La percezione di valore in banca

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La percezione di valore in banca"

Transcript

1 La percezione di valore in banca Il valore percepito dal cliente dei servizi bancari non è strettamente legato al prezzo, ma dipende dalla relazione cliente-banca: dotarsi di un sistema di ascolto è la via per raggiungere un reale vantaggio competitivo Busacca & Associati L attuale scenario del settore bancario è caratterizzato da una forte attenzione dell opinione pubblica ai costi dei prodotti/servizi bancari e dai buoni risultati economici raggiunti dagli istituti di credito. Entrambi i fattori incidono negativamente sulla soddisfazione del cliente e quindi sulla sua fedeltà, incrementando la tensione competitiva all interno del settore. Il problema è messo in luce dai bassi livelli di soddisfazione, di rispondenza alle aspettative e di vicinanza all ideale di fornitore dichiarati dai clienti nel settore del credito rispetto agli altri settori del comparto dei servizi. Affinché sia possibile definire le strategie per incrementare il valore per azionisti e clienti occorre quindi dare risposta al quesito problema di sistema o di banca?. 62

2 La percezione di valore in banca Soddisfazione e valore Un cliente può definirsi soddisfatto della sua scelta di acquisto se ha la percezione di aver ottenuto un rapporto tra il valore del prodotto/servizio acquistato rispetto al prezzo pagato superiore a quello ottenibile dalle altre possibili alternative. Il concetto di soddisfazione del cliente, strettamente correlato alla fedeltà, è evidentemente connesso a quello di valore percepito, ovvero alla differenza tra i benefici che il cliente ritiene di ricevere dal bene/ servizio e i problemi che deve risolvere nella fase di acquisto e utilizzo dello stesso. Vediamo nel dettaglio come possono essere classificati i benefici e i problemi percepiti dal cliente e da quali variabili dipende il prezzo pagato. I benefici attesi dal cliente in fase di acquisto e successivamente apprezzati in fase d uso possono essere: tangibili/intangibili: ad esempio, essere gestiti da un consulente competente e disponibile oppure essere cliente di una banca dal marchio prestigioso; espliciti/impliciti: la possibilità di fare un numero di operazioni forfettarie a un costo fisso o ricevere un sms per ogni acquisto anomalo per volume di spesa fatto con la carta di credito; core/peripherals: la chiarezza dei costi legati a un deposito a risparmio o tutti i servizi disponibili in un pacchetto legato a un conto corrente. I problemi, invece, possono essere classificati come interni ed esterni: ad esempio, il malfunzionamento del trading on line che non accetta gli ordini di compravendita, oppure, al contrario, la brutta sorpresa di essere rapinati dopo aver ritirato del contante allo sportello bancomat. Il prezzo pagato, infine, dipende da: costi di accesso: ad esempio i costi per l attivazione di un conto in valuta; costi fissi d uso: i canoni per l utilizzo di una carta di credito; costi variabili d uso: ne sono esempio le commissioni pagate per ogni singola operazione di compravendita sui mercati azionari. 63

3 CARTESIO La customer satisfaction nel settore bancario Busacca & Associati, con la collaborazione di Doxa, gestisce l Osservatorio sulla Customer Satisfaction nei servizi. L Osservatorio è basato sulla misurazione di un nuovo indice, l ICSI (Italian Customer Satisfaction Index), costruito facendo riferimento alla metodologia ECSI (European Customer Satisfaction Index), basata sul modello ACSI (American Customer Satisfaction Index). In particolare, l ICSI è una somma pesata delle tre seguenti variabili manifeste, il cui grado di soddisfazione è esplicitamente dichiarato dal cliente: rispondenza alle aspettative, ovvero fino a che punto le aspettative del cliente sono state deluse o completamente rispettate; vicinanza all ideale, ovvero quanto il fornitore del servizio si avvicina al fornitore ideale; soddisfazione overall, ovvero quanto complessivamente il cliente si ritiene soddisfatto del fornitore. I pesi delle tre variabili manifeste per il calcolo dell ICSI sono ricavati dal Modello ACSI Compliant attraverso l applicazione dell algoritmo PLS (Partial Least Square). Nel modello vengono considerate, inoltre, le percezioni sulla qualità del servizio rispetto al prezzo e l effetto della soddisfazione sul comportamento dei clienti (la loyalty) rilevando la propensione al riacquisto di prodotti e servizi. Schema metodologico dell ICSI QUALITA RISPETTO AL PREZZO PROPENSIONE AL RIACQUISTO QUALITA RISPETTO AL PREZZO ICSI LOYALTY RISPONDENZA ALLE ASPETTATIVE Variabili Manifeste Variabili Latenti VICINANZA ALL IDEALE SODDISFAZIONE OVERALL 64

4 La percezione di valore in banca L Osservatorio esamina 12 settori rappresentativi del comparto dei servizi in Italia (grande distribuzione organizzata, industria alberghiera, distribuzione carburanti, assicurazioni, banche, telefonia mobile, telefonia fissa, trasporto ferroviario, trasporto aereo, distribuzione energia elettrica, distribuzione di gas e spedizioni postali) e ha coinvolto individui (per un totale di interviste) 1 rappresentativi della popolazione italiana per area geografica, sesso, età e condizione lavorativa. I risultati del settore bancario non appaiono particolarmente brillanti. I valori assunti dagli indicatori di soddisfazione risultano infatti tutti inferiori a quelli medi rilevati nel comparto dei servizi. L indice ICSI per il settore bancario è pari a 62,7, inferiore alla media del comparto dei servizi (pari a 66,5) e soprattutto ai valori raggiunti dall industria alberghiera (71,6) e dalla grande distribuzione organizzata (71,2). L indice per il settore bancario in Italia risulta inoltre di circa 13 punti inferiore al corrispondente indice ACSI. I valori rilevati di rispondenza alle aspettative, vicinanza all ideale e soddisfazione overall per il settore del credito risultano superiori solo a quelli della telefonia fissa e del trasporto ferroviario; la situazione migliora lievemente considerando la percezione della qualità del servizio rispetto al prezzo e la propensione al riacquisto. Indicatori di soddisfazione e ICSI - settore banche vs comparto servizi - 7,2 6,9 7,0 6,7 6,7 6,7 6,3 6,3 7,4 7,2 66,5 62,7 Rispondenza Soddisfazione aspettative Vicinanza all ideale Qualità / Prezzo Propensione al riacquisto ICSI Banche Servizi ICSI Hotel = 71,6 Benchmarking ACSI Banche= 75 ICSI GDO = 71,2 Fonte: Osservatorio sulla Customer Satisfaction nei servizi 2006, Busacca & Associati Base: Rilevazioni novembre gennaio Le interviste telefoniche sono state condotte tra dicembre 2005 e gennaio

5 CARTESIO L Osservatorio sulla Customer Satisfaction nei servizi ha inoltre dimostrato il legame positivo tra la soddisfazione dei clienti e i risultati aziendali. L ICSI risulta infatti legato al ROE e al rapporto Price/Book Value, ovvero quanto il mercato valuta e riconosce al valore intangibile di un impresa e, di conseguenza, anche all asset rappresentato dal cliente. Soddisfazione e risultati aziendali: quale relazione? In Italia il settore bancario è stato caratterizzato negli ultimi anni da: i buoni risultati economici raggiunti dai vari player; la crisi di fiducia scaturita dai vari crolli finanziari (Cirio, Parmalat, Argentina); l attenzione mediatica, frutto anche degli ultimi scandali finanziari, ai costi dei conti correnti e dei sevizi offerti. Per fare alcuni esempi, nel primo trimestre del 2006 Banca Intesa ha chiuso con un utile netto di 751 milioni di euro, con un incremento del 21,1% rispetto all analogo periodo dell anno precedente. Unicredit ha registrato un utile netto di milioni di euro, pari al 20,3% in più rispetto al periodo di riferimento del Infine, San Paolo IMI ha chiuso con un utile netto di 519 milioni di euro, ovvero con una crescita del 55,9% rispetto al corrispondente trimestre dello scorso anno. I risultati raggiunti dai maggiori gruppi bancari italiani sono, quindi, generalmente positivi e rispecchiano l andamento di tutto il sistema. Superata ormai l era degli scandali finanziari con i tavoli di conciliazione tra banche e investitori, l attenzione dell opinione pubblica è ora centrata sui costi pagati per i servizi legati soprattutto al conto corrente. L inchiesta sulla Banca Popolare Italiana e la gestione Fiorani in riferimento a presunti addebiti di costi immotivati sui conti correnti dei clienti hanno probabilmente alimentato il clima generalmente critico verso il sistema bancario. Comincia anche a muoversi l Antitrust UE e l Authority italiana: La commissaria Nellie Kroes ha indicato nell Italia uno dei cinque Paesi nei quali esistono accordi di monopolio. L Antitrust UE mette sotto accusa le carte di credito e i bancomat. Annunciato l avvio di una procedura. Differenze fino al 650% tra i vari Paesi 1. E 1 Fonte: La Repubblica Economia - 12/04/

6 La percezione di valore in banca ancora: Monito dell Antitrust sui conti correnti. L Authority chiede nuove norme sulle modifiche unilaterali dei conti correnti e facilitazioni per chi vuole cambiare istituto 2. In quest ultimo caso si parla dello strumento ius variandi. Sancito dall articolo 118 del Testo Unico Bancario, esso dà diritto alle banche di modificare i tassi, aggiungere o cancellare costi e voci di spesa senza una comunicazione personale, ma con un semplice annuncio sulla Gazzetta Ufficiale. Il cliente è libero di andarsene, ma solo entro quindici giorni dalla pubblicazione; successivamente è costretto ad affrontare le spese di chiusura del conto, anche queste ultime oggetto di particolare interesse dell Antitrust. Lo ius variandi appare ormai anacronistico e viene percepito dal cliente come un asimmetria contrattuale a vantaggio delle banche. Il cliente ha acquisito, dunque, maggiore consapevolezza; inoltre, ha la possibilità di confrontare il servizio offerto dagli istituti di credito con quelli offerti negli altri comparti, accrescendo in questo modo la propria attenzione verso il valore offerto da chi gestisce i risparmi e soddisfa i bisogni di incassi e pagamenti. In sintesi: 1. La soddisfazione è correlata positivamente con i risultati aziendali e le performance di borsa 2. La soddisfazione del cliente è mediamente più bassa rispetto agli altri settori del comparto dei servizi 3. Le banche mostrano buoni risultati in termini di redditività Sembrerebbe esserci un incompatibilità tra le prime due affermazioni e la successiva. In realtà, a un analisi approfondita, non esiste reale contraddizione tra le tre affermazioni, che permettono al contrario di evidenziare la presenza di margini di miglioramento per incrementare la soddisfazione dei clienti e, di conseguenza, per migliorare i risultati aziendali. Negli ultimi anni, infatti, gli istituti di credito hanno lavorato per il contenimento e controllo dei costi con l obiettivo di ridurre il rapporto Cost/Income. Si è lavorato sia sul fronte della razionalizzazione dei processi, sia sul fronte delle acquisizioni e fusioni, con le conseguenti economie di scala e di scopo. Inoltre, gli ultimi 10 anni sono stati caratterizzati dagli investimenti per lo sviluppo di un modo nuovo di rapportarsi con la clientela e vendere i servizi finanziari. In banca oggi si parla di segmentazione, CRM, potenziale commerciale, indici di propen- 2 Fonte: Il Sole 24 Ore - 27/05/

7 CARTESIO sione all acquisto e all abbandono, ovvero di tutti quei modelli, metodi e strumenti per l individuazione e il lancio di azioni commerciali efficaci ed efficienti. In un settore sostanzialmente passivo nei confronti del cliente, è dunque arrivata la proattività e la spinta allo sviluppo commerciale. Questa rinnovata attenzione alla redditività ha naturalmente portato a incrementare i margini e a migliorare i risultati aziendali, inasprendo, tra l altro, la tensione competitiva all interno del settore. L attenzione allo sviluppo commerciale della rete non basta però a mantenere elevati livelli di redditività nel tempo; incrementa, di contro, il livello di competizione e rende il cliente più consapevole e attento ai servizi offerti. La percezione di valore e il prezzo Il World Retail Banking Report 2006 di Capgemini, ING e European Financial Management and Marketing (EFMA) evidenzia un calo dei costi dei servizi bancari dell 1,5% su scala mondiale, con un prezzo medio al pubblico pari a 76 euro, rispetto ai 78 euro dell anno passato. A livello mondiale vi è stata una generale riduzione dei prezzi relativi ai diversi mezzi di pagamento quali gli addebiti diretti (-12%), i call center (-20%) e i servizi bancari on line (-23%). Gli incrementi di prezzo si sono registrati principalmente in alcuni servizi quali gli assegni (+22%) e le carte di debito (+16%). Il report evidenzia, inoltre, il divario percentuale sui costi relativi al conto corrente tra le diverse banche per ogni paese, considerando le variazioni dei prezzi tra 2005 e La Cina, caratterizzata dalla forte crescita dell economia degli ultimi anni, mostra il più alto livello di competizione sui prezzi, con un costo medio di tenuta del conto corrente pari a 29 euro l anno. Anche gli Stati Uniti mostrano un alto livello di competizione sui prezzi, dovuto alla frammentazione del mercato (negli Stati Uniti le principali banche detengono il 10% delle quote di mercato, mentre in Europa ne detengono il 26%). In Italia, la differenziazione dei prezzi tra i competitor è al di sotto della media, poichè la competizione su questo fronte è limitata. Il costo medio di tenuta del conto corrente è pari a 113 euro, più elevato rispetto ai 76 euro della media mondiale. 68

8 La percezione di valore in banca Differenziazione percentuale sul livello dei prezzi dei c/c tra gli attori del settore bancario Australia Austria Belgio Canada Cina Francia Germania Italia Norvegia Olanda Portogallo Rep.Ceca Slovacchia Spagna Svezia Svizzera UK USA Media 17 % Fonte: Elaborazioni Busacca & Associati su dati Il Sole 24 Ore, CG Base: Dati calcolati sulle variazioni di prezzi Tuttavia, il fattore prezzo sembra influenzare soprattutto la propensione al riacquisto nel breve periodo, ma è solo uno degli innumerevoli fattori che concorrono alla soddisfazione, alla percezione di valore e, quindi, alla fedeltà del cliente nel tempo. Dall analisi dei dati dell Osservatorio sulla Customer Satisfaction è stato possibile individuare, infatti, la correlazione tra la soddisfazione overall dichiarata dal cliente e le altre variabili che concorrono alla definizione dell ICSI: il prezzo appare il fattore meno rilevante. 69

9 CARTESIO Correlazione tra soddisfazione overall e componenti dell ICSI 0,9 0,8 0,7 0,6 Banche Assicurazioni Telecomunicazioni Mobili GDO 0,5 Rispondenza alle aspettative Vicinanza all'ideale Rapporto qualità/prezzo Fonte: Elaborazioni Busacca & Associati su dati Doxa Base: Rilevazioni novembre gennaio 2006 La correlazione tra la propensione al riacquisto nel breve periodo (entro i sei mesi successivi all indagine) dichiarata dal cliente e le altre variabili che concorrono alla definizione dell ICSI mostra invece come il prezzo appaia il fattore che mostra l indice di correlazione più elevato. Il Sistema di Ascolto Il settore bancario appare quindi nel complesso caratterizzato da una bassa competizione sul prezzo dei servizi, in un clima di generale sfiducia a livello di sistema e in un momento in cui si stanno capitalizzando gli investimenti effettuati sui costi e sugli strumenti di sviluppo commerciale. Naturalmente il mercato si evolve e, se le banche non innovano, presto i risultati economici peggioreranno: la minor percezione di valore dei servizi bancari rispetto agli altri settori sta portando, infatti, a una razionalizzazione dei conti correnti e a una crescente attenzione ai costi. L Associazione Bancaria Italiana cerca di dare una risposta ai bisogni di chiarezza e trasparenza della clientela attraverso il progetto PattiChiari. Queste iniziative, però, non hanno dato a oggi i risultati sperati: non vengono percepite adeguatamente dalla maggior parte dei clienti, che li vede come indicazioni per gli addetti ai lavori. ABI, in collaborazione con Eurisko, conduce, inoltre, la ricerca ABI Customer Satisfaction: si tratta di un analisi del posizionamento 70

10 La percezione di valore in banca competitivo e di benchmarking che rende periodicamente disponibili al mondo bancario informazioni dettagliate sui comportamenti, gli atteggiamenti, le attese e la soddisfazione della clientela nei confronti dei servizi bancari in generale o di una singola banca in particolare. Unicredit, Banca Intesa e numerosi altri istituti di credito si stanno dotando di una struttura organizzativa dedicata al monitoraggio della soddisfazione della clientela. L obiettivo è quello di individuare le aree di miglioramento e di utilizzare l indice di soddisfazione nel sistema incentivante, in modo da sensibilizzare la rete sulle tematiche relative alla relazione con il cliente. Il corretto approccio allo sviluppo della relazione con il cliente, che tenga conto dei legami tra soddisfazione e risultati aziendali, dovrebbe: individuare i fattori che impattano maggiormente sulla soddisfazione e le aree di miglioramento; identificare i legami tra la soddisfazione e la loyalty, ovvero la redditività attesa da una variazione di percezione per singolo fattore; definire un piano di azioni che, agendo sulle aree di miglioramento, incrementi la fedeltà dei clienti e quindi ne sviluppi il valore. Il Sistema di Ascolto di Busacca & Associati risponde alle tre esigenze sopra espresse. Basato sulla metodologia ACSI compliant, il modello: 1. individua i fattori di soddisfazione attraverso l analisi del ciclo di vita della relazione cliente-banca 2. identifica l indice di soddisfazione e i fattori critici (a più alta importanza e a minor soddisfazione rilevata) attraverso l indagine quantitativa (condotta attraverso interviste telefoniche) e l analisi dei risultati 3. individua il legame tra soddisfazione e loyalty incrociando i dati delle interviste con i dati comportamentali registrati sui sistemi della banca 4. definisce un piano di azioni per l incremento della loyalty quantificandone i benefici attesi Inoltre, l indice calcolato, grazie all utilizzo di una metodologia riconosciuta e consolidata può essere confrontato con l indice calcolato sui competitor, anche di altri settori; può essere utilizzato per valutare la relazione con il cliente (IAS 38, Bilancio Etico); infine, trova impiego nel sistema incentivante. Panta Rei (Tutto Scorre). Nel libero mercato nulla è fermo, i bisogni dei clienti evolvono in continuazione. L azienda che meglio ascolta e si adatta alle esigenze della clientela, facendo percepire il valore dei servizi offerti, crea il vantaggio necessario a vincere la sfida competitiva e a eccellere nei risultati. 71

Customer satisfaction nei servizi, maggiore dove c è concorrenza

Customer satisfaction nei servizi, maggiore dove c è concorrenza Customer satisfaction nei servizi, maggiore dove c è concorrenza La terza edizione dell Osservatorio sulla customer satisfaction nei servizi conferma che il livello di soddisfazione dei clienti risulta

Dettagli

Scoprire le azioni fidelizzanti in banca

Scoprire le azioni fidelizzanti in banca Scoprire le azioni fidelizzanti in banca Il Modello di Soddisfazione-Loyalty consente alla banca di scoprire quali azioni mettere in campo per rendere concretamente più fedeli i clienti, incrementandone

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione speciale dei prezzi

SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione speciale dei prezzi SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione speciale dei prezzi Indagine conoscitiva sulle determinanti della dinamica del sistema dei prezzi e delle tariffe, sull'attività dei pubblici poteri e sulle ricadute

Dettagli

Customer Focus Program

Customer Focus Program Sviluppare la soddisfazione del cliente, migliorarne la redditività C lienti stabilmente soddisfatti danno luogo a risultati di bilancio e quotazioni di borsa continuativamente e sensibilmente migliori.

Dettagli

"OSSERVATORIO SUL COMPORTAMENTO DEI CONSUMATORI TUTELATI NEL SETTORE ELETTRICO E DEL GAS"

OSSERVATORIO SUL COMPORTAMENTO DEI CONSUMATORI TUTELATI NEL SETTORE ELETTRICO E DEL GAS "OSSERVATORIO SUL COMPORTAMENTO DEI CONSUMATORI TUTELATI NEL SETTORE ELETTRICO E DEL GAS" 4 a Indagine: il mercato domestico APPROFONDIMENTI SUGLI ESITI DELLA RICERCA Daniela Vazio (RIE) Gian Paolo Repetto

Dettagli

È dimostrato, soddisfare i clienti conviene

È dimostrato, soddisfare i clienti conviene È dimostrato, soddisfare i clienti conviene Le aziende con clienti soddisfatti migliorano costantemente i risultati di bilancio e le quotazioni di borsa: una ricerca italiana lo dimostra per la prima volta

Dettagli

I Monitoraggi dell ABI a supporto delle strategie di fidelizzazione delle banche

I Monitoraggi dell ABI a supporto delle strategie di fidelizzazione delle banche I Monitoraggi dell ABI a supporto delle strategie di fidelizzazione delle banche DANIELA VITOLO d.vitolo@abi.it - CENTRO STUDI E RICERCHE - ABI CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 1 GLI

Dettagli

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi 1 2 3 Definizione di marketing: il marketing è l arte e la scienza di conquistare, fidelizzare e far crescere clienti che diano profitto. Il processo di marketing può essere sintetizzato in cinque fasi:

Dettagli

L ATTENZIONE AL CLIENTE LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE CHI E IL CLIENTE? 07/10/2013

L ATTENZIONE AL CLIENTE LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE CHI E IL CLIENTE? 07/10/2013 L ATTENZIONE AL CLIENTE L approccio teorico. Gli strumenti di ascolto del cliente. I metodi di misurazione della customer satisfaction. 1 LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE Lo stato in cui i bisogni, i desideri,

Dettagli

Responsabilità sociale d impresa e performance aziendale. Dicembre 2013

Responsabilità sociale d impresa e performance aziendale. Dicembre 2013 Responsabilità sociale d impresa e performance aziendale Dicembre 2013 Sommario Premessa e sintesi dei risultati Il lavoro svolto Risultati aziende italiane Risultati aziende europee 2 Premessa L obiettivo

Dettagli

I fattori di successo nell industria dei fondi

I fattori di successo nell industria dei fondi Financial Services Banking I fattori di successo nell industria dei fondi Un marketing ed una commercializzazione strategici sono la chiave per l acquisizione ed il mantenimento dei clienti Jens Baumgarten,

Dettagli

LA DIMENSIONE TECNOLOGICA DELLA RELAZIONE BANCA CLIENTE. Dott. Paolo Mangione DIREZIONE COMMERCIAL BANKING

LA DIMENSIONE TECNOLOGICA DELLA RELAZIONE BANCA CLIENTE. Dott. Paolo Mangione DIREZIONE COMMERCIAL BANKING 1 LA DIMENSIONE TECNOLOICA DELLA RELAZIONE BANCA CLIENTE Dott. Paolo Mangione DIREZIONE COMMERCIAL BANKIN 2 Numero di Banche (sedi legali) in Italia 1998-2009 3 Numero di sportelli in Italia 1998-2009

Dettagli

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 VALORI % Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 Abbiamo alle spalle ancora un anno difficile per le famiglie La propensione al risparmio delle famiglie italiane ha evidenziato un ulteriore

Dettagli

Retail banking: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici. Sezione 4.2

Retail banking: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici. Sezione 4.2 Retail banking: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici Sezione 4.2 Profilo di CheBanca! Dati di sintesi Efficace collettore di provvista: 13,3mld di depositi diretti ed 1mld di indiretti Miglior

Dettagli

Capitolo 2 Comprendere le relazioni. UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media

Capitolo 2 Comprendere le relazioni. UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media Capitolo 2 Comprendere le relazioni UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media IL CONCETTO DI RELAZIONE Le implementazioni di CRM sono concepite nell ottica

Dettagli

il consorzio siamo noi.

il consorzio siamo noi. il consorzio siamo noi. Scelte consapevoli, vantaggi economici, etica del risparmio. Perchè il Consorzio Nel 2008 prendeva il via il progetto Rileggi la tua bolletta un gruppo d acquisto che veniva costituito

Dettagli

Il ruolo di Internet e delle Agenzie nella nuova generazione dei conti correnti

Il ruolo di Internet e delle Agenzie nella nuova generazione dei conti correnti Il ruolo di Internet e delle Agenzie nella nuova generazione dei conti correnti Convegno ABI Internet e la Banca Roma, 5 Luglio 2005 Francesco Signoretti Direzione Marketing Clienti Famiglie e Privati

Dettagli

IL SISTEMA BANCARIO ITALIANO. Gli effetti di una profonda trasformazione

IL SISTEMA BANCARIO ITALIANO. Gli effetti di una profonda trasformazione IL SISTEMA BANCARIO ITALIANO Gli effetti di una profonda trasformazione 1 LA TRASFORMAZIONE DEL SISTEMA BANCARIO TENDENZE DI FONDO DELLO SCENARIO MACROECONOMICO LA RISPOSTA DELLE BANCHE Progresso tecnologico

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza Report trimestrale sull andamento dell economia Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre SEI provvederà a mettere a disposizione delle imprese, con cadenza trimestrale, un report finalizzato

Dettagli

European Payment Index 2011. In Europa la perdita su crediti ha raggiunto 312 miliardi di Euro

European Payment Index 2011. In Europa la perdita su crediti ha raggiunto 312 miliardi di Euro European Payment Index 2011 In Europa la perdita su crediti ha raggiunto 312 miliardi di Euro Intrum Justitia Unica multinazionale quotata in borsa leader nel settore dei servizi di Credit Management GRUPPO

Dettagli

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO OTTOBRE 2010 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi e dell Ufficio Lavori all Estero e Relazioni Internazionali

Dettagli

ROAD SHOW 2008 Company Results

ROAD SHOW 2008 Company Results ROAD SHOW 2008 Company Results Milano, 24 marzo 2009 1 Relatori Luca Bronchi Direttore Generale Ugo Borgheresi Investor Relator 2 Agenda Company Highlights 31 Dicembre 2008 Linee Guida Piano Industriale

Dettagli

Una nuova asset class per investitori qualificati. Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori

Una nuova asset class per investitori qualificati. Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori Mercato delle fonti energetiche rinnovabili INVESTIMENTI CAPITALE / CREDITO? INVESTITORI QUALIFICATI PLAYER INDUSTRIALI CARATTERIZZATI

Dettagli

Merchant Banking NSW. 26 Giugno 2014. Strettamente riservato e confidenziale

Merchant Banking NSW. 26 Giugno 2014. Strettamente riservato e confidenziale Merchant Banking NSW Strettamente riservato e confidenziale 26 Giugno 2014 Tab 1 - Il mercato del capitale di rischio Elevata liquidità disponibile a livello globale e continua ricerca di alternative investment

Dettagli

SINGLE EUROPEAN PAYMENT AREA GLI IMPATTI DI NATURA COMMERCIALE SULLE BANCHE

SINGLE EUROPEAN PAYMENT AREA GLI IMPATTI DI NATURA COMMERCIALE SULLE BANCHE SINGLE EUROPEAN PAYMENT AREA GLI IMPATTI DI NATURA COMMERCIALE SULLE BANCHE Luca Vanini UniCredit Banca d Impresa Direzione Estero Commerciale SPIN 2005 EuroMed Banking Conference L impatto di SEPA e dell

Dettagli

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business I risultati della survey Workshop Milano,12 giugno 2012 Il campione 30 SGR aderenti, rappresentative di circa il 75% del patrimonio

Dettagli

Miglioramento della Redditività Strategie per la Creazione di Valore. Jorge Gaete, Vice President Bruce C. Davis, Executive Vice President

Miglioramento della Redditività Strategie per la Creazione di Valore. Jorge Gaete, Vice President Bruce C. Davis, Executive Vice President Miglioramento della Redditività Strategie per la Creazione di Valore Jorge Gaete, Vice President Bruce C. Davis, Executive Vice President Convegno ABI COSTI & BUSINESS - Roma, 4 novembre 2002 Sommario

Dettagli

Italia: opinioni sulle commissioni interbancarie

Italia: opinioni sulle commissioni interbancarie Giugno 2014 Italia: opinioni sulle commissioni interbancarie Per i commercianti italiani American Express e Diners Club dovrebbero essere equiparate a Visa, MasterCard e circuiti nazionali nella proposta

Dettagli

Coinvolgere, valorizzare ed emozionare il cliente nei nuovi modelli di servizio

Coinvolgere, valorizzare ed emozionare il cliente nei nuovi modelli di servizio Coinvolgere, valorizzare ed emozionare il cliente nei nuovi modelli di servizio DIMENSIONE CLIENTE 2012 Roma, 11 aprile 2013 Daniela Vitolo ABI Ufficio Analisi Gestionali - Direzione Strategie e Mercati

Dettagli

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Agosto 2012 Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Aumentano le imprese con Ebitda insufficiente per sostenere oneri e debiti finanziari Alla ricerca della marginalità perduta Sintesi dei risultati

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza l andamento dell economia reale e della finanza PL e Credito Bancario Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre 2014 SE Consulting ha avviato un analisi che mette a disposizione delle

Dettagli

European Payment Index 2013. Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future

European Payment Index 2013. Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future European Payment Index 2013 Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future Intrum Justitia è il gruppo leader in Europa nei servizi di Credit Management Unica

Dettagli

Pagamenti virtuosi (non solo virtuali) SPIN 2014

Pagamenti virtuosi (non solo virtuali) SPIN 2014 Pagamenti virtuosi (non solo virtuali) SPIN 2014 Genova, 24 giugno 2014 CANALI DISTRIBUTIVI E DI PAGAMENTO FLAVIO LANZARINI Pagina 2 Dati a giugno 2014 Il contante e gli strumenti elettronici di pagamento

Dettagli

La gestione finanziaria delle Pmi: criticità e possibili soluzioni

La gestione finanziaria delle Pmi: criticità e possibili soluzioni La gestione finanziaria delle Pmi: criticità e possibili soluzioni di Antonio Ricciardi (*) Nell attuale scenario competitivo, caratterizzato da una profonda crisi strutturale, dalla globalizzazione dei

Dettagli

CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO

CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO Settembre 2003 INDICE PRESENTAZIONE DELL'OSSERVATORIO...pag. 1 EXECUTIVE SUMMARY... 3 Capitolo 1 STATO ED EVOLUZIONE DEL MERCATO...7

Dettagli

CRM Downsizing Program

CRM Downsizing Program Azzerare i costi inutili del CRM e massimizzare il valore di quanto già realizzato S empre, e in special modo durante periodi di crisi, risulta vitale in azienda individuare tutte le potenziali fonti di

Dettagli

Teleperformance Italia

Teleperformance Italia Teleperformance Italia Customer acquisition e gestione della relazione con il Cliente Gabriele Albani 0 Roma, 13 febbraio 2007 1978-2006 Teleperformance All rights reserved Indice Il Gruppo Teleperformance

Dettagli

Marketing relazionale. Eleonora Ploncher 27 febbraio 2006

Marketing relazionale. Eleonora Ploncher 27 febbraio 2006 Marketing relazionale Eleonora Ploncher 27 febbraio 2006 1. Gli obiettivi Gli obiettivi della presentazione sono volti a definire: 1. I presupposti del marketing relazionale 2. Le caratteristiche principali

Dettagli

I driver della loyalty nelle tlc e nei media Carlo Stefanini Busacca & Associati Loyalty Forum 2001 Milano, 06/11/01

I driver della loyalty nelle tlc e nei media Carlo Stefanini Busacca & Associati Loyalty Forum 2001 Milano, 06/11/01 I driver della loyalty nelle tlc e nei media Carlo Stefanini Loyalty Forum 2001 Milano, 06/11/01 SUMMARY Il modello di business vede un integrazione sempre più stretta fra tlc e media Fedeltà al brand

Dettagli

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia Paolo Sestito Servizio struttura Economica, Banca d Italia Modena, 4 giugno 215 Il contesto internazionale e l area dell euro 2 Nei paesi emergenti,

Dettagli

La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience. ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014

La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience. ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014 La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014 Agenda Il contesto di mercato La centralità del Pricing Come sfruttare le potenzialità

Dettagli

LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE A PARTIRE DALLA GESTIONE DINAMICA DEL SUO CICLO DI VITA. LA CUSTOMER RETENTION E IL PROGETTO VALORE CLIENTE DELLA

LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE A PARTIRE DALLA GESTIONE DINAMICA DEL SUO CICLO DI VITA. LA CUSTOMER RETENTION E IL PROGETTO VALORE CLIENTE DELLA LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE A PARTIRE DALLA GESTIONE DINAMICA DEL SUO CICLO DI VITA. LA CUSTOMER RETENTION E IL PROGETTO VALORE CLIENTE DELLA Piergiorgio Qualizza Servizio Commerciale Milano, 9 febbraio

Dettagli

CONTI CORRENTI A CONSUMATORI INDICATORE SINTETICO DI COSTO (ISC) E PROFILI DI OPERATIVITA

CONTI CORRENTI A CONSUMATORI INDICATORE SINTETICO DI COSTO (ISC) E PROFILI DI OPERATIVITA individuati CONTI CORRENTI A CONSUMATORI INDICATORE SINTETICO DI COSTO (ISC) E PROFILI DI OPERATIVITA Che cos è l ISC L INDICATORE SINTETICO DI COSTO (ISC) è un indice definito da Banca d Italia per quantificare,

Dettagli

Percezioni del cliente in merito al servizio

Percezioni del cliente in merito al servizio Corso di Marketing Strategico Percezioni del cliente in merito al servizio Angelo Riviezzo angelo.riviezzo@unisannio.it Le percezioni del cliente in merito al servizio Marketing dei servizi Le percezioni

Dettagli

Approvati risultati al 30 settembre 2015

Approvati risultati al 30 settembre 2015 COMUNICATO STAMPA Approvati risultati al 30 settembre 2015 Risultati record nei primi nove mesi, con il miglior trimestre di sempre Utile netto: 148,8 milioni ( 109,3 milioni al 30 settembre 2014, +36,2%)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I DATI PRELIMINARI AL 31 DICEMBRE 2008

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I DATI PRELIMINARI AL 31 DICEMBRE 2008 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I DATI PRELIMINARI AL 31 DICEMBRE 2008 Parmalat consegue un EBITDA di 330,5 milioni di euro al lordo delle differenze cambio e 316,3 milioni di

Dettagli

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC INCONTRO 31 GENNAIO 2012 TRA ASSTEL E SLC-CGIL, FISTEL-CISL E UILCOM-UIL SUL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO Sviluppo e

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

Università di Macerata. L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive

Università di Macerata. L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive Università di Macerata Facoltà di Giurisprudenza Dipartimento di Studi Giuridici ed Economici L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive Francesca Spigarelli spigarelli@unimc.it Tecnologia,

Dettagli

La gestione del cliente in un ottica di marketing

La gestione del cliente in un ottica di marketing La gestione del cliente in un ottica di marketing La soddisfazione del cliente Intuitivamente semplice, ma implica un esatta definizione dei parametri misurabili, in base ai quali un cliente si può definire

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

Indice di Benessere Finanziario ING Bank: prosegue il trend positivo che dai 42,2 punti dello scorso autunno sale ai 42,5 di questa primavera

Indice di Benessere Finanziario ING Bank: prosegue il trend positivo che dai 42,2 punti dello scorso autunno sale ai 42,5 di questa primavera COMUNICATO STAMPA Indice di Benessere Finanziario ING Bank: prosegue il trend positivo che dai 42,2 punti dello scorso autunno sale ai 42,5 di questa primavera Milano, 06 luglio 2015 - Secondo l ultima

Dettagli

Dalle Relazioni, il Valore

Dalle Relazioni, il Valore Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto 80 Schemi e prospetti 82 Le strategie e il Valore 86 Il Valore delle relazioni 88 Indici di Sostenibilità 89 78 79 Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

La ricchezza Private in Italia

La ricchezza Private in Italia La ricchezza Private in Italia Il contesto attuale, lo scenario futuro, le prossime sfide: una leva per la sostenibilità del sistema e la solidità del paese 14 giugno 2011 Indice 1. La ricchezza Private

Dettagli

Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web

Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web Gennaio 2005 Indice Introduzione Obiettivo e metodologia dell indagine Composizione e rappresentatività

Dettagli

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI In un contesto ancora debole, il esprime una redditività in crescita continuando

Dettagli

La notizia presentata come sintesi dello studio è stata che gli italiani risparmiano di

La notizia presentata come sintesi dello studio è stata che gli italiani risparmiano di 1 di 5 11/09/2011 14:52 LA RICCHEZZA DELLE FAMIGLIE ITALIANE A cura di Roberto Praderi. Come nelle elaborazioni precedenti ci siamo basati su documenti ufficiali, in questa facciamo riferimento allo 2

Dettagli

Edizione autunnale dell Osservatorio ANIMA - GfK sul risparmio delle famiglie italiane

Edizione autunnale dell Osservatorio ANIMA - GfK sul risparmio delle famiglie italiane COMUNICATO STAMPA Edizione autunnale dell Osservatorio ANIMA - GfK sul risparmio delle famiglie italiane Aumentano gli ottimisti sulle prospettive dell Italia e calano i pessimisti In attesa che la ripresa

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale Presentazione aziendale Indice Attività e Posizionamento Competitivo Prodotti e Mercati Dati Economico-Finanziari Consolidati Obiettivi e Strategie 2 Attività e Posizionamento Competitivo 3 Cembre Cembre

Dettagli

Roma, 22 Novembre 2011

Roma, 22 Novembre 2011 Roma, 22 Novembre 2011 1) L evoluzione: a) Della redditività banca b) Della crisi economica c) del Cliente d) del canale retail della Banca 2) Mercato 3) Soddisfare il Cliente 4) Le riforme 5) I modelli

Dettagli

BANCOMATLab Osservatori 2012

BANCOMATLab Osservatori 2012 BANCOMATLab Osservatori 2012 Antonio Sarnelli BANCOMATLab Consorzio BANCOMAT Roma, Palazzo dei Congressi 15 novembre 2012 0 Agenda BANCOMATLab La Multicanalità delle banche Osservatorio Carte 1 Agenda

Dettagli

Quale opportunità e vantaggi offre l affiliazione ad un Brand

Quale opportunità e vantaggi offre l affiliazione ad un Brand Quale opportunità e vantaggi offre l affiliazione ad un Brand MAURO SANTINATO Presidente Teamwork Sviluppo del prodotto hotel Analisi di mercato Studi di fattibilità Studio dei trends Ricerche sul territorio

Dettagli

LUISA BAJETTA Associazione Bancaria Italiana Settore Ricerche e Analisi l.bajetta@abi.it CRM, CALL CENTER E NUOVI CANALI

LUISA BAJETTA Associazione Bancaria Italiana Settore Ricerche e Analisi l.bajetta@abi.it CRM, CALL CENTER E NUOVI CANALI LUISA BAJETTA Associazione Bancaria Italiana Settore Ricerche e Analisi l.bajetta@abi.it 1 OBIETTIVO Ottimizzare il rapporto fra cliente e banca Massimizzare la soddisfazione e Massimizzare la redditività

Dettagli

Foglio Informativo C/C TRADING ONLINE

Foglio Informativo C/C TRADING ONLINE Foglio Informativo Conto corrente per consumatori (Conto a pacchetto) Profili: Famiglie con operatività bassa - Famiglie con operatività media - Famiglie con operatività elevata - Pensionati con operatività

Dettagli

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 Secondo i dati forniti dall Eurostat, il valore della produzione dell industria agricola nell Unione Europea a 27 Stati Membri nel 2008 ammontava a circa 377 miliardi

Dettagli

I Giovani: un target da conoscere e coltivare per BCC

I Giovani: un target da conoscere e coltivare per BCC I Giovani: un target da conoscere e coltivare per BCC Stefania Conti - GfK Eurisko Roma, 2 Dicembre 2014 Agenda La ricerca: obiettivi e caratteristiche La relazione dei Giovani con BCC e le banche I canali

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale Presentazione aziendale Indice Attività e Posizionamento Competitivo Prodotti e Mercati Dati Economico-Finanziari Consolidati Obiettivi e Strategie 2 Attività e Posizionamento Competitivo 3 Cembre Cembre

Dettagli

IL PATRIMONIO INTANGIBILE. Idee e metodologie per la direzione d impresa. Marzo 2004

IL PATRIMONIO INTANGIBILE. Idee e metodologie per la direzione d impresa. Marzo 2004 Marzo Inserto di Missione Impresa dedicato allo sviluppo pratico di progetti finalizzati ad aumentare la competitività delle imprese. IL PATRIMONIO INTANGIBILE COSA SI INTENDE PER PATRIMONIO INTANGIBILE?

Dettagli

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE Non c è mai una seconda occasione per dare una prima impressione 1. Lo scenario Oggi mantenere le proprie posizioni o aumentare le quote di mercato

Dettagli

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche EUROPA Il mercato delle autovetture Aprile 2012 Nell Europa27+EFTA 1 sono state registrate complessivamente 1,06 milioni di vetture nel mese di aprile 2012, con una flessione del 6,5 % rispetto allo stesso

Dettagli

Investire in una maggiore conoscenza tra banche e clienti: strumenti e risultati

Investire in una maggiore conoscenza tra banche e clienti: strumenti e risultati Investire in una maggiore conoscenza tra banche e clienti: strumenti e risultati Massimo Roccia Direttore Centrale ABI Segretario Consorzio PattiChiari Roma, 12 febbraio 2007 2 Il Consorzio PattiChiari

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

Indagine 2011 Customer Satisfaction. Marzo 2011

Indagine 2011 Customer Satisfaction. Marzo 2011 Indagine 2011 Customer Satisfaction Marzo 2011 Obiettivi Per il terzo anno consecutivo, l UFFICIO MARKETING DI FIRE ha SVOLTO un indagine sul grado di soddisfazione dei propri CLIENTI, in base a un sistema

Dettagli

GP Benchmark GP Quantitative

GP Benchmark GP Quantitative Servizio d'investimento commercializzato da: GP Benchmark GP Quantitative Sede legale e direzione generale 38122 Trento - Via Segantini, 5 +39.0461.313111 www.cassacentrale.it Messaggio pubblicitario.

Dettagli

Sviluppare il cliente retail attraverso il CRM

Sviluppare il cliente retail attraverso il CRM Sviluppare il cliente retail attraverso il CRM Differenziarsi attraverso un efficace gestione della relazione appare per le banche piccole e medie la risposta strategica all inasprimento della competitività

Dettagli

IL PIANO STRATEGICO DELLA BANCA

IL PIANO STRATEGICO DELLA BANCA IL PIANO STRATEGICO DELLA BANCA 1 IL PIANO INDUSTRIALE STRUMENTO DI GOVERNO DELLA STRATEGIA AZIENDALE ORIZZONTE PLURIENNALE OBIETTIVI STRUTTURA E CONTENUTI MODALITA DI COSTRUZIONE E DI LETTURA 2 1 PIANO

Dettagli

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa PROSPETTIVE FUTURE I temi di approfondimento I consumi

Dettagli

Come massimizzare il rapporto con il cliente esistente attraverso il Call Center

Come massimizzare il rapporto con il cliente esistente attraverso il Call Center Come massimizzare il rapporto con il cliente esistente attraverso il Call Center Marco Vecchiotti, Account Management Director - Experian Crm Luciano Bruccola, Manager - Experian Scorex ABI, Roma, 14 dicembre

Dettagli

L Assicurazione italiana in cifre

L Assicurazione italiana in cifre L Assicurazione italiana in cifre Luglio 2010 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli

IFTS Settore Servizi Assicurativi e Finanziari

IFTS Settore Servizi Assicurativi e Finanziari Allegato al documento tecnico IFTS Settore Servizi Assicurativi e Finanziari ELENCO delle FIGURE PROFESSIONALI di RIFERIMENTO N 1 - Tecnico superiore per le operazioni di sportello nel settore dei servizi

Dettagli

Le Reti di Imprese Aggregarsi per competere

Le Reti di Imprese Aggregarsi per competere Le Reti di Imprese Aggregarsi per competere Lo sviluppo delle reti d'impresa nel settore turistico Gualtiero Milana Region Centro EVOLUZIONE DEI MERCATI La crisi dalla quale stiamo faticosamente uscendo

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

Schemi per micro-pagamenti: soddisfazione di un reale bisogno o soluzione a un non-problema?

Schemi per micro-pagamenti: soddisfazione di un reale bisogno o soluzione a un non-problema? Carte 2003 Schemi per micro-pagamenti: soddisfazione di un reale bisogno o soluzione a un non-problema? Pierfrancesco Gaggi Roma, 7 novembre 2003 La logica di offerta del circuito domestico: la segmentazione

Dettagli

Area Marketing. Approfondimento

Area Marketing. Approfondimento Area Marketing Approfondimento CUSTOMER SATISFACTION COME RILEVARE IL LIVELLO DI SODDISFAZIONE DEI CLIENTI (CUSTOMER SATISFACTION) Rilevare la soddisfazione dei clienti non è difficile se si dispone di

Dettagli

La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa

La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa Intervista alla dottoressa Barbara Lunghi, responsabile Mercato Expandi di Borsa Italiana Il percorso di quotazione in borsa consente oggi, anche alle

Dettagli

La carta bancomat a misura di cliente Laura Torre Responsabile Ufficio Sistemi di Pagamento

La carta bancomat a misura di cliente Laura Torre Responsabile Ufficio Sistemi di Pagamento La carta bancomat a misura di cliente Laura Torre Responsabile Ufficio Sistemi di Pagamento ABI Convegno Carte 2007 Martedì, 27 novembre 2007 Il Gruppo Carige oggi Fondazione CR Genova e Imperia CNCE Assicurazioni

Dettagli

Buongiorno Vitaminic S.p.A.

Buongiorno Vitaminic S.p.A. Buongiorno Vitaminic è una società operativa dal 16 luglio del 2003, nata dall integrazione tra le attività di Buongiorno (società operante nell ambito dei servizi alle imprese via mail e telefono) e Vitaminic

Dettagli

GENERALITÀ SULLA CUSTOMER SATISFACTION

GENERALITÀ SULLA CUSTOMER SATISFACTION GENERALITÀ SULLA CUSTOMER SATISFACTION Giuseppe Cicconi IL MODELLO DI GENERAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION Caratteristica dell'offerta Funzionalita' "Immagine - esperienze passate con l azienda Valore

Dettagli

Private Banking e Fondi Immobiliari

Private Banking e Fondi Immobiliari 0 Private Banking e Fondi Immobiliari Il mercato dei fondi immobiliari Il mercato dei fondi immobiliari nel mondo e in Europa Nel 2005 il portafoglio dei gestori professionali ha superato gli 800 mld di

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Novembre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Verona NetConsulting 2012 1

Dettagli

Le famiglie e il risparmio gestito

Le famiglie e il risparmio gestito V 1 La ricchezza delle famiglie nei principali paesi avanzati Alla fine del 211 la ricchezza netta delle famiglie, ossia la somma delle attività reali e finanziarie al netto delle passività finanziarie,

Dettagli

"OSSERVATORIO SUL COMPORTAMENTO DEI CONSUMATORI TUTELATI NEL SETTORE ELETTRICO E DEL GAS"

OSSERVATORIO SUL COMPORTAMENTO DEI CONSUMATORI TUTELATI NEL SETTORE ELETTRICO E DEL GAS "OSSERVATORIO SUL COMPORTAMENTO DEI CONSUMATORI TUTELATI NEL SETTORE ELETTRICO E DEL GAS" 3 a Indagine: il mercato domestico APPROFONDIMENTI SUGLI ESITI DELLA RICERCA Daniela Vazio (RIE) Gian Paolo Repetto

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio.

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio. SINTESI DEI RISULTATI DELL INDAGINE PILOTA DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS SUI CALL CENTER COMMERCIALI DELLE PRINCIPALI IMPRESE DI VENDITA DI ELETTRICITA E DI GAS Finalità e obiettivi I

Dettagli

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private.

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private. Chi siamo Nata nel 1999, Energy Consulting si è affermata sul territorio nazionale fra i protagonisti della consulenza strategica integrata nel settore delle energie con servizi di Strategic Energy Management

Dettagli

CartaSi: un mondo virtuale di vantaggi reali

CartaSi: un mondo virtuale di vantaggi reali CartaSi: un mondo virtuale di vantaggi reali Enrico Albertelli, Responsabile Marketing E-commerce e Portali CartaSi Milano, 15 Maggio 2008 CartaSi nel mercato e-commerce La maggior parte degli acquisti

Dettagli

Bet Analytics. www.bet-analytics.com. Founder: Antonino Marco Giardina

Bet Analytics. www.bet-analytics.com. Founder: Antonino Marco Giardina Bet Analytics www.bet-analytics.com One Line Pitch: Nuova forma di investimento alternativa basata sullo sport e non correlata all andamento dei mercati finanziari Settore: Alternative investment - Betting

Dettagli

l Assicurazione italiana in cifre luglio 2009

l Assicurazione italiana in cifre luglio 2009 l Assicurazione italiana in cifre luglio 29 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli