IL CODICE DEL CONSUMO: Garanzia legale di conformità per i beni di consumo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL CODICE DEL CONSUMO: Garanzia legale di conformità per i beni di consumo"

Transcript

1 IL CODICE DEL CONSUMO: Garanzia legale di conformità per i beni di consumo Firenze, 2 Ottobre 2013 Avv. Felix Hofer Hofer Lösch Torricelli

2 Un Ringraziamento Particolare Dott.ssa Angela Tripodi Dott.ssa Federica Vittorio

3 Il Quadro Normativo di Riferimento

4 Quadro Normativo di Riferimento Direttiva 1999/44/CE del 25 maggio 1999 Recepita D.Lgs. 2 febbraio 2002, n. 24 (novella Codice Civile inserendo artt da bis a nonies) Codice Consumo (D.Lgs.206/2005, abroga artt da bis a noniese sostituisce con disciplina di cui agli artt )

5 La Direttiva 1999/44/CE -Indica come principale fonte di conflitti con i venditori la non conformità dei beni alle previsioni del contratto -Individua il venditore come responsabile diretto nei confronti del consumatore della conformità del bene al contratto - Sancisce diritto consumatore al ripristino gratuito conformità: - mediante riparazione o sostituzione a scelta, o - attraverso riduzione di prezzo o la risoluzione del contratto -Preclude alle parti di limitare o escludere diritti consumatore (per pregiudizio ad effettività tutela giuridica garantita).

6 Decreto legislativo n 206 Codice Consumo

7 Decreto legislativo n 206 Per l art. 128 la disciplina del Codice Consumo: -Riguarda vendita e contratti equiparati(permuta, appalto, somministrazione e finalizzati alla fornitura) -Relativamente a beni di consumo(= qualsiasi bene mobile, inclusi quelli da assemblare) da fabbricare o produrre -Intervenuti tra un venditore (= qualsiasi persona fisica o giuridica, pubblica o privata) nell'esercizio di attività imprenditoriale o professionale e un consumatore soggetto fisico.

8 Decreto legislativo n 206 Codice Consumo Art. 129 Garanzia di conformità

9 Decreto legislativo n 206 Per l art. 129 il venditore deve assicurare conformità dei beni alle previsioni del contratto, che si presume se essi: - idonei all uso normale per beni stesso tipo - conformi a descrizione e con caratt. identiche a quelle ind. - presentano qualità/prestazioni abituali per beni stesso tipo, da aspettarsi ragionevolmente in base a dichiarazioni fatte o contenute in etichette o materiale pubblicitario - idonei uso particolare voluto da consumatore, conosciuto e accettato da venditore.

10 D.Lgs n 206 Art. 129 Cause di esclusione garanzia di conformità: - Consumatore al momento del contratto conosceva difetti - O se non li poteva ignorare con uso di ordinaria diligenza - Li ha determinati con proprie istruzioni o materiali forniti N.B. Imperfezioni di installaz. = difetto di conformità, se questa prevista in contratto ed eseguita da venditore

11 Difetto di conformità conseguenze Art. 130 Codice Consumo Diritti del consumatore Riparazione Sostituzione

12 Difetto di conformità conseguenze Art. 130 Codice Consumo Diritti del consumatore - Ripristino conformità attraverso riparazione o sostituzione - Senza spese(spedizione, materiali, mano d opera), a scelta del consumatore e entro congruo termine - Limiteper riparazione o sostituzione: oggettiva impossibilità o eccessiva onerosità (= spese irragionevoli in relazione: valore bene, entità difetto, sussistenza rimedio alternativo senza inconvenienti notevoli per consumatore).

13 Alternative: Difetto di conformità conseguenze Art. 130 Codice Consumo Diritti del consumatore Riduzione prezzo oppure Risoluzione contratto

14 Difetto di conformità conseguenze Art. 130 Codice Consumo Diritti del consumatore Alternativa: riduzione prezzo oppure risoluzione contratto - Se riparaz. e sostituzione impossibili o eccessivamente onerose -Se venditore non esegue rip. o sost. entro il termine congruo -Se rip. o sost. eseguita ha arrecato notevoli inconvenienti Possibilità per venditore Dopo denuncia può offrire qualsiasi altro rimedio disponibile: - Ma deve attuare rimedio specif. richiesto (salvo rinuncia cons.), - In assenza richiesta rimedio spec., deve accettare scelta cons.

15 Difetto di conformità conseguenze Art. 130 Codice Consumo Diritti del consumatore - Limiti Riduzione prezzo - Importo della riduzione o somma da restituire devono tenere conto uso del bene Risoluzione contratto: - Se rimedi di riparazione o di sostituzione impossibili o eccessivamente onerosi, Difetti lievi NO risoluzione

16 Termini e Decadenze Art. 132 Codice Consumo Consumatore: obbligo di denuncia difetto Responsabilità venditore: obbligo di garanzia

17 Termini e Decadenze Art. 132 Codice Consumo - Responsabilità venditore difetto manifestatosi entro due anni da consegna del bene -Difetto apparso entro 6 mesi da consegnasi presume già presente a tale momento (salvo impossibilità o prova contraria) - Decadenza consumatoreda propri diritti in assenza di denuncia entro due mesi da scoperta - Azione(per difetti non occultati) prescritta entro 26 mesi da consegna bene

18 Tassatività garanzia di conformità Art. 134 Codice Consumo NULLO ogni patto di limitazione o di esclusione diritti consumatore anteriore a segnalazione difetto di conformità (nullità rilevabile solo dal consumatore o d ufficio). Limitazione convenzionale garanzia di conformità possibile per beni usati (ma mai per periodo inferiore ad un anno) Nullità clausole di soggezione contratto collegato a stato membro EU alla legge di paese terzo, ove privi consumatore delle garanzie previste dal Codice

19 Carattere sussidiario garanzia di conformità Art. 135 Codice Consumo - Disciplina Codice Consumo NON esclude o limita diritti del consumatore accordati da altre norme dell ordinamento - Per profili non coperti da disciplina Codice Consumo restano valide le disposizioni del Codice Civile in tema di contratto di vendita.

20 Aspetti Problematici 1. Natura e ambito di applicazione della garanzia di conformità 2. Rapporto tra disciplina «consumeristica» e diritto comune 3. Il concetto di conformità dei beni 4. La gerarchia dei rimedi offerti al consumatore 5. Obblighi del consumatore (termini e decadenze) 6. Sviluppi futuri.

21 1. Concetto e natura della garanzia di conformità Sul concetto di conformità diverse posizioni in dottrina: (i) (ii) (iii) Elemento essenziale del contratto come «effetto negoziale» - carenza determina NON inadempimento di obbligazione, MA violazione del contratto stesso. Obbligazione di consegnare beni conformi al contratto e corrispondenti esattamente alla volontà negoziale delle parti mancanza = inesatto adempimento (ma sbilancio a carico venditore per sistema prevenzione e controllo beni) Garanzia di conformità non autonoma rispetto obbligaz. di consegna, MA specificazione della stessa.

22 1.1. Natura garanzia di conformità Approccio Giurisprudenziale A fronte posizioni dottrinali differenziate la giurisprudenza sembra: - preferire approccio pragmatico/tradizionale, - affidarsi ad inquadramento nel sistema delle obbligazioni, - optare per una connotazione di specialità all interno delle obbligazioni facenti capo al venditore

23 1.1. Natura garanzia di conformità Approccio Giurisprudenziale Cassaz. civ. Sez. Unite, sent , n : «In tema di compravendita, il compratore non dispone - neppure a titolo di risarcimento del danno in forma specifica - di un'azione di esatto adempimento per ottenere dal venditore l'eliminazione dei vizi della cosa venduta, rimedio che gli compete soltanto in particolari ipotesi di legge(garanzia di buon funzionamento, vendita dei beni di consumo) o qualora il venditore si sia specificamente impegnato alla riparazione del bene».

24 1.1. Natura garanzia di conformità Approccio Giurisprudenziale Giudice di pace Milano Sez. VIII, : «l'art. 129 delinea gli obblighidel venditore di consegnare al consumatore beni conformial contratto di vendita (c.d. Garanzia di conformità)» Tribunale Genova Sez. I, «l art. 129 stabilisce l'obbligoper il venditore di consegnare all'acquirente -consumatore beni conformi al contratto di compravendita» (conforme, Trib. Genova Sez. I, )

25 1.1. Natura garanzia di conformità Approccio Giurisprudenziale Su posizioni identiche Trib. Bari, Sez. II, Sent., «secondo la disciplina della vendita dei beni di consumo dì cui agli art bis e ss. c.c. (oggi sostituita dagli art. 128 e ss. D.Lgs.n. 206 del 2005), il venditore ha l'obbligodi consegnare al consumatore beni conformi al contratto di vendita(art ter c.c.), restando perciò lo stesso responsabile in caso di difetto di conformità». (La decisione richiama come precedente in termini Tribunale Novara, sent. 648/2011).

26 1.2. Garanzia di conformità Ambito di Applicazione Opera solo per contratti con consumatore definito come segue: «la nozione deve essere interpretata restrittivamente, avendo riguardo al ruolo di tale persona in un contratto determinato, rispetto alla natura e alla finalità di quest'ultimo. Soltanto i contratti conclusi al fine di soddisfare esigenze di consumo privatodi un individuo rientrano nella disposizione di tutela del consumatore in quando parte considerata economicamente più debole» (cfr. Corte di Giustizia UE, sentenza ).

27 1.2. Garanzia di conformità Ambito di Applicazione Cass. civ. Sez. III, , n «ai fini dell'applicabilità del Codice del consumo, deve essere considerato professionista tanto la persona fisica, quanto quella giuridica, sia pubblica che privata, che utilizzi il contratto nel quadro della sua attività imprenditoriale o professionale. Perché ricorra la figura del professionista non è, pertanto, necessario che il contratto sia concluso nell'esercizio della attività propria dell'impresa o della professione, essendo sufficiente che esso venga posto in essere al fine dello svolgimento o per le esigenzedell'attività imprenditoriale o professionale».

28 1.2. Garanzia di conformità Ambito di Applicazione Cass. civ. Sez. VI - 1 Ordinanza, , n «Si definisce professionistala persona fisica, sia pubblica che privata, che utilizzi il contratto nell'ambito della sua attività imprenditoriale o professionale. In tal senso, dunque, non è necessario che il contratto sia posto in essere nell'esercizio dell'attività propria di impresa o della professione, essendo invero sufficiente che esso sia posto in essere per uno scopo connesso all'esercizio della predetta attività»

29 1.3. Garanzia di conformità Ambito di Applicazione Giurisprudenza di Merito Per definire la nozione di consumatore il quale abbia agito per scopi estranei all' attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta, occorre basare l'indagine non già sull'utilizzazione del beneo del servizio, costituente oggetto del contratto, bensì sull'utilizzazione del contrattostesso, per verificare se rientri nel quadro dell'attività anzidetta la conclusione di contratti del genere di quello in esame. (Tribunale Torino, Sez. II, sent., )

30 1.3. Garanzia di conformità Ambito di Applicazione Giurisprudenza di Merito «Al fine di qualificare la posizione soggettiva di consumatore, non basta il dato obiettivo del puro e semplice acquisto, ma occorre verificare che la finalità, concretamente perseguita attraverso tale acquisto, sia estranea all'attività professionale dell'acquirente» (Tribunale Milano, Sez. VIII, Ordinanza )

31 1.3. Garanzia di conformità Ambito di Applicazione Giurisprudenza di Merito «La qualità di consumatore deve riconoscersi al professionista (nella specie, avvocato) titolare di un contratto di conto corrente bancario, qualora le operazioni su di esso effettuate, connesse all'attività professionale, abbiano avuto un carattere talmente marginaleda indurre l'istituto di credito ad applicare comunque al correntista il trattamento e le condizioni previste per i consumatori» (Tribunale Torino, Ordinanza, )

32 1.3. Garanzia di conformità Ambito di Applicazione Giurisprudenza di Merito Clienti dei liberi professionisti = consumatori? «Questa definizione di professionista, così come quella di consumatore, fa riferimento all'esercizio dell'attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale che, nel nostro ordinamento, rispecchia distinzione tra imprenditore, artigiano e prestatore d'opera professionale. È evidente, quindi, che la disciplina del consumatore si applica anche al professionista prestatore d'opera intellettuale.. quale è il commercialista» (Trib. Salerno, Sez. II, )

33 2. Codice Consumo - Diritto Comune Garanzia di conformità direttamente stabilita dalla legge Con funzione sostitutiva per beni di consumo e assimilati, MA Non esclusiva per aspetti non direttamente disciplinati (che) Restano affidati a norme e strumenti del Codice Civile (in particolare per il contratto di vendita) Lascia integri e non limita altri diritti offerti al consumatore da altre norme dell ordinamento (N.d.A.: definizione forse un po «infelice» per l eccessiva genericità del riferimento).

34 2. Codice Consumo - Diritto Comune Disciplina consumeristica finalizzata a «un chiaro innalzamento della tutelain favore del consumatore, in quanto il nuovo concetto di difetto di conformità consente di colmare lacune di tutela non solo dal punto di vista quantitativo, ma anche con riguardo alla qualità del difetto», MA non preclude al consumatore di «.. chiedere il solo risarcimento del danno previsto dall'art c.c.», occorrendo però «che dimostri che il danno subito è una conseguenza del mancato adempimento del venditore». (così Tribunale Genova, Sez. I, sent )

35 2. Codice Consumo - Diritto Comune La giurisprudenza di merito ha ulteriormente chiarito che la disciplina consumeristica, «affiancandosialla normativa prevista dal codice civile in materia di garanzia del venditore per vizi della cosa venduta, ha introdotto, nei contratti aventi ad oggetto la cessione di beni in cui la controparte sia un consumatore, il nuovo concetto di garanzia per vizi di conformità». (così Tribunale Genova, Sez. I, )

36 2. Codice Consumo - Diritto Comune «L'art quater c.c.» [oggi Codice Consumo] «offre al consumatore, la scelta tra tre possibili rimedi: il ripristino della conformità mediante riparazioni e sostituzioni, la riduzione adeguata del prezzo o la risoluzione del contratto. Si tratta di una tutela rafforzataa vantaggio del consumatore, in quanto parte debole nella tipologia di contratti in questione, cui non sottendono le stesse regoledisciplinanti le ordinarie azioni di garanzia per i vizi della cosa venduta (artt ss. c.c.) e di risoluzione per inadempimento (artt e ss. c.c.), salva ovviamente l'integrazione della disciplina speciale con le norme comuniper quanto dalla prima non previsto» (così Trib. Bari, Sez. II, sentenza ).

37 2. Codice Consumo - Diritto Comune Art. 135/1 Codice fa salvi «i diritti che sono attribuiti al consumatore da altre norme dell'ordinamento giuridico» Art. 8/1 Dir. 1999/44 «lascia impregiudicato l'esercizio di altri diritti di cui il consumatore può avvalersi in forza delle norme nazionali» Il riferimento della Direttiva sembra da intendere a rimedi diversi da quelli speciali, mentre il Codice parrebbe ampliare la disciplina giuridica degli stessi rimedi con l aggiunta delle disposizioni di diritto comune, laddove più favorevoli.

38 2. Codice Consumo - Diritto Comune Quale significato concreto per la diversa formulazione italiana? - Azione di risoluzione per inadempimento (art cod. civ.)? - Eccezione di inadempimento (art cod. civ.)? - Sospensione esecuzione prestazione (ex art cod. civ.)? - Azioni di risoluzione o di riduzione prezzo (art cod. civ.)? (problema principio di buona fede) - Azione di risoluzione per difformità da campione (art. 1522)? - Risarcimento in forma specifica (art cod. civ.)? - Risarcimento danno per vizi (art cod. civ.)?

39 2. Codice Consumo - Diritto Comune Tribunale Bolzano, sent chiarisce: «Quanto alla domanda di risarcimento del dannoda difetto di conformità del bene di consumo va osservato come nulla in proposito stabilisce la disciplina di cui al d.lgs. 206/2005. Ne discende la necessità di ricorrere alla normativa codicistica sulla venditacompresa negli artt e ss. c.c. quale disciplina generale rispetto allo iusspeciale di cui al d.lgs. 206/2005. Ne deriva, rispetto alla domanda risarcitoria, l'applicazione dei termini decadenziali e prescrizionali di cui all'art c.c.»

40 2. Codice Consumo - Diritto Comune Cass. civ. Sez. II, sent , n «L'azione di risarcimento dei danni ai sensi dell'art cod. civ. non si identifica né con le azioni di garanzia» (art cc) «né con l'azione di esatto adempimento mentre la garanzia per evizione opera anche in mancanza della colpa del venditore l'azione di risarcimento danni che presuppone di per sé la colpa di quest'ultimo» (omissione della diligenza necessaria a scongiurare vizi) «può estendersi a tutti i danni subiti, non solo quindi a quelli relativi alle spese necessarie per l'eliminazione dei vizi accertati, ma anche a quelli inerenti alla mancata o parziale utilizzazione della cosa o al lucro cessante per la mancata rivendita del bene. Da ciò consegue che tale azione si rende ammissibile in alternativa ovvero cumulativamentecon le azioni di adempimento in via specifica, di riduzione del prezzo o di risoluzione del contratto medesimo».

41 2. Codice Consumo - Diritto Comune Anche per Trib. Modena Carpi, sent :«La tutela speciale non esclude la possibilitàdi chiedere il risarcimento del danno secondo la disciplina ordinaria». e il Giud. pace Bologna, sent , ha ritenuto che: «Al consumatore spetta l esercizio dell azione redibitoria o estimatoria oltre al risarcimento del dannosecondo quanto previsto dall art c.c.» mentre per Trib. Genova, Sez. I, ,«è pienamente ammissibile per il consumatore chiedere il solo risarcimento del dannoprevisto dall'art c.c. ma occorre che dimostri che il danno subito è una conseguenza del mancato adempimento del venditore ai rimedi previsti dall'art. 130 cod. consumo».

42 2. Codice Consumo - Diritto Comune - Acceso dibattito in dottrina circa l esatta articolazione dei rapporti di integrazione tra le due discipline - Sostanziale consenso su requisito conformità del bene come comprensivo vari profili di difettosità, quali: vizi materiali (art cc), mancanza di qualità (art cc), aliud pro alio, carenze di funzionamento (art cc) - Consenso anche su esclusione applicabilità: art cc (allocazione rischi per perdita bene per causa non imputabile al venditore) e art cc (obbligo di consegna bene «nello stato in cui si trovava al momento della vendita»).

43 3. La conformità dei beni - Sussiste se beni dotati di qualità e caratteristiche esposte nelle pattuizioni del contratto - Si presume in presenza dei parametri di cui all art. 129/2 - MA quale è la valenza dei parametri: - Elencazione tassativa o integrativa? - Presenza cumulativa o di alcuni parametri soltanto? - Presunzione semplice oppure.?

44 3. La conformità dei beni - Sussistenza requisiti di cui all art. 129/1 di norma non richiede presenza di elementi ulteriori (MA idoneità all uso sempre) - Quindi, art. 129/2 sembra svolgere funzione integrativa, anche per precisazione che si presume la conformità al contratto laddove, rispetto ai beni di consumo venduti, «coesistano» - OVE PERTINENTIle seguenti circostanze:.» - Dottrina dibatte natura presunzione : (a) presunzione legale ex art cc (per dispensa da onere probatorio, art cc)? (b) presunzione semplice ex art cc)? (c) nessuna valenza presuntiva per assenza presupposti art cc?

45 PROMEMORIA - Art cc: «Le presunzioni legali dispensano da qualunque prova coloro a favore dei quali esse sono stabilite. Contro le presunzioni non può essere data prova contraria, salvo che questa sia consentita dalla legge stessa». - Art cc: «Chi vuol far valere un diritto in giudizio deve provare i fatti che ne costituiscono il fondamento». - Art cc: «Le presunzioni non stabilite dalla legge sono lasciate alla prudenza del giudice, il quale non deve ammettere che presunzioni gravi, precise e concordanti. Le presunzioni non si possono ammettere nei casi in cui la legge esclude la prova per testimoni». - Art cc: «Le presunzioni sono le conseguenze che la legge o il giudice trae da un fatto noto per risalire a un fatto ignorato».

46 3. La conformità dei beni: Orientamenti giurisprudenziali Tribunale Foggia, ordinanza Ritiene: «il difetto di conformità vada presuntoogniqualvolta il bene non sia idoneo all uso particolare voluto dal consumatore, esplicitato ed accettato dal venditore» (in sede di reclamo si è censurato che in prime cure oltre «all esatta interpretazione» del significato delle pattuizioni contrattuali, si era trascurata la circostanza di una fornitura di un bene inutilizzabile per l uso al quale doveva essere destinato).

47 3. La conformità dei beni: Orientamenti giurisprudenziali Tribunale Genova Sez. I, L art. 129 «tutela il consumatore dai cd. vizi di conformità» e «.., quando applicato ad una compravendita avente ad oggetto un veicolo nuovo, impone di vendere un veicolo esente da vizi in assoluto. La garanzia legale. è, tuttavia, applicabile non a tutti i guastiche il veicolo potrebbe presentare, ma solo a quelli conseguenza di uno specifico difetto di conformitàesistente al momento del contratto, tra quanto dichiaratodal venditore o tra quanto ci si potrebbe ragionevolmente aspettareda un veicolo dello stesso tipo». (N.B.: nel corso del giudizio il Tribunale ha ammesso l assunzione di prova testimoniale)

48 3. La conformità dei beni: Orientamenti giurisprudenziali Tribunale Monza Sez. IV, Sent., Accerta dif. di conf. per mancanza qualità e prestazioni abituali - Da intendersi come «tutte le caratteristichele quali, senza incidere direttamente sull'attitudine del bene ad essere impiegato in conformità alla sua normale destinazione, concorrono a determinare il livello di qualità e le prestazioniriscontrabili in beni dello stesso tipo» - Considera anche periodi di mancato utilizzo - Riconosce congrua riduzione prezzo per Euro

49 3. La conformità dei beni: Orientamenti giurisprudenziali Tribunale Trieste, sentenza : - Accorda risoluzione del contratto per autovettura usata sfornita delle caratteristiche promesse (km percorsi in luogo di km esposti su display) - Non considera aliud pro alio, ma difetto di conformità - Nega rilevanza ad accettazione acquirente di dichiarazione venditore circa impossibilità di attestare km percorsi da veicolo usato - Considera clausola come vessatoria in quanto intesa a limitare azioni e diritti del consumatore - Accorda anche spese per passaggio di proprietà, ma nega restituz. prezzo perché non richiesta.

50 3. La conformità dei beni: Orientamenti giurisprudenziali Tribunale Trento, sent : La presunzione legale della preesistenza del difetto di conformità del bene non può ritenersi operante nell'ipotesi in cui il vizio riscontrato non avrebbe consentito alcun utilizzo dello stesso, diversamente da quanto realmente accaduto. La presunzione suddetta, pertanto, non opera in relazione al difetto del cambio automatico dell'autoveicolo riscontrato a distanza di sei mesi di utilizzo, poiché la esistenza di un tale vizio sin dall'origine avrebbe impedito la percorrenza di qualsiasi distanza.

51 3. La conformità dei beni: Tentando una chiave di lettura. Soluzione forse nei «Considerando» nn. 7 e 8 Dir. 1999/44: - per facilitare applicaz. principio di conformità al contratto utile introdurre presunzione relativa di conformità per situazioni più comuni (che non restringe il principio della libertà contrattuale) - in mancanza di clausole specifiche e in caso di applicazione clausola minima, elementi presuntivi consentono di determinare il difetto di conformità - elementi della presunzione sono cumulativi, MA circostanze del caso possono rendere inappropriato un particolare elemento (restando tuttavia applicabili i restanti).

52 4. Gerarchizzazione dei rimedi? Art. 3/3 Dir. 1999/44:«In primo luogoil consumatore può chiedere al venditore di riparare il bene o di sostituirlo, senza spese in entrambi i casi, salvo che ciò sia impossibile o sproporzionato». Trib. TN, sent : «L'art. 130 prevede che la riduzione del prezzo o la risoluzione del contratto sia possibile, solo ove il vendit. non abbia provvedutoalla riparazionein un termine congruo». Trib. GE, : «il compratorenon è libero nella scelta dei rimendida proporre al proprio dante causa, ma ha diritto a richiedere, in prima battuta, la riparazione o sostituzione del bene e solo in seconda battuta [ ] la riduzione del prezzo ovvero la risoluzione del contratto.

53 4. Gerarchizzazione dei rimedi? Tribunale Roma, Sez. III, sentenza Il caso: Sostituita una prima moto con una seconda anch essa con difetti di conformità attore chiede risoluzione contratto ex art Diritto consumatore/obbligo venditore a riparazione o sostituzione - MA«la legge non ha previsto un termine massimo a priori validoper tutti i beni né un termine a discrezione del consumatore; spetterà al Giudice, tenendo conto dei parametri normativi della natura del bene e dello scopo per il quale il consumatore l'ha acquistato, stabilire la congruità o meno del termine entro cui il venditore si è attivato». - Così equo contemperamento opposte esigenze. Accorda risoluzione e danni

54 4. Gerarchizzazione dei rimedi? Corte di Giustizia dell'ue (Sez. 1^), sent. 16 giugno 2011: «L art. 3, n. 2, della direttiva elenca i diritti che il consumatore può far valere nei confronti del venditore in caso di difetto di conformità del bene consegnato. In un primo tempo, il consumatore ha il diritto di esigere il ripristino della conformità del bene. Ove non sia possibile ottenere tale ripristino della conformità del bene, il consumatore può esigere, in seconda battuta, una riduzione del prezzo o la risoluzione del contratto. Quanto al ripristino della conformità del bene, il consumatore ha il diritto di esigere la riparazione del beneo la sua sostituzione, in entrambi i casi senza spese, a meno che la sua richiesta non sia impossibile da soddisfare o sproporzionata».

55 4. Gerarchizzazione dei rimedi? Su concetto senza spese La stessa sent CGUE aggiunge: Per art. 3, nn. 2 e 3 Dir. 1999/44/CE «il venditore è tenuto a procedere egli stesso alla rimozione di tale bene dal luogo in cui è stato installato e ad installarvi il bene sostitutivo, ovvero a sostenere le spese necessarie per tale rimozione e per l installazionedel bene sostitutivo. Tale obbligo del venditore sussiste a prescindere dal fatto che egli fosse tenuto o meno, in base al contratto di vendita, ad installare il bene di consumo inizialmente acquistato».

56 4. Gerarchizzazione dei rimedi? CG dell UE (Sez. 1^) sent : - gratuità del ripristino della conformità del bene un elemento essenziale della tutela garantita al consumatore da direttiva - tutela consumatore dal rischio di oneri finanziari che potrebbe dissuadere il consumatore stesso dal far valere i propri diritti - garanzia di gratuità esclude possibilità di rivendicazione econ. da parte del venditore nell esecuzione dell obbligo... di ripristino della conformità del bene oggetto del contratto - art. 3, n. 3, terzo c., Dir. garantisce una tutela effettiva, precisando che riparaz. e sostituz. vanno effettuate non soltanto entro un lasso di tempo ragionevole, ma altresì senza notevoli inconvenienti per il consumatore.

57 4. Gerarchizzazione dei rimedi? Voce discordante: Tribunale Modena-Carpi, sent : «Tale norma» [art 1519-quater], «nel delineare il quadro dei rimedi attivabili dal compratore a tutelare dei propri diritti, precisa che, in caso di difetto di conformità del bene, il consumatore -con priorità rispetto all'azione di riduzione del prezzo nonché a quella di risoluzione -ha diritto al ripristino di tale conformità mediante riparazione o sostituzione della cosa, che può chiedere al venditore di effettuare, senza spese ed a sua semplice scelta. Si tratta di previsione posta a tutela del consumatore, che è libero di scegliere tra i vari rimedi. Non si condivide l'interpretazione della norma, data da parte della dottrina, che sostiene l'esistenza di una gerarchia dei vari rimedi esperibili».

58 5. Termini e Decadenze Responsabilità per difetti di conformità: - Limitata a difetti riscontrati entro due anni dalla consegna - Implica obbligo di denuncia entro due mesi da scoperta (salvo occultamento o riconoscimento vizio dal venditore) - Richiede azione del consumatore entro ventisei mesi dalla consegna (se difetti non dolosamente occultati) Art. 132 Codice Consumo

59 PROMEMORIA Art Il venditore è responsabile, a norma dell'articolo 130, quando il difetto di conformità si manifesta entro il termine di due anni dalla consegna del bene. 2. Il cons. decade dai diritti se non denuncia al venditore il difetto di conformità entro il termine di 2 mesi dalla data in cui ha scoperto il difetto. La denuncia non è necessaria se il venditore ha riconosciuto l'esistenza del difetto o lo ha occultato. 3. Salvo prova contraria, si presume che i difetti di conformità che si manifestano entro 6 mesi dalla consegna del bene esistessero già a tale data, a meno che tale ipotesi sia incompatibile con la natura del bene o con la natura del difetto di conf. 4. L'azione diretta a far valere i difetti non dolosamente occultati dal venditore si prescrive, in ogni caso, nel termine di ventisei mesi dalla consegna del bene; il consumatore, che sia convenuto per l'esecuzione del contratto, può tuttavia far valere sempre i diritti di cui all'articolo 130, comma 2, purché il difetto di conformità sia stato denunciato entro due mesi dalla scoperta e prima della scadenza del termine di cui al periodo precedente.

60 5.1. Forma denuncia dei vizi Codice Consumo: NON richiede «requisiti di formalità» per la denuncia dei vizi di conformità Principi «libertà di forma» e «assicurazione elevato livello di tutela consumatore»: - Suggeriscono possibilità di utilizzare qualsiasi mezzo, purché idoneo allo scopo di rappresentare al venditore presenza di vizi o mancanza delle qualità dovute, senza esigenza di indicazioni puntuali ed analitiche. - Sufficiente esposizione generica e sommaria (con eventuale specificazione successiva)

La tutela dell acquirente nei contratti con causa di consumo.

La tutela dell acquirente nei contratti con causa di consumo. - Gabriele Gentilini - La tutela dell acquirente nei contratti con causa di consumo. Premessa Ambito di applicazione della nuova normativa La conformità al contratto La tutela del consumatore ====================================================

Dettagli

dei beni acquistati dai consumatori, e cioè i criteri di determinazione del contenuto dell obbligo, gravante sul «venditore»,

dei beni acquistati dai consumatori, e cioè i criteri di determinazione del contenuto dell obbligo, gravante sul «venditore», Non conformità del bene di consumo e responsabilità del venditore La nozione di vendita accolta dal Codice del consumo, comprende tutti i contratti di fornitura di beni di consumo: in primo luogo, dunque,

Dettagli

GUARDA CHE TI RIGUARDA!

GUARDA CHE TI RIGUARDA! GUARDA CHE TI RIGUARDA! GARANZIE POST-VENDITA Progetto finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico 1 Un po di storia Con l espressione garanzie post-vendita si intende il complesso di tutele che

Dettagli

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE Tutti i prodotti che compri da Apple, anche quelli non a marchio Apple, sono coperti dalla garanzia legale di due anni del venditore prevista dal Codice del Consumo (Decreto

Dettagli

La garanzia per i vizi nella vendita di diritto comune e di beni di consumo

La garanzia per i vizi nella vendita di diritto comune e di beni di consumo La garanzia per i vizi nella vendita di diritto comune e di beni di consumo Dott. Alessio Faccia www.alexpander.it Art. 1476 c.c. Obbligazioni del venditore: -Consegnare la cosa comperata -Fare acquistare

Dettagli

Questa pagina contiene le seguenti informazioni:

Questa pagina contiene le seguenti informazioni: I vantaggi della garanzia limitata Apple si aggiungono ai diritti previsti dalla normativa a tutela del consumatore applicabile nel tuo paese. Ai sensi degli articoli 128 135 del Decreto Legislativo n.

Dettagli

LA GARANZIA NEL D. LGS. 206/2005 La garanzia legale e la garanzia commerciale nella vendita di beni di consumo.

LA GARANZIA NEL D. LGS. 206/2005 La garanzia legale e la garanzia commerciale nella vendita di beni di consumo. LA GARANZIA NEL D. LGS. 206/2005 La garanzia legale e la garanzia commerciale nella vendita di beni di consumo. Indice Introduzione pag. 3 La garanzia in Italia pag. 4 Garanzia di conformità pag. 6 Che

Dettagli

S T U D I O M I S U R A C A, A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i S t u d i o l e g a l e / L a w F i r m

S T U D I O M I S U R A C A, A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i S t u d i o l e g a l e / L a w F i r m . OLANDA TUTELA DEL CONSUMATORE IN OLANDA di Avv. Francesco Misuraca www.smaf-legal.com Premessa La tutela del consumatore in Olanda da attuazione alle seguenti direttive, di contorno alla direttiva n.

Dettagli

Configura un'ipotesi di vendita di "aliud pro alio" quando l immobile, destinato ad abitazione, è privo del certificato di abitabilità

Configura un'ipotesi di vendita di aliud pro alio quando l immobile, destinato ad abitazione, è privo del certificato di abitabilità Pagina 1 di 5 Configura un'ipotesi di vendita di "aliud pro alio" quando l immobile, destinato ad abitazione, è privo del certificato di abitabilità La massima La vendita di immobile destinato ad abitazione,

Dettagli

VADEMECUM DELLA GARANZIA

VADEMECUM DELLA GARANZIA VADEMECUM DELLA GARANZIA Il contributo sul tema della garanzia è rappresentato da: - una relazione del nostro consulente Avv. Roberto Spreafico Studio legale Spreafico - un estratto da Il Sole 24 Ore del

Dettagli

Avv. Maurizio Iorio 2013

Avv. Maurizio Iorio 2013 Garanzia di legge e garanzia convenzionale sui prodotti venduti ai consumatori Avv. Maurizio Iorio Si conclude con questo elaborato, dedicato alla garanzia, la trilogia di tre articoli dedicata alle principali

Dettagli

LA GARANZIA NEI RAPPORTI TRA AZIENDE (B2B)

LA GARANZIA NEI RAPPORTI TRA AZIENDE (B2B) LA GARANZIA NEI RAPPORTI TRA AZIENDE (B2B) Avvocato Maurizio Iorio, presidente di ANDEC Seminario organizzato da ANDEC Martedì 17 giugno 2014 Milano, Confcommercio - Corso Venezia 47 Sala Turismo LA GARANZIA

Dettagli

d) Vendita di autoveicoli usati

d) Vendita di autoveicoli usati 208 La compravendita «la vendita di opera d arte con garanzia di autenticità, rivelatasi, poi, falsa, va inquadrata nella vendita di aliud pro alio, ovvero nell ambito dell errore vizio a seconda delle

Dettagli

La nuova disciplina in materia di garanzie nella vendita di beni di consumo. Nota esplicativa al Decreto legislativo n.

La nuova disciplina in materia di garanzie nella vendita di beni di consumo. Nota esplicativa al Decreto legislativo n. Ministero delle Attività Produttive Direzione Generale per l Armonizzazione del Mercato e la Tutela dei Consumatori Ufficio C3 Politiche Nazionali e Diritti dei consumatori La nuova disciplina in materia

Dettagli

CONTRATTO PER LA VENDITA ON LINE DI BENI DI CONSUMO

CONTRATTO PER LA VENDITA ON LINE DI BENI DI CONSUMO CONTRATTO PER LA VENDITA ON LINE DI BENI DI CONSUMO L acquirente dichiara espressamente di compiere l acquisto per fini estranei all attività commerciale o professionale esercitata. Identificazione dei

Dettagli

Ministero delle Attività Produttive

Ministero delle Attività Produttive Ministero delle Attività Produttive Direzione Generale per l Armonizzazione del Mercato e la Tutela dei Consumatori Ufficio C3 Politiche Nazionali e Diritti dei consumatori La nuova disciplina in materia

Dettagli

Le condizioni generali di contratto

Le condizioni generali di contratto Inserire testo Inserire testo Le condizioni generali di contratto Condizioni generali di contratto e clausole vessatorie: in particolare, la riserva di proprietà A cura dell Avv. Simona Cardillo CONDIZIONI

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Articolo 1 - Definizioni 1. Ai fini del presente contratto si intende per: - Produttore, la società Calligaris S.p.A. con sede a Manzano (UD) in via Trieste 12, P. IVA 05617370969;

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale... Presidente Avv. Bruno De Carolis Membro designato dalla Banca d'italia Prof. Avv. Giuliana Scognamiglio Membro designato dalla Banca

Dettagli

Supponiamo che. La garanzia B2B: forniture di beni o servizi vendita e appalto. parere legale. parere legale garanzia b2b di Maurizio Iorio

Supponiamo che. La garanzia B2B: forniture di beni o servizi vendita e appalto. parere legale. parere legale garanzia b2b di Maurizio Iorio parere legale garanzia b2b di Maurizio Iorio parere legale La garanzia B2B: forniture di beni o servizi vendita e appalto Nel caso di fornitura B2B vi sono due tipi di garanzia: una legale, quasi totalmente

Dettagli

INDICE SOMMARIO TITOLO III DEI SINGOLI CONTRATTI. Capo I DELLA VENDITA Sezione I Disposizioni generali

INDICE SOMMARIO TITOLO III DEI SINGOLI CONTRATTI. Capo I DELLA VENDITA Sezione I Disposizioni generali INDICE SOMMARIO Presentazione... Gli autori... Abbreviazioni delle principali riviste.... VII XI XXVII TITOLO III DEI SINGOLI CONTRATTI Capo I DELLA VENDITA Sezione I Disposizioni generali Art. 1470. Nozione...

Dettagli

- LA GARANZIA PER I VIZI NELLA COMPRAVENDITA E NELL APPALTO -

- LA GARANZIA PER I VIZI NELLA COMPRAVENDITA E NELL APPALTO - - LA GARANZIA PER I VIZI NELLA COMPRAVENDITA E NELL APPALTO - - Si tratta del sistema di tutele previsto in favore del compratore e del committente a fronte di ipotesi di inesatto adempimento da parte

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Premesse Le presenti Condizioni Generali di Vendita ( CGV ) disciplinano tutti gli attuali e i futuri contratti di vendita (ivi incluse le vendite effettuate nell ambito

Dettagli

Condizioni generali di vendita e consegna per contratti al di fuori del WebShop

Condizioni generali di vendita e consegna per contratti al di fuori del WebShop Condizioni generali di vendita e consegna per contratti al di fuori del WebShop 1. Concetti generali 1.1 Queste condizioni generali di vendita e consegna sono vincolanti, ove dichiarate applicabili in

Dettagli

Contratto per la vendita on line di beni di consumo

Contratto per la vendita on line di beni di consumo Contratto per la vendita on line di beni di consumo L Acquirente dichiara espressamente di compiere l acquisto per fini estranei all attività commerciale o professionale esercitata. Identificazione del

Dettagli

Procedimento di controllo Commissione Contratti

Procedimento di controllo Commissione Contratti Procedimento di controllo Commissione Contratti PARERE IN MATERIA DI CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Con la presente si comunica che, nell ambito del procedimento in oggetto, la Commissione Contratti di

Dettagli

LA PRELAZIONE IN AMBITO LOCATIVO IMMOBILI USO DIVERSO E USO ABITATIVO

LA PRELAZIONE IN AMBITO LOCATIVO IMMOBILI USO DIVERSO E USO ABITATIVO LA PRELAZIONE IN AMBITO LOCATIVO IMMOBILI USO DIVERSO E USO ABITATIVO Per prelazione si intende il diritto che taluno acquisisce, vuoi in virtù della legge, vuoi in un atto di autonomia privata, ad essere

Dettagli

INDICE. Prefazione... XIX

INDICE. Prefazione... XIX INDICE Prefazione... XIX 1 Il contratto preliminare... 1 1.1 Funzione ed effetti del contratto preliminare... 2 1.2 I requisiti formali del preliminare...... 3 1.2.1 e del relativo negozio risolutorio...

Dettagli

IL LAVORO DEI SOCI NELL IMPRESA

IL LAVORO DEI SOCI NELL IMPRESA IL LAVORO DEI SOCI NELL IMPRESA Il rapporto di lavoro Le implicazioni contributive Rapporto di lavoro Il socio prestatore d opera Il socio lavoratore Il socio amministratore della società Le collaborazioni

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI. infrastrutture ICT su misura

CONDIZIONI GENERALI. infrastrutture ICT su misura Reg. No: 9859 A UNI EN ISO 9001:2008 CONDIZIONI GENERALI 1) Oggetto. 1.1 Le presenti condizioni generali debbono intendersi valere per e vengono allegate a ogni contratto stipulato fra IFIConsulting srl

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [estensore] Finanziario. Fatto

IL COLLEGIO DI ROMA. [estensore] Finanziario. Fatto IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Avv. Bruno De Carolis... Dott. Comm. Girolamo Fabio Porta... Prof. Avv. Andrea Gemma... Prof. Avv. Raffaele Lener... Membro designato dalla Banca d Italia, che

Dettagli

Giudice di Pace di Napoli, sezione seconda sentenza del 23.3.2012 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice di Pace di Napoli Avv.

Giudice di Pace di Napoli, sezione seconda sentenza del 23.3.2012 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice di Pace di Napoli Avv. Giudice di Pace di Napoli, sezione seconda sentenza del 23.3.2012 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice di Pace di Napoli Avv. Felice Alberto D'Onofrio, II Sezione, ha pronunziato

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale..... Presidente Avv. Bruno De Carolis Membro designato dalla Banca d'italia Dott. Comm. Girolamo Fabio Porta.. Membro designato dalla Banca

Dettagli

CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 27 gennaio 2015, n. 1476

CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 27 gennaio 2015, n. 1476 CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 27 gennaio 2015, n. 1476 Svolgimento del processo La Corte d appello di Trieste, con la sentenza indicata in epigrafe, ha confermato, riunendo i giudizi, le tre sentenze

Dettagli

(1) Condizioni generali di contratto

(1) Condizioni generali di contratto (1) Condizioni generali di contratto Il sito web www.e-ryb.com (di seguito, Sito ), così come i prodotti ivi offerti e venduti, sono di proprietà di RYB di Ugo Coppari, con sede legale in Perugia (06123),

Dettagli

Sblocco di telefoni cellulari. a tutela del consumatore.

Sblocco di telefoni cellulari. a tutela del consumatore. questioni STRAGIUdizialI CONSUMATORI / GARANZIE Sblocco di telefoni cellulari e tutela del consumatore Vendita di telefoni cellulari manomessi, tutela del consumatore e natura informatico-giuridica della

Dettagli

Pagina 1 di 5. CONDIZIONI GENERALI DEL CONTRATTO DI VENDITA ON LINE e PRIVACY

Pagina 1 di 5. CONDIZIONI GENERALI DEL CONTRATTO DI VENDITA ON LINE e PRIVACY CONDIZIONI GENERALI DEL CONTRATTO DI VENDITA ON LINE e PRIVACY Le presenti condizioni generali disciplinano la vendita on line effettuata per il tramite del sito www.dreamscoach.it da parte di clienti

Dettagli

Coordinamento Nazionale Quadri Direttivi

Coordinamento Nazionale Quadri Direttivi Coordinamento Nazionale Quadri Direttivi TUTTO SUL DEMANSIONAMENTO (Parte 3 di 4) 6 IL DANNO ALLA PROFESSIONALITÀ L articolo 2103 cod. civ. afferma pertanto il diritto del lavoratore all effettivo svolgimento

Dettagli

Il danno da vacanza rovinata: vademecum per il consumatore. turista

Il danno da vacanza rovinata: vademecum per il consumatore. turista Il danno da vacanza rovinata: vademecum per il consumatore turista di Paola Vitaletti I GIORNI DI VACANZA VALGONO PIU DEGLI ALTRI recita uno spot pubblicitario. Ciò ormai è un dato acquisito anche sul

Dettagli

DELIBERA N. 65/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX BRAUT/TELECOM ITALIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA Riunione del Comitato Regionale per le

DELIBERA N. 65/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX BRAUT/TELECOM ITALIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA Riunione del Comitato Regionale per le DELIBERA N. 65/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX BRAUT/TELECOM ITALIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA Riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom

Dettagli

Cessioni. Verifica della soggettività passiva. del cessionario nelle cessioni intracomunitarie. intracomunitarie.

Cessioni. Verifica della soggettività passiva. del cessionario nelle cessioni intracomunitarie. intracomunitarie. Verifica della soggettività passiva del cessionario nelle cessioni «a catena» di Marco Peirolo L approfondimento L Avvocato generale, nelle conclusioni presentate in merito alla causa C-587/10, ha esaminato

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. Articolo 1 Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. Articolo 1 Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Articolo 1 Definizioni Ai fini del presente contratto si intende per: "Venditore", la società BBang S.r.l. (P.IVA 02716060302), avente sede a Tavagnacco (fraz. Feletto Umberto)

Dettagli

CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 22 gennaio 2015, n. 1169

CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 22 gennaio 2015, n. 1169 CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 22 gennaio 2015, n. 1169 Svolgimento del processo Il giudice del lavoro del Tribunale di Brescia accolse la domanda con la quale G.M. aveva chiesto la dichiarazione di illegittimità

Dettagli

Condizioni commerciali generali (AGB)

Condizioni commerciali generali (AGB) Condizioni commerciali generali (AGB) della Knauf AMF GmbH & Co. KG per forniture e prestazioni (01/2014) (1) Campo d applicazione (1.1) Tutte le nostre offerte, accettazioni di ordini e/o tutte le forniture

Dettagli

La garanzia delle auto

La garanzia delle auto La garanzia delle auto Ne abbiamo parlato tante volte,ma l evoluzione del concetto di garanzia per l auto fa fatica a essere compresa dagli acquirenti e dai Venditori, siano questi Concessionari o Venditori

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale amministrativo regionale per il Lazio, Roma, sez. I ter SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale amministrativo regionale per il Lazio, Roma, sez. I ter SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale amministrativo regionale per il Lazio, Roma, sez. I ter composto dai signori magistrati: Luigi Tosti Italo Volpe Maria Ada Russo Presidente

Dettagli

CONTRATTO DI ACQUISTO

CONTRATTO DI ACQUISTO CONTRATTO DI ACQUISTO L Acquirente dichiara espressamente di compiere l acquisto per fini estranei all attività commerciale o professionale esercitata. Identificazione del Fornitore I beni oggetto delle

Dettagli

Termini e Condizioni di Vendita

Termini e Condizioni di Vendita Termini e Condizioni di Vendita Identificazione del Fornitore I beni oggetto delle presenti condizioni generali sono posti in vendita dalla PASTICCERIA MOSAICO S.A.S. con sede in Aquileia, Piazza Capitolo

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TRENTOFRUTTA S.p.A.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TRENTOFRUTTA S.p.A. Ai sensi e per gli effetti degli artt.1469 bis e segg. c.c. le parti dichiarano che l'intero contratto ed ogni sua clausola è stato tra le stesse trattato e negoziato. 1. Ambito di validità - Natura del

Dettagli

LGB s.r.l. Via Romania, N 7 35127 PADOVA Z.I. ++39 049 6989310 ++39 049 6989313

LGB s.r.l. Via Romania, N 7 35127 PADOVA Z.I. ++39 049 6989310 ++39 049 6989313 Q10 All.04 rev.00 CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1 OGGETTO E AMBITO DI APPLICAZIONE DELLE PRESENTI CONDIZIONI GENERALI 1.1 Le presenti condizioni generali di vendita (CGV) disciplinano tutti gli ordini

Dettagli

Relazioni industriali trattenuta sindacale dell impresa: frana il modello Marchionne

Relazioni industriali trattenuta sindacale dell impresa: frana il modello Marchionne Relazioni industriali trattenuta sindacale dell impresa: frana il modello Marchionne Pubblichiamo di seguito nel testo integrale la sentenza della Corte di Cassazione nr. 13886/2012 con la quale sostanzialmente

Dettagli

Gli obblighi informativi del franchisor

Gli obblighi informativi del franchisor Gli obblighi informativi del franchisor La fase precedente la conclusione del contratto di franchising è particolarmente delicata, e per tale motivo ha costituito oggetto di attenta regolamentazione, sia

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA E DI UTILIZZO DEL SITO E-COMMERCE WWW.DEDGY.IT

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA E DI UTILIZZO DEL SITO E-COMMERCE WWW.DEDGY.IT CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA E DI UTILIZZO DEL SITO E-COMMERCE WWW.DEDGY.IT 1. PREMESSA 1. Le presenti Condizioni Generali di Vendita hanno per oggetto la definizione dei diritti e degli obblighi delle

Dettagli

IL COLLEGIO DI NAPOLI. - Prof. Avv. Ferruccio Auletta... membro designato dalla Banca d'italia

IL COLLEGIO DI NAPOLI. - Prof. Avv. Ferruccio Auletta... membro designato dalla Banca d'italia IL COLLEGIO DI NAPOLI composto dai signori: - Prof. Avv. Enrico Quadri... Presidente - Prof. Avv. Ferruccio Auletta... membro designato dalla Banca d'italia - Prof. Avv. Giuseppe Leonardo Carriero... membro

Dettagli

Tribunale di Torino Sezione Terza Civile Sentenza 8 11 dicembre 2007, n. 7797 Giudice Di Capua Ricorrente Dagati

Tribunale di Torino Sezione Terza Civile Sentenza 8 11 dicembre 2007, n. 7797 Giudice Di Capua Ricorrente Dagati Tribunale di Torino Sezione Terza Civile Sentenza 8 11 dicembre 2007, n. 7797 Giudice Di Capua Ricorrente Dagati Svolgimento del processo ed esposizione dei fatti Con atto di citazione in opposizione datato

Dettagli

IL TELEVISORE APPENA ACQUISTATO NON FUNZIONA?

IL TELEVISORE APPENA ACQUISTATO NON FUNZIONA? IL TELEVISORE APPENA ACQUISTATO NON FUNZIONA? INDICE 3 4 7 14 16 19 23 24 26 27 Il progetto Occhi Aperti! L iter normativo della garanzia dei beni di consumo Un po di storia Ambito di applicazione della

Dettagli

I VARI APETTI DI RESPONSABILITA DEGLI AMMINISTRATORI E DEI DIPENDETI DELL ENTE LOCALE

I VARI APETTI DI RESPONSABILITA DEGLI AMMINISTRATORI E DEI DIPENDETI DELL ENTE LOCALE I VARI APETTI DI RESPONSABILITA DEGLI AMMINISTRATORI E DEI DIPENDETI DELL ENTE LOCALE Art. 28 Cost. I funzionari e i dipendenti dello Stato e degli enti pubblici sono direttamente responsabili, secondo

Dettagli

Ancora sul risarcimento del danno da illegittima occupazione. perché in presenza di un procedimento annullato in sede giudiziale o per l infruttuosa

Ancora sul risarcimento del danno da illegittima occupazione. perché in presenza di un procedimento annullato in sede giudiziale o per l infruttuosa Ancora sul risarcimento del danno da illegittima occupazione Premessa La disciplina del risarcimento del danno arrecato dalla Pubblica Amministrazione, qualora la stessa avesse occupato aree di proprietà

Dettagli

Codice del consumo - Vizio strutturale di autovettura nuova - Eccezione di decadenza - Responsabilità del produttore e del venditore

Codice del consumo - Vizio strutturale di autovettura nuova - Eccezione di decadenza - Responsabilità del produttore e del venditore Codice del consumo - Vizio strutturale di autovettura nuova - Eccezione di decadenza - Responsabilità de Codice del consumo - Vizio strutturale di autovettura nuova - Eccezione di decadenza - Responsabilità

Dettagli

A P P R O F O N D I M E N T O

A P P R O F O N D I M E N T O A P P R O F O N D I M E N T O IL CONTRATTO DI COMODATO NOZIONE Il legislatore definisce il comodato come il contratto con cui una parte (c.d. comodante) consegna all altra (c.d. comodatario) una cosa mobile

Dettagli

L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 LA RESPONSABILITA CONTRATTUALE AI SENSI DEGLI ARTT. 1667 E 1668 C.C.

L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 LA RESPONSABILITA CONTRATTUALE AI SENSI DEGLI ARTT. 1667 E 1668 C.C. L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 La responsabilità dell appaltatore per i vizi e le difformità dell opera: la verifica e il collaudo Avv. Alessandro SCIOLLA LA

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice di Pace di Napoli Avv. Felice Alberto D Onofrio,II Sezione, ha pronunziato la seguente SENTENZA 10141/2012 nel procedimento incardinato con RG.N.84293/11,riservato

Dettagli

INDICE. Parte Prima INADEMPIMENTO E RESPONSABILITÀ NELL APPALTO IN GENERE CAPITOLO 1 VIZI E DIFFORMITÀ NELL APPALTO.

INDICE. Parte Prima INADEMPIMENTO E RESPONSABILITÀ NELL APPALTO IN GENERE CAPITOLO 1 VIZI E DIFFORMITÀ NELL APPALTO. INDICE Parte Prima INADEMPIMENTO E RESPONSABILITÀ NELL APPALTO IN GENERE CAPITOLO 1 VIZI E DIFFORMITÀ NELL APPALTO. ASPETTI GENERALI 3 1. L estensione della responsabilità dell appaltatore per i vizi e

Dettagli

Comitato Regionale per le Comunicazioni

Comitato Regionale per le Comunicazioni ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Comitato Regionale per le Comunicazioni DELIBERA n. 28/2013 TITOLO 1.10.21/400 1.10.4 LEGISLATURA IX Il giorno 19 aprile 2013 si è riunito nella sede

Dettagli

RECESSO ABUSIVO DAL CONTRATTO DI APERTURA DI CREDITO A proposito di ABF Roma, n. 5680/2013

RECESSO ABUSIVO DAL CONTRATTO DI APERTURA DI CREDITO A proposito di ABF Roma, n. 5680/2013 Marzo 2014 RECESSO ABUSIVO DAL CONTRATTO DI APERTURA DI CREDITO A proposito di ABF Roma, n. 5680/2013 Apertura di credito a tempo indeterminato Recesso della banca Mancanza idoneo preavviso Assenza di

Dettagli

Avv. Maurizio Iorio. Ci si chiede se sussista in capo ad un venditore l obbligo di mantenere disponibili per un certo

Avv. Maurizio Iorio. Ci si chiede se sussista in capo ad un venditore l obbligo di mantenere disponibili per un certo Avv. Maurizio Iorio Giugno 2011 1 Sull obbligo o meno per il venditore di mantenere la disponibilità delle parti di ricambio alla stregua della normativa italiana e di quella dei principali paesi europei

Dettagli

CONTRATTO TIPO DI LICENZA DI DESIGN

CONTRATTO TIPO DI LICENZA DI DESIGN CONTRATTO TIPO DI LICENZA DI DESIGN CONTRATTO TIPO DI LICENZA DI DESIGN 1 Con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto di legge tra XY, società di diritto italiano, con sede in via n iscritta

Dettagli

Tribunale di Milano Sez. XII, sentenza n. 11798 del 29 ottobre 2012, Giudice ORSENIGO *** ** ***

Tribunale di Milano Sez. XII, sentenza n. 11798 del 29 ottobre 2012, Giudice ORSENIGO *** ** *** FACTORING La legittimità della clausola contrattuale sulla revoca della garanzia del pro soluto nel caso di contestazioni, da parte del debitore ceduto, sulle forniture effettuate dal cedente a cura di

Dettagli

CIRCOLARE n. 8/T del 24 settembre 2002

CIRCOLARE n. 8/T del 24 settembre 2002 CIRCOLARE n. 8/T del 24 settembre 2002 ART. 15 DEL D.P.R. 29 SETTEMBRE 1973, N. 601. FATTISPECIE NEGOZIALI CONTENENTI CLAUSOLE CHE INFLUISCONO SULLA DURATA DELL OPERAZIONE DI FINANZIAMENTO. PROBLEMATICHE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA Federazione delle Associazioni Nazionali dell Industria Meccanica Varia ed Affine 20161 Milano Via Scarsellini 13 Tel. 02/45418.500 ric. aut. Telefax 02/45418.716 URL: http: / /www.ucif.net e-mail: info@ucif.net

Dettagli

III 4159, 10.6. 2011 (13.6.2011), GU

III 4159, 10.6. 2011 (13.6.2011), GU Tribunale di Torino, Sez. III Civile, n 4159, 10.6. 2011 (13.6.2011), GU Paola Ferrero. Appellante Real srl (avv. Arcudi), appellata Aurora spa e altri (avv. Fossati). Assicurazione RC Auto. Azione diretta

Dettagli

Sezione quarta La retribuzione del professionista. Questionario n. 4. 1. Cosa comprende la parcella dell avvocato?... Pag. 29

Sezione quarta La retribuzione del professionista. Questionario n. 4. 1. Cosa comprende la parcella dell avvocato?... Pag. 29 Sezione quarta La retribuzione del professionista Questionario n. 4 1. Cosa comprende la parcella dell avvocato?... Pag. 29 2. Possono essere derogati i minimi tariffari?...» 31 3. Quali sono le azioni

Dettagli

IL COLLEGIO DI MILANO

IL COLLEGIO DI MILANO IL COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente - Prof. Avv. Emanuele Cesare Lucchini Guastalla Membro designato dalla Banca d'italia (Estensore) - Prof.ssa Cristiana

Dettagli

SCUOLA FORENSE ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TREVISO INCONTRO DEL 30.09.2011

SCUOLA FORENSE ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TREVISO INCONTRO DEL 30.09.2011 SCUOLA FORENSE ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TREVISO INCONTRO DEL 30.09.2011 Gli indici della natura subordinata del rapporto di lavoro Relazione dell Avv. Paolo Valla * * * Traccia dei casi da trattare Controversia

Dettagli

1.3 Con l espressione Press Up S.r.l. si intendono il soggetto indicato in epigrafe ovvero il soggetto prestatore dei servizi di informazione.

1.3 Con l espressione Press Up S.r.l. si intendono il soggetto indicato in epigrafe ovvero il soggetto prestatore dei servizi di informazione. CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO 1. Identificazione della Press Up S.r.l. I servizi oggetto delle presenti condizioni generali sono offerti dalla Press Up s.r.l. con sede in Roma, Via Catone, 6 iscritta

Dettagli

IL COLLEGIO DI NAPOLI. - prof. avv. Giuseppe Leonardo Carriero...membro designato dalla Banca d'italia

IL COLLEGIO DI NAPOLI. - prof. avv. Giuseppe Leonardo Carriero...membro designato dalla Banca d'italia IL COLLEGIO DI NAPOLI composto dai signori: - prof. avv. Enrico Quadri..Presidente - prof. avv. Giuseppe Leonardo Carriero...membro designato dalla Banca d'italia - prof. avv. Giuseppe Conte...membro designato

Dettagli

Sul giudizio di equità dinanzi al giudice di Pace. Trib. Milano, sez. X civ., sentenza 6 febbraio 2014 (est. Damiano Spera)

Sul giudizio di equità dinanzi al giudice di Pace. Trib. Milano, sez. X civ., sentenza 6 febbraio 2014 (est. Damiano Spera) Sul giudizio di equità dinanzi al giudice di Pace Trib. Milano, sez. X civ., sentenza 6 febbraio 2014 (est. Damiano Spera) GIUDICE DI PACE PRONUNCIA SECONDO EQUITÀ CAUSE DI VALORE NON SUPERIORE AD EURO

Dettagli

Tale orientamento è stato espresso in ambito sia dottrinale, sia giurisprudenziale.

Tale orientamento è stato espresso in ambito sia dottrinale, sia giurisprudenziale. La Sezione I Civile del Tribunale di Milano, con la sentenza n. 10261 emessa in data 18 agosto 2014, ha affermato che l art. 3, comma 1, della c.d. Legge Balduzzi (Legge 8 novembre 2012, n. 189, Conversione

Dettagli

5. La forma ed il contenuto del contratto di lavoro part-time. Le sanzioni per il difetto di forma o di contenuto del contratto

5. La forma ed il contenuto del contratto di lavoro part-time. Le sanzioni per il difetto di forma o di contenuto del contratto 412 Successivamente, il CCNL del terziario, stipulato il 3 novembre 1994, accorpava il CCNL dei viaggiatori e piazzisti prevedendo espressamente l applicabilità della disciplina del part-time anche agli

Dettagli

Commento di Emanuela Dona

Commento di Emanuela Dona Preparazione universitaria ed inadempimento del fornitore Sentenza Tribunale Civile di Roma, Sez. VIII, 12 dicembre 2005, pubblicata il 14 dicembre 2005 Commento di Emanuela Dona Sono a tutti noti i messaggi

Dettagli

d appalto ai sensi degli artt. 1667 e 1669 del c.c. e di Alcune recenti sentenze della Suprema Corte offrono lo spunto per tracciare gli

d appalto ai sensi degli artt. 1667 e 1669 del c.c. e di Alcune recenti sentenze della Suprema Corte offrono lo spunto per tracciare gli Riflessioni in tema di responsabilità derivante dal contratto d appalto ai sensi degli artt. 1667 e 1669 del c.c. e di clausola arbitrale. Alcune recenti sentenze della Suprema Corte offrono lo spunto

Dettagli

Art. 1571 Nozione Art. 1572 Locazioni e anticipazioni eccedenti l'ordinaria amministrazione Art. 1573 Durata della locazione

Art. 1571 Nozione Art. 1572 Locazioni e anticipazioni eccedenti l'ordinaria amministrazione Art. 1573 Durata della locazione Art. 1571 Nozione La locazione è il contratto col quale una parte si obbliga a far godere all'altra una cosa mobile o immobile per un dato tempo (1572 e seguenti), verso un determinato corrispettivo (att.

Dettagli

Aspetti della vendita e delle garanzie dei beni di consumo

Aspetti della vendita e delle garanzie dei beni di consumo Aspetti della vendita e delle garanzie dei beni di consumo Guida al Decreto Legislativo 2 febbraio 2002, n. 24 (Attuazione della Direttiva CE n.44/1999) Premessa Il decreto legislativo 2 febbraio 2002,

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Avv. Bruno De Carolis..... Prof. Avv. Giuliana Scognamiglio Dott. Comm. Girolamo Fabio Porta... Membro designato dalla Banca d'italia, che svolge le funzioni di

Dettagli

DELIBERA N. 104/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA ADGMH ITALIA XXX / TELECOM ITALIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA Riunione del Comitato Regionale

DELIBERA N. 104/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA ADGMH ITALIA XXX / TELECOM ITALIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA Riunione del Comitato Regionale DELIBERA N. 104/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA ADGMH ITALIA XXX / TELECOM ITALIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA Riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Disposizioni di carattere generale 1. Il rapporto giuridico fra venditore (di seguito anche fornitore, Elektrisola Atesina o E.A. Srl) e compratore (in seguito Cliente) in

Dettagli

Condizioni generali di contratto della TAB Austria Industrie- und Unterhaltungselektronik GmbH & CoKG Haider Straße 40, A-4052 Ansfelden

Condizioni generali di contratto della TAB Austria Industrie- und Unterhaltungselektronik GmbH & CoKG Haider Straße 40, A-4052 Ansfelden Condizioni generali di contratto della TAB Austria Industrie- und Unterhaltungselektronik GmbH & CoKG Haider Straße 40, A-4052 Ansfelden 1. Validità delle condizioni di contratto Le seguenti condizioni

Dettagli

Nel ricordo del prof. Luigi Cariota Ferrara

Nel ricordo del prof. Luigi Cariota Ferrara Nel ricordo del prof. Luigi Cariota Ferrara INDICE Introduzione 1. La vendita di cose mobili tra contratto «commerciale» (o «di impresa») e contratto «di consumo».... 1 2. La frammentaria sovrapposizione

Dettagli

RAPPRESE TA ZA (diretta) Artt. 1387 ss.

RAPPRESE TA ZA (diretta) Artt. 1387 ss. 1 RAPPRESE TA ZA (diretta) Artt. 1387 ss. Regola: coincidenza tra soggetto (parte) in senso formale (autore dell atto) e soggetto (parte) in senso sostanziale (sulla sfera giuridica del quale si producono

Dettagli

- Prof. Antonella Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d'italia. - Prof. Emanuele Lucchini Guastalla Membro designato dalla Banca d'italia

- Prof. Antonella Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d'italia. - Prof. Emanuele Lucchini Guastalla Membro designato dalla Banca d'italia IL COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: - Prof. Antonio Gambaro Presidente (Relatore) - Prof. Antonella Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d'italia - Prof. Emanuele Lucchini Guastalla

Dettagli

VENDITA DI COSA ALTRUI. CONTRATTO PRELIMINARE DI VEN- DITA

VENDITA DI COSA ALTRUI. CONTRATTO PRELIMINARE DI VEN- DITA 191 ARGOMENTO VENDITA DI COSA ALTRUI. CONTRATTO PRELIMINARE DI VEN- DITA 1. Traccia Tizio, dopo aver preso contatto con Caio, intenzionato ad acquistare un immobile, che crede di Tizio, ma che in realtà

Dettagli

Condizioni generali di Acquisto Tower Automotive Italia

Condizioni generali di Acquisto Tower Automotive Italia I rapporti contrattuali tra il Fornitore e l impresa committente Tower Automotive (di seguito denominata Committente ) sono regolati dalle seguenti CONDIZIONI DI ACQUISTO, salvo quanto eventualmente diversamente

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Le presenti condizioni generali di vendita (di seguito le CGV ), ove non espressamente derogate per iscritto, regolano le vendite dei prodotti tra DTG srl. (di seguito la

Dettagli

VENDITA DI ELETTRODOMESTICI A DOMICILIO

VENDITA DI ELETTRODOMESTICI A DOMICILIO CONTRATTO TIPO di VENDITA DI ELETTRODOMESTICI A DOMICILIO 1 CONTRATTO DI VENDITA DI ELETTRODOMESTICI A DOMICILIO La Società...., con sede legale in, partita IVA. ed iscritta nel Registro delle Imprese

Dettagli

L inadempimento del venditore; i rimedi del compratore. lezione del 5 maggio 2012. S. Cherti S. Bulgarelli

L inadempimento del venditore; i rimedi del compratore. lezione del 5 maggio 2012. S. Cherti S. Bulgarelli L inadempimento del venditore; i rimedi del compratore lezione del 5 maggio 2012 S. Cherti S. Bulgarelli ART. 1492 Cod. Civ. In tema di compravendita, l'impegno del venditore di eliminare i vizi che rendano

Dettagli

L Acquirente dichiara espressamente di compiere l acquisto per fini estranei all attività commerciale o professionale esercitata.

L Acquirente dichiara espressamente di compiere l acquisto per fini estranei all attività commerciale o professionale esercitata. CONTRATTO TIPO PER LA VENDITA ON-LINE DI BENI DI CONSUMO L Acquirente dichiara espressamente di compiere l acquisto per fini estranei all attività commerciale o professionale esercitata. Identificazione

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE ROBERTA GANDOLFI s.r.l.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE ROBERTA GANDOLFI s.r.l. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE ROBERTA GANDOLFI s.r.l. La vendita dei prodotti della Roberta Gandolfi s.r.l. tramite il sito web htpp://www.robertagandolfi.com è rivolta esclusivamente ai consumatori,

Dettagli

Venezia, 9 gennaio 2015

Venezia, 9 gennaio 2015 Venezia, 9 gennaio 2015 Spett.le Compagnia assicurativa Sua Sede Trasmissione a mezzo e-mail Indennità di cessazione del rapporto dell agente Ho esaminato la previsione contrattuale dell accordo che regola

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/2007

CIRCOLARE N. 13/2007 PROT. n. 90575 ENTE EMITTENTE: CIRCOLARE N. 13/2007 Direzione dell Agenzia OGGETTO: Cancellazione di ipoteche ex art. 13, commi da 8-sexies a 8- quaterdecies, del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito,

Dettagli

IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI

IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI corecom comitato regionale per le comunicazioni ATTI 1.21.1 2012 239/GU14 IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI Deliberazione n. 56 del 21 ottobre 2013 Sono presenti i componenti del Comitato: ZANELLA

Dettagli