SUA MAESTÀ L ALOE VERA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SUA MAESTÀ L ALOE VERA"

Transcript

1 SUA MAESTÀ L ALOE VERA Negli ultimi anni sugli scaffali di farmacie, drogherie, negozi di prodotti biologici e profumerie è possibile trovare vari preparati e farmaci contenenti il gel o il succo di questa straordinaria pianta che risponde al nome di Aloe vera. Milioni di persone in tutto il mondo li acquistano e usano per alleviare o risolvere tutta una serie di disturbi mediante la loro ingestione o il loro uso esterno. Sotto forma di unguenti, creme o gel, l Aloe vera viene regolarmente o saltuariamente usata nella cura della pelle. Presente in sciroppi o in altri preparati da bere, l aloe vera lenisce i sintomi e aiuta a curare diverse patologie del nostro organismo. Sotto forma di zollette di foglie essiccate, e con i consigli di un esperto, l Aloe vera viene anche utilizzata in cucina. Ma forse non tutti sanno che la scoperta della sua versatilità non va attribuita all uomo moderno. L Aloe vera, infatti, è al servizio della salute e della bellezza da alcuni millenni, sia come materia prima degli speziali e dei cerusici, sia come rimedio naturale noto ai popoli dell antico Egitto, della Grecia, del Messico, dell India, della Cina, del Giappone L Aloe vera, considerata dagli Egizi pianta dell immortalità, era utilizzata nei trattamenti cosmetici quotidiani dalle belle regine egizie Nefertiti e Cleopatra. Sappiamo anche che, sotto forma d unguento, veniva spalmata sulle ferite dei soldati di Alessandro Magno e dei marinai di Cristoforo Colombo. Per i suoi molteplici impieghi, ma anche per il suo insolito aspetto, l Aloe vera è da sempre considerata una pianta prodigiosa. In botanica è descritta come una pianta priva di fusto e con una ventina di foglie carnose lunghe sino a mezzo metro e disposte a rosetta. Le foglie presentano spine lungo i bordi e nella parte inferiore. I fiori dell Aloe vera sono gialli, alti e a forma tubolare, mentre i suoi frutti sono ricchi di semi. La pianta è originaria dell Africa settentrionale, da cui il suo nome, che pare derivi dall arabo Alloeh che significa sostanza splendente e amara. L aggettivo vera è di chiara derivazione latina, visto che anche il mondo classico, ben duemila anni fa, la considerava una sorta di panacea per tutti i mali. L Aloe vera predilige i terreni aridi e soleggiati dei continenti africano (estremità settentrionale e meridionale), asiatico, americano, europeo e australiano. Oggi in botanica l Aloe vera è classificata con il nome latino di Aloe barbadensis miller, mentre il suo nome croato è Aloja. Annoverata nella famiglia delle Liliaceae e nella classe delle piante succulente (cactus), l Aloe vera è una pianta capace di raccogliere e immagazzinare l acqua nelle sue radici e nelle sue foglie carnose, aventi una struttura a tre strati. Lo strato interno contiene un gel composto per il 99% da acqua, mentre il resto è rappresentato da aminoacidi, glucomannani, lipidi, vitamine e steroli. Lo strato intermedio è giallastro e contiene lattice, glicosidi e antrachinoni. Lo strato esterno, molto spesso, è chiamato cuticola e ha una funzione protettiva, oltre a sintetizzare i carboidrati e le proteine. La parte interna della cuticola è deputata all immagazzinaggio e alla trasmissione di sostanze come l acqua e gli amidi.

2 UNA PIANTA RICCA DI PRINCIPI ATTIVI Numerosi studi hanno confermato che l Aloe vera contiene 75 principi potenzialmente attivi tra i quali: vitamine, minerali, enzimi, zuccheri, saponine, lignine, aminoacidi e acido salicilico. Vitamine Vitamina A (beta carotene), C e E, con proprietà antiossidanti, e vitamina B 12, acido folico e colina. Gli antiossidanti neutralizzano l azione dannosa dei radicali liberi, mentre la colina è indispensabile per il buon funzionamento della memoria e del cervello. Enzimi L Aloe vera contiene: fosfatasi alcaline, amilasi, carbossipeptidasi, bradichinasi, catalasi, cellulasi, lipasi e perossidasi. Le bradichinasi, ad esempio, hanno proprietà antinfiammatorie quando il preparato a base di Aloe vera si applica direttamente sulla pelle, mentre gli altri enzimi aiutano l organismo nella digestione dei carboidrati, delle proteine e dei lipidi. Minerali Potassio, calcio, cromo, magnesio, manganese, rame, zinco, selenio e sodio, tutti ugualmente importanti per il corretto funzionamento di determinati sistemi enzimatici in tanti percorsi metabolici. Alcuni di essi hanno forti proprietà antiossidanti (in particolare lo zinco, il selenio e il rame). Zuccheri o carboidrati La pianta contiene monosaccaridi come il fruttosio e il glucosio, ma anche oligosaccaridi e polisaccaridi come il glucomannano e il polimanosio. Gli zuccheri sono contenuti nello strato mucoso delle foglie della pianta e sono anche noti con il nome di mucopolisaccaridi. Il monosaccaride più importante dell Aloe vera è il mannosio-6-fosfato, mentre il più frequente polisaccaride dell Aloe vera è il glucomannano beta-(1,4) mannano acetilato. È stato anche trovato un promettente glucomannano. Ultimamente nel gel dell Aloe vera è stata isolata anche una glicoproteina con proprietà antiallergiche o il cosiddetto alprogen, oltre al composto antinfiammatorio C-glucosil cromone. Antrachinoni 12 antrachinoni (in realtà si tratta di composti fenolici) noti per le loro proprietà lassative, ma non solo. Ad esempio, l aloina e l emodina hanno anche proprietà antivirali, antibatteriche e analgesiche. Altre componenti In questa prodigiosa pianta sono stati individuati ben 22 differenti aminoacidi. Dei venti aminoacidi necessari all organismo umano, l Aloe vera ne contiene 19 e ben sette degli otto aminoacidi essenziali. L Aloe vera contiene anche l acido salicilico, dotato di spiccate proprietà antinfiammatorie e antibatteriche. La lignina contenuta nell Aloe vera e ritenuta un composto inerte ; come ingrediente dei preparati per la cura della pelle (per uso esterno), essa aumenta l effetto assorbente, facilitando l assorbimento degli altri ingredienti presenti nel preparato (si tratta delle sostanze saponiche che rappresentano circa il tre percento del contenuto del gel) che hanno anche proprietà antisettiche e depurative.

3 LE PROPRIETÀ MEDICINALI DELL ALOE VERA Cicatrizzazione Il glucomannano è un polisaccaride ricco di mannosio che, in presenza di piccole quantità di gibberelline (sostanza che favorisce lo sviluppo), agisce sui recettori del fattore della crescita nei fibroblasti, stimolandone la proliferazione. Per questo motivo, dopo l assunzione dell Aloe vera per via orale o attraverso la pelle, si registra un significativo aumento del processo di sintesi del collagene. Tuttavia, oltre ad aumentare il contenuto di collagene nella ferita, questo preparato determina anche una modificazione nella composizione del collagene (stimola la crescita del collagene di tipo III) ed aumenta il numero dei legami trasversali crociati nella molecola di collagene, favorendo in questo modo la rapida cicatrizzazione della ferita. È stato inoltre riscontrato un aumento del processo di sintesi dell acido ialuronico e del dermatan solfato nel tessuto granulare della ferita da cicatrizzare, il che riduce i segni della cicatrice sulla pelle. Effetti protettivi dell Aloe vera contro le radiazioni UV e gamma È dimostrato che l Aloe vera svolge un effetto protettivo sulla pelle esposta alle radiazioni. L esatto meccanismo di azione non è completamente noto. Tuttavia, quando sulla pelle esposta alle radiazioni si applica il gel dell Aloe vera, su di essa si formano le metallotioneine, proteine che legano a sé i metalli dotati di proprietà antiossidanti. Dette proteine intercettano i radicali liberi ed evitano la soppressione degli enzimi protettivi delle superossidodismutasi e delle glutatione perossidasi nella pelle. Ciò riduce la formazione e il rilascio delle citochine immunosoppressive (a partire dai cheratinociti), come la interleuchina 10 (IL-10), impedendo così la soppressione derivante da una sensibilizzazione ritardata dovuta alle radiazioni UV. Proprietà antinfiammatorie L Aloe vera inibisce l attività della cicloossigenasi e riduce la biosintesi di prostaglandina E2 a partire dall acido arachidonico. Dall estratto del gel di Aloe vera è stato recentemente isolato il composto antinfiammatorio C-glucosil cromone. Effetti sul sistema immunitario e sulle allergie L alprogen consente il prelievo di calcio nei mastociti (cellule responsabili delle reazioni allergiche), impedendo così il rilascio d istamina e leucotrieni dai mastociti mediante la reazione antigene-anticorpo. In uno degli studi svolti, sono state impiantate cellule di sarcoma nei topi. Successivamente è stato loro iniettato un preparato a base di Aloe vera; l acemannano in esso contenuto ha stimolato la sintesi e il rilascio sia dell interleuchina -19 (IL-19), sia dei fattori tumorali della necrosi dai macrofagi. Ciò ha stimolato la reazione immunitaria dell organismo ed ha portato alla necrosi e alla regressione delle cellule del carcinoma. È stato, altresì, scoperto che alcuni composti di basso peso molecolare hanno la capacità di inibire il rilascio dei radicali liberi reattivi dai neutrofili (leucociti attivati). Effetto lassativo Gli antrachinoni dell Aloe vera hanno forti proprietà lassative, aumentano il contenuto d acqua nell intestino, stimolano la secrezione del muco e delle mucose e stimolano la peristalsi intestinale. In tal modo si avranno feci formate, non collose né morbide, e la defecazione sarà facilitata. Proprietà antivirale e potenzialmente antitumorale Simili proprietà sono la conseguenza di influenze dirette ed indirette. Mentre l influenza indiretta è legata allo stimolo del sistema immunitario, quella diretta è legata all azione di sostanze presenti nell Aloe vera gli antrachinoni. L antrachinone aloina, ad esempio, disattiva vari tipi di virus come l influenza, l herpes e la rosolia.

4 Recenti studi hanno rimostrato che le frazioni polisaccaridiche presenti nell Aloe vera inibiscono il legame del benzopirene alle cellule epatiche dei ratti, impedendo la sintesi del benzopirene potenzialmente dannoso che, legandosi al DNA, può portare alla produzione e alla proliferazione delle cellule tumorali. È stato inoltre scoperto che l induzione dell enzima che protegge le nostre cellule, la glutatione S-transferasi, con la parallela inibizione dei promotori tumorali, rimanda alla possibile utilità dell Aloe vera nella prevenzione del carcinoma. Proprietà idratante e affetto antietà I mucopolisaccaridi dell Aloe vera svolgono un efficace azione idratante sulla pelle. L Aloe vera è anche un forte stimolante della sintesi e del rafforzamento dei fibroblasti della pelle, cellule che producono il collagene e le fibre che permettono alla pelle di essere più elastica e meno rugosa. Svolge anche un effetto coesivo sulle cellule superficiali dell epidermide, compattandole, il che rende la pelle ancora più morbida. Gli aminoacidi ammorbidiscono le cellule epiteliali indurite, mentre lo zinco contenuto nella pianta svolge un azione restringente sui pori. L effetto idratante dell Aloe vera sulla pelle secca non è stato accertato soltanto nel corso dei trattamenti cosmetici, ma anche durante lo svolgimento di lavori che espongono la pelle a forti sollecitazioni. In questo senso, anche i guanti da lavoro impregnati di Aloe vera hanno riscosso un grande interesse per una loro futura applicazione. Infine, il gel di Aloe vera è efficace anche contro l acne. Effetto antisettico L Aloe vera contiene sei elementi (acido salicilico, lupeolo, acido cinnamico, zolfo, fenoli e urea) tutti capaci di inibire lo sviluppo dei batteri patogeni, dei virus e dei funghi. DISTURBI, STATI PATOLOGICI E MALATTIE Anche se l uso dell Aloe vera per alleviare, prevenire e curare varie malattie e disturbi è noto da secoli, la scienza raccomanda di utilizzarla con le dovute cautele. Perché l uso del gel di Aloe vera, appena estratto dalle foglie della pianta, non può essere considerato una panacea per tutti i mali e per chiunque, come, invece, si credeva nell antichità. Sebbene l Aloe vera abbia sempre goduto di ampia applicazione (con qualche sconfinamento nel misticismo e nella magia), è sempre meglio cercare conferma nelle ricerche scientifiche e negli indubbi risultati della medicina tradizionale. Indicazioni Oggi l Aloe vera viene impiegata nella cura delle seguenti patologie: psoriasi, herpes genitale, dermatite o eczema seborroico, per la cura delle complicanze del diabete mellito tipo 2 e per l infezione cutanea da HIV, per le ustioni della pelle, per la cicatrizzazione delle ferite (alcuni studi hanno evidenziato buoni risultati, altri risultati meno convincenti), per la prevenzione antitumorale, per la colite ulcerosa, per la mucosite, il decubito, la dermatite dovuta a sudorazione, nel trattamento dell acne, nei casi di costipazione e stomatite. Aiuta anche negli stati di alopecia (perdita di capelli), nelle infezioni micotiche della cute, nelle ulcere venose croniche alle gambe, nelle parassitosi, nel lupus eritematoso sistemico e nell artrite.

5 Controindicazioni e precauzioni L uso dell Aloe vera può causare bruciori e rossori a livello cutaneo, in particolare nei casi d individui particolarmente sensibili o affetti da dermatite. Le reazioni allergiche sono conseguenza dell azione composita dell aloina e della barbaloina. Perciò, prima di utilizzare un preparato a base di Aloe vera, è bene fare una prova di tolleranza applicando sulla propria pelle con un po di crema, unguento, gel o tonico, in modo tale da accertare in anticipo l esistenza o meno di un ipersensibilità ed evitare, così, eventuali ulteriori reazioni allergiche. Se si assume come farmaco in presenza di coliche addominali o stati di costipazione intestinale, occorre prestare molta attenzione poiché l effetto lassativo dell Aloe vera può causare uno sbilanciamento degli elettroliti (inferiore livello di potassio), ma anche aumentare il rischio del tumore colorettale. In tema di precauzioni nell uso dell Aloe vera, dovranno prestare maggiore attenzione le donne che allattano e le gestanti in quanto esposte al rischio della stenosi uterina, mentre i lattanti possono incorrere a disturbi gastrointestinali. Interazioni L applicazione sulla cute di un unguento o di una crema all Aloe vera può aumentare l assorbimento delle creme steroidiche come l idrocortisone, riducendo l effetto dell azione della digitossina e della digossina, il che comporta la riduzione del livello di potassio nell organismo. La combinazione dell Aloe vera con i furosemidi, invece, può comportare il rischio di un ulteriore abbassamento del livello di potassio nell organismo, il che riduce il livello di zuccheri nel sangue con possibile interazione tra i farmaci ipoglicemici per uso orale e l insulina. In tutti i casi, ogni preparato a base di Aloe vera va usato soltanto dopo essersi consultati con il medico o il farmacista! L ALOE VERA NUTRE LA BUONA FLORA BATTERICA DELL INTESTINO Il gel e gli elementi gelatinosi delle foglie di Aloe vera sono ricchi di una sostanza, l acemannano, che appartiene alla classe dei polisaccaridi idrosolubili. L acemannano è composto, di norma, da molecole di monosaccaride mannosio tra loro collegate mediante legami glicosidici, e da singole catene laterali composte dai monosaccaridi arabinosio e galattosio. A quest importantissimo aspetto, l acemannano deve la propria fama di prebiotico ideale. E i prebiotici sono indispensabili fonti energetiche per la buona flora batterica presente nel nostro intestino il nostro microbiota. Quanto appena detto è stato confermato, tra l altro, dai risultati di una ricerca condotta da alcuni scienziati portoghesi e pubblicata nel In essa si giunge alla conclusione che, grazie all acemannano in essa contenuto, l Aloe vera svolge un azione benefica sia sulla salute dell intestino, sia sull equilibrio del microbiota umano. Perché ciò è importante per la salute umana? Perché il tubo digerente umano è l habitat di tantissime differenti specie di batteri (da 500 a mille specie diverse) il cui numero varia da 1000 nel tratto superiore dell intestino, sino ad arrivare a un miliardo per millilitro di batteri nel crasso. Dunque, il numero complessivo di cellule batteriche nel nostro intestino è dieci volte superiore al numero complessivo delle cellule umane nell organismo.

6 Il sistema ecologico della microflora intestinale viene impostato sin dalla nascita e si sviluppa, a seconda di differenti fattori, durante l infanzia e nel corso dell età adulta. L uomo in quanto habitat e la sua microflora intestinale vivono in un rapporto di reciproca simbiosi, il che garantisce ad entrambi determinati vantaggi. I microrganismi che albergano nell intestino dispongono di un habitat accogliente e tanto nutrimento, mentre l essere umano riceve ulteriori capacità metaboliche: il processo di polisaccaridi altrimenti non digeribili, la regolazione del deposito dei grassi, la sintesi di vitamine essenziali (come la vitamina K, importante per la coagulazione del sangue) e il metabolismo dei farmaci e di altre sostanze esogene. In questo modo i batteri della microflora intestinale, che oggi chiamiamo microbiota intestinale, incidono significativamente sulla disponibilità e sull assorbimento delle sostanze nutrienti e sulla regolazione dell equilibrio energetico nell organismo. ALOE VERA LA PIANTA DELLA MEDICINA AYURVEDICA L attenzione verso la salute umana, la prevenzione e la cura delle malattie era già presente in tante antichissime culture. Tra esse spicca, in modo particolare, la medicina ayurvedica. Quest antichissimo approccio medico trova tutt oggi applicazione, e l Aloe vera è la prima tra le specie vegetali medicinali utilizzate dai suoi specialisti. Non è, quindi, un caso che essa sia stata dettagliatamente descritta e abbia trovato ampia applicazione nella medicina tradizionale indiana. Nel suo impianto teorico-filosofico, la medicina ayurvedica sottintende un approccio terapeutico onnicomprensivo e olistico e rimarca l unità dello spirito, della mente e del corpo. Secondo la medicina ayurvedica, lo stato di salute ottimale si raggiunge integrando ogni differente dimensione che definisce l essere umano. Tuttavia, affinché quest approccio abbia successo, è fondamentale e indispensabile innanzi tutto conoscere a fondo l individuo che si ha in cura. Concetto ripetuto e fatto proprio qualche secolo più tardi anche da Ippocrate, colui che pose le basi dell odierno approccio medico personalizzato in cui l individuo, l essere umano, il paziente è al centro dell attenzione, e tutte le altre attività sono soltanto in funzione della miglior diagnosi e della miglior opzione terapeutica. Compito della medicina è consigliare al meglio ogni singolo paziente, motivarlo a collaborare e, nel corso della terapia, seguire gli sviluppi del suo stato di salute e del suo stile di vita. La medicina ayurvedica ha notevolmente influenzato non soltanto la medicina greca classica, ma anche quella egizia. Forte fu anche l influsso esercitato dalla medicina ayurvedica sulla medicina cinese, sia tramite l applicazione delle pratiche di agopuntura sia, in generale, tramite l uso delle piante aventi proprietà farmacologiche benefiche. Anche le medicine tradizionali del continente africano e dell America del Sud sono improntate sull uso delle piante officinali che nascono nell ambiente circostante. Un esempio su tutti: i popoli che vivevano in quell ampio territorio che corrisponde all attuale Messico, per cicatrizzare le ferite impiegavano il gel estratto dalle foglie dell Aloe vera, oltre ad utilizzarlo anche in cucina. Benché si sia soltanto all inizio del cammino verso la piena conoscenza delle possibilità applicative di questa pianta, ci si augura che ben presto sia fatta chiarezza sulle tante contraddizioni e sui tanti punti oscuri circa l uso dell Aloe vera in cucina, e che le nuove conoscenze scientifiche ricevano il giusto riconoscimento.

7 L ALOE VERA IN CUCINA La scienza non è interessata all Aloe vera soltanto per le sue proprietà medicinali, ma anche per le sue proprietà alimentari. Ciò è preannunciato e confermato dai risultati ottenuti dalle ricerche sinora effettuate; d ora in poi il suo contenuto viscido, simile alla mucosa e al gel, estratto dalle sue foglie sarà utilizzato come prebiotico per lo sviluppo di nuovi cibi funzionali. Gli esperti gastronomi più informati sanno che questa portentosa pianta è ricca di numerosi composti biologici già parte insostituibile dell alimentazione indiana, in particolare nel Sud del paese. Talvolta alcuni cuochi contemporanei osano aggiungere la polpa delle foglie carnose dell Aloe vera a verdure in umido, gulasch e zuppe mezz ora prima di toglierle dal fuoco. Con quest aggiunta s arricchisce la pietanza, pur senza modificarne il gusto. Ma non sarebbe bene lanciarsi in quest avventura culinaria senza prima aver consultato un esperto di cucina come lo chef di Lussinpiccolo Adrijano Nikolić. L Aloe vera può essere impiegata anche nella preparazione di gustosi frappé o smoothie di frutta, verdura, latte o acqua, rinfrescati con l aggiunta di qualche cubetto di ghiaccio. Per ristorare e rinvigorire l organismo, a queste bevande vengono aggiunti alcuni dadini di polpa o gel delle foglie fresche, essiccate o congelate di Aloe vera. Interessante è notare come ancora oggi l halva o alva, dolce delizia orientale, venga preparata proprio con l Aloe vera, mentre lungo la costa del nostro mare si beve tradizionalmente uno sciroppo d Aloe vera con l aggiunta di mandorle tritate. Essiccata e tagliata a striscioline, può diventare anche ingrediente di tanti piatti e persino dolce da sgranocchiare, per chi ama i dessert salutari. Anche se in natura esistono circa 240 specie di Aloe vera, quelle commestibili sono poche. Si tratta in genere delle varietà che si usano nella farmacoterapia: altra ragione in più per consultarsi con un esperto prima di usare parti di questa pianta in cucina come cibo o bevanda. Autore: dr.sc. Donatella Verbanac

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili.

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili. VLT VLT (leggi Volt) è un gel energizzante il cui effetto si fonda sulla combinazione e sinergia d azione propria dei componenti in esso contenuti. In VLT si ritrovano, difatti, molteplici principi attivi

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

Citochine dell immunità specifica

Citochine dell immunità specifica Citochine dell immunità specifica Proprietà biologiche delle citochine Sono proteine prodotte e secrete dalle cellule in risposta agli antigeni Attivano le risposte difensive: - infiammazione (immunità

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

-Composti organici essenziali per la vita

-Composti organici essenziali per la vita -Composti organici essenziali per la vita -La maggior parte dei vertebrati (tra cui l uomo) non sono in grado di sintetizzarle (come gli amminoacidi essenziali) -Sono assunte con la dieta -Alcune malattie

Dettagli

DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH

DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH La Klamath è da preferire ad altre verdi-azzurre per la sua ricchezza di nutrienti completamente naturali e perfettamente bilanciati. Inoltre svolge un'azione stimolante

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

PIU' eliminarle e così via. Se. provocare. maligne. metastasi. uno. durante saranno. eliminate: Italia

PIU' eliminarle e così via. Se. provocare. maligne. metastasi. uno. durante saranno. eliminate: Italia PIU' BELLEZZA Quali sono le fasi che determin nano l accumularsi dellee tossine nel nostro corpo: L organismo, non sapendo gestire le tossine chee entrano, le espelle attraverso il sudore, l urina, feci,

Dettagli

Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso

Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso SAGGI ANALITICI SU ALIMENTI CONTENENTI CARBOIDRATI OBIETTIVI Fase 1: Dimostrare, mediante l uso del distillato di Fehling, se

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

Finalmente chiarezza sull'originale fermentato da Carica papaya studiato da Luc Montagnier

Finalmente chiarezza sull'originale fermentato da Carica papaya studiato da Luc Montagnier RICERCA APPLICATA / Stress ossidativo, invecchiamento e malattie degenerative Finalmente chiarezza sull'originale fermentato da Carica papaya studiato da Luc Montagnier A cura del Dipartimento Scientifico

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale?

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Questo vecchio slogan pubblicitario riconduce ad una parziale verità scientifica, oggi più che attuale. E risaputo che parlare di zucchero

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Antiossidanti endogeni. fotoprotezione

Antiossidanti endogeni. fotoprotezione Pietro Santoianni Professore Emerito di Dermatologia Docente nel Dottorato di Ricerca in Dermatologia Sperimentale Dipartimento di Patologia sistematica, Sezione di Dermatologia Università di Napoli Federico

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo.

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. DIBASE 25.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 50.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 100.000 U.I./ml soluzione iniettabile DIBASE

Dettagli

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo Le forze inorganiche creano sempre solo l inorganico. Mediante una forza superiore che agisce nel corpo vivente, al cui servizio sono le forze

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 1 Nome commerciale IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA ECO-TRAP Utilizzazione della sostanza

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Le piante Le piante Piante senza fiori Piante con fiori La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Piante senza fiori Milioni di anni fa esistevano sulla Terra soltanto piante senza fiori

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI I PRINCIPI NUTRITIVI PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI SICUREZZA ALIMENTARE DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI ALTRI RISCHI LEGATI AL CONSUMO DI ALIMENTI I PRINCIPI NUTRITIVI I principi

Dettagli

REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002

REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002 Pag. 1 di 5 REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO, DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA 1.1 Identificazione della sostanza

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

Che cosa occorre sapere sull alopecia.

Che cosa occorre sapere sull alopecia. 01/ 2014 Sandoz Pharmaceuticals S.A. Suurstoffi 14 Casella postale 6343 Rotkreuz Tel. 0800 858 885 Fax 0800 858 888 www.generici.ch Che cosa occorre sapere sull alopecia. Struttura dei capelli 4 Ciclo

Dettagli

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia Come prevenire il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il pancreas e il tumore Il pancreas è un organo dalla forma simile a quella di una pera o di una lingua, situato in profondità nella cavità

Dettagli

HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI. www.huromitalia.it ITALIA

HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI. www.huromitalia.it ITALIA HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI ITALIA DALLA HUROM A TE Alla Hurom ci impegniamo ad offrire una nutrizione della più alta qualità e dal sapore il più vicino possibile alla forma più pura presente in

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

Infortunio sul lavoro:

Infortunio sul lavoro: Infortunio sul lavoro: evento che determina un danno alla persona, che si verifica per causa violenta in occasione di lavoro nell ambiente di lavoro, in un breve periodo di tempo (< 8 ore lavorative) Malattia

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

-uno o più IONI INORGANICI

-uno o più IONI INORGANICI Coenzimi e vitamine Alcuni enzimi, per svolgere la loro funzione, hanno bisogno di componenti chimici addizionali, i COFATTORI APOENZIMA + COFATTORE = OLOENZIMA = enzima cataliticamente attivo Il cofattore

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. PRIMO TRIMESTRE 2014 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l'igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione Direttore

Dettagli

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3 Compito Categoria Numero di partenza Posizione Tempo: 10 minuti Leggere attentamente il questionario allegato. Rispondere alle domande sul tema. Nel contempo si tratta di risolvere un caso pratico. Per

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

Dai tuoi primi mesi ai suoi primi passi

Dai tuoi primi mesi ai suoi primi passi Weleda nel mondo Presente in più di 60 paesi, in 5 continenti Più di 1700 impiegati Possiede esclusivi centri SPA a New York, Giappone e Parigi Distribuisce in farmacia, parafarmacia, erboristeria e in

Dettagli

RIGENERANTI. AGLI ENZIMI Trattamento efficace di rinnovamento cellulare, stimola il ricambio epidermico e rende la pelle luminosa ed elastica.

RIGENERANTI. AGLI ENZIMI Trattamento efficace di rinnovamento cellulare, stimola il ricambio epidermico e rende la pelle luminosa ed elastica. TRATTAMENTI VISO RIGENERANTI ESFOLIANTE attamento indicato per ottenere una pelle liscia, luminosa e elastica, previene o attenua gli inestetismi più comuni e diffusi. Rimuove le cellule morte, leviga

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum);

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum); Farro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il farro, nome comune usato per tre differenti specie del genere Triticum, rappresenta il più antico tipo di frumento coltivato, utilizzata dall'uomo come nutrimento

Dettagli

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA PROGRAMMAZIONE Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA Classe: 4^ LTS/A - SALUTE Insegnante: Claudio Furioso Ore preventivo: 132 SCANSIONE MODULI N TITOLO MODULO set ott nov dic gen feb

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti Gruppo Mangiarsano Germinal Book prodotti Il Gruppo MangiarsanoGerminal opera nel mercato dei prodotti biologici e salutistici con un unica missione: prendersi cura della salute dell uomo e dell ambiente.

Dettagli

10.- DISINFETTANTI PIÙ COMUNI E MODALITÀ D USO

10.- DISINFETTANTI PIÙ COMUNI E MODALITÀ D USO 10.- DISINFETTANTI PIÙ COMUNI E MODALITÀ D USO 10.0.- Disinfettanti e loro caratteristiche Questa sezione descrive alcune famiglie di disinfettanti facilmente reperibili sul mercato che attualmente vengono

Dettagli

ORGAN ON A CHIP. Un promettente sostituto alla sperimentazione animale

ORGAN ON A CHIP. Un promettente sostituto alla sperimentazione animale ORGAN ON A CHIP Un promettente sostituto alla sperimentazione animale 1 1.Fasi di sviluppo di un farmaco La ricerca e lo sviluppo di un farmaco sono indirizzate al processo dell identificazione di molecole

Dettagli

Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v

Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v Agg Agosto 2009 Questo documento si propone di fornire indicazioni sull uso

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli