didattico Dispense a cura di: L. Cabibbo, G. Di Battista, G. Liotta, M. Di Ianni, C. Binucci 2

3 Dispensa di Fondamenti di Informatica Internet e World Wide Web Dispensa a cura di: L. Cabibbo, G. Di Battista, G. Liotta 3

4 Reti di calcolatori La fusione delle tecnologie dell informazione e della comunicazione ha avuto un impatto notevole sul modo in cui i moderni sistemi informatici sono organizzati il modello attuale di organizzazione dei sistemi informatici è quello in cui ci sono un gran numero di calcolatori indipendenti ma interconnessi i sistemi informatici organizzati in questo modo sono chiamati reti di calcolatori Una rete di calcolatori è un insieme di calcolatori, che operano autonomamente, ma sono collegati per poter scambiare dati Il concetto di rete di calcolatori si distingue da quello di sistema distribuito Un sistema distribuito è un insieme di calcolatori connessi visti come una sola unità dall utente 4

5 Condivisione di risorse Utilità delle Reti di calcolatori Aumento di affidabilità di calcolo Risparmio economico Scalabilità Comunicazione testuale Videoconferenze. 5

6 Servizi delle reti di calcolatori Connettività possibilità di trasmettere dati e messaggi in forma affidabile Interoperabilità disponibilità di servizi di adattamento e conversione che rendono possibile lo scambio di informazioni tra sistemi (possibilmente non omogenei) La tecnologia delle reti di calcolatori fornisce servizi di connettività (che sono utilizzati dall utente in modo trasparente) e servizi di interoperabilità 6

7 Modello Cliente - Servente Processo cliente Calcolatore Cliente Processo servente Calcolatore Servente Richiesta Rete Risposta Servizio: risorsa informatica condivisa Calcolatore Servente: fornitore di servizi Calcolatore Cliente: utilizzatore di servizi I clienti hanno un ruolo attivo, i serventi un ruolo reattivo. La rete consente la comunicazione 7

8 Categorie di reti di calcolatori Ci sono due categorie principali di reti di calcolatori reti locali (LAN, Local Area Network) una LAN collega, ad alta velocità, calcolatori situati nello stesso edificio (o edifici vicini), senza attraversamento di suolo pubblico reti geografiche (WAN, Wide Area Network) una WAN collega calcolatori su grandi distanze (senza limite) in particolare, una WAN può collegare più reti locali (distanti l una dall altra), per mezzo di linee telefoniche e apparati dedicati 8

9 Tipologie di reti locali Trasmissione broadcast su topologia a bus dia1 dia2 dia3 dia4 dia5 Computer Topologia ad anello pascal Bus euclide turing hilbert post 9

10 Reti geografiche e Internetworking Router Sottorete 10

11 Alcune topologie di sottoreti Stella, anello, albero Completa, irregolare 11

12 Il problema della comunicazione tra calcolatori Lo scopo di una rete di calcolatori è quello di permettere la comunicazione fra più calcolatori cosa serve affinché due calcolatori possano comunicare? un supporto fisico un insieme di protocolli i dati da scambiare 12

13 Scambio di dati in una rete di calcolatori L unità di scambio di dati tra calcolatori in una rete è il pacchetto, che permette di rappresentare un breve messaggio Un pacchetto contiene anche le informazioni relative al trasferimento del messaggio stesso in particolare contiene una informazione relativa al calcolatore mittente del messaggio il nome del calcolatore mittente una informazione relativa al calcolatore destinatario del messaggio il nome del calcolatore destinatario Affinché questo trasferimento sia possibile, in una rete di calcolatori ciascun calcolatore deve avere un nome i nomi dei calcolatori devono essere distinti 13

14 Protocolli di trasmissione - I due filosofi Due filosofi, uno africano e uno cinese, vogliono discutere del oryctolagus cunilicus il filosofo africano vuole esprimere la sua simpatia in proposito Problema purtroppo i due filosofi non parlano la stessa lingua, né riescono a trovare un interprete che conosca entrambe le loro lingue l africano parla swahili e inglese, il cinese parla cinese e francese Soluzione i filosofi si accordano sul danese come lingua per comunicare, utilizzando due interpreti, ciascuno dei quali sa tradurre da una delle lingue note al danese 14

15 I due filosofi Altro problema purtroppo i due filosofi non vivono nello stesso luogo, e non sono abituati a viaggiare Soluzione i due filosofi decidono di comunicare in altro modo scelgono di utilizzare il fax, ricorrendo al supporto del servizio di telefonia locale e internazionale Ora i due filosofi possono effettivamente comunicare ma solo perché esistono degli standard internazionali sulle caratteristiche elettriche e temporali dei segnali utilizzati per la telefonia 15

16 I due filosofi I like rabbits Jáime les lapins L: Danese Ik hou konijnen L: Danese Ik hou konijnen Fax L: Dutch Ik hou konijnen Fax L: Dutch Ik hou konijnen 16

17 Protocolli di comunicazione Un protocollo di comunicazione è un insieme di convenzioni, relative ai messaggi consentiti e al loro formato, che regolano lo scambio di informazioni e sono accettate ed utilizzate dai soggetti di una comunicazione Protocolli di comunicazione esistono a diversi livelli di astrazione, in modo abbastanza indipendente ad esempio, la lingua di interscambio dei messaggi e il mezzo di comunicazione nel caso dei due filosofi sono indipendenti Quindi, la comunicazione tra entità separate ed eventualmente eterogenee è possibile se esiste una infrastruttura vengono adottate convenzioni comuni (a più livelli di astrazione) 17

18 Protocolli per reti di calcolatori Esistono diverse famiglie di protocolli per reti di calcolatori: ISO-OSI, TCP-IP, SNA, tipicamente organizzate in livelli gerarchici Il modello di riferimento OSI (teorico) Applicazione Presentazione Sessione Trasporto Rete Collegamento dati Fisico Protocollo di applicazione Protocollo di presentazione Protocollo di sessione Protocollo di trasporto Protocollo del livello di rete Protocollo del livello di collegamento dati Protocollo del livello fisico Applicazione Presentazione Sessione Trasporto Rete Collegamento dati Fisico 18

19 I livelli nel modello OSI Fisico trasmissione di bit lungo il canale di comunicazione Collegamento dei dati trasmissione libera da errori non segnalati Rete trasmissione di pacchetti Trasporto trasmissione di messaggi (che sono suddivisi in pacchetti) Sessione instaurazione e controllo del dialogo Presentazione gestione della sintassi delle informazioni trasmesse (es. interprete) Applicazione una varietà di protocolli di alto livello (es. ) 19

20 Trasmissione di messaggi: Commutazione di circuito Nella commutazione di circuito (adottata dall attuale sistema telefonico), una comunicazione viene instaurata identificando e fissando un cammino fisico tra chiamante e ricevente, da usare per tutta la durata della sessione 20

21 Trasmissione di messaggi: Commutazione di pacchetto Nella commutazione di pacchetto, quando il mittente ha un blocco di dati da spedire (un pacchetto), questo viene memorizzato nel primo commutatore e poi ritrasmesso, un passo per volta, fino al destinatario pacchetti diversi possono venire trasmessi su cammini fisici differenti il destinatario deve poter ricostruire l intero messaggio trasmettitore ricevente 21

22 Internet Una internet è una rete di calcolatori basata sulla famiglia di protocolli TCP/IP, nota anche come Internet Suite Transport Control Protocol/ Internet Protocol Internet è la rete delle reti internet, a diffusione mondiale 22

23 Nomi su Internet Internet è composto da un insieme di domini, a ciascuno dei quali è associato un nome simbolico ad esempio, dia.uniroma3.it Ciascun dominio è composto da un insieme di calcolatori, chiamati host, a ciascuno dei quali è associato in modo univoco un nome simbolico che estende il nome del dominio ad esempio euclide.dia.uniroma3.it Un utente è una persona (o entità) che può utilizzare le risorse di un host o degli host di un dominio, ed ha associato un nome simbolico nell ambito dell host o del dominio ad esempio, I nomi su Internet sono quindi organizzati in modo gerarchico 23

24 Breve storia di Internet ARPANET Nella metà degli anni sessanta, ai tempi della guerra fredda, il Dipartimento della difesa degli Stati Uniti voleva costruire una rete di comando e di controllo che potesse sopravvivere a una guerra nucleare progetto ARPANET l evoluzione tecnologica necessaria era l introduzione della commutazione di pacchetto Nel 1969 viene completata una rete sperimentale composta da 4 nodi universitari Nel 1972 i nodi connessi da questa rete sono 34 Nel 1974 furono introdotti alcuni dei protocolli TCP/IP Nel 1983 i calcolatori connessi sono centinaia. La rete viene suddivisa in una porzione pubblica e una porzione militare Nel 1990 ARPANET viene smantellata, perché superata 24

25 Breve storia di Internet NFSNET Alla fine degli anni settanta, la National Science Foundation (NFS) installò una rete virtuale, CSNET, appoggiandosi su ARPANET, per permettere a scienziati di vari paesi di condividere dati e di collaborare a progetti di ricerca Sostanzialmente, CSNET forniva un servizio di posta elettronica Nel 1984 la NFS iniziò a progettare NFSNET, un successore di ARPANET, che sarebbe stato aperto a tutti i gruppi accademici NFSNET fu un successo istantaneo, e si saturò immediatamente Nel 1990 NFSNET fu sostituita da ANSNET, realizzata da ANS, un consorzio senza scopi di lucro (comprendente IBM) 25

26 Breve storia di Internet Internet Nel 1983 TCP/IP divenne l unico protocollo ufficiale per ARPANET, poi adottato anche da NFSNET Nella metà degli anni ottanta le reti ARPANET e NFSNET furono connesse questa connessione di reti costituisce una inter-rete, in seguito chiamata Internet Nel 1990 Internet collegava calcolatori Nel 1992 venne collegato a Internet il milionesimo calcolatore Nel 1995 gli utenti di Internet erano decine di milioni La dimensione della rete raddoppia approssimativamente ogni anno 26

27 I principali servizi di interoperabilità di Internet Posta elettronica la possibilità di comporre, spedire e ricevere messaggi in formato elettronico Bacheca elettronica gruppi di discussione specializzati, in cui utenti che condividono un interesse possono scambiarsi messaggi Trasferimento di archivi un utente può copiare archivi da un calcolatore all altro, eventualmente accedendo archivi di dominio pubblico Collegamento remoto un utente può collegarsi su un altro calcolatore su cui è accreditato 27

28 Posta elettronica Il servizio di posta elettronica fornisce la possibilità di comporre, trasferire e visualizzare messaggi in formato elettronico la composizione è il processo di creazione di messaggi e risposte un messaggio è composto da una intestazione destinatari e soggetto un corpo messaggio testuale più eventuali archivi allegati il trasferimento consiste nella spedizione del messaggio dal mittente al destinatario è prevista una notifica di errore se il trasferimento è impossibile la visualizzazione è relativa ai messaggi ricevuti a cui può seguire una attività di composizione della risposta, di salvataggio e/o di eliminazione 28

29 29 Posta elettronica strumenti

30 Posta elettronica Il servizio di posta elettronica realizza lo scambio di messaggi e archivi tra utenti Internet l unico prerequisito (oltre la connessione a Internet) è la conoscenza del nome simbolico del destinatario, il suo indirizzo la posta elettronica fornisce uno strumenti di comunicazione tra utenti di Internet con modalità asincrona 30

31 Le news di USENET Un newsgroup è un gruppo (o forum) di discussione dedicato a un particolare argomento un newsgroup è realizzato mediante un meccanismo analogo a una bacheca elettronica Un utente può iscriversi, leggere e scrivere messaggi a un newsgroup mediante un lettore di news l operazione di lettura dei messaggi avviene consultando la bacheca, e i messaggi su di essa affissi la scrittura è analoga all affissione del messaggio sulla bacheca e quindi è di tipo pubblico e non personale 31

32 Newsgroup gruppi di discussione Esistono centinaia di newsgroup, organizzati gerarchicamente comp computer sci scienze fisiche e ingegneristiche rec attività ricreative soc socializzazione o temi sociali misc ciò che non appartiene ad altri gruppi alt una gerarchia alternativa Ad esempio: comp.org.acm sull organizzazione di informatica ACM comp.lang.java sul linguaggio di programmazione Java soc.culture.italian vita e cultura in Italia rec.sport.soccer calcio 32

33 33 Un lettore di news

34 Trasferimento di archivi ftp Il servizio di trasferimento di archivi fornisce a un utente connesso su un calcolatore A la possibilità di trasferire un archivio (file) tra A e un altro calcolatore remoto B ad esempio, l utente può trasferire un file contenente un documento di interesse da B ad A, elaborarlo localmente su A, per poi trasferirlo nuovamente su B A B bisogna essere accreditati su B, e conoscere l organizzazione dei file disponibili su B alcuni calcolatori rendono disponibile un servizio di ftp anonimo un accesso pubblico a un insieme pubblico di file 34

