Integratori: luci e ombre

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Integratori: luci e ombre"

Transcript

1 Integratori: luci e ombre Maura Lodovici Dipartimento di Farmacologia Università di Firenze ECM, Arezzo 22 maggio 2010

2 Integratori alimentari: cosa sono? Prodotti che apportano determinati nutrienti assenti a causa di una alimentazione sbilanciata o di particolari esigenze fisiologiche (p.es. attività sportive intense) o malattie da malassorbimento. Non hanno proprietà curative, ma servono a integrare la dieta, completandola. Per le loro proprietà nutrizionali, vanno assunti entro limiti di sicurezza tenendo conto delle RDA (recommended dietary allowance).

3 La RDA (Recommended Daily Allowance) o dose giornaliera raccomandata, indica la quantità di vitamine e sali minerali che una persona dovrebbe assumere per soddisfare il fabbisogno minimo giornaliero. Esiste la RDA per ciascun nutritivo indispensabile per la sopravvivenza. Tali valori vennero stabiliti originariamente dalla Food and Nutrition Board, facente capo all'accademia delle Scienze statunitense, nei primi anni del secondo dopoguerra, per fornire ai cittadini le indicazioni necessarie alla prevenzione delle principali patologie generate da carenze nutritive. Tuttavia, in Italia, diverse RDA differiscono per difetto da quelle stabilite negli USA

4 Funzione degli integratori - Ottimizzare l apporto di energia e nutrienti - Migliorare lo stato di salute e di benessere - Ridurre il rischio di malattie. - Integrare la propria dieta - Completare le esigenze nutrizionali.

5 Il consumo di integratori alimentari è incrementato negli ultimi anni in Italia e nel resto del mondo da un 10% a un 40 55%, specialmente nella popolazione sopra i 30 anni. Dei paesi europei, l Inghilterra è al primo posto per il loro consumo, seguita da Germania ed Olanda. Oggi l Italia si trova tra i primi 10, mentre qualche anno fa era tra gli ultimi posti europei per il suo basso consumo di integratori e prodotti dietetici. In Italia si possono trovare circa prodotti fra integratori alimentari e prodotti dietetici: vitamine, preparati multivitaminici, minerali, multiminerali, selenio, aminoacidi, 110 integratori a base di creatina..

6 Che cos è un Alimento Funzionale? Un alimento o composto si chiama funzionale quando al di là delle proprietà nutrizionali e comprovata scientificamente la sua capacità di cura, o di influenza positiva, di una o più funzioni dell organismo. Bisogna chiarire però che l alimento funzionale non è un integratore alimentare, non è un supplemento dietetico. Di questo gruppo di alimenti fanno parte i probiotici che si trovano nello yogurt (Lactobacillus Bulgaris, Lactobacillus Acidophilus, Lactobacillus Casei) Un altro esempio sono gli alimenti ricchi di antiossidanti come carotenoidi, antociani, poliferoli, ecc.

7 Gli Integratori Alimentari più Comuni ENERGETICI: sono quelli che apportano energia fra un 5% fino ad un massimo del 25% del RDA giornaliero (Enervit:carboidrati a basso o alto indice glicemico). VITAMINE e SALI MINERALI: sono prodotti che forniscono un apporto giornaliero di vitamine e/o minerali compreso fra il 30% e il 150% del valore di riferimento. Per la Vitamina E ed la Vitamina C si può estendere l apporto fino al 300% del valore di riferimento. Per la vitamina B solo al 150% del RDA. Per legge (D.L 21 Maggio 2004 n 169) gli integratori di acido folico per le donne in gestazione devono essere di 400 µg/die.

8 INTEGRATORI DI PROTEINE O AMINOACIDI: apportano da un minimo di 7 g (pari al 10% del referimento o RDA) a un massimo di 35 g (la metà della richiesta di un adulto di 70 Kg). Gli aminoacidi negli integratori si trovano sotto forma di miscele: aminoacidi essenziali e non essenziali, o come un solo aminoacido o in combinazione di diversi aminoacidi. Per legge è obbligatorio includere negli integratori di proteine tutti gli aminoacidi essenziali meno la Istidina, che è opzionale.

9 DERIVATI DI AMINOACIDI: Carnitina: apportano un massimo di 200 mg/die Creatina: Apportano massimo 3000 mg/die. L uso prolungato (più di 8 settimane) deve essere approvato del medico o dal nutrizionista. Non può essere utilizzata da persone con patologie renali, in gravidanza, da minori di 12 anni. Glutatione: Apporto massimo 50 mg/die Taurina: Apporto massimo di 500 mg/die Carnosina: Apporto massimo 500 mg/die OKG (Ornitina Alfa cheto-glutarato): apporto massimo 2000 mg/die

10 ACIDI GRASSI: sono quelli che apportano Omega 3 e Omega 6. FIBRA: classificata come fibra insolubile, è indicata in caso di ridotto apporto di fibre nella dieta con conseguente rallentamento del transito intestinale. La fibra solubile è invece indicata per aumentare la sensazione di sazietà (2 g prima di ogni pasto) perchè rallenta l assorbimento, quindi per persone con problemi nel metabolismo dei glucidi come il Diabete, e per chi ha problemi nel metabolismo dei lipidi.

11 dietary supplements ( legge U.S.A.) "un prodotto (diverso dal tabacco) destinato ad integrare l'alimentazione, contenente o composto da: a) vitamine, b) minerali, c) erbe o altri prodotti vegetali, d) aminoacidi, e) sostanze alimentari per uso umano atte ad aumentarne il consumo totale, f) un concentrato, un prodotto metabolico, un costituente, un estratto o una combinazione degli ingredienti sopra descritti (a, b, c, d, e,).. La legge USA è chiara nel definire che gli integratori sono alimenti e sono così soggetti alle leggi sugli alimenti. La legge specifica che non sono da considerarsi né medicinali, né additivi.

12 In Germania vengono regolamentati come farmaci (maggiore tutela per i cittadini tedeschi dal punto di vista della sicurezza e degli effetti avversi).

13 Tutti gli integratori alimentari e prodotti dietetici in Italia (Maggio 2004) sono controllati e seguono la normativa della Direttiva 2002/46/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio. Art. 2 «integratori alimentari»: i prodotti alimentari destinati ad integrare la dieta normale e che costituiscono una fonte concentrata di sostanze nutritive o di altre sostanze aventi un effetto nutritivo o fisiologico, sia monocomposti che pluricomposti, in forme di dosaggio, vale a dire in forme di commercializzazione quali capsule, pastiglie, compresse,pillole e simili, polveri in bustina, liquidi contenuti in fiale, flaconi a contagocce e altre forme simili, di liquidi e polveri destinati ad essere assunti in piccoli quantitativi unitari; Art. 2 «sostanze nutritive» o «nutrienti»: le seguenti sostanze:

14 Nutrienti: macro-nutrienti: (carboidrati, lipidi e proteine); micro-nutrienti: (vitamine, sali minerali).

15 Nell etichettatura è obbligatorio riportare i seguenti elementi: a) il nome delle categorie di sostanze nutritive o delle altre sostanze che caratterizzano il prodotto o una indicazione relativa alla natura di tali sostanze; b) la dose raccomandata per l assunzione giornaliera; c) un avvertenza a non eccedere le dosi raccomandate per l assunzione giornaliera; d) l indicazione che gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata; e) l indicazione che i prodotti devono essere tenuti fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età; f) l effetto nutritivo o fisiologico attribuito al prodotto sulla base dei suoi costituenti in modo idoneo ad orientare correttamente le scelte dei consumatori.

16 Il rischio di un evento avverso indotto da un integratore alimentare e comunque basso, se assunto ai dosaggi raccomandati. Negli USA (2007), per gli integratori sono riportati 100 AERs/anno (adverse effects), rispetto a piu di /anno indotti da farmaci e che hanno richiesto ricoveri ospedalieri.

17 Gli integratori dietetici, non necessari nella maggioranza delle persone con un adeguato regime nutrizionale, possono indurre effetti tossici e il loro uso deve essere suggerito da persone competenti. Sia la American Dietetic Association che la American Medical Association hanno richiamato gli americani a fornirsi di nutrienti, il piu possibile mediante gli alimenti piuttosto che mediante pillole. Gli studi di ricerca clinica indicano che non esistono benefici per una supplementazione che supera la RDA (Recommended Daily Allowance). Per questo e consigliabile assumere basse dosi di composti multivitaminici/minerali piuttosto che miscele di integratori contenenti alte dosi e/o composti molto attivi.

18 Molti integratori possono essere tossici quando assunti in quantita eccessive rispetto al fabbisogno giornaliero. In particolare e necessario usare cautela sia per le vitamine liposolubili (A, D, E) che per la vitamina B3 (niacina), B6 e per tutti i minerali e i fito-integratori.

19 La tossicita della vitamina A, i cui sintomi includono mal di testa, perdita dei capelli, pelle secca e vomito, e stata riscontrata in persone giovani che hanno assunto per terapia dell acne dosi relativamente alte per due anni. Alte dosi di vitamina A o dei suoi analoghi (come l Accutane: isotretinoina) sono particolarmente pericolose se assunte da donne in gravidanza e durante i primi mesi di gestazione; aumenta il rischio di aborti spontanei e di gravi difetti a carico del fegato, midollo osseo e del sistema nervoso centrale nel nascituro.

20 Inoltre la somministrazione orale di isotretinoina e stata riportata associata ad effetti avversi muscolari con frequenti casi di mialgia e contratture ed in rari casi di vera e propria miopatia o rabdiomiolisi.

21 Dal momento che alcuni dati epidemiologici hanno dimostrato che soggetti che consumano grandi quantita di cibi arricchiti e/o contenenti beta-carotene (frutta e verdura) hanno una frequenza piu bassa di malattie tumorali. E diventata convinzione generale che il betacarotene non sia tossico neppure a dosi molto piu alte del fabbisogno giornaliero. Invece

22 Antioxidant supplements for prevention of gastrointestinal cancers: a systematic review and meta-analysis. Bjelakovic G, Nikolova D, Simonetti RG, Gluud C.Lancet We identified 14 randomised trials (n=170,525). Trial quality was generally high. Heterogeneity of results was low to moderate. Neither the fixed-effect (relative risk 0.96, 95% CI ) nor random-effects meta-analyses (0.90, ) showed significant effects of supplementation with beta-carotene, vitamins A, C, E, and selenium (alone or in combination) versus placebo on oesophageal, gastric, colorectal, pancreatic, and liver cancer incidences. In seven high-quality trials (n=131727), the fixed-effect model showed that antioxidant significantly increased mortality (1.06, ), unlike the random-effects meta-analysis (1.06, ).

23 Low-quality trials showed no significant effect of antioxidant supplementation on mortality. Beta-carotene and vitamin A (1.29, ) and beta-carotene and vitamin E (1.10, ) significantly increased mortality, whereas beta-carotene alone only tended to increase mortality (1.05, ). In four trials (three with unclear or inadequate methodology), selenium showed significant beneficial effect on the incidence of gastrointestinal cancer. INTERPRETATION: We could not find evidence that antioxidant supplements can prevent gastrointestinal cancers; on the contrary, they seem to increase overall mortality. The potential preventive effect of selenium should be studied in adequate randomised trials.

24 Long-term use of beta-carotene, retinol, lycopene, and lutein supplements and lung cancer risk: results from the VITamins And Lifestyle (VITAL) study. Recently: Longer duration of use of individual beta-carotene, retinol, and lutein supplements was associated with statistically significantly elevated risk of total lung cancer; for example, hazard ratio = 2.02, 95% confidence interval: 1.28, 3.17 for individual supplemental lutein with total lung cancer, hazard ratio = 1.53, ( ) for individual retinol and hazard ratio = 3.22, 95% confidence interval: 1.29, 8.07 for individual beta-carotene with small-cell lung cancer for >4 years versus no use. This effect was particularly evident in subjects with high lung cancer risk, such as smokers. Am J Epidemiol. 2009, 169:

25 Vitamin A supplementation induces oxidative stress and decreases the immunocontent of catalase and superoxide dismutase in rat lungs. Pasquali et al., Exp Lung Res : Lungs require an adequate supply of vitamin A for normal embryonic development, postnatal maturation, and maintenance and repair during adult life. However, recent intervention studies revealed that supplementation with retinoids resulted in a higher incidence of lung cancer, although the mechanisms underlying this effect are still unknown.

26 Vitamin A supplementation either at therapeutic (1000 and 2500 IU/kg) or excessive (4500 and 9000 IU/kg) doses for 28 days induced lipid peroxidation, protein carbonylation, and oxidation of protein thiol groups, as well as change in catalase and superoxide dismutase activities and immunocontents. These results altogether suggest that vitamin A supplementation causes significant changes in redox balance the free radical status in lungs, which are frequently associated to severe lung dysfunction.

27 Neuromuscular adverse effects associated with systemic retinoid dermatotherapy: monitoring and treatment algorithm for clinicians. Chroni E, Monastirli A, Tsambaos D. Drug Saf. 2010;33(1): The most frequent CNS adverse effect associated with oral isotretinoin is headache, either as an independent adverse effect or as part of benign intracranial hypertension, which is additionally characterized by nausea and visual changes. Isolated cases of stiff-person-like syndrome, epileptic seizures and generalized muscle stiffness syndrome, possibly or probably related to oral treatment with isotretinoin, have also been reported. In addition, oral isotretinoin has reportedly been associated with muscular adverse effects that most frequently manifest as myalgia and stiffness and, in rare cases, as true myopathy or rhabdomyolysis.

28 VITAMIN B12, a Co(III) Complex Un alto intake di folato puo mascherare un eventuale deficienza di vitamina B12. Essendo un fattore di crescita puo essere pericoloso nella fase iniziale di crescita tumorale, in particolare per il cancro al colon. In casi estremi (dosi 100 volte piu alte del RDA), il folato puo inibire l azione di farmaci anticonvulsivanti usati.

29 Moreover, Hernández-Garduño found that subjects who obtained 90 mg/d or more of vitamin C in foods (n= 13,502), vitamin E supplementation increased tuberculosis risk by 72 (95% CI 4, 185)%. This effect was restricted to participants who smoked heavily. Br J Nutr :

30 [Is vitamin-e supplementation beneficial or harmful?] Blé-Castillo JL, Díaz-Zagoya JC, Méndez JD. Gac Med Mex Even though the beneficial effects of vitamin E have been experimentally observed, some clinical trials failed to verify a consistent benefit. One reason for this situation has been the difficulty to make comparisons among different studies. There are differences due to subjects, chemical forms of vitamin E, stages of the disease and others. The intake of high doses of vitamin E as a supplement has increased in many countries. Novel studies, have informed that vitamin E not only has antioxidant properties but can acts through precise molecular actions interacting with proteins and enzymes and modulating cellular signaling, transcriptional regulation and apoptosis induction.

31 However, some recent clinical and meta analysis studies have found that daily supplementation with vitamin E 400 IU or higher is associated to increased mortality. In conclusion, a complete understanding of vitamin E actions at the cell does not exist yet and the controversy about its clinical effects is still present.

32 La Vitamin D (5 vitamine D, D2 e D3 le piu importanti) e la piu tossica delle vitamine liposolubili; un eccesso di questa fa aumentare l assorbimento del calcio, che può portare alla rimozione del calcio dalle ossa e a un accumulo nei tessuti molli, con la formazione di calcoli, come nei reni. Si puo avere calcificazione delle pareti dei vasi sanguigni e dei tubuli renali: tali disturbi si riassumono nella ipercalcemia. L indurimento dei vasi sanguigni nel cuore e nei polmoni può portare, in casi estremi, alla morte.

33 Vitamin D and breast cancer. Bertone-Johnson ER. Ann Epidemiol Though the relationship between vitamin D and breast cancer remains unclear, a growing body of evidence suggests that vitamin D may modestly reduce risk.. Results from analytic studies of sunlight exposure and dietary intake have been inconsistent but together generally support a modestly protective role of vitamin D, at least in some population subgroups. Overall, the two prospective and four case-control studies of 25-hydroxyvitamin D and 1,25- dihydroxyvitamin D tend to support a protective effect in older women. The relationship between common vitamin D receptor polymorphisms and risk remains unclear. Many questions about this relationship clearly remain, including the utility of assessing vitamin D through diet and sunlight exposure, the relationship between plasma metabolites, and the potential modifying effects of age, menopausal status and tumor characteristics. Given that vitamin D status is modificable, additional prospective studies are necessary to determine if vitamin D may have important potential for breast cancer prevention.

34 Vitamine idrosolubili come la vitamina B6, ad alte dosi possono ugualmente indurre tossicita neurologica (sensoriale e motoria). La vitamina B3, somministrata cronicamente ad alte dosi puo dare: anoressia, intolleranza al glucosio, ulcera gastrica ed aumento degli enzimi epatici. Puo far aumentare l acido urico plasmatico e portare alla gotta. L acido pantotenico (B5) da occasionalmente diarrea, ma l effetto maggiore e che fa aumentare la necessita di tiamina (B1) e causare quindi sintomi da deficienza di B1.

35 E convinzione generale che le vitamine idrosolubili, anche ad alte dosi, non siano tossiche in quanto rapidamente escrete dall organismo. Invece, alte dosi di vitamina B6 (dosi superiori a 150 mg/day, somministrate per la sindrome del tunnel carpale e per la sindrome premestruale) possono produrre effetti tossici, non reversibili, a carico del sistema nervoso periferico. Donne che hanno assunto dosi, sebbene inferiori a 100 mg/day per un periodo superiore a 6 mesi hanno manifestato sintomi neurologici quali tremori, contrazioni e bruciori muscolari, sonnolenza e debolezza muscolare..

36 Excess ingestion of pyridoxine (vitamin B6) causes a severe sensory neuropathy in humans. The mechanism of action has not been fully elucidated, and studies of pyridoxine neuropathy in experimental animals have yielded disparate results. Rats treated for 14 days at dose of 400mg/kg twice a day: Pyridoxine intoxication appears to produce a neuropathy characterized by necrosis of dorsal root ganglion (DRG) sensory neurons and degeneration of peripheral and central sensory projections.the major determinants affecting the severity of the pyridoxine neuropathy appear to be duration and dose of pyridoxine administration, differential neuronal vulnerability, and species susceptibility. Exp Neurol. 2004, 190,

37 Molte persone usano dosi importanti di vitamina C come protezione per i tumori e malattie cardiache, comunque gia dosi di 100 mg/day sono ben oltre il fabbisogno giornaliero e possono provocare effetti collaterali. I sintomi possono essere una leggera sensazione di bruciore durante la minzione, disturbi intestinali, diarrea, arrossamenti cutanei e nausea. La presenza di questi sintomi può essere evitata assumendo la vitamina dopo i pasti, la qual cosa è anche utile per un corretto assorbimento. Soggetti che hanno la tendenza alla formazione di calcoli di ossalati o cistinuria non dovrebbero assumere grandi dosi di vitamina C a meno che essa non sia sotto forma di ascorbato di sodio

38 Ohtake et al., (2005) reported that: Supplement nephropathy due to long-term, high-dose ingestion of ascorbic acid (6g/d), calcium lactate, vitamin D in human. Clin. Nephrol. 2005, 64,

39 Soggetti che hanno una tendenza alla gotta hanno un assorbimento alterato della vitamina C e sono a più rischio di formazione di calcoli. In questi casi vi è la necessità di ridurre l assunzione della vitamina. Gli americani di colore, gli africani, gli asiatici e alcuni altri gruppi etnici possono avere maggiori effetti collaterali dovuti all assunzione di dosaggi molto alti. La vitamina potrebbe provocare la rottura dei globuli rossi causando anemia emolitica. Le persone che soffrono di anemia falciforme sono particolarmente vulnerabili.

40 Nell organismo, vitamine e minerali sono coinvolti in molti processi biochimici comuni per cui si puo avere interazioni biochimiche. In questo caso, assumendo una mega-dose di uno o piu di questi micronutrienti si puo interferire con il normale assorbimento e metabolismo degli altri. Alte dosi di vitamina A ed E antagonizzano l azione della vitamina D e inoltre fanno aumentare il fabbisogno di vitamina K. Alte dosi di ferro, oltre alla tossicita interferiscono con l assorbimento dello zinco e del rame, mentre il folato somministrato alle donna gravida riduce l assorbimento dello zinco nel feto. Vitamine e minerali come supplementi possono interferire anche con l azione di alcuni farmaci, sia durante l assorbimento e/o l eliminazione.

41 Per esempio, il calcio ed il ferro interferiscono con l assorbimento della penicillamina (usata come immunosoppressore nella artrite reumatoide), mentre l acido folico interferisce con l azione anticonvulsivante della fenitoina.

42 Un alto intake di zinco e calcio riduce o annulla l assorbimento del ferro e rame portando cosi ad una ridotta attivita immunitaria e creando problemi cardiaci ed anemia. Per quanto riguarda il ferro, spesso dosi appena poco superiori a quelle raccomandate possono causare disturbi grastrointestinali, nausea e una melanosi colica (pigmentazione dell intestino), e in alcuni soggetti puo indurre una severa tossicita (coma e morte). Dosi eccessive di fluoro (specialmente nei bambini) puo rendere fragile lo smalto dei denti.

43 Selenio (Se) come integratore E un elemento traccia essenziale, si trova associato alla vitamina E, necessaria per un suo corretto assorbimento ed utilizzazione. Il Se riveste una particolare importanza nel sistema immunitario, previene il cedimento delle cartilagini, agendo come antiossidante ed e un potente antidoto chelante la tossicita del Cadmio e del Mercurio, infine protegge dai rischi cardiovascolari, controllando i livelli del coenzima Q10, necessario ai mitocondri del miocardio. La carenza di Se puo incrementare la ritenzione di Calcio nei tessuti molli, la biodisponibilita di selenio e controllata dall amminoacido L-Metionina. Alcuni studi hanno riportato il Se protettivo per certe forme di cancro.

44 E stato osservato che un intake giornaliero di 200 µg di Se rientra con un ampio margine nella dose di sicurezza, e che se detta dose viene superata temporaneamente, non si osservano effetti tossici. Effetti tossici, seppur di lieve entita, in genere non si presentano dopo una singola dose di questa entita, ma solo dopo settimane o mesi di esposizione. Quindi il Se ha un ottimo profilo di sicurezza e casi di tossicita da Se si sono verificati diversi anni fa, solo per errori di dosaggio dovuto all inesperienza. A dosi elevate (> 900 µg/die), il selenio produce una sindrome tossica caratterizzata da dermatite, perdita dei capelli, alterazioni delle unghie e neuropatia periferica associata a livelli plasmatici elevati.

45 Molti integratori a base di aminoacidi (AA) vengono assunti come agenti anabolici per aumentare il risultato del cosi detto body-building e l arginina e l ornitina sono due constituenti frequentemente pubblicizzati come steroidi naturali (definizione inappropriata in quanto sono chimicamente e farmacologicamente molto diversi). Un consumo eccessivo puo causare rischi per la salute, in particolare uno sbilanciamento fra i diversi aminoacidi puo indurre tossicita. Se gli aminoacidi vengono usati come base di un regime dietetico caratterizzato da alto contenuto proteico e basso contenuto di grassi possono causare aritmie cardiache.

46 Mentre una dieta a basso contenuto di carboidrati provoca un alta produzione di corpi chetonici. I chetoni derivano dal catabolismo incompleto dei grassi e sono utilizzati come fonte energetica. La chetosi e la produzione di grosse quantita di chetoni, ed e la risposta normale ad un digiuno prolungato (10-12 ore) fra un pasto e l altro. I chetoni derivano dall utilizzo dei grassi di riserva per ottenere energia per l apparato muscolare e risparmiare glucosio per il cervello. La produzione massima di chetoni avviene durante la starvazione con dieta povera di carboidrati e ricca in contenuto di grassi.

47 Una persistente chetosi e associata ad atrofia muscolare ma puo essere accompagnata da altri effetti collaterali. L acetone non puo essere metabolizzato e ad alte concentrazioni e tossico. Inoltre, i chetoni possono portare ad una alterazione acido-base plasmatica; il fegato utilizza acidi grassi per sintetizzare tre chetoni: Beta-idrossibutirrato, acetoacetato e acetone, questi chetoni possono entrare nel cervello ed essere utilizzati al posto del glucosio.

48 Ci sono evidenze che un alto intake di proteine (200 g/d), puo essere tossico e che un consumo superiore al 40% di calorie provenienti da proteine provoca nausea e diarrea nei primi 3 giorni mentre se continuato porta a morte in poche settimane. Questa condizione e conosciuta come rabbit starvation derivante dal fatto che il coniglio ha una dieta molto povera di grassi (Speth and Spielmann 1983). Inoltre, un alto intake di proteine e anche implicato nella progressione della malattia renale.

49 Per una varieta di AA, se assunti in alte dosi, e stato dimostrato un effetto sulla secrezione di specifici ormoni, (es. leucina e arginina stimolano rispettivamente la secrezione di insulina e dell ormone dell accrescimento). La conseguenza di questo puo indurre un effetto a breve termine (es. la leucina induce ipoglicemia (Tab. 1), e a lungo termine (es. attivando la divisione cellulare promuove la crescita tumorale).

50 Alcuni AA e i suoi metaboliti e gli effetti avversi indotti se utilizzati ad alte dosi Alanina Urea, lattato, glucosio Iperammoniemia Arginina Urea, ornitina, citrullina, NO, poliamine Ipotensione, crescita tumorale, acidosi, iperkalemia, arresto cardiaco Aspartato Urea, asparagina, glucosio Neurotossicita Cisteina SO 4, glutammato Ipercolesterolemia, neurotossicita e steatosi Glutammato Urea, glutammina, glucosio Neurotossicita e sindrome del ristorante cinese Glicina Serina, NH 4 + Neurotossicita, ipernatremia Istidina Isoleucina Istamina, glutammato formiminoglutammato Glutamina, alanina ketomitilvalerato Ipercolesterolemia, Ritardo mentale

51 Alcuni AA e i suoi metaboliti e gli effetti avversi indotti se utilizzati ad alte dosi Leucina Glutamina, alanina Ipoglicemia, ritardo mentale Lisina Arginine Metionina Cisteina, omocisteina, cistationina Iperomocisteinemia, deficienza sierica di folato Fenilalanina Tirosina, fenilpiruvato, Urea, asparagina, glucosio Ritardo mentale Triptofano SO 4, glutammato Ipercolesterolemia, neurotossicita e steatosi Tirosina Urea, glutammina, glucosio Neurotossicita e sindrome del ristorante cinese Valina Serina, NH 4 + Neurotossicita, ipernatremia

52 Studi epidemiologici indicano che gli oli di pesce diminuiscono il rischio di danno cardiaco in quanto abbassano i trigliceridi plasmatici e inibiscono i fattori della coagulazione. Comunque, l uso di concentrati di oli di pesce non sono raccomandati in quanto possono aumentare il rischio di sanguinamento, deficienza di vitamina E e tossicita da vitamine A e D. Inoltre, i concentrati di oli possono contenere anche livelli importanti di inquinanti ambientali quali i PBC (bifenili policlorurati) e i PAH (idrocarburi aromatici policiclici). I diabetici sono avvisati di non far uso di detti supplementi (oli di pesce) in quanto interferiscono con l utilizzazione di insulina.

53 Nel 2002 l Institute of Medicine at the National Academy of Sciences ha prodotto le linee guida e ha stabilito per gli acidi grassi omega 3 un intake massimo tollerato (Tolerable Upper Intake Level), in quanto alcuni studi, anche se pochi, hanno riportato un aumentato rischio di sanguinamento ed eventi emorragici in individui che assumevano detti integratori. Comunque, e raccomandato che soggetti con problemi di coagulazione o che assumono antiaggreganti piastrinici devono consultare il medico prima di assumere acidi grassi omega 3.

54

Azioni principali Tonificante, rigenerante, depurativa. Principio Attivo Chlorella Pyrenoidosa

Azioni principali Tonificante, rigenerante, depurativa. Principio Attivo Chlorella Pyrenoidosa CLORELLA Contenuto 1 8 0 c o m p r e s s e d a 5 0 0 m g d i Chlorella Pyrenoidosa frantumata Clorella Bio con marchio di produzione Biologica della Comunità Europea Indicazioni Disintossicante, stai di

Dettagli

Prof.ssa Maria Luisa Eliana Luisi

Prof.ssa Maria Luisa Eliana Luisi Corso Integrato Scienze Tecniche Dietetiche Applicate MED/49 Scienze Tecniche Dietetiche Anno Accademico 2011-12 Le Vitamine Prof.ssa Maria Luisa Eliana Luisi Le Vitamine Conosciamo le vitamine dall 800;

Dettagli

L integrazione in gravidanza

L integrazione in gravidanza L integrazione in gravidanza Dr. Italo Guido Ricagni Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita OBIETTIVI GENERALI Fornire competenze al MMG: a) Fabbisogni alimentari in gravidanza

Dettagli

GLI INTEGRATORI ALIMENTARI NELLA PRATICA SPORTIVA

GLI INTEGRATORI ALIMENTARI NELLA PRATICA SPORTIVA GLI INTEGRATORI ALIMENTARI NELLA PRATICA SPORTIVA INTRODUZIONE Un corretto regime alimentare è in grado di soddisfare il fabbisogno nutrizionale di un individuo sano. Esistono casi in cui è necessario

Dettagli

GUIDA ORTOMOLECOLARE ALLA INTERPRETAZIONE DEL TEST DEGLI AMINOACIDI

GUIDA ORTOMOLECOLARE ALLA INTERPRETAZIONE DEL TEST DEGLI AMINOACIDI GUIDA ORTOMOLECOLARE ALLA INTERPRETAZIONE DEL TEST DEGLI AMINOACIDI AMINOACIDI ESSENZIALI Gli aminoacidi indispensabili, noti anche come aminoacidi essenziali, devono essere forniti al corpo con gli alimenti

Dettagli

COSA SONO I NUTRIENTI?

COSA SONO I NUTRIENTI? 1. DAGLI ALIMENTI AI NUTRIENTI Gli alimenti che mangiamo vengono digeriti e scomposti in elementi più semplici, i nutrienti, che vengono riversati nel flusso sanguigno per essere distribuiti a tutte le

Dettagli

ELENCO SOSTANZE AD EFFETTO NUTRITIVO O FISIOLOGICO IMPIEGABILI NEGLI INTEGRATORI ALIMENATRI

ELENCO SOSTANZE AD EFFETTO NUTRITIVO O FISIOLOGICO IMPIEGABILI NEGLI INTEGRATORI ALIMENATRI 1. Aminoacidi ELENCO SOSTANZE AD EFFETTO NUTRITIVO O FISIOLOGICO IMPIEGABILI NEGLI INTEGRATORI ALIMENATRI La tabella sottostante riporta la stima dell apporto giornaliero di riferimento per gli aminoacidi

Dettagli

INTEGRATORI ALIMENTARI

INTEGRATORI ALIMENTARI INTEGRATORI ALIMENTARI IL VOSTRO BENESSERE E IL NOSTRO OBIETTIVO! NASCE UNA NUOVA LINEA PRODOTTO In un mondo sempre più frenetico ed esigente... In un ambiente sempre più pericoloso per il nostro organismo

Dettagli

L alimentazione del cane e del gatto anziano

L alimentazione del cane e del gatto anziano L alimentazione del cane e del gatto anziano Età alla quale cani e gatti sono da ritenersi anziani Cani di taglia piccola Cani di taglia media Cani di taglia grande Cani di taglia gigante Gatti Peso (kg)

Dettagli

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE 1-2 e 8-9 maggio 2010 GUIDA PER UNO stile di vita SALUTARE ATTIVITÁ FISICA QUOTIDIANA Ogni giorno almeno 6 volte a settimana: 30 minuti di PASSEGGIATA Per migliorare lo stile di vita: parcheggiare più

Dettagli

INTEGRATORI ALIMENTARI. Prof. Paola Minghetti Facoltà di Farmacia Università degli Studi di Milano

INTEGRATORI ALIMENTARI. Prof. Paola Minghetti Facoltà di Farmacia Università degli Studi di Milano INTEGRATORI ALIMENTARI Prof. Paola Minghetti Facoltà di Farmacia Università degli Studi di Milano Regolamento Claim Alimento Sicurezza per tradizione Novel Food Integratori alimentari Regolamento Claim

Dettagli

.Morire di fatica e di fame

.Morire di fatica e di fame .Morire di fatica e di fame cause di mortalità indigenza malattie infettive ed epidemie morti per parto e guerre Il cancro era raro e si pensava che l origine fosse genetico o virale e si rapportasse poco

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

Metabolismo degli aminoacidi

Metabolismo degli aminoacidi Metabolismo degli aminoacidi Quando gli aminoacidi provenienti dalla digestione gastrica e intestinale, non vengono utilizzati per la costruzione di nuove proteine vengono demoliti Transaminazione Per

Dettagli

Come consigliare la giusta. terapia antiossidante V. 1.0 23.01.2007

Come consigliare la giusta. terapia antiossidante V. 1.0 23.01.2007 Come consigliare la giusta terapia antiossidante V. 1.0 23.01.2007 Programmare terapie antiossidanti Al fine di migliorare la propria qualità della vita è essenziale determinare il livello dello stress

Dettagli

L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto

L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto RIZA Sommario Capitolo 1 Le vitamine, sostanze indispensabili al corpo 7 Capitolo 2 La vitamina C: formula, storia

Dettagli

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi:

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi: Legumi I legumi sono considerati la carne dei poveri per il loro contenuto proteico. Sono utilissimi ai vegetariani e ai vegani (questi, a differenza dei vegetariani, non utilizzano neanche i latticini

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

NUTRIZIONE ENTERALE DIETE POLIMERICHE RIF. DESCRIZIONE PRODOTTO CONFEZ.TO POZZUOLI ISCHIA GIUGLIANO FRATTA.RE TERRITORIO TOTALE

NUTRIZIONE ENTERALE DIETE POLIMERICHE RIF. DESCRIZIONE PRODOTTO CONFEZ.TO POZZUOLI ISCHIA GIUGLIANO FRATTA.RE TERRITORIO TOTALE NUTRIZIONE ENTERALE DIETE POLIMERICHE DIETA LIQUIDA COMPLETA, AD ELEVATA PALATABILITA, NORMOCALORICA, PRIVA DI FIBRE, GUSTI VARI 250 ML CA 1 381 200 100 681 DIETA LIQUIDA COMPLETA, AD ELEVATA PALATABILITA,

Dettagli

ELENCO SOSTANZE AD EFFETTO NUTRITIVO O FISIOLOGICO IMPIEGABILI NEGLI INTEGRATORI ALIMENTARI

ELENCO SOSTANZE AD EFFETTO NUTRITIVO O FISIOLOGICO IMPIEGABILI NEGLI INTEGRATORI ALIMENTARI 1. Aminoacidi ELENCO SOSTANZE AD EFFETTO NUTRITIVO O FISIOLOGICO IMPIEGABILI NEGLI INTEGRATORI ALIMENTARI La tabella sottostante riporta la stima dell apporto giornaliero di riferimento per gli aminoacidi

Dettagli

Nutrienti sostanze necessarie alle esigenze strutturali ed energetiche dell organismo. Dieta insieme degli alimenti, regime alimentare

Nutrienti sostanze necessarie alle esigenze strutturali ed energetiche dell organismo. Dieta insieme degli alimenti, regime alimentare Alimenti o cibi fonti di nutrienti complessi, che saranno idrolizzati (o digeriti) a nutrienti semplici Nutrienti sostanze necessarie alle esigenze strutturali ed energetiche dell organismo Dieta insieme

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E DELLA COMUNICAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA SANITA VETERINARIA E DEGLI ALIMENTI UFFICIO XII L' approccio alla malattia diabetica si basa su tre

Dettagli

L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento

L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento L o l i o d i c a n a p a n e l l a l i m e n t a z i o n e L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento

Dettagli

Alimentazione ed integrazione nello sportivo

Alimentazione ed integrazione nello sportivo Alimentazione ed integrazione nello sportivo ITALO GUIDO RICAGNI Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita OBIETTIVI GENERALI Fornire competenze al MMG: a) Fabbisogni alimentari

Dettagli

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO Il periodo della gravidanza e dell allattamento sono particolarmente critici dal punto di vista alimentare-dietetico, in quanto la dieta incide in modo fondamentale sulla salute

Dettagli

Nutrizione. Protidi. Lipidi. Glucidi. Vitamine. Minerali. Acqua Alcool

Nutrizione. Protidi. Lipidi. Glucidi. Vitamine. Minerali. Acqua Alcool Nutrizione E il processo attraverso il quale l organismo utilizza i nutrienti ingeriti con il cibo. La nutrizione valuta: - le interazioni tra organismi viventi e cibo - le azioni ed interazioni dei nutrienti,

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

dieta nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona ricerca in campo nutrizionale componenti alimentari nuovi alimenti

dieta  nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona ricerca in campo nutrizionale componenti alimentari nuovi alimenti Lo scopo primario della dieta è fornire nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona. Sono sempre più numerose le prove scientifiche a sostegno dell ipotesi che alcuni alimenti

Dettagli

LA FENIL CHETO NURIA O PKU. Malattie Rare. Informazioni per le scuole

LA FENIL CHETO NURIA O PKU. Malattie Rare. Informazioni per le scuole LA FENIL CHETO NURIA O PKU Malattie Rare Informazioni per le scuole LA FENILCHETONURIA LA FENILCHETONURIA O PKU E LA PIU FREQUENTE MALATTIA CONGENITA DEL METABOLISMO DELLE PROTEINE GLI ERRORI CONGENITI

Dettagli

SCHEDA TECNICA RINFORZA-PediaSure

SCHEDA TECNICA RINFORZA-PediaSure SCHEDA TECNICA RINFORZA-PediaSure (gusto cioccolato n lista M990) (gusto vaniglia n lista M 713) Integratore nutrizionale completo, in polvere, per bambini da 1 a 10 anni. INDICAZIONI PRINCIPALI Pediasure

Dettagli

UN LABIRINTO di PRODOTTI fortemente pubblicizzati e di facile reperibilità

UN LABIRINTO di PRODOTTI fortemente pubblicizzati e di facile reperibilità UN LABIRINTO di PRODOTTI fortemente pubblicizzati e di facile reperibilità Guaranà Ginseng siberiano Ma-Huang Tibulus silvestris Creatina Carnitina - Proteine AminoAcidiRamificati (BCAA) Vitamina A Ferro

Dettagli

L educazione alimentare

L educazione alimentare L educazione alimentare Educazione alimentare: alimenti e nutrienti Sono ALIMENTI tutte le sostanze che l organismo può utilizzare per l accrescimento, il mantenimento e il funzionamento delle strutture

Dettagli

Tratto dal libro Come vivere 150 anni Dr. Dimitris Tsoukalas

Tratto dal libro Come vivere 150 anni Dr. Dimitris Tsoukalas Tratto dal libro Come vivere 150 anni Dr. Dimitris Tsoukalas CAPITOLO 18 - Quanto sono sicure le vitamine? Una delle cose che sembrano confondere di più il pubblico e gli scienziati nel campo della salute

Dettagli

Curve di crescita di alcune razze di cani. Età di raggiungimento delle dimensioni. Crescita

Curve di crescita di alcune razze di cani. Età di raggiungimento delle dimensioni. Crescita I cuccioli hanno un fabbisogno nutrizionale più elevato: non devono solo preoccuparsi del buon funzionamento del loro organismo e di mantenere la giusta temperatura corporea, ma devono anche sviluppare

Dettagli

L ALIMENTAZIONE NEI BAMBINI. Gestazione Allattamento Accrescimento

L ALIMENTAZIONE NEI BAMBINI. Gestazione Allattamento Accrescimento L ALIMENTAZIONE NEI BAMBINI Gestazione Allattamento Accrescimento LARN 1996 GESTAZIONE Il fabbisogno aggiuntivo è in funzione del IMC pre-gravidanza gravidanza. Per un corretto esito della gravidanza,

Dettagli

Una corretta nutrizione é estremamente importante in gravidanza: bambini nato sottopeso (<2-2.4 kg) malattie gravi durante l infanzia.

Una corretta nutrizione é estremamente importante in gravidanza: bambini nato sottopeso (<2-2.4 kg) malattie gravi durante l infanzia. Fabbisogno energetico in gravidanza Una corretta nutrizione é estremamente importante in gravidanza: bambini nato sottopeso (

Dettagli

MALATTIA DI PARKINSON : LA CORRETTA ALIMENTAZIONE

MALATTIA DI PARKINSON : LA CORRETTA ALIMENTAZIONE U.O.S.D. TERAPIA NUTRIZIONALE Centro di Riferimento Regionale per la Nutrizione Artificiale Domiciliare INRCA IRCCS Ancona Responsabile Dott. Paolo Orlandoni MALATTIA DI PARKINSON : LA CORRETTA ALIMENTAZIONE

Dettagli

RELAZIONE MISSIONE DEL 17/01/2015

RELAZIONE MISSIONE DEL 17/01/2015 Organizzazione non lucrativa di utilità sociale- Onlus sita in Demonte (CN) via Colle dell Ortica n 21-12014 Cod. Fisc. 96081720045 Tel.017195218 RELAZIONE MISSIONE DEL 17/01/2015 OBIETTIVO Migliorare

Dettagli

Nutrizione e alimenti a fini medici specializzati

Nutrizione e alimenti a fini medici specializzati I MILLE VOLTI DELLA NUTRIZIONE Università degli Studi di Milano - Bicocca Auditorium Guido Martinotti Angelo Poggi Nutrizione e alimenti a fini medici specializzati www.digitalforacademy.com I MILLE VOLTI

Dettagli

DIABETE MELLITO. Organi danneggiati in corso di diabete mellito INSULINA

DIABETE MELLITO. Organi danneggiati in corso di diabete mellito INSULINA DIABETE MELLITO Il diabete mellito è la più comune malattia endocrina: 1-2% della popolazione E caratterizzato da : -alterazione del metabolismo del glucosio -danni a diversi organi Complicanze acute:

Dettagli

INTEGRATORI LIFECODE A SUPPORTO DEGLI SPORT DI ENDURANCE (Ciclismo, Nuoto e Corsa sulle medie/lunghe distanze, Triathlon, Escursionismo)

INTEGRATORI LIFECODE A SUPPORTO DEGLI SPORT DI ENDURANCE (Ciclismo, Nuoto e Corsa sulle medie/lunghe distanze, Triathlon, Escursionismo) INTEGRATORI LIFECODE A SUPPORTO DEGLI SPORT DI ENDURANCE (Ciclismo, Nuoto e Corsa sulle medie/lunghe distanze, Triathlon, Escursionismo) Lifecode è un azienda italiana che produce integratori di qualità,

Dettagli

La salute si conquista con il 5!

La salute si conquista con il 5! Nutrirsi di salute - Aprile 2011 La salute si conquista con il 5! È risaputo che frutta e verdura apportano benefici al nostro organismo. Quante porzioni dobbiamo consumarne ogni giorno? Questi preziosi

Dettagli

Metabolismo dei composti azotati: aminoacidi e nucleotidi

Metabolismo dei composti azotati: aminoacidi e nucleotidi Metabolismo dei composti azotati: aminoacidi e nucleotidi Metabolismo degli aminoacidi I composti azotati L azoto contenuto nella cellula è presente soprattutto negli AMINOACIDI delle proteine e nelle

Dettagli

La nutrizione e il metabolismo

La nutrizione e il metabolismo La nutrizione e il metabolismo 1. Le sostanze nutritive, o nutrienti 2. Definizione di metabolismo 3. Il metabolismo dei carboidrati 4. Il metabolismo dei lipidi 1 L apparato respiratorio 5. Il metabolismo

Dettagli

Magda Gerou-Ferriani DVM, CertSAM, DipECVIM-Ca www.intermedvet.com

Magda Gerou-Ferriani DVM, CertSAM, DipECVIM-Ca www.intermedvet.com Alimentazione felina: principi fisiologici essenziali, vecchi luoghi comuni da sfatare e nuovi concetti Magda Gerou-Ferriani DVM, CertSAM, DipECVIM-Ca www.intermedvet.com Il gatto non è un piccolo cane.

Dettagli

Vitamine, Acqua e Sali Minerali. di Dea Bordin, Matzedda Davide & Pitrone Gianluca

Vitamine, Acqua e Sali Minerali. di Dea Bordin, Matzedda Davide & Pitrone Gianluca Vitamine, Acqua e Sali Minerali di Dea Bordin, Matzedda Davide & Pitrone Gianluca Sali Minerali di Gianluca Pitrone Generalità: I Sali Minerali hanno un ruolo fondamentale nel funzionamento di tutti gli

Dettagli

Alimenti particolari, integratori, alimenti addizionati

Alimenti particolari, integratori, alimenti addizionati Alimenti particolari, integratori, alimenti addizionati Per poter esaminare in modo specifico questi alimenti, occorre effettuare alcune premesse di ordine legislativo. La Direttiva 398/1989/CE ha inizialmente

Dettagli

LATTE E DERIVATI E TUMORE. Sabina Sieri Unità di Epidemiologia e Prevenzione Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori Milano

LATTE E DERIVATI E TUMORE. Sabina Sieri Unità di Epidemiologia e Prevenzione Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori Milano LATTE E DERIVATI E TUMORE Sabina Sieri Unità di Epidemiologia e Prevenzione Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori Milano MEDIE (g/die) DI CONSUMO DI LATTICINI IN ITALIA: INDAGINE INRAN-SCAI 2005

Dettagli

Metabolismo di proteine e aminoacidi nel muscolo

Metabolismo di proteine e aminoacidi nel muscolo Metabolismo di proteine e aminoacidi nel muscolo L equilibrio tra proteolisi e sintesi determina la crescita, l ipertrofia e l atrofia del muscolo L equilibrio è anche importante per l omeostasi generale

Dettagli

Malnutrizione in Eccesso e in Difetto

Malnutrizione in Eccesso e in Difetto Malnutrizione in Eccesso e in Difetto BMI Peso in KG (Altezza) 2 in m 1 2 3 Whitlock G, Lewington S, Sherliker P, et al. (marzo 2009). Body-mass index and cause-specific mortality in 900 000 adults: collaborative

Dettagli

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE Dott. ssa Annalisa Caravaggi Biologo Nutrizionista sabato 15 febbraio 14 STRESS: Forma di adattamento dell organismo a stimoli chiamati STRESSOR.

Dettagli

VITAMINE E MINERALI, BURNERS, ESTRATTI NATURALI.

VITAMINE E MINERALI, BURNERS, ESTRATTI NATURALI. VITAMINE E MINERALI, BURNERS, ESTRATTI NATURALI. VITAMINE. Le vitamine sono composti organici necessari in piccole quantità per il funzionamento degli organismi viventi. Alcune vitamine sono assunte come

Dettagli

IN CASO DI SPORT SCOPRI PERCHÉ. con i consigli della nutrizionista Elisabetta Orsi, consulente della Nazionale di Calcio Italiana

IN CASO DI SPORT SCOPRI PERCHÉ. con i consigli della nutrizionista Elisabetta Orsi, consulente della Nazionale di Calcio Italiana IN CASO DI SPORT SCOPRI PERCHÉ con i consigli della nutrizionista Elisabetta Orsi, consulente della Nazionale di Calcio Italiana ATTIVITÀ SPORTIVA ENDURANCE ALIMENTAZIONE 2 1 ADEGUATO APPORTO DI TUTTI

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

INTEGRATORI ALIMENTI FUNZIONALI NUTRACEUTICA

INTEGRATORI ALIMENTI FUNZIONALI NUTRACEUTICA INTEGRATORI ALIMENTI FUNZIONALI NUTRACEUTICA Dott. Antonio Verginelli Concetto di salute Anni 50: Anni 80: Assenza di malattia Prevenzione 2000: Benessere psico-fisico Assenza di malattia OMS 1948 «La

Dettagli

PERCHE MANGIAMO? Gli alimenti sono necessari per. .il FUNZIONAMENTO dell organismo. e per il suo ACCRESCIMENTO

PERCHE MANGIAMO? Gli alimenti sono necessari per. .il FUNZIONAMENTO dell organismo. e per il suo ACCRESCIMENTO PROGETTO ALIMENTAZIONE E CULTURA Impariamo a nutrirci per crescere meglio CIRCOLO DIDATTICO DI ARICCIA Centro Studi Regionale per l Analisi e la Valutazione del Rischio Alimentare (CSRA) - IZS Lazio e

Dettagli

Il ciclo nutrizione / digiuno

Il ciclo nutrizione / digiuno Il ciclo nutrizione / digiuno Aspetti generali La fase di assorbimento è il periodo che va dalle 2 alle 4 ore successive all assunzione di un pasto. Durante questo intervallo si verifica un transitorio

Dettagli

Applied Nutritional Medicine

Applied Nutritional Medicine Glossario del corso di Medicina Nutrizionale Acidi Grassi: sono delle molecole a catena lunga che formano la quasi totalità dei lipidi complessi e dei grassi sia animali e vegetali. Se non attaccati ad

Dettagli

F. G. Hopkins, C. Eijkman: Scoperta della Vitamina B1 (tiamina) (Premio Nobel per la medicina nel 1929)

F. G. Hopkins, C. Eijkman: Scoperta della Vitamina B1 (tiamina) (Premio Nobel per la medicina nel 1929) VITAMINE Gruppo eterogeneo di composti chimici di natura organica indispensabili in piccole quantità (milligrammi o microgrammi) per consentire il funzionamento dell organismo e del metabolismo Non vengono

Dettagli

Modelli dietetici: Evidenze scientifiche ed epidemiologiche

Modelli dietetici: Evidenze scientifiche ed epidemiologiche Modelli dietetici: Evidenze scientifiche ed epidemiologiche Valeria del Balzo Unità di Ricerca di Scienza dell Alimentazione e Nutrizione Umana Dipartimento di Medicina Sperimentale Sapienza Università

Dettagli

UNITà 9 Malnutrizioni e malattie correlate all alimentazione

UNITà 9 Malnutrizioni e malattie correlate all alimentazione unità Malnutrizioni e malattie correlate all alimentazione I termini e i concetti fondamentali 1 lo stato di nutrizione Lo stato di nutrizione è la particolare condizione biologica data dal rapporto tra

Dettagli

Digestione delle proteine: 6 fasi

Digestione delle proteine: 6 fasi orletto a spazzola Digestione delle proteine: 6 fasi 1. Idrolisi gastrica del legame peptidico 2. Digestione a peptidi più piccoli da parte delle proteasi pancreatiche nel lume dell intestino tenue 3.

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

La legislazione sui Nutraceutici, Alimenti funzionali e gli integratori dott. Antonio Verginelli

La legislazione sui Nutraceutici, Alimenti funzionali e gli integratori dott. Antonio Verginelli La legislazione sui Nutraceutici, Alimenti funzionali e gli integratori dott. Antonio Verginelli Definizione di farmaco ogni sostanza o associazione di sostanze presentata come avente proprietà curative

Dettagli

Integrazione di silice - Benefici riportati

Integrazione di silice - Benefici riportati Integrazione di silice - Benefici riportati Riduzione del dolore e dell infiammazione dei legamenti Migliorata elasticità della pelle Migliorata idratazione della pelle Stimolazione della formazione e

Dettagli

5 alimenti che le donne dovrebbero consumare di piu'

5 alimenti che le donne dovrebbero consumare di piu' 5 alimenti che le donne dovrebbero consumare di piu' Spesso, a causa della nostra vita frenetica e degli impegni quotidiani, noi donne non abbiamo molto tempo da dedicare alla preparazione dei cibi, e

Dettagli

L eccesso di calcio darà: disturbi legati al metabolismo degli zuccheri, artritismo e arteriosclerosi.

L eccesso di calcio darà: disturbi legati al metabolismo degli zuccheri, artritismo e arteriosclerosi. Gli oligoelementi (dal greco olos poco), sono dei composti infinitesimali delle piante, della frutta e degli ortaggi, indispensabili al buon funzionamento dei nostri organi, per un benessere fisico e mentale.

Dettagli

I minerali: a cosa servono e dove li possiamo trovare

I minerali: a cosa servono e dove li possiamo trovare I minerali: a cosa servono e dove li possiamo trovare Calcio 700mg (2) Latte e prodotti derivati dal latte, verdure a foglia verde scuro, piccoli pesci in scatola (con le ossa), piselli secchi. Formazione

Dettagli

Luigi Gratton Vice President, Education Nutrition Advisory Board. Prodotti Potenti = Nutrizione Potente2

Luigi Gratton Vice President, Education Nutrition Advisory Board. Prodotti Potenti = Nutrizione Potente2 Luigi Gratton Vice President, Education Nutrition Advisory Board Prodotti Potenti = Nutrizione Potente2 Un Team Forte Ricerca d avanguardia e passione illimitata -David Heber La forza della Scienza grazie

Dettagli

FONTE : http://www.msd-italia.it/altre/manuale/sez01/0020029.html. www.slidetube.it

FONTE : http://www.msd-italia.it/altre/manuale/sez01/0020029.html. www.slidetube.it FONTE : http://www.msd-italia.it/altre/manuale/sez01/0020029.html E una sindrome da carenza causata dall'inadeguata assunzione di sostanze macronutrienti. La malnutrizione proteico-energetica (MPE) o malnutrizione

Dettagli

I lipidi nella alimentazione del bambino. Carlo Agostoni Clinica Pediatrica, Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano

I lipidi nella alimentazione del bambino. Carlo Agostoni Clinica Pediatrica, Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano I lipidi nella alimentazione del bambino Carlo Agostoni Clinica Pediatrica, Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano ! I lipidi del latte materno: composizione e significato - acidi grassi -

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Amminoacidi e Proteine

Amminoacidi e Proteine Amminoacidi e Proteine Struttura generale di un α-amminoacido R = catena laterale AMMINOACIDI (AA) CELLULARI Gli amminoacidi presenti nella cellula possono essere il prodotto di idrolisi delle proteine

Dettagli

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA Questo opuscolo è stato creato per dare delle reali risposte ai tipici luoghi comuni riguardanti l' alimentazione e le possibili cause dell'

Dettagli

PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA. strategie alimentari per il benessere e la disabilità - Formia 15 ottobre 2011 - Dieta Mediterranea

DIETA MEDITERRANEA. strategie alimentari per il benessere e la disabilità - Formia 15 ottobre 2011 - Dieta Mediterranea DIETA MEDITERRANEA strategie alimentari per il benessere e la disabilità - Formia 15 ottobre 2011 - Dieta Mediterranea come prevenzione delle malattie neurodegenerative disabilitanti Dr Amedeo Schipani

Dettagli

PERDERE GRASSO, NON MUSCOLO!

PERDERE GRASSO, NON MUSCOLO! PERDERE GRASSO, NON MUSCOLO! UNA LINEA DI INTEGRATORI A BASE PROTEICA PER NUTRIRSI MEGLIO E DIMAGRIRE BENE Solo i prodotti LineaMed, per la loro composizione dietetico-nutrizionale, sono compatibili con

Dettagli

CONTENUTO DEL GEL DI ALOE VERA FOREVER LIVING

CONTENUTO DEL GEL DI ALOE VERA FOREVER LIVING CONTENUTO DEL GEL DI ALOE VERA FOREVER LIVING Uno studio indipendente condotto dalla Food and Drug Research Laboratories, Inc. di New York mostra che il nostro GEL stabilizzato di Aloe vera brevettato

Dettagli

1. Obesità. Per valutare la distribuzione del grasso corporeo, si può utilizzare il rapporto vita.

1. Obesità. Per valutare la distribuzione del grasso corporeo, si può utilizzare il rapporto vita. 2%(6,7 1. Obesità L incidenza del sovrappeso e/o dell obesità è andata aumentando dal dopoguerra in tutti i paesi industrializzati per l abbondanza e la disponibilità di cibi raffinati da un lato e la

Dettagli

False credenze e nuove certezze Reggio Emilia 22.11.2014

False credenze e nuove certezze Reggio Emilia 22.11.2014 I consumi di proteine 1861-2007 Come sono fatte le proteine? Le proteine sono uno dei tre macronutrienti (gli altri sono carboidrati e grassi), su cui si basa principalmente la nostra alimentazione.

Dettagli

I minerali: a cosa servono e dove li possiamo trovare

I minerali: a cosa servono e dove li possiamo trovare I minerali: a cosa servono e dove li possiamo trovare Calcio Dose da assumere per una popolazione di riferimento composta da maschi adulti dai 18 anni in su per l Unione Europea; i valori in corsivo indicano

Dettagli

teen-ager età feconda maturità

teen-ager età feconda maturità BEN-ESSERE DONNA teen-ager età feconda maturità Menarca Alimentazione squilibrata Alcol fumo Contraccettivi orali Stress scolastici-sentimentali Gravidanza (sviluppo fetale) Allattamento Stress-apprensione

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Riassunto delle caratteristiche del prodotto

Riassunto delle caratteristiche del prodotto Riassunto delle caratteristiche del prodotto 1 DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITÀ MEDICINALE Calcio Carbonato + vitamina D3 ABC 1000 mg/880 U.I. granulato effervescente 2 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Momenti di Gloria La medicina incontra lo sport: i muscoli Genova 18 aprile 2013 Alimentazione e sport Luca Spigno La dieta dello sportivo è diversa da quella del soggetto sedentario? Come dobbiamo nutrirci

Dettagli

Le due porzioni del pancreas, esocrino ed endocrino, sono anatomicamente e funzionalmente diverse.

Le due porzioni del pancreas, esocrino ed endocrino, sono anatomicamente e funzionalmente diverse. ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 7 PANCREAS Le due porzioni del pancreas, esocrino ed endocrino, sono anatomicamente e funzionalmente diverse. Isole del Langherans Contengono da poche centinaia

Dettagli

Dieta nel bambino con enterocolite allergica e carenze nutrizionali

Dieta nel bambino con enterocolite allergica e carenze nutrizionali Dieta nel bambino con enterocolite allergica e carenze nutrizionali Commissione Allergie Alimentari della SIAIP Dott. Alberto Martelli (Responsabile Scientifico) Dott.ssa Loredana Chini Dott.ssa Iride

Dettagli

INTEGRAZIONE NUTRIZIONALE

INTEGRAZIONE NUTRIZIONALE INTEGRAZIONE NUTRIZIONALE Integratori alimentari Gli integratori alimentari sono definiti dalla normativa di settore (Direttiva 2002/46/CE, attuata con il decreto legislativo 21 maggio 2004, n. 169) come:

Dettagli

ALIMENTI FUNZIONALI STORIA

ALIMENTI FUNZIONALI STORIA ALIMENTI FUNZIONALI STORIA Il concetto di Alimenti Funzionali nasce negli anni 80 in Giappone, dove viene messa a punto una legislazione apposita. Nel 1991 viene coniato il termine FOSHU (Foods for Specified

Dettagli

COSA SONO LE PROTEINE IN POLVERE:

COSA SONO LE PROTEINE IN POLVERE: PROTEINE. Definizione di proteine: Le sono i mattoni della massa muscolare; costituiscono il 90% del peso del sangue a secco, l 80% dei muscoli ed il 70% della pelle. Provvedono alla costruzione connettiva

Dettagli

PASTA TOSCANA INTEGRALE con Omega 3

PASTA TOSCANA INTEGRALE con Omega 3 PASTA TOSCANA INTEGRALE con Omega 3 Trafilata al bronzo Negli ultimi anni il mercato della pasta e cambiato, il consumatore sempre piu attento, vuole un prodotto migliore e piu salubre. Pasta Toscana Integrale

Dettagli

Gli stili di vita nella popolazione anziana toscana. matilde.razzanelli@ars.toscana.it

Gli stili di vita nella popolazione anziana toscana. matilde.razzanelli@ars.toscana.it Gli stili di vita nella popolazione anziana toscana matilde.razzanelli@ars.toscana.it Le indagini PASSI d Argento Obiettivo: sorveglianza sulla popolazione ultra 64enne, sostenibile con le risorse dei

Dettagli

I prodotti ittici e la salute umana: Acquacoltura vs selvatico

I prodotti ittici e la salute umana: Acquacoltura vs selvatico UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CAGLIARI Dipartimento di Scienze della Vita e dell Ambiente Laboratorio di Analisi Chimica degli Alimenti - Food Toxicology Unit I prodotti ittici e la salute umana: Acquacoltura

Dettagli

ALCOL? NO, GRAZIE IO GIOCO A CALCIO!

ALCOL? NO, GRAZIE IO GIOCO A CALCIO! ALCOL? NO, GRAZIE IO GIOCO A CALCIO! L'alcol è uno dei principali fattori di rischio per la salute. Bere è una libera scelta individuale e familiare, ma è necessario essere consapevoli che rappresenta

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti L ALFABETO DELLA CORRETTA NUTRIZIONE Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti delle membrane cellulari hanno destato negli ultimi anni maggior interesse. E ormai

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE AREA SUD MILANESE

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE AREA SUD MILANESE Opera MALORI IMPROVVISI PERDITE DI SENSI MALORI DOVUTI A DISTURBI DEL S.N. MALORI PER CAUSE AMBIENTALI 1. Perdite di coscienza transitorie Lipotimia (debolezza con o senza perdita coscienza) Sincope (improvvisa

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Appunti di lezione

ALIMENTAZIONE. Appunti di lezione ALIMENTAZIONE Appunti di lezione CORRETTA ALIMENTAZIONE Un adolescente (13-15 anni) Ha bisogno per crescere di: Energia e Nutrienti Ossia di alimentarsi, ma con misura nè troppo, ne troppo poco. Il termine

Dettagli