Editoriale 4. Eur Torrino News pubblicazione mensile ANNO IX n 3 marzo 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Editoriale 4. Eur Torrino News pubblicazione mensile ANNO IX n 3 marzo 2011"

Transcript

1

2

3 Editoriale 4 Eur Torrino News pubblicazione mensile ANNO IX n 3 marzo 2011 Editrice: Service & Business 2001 Direttore responsabile: Sergio Di Mambro Redazione: Viale degli Eroi di Rodi, 214 Tel Grafica: Fabio Zaccaria Stampa: Ripoli snc Hanno collaborato: Irene Giarracca, Valeria Torre, MariaFrancesca Piemontese, Corinna Lucianelli, Stefano Coccia, Valerio Ceddia, G.M. Ardito. Concessionaria pubblicitaria: Media Live s.r.l. Tel.: Cell.: Cinema: Black Swan 6 Il Gioiellino 10 8 Marzo: La Giunta regionale per le pari opportunità 12 Omaggio a Rudolf Hametovic Nureyev 16 Giovani e lavoro: la fiera del ribasso 20 Spettatori e vittime: i minori a la violenza assistita 21 Intervista al Dott. Giovanni Blandino 22 Le quote rosa dall Antica Roma ad oggi 23 Intervista alla Dott.ssa Sabrina Strano 24 Roma - Volgograd 30 Booklive 34 Gli Itinerari del Gusto: La pesca di mare nel Lazio 44 La storia dell EUR 48 Intervista al Pres. del Cons. del Municipio XII Marco Cacciotti 52 Linea diretta con l Assessorato all Agricoltura 56 Consiglio Regionale Informa 58 Municipio XII Informa 62 La direzione si riserva il diritto di valutare i testi pervenuti. Il materiale non verrà restituito. Finito di stampare nel mese di: marzo

4 Editoriale: ] di Sergio Di Mambro [ Cari Lettori, Questo mesa ampio spazio dedicato alla ricerca scientifica, con due approfondite interviste alla Dott.ssa Sabrina Strano e al Dott. Giovanni Blandino. Pensiamo sia davvero importante divulgare le scoperte che le equipe dell Istituto Regina Elena di Roma stanno effettuando sulla cura dei tumori: si tratta di una lotta combattuta giorno dopo giorno, nel silenzio dei laboratori, per un avvenire migliore di tutta la collettività, per dare speranza ai malati e rimuovere le paure di chi potrebbe essere colpito da questo male. Non solo scienza e ricerca ma anche il ricordo di un importante festività che cade in questo mese di marzo: la festa delle donne, di tutte le mamme, le lavoratrici, le nonne che costituiscono l altra straordinaria metà del mondo. Un informazione che dal generale l annoso problema dell occupazione giovanile in Italia si cala nel particolare: con le rubriche dedicate al Municipio XII, alle attività del Consiglio dello stesso Municipio (con l intervista al Presidente Marco Cacciotti) e al Consiglio Regionale del Lazio, senza dimenticare un focus riguardante l assessorato all Agricoltura. Buona lettura 4 eur torrino news

5

6 Non è certo una novità che il talento inconfondibile e disturbante di Darren Aronofsky faciliti i suoi attori nell ottenere riconoscimenti importanti. Finora, però all ambitissimo premio Oscar ci si era soltanto avvicinati. Ci era andata vicina una ormai anziana, ma sempre portentosa, Ellen Burstyn, che la preziosa statuetta se l era comunque conquistata nel lontano 1974 grazie a Martin Scorsese, quando interpretò il suo Alice non abita più qui; avendo poi al suo attivo altre nomination, l ultima delle quali ottenuta per l appunto con Requiem for a Dream di Aronofsky, dove interpretava una impressionante figura di madre fagocitata dalla società dei consumi e ossessionata dai farmaci per il dimagrimento, al punto di sviluppare una insana e devastante forma di dipendenza. Per il penultimo film realizzato da Aronofsky, The Wrestler, le nomination erano state addirittura due: nel 2009 vennero candidati sia Mickey Rourke, superbo mattatore di una crepuscolare sfida dentro e fuori il ring, che la brava Marisa Tomei, in lizza quale miglior attrice non protagonista. Ma nessuno dei due la spuntò. Con Black Swan il cinema di Aronofsky, finalmente, ha fatto bingo. E ci è riuscito grazie a Natalie Portman, ex ragazzina prodigio (Léon di Luc Besson, Heat - la sfida di Michael Mann, Tutti dicono I love you di Woody Allen), autrice poi di una cavalcata trionfale attraverso ruoli come quello di Padmé nella saga di Guerre Stellari o quello della ribelle Evey in V per vendetta. Adesso la bella Natalie è Il cigno nero, un cigno capace di planare sugli Oscar con grazia indicibile, beandosi del premio e lasciando al contempo profondamente turbate le platee cinematografiche. Già, perché apparentemente Black Swan è l ennesimo film ambientato nell ostico e competitivo ambiente della danza, focalizzato su rivalità feroci, non immune da stereotipi come quello incarnato da un sanguigno Vincent Cassel, coreografo e regista del balletto capace di fomentare appetiti sessuali col suo carisma e con una fisicità de - cisamente aggressiva. Ma questa, come dicevamo, è solo l epidermide del progetto cinematografico di Darren Aronofsky. Il visionario cineasta prende a pretesto l innocenza (presunta) e la totale dedizione al balletto della prota-

7 cinema gonista Nina Sayers, ovvero Natalie Portman, per costruire un personaggio delicato e spaventoso al tempo stesso. Sotto il lago dei cigni si sente ribollire un magma oscuro. Le musiche di Tchaikovsky (e non solo) scortano Nina in quel percorso estatico che, attraverso una progressione drammatica inesorabile, pone la ragazza a contatto con le sue più intime fobie, con le nevrosi radicate in lei da un ambiente socio-famigliare opprimente, angoscioso, sottilmente autoritario. Le tensioni nella prima parte del film sono compresse, stagnanti, imprigionate in un atmosfera spessa, eppure esistono; per poi esplodere in un crescendo sempre più barocco, segnato dall uso violentemente espressionista di morphing e di altri effetti in digitale che, pur con qualche sporadica concessione al grottesco, tendono ad assumere venature orrorifiche. Nel finale, sotto la pressione del ruolo di prima ballerina faticosamente acquisito, non è più un mondo irto di difficoltà a spalancarsi davanti agli occhi di Nina, ma è la mente turbata di Nina a spalancarsi sul mondo. Lo colora coi propri sogni e coi propri incubi. Odette e Odine, il cigno bianco e il cigno nero racchiusi nella stessa figura femminile, ovvero il frammentarsi di una personalità borderline, processo doloroso che ne precorre la fragorosa caduta. Questo gioco di simmetrie, ] di Stefano Coccia [ che coinvolge anche i sa pienti contrasti cro matici della pel licola, sembra con - tagiare anche le scelte di casting: da un lato le due personalità più risolte, proiettate all esterno, manipolatrici, ed in qualche misure superficiali, rappresentate da Thomas (il già citato Vincent Cassel) e dalla ballerina rivale Lily (che possiede la bellezza quasi ridondante di Mila Kunis); dall altro l equilibrio psico-fisico precario esibito da Nina/Natalie Portman, che si sovrappone all usura dei nervi e del corpo cui è già andata incontro Beth Macintyre, precedente star del balletto impersonata da Winona Ryder in modo assai convincente. L ago della bilancia di questo quadro così delicato, una presenza ingombrante che con la sua ansia di controllo faciliterà il crollo di Nina, è senz altro sua madre Erica: inquietante ritratto di una matriarcalità castrante e severa, affidato alla brava Barbara Hershey. Ma attenzione, l efficacia e la notevole resa emotiva di Black Swan sono anche il prodotto di una coerenza stilistica che, pur non raggiungendo forse gli esiti altissimi di Requiem for a Dream e The Wrestler, persegue in fondo gli stessi obiettivi: mostrare con una sorta di accanimento tearapeutico il deflagrare del rapporto tra testa e corpo, tra proiezioni mentali e concretezza delle azioni, possibilmente in quelle situazioni estreme che amplificano il senso di costrizione, di subdolo condizionamento, indotto dalla società dei consumi. A livello registico la ricerca del dettaglio, l esibizione quasi compiaciuta delle cicatrici, l ossessività di certi gesti riprodotta in fase di montaggio, l esaltazione dello sforzo fisico spinto all estremo, rendono possibile una parziale identificazione del Titolo: Nazione: USA The Black Swan - Il Cigno Nero Genere: Drammatico, Thriller Durata: 103 Anno: 2010 Cast: Natalie Portman, Vincent Cassel, Mila Kunis, Winona Ryder, Barbara Hershey, Kristina Anapau, Benjamin Millepied, Ksenia Solo, Janet Montgomery, Regia: Darren Aronofsky Produzione: Cross Creek Pictures, Phoenix Pictures, Protozoa Pictures corpo femminile di Natalie Portman in Black Swan con quello di Mickey Rourke in The Wrestler: entrambi i corpi, quello della ballerina e quello del lottatore, offerti al pubblico in una sorta di rituale barbaro. eur torrino news 7

8

9

10 cinema ] di Valerio Ceddia [ il Gioiellino Armando Molaioli parla del suo film che racconta l odissea Parmalat In un affollata conferenza stampa a Roma, Armando Molaioli ha presentato il suo secondo film: Il gioiellino. Grande la curiosità per il tema trattato, ovvero la storia (con libera interpretazione) del crac della Parmalat, e per un cast di primo ordine tra cui spiccano Remo Girone e Toni Servillo, inedita coppia a cui sono riservati i personaggi rispettivamente del patron Calisto Tanzi e del direttore finanziario Fausto Tonna. Proprio al regista e a Servillo, ancora una volta nei panni di una figura importante delle cronache italiane, sono state rivolte la maggior parte delle domande. Come è nata l idea di un film sulla Parmalat? Molaioli: Mi sono sempre interessato alle problematiche sociali ed economiche, a ciò che è dietro alla crisi globale che ci attanaglia da diversi anni. Sono rimasto subito attratto dal caso della Parmalat perché l ho percepito estremamente emblematico, il manifesto di meccanismi finanziari nuovi e assolutamente inarrestabili in questi anni. Mi incuriosiva poi questa strana associazione di elementi tipicamente italiani contrapposti alla freddezza e alla fisionomia contorta della New Economy. Anche i personaggi sembravano davvero esemplari: un umanità variegata che si confrontava con queste concezioni un po perverse dell economia. Parlare di Parmalat per me è un modo per parlare dei tanti crac finanziari degli ultimi anni. Nel film vi sono diverse scene ambientate in chiesa. Che ruolo dà alla religiosità in questa vicenda? Molaioli: L interessamento mistico religioso di Rastelli (il Tanzi della finzione n.d.r.) è funzionale a veicolare dei valori in modo apparente, totalmente fittizio. È un abitudine del mondo imprenditoriale, ma anche politico, il parlare di valori, di religione e presentarsi come benefattori. Si vuole dare quest immagine: cioè di persona che pensa prima agli interessi della collettività, e poi a se stesso. Come mai avete deciso di non usare i veri nomi dei protagonisti e non nominare esplicitamente la Parmalat? Molaioli: I processi ancora in corso hanno un po frenato l avvicinamento, diciamo più propriamente somatico, al reale. Come ripeto però mi interessava più lo studio di come certe dinamiche finanziarie si sviluppano. Per questo motivo non ci siamo nemmeno soffermati molto sul mondo del calcio e sul personaggio del figlio, presidente del Parma negli anni 90. Così come non abbiamo trattato dei piccoli investitori Parmalat, anche perché il film si ferma proprio al momento della bancarotta, alle soglie del processo a Tanzi. Ciò che è venuto dopo, peraltro è piuttosto noto alle cronache. Ritiene che i personaggi del film abbiano comportamenti al limite del patologico? Molaioli: Posso dire che una cosa mi ha colpito molto nelle ricerche sulle crisi societarie negli ultimi anni. Ho notato un dato costante, ovvero un apparente disprezzo del denaro nei suoi protagonisti. Queste persone soffrono di una blanda schizofrenia: sono sempre più sull orlo dell abisso ma sono abituati a dirsi che va tutto bene, e continuano a guardarsi intorno, a reinvestire pur senza avere denaro reale. È una schizofrenia forse diffusa a livello nazionale. Servillo: Sicuramente un elemento perverso, ma profondamente inerente alla realtà è l impasto tra denaro e sentimento. Nei miei film ho avuto la fortuna di testimoniare varie volte di questo legame che in qualche modo racconta gli aspetti del potere, che sono diversi a seconda del contesto storico. Non si può prescindere dall intreccio di soldi e sentimento se si vuole raccontare il mondo che ci circonda. Come ha costruito il suo personaggio? Quanto si è basato sulla figura reale? Servillo: È un personaggio poco esposto alle cronache, quindi ho avuto meno zavorre di confronto con la realtà. Ho lavorato molto sul quotidiano, l intimo di chi si immerge in queste intuizioni finanziarie. Sicuramente l accuratezza, l attenzione della regia di Molaioli al dettaglio, come già ne La ragazza del lago hanno facilitato il mio lavoro sul personaggio. D altronde, anche per personaggi più noti, penso sempre che il cinema debba necessariamente interessarsi più al romanzesco, e non appiattirsi sulla cronaca, anche perché in questo campo la tv e i giornali riescono meglio. E il film pur seguendo il romanzesco racconta un paese che c è. 10 eur torrino news

11

12 8 marzo ] di Irene Giarracca [ la Giunta regionale per le pari opportunità In occasione della Festa delle donne la Giunta regionale del Lazio si è riunita in seduta straordinaria per presentare una serie di proposte d intervento indirizzate alla promozione delle pari opportunità. Durante la mattinata sono stati inoltre analizzati i risultati di un indagine condotta dal Censis in merito ai livelli di occupazione femminile nella nostra Regione. La conferenza si è svolta alla presenza della governatrice Renata Polverini e degli Assessori: Mariella Zezza, Angela Birindelli, Gabriella Sentinelli, Fabiana Santini. Sebbene la Regione Lazio, in riferimento all occupazione femminile, presenti buoni livelli di crescita, permane comunque un gap rispetto a quella maschile. In termini generali negli ultimi dieci anni la Regione ha assistito ad un buon aumento dei livelli di crescita dell occupazione, infatti se nel 2000 c era uno scarto di circa 8 punti percentuali fra quella femminile e quella maschile, nel 2010 assistiamo ad una forte riduzione della forbice, con uno scarto di soli 2 punti percentuali Si sa che il raggiungimento di elevati livelli d istruzione dà maggiori possibilità di accesso al lavoro e maggiori livelli retributivi, tuttavia anche in questo caso il tasso di occupazione giovanile femminile è più basso di quello maschile. Come mai? Perché le aziende preferiscono donne con diversi anni d esperienza alle spalle, insomma le giovani vengono scalzate dalle over 45. Quello che più preoccupa non è solo il grave stato in cui versa la popolazione femminile italiana, svantaggiata rispetto a quella della maggioranza degli altri Stati dell Unione Europea, ma anche le conseguenze sulla mentalità delle giovani generazioni che ormai fortemente sfiduciate dalle proprie possibilità di carriera e inclusione lavorativa, sono più disincentivate all acquisizione di competenze professionali. Ad aggravare le difficoltà anche la scarsa offerta di servizi resi dalle strutture pubbliche per migliorare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, che costringe molte donne alla rinuncia. La Conferenza è stata preceduta, come anticipato, da una seduta straordinaria nella quale gli Assessori hanno avanzato alcune proposte per la promozione delle pari opportunità; l Assessore alla cultura spettacolo e sport Fabiana Santini in collaborazione con l Assessore al Lavoro Mariella Zezza hanno promosso l istituzione di un concorso fotografico annuale, tutto al femminile, dal titolo Donne nel Lazio ; mentre l Assessore al lavoro congiuntamente all Assessore alle politiche sociali e familiari Aldo Forte hanno proposto una delibera per lo stanziamento di risorse del Fondo per le pari opportunità, per un totale di 4 milioni di euro che saranno indirizzati alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, al sostegno alle famiglie con figli in lista d attesa per l inserimento negli asili nido pubblici, al sostegno di quelle costrette ad iscrivere i bambini in quelli privati per assenza di strutture statali, mentre il resto delle risorse saranno indirizzate all istituzione di un servizio di consulenza per donne in congedo parentale, per facilitarle nel rientro al lavoro e ridurre il rischio del gap di carriera. L Assessore alle politiche agricole Angela Birindelli ha invece proposto di istituire un corso di alta formazione rivolto a quelle donne che nell ambito del Pacchetto giovani, provvedimento rivolto all incentivo dell imprenditoria giovanile, presenteranno i progetti migliori. È stata infine approvata l adesione della Giunta alla Carta per le pari opportunità e l uguaglianza sul lavoro documento di indirizzo per le pari opportunità attraverso il quale il governo regionale si impegnerà ad aumentare l occupazione femminile nel territorio. Angela Birindelli Gabriella Sentinelli Fabiana Santini Mariella Zezza 12 eur torrino news

13 eur torrino news 13

14 Osteria del Malpasso: Una storia lunga un secolo Nel XII Municipio, in via Romeo Collalti 169 nella zona di Spinaceto, dal 1910 c è l Osteria del Malpasso. Una storia che inizia anche prima di questa data ma difficile da ricostruire. Chi può raccontarla è sicuramente il proprietario, Armando Branciani, che dal 1990 ha ceduto l attività ai nipoti e alle loro figlie, Alessandra ed Emilia. Alessandra Raponi Alessandra, cosa ricorda della storia del l O - ste ria Malpasso? Ho dei ricordi veramente molto belli perché questo posto era dello zio di mio padre. Io venivo qui a giocare, i miei sono i ricordi di una bambina che veniva a trovare lo zio e mangiava cucina buonissima. Ricordi d infanzia. Chi veniva presso quest osteria? Per parlarne il più adatto è senz altro mio zio, ascoltavo sempre i suoi racconti. Ci parlava della Pincipessa Iolanda e di Federico Fellini, che ha conosciuto anche mia madre. Infatti lei, dall età di 18 anni, è venuta a lavorare qui ed ha conosciuto il Grande Maestro, mi raccontava che era solito chiedere un insalatiera con la frutta, e tanti altri piccoli aneddoti che sicuramente meglio di me può raccontare mio zio Armando. Chi viene oggi all Osteria? Una clientela molto particolare, artisti, politici, imprenditori, liberi professionisti, famiglie. In - somma una clientela selezionata ma non per nostra scelta. Noi accettiamo tutti! Parliamo di Lei, visto che la Sua attività è un altra Sì, in realtà sono un soprano; una cantante lirica. È una passione che coltivo da quando avevo 3 anni. Ho iniziato a cantare nei cori parrocchiali fino a 18 anni poi ho iniziato a studiare canto e pianoforte privatamente. Ho coltivato questa passione che mi accompagna tutt ora. Ho cantato in grandi teatri, ad esempio quello di Taormina e ho avuto una piccola parte nel Teatro dell Opera di Roma diretta dal Maestro Placido Domingo, una persona che desideravo conoscere da una vita. Studio tutt ora e la mia vera professione è questa, anche se non mi sento di ab bandonare l Osteria, e di far venire meno l aiuto ai miei genitori. Avrei anche intenzione di organizzare, presso i locali dell Osteria del Malpasso, delle serate di musica classica e jazz. Mia madre è la cuoca, mio padre si occupa di fare la spesa, perché il locale è come una grande casa. Io e mia sorella ci occupiamo delle relazioni in sala. Resta il fatto che non ho abbandonato la mia professione. Tra poco dovrò so - stenere infatti un audizione importante e frequento un corso di perfezionamento con uno dei miei maestri, Si mone Alaimo, baritono celeberrimo. In pochi ascoltano la musica classica e forse non si è ancora aperti per andare oltre quello che ci viene proposto dai media. Cosa trasmette questo tipo di musica? Io posso parlare ovviamente per quanto mi riguarda. Ho iniziato con la musica leggera, con il karaoke. La differenza che dà il cantare la mu - sica leggera piuttosto che interpretare un opera lirica personalmente non c è. È qualcosa che sen to dentro e che comunque viene da me. Quando canto un brano di Mina è come se cantassi un opera, l impegno è esattamente lo stesso. Cerco d entrare nel personaggio, a volte nella tragedia, spesso interpreto eroine che si fanno uccidere per amore o donne che si sacrificano, che combattono, regine vigorose. Chiaramente c è una differenza, è l insieme che è diverso, il contatto con il pubblico, il pianoforte, l or chestra, i personaggi e i colleghi con cui scher zi dietro le quinte e poi magari vedi sul palco per cantare una tragedia. L impegno resta comunque lo stesso. Quando deve interpretare un ruolo, oltre all aspetto vocale e sonoro, come riesce ad entrare in empatia con il personaggio? Mi aiuta molto la musica e dai miei maestri mi è sempre stato insegnato di ascoltarla attentamente perché ti dà una traccia. Dipende molto dal vissuto della persona, da quello che uno ha dentro, dalle esperienze vissute che si riflettono nell interpretazione. Poi bisogna dire che l artista dice molto spesso ciò che vuole: Verdi ad esempio scriveva tutto, Bellini e Mozart lo stesso. Studiando si comprendono molte cose. E quando canto emerge ciò che sono. L im por - tante è interpretare ciò che si canta. Non esiste cosa più brutta che ascoltare un cantante che canta benissimo, una grande tecnica ma che non trasmette assolutamente nulla. Nel mio piccolo cerco di trasmettere qualcosa. Chi ti guarda e ti ascolta deve vivere ciò che sta ascoltando e tu stai interpretando, quello che tu sei e stai cantando. Emilia, anche a Lei chiediamo cosa ricorda di questo luogo? La prima volta che sono venuta qui ero una neonata. Venivo con mia madre a trovare gli zii. Infatti abitavamo nei pressi. Una parte della mia infanzia l ho trascorsa qui. Se c era da lavorare si lavorava altrimenti si stava insieme a giocare con gli altri bambini. Successivamente le cose sono cambiate se non altro perché ci siamo trasferiti da Roma per poi tornare nuovamente. Io ho iniziato a studiare all università e, successivamente a lavorare. Mio padre, proprio quando mi sono laureata ha rilevato l Osteria dagli zii, facendomi lavorare inizialmente qui. Io naturalmente ho proseguito il mio percorso di studi facendo essenzialmente due lavori: aiutavo i miei genitori con il locale e svolgevo l attività per cui ho studiato. Sono un insegnante di francese ma nel tempo libero sono terapeuta: mi occupo di yoga e naturopatia. Emilia Raponi Cosa l ha spinta ad avvicinarsi a queste discipline? Inizialmente un interesse puramente culturale. La mia formazione universitaria è di tipo umanistico e da sempre ho effettuato ricerche di natura comparata. Quindi sono abituata a mettere in comparazione elementi che all apparenza sono molto diversi tra loro. In più i miei genitori hanno sempre curato me e mia sorella con l omeopatia. Questo ha fatto sì che ci avvicinassimo a un determinato discorso salutistico. Successivamente ho frequentato una scuola per naturopati, in cui ho studiato filosofia indiana. È durato 3 anni, e sono stati anche molto duri. Sono stata in India dove ho sostenuto molti esami. Tra il pensiero occidentale e quello orientale quali sono le differenze? Non è facile rispondere e non credo d avere una conoscenza tale per poterlo fare. Posso dire cosa ho trovato io d interessante: l approccio nei confronti della vita, il mettere in sintonia il corpo con la mente. Ad esempio con lo yoga, il mangiare, i piccoli gesti della quotidianità. Tutto questo può essere un indice di grande equilibrio. Osteria del Malpasso Via Romeo Collalti, Roma Tel Tel./fax

15

16 Omaggio a Rudolf Hametovic Nureyev. ] di Corinna Lucianelli [ La danza è tutta la mia vita. Esiste in me una predestinazione, uno spirito che non tutti hanno. Devo portare fino in fondo questo destino: intrapresa questa via non si può più tornare indietro. È la mia condanna forse, ma anche la mia felicità. Se mi chiedessero quando smetterò di danzare, risponderei-quando finirei di vivere. E proprio così, solo quando smise di vivere, Nureyev smise anche di danzare. Sono le parole dell indimenticabile ballerino russo che ha trasformato e rivoluzionato il ruolo maschile nel balletto. Nacque in un minuscolo paesino mentre era in viaggio in treno con la madre diretti a Vladivostock per raggiungere il padre. Era il 17 marzo A causa dello sconvolgimento culturale che pervase la Russia di quegli anni a causa della Seconda Guerra Mondiale, Nureyev non potè frequentare nessuna scuola di danza fino al A 11 anni prese lezioni da un anziana insegnante, la signora Udeltsova, che aveva fatto parte dei leggendari Ballets Russes di Diaghilev. Nel 1955 entrò a far parte della prestigiosa scuola di ballo del Teatro Kirov di Leningrado e tre anni dopo fu ammesso in Compagnia. Nonostante l età avanzata fu considerato il più dotato e talentuoso allievo. In soli due anni divenne uno dei ballerini più famosi in Russia, Paese nel quale esisteva una grande tradizione per la danza classica e dove i ballerini erano tenuti in altissima considerazione. Ebbe il grande e raro privilegio di viaggiare al di fuori dei confini russi, ma poco dopo gli fu revocato il permesso di spostarsi per motivi disciplinari e fu costretto a dei tour solo nelle province russe. Arrivò un anno fondamentale, il Il primo ballerino del Kirov, Konstantin Sergeyev si infortunò e all ultimo minuto a Nureyev fu permesso di rimpiazzarlo in un esibizione a Parigi. Qui la sua prestazione esaltò pubblico e critica, ma naturalmente il suo carattere creò notevoli disagi. Infranse di nuovo le regole, cioè frequentò stranieri e gli fu detto che lo avrebbero rimpatriato. Rendendosi conto del fatto che non gli sarebbe stato più permesso di espatriare, il 17 giugno all aeroporto di Parigi, il ribelle danzatore defezionò. Non vedrà la sua terra fino al 1989, anno in cui fu invitato ufficialemente da Gorbaciov. Nonostante la distanza Nureyev rimase molto legato alla madre e l anno in cui rietrò fu solo per darle l ultimo saluto. In Occidente questo meraviglioso danzatore divenne una celebrità. Le sue caratteristiche eccezionali e, bisogna dirlo, la sua bellezza lo resero una star internazionale. Questo gli diede il raro privilegio di scegliere dove e con chi danzare. Molto importante fu un suo viaggio in Danimarca, dove conobbe Erik Bruhn, suo migliore amico ed amante, ma la loro storia fu molto travagliata data l elevata quantità di rapporti che Nureyev intratteneva. Nello stesso periodo incontra un altra icona del balletto, Margot Fonteyn, con la quale intraprese un intensa attività lavorativa e una sincera amicizia. Insieme resero indimenticabili, grazie alle loro intense interpretazioni balletti come Il lago dei Cigni e Giselle. Rimasero amici anche quando la Fonteyn si ritirò dalle scene perché malata di cancro. Anche il cinema si accorse di lui, numerosi registi lo contattarono, come Ken Russell che lo volle nel ruolo di Rodolfo Valentino, ma non ebbe mai il tempo e la costanza per intraprendere una seria carriera cinematografica. Fondamentale fu la sua partecipazione nella serie televisiva The Muppet Show. La sua presenza risollevò le sorti del programma che in quegli anni era in crisi. Nel 1983 viene nominato Direttore dell Operà di Parigi e oltre a danzare si dedicò anche a reclutare nuove promesse della danza. Nel frattempo progrediva la sua malattia, nonostante ciò lavorò senza sosta. Grazie al suo talento, la sua forza e al suo fascino gli vennero perdonate molte cose dovute al suo temperamento e nemmeno la fama riuscì a cambiarlo. Era notoriamente impulsivo, detestava le regole e l ordine gerarchico. Frequentò moltissime personalità, Jacqueline Kennedy, Mick Jagger e Andy Warhol, per questo giro di amicizie fu poi bollato come uno snob e intollerante verso le persone comuni. Alla fine degli anni Settanta iniziò il suo declino fisico, ma non smise mai di interpretare i ruoli da protagonista, cosa che suscitò invidie da parte di critici e pubblico che lo stavano abbandonando. Quest artista influenzò notevolmente la danza classica, infatti a partire dalle sue produzioni cambia anche il ruolo maschile che venne così accentuato ed inoltre grazie a lui venne abbattuto quel muro che separa la danza classica dalla moderna. Sappiamo della malattia che lo colpì, erano i primi anni Ottanta e ben poco si sapeva dell AIDS. Fece finta di nulla per molto tempo, non accettando nemmeno le cure di quel periodo, convincendo chi gli stava intorno che si trattava di altro. Ma alla fine dovette rendersi conto che stava morendo. In un suo scritto confessa: Ora so che dovrò morire, perché questa malattia non perdona ed il mio corpo è intrappolato su una carrozzina. Ma l unica cosa che mi accompagna è la mia danza, la mia libertà di essere. Volo oltre le mie parole e il mio dolore. Ringrazio Dio per avermi dato un corpo per danzare cosicché io non spreccassi neanche un attimo del meraviglioso dono della vita. Negli ultimi due anni di vita riconquistò la fiducia e l ammirazione dei fan e dei critici, e così in Francia fu nominato Cavaliere delle Arti e delle Lettere. Purtroppo ci ha lasciato il 6 gennaio 1993 all età di 54 anni. Un enorme vuoto per il mondo della danza che, a mio avviso, è ancora oggi difficile da colmare.

17

18

19

20 Giovani e Lavoro: ] di Valeria Torre [ Laureato (non di rado con il massimo dei voti), specializzazione in tasca, esperienze di vita all estero e dunque buona padronanza di una lingua straniera: è il ritratto odierno del giovane disoccupato in Italia. E già, perché se una volta un buon percorso di studi era sufficiente per garantire l accesso al mondo del lavoro, e spesso anche la possibilità di una discreta carriera, i tempi sono decisamente cambiati. Anzi, a dirla tutta sembra che il titolo di studi penalizzi nella ricerca del lavoro, dal momento che le stime ufficiali riferiscono di un tasso di disoccupazione molto più elevato fra i laureati rispetto a chi la laurea non ce l ha. Secondo i dati di Almalaurea, Consorzio degli Atenei che ha stilato un rapporto sulle condizioni dei laureati nel nostro paese, nel 2009 la percentuale dei laureati di primo livello in cerca di lavoro è salita dal 15 al 16% e, a riprova della tesi poc anzi sostenuta secondo cui più è alto il livello di qualifica conseguito e minore è la probabilità di trovare occupazione agli specializzati va anche peggio, con un livello di disoccupazione passato dal 16 al 18%. Ma neppure chi dopo mille peripezie riesce finalmente a trovare un posto può esultare troppo vista la media degli stipendi, e anche in questo caso vige il principio in base al quale più si è specializzati, meno si vola alto: infatti ai laureati spetta la busta paga più bassa. Addirittura nel giro di soli due anni, tra il 2007 e il 2009, la retribuzione del laureato è scesa, passando da una media di euro al mese a euro. Stando così le cose, l unica prospettiva sembra essere quella del trasferimento all estero. Ancora una volta i dati parlano chiaro: i laureati italiani del 2009 che oggi lavorano fuori guadagnano euro, mentre chi, temerario, è rimasto in Italia, è fermo a circa euro. E con il passare del tempo il divario fra gli stipendi cresce; infatti, se gli italiani occupati in patria che si sono laureati nel 2005 hanno raggiunto oggi appena la soglia dei euro, i loro connazionali impiegati all estero hanno superato i euro. Che aggiungere ancora? Non resta che preparare la valigia. Purtroppo. 20 eur torrino news

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli