TEST AL LATTOSIO : quando richiederlo?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TEST AL LATTOSIO : quando richiederlo?"

Transcript

1 3 Giornate Gastro-epatologiche Cuneesi Vicoforte, febbraio 2010 TEST AL LATTOSIO : quando richiederlo? Carlo Sguazzini, Marco Astegiano, Renato Bonardi, Daniele Simondi S.C. Gastro-epatologia 1 U. Ospedale San Giovanni Battista, Torino

2

3 EPIDEMIOLOGIA Deficienza di lattasi : congenita / primaria / secondaria Non persistenza della lattasi: più diffuso Persistenza della lattasi: C/T 13910; G/A Diminuzione fisiologica della lattasi dopo lo svezzamento Diminuzione della lattasi: di solito completo nell infanzia, ma variabile secondo le etnie Non persistenza della lattasi: Caucasici Nord Europa, Nord America, Australia: 5-17% Sud America, Africa, Asia: > 50% Alcuni paesi dell Asia: 100% Lomer et al., Aliment Pharmacol Ther 2008; 27 :93-103

4 Lomer et al., Aliment Pharmacol Ther 2008; 27 :93-103

5 INDICAZIONI DEL TEST MALASSORBIMENTO Alterazione dei processi biologici implicati nella scissione e nell assimilazione del lattosio con conseguente incapacità di trasportare lo stesso dal lume intestinale verso il circolo ematico. INTOLLERANZA Comparsa di sintomi o segni clinici conseguenti all eccesso di zucchero nel tubo digerente L indicazione all esecuzione del test si ha quando il bambino presenta uno o più dei seguenti sintomi: dolori addominali, flatulenza, borborigmi, crampi e distensione addominale, nausea e diarrea. Casellas F. et al. Dig Dis Sci 2003,48:1333 Gremse D.A. Clin Ped 20003,42:341

6 INDICAZIONI DEL TEST Il breath test all idrogeno è ampiamente utilizzato nella diagnosi di malassorbimento di lattosio. La scarsa invasività e la semplicità di esecuzione lo rendono un test particolarmente adatto alla popolazione pediatrica. Il lattosio è importante per l accrescimento del bambino in quanto favorisce ed incrementa l assorbimento del calcio; promuove l assorbimento di magnesio e di alcuni aminoacidi; infine il galattosio, uno dei monomeri del lattosio, entra nella sintesi dei cerebrosidi, utili per i processi di sintesi del sistema nervoso centrale. Newcomer AD et al Ann Int Med 1978; 89:218

7 INDICAZIONI DEL TEST L American Academy of Pediatrics stabilisce tuttavia che la valutazione del malassobimento di lattosio nel bambino può essere fatta con una dieta di eliminazione del lattosio e successivo challenge con lo stesso. American Academy of Pediatrics, Committee on Nutrition: Lactose Intolerance in Infant, Children, and adolescents. Pediatrics 2006, 118, 1279

8 Diagnosi di maldigestione del lattosio NO GOLD STANDARD Anamnesi Glucosio sierico Lomer et al., Aliment Pharmacol Ther 2008; 27 : Gasbarrini et al., Aliment Pharmacol Ther 2009, 29 (suppl I): 1-49 Biopsie digiunali Breath test all idrogeno RT - PCR Sensibilità : 77,5% Specificità : 97,6%

9 Aliment Pharmacol Ther 2009, 29 (suppl I): 1-49

10 PROBLEMI APERTI HBT FALSI NEGATIVI Terapia antibiotica Transito accelerato Bassa produzione di H2 (CH4?) FALSI POSITIVI Sovracrescita batterica tenue Dieta impropria Fumo Attività fisica

11 METODOLOGIA STATEMENTS 1. Tutti gli apparecchi (stazionari) dedicati presentano una buona accuratezza Livello di prova-forza della raccomandazione: I-A 2. I valori di idrogeno ottenuti con il two-bag system, l Y-piece device ed il sistema Haldane-Priestley modificato sono sovrapponibili. Livello di prova-forza della raccomandazione: I-B

12 METODOLOGIA 3. Il sistema di raccolta più accurato in campo pediatrico in soggetti non collaboranti è rappresentato da maschere facciali con sistema di rilevazione automatico della fase finale dell espirazione. Livello di prova-forza della raccomandazione: I-B 4. Il metodo più corretto per raccogliere il campione di espirato nel paziente collaborante è rappresentato da un'inspirazione massimale seguita da una espirazione prolungata effettuata dopo aver trattenuto il respiro per 15 sec. Livello di prova-forza della raccomandazione: I-B

13 METODOLOGIA 5. Il campione di espirato è stabile per 6 h a temperatura ambiente e quindi deve essere dosato assolutamente entro tale periodo di tempo. Se il dosaggio è differito, si deve conservare il campione a -20 C. Livello di prova-forza della raccomandazione: I-B 6. Gli antibiotici modificano l'escrezione respiratoria di idrogeno. Livello di prova-forza della raccomandazione: I-B 7. Le procedure di pulizia del colon in preparazione ad esami endoscopici, radiologici od interventi chirurgici, modificano l'escrezione respiratoria di idrogeno. Livello di prova-forza della raccomandazione: I-B

14 METODOLOGIA 8. Una dieta priva di carboidrati non assorbibili la sera precedente il test mantiene bassi I livelli di escrezione di idrogeno a digiuno. Livello di prova-forza della raccomandazione: I-A 9. Il fumo di sigaretta modifica i livelli di escrezione respiratoria di idrogeno con il respiro e deve essere evitato la mattina dell'esame e durante l'esame. Livello di prova-forza della raccomandazione: I-B

15 METODOLOGIA 10. La detersione del cavo orale con un colluttorio alla clorexidina prima dell'assunzione del substrato-test permette di prevenire una possibile interferenza da parte della flora batterica ivi residente. Livello di prova-forza della raccomandazione: I-B 11. L'iperventilazione legata all'esercizio fisico interferisce con l'escrezione respiratoria di idrogeno. Pertanto, i pazienti durante il test devono rimanere a riposo. Livello di prova-forza della raccomandazione: I-B

16 METODOLOGIA 12. La misurazione del escrezione respiratoria del metano non è attualmente raccomandata per migliorare l accuratezza diagnostica del breath test all idrogeno. Livello di prova-forza della raccomandazione: IIa-B

17 Caterina Anania Marco Astegiano Emanuela Miceli Massimo Montalto Antonio Tursi Paolo Usai Satta* MALASSORBIMENTO DEGLI ZUCCHERI

18 MALASSORBIMENTO DEL LATTOSIO STATEMENTS adulti 1. Nonostante non esista un univoco test di riferimento per la diagnosi di malassorbimento di lattosio, il breath test è utile per studiare i soggetti sia adulti che pediatrici con tale sospetto clinico. Livello di prova-forza della raccomandazione: I-A 2. Il lattosio in soluzione in soluzione acquosa alla dose di 50 g al 10% è il substrato più standardizzato. Livello di prova-forza della raccomandazione: I-A

19 MALASSORBIMENTO DEL LATTOSIO STATEMENTS adulti 3. Si raccomanda nella pratica clinica la dose più fisiologica di 25 g di lattosio in soluzione acquosa al 10%. Livello di prova-forza della raccomandazione: IIa-B 4. L'utilizzo del latte come substrato non è raccomandato. Livello di prova-forza della raccomandazione: IIb-C

20 MALASSORBIMENTO DEL LATTOSIO STATEMENTS adulti 5. Si raccomanda un cut-off di 20 ppm rispetto al valore basale, un campionamento ogni 30 min e una durata di esame di 4 ore per la diagnosi di malassorbimento al lattosio. Livello di prova-forza della raccomandazione: I-A 6. La valutazione di un unico valore assoluto > 6 ppm alla 6 ora è un'alternativa diagnostica con minori evidenze scientifiche. Livello di prova-forza della raccomandazione: IIb-B

21 MALASSORBIMENTO DEL LATTOSIO STATEMENTS pediatrici Si raccomanda nella pratica clinica la dose di lattosio 1 g/kg in soluzione al 10% per un massimo di 25 g. Livello di evidenza-forza della raccomandazione: IIa-A 2. L'utilizzo del latte come substrato non è raccomandato in età pediatrica. Livello di prova-forza della raccomandazione: IIb-C

22 MALASSORBIMENTO DEL LATTOSIO STATEMENTS pediatrici 3. Si raccomanda un cut-off di 20 ppm rispetto al valore basale, un campionamento ogni 30 min ed una durata di esame di 3 h per la diagnosi di malassorbimento al lattosio. Livello di prova-forza della raccomandazione: I-B

23 MALASSORBIMENTO DEL LATTOSIO STATEMENTS Si ritiene utile sia nell'adulto che nel bambino la raccolta dei sintomi (dolore addominale, meteorismo, flatulenza, diarrea) durante l'esame e nelle 8 h successive per valutare l'intolleranza al lattosio sia nell adulto che nel bambino. Livello di prova-forza della raccomandazione: IIb-B

24 60 pazienti con sospetto malassorbimento di lattosio Glucosio sierico Breath test con 25 g di lattosio e misurazione di H2 e CH4 Test genetico (solo sui 10 pazienti coi primi due test discordanti) Concordanza insoddisfacente tra i diversi test I sintomi, anche quelli a precoce insorgenza e lunga durata (entro 5 ore e per almeno 2 ore), presentano proprietà diagnostiche inaccettabili. Scarse informazioni sul test genetico (utilità limitata da varietà delle mutazioni ed eventuali patologie organiche) Breath Test al lattosio con la misurazione di H2 + CH4x2 miglior test (anche vs solo H2 o H2 + CH4) BMC Gastroenterology 2009, 9:82

25 99 pazienti con elevato malassorbimento al lattosio al breath test con 25 g di lattosio (HBT-25) sottoposti a test con 12,5 g (HBT 12,5) 17,77% positivi a HBT-25 erano anche positivi a HBT-12,5 Una rigorosa riduzione del lattosio nella maggior parte di HBT-25 + non è necessaria. World J Gastroenterol 2008; 14 (40) :

26 IBS e lattosio Anche se controverso, il malassorbimento del lattosio non sembra essere una causa dell IBS o essere più frequente nei pazienti con IBS che nella popolazione generale e testare i pazienti con IBS per il malassorbimento del lattosio non sembra essere utile. Heizer et al., J Am Diet Assoc. 2009; 109 : La relazione tra queste due condizioni è stata probabilmente sovrastimata nel passato e ora si ritiene che l esclusione del lattosio dalla dieta raramente migliori i sintomi in questi pazienti. Perciò, un breath test al lattosio nei pazienti affetti da IBS non dovrebbe essere raccomandato. Gasbarrini et al., Aliment Pharmacol Ther 2009, 29 (suppl I): 1-49

27 77 pazienti con maldigestione ed intolleranza al lattosio (sovracrescita batterica esclusa con breath test al glucosio) Capsula con mg 400 di lattosio vs mg 400 di placebo Differenze non significative nell escrezione di H2 e nei sintomi Il deficit di lattasi non dovrebbe più essere considerato una controindicazione all uso di farmaci con mg 400 di lattosio. Aliment Pharmacol Ther 2008; 28 :

28 CONCLUSIONI Il test del respiro al lattosio è indicato in tutte quelle situazioni in cui un anamnesi accurata suggerisce una correlazione tra sintomi ed assunzione di questo carboidrato. Il test del respiro al lattosio è anche indicabile nei pazienti che ritengono di essere intolleranti al lattosio senza aver eseguito tests affidabili. E necessario un test valido ed affidabile in base al quale consigliare norme dietetiche: una restrizione inappropriata di alimenti contenenti lattosio può anche portare a malnutrizione (Calcio). In caso di restrizione dietetica, considerare supporti di Calcio. Basse dosi di lattosio (g 12) possono essere tollerate dalla maggior parte dei pazienti con maldigestione di lattosio a tests usuali, soprattutto se assunte nell arco della giornata (adattamento della microflora colica).

29

CENTRO BREATH TEST 13C-LATTOSIO BREATH TEST

CENTRO BREATH TEST 13C-LATTOSIO BREATH TEST ARS MEDICA Centro Medico Polispecialistico VIA M. ANGELONI, 80/A - PERUGIA 06124 TEL/FAX: 075 5000388 CELL: 334 2424824 E-Mail: info@arsmedicapg.it Sito Web: www.arsmedicapg.it CENTRO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE

Dettagli

PROJECT SRL DISTRIBUZIONE DI DISPOSITIVI MEDICI E TEST RAPIDI IN VITRO

PROJECT SRL DISTRIBUZIONE DI DISPOSITIVI MEDICI E TEST RAPIDI IN VITRO FAQ lattosio PAZIENTE 1) Quali sono i sintomi dell'intolleranza al lattosio? Generalmente i sintomi sono di tipo intestinale e compaiono da pochi minuti a 1 2 ore dopo l'ingestione di cibi contenenti lattosio.

Dettagli

LA SIBO: CONDIZIONE TRASVERSALE TRASCURATA?

LA SIBO: CONDIZIONE TRASVERSALE TRASCURATA? LA SIBO: CONDIZIONE TRASVERSALE TRASCURATA? SIBO è l acronimo di Small Intestinal Bacterial Overgrowth, ovvero sovraccrescita batterica dell intestino tenue. La sua caratterizzazione clinica è variata

Dettagli

IL LABORATORIO IN GASTROENTEROLOGIA. www.fisiokinesiterapia.biz

IL LABORATORIO IN GASTROENTEROLOGIA. www.fisiokinesiterapia.biz IL LABORATORIO IN GASTROENTEROLOGIA www.fisiokinesiterapia.biz sangue feci espirato mucosa succo duodenale DIAGNOSTICA H. PYLORI Dosaggio Abs di classe IgG 13 C-Urea Breath Test Dosaggio Ag fecali Gastropanel

Dettagli

acqua; grassi (saturi e insaturi); zuccheri; proteine; elementi minerali; vitamine; enzimi.

acqua; grassi (saturi e insaturi); zuccheri; proteine; elementi minerali; vitamine; enzimi. COS'E' L' INTOLLERANZA AL LATTOSIO? Il latte è composto da: acqua; grassi (saturi e insaturi); zuccheri; proteine; elementi minerali; vitamine; enzimi. Fra gli zuccheri, quello maggiormente presente è

Dettagli

QUICK TEST INTOLLERANZA AL LATTOSIO. Francesca Gombac Product Specialist and Researcher GASTROENTEROLOGY DIAGNOSTIC EUROCLONE S.p.A.

QUICK TEST INTOLLERANZA AL LATTOSIO. Francesca Gombac Product Specialist and Researcher GASTROENTEROLOGY DIAGNOSTIC EUROCLONE S.p.A. QUICK TEST INTOLLERANZA AL LATTOSIO Francesca Gombac Product Specialist and Researcher GASTROENTEROLOGY DIAGNOSTIC EUROCLONE S.p.A. Intolleranza al lattosio L'intolleranza al lattosio è l'incapacità di

Dettagli

PROJECT SRL DISTRIBUZIONE DI DISPOSITIVI MEDICI E TEST RAPIDI IN VITRO

PROJECT SRL DISTRIBUZIONE DI DISPOSITIVI MEDICI E TEST RAPIDI IN VITRO FAQ lattosio SPECIALISTA 1) In cosa consiste il Breath Test? Il Breath Test all'idrogeno consiste nella misurazione dei livelli di idrogeno nel respiro del paziente. Questo idrogeno deriva dalla fermentazione

Dettagli

Master in Sicurezza e Qualità dell Alimentazione in Età Evolutiva

Master in Sicurezza e Qualità dell Alimentazione in Età Evolutiva Master in Sicurezza e Qualità dell Alimentazione in Età Evolutiva Valutazione dell'intake di calcio e ultrasonografia ossea quantitativa in una popolazione intollerante al lattosio geneticamente determinata.

Dettagli

Allergia da alimenti. Cause. Manifestazioni cliniche

Allergia da alimenti. Cause. Manifestazioni cliniche Allergia da alimenti Il problema delle reazioni avverse agli alimenti era noto fin dai tempi degli antichi greci e particolari manifestazioni erano già state associate all ingestione di cibi. Tutti gli

Dettagli

Le allergie alimentari

Le allergie alimentari Le allergie alimentari A cura del Dott. Renato Caviglia, MD, PhD Specialista in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva Dottore di Ricerca in Scienze Epato-Gastroenterologiche Introduzione L'allergia

Dettagli

Latte e tubo digerente Lucio Capurso

Latte e tubo digerente Lucio Capurso Latte e tubo digerente Lucio Capurso 57 Latte e tubo digerente Lucio Capurso, Primario Emerito di Gastroenterologia nell Azienda Ospedaliera San Filippo Neri di Roma, è uno dei grandi luminari dell apparato

Dettagli

DISPEPSIA MANIFESTAZIONI CLINICHE E PERCORSO DIAGNOSTICO DOTT. PAOLO MICHETTI DIRETTORE MEDICO S.C. GASTROENTEROLOGIA E.O.

DISPEPSIA MANIFESTAZIONI CLINICHE E PERCORSO DIAGNOSTICO DOTT. PAOLO MICHETTI DIRETTORE MEDICO S.C. GASTROENTEROLOGIA E.O. MANIFESTAZIONI CLINICHE E PERCORSO DIAGNOSTICO DOTT. PAOLO MICHETTI DIRETTORE MEDICO S.C. GASTROENTEROLOGIA E.O. OSPEDALI GALLIERA DEFINIZIONE RIPIENEZZA POST-PRANDIALE PRANDIALE CORTEO SINTOMATOLOGICO

Dettagli

L INTOLLERANZA AL LATTOSIO

L INTOLLERANZA AL LATTOSIO TITOLO: L INTOLLERANZA AL LATTOSIO SOMMARIO: Lo scopo di questa dispensa è di fornire una conoscenza di base sull intolleranza al lattosio. Ben consci di non poter fornire tutte le informazioni necessarie

Dettagli

www.fisiokinesiterapia.biz

www.fisiokinesiterapia.biz NUOVE METODICHE DIAGNOSTICHE Nuove Metodiche diagnostiche Breath tests Videocapsula Endoscopia a Doppio Pallone Endoscopia Virtuale Endoscopia nuove tecniche narrow banding magnificazione e colorazione

Dettagli

13 C Lattosio breath test

13 C Lattosio breath test test per la determinazione di ipolactasia e intolleranza al lattosio L intolleranza al lattosio è una condizione patologica cronica caratterizzata da distensione e dolore addominale generalizzato, flatulenza

Dettagli

NUTRIZIONE CORRELATA ALLA FASE DELLA PATOLOGIA E AL TRATTAMENTO CHIRURGICO Valutazione dello stato nutrizionale MNA-SGA Misure antropometriche Anamnesi alimentare 1. abitudini 2. preferenze 3. cambiamenti

Dettagli

Dimensioni del problema

Dimensioni del problema SIMPOSIO La stipsi severa: attualità terapeutiche Dimensioni del problema Stefano Tardivo Dipartimento di Sanità Pubblica e Medicina di Comunità Università degli Studi di Verona FC (FUNCTIONAL CONSTIPATION)

Dettagli

INTOLLERANZA AL LATTOSIO: ESEMPIO DI BIODIVERSITA GENETICA

INTOLLERANZA AL LATTOSIO: ESEMPIO DI BIODIVERSITA GENETICA INTOLLERANZA AL LATTOSIO: ESEMPIO DI BIODIVERSITA GENETICA I.P.S.I.A. Bettino Padovano Senigallia INDIRIZZO CHIMICO BIOLOGICO 2009/10 ALUNNO:MATTEO BARBARINI CLASSE: 5 TECNICO CHIMICO-BIOLOGICO DOCENTE:PROF.SSA

Dettagli

Intolleranza al lattosio dalla diagnosi alle misure conservative

Intolleranza al lattosio dalla diagnosi alle misure conservative Lugano, 15.10.2015 Intolleranza al lattosio dalla diagnosi alle misure conservative Silvia Richina Dr. Giovanni Togni Viollier Lugano SA Agenda Caso clinico introduttivo Cosa è il lattosio? Cosa è un intolleranza?

Dettagli

Periodico trimestrale d informazione e divulgazione. Gennaio 2002 Anno 4 - Numero 1

Periodico trimestrale d informazione e divulgazione. Gennaio 2002 Anno 4 - Numero 1 1 Periodico trimestrale d informazione e divulgazione dell associazione A.M.I.C.I. Gennaio 2002 Anno 4 - Numero 1 IN QUESTO NUMERO: Una lettera del nostro Vicepresidente nazionale I medicinali generici

Dettagli

CONFRONTO SCHEDE TECNICHE INIBITORI DI POMPA

CONFRONTO SCHEDE TECNICHE INIBITORI DI POMPA CONFRONTO SCHEDE TECNICHE INIBITORI DI POMPA Documento approvato nella seduta della Commissione PTR del 18.04.07 assorbimento L assorbimento di alcuni farmaci può La ridotta acidità intragastrica Alterazioni

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Carboidrati e intestino irritabile: i FODMAP

Carboidrati e intestino irritabile: i FODMAP Carboidrati e intestino irritabile: i FODMAP Riccardo Troncone Dipartimento di Scienze Mediche Traslazionali e Laboratorio Europeo per lo Studio delle Malattie Indotte da Alimenti Università Federico II,

Dettagli

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Informazioni per i genitori A cosa serve lo screening neonatale Questa pubblicazione serve ad illustrare perché è così importante

Dettagli

GUIDA PER LE PROVE FUNZIONALI E PER LA CLASSIFICAZIONE DEL DIABETE E ALTRE FORME DI INTOLLERANZA AL GLUCOSIO

GUIDA PER LE PROVE FUNZIONALI E PER LA CLASSIFICAZIONE DEL DIABETE E ALTRE FORME DI INTOLLERANZA AL GLUCOSIO DIPARTIMENTO DI MEDICINA DI LABORATORIO GUIDA PER LE PROVE FUNZIONALI E PER LA CLASSIFICAZIONE DEL DIABETE E CODICE: IOP.CPOsan.09 REV 6 del 06/07/10 Pag. 1 di 5 1. SCOPO E APPLICABILITA Scopo di questa

Dettagli

SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE, CORSO 2009/2011. SINDROME DELL INTESTINO IRRITABILE

SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE, CORSO 2009/2011. SINDROME DELL INTESTINO IRRITABILE SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE, CORSO 2009/2011. SINDROME DELL INTESTINO IRRITABILE PRESENTAZIONE CLINICA, APPROCCIO DIAGNOSTICO E DIAGNOSI DIFFERENZIALE Elisabetta Ascari

Dettagli

IL LATTE. Lo conosciamo davvero bene? 19/06/12 1

IL LATTE. Lo conosciamo davvero bene? 19/06/12 1 IL LATTE Lo conosciamo davvero bene? 19/06/12 1 IL LATTE Il latte costituisce l alimento primordiale per tutti i mammiferi. È composto da sostanze provenienti dal sangue per filtrazione diretta e da componenti

Dettagli

Sindrome dell intestine irritabile (IBS): Ruolo del farmacista nell inquadramento del paziente ed opzioni terapeutiche di Sua competenza

Sindrome dell intestine irritabile (IBS): Ruolo del farmacista nell inquadramento del paziente ed opzioni terapeutiche di Sua competenza Pesaro, 20 Marzo 2015 Sindrome dell intestine irritabile (IBS): Ruolo del farmacista nell inquadramento del paziente ed opzioni terapeutiche di Sua competenza Dott. Andrea Lisotti UOC Gastroenterologia

Dettagli

IDROCOLONTERAPIA NELLA PREPARAZIONE ALLE COLONSCOPIE

IDROCOLONTERAPIA NELLA PREPARAZIONE ALLE COLONSCOPIE IDROCOLONTERAPIA NELLA PREPARAZIONE ALLE COLONSCOPIE Dott. E. De Masi Specialista in Chirurgia Generale Specialista in Malattie dell Apparato Digerente Primario Gastroenterologo Ospedale San Carlo IDI

Dettagli

Alcune considerazioni Sul diabete. Anna Carla Babini

Alcune considerazioni Sul diabete. Anna Carla Babini Alcune considerazioni Sul diabete Anna Carla Babini Quali argomenti Assolutamente pratici Criteri diagnostici metformina come utilizzarla insulina basale? QUALE VOI VORRETE HbA1c 6,5% il cut-point diagnostico

Dettagli

LA CELIACHIA: UN'INTOLLERANZA AL GLUTINE DIFFUSA, POCO CONOSCIUTA, FACILE DA DIAGNOSTICARE. al tuo servizio I CONSIGLI DEL FARMACISTA.

LA CELIACHIA: UN'INTOLLERANZA AL GLUTINE DIFFUSA, POCO CONOSCIUTA, FACILE DA DIAGNOSTICARE. al tuo servizio I CONSIGLI DEL FARMACISTA. In collaborazione con Claudia Koll - Presidentessa Onoraria Associazione Italiana Celiachia Associazione Italiana Celiachia Piemonte - Valle d Aosta I CONSIGLI DEL FARMACISTA. LA CELIACHIA: UN'INTOLLERANZA

Dettagli

La sindrome dell intestino irritabile post-infettiva

La sindrome dell intestino irritabile post-infettiva La sindrome dell intestino irritabile post-infettiva Dr.ssa Chiara Ricci Università di Brescia Spedali Civili, Brescia Definizione La sindrome dell intestino irritabile Disordine funzionale dell intestino

Dettagli

www.fisiokinesiterapia.biz Patologia clinica

www.fisiokinesiterapia.biz Patologia clinica www.fisiokinesiterapia.biz Patologia clinica PATOLOGIA CLINICA -PRINCIPI GENERALI DI MEDICINA DI LABORATORIO: 1-CHIMICA 2- EMATOLOGIA 3-MICROBIOLOGIA RUOLO DEI TEST DI LABOTORIO A- CORRETTA DIAGNOSI B-

Dettagli

Diabete. Malattia metabolica cronica dipendente da una insufficiente produzione di insulina. Ridotta disponibilità alterazione della normale azione

Diabete. Malattia metabolica cronica dipendente da una insufficiente produzione di insulina. Ridotta disponibilità alterazione della normale azione Diabete Malattia metabolica cronica dipendente da una insufficiente produzione di insulina Ridotta disponibilità alterazione della normale azione Epidemiologia Popolazione mondiale affetta intorno al 5%

Dettagli

La tabella nutrizionale del Pecorino Romano: approfondimenti su grasso e lattosio

La tabella nutrizionale del Pecorino Romano: approfondimenti su grasso e lattosio 9 Mostra Nazionale Ovini Razza Sarda 6 Mostra Regionale Agroalimentare Macomer, 24 26 Aprile 2015 Store.broders.com La tabella nutrizionale del : approfondimenti su grasso e lattosio M. Addis, M. Caredda,

Dettagli

L infezione è spesso asintomatica ma può essere associata con una varietà di manifestazioni intestinali.

L infezione è spesso asintomatica ma può essere associata con una varietà di manifestazioni intestinali. Giardia Lamblia Protozoo flagellato Infetta il duodeno ed il tratto superiore dell intestino tenue. L infezione è spesso asintomatica ma può essere associata con una varietà di manifestazioni intestinali.

Dettagli

Il vostro bambino e lo Screening Neonatale

Il vostro bambino e lo Screening Neonatale Il vostro bambino e lo Screening Neonatale Guida per i Genitori A cura di: Centro Fibrosi Cistica e Centro Malattie Metaboliche AOU A. Meyer, Firenze Cari genitori, la Regione Toscana, secondo un programma

Dettagli

IBD: PROBLEMATICHE NUTRIZIONALI

IBD: PROBLEMATICHE NUTRIZIONALI IBD: PROBLEMATICHE NUTRIZIONALI Dottor Silvio Caliari U.O. Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva, Ospedale Civile Maggiore, Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona Verona, 24.11.2010

Dettagli

PROCEDURA ENDOSCOPICA DI POSIZIONAMENTO DI PALLONCINO INTRAGASTRICO. Modulo informativo per il paziente

PROCEDURA ENDOSCOPICA DI POSIZIONAMENTO DI PALLONCINO INTRAGASTRICO. Modulo informativo per il paziente PROCEDURA ENDOSCOPICA DI POSIZIONAMENTO DI PALLONCINO INTRAGASTRICO Modulo informativo per il paziente Il posizionamento di palloncino intragastrico è indicato per l uso temporaneo nella terapia mirata

Dettagli

ALLERGIE O INTOLLERANZE ALIMENTARI?

ALLERGIE O INTOLLERANZE ALIMENTARI? ALLERGIE O INTOLLERANZE ALIMENTARI? ALLERGIA ALIMENTARE reazione anomala mediata dal sistema immunitario nei confronti di uno o più alimenti riconosciuti erroneamente come estranei INTOLLERANZA ALIMENTARE

Dettagli

Riccardo Troncone Dipartimento di Pediatria Università Federico II, Napoli. I carboidrati nell alimentazione del bambino

Riccardo Troncone Dipartimento di Pediatria Università Federico II, Napoli. I carboidrati nell alimentazione del bambino Riccardo Troncone Dipartimento di Pediatria Università Federico II, Napoli I carboidrati nell alimentazione del bambino I carboidrati nell alimentazione del bambino Chimica I carboidrati nella dieta Indice

Dettagli

Caso clinico 2. Pz. di 50 anni, obeso (IMC: 32Kg/mq) Familiarità per diabete mellito. Asintomatico. Glicemia plasmatica di 130 mg/dl.

Caso clinico 2. Pz. di 50 anni, obeso (IMC: 32Kg/mq) Familiarità per diabete mellito. Asintomatico. Glicemia plasmatica di 130 mg/dl. Caso clinico 1 Pz di 15 anni, di sesso femminile, lievemente sottopeso (IMC: 18Kg/mq). Manifesta nausea, vomito, dolori addominali, poliuria, polidipsia e dispnea. Nel giro di poche ore, manifesta obnubilamento

Dettagli

L alimentazione nell anziano non autosufficiente: strategie nutrizionali. Claudio Pedone Università Campus Biomedico Roma

L alimentazione nell anziano non autosufficiente: strategie nutrizionali. Claudio Pedone Università Campus Biomedico Roma L alimentazione nell anziano non autosufficiente: strategie nutrizionali Claudio Pedone Università Campus Biomedico Roma Disabilità e malnutrizione Limitazioni funzionali frequenti nell anziano sono associate

Dettagli

1.1 Intolleranza al lattosio & allergia alle proteine del latte vaccino

1.1 Intolleranza al lattosio & allergia alle proteine del latte vaccino sufficiente a fornire una certa protezione. Il gruppo di esperti scientifici dell L'EFSA 19 fa notare che la prevalenza delle allergie alimentari è difficile da stabilire, a causa della scarsità di studi

Dettagli

LA FENIL CHETO NURIA O PKU. Malattie Rare. Informazioni per le scuole

LA FENIL CHETO NURIA O PKU. Malattie Rare. Informazioni per le scuole LA FENIL CHETO NURIA O PKU Malattie Rare Informazioni per le scuole LA FENILCHETONURIA LA FENILCHETONURIA O PKU E LA PIU FREQUENTE MALATTIA CONGENITA DEL METABOLISMO DELLE PROTEINE GLI ERRORI CONGENITI

Dettagli

PARLIAMO DI DIABETE 4

PARLIAMO DI DIABETE 4 ASSOCIAZIONE DIABETICI TORINO 2000 Via San Domenico, 18 Torino Tel. 011.436.2269 Presidente Sig.ra M. Bono e-mail assdiato2000@email.it Alberto BRUNO U.O.A. DIABETOLOGIA ASO San Giovanni Battista Torino

Dettagli

IL DOLORE ADDOMINALE VISTO DAL PEDIATRA. Dott. Renata Auricchio Dipartimento di Pediatria Università Federico II Napoli

IL DOLORE ADDOMINALE VISTO DAL PEDIATRA. Dott. Renata Auricchio Dipartimento di Pediatria Università Federico II Napoli IL DOLORE ADDOMINALE VISTO DAL PEDIATRA Dott. Renata Auricchio Dipartimento di Pediatria Università Federico II Napoli Agadir, 18 25 luglio 2008 Aniello (8 anni) Dall età di 6 anni Aniello riferisce ripetuti

Dettagli

Polipi precancerosi. Circa il 50% delle persone dai 60 anni in su avrà nel corso della vita almeno 1 polipo precanceroso di 1 cm o più di diametro.

Polipi precancerosi. Circa il 50% delle persone dai 60 anni in su avrà nel corso della vita almeno 1 polipo precanceroso di 1 cm o più di diametro. Polipi precancerosi I polipi sono piccole escrescenze dovute ad una proliferazione eccessiva delle cellule sane della mucosa intestinale che può causare lo sviluppo di polipi cosiddetti adenomatosi (anche

Dettagli

Ossi duri... si diventa. Campagna di Prevenzione contro l Osteoporosi

Ossi duri... si diventa. Campagna di Prevenzione contro l Osteoporosi Ossi duri... si diventa Campagna di Prevenzione contro l Osteoporosi CHE COS E L OSTEOPOROSI? L osteoporosi è una malattia dell apparato scheletrico che comporta una bassa densità minerale, un deterioramento

Dettagli

GastroPanel. Test clinico per la diagnosi di disturbi dello stomacoa partire da un campione di sangue

GastroPanel. Test clinico per la diagnosi di disturbi dello stomacoa partire da un campione di sangue GastroPanel Test clinico per la diagnosi di disturbi dello stomacoa partire da un campione di sangue Un test affidabile e di facile esecuzione che fornisce una serie di importanti indicazioni Segnala la

Dettagli

La Celiachia AIC - GUIDA ALL ALIMENTAZIONE DEL CELIACO EDIZIONE 2014 APPROFONDIMENTO

La Celiachia AIC - GUIDA ALL ALIMENTAZIONE DEL CELIACO EDIZIONE 2014 APPROFONDIMENTO La Celiachia AIC - GUIDA ALL ALIMENTAZIONE DEL CELIACO EDIZIONE 2014 La celiachia è un intolleranza permanente al glutine presente negli alimenti. Il glutine è un complesso proteico presente in alcuni

Dettagli

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE CARIE DENTALE MIOPIA SCOLIOSI OBESITA CARIE DENTALE La carie dentale nasce come processo erosivo e si evolve come processo destruente del dente che perde così

Dettagli

PIERCLAUDIO BRASESCO. Medico di Medicina Generale Genova

PIERCLAUDIO BRASESCO. Medico di Medicina Generale Genova PIERCLAUDIO BRASESCO Medico di Medicina Generale Genova L INFEZIONE DA HELICOBACTER PYLORI Quando e perché iniziare un trattamento eradicante? Raccomandazioni Terapeutiche (di grado A o B con livello di

Dettagli

INTOLLERANZE ALIMENTARI

INTOLLERANZE ALIMENTARI Dott. Lorenzo Grandini Naturopata iridologo Biologo nutrizionista INTOLLERANZE ALIMENTARI VERO O FALSO? LA STORIA Hare (1905) pubblica The food factor in Disease Shannon (1922) e Duke (1925) pubblicano

Dettagli

COMPLIANCE ALLA DIETA SENZA GLUTINE: QUALI EVIDENZE DAGLI STUDI FINORA CONDOTTI?

COMPLIANCE ALLA DIETA SENZA GLUTINE: QUALI EVIDENZE DAGLI STUDI FINORA CONDOTTI? COMPLIANCE ALLA DIETA SENZA GLUTINE: QUALI EVIDENZE DAGLI STUDI FINORA CONDOTTI? Firenze, 31 marzo 2012 Francesco Valitutti UOC Gastroenterologia ed Epatologia Pediatrica Dipartimento di Pediatria e Neuropsichiatria

Dettagli

Hotel Covo dei Saraceni Via Conversano 1/A - Polignano a Mare (BA)

Hotel Covo dei Saraceni Via Conversano 1/A - Polignano a Mare (BA) Corso di aggiornamento Rif. 10-1922 Ed.1 Provider n. 10 IL LABORATORIO NELLE MALATTIE INFIAMMATORIE INTESTINALI Resp. Scientifico Prof. Dott. Antonio Moschetta Crediti formativi 13 Partecipanti 50 Martedì

Dettagli

PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO

PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO Foglio illustrativo PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO Questo è un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che può essere usato per curare disturbi lievi

Dettagli

controllo metabolico ottimale

controllo metabolico ottimale IL DIABETE MELLITO Il diabete è una malattia cronica caratterizzata da iperglicemia E dovuto ad una carenza assoluta di insulina dovuta alla distruzione autoimmune delle cellule beta pancreatiche Il diabete

Dettagli

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 I Ricercatori del Centro di Genomica e Bioinformatica Traslazionale stanno lavorando a linee di ricerca legate a 1. Sclerosi Multipla 2. Tumore della Prostata

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Ampicillina e Sulbactam IBI 500 mg + 250 mg / 1,6 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile Ampicillina/Sulbactam Leggere attentamente il foglio

Dettagli

Dieta nel bambino con enterocolite allergica e carenze nutrizionali

Dieta nel bambino con enterocolite allergica e carenze nutrizionali Dieta nel bambino con enterocolite allergica e carenze nutrizionali Commissione Allergie Alimentari della SIAIP Dott. Alberto Martelli (Responsabile Scientifico) Dott.ssa Loredana Chini Dott.ssa Iride

Dettagli

DYSBIO CHECK (Valutazione della disbiosi intestinale)

DYSBIO CHECK (Valutazione della disbiosi intestinale) ALLEGATO: Note informative a corredo del risultato analitico utili al paziente ed al suo medico al quale comunque si rimanda per una corretta interpretazione dei dati. Cod. ID: 123456 CCV: 000 Data: 01/01/2014

Dettagli

Franco Patrone DIMI, Università di Genova

Franco Patrone DIMI, Università di Genova PRINCIPI DI ONCOLOGIA GERIATRICA Franco Patrone DIMI, Università di Genova Genova, 16 Ottobre 2010 I Tumori nell Anziano: Dimensioni del Problema Più del 50 % dei tumori si manifestano tra i 65 e i 95

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive Sapienza Università di Roma

Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive Sapienza Università di Roma Concetti di salute e malattia. La storia naturale delle malattie. Valutazione dell efficacia dei tests diagnostici: sensibilità, specificità e valori predittivi. Gli screening. Paolo Villari paolo.villari@uniroma1.it

Dettagli

CLASSIFICAZIONE del DIABETE

CLASSIFICAZIONE del DIABETE Il DIABETE Malattia cronica Elevati livelli di glucosio nel sangue(iperglicemia) Alterata quantità o funzione dell insulina, che si accumula nel circolo sanguigno TASSI di GLICEMIA Fino a 110 mg/dl normalità

Dettagli

Valutazione dell IG di Frollini tradizionali e preparati con farina con l aggiunta del % di Freno SIGI.

Valutazione dell IG di Frollini tradizionali e preparati con farina con l aggiunta del % di Freno SIGI. Valutazione dell IG di Frollini tradizionali e preparati con farina con l aggiunta del % di Freno SIGI. Premessa L'indice glicemico (IG) di un alimento, definito come l'area sotto la curva (AUC) della

Dettagli

neoplasia dello stomaco www.slidetube.it

neoplasia dello stomaco www.slidetube.it neoplasia dello stomaco www.slidetube.it TUMORE DELLO STOMACO CARDIAS: disfagia CORPO: no sintomi ANTRO: gonfiore postprandiale, vomito Sede più frequente: ANGULUS ANTRO fumo alimentazione ULCERA GASTRICA:

Dettagli

SERVIZIO DI ENDOSCOPIA DIGESTIVA Padiglione Regina Elena Piano 3 - Via M. Fanti n 6 E-mail gastro@policlinico.mi.it

SERVIZIO DI ENDOSCOPIA DIGESTIVA Padiglione Regina Elena Piano 3 - Via M. Fanti n 6 E-mail gastro@policlinico.mi.it SC U.O. GASTROENTEROLOGIA ED ENDOSCOPIA SERVIZIO DI ENDOSCOPIA DIGESTIVA Padiglione Regina Elena Piano 3 - Via M. Fanti n 6 E-mail gastro@policlinico.mi.it M.04.F.CONS. REV. 2 DEL 26/03/2014 PAGINA 1 DI

Dettagli

NEFROLITIASI ACUTA. Più raro dolore addominale prevalemtemete anteriore

NEFROLITIASI ACUTA. Più raro dolore addominale prevalemtemete anteriore NEFROLITIASI ACUTA Dolore costante e non colico, localizzato al fianco eo irradiato all inguine. Micro-macroematuria. Sovente nausea e vomito. Più raro dolore addominale prevalemtemete anteriore NEFROLITIASI

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE ACICLOVIR ABC 800 mg COMPRESSE ACICLOVIR ABC 400 mg/5 ml SOSPENSIONE ORALE 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Aciclovir

Dettagli

APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE AL CANCRO DEL COLON-RETTO IN STADIO INIZIALE PUNTI FERMI E CONTROVERSIE

APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE AL CANCRO DEL COLON-RETTO IN STADIO INIZIALE PUNTI FERMI E CONTROVERSIE APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE AL CANCRO DEL COLON-RETTO IN STADIO INIZIALE PUNTI FERMI E CONTROVERSIE IL RUOLO DIAGNOSTICO DEL GASTROENTEROLOGO GIORGIO BENEDETTI SSD di GASTROENTEROLOGIA ed ENDOSCOPIA DIGESTIVA

Dettagli

Progressi nelle tecniche ecografiche per la valtazione della pervietà tubarica

Progressi nelle tecniche ecografiche per la valtazione della pervietà tubarica Progressi nelle tecniche ecografiche per la valtazione della pervietà tubarica Dott. Walter CIAMPAGLIA Dott.ssa Patrizia POCOGNOLI Reproductive Medicine Unit GynePro Medical Centers Bologna, Italy Cause

Dettagli

Malattie da Pneumococco

Malattie da Pneumococco 1 Malattie da Pneumococco La Circolare Ministeriale relativa alla vaccinazione Antipneumococcica si riporta come aggiornamento ritenendo corretto spendere qualche parola in più vista la novità legislativa

Dettagli

MALATTIA DIVERTICOLARE DEL COLON COSTELLAZIONI DI SINTOMI CHE VANNO DALLA SEMPLICE IRREGOLARITA DELL ALVO SEVERO SANGUINAMENTO SEVERA INFIAMMAZIONE ADDOMINALE LOCALIZZAZIONE Sulla parete del colon dove

Dettagli

I test di laboratorio per la valutazione dello stress ossidativo (d-roms test) e delle difese antiossidanti (BAP test)

I test di laboratorio per la valutazione dello stress ossidativo (d-roms test) e delle difese antiossidanti (BAP test) I test di laboratorio per la valutazione dello stress ossidativo (d-roms test) e delle difese antiossidanti (BAP test) E ampiamente riconosciuto dalla comunità scientifica che lo stress ossidativo gioca

Dettagli

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche Negli ultimi decenni la frequenza delle malattie allergiche in Italia e nel mondo ha subìto un continuo aumento, dando luogo a quella che

Dettagli

INDAGINE CONOSCITIVA SULLE MALATTIE RARE

INDAGINE CONOSCITIVA SULLE MALATTIE RARE INDAGINE CONOSCITIVA SULLE MALATTIE RARE Audizione XII Commissione (Affari Sociali) - Montecitorio 15 Aprile 2015-04-12 Dott.ssa Vincenzina Lucidi- Responsabile Unità Operativa Complessa di Fibrosi Cistica

Dettagli

REFLUSSO GASTROESOFAGEO. Paolo Franceschi franceschipao@libero.it Tel.0198404231 Savona 19 Dicembre 2005

REFLUSSO GASTROESOFAGEO. Paolo Franceschi franceschipao@libero.it Tel.0198404231 Savona 19 Dicembre 2005 REFLUSSO GASTROESOFAGEO Paolo Franceschi franceschipao@libero.it Tel.0198404231 Savona 19 Dicembre 2005 MRGE: sintomi extraesofagei MRGE: molto diffusa e frequente nella pratica clinica. Manifestazioni

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. MAALOX PLUS 200 mg + 200 mg + 25 mg compresse masticabili

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente. MAALOX PLUS 200 mg + 200 mg + 25 mg compresse masticabili Foglio illustrativo: informazioni per il paziente MAALOX PLUS 200 mg + 200 mg + 25 mg compresse masticabili Magnesio idrossido + Alluminio ossido, idrato + Dimeticone Legga attentamente questo foglio prima

Dettagli

Imagine of the colon f r. izzello rizzello

Imagine of the colon f r. izzello rizzello Imagine of the colon f. rizzello 1 passo: quadro clinico Sintomi funzionali Stipsi Sintomi regionali dolore da rallentato transito organica da defecazione ostruita Diarrea acuta (< 2-3 sett) cronica (>

Dettagli

L ALIMENTAZIONE NEI BAMBINI. Gestazione Allattamento Accrescimento

L ALIMENTAZIONE NEI BAMBINI. Gestazione Allattamento Accrescimento L ALIMENTAZIONE NEI BAMBINI Gestazione Allattamento Accrescimento LARN 1996 GESTAZIONE Il fabbisogno aggiuntivo è in funzione del IMC pre-gravidanza gravidanza. Per un corretto esito della gravidanza,

Dettagli

IDROSSIZINA. Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M. Molteni, M. Pozzi, S. Radice

IDROSSIZINA. Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M. Molteni, M. Pozzi, S. Radice a cura di: IRCCS E. MEDEA LA NOSTRA FAMIGLIA (Direttore sanitario Dott. M. Molteni) UO FARMACOLOGIA CLINICA AO L. SACCO (Direttore Prof. E. Clementi) Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M.

Dettagli

Appropriatezza nella EGDS Marco Orsello UOA Gastroenterologia AOU Novara Appropriatezza Misura di quanto una scelta o intervento diagnostico o terapeutico siano adeguati rispetto alle esigenze del paziente

Dettagli

La celiachia: impariamo a conoscerla

La celiachia: impariamo a conoscerla La celiachia: impariamo a conoscerla Piano regionale della Prevenzione 2010-2012 Questo materiale è stato realizzato nell ambito del Piano Regionale della Prevenzione nel Lazio 2010-2012 Implementare la

Dettagli

SCIENZE INFERMIERISTICHE CLINICHE 3 (AREA MEDICO-INTERNISTICA) corso integrato di Semeiotica e Farmacologia

SCIENZE INFERMIERISTICHE CLINICHE 3 (AREA MEDICO-INTERNISTICA) corso integrato di Semeiotica e Farmacologia SCIENZE INFERMIERISTICHE CLINICHE 3 (AREA MEDICO-INTERNISTICA) corso integrato di Semeiotica e Farmacologia Codice Disciplina : M0537 Codice Corso integrato : M0525 Docente: Bergui Annamaria (sede di Alba)

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2712 del 29 dicembre 2014

ALLEGATOA alla Dgr n. 2712 del 29 dicembre 2014 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2712 del 29 dicembre 2014 DOCUMENTO DI INQUADRAMENTO PER LA DIAGNOSI ED IL MONITORAGGIO DELLA CELIACHIA Quesito 1 Qual è il protocollo diagnostico

Dettagli

Applicazione del Nutrition Care Process and Model nella pratica professionale: caso clinico Dr.ssa Susanna Agostini dietista Referente Aziendale Servizio di Dietetica AAS 2 Bassa Friulana Isontina -FVG

Dettagli

www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME

www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME Cos è? L artrite Lyme è causata dal batterio Borrelia burgdorferi (borreliosi di Lyme) e si trasmette con il morso di zecche quali l ixodes ricinus.

Dettagli

ESERCITAZIONE. CdL Fisioterapia e Podologia. 25 novembre 2015

ESERCITAZIONE. CdL Fisioterapia e Podologia. 25 novembre 2015 ESERCITAZIONE CdL Fisioterapia e Podologia 25 novembre 2015 Epidemiologia Domanda 1 Le neoplasie gastriche sono: a. diminuite in tutta Europa b. diminuite fino agli anni 80, poi stabili c. aumentate in

Dettagli

Celiachia e intolleranza al lattosio Linee guida dietetiche

Celiachia e intolleranza al lattosio Linee guida dietetiche Celiachia e intolleranza al lattosio Linee guida dietetiche Cos è la celiachia? Reazioni avverse al grano: un arcipelago Allergia Gluten sensitivity Celiachia: intolleranza genetica al glutine (malattia

Dettagli

Il lattosio è un disaccaride composto

Il lattosio è un disaccaride composto APPROFONDIMENTO SCIENTIFICO Michele Di Stefano Clinica Medica 1, Fondazione IRCCS Policlinico S.Matteo, Pavia Il malassorbimento e l intolleranza al lattosio fisiopatologia, diagnosi e approccio terapeutico

Dettagli

Conoscere per Vincere Il Rotary per la prevenzione Sanitaria. Giuseppe Failla R.C.Ct & Giovanni Urso R.C. Ct Nord

Conoscere per Vincere Il Rotary per la prevenzione Sanitaria. Giuseppe Failla R.C.Ct & Giovanni Urso R.C. Ct Nord Conoscere per Vincere Il Rotary per la prevenzione Sanitaria Giuseppe Failla R.C.Ct & Giovanni Urso R.C. Ct Nord Qualche numero Sul territorio nazionale: Incidenza CRC: 52.000 nuovi casi diagnosticati

Dettagli

CORSO ECM FISIOLOGIA DELLA NUTRIZIONE E PATOLOGIE INFETTIVE GASTROINTESTINALI

CORSO ECM FISIOLOGIA DELLA NUTRIZIONE E PATOLOGIE INFETTIVE GASTROINTESTINALI CORSO ECM FISIOLOGIA DELLA NUTRIZIONE E PATOLOGIE INFETTIVE GASTROINTESTINALI Razionale Occuparsi di nutrizione ai nostri giorni è il contributo maggiore che si può offrire alla comunità, perché è il metodo

Dettagli

Il pediatra e il nutrizionista

Il pediatra e il nutrizionista Milano, 17 Ottobre 2015 Il pediatra e il nutrizionista Dott. ssa Sophie Guez UOSD Pediatria ad Alta Intensità di Cura Fondazione IRCCS Ca Granda Ospedale Maggiore Policlinico Milano Bisogni energetici

Dettagli

DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (BED) Chi colpisce, che cos'è CHI COLPISCE

DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (BED) Chi colpisce, che cos'è CHI COLPISCE DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (BED) Chi colpisce, che cos'è CHI COLPISCE Significativi problemi di abbuffate, cioè assunzione di un elevata quantità di cibo associata a un senso di perdita di

Dettagli

Le allergie e le intolleranze alimentari. 1. Introduzione

Le allergie e le intolleranze alimentari. 1. Introduzione Le allergie e le intolleranze alimentari 1. Introduzione La maggior parte delle persone può mangiare una grande varietà di cibi senza alcun problema. Per una piccola percentuale di individui, tuttavia,

Dettagli

MALATTIA DI PARKINSON : LA CORRETTA ALIMENTAZIONE

MALATTIA DI PARKINSON : LA CORRETTA ALIMENTAZIONE U.O.S.D. TERAPIA NUTRIZIONALE Centro di Riferimento Regionale per la Nutrizione Artificiale Domiciliare INRCA IRCCS Ancona Responsabile Dott. Paolo Orlandoni MALATTIA DI PARKINSON : LA CORRETTA ALIMENTAZIONE

Dettagli

ASSISTENZA PERINATALE

ASSISTENZA PERINATALE ASSISTENZA PERINATALE ALESSANDRO VOLTA Responsabile Assistenza Neonatale Ospedale di Montecchio Emilia (RE) ottenere la stessa mortalità e morbosità perinatale dei nati da madre senza diabete Inizio 900

Dettagli