GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 75 ALLEGATO 2 ACQUA PER PREPARAZIONI INIETTABILI PER IRRIGAZIONI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "29-3-2013. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 75 ALLEGATO 2 ACQUA PER PREPARAZIONI INIETTABILI PER IRRIGAZIONI"

Transcript

1 ALLEGATO 2 ACQUAPERPREPARAZIONIINIETTABILI PERIRRIGAZIONI RIASSUNTODELLECARATTERISTICHEDELPRODOTTO 1. DENOMINAZIONEDELMEDICINALE Acquaperpreparazioniiniettabili<nomeditta>perirrigazioni 2. COMPOSIZIONEQUALITATIVAEQUANTITATIVA Acquasterileedapirogenaperpreparazioniiniettabili. Esaminataincondizioniottimalidivisibilità,èlimpida,incoloreedesentedaparticelleinsospensione. Nondevecontenereagentiantimicrobicioaltriadditivi. 3. FORMAFARMACEUTICA Acquaperpreparazioniiniettabiliperirrigazioni. 4. INFORMAZIONICLINICHE 4.1 Indicazioniterapeutiche Irrigazionediorganicaviodicavitàcelomatiche. 4.2 Posologiaemododisomministrazione Ilvolumeutilizzatopotràvariareasecondadeltipodiinterventoedellasuadurata. 4.3 Controindicazioni Nonpertinente. 4.4 Avvertenzespecialieprecauzionidiimpiego Usaresubitodopol aperturadelcontenitore.lasoluzionedeveesserelimpida,incoloreeprivadiparticellevisibili. L eventualeresiduononpuòessereutilizzato. Lasomministrazionecontinuapuòcausaresovraccaricoidrico,statocongestizioeriduzionediconcentrazionedegli elettroliti. 4.5 Interazioniconaltrimedicinaliedaltreformediinterazione Nonpertinente. 4.6 Gravidanzaeallattamento Nonpertinente. 4.7 Effettisullacapacitàdiguidareveicoliesull usodimacchinari Nonpertinente. 4.8 Effettiindesiderati Nonpertinente. 4.9 Sovradosaggio Nonpertinente. 5. PROPRIETÀFARMACOLOGICHE 5.1 Proprietàfarmacodinamiche Categoriafarmacoterapeutica:solventiediluenti,compreselesoluzionidetergenti,codiceATC:V07AB L acquaperpreparazioniiniettabilièacquadistillatasterile,esentedapirogeni.siottieneperdistillazionediacqua potabile,purificataodistillatainundistillatoredivetroneutro,quarzoometallodotatodiundispositivocheevitilo sgocciolamento;laprimaporzionedeldistillatovienescartata,mentreilrimanentevieneraccoltoincontenitoriidonei chiusiesuccessivamentesterilizzatialcaloreperevitarequalsiasicontaminazione. 5.2 Proprietàfarmacocinetiche Nonpertinente. 5.3 Datipreclinicidisicurezza Nonpertinente. 67

2 6. INFORMAZIONIFARMACEUTICHE 6.1 Elencodeglieccipienti L acquaperpreparazioniiniettabiliperirrigazioninondevecontenereagentiantimicrobicioaltriadditivi. 6.2 Incompatibilità Nonpertinente. 6.3 Periododivalidità <dacompletareacuradeltitolarediaic> 6.4 Precauzioniparticolariperlaconservazione Nessunaparticolareprecauzione 6.5 Naturaecontenutodelcontenitore <dacompletareacuradeltitolarediaic> 6.6 Precauzioniparticolariperlosmaltimentoelamanipolazione Ilmedicinalenonutilizzatoedirifiutiderivatidatalemedicinaledevonoesseresmaltitiinconformitàallanormativa localevigente. 7. TITOLAREDELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolarediaic> 8. NUMERO(I)DELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolarediaic> 9. DATADELLAPRIMAAUTORIZZAZIONE/RINNOVODELL AUTORIZZAZIONE <dacompletareacuradeltitolarediaic> 10. DATADIREVISIONEDELTESTO DatadeterminazioneAIFA FOGLIOILLUSTRATIVO Acquaperpreparazioniiniettabili<nomeditta>perirrigazioni CATEGORIAFARMACOTERAPEUTICA Solventiediluenti,compreselesoluzionidetergenti INDICAZIONITERAPEUTICHE Irrigazionediorganicaviodicavitàcelomatiche. CONTROINDICAZIONI Nonpertinente. PRECAUZIONIPERL USO Lasomministrazionecontinuapuòcausaresovraccaricoidrico,statocongestizioeriduzionediconcentrazionedegli elettroliti. INTERAZIONI Nonpertinente. AVVERTENZESPECIALI Usaresubitodopol aperturadelcontenitore.lasoluzionedeveesserelimpida,incoloreeprivadiparticellevisibili. L eventualeresiduononpuòessereutilizzato. 68

3 Gravidanzaeallattamento Nonpertinente. Effettisullacapacitàdiguidareveicoliesull usodimacchinari Nonpertinente. DOSE,MODOETEMPODISOMMINISTRAZIONE Ilvolumeutilizzatopotràvariareasecondadeltipodiinterventoedellasuadurata. SOVRADOSAGGIO Nonpertinente. EFFETTIINDESIDERATI Nonpertinente. SCADENZAECONSERVAZIONE Scadenza:vedereladatadiscadenzariportatasullaconfezione. Ladatadiscadenzasiriferiscealprodottoinconfezionamentointegro,correttamenteconservato. Attenzione:nonutilizzareilmedicinaledopoladatadiscadenzariportatasullaconfezione. Imedicinalinondevonoesseregettatinell acquadiscaricoeneirifiutidomestici.chiederealfarmacistacome eliminareimedicinalichenonsiutilizzanopiù.questoaiuteràaproteggerel ambiente. Tenereilmedicinalefuoridallaportataedallavistadeibambini. COMPOSIZIONE Acquasterileedapirogenaperpreparazioniiniettabili. Esaminataincondizioniottimalidivisibilità,èlimpida,incoloreedesentedaparticelleinsospensione. Nondevecontenereagentiantimicrobicioaltriadditivi. FORMAFARMACEUTICAECONTENUTO Acquaperpreparazioniiniettabiliperirrigazioni. <dacompletareacuradeltitolarediaic> TITOLAREDELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolarediaic> PRODUTTORE <dacompletareacuradeltitolarediaic> Revisionedelfoglioillustrativodapartedell AgenziaItalianadelFarmaco DeterminazioneAIFAdel SOLUZIONEPEREMODIALISICONCENTRATAACIDA RIASSUNTODELLECARATTERISTICHEDELPRODOTTO 1.DENOMINAZIONEDELMEDICINALE Soluzioneperemodialisiconcentrataacida<nomeditta> 2.COMPOSIZIONEQUALITATIVAEQUANTITATIVA: <Nellatabelleseguentesonoindicatigliintervallidiconcentrazionedeicomponentichepossonoesserepresenti nellasoluzionedopoladiluizioneeprimadellaeventualeneutralizzazioneconsodiobicarbonato.ognititolare riporteràlaconcentrazionedellaconfezionedicuitrattasi> 69

4 1000mldisoluzionediluita(primadellaneutralizzazioneconsodiobicarbonato)contengono: Sodio 80110mMol/l 80110mEq/l Potassio 03,0mMol/l 03,0mEq/l Calcio 02,0mMol/l 04,0mEq/l Magnesio 01,2mMol/l 02,4mEq/l Acidoacetico 2,510mMol/l 2,510mEq/l Cloruro 90120mMol/l 90120mEq/l Glucosio 012,0mMol/l <inalternativaall inserimentodellacomposizionedellaconfezionedicuitrattasi,iltitolarepuòinserirelaseguente frase:perlacomposizionedellaconfezionevederel etichettadellasacca> Perl elencocompletodeglieccipienti,vedereparagrafo6.1. <Quandolaformulazionefinalecomprendebicarbonato>Lasoluzionebasicadisodiobicarbonatodeveessere contenutainuncontenitoreseparatoemiscelataallasoluzionedielettrolitiimmediatamenteprimadell usofinoad unaconcentrazionefinaledibicarbonatononsuperiorea45mmol/l. 3.FORMAFARMACEUTICA Soluzioneconcentrataperemodialisisterile<apirogena><esentedaendotossinebatteriche>. 4.INFORMAZIONICLINICHE 4.1Indicazioniterapeutiche Trattamentodipazienticoninsufficienzarenaleacuta. Sovraccaricoidrico,turbedelbilancioelettrolitico. Trattamentodelleintossicazionidasostanzedializzabili. 4.2Posologiaemododisomministrazione Laposologiaelemodalitàdisomministrazionevengonostabilitedivoltainvoltadalmedicoinbaseallesingole necessità. Lasceltadellaconcentrazionedipotassioediglucosionellasoluzionedipendonodallapotassiemiaedallaglicemiadel paziente. <questa frase va adattata alla effettiva composizione della sacca se presenti uno o entrambi dei componenticitati,oeliminatasenessunodeiduesiapresente> Lesoluzionifinaliperemodialisisipreparanodiluendoconacquadiqualitàappropriata(acquaperdiluizionedelle soluzioniconcentrateperemodialisi)edeventualmenteneutralizzandolasoluzioneconcentrataacidaconsoluzione basicadisodiobicarbonato. Quandolaformulazionefinalecomprendebicarbonato,lasoluzionedisodiobicarbonatodeveesserecontenutainun contenitoreocompartimentoseparatoemiscelataallasoluzionedielettrolitialmomentodell uso. Nelcorsoditalioperazionidevonoesserepresetutteleprecauzioniperevitareognicontaminazionemicrobica. Primadell usooccorreriscaldarelasoluzioneallatemperaturacorporea(vedereparagrafo4.4). Agitarebeneilmedicinaleprimadell uso. 4.3Controindicazioni Ipersensibilitàaiprincipiattivioadunoqualsiasideglieccipienti. Nonesistonocontroindicazioniassoluteall emodialisi. Insufficienza respiratoria grave, gravi disordini nel metabolismo lipidico e malnutrizione costituiscono controindicazionirelative. 4.4Specialiavvertenzeeprecauzioniperl uso Lasoluzionenondeveessereutilizzataperinfusioneendovenosa. Ilbilancioidroelettroliticodelpazientedeveessereattentamentemonitorato. Iperidratazioneedisidratazionepossonodeterminaregraviconseguenzecomeladeplezionedeifluidicorporei,lo scompensocardiacocongestiziooloshock. Potrebbeesserenecessarioreintegrareeventualiperditediproteine,aminoacidievitamineidrosolubili. Deveesserepostacautelanell utilizzoincircostanzeassociateadunelevatorischioemorragico(es.traumacranico, recenteinterventochirurgicoetc.). 70

5 Perridurreidisagidellasomministrazione,primadell usolasoluzionepuòessereriscaldataallatemperaturadi37 C nellasaccadiprotezionesigillata.ilriscaldamentodeveessereeffettuatoconcaloresecco;l idealesarebbeutilizzare unapiastrariscaldanteappositamenterealizzata. Perevitarelacontaminazionedeiconnettorilasaccanondeveesserescaldatamedianteimmersioneinacqua. <Nelcasosiusiunasoluzionecontenentesodiobicarbonato>Lasoluzionefinaledeveessereottenutamediante miscelazionedellasoluzionecontenentesodiobicarbonatoconquellacontenenteglialtricomponenti(soluzione acida).lamiscelazionedeveavvenireimmediatamenteprimadell uso. Controllarel esattadiluizioneprimadell uso.misurareesattamenteilvolumedaprelevare. Usaresubitodopol aperturadelcontenitore.lasoluzionedeveesserelimpida,incoloreodicoloreleggermentegiallo paglierinoeprivadiparticellevisibili.serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventualeresiduononpuòessere utilizzato. <Istruzioniperladiluizioneeperlaeventualemiscelazioneconsoluzionibasiche> <dacompletareacuradeltitolareaic> Dopol eventualemiscelazioneconsodiobicarbonatoeladiluizionecontrollarecheilcontenutosiachiaroeprivodi precipitati. 4.5Interazioniconaltrimedicinaliealtreformediinterazione Laconcentrazioneematicadifarmacidializzabilipuòessereridottaduranteladialisi.Senecessariopotrannoessere opportunamentevariatiidosaggifarmacologici. I livelli plasmatici di potassio in pazienti in terapia digitalica dovranno essere frequentemente valutati onde scongiurareilrischiodiarrestocardiaco. L aggiunta di farmaci alla soluzione potrà essere effettuata soltanto su indicazione del medico ed andrà accuratamentevalutata. 4.6Gravidanzaeallattamento NonsonodisponibilidaticlinicirelativialtrattamentoconSoluzioneperemodialisiconcentrataacida<nomeditta>in gravidanzaeallattamento,cosìcomenonsonodisponibilistudisuglianimali.inquesticasideveesserevalutatoil rapportorischio/beneficiodalmedicoinbaseallecondizionidellesingolepazienti. 4.7Effettisullacapacitàdiguidareediusaremacchinari Ipazientisottopostiaemodialisipotrebberomanifestareeffettiindesideratichepossonocomprometterelacapacità diguidareousaremacchinari. 4.8Effettiindesiderati Diseguitosonoriportatiglieffettiindesideratipiùcomunidiunaemodialisi,specialmentequandotroppofluidoviene rimosso dal corpo, organizzati secondo la classificazione sistemica organica MedDRA. Non sono disponibili dati sufficientiperstabilirelafrequenzadeisingolieffettielencati. Disturbidelsistemaimmunitario Reazionidiipersensibilità,prurito Patologiegastrointestinali Nausea,vomito,crampiaddominali. Patologievascolari Ipotensione,emboliagassosa,emorragia(gastrointestinale,intracranica,retroperitoneale,intraoculare). Patologiedelsistemanervoso Crampimuscolari,convulsioni. Disturbipsichiatrici Insonnia,Demenza Patologiecardiache Aritmie. 71

6 Disordinidell equilibrioidricoedelettrolitico Ipoeipernatremia,ipoeiperkaliemia,ipercalcemia,ipermagnesiemia. Patologiesistemicheecondizionirelativeallasededisomministrazione Rispostefebbrili,stenosi,trombosioinfezionenelsitodiinfusione,formazionidiascessi. 4.9Sovradosaggio Nonpertinente. Leeventualiconseguenzediunsovradosaggioincludonoipervolemia,ipovolemia,disturbielettroliticio(inpazienti diabetici)iperglicemia. 5.PROPRIETA FARMACOLOGICHE 5.1 Proprietàfarmacodinamiche Categoriafarmacoterapeutica:emodialitici,concentrati,CodiceATC:B05ZA. Le soluzioni per emodialisi sono preparazioni contenenti elettroliti in concentrazione simile a quella della composizionedelplasma. 5.2Proprietàfarmacocinetiche Nonpertinente. 5.3Datipreclinicidisicurezza Idatipreclinicihannoscarsarilevanzaclinicaallalucedellavastaesperienzaacquisitaconl'usodelfarmaconell'uomo. 6.INFORMAZIONIFARMACEUTICHE 6.1Eccipienti <dacompletareacuradeltitolareaic> 6.2Incompatibilità <dacompletareacuradeltitolareaic> Inassenzadistudidicompatibilità,ilmedicinalenondeveesseremiscelatoconaltriprodotti. 6.3Validità <dacompletareacuradeltitolareaic> Usarelasoluzionesubitodopol aperturadelcontenitore;serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventuale residuononpuòessereutilizzato. 6.4Specialiprecauzioniperlaconservazione <dacompletareacuradeltitolareaic> Conservarenellaconfezioneoriginaleenelcontenitoreermeticamentechiusoadunatemperaturacheimpediscala formazionedicristalli(comunquenoninferiorea4 C)ealriparodallalucesolarediretta.Noncongelare. 6.5Naturaecapacitàdelcontenitore <dacompletareacuradeltitolareaic> 6.6Istruzioniperl uso <dacompletareacuradeltitolareaic> Nonusareilmedicinaleselaconfezionenonèintegraoselasoluzionenonsipresentalimpida,incoloreodicolore leggermentegiallopaglierinoosecontieneparticelle. Adottaretutteleusualiprecauzionialfinedimantenerelasterilitàprimaedurantel utilizzo. Ilmedicinalenonutilizzatoeirifiutiderivatidatalemedicinaledevonoesseresmaltitiinconformitàallanormativa localevigente. 7. TITOLAREDELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolareaic> 8. NUMERODELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolareaic> 72

7 9. DATADIPRIMAAUTORIZZAZIONE/RINNOVODELL AUTORIZZAZIONE <dacompletareacuradeltitolareaic> 10. DATADIREVISIONEDELTESTO datadeterminazioneaifa FOGLIOILLUSTRATIVO Soluzioneperemodialisiconcentrataacida<nomeditta> CATEGORIAFARMACOTERAPEUTICA Emodialitici,concentrati. INDICAZIONITERAPEUTICHE Trattamentodipazienticoninsufficienzarenaleacuta. Sovraccaricoidrico,turbedelbilancioelettrolitico. Trattamentodelleintossicazionidasostanzedializzabili. CONTROINDICAZIONI Ipersensibilitàaiprincipiattivioadunoqualsiasideglieccipienti. Nonesistonocontroindicazioniassoluteall emodialisi. Insufficienza respiratoria grave, gravi disordini nel metabolismo lipidico e malnutrizione costituiscono controindicazionirelative. PRECAUZIONIPERL'USO Lasoluzionenondeveessereutilizzataperinfusioneendovenosa. Ilbilancioidroelettroliticodelpazientedeveessereattentamentemonitorato. Iperidratazioneedisidratazionepossonodeterminaregraviconseguenzecomeladeplezionedeifluidicorporei,lo scompensocardiacocongestiziooloshock. Potrebbeesserenecessarioreintegrareeventualiperditediproteine,aminoacidievitamineidrosolubili. Deveesserepostacautelanell utilizzoincircostanzeassociateadunelevatorischioemorragico(es.traumacranico, recenteinterventochirurgicoetc.). Perridurreidisagidellasomministrazione,primadell usolasoluzionepuòessereriscaldataallatemperaturadi37 C nellasaccadiprotezionesigillata.ilriscaldamentodeveessereeffettuatoconcaloresecco;l idealesarebbeutilizzare unapiastrariscaldanteappositamenterealizzata. Perevitarelacontaminazionedeiconnettorilasaccanondeveesserescaldatamedianteimmersioneinacqua. <Nelcasosiusiunasoluzionecontenentesodiobicarbonato>Lasoluzionefinaledeveessereottenutamediante miscelazionedellasoluzionecontenentesodiobicarbonatoconquellacontenenteglialtricomponenti(soluzione acida).lamiscelazionedeveavvenireimmediatamenteprimadell uso. Controllarel esattadiluizioneprimadell uso.misurareesattamenteilvolumedaprelevare. INTERAZIONI Informareilmedicooilfarmacistasesièrecentementeassuntoqualsiasialtromedicinale,anchequellisenza prescrizionemedica. Laconcentrazioneematicadifarmacidializzabilipuòessereridottaduranteladialisi.Senecessariopotrannoessere opportunamentevariatiidosaggifarmacologici. Ilivelliplasmaticidipotassioinpazientiinterapiadigitalicadovrannoesserefrequentementevalutationde scongiurareilrischiodiarrestocardiaco. L aggiunta di farmaci alla soluzione potrà essere effettuata soltanto su indicazione del medico ed andrà accuratamentevalutata. AVVERTENZESPECIALI Usaresubitodopol aperturadelcontenitore.lasoluzionedeveesserelimpida,incoloreodicoloreleggermentegiallo paglierinoeprivadiparticellevisibili.serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventualeresiduononpuòessere utilizzato. Gravidanzaeallattamento Chiedereconsiglioalmedicooalfarmacistaprimadiprenderequalsiasimedicinale. NonsonodisponibilidaticlinicirelativialtrattamentoconSoluzioneperemodialisiconcentrataacida<nomeditta>in gravidanzaeallattamento,cosìcomenonsonodisponibilistudisuglianimali.inquesticasideveesserevalutatoil rapportorischio/beneficiodalmedicoinbaseallecondizionidellesingolepazienti. 73

8 Effettisullacapacitàdiguidareveicoliesull'usodimacchinari Ipazientisottopostiaemodialisipotrebberomanifestareeffettiindesideratichepossonocomprometterelacapacità diguidareousaremacchinari. DOSE,MODOETEMPODISOMMINISTRAZIONE Laposologiaelemodalitàdisomministrazionevengonostabilitedivoltainvoltadalmedicoinbaseallesingole necessità. Lasceltadellaconcentrazionedipotassioediglucosionellasoluzionedipendonodallapotassiemiaedallaglicemiadel paziente. <questa frase va adattata alla effettiva composizione della sacca se presenti uno o entrambi dei componenticitati,oeliminatasenessunodeiduesiapresente> Lesoluzionifinaliperemodialisisipreparanodiluendoconacquadiqualitàappropriata(acquaperdiluizionedelle soluzioniconcentrateperemodialisi)edeventualmenteneutralizzandolasoluzioneconcentrataacidaconsoluzione basicadisodiobicarbonato. Quandolaformulazionefinalecomprendebicarbonato,lasoluzionedisodiobicarbonatodeveesserecontenutainun contenitoreocompartimentoseparatoemiscelataallasoluzionedielettrolitialmomentodell uso. Nelcorsoditalioperazionidevonoesserepresetutteleprecauzioniperevitareognicontaminazionemicrobica. Primadell usooccorreriscaldarelasoluzioneallatemperaturacorporea(vedereprecauzioniperl uso). Agitarebeneilmedicinaleprimadell uso. Usarelasoluzionesubitodopol aperturadelcontenitore;serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventuale residuononpuòessereutilizzato. Nonusareilmedicinaleselaconfezionenonèintegraoselasoluzionenonsipresentalimpida,incoloreodicolore leggermentegiallopaglierinoosecontieneparticelle. Adottaretutteleusualiprecauzionialfinedimantenerelasterilitàprimaedurantel utilizzo. Inassenzadistudidicompatibilità,ilmedicinalenondeveesseremiscelatoconaltriprodotti. <Istruzioniperladiluizioneeperlaeventualemiscelazioneconsoluzionibasiche> <dacompletareacuradeltitolareaic> Dopol eventualemiscelazioneconsodiobicarbonatoeladiluizionecontrollarecheilcontenutosiachiaroeprivodi precipitati. SOVRADOSAGGIO Nonpertinente. Leeventualiconseguenzediunsovradosaggioincludonoipervolemia,ipovolemia,disturbielettroliticio(inpazienti diabetici)iperglicemia. IncasodiutilizzodiunaquantitàeccessivadiSoluzioneperemodialisiconcentrataacida<nomeditta>avvertire immediatamenteilmedicoorivolgersialpiùvicinoospedale. Sesihaqualsiasidubbiosull usodisoluzioneperemodialisiconcentrataacida<nomeditta>,rivolgersialmedicooal farmacista. EFFETTIINDESIDERATI Diseguitosonoriportatiglieffettiindesideratipiùcomunidiunaemodialisi,specialmentequandotroppofluidoviene rimossodalcorpo.nonsonodisponibilidatisufficientiperstabilirelafrequenzadeisingolieffettielencati. Disturbidelsistemaimmunitario Reazionidiipersensibilità,prurito Patologiegastrointestinali Nausea,vomito,crampiaddominali. Patologievascolari Ipotensione,emboliagassosa,emorragia(gastrointestinale,intracranica,retroperitoneale,intraoculare). Patologiedelsistemanervoso Crampimuscolari,convulsioni. 74

9 Disturbipsichiatrici Insonnia,Demenza Patologiecardiache Aritmie. Disordinidell equilibrioidricoedelettrolitico Ipoeipernatremia,ipoeiperkaliemia,ipercalcemia,ipermagnesiemia. Patologiesistemicheecondizionirelativeallasededisomministrazione Rispostefebbrili,stenosi,trombosioinfezionenelsitodiinfusione,formazionidiascessi. Ilrispettodelleistruzionicontenutenelfoglioillustrativoriduceilrischiodieffettiindesiderati. Seunoqualsiasideglieffettiindesideratisiaggrava,osesinotalacomparsadiunqualsiasieffettoindesideratonon elencatoinquestofoglioillustrativo,informareilmedicooilfarmacista. SCADENZAECONSERVAZIONE Scadenza:vedereladatadiscadenzariportatasullaconfezione. Ladatadiscadenzasiriferiscealprodottoinconfezionamentointegro,correttamenteconservato. Attenzione:nonutilizzareilmedicinaledopoladatadiscadenzariportatasullaconfezione. Condizionidiconservazione <dacompletareacuradeltitolarediaic> Conservarenellaconfezioneoriginaleenelcontenitoreermeticamentechiusoadunatemperaturacheimpediscala formazionedicristalli(comunquenoninferiorea4 C)ealriparodallalucesolarediretta.Noncongelare. Imedicinalinondevonoesseregettatinell acquadiscaricoeneirifiutidomestici.chiederealfarmacistacome eliminareimedicinalichenonsiutilizzanopiù.questoaiuteràaproteggerel ambiente. Tenereilmedicinalefuoridallaportataedallavistadeibambini. COMPOSIZIONE <Nellatabelleseguentesonoindicatigliintervallidiconcentrazionedeicomponentichepossonoesserepresenti nellasoluzionedopoladiluizioneeprimadellaeventualeneutralizzazioneconsodiobicarbonato.ognititolare riporteràlaconcentrazionedellaconfezionedicuitrattasi> 1000mldisoluzionediluita(primadellaneutralizzazioneconsodiobicarbonato)contengono: Sodio 80110mMol/l 80110mEq/l Potassio 03,0mMol/l 03,0mEq/l Calcio 02,0mMol/l 04,0mEq/l Magnesio 01,2mMol/l 02,4mEq/l Acidoacetico 2,510mMol/l 2,510mEq/l Cloruro 90120mMol/l 90120mEq/l Glucosio 012,0mMol/l <inalternativaall inserimentodellacomposizionedellaconfezionedicuitrattasi,iltitolarepuòinserirelaseguente frase:perlacomposizionedellaconfezionevederel etichettadellasacca> Eccipienti:<dacompletareacuradeltitolarediAIC> <Quandolaformulazionefinalecomprendebicarbonato>Lasoluzionebasicadisodiobicarbonatodeveessere contenutainuncontenitoreseparatoemiscelataallasoluzionedielettrolitiimmediatamenteprimadell usofinoad unaconcentrazionefinaledibicarbonatononsuperiorea45mmol/l. FORMAFARMACEUTICAECONTENUTO Soluzioneconcentrataperemodialisisterile<apirogena><esentedaendotossinebatteriche>. <dacompletareacuradeltitolarediaic> 75

10 TITOLAREDELL'AUTORIZZAZIONEALL'IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolarediaic> PRODUTTORE <dacompletareacuradeltitolarediaic> Revisionedelfoglioillustrativodapartedell AgenziaItalianadelFarmaco: datadeterminazioneaifa SOLUZIONEPEREMODIALISICONCENTRATABASICA RIASSUNTODELLECARATTERISTICHEDELPRODOTTO 1.DENOMINAZIONEDELMEDICINALE Soluzioneperemodialisiconcentratabasica<nomeditta> 2.COMPOSIZIONEQUALITATIVAEQUANTITATIVA: <Nellatabellaseguentesonoindicatigliintervallidiconcentrazionedeicomponentichepossonoesserepresenti nellasoluzione.ognititolareriporteràlaconcentrazionedellaconfezionedicuitrattasi> 1000mldisoluzionediluitacontengono: Bicarbonato nonsuperiorea45mmol/l nonsuperiorea45meq/l Sodio mmol/l mEq/l Cloruro 0102mmol/l 0 102mEq/l <inalternativaall inserimentodellacomposizionedellaconfezionedicuitrattasi,iltitolarepuòinserirelaseguente frase:perlacomposizionedellaconfezionevederel etichettadellasacca> Perl elencocompletodeglieccipienti,vedereparagrafo FORMAFARMACEUTICA Soluzioneconcentrataperemodialisi. 4.INFORMAZIONICLINICHE 4.1Indicazioniterapeutiche Trattamentodipazienticoninsufficienzarenaleacuta. Sovraccaricoidrico,turbedelbilancioelettrolitico. Trattamentodelleintossicazionidasostanzedializzabili. 4.2Posologiaemododisomministrazione LaSoluzioneperemodialisiconcentratabasicaèutilizzataperneutralizzarelaSoluzioneperemodialisiconcentrata acidaprimadelleoperazionididialisi. Laposologiaelemodalitàdisomministrazionevengonostabilitedivoltainvoltadalmedicoinbaseallesingole necessità. Nelcorsodellamiscelazionedevonoesserepresetutteleprecauzioniperevitareognicontaminazionemicrobica. Primadell usooccorreriscaldarelasoluzioneallatemperaturacorporea(vedereparagrafo4.4). Agitarebeneilmedicinaleprimadell uso. 4.3Controindicazioni Ipersensibilitàaiprincipiattivioadunoqualsiasideglieccipienti. Nonesistonocontroindicazioniassoluteall emodialisi. Insufficienza respiratoria grave, gravi disordini nel metabolismo lipidico e malnutrizione costituiscono controindicazionirelative. 76

11 4.4Specialiavvertenzeeprecauzioniperl uso Lasoluzionenondeveessereutilizzataperinfusioneendovenosa. Nelcorsodelladialisi,Ilbilancioidroelettroliticodelpazientedeveessereattentamentemonitorato. Iperidratazioneedisidratazionepossonodeterminaregraviconseguenzecomeladeplezionedeifluidicorporei,lo scompensocardiacocongestiziooloshock. Potrebbeesserenecessarioreintegrareeventualiperditediproteine,aminoacidievitamineidrosolubili. Deveesserepostacautelanell utilizzoincircostanzeassociateadunelevatorischioemorragico(es.traumacranico, recenteinterventochirurgicoetc.). Perridurreidisagidellasomministrazione,primadell usolasoluzionepuòessereriscaldataallatemperaturadi37 C nellasaccadiprotezionesigillata.ilriscaldamentodeveessereeffettuatoconcaloresecco;l idealesarebbeutilizzare unapiastrariscaldanteappositamenterealizzata. Perevitarelacontaminazionedeiconnettorilasaccanondeveesserescaldatamedianteimmersioneinacqua. Controllarel esattadiluizioneprimadell uso.misurareesattamenteilvolumedaprelevare. Usaresubitodopol aperturadelcontenitore.lasoluzionedeveesserelimpida,incoloreeprivadiparticellevisibili. Serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventualeresiduononpuòessereutilizzato. <Istruzioniperladiluizioneelamiscelazioneconsoluzioniacide> <dacompletareacuradeltitolareaic> Dopolamiscelazioneconsoluzioniacideeladiluizionecontrollarecheilcontenutosiachiaroeprivodiprecipitati. 4.5Interazioniconaltrimedicinaliealtreformediinterazione Laconcentrazioneematicadifarmacidializzabilipuòessereridottaduranteladialisi.Senecessariopotrannoessere opportunamentevariatiidosaggifarmacologici. I livelli plasmatici di potassio in pazienti in terapia digitalica dovranno essere frequentemente valutati onde scongiurareilrischiodiarrestocardiaco. L aggiunta di farmaci alla soluzione potrà essere effettuata soltanto su indicazione del medico ed andrà accuratamentevalutata. 4.6Gravidanzaeallattamento NonsonodisponibilidaticlinicirelativialtrattamentoconSoluzioneperemodialisiconcentratabasica<nomeditta> ingravidanzaeallattamento,cosìcomenonsonodisponibilistudisuglianimali.inquesticasideveesserevalutatoil rapportorischio/beneficiodalmedicoinbaseallecondizionidellesingolepazienti. 4.7Effettisullacapacitàdiguidareediusaremacchinari Ipazientisottopostiaemodialisipotrebberomanifestareeffettiindesideratichepossonocomprometterelacapacità diguidareousaremacchinari. 4.8Effettiindesiderati Diseguitosonoriportatiglieffettiindesideratipiùcomunidiunaemodialisi,specialmentequandotroppofluidoviene rimosso dal corpo, organizzati secondo la classificazione sistemica organica MedDRA. Non sono disponibili dati sufficientiperstabilirelafrequenzadeisingolieffettielencati. Disturbidelsistemaimmunitario Reazionidiipersensibilità,prurito Patologiegastrointestinali Nausea,vomito,crampiaddominali. Patologievascolari Ipotensione,emboliagassosa,emorragia(gastrointestinale,intracranica,retroperitoneale,intraoculare). Patologiedelsistemanervoso Crampimuscolari,convulsioni. Disturbipsichiatrici Insonnia,Demenza Patologiecardiache Aritmie. 77

12 Disordinidell equilibrioidricoedelettrolitico Ipoeipernatremia,ipoeiperkaliemia,ipercalcemia,ipermagnesiemia. Patologiesistemicheecondizionirelativeallasededisomministrazione Rispostefebbrili,stenosi,trombosioinfezionenelsitodiinfusione,formazionidiascessi. 4.9Sovradosaggio Nonpertinente. Leeventualiconseguenzediunsovradosaggioincludonoipervolemia,ipovolemia,disturbielettroliticio(inpazienti diabetici)iperglicemia. 5.PROPRIETA FARMACOLOGICHE 5.1 Proprietàfarmacodinamiche Categoriafarmacoterapeutica:emodialitici,concentrati,CodiceATC:B05ZA. Lasoluzioneperemodialisiconcentratabasicacontienesodiobicarbonatoedèutilizzataperneutralizzarelesoluzioni peremodialisiconcentrateacideprimadelladialisi. 5.2Proprietàfarmacocinetiche Nonpertinente. 5.3Datipreclinicidisicurezza Idatipreclinicihannoscarsarilevanzaclinicaallalucedellavastaesperienzaacquisitaconl'usodelfarmaconell'uomo. 6.INFORMAZIONIFARMACEUTICHE 6.1Eccipienti <dacompletareacuradeltitolareaic> 6.2Incompatibilità <dacompletareacuradeltitolareaic> Inassenzadistudidicompatibilità,ilmedicinalenondeveesseremiscelatoconaltriprodotti. 6.3Validità <dacompletareacuradeltitolareaic> Usarelasoluzionesubitodopol aperturadelcontenitore;serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventuale residuononpuòessereutilizzato. 6.4Specialiprecauzioniperlaconservazione <dacompletareacuradeltitolareaic> Conservarenellaconfezioneoriginaleenelcontenitoreermeticamentechiuso.Noncongelare. 6.5Naturaecapacitàdelcontenitore <dacompletareacuradeltitolareaic> 6.6Istruzioniperl uso <dacompletareacuradeltitolareaic> Nonusareilmedicinaleselaconfezionenonèintegraoselasoluzionenonsipresentalimpida,incoloreosecontiene particelle. Adottaretutteleusualiprecauzionialfinedimantenerelasterilitàprimaedurantel utilizzo. Ilmedicinalenonutilizzatoeirifiutiderivatidatalemedicinaledevonoesseresmaltitiinconformitàallanormativa localevigente. 7. TITOLAREDELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolareaic> 8. NUMERODELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolareaic> 78

13 9. DATADIPRIMAAUTORIZZAZIONE/RINNOVODELL AUTORIZZAZIONE <dacompletareacuradeltitolareaic> 10. DATADIREVISIONEDELTESTO datadeterminazioneaifa FOGLIOILLUSTRATIVO Soluzioneperemodialisiconcentratabasica<nomeditta> CATEGORIAFARMACOTERAPEUTICA Emodialitici,concentrati. INDICAZIONITERAPEUTICHE Trattamentodipazienticoninsufficienzarenaleacuta. Sovraccaricoidrico,turbedelbilancioelettrolitico. Trattamentodelleintossicazionidasostanzedializzabili. CONTROINDICAZIONI Ipersensibilitàaiprincipiattivioadunoqualsiasideglieccipienti. Nonesistonocontroindicazioniassoluteall emodialisi. Insufficienza respiratoria grave, gravi disordini nel metabolismo lipidico e malnutrizione costituiscono controindicazionirelative. PRECAUZIONIPERL'USO Lasoluzionenondeveessereutilizzataperinfusioneendovenosa. Ilbilancioidroelettroliticodelpazientedeveessereattentamentemonitorato. Iperidratazioneedisidratazionepossonodeterminaregraviconseguenzecomeladeplezionedeifluidicorporei,lo scompensocardiacocongestiziooloshock. Potrebbeesserenecessarioreintegrareeventualiperditediproteine,aminoacidievitamineidrosolubili. Deveesserepostacautelanell utilizzoincircostanzeassociateadunelevatorischioemorragico(es.traumacranico, recenteinterventochirurgicoetc.). Perridurreidisagidellasomministrazione,primadell usolasoluzionepuòessereriscaldataallatemperaturadi37 C nellasaccadiprotezionesigillata.ilriscaldamentodeveessereeffettuatoconcaloresecco;l idealesarebbeutilizzare unapiastrariscaldanteappositamenterealizzata. Perevitarelacontaminazionedeiconnettorilasaccanondeveesserescaldatamedianteimmersioneinacqua. Controllarel esattadiluizioneprimadell uso.misurareesattamenteilvolumedaprelevare. INTERAZIONI Informareilmedicooilfarmacistasesièrecentementeassuntoqualsiasialtromedicinale,anchequellisenza prescrizionemedica. Laconcentrazioneematicadifarmacidializzabilipuòessereridottaduranteladialisi.Senecessariopotrannoessere opportunamentevariatiidosaggifarmacologici. Ilivelliplasmaticidipotassioinpazientiinterapiadigitalicadovrannoesserefrequentementevalutationde scongiurareilrischiodiarrestocardiaco. L aggiunta di farmaci alla soluzione potrà essere effettuata soltanto su indicazione del medico ed andrà accuratamentevalutata. AVVERTENZESPECIALI Usaresubitodopol aperturadelcontenitore.lasoluzionedeveesserelimpida,incoloreeprivadiparticellevisibili. Serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventualeresiduononpuòessereutilizzato. Gravidanzaeallattamento Chiedereconsiglioalmedicooalfarmacistaprimadiprenderequalsiasimedicinale. NonsonodisponibilidaticlinicirelativialtrattamentoconSoluzioneperemodialisiconcentratabasica<nomeditta> ingravidanzaeallattamento,cosìcomenonsonodisponibilistudisuglianimali.inquesticasideveesserevalutatoil rapportorischio/beneficiodalmedicoinbaseallecondizionidellesingolepazienti. Effettisullacapacitàdiguidareveicoliesull'usodimacchinari Ipazientisottopostiaemodialisipotrebberomanifestareeffettiindesideratichepossonocomprometterelacapacità diguidareousaremacchinari. 79

14 DOSE,MODOETEMPODISOMMINISTRAZIONE Laposologiaelemodalitàdisomministrazionevengonostabilitedivoltainvoltadalmedicoinbaseallesingole necessità. Lasceltadellaconcentrazionedipotassioediglucosionellasoluzionedipendonodallapotassiemiaedallaglicemiadel paziente. <questa frase va adattata alla effettiva composizione della sacca se presenti uno o entrambi dei componenticitati,oeliminatasenessunodeiduesiapresente> Lesoluzionifinaliperemodialisisipreparanodiluendoconacquadiqualitàappropriata(acquaperdiluizionedelle soluzioniconcentrateperemodialisi)edeventualmenteneutralizzandolasoluzioneconcentrataacidaconsoluzione basicadisodiobicarbonato. Quandolaformulazionefinalecomprendebicarbonato,lasoluzionedisodiobicarbonatodeveesserecontenutainun contenitoreocompartimentoseparatoemiscelataallasoluzionedielettrolitialmomentodell uso. Nelcorsoditalioperazionidevonoesserepresetutteleprecauzioniperevitareognicontaminazionemicrobica. Primadell usooccorreriscaldarelasoluzioneallatemperaturacorporea(vedereparagrafo4.4). Agitarebeneilmedicinaleprimadell uso. Usarelasoluzionesubitodopol aperturadelcontenitore;serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventuale residuononpuòessereutilizzato. Nonusareilmedicinaleselaconfezionenonèintegraoselasoluzionenonsipresentalimpida,incoloreosecontiene particelle. Adottaretutteleusualiprecauzionialfinedimantenerelasterilitàprimaedurantel utilizzo. Inassenzadistudidicompatibilità,ilmedicinalenondeveesseremiscelatoconaltriprodotti. <Istruzioniperladiluizioneelamiscelazioneconsoluzioniacide> <dacompletareacuradeltitolareaic> Dopolamiscelazioneconsoluzioniacideeladiluizionecontrollarecheilcontenutosiachiaroeprivodiprecipitati. SOVRADOSAGGIO Nonpertinente. Leeventualiconseguenzediunsovradosaggioincludonoipervolemia,ipovolemia,disturbielettroliticio(inpazienti diabetici)iperglicemia. IncasodiutilizzodiunaquantitàeccessivadiSoluzioneperemodialisiconcentratabasica<nomeditta>avvertire immediatamenteilmedicoorivolgersialpiùvicinoospedale. Sesihaqualsiasidubbiosull usodisoluzioneperemodialisiconcentratabasica<nomeditta>,rivolgersialmedicooal farmacista. EFFETTIINDESIDERATI Diseguitosonoriportatiglieffettiindesideratipiùcomunidiunaemodialisi,specialmentequandotroppofluidoviene rimossodalcorpo.nonsonodisponibilidatisufficientiperstabilirelafrequenzadeisingolieffettielencati. Disturbidelsistemaimmunitario Reazionidiipersensibilità,prurito Patologiegastrointestinali Nausea,vomito,crampiaddominali. Patologievascolari Ipotensione,emboliagassosa,emorragia(gastrointestinale,intracranica,retroperitoneale,intraoculare). Patologiedelsistemanervoso Crampimuscolari,convulsioni. Disturbipsichiatrici Insonnia,Demenza 80

15 Patologiecardiache Aritmie. Disordinidell equilibrioidricoedelettrolitico Ipoeipernatremia,ipoeiperkaliemia,ipercalcemia,ipermagnesiemia. Patologiesistemicheecondizionirelativeallasededisomministrazione Rispostefebbrili,stenosi,trombosioinfezionenelsitodiinfusione,formazionidiascessi. Ilrispettodelleistruzionicontenutenelfoglioillustrativoriduceilrischiodieffettiindesiderati. Seunoqualsiasideglieffettiindesideratisiaggrava,osesinotalacomparsadiunqualsiasieffettoindesideratonon elencatoinquestofoglioillustrativo,informareilmedicooilfarmacista. SCADENZAECONSERVAZIONE Scadenza:vedereladatadiscadenzariportatasullaconfezione. Ladatadiscadenzasiriferiscealprodottoinconfezionamentointegro,correttamenteconservato. Attenzione:nonutilizzareilmedicinaledopoladatadiscadenzariportatasullaconfezione. Condizionidiconservazione <dacompletareacuradeltitolarediaic> Conservarenellaconfezioneoriginaleenelcontenitoreermeticamentechiuso.Noncongelare. Imedicinalinondevonoesseregettatinell acquadiscaricoeneirifiutidomestici.chiederealfarmacistacome eliminareimedicinalichenonsiutilizzanopiù.questoaiuteràaproteggerel ambiente. Tenereilmedicinalefuoridallaportataedallavistadeibambini. COMPOSIZIONE <Nellatabellaseguentesonoindicatigliintervallidiconcentrazionedeicomponentichepossonoesserepresenti nellasoluzione.ognititolareriporteràlaconcentrazionedellaconfezionedicuitrattasi> 1000mldisoluzionediluitacontengono: Bicarbonato nonsuperiorea45mmol/l nonsuperiorea45meq/l Sodio mmol/l mEq/l Cloruro 0102mmol/l 0 102mEq/l <inalternativaall inserimentodellacomposizionedellaconfezionedicuitrattasi,iltitolarepuòinserirelaseguente frase:perlacomposizionedellaconfezionevederel etichettadellasacca> Eccipienti:<dacompletareacuradeltitolarediAIC> FORMAFARMACEUTICAECONTENUTO Soluzioneconcentrataperemodialisisterile<apirogena><esentedaendotossinebatteriche>. <dacompletareacuradeltitolarediaic> TITOLAREDELL'AUTORIZZAZIONEALL'IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolarediaic> PRODUTTORE <dacompletareacuradeltitolarediaic> Revisionedelfoglioillustrativodapartedell AgenziaItalianadelFarmaco: datadeterminazioneaifa 81

16 SOLUZIONEPEREMODIALISICONCENTRATACONACETATO RIASSUNTODELLECARATTERISTICHEDELPRODOTTO 1.DENOMINAZIONEDELFARMACO Soluzioneperemodialisiconcentrataconacetato<nomeditta> 2.COMPOSIZIONEQUALITATIVAEQUANTITATIVA: <Nellatabelleseguentesonoindicatigliintervallidiconcentrazionedeicomponentichepossonoesserepresenti nellasoluzionedopoladiluizione.ognititolareriporteràlaconcentrazionedellaconfezionedicuitrattasi> 1000mldisoluzionediluitacontengono: Sodio mMol/l mEq/l Potassio 03,0mMol/l 0 3,0mEq/l Calcio 02,0mMol/l 0 4,0mEq/l Magnesio 01,2mMol/l 02,4mEq/l Acetato 3245mMol/l 3245mEq/l Cloruro 90120mMol/l 90120mEq/l Glucosio 012,0mMol/l <inalternativaall inserimentodellacomposizionedellaconfezionedicuitrattasi,iltitolarepuòinserirelaseguente frase:perlacomposizionedellaconfezionevederel etichettadellasacca> Perl elencocompletodeglieccipienti,vedereparagrafo FORMAFARMACEUTICA Soluzioneconcentrataperemodialisisterile<apirogena><esentedaendotossinebatteriche>. 4.INFORMAZIONICLINICHE 4.1Indicazioniterapeutiche Trattamentodipazienticoninsufficienzarenaleacuta. Sovraccaricoidrico,turbedelbilancioelettrolitico. Trattamentodelleintossicazionidasostanzedializzabili. 4.2Posologiaemododisomministrazione Laposologiaelemodalitàdisomministrazionevengonostabilitedivoltainvoltadalmedicoinbaseallesingole necessità. Lasceltadellaconcentrazionedipotassioediglucosionellasoluzionedipendonodallapotassiemiaedallaglicemiadel paziente. <questa frase va adattata alla effettiva composizione della sacca se presenti uno o entrambi dei componenticitati,oeliminatasenessunodeiduesiapresente> Lesoluzionifinaliperemodialisisipreparanodiluendoconacquadiqualitàappropriata(acquaperdiluizionedelle soluzioniconcentrateperemodialisi). Nelcorsoditalediluizionedevonoesserepresetutteleprecauzioniperevitareognicontaminazionemicrobica. Primadell usooccorreriscaldarelasoluzioneallatemperaturacorporea(vedereparagrafo4.4). Agitarebeneilmedicinaleprimadell uso. 4.3Controindicazioni Ipersensibilitàaiprincipiattivioadunoqualsiasideglieccipienti. Nonesistonocontroindicazioniassoluteall emodialisi. Insufficienza respiratoria grave, gravi disordini nel metabolismo lipidico e malnutrizione costituiscono controindicazionirelative. 4.4Specialiavvertenzeeprecauzioniperl uso Lasoluzionenondeveessereutilizzataperinfusioneendovenosa. Ilbilancioidroelettroliticodelpazientedeveessereattentamentemonitorato. Iperidratazioneedisidratazionepossonodeterminaregraviconseguenzecomeladeplezionedeifluidicorporei,lo scompensocardiacocongestiziooloshock. Potrebbeesserenecessarioreintegrareeventualiperditediproteine,aminoacidievitamineidrosolubili. 82

17 Deveesserepostacautelanell utilizzoincircostanzeassociateadunelevatorischioemorragico(es.traumacranico, recenteinterventochirurgicoetc.). Perridurreidisagidellasomministrazione,primadell usolasoluzionepuòessereriscaldataallatemperaturadi37 C nellasaccadiprotezionesigillata.ilriscaldamentodeveessereeffettuatoconcaloresecco:l idealesarebbeutilizzare unapiastrariscaldanteappositamenterealizzata. Perevitarelacontaminazionedeiconnettorilasaccanondeveesserescaldatamedianteimmersioneinacqua. Controllarel esattadiluizioneprimadell uso.misurareesattamenteilvolumedaprelevare. Usaresubitodopol aperturadelcontenitore.lasoluzionedeveesserelimpida,incoloreodicoloreleggermentegiallo paglierinoeprivadiparticellevisibili.serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventualeresiduononpuòessere utilizzato. <Eventualiistruzioniperladiluizione> <dacompletareacuradeltitolareaic> Dopoladiluizionecontrollarecheilcontenutosiachiaroeprivodiprecipitati. 4.5Interazioniconaltrimedicinaliealtreformediinterazione Laconcentrazioneematicadifarmacidializzabilipuòessereridottaduranteladialisi.Senecessariopotrannoessere opportunamentevariatiidosaggifarmacologici. Ilivelliplasmaticidipotassioinpazientiinterapiadigitalicadovrannoesserefrequentementevalutationde scongiurareilrischiodiarrestocardiaco. L aggiunta di farmaci alla soluzione potrà essere effettuata soltanto su indicazione del medico ed andrà accuratamentevalutata. 4.6Gravidanzaeallattamento NonsonodisponibilidaticlinicirelativialtrattamentoconSoluzioneperemodialisiconcentrataconacetato<nome ditta>ingravidanzaeallattamento,cosìcomenonsonodisponibilistudisuglianimali.inquesticasideveessere valutatoilrapportorischio/beneficiodalmedicoinbaseallecondizionidellesingolepazienti. 4.7Effettisullacapacitàdiguidareediusaremacchinari Ipazientisottopostiaemodialisipotrebberomanifestareeffettiindesideratichepossonocomprometterelacapacità diguidareousaremacchinari. 4.8Effettiindesiderati Diseguitosonoriportatiglieffettiindesideratipiùcomunidiunaemodialisi,specialmentequandotroppofluidoviene rimosso dal corpo, organizzati secondo la classificazione sistemica organica MedDRA. Non sono disponibili dati sufficientiperstabilirelafrequenzadeisingolieffettielencati. Disturbidelsistemaimmunitario Reazionidiipersensibilità,prurito Patologiegastrointestinali Nausea,vomito,crampiaddominali. Patologievascolari Ipotensione,emboliagassosa,emorragia(gastrointestinale,intracranica,retroperitoneale,intraoculare). Patologiedelsistemanervoso Crampimuscolari,convulsioni. Disturbipsichiatrici Insonnia,Demenza Patologiecardiache Aritmie. Disordinidell equilibrioidricoedelettrolitico Ipoeipernatremia,Ipoeiperkaliemia,Ipercalcemia,Ipermagnesiemia. 83

18 Patologiesistemicheecondizionirelativeallasededisomministrazione Rispostefebbrili,stenosi,trombosioinfezionenelsitodiinfusione,formazionidiascessi. 4.9Sovradosaggio Nonpertinente. Leeventualiconseguenzediunsovradosaggioincludonoipervolemia,ipovolemia,disturbielettroliticio(inpazienti diabetici)iperglicemia. 5.PROPRIETA FARMACOLOGICHE 5.1 Proprietàfarmacodinamiche Categoriafarmacoterapeutica:emodialitici,concentrati,CodiceATC:B05ZA. Le soluzioni per emodialisi sono preparazioni contenenti elettroliti in concentrazione simile a quella della composizionedelplasma. 5.2Proprietàfarmacocinetiche Nonpertinente. 5.3Datipreclinicidisicurezza Idatipreclinicihannoscarsarilevanzaclinicaallalucedellavastaesperienzaacquisitaconl'usodelfarmaconell'uomo. 6.INFORMAZIONIFARMACEUTICHE 6.1Eccipienti <dacompletareacuradeltitolareaic> 6.2Incompatibilità <dacompletareacuradeltitolareaic> Inassenzadistudidicompatibilità,ilmedicinalenondeveesseremiscelatoconaltriprodotti. 6.3Validità <dacompletareacuradeltitolareaic> Usarelasoluzionesubitodopol aperturadelcontenitore;serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventuale residuononpuòessereutilizzato. 6.4Specialiprecauzioniperlaconservazione <dacompletareacuradeltitolareaic> Conservarenellaconfezioneoriginaleenelcontenitoreermeticamentechiusoadunatemperaturacheimpediscala formazionedicristalli(comunquenoninferiorea4 C)ealriparodallalucesolarediretta.Noncongelare. 6.5Naturaecapacitàdelcontenitore <dacompletareacuradeltitolareaic> 6.6Istruzioniperl uso <dacompletareacuradeltitolareaic> Nonusareilmedicinaleselaconfezionenonèintegraoselasoluzionenonsipresentalimpida,incoloreodicolore leggermentegiallopaglierinoosecontieneparticelle. Adottaretutteleusualiprecauzionialfinedimantenerelasterilitàprimaedurantel utilizzo. Ilmedicinalenonutilizzatoeirifiutiderivatidatalemedicinaledevonoesseresmaltitiinconformitàallanormativa localevigente. 7. TITOLAREDELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolareaic> 8. NUMERODELL AUTORIZZAZIONEALL IMMISSIONEINCOMMERCIO <dacompletareacuradeltitolareaic> 84

19 9. DATADIPRIMAAUTORIZZAZIONE/RINNOVODELL AUTORIZZAZIONE <dacompletareacuradeltitolareaic> 10. DATADIREVISIONEDELTESTO datadeterminazioneaifa FOGLIOILLUSTRATIVO Soluzioneperemodialisiconcentrataconacetato<nomeditta> CATEGORIAFARMACOTERAPEUTICA Emodialitici,concentrati. INDICAZIONITERAPEUTICHE Trattamentodipazienticoninsufficienzarenaleacuta. Sovraccaricoidrico,turbedelbilancioelettrolitico. Trattamentodelleintossicazionidasostanzedializzabili. CONTROINDICAZIONI Ipersensibilitàaiprincipiattivioadunoqualsiasideglieccipienti. Nonesistonocontroindicazioniassoluteall emodialisi. Insufficienza respiratoria grave, gravi disordini nel metabolismo lipidico e malnutrizione costituiscono controindicazionirelative. PRECAUZIONIPERL'USO Lasoluzionenondeveessereutilizzataperinfusioneendovenosa. Ilbilancioidroelettroliticodelpazientedeveessereattentamentemonitorato. Iperidratazioneedisidratazionepossonodeterminaregraviconseguenzecomeladeplezionedeifluidicorporei,lo scompensocardiacocongestiziooloshock. Potrebbeesserenecessarioreintegrareeventualiperditediproteine,aminoacidievitamineidrosolubili. Deveesserepostacautelanell utilizzoincircostanzeassociateadunelevatorischioemorragico(es.traumacranico, recenteinterventochirurgicoetc.). Perridurreidisagidellasomministrazione,primadell usolasoluzionepuòessereriscaldataallatemperaturadi37 C nellasaccadiprotezionesigillata.ilriscaldamentodeveessereeffettuatoconcaloresecco:l idealesarebbeutilizzare unapiastrariscaldanteappositamenterealizzata. Perevitarelacontaminazionedeiconnettorilasaccanondeveesserescaldatamedianteimmersioneinacqua. Controllarel esattadiluizioneprimadell uso.misurareesattamenteilvolumedaprelevare. INTERAZIONI Informareilmedicooilfarmacistasesièrecentementeassuntoqualsiasialtromedicinale,anchequellisenza prescrizionemedica. Laconcentrazioneematicadifarmacidializzabilipuòessereridottaduranteladialisi.Senecessariopotrannoessere opportunamentevariatiidosaggifarmacologici. Ilivelliplasmaticidipotassioinpazientiinterapiadigitalicadovrannoesserefrequentementevalutationde scongiurareilrischiodiarrestocardiaco. L aggiunta di farmaci alla soluzione potrà essere effettuata soltanto su indicazione del medico ed andrà accuratamentevalutata. AVVERTENZESPECIALI Usaresubitodopol aperturadelcontenitore.lasoluzionedeveesserelimpida,incoloreodicoloreleggermentegiallo paglierinoeprivadiparticellevisibili.serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventualeresiduononpuòessere utilizzato. Gravidanzaeallattamento Chiedereconsiglioalmedicooalfarmacistaprimadiprenderequalsiasimedicinale. NonsonodisponibilidaticlinicirelativialtrattamentoconSoluzioneperemodialisiconcentrataconacetato<nome ditta>ingravidanzaeallattamento,cosìcomenonsonodisponibilistudisuglianimali.inquesticasideveessere valutatoilrapportorischio/beneficiodalmedicoinbaseallecondizionidellesingolepazienti. Effettisullacapacitàdiguidareveicoliesull'usodimacchinari Ipazientisottopostiaemodialisipotrebberomanifestareeffettiindesideratichepossonocomprometterelacapacità diguidareousaremacchinari. 85

20 DOSE,MODOETEMPODISOMMINISTRAZIONE Laposologiaelemodalitàdisomministrazionevengonostabilitedivoltainvoltadalmedicoinbaseallesingole necessità. Lasceltadellaconcentrazionedipotassioediglucosionellasoluzionedipendonodallapotassiemiaedallaglicemiadel paziente. <questa frase va adattata alla effettiva composizione della sacca se presenti uno o entrambi dei componenticitati,oeliminatasenessunodeiduesiapresente> Lesoluzionifinaliperemodialisisipreparanodiluendoconacquadiqualitàappropriata(acquaperdiluizionedelle soluzioniconcentrateperemodialisi). Nelcorsoditalediluizionedevonoesserepresetutteleprecauzioniperevitareognicontaminazionemicrobica. Primadell usooccorreriscaldarelasoluzioneallatemperaturacorporea(vedereprecauzioniperl uso). Agitarebeneilmedicinaleprimadell uso. Usarelasoluzionesubitodopol aperturadelcontenitore;serveperunsoloedininterrottoutilizzoel eventuale residuononpuòessereutilizzato. Nonusareilmedicinaleselaconfezionenonèintegraoselasoluzionenonsipresentalimpida,incoloreodicolore leggermentegiallopaglierinoosecontieneparticelle. Adottaretutteleusualiprecauzionialfinedimantenerelasterilitàprimaedurantel utilizzo. Inassenzadistudidicompatibilità,ilmedicinalenondeveesseremiscelatoconaltriprodotti. <Eventualiistruzioniperladiluizione> <dacompletareacuradeltitolareaic> Dopoladiluizionecontrollarecheilcontenutosiachiaroeprivodiprecipitati. SOVRADOSAGGIO Nonpertinente. Leeventualiconseguenzediunsovradosaggioincludonoipervolemia,ipovolemia,disturbielettroliticio(inpazienti diabetici)iperglicemia. IncasodiutilizzodiunaquantitàeccessivadiSoluzioneperemodialisiconcentrataconacetato<nomeditta>avvertire immediatamenteilmedicoorivolgersialpiùvicinoospedale. Sesihaqualsiasidubbiosull usodisoluzioneperemodialisiconcentrataconacetato<nomeditta>,rivolgersial medicooalfarmacista. EFFETTIINDESIDERATI Diseguitosonoriportatiglieffettiindesideratipiùcomunidiunaemodialisi,specialmentequandotroppofluidoviene rimossodalcorpo.nonsonodisponibilidatisufficientiperstabilirelafrequenzadeisingolieffettielencati. Disturbidelsistemaimmunitario Reazionidiipersensibilità,prurito Patologiegastrointestinali Nausea,vomito,crampiaddominali. Patologievascolari Ipotensione,emboliagassosa,emorragia(gastrointestinale,intracranica,retroperitoneale,intraoculare). Patologiedelsistemanervoso Crampimuscolari,convulsioni. Disturbipsichiatrici Insonnia,Demenza Patologiecardiache Aritmie. 86

DETERMINAZIONE V&A n. 970 del 10 luglio 2012

DETERMINAZIONE V&A n. 970 del 10 luglio 2012 ALLEGATO 2 GLICINA DETERMINAZIONE V&A n. 970 del 10 luglio 2012 RIASSUNTODELLECARATTERISTICHEDELPRODOTTO 1.DENOMINAZIONEDELMEDICINALE Glicina1,5%soluzioneperirrigazione 2.COMPOSIZIONEQUALITATIVAEQUANTITATIVA

Dettagli

emulsione per infusione 4 sacche excel multicompartimentate da 1206 ml emulsione per infusione 4 sacche biofine multicompartimentate da 1206 ml

emulsione per infusione 4 sacche excel multicompartimentate da 1206 ml emulsione per infusione 4 sacche biofine multicompartimentate da 1206 ml Autorizzazione all immissione in commercio del medicinale «Perismofven» Estratto determinazione n. 408/2012 del 4 giugno 2012 MEDICINALE PERISMOFVEN TITOLAREAIC: FreseniusKabiItaliaS.r.l. ViaCamagre,41

Dettagli

NUTRIZIONE IN TERAPIA INTENSIVA. Dott. Adolfo Affuso

NUTRIZIONE IN TERAPIA INTENSIVA. Dott. Adolfo Affuso NUTRIZIONE IN TERAPIA INTENSIVA Dott. Adolfo Affuso La nutrizione artificiale è parte integrante della terapia del paziente Un adeguato apporto nutrizionale migliora l outcome del malato INDICAZIONI ALLA

Dettagli

Regione del Veneto. Azienda Unità Locale Socio Sanitaria CAPITOLATO TECNICO

Regione del Veneto. Azienda Unità Locale Socio Sanitaria CAPITOLATO TECNICO Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO CAPITOLATO TECNICO FORNITURA DI MEDICINALI (SOLUZIONI ED EMULSIONI INFUSIONALI ED ELETTROLITICHE CONCENTRATE) ALLE AZIENDE SOCIO

Dettagli

I NUTRIENTI CONVENZIONALI E LE SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE. Dott.ssa MF.Guidi S.C. Farmacia Ospedaliera Ivrea/Ciriè

I NUTRIENTI CONVENZIONALI E LE SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE. Dott.ssa MF.Guidi S.C. Farmacia Ospedaliera Ivrea/Ciriè I NUTRIENTI CONVENZIONALI E LE SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE Dott.ssa MF.Guidi S.C. Farmacia Ospedaliera Ivrea/Ciriè MICRONUTRIENTI: Elettroliti Giocano un ruolo fondamentale nel mantenimento delle

Dettagli

Nutrizione parenterale in Urgenza

Nutrizione parenterale in Urgenza 1 Nutrizione parenterale in Urgenza 1 Carmelo D'Amato M.D. 2 Nutrizione Parenterale Rientra nelle due forma di nutrizione artificiale Enterale Parenterale 2 3 Nutrizione Artificiale Somministrazione guidata

Dettagli

LA DISINFEZIONE DEL MONITOR DOPO LA SEDUTA DI UN PAZIENTE INFETTO. Filippo Lazzara Nefrologia e Dialisi Ciriè A.S.L. TO4

LA DISINFEZIONE DEL MONITOR DOPO LA SEDUTA DI UN PAZIENTE INFETTO. Filippo Lazzara Nefrologia e Dialisi Ciriè A.S.L. TO4 LA DISINFEZIONE DEL MONITOR DOPO LA SEDUTA DI UN PAZIENTE INFETTO Filippo Lazzara Nefrologia e Dialisi Ciriè A.S.L. TO4 IMPORTANZA DELLA COMPONENTE TECNICA DISINFEZIONE DEL MONITOR OGNI SEDUTA DIALITICA

Dettagli

IL POTASSIO IN DIALISI AZIENDA OSPEDALIERA SAN PAOLO POLO UNIVERSITARIO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO UNITÀ OPERATIVA DI NEFROLOGIA E DIALISI

IL POTASSIO IN DIALISI AZIENDA OSPEDALIERA SAN PAOLO POLO UNIVERSITARIO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO UNITÀ OPERATIVA DI NEFROLOGIA E DIALISI IL POTASSIO IN DIALISI Dott. Francesco Cosa AZIENDA OSPEDALIERA SAN PAOLO POLO UNIVERSITARIO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO UNITÀ OPERATIVA DI NEFROLOGIA E DIALISI RESPONSABILE PROF. DANIELE CUSI METABOLISMO

Dettagli

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato Sistema per Acuti Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato La terapia Ci-Ca Citrato Dialisato Ci-Ca Calcio Modulo Ci-Ca Il sistema Ci-Ca con gestione integrata del citrato e calcio: La

Dettagli

LA CHETOACIDOSI DIABETICA DR LUIGI DI RUZZA U.O.C. PEDIATRIA P.O. FROSINONE

LA CHETOACIDOSI DIABETICA DR LUIGI DI RUZZA U.O.C. PEDIATRIA P.O. FROSINONE LA CHETOACIDOSI DIABETICA DR LUIGI DI RUZZA U.O.C. PEDIATRIA P.O. FROSINONE La Chetoacidosi Diabetica Definizione La chetoacidosi diabetica è causata da una carenza assoluta o relativa di insulina con

Dettagli

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto INDICE. 01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Inizio Pagina.

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto INDICE. 01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Inizio Pagina. 1 di 5 07/11/2012 14:56 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto INDICE 01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE 02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA

Dettagli

Riassunto delle caratteristiche del prodotto

Riassunto delle caratteristiche del prodotto Riassunto delle caratteristiche del prodotto 1 DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITÀ MEDICINALE Calcio Carbonato + vitamina D3 ABC 1000 mg/880 U.I. granulato effervescente 2 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITA MEDICINALE:

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITA MEDICINALE: RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITA MEDICINALE: FLUAD, Sospensione iniettabile in siringa pre-riempita Vaccino influenzale inattivato, antigene di superficie,

Dettagli

Determinazione Risultato Unità Limiti di riferimento

Determinazione Risultato Unità Limiti di riferimento METABOLITI SIERICI E URINARI P-Lattato 1,00 mmol/l 0,62-2,35 P-Ammonio 80 µg/dl 25-94 S-Bilirubina totale 1,80 mg/dl Fino a 1,20 S-Bilirubina esterificata 0,40 mg/dl Fino a 0,30 S-Bilirubina non esterificata

Dettagli

MISCELE PER NUTRIZIONE PARENTERALE. Dr.ssa Marica Carughi Servizio Farmaceutico e Nutrizionale Azienda Ospedaliera Sant Anna Como

MISCELE PER NUTRIZIONE PARENTERALE. Dr.ssa Marica Carughi Servizio Farmaceutico e Nutrizionale Azienda Ospedaliera Sant Anna Como MISCELE PER NUTRIZIONE PARENTERALE Como, 20 giugno 2011 Dr.ssa Marica Carughi Servizio Farmaceutico e Nutrizionale Azienda Ospedaliera Sant Anna Como Nutrienti per miscele e loro fonti Liquidi Azoto acqua

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. ENDOREM

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. ENDOREM RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. ENDOREM 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE ENDOREM, 11,2 mg Fe/ml, concentrato per sospensione per infusione. 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA 1 ml

Dettagli

Argomenti di Patologia Clinica Esami della funzione renale Rene e laboratorio Perché esaminare la funzionalità renale? Per identificare le disfunzioni renali Per diagnosticare le patologie renali Per monitorare

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. Medicinale equivalente

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. Medicinale equivalente RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO Medicinale equivalente 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE KESOL 50 microgrammi Spray nasale, sospensione KESOL 100 microgrammi Spray nasale, sospensione 2. COMPOSIZIONE

Dettagli

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA Malattie renali PREMESSA: In tutti i casi di malattia a carico dell emuntorio renale deve essere richiesta la visita specialistica nefrologica con allegati esami ematochimici

Dettagli

QUALITÀ DELL ACQUA. Aggiornamento Giugno 2015

QUALITÀ DELL ACQUA. Aggiornamento Giugno 2015 AGRIGENTO Cloro residuo libero 0,14 mg/l Cl₂ 0,2 (*) Conc. ioni idrogeno (ph) 8 unità di ph 6,5-9,5 Conducibilità elettrica a 20 C 496 µs/cm a 20 C 2500 Fluoruri 0,4 mg/l F 1,5 Cloruri 23 mg/l Cl 250 Nitrati

Dettagli

PROTOCOLLO PER IL CORRETTO UTILIZZO DELLE SOLUZIONI CONCENTRATE DI POTASSIO

PROTOCOLLO PER IL CORRETTO UTILIZZO DELLE SOLUZIONI CONCENTRATE DI POTASSIO SOC RISCHIO CLINICO E DIPARTIMENTO DEL FARMACO PROTOCOLLO PER IL CORRETTO UTILIZZO DELLE SOLUZIONI CONCENTRATE DI POTASSIO Revisione Data Oggetto della revisione 00 01/07/2011 Prima emissione Stesura nome,

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE OLIMEL PERIFERICO N4E emulsione per infusione 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA OLIMEL PERIFERICO N4E si presenta sotto

Dettagli

STRUTTURA COMPLESSA INTERAZIENDALE FARMACIA OSPEDALIERA Direttore: Dott.ssa Elisabetta di Lenardo

STRUTTURA COMPLESSA INTERAZIENDALE FARMACIA OSPEDALIERA Direttore: Dott.ssa Elisabetta di Lenardo REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA Offre informazioni, indicazioni sull organizzazione dell Azienda, richieste o segnalazioni. Fornisce indicazioni sull accoglienza dei parenti dei malati. L

Dettagli

Dipartimento Medicine Specialistiche Direttore: dr. Giovanni Q.Villani. Nefrologia e Dialisi

Dipartimento Medicine Specialistiche Direttore: dr. Giovanni Q.Villani. Nefrologia e Dialisi Dipartimento Medicine Specialistiche Direttore: dr. Giovanni Q.Villani Nefrologia e Dialisi Direttore: Roberto Scarpioni Parliamo di reni Ambulatorio di Predialisi Dr. Sergio Ballocchi A.F.D.Loredana Scalambra

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Rocaltrol 0,25 mcg capsule molli Rocaltrol 0,50 mcg capsule molli 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Rocaltrol 0,25

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo.

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. DIBASE 25.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 50.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 100.000 U.I./ml soluzione iniettabile DIBASE

Dettagli

Capitolo 12. Gestione delle analisi chimiche di acqua irrigua. Copyright 1991-2007 A.D.M. srl Tutti i diritti riservati

Capitolo 12. Gestione delle analisi chimiche di acqua irrigua. Copyright 1991-2007 A.D.M. srl Tutti i diritti riservati Capitolo 12 Gestione delle analisi chimiche di acqua irrigua Copyright 1991-2007 A.D.M. srl Tutti i diritti riservati INSERIMENTO/MODIFICA ANALISI DELLE ACQUE Questa opzione consente di ottenere un giudizio

Dettagli

LOTTO A DIETE PER NUTRIZIONE ENTERALE SOMMINISTRABILI PER SONDA O PER OS

LOTTO A DIETE PER NUTRIZIONE ENTERALE SOMMINISTRABILI PER SONDA O PER OS LOTTO A ALLEGATO A DIETE PER NUTRIZIONE ENTERALE SOMMINISTRABILI PER SONDA O PER OS Lotto 1/A Dieta Polimerica Standard Dieta enterale pronta all'uso, per sonda, polimerica standard, liquida, completa,

Dettagli

L ANELLO DEBOLE DEL CICLO DI STERILIZZAZIONE

L ANELLO DEBOLE DEL CICLO DI STERILIZZAZIONE IGIENE E SICUREZZA DEI CIRCUITI IDRICI DEI RIUNITI L ANELLO DEBOLE DEL CICLO DI STERILIZZAZIONE TRATTAMENTO E DISINFEZIONE ACQUE PERCHE TRATTARE E DISINFETTARE L ACQUA IN AMBITO ODONTOIATRICO? INFEZIONE

Dettagli

Riassunto delle caratteristiche del prodotto

Riassunto delle caratteristiche del prodotto Riassunto delle caratteristiche del prodotto 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE INFLEXAL V Sospensione iniettabile Vaccino influenzale (antigene di superficie, inattivato, virosomale) Stagione 2007/2008 2.

Dettagli

Riassunto delle caratteristiche del prodotto

Riassunto delle caratteristiche del prodotto Riassunto delle caratteristiche del prodotto 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE INFLEXAL V Sospensione iniettabile Vaccino influenzale (antigene di superficie, inattivato, virosomale) Stagione 2011/2012 2.

Dettagli

ALLEGATO II COMPOSIZIONE ESSENZIALE DEGLI ALIMENTI DI PROSEGUIMENTO DOPO RICOSTITUZIONE SECONDO LE ISTRUZIONI DEL PRODUTTORE

ALLEGATO II COMPOSIZIONE ESSENZIALE DEGLI ALIMENTI DI PROSEGUIMENTO DOPO RICOSTITUZIONE SECONDO LE ISTRUZIONI DEL PRODUTTORE ALLEGATO II COMPOSIZIONE ESSENZIALE DEGLI ALIMENTI DI PROSEGUIMENTO DOPO RICOSTITUZIONE SECONDO LE ISTRUZIONI DEL PRODUTTORE I valori indicati nel presente allegato si riferiscono al prodotto finale pronto

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE ACICLOVIR ABC 800 mg COMPRESSE ACICLOVIR ABC 400 mg/5 ml SOSPENSIONE ORALE 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Aciclovir

Dettagli

RACCOMANDAZIONI sul corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Cloruro di Potassio KCl ed altre soluzioni concentrate contenenti Potassio

RACCOMANDAZIONI sul corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Cloruro di Potassio KCl ed altre soluzioni concentrate contenenti Potassio AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA RACCOMANDAZIONI sul corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Cloruro di Potassio KCl Preparato da Verificato da Verifica per validazione Approvato da Data

Dettagli

2 CONVEGNO DIABESITA

2 CONVEGNO DIABESITA 2 CONVEGNO DIABESITA La co-morbidità nel paziente con diabesità Dott. Roberto Gualdiero 7 Giugno 2014- CAVA DEI TIRRENI Diabesità è il neologismo coniato dall OMS per sottolineare la stretta associazione

Dettagli

Sonde per gastrostomia endoscopica percutanea

Sonde per gastrostomia endoscopica percutanea Sonde per gastrostomia endoscopica percutanea Sonda in materiale biocompatibile di lunga durata, radiopaca per il controllo del posizionamento; presenta un estremità smussa forata per lo stomaco e una

Dettagli

La modulazione della politerapia

La modulazione della politerapia Lo Scompenso Cardiaco Cronico: un modello di collaborazione ospedaleterritorio per la qualità dell assistenza e l economia delle risorse La modulazione della politerapia Laura Montagna Enrico Turbil 9

Dettagli

Corso Qualità, Risk Management. Sistema qualità, rischio clinico e accreditamento Dott. Dario Seghezzi

Corso Qualità, Risk Management. Sistema qualità, rischio clinico e accreditamento Dott. Dario Seghezzi RISK MANAGEMENT IN OSPEDALE Corso Qualità, Risk Management. Sistema qualità, rischio 1 La gestione del rischio nel Sistema Sanitario Regionale 2 La gestione del rischio nel Sistema Sanitario Regionale

Dettagli

Modalità di gestione della conservazione dei farmaci 18-19 novembre / 2 dicembre 2013

Modalità di gestione della conservazione dei farmaci 18-19 novembre / 2 dicembre 2013 Modulo Relazione audit M_PQ-8-01_03 ed. 3 rev. 00 1 giugno 2010 Modalità di gestione della conservazione dei farmaci 18-19 novembre / 2 dicembre 2013 U.O. per la Qualità e Rischio Clinico Via S. Sofia

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. Impiegato ceppo equivalente a A/California/7/2009 (H1N1)pdm09 (NIB-74xp), derivato dal ceppo

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. Impiegato ceppo equivalente a A/California/7/2009 (H1N1)pdm09 (NIB-74xp), derivato dal ceppo RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE FLUARIX sospensione iniettabile in siringa preriempita. Vaccino influenzale (virus frammentati, inattivati). 2. COMPOSIZIONE

Dettagli

IDROSSIZINA. Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M. Molteni, M. Pozzi, S. Radice

IDROSSIZINA. Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M. Molteni, M. Pozzi, S. Radice a cura di: IRCCS E. MEDEA LA NOSTRA FAMIGLIA (Direttore sanitario Dott. M. Molteni) UO FARMACOLOGIA CLINICA AO L. SACCO (Direttore Prof. E. Clementi) Redazione scientifica: S. Bertella. E. Clementi, M.

Dettagli

Foglio illustrativo. AIRCORT 100 microgrammi Spray nasale, sospensione AIRCORT 50 microgrammi Spray nasale, sospensione Budesonide

Foglio illustrativo. AIRCORT 100 microgrammi Spray nasale, sospensione AIRCORT 50 microgrammi Spray nasale, sospensione Budesonide AIRCORT 100 microgrammi Spray nasale, sospensione AIRCORT 50 microgrammi Spray nasale, sospensione Budesonide Foglio illustrativo CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Preparato rinologico corticosteroideo. INDICAZIONI

Dettagli

Continuous Renal Replacement Therapy. Paolo Montomoli Infermiere SOD Anestesia e T.I. Az. U.O.Careggi Firenze

Continuous Renal Replacement Therapy. Paolo Montomoli Infermiere SOD Anestesia e T.I. Az. U.O.Careggi Firenze Continuous Renal Replacement Therapy Paolo Montomoli Infermiere SOD Anestesia e T.I. Az. U.O.Careggi Firenze CRRT: principi fisici Ultrafiltrazione: movimento di acqua attraverso una membrana semipermeabile

Dettagli

Analisi dei tipi Alimento somministrabile via sonda Nutrison

Analisi dei tipi Alimento somministrabile via sonda Nutrison Analisi dei tipi Alimento somministrabile via sonda Nutrison NCH0117_Typanalysenheft_SN_I_print.indd 1 28.12.2010 12:46:56 Uhr 2 Analisi dei tipi Alimento somministrabile via sonda Nutrison Linea telefonica

Dettagli

MONITORAGGIO CLINICO E BIOUMORALE DEL DIABETE E DELLE SUE COMPLICANZE IN RSA. Sandro Inchiostro

MONITORAGGIO CLINICO E BIOUMORALE DEL DIABETE E DELLE SUE COMPLICANZE IN RSA. Sandro Inchiostro Formazione continua Medici Coordinatori RSA 2010 MONITORAGGIO CLINICO E BIOUMORALE DEL DIABETE E DELLE SUE COMPLICANZE IN RSA Sandro Inchiostro Medicina II e Centro Diabetologico Dipartimento di Medicina

Dettagli

Definizione trattamenti dietici. Prof. Bruno Cianciaruso

Definizione trattamenti dietici. Prof. Bruno Cianciaruso 1 Definizione trattamenti dietici Prof. Bruno Cianciaruso Insufficienza renale cronica TERAPIA CONSERVATIVA Farmacologica Nutrizionale Terapia nutrizionale, perché? Prevenire e trattare segni, sintomi,

Dettagli

NEFROLITIASI ACUTA. Più raro dolore addominale prevalemtemete anteriore

NEFROLITIASI ACUTA. Più raro dolore addominale prevalemtemete anteriore NEFROLITIASI ACUTA Dolore costante e non colico, localizzato al fianco eo irradiato all inguine. Micro-macroematuria. Sovente nausea e vomito. Più raro dolore addominale prevalemtemete anteriore NEFROLITIASI

Dettagli

GUIDA PER PAZIENTI IN EMODIALISI

GUIDA PER PAZIENTI IN EMODIALISI SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Piacenza GUIDA PER PAZIENTI IN EMODIALISI A CURA DEL PERSONALE INFERMIERISTICO DELLA DIALISI DI PIACENZA con questa guida intendiamo

Dettagli

1 dose di vaccino (0.5 ml) contiene almeno 24 UI di virus dell'epatite A inattivato (ceppo RG-SB), coltivato su cellule diploidi umane (MRC-5).

1 dose di vaccino (0.5 ml) contiene almeno 24 UI di virus dell'epatite A inattivato (ceppo RG-SB), coltivato su cellule diploidi umane (MRC-5). RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Epaxal sospensione iniettabile in una siringa preriempita. Vaccino dell'epatite A (inattivato, virosomale). 2. COMPOSIZIONE

Dettagli

14808-60-7 Sabbia silicea-quarzo alfa ~ 50 (Frazione respirabile <5µm) < 0,02

14808-60-7 Sabbia silicea-quarzo alfa ~ 50 (Frazione respirabile <5µm) < 0,02 WCOLCLASSGR pag. 1 di 5 1 - Identificazione del prodotto (preparato) Codice del prodotto : 23023/23101/23391/23291/23431 Nome commerciale : WEBER.COL CLASSIC PLUS PRESTIGE - PROGRES GRIGIO Natura del prodotto

Dettagli

SINDROME NEFROSICA. Sindrome clinica caratterizzata da: - Edema (volto, piedi, mani) - Proteinuria (>3 g/die) - Ipoalbuminemia - Ipercolesterolemia

SINDROME NEFROSICA. Sindrome clinica caratterizzata da: - Edema (volto, piedi, mani) - Proteinuria (>3 g/die) - Ipoalbuminemia - Ipercolesterolemia SINDROME NEFROSICA SINDROME NEFROSICA Sindrome clinica caratterizzata da: - Edema (volto, piedi, mani) - Proteinuria (>3 g/die) - Ipoalbuminemia - Ipercolesterolemia SINDROME NEFROSICA - EPIDEMIOLOGIA

Dettagli

Ora è disponibile una soluzione liquida, 1 volta al giorno, per l ipotiroidismo canino. è Leventa.

Ora è disponibile una soluzione liquida, 1 volta al giorno, per l ipotiroidismo canino. è Leventa. From the global leader in veterinary endocrinology a ca Ora è disponibile una soluzione liquida, 1 volta al giorno, per l ipotiroidismo canino. è Leventa. Un disordine endocrino difficile da diagnosticare

Dettagli

FARMACI GENERICI(EQUIVALENTI): PROBLEMI DI GESTIONE IN MEDICINA GENERALE

FARMACI GENERICI(EQUIVALENTI): PROBLEMI DI GESTIONE IN MEDICINA GENERALE FARMACI GENERICI(EQUIVALENTI): PROBLEMI DI GESTIONE IN MEDICINA GENERALE Come erogatore di assistenza di primo livello, il MMG è direttamente implicato nella scelta appropriata e nell utilizzo efficiente

Dettagli

indice PARTE PRIMA LA FISIOLOGIA DELL ESERCIZIO Sezione 1 Nutrizione: le basi della prestazione fisica Sezione 2 Energia per l attività fisica

indice PARTE PRIMA LA FISIOLOGIA DELL ESERCIZIO Sezione 1 Nutrizione: le basi della prestazione fisica Sezione 2 Energia per l attività fisica indice Introduzione Uno sguardo al passato Le radici storiche della fisiologia dell esercizio, XXIII Intervista al Dr. Charles Tipton PARTE PRIMA LA FISIOLOGIA DELL ESERCIZIO Sezione 1 Nutrizione: le basi

Dettagli

L occhio secco: terapie non convenzionali

L occhio secco: terapie non convenzionali L occhio secco: terapie non convenzionali Pierluigi Trabucchi Natale Di Giacomo Terapie non convenzionali Terapie alternative ai sostituti lacrimali oppure utilizzabili in associazione alla terapia sostitutiva

Dettagli

SERIE GENERALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA. PARTE PRIMA Roma - Sabato, 13 dicembre 2014 AVVISO ALLE AMMINISTRAZIONI

SERIE GENERALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA. PARTE PRIMA Roma - Sabato, 13 dicembre 2014 AVVISO ALLE AMMINISTRAZIONI SERIE GENERALE Spediz. abb. post. - art. 45% 1, - comma art. 2, 1 comma 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46662 - Filiale - Filiale di Roma di Roma GAZZETTA Anno 155 - Numero 289 UFFICIALE DELLA

Dettagli

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE BYDUREON 2 mg polvere e solvente per sospensione iniettabile a rilascio prolungato 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA RICETTA FARMACEUTICA AGGIORNAMENTO ALLA LUCE DELL ART. 15, COMMA 11-BIS DL 95/2012 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI, RIGUARDANTE

PROGETTO TESSERA SANITARIA RICETTA FARMACEUTICA AGGIORNAMENTO ALLA LUCE DELL ART. 15, COMMA 11-BIS DL 95/2012 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI, RIGUARDANTE PROGETTO TESSERA SANITARIA RICETTA FARMACEUTICA AGGIORNAMENTO ALLA LUCE DELL ART. 15, COMMA 11-BIS DL 95/2012 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI, RIGUARDANTE LA PRESCRIZIONE PER PRINCIPIO ATTIVO Pag. 2 di 18 INDICE

Dettagli

Classificazione e Definizione del Diabete Mellito

Classificazione e Definizione del Diabete Mellito Università degli Studi di Roma Tor Vergata Classificazione e Definizione del Diabete Mellito Davide Lauro Centro di Riferimento Diabete di Tipo 2 d.lauro@uniroma2.it La parola Diabete deriva dal verbo

Dettagli

Ogni fiala di polvere per soluzione iniettabile contiene 5 mg di idrossocobalamina. Ogni ml contiene 2,5 mg di idrossocobalamina dopo ricostituzione.

Ogni fiala di polvere per soluzione iniettabile contiene 5 mg di idrossocobalamina. Ogni ml contiene 2,5 mg di idrossocobalamina dopo ricostituzione. RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE OHB12 5 mg/2 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Ogni fiala di polvere

Dettagli

Jama, 2001, 285(19):2486-2496

Jama, 2001, 285(19):2486-2496 Sommariio esecutiivo delllle lliinee-guiida ATP-III per lla prevenziione delllle mallattiie coronariiche Jama, 2001, 285(19):2486-2496 FASE 1. DETERMINARE IL PROFILO LIPIDICO-LIPOPROTEICO NEL SOGGETTO

Dettagli

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE VETERINARIO Purevax RC liofilizzato e solvente per sospensione iniettabile 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA

Dettagli

Chetoacidosi diabetica (DKA)

Chetoacidosi diabetica (DKA) Università degli studi di Parma Facoltà di Medicina e Chirurgia Dipartimento dell Età evolutiva Prof. M. Vanelli Chetoacidosi diabetica (DKA) 1 È responsabile della maggior parte dei ricoveri nonché della

Dettagli

SERVIZI DI MEDICINA TURISTICA A JESOLO EMERGENZA

SERVIZI DI MEDICINA TURISTICA A JESOLO EMERGENZA REGIONE DEL VENETO AZIENDA SOCIO SANITARIA LOCALE N. 10 VENETO ORIENTALE www.assl10.veneto.it SERVIZI DI MEDICINA TURISTICA A JESOLO EMERGENZA In caso di emergenza chiamare il 118 Per garantire vacanze

Dettagli

Effetti sulla capacità di guidare e di usare macchinari Non sono stati effettuati studi sulla capacità di guidare veicoli e sull uso di macchinari.

Effetti sulla capacità di guidare e di usare macchinari Non sono stati effettuati studi sulla capacità di guidare veicoli e sull uso di macchinari. VERMOX 100 mg compresse VERMOX 20 mg/ml sospensione orale Mebendazolo CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA VERMOX (mebendazolo) appartiene alla categoria dei farmaci antielmintici. INDICAZIONI TERAPEUTICHE Infestazioni

Dettagli

RUCONEST (Conestat alfa) RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RUCONEST (Conestat alfa) RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RUCONEST (Conestat alfa) RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Ruconest 2100 U polvere per soluzione iniettabile. 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Un flaconcino

Dettagli

A cura di Elena Conti

A cura di Elena Conti A cura di Elena Conti L acqua è l elemento principale delle cellule dell organismo, si trova fuori e dentro di esse. L ormone antidiuretico (Adh) regola i livelli di acqua nell organismo, aumentando il

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1) NOME DELLA SPECIALITA' MEDICINALE: CUROSURF 80 MG/ML SOSPENSIONE PER INSTILLAZIONE ENDOTRACHEOBRONCHIALE 2) COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA: Un flaconcino

Dettagli

masticabile Compressa

masticabile Compressa ALLEGATO I ELENCO DEI NOMI, DELLE FORME FARMACEUTICHE, DEI DOSAGGI, DELLE VIE DI SOMMINISTRAZIONE, DEI TITOLARI DELLE AUTORIZZAZIONI ALL IMMISSIONE IN COMMERCIO, DEI CONTENITORI E DEI CONTENUTI DELLE CONFEZIONI

Dettagli

Per una dieta con poche proteine, ma ricca di sapore. Prodotto dietetico

Per una dieta con poche proteine, ma ricca di sapore. Prodotto dietetico Per una dieta con poche proteine, ma ricca di sapore. Prodotto dietetico Meno proteine e più gusto. Aprotide è una gamma di prodotti di alta qualità, gustosi e nutrizionalmente bilanciati, preparati con

Dettagli

Valutazione dell IG di Frollini tradizionali e preparati con farina con l aggiunta del % di Freno SIGI.

Valutazione dell IG di Frollini tradizionali e preparati con farina con l aggiunta del % di Freno SIGI. Valutazione dell IG di Frollini tradizionali e preparati con farina con l aggiunta del % di Freno SIGI. Premessa L'indice glicemico (IG) di un alimento, definito come l'area sotto la curva (AUC) della

Dettagli

Lotto 1 - Sistemi diagnostici per l esecuzione di test di chimica clinica, immunochimica, droghe, epatite e proteine specifiche 58296581F8

Lotto 1 - Sistemi diagnostici per l esecuzione di test di chimica clinica, immunochimica, droghe, epatite e proteine specifiche 58296581F8 PRODOTTI DATI Numero test presunti/ anno CODICE AZIENDA ULSS N. 13 Prodotto Denominazione Commerciale Nome del Produttore Quantità per confezione Nr. Confezioni necessarie per effettuare gli esami annui

Dettagli

UOC MEDICINA 2 - UOS DIABETOLOGIA UOCMEDICINA E CHIRURGIA ACCETTAZIONE URGENZA. Protocollo rispetto qualità della diagnosi secondo criterio APRO3

UOC MEDICINA 2 - UOS DIABETOLOGIA UOCMEDICINA E CHIRURGIA ACCETTAZIONE URGENZA. Protocollo rispetto qualità della diagnosi secondo criterio APRO3 UOC MEDICINA 2 - UOS DIABETOLOGIA UOCMEDICINA E CHIRURGIA ACCETTAZIONE URGENZA Protocollo rispetto qualità della diagnosi secondo criterio APRO3 Diabete Il Diabete Mellito rappresenta uno dei problemi

Dettagli

Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici VIII Edizione A.A. 2010/2011

Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici VIII Edizione A.A. 2010/2011 Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici VIII Edizione A.A. 2010/2011 22 26 gennaio 2011 08.30 17.00 BIOIMMAGINI 18.00 BIOIMMAGINI 19-23 febbraio 2011 08.30 DELLA RICERCA DELLA RICERCA

Dettagli

Disciplina di dispensazione al pubblico dei medicamenti

Disciplina di dispensazione al pubblico dei medicamenti Disciplina di dispensazione al pubblico dei medicamenti La dispensazione al pubblico dei medicamenti Tutte le attività che orbitano nel settore farmaceutico (produzione di farmaci, controllo, verifiche,

Dettagli

LA TRACCIABILITA DELL APPROVVIGIONAMENTO, CONSERVAZIONE, TENUTA, SOMMINISTRAZIONE E SMALTIMENTO DEI FARMACI IN RSA: Presidiare e gestire il processo.

LA TRACCIABILITA DELL APPROVVIGIONAMENTO, CONSERVAZIONE, TENUTA, SOMMINISTRAZIONE E SMALTIMENTO DEI FARMACI IN RSA: Presidiare e gestire il processo. LA TRACCIABILITA DELL APPROVVIGIONAMENTO, CONSERVAZIONE, TENUTA, SOMMINISTRAZIONE E SMALTIMENTO DEI FARMACI IN RSA: Presidiare e gestire il processo. 15 Aprile 2013 Angelo Benedetti 1 OBIETTIVI Favorire

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA INCAPACITA VENTILATORIA (flussi e/o volumi alterati alle PFR) INSUFFICIENZA RESPIRATORIA (compromissione dello scambio gassoso e/o della ventilazione alveolare) Lung failure (ipoossiemia) Pump failure

Dettagli

Nuove confezioni di farmaci approvati mediante procedura centralizzata.

Nuove confezioni di farmaci approvati mediante procedura centralizzata. Inserimento,inaccordoall articolo12,comma5dellalegge189/2012,inappositasezione, denominataclassec(nn),dedicataaifarmacinonancoravalutatiaifinidellarimborsabilità nellemoredellapresentazionedapartedell

Dettagli

LA NUTRIZIONE ARTIFICIALE OSPEDALIERA E DOMICILIARE. ASPETTI CLINICI, GESTIONALI E NORMATIVI. Formulare un programma per Nutrizione Parenterale

LA NUTRIZIONE ARTIFICIALE OSPEDALIERA E DOMICILIARE. ASPETTI CLINICI, GESTIONALI E NORMATIVI. Formulare un programma per Nutrizione Parenterale LA NUTRIZIONE ARTIFICIALE OSPEDALIERA E DOMICILIARE. ASPETTI CLINICI, GESTIONALI E NORMATIVI. Formulare un programma per Nutrizione Parenterale QUALE TIPO DI NUTRIZIONE PARENTERALE (NP)? NP parziale NP

Dettagli

ALLEGATO B) TABELLA DI AGGIUDICAZIONE DITTA. 36.100 ABBOTT S.r.l. 11.650 ABBOTT S.r.l. M525 GLUCERNA 500 ML 6,80 5730405FC9

ALLEGATO B) TABELLA DI AGGIUDICAZIONE DITTA. 36.100 ABBOTT S.r.l. 11.650 ABBOTT S.r.l. M525 GLUCERNA 500 ML 6,80 5730405FC9 ALLEGATO B) TABELLA DI AGGIUDICAZIONE 1 DIETA LIQUIDA PER SUPPLEMENTAZIONE ORALE, A BASSO RESIDUO, COMPLETA, PRONTA PER L USO, PER PAZIENTI CON FUNZIONALITA GASTROINTESTINALE INTEGRA E FABBISOGNI PROTEICO

Dettagli

Si parla di insufficienza respiratoria quando il polmone non è in grado di procedere ad un adeguata ossigenazione del sangue arterioso o non è in

Si parla di insufficienza respiratoria quando il polmone non è in grado di procedere ad un adeguata ossigenazione del sangue arterioso o non è in 14 Aprile 2009 Ossigenoterapia e Ventiloterapia Prof. Lorenzo Corbetta (Firenze) lorenzo.corbetta@unifi.it it www.med.unifi.it DEFINIZIONE Si parla di insufficienza respiratoria quando il polmone non è

Dettagli

DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE

DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE GLICOBASE 2.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA GLICOBASE 50 mg compresse Una compressa contiene: Principio attivo: acarbose 50 mg GLICOBASE 100 mg compresse Una compressa

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ATTI n. 62/02/8 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA DI SOLUZIONI FISIOLOGICHE, GLUCOSATE, SALI DIVERSI E DEFLUSSORI OCCORRENTI ALL AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTO ORTOPEDICO GAETANO PINI PER IL PERIODO

Dettagli

Quesiti e problemi. 9 Calcola, con l aiuto della tavola periodica, la massa. 10 Calcola la massa molecolare di tre acidi piuttosto

Quesiti e problemi. 9 Calcola, con l aiuto della tavola periodica, la massa. 10 Calcola la massa molecolare di tre acidi piuttosto SUL LIBRO DA PAG 101 A PAG 10 Quesiti e problemi 1 La massa atomica e la massa molecolare 1 Qual è la definizione di unità di massa atomica u? a) è uguale a 1/12 della massa dell atomo di 12 C b) è uguale

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

Glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento:

Glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento: Glossario dei termini utilizzati nella tabella dei dati di rilevamento: CONCENTRAZIONE DEGLI IONI IDROGENO (PH) E' la misura della quantità di ioni idrogeno presenti nell'acqua, e ne fornisce di conseguenza

Dettagli

SHAMPOO ALL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA

SHAMPOO ALL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA COSMETICI SHAMPOO ALL OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA Lo shampoo e stato formulato con eccipienti sicuri, non aggressivi e indirizzato anche a quei soggetti con la pelle morfologicamente sensibile o sensibilizzata

Dettagli

Smalto medicato per unghie. Soluzione trasparente, incolore tendente al giallo chiaro.

Smalto medicato per unghie. Soluzione trasparente, incolore tendente al giallo chiaro. RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE NIOGERMOX 80 mg/g smalto medicato per unghie 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Un grammo di smalto medicato per unghie

Dettagli

Standard generali della qualità dei servizi. Attività assistenziale

Standard generali della qualità dei servizi. Attività assistenziale Standard generali della qualità dei servizi Attività assistenziale Fattori di Qualità Elementi misurabili Specificità Indicatore Valore Atteso Fonte Adeguatezza della segnaletica /no Accessibilità fisica,

Dettagli

RISOLUZIONE OIV-OENO 439-2012

RISOLUZIONE OIV-OENO 439-2012 RISOLUZIONE OIV-OENO 439-2012 PRATICHE ENOLOGICHE SPECIFICHE PER I VINI AROMATIZZATI, LE BEVANDE A BASE DI PRODOTTI VITIVINICOLI E LE BEVANDE A BASE DI VINO L'ASSEMBLEA GENERALE CONSIDERATA la risoluzione

Dettagli

GESTIONE DEL RISCHIO: tecnologia sanitaria e strategia globale

GESTIONE DEL RISCHIO: tecnologia sanitaria e strategia globale Arezzo, Centro Affari e Convegni 28 novembre 1 dicembre 2007 II FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITÀ GESTIONE DEL RISCHIO: tecnologia sanitaria e strategia globale C. Favaretti Presidente SIHTA Direttore Generale

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III RAZIONALE Scopo di queste Raccomandazioni

Dettagli

Dieta ipoproteica, dieta vegetariana, dieta vegana: per quali pazienti? Incontro tenuto da Dott.ssa Ilaria De Simone Ospedale Bassini

Dieta ipoproteica, dieta vegetariana, dieta vegana: per quali pazienti? Incontro tenuto da Dott.ssa Ilaria De Simone Ospedale Bassini Dieta ipoproteica, dieta vegetariana, dieta vegana: per quali pazienti? Incontro tenuto da Dott.ssa Ilaria De Simone Ospedale Bassini Dal greco diaita Dieta: ieri - modo di vivere volto alla salute - stile

Dettagli

Procedure di manutenzione

Procedure di manutenzione Mercato: Oggetto: Mezzi di trasporto Procedure di manutenzione 1 Pavimenti in gomma ARTIGO Dopo la posa, proteggere sempre il pavimento con fogli di cartone o polietilene per evitare possibili danni dovuti

Dettagli

L utilizzo dei vaccini MPR nell adolescente e adulto per la prevenzione della rosolia congenita

L utilizzo dei vaccini MPR nell adolescente e adulto per la prevenzione della rosolia congenita L utilizzo dei vaccini MPR nell adolescente e adulto per la prevenzione della rosolia congenita Copertura vaccinale MPR (o R) insufficiente La circolazione del rubeovirus è ridotta I soggetti suscettibili

Dettagli

Diabete e attività fisica

Diabete e attività fisica Diabete e attività fisica Dott. Francesco Costantino Clinica Pediatrica Servizio di Diabetologia Infantile Università La Sapienza Roma Tipologia del Diabete Diabete mellito tipo 1 E caratterizzato dalla

Dettagli

PSICOFARMACI E SINDROME DISMETABOLICA

PSICOFARMACI E SINDROME DISMETABOLICA PSICOFARMACI E SINDROME DISMETABOLICA Dott.ssa Nadia DELSEDIME, M.D., Ph.D PSICHIATRIA SCDU CPR DCA AOU Città della Salute e della Scienza di Torino Università degli Studi di Torino LA SINDROME METABOLICA

Dettagli

Trattamenti delle acque primarie. Impianti Meccanici 1

Trattamenti delle acque primarie. Impianti Meccanici 1 Trattamenti delle acque primarie Impianti Meccanici 1 IMPUREZZE DELL ACQUA PRIMARIA Classificazione Per corpo idrico si intende una massa d acqua che presenti proprie caratteristiche idrologiche, fisiche,chimiche,

Dettagli