Dott.ssa Maria Grazia Spalluto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dott.ssa Maria Grazia Spalluto"

Transcript

1 Dott.ssa Maria Grazia Spalluto 1

2 RIDUZIONE DEL DANNO DERIVANTE DALL USO DEI RIMEDI NATURALI L utilità dei rimedi fitoterapici nel trattamento dei disturbi dell umore trova il suo primum movens sicuramente nella tossicità degli psicofarmaci di sintesi. I rimedi naturali sono più sicuri e fisiologici Assunti ai dosaggi raccomandati non danno problemi di astinenza ed assuefazione 2

3 VANTAGGI DEI RIMEDI FITOTERAPICI I rimedi naturali hanno intervalli terapeutici più ampi e sicuri, godono indiscutibilmente di una minore tossicità rispetto ai farmaci di sintesi, rispettano maggiormente la delicata e alquanto sconosciuta fisiologia del nostro cervello, ci permettono di arrivare in buone condizioni fisiche ad un percorso di psicoterapia, qualora ce ne sia bisogno, o di affiancarlo dolcemente senza alterare la psiche in modo spesso irreversibile come fanno gli psicofarmaci. 3

4 INTERVALLO TERAPEUTICO 4

5 Ragioni della fitoterapia L unica vera grande differenza tra un farmaco di sintesi ed un rimedio fitoterapico sta nel fitocomplesso. Questo è senza dubbio il concetto più importante che chi si avvicina alla fitoterapia deve conoscere. Ogni pianta medicinale ha una sua propria composizione chimica, definita con precisione in questi ultimi anni grazie ad apparecchiature sofisticate. Essa comprende un numero più o meno grande di sostanze chimiche, la maggior parte delle quali dotate di una loro propria attività medicamentosa, mentre alcune sono considerate inerti, ad esempio cellulosa e lignine. Prese tutte assieme formano appunto quello che si definisce fitocomplesso. Esso nella sua globalità è il responsabile delle proprietà salutari di una pianta medicinale, che possono essere diverse da quelle di uno o più dei suoi componenti presi isolatamente. Proprio questo concetto ci spiega perchè ogni pianta possieda un'azione medicamentosa considerata predominante e delle altre azioni dette secondarie, talvolta anche assai diverse da quella principale. Il fitocomplesso inoltre è il principale responsabile della tollerabilità di questi rimedi, che in genere è ottima. Questo concetto è assai diverso da quello che regola il settore dei farmaci tradizionali, nel quale si mette l'accento sul principio attivo singolo e sulle sue potenzialità terapeutiche, cosicchè il farmaco di sintesi deve in genere la sua azione ad una sola molecola, essendo gli altri suoi componenti rappresentati da eccipienti inerti. 5

6 Vantaggi del fitocomplesso sono: -Migliore biodisponibilità (es.i flavonoidi presenti nella foglia di Atropa belladonna migliorano l assorbimento dell atropina mentre quelli presenti nella sommità fiorita del Biancospino aumentano la biodisponibilità della Digitale e quindi anche la cardiotossicità) -Ridotta tossicità (mucillagini e tannini presenti nell Ipecacuana riducono gli effetti irritanti e tossici dell emetina modificandone l assorbimento) -Azioni molteplici (Echinacea è sia antiinfiammatoria che immunostimolante) -Attività sinergica (l attività antidepressiva dell Iperico è dimostrata importante solo in presenza di iperforina e flavonoidi piuttosto che dei singoli costituenti ipericina, iperforina, quercitina,ecc.) 6

7 Olismo e fitoterapia I rimedi fitoterapici, in quanto meno tossici ma anche meno potenti di quelli di sintesi riescono ad essere di grande efficacia solo quando accompagnano il paziente in un percorso di guarigione individuale ed olistico. 7

8 I DISTURBI A CARICO DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE TRATTATI PIU DI FREQUENTE CON I RIMEDI FITOTERAPICI SONO: DEPRESSIONI MINORI O MEDIE ANSIA ATTACCHI DI PANICO INSONNIA VARIE MANIFESTAZIONI PSICOSOMATICHE SINDROMI DA SIDADATTAMENTO A SITUAZIONI DI STRESS 8

9 LA DEPRESSIONE Sintomi della depressione emozionali: sensazione generale di disagio bassa autostima indecisione, perdita di motivazioni biologici: ritardo del pensiero e dell azione perdita della libido disturbi del sonno e perdita dell appetito 9

10 Ruolo dei neurotrasmettitori da Medscape NORADRENALINA energia Ansietà Irritabilità Funzioni cognitive Emozioni Umore Sesso Appetito Motivazione Aggressività SEROTONINA impulsi grinta DOPAMINA 10

11 NA e 5-HT nella depressione (I) Le ipotesi classiche sulla patogenesi dei disturbi dell umore riconoscono una alterazione funzionale dei sistemi 5-HT e NA nel cervello Il trattamento efficace per i disturbi dell umore è basato sulla inibizione della ricaptazione di 5-HT e NA Le strategie di deplezione aminoacidica indicano che entrambe le amine sono importanti per ottenere un effetto clinicamente rilevante 11

12 NA e 5-HT nella depressione (II) L aumento dell attività serotonergica e noradrenergica centrale ha effetto antidepressivo Entrambi i neurotrasmettitori modulano l attività del circuito limbico coinvolta nella regolazione dell umore. Gli antidepressivi riducono i sintomi depressivi ed ansiosi in parallelo 5-HT e NA hanno un ruolo trofico nell ippocampo: gli SSRI, gli SNRI ed altri antidepressivi possono migliorare la funzione dei circuiti limbici incrementando la neurogenesi e migliorando il trofismo e la funzionalità cellulare 12

13 MECCANISMO D AZIONE DEI PRINCIPALI FARMACI ANTIDEPRESSIVI Le cause che sono alla base della depressione non sono ancora chiare. La maggioranza del mondo accademico ritiene che sia coinvolto uno squilibrio neurochimico che interessa le tre amine biologiche presenti nell encefalo: dopamina, serotonina, noradrenalina. Gli antidepressivi maggiormente in uso agiscono o bloccando la ricaptazione presinaptica delle amine o inibendo le MAO (monoaminoossidasi),enzimi che metabolizzano il neurotrasmettitore. 13

14 Meccanismi d azione degli antidepressivi Inibizione della ricaptazione Blocco degli autorecettori Blocco dei recettori postsinaptici Inibizione delle mono ammino ossidasi 14

15 1. Inibizione della ricaptazione Neurone presinaptico Spazio sinaptico Autorecettore Neurone postsinaptico Diffusione Impulso elettrico in arrivo Impulso elettrico in partenza Recettori postsinaptici Inibizione del reuptake 15

16 1. Inibizione della ricaptazione Neurone presinaptico Spazio sinaptico Autorecettore Neurone postsinaptico Diffusione Impulso elettrico in arrivo Impulso elettrico in partenza Recettori postsinaptici Blocco dei recettori postsinaptici 16

17 2. Blocco recettoriale Neurone presinaptico Spazio sinaptico Neurone postsinaptico Autorecettore Diffusione Impulso elettrico in arrivo Impulso elettrico in partenza Recettori postsinaptici Inibizione del reuptake 17

18 3. Inibizione enzimatica Neurone presinaptico Spazio sinaptico MAO Neurone postsinaptico Diffusione Impulso elettrico in arrivo Impulso elettrico in partenza Recettori postsinaptici IMAO 18

19 19

20 ESTRATTI ERBALI 20

21 Griffonia simplicifolia 21

22 5-HTP E il precursore immediato nella biosintesi del neurotrasmettitore 5-idrossitriptamina (serotonina) La principale fonte commerciale è una pianta africana: Griffonia simplicifolia In piccole quantità si ritrova anche nelle banane, pomodori, prugne, avocado melanzane, noci ed ananas 22

23 ATTIVITA AZIONE ANTIDEPRESSIVA Attività calmante (insonnia) Attività sul peso corporeo (obesita ) Fibromialgia Cefalea muscolo tensiva 23

24 MECCANISMO D AZIONE 5-HTP SEROTONINA Si lega ai recettori 5-HT Eleva i livelli plasmatici delle betaendorfine e i livelli piastrinici di met-encefaline le quali conribuiscono per via endogena all effetto analgesico La serotonina regola il comportamento alimentare diminuendo il consumo di cibo e tale effetto sembra essere mediato dalla leptina (proteina adipocitaria associata allo sviluppo dell obesità nell uomo). 24

25 METABOLISMO PERIFERICO 5-HTP carbidopa - decarbossilazione + Vitamina B6 5-HT SEROTONINA Intestino tenue 25

26 METABOLISMO Il 5-HTP e la serotonina vengono assorbiti per circa il 70% con un meccanismo di trasporto attivo Attraverso la circolazione portale il 5-HTP viene portato al fegato dove circa il 25% della dose somministrata viene decarbossilato a serotonina Il 5-HTP rimanente viene trasportato nel circolo ematico e raggiunge vari tessuti tra cui il cervello Attraversa facilmente la barriera emato-encefalica e viene convertito in serotonina dai neuroni 26

27 da serotonina a melatonina La serotonina può essere trasformata in melatonina, nella ghiandola pineale, attraverso 2 reazioni enzimatiche: 5-HT N-acetil-transferasi 5-idrossindol-O-metiltrasferasi La melatonina è un ormone che interviene sul ritmo sonno-veglia. La melatonina viene prodotta di notte o al buio e tende a diminuire dopo la quarta decade di vita. 27

28 SOMMARIO DELLE RICERCHE Studio multicentrico in doppio cieco: 5-HTP mostra effetti antidepressivi lievemente superiori a quelli della fluvoxamina (SSRI) Due studi con placebo su soggetti femminili obesi per 5 settimane e per 2 periodi di 6 sett rispettivamente: significativa perdita di peso (Ceci t al., 1998; Cangiano et al., 1992). Doppio cieco su soggetti con diabete di tipo II per 2 settimane (750 mg/die): significativa riduzione del peso corporeo (Cangiano et al., 1998). Doppio cieco con 300mg/die: riduzione significativa nell uso di analgesici per cefalea cronica muscolo tensiva e diminuzione del n di giorni con cefalea alla fine dello studio (Ribeiro, 2000) 28

29 SOMMARIO DELLE RICERCHE Studio controllato con placebo: 200 mg di 5HTP in soggetti sani e successiva assunzione di una droga inducente ansia. Ne risulta una minore intensità dei sintomi con maggior effetto nelle donne rispetto agli uomini (Maron et al.,2004) Altro studio simile ma in riferimento al panico (Schruers et al., 2002) Efficace trattamento per gli incubi notturni nei bambini, (usando 2mg/Kg peso corporeo di 5-HTP). Dopo 1 mese il 94% mostrò risposta positiva e dopo 6 mesi l 84% dei soggetti era libero da incubi (Bruni et al., 2004). Studio clinico doppio cieco in soggetti con fibromialgia che hanno riportato un miglioramento dei sintomi (1990) 29

30 RHODIOLA ROSEA DESCRIZIONE Pianta perenne H media di 40 cm DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA Aree inospitali e fredde Tibet, Siberia, Cina e Scandinavia PARTI DELLA PIANTA USATE radici 30

31 MECCANISMI D AZIONE PROPOSTI influenza delle concentrazioni e attività delle monoammine e dei peptidi oppioidi come le β-endorfine Inibizione dell attività degli enzimi responsabili della degradazione delle monoammine, la monoammino-ossidasi e la catecol-ometiltransferasi. trasporto di neurotrasmettitori nel cervello (13) prevenzione del rilascio di catecolamine e del successivo aumento di camp nel miocardio, e diminuzione di catecolamine adrenergiche indotte da stress acuto (14) 31

32 Applicazioni Stress programmato o recente: La rodiola risulta di beneficio se assunta prima di uno stress acuto. Adattogeno di scelta in caso di rischio cardiovascolare. Astenia (diminuzione della performance al lavoro, disturbi del sonno, poco appetito, irritabilità, ipertensione, mal di testa e affaticamento) indotta da sovraccarico di lavoro o studio. Depressione lieve Fame nervosa 32

33 L IMPORTANZA DELL EMPIRIA Come scriveva Rudolf Weiss, padre della moderna fitoterapia : l empiria, l insegnamento dell esperienza derivante dall osservazione sui pazienti, attualmente ha scarso corso scientifico;eppure è senza dubbio una parte importante della ricerca scientifica. Sono entrambi i poli, da un lato l esperimento e dall altro l empiria correttamente intesa, che insieme costituiscono la fitoterapia scientifica. E questo il caso dalla Maca Grazie alla sua totale assenza di tossicità, si è potuto verificare il suo successo clinico come tonico, adattogeno ed antidepressivo su un vastissimo numero di pazienti, pur essendo quasi completamente sconosciuto il meccanismo d azione grazie che le regala tale attività farmacologia. 33

34 MACA 34

35 LA MACA Diverso è invece il meccanismo d azione della maca (lepidum meyeni), che si discosta dai tradizionali antidepressivi e che forse è attribuibile all azione di alcuni alcaloidi in sinergia con i più noti steroidi naturali di cui è ricca la pianta. Questo tubero andino, è stato sempre utilizzato dagli Indios come alimento prezioso per affrontare le fatiche, in seguito è stato utilizzato come pianta adattogena, utilissima anche nella cura dell impotenza e dell infertilità e solo successivamente se ne è scoperta, quasi per caso, la sua potente azione antidepressiva. 35

36 Proprietà Maca Nell'uso dei popoli andini il Maca è usato per curare l'anemia, la tubercolosi, i problemi legati alle mestruazioni, il cancro dello stomaco, la sterilità, l'impotenza nell'uomo e la libido in generale e per aumentare la memoria. Gli effetti benefici del Maca possano essere spiegati in quanto ha una concentrazione di proteine ed amminoacidi liberi (fenilalanina, tirosina, l'istidina ed arginina) essenziali, minerali, carboidrati, fibre e vitamine (B1, B2, C) molto alta, insomma, è una straordinaria fonte di sostanze nutritive essenziali per l'organismo e non si conoscono effetti collaterali anche se può sempre sussitere una intolleranza individuale per cui è sempre opportuno consigliarsi con il proprio medico di famiglia. 36

37 Composizione chimica della Maca (da Universidad Nacional Agraria La Molina - Perù Umidità 15 Proteine 11,9 Ceneri 4,8 Grassi 1,7 Fibra 8,3 Vitamine mg % Tiamina "B1" 0,20 Riboflavina "B2" 0,35 Vitamina "C" 2,50 Minerali mg/100 gr Calcio 220 Fosforo 180 Ferro 15,5 Manganese 0,8 Cobalto 5,9 Zinco 3,8 Sodio 18,7 Potassio 2050 Iodio 520 Amminoacidi mg/g Proteina Acido Aspartico 91,7 Acido Glutammico 156,5 Serina 50,4 Istidina 21,9 Glicina 68,3 Treonina33,1 Alanina 63,1 Arginina 99,4 Tirosina 30,6 Fenilalanina 55,3 Valina 79,3 Metionina 28 Isoleucina 47,4 Leucina 91 HO-Prolina 26 Prolina 0,5 Sarcosina 0,7 37

38 Depressione ed ansia Spesso i disturbi dell umore si manifestano come depressione accompagnata da ansia. In questi casi è utile associare rimedi fitoterapici ad azione ansiolitica ad un trattamento i base con rimedi ad azione antidepressiva o adattogena. 38

39 ANSIA E un emozione molto simile alla paura, ma priva di un fattore scatenante : il respiro si fa affannoso, la mente perde di lucidità, il cuore comincia a battere come un martello. L ansia è una sensazione rivolta al futuro, è una condizione di attesa di un pericolo non ben definito; si vive in uno stato di tensione continua che può sfociare in un vero e proprio stato d angoscia.tristezza, disagio, insonnia, modificazioni del carattere, disturbi a carico del sistema sessuale, sono questi, in genere, i sintomi che ci allarmano e che ci fanno ricorrere agli ansiolitici pur di scacciare via il disagio appena si manifesta. 39

40 Effetti collaterali degli ansiolitici di sintesi Come nel caso degli antidepressivi,anche per gli ansiolitici di sintesi bisogna sempre considerare gli effetti collaterali di tali farmaci : la dipendenza che si instaura anche dopo breve tempo di assunzione, l assuefazione che porta ad aumentare le dosi e quindi la tossicità con i problemi relativi al sovradosaggio. 40

41 Piante ad azione ansiolitica Proprio per evitare tali meccanismi pericolosi di dipendenza, assuefazione e tossicità, è preferibile ricorrere a rimedi naturali quali la Valeriana, Biancospino, l Escolzia, la Passiflora e la Withania Somnifera. Le piante ci aiutano a rilassarci senza bastonare il nostro cervello, sono il compendio di una Tradizione, di una Saggezza antica,che ci insegna ad avere pazienza, ad aspettare che il nostro seme fruttifichi. L ansia ci viene perché il nostro cervello non condivide i nostri ritmi, il nostro modo di vivere la vita. 41

42 Farmacologia della valeriana 42

43 AMMINOACIDI E SNC Molte piante attive sul Sistema Nervoso Centrale presentano un fitocomplesso particolarmente ricco di aminoacidi. È il caso della Griffonia, della Maca e del Tè Il tè ( Camelia Sinensis ) presenta nel suo fitocomplesso, oltre alle più conosciute basi xantiniche (Caffeina, teofillina, teobromina ) e agli EGCG (sostanze antiossidanti) un raro aminoacido: la Teanina 43

44 Partiamo con una domanda Il contenuto in caffeina nel caffè è circa del 1.5% mentre nel te verde ne raggiunge un massimo del 5% [Yamamoto, T. (ed.) Chemistry and Applications of Green Tea. Boca Raton: CRC Press, 1997]. Perché allora si è convinti che il tè abbia una concentrazione di caffeina inferiore, avendo un minor effetto eccitante sul sistema nervoso centrale? Perché si ritiene addirittura il tè una bevanda rilassante. O? 44

45 LA TEANINA La teanina che si trova in cospicua quantità nelle foglie di Camelia sinensis meglio conosciuta come pianta del tè, è un composto non consueto ed estremamente raro in natura. Si ritrova, infatti, soltanto in altre 2 specie del genere Camelia (C. japonica, C. sasanqua) e nel fungo Xerocomus badius. 45

46 Descrizione chimica La L-teanina è una molecola caratterizzata da una struttura aminoacidica. Il carbonio che reca i gruppi aminico e carbossilico è un centro chirale in configurazione levogira (L). La catena laterale è quella dell acido L- glutamico con un gruppo etilaminico legato al carbonio carbonilico. Nonostante l estrema somiglianza con il più noto aminoacido la teanina non rientra nella composizione di alcuna proteina. 46

47 Descrizione chimica La L-teanina è una molecola caratterizzata da una struttura aminoacidica. Il carbonio che reca i gruppi aminico e carbossilico è un centro chirale in configurazione levogira (L). La catena laterale è quella dell acido L- glutamico con un gruppo etilaminico legato al carbonio carbonilico. Nonostante l estrema somiglianza con il più noto aminoacido la teanina non rientra nella composizione di alcuna proteina. 47

48 Ritmo alfa o ritmo di Berger (Veglia in stato di relax) L aspetto dell EEG in questo stato di coscienza è caratterizzato da una successione di oscillazioni lente (onde α) con frequenza di 8-13 Hz (cicli al secondo) e intensità media di 50 microvolts. Le onde nascono principalmente nelle regioni del cervello in cui si trova la corteccia visiva. E questo il ritmo basale dell adulto sveglio, in uno stato di coscienza vigile, ma rilassata e priva di pensieri. Soggetti che all EEG manifestano ritmo alfa riferiscono, di solito, di sentirsi rilassati e sereni. Una predominanza di ritmo alfa caratterizza, inoltre, gli stati di meditazione. Il ritmo alfa viene annullato quando l'individuo riceve stimoli visivi o dopo sforzi mentali. 48

49 Onde cerebrali Frequenza Stato mentale Onde Delta Sonno profondo Onde Theta Sonno leggero Onde Alpha Onde Beta Veglia, relax Veglia, eccitazione Fonte: Adattamento da Juneja L.R., Chu D.C., Okubo T., Nagato Y., Yokogoshi H. (1999) L-theanine: a unique amino acid of green tea and its relaxation effect in humans. Trends in Food Science & Technology 10, pagg

50 INDICAZIONI CLINICHE STRESS/ANSIETA IPERTENSIONE TUMORI 50

51 Uno studio clinico è stato intrapreso per valutare la relazione tra attività cerebrale e assunzione di teanina. L esperimento consisteva nel somministrare teanina a soggetti volontari con problemi di ansia di diverso grado allo scopo di valutarne gli effetti tramite l analisi dei tracciati EEG. 50 volontari di sesso femminile, con età compresa tra 18 e 22 anni sono stati suddivisi in due gruppi sulla base della gravità della componente ansiosa, misurata tramite la MAS di Taylor (Manifest Anxiety Scale). Una volta alla settimana ai soggetti prescelti veniva somministrata una soluzione contenente 50 mg di teanina oppure una soluzione contenente 200 mg di teanina secondo il raggruppamento. Al gruppo di controllo veniva somministrata acqua. Le onde cerebrali sono state studiate tramite tracciati EEG nei 60 minuti seguenti l assunzione della sostanza in esame. Tutti i test sono stati ripetuti due volte durante il periodo di studio che ha avuto una durata di 2 mesi. I risultati degli EEG hanno mostrato come le onde cerebrali alfa abbiano fatto registrare un incremento sensibile a circa 40 minuti dall assunzione della soluzione a base di teanina. Una dose orale di teanina pari a 200 mg dissolta in 100 ml di acqua generava onde alfa nelle regioni occipitale e parietale del cervello, mentre si registrava un esigua quota di onde alfa sulla superficie cerebrale dei soggetti cui era stata somministrata solo acqua Ito K., Nagato Y., Aoi N., Juneja L.R., Kim M., Yamamoto T., 51

52 In partecipanti giovani e sani è stato effettuato un EEG (elettroencefalogramma) all inizio dello studio e 45, 60, 75, 90 e 105 minuti dopo aver assunto 50 mg di L- teanina (16 persone) o il placebo (19 persone). Durante l EEG i partecipanti sono rimasti con gli occhi chiusi. Col passare del tempo si è registrato un aumento considerevole dell attività delle onde cerebrali alfa nel gruppo che aveva assunto la L-teanina rispetto al gruppo placebo (p<0.05). Un secondo studio ha dato gli stessi effetti su soggetti arruolati in una condizione di inattività (passive activity). Questi risultati indicano che l assunzione di L-teanina a dosaggi adeguati, esercita un effetto significativo sulla condizione generale di attenzione o risveglio mentale. Inoltre, è risaputo che l attivtà delle onde alfa svolge un ruolo importante per quanto riguarda l attenzione e comunque studi futuri sono orientati a comprendere l effetto della L-teanina sui processi di attenzione. Asia Pac J Clin Nutr 2008;17 (S1): L-theanine, a natural constituent in tea, and its effect on mental state Anna C Nobre, Anling Rao and Gail N Owen. 52

53 Altri studi In uno studio il gruppo di partecipanti (13 persone) è stato sottoposto a un difficile test visualespaziale dopo aver somministarato 250 milligrams di L-theanine o un placebo. La L-teanina ha migliorato il processo responsabile dell attenzione con effetti sulle onde alfa. John J. Foxe-Journal Brain Topography, Nathan Kline Institute for Psychiatric Research in New York Unilever, Lipton tea. 60 SOGGETTI CON SCHIZOFRENIA. QUELLI CHE HANNO ASSUNTO LA TEANINA INSIEME AI FARMACI ANTIPSICOTICI MOSTRARONO MENO SINTOMI EMOZIONALI E COGNITIVI RISPETTO AL GRUPPO PLACEBO+FARMACI. Dr. Michael S. Ritsner of Technion-Israel Institute of Technology, is undergoing review for publication. 9 studi che correlano il consumo di te e l incidenza di infarto hanno mostrato che più te viene consumato maggiore è la riduzione del rischio di infarto. Si ritiene che poichè la teanina ha struttura simile al glutammato (una sostanza rilasciata durante l infarto che ha azione dannosa per le cellule) la sua presenza potrebbe bloccare I recettori del glutammato limitando I danni cerebrali. UCLA's Arab, February, Stroke: Journal of the American Heart Assn. 53

54 Il caso iperico L iperico,la pianta più utilizzata in tutto il mondo, tranne che in Italia, per trattare la depressione e i disturbi somatici che spesso l accompagnano, sembra avere un meccanismo d azione simile a quello descritto in precedenza, agendo cioè a livello del metabolismo delle monoamine. Numerosi studi farmacologi ce ne avvallano tale modalità d azione, come diversi studi clinici condotti su volontari in doppio cieco ne convalidano l uso terapeutico come antidepressivo. 54

55 Iperico L iperico è anche chiamata erba di san Giovanni, o scaccia diavoli, è conosciuta già dall antichità per le sue proprietà antidepressive e antivirali, il suo nome botanico è Hypericum perforatum. 55

56 Meccanismo d azione dell Iperico L ipotesi più accreditata è che alcuni componenti della pianta, tra cui L IPERICINA ED I FLAVONOIDI, siano in grado di inibire le monoaminoossidasi (MAO), enzimi presenti nel sistema nervoso centrale,il cui compito il cui compito è quello di disattivare alcuni neurotrasmettitori, quali la serotonina, la dopamina e la noradrenalina, una volta che essi hanno esplicato la loro funzione. Nel caso della depressione, sembra che la serotonina sia strettamente coinvolta nei meccanismi di regolazione dell umore. 56

57 Iperico e Serotonina Riducendo la quantità di MAO,l ipericina provocherebbe un aumento dei livelli cerebrali di serotonina e quindi un miglioramento del tono dell umore. Studi condotti successivamente, suggeriscono che l iperico potrebbe agire con un meccanismo di inibizione della ricaptazione della serotonina. 57

58 Il suo impiego in fitoterapia è ampio e anche abbastanza riconosciuto, è usata quasi al pari di psicofarmaci sintetici, per curare lievi forme di depressione, o in associazione ad altri rimedi naturali per curare l ansia. Il principio che viene sfruttato di questa pianta è l ipericina, alla quale poi, grazie ai numerosi studi condotti, si sono aggiunti anche altre sostanze con azione sinergica. Il Ministero della Salute ha fissato in Italia il limite a 21 microgrammi al giorno d ipericina. (quantità nettamente inferiore al range terapeutico di 0,1 3 mg di ipericina al giorno, cui fanno riferimento gli studi scientifici) Vista la possibile interazione con altri farmaci, è sempre consigliabile il suo uso sotto controllo medico e mai in maniera autonoma, perché potrebbe in taluni casi avere delle controindicazioni. E' sconsigliato per esempio il suo uso in caso di allattamento al seno, o nei casi in cui ci si sottoponga a solarium o UV, bisogna inoltre riporre attenzione anche in caso si faccia uso di contraccettivi orali, perché potrebbe ridurne l effetto. 58

59 Gli effetti collaterali sono realmente molto scarsi. Tra questi anche la fotosensibilizzazione (ma per dosaggi di molto superiori a quelli terapeutici). L'Iperico invece potenzia gli effetti farmacologici dei farmaci antidepressivi di sintesi e determina la comparsa della sindrome serotoninergica (agitazione, confusione mentale, ipomania, turbe della pressione arteriosa, tachicardia, brividi, ipertermia, tremori, rigidità, diarrea). Inoltre agisce come induttore enzimatico sul sistema microsomiale epatico (Citocromo P450) interferendo sulla farmacocinetica di numerosi farmaci: in particolare riduce l'efficacia di: teofillina, digossina, anticoagulanti orali, ciclosporina, indinavir, estroprogestinici. Con lo stesso meccanismo d'azione l'iperico potrebbe interferire sul metabolismo di altri farmaci, in particolare: carbamazepina, chinidina, diltiazem, eritromicina, flutamide, losartan, nifedipina, steroidi, tamoxifene, tassolo, warfarin, fenitoina, tolbutamide e torasemide. La cessazione improvvisa della terapia con Iperico può portare a un rapido incremento dei farmaci suddetti se somministrati insieme all'iperico stesso. Oltre ai farmaci già citati, l'iperico può interagire con i contraccettivi orali, gli anticolesterolo e gli immunosoppressori usati nei pazienti trapiantati, riducendone l'efficacia. In determinate situazioni è sufficiente un'unica somministrazione a causare problemi. Per questo l'uso dell'iperico deve essere sempre valutato rispetto ad altre terapie in corso e comunicato al medico. 59

60 Livelli di tossicità: considerata relativamente pericolosa, soprattutto per i bambini, per le persone oltre i 55 anni e per coloro che ne assumono quantità superiori a quelle consigliate, per lunghi periodi di tempo. Gravidanza ed allattamento: usare con prudenza. Non si riscontrano effetti collaterali nella gravidanza per assunzioni di piccole dosi. Per il momento non sono stati riscontrati neanche effetti nei bambini nutriti con latte materno qualora la madre abbia fatto uso di questa pianta medicinale in quantità moderate. In entrambi i casi, esiste tuttavia il rischio che sorgano problemi. E' consigliabile l'uso sotto prescrizione medica. Neonati e bambini: è rischioso somministrare qualsiasi preparato a base di piante medicinali a bambini sotto i due anni d'età 60

61 Altri meccanismi d azione dell Iperico Tra gli altri meccanismi d azione prospettati per spiegare l efficacia antidepressiva dell iperico, c è anche quello che coinvolge molecole biologiche di recente individuazione: le citochine. Sembra che l iperico riesca a inibire il rilascio di una particolare citochina, l interleukina-6, che tra le sue funzioni ha anche quella di agire come messaggero tra i centri cerebrali coinvolti nella regolazione dell umore e l ipotalamo, l ipofisi e le ghiandole surrenali. 61

62 Sistema immunitario e iperico Si suppone che l interleukina-6 causi un iperstimolazione delle strutture suddette con conseguente modificazione dei livelli ormonali che riducono la tolleranza allo stress e favorisce lo sviluppo della depressione. Stando a questo meccanismo d azione quindi, la riduzione dei livelli dell interleukina potrebbe quindi avere effetti positivi sull umore. 62

63 STUDI DI METANALISI SULL IPERICO La documentazione scientifica attualmente disponibile non lascia spazio ai dubbi: nelle forme depressive di intensità lieve moderata, l iperico ha un efficacia del tutto sovrapponibile a quella degli antidepressivi di sintesi, con il vantaggio di comportare un minor numero di effetti indesiderati. Alcuni medici sono tuttora restii a prescriverlo, ma nei paesi in cui la fitoterapia è una pratica terapeutica consolidata, l iperico viene prescritto senza alcuna remora. E questo il caso della Germania, dove nel 1994 i medici hanno stilato 66 milioni di ricette a base di iperico, e tutte finalizzate ad alleviare i sintomi della depressione. 63

64 POSOLOGIA E MODALITA D ASSUNZIONE Nella cura dei sintomi della depressione è bene utilizzare estratti titolati e standardizzati in ipericina (0,3 %). La qualità del prodotto dovrebbe essere garantito anche dalla titolazione dei flavonoidi (50 %) e dell iperforina (5 %). Lo schema terapeutico normalmente utilizzato prevede l assunzione di capsule da 300 mg ognuna da una a tre volte al giorno. 64

65 I NUMERI NON MENTONO Nel 1996 l autorevole rivista British Medical Journal, ha pubblicato i risultati di un analisi che ha coinvolto1757 pazienti depressi, divisi in 23 gruppi di studi clinici, cui veniva somministrato iperico contro placebo o contro antidepressivi di sintesi. In tutti i casi, l efficacia della terapia è stata valutata attraverso uno strumento diagnostico chiamato scala di Hamilton, normalmente impiegata per stabilire la gravità di una sindrome depressiva : a ogni sintomo (es. tristezza, insonnia, demotivazione, etc.) viene assegnato un valore numerico. La somma dei valori determina infine il punteggio della depressione. 65

66 Risultati di studi di osservazione clinica Ebbene, nel gruppo -iperico si è registrata una riduzione media di 4,4 punti rispetto al gruppo-placebo, cioè una differenza che in linguaggio scientifico viene definita statisticamente significativa. In altre parole, l iperico funziona! Interessanti sono stati anche gli esiti degli studi condotti mettendo in confronto l efficacia dell iperico rispetto ai farmaci comunemente prescritti a soggetti depressi (es.imipramina, maprotilina, fluoxetina). L estratto dell erba di iperico, somministrato alla dose di mg al giorno si è dimostrato solo leggermente più efficace (63,9 % di risposte favorevoli)dei comuni antidepressivi (58,5 di risposte favorevoli), ma il dato più importante è che solo il 19,8% dei pazienti trattati con il rimedio fitoterapico ha accusato effetti collaterali, mentre nel gruppoantidepressivi convenzionali, le reazioni indesiderate hanno interessato il 52,9 % dei pazienti. 66

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili.

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili. VLT VLT (leggi Volt) è un gel energizzante il cui effetto si fonda sulla combinazione e sinergia d azione propria dei componenti in esso contenuti. In VLT si ritrovano, difatti, molteplici principi attivi

Dettagli

Farmaci psicoattivi. Farmaci stimolanti o sedativi capaci di influenzare la psiche

Farmaci psicoattivi. Farmaci stimolanti o sedativi capaci di influenzare la psiche Farmaci psicoattivi Farmaci stimolanti o sedativi capaci di influenzare la psiche Farmaci psicoattivi eurolettici (antipsicotici) Trovano impiego nel trattamento delle psicosi Rappresentativi della classe

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL

MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL Kosten Th., O'Connor P.: Management of drug and alcohol with drawal, The New England Journal of Medicine, 348: 1786-95, 2003 Tenendo conto della prevalenza dei

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

-Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica

-Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica ANESTETICI GENERALI ENDOVENOSI Proprietà: -Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica -Risveglio rapido :questo è possibile quando

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga Le basi anatomiche del sistema nervoso autonomo Reazioni connesse alla digestione

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

COCAINA: MECCANISMO D AZIONE

COCAINA: MECCANISMO D AZIONE COCAINA COCAINA La cocaina è una sostanza liposolubile che attraversa facilmente qualsiasi membrana, usata per tanto tempo come anestetico locale di superficie. Emivita plasmatica in media inferiore a

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI Che cos è la depressione? LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI La depressione è un disturbo caratterizzato da un persistente stato di tristezza che può durare mesi o addirittura anni. Può manifestarsi

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

IL SISTEMA NERVOSO. Organizzazione e struttura

IL SISTEMA NERVOSO. Organizzazione e struttura IL SISTEMA NERVOSO Organizzazione e struttura IL SISTEMA NERVOSO. è costituito due tipi cellulari: il neurone (cellula nervosa vera e propria) e le cellule gliali (di supporto, di riempimento: astrociti,

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante!

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport non solo stanno meglio in salute ma prendono anche voti migliori a scuola! Lo dimostra una ricerca svolta al dipartimento

Dettagli

scaricato da www.sunhope.it

scaricato da www.sunhope.it SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI I CLINICA NEUROLOGICA Direttore:Prof. R. Cotrufo Fisiopatologia dei disordini della sensibilità, con particolare riguardo al dolore neuropatico 2009 Organizzazione

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale?

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Questo vecchio slogan pubblicitario riconduce ad una parziale verità scientifica, oggi più che attuale. E risaputo che parlare di zucchero

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo.

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. DIBASE 25.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 50.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 100.000 U.I./ml soluzione iniettabile DIBASE

Dettagli

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza Fatti sull eroina L eroina è una droga che induce in breve tempo una grave forma di dipendenza. L assuefazione veloce allo stupefacente fa sì che colui che ne dipende abbia bisogno di quantità sempre più

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

Cos e` la Psicosi da Depressione?

Cos e` la Psicosi da Depressione? Italian Cos e` la Psicosi da Depressione? (What is a depressive disorder?) Cos e` la psicosi depressiva? La parola depressione viene di solito usata per decrivere lo stato di tristezza di cui noi tutti

Dettagli

Ipertiroidismo. Serie n. 15a

Ipertiroidismo. Serie n. 15a Ipertiroidismo Serie n. 15a Guida per il paziente Livello: medio Ipertiroidismo - Series n. 15a (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott. Fernando Vera, dal Prof. Gary Butler

Dettagli

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta - WELKOME FITNESS 2013 Evoluzione e ricerca nel mondo degli integratori Vitamina D3: aggiornamenti e nuove applicazioni Dott Marco Neri: Comitato Tecnico Nazionale FIPCF/CONI Comitato scientifico Federazione

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata

alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata 7. alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata 53 7. Bevande alcoliche: se sì, solo in quantità controllata 1. DEFINIZIONE DI UNITÀ ALCOLICA (U.A.) Una Unità Alcolica (U.A.) corrisponde

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Periodico di informazione per Medici & Farmacisti Anno XIII, N 2 Aprile 2013 A cura del DIP IP.. INTERAZIENDALEI ASSISTENZA FARMACEUTICA Via Berchet,

Dettagli

La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse

La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse Due ingredienti affinchè si inizi la ricerca: 1. Il bigogno terapeutico 2. Il numero dei pazienti o popolazione Quando la malattia è rara

Dettagli

La terapia dell ansia e della depressione nell anziano

La terapia dell ansia e della depressione nell anziano La terapia dell ansia e della depressione nell anziano CLAUDIO VAMPINI (1), CESARIO BELLANTUONO (2) (1) Dipartimento per la Salute Mentale, Ospedale Civile Maggiore, Verona (2) Sezione di Psichiatria -

Dettagli

Il sistema endocrino Il sistema endocrino sistema ormonale ghiandole cellule proteiche lipidiche organismo umano sistema nervoso

Il sistema endocrino Il sistema endocrino sistema ormonale ghiandole cellule proteiche lipidiche organismo umano sistema nervoso Il sistema endocrino Il sistema endocrino o sistema ormonale è rappresentato da un insieme di ghiandole e cellule (dette ghiandole endocrine e cellule endocrine) le quali secernono delle sostanze proteiche

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN Stelvio Sestini, MD, PhD Unità di Medicina Nucleare - USL4 Prato Università degli Studi di Firenze Concetto 1. Le M. Neurodegenerative sono in aumento Concetto 2. Le

Dettagli

Finalmente chiarezza sull'originale fermentato da Carica papaya studiato da Luc Montagnier

Finalmente chiarezza sull'originale fermentato da Carica papaya studiato da Luc Montagnier RICERCA APPLICATA / Stress ossidativo, invecchiamento e malattie degenerative Finalmente chiarezza sull'originale fermentato da Carica papaya studiato da Luc Montagnier A cura del Dipartimento Scientifico

Dettagli

I.R.C.C.S. Oasi Maria SS. Troina (EN)

I.R.C.C.S. Oasi Maria SS. Troina (EN) I.R.C.C.S. Oasi Maria SS. Troina (EN) VALUTAZIONE DELLA TERAPIA FARMACOLOGICA PER LA CURA DEI COMPORTAMENTI PROBLEMATICI IN SOGGETTI CON SINDROME DI PRADER WILLI State per compilare un questionario sull'utilizzo

Dettagli

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Farmaci anticoagulanti Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Emostasi Emostasi Adesione e attivazione delle piastrine Formazione della fibrina

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

-uno o più IONI INORGANICI

-uno o più IONI INORGANICI Coenzimi e vitamine Alcuni enzimi, per svolgere la loro funzione, hanno bisogno di componenti chimici addizionali, i COFATTORI APOENZIMA + COFATTORE = OLOENZIMA = enzima cataliticamente attivo Il cofattore

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva.

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva. M. Cristina Caratozzolo caratozzolo2@unisi.it Psicologia Cognitiva A.A. 2010/2011 Dipartimento di Scienze della Comunicazione Università di Siena } Il termine ha origine dal latino emovere, cioè muovere

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

SCHIZOFRENIA. 3. Eloquio disorganizzato( per es. deragliamento o incoerenza) 4. Comportamento grossolanamente disorganizzato o catatonico

SCHIZOFRENIA. 3. Eloquio disorganizzato( per es. deragliamento o incoerenza) 4. Comportamento grossolanamente disorganizzato o catatonico DSM-V DISTURBO DELLO SPETTRO DELLA SCHIZOFRENIA E ALTRI DITURBI PSICOTICI SCHIZOFRENIA A. Due o più dei seguenti sintomi, presente per una parte di tempo significativa durante il periodo di un mese. Almeno

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Vitamina D: passato, presente e futuro. Dott. Giuliano Bucciardini MMG

Vitamina D: passato, presente e futuro. Dott. Giuliano Bucciardini MMG Vitamina D: passato, presente e futuro Dott. Giuliano Bucciardini MMG Un po' di storia Nel 1650 l'inglese Francis Glisson descrive accuratamente il rachitismo (peraltro noto sin dall'antichità) in De rachitade.

Dettagli

Fonti alimentari di Inositolo

Fonti alimentari di Inositolo Fonti alimentari di Inositolo Agrumi Cereali integrali Frutta secca(arachidi) Semi(germe di grano) Legumi(fagioli) Lievito di birra Gli alimenti freschi contengono molto più Inositolo rispetto ai prodotti

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Questi effetti variano da una persona ad un altra e dipendono dalla specifica natura della lesione cerebrale e dalla sua gravità.

Questi effetti variano da una persona ad un altra e dipendono dalla specifica natura della lesione cerebrale e dalla sua gravità. Gli effetti delle lesioni cerebrali Dato che il cervello è coinvolto in tutto ciò che facciamo, le lesioni cerebrali possono provocare una vasta serie di effetti. Questi effetti variano da una persona

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O CON STRESS FARMACOLOGICO Per la diagnosi e il trattamento delle seguenti patologie è indicato effettuare una scintigrafia

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

Gli enzimi. L azione degli enzimi è caratterizzata da alcune proprietà fondamentali:

Gli enzimi. L azione degli enzimi è caratterizzata da alcune proprietà fondamentali: Gli enzimi Nel metabolismo energetico le cellule producono notevoli quantità di CO 2 che deve essere eliminata con l apparato respiratorio. Il trasferimento della CO 2 dalle cellule al sangue e da esso

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori a cura del Comitato nazionale multisettoriale per l allattamento materno 1. Tutte le mamme hanno il latte Allattare al seno è un gesto naturale. Fin dall inizio del mondo, attraverso il proprio latte le

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Alcol: sei sicura? Le ragazze e l alcol. Il libretto per conoscere e non rischiare.

Alcol: sei sicura? Le ragazze e l alcol. Il libretto per conoscere e non rischiare. OSSERVATORIO NAZIONALE ALCOL CNESP WHO COLLABORATING CENTRE FOR RESEARCH AND HEALTH PROMOTION ON ALCOHOL AND ALCOHOL-RELATED HEALTH PROBLEMS SIA SOCIETÀ ITALIANA ALCOLOGIA Alcol: sei sicura? Le ragazze

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

Claudia Aiello: «Di notte il respiro si interrompeva ogni tre minuti.»

Claudia Aiello: «Di notte il respiro si interrompeva ogni tre minuti.» E di z i o ne //// 1/ 2 0 14 Claudia Aiello: «Di notte il respiro si interrompeva ogni tre minuti.» Fatti riguardanti l apnea da sonno In Svizzera circa 150 000 persone soffrono di apnea da sonno. I sintomi

Dettagli

Che cosa è l ansia: basi biologiche e correlazioni cliniche

Che cosa è l ansia: basi biologiche e correlazioni cliniche Serie Editoriale Società Italiana di Medicina Generale Che cosa è l ansia: basi biologiche e correlazioni cliniche Riccardo Torta, Paola Caldera Psicologia Clinica e Oncologica, Università di Torino Prefazione

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

Descrivere la struttura e la funzione di un fuso neuromuscolare. Che cosa si intende per coattivazione alfa-gamma? Differenziare fra riflesso

Descrivere la struttura e la funzione di un fuso neuromuscolare. Che cosa si intende per coattivazione alfa-gamma? Differenziare fra riflesso Descrivere la struttura e la funzione di un fuso neuromuscolare. Che cosa si intende per coattivazione alfa-gamma? Differenziare fra riflesso miotatico fasico e riflesso miotatico tonico. Inibizione dell

Dettagli

Il trattamento farmacologico nell anziano e Linee guida

Il trattamento farmacologico nell anziano e Linee guida 5 ottobre 2013 Il trattamento farmacologico nell anziano e Linee guida Simeone Liguori U.S.C. Cure Palliative Terapia del Dolore Az. Ospedaliera Papa Giovanni XXIII Il numero degli anziani sta crescendo

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari

Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari Jane Gick www.e-imd.org Indice Introduzione...3 Il metabolismo...4 Ecco come l organismo utilizza le proteine...4 Quali sono

Dettagli