35 35 Ftp

36 Collegamento remoto telnet Il servizio di collegamento remoto fornisce a un utente di un calcolatore A la possibilità di collegarsi a un altro calcolatore remoto B l utente è localizzato fisicamente sul calcolatore A, dove vengono digitati i comandi e visualizzati i risultati i comandi vengono eseguiti sul calcolatore B A dir testo.doc legge.doc dir testo.doc legge.doc B bisogna essere accreditati su B, e conoscere i comandi/servizi disponibili su B 36

37 37 Telnet

38 World Wide Web WWW o Web Il World Wide Web è un servizio di Internet che permette di accedere e condividere documenti che sono tra loro collegati e distribuiti sui calcolatori di Internet World Wide Web significa letteralmente ragnatela intorno al mondo il Web è quello che molti utenti credono sia Internet Il Web ha una popolarità enorme la popolarità del Web deriva dal fatto che è basato su una interfaccia grafica di uso semplice anche per i principianti che fornisce l accesso a una varietà enorme di informazioni su qualsiasi argomento immaginabile 38

39 Storia del Web Il Web nasce da un progetto del CERN (Tim Berners-Lee, 1989), per permettere a gruppi di scienziati appartenenti a paesi diversi di condividere informazioni su esperimenti di fisica in questo caso, le informazioni di interesse sono rappresentate sotto forme e formati diversi rapporti tecnici, schemi, disegni, immagini e sono costantemente mutevoli ma soprattutto tra interrelate tra di loro 39

40 Web e il paradigma ipertestuale Nel Web, le informazioni sono rappresentate sotto forma di ipertesto distribuito un ipertesto è un documento realizzato per una consultazione nonsequenziale organizzato in una ragnatela (web) di documenti collegati pagine contenenti informazioni, cioè testo e immagini collegamenti ipertestuali tra pagine un ipertesto distribuito è un ipertesto in cui le pagine possono risiedere fisicamente su calcolatori diversi 40

41 Un esempio di ipertesto Piccola guida al sistema solare Il sistema solare è composto da nove pianeti che ruotano intorno al Sole. Questi pianeti, in ordine di distanza crescente dal Sole sono: Mercurio, Venere, Terra, Marte, Giove, Saturno, Urano, Nettuno e Plutone. Il Sole La struttura interna del Sole è stata ricostruita in base all'elaborazione teorica dei dati conosciuti. La Terra La Terra è il terzo pianeta in ordine di distanza dal Sole, e il quinto per dimensioni. 41

42 Un linguaggio ipertestuale - HTML <HTML> <HEAD> <TITLE>About The World Wide Web</TITLE> </HEAD> <BODY BGCOLOR="#ffffff" TEXT="#000000"> <H1> <A HREF="../"><IMG ALT="W3C" SRC="../Icons/WWW/w3c_home" BORDER=none></A> </H1> <H2> <IMG BORDER="0" SRC="../Icons/WWW/WWW48x.gif" ALT="WWW"> About The World Wide Web </H2> <P> The World Wide Web (known as "WWW', "Web" or "W3") is the universe of network-accessible information, the embodiment of human knowledge. <P> The World Wide Web began as a networked information project at <A HREF="http://www.cern.ch/">CERN</A>, where Tim Berners-Lee, now Director of the World Wide Web Consortium [W3C], developed a <A HREF="../Summary.html">vision</A> of the project. <P> 42

43 Uso del Web Con il Web si accede ad una enorme collezione di documenti, organizzati in pagine e distribuiti sui calcolatori di Internet Cosa serve per accedere a documenti sul Web? è necessario essere collegato a Internet tramite una scheda di rete in una rete locale tramite modem e un provider Internet è necessario avere un browser Web un browser Web è una applicazione che permette di accedere i documenti ipertestuali del Web i browser più famosi sono Netscape Navigator e Microsoft Internet Explorer Cosa serve per condividere documenti sul Web? è necessario avere una connessione permanente a Internet è necessario avere un server Web 43

44 Browser Web Un browser Web è uno strumento in grado di richiedere, ricevere e visualizzare documenti di tipo ipermediali ipertestuali con contenuto multimediale a ciascun documento sul Web è associato un identificatore univoco, il suo URL Uniform Resource Locator ad esempio un browser Web permette di accedere i documenti sul Web tramite la loro URL, oppure tramite navigazione ipertestuale con una operazione di point-and-click le pagine ipertestuali sono scambiate su internet nel formato HTML HyperText Markup Language che permette di specificare una struttura logica dei documenti, lasciando al browser la scelta della modalità di visualizzazione dei dati 44

45 Browser Web - esempio URL Collegamenti ipertestuali 45

46 Uniform Resource Locator Ciascuna risorsa della rete accessibile mediante il Web deve essere identificabile in modo univoco gli URL definiscono lo schema dei nomi per le risorse accessibili sul Web che oltre a reti, utenti e calcolatori, il cui schema dei nomi è già definito per Internet comprendono anche i file in un URL, identifichiamo tre parti: il nome del protocollo http il nome del calcolatore il nome del file hypertext/www/theproject.html le parti di un URL rispondono alle seguenti domande qual è la pagina richiesta? dove si trova la pagina? come si può accedere alla pagina? 46

47 47 Esempio di navigazione il museo del Louvre

48 48 Il museo del Louvre le collezioni

49 49 Il museo del Louvre la pittura

50 50 Il museo del Louvre la scuola italiana di pittura

51 Architetture Cliente - Servente sul Web Un server Web è una applicazione che, su richiesta da parte dei browser Web, restituisce documenti ipertestuali un browser Web richiede un documento a un server Web usando il protocollo HTTP la richiesta di un documento Web avviene specificando l URL della pagina richiesta e, in cascata, gli URL delle componenti della pagina (icone, immagini, suoni, ) Un server Web può restituire documenti ipertestuali in modo statico le pagine sono memorizzate localmente come file dinamico le pagine sono generate dinamicamente da appositi programmi applicativi, ad esempio usando il protocollo CGI (Common Gateway Interface) 51

52 CGI - Common Gateway Interface CGI è la parte del Server Web che consente di comunicare con altri programmi che si trovano sul Server CGI consente di creare pagine web dinamicamente sulla base dell input fornito dagli utenti attraverso delle maschere (form) HTML 1 2 Applicazione input CGI call CGI FORM 4 Server 3 Output progr. CGI Form HTML 52

53 53 Esempio: Form

54 54 Esempio - Output di Programma CGI

55 Supporto alla navigazione sindrome della perdita nell iperspazio dove sono? cosa stavo cercando? come posso trovare quello che cerco? identificazione del punto di inizio della navigazione bookmarks indici virtuali motori di ricerca mappe del Web 55

56 56 Bookmarks segnalibro

57 57 Indici virtuali

58 58 Motori di ricerca

59 59 Applicazioni complesse sul Web

60 60 Amazon una applicazione Web complessa

61 Applet Un applet è un programma immerso in documento Web un applet viene eseguito dal browser Web, non dal server un applet rende attivo un documento Web 61

62 Applet, Applicazioni, JAVA Un applet è un programma scritto con JAVA. JAVA è un linguaggio di programmazione orientato agli oggetti indipendente dalla piattaforma fatto per tipi diversi di calcolatori write once, run everywhere fatto per le reti di calcolatori supportato dai principali browser Web JAVA consente di scrivere anche applicazioni JAVA è la cosa più cool sul Web! 62

63 Java è un linguaggio di programmazione Un programma è una frase che descrive le azioni che devono essere svolte da un calcolatore Un linguaggio di programmazione è un linguaggio per la scrittura di programmi Un linguaggio di programmazione stabilisce un insieme di regole grammaticali che devono essere rispettate nella scrittura di un programma sintassi stabilisce il significato del programma, ovvero la sequenza di azioni che deve essere eseguita dal calcolatore durante l esecuzione del programma semantica 63

64 Java è indipendente dalla piattaforma Comp. Programma java (Pentium) Java Bytecode Interprete Java Comp. JVM (Power PC) (X.class) (X.java) Comp. (Sun) L interprete Java è la Java Virtual Machine Il Bytecode Java può essere eseguito su qualsiasi piattaforma purché dotata di una Java Virtual Machine 64

65 Approccio tradizionale alla esecuzione dei programmi Comp. Codice macchina Programma C (Pentium) (Pentium) Comp. (Power PC) (Power PC) Comp. (Sun) (Sun) Nella compilazione di Programmi non Java i compilatori traducono i programmi in codice macchina Un programma scritto in codice macchina è eseguibile solo in un particolare ambiente hardware-software 65

66 JAVA è pensato per le reti di calcolatori Creazione e pubblicazione in rete di un Applicazione: scrivi un programma JAVA (es. prova) e salvalo con estensione.java (es.: prova.java) compila il programma (es. > javac prova.java) e ottieni il programma in formato byte code (es. prova.class) rendi il programma in formato byte code disponibile sulla rete Ogni utente della rete può scaricarsi l applicazione in formato byte code (ad esempio via FTP) ed eseguire il programma sulla propria JVM (es. : > java prova) Se si tratta di un Applet: crea il programma in formato byte code realizza un documento HTML che contiene il programma Ogni utente della rete può vedere l output dell applet con un qualunque browser che supporta JAVA (es. Netscape 2.0 e superiori) 66

67 Dispensa di Fondamenti di Informatica Introduzione alla programmazione orientata agli oggetti Dispensa a cura di: L. Cabibbo, G. Di Battista, G. Liotta 67

68 Cosa è un programma Un programma è una frase che descrive delle azioni che devono essere svolte da un calcolatore La frase deve essere dettagliata e non ambigua per questo motivo ciascun programma viene scritto utilizzando un linguaggio specializzato, formale e comprensibile da parte di un calcolatore, chiamato linguaggio di programmazione L esecuzione di un programma da parte di un calcolatore è lo svolgimento delle azioni in esso descritte 68

69 Cosa è la programmazione La programmazione è l attività di scrittura di programmi un programmatore è una persona che scrive programmi Programmazione è controllo un calcolatore fa esattamente quello che gli dici di fare Programmazione è insegnamento un calcolatore impara a fare nuove cose solo se gli dici come Programmazione è risoluzione di problemi un calcolatore è normalmente usato per fare cose utili Programmazione è creatività è più facile descrivere un problema che trovarne la soluzione 69

70 Cosa è la programmazione Programmazione è rappresentazione un programma rappresenta in un calcolatore un sistema complesso reale o virtuale Programmazione è astrazione devi identificare le caratteristiche essenziali del sistema da rappresentare, evitando di perderti nei dettagli inutili Programmazione è concretezza il calcolatore per eseguire ciascun compito necessita di istruzioni dettagliate 70

71 Il calcolatore per un programmatore Un calcolatore è un sistema composto da hardware, software di base e software applicativo puoi schematizzare il calcolatore come una cipolla hardware sistema operativo strumenti di programmazione programmi applicativi il programmatore è normalmente interessato solo agli strati più esterni di questa cipolla gli strati più interni riguardano altre figure dell informatica 71

72 I punti di vista dell utente e del programmatore interfaccia del programma strati nascosti dall interfaccia del programma hardware sistema operativo strumenti di programmazione programmi applicativi utente programmatore 72

73 Programmazione orientata agli oggetti Esistono diversi approcci alla programmazione, chiamati paradigmi di programmazione in questo corso introduciamo il paradigma di programmazione orientato agli oggetti Prima di iniziare, devi sapere due cose importanti della programmazione orientata agli oggetti nella programmazione orientata agli oggetti, un programma rappresenta un sistema come una collezione di oggetti (oggetti software) che cooperano nella programmazione orientata agli oggetti, ci sono due aspetti che sono considerati strettamente separati cosa deve essere fatto come le cose sono fatte 73

74 Oggetti software Gli oggetti software sono antropomorfi un oggetto software è capace di fare delle cose di eseguire delle azioni specifiche un oggetto software è simile a un letto che sa rifarsi da solo oppure a una porta che sa aprirsi e chiudersi un oggetto software fa solo le cose che gli vengono richieste esplicitamente le richieste sono fatte da altri oggetti software 74

75 Un oggetto reale Il televisore è un oggetto del mondo reale introduciamo ora alcuni aspetti del paradigma orientato agli oggetti con riferimento a questo oggetto del mondo reale 75

76 Oggetti e comportamento Cosa sa fare un televisore? sa accendersi sa sintonizzarsi su un canale sa variare il volume sa spegnersi 76 Queste sono le cose che posso chiedere a un televisore di fare le cose che un oggetto sa fare caratterizzano il comportamento dell oggetto

77 Oggetti e messaggi Come posso chiedere al televisore di comportarsi come voglio? come posso chiedergli di accendersi, di sintonizzarsi su un canale, di variare il volume, di spegnersi? Premendo un tasto del telecomando, che gli invia un comando sotto forma di segnale elettromagnetico detto nella terminologia della programmazione orientata agli oggetti, inviandogli un messaggio 77

78 Oggetti, proprietà e stato Il televisore, per eseguire un comando che gli viene chiesto inviandogli un messaggio, deve conoscere il valore delle sue proprietà il televisore sa se è acceso o spento il televisore sa quale canale è selezionato il televisore sa il volume attuale Le proprietà di un oggetto caratterizzano lo stato dell oggetto 78

79 Oggetti visti da fuori interfaccia Cosa devi sapere del televisore per poterlo usare? non serve conoscere il suo schema elettrico ci mancherebbe altro... ma serve sapere solo i messaggi che puoi inviargli la semantica (l effetto) di ciascun messaggio Tutto ciò che serve per usare un oggetto è conoscere la sua interfaccia 79

80 Oggetti visti da dentro implementazione Il progettista del televisore deve definire l interfaccia del televisore stabilire come l oggetto potrà essere usato dall utente fornire l implementazione del televisore implementare un oggetto vuol dire progettarlo e realizzarlo il progettista del televisore ne deve definire lo schema elettrico 80

81 Implementazione di oggetti La progettazione e la realizzazione di un televisore può consistere nell assemblaggio di componenti elettronici implementati da altri che vengono usati conoscendone l interfaccia componenti elettronici implementati precedentemente riusati senza modifiche componenti elettronici implementati appositamente 81

82 Oggetti software Nella programmazione orientata agli oggetti, gli oggetti software sono le componenti dei programmi un programma rappresenta un sistema come una collezione di oggetti software che interagiscono gli oggetti software interagiscono, cooperando, per ottenere il comportamento complessivo desiderato gli oggetti software cooperano inviandosi messaggi 82

83 Oggetti software Molti oggetti software corrispondono a oggetti reali un documento, un libro, uno studente Altri oggetti software corrispondono a entità concettuali una equazione, una sequenza di caratteri, un esame Altri oggetti software sono completamente virtuali, e introdotti solo per esigenze realizzative una finestra o un cursore sullo schermo 83

84 Oggetti software Un esempio di oggetto software una equazione di secondo grado una equazione di secondo grado In questo corso, utilizzeremo spesso la notazione grafica UML un oggetto software è rappresentato da un rettangolo il rettangolo riporta al suo interno il nome dell oggetto, sottolineato UML sta per Unified Modeling Language la notazione UML verrà introdotta gradualmente e informalmente la notazione per gli oggetti software deve essere completata con altri elementi 84

85 Oggetti software visti da fuori comportamento e interfaccia Un oggetto software sa eseguire azioni specifiche è specializzato sa come fare solo delle cose specifiche le fa solo su richiesta da parte di altri oggetti software Le cose che un oggetto software sa fare caratterizzano il comportamento dell oggetto software la descrizione del comportamento di un oggetto software si chiama interfaccia 85

86 Oggetti software visti da fuori comportamento e interfaccia Ad esempio, l oggetto software una equazione di secondo grado (che rappresenta una equazione del tipo ax 2 + bx + c = 0) sa acquisire i coefficienti a, b e c sa risolversi sa visualizzare le proprie soluzioni una equazione di secondo grado acquisisci i coefficienti(a,b,c) risolviti() Notazione grafica un oggetto software è rappresentato da un rettangolo, suddiviso in più parti la parte alta riporta il nome dell oggetto, sottolineato la parte bassa riporta l interfaccia dell oggetto la descrizione delle cose che l oggetto sa fare 86

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Le variabili. Olga Scotti

Le variabili. Olga Scotti Le variabili Olga Scotti Cos è una variabile Le variabili, in un linguaggio di programmazione, sono dei contenitori. Possono essere riempiti con un valore che poi può essere riletto oppure sostituito.

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica. Programmazione I - corso B a.a. 2009-10. prof.

Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica. Programmazione I - corso B a.a. 2009-10. prof. Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica Programmazione I - corso B a.a. 009-10 prof. Viviana Bono Blocco 9 Metodi statici: passaggio parametri, variabili locali, record

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it UML: Class Diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania Class Diagram Forniscono una vista strutturale

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Informatica Applicata

Informatica Applicata Ing. Irina Trubitsyna Concetti Introduttivi Programma del corso Obiettivi: Il corso di illustra i principi fondamentali della programmazione con riferimento al linguaggio C. In particolare privilegia gli

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Corso di Programmazione ad Oggetti

Corso di Programmazione ad Oggetti Corso di Programmazione ad Oggetti Introduzione alla programmazione ad oggetti a.a. 2008/2009 Claudio De Stefano 1 La programmazione modulare Un programma può essere visto come un insieme di moduli che

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

CORSO RETI INFORMATICHE

CORSO RETI INFORMATICHE CORSO RETI INFORMATICHE Che cos è una rete Una rete è un sistema di interconnessione non gerarchico tra diverse unità. Nel caso dei computer la rete indica l insieme delle strutture hadware, tra cui anche

Dettagli

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN)

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) System Overview di Mattia Bargellini 1 CAPITOLO 1 1.1 Introduzione Il seguente progetto intende estendere

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

! Programmazione strutturata ! TDA. ! Classi, incapsulamento, ! OO. ! Scambio messaggi, eredità, polimorfismo. ! OO in Java

! Programmazione strutturata ! TDA. ! Classi, incapsulamento, ! OO. ! Scambio messaggi, eredità, polimorfismo. ! OO in Java Riassunto Rassegna API - 1 Stefano Mizzaro Dipartimento di matematica e informatica Università di Udine http://www.dimi.uniud.it/mizzaro/ mizzaro@uniud.it Programmazione, lezione 17 3 maggio 2015! Programmazione

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

R.Focardi Laboratorio di Ingegneria del Software 6. 1

R.Focardi Laboratorio di Ingegneria del Software 6. 1 Networking Java permette comunicazioni in rete basate sul concetto di socket, che permette di vedere la comunicazione in termini di flusso (stream), in modo analogo all input-output di file, usando Stream

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

Oggetti Lezione 3. aspetti generali e definizione di classi I

Oggetti Lezione 3. aspetti generali e definizione di classi I Programmazione a Oggetti Lezione 3 Il linguaggio Java: aspetti generali e definizione di classi I Sommario Storia e Motivazioni Definizione di Classi Campi e Metodi Istanziazione di oggetti Introduzione

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML La terza lezione, come le precedenti, ha avuto una durata di due ore, di cui una in aula e l altra in laboratorio, si è tenuta alla presenza della

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Programmazione di rete in Java

Programmazione di rete in Java Programmazione di rete in Java Reti di calcolatori Una rete di calcolatori è un sistema che permette la condivisione di dati informativi e risorse (sia hardware sia software) tra diversi calcolatori. Lo

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

Classi ed Oggetti in JAVA

Classi ed Oggetti in JAVA Classi ed Oggetti in JAVA Dott. Ing. Leonardo Rigutini Dipartimento Ingegneria dell Informazione Università di Siena Via Roma 56 53100 SIENA Uff. 0577233606 rigutini@dii.unisi.it www.dii.unisi.it/~rigutini/

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY. I linguaggi. Web. del. HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP

PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY. I linguaggi. Web. del. HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY I linguaggi del Web HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP Paolo Camagni Riccardo Nikolassy I linguaggi del Web HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP EDITORE ULRICO

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. "Generate debugging information"

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. Generate debugging information FASE DEBUGGING: Prima della compilazione, si devono inserire 1 nel progetto informazioni per il debug cioè si devono visualizzare le opzioni di progetto seguendo il percorso: controllando che la voce Genera

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Lezione 1 Cosa è la Programmazione Orientata agli Oggetti Metodologia per costruire prodotti software di grosse dimensioni che siano affidabili e facilmente

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze.

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze. MONITOR DEFIBRILLATORE LIFEPAK 12 Il Monitor Defibrillatore LIFEPAK 12 è un dispositivo medicale che nasce per l emergenza e resiste ad urti, vibrazioni, cadute, polvere, pioggia e a tutte quelle naturali

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

Elementi di UML (7): Diagrammi dei componenti e di deployment

Elementi di UML (7): Diagrammi dei componenti e di deployment Elementi di UML (7): Diagrammi dei componenti e di deployment Università degli Studi di Bologna Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Scienze di Internet Anno Accademico 2004-2005 Laboratorio

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Unified Process Prof. Agostino Poggi Unified Process Unified Software Development Process (USDP), comunemente chiamato

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello del sistema 4 2.1 Requisiti hardware........................ 4 2.2 Requisiti software.........................

Dettagli

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO CONSIP S.p.A. APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO Manuale d uso del programma Base Informativa di Gestione (BIG), utilizzato per la raccolta delle segnalazioni ed il monitoraggio delle attività di gestione

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Traduzione di TeamLab in altre lingue

Traduzione di TeamLab in altre lingue Lingue disponibili TeamLab è disponibile nelle seguenti lingue nel mese di gennaio 2012: Traduzioni complete Lingue tradotte parzialmente Inglese Tedesco Francese Spagnolo Russo Lettone Italiano Cinese

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli