Capitolato tecnico per l affidamento del servizio di tesoreria e cassa per l azienda ULSS n. 8 di Asolo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolato tecnico per l affidamento del servizio di tesoreria e cassa per l azienda ULSS n. 8 di Asolo"

Transcript

1 Regione del Veneto - AZIENDA U.L.SS. N. 8 ASOLO dipartimento strutturale risorse tecniche e informatiche unità operativa provveditorato, economato e gestione della logistica - direttore: dott.ssa Patrizia Favero Capitolato tecnico per l affidamento del servizio di tesoreria e cassa per l azienda ULSS n. 8 di Asolo Versione Autore Data V3 A. Cendron Pag. 1 di 13

2 INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art. 11 Art. 12 Art. 13 Art. 14 Art. 15 Art. 16 Art. 17 Art. 18 Art. 19 Art. 20 Art. 21 Oggetto del servizio Attivazione e durata del servizio Modalità di esecuzione del servizio Compenso per il servizio ed altre informazioni Esercizio aziendale Riscossione delle entrate Pagamento delle spese Pagamento degli emolumenti al personale dipendente, convenzionato e alle farmacie Servizi di cassa interna e fondi operativi Comunicazione dei soggetti con poteri di firma Documenti informatici con Firma Digitale Sistema informativo del Servizio Bancario Anticipazione di cassa Rapporti di conto corrente Gestione Servizi Sociali e gestioni liquidatorie Acquisizione di servizi aggiuntivi Contributo di tesoreria Continuità del servizio Controlli qualitativi periodici Sistema di monitoraggio e controllo Contestazioni e penali Pag. 2 di 13

3 Art. 1 Oggetto del servizio Il presente Capitolato ha per oggetto l affidamento del servizio di tesoreria e cassa per l Azienda ULSS n. 8 della Regione Veneto. Con la cessazione del servizio l aggiudicatario è tenuto a garantire tutte le operazioni contabili necessarie, la conciliazione contabile con le scritture dell ULSS8, il deposito presso la medesima di tutta la documentazione inerente la gestione del servizio medesimo, ivi compresi i titoli e i valori. L Azienda ULSS n. 8 di Asolo conferisce all Istituto Bancario/RTI aggiudicatario della procedura di gara il servizio di tesoreria e cassa, compreso quello relativo a contabilità speciali e gestioni autonome, come descritte dal presente capitolato e dal disciplinare di gara. Il presente servizio non comporta oneri economici per l Azienda ULSS. Nel prosieguo del presente documento, per brevità, con i termini Azienda ULSS, ULSS, Stazione Appaltante, Committente, Azienda Sanitaria si intende l Azienda ULSS n. 8 di Asolo, mentre con i termini Banca, Istituto bancario, Affidataria/o, Aggiudicataria/o, Ditta, Impresa, Appaltatore/trice si intende il concorrente cui viene affidato il servizio a seguito della procedura di gara. Art. 2 Attivazione e durata del servizio Il servizio avrà la durata massima di 5 anni, rinnovabile di ulteriori 4 alla naturale scadenza del contratto, a decorrere dal giorno indicato nella delibera di affidamento o successiva comunicazione da parte della Stazione Appaltante.. L aggiudicatario è comunque tenuto su richiesta dell ULSS8 a proseguire il servizio in questione oltre i termini di scadenza fino all espletamento di una nuova procedura si aggiudicazione e comunque non oltre 365 giorni dalla normale scadenza del contratto. L Azienda si riserva l'insindacabile diritto di rescindere anticipatamente il contratto in caso di fusione, di incorporazione o di modifica della sua composizione che comporti un significativo mutamento dell'attuale ambito territoriale. Art. 3 Modalità di esecuzione del servizio 1. Il servizio di Tesoreria e Cassa dovrà essere svolto secondo le disposizioni in materia vigenti nel tempo, presso la sede individuata dall aggiudicatario e tramite tutti gli sportelli del soggetto aggiudicatario. La Banca dovrà mantenere, per tutta la durata del servizio, almeno uno sportello attivo in uno dei seguenti Comuni: Castelfranco Veneto e/o Montebelluna. 2. La Banca dovrà produrre tutti i documenti ed i flussi informativi previsti dalla normativa in vigore nel tempo (rendicontazioni periodiche, conto della gestione contabile di cui all art. 93 del D. Lgs. n. 267/2000, ecc.), la trasmissione dei dati SIOPE di cui al DMEF del 5 marzo 2007 e s.m.i., nonché di eventuali successive disposizioni che dovessero intervenire in materia di flussi Pag. 3 di 13

4 informativi. L istituto di credito aggiudicatario del servizio di tesoreria ha l obbligo di curare anche i rapporti con le sezioni di tesoreria provinciale dello stato, per quanto di competenza, in base a quanto stabilito dall art. 77 del decreto legge 112/2008 convertito nella legge 133/ Il servizio di tesoreria e cassa riguarda la gestione dei servizi sanitari e la gestione dei servizi sociali. Per quest ultima gestione la legge regionale 55/1994, all art. 3, comma 2, stabilisce la separata evidenza, pertanto dovrà essere attivato un apposito conto di tesoreria. 4. Il tesoriere garantisce inoltre alle medesime condizioni il servizio di tesoreria e cassa alla gestione della disciolta gestione liquidatoria. 5. La Banca dovrà custodire ed amministrare gratuitamente sotto la propria responsabilità i titoli ed i valori che rientrano nella disponibilità dell Azienda, nonché quelli depositati da terzi per cauzioni a favore della stessa; questi ultimi dovranno essere restituiti alle Ditte con regolare ordine emesso dalla Banca entro 5 (cinque) giorni dalla richiesta di scarico da parte dell Azienda e dovranno avere gestione separata in un conto corrente specifico fruttifero e per questi è garantita la rendicontazione semestrale. 6. La Banca curerà gratuitamente le operazioni di conto corrente postale, provvedendo anche ai relativi prelevamenti su disposizione dell Azienda. 7. Il servizio di tesoreria comprende la gestione della riscossione dei tickets sanitari a carico dei cittadini utenti, la riscossione delle tariffe dell'attività ospedaliera, di quella specialistico ambulatoriale, delle tariffe dei diritti sanitari e veterinari e di ogni altra riscossione inerente l attività dell Azienda. II servizio comprende anche la raccolta del denaro e la gestione di tutte le emettitrici di ricevuta ticket presenti nelle sedi dei presidi ospedalieri di Castelfranco Veneto e Montebelluna oltre che presso le sedi distrettuali di Asolo, Castelfranco Veneto, Valdobbiadene, Crespano del Grappa, Riese Pio X, Vedelago, Giavera del Montello e Pederobba. Tale servizio si intende esteso anche alla raccolta del denaro presente nelle Casse Aziendali delle sedi appena menzionate. La Banca si impegna, tramite propri addetti o tramite personale di società di service all'uopo delegata, a ritirare i contenitori di denaro, ad effettuare il riscontro delle consistenze, le quadrature contabili di ogni emettitrice di ticket ed a mantenere sempre adeguatamente riforniti i cassetti rendi banconote e rendi monete incorporati nelle apparecchiature. Il fondo cassa del riscuotitore viene messo a disposizione dall Azienda. I dati identificativi, comprensivi di foto, del personale addetto alla raccolta del denaro, sia dipendente della Banca o della società in service delegata, dovranno essere preventivamente comunicati all Azienda e tempestivamente aggiornati in caso di sostituzioni. La raccolta del contante incassato dalle emettitrici e dalle casse aziendali deve avvenire presso le sedi ospedaliere ogni giorno dal lunedì al venerdì e mentre dovrà avere cadenza almeno di due volte a settimana per le altre strutture. Gli orari di ritiro devono essere concordati con i cassieri delle singole sedi. I valori verranno (contanti, assegni, vaglia) saranno immessi dall ULSS in apposito plico fornito dal tesorerie, sigillato e numerato, contenente una apposita distinta di versamento, datata e firmata, indicante il dettaglio dei contanti, il dettaglio degli assegni, il numero e l intestazione del conto di tesoreria Le somme così raccolte devono essere contabilizzate entro il giorno lavorativo successivo a quello del prelevamento. La Banca dovrà inoltre, dall inizio effettivo del servizio, provvedere all installazione di un dispositivo per il pagamento con POS e Carta di Credito in ciascuno degli sportelli cassa Pag. 4 di 13

5 dell Azienda oltre che in ciascuna emettitrice e di almeno due sportelli bancomat (ATM) nelle sedi da concordarsi con l Azienda; tutti gli oneri relativi alle operazioni effettuate tramite POS e Carta di Credito, all installazione dello sportello ATM sono a totale carico della Banca. 8. La Banca mette a disposizione gratuitamente dell Azienda, compresi eventuali oneri di gestione: n. 3 POS MOBILE per la riscossione dei proventi sanitari nel territorio; n. 1 Carta di credito aziendale 9. L Azienda e la Banca collaborano nel campo dell'informatica, onde consentire il razionale utilizzo e il potenziamento degli strumenti di elaborazione dati e di controllo elettronico dei servizi. In particolare la Banca assicura il collegamento "on-line" - con spese a proprio carico - con l Azienda per il trasferimento degli ordinativi di pagamento e di riscossione, per il trasferimento all Azienda dei movimenti di riscossione e pagamento privi di relativi ordinativi, per verifiche e interrogazioni sulla situazione dell'azienda e per eventuali altri servizi di "home - banking" a cui l ente fosse interessato. 10. La Banca deve prestare l'assistenza e la consulenza richiesta dall Azienda in merito all eventuale acquisizione di finanziamenti speciali, compresi eventuali ricorsi a project financing e leasing finanziari. 11. La Banca deve accettare le delegazioni di pagamento emesse dall Azienda in garanzia di eventuali mutui, da questa stipulati, con l'obbligo da parte della stessa Banca di accantonare dalle disponibilità di cassa le somme necessarie per il pagamento delle relative rate di ammortamento. 12. La Banca tesoriere adeguerà le proprie procedure in relazione alle variazioni che l Azienda dovesse apportare ai propri servizi per esigenze organizzative e gestionali. Art. 4 Compenso per il servizio ed altre informazioni II servizio oggetto del presente capitolato è gratuito; non è previsto nessun rimborso neppure per le spese vive di gestione ed imposte e tasse eventualmente gravanti dli estratti contabili (spese postali, imposta di bollo, oneri su ordinativi di pagamento sia tramite bonifico che assegno, oneri tenuta conti correnti, invio estratti conto, pagamenti e riscossioni da e verso l estero, ecc.). Considerato che, pur non essendo quantificabile il valore dell affidamento, la remunerazione complessiva del prestatore di servizio nel periodo previsto possa considerarsi al di sopra della soglia di rilievo comunitario, nel formulare la propria offerta, l Istituto dovrà tener conto inoltre delle seguenti dimensioni dell Azienda: Rif. Anno 2014: Numero dei provvisori di incasso (movimenti di incasso in banca): (SANITARIO) e 269 (SOCIALE); Numero dei mandati di pagamento: (SANITARIO) e (SOCIALE); Valore delle riscossioni effettuate: ,33 (SANITARIO) e ,83 (SOCIALE); Valore dei pagamenti effettuati: ,22 (SANITARIO) e ,47 (SOCIALE); Anticipazione massima utilizzabile, (pari ad 1/12 dell importo complessivo dei ricavi iscritti a bilancio di previsione per l anno di riferimento) per l anno 2015: ,06 (SANITARIO) e ,83 (SOCIALE). Pag. 5 di 13

6 Art. 5 Esercizio aziendale L'esercizio contabile dell Azienda ha durata annuale, con inizio il 1 gennaio e fine il 31 dicembre di ciascun anno. Gli ordinativi informatici a firma digitale non saranno restituiti dalla Banca in quanto già in possesso, fin dall invio, in originale dall Azienda. La Banca si impegna a consegnare nei termini previsti dalla vigente normativa unitamente al Rendiconto del Tesoriere, un supporto informatico ovvero un apposito pacchetto contenente i dati relativi all esecuzione dei mandati/reversali a firma digitale, ciò eventualmente anche in sostituzione del cartaceo. Il pacchetto inoltrato e sottoscritto con firma digitale, il supporto informatico ovvero la documentazione cartacea (tabulato meccanografico dei pagamenti, bollettario delle entrate ed altra documentazione inerente la gestione del Servizio) costituiscono discarico formale per l esercizio del quale è reso il Rendiconto del Tesoriere. Art. 6 Riscossione delle entrate Le entrate sono incassate dalla Banca in base ad ordinativi di riscossione, individuali o collettivi, emessi dall Azienda, numerati progressivamente per ciascun esercizio e per ciascuna gestione e contenenti: l'esercizio e la data; indicazione chiara delle causali dei versamenti; lo stato ai fini dell'imposta sul bollo; il cognome e il nome o la ragione sociale, l'indirizzo o la sede dei debitori; gli importi da introitare; ogni altra precisazione riguardante le modalità di riscossione dei titoli; le firme di sottoscrizione previste dal presente disciplinare tecnico. La Banca è tenuta ad accettare tutti i versamenti che i terzi intendono effettuare a favore dell Azienda e a rilasciare le relative quietanze, numerate progressivamente nell'ambito di ciascuna gestione, senza oneri sul titolo di versamento a carico dei terzi versanti, ad eccezione delle riscossioni per le quali la Banca ha rilasciato ricevuta/fattura dell Azienda. Copia delle quietanze o altro documento contenente gli stessi elementi devono essere tempestivamente trasmessi all Azienda (anche in formato elettronico) che provvederà all'emissione degli ordinativi entro il 30 del mese successivo. La Banca è tenuta ad effettuare il servizio di riscossione dei corrispettivi di cui al precedente art. 3, comma 7, con rilascio di quietanza madre e figlia, presso tutti i propri sportelli. Con cadenza periodica (da concordare) la Banca dovrà consegnare all Azienda un elenco dei versamenti eseguiti e non coperti da ordinativi di riscossione. Gli assegni emessi a favore dell Azienda sono presentati per l'incasso dal Dirigente del Servizio Economico-Finanziario o da altro dipendente autorizzato. Gli ordinativi di riscossione conseguenti sono emessi con le modalità di cui al precedente comma. L Azienda autorizza, fin d'ora, la banca ad addebitare sul conto corrente l'importo degli assegni che gli venissero restituiti insoluti dopo l'accreditamento. La riscossione degli assegni e l eventuale riaddebito non comportano oneri per l Azienda. Per l incasso di assegni in valuta estera il cambio è quello del giorno di presentazione. L accredito avviene direttamente sul conto di cassa nello stesso giorno di consegna senza aggravio di spese e commissioni. Pag. 6 di 13

7 Tutti gli incassi, anche a mezzo assegno, devono essere accreditati nello stesso giorno nei conti dell Azienda accesi presso la Banca. I conti correnti postali, aperti per l'esazione dei proventi delle attività socio-sanitarie, sono intestati all Azienda, la firma di traenza è riservata alla Banca. I prelevamenti sono disposti dall Azienda, mediante richiesta scritta alla Banca. La Banca esegue i prelevamenti emettendo appositi assegni postali entro tre giorni dalla data di ricevuta dell'ordinativo e accredita gli stessi sui conti correnti dell Azienda. Art. 7 Pagamento delle spese I pagamenti sono eseguiti dalla Banca in base agli ordinativi di pagamento, individuali o collettivi, emessi dall Azienda, numerati progressivamente per ciascun esercizio e contenenti: l'esercizio e la data; le causali delle spese e gli estremi dei documenti che le giustificano; lo stato ai fini dell'imposta sul bollo; il cognome e nome o la ragione sociale; l'indirizzo o la sede; le eventuali persone autorizzate a rilasciare quietanze; gli importi da pagare; ogni eventuale altra precisazione riguardante le modalità di estinzione dei titoli; la firma di sottoscrizione prevista dal successivo articolo 11. L eventuale comunicazione ai creditori dell'emissione degli ordinativi è fatta a cura e spese dell Azienda dopo l'avvenuta consegna alla Banca. Nell'effettuare i pagamenti la Banca accerta l'idoneità del percipiente e acquisisce le quietanze nelle forme previste dalla legge. L Azienda può disporre, con apposita indicazione, che gli ordinativi di pagamento siano estinti con una delle seguenti modalità agevolate: Pagamento diretto al creditore, in tutti gli sportelli bancari della Banca; Accredito in conto corrente bancario/postale (codice IBAN), intestato al creditore; Accreditamento in conto corrente postale intestato al creditore, tramite relativo bollettino; Commutazione in assegno circolare non trasferibile da spedire al creditore a mezzo raccomandata con spese postali a carico del beneficiario, Vincolo, totale o parziale, a ordinativi di riscossione. Le eventuali commissioni applicate dal Tesoriere a carico dei beneficiari per pagamenti saranno pari a quanto offerto in sede di gara ed in ogni caso non potranno essere superiori ai seguenti importi rapportati al valore dell accredito: Per pagamenti inferiori/uguali a 1.000,00: nessuna commissione; Per pagamenti maggiori di 1.000,00 ed inferiori o uguali a 5.000,00: commissioni non superiori ad 3; Per pagamenti maggiori di 5.000,00: commissioni non superiori ad 5; L Azienda assicura la consegna degli ordinativi di pagamento alla Banca periodicamente e, di norma, non oltre il 24 dicembre, salvo i titoli relativi a coperture o a pagamenti aventi scadenza perentoria successiva o ad altri urgenti ed inderogabili pagamenti. Gli ordinativi di pagamento cartacei o digitali, accreditati o commutati ai sensi del presente articolo, si considerano pagati a tutti gli effetti. Le dichiarazioni di accreditamento o di commutazione sostituiscono le quietanze dei creditori, devono essere apposte o allegate al relativo titolo, recare gli estremi dell'operazione ed essere Pag. 7 di 13

8 sottoscritte dalla Banca. Per i pagamenti effettuati tramite conto corrente o bollettino postale vengono allegate le relative ricevute e per gli assegni circolari i talloncini "matrice". La Banca dispone i pagamenti nei limiti delle disponibilità dei conti correnti e delle anticipazioni di cassa non ancora utilizzate, come segue: entro il giorno della scadenza, se indicato nell'ordinativo o altrimenti noto; entro il primo giorno lavorativo successivo al ricevimento del titolo in caso di estinzione dell'ordinativo mediante quietanza diretta; entro il secondo giorno lavorativo successivo al ricevimento con le modalità di cui al 2 paragrafo, del presente articolo. I mandati di pagamento rimasti interamente o parzialmente inestinti alla data del 31/12 vengono riversati da parte della Banca sul conto di tesoreria salvo diverse disposizioni dell Azienda. Le eventuali penalità del ritardo dei pagamenti rispetto ai termini sopra indicati sono a carico della Banca. Le spese obbligatorie per legge, per contratto, o convenzionalmente considerate tali, devono essere pagate dalla Banca anche in assenza dell'ordinativo su presentazione di appositi elenchi o comunicazioni, debitamente sottoscritte. Questi versamenti consistono, in particolare, nel pagamento di: a) imposte e tasse statali, regionali o locali a titolo di acconto o di imposta, dovute direttamente o quale sostituto; b) contributi previdenziali, assistenziali e sociali a carico dell'azienda o dei dipendenti; c) diritti, canoni o contributi obbligatori, ivi compresi i canoni di concessione su beni altrui; d) rate di ammortamento di mutui e di altri prestiti; e) utenze fascicolate ed altro. Per ogni singolo pagamento eseguito senza ordinativo la Banca provvederà a trasmettere apposito documento cartaceo oppure lo renderà disponibile per l acquisizione informatica da parte dell Azienda. L Azienda emetterà gli ordinativi di pagamento conseguenti alle operazioni di cui al precedente comma entro 30 giorni a quello dell'operazione e comunque, non oltre il termine dell esercizio. Con cadenza settimanale la Banca trasmetterà all Azienda un elenco dei pagamenti eseguiti e non coperti da ordinativi o lo renderà disponibile per l acquisizione informatica. Art. 8 Pagamento degli emolumenti al personale dipendente, convenzionato e alle farmacie Gli emolumenti relativi al personale dipendente e convenzionato (Medici Medicina Generale, Pediatri Libera Scelta, Medici Continuità Assistenziale, Specialisti Ambulatoriali Interni) vengono messi in pagamento dalla Banca ai singoli beneficiari come segue: 1. Stipendi mensili personale dipendente e convenzionato con valuta al giorno 27 di ogni mese; 2. Stipendio di dicembre ed eventuale 13.a mensilità, di regola, con valuta 22 dicembre. Gli emolumenti relativi alle farmacie con valuta ultimo giorno lavorativo del mese. Pag. 8 di 13

9 Il pagamento degli emolumenti a favore del personale dipendente, del personale convenzionato e delle farmacie avviene secondo le seguenti modalità: - accreditamento sui conti correnti indicati dai beneficiari, accesi sia presso la Banca/Tesoriere che presso altre banche, (valuta di accredito compensata con la valuta di addebito, corrispondente al giorno di pagamento fissato dall Azienda); - riscossione diretta presso qualsiasi sportello della Banca/Tesoriere dalla data di pagamento. Se i giorni stabiliti sono festivi, i versamenti devono essere effettuati il giorno lavorativo antecedente. La trasmissione dei ruoli stipendiali (elenchi nominativi dei beneficiari riportanti le informazioni necessarie per consentire al tesoriere di procedere con i pagamenti) dovrà essere garantita tramite invio delle informazioni in formato elettronico (file prodotto dai gestionali dell Azienda) secondo modalità, da definire prima dell avvio effettivo del servizio, che garantiscano l affidabilità e la sicurezza. Tali flussi potranno essere inviati direttamente alla Banca a cura dei servizi competenti, previa apposita comunicazione dei nominativi delle persone incaricate a tale attività formalizzata alla Banca dal rappresentante legale dell Azienda. L invio ai beneficiari di eventuali cedolini paga o documenti simili sarà a cura e spese dell Azienda. La Banca è tenuta ad eseguire i pagamenti degli stipendi/emolumenti di cui al presente articolo senza addebito di commissioni e spese per i beneficiari. Sarà facoltà dell Azienda trasmettere con le modalità e alle condizioni di cui ai precedenti commi emolumenti diversi da quelli indicati al comma 1; nei predetti casi le date di pagamento verranno stabilite di volta in volta. Art. 9 Servizi di cassa interna e fondi operativi Per la gestione dei fondi operativi, potranno essere aperti appositi conti correnti presso la Banca alle medesime condizioni previste del presente capitolato speciale d appalto. Art. 10 Comunicazione dei soggetti con poteri di firma L Azienda si impegna a comunicare preventivamente al tesoriere con nota firmata dal direttore generale le generalità delle persone autorizzate a firmare titoli e le comunicazioni di cui agli articoli precedenti e, tempestivamente, le eventuali variazioni, nonché le firme in originale. Il tesoriere è tenuto a non dare esecuzione a titoli non muniti della firma di cui al presente articolo. In sede di attivazione dei documenti con firma digitale l azienda notifica al tesoriere l elenco dei firmatari autorizzati a sottoscrivere le reversali ed i mandati informatici, ovvero i flussi che li contengono. Art. 11 Documenti Informatici con Firma Digitale Gli ordinativi di pagamento, e quelli di riscossione, devono essere firmati e trasmessi in forma digitale. Pag. 9 di 13

10 Il sistema di interscambio documentale informatico deve essere naturalmente compatibile con il sistema contabile in uso all Azienda. La Banca dovrà pertanto organizzare di conseguenza il sistema e senza alcuna spesa per l Azienda, né di implementazione e gestione, né di hardware e software. Per l organizzazione e gestione dei flussi dei documenti elettronici scambiati tra Azienda e Banca (formazione, trasmissione, ricezione, controlli, messaggi di ritorno, sicurezza, conservazione, riproduzione e validazione dei documenti informatici) si farà riferimento alla normativa vigente in materia e alle regole tecniche approvate dall A.B.I.. Le specifiche modalità di organizzazione e gestione dei suddetti flussi saranno, comunque, definite e disciplinate in accordo tra le parti, in modo da garantire una piena ed efficiente interoperabilità. Dovrà, altresì, essere assicurata la conservazione informatica di detti atti per un periodo non inferiore ai dieci anni, oltre la possibilità di consultazione on line, senza costi a carico della stessa Azienda, indicando in offerta le relative modalità organizzative e di gestione. Art. 12 Sistema Informativo Del Servizio Bancario Il servizio di Banca viene gestito con strumenti informatici, secondo le modalità di cui ai successivi commi, al fine di consentire l interscambio con procedure informatizzate dei dati necessari al miglior funzionamento della gestione finanziaria e di contabilità generale, e quindi di bilancio, dell Azienda, garantendo servizi di home-banking. A tal fine la Banca dovrà assumere le necessarie informazioni sui sistemi informatici in uso all Azienda, sulle modalità di connessione necessarie per l interscambio del giornale di cassa, degli ordinativi di pagamento e di riscossione, nonché degli ordini di prelievo dai conti correnti postali e di altri dati e/o documenti. La Banca deve, pertanto, attivare il collegamento informatico con l Azienda garantendo la totale compatibilità, presente e futura, dei propri strumenti informatici dedicati alla gestione del servizio di banca, con quelli che l Azienda utilizza o potrà utilizzare nello stesso settore. Tutte le spese inerenti e conseguenti l installazione, configurazione, modifiche e manutenzione del collegamento sono a carico della Banca. La Banca organizza, a totale suo carico e presso di sé, tutte quelle attività informatiche di recepimento, controllo, aggiornamento e restituzione dei dati inerenti la gestione del servizio ritenute necessarie, nonché per consentire verifiche e interrogazioni sulla situazione dell Azienda. La Banca fornisce, entro le ore 9,00 del giorno successivo lavorativo, in via informatica, secondo i tracciati e le caratteristiche tecniche attualmente in uso, le informazioni analitiche necessarie all aggiornamento della contabilità generale dell Azienda, con riferimento, in particolare, a quelle relative alle somme incassate, ivi compresa l evasione degli ordini di prelievo dal c/c postale, all estinzione dei titoli di spesa con indicazione delle valute applicate ai beneficiari, ai pagamenti anticipati e ad ogni altra operazione effettuata sui conti e sottoconti di tesoreria. Qualora fossero necessarie modifiche ai tracciati utilizzati e/o di altro tipo, i costi per l aggiornamento del software aziendale saranno a carico della Banca. Le informazioni di cui al capoverso precedente sono rese distintamente per ciascun sottoconto in cui è articolata la struttura organizzativa dell Azienda. La Banca assicura, inoltre, la disponibilità, in tempo reale ed in via informatica, dei dati relativi alla situazione contabile, al saldo di cassa e all ammontare dei pagamenti relativi ai titoli già presi in carico dall Istituto medesimo, da effettuarsi il giorno successivo o in altra data, con separata evidenziazione dei pagamenti anticipati rispetto all emissione dei titoli di spesa. Pag. 10 di 13

11 Qualora l Azienda richieda dati ed informazioni che non siano già previste nelle attività di cui ai precedenti commi, i tempi per la fornitura o la messa a disposizione degli stessi, da rendere, comunque, gratuitamente, sono di volta in volta concordati con la Banca. Art. 13 Anticipazione di cassa Ai sensi delle vigenti leggi, in mancanza di disponibilità di cassa, la Banca è tenuta ad effettuare anticipazioni straordinarie di cassa nella misura massima prevista dalle vigenti leggi. L'anticipazione viene gestita direttamente attraverso i conti correnti aperti per le varie gestioni. Per i pagamenti ordinati dall Azienda o relativi a spese obbligatorie, la Banca, in assenza di fondi disponibili, utilizza l'anticipazione nella misura giornalmente necessaria, accertata in sede di chiusura delle operazioni di riscossione e di pagamento, senza bisogno d'alcuna ulteriore formalità. Alle operazioni di addebito in sede di utilizzo dell anticipazione, e di accredito, in sede di rientro, viene attribuita la valuta corrispondente alla giornata in cui viene effettuata l operazione. Il Tesoriere è obbligato a procedere di propria iniziativa per l immediato rientro totale o parziale delle anticipazioni non appena si verifichino entrate libere da vincoli. Art. 14 Rapporti di conto corrente Sulle giacenze di cassa è concesso il tasso offerto in sede di gara da parte della Banca aggiudicataria. La liquidazione degli interessi, sia a credito che a debito, avverrà trimestralmente. Contemporaneamente la Banca trasmetterà all Azienda l'apposito conto scalare. Gli accrediti e gli addebiti nel conto di tesoreria dovranno essere effettuati con le seguenti valute: per gli incassi su piazza: stesso giorno; per i pagamenti su piazza: stesso giorno; per gli incassi fuori piazza: stesso giorno; per i pagamenti fuori piazza: stesso giorno. Nel caso di operazioni che non danno luogo a movimento di denaro la valuta è compensata. Art. 15 Gestione Servizi Sociali e Gestione liquidatoria I contenuti del servizio oggetto del presente Capitolato riguardano la Gestione Sanitaria per la quale, ai sensi della normativa regionale vigente (combinato disposto art. 8 comma 1 e art. 10 comma 4 della L.R n. 55/1994.), è necessario garantire specifici e distinti conti di tesoreria. Il servizio è, inoltre, esteso alle medesime condizioni alla gestione delle attività di cassa e tesoreria della Gestione Liquidatoria area sanitaria della disciolta U.S.L. n. 13, per la quale dovrà essere istituito conto separato, ai sensi della relativa normativa statale e regionale vigente. Pag. 11 di 13

12 Art. 16 Acquisizione di servizi aggiuntivi Nell ambito dello sviluppo della collaborazione tra la Banca e l Azienda 8, i seguenti servizi aggiuntivi senza oneri per l Azienda, saranno valutati positivamente in sede di attribuzione dei punteggi qualità come da art. 6 del Disciplinare di gara: 1. borse di studio, contributi per studi e ricerche di interesse aziendale; 2. sponsorizzazioni per convegni, attività formativa, iniziative di promozione e comunicazione di servizi ULSS; acquisizione di tecnologia clinica e ICT; 3. acquisizione dispositivi digitali e servizi digitali nell erogazione delle attività dell Azienda ULSS (smart card individuale, telemedicina, etc.) 4. fornitura in comodato d uso gratuito di sistemi automatici di pagamento punti gialli ; Art. 17 Contributo di tesoreria Viene richiesto altresì un contributo economico per ogni anno di durata del contratto di cui trattasi, non a pena di esclusione dalla gara, che dovrà essere quantificato per ogni residente abitante nella Azienda nel 2014 e che verrà utilizzato per lo svolgimento dei fini istituzionali. Si precisa che i residenti nell anno 2014 risultano essere n Art. 18 Continuità del servizio Il servizio oggetto del presente Capitolato dovrà essere espletato con assoluta continuità. La Banca, pertanto, per nessuna ragione potrà sospendere o non eseguire, in tutto od in parte, le attività oggetto del servizio, pena la risoluzione del contratto. In caso di sciopero del personale, o di altre cause di forza maggiore (non saranno da considerarsi tali le ferie, le aspettative o le malattie), la Banca dovrà darne comunicazione scritta all Azienda, con opportuno preavviso. In caso di malattia e/o infortunio degli addetti al servizio in questione, la Banca dovrà assicurare in ogni caso la continuità e l efficienza del servizio. Art. 19 Controlli qualitativi periodici L Azienda potrà individualmente predisporre, in qualsiasi momento tutti gli accertamenti ed i controlli sulle modalità operative del servizio che si riterranno necessari, onde verificare l esatta rispondenza delle stesse a quanto stabilito contrattualmente. Art. 20 Sistema di monitoraggio e controllo I controlli si riferiranno agli standard qualitativi e quantitativi stabiliti dal presente Capitolato oltre a quelli dichiarati dalla Banca in sede di presentazione dell offerta di gara. I predetti controlli consistono nella verifica degli elementi essenziali del servizio al fine di valutare la rispondenza a quanto dichiarato/previsto. L'Azienda, per mezzo dei suoi referenti ed in presenza di un funzionario designato dalla Banca, ha la facoltà di verificare: Il rispetto dei Contenuti e Modalità di esecuzione del Servizio (art. 3); Pag. 12 di 13

13 Il rispetto di quanto previsto per la Riscossione delle entrate (art. 6); Il rispetto di quanto previsto in tema di Pagamento delle spese (art. 7); La corretta gestione del conto corrente (art. 14); La continuità del servizio (art. 18); Il rispetto delle procedure di sicurezza secondo quanto previsto dal D.Lgs. 81/2008 e ss.mm.ii.; Ogni altro onere a carico della Banca, secondo quanto previsto dal Capitolato. I monitoraggi del livello del servizio consistono nella verifica del risultato del Servizio nel rispetto di quanto stabilito nel presente Capitolato e saranno effettuati con la periodicità che verrà determinata dall Azienda. Gli esiti dei controlli verranno annotati su appositi verbali sottoscritti dai responsabili delegati al controllo dall Azienda, i quali, a rilevazione avvenuta, porranno la propria firma congiuntamente avvalorandone il risultato. Eventuali anomalie che non fossero prontamente risolte verranno segnalate all ufficio amministrativo competente per la formale contestazione e l eventuale applicazione delle penali e/o delle azioni di miglioramento necessarie. L attività di controllo prevista nel presente articolo sarà effettuata nel rispetto dei vincoli stabiliti dalla normativa specifica per le banche italiane. Art. 21 Contestazioni e penali Poiché il servizio contemplato è da ritenersi di pubblica utilità, la Banca per nessuna ragione può sospenderlo, effettuarlo in maniera difforme da quanto stabilito, eseguirlo in ritardo. Quanto sopra fatte salve le cause di forza maggiore. L Azienda farà pervenire alla Banca per iscritto, a mezzo raccomandata A.R. le osservazioni e le eventuali contestazioni e i rilievi conseguenti ai controlli effettuati dal proprio personale incaricato; comunicherà altresì eventuali prescrizioni, alle quali la Banca dovrà uniformarsi nei tempi che l Azienda indicherà. In caso di rilievo durante i controlli di non conformità l Azienda si riserva di applicare le penali come di seguito specificato: Penalità per non conformità rilevate con il sistema di controllo di risultato per mancato/errato pagamento degli emolumenti per cause imputabili alla Ditta: 500,00 massimi per ogni evento verificatosi ed eventuale addebito a carico della Banca delle relative sanzioni; per mancata esecuzione delle manutenzioni ordinarie/preventive rispetto a quelle programmate per le macchine riscuotitrici: 200,00 massimi per ogni evento verificatosi; per mancata esecuzione degli interventi entro 24 ore dal momento della segnalazione del guasto: 250,00 massimi per ogni giorno lavorativo di ritardo. Penalità per altre non conformità. L Azienda si riserva, inoltre, di applicare una penale, a seguito di violazioni inerenti al monitoraggio dei requisiti del Servizio che va da un minimo di 100,00 Euro ad un massimo di 500 Euro a seconda della gravità riscontrata, sulla base di un protocollo operativo concordato tra le parti prima dell avvio del servizio. Tutte le contestazioni ufficiali operate nei confronti della Banca saranno precedute da un riscontro dei fatti effettuato in contradditorio con il responsabile referente della Banca stessa o generando elementi oggettivi di presenza delle contestazioni. Pag. 13 di 13

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5 CONTRATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per persone fisiche che agiscono per scopi estranei all attività imprenditoriale o professionale) Mod.

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA IL SERVIZIO DI TESORERIA DELLO STATO TITOLO I ORDINAMENTO E FUNZIONI

INDICE PARTE PRIMA IL SERVIZIO DI TESORERIA DELLO STATO TITOLO I ORDINAMENTO E FUNZIONI INDICE Glossario PARTE PRIMA IL SERVIZIO DI TESORERIA DELLO STATO TITOLO I ORDINAMENTO E FUNZIONI Art. 1 - Articolazione del servizio di tesoreria dello Stato 16 Art. 2 - Vigilanza sul servizio di tesoreria

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*)

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*) CONTO CORRENTE WEBANK L offerta commerciale della Banca contempla prodotti, servizi e attività differenti che si contraddistinguono per specifiche caratteristiche (es. i prodotti contraddistinti dal marchio

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari)

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari) FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Informazioni sulla Banca Ordini di

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE Tutto quello che c è da sapere per comprendere meglio l estratto di conto corrente. In collaborazione con la Banca MPS e le Associazioni dei Consumatori: Acu Adiconsum

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Aggiornato al 05 novembre 2012 LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Barlassina Società Cooperativa Via C. Colombo, 1/3 20825 BARLASSINA (MB) Tel.: 036257711 - Fax: 0362564276 Email: info@bccbarlassina.it - Sito internet:

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

293,10 Non previsto. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto

293,10 Non previsto. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire, nemmeno orientativamente, il tipo o il numero

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express.

Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express. Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express. Regolamento Generale delle Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit,

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007 Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO - SANITARIA N. 8 Sede Legale: Via Forestuzzo, 41 Asolo (TV) Comuni: Altivole, Asolo, Borso del Grappa, Caerano di San Marco,

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO Allegato n. 2 alla delibera n. 11 del 12.12.05 SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO..., con sede in.., Codice

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio N. 165 del 6 Novembre 2013 News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi POS obbligatorio per esercenti di attività di vendita di prodotti e servizi, anche professionali (Articolo 15 commi

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE(U).0004509.09-06-2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015 Foglio informativo INTERNET BANKING INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811 Fax

Dettagli

Domanda di concessione dell assegno integrativo

Domanda di concessione dell assegno integrativo mod. Ass. integrativo COD. SR91 Domanda di concessione dell assegno integrativo (Art. 9, comma 5, della legge n. 223/1991) La presente domanda deve essere presentata per la concessione dell assegno integrativo.

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 569 DEL 28-08-2013 - CORPO DI POLIZIA LOCALE - OGGETTO: Canone per utilizzo Pos gsm della Cassa di Risparmio del

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

SERVIZIO DI OPERATIVITÀ TRAMITE FILIALI DI ALTRE BANCHE DEL GRUPPO UNIONE DI BANCHE ITALIANE

SERVIZIO DI OPERATIVITÀ TRAMITE FILIALI DI ALTRE BANCHE DEL GRUPPO UNIONE DI BANCHE ITALIANE DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI - (Titolo VI Testo Unico Bancario - D. Lgs. 385/1993) FOGLIO INFORMATIVO Il presente Foglio

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA Art. 1 - Oggetto Il presente disciplinare di gara ha per oggetto le norme di partecipazione alla successiva gara,

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard.

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard. YouCard, la prima carta in Italia che consente di personalizzare il codice PIN, è anche l unica carta al mondo che unisce la sicurezza delle carte prepagate, la semplicità delle carte di debito e la flessibilità

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Edizione 2 del 23/12/08

FOGLIO INFORMATIVO Edizione 2 del 23/12/08 FOGLIO INFORMATIVO Edizione 2 del 23/12/08 CONTO CORRENTE di CORRISPONDENZA Sez. I Informazioni sulla Banca Denominazione e forma giuridica: BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE Soc. Coop. per azioni Sede legate:

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ).

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). 1 ADESIONE A IOSI 1.1 Possono aderire al Club IoSi (qui di seguito IoSi ) tutti i

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia Normativa sulla Trasparenza Bancaria Foglio informativo sulle operazioni e servizi offerti alla clientela 5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Valconca

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli