PROPOLI Dott. Danilo Carloni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROPOLI Dott. Danilo Carloni"

Transcript

1 PROPOLI Dott. Danilo Carloni Dal latino pro=davanti e polis=città, a significare il ruolo di protezione e difesa che la propoli ha per l alveare. La propoli è una sostanza resinosa-cerosa di colore variabile che oscilla dal giallo bruno, attraverso varie tonalità, fino al quasi nero.ha un odore aromatico, caratteristico, se masticata, il sapore sarà all inizio tenue, per poi diventare più acre e irritante per la mucosa provocando infine una leggera anestesia locale. A temperatura ambiente, la propoli si presenta come una massa piuttosto dura, che diventa friabile a basse temperature; oltre i 30 la massa della propoli diviene malleabile e se fusa ( ), si separa in due frazioni, una più leggera che galleggia, aromatica, malleabile, cerosa, e una, vischiosa, che rimane sul fondo del recipiente. La propoli è un prodotto apistico,realizzato dalle api raccoglitrici o bottinatrici, a partire da sostanze gommose e resinose delle gemme di alcune piante, in particolare di piante ricche di resine e balsami come : il pioppo, la quercia, il larice, il pino, la betulla, l olmo, l ontano, il ciliegio, il salice, l ippocastano, l abete e altre. Analogamente al miele, la propoli viene considerata un prodotto di origine vegetale, modificato e arricchito dalle api, che mediante le secrezioni salivari, ne operano la trasformazione ( la trasformazione sembra avvenga nell alveare, subito dopo la consegna del materiale resinoso da parte delle api raccoglitrici,le api cementatici lo elaborano con le loro secrezioni ipofaringee e successivamente lo utilizzano per l alveare ). Una volta trasformata, la propoli ha, all interno dell alveare, due principali funzioni : a) viene usata come materiale da costruzione, è un buon coibentante, e serve per ricoprire i telai dell alveare, sigillare eventuali fessure, restringere i fori di ingresso dall esterno. b) viene usata per le sue proprietà antisettiche, per sterilizzare le arnie, lucidare le cellette prima che l ape regina vi deponga le uova.sempre per le proprietà antisettiche, è utilizzata per mummificare i cadaveri di piccoli animali e grossi insetti penetrati nell alveare a scopo di saccheggio, questi una volta uccisi, vengono ricoperti da uno strato di propoli, che impedisce i processi putrefattivi che potrebbero compromettere la salute della colonia. La composizione della propoli è molto complessa, ed è legata strettamente alla sua origine vegetale; anche il colore dipende dalla provenienza della resina ; se è originaria da conifere il suo colore è giallastro, mentre sarà bruno se la propoli proviene da zone ricche di betulle. Da un punto di vista qualitativo, la sua composizione è all incirca costante : resine e balsami sono presenti al 50-55%, è in questa frazione di componenti che ritroviamo l olio essenziale ( l olio essenziale di propoli, assente nella propoli cinese, è fondamentale per completare l azione antimicrobica della propoli, la sua concentrazione varia dallo 0,5% al 10% ), polisaccaridi, aldeidi aromatiche ( vanillina e isovanillina, responsabili dell odore caratteristico della propoli ), acidi aromatici e organici ( caffeico, ferulico, cumarico, cinnamico, benzoico, gallico etc.). Le cere sono presenti per il 25-35% della composizione ; ritroviamo flavonoidi, circa il 10%, sostanze polifenoliche dotate di un alta reattività chimica,azione anti-radicali liberi, e inibitrici della camp-fosfodiesterasi, modulando così la cascata dell acido arachidonico ( azione antiinfiammatoira,antitrombotica,vaso e gastroprotettiva,modulatrice nelle reazioni allergiche) posseggono una tossicità molto bassa, e sono identificati in più sottoclassi : flavoni (galangina, apigenina,crisina,kaempferolo,acacetina e altri ), flavonoli ( quercetina, ramnetina, e altri), flavanoni ( pinocembrina, sakuranetina, isosakuranetina e altri) diidroflavonoli ( pinobanksina e altri simili ). Si ritrova del polline, fino al 5% ; minerali, fino al 5%, in particolare zinco,rame,ferro,silicio,manganese,cromo,cobalto. 1

2 Il sinergismo dell azione dei vari componenti della propoli, ci riporta alle proprietà dei fitocomplessi, ritroviamo qui, l importante azione batteriostatica e battericida della galangina e pinocembrina coadiuvate dalla presenza di acido caffeico e ferulico. La sakuranetina è un flavonoide dotato di attività antimicotica, ed è sinergizzato dalla presenza, nella propoli, degli esteri dell acido caffeico e dall olio essenziale e dagli altri flavonoidi. AZIONE ANTIBATTERICA. L attività antibatterica della propoli è stata ampiamente dimostrata : la propoli possiede attività batteriostatica e battericida sia in vitro che in vivo, su numerosi ceppi batterici, sia gram + che gram -. L azione battericida si osserva a concentrazioni elevate della propoli, quella batteriostatica a dosi più basse. I germi più sensibili sono : stafilococchi, streptococchi, salmonella, proteus vulgaris, bacillus subtilis, bacillus alvei, escherichia coli, shigella dissenteriae, corynebacterium difterite, klebsiella ozenae, e alcuni micobatteri. E certo che per poter apprezzare l azione antibatterica della propoli occorra utilizzare un preparato di qualità, standardizzato e completo nella sua interezza, nel rispetto cioè del miglior fitocomplesso ( si ricorda la completa assenza di olio essenziale, responsabile,in parte,dell attività antimicrobica, nelle propoli provenienti dalla Cina ).(Mearelli,la propoli p.91). Il meccanismo sulle cellule batteriche è complesso, scompagina il citoplasma batterico, la membrana citoplasmatica e la parete cellulare ( grazie a una proteasi? ), inibisce la RNA polimerasi DNA dipendente inibendo la sintesi proteica e la separazione delle cellule figlie. E stato dimostrato che la propoli inibisce l attività dell enzima DIIDROFOLATOREDUTTASI, che è essenziale per il metabolismo batterico ( Sannia fitoterapia moderna ), favorendo quindi l intervento delle difese dell organismo, già stimolate dall azione anche batteriostatica della propoli, che induce direttamente l intervento di fagocitosi dei macrofagi. Queste azioni sono dipendenti dalla presenza e concentrazione di olio essenziale e flavonoidi. Uno studio ha evidenziato che cellule della mucosa orale, in vitro, trattate con propoli titolata al 12% in galangina, vedevano ridurre del 43% il potere di infezione di Staphilococcus aureus, già al 50% della MIC per questi germi. La propoli condiziona fortemente lo stato bioenergetico della membrana cellulare di molti Gram+ e inibisce nettamente la loro motilità, favorendo le difese e l eventuale azione di molti antibiotici. La propoli inibisce lo sviluppo dello Streptococcus mutans e l attività del suo enzima glicosiltransferasi, principali responsabili della carie dentaria.molti enzimi glicosil-transferasici, appartenenti a batteri, sono responsabili della formazione della placca dentaria grazie alla sintesi di glucani che essi stessi determinano (i lucani aggrediscono l idrossiapatite dei denti), estratti di propoli sono in grado di inibire questi enzimi. In un test sono stati studiati campioni di saliva di soggetti senza patologie dentarie rilevanti, la saliva ha perso dopo 60 minuti di incubazione con una soluzione idroalcoolica di propoli, in maniera significativa, la concentrazione di streptococcus mutans. La tintura madre di propoli favorisce la rigenerazione della polpa dentaria affetta da lesioni, riduce i fenomeni infiammatori e migliora il microcircolo nelle zone interessate. La tintura madre così come tutti gli estratti idroalcoolici di propoli, se diluiti in acqua, danno origine a una soluzione lattescente per l insolubilità di alcuni componenti, senza pregiudicare, in alcun modo l efficacia. Pazienti che presentavano una ipersensibilità della dentina, sono stati sottoposti ad applicazioni orali con una soluzione idroalcolica di propoli, per quattro settimane; attraverso il Cervical dentinal sensivity test, è stata monitorata la sensibilità della dentina a stimoli esterni come il freddo : dei pazienti trattati solo due hanno lamentato la sintomatologia, gli altri hanno apprezzato una netta diminuzione della sensibilità della dentina. 2

3 La propoli sembra attiva anche contro alcuni Gram- (Klebsiella pneumoniae,escherichia coli e Pseudomonas aeruginosa ), con un azione di tipo batteriostatico, non sembra agire sulle vie urogenitali. AZIONE ANTIVIRALE La propoli svolgerebbe un azione antivirale nei confronti di alcuni virus quali quello dell influenza A e B, Herpes simplex, Zoster, Genitalis. Questa azione sarebbe riconducibile ad un aumento della sintesi di INTERFERONE ( che viene subito prodotto dalla cellula infettata dal virus, e producendo un enzima, endonucleasi, idrolizzerebbe l RNA virale esponendo il virus ai meccanismi di difesa ). A questa attività si affianca l azione sulla NEURAMINIDASI virale ( viene elaborata dalle spine virali adese alla cellula da infettare, è comune ai virus di tipo A e B, è una proteina di superficie con caratteristiche antigeniche, fattore chiave per la replicazione e propagazione dei virus influenzali,serve a promuovere il movimento del virus attraverso il muco delle vie respiratorie e ne caratterizza la virulenza ; gli aminoacidi che rivestono il sito attivo dell enzima neuroaminidasi, a differenza degli aminoacidi di superficie, suscettibili di variazione antigenica, sono invariati in tutti i ceppi virali A e B dell influenza ), che impedisce la penetrazione del virus all interno della cellula stessa, favorendo l azione delle frazioni corpuscolare di difesa dell organismo. Un test effettuato all università di Sarajevo nel 1976, sperimentò su un gruppo di 60 studenti, volontari, l attività di un estratto di propoli e miele nel trattamento dell influenza, contro un gruppo di controllo non sottoposto a terapia : alla fine dell epidemia solo il 9% degli studenti appartenenti al gruppo trattato con propoli era stato colpito dall influenza, nel gruppo di controllo la percentuale saliva al 38%. Studio sull attività antivirale della propoli (Erborista ott/05 p.17 ; pubbl. da Ethnopharmacol.2005 jul.18). Ricercatori USA hanno testato l attività anti HIV1 della propoli sui linfociti CD4+ e su cellule microgliali ; l azione della propoli ha inibito l espressione virale in termini dose-dipendente. La massima soppressione si è ottenuta con concentrazioni dell 85% e 98%. Il meccanismo d azione della propoli, su queste cellule, sembra coinvolgere l inibizione dell entrata del virus. La propoli ha dimostrato poi un attività antivirale cumulativa sull inibizione della transcrittasi Inversa da parte della ZIDOVUDINA (RETROVIR ), non ha tuttavia espresso tale sinergismo quando è associata all inibitore della proteasi INDINAVIR (CRIXIVAN ). Questi risultati autorizzano a continuare la ricerca sulla propoli come biocomplesso potenzialmente attivo nei confronti di varie affezioni virali. AZIONE ANTIMICOTICA La propoli è attiva su molti funghi, in particolare quelli che interessano gli strati più superficiali della cute, è un attività di tipo micostatica, dovuta essenzialmente all aumento delle difese immunitarie, indotto dalla propoli.e poco efficace nei confronti di micosi localizzate in profondità. Agisce su Candida torulopsis, trichosporum,epidermophiton e tricophiton. AZIONE SUI TRICHOMONAS ( La tricomoniasi è una malattia provocata dal parassita ( protozoo), a livello dei genitali femminili e maschili e dell intestino, curata con chemioterapici come metronidazolo ). La propoli è in grado di inibire la moltiplicazione del parassita sia in vitro che in vivo, raggiungendo la massima efficacia, già dopo 48 ore dalla somministrazione. AZIONE ANESTETICO LOCALE 3

4 Ha un attività paragonabile a quella della novocaina, probabilmente per la presenza dei principi attivi della frazione balsamica.da ciò l utilizzo in odontostomatologia nella cura di alitosi,afte, glossiti, ascessi, parodontosi, mughetto,otiti. Un test sulla cavia ha evidenziato la riduzione dell effetto algogeno, di sostanze iniettate nell animale, del 40% dopo somministrazione orale di propoli ; del 50% dopo iniezione intraperitoneale. AZIONE IMMUNO-STIMOLANTE L azione che induce un aumento della resistenza dell organismo, contro virus e batteri, pare sia dovuta allo stimolo della sintesi anticorpale e dell attività dei globuli bianchi.infatti è stato notato, dopo l assunzione della propoli, un aumento del numero dei granulociti neutrofili, dei macrofagi e della loro attività, sia in vitro che in vivo.influenzano quest azione sia i bioflavonoidi che la vitamina C, oltre all acido caffeico e ai suoi esteri, in particolare il CAPE ( la propoli non sembra manifestare azione antiflogistica, in assenza del CAPE, (FITOTERAPIA 2002 nov ; 73 supp.1:s7- s20) e di galangina ; il Cape riduce la formazione di tumori indotti da azossimetano evidenziando un azione anticarcinogenica(fitoterapia 2002 nov;73 supp1:s38-43) ; il CAPE contribuisce maggiormente all azione anticox della propoli ; il CAPE ha evidenziato un attività antiossidante di grande rilievo, anche superiore a quella della galangina, è indispensabile per l attività antiox della propoli.). Uno studio su 440 bambini, di età compresa fra gli 8 e i 10 anni, residenti in regioni con forte inquinamento industriale, con un elevatissima incidenza di malattie infettive delle prime vie aeree,con notevole aumento della ferritina e transferrina, ha evidenziato che la somministrazione di soluzione idroalcolica di propoli ha ridotto significativamente sia l incidenza che la gravità delle malattie infettive delle prime vie aeree, riducendo altresì i valori plasmatici delle proteine citate. AZIONE ANTIFLOGISTICA Si manifesta per l attività anticomplemento, inibendo la funzione della subunità C3 del complemento e l emolisi indotta dallo stesso.inibisce la lipo-ossigenasi in modo non competitivo e reversibile, con netto calo del rilascio dei mediatori infiammatori rilasciati dai macrofagi in particolare leucotrieni ( la reazione catalizzata dalle lipo-ossigenasi non viene inibita dai FANS). Sembra in grado di inibire anche la liberazione di istamina in risposta a stimoli flogogeni. Sperimentalmente inibisce l edema della zampa del ratto indotto dalla carragenina e la permeabilità vascolare provocata dall acido acetico.sono principalmente responsabili di questa azione gli acidi enolici, i loro esteri, CAPE, i flavonoidi. AZIONE ANTITUMORALE In vitro, la propoli ha una valida azione antineoplastica, inibisce le cellule del coloncarcinoma per un azione inibitoria sulle fosfolipasi e sul metabolismo dell acido arachidonico mediato dalle lipoossigenasi.riduce l incidenza dei tumori della pelle indotti dall antracene per l inibizione della sintesi di DNA che è elevata nelle cellule cancerose.sembra che il CAPE giuochi un ruolo predominante nel manifestare l azione antineoplastica della propoli.uno studio realizzato su cavie affette da carcinoma di EHRLICH, ha visto l uso di una soluzione idroalcolica di propoli paragonandolo alla bleomicina per 36 giorni.al termina dello studio gli animali che hanno ricevuto la propoli presentavano un tasso di sopravvivenza del55% contro il 40% di quelli trattati con bleomicina e il 20% del controllo. AZIONE PROTETTIVA SUI VASI SANGUIGNI La propoli esercita un attività di tipo vitamino P simile, grazie ai composti flavonoidici, con conseguente riduzione della permeabilità capillare,aumento del tono vascolare, miglioramento del microcircolo. 4

5 Quercetina, apigenina e rutina hanno dimostrato un azione cardiotonica sul cuore isolato, per inibizione della fosfodiesterasi (camp-fosfodiesterasi). AZIONE ANTIULCERA GASTRICA I flavonoidi della propoli hanno un attività antisecretoria ( blocco della sintesi di istamina), cicatrizzante, antispasmodica ( papaverino-simile ), antinfiammatoria, anestetico locale. Ricercatori giapponesi hanno evidenziato un attività antibiotica anti Helicobacter pilori legata alla presenza di pinocembrina, galangina, e crisina.l azione anestetico locale della propoli contribuisce ad attenuare la sintomatologia della malattia. AZIONE EPATOPROTETTIVA La propoli protegge il fegato del ratto da danni indotti dal paracetamolo ( che provoca aumento delle transaminasi e danni alla cellula epatica ) con un azione simile a quella dell acetilcisteina, che è il più conosciuto antidoto del paracetamolo. Diminuisce il valore delle transaminasi e le lesioni istologiche, protegge il fegato dai danni indotti dal CCL4 e dalla D-galattosamina, con netto calo dei perossidi lipidici e aumento di glutatione ridotto nell epatocita. Sono i flavonoidi, con la loro azione antiradicalica,antiossidante e radical scavenger, i responsabili di quest attività della propoli, che è caratterizzata anche da un calo dei trigliceridi.quercetina,rutina e citroflavonoidi sono anche dotati di azione, blanda, coleretica. EFFETTI COLLATERALI Precauzione di impiego deve essere fatta in pazienti affetti da allergie ai pollini, i sintomi regrediscono comunque con la sospensione della terapia ; la propoli è praticamente atossica nell animale anche a dosaggi molto elevati.non provoca assuefazione, non altera la flora batterica, non determina la formazione di ceppi resistenti. Non va utilizzata in gravidanza. 5

Nel corso di numerosi studi su propoli di varia origine sono stati identificati più di 150 diversi composti biochimici

Nel corso di numerosi studi su propoli di varia origine sono stati identificati più di 150 diversi composti biochimici CARATTERISTICHE La propoli può avere un colore che varia dal giallo, al rosso, marrone al bruno scuro nero con una consistenza che si modifica in rapporto alla temperatura: fino a 15 C è dura e friabile,

Dettagli

Propoli TESINA: Bruno Caprarelli A.S. 2010/2011 5^L. Breve introduzione ai fitoterapici.

Propoli TESINA: Bruno Caprarelli A.S. 2010/2011 5^L. Breve introduzione ai fitoterapici. Bruno Caprarelli A.S. 2010/2011 5^L TESINA: Propoli Breve introduzione ai fitoterapici. I farmaci fitoterapici, detti anche farmaci omeopatici, sono quei medicinali il cui principio attivo (cioè il componente

Dettagli

PREVENZIONE DELLE COMUNI PATOLOGIE RESPIRATORIE DEL BAMBINO

PREVENZIONE DELLE COMUNI PATOLOGIE RESPIRATORIE DEL BAMBINO PREVENZIONE DELLE COMUNI PATOLOGIE RESPIRATORIE DEL BAMBINO DR.ANTONELLO ARRIGHI Specialista in Pediatria Professore a Contratto Università di Parma, Facoltà di Medicina Docente A.I.O.T. Associazione Medica

Dettagli

PROPOLI BIO30 LA NUOVA SCOPERTA PER LA SALUTE

PROPOLI BIO30 LA NUOVA SCOPERTA PER LA SALUTE PROPOLI BIO30 LA NUOVA SCOPERTA PER LA SALUTE Collana GLI EBOOK DEL BENESSERE NATURALE DI PREFAZIONE Questo ebook è stato scritto per diffondere le informazioni sui benéfici effetti del Propoli BIO30 e

Dettagli

CHEMIOTERAPICI ANTIVIRALI

CHEMIOTERAPICI ANTIVIRALI CHEMIOTERAPICI ANTIVIRALI Farmaci contro i virus erpetici (analoghi nucleosidici = ANTIMETABOLITI) ACICLOVIR (herpes simplex e herpes zoster) VALACICLOVIR (profarmaco dell aciclovir) PENCICLOVIR (herpes

Dettagli

Sommario. Capitolo 1. Capitolo 2. Capitolo 3. Capitolo 4. È la natura l arma di difesa migliore 7. I rimedi più effi caci contro virus e batteri 19

Sommario. Capitolo 1. Capitolo 2. Capitolo 3. Capitolo 4. È la natura l arma di difesa migliore 7. I rimedi più effi caci contro virus e batteri 19 Sommario Capitolo 1 È la natura l arma di difesa migliore 7 Capitolo 2 I rimedi più effi caci contro virus e batteri 19 Capitolo 3 Come affrontare le principali infezioni 73 Capitolo 4 Mangia così e non

Dettagli

INFEZIONE DA HIV ED AIDS WWW.SLIDETUBE.IT

INFEZIONE DA HIV ED AIDS WWW.SLIDETUBE.IT INFEZIONE DA HIV ED AIDS HIV 1 ed HIV 2 appartengono alla famiglia dei Retroviridae, genere lentovirus. L infezione da HIV provoca nell ospite una progressiva compromissione delle difese immunitarie, soprattutto

Dettagli

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA:

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: HPV-test Pap-test 71% CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: FALSI MITI & REALTÀ DA CONOSCERE 1 Il carcinoma della cervice uterina colpisce solo donne in età avanzata 1 Studi recenti hanno evidenziato che il

Dettagli

Malattie infettive microrganismi patogeni trasmissibilità orizzontale o contagiosità

Malattie infettive microrganismi patogeni trasmissibilità orizzontale o contagiosità Le malattie infettive - definizione - rapporto tra microrganismi e uomo - modalità di trasmissione delle infezioni - le basi della prevenzione - il ruolo dell ambiente domestico Malattie infettive: forme

Dettagli

La parte Fc delle Ig regola la vita media delle Ig, e quindi la quantità di Ig presenti in circolo e nei tessuti.

La parte Fc delle Ig regola la vita media delle Ig, e quindi la quantità di Ig presenti in circolo e nei tessuti. La parte dell Ig che non lega l antigene (la parte Fc, viola chiaro nel disegno) è responsabile delle funzioni effettrici dell Ig e quindi ne determina l attività biologica. Quando un Ig ha legato un antigene,

Dettagli

Azienda Agricola Roggero Giuseppe apicoltura. Fattoria Roggero. Strada Pioi n.20 Rivoli www.fattoriaroggero.it

Azienda Agricola Roggero Giuseppe apicoltura. Fattoria Roggero. Strada Pioi n.20 Rivoli www.fattoriaroggero.it Azienda Agricola Roggero Giuseppe apicoltura Fattoria Roggero Strada Pioi n.20 Rivoli www.fattoriaroggero.it piccoli cenni sul miele,il polline,il propoli e la pappa reale il miele come conoscerlo assaporarlo

Dettagli

Guida di informazione e approfondimento scientifico. Dalla natura. potenti antivirali. per sconfiggere rapidamente. Influenza.

Guida di informazione e approfondimento scientifico. Dalla natura. potenti antivirali. per sconfiggere rapidamente. Influenza. Guida di informazione e approfondimento scientifico Sostenitori del Naturale Curativo Dalla natura potenti antivirali per sconfiggere rapidamente Influenza e Raffreddore La colonnina di mercurio segna

Dettagli

Il sistema immunitario utilizza strategie diverse di difesa che operano in tempi e con meccanismi diversi. Ci sono numerosi e complessi meccanismi

Il sistema immunitario utilizza strategie diverse di difesa che operano in tempi e con meccanismi diversi. Ci sono numerosi e complessi meccanismi Il sistema immunitario utilizza strategie diverse di difesa che operano in tempi e con meccanismi diversi. Ci sono numerosi e complessi meccanismi che impediscono agli invasori di entrare dentro all organismo

Dettagli

PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA

PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA PROGRAMMA DI FARMACOLOGIA Anno accademico 2013/2014 FARMACOLOGIA GENERALE 1. Azione farmacologia 2. Meccanismo di azione dei farmaci 3. Vie di somministrazione 4. Assorbimento 5. Distribuzione, ripartizione,

Dettagli

Materiale non divulgabile Riservato agli operatori del settore. Materiale riservato agli operatori del settore

Materiale non divulgabile Riservato agli operatori del settore. Materiale riservato agli operatori del settore Materiale non divulgabile Riservato agli operatori del settore Materiale riservato agli operatori del settore Il sistema Immunitario Quando arriva la stagione fredda, fisiologicamente il nostro organismo

Dettagli

E ARRIVATO IL «SUCCO DELLA VITA» SUCCO al 100%, non da concentrato, Senza additivi, coloranti e aromi, né acqua o zuccheri aggiunti

E ARRIVATO IL «SUCCO DELLA VITA» SUCCO al 100%, non da concentrato, Senza additivi, coloranti e aromi, né acqua o zuccheri aggiunti E ARRIVATO IL «SUCCO DELLA VITA» SUCCO al 100%, non da concentrato, Senza additivi, coloranti e aromi, né acqua o zuccheri aggiunti Nuova Linea di Succhi dalle spiccate proprietà benefiche: per rinforzare

Dettagli

RUOLO E IMPORTANZA DEGLI ANTIOSSIDANTI ALIMENTARI NELLA SALUTE DELL UOMO (Alfonso Siani. ISA CNR)

RUOLO E IMPORTANZA DEGLI ANTIOSSIDANTI ALIMENTARI NELLA SALUTE DELL UOMO (Alfonso Siani. ISA CNR) (1) RUOLO E IMPORTANZA DEGLI ANTIOSSIDANTI ALIMENTARI NELLA SALUTE DELL UOMO (Alfonso Siani. ISA CNR) DANNO OSSIDATIVO, RUOLO DEI PRO-OSSIDANTI E DIFESE ANTIOSSIDANTI ROS: reactive oxygen species (composti

Dettagli

ATENA PLUS. ATENA PLUS E' nota la fitoterapia, che utilizza estratti vegetali per il trattamento di

ATENA PLUS. ATENA PLUS E' nota la fitoterapia, che utilizza estratti vegetali per il trattamento di Scheda Tecnica Titolo COMPOSIZIONE DI ESTRATTI VEGETALI ATENA PLUS A61K - PREPARAZIONI PER USO MEDICO, DENTARIO E PER TOELETTE, INTEGRATORE ALIMENTARE, FITTOTERAPICO Classe Il presente brevetto è attinente

Dettagli

PRINCIPI DI LINEE GUIDA NEL TRATTAMENTO ANTIBIOTICO DELLE INFEZIONI NECROSANTI ACUTE DEI TESSUTI MOLLI

PRINCIPI DI LINEE GUIDA NEL TRATTAMENTO ANTIBIOTICO DELLE INFEZIONI NECROSANTI ACUTE DEI TESSUTI MOLLI PRINCIPI DI LINEE GUIDA NEL TRATTAMENTO ANTIBIOTICO DELLE INFEZIONI NECROSANTI ACUTE DEI TESSUTI MOLLI Vezzani G., Caberti L., Cantadori L., Mordacci M., Nicolopoulou A., Pizzola A. U.O. di Anestesia Rianimazione

Dettagli

3M ESPE. Comfortable Oral Care. Il concetto di. sorriso sano. Clinpro Gel Clinpro Fluid

3M ESPE. Comfortable Oral Care. Il concetto di. sorriso sano. Clinpro Gel Clinpro Fluid 3M ESPE Comfortable Oral Care Il concetto di sorriso sano. Clinpro Gel Clinpro Fluid Profilassi sistematica con un programma di prodotti completo All avanguardia nel progresso scientifico Aroma gradevole

Dettagli

I colori della salute

I colori della salute I colori della salute Trainer Natural e l alimentazione funzionale Il concetto di alimento funzionale è nato in Giappone negli anni 80 dalla necessità delle autorità sanitarie di incrementare l aspettativa

Dettagli

TOSSICOLOGIA. TOSSICO Ogni sostanza capace di provocare in un organismo modificazioni funzionali DANNOSE mediante una azione fisica o chimica.

TOSSICOLOGIA. TOSSICO Ogni sostanza capace di provocare in un organismo modificazioni funzionali DANNOSE mediante una azione fisica o chimica. TOSSICOLOGIA COS E UN FARMACO? - ogni sostanza capace di provocare in un organismo modificazioni funzionali mediante un azione fisica o chimica. - Per l OMS è farmaco una sostanza o un prodotto utilizzato

Dettagli

Nutrire la salute Nuovo approccio al controllo sanitario dell allevamento della vacca da latte

Nutrire la salute Nuovo approccio al controllo sanitario dell allevamento della vacca da latte Nutrire la salute Nuovo approccio al controllo sanitario dell allevamento della vacca da latte Missione Trovare soluzioni innovative ai bisogni di migliori prestazioni tecniche ed economiche della zootecnia

Dettagli

CARTELLA STAMPA Maggio 2008. Crema Antiragadi. Con Ossido di Zinco e Aloe Vera Protettiva e Lenitiva

CARTELLA STAMPA Maggio 2008. Crema Antiragadi. Con Ossido di Zinco e Aloe Vera Protettiva e Lenitiva CARTELLA STAMPA Maggio 2008 Crema Antiragadi Con Ossido di Zinco e Aloe Vera Protettiva e Lenitiva Indice Ragadi al seno: un problema per le mamme da non sottovalutare Sviluppo di una nuova formula e di

Dettagli

Meglio informati sulla presa degli antibiotici

Meglio informati sulla presa degli antibiotici Informazioni per i pazienti Meglio informati sulla presa degli antibiotici 13116-270801 www.mepha.ch Quelli con l arcobaleno Quelli con l arcobaleno «Antibiotici» 1 Indice Gli antibiotici. Cosa sono e

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL ASSISTENZA

EPIDEMIOLOGIA DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL ASSISTENZA EPIDEMIOLOGIA DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL ASSISTENZA 1 INTRODUZIONE 2 Le infezioni correlate all assistenza (ICA) rappresentano una complicanza frequente. In media il 5-10% dei pazienti ricoverati in

Dettagli

Difese dell organismo

Difese dell organismo Difese dell organismo Gli organismi hanno essenzialmente 3 tipi di difese, disposte sequenzialmente, che il virus deve superare: Difese di superficie Barriere fisiche Difese sistemiche Immunità innata

Dettagli

La regolazione genica nei virus

La regolazione genica nei virus La regolazione genica nei virus Lic. Scientifico A. Meucci Aprilia Prof. Rolando Neri I VIRUS INDICE Caratteristiche dei virus: il capside e il genoma virale Classificazione virale Fasi del ciclo riproduttivo

Dettagli

La prevenzione antiage come cultura

La prevenzione antiage come cultura Invecchiamento e Cosmesi antiage Parma - 24 settembre 2011 La prevenzione antiage come cultura Società occidentale La giovinezza è percepita come un valore di qui la necessità di essere giovani a tutti

Dettagli

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi generali Metodi mirati Scoperta e sviluppo di nuovi

Dettagli

IMMUNODEFICENZA. Sommario diagnostico. Infezioni frequenti Infezioni croniche che non si risolvono Cancro. Considerazioni generali

IMMUNODEFICENZA. Sommario diagnostico. Infezioni frequenti Infezioni croniche che non si risolvono Cancro. Considerazioni generali IMMUNODEFICENZA Sommario diagnostico Infezioni frequenti Infezioni croniche che non si risolvono Cancro Considerazioni generali Il sistema immunitario è una complessa coordinazione di segmenti sinergici

Dettagli

L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento

L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento L o l i o d i c a n a p a n e l l a l i m e n t a z i o n e L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento

Dettagli

IL RISCHIO BIOLOGICO

IL RISCHIO BIOLOGICO LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA IL RISCHIO BIOLOGICO protocollo d intesa 5 febbraio 2015 ASL Brescia ASL Vallecamonica Sebino - Direzione Territoriale del Lavoro Ufficio Scolastico

Dettagli

4.3 Controindicazioni Ipersensibilità alprincipio attivo penciclovir, al famciclovir o ad uno qualsiasi degli eccipientielencati al paragrafo 6.1.

4.3 Controindicazioni Ipersensibilità alprincipio attivo penciclovir, al famciclovir o ad uno qualsiasi degli eccipientielencati al paragrafo 6.1. RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. Denominazione del medicinale Vectavir 1% crema 2. Composizione qualitativa e quantitativa Ogni grammo di crema contiene 10 mg di penciclovir Eccipienti con

Dettagli

STRESS OSSIDATIVO. Le specie reattive all ossigeno si formano continuamente nell organismo in seguito ai normali processi metabolici.

STRESS OSSIDATIVO. Le specie reattive all ossigeno si formano continuamente nell organismo in seguito ai normali processi metabolici. STRESS OSSIDATIVO I lipidi, così come del resto altre macromolecole quali proteine, carboidrati e acidi nucleici, possono andare incontro a reazioni di ossidazione. L ossidazione è un processo estremamente

Dettagli

La nuova generazione di antimicrobici brevettata in tutto il mondo

La nuova generazione di antimicrobici brevettata in tutto il mondo La nuova generazione di antimicrobici brevettata in tutto il mondo DISINFETTANTE PER SUPERFICI Il principio attivo di PURE è l argento diidrato citrato (SDC), ovvero ioni d argento stabilizzati in acido

Dettagli

Attivitá e cinetica enzimatica

Attivitá e cinetica enzimatica Attivitá e cinetica enzimatica PAS : Classe di insegnamento A60 Biologia e scienze A.A. 2013/2014 09/05/2014 Cinetica Enzimatica La cinetica enzimatica è misurata come velocità di conversione del substrato

Dettagli

La presenza di microrganismi negli alimenti

La presenza di microrganismi negli alimenti La presenza di microrganismi negli alimenti Contaminazione primaria: dovuta a microrganismi naturalmente presenti nell alimento Contaminazione secondaria: proviene dal contatto con Aria acqua suolo Piante

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE ACKLAB 5% Crema. 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Un grammo di crema contiene: Principio attivo: Aciclovir 50 mg Eccipienti:

Dettagli

L OLIO DIOLIVA EXTRAVERGINE UNA GARANZIA PER LA SALUTE. Presidente Sezione Medico Nutrizionale Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Spoleto

L OLIO DIOLIVA EXTRAVERGINE UNA GARANZIA PER LA SALUTE. Presidente Sezione Medico Nutrizionale Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Spoleto L OLIO DIOLIVA EXTRAVERGINE UNA GARANZIA PER LA SALUTE Prof. Publio Viola Presidente Sezione Medico Nutrizionale Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Spoleto I grassi sono indispensabili per il nostro

Dettagli

PATOLOGIA POLMONARE Le infezioni polmonari. www.fisiokinesiterapia.biz

PATOLOGIA POLMONARE Le infezioni polmonari. www.fisiokinesiterapia.biz PATOLOGIA POLMONARE Le infezioni polmonari www.fisiokinesiterapia.biz Infezioni polmonari Vie di ingresso dei microorganismi: Inalazione (attraverso le alte vie respiratorie): batteri e virus Aspirazione

Dettagli

ITIS ENRICO MEDI. Individuare l organizzazione strutturale, le funzioni e classificare i virus

ITIS ENRICO MEDI. Individuare l organizzazione strutturale, le funzioni e classificare i virus UDA UDA N. 1 I Virus UDA 2 Attività patogena dei microrganismi ITIS ENRICO MEDI PIANO DELLA DISCIPLINA: Biologia, Microbiologia e Tecnologie di controllo Ambientale Classe 4Ab PIANO DELLE UDA ANNO 2013-2014

Dettagli

Modalità d uso : per via orale

Modalità d uso : per via orale Modalità d uso : per via orale - da 30 a 50 gocce sotto la lingua per 2 o 3 volte al giorno per 5 o 6 giorni dipende dalla gravita dell infezione, comunque un sovradosaggio del prodotto non porta alcun

Dettagli

Cupron. Transforming Products. Transforming Lives.

Cupron. Transforming Products. Transforming Lives. Cupron Transforming Products. Transforming Lives. I Prodotti Cosmetici Cupron I Prodotti Cosmetici Cupron I prodotti brevettati e clinicamente testati Cupron: Attenuano l aspetto di rughe e linee di espressione

Dettagli

Scritto da RyderItalia Mercoledì 12 Maggio 2010 11:19 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Novembre 2010 15:57

Scritto da RyderItalia Mercoledì 12 Maggio 2010 11:19 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Novembre 2010 15:57 LA TERAPIA METRONOMICA Per oltre mezzo secolo, la terapia sistemica per i tumori è stata caratterizzata dalla somministrazione dei farmaci chemioterapici. La maggior parte di questi farmaci ha lo scopo

Dettagli

IL LAPACHO, TINTURA MADRE SPAGIRICA: UN VALIDO AIUTO PER CANDIDOSI, DISBIOSI INTESTINALE, INTOLLERANZE ALIMENTARI E ALLERGIE

IL LAPACHO, TINTURA MADRE SPAGIRICA: UN VALIDO AIUTO PER CANDIDOSI, DISBIOSI INTESTINALE, INTOLLERANZE ALIMENTARI E ALLERGIE IL LAPACHO, TINTURA MADRE SPAGIRICA: UN VALIDO AIUTO PER CANDIDOSI, DISBIOSI INTESTINALE, INTOLLERANZE ALIMENTARI E ALLERGIE LAPACHO DISTRIBUZIONE TABEBUIA IMPETIGINOSA SPECIE USATE A LIVELLO TERAPEUTICO

Dettagli

Lipidi (ossidazione acidi grassi di membrana) Proteine (idrolisi) DNA (rottura, modificazione delle basi) Ossigeno atmosferico.

Lipidi (ossidazione acidi grassi di membrana) Proteine (idrolisi) DNA (rottura, modificazione delle basi) Ossigeno atmosferico. STRESS OSSIDATIVO I lipidi, così come del resto altre macromolecole quali proteine, carboidrati e acidi nucleici, possono andare incontro a reazioni di ossidazione (Figura 1). L ossidazione è un processo

Dettagli

Le Malattie alimentari

Le Malattie alimentari Le Malattie alimentari Valerio Giaccone Dipartimento di Sanità pubblica, Patologia Comparata e Igiene veterinaria - Padova Sono quelle forme morbose che l uomo può contrarre per ingestione o manipolazione

Dettagli

In alcuni casi, il sistema immunitario di un individuo reagisce verso un antigene in modo eccessivo e causa danno. Queste reazioni eccessive,

In alcuni casi, il sistema immunitario di un individuo reagisce verso un antigene in modo eccessivo e causa danno. Queste reazioni eccessive, In alcuni casi, il sistema immunitario di un individuo reagisce verso un antigene in modo eccessivo e causa danno. Queste reazioni eccessive, definite reazioni di ipersensibilità, sono mediate dagli anticorpi

Dettagli

ANTIAGING PROFILE. Valutazione globale dello stress ossidativo ANTIAGING PROFILE COS E ANTIAGING PROFILE? GUIDA ALLA LETTURA DEL TEST

ANTIAGING PROFILE. Valutazione globale dello stress ossidativo ANTIAGING PROFILE COS E ANTIAGING PROFILE? GUIDA ALLA LETTURA DEL TEST Cod. ID: Data: Paziente: ANTIAGING PROFILE Valutazione globale dello stress ossidativo ANTIAGING PROFILE COS E ANTIAGING PROFILE? GUIDA ALLA LETTURA DEL TEST LO STRESS OSSIDATIVO NOME COGNOME Cod. ID 215xxxxx

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE ACICLOVIR ABC 800 mg COMPRESSE ACICLOVIR ABC 400 mg/5 ml SOSPENSIONE ORALE 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Aciclovir

Dettagli

ISTITUTO GERIATRICO VILLA DELLE QUERCE. Prevenzione delle infezioni nel paziente di area critica: l igiene orale

ISTITUTO GERIATRICO VILLA DELLE QUERCE. Prevenzione delle infezioni nel paziente di area critica: l igiene orale Prevenzione delle infezioni nel paziente di area critica: l igiene orale L Igiene orale La cura della bocca e dell igiene orale è una corretta pratica assistenziale E una funzione di cura che deve essere

Dettagli

MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE

MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE MALATTIE INFETTIVE 1) L organismo deve essere costantemente ritrovato nella lesione caratterizzante la malattia 2) Il microorganismo deve poter essere isolato da singole

Dettagli

Lipidi (ossidazione acidi grassi di membrana) Proteine (idrolisi) DNA (rottura, modificazione delle basi) Ossigeno atmosferico.

Lipidi (ossidazione acidi grassi di membrana) Proteine (idrolisi) DNA (rottura, modificazione delle basi) Ossigeno atmosferico. STRESS OSSIDATIVO I lipidi, così come del resto altre macromolecole quali proteine, carboidrati e acidi nucleici, possono andare incontro a reazioni di ossidazione (Figura 1). L ossidazione è un processo

Dettagli

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la INFIAMMAZIONE Risposta protettiva che ha lo scopo di eliminare sia la causa iniziale del danno cellulare (es. microbi, tossine etc), sia i detriti cellulari e le cellule necrotiche che compaiono a seguito

Dettagli

EDUCAZIONE ALIMENTARE

EDUCAZIONE ALIMENTARE EDUCAZIONE ALIMENTARE E uno dei pilastri fondamentali per la prevenzione della carie, insieme alla: sigillatura dei solchi Fluoroprofilassi Igiene orale Controlli periodici CARIE E ALIMENTAZIONE PLACCA

Dettagli

VADEMECUM ESCLUSIVO PER USO PROFESSIONALE. Il meglio dell'ozonoterapia applicata alla Cosmeceutica. Effetti Scientificamente Provati:

VADEMECUM ESCLUSIVO PER USO PROFESSIONALE. Il meglio dell'ozonoterapia applicata alla Cosmeceutica. Effetti Scientificamente Provati: VADEMECUM ESCLUSIVO PER USO PROFESSIONALE Il meglio dell'ozonoterapia applicata alla Cosmeceutica Effetti Scientificamente Provati: Anti-ossidante, Anti-radicali Liberi Anti-etá, Rivitalizzante, Stimolante

Dettagli

CHE COSA E UNA MALATTIA INFETTIVA?

CHE COSA E UNA MALATTIA INFETTIVA? MALATTIE INFETTIVE CHE COSA E UNA MALATTIA INFETTIVA? E IL RISULTATO DEL CONTATTO TRA UN SOGGETTO SANO E UN MICRORGANISMO I MICRORGANISMI POSSONO ESSERE DI DIVERSI TIPI: BATTERI VIRUS FUNGHI BATTERI Posseggono

Dettagli

Una triplice azione sinergica per il miglioramento della qualità dell acqua di bevanda.

Una triplice azione sinergica per il miglioramento della qualità dell acqua di bevanda. Una triplice azione sinergica per il miglioramento della qualità dell acqua di bevanda. Battericida Acidificante Detartarizzante Indipendentemente dalla fonte di approvvigionamento (pozzo privato, rete

Dettagli

ASI DELL AZIONE DI UN FARMACO

ASI DELL AZIONE DI UN FARMACO ASI DELL AZIONE DI UN FARMACO Fase farmaceutica: caratterizzata dalla disponibilità farmaceutica, cioè dalla capacità della forma farmaceutica (capsule, compresse, supposte, soluzioni, aerosoli ) a cedere

Dettagli

Insieme di tutti i microrganismi che abitano il corpo umano in modo inoffensivo in un individuo sano: MICROBIOTA. commensali = organismi che si

Insieme di tutti i microrganismi che abitano il corpo umano in modo inoffensivo in un individuo sano: MICROBIOTA. commensali = organismi che si Insieme di tutti i microrganismi che abitano il corpo umano in modo inoffensivo in un individuo sano: MICROBIOTA. commensali = organismi che si alimentano insieme Come ci vedono i microrganismi Gli organi

Dettagli

Mangiamo perché abbiamo bisogno di energia, di materiali con cui costruire il nostro corpo, di materiali per riparare parti del nostro corpo, di

Mangiamo perché abbiamo bisogno di energia, di materiali con cui costruire il nostro corpo, di materiali per riparare parti del nostro corpo, di Mangiamo perché abbiamo bisogno di energia, di materiali con cui costruire il nostro corpo, di materiali per riparare parti del nostro corpo, di materiali per fare funzionare il nostro corpo È il carboidrato

Dettagli

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE CARIE DENTALE MIOPIA SCOLIOSI OBESITA CARIE DENTALE La carie dentale nasce come processo erosivo e si evolve come processo destruente del dente che perde così

Dettagli

ETANOLO. Tuttavia influenza sia positivamente che negativamente diverse funzioni fisiologiche.

ETANOLO. Tuttavia influenza sia positivamente che negativamente diverse funzioni fisiologiche. L etanolo, nonostante l elevato valore energetico, non può essere considerato un nutriente poiché: non svolge una funzione plastica non è essenziale. Tuttavia influenza sia positivamente che negativamente

Dettagli

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI LEZIONE 16 Sistemi di regolazione SISTEMI DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI In che modo un batterio sente e risponde a specifici segnali provenienti dall ambiente? Per esempio, nel caso dell operone lac

Dettagli

Impariamo a proteggere la loro pelle!

Impariamo a proteggere la loro pelle! Per mantenere la pelle protetta Applicare sulle zone cutanee arrossate più volte al giorno, avendo cura di massaggiare delicatamente fino a completo assorbimento del prodotto. Impariamo a proteggere la

Dettagli

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche Negli ultimi decenni la frequenza delle malattie allergiche in Italia e nel mondo ha subìto un continuo aumento, dando luogo a quella che

Dettagli

Ipersensibilità e Autoimmunità

Ipersensibilità e Autoimmunità Ipersensibilità e Autoimmunità Gli effetti delle risposte immunitarie Effetti fisiologici (Benefici) - Attivazione dell immunità specifica per eliminare i patogeni infettanti (batteri, virus e tossine)

Dettagli

RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI

RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI definizione Rischio da agenti biologici Si sviluppa in seguito all esposizione a microorganismi: BATTERI VIRUS PARASSITI .Le malattie infettive Il rapporto che l agente infettivo

Dettagli

ALOE LA PIANTA DELLA SALUTE

ALOE LA PIANTA DELLA SALUTE ALOE LA PIANTA DELLA SALUTE Aloe, la pianta della salute La pianta dell Aloe appartiene alla famiglia delle Liliaceae ed è originaria dell Africa. Fin dall antichità, l Aloe fu considerata un rimedio terapeutico

Dettagli

ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili.

ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili. ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili. MED Utile nella protezione delle mucose nasali in caso di congestioni rino-faringee. Think Green. Live Green. Cos è l allergia. L allergia è un disturbo del sistema

Dettagli

Prof. Pippi Luigi Specialista in Malattie Infettive luigipippi@libero.it

Prof. Pippi Luigi Specialista in Malattie Infettive luigipippi@libero.it 1 Prof. Pippi Luigi Specialista in Malattie Infettive luigipippi@libero.it EPATITE DA HBV Introduzione... 1 Epidemiologia... 2 Modalità e vie di trasmissione... 2 Patogenesi... 3 Clinica... 4 Diagnosi...

Dettagli

DYSBIO CHECK (Valutazione della disbiosi intestinale)

DYSBIO CHECK (Valutazione della disbiosi intestinale) ALLEGATO: Note informative a corredo del risultato analitico utili al paziente ed al suo medico al quale comunque si rimanda per una corretta interpretazione dei dati. Cod. ID: 123456 CCV: 000 Data: 01/01/2014

Dettagli

NOTIFICA DELL ATTIVITA DI TATUAGGIO E DI PIERCING

NOTIFICA DELL ATTIVITA DI TATUAGGIO E DI PIERCING ALLEGATO A) NOTIFICA DELL ATTIVITA DI TATUAGGIO E DI PIERCING DATI IDENTIFICATIVI DELLA STRUTTURA Denominazione:.. Indirizzo:... Proprietà:. Responsabile: Orario di esercizio:. Data di inizio dell attività:../../

Dettagli

Apicoltura Biologica

Apicoltura Biologica Apicoltura Biologica Malattie delle Api e Cure Per APICOLTURA BIOLOGICA si intende l allevamento di famiglie d api, secondo regole ben precise, stabilite dalle normative emesse dalla Comunità Europea in

Dettagli

G. PERRUOLO Dipartimento di Biologia e Patologia Cellulare e Molecolare Università Federico II Napoli

G. PERRUOLO Dipartimento di Biologia e Patologia Cellulare e Molecolare Università Federico II Napoli Congresso SiBioc-SIMEL Rimini, 29 ottobre 2008 Workshop Siemens G. PERRUOLO Dipartimento di Biologia e Patologia Cellulare e Molecolare Università Federico II Napoli Trasmissione sessuale: OMO ETERO Scambio

Dettagli

Alterazioni processo infiammatorio

Alterazioni processo infiammatorio Obesità Ipertensione Aterosclerosi Malattie cardiovascolari Alterazioni processo infiammatorio Cancro MAMMELLA, COLON, ENDOMETRIO, PANCREAS, PROSTATA I lipidi influenzano le varie tappe della cancerogenesi

Dettagli

Le cellule cancerose

Le cellule cancerose Le cellule cancerose Cosa è il cancro? Malattia che insorge in conseguenza di anomalie della funzionalità cellulare E la Seconda causa di morte si possono sviluppare in quasi tutti gli organi Le diverse

Dettagli

Esperienza 5: la colorazione di Gram

Esperienza 5: la colorazione di Gram Esperienza 5: la colorazione di Gram I batteri possono essere raggruppati in due categorie secondo il metodo della colorazione Gram. Questa tecnica è stata sviluppata nel 1884 da Hans Christian Gram, un

Dettagli

Requisiti generali per la produzione di latte alimentare

Requisiti generali per la produzione di latte alimentare Il latte alimentare Requisiti generali per la produzione di latte alimentare Il latte crudo per essere ammesso all'alimentazione umana non condizionata deve provenire: da allevamenti ufficialmente indenni

Dettagli

L APPARATO DIGERENTE. un laboratorio chimico naturale

L APPARATO DIGERENTE. un laboratorio chimico naturale L APPARATO DIGERENTE un laboratorio chimico naturale Come fa il nostro organismo a sfruttare i principi nutritivi nascosti nel cibo? Il nostro apparato digerente, attraverso la digestione, demolisce le

Dettagli

RICCADONA OSCAR DANIELE Centro Forniture Giardinaggio

RICCADONA OSCAR DANIELE Centro Forniture Giardinaggio RICCADONA OSCAR DANIELE Centro Forniture Giardinaggio Via Volpare 104/B - 37069 Villafranca di Verona (VR) IT tel. / fax (+39) 045 6300192 - cell. (+39) 348 0069434 website: www.riccadona.it e-mail: info@riccadona.it

Dettagli

DIFFUSIONE DEL BENESSERE. Via dei Ciliegi, 2-40068 San Lazzaro di Savena (BO) Tel. 051.6259183 www.siamedical.it. www.siamedical.

DIFFUSIONE DEL BENESSERE. Via dei Ciliegi, 2-40068 San Lazzaro di Savena (BO) Tel. 051.6259183 www.siamedical.it. www.siamedical. DIFFUSIONE DEL BENESSERE Via dei Ciliegi, 2-40068 San Lazzaro di Savena (BO) Tel. 051.6259183 www.siamedical.it www.siamedical.it : dea della salute e dell igiene. Nella mitologia sia greca che romana

Dettagli

La carcinosi peritoneale

La carcinosi peritoneale La carcinosi peritoneale cos è e come si cura Il peritoneo Il peritoneo è una membrana sottile e trasparente che ricopre la parete interna della cavità addominale e pelvica, e tutti i visceri che vi sono

Dettagli

Igiene ed autoprotezione

Igiene ed autoprotezione Igiene ed autoprotezione Alessio Riitano Istruttore PSTI Croce Rossa Italiana Recapiti: E-mail: alessio.riitano@gmail.com Web: http://www.aleritty.net Creative Commons BY-NC-SA Riepilogo Il nostro organismo

Dettagli

VACCINI PER L'ADULTO- ANZIANO. Carlo Calzetti U.O. Malattie Infettive ed Epatologia Azienda Ospedaliero-Universitaria Parma

VACCINI PER L'ADULTO- ANZIANO. Carlo Calzetti U.O. Malattie Infettive ed Epatologia Azienda Ospedaliero-Universitaria Parma VACCINI PER L'ADULTO- ANZIANO Carlo Calzetti U.O. Malattie Infettive ed Epatologia Azienda Ospedaliero-Universitaria Parma TETANO - Anatossina - Tempi 0, 1, 6 mesi - Richiami ogni 10 anni dopo almeno

Dettagli

EZIOPATOGENESI DELLA CARIE

EZIOPATOGENESI DELLA CARIE STORIA DELLA CARIE Numerose sono le teorie formulate a proposito della etiologia e patogenesi della carie dentaria. Le teorie ESOGENE considerano l agente eziologico responsabile della patologia cariogena

Dettagli

Prontuario OVICAPRINI Semplificato

Prontuario OVICAPRINI Semplificato FITOTERAPIA VETERINARIA Prontuario OVICAPRINI Semplificato Edizione Gennaio 2015 MATERIALE INFORMATIVO AD USO ESCLUSIVAMENTE PROFESSIONALE INDICE E MANUALE SEMPLIFICATO Indice Malattia / Diagnosi PRODOTTI

Dettagli

Allergie, ipersensibilità, reazioni avverse ai cibi, intolleranze. Alterazioni della risposta immunitaria e del metabolismo

Allergie, ipersensibilità, reazioni avverse ai cibi, intolleranze. Alterazioni della risposta immunitaria e del metabolismo Allergie, ipersensibilità, reazioni avverse ai cibi, intolleranze Alterazioni della risposta immunitaria e del metabolismo 1 Categorie di reazioni ai cibi reazioni immunologiche mediate da anticorpi IgE

Dettagli

USO CONCOMITANTE DI INIBITORI DI POMPA E TERAPIE ANTITROMBOTICHE

USO CONCOMITANTE DI INIBITORI DI POMPA E TERAPIE ANTITROMBOTICHE Italian Council of Cardiology Practice Varese, 20-21-22 giugno 2014 «CUORE E OLTRE NUOVE PROPOSTE DI DIAGNOSI E TERAPIA» Congresso Regionale e Nazionale Collegio Federativo di Cardiologia USO CONCOMITANTE

Dettagli

PRINCIPI DI DIAGNOSTICA VIROLOGICA

PRINCIPI DI DIAGNOSTICA VIROLOGICA PRINCIPI DI DIAGNOSTICA VIROLOGICA PRINCIPI DI DIAGNOSTICA VIROLOGICA Generalità I virus sono parassiti endocellulari obbligati, la particella virale completa (virione) presenta il genoma costituito da

Dettagli

Credo ti presenta una nuova gamma studiata particolarmente per le persone diabetiche! Perché?

Credo ti presenta una nuova gamma studiata particolarmente per le persone diabetiche! Perché? Diabetic-Line Credo ti presenta una nuova gamma studiata particolarmente per le persone diabetiche! Perché? Molti diabetici, e in particolare coloro che soffrono da più tempo di disturbi del metabolismo,

Dettagli

Tre preziose associazioni. per nuovi successi! con colostro aggiunto. Diabetic-Line

Tre preziose associazioni. per nuovi successi! con colostro aggiunto. Diabetic-Line 3 Tre preziose associazioni per nuovi successi! con colostro aggiunto Diabetic-Line I poteri della natura nella Il latte è stato usato per secoli nella cura della pelle, leggendari i racconti delle principesse

Dettagli

Le PROTEINE sono i biopolimeri maggiormente presenti all interno delle cellule, dal momento che costituiscono dal 40 al 70% del peso a secco.

Le PROTEINE sono i biopolimeri maggiormente presenti all interno delle cellule, dal momento che costituiscono dal 40 al 70% del peso a secco. Le PROTEINE sono i biopolimeri maggiormente presenti all interno delle cellule, dal momento che costituiscono dal 40 al 70% del peso a secco. Svolgono funzioni biologiche di fondamentale importanza e possono

Dettagli

Applied Nutritional Medicine

Applied Nutritional Medicine Glossario del corso di Medicina Nutrizionale Acidi Grassi: sono delle molecole a catena lunga che formano la quasi totalità dei lipidi complessi e dei grassi sia animali e vegetali. Se non attaccati ad

Dettagli

L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto

L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto RIZA Sommario Capitolo 1 Le vitamine, sostanze indispensabili al corpo 7 Capitolo 2 La vitamina C: formula, storia

Dettagli

Strumenti e Tecniche di studio in patologia

Strumenti e Tecniche di studio in patologia Strumenti e Tecniche di studio in patologia Gli strumenti della patologia: Microscopia Biologia molecolare Indagini biochimiche Microscopia Ottica citopatologia ed istopatologia citochimica ed istochimica

Dettagli

Malattie sessualmente trasmesse

Malattie sessualmente trasmesse Malattie sessualmente trasmesse Che cosa sono le malattie sessualmente trasmesse? Le malattie sessualmente trasmesse (MST) sono infezioni che si possono contrarre attraverso i rapporti sessuali. Sono causate

Dettagli