Non è stato tutto facile.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Non è stato tutto facile."

Transcript

1

2 PEGASO GROUP è la casa che ospita chi ha condiviso una deontologia professionale, che ha radici nella tradizione e ha dato un significativo contributo affermandosi in modo così determinante in Italia e all estero. Una squadra che dal 2001 ad oggi è impegnata a sviluppare e ottimizzare le proprie competenze professionali, orgogliosa di aver conseguito due attestazioni che premiano l impegno e la qualificano fra le persone per bene : Rating di legalità, attribuito dall Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (**+); Certificazione ISO 9001:2008, relativamente a: o Direzione lavori; o Coordinamento sicurezza in fase di esecuzione e progettazione; o Servizi di controllo ambientale in fase di realizzazione; o Project & amp; construction management consulting; o Servizi di progettazione per il settore dei trasporti a guida vincolata ; o Erogazione di servizi informatici; o Servizio di prevenzione e protezione. Il modello organizzativo e di erogazione dei servizi, certificato, è la architettura del progetto e sviluppo della nostra Piattaforma Genesis, quale strumento utile per la gestione di tutte le informazioni dell opera, creando un legame trasparente e in tempo reale con gli organi di controllo. Non è stato tutto facile. l entusiasmo iniziale e, inutile negarlo, la consapevolezza delle complessità e correlazioni con i vari soggetti impegnati nella realizzazione di una grande opera sono stati messi a dura prova. Non è stato facile tener fede al nostro motto: tempi e costi del progetto sono i nostri obiettivi, ma riteniamo di esserci finora riusciti. È stato per noi un privilegio partecipare ai lavori: Nuova tratta AV Milano Bologna; Nuova tratta autostradale Catania Siracusa; Nuova tratta autostradale BreBeMi (Brescia Bergamo Milano); Nodo AV di sottoattraversamento di Firenze e nuova stazione; Maxi lotto 1 del quadrilatero Marche-Umbria. E così contiamo di continuare Con Competenza, Dignità, Serietà e Orgoglio Professionale.

3 PEGASO INGEGNERIA Consiglio d amministrazione CdA SISTEMA INGEGNERIA Consiglio d amministrazione CdA PRESIDENTE G. Giotto DIREZIONE TECNICA A. Pagano SISTEMA INGEGNERIA AMMINISTRATORE DELEGATO E. Pagnoni RAPPRESENTANTE DIREZIONE QUALITA E SICUREZZA B. Meucci AMMINISTRATORE DELEGATO E. Pagnoni PRESIDENTE M. Agnoletti DIREZIONE TECNICA G. Tomaiulo DIREZIONE TECNICA R. Baldini Team di Commessa UFFICIO GESTIONE SISTEMA QUALITÀ E SICUREZZA F. Gianola B. Meucci Team di Commessa Servizi DL / CSE Team di Commessa Servizi di progettazione DL SICUREZZA AMBIENTE RSPP A. Mencoboni DL SICUREZZA AMBIENTE INFORMATION TECHNOLOGY A. Lioi SERVIZIO PIATTAFORMA GENESIS OnTime Consiglio d amministrazione CdA DIREZIONE COMMERCIALE AMMINISTRATIVA E. Pagnoni PRESIDENTE E. Pagnoni RESPONSABILE SERVIZIO F. Tosi SERVIZI GENERALI SG C. Pagnoni B. Meucci HUMAN RESOURCES HR C. Pagnoni COMMERCIALE GARE CG R. M. Costantini

4 Dall esperienza maturata nell attività rivolta alla realizzazione di grandi infrastrutture dell ultimo ventennio: - linee metropolitane di Milano - linea 1 (prolungamenti), - linea 2, - linea 3, - Passante Ferroviario di Milano, - Sistema aeroportuale italiano, nasce nel 2000 la Società Pegaso Ingegneria s.r.l PEGASO INGEGNERIA

5 I SOCI FONDATORI Luciano Arosio: ingegnere della Metropolitana Milanese, ha maturato un importante esperienza sia nella progettazione sia nella Direzione dei Lavori. Giancarlo Giotto: ingegnere dell ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile), ha svolto numerosi incarichi in qualità di: Direttore dei Lavori, Ingegnere Capo, Alta Sorveglianza, Collaudatore, consulente specialistico nella Progettazione di Opere di Ingegneria Civile. Emidio Pagnoni: architetto che ha maturato l esperienza professionale, prima come libero professionista quindi come dirigente della Metropolitana Milanese, nell ambito sia della Direzione dei Lavori sia del Project Control. 8 9

6 Nell arco di questi anni, il nucleo societario è andato progressivamente arricchendosi fino a raggiungere l attuale corpo: un gruppo di tecnici che porta avanti l operato di PEGASO in un ottica condivisa. La consapevolezza dell importanza di una gestione comune degli aspetti di qualità, di sicurezza e di protezione ambientale, di etica e responsabilità sociale nel campo della progettazione e della Direzione Lavori, la volontà da parte della Direzione di sensibilizzare sull argomento il personale e la possibilità così concessa di una maggiore libertà organizzativa, portano alla creazione di un unica struttura che si occupi di tali aspetti. Dal febbraio 2001, il consorzio Cepav Uno, General Contractor della tratta ad Alta Velocità Milano-Bologna, ha affidato a PEGASO INGEGNERIA l incarico di Direzione dei Lavori e Coordinamento in materia di Sicurezza e di Salute in fase di esecuzione dei seguenti Lotti: Lotto Costruttivo 1.1: da pk a pk km (provincie di Milano e Lodi) Lotti Costruttivi 3.1 e 3.2: da pk a pk km (provincia di Reggio Emilia) Lotti Costruttivi 4.1, 4.2, 4.3: da pk a pk km (provincie di Modena e Bologna) Lotti costruttivi 6.1, 6.2 e 6.A: Impianti Tecnologici e di Segnalamento della nuova linea ferroviaria e della tratte della linea storica interessate. Lotto costruttivo 5 (2007): Armamento ferroviario di tutta la tratta MI-BO

7 Dal febbraio 2005, l Impresa Pizzarotti & C S.p.a C.G. dell opera di completamento del tratto stradale Catania - Siracusa con caratteristiche autostradali, compreso fra le località Passo Martino, lungo l asse dei servizi della città di Catania ed il Km della SS 114, ha affidato a PEGASO INGEGNERIA l incarico del Coordinamento in materia di Sicurezza e di Salute in fase di esecuzione. Dall ottobre 2006 la SOCIETA PEGASO Ingegneria svolge l incarico di Coordinamento in materia di Sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione per la realizzazione della nuova acciaieria del Gruppo Arvedi di Cremona. Il progetto di costruzione del nuovo impianto è consistito nella realizzazione di capannoni industriali e nell esecuzione di montaggi di macchine e impianti connessi alla realizzazione di linee di produzione quali forni, colata continua, laminatoio, torri di raffreddamento e recupero acque, impianti di trattamento fumi, sottostazione elettrica e impianti minori annessi. Dall Aprile 2008 PEGASO INGEGNERIA è impegnata nel Project Management (Ingegneria di dettaglio, gestione degli acquisti e supervisore della costruzione) del progetto di ristrutturazione ed ampliamento dei campi di Mboundi Ekouakouala per il personale di Eni Congo nella Repubblica del Congo (Brazville). Cliente: Eni Congo/Snamprogetti. Dal 14 luglio 2006 il Sistema di Gestione di PEGASO viene certificato dal Boureau Veritas Italia S.p.a.- Divisione BVQI e giudicato conforme alla norma ISO 9001:2000. Il 18 luglio 2008 è stata effettuata la visita di mantenimento da parte di Boureau Veritas Italia S.p.a.- Divisione BVQI con esito positivo

8 La PEGASO INGEGNERIA s.r.l. offre servizi di Architettura, Ingegneria Civile che, in sintesi, possono riassumersi nelle seguenti attività tecnico-professionali: Direzione lavori e collaudi tecnico-amministrativi per opere di architettura ed ingegneria civile; Coordinamento in fase di progettazione ed esecuzione della Sicurezza in ambito privato e pubblico; Verifica e sorveglianza diretta del cantiere, anche giornaliera, con impiego di personale specializzato a supporto della D.L. e delle imprese esecutrici; Project control management; Computi metrici estimativi, capitolati d appalto, elenco prezzi e contratti; Misurazioni topografiche per l architettura e l ingegneria civile; Assistenza ai collaudi tecnico-amministrativi, per opere Pubbliche e Private; Progettazione definitiva, esecutiva e costruttiva: per opere Pubbliche e Private, in ambito civile, industriale, commerciale e specialistica civile in ingegneria ed architettura; Misura e contabilità dei lavori, per opere Pubbliche e Private; Consulenze aeronautiche; Illustrazione digitale ad alto realismo, rendering, fotoinserimenti ed animazione 3D a supporto di progetti d architettura, d ingegneria civile e di urbanistica

9 Nel campo aeronautico la PEGASO INGEGNERIA è presente nei settori di pianificazione e progettazione. In particolare vengono svolte le seguenti attività: Pianificazione aeroportuale (master plan), progettazione e studi di fattibilità per piste di volo, eliporti, elisuperfici, aviosuperfici; Audit e verifiche conformità standard ICAO ENAC delle infrastrutture aeroportuali (piste, strip area, R.E.S.A., ecc.) Rilevamento, elaborazione e gestione dati, ricerca e sviluppo di modelli matematici e statistici con particolare riferimento all impatto ambientale degli aeroporti (INM, EDMS, SMS, Risk assesment, ecc.); Studi di mitigazione, risanamento e protezione ambientale (impatto acustico, atmosferico, smaltimento fluidi de ice-anti ice, pulizia pista e piazzali); Partecipazione ai lavori delle commissioni aeroportuali; Formazione tecnico-operativa per operatori aeroportuali e tecnici aeronautici; Partecipazione organismi delegati alla Security e alla Safety aeroportuale, consulenza ed assistenza per conformità Annesso 14 ICAO, Legge ex 58/63, nuovo Codice della Navigazione, normativa JAA e direttive UE; Audit e drills per Security aeroportuale, Safety con verifiche periodiche per sistemi ed impianti operativi di terra e di volo; Valutazione e pianificazione third part risk Piano Rischio Terzi (Public Safety Zone) nell intorno aeroportuale; Consulenze e analisi Allerta - Rischio Impatto volatili Pronto intervento,task force e Team di controllo periodico per fronteggiarlo; Consulenza peritale su aeromobili e loro parti; Consulenza tecnica post incidentale. Sia per la pianificazione aeroportuale che per l analisi dell impatto acustico degli aeroporti in esercizio la PEGASO INGEGNERIA provvede allo studio delle rotte, delle procedure di avvicinamento e decollo, ai rilevamenti fonometrici, a modellazioni nelle varie ipotesi di interventi per la loro ottimizzazione onde ottenere con il miglior rapporto costi-benefici il conseguimento degli obiettivi ambientali previsti dalle norme. Per la Safety aeroportuale la valutazione dei rischi avviene non solo attraverso una verifica del rispetto degli aspetti normativi legati alla sicurezza intrinseca di ogni singola infrastruttura (approccio storico, liste di controllo, indici di rischio), ma più in generale con studi di sicurezza per impianti industriali mediante l applicazione di metodologie consolidate per l analisi dei rischi, quali l analisi di operabilità (Hazard and Operability Studies), l FMEA (Failure Mode Effect Analysis), la What If, la Safety Review, l analisi probabilistica degli eventi (albero dei guasti o Fault Tree) e delle loro conseguenze (albero degli eventi o Event Tree)

10 C O N T C O N T R A D A R A G N O L A STRUTTURA ORGANIZZATIVA 42 Dipendenti 3 Collaboratori 6 Dirigenti 6 Quadri 30 Impiegati 31 Laureati 20 Ingegneri 6 Architetti 1 Biologo 1 Lettere Moderne 1 Sc. Beni Culturali 1 Economia 2 Geologi 1 Dott. Scienze Pol. 11 Diplomati 1 Ingegneri Senior 1 Ingegnere 1 Diplomato C O N T R A D A R A G N O L A 18 19

11 La competitività, la qualità delle Risorse Umane, nonché la soddisfazione del cliente e degli stekolder (parti interessate) in generale, sono i Valori che la Direzione della PEGASO INGEGNERIA coltiva, per garantirsi un miglioramento continuo della propria posizione nel mercato dei Servizi di Ingegneria ed Architettura. I principali fattori che concorrono al successo, cioè all aumento della competitività nei mercati, sono sostanzialmente riconducibili a due diversi focus: LA METODOLOGIA OPERATIVA Analisi del problema e PLAN pianificazione delle attività Riesame e correzione ACT DO Implementazione di quanto pianificato CHECK Controllo e verifica dei risultati 1) La maggior efficienza interna: intesa come capacità dell Organizzazione di dare risposte al Cliente e alle parti interessate, nei tempi e nei modi pattuiti, adattandosi con flessibilità ai diversi mutamenti organizzativi che il mercato richiede; 2) La capacità di offrire prodotti e servizi a valore aggiunto, capaci di distinguersi da quanto presente nel mercato. La volontà della Direzione di implementare un Sistema di gestione Qualità conforme alla norma ISO 9001:2000 è stato il primo passo che PEGASO ha effettuato nel 2006 per garantire una pianificazione e monitoraggio dei Processi, al fine di proporre al Cliente l immagine di una Società strutturata, capace di gestire i propri Servizi/prodotti con logiche manageriali. L intenzione di estendere tale sistema agli altri processi aziendali nasce dalla volontà di implementare nuovi Servizi da Certificare (Coordinamento per la Sicurezza in Fase di Progettazione, attività di Monitoraggio Ambientale, Project Control etc.), in linea con quanto richiesto dai nuovi Bandi di Gara per Opere di una certa complessità. Inoltre, la consapevolezza della responsabilità di proporre al mercato un prodotto sempre più completo, che coniughi Qualità, Sicurezza e Ambiente, in una visione integrata del processo di erogazione del Servizio stesso, si sviluppa attraverso una logica interna di maggior efficacia/efficenza della gestione delle risorse e in una logica esterna in termini di approccio all erogazione dei Servizi forniti, con una maggiore sensibilità alle problematiche di Salute e Sicurezza sui luoghi di lavoro e riduzione degli impatti ambientali

12 Un altra azione che la Direzione Aziendale ha fortemente voluto è la creazione di un Modello Organizzativo di Prevenzione Reati (MOPR), così come previsto dal D.Lgs. 231/2001 e s.m.i., in una logica integrata con il futuro Sistema di Gestione Integrato Qualità e Ambiente. La Volontà di arrivare alla gestione dei Servizi secondo le tipiche logiche delle Aziende manifatturiere, ed in particolare del Settore Costruzioni, attraverso l introduzione del ruolo di Responsabile Gestionale Commessa, disgiunto dai tradizionali ruoli professionali di Progettista e Direttore Lavori, fa si che l implementazione di un MOPR integrato in una logica sistemica dia maggiore valore all erogazione del Servizio, ed una maggiore tutela alla struttura Aziendale nel perseguire la propria Mission. Quanto fino ad ora enunciato non va letto come l insieme degli adempimenti legislativi che ogni Società deve soddisfare, ma come l implementazione attraverso l applicazione di Norme volontarie, riconosciute a livello internazionale (ISO 9001 e ISO 14001) di uno strumento di direzione volto ad assicurare una corretta gestione dei processi erogati. Ovviamente il tutto è legato al raggiungimento dei seguenti risultati: - margini di redditività (ROE, ROI, MOL); - pagamento di minori premi Assicurativi; - crescita delle risorse umane; - soluzioni di partnership con soggetti esterni; - attenzione alla Progettazione, Ricerca e Sviluppo di nuovi prodotti o tecnologie da proporre al Mercato e alla Parti interessate. La capacità di un Sistema/Organizzazione di raggiungere gli obiettivi pianificati deriva dall impegno e dal coinvolgimento di tutte le funzioni aziendali e soprattutto della Direzione. Si riportano di seguito due grafici sintetici sui fattori umani che influenzano i Sistemi e sul concetto di Rischio nell accezione più ampia del termine: economico, finanziario, ambientale, sicuristico. ELEMENTI CHE INFLUENZANO IL SISTEMA RAPPORTO TRA GLI ELEMENTI COSTITUTIVI 22 23

13 C O N T R A D A R A G N O L A C O N T C O N T R A D A R A G N O L A La Società ha iniziato la sua attività nel 2001, conseguendo i seguenti fatturati: Ufficio Servizi Generali SEG L. MOCCIA Milioni Migliaia formazione del personale - sviluppo software - dotazione hardware Migliaia 24 25

14 C O N T R A D A R A G N O L A C O N T Gli importi dei Lavori diretti dalla Società al nell ambito della tratta ad Alta Velocità Milano Bologna, calcolati in relazione alle classi e categorie di cui alla L. 143 del 1949, sono: Classi e categorie Ib Id If Ig IIIa IIIb IIIc IVb IVc VIa VIb VIIa VIII IXa IXb IXc totale C O N T R A D A Importi R A G N O L A , , , , , , , , , , , , , , , , , Ib Id If Ig IIIa IIIb IIIc IVb IVc VIa VIb VIIa VIII IXa IXb IXc Classi e Categorie Lavori in milioni di euro Gli importi dei Lavori diretti dalla Società al nell ambito dell opera di completamento del tratto stradale Catania - Siracusa con caratteristiche autostradali,, calcolati in relazione alle classi e categorie di cui alla L. 143 del 1949, sono: Classi e categorie 1d Ig IIIc VIa VIII IXc totale Importi 370, , , , , , , Id Ig IIIc VIa VIII IXc Classi e Categorie Lavori in milioni di euro 26 27

15 Sviluppo tracciato: Interconnessioni (n. 8): Interventi su rete esistente: Nuova viabilità: Provincie attraversate: Comuni attraversati: Superficie destinata a interventi a verde: Tempi di percorrenza (attuale 1h 42 min): Personale impiegato (medio annuo 04): Investimento: Avanzamento lavori (sett 05): Attivazione: 182 Km 28 Km 35 Km 90 Km ettari 60 min unità mln 75 %

16 SISTEMA DI PONTI STRADALI AD ARCO CALATRAVA VALS Linea Ferroviaria ad Alta Velocità Milano-Bologna Committente: CEPAV UNO (GC) Importo delle opere: ,00 DL e Coordinamento Sicurezza in fase di Esecuzione: PEGASO INGEGNERIA Periodo delle prestazioni: aprile 2004 oggi (finiture in corso) Il sistema di ponti stradali ad arco, progettati dallo studio Arch. S. Calatrava Vals e realizzati nell ambito del progetto Alta Capacità - Alta Velocità Ferroviaria, trova ubicazione nel nuovo progetto per l asse attrezzato del Comune di Reggio Emilia. Il ponte principale IV61B scavalca ortogonalmente l autostrada A1 e la costruenda linea ferroviaria A.V. e presenta una struttura ad arco in acciaio di lunghezza m, con luce unica tra gli appoggi di 218,40 m e peso totale di circa t. La struttura portante dell impalcato, tutta in acciaio, è composta da moduli tra loro saldati costituiti da piastra ortotropa, cassone centrale e travi a sbalzo (costole). Il ponte presenta due carreggiate con 4 corsie di marcia e due passaggi ciclo-pedonali di 2 m di larghezza posti all estremità trasversale. L impalcato è ancorato per mezzo di coppie di cavi all arco sovrastante. La sezione trasversale misura 25.6 m per tutto lo sviluppo longitudinale. I due ponti gemelli IV61A-C, posti a monte e valle dell IV61B, trovano ubicazione sulle rotatorie alle intersezioni dell'asse attrezzato e precisamente su Via Filangeri e all uscita del casello Autostradale A1 di Reggio Emilia. L impalcato misura 179 m da spalla a spalla, è a strallo con un pilone centrale ad arco posto perpendicolarmente alla direzione delle 2 carreggiate. Il pilone centrale, con altezza di 69 m, raggiunge il punto culminante più alto nel vertice a quota m s.l.m. Dall arco centrale si diramano 25 coppie di cavi che sorreggono il cassone centrale. La distribuzione dei cavi di collegamento tra cassone e arco-pilone hanno un andamento di iperbole per culminare centralmente nel pilone arcuato. La sezione trasversale del ponte misura m per tutta la sua lunghezza. L arco è a sezione chiusa, di forma eptagonale

17 VIADOTTO MANCASALE Linea Ferroviaria ad Alta Velocità Milano-Bologna Committente: CEPAV UNO (GC) Importo delle opere: ,00 DL e Coordinamento Sicurezza in fase di Esecuzione: PEGASO INGEGNERIA Periodo delle prestazioni: giugno 2002 ottobre 2006 Viadotto denominato Mancasale sulla linea Alta Capacità - Alta Velocità Milano-Napoli, tratta MI-BO tra il Km ed il Km ed identificato con codice WBS VI69. L opera, ubicata nel Comune di Reggio Emilia e realizzata per conto della TAV dal Consorzio CEPAV UNO, corre in affiancamento alla carreggiata nord dell autostrada A1 NA-MI, scavalcando la linea ferroviaria esistente Reggio- Guastalla, ed è costituita da tre impalcati posti in affiancamento, che sostengono rispettivamente la linea a doppio binario centrale e le due linee a singolo binario laterali. Longitudinalmente il viadotto si sviluppa in 20 campate di cui: - 17 hanno luce di 25.4 m con impalcato realizzato mediante 8 travi a cassoncino (4 centrali e 2+2 laterali), in c.a.p. a trefoli aderenti, tra loro accostate e appoggiate agli estremi sui pulvini delle pile. Successivamente le travi sono state solidarizzate trasversalmente tramite la precompressione dei trasversi, disposti due in testata e due ad un terzo della luce, e dal getto in opera della soletta superiore collaborante; - 2 hanno interasse m e 1 di luce m con Impalcati realizzati mediante solettone a travi laminate incorporate nel calcestruzzo e successiva precompressione trasversale. I pali di fondazione sono Ø 1500 con profondità variabile da 36,00 a 55,00 m; ogni fondazione della pila è fondata su 21 pali mentre le fondazioni delle due spalle laterali poggiano su 36 pali ciascuna. Le opere in elevazione sono composte da 57 pile e 2 spalle con sviluppo in altezza variabile da 4.75 m a 6.30 m

18 VIADOTTO BRENNERO Linea Ferroviaria ad Alta Velocità Milano-Bologna Committente: CEPAV UNO (GC) Importo delle opere: ,76 DL e Coordinamento Sicurezza in fase di Esecuzione: PEGASO INGEGNERIA Periodo delle prestazioni: marzo 2003 ottobre 2006 Viadotto ferroviario Alta Velocità tratta MI-BO, tra la progressiva e la progressiva ed identificato con codice WBS VI74. L opera ubicata nel Comune di Campogalliano (MO) è costituita da 3 tratti (VI74A, VI74B, VI74C) che si estendono su due vie separate. I tratti A e C sono composti rispettivamente da 15 e 53 campate, presentano le medesime caratteristiche costruttive e, in particolare, la soluzione adottata prevede l utilizzo di un impalcato tipo isostatico a via di corsa con sezione a guscio. L impalcato è a singola via e pertanto il viadotto viene costituito da due impalcati affiancati. L impalcato tipologico presenta una luce pari a m, anche se nel tratto C sono presenti impalcati di luce pari a 29,00 m, con sezione trasversale di dimensioni pari a 3.5 m per 9.0 m (altezza per larghezza) e forma ad Omega. L impalcato è precompresso attraverso un sistema di 20 cavi da 12 trefoli da 0.6 pollici, è stato prefabbricato in cantiere e successivamente posto in opera mediante un apposito carro di varo che transita sul piano precedentemente assemblato. Il Tratto B differisce dai precedenti in quanto costituito da due impalcati iperstatici a tre campate (affiancati per realizzare le due vie di corsa) posti a scavalco dell autostrada A22 Brennero-Modena. L originale metodo costruttivo, con l impiego di una centina metallica a struttura portante reticolare, ha consentito l esecuzione delle singole travate e del loro disarmo in modo indipendente, applicando in fasi indipendenti la precompressione

19 NUOVO SVINCOLO E NUOVO CASELLO AUTOSTRADALE DI LODI Linea Ferroviaria ad Alta Velocità Milano-Bologna Committente: CEPAV UNO (GC) Importo delle opere: ca DL e Coordinamento Sicurezza in fase di Esecuzione: PEGASO INGEGNERIA Periodo delle prestazioni: settembre 2002 oggi (finiture in corso) Il nuovo Svincolo e il nuovo Casello Autostradale di Lodi al km A1 si compongono di un insieme di opere realizzate per consentire il passaggio della costruenda a linea A.V. MI-BO. L intervento consiste nello spostamento dell esistente casello autostradale di Lodi di circa 150 m verso Nord e dei relativi rami di svincolo di circa 500 m verso Milano. Tale spostamento consente l inserimento della nuova Linea AV in costruzione tra il casello stesso e la sede autostradale esistente. L impianto del nuovo svincolo ricade nella tipologia a trombetta. L attraversamento della Linea AV avviene mediante una galleria artificiale (WBS GA03) sormontata dalle rampe in ingresso e in uscita dall Autostrada A1 direzione Milano e Bologna (WBS IR07), mediante un nuovo cavalcavia autostradale (WBS IV05) di collegamento alle rampe in ingresso e in uscita dall Autostrada A1 direzione Bologna (WBS IR06). Il nuovo piazzale di esazione (WBS IR08) prevede l inserimento di 10 isole per barriere di pedaggio (WBS FV04) e del relativo fabbricato di stazione (WBS FV03). Il cavalcavia autostradale di svincolo IV05 è un ponte di prima categoria di luce totale di 122,00 m (asse appoggi SP1-SP2) continuo sulle 3 campate di luce m, con curvatura costante R=1500 m. In particolare l impalcato poggia su due pile e due spalle d estremità adiacenti alle rampe A di IR06 (SP1) ed IR07 (SP2). Le pile, a fusto lamellare, sono fondate su plinti; il plinto di Pila 1 è sostenuto da 12 pali Ø 1000 di lunghezza m; il plinto di Pila 2 è invece sostenuto da 78 micropali Ø 220 mm di lunghezza 25,00 m. La fondazione della Spalla 1 è sostenuta da 15 pali Ø 1200, quella della Spalla 2 da 21 pali Ø L impalcato è realizzato in sistema misto acciaio-calcestruzzo con schema statico di trave continua di di luce su 3 campate

20 GALLERIA ARTIFICIALE INTERCONNESSIONE MODENA EST Linea Ferroviaria ad Alta Velocità Milano-Bologna Committente: CEPAV UNO (GC) Importo delle opere: ,53 DL e Coordinamento Sicurezza in fase di Esecuzione: PEGASO INGEGNERIA Periodo delle prestazioni: marzo 2002 gennaio 2005 La Galleria Artificiale identificata come WBS GA18, è stata realizzata per risolvere l intersezione fra la linea AV Milano-Bologna ed il ramo dispari dell interconnessione di Modena Est, fra le progressive ,798 e della linea AV Milano- Bologna. L opera, ubicata nel Comune di Castelfranco Emilia (MO), consta di una sezione a portale fondata su pali, la cui soletta di copertura sostiene la linea di interconnessione, mentre all interno della galleria corre la linea AV Milano-Bologna. La linea di interconnessione prosegue sia verso Milano che verso Bologna su due viadotti di analoghe caratteristiche, identificati rispettivamente come Viadotto VI86 e Viadotto VI87, i cui primi impalcati poggiano sugli sfiocchi della galleria in corrispondenza delle progressive pk 1+389,166 e pk 1+529,505 riferite alla linea di interconnessione, pertanto la galleria sull asse della linea di interconnessione ha una lunghezza di circa 140 m. Le opere di fondazione e le strutture in elevazione sono realizzate in c.a. normale gettato in opera. La soletta di copertura ha spessore variabile con valore minimo pari a 1.20 m ed una luce netta di m, mentre i piedritti hanno spessore 1.20 m e sono alti m dallo spiccato di fondazione all intradosso della soletta superiore. Inoltre su entrambe le facce presentano ampie finestrature (3.00x4.60 m) ad interasse di 7.20 m.la struttura è posta su una palificata composta da pali di tipo trivellato gettati in opera, di lunghezza rispettivamente m e m. Verso le estremità dell opera, dove la linea di interconnessione esce dal profilo della galleria, vengono realizzati gli sfiocchi prolungando il telaio per una luce sufficiente a sostenere il ramo d interconnessione

21 AUTOSTRADA CATANIA-SIRACUSA Committente: PIZZAROTTI (GC) Importo delle opere: Coordinamento Sicurezza in fase di Esecuzione: PEGASO INGEGNERIA Periodo delle prestazioni: marzo 2005 oggi (lavori in corso) Autostrada Catania - Siracusa Caratteristiche tecniche LE OPERE D ARTE MAGGIORI N 12 VIADOTTI Le principali opere sono: - Viadotto Simeto: L = 744 m - Viadotto Gomalunga: L = 640 m - Viadotto S. Leonardo: L = 620 m - Viadotto Agnone I: L = 780 m - Viadotto Porcaria: L = 640 m N 5 GALLERIE NATURALI Le principali opere sono: - Galleria naturale S. Demetrio: L = m - Galleria naturale Filippella: L = m - Galleria artificiale Serena: L = 1.026,26 m N 3 GALLERIE ARTIFICIALI A DOPPIO FORNICE Le principali opere sono: - Galleria artificiale C. Battaglia: L = m - Galleria artificiale Campana: L = 399 m - Galleria artificiale S. Fratello: L = 765 m N 1 GALLERIA ARTIFICIALE A SINGOLO FORNICE - Galleria artificiale Agnone III: L = 128 m N 3 SVINCOLI - Tangenziale Ovest di Catania - SS 194 Siracusa - Lentini - Villasmundo 40 41

22 applicazione dedicata al project control Pegaso Ingegneria, a supporto delle attività di Direzione Lavori e Coordinamento Sicurezza, ha progettato un proprio sistema informativo (PIATTAFORMA INFORMATICA GENESIS) per gestire i molteplici dati relativi ai lavori nei cantieri dislocati in diverse zone d Italia, sul quale ha basato anche il proprio sistema di Qualità Aziendale. GENESIS nasce inizialmente come software di gestione del Giornale dei Lavori; esso è stato implementato ed adottato nei cantieri dell Alta Velocità Milano Bologna dal General Contractor CEPAV UNO (Consorzio ENI per l Alta Velocità) con l obiettivo di fornire uno strumento comune alle Direzioni Lavori, alle imprese assegnatarie di ciascun lotto ed al General Contractor medesimo per l inserimento, la registrazione, il monitoraggio ed il controllo di tutte le attività svolte in cantiere. La Piattaforma adotta processi per l analisi dei sistemi di gestione economico finanziaria della commessa (produzione, SIL, SAL, Costing, Budgeting / Rilevazioni), strumenti per la verifica di programmazione/controllo progetto (Gestione/confronto tempi pianificati/effettivi, calcolo e stima ritardo e/o anticipo) e due ulteriori sezioni dedicate alla tracciabilità delle forniture di acciaio e calcestruzzo, con i relativi controlli di legge ed ai contratti (appalto, sub-appalto, fornitura e posa, servizi) tra le diverse imprese con strumenti idonei all individuazione dell intera catena contrattuale di uno specifico soggetto. Al sistema si accede da qualsiasi posizione, in special modo da postazioni temporanee nei propri cantieri e assolve alla necessità di un costante monitoraggio del servizio erogato

VARIANTE ESTERNA ALL ABITATO DI TORTONA

VARIANTE ESTERNA ALL ABITATO DI TORTONA VARIANTE ESTERNA ALL ABITATO DI TORTONA Responsabile del procedimento arch. Sergio Manto SCR Piemonte S.p.A. Referenti del R.U.P. ing. Claudio Trincianti - arch. Massimo Morello Progettisti Sina S.p.A.

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA Intervista all Ing. Mercatali di RFI Metrogenova.com ha recentemente incontrato l ingegner Gianfranco Mercatali, Direttore Compartimentale Infrastruttura di

Dettagli

20 novembre 2013. Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione

20 novembre 2013. Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione 20 novembre 2013 Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione PRINCIPALI INTERVENTI SU GOMMA PREVISTI NELLA REGIONE URBANA MILANESE La rete in gestione:

Dettagli

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 presentazione FPA PROGETTI SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 1 1. DATI SOCIETÀ FPA PROGETTI SRL SEDE IN MILANO VIA PALMANOVA 24 20132 TEL.02/2360126 02/26681716

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI DESCRIZIONE DEL PROGETTO Data: Agosto 2010 Oggetto: Affidamento concessione avente con ad procedura oggetto la aperta della progettazione, costruzione e gestione del raccordo Autostradale A23-A28 Cimpello

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE prof. ing. Pietro Capone Opere realizzate provvisoriamente allo scopo di consentire l esecuzione dell opera, la loro vita è legata

Dettagli

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI N. VOCE DESCRIZIONE LAVORAZIONE QUANTITA' PREZZO UNIT. TOTALE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

Cagliari, 22 luglio 2010

Cagliari, 22 luglio 2010 Cagliari, 22 luglio 2010 L azione dell Ance L Associazione Nazionale Costruttori Edili si è da sempre posta l obiettivo di supportare le imprese associate nella adozione di strumentazione organizzativa

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica

PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica ALLEGATO F PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica Appalto n. 1649 - S.P. n. 29 del Colle di Cadibona. Lavori di adeguamento del tracciato stradale

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia LA VALUTAZIONE PUBBLICA Altri ponti di Pierluigi Matteraglia «Meridiana», n. 41, 2001 I grandi ponti costruiti recentemente nel mondo sono parte di sistemi di attraversamento e collegamento di zone singolari

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA 1 Realizzazione Parco Commerciale Osimo (AN) STRADA CLUENTINA 57/A 62100 MACERATA Indice INTRODUZIONE ALL INTERVENTO DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO

Dettagli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli ingegneri della Provincia Autonoma di Trento nell anno 2012, si propone quale traccia per la stesura del Certificato di

Dettagli

PRIT: contesto e strategie

PRIT: contesto e strategie PRIT: contesto e strategie A cura di Paolo Ferrecchi Bologna, 23 novembre 2007 Cabina di regia per il coordinamento delle politiche di programmazione e per il PTR: incontro tematico su Mobilità e Infrastrutture

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4 Regolamento per la ripartizione e l erogazione dell incentivo ex art. 92 D. lgs. 163/06 e s.m.i. 1 INDICE TITOLO I :PREMESSA 3 Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE PROTOCOLLO DI INTESA PER LA PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI DA CADUTA DALL ALTO PRESSO LE INDUSTRIE CERAMICHE Allegato B REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI

Dettagli

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO (articolo 70 della legge provinciale 5 settembre 1991, n. 22 articolo 64 della

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA Enel Produzione SpA Concorso nazionale Le buone pratiche sulla manutnzione sicura Campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2010-2011 Napoli, 27 Ottobre 2011 Villa Colonna Bandini Stefano Di Pietro Responsabile

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI ALLEGATO N. 1 (aggiornato G.U.R.I. N. 96 26/04/2014) ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI (Barrare la categoria di specializzazione SOA) Categorie opere generali (ex D.P.R.

Dettagli

Previsione di impatto acustico relativa a:

Previsione di impatto acustico relativa a: PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI FIORANO M. Previsione di impatto acustico relativa a: nuovo capannone uso deposito ditta Atlas Concorde Spa ubicato in Via Viazza I Tronco - Fiorano M. (MO) Settembre 2012

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali RESPONSABILITA D IMPRESA D.lgs. 231/01 L EVOLUZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE 27 maggio 2014 ore 14.00 Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali Ing. Gennaro

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI pag. 2 Nr. 1 CHIUSURA MASSICCIATA STRADALE eseguita con fornitura e messa in opera di materiale D.0001.3 di saturazione formato esclusivamente con pietrisco minuto di cava dello spessore di mm 0-2, rispondente

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME)

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) MOD. A DOMANDA TIPO Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) Il sottoscritto (cognome e nome)..., nato a..., prov...., il... codice fiscale..., partita I.V.A.... e residente a..., prov....,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini CADUTE DALL ALTO CADUTE DALL ALTO DA STRUTTURE EDILI CADUTE DALL ALTO DA OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO PER APERTURE NEL VUOTO CADUTE DALL ALTO PER CEDIMENTI O CROLLI DEL TAVOLATO CADUTE DALL ALTO

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili RICHIAMO AL TESTO UNICO PER LA SICUREZZA D.lgs.vo 9 aprile 2008 n 81 Dott. Ing Luigi ABATE DPR N NN 37 3712 12 gennaio 1998 regolamento

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

ALLEGATO XV. Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI

ALLEGATO XV. Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI ALLEGATO XV Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1.1. - Definizioni e termini di efficacia 1. DISPOSIZIONI GENERALI 1.1.1. Ai fini del presente allegato si intendono

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Contratto d Appalto : Impresa Affidataria : Importo Lavori : di cui Oneri per la Sicurezza : VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Responsabile dei Lavori : Coordinatore Sicurezza in

Dettagli

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA Poiché risulta che alla gara possono partecipare anche imprese in possesso di attestazione SOA per la sola costruzione indicando i progettisti si chiede quale

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

COMPLESSO xxxxxxxxxxx

COMPLESSO xxxxxxxxxxx PROVE DI CARICO SU PALI E INDAGINI SIT COMPLESSO xxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx PROVE N 131/132/133/134/135 /FI 8, 9, 10, 11 Giugno 2009 Committente: Direttore Lavori: Relatore: xxxxxxxxxxxxxxxx

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Ing. Gaetano Trotta Responsabile Unico di Progetto Nata nel 1978, è una Società di Ingegneria

Dettagli

ALLEGATO B - ELABORATI FACENTI PARTE INTEGRANTE DEL PROGETTO DEFINITIVO

ALLEGATO B - ELABORATI FACENTI PARTE INTEGRANTE DEL PROGETTO DEFINITIVO Supplemento n. 1 al B.U. n. 20/I-II del 15/05/2012 / Beiblatt Nr. 1 zum Amtsblatt vom 15/05/2012 Nr. 20/I-II 200 ALLEGATO B - ELABORATI FACENTI PARTE INTEGRANTE DEL PROGETTO DEFINITIVO Il progetto definitivo

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA)

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) La Valutazione di Impatto Ambientale e lo Studio di Impatto Ambientale VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) http://people.unica.it/maltinti/lezioni Link: SIAeVIA

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI Pag. 1/6 SETTORI DI INTERESSE LAVORI SERVIZI Elettrici Impianti fotovoltaici Idraulici Edili Stradali Pulizie Tappezzerie Tinteggiatura e verniciatura Carpenteria metallica FORNITURE Cavi elettrici bt

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli