GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 75 ALLEGATO 2 ACQUA PER PREPARAZIONI INIETTABILI PER IRRIGAZIONI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "29-3-2013. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 75 ALLEGATO 2 ACQUA PER PREPARAZIONI INIETTABILI PER IRRIGAZIONI"

Transcript

1 ALLEGATO 2 ACQUAPERPREPARAZIONIINIETTABILI PERIRRIGAZIONI RIASSUNTODELLECARATTERISTICHEDELPRODOTTO 1. DENOMINAZIONEDELMEDICINALE Acquaperpreparazioniiniettabili<nomeditta>perirrigazioni 2. COMPOSIZIONEQUALITATIVAEQUANTITATIVA Acquasterileedapirogenaperpreparazioniiniettabili. Esaminataincondizioniottimalidivisibilità,èlimpida,incoloreedesentedaparticelleinsospensione. Nondevecontenereagentiantimicrobicioaltriadditivi. 3. FORMAFARMACEUTICA Acquaperpreparazioniiniettabiliperirrigazioni. 4. INFORMAZIONICLINICHE 4.1 Indicazioniterapeutiche Irrigazionediorganicaviodicavitàcelomatiche. 4.2 Posologiaemododisomministrazione Ilvolumeutilizzatopotràvariareasecondadeltipodiinterventoedellasuadurata. 4.3 Controindicazioni Nonpertinente. 4.4 Avvertenzespecialieprecauzionidiimpiego Usaresubitodopol aperturadelcontenitore.lasoluzionedeveesserelimpida,incoloreeprivadiparticellevisibili. L eventualeresiduononpuòessereutilizzato. Lasomministrazionecontinuapuòcausaresovraccaricoidrico,statocongestizioeriduzionediconcentrazionedegli elettroliti. 4.5 Interazioniconaltrimedicinaliedaltreformediinterazione Nonpertinente. 4.6 Gravidanzaeallattamento Nonpertinente. 4.7 Effettisullacapacitàdiguidareveicoliesull usodimacchinari Nonpertinente. 4.8 Effettiindesiderati Nonpertinente. 4.9 Sovradosaggio Nonpertinente. 5. PROPRIETÀFARMACOLOGICHE 5.1 Proprietàfarmacodinamiche Categoriafarmacoterapeutica:solventiediluenti,compreselesoluzionidetergenti,codiceATC:V07AB L acquaperpreparazioniiniettabilièacquadistillatasterile,esentedapirogeni.siottieneperdistillazionediacqua potabile,purificataodistillatainundistillatoredivetroneutro,quarzoometallodotatodiundispositivocheevitilo sgocciolamento;laprimaporzionedeldistillatovienescartata,mentreilrimanentevieneraccoltoincontenitoriidonei chiusiesuccessivamentesterilizzatialcaloreperevitarequalsiasicontaminazione. 5.2 Proprietàfarmacocinetiche Nonpertinente. 5.3 Datipreclinicidisicurezza Nonpertinente. 67

2 6. INFORMAZIONIFARMACEUTICHE 6.1 Elencodeglieccipienti L acquaperpreparazioniiniettabiliperirrigazioninondevecontenereagentiantimicrobicioaltriadditivi. 6.2 Incompatibilità Nonpertinente. 6.3 Periododivalidità <dacompletareacuradeltitolarediaic> 6.4 Precauzioniparticolariperlaconservazione Nessunaparticolareprecauzione 6.5 Naturaecontenutodelcontenitore <dacompletareacuradeltitolarediaic> 6.6 Precauzioniparticolariperlosmaltimentoelamanipolazione Ilmedicinalenonutilizzatoedirifiutiderivatidatalemedicinaledevonoesseresmaltitiinconformitàallanormativa localevigente. 7. TITOLAREDELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolarediaic> 8. NUMERO(I)DELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolarediaic> 9. DATADELLAPRIMAAUTORIZZAZIONE/RINNOVODELL AUTORIZZAZIONE <dacompletareacuradeltitolarediaic> 10. DATADIREVISIONEDELTESTO DatadeterminazioneAIFA FOGLIOILLUSTRATIVO Acquaperpreparazioniiniettabili<nomeditta>perirrigazioni CATEGORIAFARMACOTERAPEUTICA Solventiediluenti,compreselesoluzionidetergenti INDICAZIONITERAPEUTICHE Irrigazionediorganicaviodicavitàcelomatiche. CONTROINDICAZIONI Nonpertinente. PRECAUZIONIPERL USO Lasomministrazionecontinuapuòcausaresovraccaricoidrico,statocongestizioeriduzionediconcentrazionedegli elettroliti. INTERAZIONI Nonpertinente. AVVERTENZESPECIALI Usaresubitodopol aperturadelcontenitore.lasoluzionedeveesserelimpida,incoloreeprivadiparticellevisibili. L eventualeresiduononpuòessereutilizzato. 68

3 Gravidanzaeallattamento Nonpertinente. Effettisullacapacitàdiguidareveicoliesull usodimacchinari Nonpertinente. DOSE,MODOETEMPODISOMMINISTRAZIONE Ilvolumeutilizzatopotràvariareasecondadeltipodiinterventoedellasuadurata. SOVRADOSAGGIO Nonpertinente. EFFETTIINDESIDERATI Nonpertinente. SCADENZAECONSERVAZIONE Scadenza:vedereladatadiscadenzariportatasullaconfezione. Ladatadiscadenzasiriferiscealprodottoinconfezionamentointegro,correttamenteconservato. Attenzione:nonutilizzareilmedicinaledopoladatadiscadenzariportatasullaconfezione. Imedicinalinondevonoesseregettatinell acquadiscaricoeneirifiutidomestici.chiederealfarmacistacome eliminareimedicinalichenonsiutilizzanopiù.questoaiuteràaproteggerel ambiente. Tenereilmedicinalefuoridallaportataedallavistadeibambini. COMPOSIZIONE Acquasterileedapirogenaperpreparazioniiniettabili. Esaminataincondizioniottimalidivisibilità,èlimpida,incoloreedesentedaparticelleinsospensione. Nondevecontenereagentiantimicrobicioaltriadditivi. FORMAFARMACEUTICAECONTENUTO Acquaperpreparazioniiniettabiliperirrigazioni. <dacompletareacuradeltitolarediaic> TITOLAREDELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolarediaic> PRODUTTORE <dacompletareacuradeltitolarediaic> Revisionedelfoglioillustrativodapartedell AgenziaItalianadelFarmaco DeterminazioneAIFAdel SOLUZIONEPEREMODIALISICONCENTRATAACIDA RIASSUNTODELLECARATTERISTICHEDELPRODOTTO 1.DENOMINAZIONEDELMEDICINALE Soluzioneperemodialisiconcentrataacida<nomeditta> 2.COMPOSIZIONEQUALITATIVAEQUANTITATIVA: <Nellatabelleseguentesonoindicatigliintervallidiconcentrazionedeicomponentichepossonoesserepresenti nellasoluzionedopoladiluizioneeprimadellaeventualeneutralizzazioneconsodiobicarbonato.ognititolare riporteràlaconcentrazionedellaconfezionedicuitrattasi> 69

4 1000mldisoluzionediluita(primadellaneutralizzazioneconsodiobicarbonato)contengono: Sodio 80110mMol/l 80110mEq/l Potassio 03,0mMol/l 03,0mEq/l Calcio 02,0mMol/l 04,0mEq/l Magnesio 01,2mMol/l 02,4mEq/l Acidoacetico 2,510mMol/l 2,510mEq/l Cloruro 90120mMol/l 90120mEq/l Glucosio 012,0mMol/l <inalternativaall inserimentodellacomposizionedellaconfezionedicuitrattasi,iltitolarepuòinserirelaseguente frase:perlacomposizionedellaconfezionevederel etichettadellasacca> Perl elencocompletodeglieccipienti,vedereparagrafo6.1. <Quandolaformulazionefinalecomprendebicarbonato>Lasoluzionebasicadisodiobicarbonatodeveessere contenutainuncontenitoreseparatoemiscelataallasoluzionedielettrolitiimmediatamenteprimadell usofinoad unaconcentrazionefinaledibicarbonatononsuperiorea45mmol/l. 3.FORMAFARMACEUTICA Soluzioneconcentrataperemodialisisterile<apirogena><esentedaendotossinebatteriche>. 4.INFORMAZIONICLINICHE 4.1Indicazioniterapeutiche Trattamentodipazienticoninsufficienzarenaleacuta. Sovraccaricoidrico,turbedelbilancioelettrolitico. Trattamentodelleintossicazionidasostanzedializzabili. 4.2Posologiaemododisomministrazione Laposologiaelemodalitàdisomministrazionevengonostabilitedivoltainvoltadalmedicoinbaseallesingole necessità. Lasceltadellaconcentrazionedipotassioediglucosionellasoluzionedipendonodallapotassiemiaedallaglicemiadel paziente. <questa frase va adattata alla effettiva composizione della sacca se presenti uno o entrambi dei componenticitati,oeliminatasenessunodeiduesiapresente> Lesoluzionifinaliperemodialisisipreparanodiluendoconacquadiqualitàappropriata(acquaperdiluizionedelle soluzioniconcentrateperemodialisi)edeventualmenteneutralizzandolasoluzioneconcentrataacidaconsoluzione basicadisodiobicarbonato. Quandolaformulazionefinalecomprendebicarbonato,lasoluzionedisodiobicarbonatodeveesserecontenutainun contenitoreocompartimentoseparatoemiscelataallasoluzionedielettrolitialmomentodell uso. Nelcorsoditalioperazionidevonoesserepresetutteleprecauzioniperevitareognicontaminazionemicrobica. Primadell usooccorreriscaldarelasoluzioneallatemperaturacorporea(vedereparagrafo4.4). Agitarebeneilmedicinaleprimadell uso. 4.3Controindicazioni Ipersensibilitàaiprincipiattivioadunoqualsiasideglieccipienti. Nonesistonocontroindicazioniassoluteall emodialisi. Insufficienza respiratoria grave, gravi disordini nel metabolismo lipidico e malnutrizione costituiscono controindicazionirelative. 4.4Specialiavvertenzeeprecauzioniperl uso Lasoluzionenondeveessereutilizzataperinfusioneendovenosa. Ilbilancioidroelettroliticodelpazientedeveessereattentamentemonitorato. Iperidratazioneedisidratazionepossonodeterminaregraviconseguenzecomeladeplezionedeifluidicorporei,lo scompensocardiacocongestiziooloshock. Potrebbeesserenecessarioreintegrareeventualiperditediproteine,aminoacidievitamineidrosolubili. Deveesserepostacautelanell utilizzoincircostanzeassociateadunelevatorischioemorragico(es.traumacranico, recenteinterventochirurgicoetc.). 70

5 Perridurreidisagidellasomministrazione,primadell usolasoluzionepuòessereriscaldataallatemperaturadi37 C nellasaccadiprotezionesigillata.ilriscaldamentodeveessereeffettuatoconcaloresecco;l idealesarebbeutilizzare unapiastrariscaldanteappositamenterealizzata. Perevitarelacontaminazionedeiconnettorilasaccanondeveesserescaldatamedianteimmersioneinacqua. <Nelcasosiusiunasoluzionecontenentesodiobicarbonato>Lasoluzionefinaledeveessereottenutamediante miscelazionedellasoluzionecontenentesodiobicarbonatoconquellacontenenteglialtricomponenti(soluzione acida).lamiscelazionedeveavvenireimmediatamenteprimadell uso. Controllarel esattadiluizioneprimadell uso.misurareesattamenteilvolumedaprelevare. Usaresubitodopol aperturadelcontenitore.lasoluzionedeveesserelimpida,incoloreodicoloreleggermentegiallo paglierinoeprivadiparticellevisibili.serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventualeresiduononpuòessere utilizzato. <Istruzioniperladiluizioneeperlaeventualemiscelazioneconsoluzionibasiche> <dacompletareacuradeltitolareaic> Dopol eventualemiscelazioneconsodiobicarbonatoeladiluizionecontrollarecheilcontenutosiachiaroeprivodi precipitati. 4.5Interazioniconaltrimedicinaliealtreformediinterazione Laconcentrazioneematicadifarmacidializzabilipuòessereridottaduranteladialisi.Senecessariopotrannoessere opportunamentevariatiidosaggifarmacologici. I livelli plasmatici di potassio in pazienti in terapia digitalica dovranno essere frequentemente valutati onde scongiurareilrischiodiarrestocardiaco. L aggiunta di farmaci alla soluzione potrà essere effettuata soltanto su indicazione del medico ed andrà accuratamentevalutata. 4.6Gravidanzaeallattamento NonsonodisponibilidaticlinicirelativialtrattamentoconSoluzioneperemodialisiconcentrataacida<nomeditta>in gravidanzaeallattamento,cosìcomenonsonodisponibilistudisuglianimali.inquesticasideveesserevalutatoil rapportorischio/beneficiodalmedicoinbaseallecondizionidellesingolepazienti. 4.7Effettisullacapacitàdiguidareediusaremacchinari Ipazientisottopostiaemodialisipotrebberomanifestareeffettiindesideratichepossonocomprometterelacapacità diguidareousaremacchinari. 4.8Effettiindesiderati Diseguitosonoriportatiglieffettiindesideratipiùcomunidiunaemodialisi,specialmentequandotroppofluidoviene rimosso dal corpo, organizzati secondo la classificazione sistemica organica MedDRA. Non sono disponibili dati sufficientiperstabilirelafrequenzadeisingolieffettielencati. Disturbidelsistemaimmunitario Reazionidiipersensibilità,prurito Patologiegastrointestinali Nausea,vomito,crampiaddominali. Patologievascolari Ipotensione,emboliagassosa,emorragia(gastrointestinale,intracranica,retroperitoneale,intraoculare). Patologiedelsistemanervoso Crampimuscolari,convulsioni. Disturbipsichiatrici Insonnia,Demenza Patologiecardiache Aritmie. 71

6 Disordinidell equilibrioidricoedelettrolitico Ipoeipernatremia,ipoeiperkaliemia,ipercalcemia,ipermagnesiemia. Patologiesistemicheecondizionirelativeallasededisomministrazione Rispostefebbrili,stenosi,trombosioinfezionenelsitodiinfusione,formazionidiascessi. 4.9Sovradosaggio Nonpertinente. Leeventualiconseguenzediunsovradosaggioincludonoipervolemia,ipovolemia,disturbielettroliticio(inpazienti diabetici)iperglicemia. 5.PROPRIETA FARMACOLOGICHE 5.1 Proprietàfarmacodinamiche Categoriafarmacoterapeutica:emodialitici,concentrati,CodiceATC:B05ZA. Le soluzioni per emodialisi sono preparazioni contenenti elettroliti in concentrazione simile a quella della composizionedelplasma. 5.2Proprietàfarmacocinetiche Nonpertinente. 5.3Datipreclinicidisicurezza Idatipreclinicihannoscarsarilevanzaclinicaallalucedellavastaesperienzaacquisitaconl'usodelfarmaconell'uomo. 6.INFORMAZIONIFARMACEUTICHE 6.1Eccipienti <dacompletareacuradeltitolareaic> 6.2Incompatibilità <dacompletareacuradeltitolareaic> Inassenzadistudidicompatibilità,ilmedicinalenondeveesseremiscelatoconaltriprodotti. 6.3Validità <dacompletareacuradeltitolareaic> Usarelasoluzionesubitodopol aperturadelcontenitore;serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventuale residuononpuòessereutilizzato. 6.4Specialiprecauzioniperlaconservazione <dacompletareacuradeltitolareaic> Conservarenellaconfezioneoriginaleenelcontenitoreermeticamentechiusoadunatemperaturacheimpediscala formazionedicristalli(comunquenoninferiorea4 C)ealriparodallalucesolarediretta.Noncongelare. 6.5Naturaecapacitàdelcontenitore <dacompletareacuradeltitolareaic> 6.6Istruzioniperl uso <dacompletareacuradeltitolareaic> Nonusareilmedicinaleselaconfezionenonèintegraoselasoluzionenonsipresentalimpida,incoloreodicolore leggermentegiallopaglierinoosecontieneparticelle. Adottaretutteleusualiprecauzionialfinedimantenerelasterilitàprimaedurantel utilizzo. Ilmedicinalenonutilizzatoeirifiutiderivatidatalemedicinaledevonoesseresmaltitiinconformitàallanormativa localevigente. 7. TITOLAREDELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolareaic> 8. NUMERODELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolareaic> 72

7 9. DATADIPRIMAAUTORIZZAZIONE/RINNOVODELL AUTORIZZAZIONE <dacompletareacuradeltitolareaic> 10. DATADIREVISIONEDELTESTO datadeterminazioneaifa FOGLIOILLUSTRATIVO Soluzioneperemodialisiconcentrataacida<nomeditta> CATEGORIAFARMACOTERAPEUTICA Emodialitici,concentrati. INDICAZIONITERAPEUTICHE Trattamentodipazienticoninsufficienzarenaleacuta. Sovraccaricoidrico,turbedelbilancioelettrolitico. Trattamentodelleintossicazionidasostanzedializzabili. CONTROINDICAZIONI Ipersensibilitàaiprincipiattivioadunoqualsiasideglieccipienti. Nonesistonocontroindicazioniassoluteall emodialisi. Insufficienza respiratoria grave, gravi disordini nel metabolismo lipidico e malnutrizione costituiscono controindicazionirelative. PRECAUZIONIPERL'USO Lasoluzionenondeveessereutilizzataperinfusioneendovenosa. Ilbilancioidroelettroliticodelpazientedeveessereattentamentemonitorato. Iperidratazioneedisidratazionepossonodeterminaregraviconseguenzecomeladeplezionedeifluidicorporei,lo scompensocardiacocongestiziooloshock. Potrebbeesserenecessarioreintegrareeventualiperditediproteine,aminoacidievitamineidrosolubili. Deveesserepostacautelanell utilizzoincircostanzeassociateadunelevatorischioemorragico(es.traumacranico, recenteinterventochirurgicoetc.). Perridurreidisagidellasomministrazione,primadell usolasoluzionepuòessereriscaldataallatemperaturadi37 C nellasaccadiprotezionesigillata.ilriscaldamentodeveessereeffettuatoconcaloresecco;l idealesarebbeutilizzare unapiastrariscaldanteappositamenterealizzata. Perevitarelacontaminazionedeiconnettorilasaccanondeveesserescaldatamedianteimmersioneinacqua. <Nelcasosiusiunasoluzionecontenentesodiobicarbonato>Lasoluzionefinaledeveessereottenutamediante miscelazionedellasoluzionecontenentesodiobicarbonatoconquellacontenenteglialtricomponenti(soluzione acida).lamiscelazionedeveavvenireimmediatamenteprimadell uso. Controllarel esattadiluizioneprimadell uso.misurareesattamenteilvolumedaprelevare. INTERAZIONI Informareilmedicooilfarmacistasesièrecentementeassuntoqualsiasialtromedicinale,anchequellisenza prescrizionemedica. Laconcentrazioneematicadifarmacidializzabilipuòessereridottaduranteladialisi.Senecessariopotrannoessere opportunamentevariatiidosaggifarmacologici. Ilivelliplasmaticidipotassioinpazientiinterapiadigitalicadovrannoesserefrequentementevalutationde scongiurareilrischiodiarrestocardiaco. L aggiunta di farmaci alla soluzione potrà essere effettuata soltanto su indicazione del medico ed andrà accuratamentevalutata. AVVERTENZESPECIALI Usaresubitodopol aperturadelcontenitore.lasoluzionedeveesserelimpida,incoloreodicoloreleggermentegiallo paglierinoeprivadiparticellevisibili.serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventualeresiduononpuòessere utilizzato. Gravidanzaeallattamento Chiedereconsiglioalmedicooalfarmacistaprimadiprenderequalsiasimedicinale. NonsonodisponibilidaticlinicirelativialtrattamentoconSoluzioneperemodialisiconcentrataacida<nomeditta>in gravidanzaeallattamento,cosìcomenonsonodisponibilistudisuglianimali.inquesticasideveesserevalutatoil rapportorischio/beneficiodalmedicoinbaseallecondizionidellesingolepazienti. 73

8 Effettisullacapacitàdiguidareveicoliesull'usodimacchinari Ipazientisottopostiaemodialisipotrebberomanifestareeffettiindesideratichepossonocomprometterelacapacità diguidareousaremacchinari. DOSE,MODOETEMPODISOMMINISTRAZIONE Laposologiaelemodalitàdisomministrazionevengonostabilitedivoltainvoltadalmedicoinbaseallesingole necessità. Lasceltadellaconcentrazionedipotassioediglucosionellasoluzionedipendonodallapotassiemiaedallaglicemiadel paziente. <questa frase va adattata alla effettiva composizione della sacca se presenti uno o entrambi dei componenticitati,oeliminatasenessunodeiduesiapresente> Lesoluzionifinaliperemodialisisipreparanodiluendoconacquadiqualitàappropriata(acquaperdiluizionedelle soluzioniconcentrateperemodialisi)edeventualmenteneutralizzandolasoluzioneconcentrataacidaconsoluzione basicadisodiobicarbonato. Quandolaformulazionefinalecomprendebicarbonato,lasoluzionedisodiobicarbonatodeveesserecontenutainun contenitoreocompartimentoseparatoemiscelataallasoluzionedielettrolitialmomentodell uso. Nelcorsoditalioperazionidevonoesserepresetutteleprecauzioniperevitareognicontaminazionemicrobica. Primadell usooccorreriscaldarelasoluzioneallatemperaturacorporea(vedereprecauzioniperl uso). Agitarebeneilmedicinaleprimadell uso. Usarelasoluzionesubitodopol aperturadelcontenitore;serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventuale residuononpuòessereutilizzato. Nonusareilmedicinaleselaconfezionenonèintegraoselasoluzionenonsipresentalimpida,incoloreodicolore leggermentegiallopaglierinoosecontieneparticelle. Adottaretutteleusualiprecauzionialfinedimantenerelasterilitàprimaedurantel utilizzo. Inassenzadistudidicompatibilità,ilmedicinalenondeveesseremiscelatoconaltriprodotti. <Istruzioniperladiluizioneeperlaeventualemiscelazioneconsoluzionibasiche> <dacompletareacuradeltitolareaic> Dopol eventualemiscelazioneconsodiobicarbonatoeladiluizionecontrollarecheilcontenutosiachiaroeprivodi precipitati. SOVRADOSAGGIO Nonpertinente. Leeventualiconseguenzediunsovradosaggioincludonoipervolemia,ipovolemia,disturbielettroliticio(inpazienti diabetici)iperglicemia. IncasodiutilizzodiunaquantitàeccessivadiSoluzioneperemodialisiconcentrataacida<nomeditta>avvertire immediatamenteilmedicoorivolgersialpiùvicinoospedale. Sesihaqualsiasidubbiosull usodisoluzioneperemodialisiconcentrataacida<nomeditta>,rivolgersialmedicooal farmacista. EFFETTIINDESIDERATI Diseguitosonoriportatiglieffettiindesideratipiùcomunidiunaemodialisi,specialmentequandotroppofluidoviene rimossodalcorpo.nonsonodisponibilidatisufficientiperstabilirelafrequenzadeisingolieffettielencati. Disturbidelsistemaimmunitario Reazionidiipersensibilità,prurito Patologiegastrointestinali Nausea,vomito,crampiaddominali. Patologievascolari Ipotensione,emboliagassosa,emorragia(gastrointestinale,intracranica,retroperitoneale,intraoculare). Patologiedelsistemanervoso Crampimuscolari,convulsioni. 74

9 Disturbipsichiatrici Insonnia,Demenza Patologiecardiache Aritmie. Disordinidell equilibrioidricoedelettrolitico Ipoeipernatremia,ipoeiperkaliemia,ipercalcemia,ipermagnesiemia. Patologiesistemicheecondizionirelativeallasededisomministrazione Rispostefebbrili,stenosi,trombosioinfezionenelsitodiinfusione,formazionidiascessi. Ilrispettodelleistruzionicontenutenelfoglioillustrativoriduceilrischiodieffettiindesiderati. Seunoqualsiasideglieffettiindesideratisiaggrava,osesinotalacomparsadiunqualsiasieffettoindesideratonon elencatoinquestofoglioillustrativo,informareilmedicooilfarmacista. SCADENZAECONSERVAZIONE Scadenza:vedereladatadiscadenzariportatasullaconfezione. Ladatadiscadenzasiriferiscealprodottoinconfezionamentointegro,correttamenteconservato. Attenzione:nonutilizzareilmedicinaledopoladatadiscadenzariportatasullaconfezione. Condizionidiconservazione <dacompletareacuradeltitolarediaic> Conservarenellaconfezioneoriginaleenelcontenitoreermeticamentechiusoadunatemperaturacheimpediscala formazionedicristalli(comunquenoninferiorea4 C)ealriparodallalucesolarediretta.Noncongelare. Imedicinalinondevonoesseregettatinell acquadiscaricoeneirifiutidomestici.chiederealfarmacistacome eliminareimedicinalichenonsiutilizzanopiù.questoaiuteràaproteggerel ambiente. Tenereilmedicinalefuoridallaportataedallavistadeibambini. COMPOSIZIONE <Nellatabelleseguentesonoindicatigliintervallidiconcentrazionedeicomponentichepossonoesserepresenti nellasoluzionedopoladiluizioneeprimadellaeventualeneutralizzazioneconsodiobicarbonato.ognititolare riporteràlaconcentrazionedellaconfezionedicuitrattasi> 1000mldisoluzionediluita(primadellaneutralizzazioneconsodiobicarbonato)contengono: Sodio 80110mMol/l 80110mEq/l Potassio 03,0mMol/l 03,0mEq/l Calcio 02,0mMol/l 04,0mEq/l Magnesio 01,2mMol/l 02,4mEq/l Acidoacetico 2,510mMol/l 2,510mEq/l Cloruro 90120mMol/l 90120mEq/l Glucosio 012,0mMol/l <inalternativaall inserimentodellacomposizionedellaconfezionedicuitrattasi,iltitolarepuòinserirelaseguente frase:perlacomposizionedellaconfezionevederel etichettadellasacca> Eccipienti:<dacompletareacuradeltitolarediAIC> <Quandolaformulazionefinalecomprendebicarbonato>Lasoluzionebasicadisodiobicarbonatodeveessere contenutainuncontenitoreseparatoemiscelataallasoluzionedielettrolitiimmediatamenteprimadell usofinoad unaconcentrazionefinaledibicarbonatononsuperiorea45mmol/l. FORMAFARMACEUTICAECONTENUTO Soluzioneconcentrataperemodialisisterile<apirogena><esentedaendotossinebatteriche>. <dacompletareacuradeltitolarediaic> 75

10 TITOLAREDELL'AUTORIZZAZIONEALL'IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolarediaic> PRODUTTORE <dacompletareacuradeltitolarediaic> Revisionedelfoglioillustrativodapartedell AgenziaItalianadelFarmaco: datadeterminazioneaifa SOLUZIONEPEREMODIALISICONCENTRATABASICA RIASSUNTODELLECARATTERISTICHEDELPRODOTTO 1.DENOMINAZIONEDELMEDICINALE Soluzioneperemodialisiconcentratabasica<nomeditta> 2.COMPOSIZIONEQUALITATIVAEQUANTITATIVA: <Nellatabellaseguentesonoindicatigliintervallidiconcentrazionedeicomponentichepossonoesserepresenti nellasoluzione.ognititolareriporteràlaconcentrazionedellaconfezionedicuitrattasi> 1000mldisoluzionediluitacontengono: Bicarbonato nonsuperiorea45mmol/l nonsuperiorea45meq/l Sodio mmol/l mEq/l Cloruro 0102mmol/l 0 102mEq/l <inalternativaall inserimentodellacomposizionedellaconfezionedicuitrattasi,iltitolarepuòinserirelaseguente frase:perlacomposizionedellaconfezionevederel etichettadellasacca> Perl elencocompletodeglieccipienti,vedereparagrafo FORMAFARMACEUTICA Soluzioneconcentrataperemodialisi. 4.INFORMAZIONICLINICHE 4.1Indicazioniterapeutiche Trattamentodipazienticoninsufficienzarenaleacuta. Sovraccaricoidrico,turbedelbilancioelettrolitico. Trattamentodelleintossicazionidasostanzedializzabili. 4.2Posologiaemododisomministrazione LaSoluzioneperemodialisiconcentratabasicaèutilizzataperneutralizzarelaSoluzioneperemodialisiconcentrata acidaprimadelleoperazionididialisi. Laposologiaelemodalitàdisomministrazionevengonostabilitedivoltainvoltadalmedicoinbaseallesingole necessità. Nelcorsodellamiscelazionedevonoesserepresetutteleprecauzioniperevitareognicontaminazionemicrobica. Primadell usooccorreriscaldarelasoluzioneallatemperaturacorporea(vedereparagrafo4.4). Agitarebeneilmedicinaleprimadell uso. 4.3Controindicazioni Ipersensibilitàaiprincipiattivioadunoqualsiasideglieccipienti. Nonesistonocontroindicazioniassoluteall emodialisi. Insufficienza respiratoria grave, gravi disordini nel metabolismo lipidico e malnutrizione costituiscono controindicazionirelative. 76

11 4.4Specialiavvertenzeeprecauzioniperl uso Lasoluzionenondeveessereutilizzataperinfusioneendovenosa. Nelcorsodelladialisi,Ilbilancioidroelettroliticodelpazientedeveessereattentamentemonitorato. Iperidratazioneedisidratazionepossonodeterminaregraviconseguenzecomeladeplezionedeifluidicorporei,lo scompensocardiacocongestiziooloshock. Potrebbeesserenecessarioreintegrareeventualiperditediproteine,aminoacidievitamineidrosolubili. Deveesserepostacautelanell utilizzoincircostanzeassociateadunelevatorischioemorragico(es.traumacranico, recenteinterventochirurgicoetc.). Perridurreidisagidellasomministrazione,primadell usolasoluzionepuòessereriscaldataallatemperaturadi37 C nellasaccadiprotezionesigillata.ilriscaldamentodeveessereeffettuatoconcaloresecco;l idealesarebbeutilizzare unapiastrariscaldanteappositamenterealizzata. Perevitarelacontaminazionedeiconnettorilasaccanondeveesserescaldatamedianteimmersioneinacqua. Controllarel esattadiluizioneprimadell uso.misurareesattamenteilvolumedaprelevare. Usaresubitodopol aperturadelcontenitore.lasoluzionedeveesserelimpida,incoloreeprivadiparticellevisibili. Serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventualeresiduononpuòessereutilizzato. <Istruzioniperladiluizioneelamiscelazioneconsoluzioniacide> <dacompletareacuradeltitolareaic> Dopolamiscelazioneconsoluzioniacideeladiluizionecontrollarecheilcontenutosiachiaroeprivodiprecipitati. 4.5Interazioniconaltrimedicinaliealtreformediinterazione Laconcentrazioneematicadifarmacidializzabilipuòessereridottaduranteladialisi.Senecessariopotrannoessere opportunamentevariatiidosaggifarmacologici. I livelli plasmatici di potassio in pazienti in terapia digitalica dovranno essere frequentemente valutati onde scongiurareilrischiodiarrestocardiaco. L aggiunta di farmaci alla soluzione potrà essere effettuata soltanto su indicazione del medico ed andrà accuratamentevalutata. 4.6Gravidanzaeallattamento NonsonodisponibilidaticlinicirelativialtrattamentoconSoluzioneperemodialisiconcentratabasica<nomeditta> ingravidanzaeallattamento,cosìcomenonsonodisponibilistudisuglianimali.inquesticasideveesserevalutatoil rapportorischio/beneficiodalmedicoinbaseallecondizionidellesingolepazienti. 4.7Effettisullacapacitàdiguidareediusaremacchinari Ipazientisottopostiaemodialisipotrebberomanifestareeffettiindesideratichepossonocomprometterelacapacità diguidareousaremacchinari. 4.8Effettiindesiderati Diseguitosonoriportatiglieffettiindesideratipiùcomunidiunaemodialisi,specialmentequandotroppofluidoviene rimosso dal corpo, organizzati secondo la classificazione sistemica organica MedDRA. Non sono disponibili dati sufficientiperstabilirelafrequenzadeisingolieffettielencati. Disturbidelsistemaimmunitario Reazionidiipersensibilità,prurito Patologiegastrointestinali Nausea,vomito,crampiaddominali. Patologievascolari Ipotensione,emboliagassosa,emorragia(gastrointestinale,intracranica,retroperitoneale,intraoculare). Patologiedelsistemanervoso Crampimuscolari,convulsioni. Disturbipsichiatrici Insonnia,Demenza Patologiecardiache Aritmie. 77

12 Disordinidell equilibrioidricoedelettrolitico Ipoeipernatremia,ipoeiperkaliemia,ipercalcemia,ipermagnesiemia. Patologiesistemicheecondizionirelativeallasededisomministrazione Rispostefebbrili,stenosi,trombosioinfezionenelsitodiinfusione,formazionidiascessi. 4.9Sovradosaggio Nonpertinente. Leeventualiconseguenzediunsovradosaggioincludonoipervolemia,ipovolemia,disturbielettroliticio(inpazienti diabetici)iperglicemia. 5.PROPRIETA FARMACOLOGICHE 5.1 Proprietàfarmacodinamiche Categoriafarmacoterapeutica:emodialitici,concentrati,CodiceATC:B05ZA. Lasoluzioneperemodialisiconcentratabasicacontienesodiobicarbonatoedèutilizzataperneutralizzarelesoluzioni peremodialisiconcentrateacideprimadelladialisi. 5.2Proprietàfarmacocinetiche Nonpertinente. 5.3Datipreclinicidisicurezza Idatipreclinicihannoscarsarilevanzaclinicaallalucedellavastaesperienzaacquisitaconl'usodelfarmaconell'uomo. 6.INFORMAZIONIFARMACEUTICHE 6.1Eccipienti <dacompletareacuradeltitolareaic> 6.2Incompatibilità <dacompletareacuradeltitolareaic> Inassenzadistudidicompatibilità,ilmedicinalenondeveesseremiscelatoconaltriprodotti. 6.3Validità <dacompletareacuradeltitolareaic> Usarelasoluzionesubitodopol aperturadelcontenitore;serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventuale residuononpuòessereutilizzato. 6.4Specialiprecauzioniperlaconservazione <dacompletareacuradeltitolareaic> Conservarenellaconfezioneoriginaleenelcontenitoreermeticamentechiuso.Noncongelare. 6.5Naturaecapacitàdelcontenitore <dacompletareacuradeltitolareaic> 6.6Istruzioniperl uso <dacompletareacuradeltitolareaic> Nonusareilmedicinaleselaconfezionenonèintegraoselasoluzionenonsipresentalimpida,incoloreosecontiene particelle. Adottaretutteleusualiprecauzionialfinedimantenerelasterilitàprimaedurantel utilizzo. Ilmedicinalenonutilizzatoeirifiutiderivatidatalemedicinaledevonoesseresmaltitiinconformitàallanormativa localevigente. 7. TITOLAREDELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolareaic> 8. NUMERODELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolareaic> 78

13 9. DATADIPRIMAAUTORIZZAZIONE/RINNOVODELL AUTORIZZAZIONE <dacompletareacuradeltitolareaic> 10. DATADIREVISIONEDELTESTO datadeterminazioneaifa FOGLIOILLUSTRATIVO Soluzioneperemodialisiconcentratabasica<nomeditta> CATEGORIAFARMACOTERAPEUTICA Emodialitici,concentrati. INDICAZIONITERAPEUTICHE Trattamentodipazienticoninsufficienzarenaleacuta. Sovraccaricoidrico,turbedelbilancioelettrolitico. Trattamentodelleintossicazionidasostanzedializzabili. CONTROINDICAZIONI Ipersensibilitàaiprincipiattivioadunoqualsiasideglieccipienti. Nonesistonocontroindicazioniassoluteall emodialisi. Insufficienza respiratoria grave, gravi disordini nel metabolismo lipidico e malnutrizione costituiscono controindicazionirelative. PRECAUZIONIPERL'USO Lasoluzionenondeveessereutilizzataperinfusioneendovenosa. Ilbilancioidroelettroliticodelpazientedeveessereattentamentemonitorato. Iperidratazioneedisidratazionepossonodeterminaregraviconseguenzecomeladeplezionedeifluidicorporei,lo scompensocardiacocongestiziooloshock. Potrebbeesserenecessarioreintegrareeventualiperditediproteine,aminoacidievitamineidrosolubili. Deveesserepostacautelanell utilizzoincircostanzeassociateadunelevatorischioemorragico(es.traumacranico, recenteinterventochirurgicoetc.). Perridurreidisagidellasomministrazione,primadell usolasoluzionepuòessereriscaldataallatemperaturadi37 C nellasaccadiprotezionesigillata.ilriscaldamentodeveessereeffettuatoconcaloresecco;l idealesarebbeutilizzare unapiastrariscaldanteappositamenterealizzata. Perevitarelacontaminazionedeiconnettorilasaccanondeveesserescaldatamedianteimmersioneinacqua. Controllarel esattadiluizioneprimadell uso.misurareesattamenteilvolumedaprelevare. INTERAZIONI Informareilmedicooilfarmacistasesièrecentementeassuntoqualsiasialtromedicinale,anchequellisenza prescrizionemedica. Laconcentrazioneematicadifarmacidializzabilipuòessereridottaduranteladialisi.Senecessariopotrannoessere opportunamentevariatiidosaggifarmacologici. Ilivelliplasmaticidipotassioinpazientiinterapiadigitalicadovrannoesserefrequentementevalutationde scongiurareilrischiodiarrestocardiaco. L aggiunta di farmaci alla soluzione potrà essere effettuata soltanto su indicazione del medico ed andrà accuratamentevalutata. AVVERTENZESPECIALI Usaresubitodopol aperturadelcontenitore.lasoluzionedeveesserelimpida,incoloreeprivadiparticellevisibili. Serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventualeresiduononpuòessereutilizzato. Gravidanzaeallattamento Chiedereconsiglioalmedicooalfarmacistaprimadiprenderequalsiasimedicinale. NonsonodisponibilidaticlinicirelativialtrattamentoconSoluzioneperemodialisiconcentratabasica<nomeditta> ingravidanzaeallattamento,cosìcomenonsonodisponibilistudisuglianimali.inquesticasideveesserevalutatoil rapportorischio/beneficiodalmedicoinbaseallecondizionidellesingolepazienti. Effettisullacapacitàdiguidareveicoliesull'usodimacchinari Ipazientisottopostiaemodialisipotrebberomanifestareeffettiindesideratichepossonocomprometterelacapacità diguidareousaremacchinari. 79

14 DOSE,MODOETEMPODISOMMINISTRAZIONE Laposologiaelemodalitàdisomministrazionevengonostabilitedivoltainvoltadalmedicoinbaseallesingole necessità. Lasceltadellaconcentrazionedipotassioediglucosionellasoluzionedipendonodallapotassiemiaedallaglicemiadel paziente. <questa frase va adattata alla effettiva composizione della sacca se presenti uno o entrambi dei componenticitati,oeliminatasenessunodeiduesiapresente> Lesoluzionifinaliperemodialisisipreparanodiluendoconacquadiqualitàappropriata(acquaperdiluizionedelle soluzioniconcentrateperemodialisi)edeventualmenteneutralizzandolasoluzioneconcentrataacidaconsoluzione basicadisodiobicarbonato. Quandolaformulazionefinalecomprendebicarbonato,lasoluzionedisodiobicarbonatodeveesserecontenutainun contenitoreocompartimentoseparatoemiscelataallasoluzionedielettrolitialmomentodell uso. Nelcorsoditalioperazionidevonoesserepresetutteleprecauzioniperevitareognicontaminazionemicrobica. Primadell usooccorreriscaldarelasoluzioneallatemperaturacorporea(vedereparagrafo4.4). Agitarebeneilmedicinaleprimadell uso. Usarelasoluzionesubitodopol aperturadelcontenitore;serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventuale residuononpuòessereutilizzato. Nonusareilmedicinaleselaconfezionenonèintegraoselasoluzionenonsipresentalimpida,incoloreosecontiene particelle. Adottaretutteleusualiprecauzionialfinedimantenerelasterilitàprimaedurantel utilizzo. Inassenzadistudidicompatibilità,ilmedicinalenondeveesseremiscelatoconaltriprodotti. <Istruzioniperladiluizioneelamiscelazioneconsoluzioniacide> <dacompletareacuradeltitolareaic> Dopolamiscelazioneconsoluzioniacideeladiluizionecontrollarecheilcontenutosiachiaroeprivodiprecipitati. SOVRADOSAGGIO Nonpertinente. Leeventualiconseguenzediunsovradosaggioincludonoipervolemia,ipovolemia,disturbielettroliticio(inpazienti diabetici)iperglicemia. IncasodiutilizzodiunaquantitàeccessivadiSoluzioneperemodialisiconcentratabasica<nomeditta>avvertire immediatamenteilmedicoorivolgersialpiùvicinoospedale. Sesihaqualsiasidubbiosull usodisoluzioneperemodialisiconcentratabasica<nomeditta>,rivolgersialmedicooal farmacista. EFFETTIINDESIDERATI Diseguitosonoriportatiglieffettiindesideratipiùcomunidiunaemodialisi,specialmentequandotroppofluidoviene rimossodalcorpo.nonsonodisponibilidatisufficientiperstabilirelafrequenzadeisingolieffettielencati. Disturbidelsistemaimmunitario Reazionidiipersensibilità,prurito Patologiegastrointestinali Nausea,vomito,crampiaddominali. Patologievascolari Ipotensione,emboliagassosa,emorragia(gastrointestinale,intracranica,retroperitoneale,intraoculare). Patologiedelsistemanervoso Crampimuscolari,convulsioni. Disturbipsichiatrici Insonnia,Demenza 80

15 Patologiecardiache Aritmie. Disordinidell equilibrioidricoedelettrolitico Ipoeipernatremia,ipoeiperkaliemia,ipercalcemia,ipermagnesiemia. Patologiesistemicheecondizionirelativeallasededisomministrazione Rispostefebbrili,stenosi,trombosioinfezionenelsitodiinfusione,formazionidiascessi. Ilrispettodelleistruzionicontenutenelfoglioillustrativoriduceilrischiodieffettiindesiderati. Seunoqualsiasideglieffettiindesideratisiaggrava,osesinotalacomparsadiunqualsiasieffettoindesideratonon elencatoinquestofoglioillustrativo,informareilmedicooilfarmacista. SCADENZAECONSERVAZIONE Scadenza:vedereladatadiscadenzariportatasullaconfezione. Ladatadiscadenzasiriferiscealprodottoinconfezionamentointegro,correttamenteconservato. Attenzione:nonutilizzareilmedicinaledopoladatadiscadenzariportatasullaconfezione. Condizionidiconservazione <dacompletareacuradeltitolarediaic> Conservarenellaconfezioneoriginaleenelcontenitoreermeticamentechiuso.Noncongelare. Imedicinalinondevonoesseregettatinell acquadiscaricoeneirifiutidomestici.chiederealfarmacistacome eliminareimedicinalichenonsiutilizzanopiù.questoaiuteràaproteggerel ambiente. Tenereilmedicinalefuoridallaportataedallavistadeibambini. COMPOSIZIONE <Nellatabellaseguentesonoindicatigliintervallidiconcentrazionedeicomponentichepossonoesserepresenti nellasoluzione.ognititolareriporteràlaconcentrazionedellaconfezionedicuitrattasi> 1000mldisoluzionediluitacontengono: Bicarbonato nonsuperiorea45mmol/l nonsuperiorea45meq/l Sodio mmol/l mEq/l Cloruro 0102mmol/l 0 102mEq/l <inalternativaall inserimentodellacomposizionedellaconfezionedicuitrattasi,iltitolarepuòinserirelaseguente frase:perlacomposizionedellaconfezionevederel etichettadellasacca> Eccipienti:<dacompletareacuradeltitolarediAIC> FORMAFARMACEUTICAECONTENUTO Soluzioneconcentrataperemodialisisterile<apirogena><esentedaendotossinebatteriche>. <dacompletareacuradeltitolarediaic> TITOLAREDELL'AUTORIZZAZIONEALL'IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolarediaic> PRODUTTORE <dacompletareacuradeltitolarediaic> Revisionedelfoglioillustrativodapartedell AgenziaItalianadelFarmaco: datadeterminazioneaifa 81

16 SOLUZIONEPEREMODIALISICONCENTRATACONACETATO RIASSUNTODELLECARATTERISTICHEDELPRODOTTO 1.DENOMINAZIONEDELFARMACO Soluzioneperemodialisiconcentrataconacetato<nomeditta> 2.COMPOSIZIONEQUALITATIVAEQUANTITATIVA: <Nellatabelleseguentesonoindicatigliintervallidiconcentrazionedeicomponentichepossonoesserepresenti nellasoluzionedopoladiluizione.ognititolareriporteràlaconcentrazionedellaconfezionedicuitrattasi> 1000mldisoluzionediluitacontengono: Sodio mMol/l mEq/l Potassio 03,0mMol/l 0 3,0mEq/l Calcio 02,0mMol/l 0 4,0mEq/l Magnesio 01,2mMol/l 02,4mEq/l Acetato 3245mMol/l 3245mEq/l Cloruro 90120mMol/l 90120mEq/l Glucosio 012,0mMol/l <inalternativaall inserimentodellacomposizionedellaconfezionedicuitrattasi,iltitolarepuòinserirelaseguente frase:perlacomposizionedellaconfezionevederel etichettadellasacca> Perl elencocompletodeglieccipienti,vedereparagrafo FORMAFARMACEUTICA Soluzioneconcentrataperemodialisisterile<apirogena><esentedaendotossinebatteriche>. 4.INFORMAZIONICLINICHE 4.1Indicazioniterapeutiche Trattamentodipazienticoninsufficienzarenaleacuta. Sovraccaricoidrico,turbedelbilancioelettrolitico. Trattamentodelleintossicazionidasostanzedializzabili. 4.2Posologiaemododisomministrazione Laposologiaelemodalitàdisomministrazionevengonostabilitedivoltainvoltadalmedicoinbaseallesingole necessità. Lasceltadellaconcentrazionedipotassioediglucosionellasoluzionedipendonodallapotassiemiaedallaglicemiadel paziente. <questa frase va adattata alla effettiva composizione della sacca se presenti uno o entrambi dei componenticitati,oeliminatasenessunodeiduesiapresente> Lesoluzionifinaliperemodialisisipreparanodiluendoconacquadiqualitàappropriata(acquaperdiluizionedelle soluzioniconcentrateperemodialisi). Nelcorsoditalediluizionedevonoesserepresetutteleprecauzioniperevitareognicontaminazionemicrobica. Primadell usooccorreriscaldarelasoluzioneallatemperaturacorporea(vedereparagrafo4.4). Agitarebeneilmedicinaleprimadell uso. 4.3Controindicazioni Ipersensibilitàaiprincipiattivioadunoqualsiasideglieccipienti. Nonesistonocontroindicazioniassoluteall emodialisi. Insufficienza respiratoria grave, gravi disordini nel metabolismo lipidico e malnutrizione costituiscono controindicazionirelative. 4.4Specialiavvertenzeeprecauzioniperl uso Lasoluzionenondeveessereutilizzataperinfusioneendovenosa. Ilbilancioidroelettroliticodelpazientedeveessereattentamentemonitorato. Iperidratazioneedisidratazionepossonodeterminaregraviconseguenzecomeladeplezionedeifluidicorporei,lo scompensocardiacocongestiziooloshock. Potrebbeesserenecessarioreintegrareeventualiperditediproteine,aminoacidievitamineidrosolubili. 82

17 Deveesserepostacautelanell utilizzoincircostanzeassociateadunelevatorischioemorragico(es.traumacranico, recenteinterventochirurgicoetc.). Perridurreidisagidellasomministrazione,primadell usolasoluzionepuòessereriscaldataallatemperaturadi37 C nellasaccadiprotezionesigillata.ilriscaldamentodeveessereeffettuatoconcaloresecco:l idealesarebbeutilizzare unapiastrariscaldanteappositamenterealizzata. Perevitarelacontaminazionedeiconnettorilasaccanondeveesserescaldatamedianteimmersioneinacqua. Controllarel esattadiluizioneprimadell uso.misurareesattamenteilvolumedaprelevare. Usaresubitodopol aperturadelcontenitore.lasoluzionedeveesserelimpida,incoloreodicoloreleggermentegiallo paglierinoeprivadiparticellevisibili.serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventualeresiduononpuòessere utilizzato. <Eventualiistruzioniperladiluizione> <dacompletareacuradeltitolareaic> Dopoladiluizionecontrollarecheilcontenutosiachiaroeprivodiprecipitati. 4.5Interazioniconaltrimedicinaliealtreformediinterazione Laconcentrazioneematicadifarmacidializzabilipuòessereridottaduranteladialisi.Senecessariopotrannoessere opportunamentevariatiidosaggifarmacologici. Ilivelliplasmaticidipotassioinpazientiinterapiadigitalicadovrannoesserefrequentementevalutationde scongiurareilrischiodiarrestocardiaco. L aggiunta di farmaci alla soluzione potrà essere effettuata soltanto su indicazione del medico ed andrà accuratamentevalutata. 4.6Gravidanzaeallattamento NonsonodisponibilidaticlinicirelativialtrattamentoconSoluzioneperemodialisiconcentrataconacetato<nome ditta>ingravidanzaeallattamento,cosìcomenonsonodisponibilistudisuglianimali.inquesticasideveessere valutatoilrapportorischio/beneficiodalmedicoinbaseallecondizionidellesingolepazienti. 4.7Effettisullacapacitàdiguidareediusaremacchinari Ipazientisottopostiaemodialisipotrebberomanifestareeffettiindesideratichepossonocomprometterelacapacità diguidareousaremacchinari. 4.8Effettiindesiderati Diseguitosonoriportatiglieffettiindesideratipiùcomunidiunaemodialisi,specialmentequandotroppofluidoviene rimosso dal corpo, organizzati secondo la classificazione sistemica organica MedDRA. Non sono disponibili dati sufficientiperstabilirelafrequenzadeisingolieffettielencati. Disturbidelsistemaimmunitario Reazionidiipersensibilità,prurito Patologiegastrointestinali Nausea,vomito,crampiaddominali. Patologievascolari Ipotensione,emboliagassosa,emorragia(gastrointestinale,intracranica,retroperitoneale,intraoculare). Patologiedelsistemanervoso Crampimuscolari,convulsioni. Disturbipsichiatrici Insonnia,Demenza Patologiecardiache Aritmie. Disordinidell equilibrioidricoedelettrolitico Ipoeipernatremia,Ipoeiperkaliemia,Ipercalcemia,Ipermagnesiemia. 83

18 Patologiesistemicheecondizionirelativeallasededisomministrazione Rispostefebbrili,stenosi,trombosioinfezionenelsitodiinfusione,formazionidiascessi. 4.9Sovradosaggio Nonpertinente. Leeventualiconseguenzediunsovradosaggioincludonoipervolemia,ipovolemia,disturbielettroliticio(inpazienti diabetici)iperglicemia. 5.PROPRIETA FARMACOLOGICHE 5.1 Proprietàfarmacodinamiche Categoriafarmacoterapeutica:emodialitici,concentrati,CodiceATC:B05ZA. Le soluzioni per emodialisi sono preparazioni contenenti elettroliti in concentrazione simile a quella della composizionedelplasma. 5.2Proprietàfarmacocinetiche Nonpertinente. 5.3Datipreclinicidisicurezza Idatipreclinicihannoscarsarilevanzaclinicaallalucedellavastaesperienzaacquisitaconl'usodelfarmaconell'uomo. 6.INFORMAZIONIFARMACEUTICHE 6.1Eccipienti <dacompletareacuradeltitolareaic> 6.2Incompatibilità <dacompletareacuradeltitolareaic> Inassenzadistudidicompatibilità,ilmedicinalenondeveesseremiscelatoconaltriprodotti. 6.3Validità <dacompletareacuradeltitolareaic> Usarelasoluzionesubitodopol aperturadelcontenitore;serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventuale residuononpuòessereutilizzato. 6.4Specialiprecauzioniperlaconservazione <dacompletareacuradeltitolareaic> Conservarenellaconfezioneoriginaleenelcontenitoreermeticamentechiusoadunatemperaturacheimpediscala formazionedicristalli(comunquenoninferiorea4 C)ealriparodallalucesolarediretta.Noncongelare. 6.5Naturaecapacitàdelcontenitore <dacompletareacuradeltitolareaic> 6.6Istruzioniperl uso <dacompletareacuradeltitolareaic> Nonusareilmedicinaleselaconfezionenonèintegraoselasoluzionenonsipresentalimpida,incoloreodicolore leggermentegiallopaglierinoosecontieneparticelle. Adottaretutteleusualiprecauzionialfinedimantenerelasterilitàprimaedurantel utilizzo. Ilmedicinalenonutilizzatoeirifiutiderivatidatalemedicinaledevonoesseresmaltitiinconformitàallanormativa localevigente. 7. TITOLAREDELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolareaic> 8. NUMERODELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolareaic> 84

19 9. DATADIPRIMAAUTORIZZAZIONE/RINNOVODELL AUTORIZZAZIONE <dacompletareacuradeltitolareaic> 10. DATADIREVISIONEDELTESTO datadeterminazioneaifa FOGLIOILLUSTRATIVO Soluzioneperemodialisiconcentrataconacetato<nomeditta> CATEGORIAFARMACOTERAPEUTICA Emodialitici,concentrati. INDICAZIONITERAPEUTICHE Trattamentodipazienticoninsufficienzarenaleacuta. Sovraccaricoidrico,turbedelbilancioelettrolitico. Trattamentodelleintossicazionidasostanzedializzabili. CONTROINDICAZIONI Ipersensibilitàaiprincipiattivioadunoqualsiasideglieccipienti. Nonesistonocontroindicazioniassoluteall emodialisi. Insufficienza respiratoria grave, gravi disordini nel metabolismo lipidico e malnutrizione costituiscono controindicazionirelative. PRECAUZIONIPERL'USO Lasoluzionenondeveessereutilizzataperinfusioneendovenosa. Ilbilancioidroelettroliticodelpazientedeveessereattentamentemonitorato. Iperidratazioneedisidratazionepossonodeterminaregraviconseguenzecomeladeplezionedeifluidicorporei,lo scompensocardiacocongestiziooloshock. Potrebbeesserenecessarioreintegrareeventualiperditediproteine,aminoacidievitamineidrosolubili. Deveesserepostacautelanell utilizzoincircostanzeassociateadunelevatorischioemorragico(es.traumacranico, recenteinterventochirurgicoetc.). Perridurreidisagidellasomministrazione,primadell usolasoluzionepuòessereriscaldataallatemperaturadi37 C nellasaccadiprotezionesigillata.ilriscaldamentodeveessereeffettuatoconcaloresecco:l idealesarebbeutilizzare unapiastrariscaldanteappositamenterealizzata. Perevitarelacontaminazionedeiconnettorilasaccanondeveesserescaldatamedianteimmersioneinacqua. Controllarel esattadiluizioneprimadell uso.misurareesattamenteilvolumedaprelevare. INTERAZIONI Informareilmedicooilfarmacistasesièrecentementeassuntoqualsiasialtromedicinale,anchequellisenza prescrizionemedica. Laconcentrazioneematicadifarmacidializzabilipuòessereridottaduranteladialisi.Senecessariopotrannoessere opportunamentevariatiidosaggifarmacologici. Ilivelliplasmaticidipotassioinpazientiinterapiadigitalicadovrannoesserefrequentementevalutationde scongiurareilrischiodiarrestocardiaco. L aggiunta di farmaci alla soluzione potrà essere effettuata soltanto su indicazione del medico ed andrà accuratamentevalutata. AVVERTENZESPECIALI Usaresubitodopol aperturadelcontenitore.lasoluzionedeveesserelimpida,incoloreodicoloreleggermentegiallo paglierinoeprivadiparticellevisibili.serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventualeresiduononpuòessere utilizzato. Gravidanzaeallattamento Chiedereconsiglioalmedicooalfarmacistaprimadiprenderequalsiasimedicinale. NonsonodisponibilidaticlinicirelativialtrattamentoconSoluzioneperemodialisiconcentrataconacetato<nome ditta>ingravidanzaeallattamento,cosìcomenonsonodisponibilistudisuglianimali.inquesticasideveessere valutatoilrapportorischio/beneficiodalmedicoinbaseallecondizionidellesingolepazienti. Effettisullacapacitàdiguidareveicoliesull'usodimacchinari Ipazientisottopostiaemodialisipotrebberomanifestareeffettiindesideratichepossonocomprometterelacapacità diguidareousaremacchinari. 85

20 DOSE,MODOETEMPODISOMMINISTRAZIONE Laposologiaelemodalitàdisomministrazionevengonostabilitedivoltainvoltadalmedicoinbaseallesingole necessità. Lasceltadellaconcentrazionedipotassioediglucosionellasoluzionedipendonodallapotassiemiaedallaglicemiadel paziente. <questa frase va adattata alla effettiva composizione della sacca se presenti uno o entrambi dei componenticitati,oeliminatasenessunodeiduesiapresente> Lesoluzionifinaliperemodialisisipreparanodiluendoconacquadiqualitàappropriata(acquaperdiluizionedelle soluzioniconcentrateperemodialisi). Nelcorsoditalediluizionedevonoesserepresetutteleprecauzioniperevitareognicontaminazionemicrobica. Primadell usooccorreriscaldarelasoluzioneallatemperaturacorporea(vedereprecauzioniperl uso). Agitarebeneilmedicinaleprimadell uso. Usarelasoluzionesubitodopol aperturadelcontenitore;serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventuale residuononpuòessereutilizzato. Nonusareilmedicinaleselaconfezionenonèintegraoselasoluzionenonsipresentalimpida,incoloreodicolore leggermentegiallopaglierinoosecontieneparticelle. Adottaretutteleusualiprecauzionialfinedimantenerelasterilitàprimaedurantel utilizzo. Inassenzadistudidicompatibilità,ilmedicinalenondeveesseremiscelatoconaltriprodotti. <Eventualiistruzioniperladiluizione> <dacompletareacuradeltitolareaic> Dopoladiluizionecontrollarecheilcontenutosiachiaroeprivodiprecipitati. SOVRADOSAGGIO Nonpertinente. Leeventualiconseguenzediunsovradosaggioincludonoipervolemia,ipovolemia,disturbielettroliticio(inpazienti diabetici)iperglicemia. IncasodiutilizzodiunaquantitàeccessivadiSoluzioneperemodialisiconcentrataconacetato<nomeditta>avvertire immediatamenteilmedicoorivolgersialpiùvicinoospedale. Sesihaqualsiasidubbiosull usodisoluzioneperemodialisiconcentrataconacetato<nomeditta>,rivolgersial medicooalfarmacista. EFFETTIINDESIDERATI Diseguitosonoriportatiglieffettiindesideratipiùcomunidiunaemodialisi,specialmentequandotroppofluidoviene rimossodalcorpo.nonsonodisponibilidatisufficientiperstabilirelafrequenzadeisingolieffettielencati. Disturbidelsistemaimmunitario Reazionidiipersensibilità,prurito Patologiegastrointestinali Nausea,vomito,crampiaddominali. Patologievascolari Ipotensione,emboliagassosa,emorragia(gastrointestinale,intracranica,retroperitoneale,intraoculare). Patologiedelsistemanervoso Crampimuscolari,convulsioni. Disturbipsichiatrici Insonnia,Demenza Patologiecardiache Aritmie. 86

DETERMINAZIONE V&A n. 970 del 10 luglio 2012

DETERMINAZIONE V&A n. 970 del 10 luglio 2012 ALLEGATO 2 GLICINA DETERMINAZIONE V&A n. 970 del 10 luglio 2012 RIASSUNTODELLECARATTERISTICHEDELPRODOTTO 1.DENOMINAZIONEDELMEDICINALE Glicina1,5%soluzioneperirrigazione 2.COMPOSIZIONEQUALITATIVAEQUANTITATIVA

Dettagli

DETERMINAZIONE N. V&A n. 602 del 23 aprile 2012

DETERMINAZIONE N. V&A n. 602 del 23 aprile 2012 16 18-5-2012 ALLEGATO2 DETERMINAZIONEN.V&An.602del23aprile2012 ALCOOLSAPONATO RIASSUNTODELLECARATTERISTICHEDELPRODOTTO 1 DENOMINAZIONEDELMEDICINALE Alcoolsaponatosoluzionecutanea 2 COMPOSIZIONEQUALITATIVAEQUANTITATIVA

Dettagli

emulsione per infusione 4 sacche excel multicompartimentate da 1206 ml emulsione per infusione 4 sacche biofine multicompartimentate da 1206 ml

emulsione per infusione 4 sacche excel multicompartimentate da 1206 ml emulsione per infusione 4 sacche biofine multicompartimentate da 1206 ml Autorizzazione all immissione in commercio del medicinale «Perismofven» Estratto determinazione n. 408/2012 del 4 giugno 2012 MEDICINALE PERISMOFVEN TITOLAREAIC: FreseniusKabiItaliaS.r.l. ViaCamagre,41

Dettagli

Regione del Veneto. Azienda Unità Locale Socio Sanitaria CAPITOLATO TECNICO

Regione del Veneto. Azienda Unità Locale Socio Sanitaria CAPITOLATO TECNICO Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO CAPITOLATO TECNICO FORNITURA DI MEDICINALI (SOLUZIONI ED EMULSIONI INFUSIONALI ED ELETTROLITICHE CONCENTRATE) ALLE AZIENDE SOCIO

Dettagli

NUTRIZIONE IN TERAPIA INTENSIVA. Dott. Adolfo Affuso

NUTRIZIONE IN TERAPIA INTENSIVA. Dott. Adolfo Affuso NUTRIZIONE IN TERAPIA INTENSIVA Dott. Adolfo Affuso La nutrizione artificiale è parte integrante della terapia del paziente Un adeguato apporto nutrizionale migliora l outcome del malato INDICAZIONI ALLA

Dettagli

DIALISI INDICAZIONI PER L INIZIO DELLA TERAPIA DIALITICA

DIALISI INDICAZIONI PER L INIZIO DELLA TERAPIA DIALITICA Seconda Università degli Studi di Napoli Facoltà di Medicina e Chirurgia Presidio Ospedaliero S. Maria del P. Incurabili S.C. Universitaria di Nefrologia e Dialisi DIALISI INDICAZIONI PER L INIZIO DELLA

Dettagli

IL POTASSIO IN DIALISI AZIENDA OSPEDALIERA SAN PAOLO POLO UNIVERSITARIO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO UNITÀ OPERATIVA DI NEFROLOGIA E DIALISI

IL POTASSIO IN DIALISI AZIENDA OSPEDALIERA SAN PAOLO POLO UNIVERSITARIO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO UNITÀ OPERATIVA DI NEFROLOGIA E DIALISI IL POTASSIO IN DIALISI Dott. Francesco Cosa AZIENDA OSPEDALIERA SAN PAOLO POLO UNIVERSITARIO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO UNITÀ OPERATIVA DI NEFROLOGIA E DIALISI RESPONSABILE PROF. DANIELE CUSI METABOLISMO

Dettagli

I NUTRIENTI CONVENZIONALI E LE SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE. Dott.ssa MF.Guidi S.C. Farmacia Ospedaliera Ivrea/Ciriè

I NUTRIENTI CONVENZIONALI E LE SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE. Dott.ssa MF.Guidi S.C. Farmacia Ospedaliera Ivrea/Ciriè I NUTRIENTI CONVENZIONALI E LE SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE Dott.ssa MF.Guidi S.C. Farmacia Ospedaliera Ivrea/Ciriè MICRONUTRIENTI: Elettroliti Giocano un ruolo fondamentale nel mantenimento delle

Dettagli

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO FUSIDIUM 1%

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO FUSIDIUM 1% FOGLIETTO ILLUSTRATIVO FUSIDIUM 1% FUSIDIUM 1 % Gocce oftalmiche Acido Fusidico CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Antinfettivo oculare. INDICAZIONI Fusidium è indicato in infezioni batteriche oculari causate

Dettagli

SCHEDA DI SEGNALAZIONE SITUAZIONE DI RISCHIO

SCHEDA DI SEGNALAZIONE SITUAZIONE DI RISCHIO SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE Area Scientifico-Culturale SIFO Rischio Clinico SCHEDA DI SEGNALAZIONE SITUAZIONE DI RISCHIO MODALITÀ DI COMPILAZIONE

Dettagli

DISEQUILIBRIO IDRO- ELETTROLITICO.

DISEQUILIBRIO IDRO- ELETTROLITICO. CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA IN SERVICE DI SISTEMI COMPLETI PER EMODIALISI IN UNIONE D ACQUISTO FRA LE AZIENDE SANITARIE ASSOCIATE ALL AREA VASTA EMILIA NORD LOTTO 1 TRATTAMENTI DIALISI EXTRACORPOREA

Dettagli

FISIOPATOLOGIA dell EQUILIBRIO ACIDO-BASE

FISIOPATOLOGIA dell EQUILIBRIO ACIDO-BASE FISIOPATOLOGIA dell EQUILIBRIO ACIDO-BASE ACIDO = molecola contenente atomi di idrogeno capaci di rilasciare in soluzione ioni idrogeno (H( + ) BASE = ione o molecola che può accettare uno ione idrogeno

Dettagli

CONSORZIO MARIO NEGRI SUD CENTRO DI RICERCHE FARMACOLOGICHE E BIOMEDICHE 66030 S. MARIA IMBARO (Chieti) Italy

CONSORZIO MARIO NEGRI SUD CENTRO DI RICERCHE FARMACOLOGICHE E BIOMEDICHE 66030 S. MARIA IMBARO (Chieti) Italy CONVENZIONE TRA L AGENZIA SANITARIA REGIONALE ABRUZZO E IL CONSORZIO MARIO NEGRI SUD PER LO STUDIO DEI RISCHI AMBIENTALI LEGATI ALL INQUINAMENTO DEI POZZI IDRICI DELL AREA DI COLLE SANT ANGELO - ALLEGATI

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI TERAPIA ENDOVENOSA

SOMMINISTRAZIONE DI TERAPIA ENDOVENOSA SOMMINISTRAZIONE DI TERAPIA ENDOVENOSA A cura di: Dott.ssa R. Fiorentini Dott.ssa E. Palma QUANTITA E COMPOSIZIONE DEI LIQUIDI CORPOREI IL 60% del peso corporeo di un adulto è costituito da liquidi. I

Dettagli

Allegato I. Conclusioni scientifiche e motivi della variazione dei termini delle autorizzazioni all immissione in commercio

Allegato I. Conclusioni scientifiche e motivi della variazione dei termini delle autorizzazioni all immissione in commercio Allegato I Conclusioni scientifiche e motivi della variazione dei termini delle autorizzazioni all immissione in commercio Conclusioni scientifiche Vista la relazione di valutazione del comitato di valutazione

Dettagli

Riassunto delle caratteristiche del prodotto

Riassunto delle caratteristiche del prodotto Riassunto delle caratteristiche del prodotto 1 DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITÀ MEDICINALE Calcio Carbonato + vitamina D3 ABC 1000 mg/880 U.I. granulato effervescente 2 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA

Dettagli

LA DISINFEZIONE DEL MONITOR DOPO LA SEDUTA DI UN PAZIENTE INFETTO. Filippo Lazzara Nefrologia e Dialisi Ciriè A.S.L. TO4

LA DISINFEZIONE DEL MONITOR DOPO LA SEDUTA DI UN PAZIENTE INFETTO. Filippo Lazzara Nefrologia e Dialisi Ciriè A.S.L. TO4 LA DISINFEZIONE DEL MONITOR DOPO LA SEDUTA DI UN PAZIENTE INFETTO Filippo Lazzara Nefrologia e Dialisi Ciriè A.S.L. TO4 IMPORTANZA DELLA COMPONENTE TECNICA DISINFEZIONE DEL MONITOR OGNI SEDUTA DIALITICA

Dettagli

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato Sistema per Acuti Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato La terapia Ci-Ca Citrato Dialisato Ci-Ca Calcio Modulo Ci-Ca Il sistema Ci-Ca con gestione integrata del citrato e calcio: La

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO. Balance 1.5% glucosio, 1.25 mmol/l calcio, soluzione per dialisi peritoneale.

FOGLIO ILLUSTRATIVO. Balance 1.5% glucosio, 1.25 mmol/l calcio, soluzione per dialisi peritoneale. FOGLIO ILLUSTRATIVO Balance 1.5% glucosio, 1.25 mmol/l calcio, soluzione per dialisi peritoneale. Leggere attentamente l intero foglio illustrativo prima d iniziare ad utilizzare questo medicinale. - Conservare

Dettagli

Alterazioni equilibrio acidobase

Alterazioni equilibrio acidobase Alterazioni equilibrio acidobase In base all equazione di HendersonHasselbalch ph = pk+ log [HCO 3 ] [CO 2 ] Acidosi: rapporto HCO 3 /CO 2 ph. Se diminuzione dipende da: HCO 3 acidosi metabolica (nonrespiratoria)

Dettagli

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA Malattie renali PREMESSA: In tutti i casi di malattia a carico dell emuntorio renale deve essere richiesta la visita specialistica nefrologica con allegati esami ematochimici

Dettagli

retina macula La macula è la parte centrale della retina. Essa consente la visione dei colori ed il riconoscimento di dettagli come ad es. la lettura.

retina macula La macula è la parte centrale della retina. Essa consente la visione dei colori ed il riconoscimento di dettagli come ad es. la lettura. retina macula La macula è la parte centrale della retina. Essa consente la visione dei colori ed il riconoscimento di dettagli come ad es. la lettura. 2 Questa è l immagine schematica della macula sana.

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Soluzione per dialisi peritoneale Fresenius Medical Care Deutschland 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Le soluzioni

Dettagli

AGGIORNAMENTO ELENCO FARMACI H/OSP 2 - ANNO 2009

AGGIORNAMENTO ELENCO FARMACI H/OSP 2 - ANNO 2009 A06A Lassativi A06AD11 LATTULOSIO 1sacca soluz. rett. 20% H OSP2 A11C Vitamine A e D comprese le loro associazioni A11CC04 CALCITRIOLO 25 fl ev 1mcg H OSP2 UU.OO.DI ENDOCRINOLOGIA,MEDICINA INTERNA E UU.OO.

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12.

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12. N. 671 del Reg. Decreti del 06/11/2014 DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12.2012 OGGETTO: Presa

Dettagli

OMEOSTASI DELLA TEMPERATURA CORPOREA

OMEOSTASI DELLA TEMPERATURA CORPOREA OMEOSTASI DELLA TEMPERATURA CORPOREA Ruolo fisiologico del calcio Omeostasi del calcio ASSORBIMENTO INTESTINALE DEL CALCIO OMEOSTASI GLICEMICA Il livello normale di glicemia? 90 mg/100 ml Pancreas

Dettagli

Cenni di Nutrizione Artificiale (N.A.) LINEE GUIDA NUTRIZIONALI IN AMBITO CHIRURGICO SERVIZIO DIETETICO

Cenni di Nutrizione Artificiale (N.A.) LINEE GUIDA NUTRIZIONALI IN AMBITO CHIRURGICO SERVIZIO DIETETICO Cenni di Nutrizione Artificiale (N.A.) LINEE GUIDA NUTRIZIONALI IN AMBITO CHIRURGICO SERVIZIO DIETETICO NUTRIZIONE ARTIFICIALE E una procedura terapeutica mediante la quale è possibile soddisfare i bisogni

Dettagli

Alleviamento dei sintomi nelle forme lievi/moderate di artrosi del ginocchio.

Alleviamento dei sintomi nelle forme lievi/moderate di artrosi del ginocchio. RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Glucosamina ratiopharm 1,5 g polvere per soluzione orale 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Ogni busta contiene 1,5

Dettagli

Determinazione Risultato Unità Limiti di riferimento

Determinazione Risultato Unità Limiti di riferimento METABOLITI SIERICI E URINARI P-Lattato 1,00 mmol/l 0,62-2,35 P-Ammonio 80 µg/dl 25-94 S-Bilirubina totale 1,80 mg/dl Fino a 1,20 S-Bilirubina esterificata 0,40 mg/dl Fino a 0,30 S-Bilirubina non esterificata

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

Corso Qualità, Risk Management. Sistema qualità, rischio clinico e accreditamento Dott. Dario Seghezzi

Corso Qualità, Risk Management. Sistema qualità, rischio clinico e accreditamento Dott. Dario Seghezzi RISK MANAGEMENT IN OSPEDALE Corso Qualità, Risk Management. Sistema qualità, rischio 1 La gestione del rischio nel Sistema Sanitario Regionale 2 La gestione del rischio nel Sistema Sanitario Regionale

Dettagli

Nutrizione parenterale in Urgenza

Nutrizione parenterale in Urgenza 1 Nutrizione parenterale in Urgenza 1 Carmelo D'Amato M.D. 2 Nutrizione Parenterale Rientra nelle due forma di nutrizione artificiale Enterale Parenterale 2 3 Nutrizione Artificiale Somministrazione guidata

Dettagli

ALLEGATO II COMPOSIZIONE ESSENZIALE DEGLI ALIMENTI DI PROSEGUIMENTO DOPO RICOSTITUZIONE SECONDO LE ISTRUZIONI DEL PRODUTTORE

ALLEGATO II COMPOSIZIONE ESSENZIALE DEGLI ALIMENTI DI PROSEGUIMENTO DOPO RICOSTITUZIONE SECONDO LE ISTRUZIONI DEL PRODUTTORE ALLEGATO II COMPOSIZIONE ESSENZIALE DEGLI ALIMENTI DI PROSEGUIMENTO DOPO RICOSTITUZIONE SECONDO LE ISTRUZIONI DEL PRODUTTORE I valori indicati nel presente allegato si riferiscono al prodotto finale pronto

Dettagli

MISCELE PER NUTRIZIONE PARENTERALE. Dr.ssa Marica Carughi Servizio Farmaceutico e Nutrizionale Azienda Ospedaliera Sant Anna Como

MISCELE PER NUTRIZIONE PARENTERALE. Dr.ssa Marica Carughi Servizio Farmaceutico e Nutrizionale Azienda Ospedaliera Sant Anna Como MISCELE PER NUTRIZIONE PARENTERALE Como, 20 giugno 2011 Dr.ssa Marica Carughi Servizio Farmaceutico e Nutrizionale Azienda Ospedaliera Sant Anna Como Nutrienti per miscele e loro fonti Liquidi Azoto acqua

Dettagli

ACCOMPAGNARE IL PAZIENTE IN EMODIALISI. Dr. Fabrizio Vellani Nefrologo

ACCOMPAGNARE IL PAZIENTE IN EMODIALISI. Dr. Fabrizio Vellani Nefrologo ACCOMPAGNARE IL PAZIENTE IN EMODIALISI Dr. Fabrizio Vellani Nefrologo Composizione del corpo umano e distribuzione dei liquidi corporei Per un giovane maschio: SOLIDI 40% Proteine 18 % Grassi 15 % Minerali

Dettagli

Ipoadrenocorticismo (Malattia di Addison)

Ipoadrenocorticismo (Malattia di Addison) Ipoadrenocorticismo (Malattia di Addison) L ipoadrenocorticismo è una malattia endocrina causata dalla ridotta produzione di mineralcorticoidi (aldosterone) e glucocorticoidi (cortisolo) da parte delle

Dettagli

LA CHETOACIDOSI DIABETICA DR LUIGI DI RUZZA U.O.C. PEDIATRIA P.O. FROSINONE

LA CHETOACIDOSI DIABETICA DR LUIGI DI RUZZA U.O.C. PEDIATRIA P.O. FROSINONE LA CHETOACIDOSI DIABETICA DR LUIGI DI RUZZA U.O.C. PEDIATRIA P.O. FROSINONE La Chetoacidosi Diabetica Definizione La chetoacidosi diabetica è causata da una carenza assoluta o relativa di insulina con

Dettagli

La percentuale massa/volume (%m/v) indica la quantità di soluto espressa in grammi presente in 100 ml di soluzione.

La percentuale massa/volume (%m/v) indica la quantità di soluto espressa in grammi presente in 100 ml di soluzione. La concentrazione delle soluzioni Le soluzioni sono costituite da quantità molto variabili dei loro componenti: se vogliamo fornire una indicazione precisa circa la loro composizione, è importante conoscere

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Gaviscon Advance sospensione orale 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA 1 ml contiene sodio alginato 100 mg e potassio

Dettagli

Sodio fosfato Zeta 16% / 6% soluzione rettale Foglio illustrativo Zeta Farmaceutici S.p.A.

Sodio fosfato Zeta 16% / 6% soluzione rettale Foglio illustrativo Zeta Farmaceutici S.p.A. SODIO FOSFATO Zeta 16% / 6% soluzione rettale CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Lassativi. INDICAZIONI TERAPEUTICHE - Trattamento della stitichezza. - Condizioni cliniche che richiedono uno svuotamento intestinale

Dettagli

ACIDO CLODRONICO EG 100 mg/3,3 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente

ACIDO CLODRONICO EG 100 mg/3,3 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente Foglio illustrativo ACIDO CLODRONICO EG 100 mg/3,3 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Farmaci che agiscono sulla mineralizzazione ossea Bifosfonati INDICAZIONI

Dettagli

1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE. CALCITONINA SANDOZ 50 UI/ml Soluzione Iniettabile e per infusione 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA

1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE. CALCITONINA SANDOZ 50 UI/ml Soluzione Iniettabile e per infusione 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto --------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Formattato: Sinistro: 1,59 cm, Destro 1,59 cm

Dettagli

Alimenti e integratori nel bambino che pratica sport: ricostituenti o doping Antonietta Marchi Università degli Studi di Pavia Dipartimento di

Alimenti e integratori nel bambino che pratica sport: ricostituenti o doping Antonietta Marchi Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Alimenti e integratori nel bambino che pratica sport: ricostituenti o doping Antonietta Marchi Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche Scienze

Dettagli

LOTTO A DIETE PER NUTRIZIONE ENTERALE SOMMINISTRABILI PER SONDA O PER OS

LOTTO A DIETE PER NUTRIZIONE ENTERALE SOMMINISTRABILI PER SONDA O PER OS LOTTO A ALLEGATO A DIETE PER NUTRIZIONE ENTERALE SOMMINISTRABILI PER SONDA O PER OS Lotto 1/A Dieta Polimerica Standard Dieta enterale pronta all'uso, per sonda, polimerica standard, liquida, completa,

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE OLIMEL PERIFERICO N4E emulsione per infusione 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA OLIMEL PERIFERICO N4E si presenta sotto

Dettagli

assistenza infermieristica Alla persona con insufficienza renale

assistenza infermieristica Alla persona con insufficienza renale Con affetto alle mie figlie Sofia e Beatrice FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI LAUREA PER INFERMIERE Tesi di Laurea assistenza infermieristica Alla persona con insufficienza renale Laureanda Simonetta

Dettagli

FOLINA 15 mg/2 ml soluzione iniettabile FOLINA 5 mg capsule molli ACIDO FOLICO

FOLINA 15 mg/2 ml soluzione iniettabile FOLINA 5 mg capsule molli ACIDO FOLICO 1 Foglio illustrativo FOLINA 15 mg/2 ml soluzione iniettabile FOLINA 5 mg capsule molli ACIDO FOLICO Categoria farmacoterapeutica ATC: B03BB01 preparati antianemici: acido folico e derivati. INDICAZIONI

Dettagli

Servizio Sanitario Regionale AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA Ospedale di rilievo nazionale e di alta specializzazione ( D.P.C.M.

Servizio Sanitario Regionale AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA Ospedale di rilievo nazionale e di alta specializzazione ( D.P.C.M. Servizio Sanitario Regionale NOTE INFORMATIVE SULLA SCELTA DEL TRATTAMENTO DIALITICO CONSENSO ALLA DIALISI Gentile Signore/a, a breve dovrà iniziare il trattamento dialitico, che comporterà significativi

Dettagli

La somministrazione sicura di farmaci e il calcolo del dosaggio

La somministrazione sicura di farmaci e il calcolo del dosaggio La somministrazione sicura di farmaci e il calcolo del dosaggio IL CALCOLO DEL DOSAGGIO IL CALCOLO DEL DOSAGGIO è UN COMPITO IMPORTANTE NELLA SOMMINISTRAZIONE DEI FARMACI. LA DOSE DI UN FARMACO PUO ESSERE

Dettagli

FONTE : http://www.msd-italia.it/altre/manuale/sez01/0020029.html. www.slidetube.it

FONTE : http://www.msd-italia.it/altre/manuale/sez01/0020029.html. www.slidetube.it FONTE : http://www.msd-italia.it/altre/manuale/sez01/0020029.html E una sindrome da carenza causata dall'inadeguata assunzione di sostanze macronutrienti. La malnutrizione proteico-energetica (MPE) o malnutrizione

Dettagli

PERDITA IRREVERSIBILE DELLE FUNZIONI DEI RENI TERAPIA SOSTITUTIVA. Artificiale: Dialisi

PERDITA IRREVERSIBILE DELLE FUNZIONI DEI RENI TERAPIA SOSTITUTIVA. Artificiale: Dialisi PERDITA IRREVERSIBILE DELLE FUNZIONI DEI RENI TERAPIA SOSTITUTIVA Artificiale: Dialisi Naturale: Trapianto EMODIALISI Metodica di depurazione extra- corporea realizzata mediante scambi di soluti e di acqua

Dettagli

Teofillina: meccanismo d azione 1

Teofillina: meccanismo d azione 1 Teofillinici Università degli studi di Cagliari Facoltà di Medicina e Chirurgia Dipartimento di Neuroscienze Bernard B. Brodie Sezione Farmacologia Clinica Prof.ssa Maria Del Zompo 1 Teofillina 3 HC N

Dettagli

Modalità di gestione della conservazione dei farmaci 18-19 novembre / 2 dicembre 2013

Modalità di gestione della conservazione dei farmaci 18-19 novembre / 2 dicembre 2013 Modulo Relazione audit M_PQ-8-01_03 ed. 3 rev. 00 1 giugno 2010 Modalità di gestione della conservazione dei farmaci 18-19 novembre / 2 dicembre 2013 U.O. per la Qualità e Rischio Clinico Via S. Sofia

Dettagli

RACCOMANDAZIONI sul corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Cloruro di Potassio KCl ed altre soluzioni concentrate contenenti Potassio

RACCOMANDAZIONI sul corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Cloruro di Potassio KCl ed altre soluzioni concentrate contenenti Potassio AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA RACCOMANDAZIONI sul corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Cloruro di Potassio KCl Preparato da Verificato da Verifica per validazione Approvato da Data

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Anexate 0,5 mg/5 ml soluzione iniettabile per uso endovenoso Anexate 1 mg/10 ml soluzione iniettabile per uso endovenoso 2.

Dettagli

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON L Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) IMPORTANTI INFORMAZIONI DI SICUREZZA BUFLOMEDIL

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON L Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) IMPORTANTI INFORMAZIONI DI SICUREZZA BUFLOMEDIL NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON L Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) Febbraio 2010 IMPORTANTI INFORMAZIONI DI SICUREZZA BUFLOMEDIL Nuove informazioni di sicurezza relative ai medicinali contenenti

Dettagli

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto INDICE. 01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Inizio Pagina.

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto INDICE. 01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Inizio Pagina. 1 di 5 07/11/2012 14:56 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto INDICE 01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE 02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA

Dettagli

Argomenti di Patologia Clinica Esami della funzione renale Rene e laboratorio Perché esaminare la funzionalità renale? Per identificare le disfunzioni renali Per diagnosticare le patologie renali Per monitorare

Dettagli

QUALITÀ DELL ACQUA. Aggiornamento Giugno 2015

QUALITÀ DELL ACQUA. Aggiornamento Giugno 2015 AGRIGENTO Cloro residuo libero 0,14 mg/l Cl₂ 0,2 (*) Conc. ioni idrogeno (ph) 8 unità di ph 6,5-9,5 Conducibilità elettrica a 20 C 496 µs/cm a 20 C 2500 Fluoruri 0,4 mg/l F 1,5 Cloruri 23 mg/l Cl 250 Nitrati

Dettagli

Sonde per gastrostomia endoscopica percutanea

Sonde per gastrostomia endoscopica percutanea Sonde per gastrostomia endoscopica percutanea Sonda in materiale biocompatibile di lunga durata, radiopaca per il controllo del posizionamento; presenta un estremità smussa forata per lo stomaco e una

Dettagli

PAZIENTI CON INSUFFICIENZA RENALE CRONICA IN TRATTAMENTO DIALITICO PERITONEALE CON PROBLEMATICHE DEL CATETERE E SCARSE PERFORMANCE DI DRENAGGIO

PAZIENTI CON INSUFFICIENZA RENALE CRONICA IN TRATTAMENTO DIALITICO PERITONEALE CON PROBLEMATICHE DEL CATETERE E SCARSE PERFORMANCE DI DRENAGGIO CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA QUINQUENNALE DI TRATTAMENTI DI DIALISI PERITONEALE PER PAZIENTI CON INSUFFICIENZA RENALE CRONICA DESCRIZIONE DEI LOTTI ------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

FORNITURA DI SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE DISCIPLINARE TECNICO

FORNITURA DI SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE DISCIPLINARE TECNICO ALLEGATO 2) al Capitolato Speciale FORNITURA DI SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE DISCIPLINARE TECNICO CARATTERISTICHE TECNICHE E QUALITATIVE DELLE SACCHE PREMISCELATE PER NUTRIZIONE PARENTERALE Le specifiche

Dettagli

La modulazione della politerapia

La modulazione della politerapia Lo Scompenso Cardiaco Cronico: un modello di collaborazione ospedaleterritorio per la qualità dell assistenza e l economia delle risorse La modulazione della politerapia Laura Montagna Enrico Turbil 9

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITA MEDICINALE:

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITA MEDICINALE: RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITA MEDICINALE: FLUAD, Sospensione iniettabile in siringa pre-riempita Vaccino influenzale inattivato, antigene di superficie,

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III RAZIONALE Scopo di queste Raccomandazioni

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. ENDOREM

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. ENDOREM RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. ENDOREM 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE ENDOREM, 11,2 mg Fe/ml, concentrato per sospensione per infusione. 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA 1 ml

Dettagli

U.O. FARMACIA. SCHEDE INFORMATIVE SULL IMPIEGO DI SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE Linee Guida

U.O. FARMACIA. SCHEDE INFORMATIVE SULL IMPIEGO DI SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE Linee Guida U.O. FARMACIA SCHEDE INFORMATIVE SULL IMPIEGO DI SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE Linee Guida LFA.P27 Rev.2 del 14.05.2015 La nutrizione parenterale (NP) consiste nell introduzione direttamente nel torrente

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Soluzione Schoum soluzione orale

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Soluzione Schoum soluzione orale Foglio illustrativo: informazioni per il paziente Soluzione Schoum soluzione orale Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

Dettagli

IDROSSIZINA. Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M. Molteni, M. Pozzi, S. Radice

IDROSSIZINA. Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M. Molteni, M. Pozzi, S. Radice a cura di: IRCCS E. MEDEA LA NOSTRA FAMIGLIA (Direttore sanitario Dott. M. Molteni) UO FARMACOLOGIA CLINICA AO L. SACCO (Direttore Prof. E. Clementi) Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M.

Dettagli

Facoltà di Farmacia e Medicina BANDO DI CONCORSO A.A. 2014/2015

Facoltà di Farmacia e Medicina BANDO DI CONCORSO A.A. 2014/2015 Facoltà di Farmacia e Medicina BANDO DI CONCORSO A.A. 2014/2015 MASTER DI I LIVELLO IN Nefropatie, Dialisi e Patologie Cardiovascolari (CODICE 26769) DIRETTORE: PROF. GIANFRANCO RAIMONDI AVVISO DI CONFERIMENTO

Dettagli

2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA 100 ml di soluzione contengono: Principio attivo: Potassio Acetato 29.4 g (ogni ml contiene 3 meq di K + )

2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA 100 ml di soluzione contengono: Principio attivo: Potassio Acetato 29.4 g (ogni ml contiene 3 meq di K + ) 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Potassio Acetato MONICO 3 meq/ml Concentrato per soluzione per infusione 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA 100 ml di soluzione contengono: Principio attivo: Potassio

Dettagli

LA CHETOACIDOSI DIABETICA

LA CHETOACIDOSI DIABETICA LA CHETOACIDOSI DIABETICA Manuela Caruso Donatella Lo Presti Dipartimento di Pediatria Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Catania Ragusa, 4 Aprile 2009 DEFINIZIONE CHETOACIDOSI DIABETICA

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Rocaltrol 0,25 mcg capsule molli Rocaltrol 0,50 mcg capsule molli 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Rocaltrol 0,25

Dettagli

PROTOCOLLO PER IL CORRETTO UTILIZZO DELLE SOLUZIONI CONCENTRATE DI POTASSIO

PROTOCOLLO PER IL CORRETTO UTILIZZO DELLE SOLUZIONI CONCENTRATE DI POTASSIO SOC RISCHIO CLINICO E DIPARTIMENTO DEL FARMACO PROTOCOLLO PER IL CORRETTO UTILIZZO DELLE SOLUZIONI CONCENTRATE DI POTASSIO Revisione Data Oggetto della revisione 00 01/07/2011 Prima emissione Stesura nome,

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1 DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITA' MEDICINALE CERNEVIT 2. COMPOSIZIONE QUALI/QUANTITATIVA Ogni flacone di Polvere Per Soluzione Iniettabile contiene: Principi

Dettagli

Le interazioni farmacologiche come causa di reazioni avverse da farmaci

Le interazioni farmacologiche come causa di reazioni avverse da farmaci Le interazioni farmacologiche come causa di reazioni avverse da farmaci Corso per farmacisti operanti nei punti di erogazione diretta delle Aziende Sanitarie della Regione Emilia-Romagna AUSL Piacenza

Dettagli

Riassunto delle Caratteristiche Tecniche del Prodotto

Riassunto delle Caratteristiche Tecniche del Prodotto Riassunto delle Caratteristiche Tecniche del Prodotto 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Nespo 10, 15, 20, 30, 40, 50, 60, 80, 100, 150, 300, 500 microgrammi soluzione iniettabile in siringa preriempita.

Dettagli

CAPITOLO 1 CONCETTI GENERALI

CAPITOLO 1 CONCETTI GENERALI CAPITOLO 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Il digiuno Prima di affrontare il capitolo dedicato alla malnutrizione calorico-proteica è bene focalizzare l attenzione sul digiuno e sul suo ruolo nel condizionare la

Dettagli

Lista Eventi Sentinella - Ministero della Salute

Lista Eventi Sentinella - Ministero della Salute Lista Eventi Sentinella - Ministero della Salute 1. Procedura in paziente sbagliato 2. Procedura chirurgica in parte del corpo sbagliata (lato, organo o parte) 3. Errata procedura 4. Strumento o altro

Dettagli

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE VETERINARIO INCURIN 1 mg compresse 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Principio attivo: estriolo 1 mg/compressa

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. Medicinale equivalente

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. Medicinale equivalente RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO Medicinale equivalente 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE KESOL 50 microgrammi Spray nasale, sospensione KESOL 100 microgrammi Spray nasale, sospensione 2. COMPOSIZIONE

Dettagli

L ANELLO DEBOLE DEL CICLO DI STERILIZZAZIONE

L ANELLO DEBOLE DEL CICLO DI STERILIZZAZIONE IGIENE E SICUREZZA DEI CIRCUITI IDRICI DEI RIUNITI L ANELLO DEBOLE DEL CICLO DI STERILIZZAZIONE TRATTAMENTO E DISINFEZIONE ACQUE PERCHE TRATTARE E DISINFETTARE L ACQUA IN AMBITO ODONTOIATRICO? INFEZIONE

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE CALCITRIOLO DOC Generici 0,25 microgrammi capsule molli CALCITRIOLO DOC Generici 0,50 microgrammi capsule molli 2. COMPOSIZIONE

Dettagli

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 6 GHIANDOLE SURRENALI ZONE

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 6 GHIANDOLE SURRENALI ZONE ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 6 GHIANDOLE SURRENALI ZONE Struttura La porzione più esterna della corticale, la zona glomerulare, è costituita da piccole cellule mentre la porzione centrale,

Dettagli

La [H+], il PH e quello che l equazione di Kassirer- Bleich ci può dire nella pratica.

La [H+], il PH e quello che l equazione di Kassirer- Bleich ci può dire nella pratica. DISORDINI DELL EQUILIBRIO ACIDO-BASE : loro interpretazione Introduzione L interpretazione dei disordini dell equilibrio acido base (EAB) è stata spesso considerata dagli studenti del corso di laurea in

Dettagli

13.4. Gli effetti dell'etanolo comprendono a. aumento del sonno REM b. aumento della secrezione gastrica c. (a e b) d. (nessuna delle precedenti)

13.4. Gli effetti dell'etanolo comprendono a. aumento del sonno REM b. aumento della secrezione gastrica c. (a e b) d. (nessuna delle precedenti) 56 13. Alcol etilico - Proprietà farmacologiche, effetti collaterali, usi clinici. - Farmacocinetica. - Intossicazione acuta e cronica e loro trattamento. - Dipendenza e sindrome da astinenza, loro trattamento.

Dettagli

Un uso non corretto dei farmaci può determinare eventi avversi con conseguenze gravi per i pazienti

Un uso non corretto dei farmaci può determinare eventi avversi con conseguenze gravi per i pazienti Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III RACCOMANDAZIONE PER LA PREVENZIONE

Dettagli

ALLEGATO I CONCLUSIONI SCIENTIFICHE E MOTIVI DELLA MODIFICA DEI RIASSUNTI DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO PRESENTATI DALL EMEA

ALLEGATO I CONCLUSIONI SCIENTIFICHE E MOTIVI DELLA MODIFICA DEI RIASSUNTI DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO PRESENTATI DALL EMEA ALLEGATO I CONCLUSIONI SCIENTIFICHE E MOTIVI DELLA MODIFICA DEI RIASSUNTI DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO PRESENTATI DALL EMEA 1 CONCLUSIONI SCIENTIFICHE RIASSUNTO GENERALE DELLA VALUTAZIONE SCIENTIFICA

Dettagli

Dipartimento Medicine Specialistiche Direttore: dr. Giovanni Q.Villani. Nefrologia e Dialisi

Dipartimento Medicine Specialistiche Direttore: dr. Giovanni Q.Villani. Nefrologia e Dialisi Dipartimento Medicine Specialistiche Direttore: dr. Giovanni Q.Villani Nefrologia e Dialisi Direttore: Roberto Scarpioni Parliamo di reni Ambulatorio di Predialisi Dr. Sergio Ballocchi A.F.D.Loredana Scalambra

Dettagli

SINDROME NEFROSICA. Sindrome clinica caratterizzata da: - Edema (volto, piedi, mani) - Proteinuria (>3 g/die) - Ipoalbuminemia - Ipercolesterolemia

SINDROME NEFROSICA. Sindrome clinica caratterizzata da: - Edema (volto, piedi, mani) - Proteinuria (>3 g/die) - Ipoalbuminemia - Ipercolesterolemia SINDROME NEFROSICA SINDROME NEFROSICA Sindrome clinica caratterizzata da: - Edema (volto, piedi, mani) - Proteinuria (>3 g/die) - Ipoalbuminemia - Ipercolesterolemia SINDROME NEFROSICA - EPIDEMIOLOGIA

Dettagli

La nutrizione e il metabolismo

La nutrizione e il metabolismo La nutrizione e il metabolismo 1. Le sostanze nutritive, o nutrienti 2. Definizione di metabolismo 3. Il metabolismo dei carboidrati 4. Il metabolismo dei lipidi 1 L apparato respiratorio 5. Il metabolismo

Dettagli

STRUTTURA COMPLESSA INTERAZIENDALE FARMACIA OSPEDALIERA Direttore: Dott.ssa Elisabetta di Lenardo

STRUTTURA COMPLESSA INTERAZIENDALE FARMACIA OSPEDALIERA Direttore: Dott.ssa Elisabetta di Lenardo REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA Offre informazioni, indicazioni sull organizzazione dell Azienda, richieste o segnalazioni. Fornisce indicazioni sull accoglienza dei parenti dei malati. L

Dettagli

Qualità dell'acqua nel tuo comune

Qualità dell'acqua nel tuo comune Qualità dell'acqua nel tuo comune Qui di seguito trovate il glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento: CONCENTRAZIONE DEGLI IONI IDROGENO (ph) E' la misura della quantità di

Dettagli

Glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento:

Glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento: Glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento: CONCENTRAZIONE DEGLI IONI IDROGENO (PH) E' la misura della quantità di ioni idrogeno presenti nell'acqua, e ne fornisce di conseguenza

Dettagli

Caratteristiche delle acque naturali

Caratteristiche delle acque naturali Caratteristiche delle acque naturali Acque meteoriche: contengono in soluzione i gas costituenti l atmosfera; non contengono generalmente sostanze solide ed organiche; risorsa quantitativamente marginale

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE ACICLOVIR ABC 800 mg COMPRESSE ACICLOVIR ABC 400 mg/5 ml SOSPENSIONE ORALE 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Aciclovir

Dettagli

Bilancio idro-elettrolitico Composizione dei liquidi corporei

Bilancio idro-elettrolitico Composizione dei liquidi corporei Bilancio idro-elettrolitico Composizione dei liquidi corporei L'acqua presente nei compartimenti corporei è ricca di sali o elettroliti un elettrolitita disciolto in acqua si separa in ioni si dividono

Dettagli

Malattie Metaboliche in Medicina Interna

Malattie Metaboliche in Medicina Interna Corso di Formazione Continua: Malattie Metaboliche in Medicina Interna SEDE: AULA A EDIFICIO 2 CLINICA MEDICA POLICLINICO UMBERTO I - ROMA Direzione del Corso: Sebastiano Filetti Carlo Messina Enzo Pirrotta

Dettagli