Integratori: luci e ombre

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Integratori: luci e ombre"

Transcript

1 Integratori: luci e ombre Maura Lodovici Dipartimento di Farmacologia Università di Firenze ECM, Arezzo 22 maggio 2010

2 Integratori alimentari: cosa sono? Prodotti che apportano determinati nutrienti assenti a causa di una alimentazione sbilanciata o di particolari esigenze fisiologiche (p.es. attività sportive intense) o malattie da malassorbimento. Non hanno proprietà curative, ma servono a integrare la dieta, completandola. Per le loro proprietà nutrizionali, vanno assunti entro limiti di sicurezza tenendo conto delle RDA (recommended dietary allowance).

3 La RDA (Recommended Daily Allowance) o dose giornaliera raccomandata, indica la quantità di vitamine e sali minerali che una persona dovrebbe assumere per soddisfare il fabbisogno minimo giornaliero. Esiste la RDA per ciascun nutritivo indispensabile per la sopravvivenza. Tali valori vennero stabiliti originariamente dalla Food and Nutrition Board, facente capo all'accademia delle Scienze statunitense, nei primi anni del secondo dopoguerra, per fornire ai cittadini le indicazioni necessarie alla prevenzione delle principali patologie generate da carenze nutritive. Tuttavia, in Italia, diverse RDA differiscono per difetto da quelle stabilite negli USA

4 Funzione degli integratori - Ottimizzare l apporto di energia e nutrienti - Migliorare lo stato di salute e di benessere - Ridurre il rischio di malattie. - Integrare la propria dieta - Completare le esigenze nutrizionali.

5 Il consumo di integratori alimentari è incrementato negli ultimi anni in Italia e nel resto del mondo da un 10% a un 40 55%, specialmente nella popolazione sopra i 30 anni. Dei paesi europei, l Inghilterra è al primo posto per il loro consumo, seguita da Germania ed Olanda. Oggi l Italia si trova tra i primi 10, mentre qualche anno fa era tra gli ultimi posti europei per il suo basso consumo di integratori e prodotti dietetici. In Italia si possono trovare circa prodotti fra integratori alimentari e prodotti dietetici: vitamine, preparati multivitaminici, minerali, multiminerali, selenio, aminoacidi, 110 integratori a base di creatina..

6 Che cos è un Alimento Funzionale? Un alimento o composto si chiama funzionale quando al di là delle proprietà nutrizionali e comprovata scientificamente la sua capacità di cura, o di influenza positiva, di una o più funzioni dell organismo. Bisogna chiarire però che l alimento funzionale non è un integratore alimentare, non è un supplemento dietetico. Di questo gruppo di alimenti fanno parte i probiotici che si trovano nello yogurt (Lactobacillus Bulgaris, Lactobacillus Acidophilus, Lactobacillus Casei) Un altro esempio sono gli alimenti ricchi di antiossidanti come carotenoidi, antociani, poliferoli, ecc.

7 Gli Integratori Alimentari più Comuni ENERGETICI: sono quelli che apportano energia fra un 5% fino ad un massimo del 25% del RDA giornaliero (Enervit:carboidrati a basso o alto indice glicemico). VITAMINE e SALI MINERALI: sono prodotti che forniscono un apporto giornaliero di vitamine e/o minerali compreso fra il 30% e il 150% del valore di riferimento. Per la Vitamina E ed la Vitamina C si può estendere l apporto fino al 300% del valore di riferimento. Per la vitamina B solo al 150% del RDA. Per legge (D.L 21 Maggio 2004 n 169) gli integratori di acido folico per le donne in gestazione devono essere di 400 µg/die.

8 INTEGRATORI DI PROTEINE O AMINOACIDI: apportano da un minimo di 7 g (pari al 10% del referimento o RDA) a un massimo di 35 g (la metà della richiesta di un adulto di 70 Kg). Gli aminoacidi negli integratori si trovano sotto forma di miscele: aminoacidi essenziali e non essenziali, o come un solo aminoacido o in combinazione di diversi aminoacidi. Per legge è obbligatorio includere negli integratori di proteine tutti gli aminoacidi essenziali meno la Istidina, che è opzionale.

9 DERIVATI DI AMINOACIDI: Carnitina: apportano un massimo di 200 mg/die Creatina: Apportano massimo 3000 mg/die. L uso prolungato (più di 8 settimane) deve essere approvato del medico o dal nutrizionista. Non può essere utilizzata da persone con patologie renali, in gravidanza, da minori di 12 anni. Glutatione: Apporto massimo 50 mg/die Taurina: Apporto massimo di 500 mg/die Carnosina: Apporto massimo 500 mg/die OKG (Ornitina Alfa cheto-glutarato): apporto massimo 2000 mg/die

10 ACIDI GRASSI: sono quelli che apportano Omega 3 e Omega 6. FIBRA: classificata come fibra insolubile, è indicata in caso di ridotto apporto di fibre nella dieta con conseguente rallentamento del transito intestinale. La fibra solubile è invece indicata per aumentare la sensazione di sazietà (2 g prima di ogni pasto) perchè rallenta l assorbimento, quindi per persone con problemi nel metabolismo dei glucidi come il Diabete, e per chi ha problemi nel metabolismo dei lipidi.

11 dietary supplements ( legge U.S.A.) "un prodotto (diverso dal tabacco) destinato ad integrare l'alimentazione, contenente o composto da: a) vitamine, b) minerali, c) erbe o altri prodotti vegetali, d) aminoacidi, e) sostanze alimentari per uso umano atte ad aumentarne il consumo totale, f) un concentrato, un prodotto metabolico, un costituente, un estratto o una combinazione degli ingredienti sopra descritti (a, b, c, d, e,).. La legge USA è chiara nel definire che gli integratori sono alimenti e sono così soggetti alle leggi sugli alimenti. La legge specifica che non sono da considerarsi né medicinali, né additivi.

12 In Germania vengono regolamentati come farmaci (maggiore tutela per i cittadini tedeschi dal punto di vista della sicurezza e degli effetti avversi).

13 Tutti gli integratori alimentari e prodotti dietetici in Italia (Maggio 2004) sono controllati e seguono la normativa della Direttiva 2002/46/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio. Art. 2 «integratori alimentari»: i prodotti alimentari destinati ad integrare la dieta normale e che costituiscono una fonte concentrata di sostanze nutritive o di altre sostanze aventi un effetto nutritivo o fisiologico, sia monocomposti che pluricomposti, in forme di dosaggio, vale a dire in forme di commercializzazione quali capsule, pastiglie, compresse,pillole e simili, polveri in bustina, liquidi contenuti in fiale, flaconi a contagocce e altre forme simili, di liquidi e polveri destinati ad essere assunti in piccoli quantitativi unitari; Art. 2 «sostanze nutritive» o «nutrienti»: le seguenti sostanze:

14 Nutrienti: macro-nutrienti: (carboidrati, lipidi e proteine); micro-nutrienti: (vitamine, sali minerali).

15 Nell etichettatura è obbligatorio riportare i seguenti elementi: a) il nome delle categorie di sostanze nutritive o delle altre sostanze che caratterizzano il prodotto o una indicazione relativa alla natura di tali sostanze; b) la dose raccomandata per l assunzione giornaliera; c) un avvertenza a non eccedere le dosi raccomandate per l assunzione giornaliera; d) l indicazione che gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata; e) l indicazione che i prodotti devono essere tenuti fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età; f) l effetto nutritivo o fisiologico attribuito al prodotto sulla base dei suoi costituenti in modo idoneo ad orientare correttamente le scelte dei consumatori.

16 Il rischio di un evento avverso indotto da un integratore alimentare e comunque basso, se assunto ai dosaggi raccomandati. Negli USA (2007), per gli integratori sono riportati 100 AERs/anno (adverse effects), rispetto a piu di /anno indotti da farmaci e che hanno richiesto ricoveri ospedalieri.

17 Gli integratori dietetici, non necessari nella maggioranza delle persone con un adeguato regime nutrizionale, possono indurre effetti tossici e il loro uso deve essere suggerito da persone competenti. Sia la American Dietetic Association che la American Medical Association hanno richiamato gli americani a fornirsi di nutrienti, il piu possibile mediante gli alimenti piuttosto che mediante pillole. Gli studi di ricerca clinica indicano che non esistono benefici per una supplementazione che supera la RDA (Recommended Daily Allowance). Per questo e consigliabile assumere basse dosi di composti multivitaminici/minerali piuttosto che miscele di integratori contenenti alte dosi e/o composti molto attivi.

18 Molti integratori possono essere tossici quando assunti in quantita eccessive rispetto al fabbisogno giornaliero. In particolare e necessario usare cautela sia per le vitamine liposolubili (A, D, E) che per la vitamina B3 (niacina), B6 e per tutti i minerali e i fito-integratori.

19 La tossicita della vitamina A, i cui sintomi includono mal di testa, perdita dei capelli, pelle secca e vomito, e stata riscontrata in persone giovani che hanno assunto per terapia dell acne dosi relativamente alte per due anni. Alte dosi di vitamina A o dei suoi analoghi (come l Accutane: isotretinoina) sono particolarmente pericolose se assunte da donne in gravidanza e durante i primi mesi di gestazione; aumenta il rischio di aborti spontanei e di gravi difetti a carico del fegato, midollo osseo e del sistema nervoso centrale nel nascituro.

20 Inoltre la somministrazione orale di isotretinoina e stata riportata associata ad effetti avversi muscolari con frequenti casi di mialgia e contratture ed in rari casi di vera e propria miopatia o rabdiomiolisi.

21 Dal momento che alcuni dati epidemiologici hanno dimostrato che soggetti che consumano grandi quantita di cibi arricchiti e/o contenenti beta-carotene (frutta e verdura) hanno una frequenza piu bassa di malattie tumorali. E diventata convinzione generale che il betacarotene non sia tossico neppure a dosi molto piu alte del fabbisogno giornaliero. Invece

22 Antioxidant supplements for prevention of gastrointestinal cancers: a systematic review and meta-analysis. Bjelakovic G, Nikolova D, Simonetti RG, Gluud C.Lancet We identified 14 randomised trials (n=170,525). Trial quality was generally high. Heterogeneity of results was low to moderate. Neither the fixed-effect (relative risk 0.96, 95% CI ) nor random-effects meta-analyses (0.90, ) showed significant effects of supplementation with beta-carotene, vitamins A, C, E, and selenium (alone or in combination) versus placebo on oesophageal, gastric, colorectal, pancreatic, and liver cancer incidences. In seven high-quality trials (n=131727), the fixed-effect model showed that antioxidant significantly increased mortality (1.06, ), unlike the random-effects meta-analysis (1.06, ).

23 Low-quality trials showed no significant effect of antioxidant supplementation on mortality. Beta-carotene and vitamin A (1.29, ) and beta-carotene and vitamin E (1.10, ) significantly increased mortality, whereas beta-carotene alone only tended to increase mortality (1.05, ). In four trials (three with unclear or inadequate methodology), selenium showed significant beneficial effect on the incidence of gastrointestinal cancer. INTERPRETATION: We could not find evidence that antioxidant supplements can prevent gastrointestinal cancers; on the contrary, they seem to increase overall mortality. The potential preventive effect of selenium should be studied in adequate randomised trials.

24 Long-term use of beta-carotene, retinol, lycopene, and lutein supplements and lung cancer risk: results from the VITamins And Lifestyle (VITAL) study. Recently: Longer duration of use of individual beta-carotene, retinol, and lutein supplements was associated with statistically significantly elevated risk of total lung cancer; for example, hazard ratio = 2.02, 95% confidence interval: 1.28, 3.17 for individual supplemental lutein with total lung cancer, hazard ratio = 1.53, ( ) for individual retinol and hazard ratio = 3.22, 95% confidence interval: 1.29, 8.07 for individual beta-carotene with small-cell lung cancer for >4 years versus no use. This effect was particularly evident in subjects with high lung cancer risk, such as smokers. Am J Epidemiol. 2009, 169:

25 Vitamin A supplementation induces oxidative stress and decreases the immunocontent of catalase and superoxide dismutase in rat lungs. Pasquali et al., Exp Lung Res : Lungs require an adequate supply of vitamin A for normal embryonic development, postnatal maturation, and maintenance and repair during adult life. However, recent intervention studies revealed that supplementation with retinoids resulted in a higher incidence of lung cancer, although the mechanisms underlying this effect are still unknown.

26 Vitamin A supplementation either at therapeutic (1000 and 2500 IU/kg) or excessive (4500 and 9000 IU/kg) doses for 28 days induced lipid peroxidation, protein carbonylation, and oxidation of protein thiol groups, as well as change in catalase and superoxide dismutase activities and immunocontents. These results altogether suggest that vitamin A supplementation causes significant changes in redox balance the free radical status in lungs, which are frequently associated to severe lung dysfunction.

27 Neuromuscular adverse effects associated with systemic retinoid dermatotherapy: monitoring and treatment algorithm for clinicians. Chroni E, Monastirli A, Tsambaos D. Drug Saf. 2010;33(1): The most frequent CNS adverse effect associated with oral isotretinoin is headache, either as an independent adverse effect or as part of benign intracranial hypertension, which is additionally characterized by nausea and visual changes. Isolated cases of stiff-person-like syndrome, epileptic seizures and generalized muscle stiffness syndrome, possibly or probably related to oral treatment with isotretinoin, have also been reported. In addition, oral isotretinoin has reportedly been associated with muscular adverse effects that most frequently manifest as myalgia and stiffness and, in rare cases, as true myopathy or rhabdomyolysis.

28 VITAMIN B12, a Co(III) Complex Un alto intake di folato puo mascherare un eventuale deficienza di vitamina B12. Essendo un fattore di crescita puo essere pericoloso nella fase iniziale di crescita tumorale, in particolare per il cancro al colon. In casi estremi (dosi 100 volte piu alte del RDA), il folato puo inibire l azione di farmaci anticonvulsivanti usati.

29 Moreover, Hernández-Garduño found that subjects who obtained 90 mg/d or more of vitamin C in foods (n= 13,502), vitamin E supplementation increased tuberculosis risk by 72 (95% CI 4, 185)%. This effect was restricted to participants who smoked heavily. Br J Nutr :

30 [Is vitamin-e supplementation beneficial or harmful?] Blé-Castillo JL, Díaz-Zagoya JC, Méndez JD. Gac Med Mex Even though the beneficial effects of vitamin E have been experimentally observed, some clinical trials failed to verify a consistent benefit. One reason for this situation has been the difficulty to make comparisons among different studies. There are differences due to subjects, chemical forms of vitamin E, stages of the disease and others. The intake of high doses of vitamin E as a supplement has increased in many countries. Novel studies, have informed that vitamin E not only has antioxidant properties but can acts through precise molecular actions interacting with proteins and enzymes and modulating cellular signaling, transcriptional regulation and apoptosis induction.

31 However, some recent clinical and meta analysis studies have found that daily supplementation with vitamin E 400 IU or higher is associated to increased mortality. In conclusion, a complete understanding of vitamin E actions at the cell does not exist yet and the controversy about its clinical effects is still present.

32 La Vitamin D (5 vitamine D, D2 e D3 le piu importanti) e la piu tossica delle vitamine liposolubili; un eccesso di questa fa aumentare l assorbimento del calcio, che può portare alla rimozione del calcio dalle ossa e a un accumulo nei tessuti molli, con la formazione di calcoli, come nei reni. Si puo avere calcificazione delle pareti dei vasi sanguigni e dei tubuli renali: tali disturbi si riassumono nella ipercalcemia. L indurimento dei vasi sanguigni nel cuore e nei polmoni può portare, in casi estremi, alla morte.

33 Vitamin D and breast cancer. Bertone-Johnson ER. Ann Epidemiol Though the relationship between vitamin D and breast cancer remains unclear, a growing body of evidence suggests that vitamin D may modestly reduce risk.. Results from analytic studies of sunlight exposure and dietary intake have been inconsistent but together generally support a modestly protective role of vitamin D, at least in some population subgroups. Overall, the two prospective and four case-control studies of 25-hydroxyvitamin D and 1,25- dihydroxyvitamin D tend to support a protective effect in older women. The relationship between common vitamin D receptor polymorphisms and risk remains unclear. Many questions about this relationship clearly remain, including the utility of assessing vitamin D through diet and sunlight exposure, the relationship between plasma metabolites, and the potential modifying effects of age, menopausal status and tumor characteristics. Given that vitamin D status is modificable, additional prospective studies are necessary to determine if vitamin D may have important potential for breast cancer prevention.

34 Vitamine idrosolubili come la vitamina B6, ad alte dosi possono ugualmente indurre tossicita neurologica (sensoriale e motoria). La vitamina B3, somministrata cronicamente ad alte dosi puo dare: anoressia, intolleranza al glucosio, ulcera gastrica ed aumento degli enzimi epatici. Puo far aumentare l acido urico plasmatico e portare alla gotta. L acido pantotenico (B5) da occasionalmente diarrea, ma l effetto maggiore e che fa aumentare la necessita di tiamina (B1) e causare quindi sintomi da deficienza di B1.

35 E convinzione generale che le vitamine idrosolubili, anche ad alte dosi, non siano tossiche in quanto rapidamente escrete dall organismo. Invece, alte dosi di vitamina B6 (dosi superiori a 150 mg/day, somministrate per la sindrome del tunnel carpale e per la sindrome premestruale) possono produrre effetti tossici, non reversibili, a carico del sistema nervoso periferico. Donne che hanno assunto dosi, sebbene inferiori a 100 mg/day per un periodo superiore a 6 mesi hanno manifestato sintomi neurologici quali tremori, contrazioni e bruciori muscolari, sonnolenza e debolezza muscolare..

36 Excess ingestion of pyridoxine (vitamin B6) causes a severe sensory neuropathy in humans. The mechanism of action has not been fully elucidated, and studies of pyridoxine neuropathy in experimental animals have yielded disparate results. Rats treated for 14 days at dose of 400mg/kg twice a day: Pyridoxine intoxication appears to produce a neuropathy characterized by necrosis of dorsal root ganglion (DRG) sensory neurons and degeneration of peripheral and central sensory projections.the major determinants affecting the severity of the pyridoxine neuropathy appear to be duration and dose of pyridoxine administration, differential neuronal vulnerability, and species susceptibility. Exp Neurol. 2004, 190,

37 Molte persone usano dosi importanti di vitamina C come protezione per i tumori e malattie cardiache, comunque gia dosi di 100 mg/day sono ben oltre il fabbisogno giornaliero e possono provocare effetti collaterali. I sintomi possono essere una leggera sensazione di bruciore durante la minzione, disturbi intestinali, diarrea, arrossamenti cutanei e nausea. La presenza di questi sintomi può essere evitata assumendo la vitamina dopo i pasti, la qual cosa è anche utile per un corretto assorbimento. Soggetti che hanno la tendenza alla formazione di calcoli di ossalati o cistinuria non dovrebbero assumere grandi dosi di vitamina C a meno che essa non sia sotto forma di ascorbato di sodio

38 Ohtake et al., (2005) reported that: Supplement nephropathy due to long-term, high-dose ingestion of ascorbic acid (6g/d), calcium lactate, vitamin D in human. Clin. Nephrol. 2005, 64,

39 Soggetti che hanno una tendenza alla gotta hanno un assorbimento alterato della vitamina C e sono a più rischio di formazione di calcoli. In questi casi vi è la necessità di ridurre l assunzione della vitamina. Gli americani di colore, gli africani, gli asiatici e alcuni altri gruppi etnici possono avere maggiori effetti collaterali dovuti all assunzione di dosaggi molto alti. La vitamina potrebbe provocare la rottura dei globuli rossi causando anemia emolitica. Le persone che soffrono di anemia falciforme sono particolarmente vulnerabili.

40 Nell organismo, vitamine e minerali sono coinvolti in molti processi biochimici comuni per cui si puo avere interazioni biochimiche. In questo caso, assumendo una mega-dose di uno o piu di questi micronutrienti si puo interferire con il normale assorbimento e metabolismo degli altri. Alte dosi di vitamina A ed E antagonizzano l azione della vitamina D e inoltre fanno aumentare il fabbisogno di vitamina K. Alte dosi di ferro, oltre alla tossicita interferiscono con l assorbimento dello zinco e del rame, mentre il folato somministrato alle donna gravida riduce l assorbimento dello zinco nel feto. Vitamine e minerali come supplementi possono interferire anche con l azione di alcuni farmaci, sia durante l assorbimento e/o l eliminazione.

41 Per esempio, il calcio ed il ferro interferiscono con l assorbimento della penicillamina (usata come immunosoppressore nella artrite reumatoide), mentre l acido folico interferisce con l azione anticonvulsivante della fenitoina.

42 Un alto intake di zinco e calcio riduce o annulla l assorbimento del ferro e rame portando cosi ad una ridotta attivita immunitaria e creando problemi cardiaci ed anemia. Per quanto riguarda il ferro, spesso dosi appena poco superiori a quelle raccomandate possono causare disturbi grastrointestinali, nausea e una melanosi colica (pigmentazione dell intestino), e in alcuni soggetti puo indurre una severa tossicita (coma e morte). Dosi eccessive di fluoro (specialmente nei bambini) puo rendere fragile lo smalto dei denti.

43 Selenio (Se) come integratore E un elemento traccia essenziale, si trova associato alla vitamina E, necessaria per un suo corretto assorbimento ed utilizzazione. Il Se riveste una particolare importanza nel sistema immunitario, previene il cedimento delle cartilagini, agendo come antiossidante ed e un potente antidoto chelante la tossicita del Cadmio e del Mercurio, infine protegge dai rischi cardiovascolari, controllando i livelli del coenzima Q10, necessario ai mitocondri del miocardio. La carenza di Se puo incrementare la ritenzione di Calcio nei tessuti molli, la biodisponibilita di selenio e controllata dall amminoacido L-Metionina. Alcuni studi hanno riportato il Se protettivo per certe forme di cancro.

44 E stato osservato che un intake giornaliero di 200 µg di Se rientra con un ampio margine nella dose di sicurezza, e che se detta dose viene superata temporaneamente, non si osservano effetti tossici. Effetti tossici, seppur di lieve entita, in genere non si presentano dopo una singola dose di questa entita, ma solo dopo settimane o mesi di esposizione. Quindi il Se ha un ottimo profilo di sicurezza e casi di tossicita da Se si sono verificati diversi anni fa, solo per errori di dosaggio dovuto all inesperienza. A dosi elevate (> 900 µg/die), il selenio produce una sindrome tossica caratterizzata da dermatite, perdita dei capelli, alterazioni delle unghie e neuropatia periferica associata a livelli plasmatici elevati.

45 Molti integratori a base di aminoacidi (AA) vengono assunti come agenti anabolici per aumentare il risultato del cosi detto body-building e l arginina e l ornitina sono due constituenti frequentemente pubblicizzati come steroidi naturali (definizione inappropriata in quanto sono chimicamente e farmacologicamente molto diversi). Un consumo eccessivo puo causare rischi per la salute, in particolare uno sbilanciamento fra i diversi aminoacidi puo indurre tossicita. Se gli aminoacidi vengono usati come base di un regime dietetico caratterizzato da alto contenuto proteico e basso contenuto di grassi possono causare aritmie cardiache.

46 Mentre una dieta a basso contenuto di carboidrati provoca un alta produzione di corpi chetonici. I chetoni derivano dal catabolismo incompleto dei grassi e sono utilizzati come fonte energetica. La chetosi e la produzione di grosse quantita di chetoni, ed e la risposta normale ad un digiuno prolungato (10-12 ore) fra un pasto e l altro. I chetoni derivano dall utilizzo dei grassi di riserva per ottenere energia per l apparato muscolare e risparmiare glucosio per il cervello. La produzione massima di chetoni avviene durante la starvazione con dieta povera di carboidrati e ricca in contenuto di grassi.

47 Una persistente chetosi e associata ad atrofia muscolare ma puo essere accompagnata da altri effetti collaterali. L acetone non puo essere metabolizzato e ad alte concentrazioni e tossico. Inoltre, i chetoni possono portare ad una alterazione acido-base plasmatica; il fegato utilizza acidi grassi per sintetizzare tre chetoni: Beta-idrossibutirrato, acetoacetato e acetone, questi chetoni possono entrare nel cervello ed essere utilizzati al posto del glucosio.

48 Ci sono evidenze che un alto intake di proteine (200 g/d), puo essere tossico e che un consumo superiore al 40% di calorie provenienti da proteine provoca nausea e diarrea nei primi 3 giorni mentre se continuato porta a morte in poche settimane. Questa condizione e conosciuta come rabbit starvation derivante dal fatto che il coniglio ha una dieta molto povera di grassi (Speth and Spielmann 1983). Inoltre, un alto intake di proteine e anche implicato nella progressione della malattia renale.

49 Per una varieta di AA, se assunti in alte dosi, e stato dimostrato un effetto sulla secrezione di specifici ormoni, (es. leucina e arginina stimolano rispettivamente la secrezione di insulina e dell ormone dell accrescimento). La conseguenza di questo puo indurre un effetto a breve termine (es. la leucina induce ipoglicemia (Tab. 1), e a lungo termine (es. attivando la divisione cellulare promuove la crescita tumorale).

50 Alcuni AA e i suoi metaboliti e gli effetti avversi indotti se utilizzati ad alte dosi Alanina Urea, lattato, glucosio Iperammoniemia Arginina Urea, ornitina, citrullina, NO, poliamine Ipotensione, crescita tumorale, acidosi, iperkalemia, arresto cardiaco Aspartato Urea, asparagina, glucosio Neurotossicita Cisteina SO 4, glutammato Ipercolesterolemia, neurotossicita e steatosi Glutammato Urea, glutammina, glucosio Neurotossicita e sindrome del ristorante cinese Glicina Serina, NH 4 + Neurotossicita, ipernatremia Istidina Isoleucina Istamina, glutammato formiminoglutammato Glutamina, alanina ketomitilvalerato Ipercolesterolemia, Ritardo mentale

51 Alcuni AA e i suoi metaboliti e gli effetti avversi indotti se utilizzati ad alte dosi Leucina Glutamina, alanina Ipoglicemia, ritardo mentale Lisina Arginine Metionina Cisteina, omocisteina, cistationina Iperomocisteinemia, deficienza sierica di folato Fenilalanina Tirosina, fenilpiruvato, Urea, asparagina, glucosio Ritardo mentale Triptofano SO 4, glutammato Ipercolesterolemia, neurotossicita e steatosi Tirosina Urea, glutammina, glucosio Neurotossicita e sindrome del ristorante cinese Valina Serina, NH 4 + Neurotossicita, ipernatremia

52 Studi epidemiologici indicano che gli oli di pesce diminuiscono il rischio di danno cardiaco in quanto abbassano i trigliceridi plasmatici e inibiscono i fattori della coagulazione. Comunque, l uso di concentrati di oli di pesce non sono raccomandati in quanto possono aumentare il rischio di sanguinamento, deficienza di vitamina E e tossicita da vitamine A e D. Inoltre, i concentrati di oli possono contenere anche livelli importanti di inquinanti ambientali quali i PBC (bifenili policlorurati) e i PAH (idrocarburi aromatici policiclici). I diabetici sono avvisati di non far uso di detti supplementi (oli di pesce) in quanto interferiscono con l utilizzazione di insulina.

53 Nel 2002 l Institute of Medicine at the National Academy of Sciences ha prodotto le linee guida e ha stabilito per gli acidi grassi omega 3 un intake massimo tollerato (Tolerable Upper Intake Level), in quanto alcuni studi, anche se pochi, hanno riportato un aumentato rischio di sanguinamento ed eventi emorragici in individui che assumevano detti integratori. Comunque, e raccomandato che soggetti con problemi di coagulazione o che assumono antiaggreganti piastrinici devono consultare il medico prima di assumere acidi grassi omega 3.

54

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

La Vitamina A La Vitamina D

La Vitamina A La Vitamina D LE VITAMINE La Vitamina A La vitamina A o retinolo è una vitamina liposolubile che serve per la differenziazione delle cellule epiteliali, la spermatogenesi, regolazione dello sviluppo osseo, il sistema

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo.

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. DIBASE 25.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 50.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 100.000 U.I./ml soluzione iniettabile DIBASE

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

-Composti organici essenziali per la vita

-Composti organici essenziali per la vita -Composti organici essenziali per la vita -La maggior parte dei vertebrati (tra cui l uomo) non sono in grado di sintetizzarle (come gli amminoacidi essenziali) -Sono assunte con la dieta -Alcune malattie

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO

ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO SONO DOVUTE A ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE CON ERITROBLASTOLISI INTRAMIDOLLARE IL MIDOLLO E RICCHISSIMO DI ERITROBLASTI CHE NON RIESCONO A MATURARE E MUOIONO NEL MIDOLLO

Dettagli

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili.

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili. VLT VLT (leggi Volt) è un gel energizzante il cui effetto si fonda sulla combinazione e sinergia d azione propria dei componenti in esso contenuti. In VLT si ritrovano, difatti, molteplici principi attivi

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

banca dati stringa di ricerca risultati trovati risultati utili referenze Cochrane vitamin K 21 1 Prophylactic vitamin

banca dati stringa di ricerca risultati trovati risultati utili referenze Cochrane vitamin K 21 1 Prophylactic vitamin EVIDENCE REPORT: PROFILASSI CON VITAMINA K NEI NEONATI PER LA PREVENZIONE DELLA MALATTIA EMORRAGICA (a cura di Baiesi Pillastrini Francesca, Battistini Silvia, Parma Dila ) banca dati stringa di ricerca

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Vitamina D: la vitamina della luce solare Nuove conoscenze e implicazioni in campo medico

Vitamina D: la vitamina della luce solare Nuove conoscenze e implicazioni in campo medico Vitamina D: la vitamina della luce solare Nuove conoscenze e implicazioni in campo medico Giuseppe Realdi, Sandro Giannini Prof. Giusppe Realdi Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche Clinica medica

Dettagli

-uno o più IONI INORGANICI

-uno o più IONI INORGANICI Coenzimi e vitamine Alcuni enzimi, per svolgere la loro funzione, hanno bisogno di componenti chimici addizionali, i COFATTORI APOENZIMA + COFATTORE = OLOENZIMA = enzima cataliticamente attivo Il cofattore

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale?

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Questo vecchio slogan pubblicitario riconduce ad una parziale verità scientifica, oggi più che attuale. E risaputo che parlare di zucchero

Dettagli

Impiego clinico della vitamina D e dei suoi metaboliti ABSTRACT. 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza

Impiego clinico della vitamina D e dei suoi metaboliti ABSTRACT. 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza CORSO DI AGGIORNAMENTO E.C.M. Impiego clinico della vitamina D ABSTRACT 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza CORSO DI AGGIORNAMENTO E.C.M. Roma 26/01/2013 Confronto tra 25(OH) -calcifediolo

Dettagli

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3 Compito Categoria Numero di partenza Posizione Tempo: 10 minuti Leggere attentamente il questionario allegato. Rispondere alle domande sul tema. Nel contempo si tratta di risolvere un caso pratico. Per

Dettagli

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione 3 Maggio 2012 Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione Emanuele Miraglia del Giudice Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Pediatria

Dettagli

Dall inizio alla fine, un binomio inscindibile: Calcio piu vit. A e D

Dall inizio alla fine, un binomio inscindibile: Calcio piu vit. A e D Dall inizio alla fine, un binomio inscindibile: Calcio piu vit. A e D IL CALCIO La definizione classica per questo elemento e quella di essere un Metallo Alcalino Terroso. Non si trova libero in Natura,

Dettagli

NUTRACEUTICA Corpo come Arte

NUTRACEUTICA Corpo come Arte NUTRACEUTICA Corpo come Arte efficacia sinergia RESVERA-VITIS 60 cps Antiossidante Riossigenante Tessutale Integratore a base di Resveratrolo e OPC ad alto dosaggio (in 1 cps 585 mg di Vitis Vinifera 17.000

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

I METALLI PESANTI NEL LATTE

I METALLI PESANTI NEL LATTE I METALLI PESANTI NEL LATTE di Serraino Andrea Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Patologia Animale - Facoltà Medicina Veterinaria - Università di Bologna - Alma Mater Studiorum. I metalli sono

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Le aree di incertezza nelle Cure Primarie: Quali sono le evidenze di efficacia dei probio-ci nelle patologie del tra9o gastrointes-nale? Edoardo Benede*o 1907

Dettagli

Vitamina D: passato, presente e futuro. Dott. Giuliano Bucciardini MMG

Vitamina D: passato, presente e futuro. Dott. Giuliano Bucciardini MMG Vitamina D: passato, presente e futuro Dott. Giuliano Bucciardini MMG Un po' di storia Nel 1650 l'inglese Francis Glisson descrive accuratamente il rachitismo (peraltro noto sin dall'antichità) in De rachitade.

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata

alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata 7. alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata 53 7. Bevande alcoliche: se sì, solo in quantità controllata 1. DEFINIZIONE DI UNITÀ ALCOLICA (U.A.) Una Unità Alcolica (U.A.) corrisponde

Dettagli

Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari

Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari Jane Gick www.e-imd.org Indice Introduzione...3 Il metabolismo...4 Ecco come l organismo utilizza le proteine...4 Quali sono

Dettagli

NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare?

NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare? NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare? Marica Carughi Servizio Farmaceutico Nutrizionale A.O Sant Anna Como Milano, 21 maggio 2014 WHAT EVIDENCE SAYS? LINEE GUIDA: SI Making the best

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol?

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol? alcol Qual è la dimensione del problema? L alcol è una sostanza tossica per la quale non è possibile identificare livelli di consumo sicuri, anche a causa delle differenze individuali legate al metabolismo

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE

L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE 1 L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE Le femmine devono essere in peso forma al momento dell accoppiamento Se la femmina è fortemente sottopeso aumentano le possibilità di:

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Antiossidanti endogeni. fotoprotezione

Antiossidanti endogeni. fotoprotezione Pietro Santoianni Professore Emerito di Dermatologia Docente nel Dottorato di Ricerca in Dermatologia Sperimentale Dipartimento di Patologia sistematica, Sezione di Dermatologia Università di Napoli Federico

Dettagli

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI I PRINCIPI NUTRITIVI PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI SICUREZZA ALIMENTARE DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI ALTRI RISCHI LEGATI AL CONSUMO DI ALIMENTI I PRINCIPI NUTRITIVI I principi

Dettagli

DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH

DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH La Klamath è da preferire ad altre verdi-azzurre per la sua ricchezza di nutrienti completamente naturali e perfettamente bilanciati. Inoltre svolge un'azione stimolante

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

ASPETTI NUTRIZIONALI DELLA DIETA SENZA GLUTINE

ASPETTI NUTRIZIONALI DELLA DIETA SENZA GLUTINE COELIAC FORUM EDIZIONE NR 02_2010 IN PRIMO PIANO AGGIORNAMENTO RICERCA ASPETTI NUTRIZIONALI DELLA DIETA SENZA GLUTINE La terapia nutrizionale è l unico trattamento universalmente accettato per la celiachia,

Dettagli

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Farmaci anticoagulanti Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Emostasi Emostasi Adesione e attivazione delle piastrine Formazione della fibrina

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

ANEMIE DEL II GRUPPO

ANEMIE DEL II GRUPPO ANEMIE DEL II GRUPPO Per incapacità dell eritrone midollare di produrre normalmente eritrociti a causa di difetti della: Proliferazione cellulare ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE (ERITROBLASTOLISI MIDOLLARE)

Dettagli

STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO?

STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO? STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO? Allestimento e produzione dell opuscolo da parte di Mediscope AG. www.mediscope.ch Indice 1. Prefazione Prof. Dr. Dr. med. Walter A. Wuillemin, ematologo,

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare Ancora dal convegno di Copenaghen. Questo parametro, nell allevamento delle bovine da latte, può crescere. E non solo perfezionando il razionamento. Ma anche intervenendo su diversi altri fattori, come

Dettagli

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE Ad ogni donazione, dovunque venga fatta, il sangue prelevato viene sottoposto ad analisi dal Centro Trasfusionale dell Ospedale San Michele ( Brotzu ) ed i relativi risultati

Dettagli

Alimenti adattati ad un intenso sforzo muscolare

Alimenti adattati ad un intenso sforzo muscolare Alimenti adattati ad un intenso sforzo muscolare 21 MICHELANGELO GIAMPIETRO, DANILO GAMBARARA Abitudini alimentari corrette, ispirate ai semplici principi sin qui indicati, sono certamente sufficienti

Dettagli

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie La nefropatia cronica Una guida per i pazienti e le famiglie Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L'iniziativa Kidney Disease Outcomes Quality

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

TIAMINA (VITAMINA B1)

TIAMINA (VITAMINA B1) TIAMINA (VITAMINA B1) La tiamina è chimicamente costituita da un anello pirimidinico collegato ad un anello tiazolico; la sua forma biologicamente attiva è l estere pirofosforico (TPP), che occupa un ruolo

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Biochimica della Nutrizione

Biochimica della Nutrizione Università di Roma Tor Vergata - Scienze della Nutrizione Umana Biochimica della Nutrizione Prof.ssa Luciana Avigliano 2011 VITAMINA C VITAMINA E VITAMINA C: FUNZIONA DA AGENTE RIDUCENTE Donatore monoelettronico

Dettagli

Perchè una dieta nell insufficienza renale cronica?

Perchè una dieta nell insufficienza renale cronica? Giuliano Barsotti, Università di Pisa Perchè una dieta nell insufficienza renale cronica? Una corretta terapia nutrizionale costituisce, nelle patologie metaboliche come diabete e obesità, il trattamento

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli