LA SPEZIA Cna La Spezia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "inform@ LA SPEZIA Cna La Spezia"

Transcript

1 CNA Periodico di LA SPEZIA Cna La Spezia M A R Z O S O M M A R I O : Tasse, conto salato per le imprese Pensionati Io c ero Benessere Commercio Alimentari Impiantisti Formazione Credito 12 Aprile Camera di Commercio della Spezia COSTRUZIONI Termometro dell economia - C.n. F. DE ROSE - Pres. R. CIBEI - Dott. G. FIGOLI - Sen. G. SANGALLI - Sen. M. CALEO

2

3 CNA LA SPEZIA periodico della Cna CNA LA SPEZIA Presidente: Maggiani Federica Presidenza Provinciale: Mazzola Davide, Rosalia Brancaleone, Lombardi Gianluca, Paolo Pantazis, Sanguinetti Stella, Vagaggini Paolo Direttore: Matellini Angelo CNA Direttore: Viaggi Maurizio Mensile della Cna Distribuito in omaggio Scaricabile dal sito ufficio Pubblicità

4 P A G I N A 4 Federica Maggiani Tasse, conto salato CNA una dirigenza giovane, di imprenditori apaci. La CNA, oltre 60 anni d impresa per guardare al a discapito di imprese e famiglie Le imprese e i contribuenti versano 2 miliardi di tasse in più al mese: è quanto emerge dallo studio di CNA che ha interessato anche i "conti" degli spezzini. Davide Mazzola futuro "Dallo studio di CNA emerge un continuo salasso a discapito della piccola impresa e delle famiglie proprio mentre la crisi morde con maggiore ferocia lo denuncia Federica Maggiani, presidente della CNA Spezzina - Il fisco è l'unica impresa italiana che non risente della crisi. I suoi conti vanno a gonfie vele. Rispetto al 2011, infatti, incassa quasi due miliardi di euro in più al mese, mentre le imprese sono in affanno". CNA, con il suo studio denuncia questo incremento d'imposte domandandosi come sia possibile che i contribuenti italiani siano chiamati a versare ancora altri 24 miliardi all'anno nelle casse pubbliche, centrali e locali, a dispetto del prodotto interno lordo in arretramento? Uno studio approfondito quello di CNA che ha visto coinvolto anche il territorio spezzino con le tariffe e le imposte derivanti dagli enti locali e dai servizi sul territorio che hanno consentito lo studio "Entrate erariali e locali che incidono sulla pressione fiscale". Da questo emerge che per i contribuenti italiani il 2012 sia stato un anno terribile con la pressione fiscale balzata dal 42,8 al 44,3%, complice anche il calo del Pil. Nel 2013 il fisco si è "limitato" a confermare nella sostanza le entrate, e anche la pressione fiscale, dell'anno precedente. Nel 2012 la crescita del gettito è stata determinata per 12,4 miliardi da imposte indirette, per 11,1 miliardi da imposte indirette e per 470 milioni da contributi sociali. In questo computo rientra anche la trasformazione delle "una tantum" in "una semper". Nell'arco di dodici mesi, in altre parole, è avvenuto uno spostamento di circa 5,5 miliardi dalle entrate tributarie straordinarie (sostenute, per la maggior parte, da quanti hanno scelto di beneficiare di sanatorie, condoni e particolari agevolazioni fiscali) alle entrate strutturali a carico di tutti i contribuenti e, in particolare, delle imprese. La responsabilità principale dell'aumento monstre della tassazione va addebitata alla trasformazione dell'ici in Imu: la nuova imposta sugli immobili (che ha colpito selvaggiamente capannoni, laboratori, negozi, gli immobili strumentali insomma, quelli che creano lavoro e ricchezza diffusa) è costata ai contribuenti intorno ai 14 miliardi. Per effetto della doppia competenza comuni/erario, le maggiori entrate derivate dall'imu sono ammontate a 6 miliardi per i comuni e a 8 miliardi per l'erario. L'impennata del 24% dell'imposta di fabbricazione sui carburanti ha permesso al fisco di introitare maggiori entrate per 5 miliardi, maggiori entrate di certo non dovute alla crescita dei consumi, che anzi si sono ridotti, ma appunto all'exploit della tassazione. L'incremento dal 12,5 al 20% delle imposte sostitutive sulle rendite finanziarie ha portato, infine, altri 3,1 miliardi in più alle casse dello Stato. I N F O R L A S P E Z I A

5 P A G I N A 5 CNA Pensionati sul Web Giuliano Ginesi, presidente di CNA Pensionati con il segretario Federico Faggioni hanno partecipato ai corsi e alle videoconferenze promosse dall'associazione nazionale e prossimamente anche i pensionati spezzini sbarcheranno sul web. Internet, i social network sono parte integrante della società e della comunicazione e i circa 2000 pensionati aderenti a CNA prossimamente potranno usufruire di molti servizi online. In particolare, con la collaborazione di Cna Cittadini, di sconti e promozioni presso esercizi convenzionati e servizi artigiani. Senza poi dimenticare le molteplici opportunità di attività ricreative e culturali, dalle gite, alle visite museali, alle feste conviviali e alle tante iniziative di solidarietà a sostegno di enti e categorie più deboli. Attenzione: urgente per i Pensionati Dallo scorso anno, l'inps non invia più i CUD della pensione, ma con carta di identità in corso di validità e codice fiscale - firmando l'apposita delega - è possibile farne richiesta tramite il Patronato EPASA-CNA. Da quest'anno, inoltre, non arriveranno più da parte dell'inps le richieste di RED, ICRIC per invalidità civile, indennità di frequenza ed assegni sociali; anche per compilare ed inviare queste importantissime documentazioni all'inps, occorre rivolgersi al Patronato EPASA-CNA. La documentazione necessaria per poter inviare quanto richiesto è diversa secondo i certificati da inviare: - RED: Mod.730 o UNICO 2014 (se non fatti presso di noi), interessi bancari o postali attivi su conti correnti, libretti risparmio o investimenti - ICRIC per invalidità civile: ricoveri in corso d'anno 2013 e 2014 ed eventuali redditi oltre la pensione - ICRIC per indennità di frequenza per studenti: tutti i dati relativi alla scuola (sede, telefono, fax, , indirizzo dell'istituto, etc...) - ICRIC per assegni sociali: date relative ad eventuali soggiorni all'estero nel corso dell'anno 2013 N.B.: la mancata presentazione della documentazione all'inps può provocare la sospensione della corresponsione della pensione agli interessati. Per fissare un appuntamento con gli esperti del Patronato, si prega di chiamare: Sonia Schinetti Sarzana e Val di Magra Via della Pace, Sonia Boracchia La Spezia - Via P. Giuliani, , ISE, IMU, Previdenza. Patronato, immigrazione RIVOLGITI A CNA : Via P. Giuliani, n. 6 La Spezia

6 6 PARTENZA per Roma PAGINA LA SPEZIA

7 PAGINA 7

8 LA SPEZIA ARRIVO Roma Termini

9 ROMA Piazza del Popolo

10 P A G I N A 10 CNA COSTRUZIONI: Costruzioni, termometro dell economia "Costruzioni, termometro dell'economia" è il tema dell'incontro promosso da CNA presso la Sala della Camera di Commercio della Spezia per Sabato 12 Aprile con inizio alle ore E' il ribadire quanto sia fondamentale per l'economia nazionale il settore delle costruzioni, un termometro reale del sistema paese. Un settore che in questi anni ha sentito pesantemente la crisi, ma che necessita al più presto riprendersi perché, solo così, si può uscire dalle difficoltà del paese. Tema dell'incontro è come fare per ripartire, un approfondimento sulle opportunità offerte dalle novità normative a favore del settore, la legge quadro e gli strumenti finanziari che sono oggi a disposizione delle imprese. Ne parleranno il Presidente di Cna La Spezia Federica Maggiani, Remo Cibei Presidente CNA Costruzioni Liguria, Gianni Figoli Responsabile Servizio Crediti Carispezia, il Senatore Massimo Caleo membro XIII Comm. Territorio e ambiente e il Sen Giancarlo Sangalli membro X Comm. Industria, Commercio e turismo. Concluderà l'incontro Coordinatore nazionale Cna Costruzione, Ferdinando De Rose. La partecipazione al convegno è libera a tutti, per informazioni: CNA COMMERCIO: POS, dal 28 Marzo Giuliana Vatteroni A decorrere dal 28 marzo, per gli esercenti attività d'impresa e professionisti con fatturato superiore ad ,00 (duecentomila), vi è l'obbligo di accettare i pagamenti di importo superiore a 30,00 euro effettuati tramite carte di debito, per l'acquisto di beni e prestazioni di servizi. Sarà pertanto necessario munirsi del c.d. POS che consentirà di incassare sul proprio conto corrente i pagamenti con moneta elettronica. Riepilogando, le regole fissate dal decreto stabiliscono che: l'obbligo di accettare pagamenti effettuati attraverso carte di debito si applica a tutti i pagamenti di importo superiore a 30,00 euro disposti a f avore di professionisti o imprese, per l'acquisto di prodotti o la prestazione di servizi; in sede di prima applicazione, e fino al 30 giugno 2014, tale obbligo si applica limitatamente ai pagamenti effettuati a favore di professionisti o imprese il cui fatturato dell'anno precedente a quello nel corso del quale è effettuato il pagamento, sia superiore a ,00 (duecentomila euro). Per informazioni: Cna Commercio La Spezia: Maurizio Viaggi I N F O R L A S P E Z I A

11 CNA ALIMENTARI: La giornata europea del Gelato artigiano il 5 luglio 2012 il Parlamento europeo ha deciso di istituire nel 24 Marzo la Giornata europea del gelato artigianale. A tal fine come per lo scorso anno abbiamo concordato, come associazione artigiana, di promuovere unitariamente questa importante iniziativa, al fine non solo della migliore riuscita, ma per la piena valorizzazione del gelato artigianale italiano e dei maestri gelatieri italiani. Il gusto dell anno 2014 è la STRACCIATELLA D EUROPA, gelato di fior di latte, cioccolato e succo di arancia. La stracciatella è stata scelta in ricordo del gelatiere artigianale Enrico Panattoni a cui è attribuita la paternità del gusto. La storia racconta che in una notte del 1953, mescolando la freschezza e la delicatezza della panna con il sapore robusto del cioccolato fondente, abbia creato quello che tutt oggi rappresenta uno dei gusti più amati e apprezzati dai consumatori. Per i consumatori tra i prodotti lattiero-caseari freschi, il gelato artigianale rappresenta un'eccellenza in termini di qualità e sicurezza alimentare, che valorizza i prodotti agro-alimentari di ogni singolo Stato membro, confortati anche dalla recente ricerca della Fondazione Veronesi. Inoltre CNA Alimentare ha siglato un accordo con la società Cosmobile srl che ha realizzato la prima App di ricerca delle Gelaterie, una ulteriore promozione delle imprese del settore che può essere un valido strumento per avvicinare per promuovere e valorizzare le gelaterie aderenti a CNA. E nostro intendimento non esaurire i principi e i valori della giornata mondiale del Gelato nel solo giorno del 24 Marzo da poco passato ma, grazie al successo e alla numerosa partecipazione che abbiamo registrato è nostro intendimento programmare iniziative specifiche volte alla valorizzazione del gelato artigiano. Per aderire alle nostre iniziative di valorizzazione del gelato artigiano o per inserire la propria gelateria sull APP, le gelaterie artigiane spezzine possono contattare: CNA Alimentare: Maurizio Viaggi L Italie à Table, marchio d italianità a Nizza. Per il 10 anno a Nizza verrà presentato il meglio della gastronomia italiana. Grazie al sostegno del Ministero del Commercio Internazionale e della città di Nizza, L'Italie à Table è l'evento enogastronomico che permette non solo di scoprire l'eccellenza della produzione italiana, ma anche la sua cultura fatta di storia, qualità ed origine dei prodotti esposti. I produttori porteranno direttamente sulle tavole dei francesi il meglio di questa rinomata gastronomia: dalle specialità più tipiche a quelle più rare. L Italie à Table è ugualmente l'occasione per conoscere meglio il territorio italiano grazie alla partecipazione di molte regioni che informeranno sulle possibilità di soggiorni, sui percorsi turistici, sulle destinazioni estive. Per informazioni: Cna Alimentari

12 P A G I N A 12 ALIMENTARI: CORSO HACCP Proroga al 30 Giugno 2014 La Regione Liguria ha prorogato al 30 giugno 2014 gli adempimenti formativi indicati dalla D.G.R. 793/2012. Come indicato nella delibera della Regione Liguria n 793/2012, tutti gli operatori alimentari (o tutti coloro che vengono a contatto con alimenti) devono provvedere ad effettuare formazione specifica ed appropriata in materia di sicurezza alimentare prevista dal Reg. CE n 852/04. Il posticipo dell'entrata in vigore non esenta gli operatori alimentari dall'aver effettuato i corsi di formazione previsti, ma determina una proroga di quanto le indicazioni regionali prevedono. Le imprese sono invitate pertanto a realizzare al più presto la formazione prevista, onde evitare rischi di pesanti sanzioni. Per informazioni: Ecipa Giuliana Vatteroni I N F O R L A S P E Z I A

13

14 P A G I N A 14 CNA: Gas fluorurati a effetto serra Come previsto dall'art. 16 del D.P.R. 43/2012, entro il 31 maggio 2014, tutti gli operatori delle applicazioni fisse di refrigerazione, condizionamento d'aria, pompe di calore e sistemi fissi di protezione antincendio contenenti 3 kg o più di gas fluorurati ad effetto serra devono presentare al Ministero dell'ambiente la Dichiarazione F-gas La dichiarazione contiene le informazioni riguardanti la quantità di emissioni in atmosfera di gas fluorurati relativa all'anno 2013, sulla base dei dati contenuti nei relativi "Registri" previsti dall'art. 15 del suddetto D.P.R.. La compilazione e la trasmissione della Dichiarazione sono effettuate esclusivamente in modalità telematica. Ricordiamo che: 1. per "operatore", cioè la figura tenuta a presentare la dichiarazione, si intende la persona fisica o giuridica che eserciti un effettivo controllo sul funzionamento tecnico delle apparecchiature e degli impianti che contengono gas fluorurati. L'operatore di apparecchiature per uso domestico o di piccoli impianti, pertanto, è solitamente il proprietario (persona fisica), mentre nelle installazioni commerciali ed industriali l'operatore è, nella maggior parte dei casi, una persona giuridica. Per operatore si può intendere anche il manutentore qualificato se ha un contratto che delega a lui il controllo effettivo e totale sull'apparecchiatura o sull'impianto; 2. per apparecchiatura fissa si intende "un'apparecchiatura che di norma non è in movimento durante il suo funzionamento"; di conseguenza non sono soggette alla Dichiarazione F-gas le apparecchiature usate in tutte le modalità di trasporto (come ad esempio gli impianti installati su navi, treni, aerei, camion) ed anche i dispositivi che consentono la ricarica di questa tipologia di apparecchiature (es. le cosiddette stazioni clima presso le carrozzerie, auto officine). Si ricorda infine che le sanzioni previste per la mancata, incompleta o inesatta trasmissione delle informazioni previste dalla Dichiarazione F-gas variano da un minimo di 1000 fino ad un massimo di I nostri uffici (Cna Impiantisti Cna autoriparatori e Cetus ) sono a disposizione delle aziende per chiarimenti e supporto nell'adempimento. IMPIANTISTI: Il libretto di impianto e i nuovi rapporti di controllo sull efficienza energetica. Dentro anche la climatizzazione estiva oltre 12 kw. Il Ministero per lo Sviluppo Economico, con Decreto 10 febbraio 2014, ha emanato i modelli per verificare l efficienza degli impianti destinati a climatizzare gli edifici civili e industriali. Attesi da tempo, sono cinque allegati, un libretto di impianto e quattro rapporti di controllo, che danno piena attuazione alle previsioni del Decreto del Presidente della Repubblica 74/2013. Si parte dal 1 giugno. E pertanto consigliabile prepararsi per tempo a gestire queste disposizioni in quanto le novità non sono poche. La più rilevante, e per certi aspetti controversa, è l estensione dei controlli anche alla climatizzazione estiva di potenza superiore ai 12 kw. Staremo a vedere come e in che modo, dal momento che su questa tipologia di impianti non esiste nessun catasto provinciale nè, tantomeno, regionale. Per la climatizzazione invernale il limite di potenza scende invece a 10 kw. Gli impianti alimentati esclusivamente da fonti rinnovabili non sono soggetti ai controlli ma solo all intestazione e compilazione del libretto. Per ulteriori informazioni, e in attesa di affrontare e possibilmente chiarire le prevedibili difficoltà applicative in un'iniziativa specifica, nei prossimi giorni organizzeremo incontri specifici con i colleghi della categoria. Nel frattempo per ogni informazione: CNA Impiantisti Maurizio Giacomelli

15 CREDITO: opportunità da prendere al volo con la Sabatini bis Per le piccole e medie imprese che rinnovano macchinari, impianti e attrezzature arrivano i finanziamenti della Sabatini bis. Le risorse messe a disposizione (2,5 miliardi di Euro) dalla Sabatini bis verranno fatte confluire in un fondo costituito presso la Cassa Depositi e Prestiti a cui banche e intermediari finanziari potranno attingere per concedere alle PMI finanziamenti di importo compreso tra e 2 milioni di Euro a fronte di investimenti in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa ed attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché investimenti in hardware, software e tecnologie digitali. Sono invece escluse le spese relative a terreni e fabbricati e quelle per immobilizzazioni in corso e acconti. L'erogazione del contributo è prevista al completamento dell investimento (da avviare successivamente alla presentazione della domanda di accesso ai contributi) e sarà effettuata in quote annuali, secondo il piano di erogazioni riportato nel provvedimento di concessione. L intervento a sostegno degli imprenditori è articolato in diverse fasi e prevede: - finanziamenti che coprono fino al 100% gli investimenti effettuati; - contributi pari all'ammontare complessivo degli interessi a carico delle imprese sui finanziamenti bancari per gli investimenti realizzati (calcolati su un piano di ammortamento convenzionale con rate semestrali, al tasso del 2,75% annuo della durata di cinque anni); - la possibilità di beneficiare del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese sul finanziamento bancario (fino all 80% del suo ammontare). Le imprese potranno presentare le domande per la richiesta dei finanziamenti e dei contributi alle banche e agli intermediari finanziari aderenti alla convenzione tra Ministero dello sviluppo economico, Cassa Depositi e Prestiti e Associazione Bancaria Italiana a partire dal 31 marzo. Carispezia, banca del territorio e nostro partner, aderisce all iniziativa. Per maggiori informazioni e assistenza, le imprese possono rivolgersi agli uffici CNA o allo Sportello credito: Rag. Giacomo Fiore I N F O R L A S P E Z I A

16 P A G I N A 16 I N F O R L A S P E Z I A

17

18 SISTEMA ESTERO. QUANDO SI TRATTA DI DIFFONDERE NUOVE IDEE, NON ABBIAMO CONFINI Carispezia è una banca che fa della vocazione territoriale, della vicinanza e della relazione con il cliente il suo punto di forza, in linea con i valori e i principi seguiti dal Gruppo Cariparma Crédit Agricole. Una realtà che rimane ancorata al proprio territorio ma che parla internazionale, grazie all appartenenza a Crédit Agricole, primo gruppo bancario in Francia e leader della banca retail in Europa, presente in tutto il mondo con una rete di filiali distribuite nei 5 continenti. Carispezia è ancora una volta vicino alle aziende, in particolare a quelle che hanno in progetto un percorso di sviluppo internazionale, con una gamma di servizi e prodotti dedicati. Sistema Estero infatti propone soluzioni sia per le imprese italiane che commerciano con l estero o che vogliono iniziare o sviluppare un attività in altre Nazioni, sia per le imprese internazionali che desiderano investire in Italia. La nostra gamma di offerta comprende soluzioni di structured finance, export/trade finance, corporate & investment banking, asset management, factoring, leasing e assicurazioni. Mettiamo a disposizione competenze specifiche per lo sviluppo internazionale delle aziende: informativa commerciale, fiscale e normativa sui vari paesi; supporto nella costituzione di società e joint-venture all estero; apertura di conti all estero per rispondere a specifiche esigenze operative; servizi bancari per società estere operative in Italia; in accordo con Simest S.p.A, supporto nella strutturazione e gestione degli strumenti agevolati a disposizione; in accordo con SACE S.p.A.,strutturazione e gestione di finanziamenti a M/L termine che beneficiano di specifica garanzia. Inoltre il Sistema Estero, promuovendo tutte le attività di internazionalizzazione delle imprese clienti, mette a disposizione una struttura specifica per le esigenze delle aziende che operano a livello internazionale: il Gestore dedicato, si occupa delle principali opportunità commerciali e creditizie; lo Specialista Estero, offre un supporto mirato sulle tematiche più complesse e segue da vicino i progetti di internazionalizzazione; I N F O R L A S P E Z I A

19 Le Carte Business Carispezia CartaSI La gamma prodotti CartaSi Business Plus di Carispezia Rappresenta l offerta dedicata ai liberi professionisti, studi professionali e PMI E la soluzione studiata per soddisfare le esigenze di pagamento generico e T&E, per ridurre gli anticipi di cassa e per fruire di una vasta gamma di servizi dedicati, rivolto quindi ai liberi professionisti e alle piccole e medie imprese: Giovani imprenditori attenti al risparmio, a mezzi di pagamento ed a procedure contabili veloci e chiare, utilizzatori frequenti anche di Internet e siti e-commerce che trovano nel prodotto un valido alleato alle attività quotidiane inerenti alla propria attività. Piccole realtà imprenditoriali caratterizzate, in Italia, da molte aziende a conduzione familiare che seguono modelli di business tradizionali e che sono poco attratti dai nuovi mezzi tecnologici; utilizzano il prodotto per una migliore gestione di cassa e per una rendicontazione separata. Medie imprese più strutturate ma con pochi dipendenti aperte verso il mercato che si rivolgono al prodotto per le necessità lavorative alla ricerca di vantaggi economici che possano facilitare la gestione di cassa. Le carte di credito Business Plus hanno numerosi vantaggi. per il Titolare di carta di credito Tranquillità e certezza: grazie ai molteplici servizi, al call center sempre disponibile ed alle coperture assicurative gratuite il titolare di carta può viaggiare e gestire le spese per conto dell azienda in totale tranquillità. Trasparenza: contabilità chiara e dettagliata monitorabile anche dall azienda in maniera puntuale Miglior contabilità: netta separazione tra le spese lavorative e quelle personali. per l Azienda Servizio distintivo che può essere personalizzato e ampliato a seconda delle esigenze dello studio professionale o dell azienda con ampliamenti del parco carte Flessibilità addebito: scelta se addebitare le spese aziendali su conto corrente aziendale o del dipendente con valuta posticipata ed una conseguente diversa gestione della nota spese mensile Semplicità gestionale: monitoraggio puntuale e gestione del cash-flow e riduzione operatività per la gestione delle note spese La nuova user experience: Carta Contactless In linea con il costante impegno di CartaSi nella progettazione e realizzazione di prodotti di pagamento e servizi innovativi, Carispezia con CartaSi offre la soluzione contactless che permette di effettuare pagamenti accostando la carta al lettore del POS senza richiedere né la firma né il PIN per gli importi inferiori a 25 euro. Il Portale Aziende Il portale Aziende CartaSi è uno strumento a disposizione delle aziende titolari attraverso il quale è possibile gestire e monitorare lo speso delle carte intestate all azienda Le Aziende registrate al portale Aziende CartaSi possono ad esempio: - visualizzare e scaricare i movimenti delle carte aziendali di tutti i dipendenti per dodici mesi mobili - effettuare ricerche specifiche per periodo e categorie merceologiche - visualizzare l archivio di tutte le carte aziendali (anche quelle non più valide) - creare le utenze per tutti i propri dipendenti e offrire loro l accesso al portale - scaricare i dati rendicontati (txt e xls) - visualizzazione e/c on line

20

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard.

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard. YouCard, la prima carta in Italia che consente di personalizzare il codice PIN, è anche l unica carta al mondo che unisce la sicurezza delle carte prepagate, la semplicità delle carte di debito e la flessibilità

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. Sede Legale e Direzione generale: Via Matteotti 8/B - 44042 CENTO (FE) Tel. 051 6833111 - Fax 051 6833237 CODICE FISCALE, PARTITA IVA e Numero

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013

La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013 La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013 Premessa rmativa Entro il 28 febbraio 2013 i soggetti pasvi IVA devo presentare telematicamente il Modello per la comunicazione dati

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012 COMUNE DI MORGONGIORI PROVINCIA DI ORISTANO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. anno 2012 VADEMECUM ILLUSTRATIVO Con l art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito in Legge 22 dicembre 2011, n. 214

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

inform@ LA SPEZIA CNA Inform@ Periodico della Cna della Spezia Assemblea CNA Il decreto del FARE Seminario Fotografi 3 0 G I U G N O 2 0 1 3

inform@ LA SPEZIA CNA Inform@ Periodico della Cna della Spezia Assemblea CNA Il decreto del FARE Seminario Fotografi 3 0 G I U G N O 2 0 1 3 CNA Inform@ Periodico della inform@ LA SPEZIA Cna della Spezia 3 0 G I U G N O 2 0 1 3 S O M M A R I O : Assemblea CNA Il decreto del FARE Seminario IMPIANTISTI Nautica Fotografi Odontotecnici Haccp Corsi

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Sebastiano Di Diego Sebastiano Di Diego Il regime fiscale delle perdite La disciplina generale

Dettagli

Roma, 28 aprile 2015

Roma, 28 aprile 2015 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti RISOLUZIONE N. 42/E Roma, 28 aprile 2015 Oggetto: Estensione alla modalità di versamento F24 Enti pubblici dei codici tributo utilizzati con il modello F24 per

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Le informazioni fornite nel presente documento hanno esclusivamente scopo informativo

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere BANDO DI CONCORSO Soggiorni e Itinerari Ben-Essere 2015 Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali per i pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici, i loro coniugi e figli conviventi

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO ATTIVO A) CREDITI VS STATO E ALTRI AA.PP. PARTECIPAZIONE FONDO DI DOTAZIONE B) IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 Costi di impianto ed ampliamento 2 Costi

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

ATTO SOGGETTO A REGISTRAZIONE IN CASO D USO AI SENSI DELL ART. 6 DEL D.P.R. 26 APRILE 1986, N. 131, E DELL ART. 2,

ATTO SOGGETTO A REGISTRAZIONE IN CASO D USO AI SENSI DELL ART. 6 DEL D.P.R. 26 APRILE 1986, N. 131, E DELL ART. 2, COMUNE DI GAVARDO (Provincia di Brescia) ATTO SOGGETTO A REGISTRAZIONE IN CASO D USO AI SENSI DELL ART. 6 DEL D.P.R. 26 APRILE 1986, N. 131, E DELL ART. 2, PARTE SECONDA, PUNTO 1, DELLA TARIFFA ALLEGATA.

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Gli aggiornamenti più recenti proroga detrazione del 65% estensione dell agevolazione ad altri interventi aumento della ritenuta d acconto sui bonifici

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti gli utilizzi tecnici dell acqua in un edificio ACQUA FREDDA SANITARIA

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI ASSEGNI PER IL MIGLIORAMENTO DELLECONDIZIONI DI CURA ED EDUCAZIONE DI MINORI DI ETA DA 0 A 36 MESI.

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI ASSEGNI PER IL MIGLIORAMENTO DELLECONDIZIONI DI CURA ED EDUCAZIONE DI MINORI DI ETA DA 0 A 36 MESI. COMUNE DI COLLOREDO DI MONTE ALBANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI ASSEGNI PER IL MIGLIORAMENTO DELLECONDIZIONI DI CURA ED EDUCAZIONE DI MINORI DI ETA DA 0 A 36 MESI. Approvato con deliberazione

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

MARCA DA BOLLO REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO 17, 00144 ROMA

MARCA DA BOLLO REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO 17, 00144 ROMA MOD. Art/A 1-07-2002 15:17 Pagina 1 Numero ALBO MARCA DA BOLLO Mod. ART/A ISCRIZIONE DI DITTA INDIVIDUALE REGIONE LAZIO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L ARTIGIANATO DI ROMA C/O C.C.I.A.A. - VIA OCEANO INDIANO

Dettagli

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04.

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04. P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Società per Azioni con sede legale in Cagliari, viale Bonaria, 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione Generale in

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA Nell ambito del processo di completa liberalizzazione del mercato dell energia elettrica

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 13/E Roma, 20 gennaio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 Legge 27 luglio 2000, n. 212 Gestore dei Servizi Elettrici, SPA Dpr 26 ottobre

Dettagli

MANUALE DOMANDA WEB DI CONTRIBUTO A PENSIONATI NON AUTOSUFFICIENTI GESTIONE MAGISTRALE

MANUALE DOMANDA WEB DI CONTRIBUTO A PENSIONATI NON AUTOSUFFICIENTI GESTIONE MAGISTRALE Pag. 1 di 14 MANUALE DOMANDA WEB DI CONTRIBUTO A PENSIONATI NON AUTOSUFFICIENTI GESTIONE MAGISTRALE INTRODUZIONE Pag. 2 di 14 INDICE pag. 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 PREMESSA... 3 2.... 4 2.1 - HOME PAGE...

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli