Il nuovo Stadio della Juventus F.C.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il nuovo Stadio della Juventus F.C."

Transcript

1 AI ENGINEERING E AI STUDIO L a realizzazione del nuovo Stadio della Juventus Football Club, nel suo insieme, ha mobilitato oltre centodieci milioni di Euro e ha coinvolto numerosi interlocutori, appartenenti a settori fra loro molto diversi, come: la struttura organizzativa della Juventus F.C.; i progettisti; le direzioni lavori; le imprese realizzatrici; i consulenti; gli enti pubblici (Regione, Città di, Comune di Venaria); gli enti erogatori, etc. Il raggiungimento del risultato finale è stato possibile, oltre che per la determinazione, per l organizzazione della Juventus F.C. e per l operato delle numerose realtà coinvolte, anche grazie all attenta applicazione dei servizi del Project & Construction Management. La società composta da Ai Engineering e la collegata Ai Studio (che hanno base a ), all inizio del 2008 è stata incaricata dalla Juventus F.C. di fornire i servizi di P&CM, relativamente alla realizzazione del nuovo Stadio e delle opere ad esso connesse. In particolare l incarico conferito ad Ai ha compreso anche la Direzione Lavori Generale ed Il nuovo Stadio della Juventus F.C. Pur essendo l attività di P&CM diversa (nei modi e nei contenuti) da quella del Direttore Lavori generale, la concomitanza dei due incarichi è auspicabile, in termini di semplificazione della catena del comando e di garanzia della qualità generale del risultato. Tale considerazione è ulteriormente rafforzata laddove si riesca ad unire, sotto un unica regia, anche l incarico di Coordinamento della sicurezza in fase esecutiva 22 Progetto&Pubblico Ottobre 2011

2 il Coordinamento della Sicurezza in fase di Esecuzione dei Lavori degli interventi di demolizione e realizzazione del nuovo Stadio. L attività di P&CM L attività di P&CM svolta da Ai può esser suddivisa, per comodità, in tre fasi temporali:. pianificazione e progettazione propedeutica all appalto;. procedura d appalto;. cantiere. Nell ambito della fase I (pianificazione e progettazione propedeutica all appalto) Ai ha fornito i seguenti servizi di P&CM: gestione dell ambito: - verifica condizioni tecnico-economiche procedurali (normativa, procedure, tempi, costi) per l avvio dell iniziativa; - verifica che i diversi Progetti includano tutto e solo il lavoro previsto nelle diverse fasi, al fine di individuare in modo inequivocabile le basi di partenza per le successive attività di definizione di tempi e costi. Tale attività ha portato alla definizione di una Struttura di scomposizione del lavoro (WBS) che organizzasse e definisse l ambito dell intero progetto suddividendo il lavoro in porzioni più piccole e più facili da gestire, partendo dal livello più alto e dettagliandone i contenuti, al fine di migliorarne la gestione ed il controllo. La WBS è inoltre servita a porre l attenzione sugli obiettivi del Progetto, favorendo la comprensione del gruppo di lavoro in merito al contributo di ognuno ed all impatto dei vari contributi sull intero Progetto. gestione dei tempi: - programmazione e condivisione con la Committente della sequenza delle attività e delle relazioni fra i diversi interventi; - condivisione con il gruppo di lavoro delle caratteristiche delle singole pianificazioni; - verifica del completamento, nei tempi stabiliti, delle diverse fasi propedeutiche ai singoli appalti. Tale attività ha portato alla definizione di un Cronoprogramma generale di Progetto, che individuasse le scadenze e gli obiettivi di ognuno nelle diverse fasi (progettazione definitiva, ottenimento delle autorizzazioni, progettazione esecutiva, gara d appalto, costruzione, collaudo). Tale attività ha permesso inoltre di valutare i vantaggi del separare e anticipare l appalto delle demolizioni rispetto a quello della costruzione del nuovo Stadio, portando alla decisione di avviare le opere di demolizione nel novembre 2008, mentre si completava la progettazione esecutiva del nuovo Stadio (il cui cantiere si è aperto nel giugno 2009). gestione dei costi: - esame delle soluzioni progettuali esistenti al fine di individuare il costo esatto delle opere. Due diverse soluzioni riguardanti i progetti preliminari per il nuovo Stadio sono state prospettate all inizio del 2008: Ai ha supportato la Juventus F.C. nel valutare i costi delle due alternative individuando il budget complessivo dell intervento e permettendo così al suo Consiglio di amministrazione di avviare l iniziativa. gestione della qualità: - verifica della soddisfazione dei bisogni per cui era stato intrapreso il Progetto; - validazione in corso d opera dei progetti definitivi da sottoporre agli Enti per il rilascio dei Permessi di Costruire e delle varie autorizzazioni; - validazione in corso d opera dei progetti esecutivi da porre a base di gara. gestione delle risorse umane: - predisposizione di un articolata struttura operativa in grado di soddisfare le esigenze del Committente e di garantire l interfaccia con i diversi gruppi di professionisti coinvolti nelle fasi progettuali ed autorizzative; - garantire un uso efficace ed efficiente delle persone coinvolte nel progetto. La squadra operativa dedicata da Ai alle attività della fase I nelle prime settimane era composta da sei persone, ma con lo sviluppo delle fasi progettuali e l avvio delle validazioni dei progetti, il personale è più che raddoppiato. gestione delle comunicazioni: - appropriata e tempestiva raccolta, distribuzione e archiviazione delle informazioni attraverso report dei vari incontri. Tale aspetto è stato fondamentale per agevolare la comprensione comune delle problematiche di volta in volta esaminiate permettendo così di individuarne congiuntamente le soluzioni in tempi ridotti. L attività si è dimostrata particolarmente utile, ad esempio, per garantire il recepimento delle richieste della produzione televisiva. Le specificità delle esigenze del mondo dello spettacolo hanno comportato il perfezionamento di numerosi aspetti (quali Progetto&Pubblico Ottobre

3 AI ENGINEERING E AI STUDIO il posizionamento di alcune postazioni per le telecamere, gli standard di illuminazione da garantire per consentire le riprese in alta definizione, etc.). Essendo l attività di un Project Manager (di seguito PM) prevalentemente costituita da comunicazione, si ritiene utile, al fine di fornire un indicazione della complessità del progetto, segnalare che, per la sola fase di pianificazione e progettazione propedeutica all appalto del nuovo Stadio, risultavano coinvolti almeno tredici individui e/o organizzazioni corrispondenti (Secondo l applicazione della formula di Project Management: n potenziali canali di comunicazione = (n2- n)/2, dove n= n individui o organizzazioni coinvolte.) a circa ottanta potenziali canali di comunicazione esterni ad Ai, la cui gestione è stata curata dal PM. gestione dell integrazione: - verifica e garanzia della corretta identificazione, definizione ed integrazione dei processi e delle attività dei vari gruppi di lavoro all interno di ogni processo; - supporto al Committente e allo studio incaricato delle pratiche urbanistiche ed ambientali (Studio Rolla) nei rapporti tecnici con Enti e Amministrazioni Pubbliche per l ottenimento delle autorizzazioni necessarie. Nell ambito della fase II (procedura d appalto) Ai ha fornito il seguente servizio di P&CM: gestione dell appalto e dei contratti relativi ad opere, forniture e servizi: - collaborazione alla definizione delle modalità di appalto (General contractor o appalti scorporati); - collaborazione alla definizione della documentazione amministrativa di gara (bando, lettere di invito, schema di contratto, etc.); - supporto al Committente nelle diverse fasi di aggiudicazione: individuazione delle Imprese da invitare; assistenza e risposta agli eventuali quesiti sollevati dalle Imprese in fase di gara; controllo e raffronto delle offerte: affidamento alle imprese aggiudicatrici. Gli appalti relativi alla demolizione di parte dell ex Stadio delle Alpi e alla realizzazione del nuovo Stadio, pur essendo la Juventus F.C. un Committente privato, sono stati organizzati e condotti seguendo l impostazione dei Lavori Pubblici e sono stati aggiudicati secondo il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa. Durante tale attività il contributo di Ai è stato prevalentemente indirizzato alla definizione e cura dei seguenti documenti: Capitolato contrattuale, contratto e Cronoprogramma ufficiale. Nell ambito della fase III (cantieri) Ai ha fornito i seguenti servizi di P&CM: gestione dell ambito: - supporto al Committente nel valutare l opportunità di introdurre varianti ai progetti per gestire i cambiamenti emergenti in fase esecutiva, anche in relazione alle vicende amministrative dei singoli interventi. gestione dei tempi: - verifica dell avanzamento dei lavori nelle diverse fasi del cantiere; - assicurare il completamento delle diverse fasi realizzative entro i tempi stabiliti. Il rispetto del cronoprogramma generale di contratto del cantiere del nuovo Stadio è stato monitorato, lungo tutta la durata del cantiere, attraverso programmi di dettaglio mensili. Negli ultimi quattro mesi il P&CM ha chiesto di integrare tali programmi con ulteriori dettagli delle lavorazioni settimanalmente previste nelle varie aree d intervento. Una delle fasi più delicate del cantiere del nuovo Stadio, la cui organizzazione ha profondamente influenzato il programma dei lavori e più in generale l organizzazione logistica del cantiere, è stata quella delle operazioni di preparazione, montaggio e varo della copertura. Il contributo di Ai è stato pertanto prevalentemente concentrato sulla verifica e controllo delle tempistiche relative al Piano di gestione degli approvvigionamenti dell Appaltatore (fasi di produzione in officina e date di consegna in cantiere degli elementi e dei prefabbricati). gestione dei costi: - verifica della compatibilità fra i costi delle 24 Progetto&Pubblico Ottobre 2011

4 varianti in corso d opera ai singoli progetti ed il budget complessivo definito in fase di pianificazione; - assicurare il completamento entro il budget stabilito. In questo caso è opportuno rilevare una differenza fa l attività svolta da Ai e quanto generalmente previsto a livello internazionale. Nel progetto del nuovo Stadio, pur avendo la piena responsabilità e libertà di gestione del budget preventivamente definito per l appalto, laddove è emersa la necessità di prevedere azioni di rilevanza economica non previste, Ai si è occupata della verifica tecnica, d indirizzo e controllo dei contenuti economici delle proposte avanzate dall Appaltatore e ne ha gestito l autorizzazione, insieme alla struttura tecnica dedicata della Juventus F.C. Generalmente il PM, oltre ad avere la piena responsabilità e libertà di gestione del budget preventivamente definito per un determinato Progetto, quando servono degli incrementi di budget provvede autonomamente a procurarsi i necessari finanziamenti o a chiederne l autorizzazione direttamente al proprio Management. gestione della qualità: - assicurare che le forniture dei diversi materiali soddisfino i requisiti del progetto; - garantire che le lavorazioni delle fasi più critiche avvengano in qualità; - assistere al collaudo ed alla messa in esercizio al fine di garantire la qualità del risultato finale. Anche in questo caso, nel cantiere del nuovo Stadio la maggiore attenzione è stata rivolta agli elementi costituenti la sofisticata I numeri del progetto copertura. Il contributo di Ai è stato pertanto prevalentemente concentrato sul controllo generale, in supporto al Direttore operativo delle Opere strutturali, della qualità delle complesse operazioni di assemblaggio (tramite saldatura e bullonatura) degli elementi di grandi dimensioni. gestione delle risorse umane: - definizione di un articolata struttura operativa in grado di soddisfare le esigenze del Committente e l interfaccia con i diversi gruppi di professionisti coinvolti nelle fasi realizzative; - garantire l uso efficace ed efficiente delle persone coinvolte nel progetto. In tale fase Ai ha messo in campo una squadra operativa di oltre quattordici unità. Per poter adeguatamente definire ed inquadrare la gestione di tali risorse (come e quando inserirle o farle uscire dalla squadra dedicata), la società torinese ha dovuto predisporre un accurato Piano di gestione dello staff. gestione delle comunicazioni: - appropriata e tempestiva raccolta, distribuzione ed archiviazione delle informazioni; - rilevamento quotidiano dell andamento del cantiere e predisposizione dei necessari report sulle performance dei lavori per la Committente. Ai ha verbalizzato al Committente ed ai diversi soggetti coinvolti gli esiti dei vari incontri emersi in fase esecutiva fra i diversi attori del cantiere ed a seguito dell interfaccia con gli Enti pubblici ed i numerosi Enti erogatori. Relativamente al nuovo Stadio, rispetto ai circa ottanta potenziali canali di comunicazione Capienza: posti a sedere; Posteggi: posti auto; Superficie totale: mq; Aree dedicate a parcheggi e servizi: mq; Aree commerciali: mq; Aree verdi e piazze: mq; porte 1.300; volumi di aria raffrescata: mc; lampade: (di cui 350 dedicate all illuminazione del campo); telecamere TVCC 85; cavi elettrici: 500 km; illuminamento del campo di gioco: lux; tubazioni per il riscaldamento del campo: 27 km; ore di lavoro: ; media giornaliera di addetti: 250. Start up dell attività: gennaio 2008; ultimazione lavori: agosto che hanno distinto la fase I, la fase di cantiere ha visto più che raddoppiare il numero dei potenziali canali di comunicazione (riducendosi il numero di progettisti ed aumentando le Imprese, le direzioni lavori ed operative, etc.). gestione della sicurezza: - coordinamento della Sicurezza in fase di esecuzione delle opere. Pur precisando che Ai non ha ricoperto il ruolo di Responsabile dei lavori, tale fase si è rilevata particolarmente onerosa a causa della compresenza di oltre cinquanta ditte subappaltatrici e del raggiungimento di punte di presenza di oltre quattrocentocinquanta operai contemporaneamente. Tale attività, che nelle logiche internazionali è parte integrante del P&CM, secondo la Normativa italiana è un attività a se stante. Nel caso in esame, l attribuzione dell incarico di Coordinamento della Sicurezza in fase esecutiva alla stessa struttura incaricata del P&CM, ha permesso una gestione ottimale dell attività, consentendole di garantire il pieno rispetto del Piano Sicurezza e del coordinamento, di supervisionare l ingresso in cantiere delle maestranze e la gestione efficace dei Piani operativi di sicurezza delle imprese; gestione della contabilità e delle riserve: - redazione di stati di avanzamento, certificati di pagamento, gestione tecnica dei contenziosi, etc.; - prevenzione delle riserve quando possibile o accelerazione della gestione ed accettazione ove necessario. Per il solo nuovo Stadio tale attività ha comportato, da parte di Ai, l emissione di oltre venticinque Stati di avanzamento lavori e - tramite le dovute verifiche, contradditori ed ordini di servizio - ha consentito e consentirà risparmi consistenti rispetto alle rivendicazioni avanzate dall Appaltatore. gestione dell integrazione: - garanzia della supervisione e del coordinamento delle imprese operanti e dell interfaccia con il Committente (con particolare riferimento alle possibili interferenze fra i diversi interventi); - fornire un importante supporto di ingegneria all Appaltatore nell attività di Progetto&Pubblico Ottobre

5 AI - AI ENGINEERING E AI STUDIO definizione degli elaborati costruttivi; - assistenza e supervisione degli incontri per l ottenimento delle autorizzazioni finalizzate all utilizzo delle opere realizzate. Va precisato che l efficace applicazione delle logiche sopra descritte, essendo la fase di cantiere già ben inquadrata dalla Normativa italiana senza far espressamente richiamo al servizio di P&CM, è stata possibile anche proprio dall aver ricevuto formale incarico di Direzione dei lavori generale (incluse, per la parte relativa allo Stadio, la direzione operativa architettonica ed impiantistica), per i cantieri della demolizione di parte dell ex Stadio delle Alpi, della realizzazione del nuovo stadio, della realizzazione di tre diversi lotti di opere di urbanizzazione e di opere di mitigazione annesse e per la gestione delle forniture dirette Juventus F.C. Tale insieme di incarichi, a cui è stato aggiunto anche quello di Coordinamento della Sicurezza in fase di esecuzione delle opere, ha, infatti, permesso al PM di ottimizzare ulteriormente la propria struttura di Management, riducendo sensibilmente il numero di potenziali canali di comunicazione. Va infine precisato che l ulteriore attività di gestione finanziaria del Progetto, che negli incarichi internazionali spesso rientra nei servizi del P&CM, per le opere in oggetto è stata gestita direttamente dalla Juventus F.C. Considerazioni In relazione a quanto sopra, si ritiene opportuno osservare che tale esperienza permette di mettere in evidenza alcune diversità fra le caratteristiche del servizio di P&CM comunemente inteso a livello internazionale e la realtà dei cantieri italiani. Si può tuttavia concludere che, pur essendo l attività di P&CM diversa (nei modi e nei contenuti) da quella del Direttore Lavori generale, in un cantiere privato italiano la concomitanza dei due incarichi è auspicabile, in termini di semplificazione della catena del comando e di garanzia della qualità generale del risultato. Tale considerazione è ulteriormente rafforzata laddove si riesca ad unire sotto un unica regia anche l incarico di Coordinamento della sicurezza in fase esecutiva. I crediti del progetto Progettazione Progetto architettonico: Studio Shesa - Hernando Suarez ed Eloy Suarez, Roma; Studio GAU - Gino Zavanella, Mantova Committente: Juventus Football Club, Supervisione progetto: Riccardo Abrate Coordinamento generale: Francesco Ossola, Studio Ossola, Progetto urbanistico, ingresso principale, facciate: Alberto Rolla, Studio Rolla, Progetto strutturale: Francesco Ossola, Massimo Majowiecki Progetto impianti meccanici: Marco Lazzerini, Fabrizio Origlia, Studio Lazzerini, Progetto impianti elettrici: Renzo Zorzi, Sergio Berno, Studio E.L., Consulenza opere esterne: Fabrizio Giugiaro, Italdesign Giugiaro, Moncalieri (TO) Progetto interni: Pininfarina Extra, Cambiano (TO) Coordinatore sicurezza in fase di progettazione: Fabio Manzone, Studio Ossola, Appaltatore Associazione temporanea d imprese (ATI): Impresa mandataria: Impresa Costruzioni Rosso, Francesco & Figli, Imprese mandanti: Costruzioni Generali Gilardi, ; Con.Sfer. Consorzio Stabile, Selvazzano Dentro (PD); Morganti Impresa di Costruzioni, Milano Responsabile di commessa: Giorgio Fassinotti Direttore tecnico cantiere: Guido Gramaglia Capo cantiere: Fabrizio Ferragatta Struttura di P&CM e Direzione Lavori P&CM e Supervisione tecnica Fasi I e II: Paolo Erbetta, con il supporto di Enzio Bestazzi, Enrico Griffith, Giorgio Piccarreta, Marco Serini, Enzo Stanziani, Ai, P&CM e Supervisione tecnica Fase III:Paolo Erbetta, Ai, Segreteria Generale P&CM: Graziella Iachella, Ai, Segreteria Tecnica P&CM: Maria Antonietta Signori, Ai, Direzione lavori: Paolo Erbetta - Ai, Assistenza direzione lavori: Giovanni Benedetto, Ai, Direzione operativa opere edili: Enrico Griffith, Valeria Sclaverano, Ai, Direzione operativa strutture: Francesco Ossola, Sara Lovisari, Studio Ossola, Direzione operativa impianti: Enzio Bestazzi, Mauro Caselli, Dario Gallo, Ai, Direzione lavori forniture dirette:rosanna Sattanino, Ai, Direzione lavori strutture complementari: Giorgio Piccarreta, Ai, Direzione lavori opere di mitigazione:piercarlo Montaldo, Rosanna Sattanino, Attilio Marra, Ai, Contabilità: Enzo Stanziani, Ai, Direzione lavori centro commerciale: Tecnicoop Bologna Responsabile dei lavori: Luca Garbaccio Coordinatore sicurezza in fase di esecuzione: Adriano Venturini, Sabrina Bello, Elena Gamba, Ai, 26 Progetto&Pubblico Ottobre 2011

La storia ci insegna che nei momenti

La storia ci insegna che nei momenti PROJECT CONSTRUCTION MANAGEMENT Il fattore P&CM Un servizio fondamentale per garantire la qualità dell opera, realizzata in tempi e costi certi, risparmiando al committente ulteriori e imprevisti aggravi

Dettagli

Sogin - Linee Guida sui cantieri temporanei o mobili

Sogin - Linee Guida sui cantieri temporanei o mobili Sogin - Linee Guida sui cantieri temporanei o mobili 1. PREMESSA La disciplina dei cantieri temporanei e mobili ha trovato preciso regolamentazione nel Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81, e nel successivo

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI CUP : E47H08000780002 CIG : 5820909E0D

CAPITOLATO D ONERI CUP : E47H08000780002 CIG : 5820909E0D CAPITOLATO D ONERI affidamento del servizio di direzione lavori, misurazione e contabilità, assistenza al collaudo, coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dei lavori di realizzazione del LAVORI

Dettagli

La gestione manageriale dei progetti

La gestione manageriale dei progetti PROGETTAZIONE Pianificazione, programmazione temporale, gestione delle risorse umane: l organizzazione generale del progetto Dimitri Grigoriadis La gestione manageriale dei progetti Per organizzare il

Dettagli

I NOSTRI SERVIZI. www.aakhon.it

I NOSTRI SERVIZI. www.aakhon.it I NOSTRI SERVIZI www.aakhon.it RESEARCH & DEVELOPMENT Ci dedichiamo al settore della ricerca e dello sviluppo, per gestire ogni progetto di innovazione in sinergia con diversi partner impegnati nella ricerca,

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - TECNICO CONDUZIONE CANTIERE: gestione tecnico amministrativa

Dettagli

Programmazione operativa. Organizzazione del cantiere con laboratorio

Programmazione operativa. Organizzazione del cantiere con laboratorio Programmazione operativa Programmazione operativa La programmazione operativa è la traduzione della progettazione dei sistemi edilizi, in termini di programma temporale della fase esecutiva dell opera

Dettagli

GESTIONE DEGLI APPALTI. Copyright Diritti riservati

GESTIONE DEGLI APPALTI. Copyright Diritti riservati GESTIONE DEGLI APPALTI Copyright Diritti riservati GESTIONE DEGLI APPALTI RIF. D. LGS. 81/08 s.m.i. Articolo 26 - Obblighi connessi ai contratti d appalto o d opera o di somministrazione Titolo IV Cantieri

Dettagli

Progettazione Integrata Gestione Appalti Direzione Lavori Collaudi e consegne

Progettazione Integrata Gestione Appalti Direzione Lavori Collaudi e consegne Progettazione Integrata Gestione Appalti Direzione Lavori Collaudi e consegne 1 LA FORZA DI UN TEAM A VANTAGGIO DEL PROGETTO è un consorzio di professionisti singoli e società di ingegneria che offre servizi

Dettagli

CORSO PROJECT MANAGEMENT PRIMA PARTE

CORSO PROJECT MANAGEMENT PRIMA PARTE CORSO PROJECT MANAGEMENT PRIMA PARTE METODI E STRUMENTI DI PROJECT MANAGEMENT E DESIGN MANAGEMENT NEGLI APPALTI DI PROGETTAZIONE, DI COSTRUZIONE E IMPIANTISTICI, PUBBLICI E PRIVATI Argomento Contenuti

Dettagli

BANDO DI GARA. Codice identificativo gara (CIG) 552518788B CUP G84E13000630007

BANDO DI GARA. Codice identificativo gara (CIG) 552518788B CUP G84E13000630007 1. Amministrazione aggiudicatrice: BANDO DI GARA Codice identificativo gara (CIG) 552518788B CUP G84E13000630007 - denominazione: CONSORZIO CASAL LUMBROSO - indirizzo: Via del Poggio Laurentino n. 66,

Dettagli

CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica

CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica 1 di 7 INDICE 1 Pianificazione della realizzazione del prodotto... 2 2 Processi relativi al cliente... 2 2.1 Analisi dei bisogni, determinazione dei requisiti

Dettagli

Direttore Operativo. Compiti e responsabilità :

Direttore Operativo. Compiti e responsabilità : Direttore Operativo Il Direttore Operativo ha la responsabilità di assicurare lo sviluppo e la continuità dei servizi ambientali di raccolta e smaltimento rifiuti nel contesto territoriale di competenza,

Dettagli

Applicazione delle metodologie di Project Management in ambito pubblico

Applicazione delle metodologie di Project Management in ambito pubblico wwwisipmorg Applicazione delle metodologie di Project Management in ambito pubblico Arch Eugenio Rambaldi Presidente ISIPM Istituto Italiano di Project Management wwwisipmorg Intervento all interno del

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

IMMOBILIARE. Aree Immobiliari

IMMOBILIARE. Aree Immobiliari IMMOBILIARE Aree Immobiliari RUO Sviluppo Organizzativo e Pianificazione Agenda 2 Il nuovo modello organizzativo della funzione : le logiche Il processo Le Aree Immobiliari Il nuovo assetto: confluenze

Dettagli

IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice

IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice CORSO DI ALTA FORMAZIONE 38 ORE IN AULA 8 Moduli Didattici Roma, dal 13 novembre al 5 dicembre 2015 Hotel

Dettagli

Piastra Logistica Integrata Porto di Taranto IL CONTROLLO DEL PROGETTO E DELLA REALIZZAZIONE DELLE OPERE - PROGRAMME MANAGEMENT-

Piastra Logistica Integrata Porto di Taranto IL CONTROLLO DEL PROGETTO E DELLA REALIZZAZIONE DELLE OPERE - PROGRAMME MANAGEMENT- Piastra Logistica Integrata Porto di Taranto STRADA DEI MOLI PIATTAFORMA LOGISTICA VASCA DI COLMATA DARSENA OVEST IV SPORGENTE IL CONTROLLO DEL PROGETTO E DELLA REALIZZAZIONE DELLE OPERE - PROGRAMME MANAGEMENT-

Dettagli

ELENCO DELLE PRESTAZIONE MANDATO NELL INGEGNERIA CIVILE

ELENCO DELLE PRESTAZIONE MANDATO NELL INGEGNERIA CIVILE Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse ELENCO DELLE PRESTAZIONE MANDATO NELL INGEGNERIA

Dettagli

Facoltà di Scienze della Formazione

Facoltà di Scienze della Formazione Facoltà di Scienze della Formazione Corso di laurea magistrale in Management delle Politiche e dei Servizi Sociali LINEE GUIDA PER LO SVOLGIMENTO DELLO STAGE Il percorso formativo del CdLM in Management

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL FONDO PER L INCENTIVAZIONE ALLA PROGETTAZIONE DI OPERE PUBBLICHE E PIANIFICAZIONE URBANISTICA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL FONDO PER L INCENTIVAZIONE ALLA PROGETTAZIONE DI OPERE PUBBLICHE E PIANIFICAZIONE URBANISTICA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL FONDO PER L INCENTIVAZIONE ALLA PROGETTAZIONE DI OPERE PUBBLICHE E PIANIFICAZIONE URBANISTICA Art. 1 Finalità Il presente regolamento ha come finalità l incentivazione

Dettagli

SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Comune di Isola del Giglio (GR) Indirizzo postale: via Vittorio Emanuele,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Economia e Organizzazione Aziendale (Edile)

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Economia e Organizzazione Aziendale (Edile) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Dipartimento di Ingegneria Gestionale, dell Informazione e della Produzione Corso di (Edile) Prof.ssa Maria Sole Brioschi Il (non) controllo dei costi di una commessa

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE ALLEGATO 6 CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente Capitolato, alle seguenti espressioni sono

Dettagli

CONVENZIONE. tra. il Soggetto gestore EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA della provincia di Lucca (ERP)

CONVENZIONE. tra. il Soggetto gestore EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA della provincia di Lucca (ERP) CONVENZIONE tra il Soggetto gestore EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA della provincia di Lucca (ERP) il COMITATO PARITETICO TERRITORIALE per la prevenzione infortuni, l igiene e l ambiente di lavoro per le

Dettagli

L ufficio della direzione dei lavori. dott. ing. Antonino Ughettini

L ufficio della direzione dei lavori. dott. ing. Antonino Ughettini L ufficio della direzione dei lavori dott. ing. Antonino Ughettini La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento per la direzione,

Dettagli

La sostenibilità ambientale nei progetti ferroviari di Italferr

La sostenibilità ambientale nei progetti ferroviari di Italferr La sostenibilità ambientale nei progetti ferroviari di Italferr Torino, 02/04/2014 Andrea Nardinocchi L impegno ambientale di Italferr Italferr è da anni impegnata nella gestione delle tematiche ambientali

Dettagli

SPECIFICA DI ASSICURAZIONE QUALITA

SPECIFICA DI ASSICURAZIONE QUALITA 1 di 8 1 PRESCRIZIONI PER LA GESTIONE DI SERVIZI DI PROGETTAZIONE SULLA BASE DI DOCUMENTI DI 2 Parte Titolo 3 PARTE I I.1 PREMESSA I.2 SCOPI I.3 PRESCRIZIONI RELATIVE ALL'ORGANIZZAZIONE AZIENDALE DELLA

Dettagli

MODELLO OFFERTA ECONOMICA E TEMPORALE. (Elementi di valutazione 4 5-6 del Disciplinare di Gara: cfr. art. 3 dell Allegato A) Il sottoscritto

MODELLO OFFERTA ECONOMICA E TEMPORALE. (Elementi di valutazione 4 5-6 del Disciplinare di Gara: cfr. art. 3 dell Allegato A) Il sottoscritto In bollo MODELLO OFFERTA ECONOMICA E TEMPORALE (Elementi di valutazione 4 5-6 del Disciplinare di Gara: cfr. art. 3 dell Allegato A) Al Comune di Monza Il sottoscritto nella sua qualità di dell Impresa

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO

POLITECNICO DI MILANO ! Caratteristiche del Master Titolo del Master universitario: Livello: CONSTRUCTION MANAGEMENT (Gestione dei Processi Costruttivi e dei Cantieri) I Anno di attivazione: 2003 Facoltà: VI Facoltà di Ingegneria

Dettagli

Per la realizzazione delle opere ospedaliere: dal rilevamento delle esigenze all avvio dei progetti

Per la realizzazione delle opere ospedaliere: dal rilevamento delle esigenze all avvio dei progetti Le metodologie di elaborazione degli strumenti di espressione della domanda e di verifica del progetto Per la realizzazione delle opere ospedaliere: dal rilevamento delle esigenze all avvio dei progetti

Dettagli

CORSO BREVE. Il Collaudo

CORSO BREVE. Il Collaudo Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli CORSO BREVE sulla normativa inerente la PROGETTAZIONE e la REALIZZAZIONE di OPERE PUBBLICHE

Dettagli

Il ciclo di progetto focus su. Fase di Pianificazione o Formulazione Work Breakdown Structure Diagramma di GANTT Diagramma di PERT

Il ciclo di progetto focus su. Fase di Pianificazione o Formulazione Work Breakdown Structure Diagramma di GANTT Diagramma di PERT Il ciclo di progetto focus su Fase di Pianificazione o Formulazione Work Breakdown Structure Diagramma di GANTT Diagramma di PERT analisi periodica e finale di: efficienza, efficacia, impatto atteso, sostenibilità

Dettagli

Coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dell opera

Coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dell opera Standard di qualità ai fini della qualificazione professionale della categoria dei geometri Specifica E09 Edilizia, urbanistica e ambiente Coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dell opera

Dettagli

INTERNAL AUDIT. Rapporto di Audit Conclusivo anni 2012-2013. Roma, Novembre 2013

INTERNAL AUDIT. Rapporto di Audit Conclusivo anni 2012-2013. Roma, Novembre 2013 INTERNAL AUDIT Rapporto di Audit Conclusivo anni 2012-2013 Roma, Novembre 2013 2 Premesse Il presente documento risponde all esigenza di dare adeguata informazione al vertice aziendale sulle attività svolte

Dettagli

SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT.

SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT. Cod. Figure professionali q.tà gg.uu. Riepilogo di Progetto 1.092 SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT. 001 Comitato

Dettagli

TITOLO: L ESPERIENZA DEL CANTIERE DI EXPO VILLAGE, PRESSO L AREA DI CASCINA MERLATA MILANO

TITOLO: L ESPERIENZA DEL CANTIERE DI EXPO VILLAGE, PRESSO L AREA DI CASCINA MERLATA MILANO AUTORE: LUCA CRIVELLARO TITOLO: L ESPERIENZA DEL CANTIERE DI EXPO VILLAGE, PRESSO L AREA DI CASCINA MERLATA MILANO 1. Introduzione e Dati di progetto 2. Complessità del progetto e criticità 3. Analisi

Dettagli

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA CONTESTO PATRIMONIALE GENERALE Consistenza : 265 unità/attività (n. 200 edifici)

Dettagli

Formazione e sviluppo per la Pubblica Amministrazione

Formazione e sviluppo per la Pubblica Amministrazione Formazione e sviluppo per la Pubblica Amministrazione area La gestione delle risorse umane come strumento generatore di valore L Agenzia per la Formazione, l Orientamento e il Lavoro del Nord Milano nasce

Dettagli

Project Management. Modulo: Introduzione. prof. ing. Guido Guizzi

Project Management. Modulo: Introduzione. prof. ing. Guido Guizzi Project Management Modulo: Introduzione prof. ing. Guido Guizzi Definizione di Project Management Processo unico consistente in un insieme di attività coordinate con scadenze iniziali e finali, intraprese

Dettagli

CHI SIAMO I NOSTRI SERVIZI

CHI SIAMO I NOSTRI SERVIZI CHI SIAMO Lo studio Associato d Ingegneria LP ENGINEERING, con sede a Orta Nova (FG) in C.so G. Matteotti n 11, è frutto dell evoluzione dello studio tecnico d ingegneria dell Ing. B. Peloso, fondato nel

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE

CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE INDICE A. INDICAZIONE DELLE NECESSITÀ FUNZIONALI, DEI REQUISITI E DELLE SPECIFICHE PRESTAZIONI CHE DEVONO ESSERE PRESENTI NELL INTERVENTO IN MODO CHE RISPONDA

Dettagli

Affidamento di appalto di global service

Affidamento di appalto di global service SERVIZIO SANITARIO REGIONALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 1 TRIESTINA VIA GIOVANNI SAI, 1-3 34128 TRIESTE MISSION Promuovere la salute delle persone e della comunità presente sul territorio triestino.

Dettagli

Ing. Giovanni Carlini Coordinatore della Sicurezza Febbraio 2013

Ing. Giovanni Carlini Coordinatore della Sicurezza Febbraio 2013 Ing. Giovanni Carlini Coordinatore della Sicurezza Febbraio 2013 DATI GENERALI COMMITTENTE: Provincia Autonoma di Bolzano Ripartizione 10 Infrastrutture RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO (RUP) Caporipartizione

Dettagli

D.1.8 ISTRUZIONI GENERALI. Regione Toscana Giunta Regionale

D.1.8 ISTRUZIONI GENERALI. Regione Toscana Giunta Regionale Allegato 1 Regione Toscana Giunta Regionale LEGGE 11.01.1996 N 23 NORME PER L EDILIZIA SCOLASTICA DELIBERA DI GIUNTA REGIONALE N 65 DEL 2.02.2004 III PIANO GENERALE TRIENNALE DI FINANZIAMENTO I E II PIANO

Dettagli

Presentazione progetto AUDIT GIS Rappresentazione tramite piattaforma WebGIS dei risultati degli audit energetici

Presentazione progetto AUDIT GIS Rappresentazione tramite piattaforma WebGIS dei risultati degli audit energetici Presentazione progetto AUDIT GIS Rappresentazione tramite piattaforma WebGIS dei risultati degli audit energetici Elena Jachia Responsabile Area Ambiente Centro Congressi Fondazione Cariplo, Milano 5 Dicembre

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 ENERGY & ENVIRONMENT Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

CONSTRUCTION LEGAL MANAGEMENT. Studio Legale CUNIETTI

CONSTRUCTION LEGAL MANAGEMENT. Studio Legale CUNIETTI CONSTRUCTION LEGAL MANAGEMENT Studio Legale CUNIETTI avv. Tommaso CUNIETTI cunietti@studiocunietti.it cell +39 339 15 57 390 CONTATTI Studio Legale CUNIETTI studio@studiocunietti.it via Pompeo Litta 7,

Dettagli

GESTIONE ACQUISTI E FORNITORI

GESTIONE ACQUISTI E FORNITORI rev. 02 Data: 30-09-2009 pag. 1 11 SOMMARIO 1. PIANIFICAZIONE... 2 1.1. SCOPO DELLA PROCEDURA GESTIONALE... 2 1.2. OBIETTIVI E STANDARD DEL PROCESSO... 2 1.3. RESPONSABILITÀ E RISORSE COINVOLTE... 2 2.

Dettagli

lmantovan@arpa.veneto.it

lmantovan@arpa.veneto.it CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MANTOVAN LARA Data di nascita 02/06/1971 Profilo professionale, categoria Amministrazione Tipologia dell attuale incarico Descrizione dell attuale incarico

Dettagli

in immagini Interno del PalaLivorno PALALIVORNO

in immagini Interno del PalaLivorno PALALIVORNO PALALIVORNO in immagini Livorno oggi si dota, all interno dell importante complesso terziario di Porta a Terra, di una grande struttura polivalente tale da ospitare manifestazioni spettacolari, sportive,

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014

DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014 DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014 Il Direttore Generale, nella sede dell Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Via Castiglione, 29 nella data sopra indicata, alla presenza del Direttore Amministrativo

Dettagli

I SISTEMI QUALITÀ NEI RAGGRUPPAMENTI DI IMPRESE E NEI CONSORZI

I SISTEMI QUALITÀ NEI RAGGRUPPAMENTI DI IMPRESE E NEI CONSORZI I SISTEMI QUALITÀ NEI RAGGRUPPAMENTI DI IMPRESE E NEI CONSORZI DINO BOGAZZI Direttore Qualità e Organizzazione Consorzio Cooperative Costruzioni e Vicepresidente Settore Costruzioni AICQ 1. Premessa Il

Dettagli

ARCHIVIO CENTRALIZZATO AMMINISTRAZIONE GENERALE

ARCHIVIO CENTRALIZZATO AMMINISTRAZIONE GENERALE AFFIDAMENTO, PREVIA ACQUISIZIONE DELLA PROGETTAZIONE DEFINITIVA IN SEDE DI OFFERTA, DELLA PROGETTAZIONE ESECUTIVA COMPRENSIVA DEL COORDINAMENTO SICUREZZA IN PROGETTAZIONE, ESECUZIONE LAVORI E FORNITURA

Dettagli

PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti -

PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti - PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti - IL COMUNE ATTIVITA PREVISTE NEL TRIENNIO 2011-2013 SETTORI, SERVIZI DI COMPETENZA Il Sindaco

Dettagli

Procedura Gestione Settore Manutenzione

Procedura Gestione Settore Manutenzione Gestione Settore Manutenzione 7 Pag. 1 di 6 Rev. 00 del 30-03-2010 SOMMARIO 1. Scopo 2. Generalità 3. Applicabilità 4. Termini e Definizioni 5. Riferimenti 6. Responsabilità ed Aggiornamento 7. Modalità

Dettagli

IL PROJECT MANAGEMENT

IL PROJECT MANAGEMENT IL PROJECT MANAGEMENT Scopi e campi di applicazione La pianificazione del progetto Le tecniche di pianificazione del progetto Le tecniche di pianificazione dei tempi La gestione e il controllo del progetto

Dettagli

Ristrutturazione del debito La ristrutturazione del debito per le aziende in stato di crisi finanziaria

Ristrutturazione del debito La ristrutturazione del debito per le aziende in stato di crisi finanziaria Ristrutturazione del debito La ristrutturazione del debito per le aziende in stato di crisi finanziaria Gestione della responsabilità amministrativa L'apparato organizzativo della D.Lgs. 231/01 e il Sistema

Dettagli

Formazione e sviluppo per la Pubblica Amministrazione

Formazione e sviluppo per la Pubblica Amministrazione Formazione e sviluppo per la Pubblica Amministrazione area C La gestione delle risorse economiche e finanziarie per lo sviluppo sostenibile dell ente locale L Agenzia per la Formazione, l Orientamento

Dettagli

Evoluzione del settore delle costruzioni

Evoluzione del settore delle costruzioni Il Progetto normativo Evoluzione del settore delle costruzioni Nell ultimo ventennio profonde mutazioni della struttura del processo edilizio dovute a: evoluzione del quadro normativo (naz. ed intern.)

Dettagli

Come pianificare un opera in c.a.

Come pianificare un opera in c.a. Come pianificare un opera in c.a. Ing. Colombo Zampighi, Leader Auditor ICMQ Qualsiasi attività relativamente complessa richiede di essere adeguatamente pianificata al fine di raggiungere lo scopo previsto

Dettagli

Università degli Studi di Milano

Università degli Studi di Milano F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome D ANDREA PEPPINO Indirizzo PIAZ.LE FERDINANDO MARTINI N.1, 20137 - MILANO Telefono 02/5512354 Fax 02/50313402 E-mail peppino.dandrea@unimi.it

Dettagli

Gestione dei Progetti (2005-2006)

Gestione dei Progetti (2005-2006) Gestione dei Progetti (2005-2006) Alessandro Agnetis DII Università di Siena (Alcune delle illustrazioni contenute nella presentazione sono tratte da PMBOK, a guide to the Project Management Body of Knowledge,

Dettagli

FEDERAZIONE REGIONALE DEGLI ORDINI INGEGNERI DELLA TOSCANA COMMISSIONE ACUSTICA

FEDERAZIONE REGIONALE DEGLI ORDINI INGEGNERI DELLA TOSCANA COMMISSIONE ACUSTICA FEDERAZIONE REGIONALE DEGLI ORDINI INGEGNERI DELLA TOSCANA COMMISSIONE ACUSTICA PROPOSTA DI METODO DI CALCOLO CIRCA LA DETERMINAZIONE DEGLI ONORARI A DISCREZIONE SPETTANTI PER PRESTAZIONI PROFESSIONALI

Dettagli

a r c h i t e t t o L U C I A B A R O N I

a r c h i t e t t o L U C I A B A R O N I VIA SETTALA, 82 20124 MILANO +393409092835 arch.lbaroni@gmail.com P.I.11892890150 CURRICULUM VITAE LUCIA BARONI Nata a Milano Il 13.10.1964 PROFILO PROFESSIONALE DIRETTORE TECNICO C/O SOCIETÀ DI ENGINEERING-

Dettagli

PSR CAMPANIA 2007/2013 FONDO FEASR MANUALE OPERATIVO DELLE ATTIVITA DI CONTROLLO DELL AUDIT

PSR CAMPANIA 2007/2013 FONDO FEASR MANUALE OPERATIVO DELLE ATTIVITA DI CONTROLLO DELL AUDIT PSR CAMPANIA 2007/2013 FONDO FEASR MANUALE OPERATIVO DELLE ATTIVITA DI CONTROLLO DELL AUDIT INDICE - Premessa Pag 1 1 Tipologia dei controlli 1 1a Controlli di gestione 1 1b Controlli di ammissibilità

Dettagli

PRESIDENZA AUTORITÀ DI GESTIONE COMUNE DEL PROGRAMMA OPERATIVO ENPI CBC BACINO DEL MEDITERRANEO SERVIZIO PER LA GESTIONE OPERATIVA

PRESIDENZA AUTORITÀ DI GESTIONE COMUNE DEL PROGRAMMA OPERATIVO ENPI CBC BACINO DEL MEDITERRANEO SERVIZIO PER LA GESTIONE OPERATIVA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI AUDIT ESTERNO NEL QUADRO DELL ASSISTENZA TECNICA E DELLA GESTIONE DEI PROGETTI (PAGAMENTI) FINANZIATI DAL PROGRAMMA OPERATIVO ENPI CBC BACINO DEL MEDITERRANEO

Dettagli

Via G. Garibaldi, 2-23891 Barzano (Lc) Tel 039 9272557 - Fax 039 9212955 amministrazione@gruppo-prisma.com - www.gruppo-prisma.com

Via G. Garibaldi, 2-23891 Barzano (Lc) Tel 039 9272557 - Fax 039 9212955 amministrazione@gruppo-prisma.com - www.gruppo-prisma.com G r u p p o P r i s m a T r e S. r. l. S e r v i z i d i C o n s u l e n z a p e r I m p r e s e E d i l i, S t u d i P r o f e s s i o n a l i O r g a n i z z a z i o n e G e s t i o n a l e e d O p e

Dettagli

Città di Lecco. Piazza Diaz, 1 23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111- Fax. 286874 - C.F.00623530136 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE.

Città di Lecco. Piazza Diaz, 1 23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111- Fax. 286874 - C.F.00623530136 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Città di Lecco Città di Lecco Piazza Diaz, 1 23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111- Fax. 286874 - C.F.00623530136 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 288 Data : 30/03/2010 SETTORE: LAVORI PUBBLICI Servizio

Dettagli

Edilizia, urbanistica e ambiente Parte 9: Coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dell opera

Edilizia, urbanistica e ambiente Parte 9: Coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dell opera Edilizia, urbanistica e ambiente Parte 9: Coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dell opera Premessa Il presente documento è stato elaborato dal Gruppo di Lavoro Standard di qualità ai fini

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

presente convenzione, affida all incaricato, che accetta, l incarico professionale di

presente convenzione, affida all incaricato, che accetta, l incarico professionale di COMUNE DI TORTORETO (Prov. TERAMO ) CONTRATTO DISCIPLINARE PER INCARICO PROFESSIONALE PER LA PROGETTAZIONE DIREZIONE LAVORI RELATIVO ALLA REALIZZAZIONE DEI LAVORI DI: Realizzazione rotatoria Via Napoli.

Dettagli

Obiettivo formativo e sbocchi occupazionali...3. Sbocchi Occupazionali...3. Contenuti e organizzazione didattica...4. Requisiti di ammissione...

Obiettivo formativo e sbocchi occupazionali...3. Sbocchi Occupazionali...3. Contenuti e organizzazione didattica...4. Requisiti di ammissione... SOMMARIO Obiettivo formativo e sbocchi occupazionali...3 Sbocchi Occupazionali...3 Contenuti e organizzazione didattica...4 Requisiti di ammissione...9 Adempimenti formali...9 Titolo e Riconoscimenti...10

Dettagli

L ATTIVITA LAVORATIVA NEL CANTIERE EDILE

L ATTIVITA LAVORATIVA NEL CANTIERE EDILE L ATTIVITA LAVORATIVA NEL CANTIERE EDILE Esperienze professionali e proposte operative Venerdì 10 novembre 2006 Hotel Gallia sala convegni Pianezza (TO) GRANDI OPERE NEL SEGNO DELLA SICUREZZA Seoul 19

Dettagli

Ing. Antonio Giustino Presidente Giovani Costruttori ACEN

Ing. Antonio Giustino Presidente Giovani Costruttori ACEN Ing. Antonio Giustino Presidente Giovani Costruttori ACEN Antonio Salzano, Phd Università Federico II di Napoli Amministratore Future Environmental Design BIM: Sperimentazione e trasferimento tecnologico

Dettagli

OF EXPERIENCE. CHECK UP YOUR PLant INDUSTRIAL APPLICATION MORONI & PARTNERS

OF EXPERIENCE. CHECK UP YOUR PLant INDUSTRIAL APPLICATION MORONI & PARTNERS MORE THAN TWO GIGAWATTS OF EXPERIENCE CHECK UP YOUR PLant INDUSTRIAL APPLICATION MORONI & PARTNERS Il pacchetto Check Up Your Plant comprende una serie di servizi che consentono di analizzare, monitorare

Dettagli

LAVORO DI. (general contractor) PRESENTAZIONE DELLE FASI LAVORA ATIVE DESCRIZIONE DELLE MACRO FASI COSTITUENTI IL PROGETTO INTEGRATO DI LAVORO

LAVORO DI. (general contractor) PRESENTAZIONE DELLE FASI LAVORA ATIVE DESCRIZIONE DELLE MACRO FASI COSTITUENTI IL PROGETTO INTEGRATO DI LAVORO LAVOROO DI. PRESENTAZIONE DELLE FASI LAVORATIVE DESCRIZIONE DELLE MACRO FASI COSTITUENTI IL PROGETTO INTEGRATO DI LAVORO LAVOROO DI. (general cont tractor) PRESENTAZIONE DELLE FASII LAVORATIVE MONTANARI

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ISPEZIONE SULL ESECUZIONE DELLE OPERE Mod. TEC-11

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ISPEZIONE SULL ESECUZIONE DELLE OPERE Mod. TEC-11 pag. 1 di 9 Pag.1 di 9 INDICE 1 CAMPO DI APPLICAZIONE 2 2 PROCEDURE DI ISPEZIONE 2 2.1 CLASSIFICAZIONE DELLE CRITICITÀ... 3 2.2 IMPOSTAZIONE DELL ATTIVITÀ DI VERIFICA... 4 2.3 VERIFICA DOCUMENTALE... 4

Dettagli

Comune di Crespellano Provincia di Bologna

Comune di Crespellano Provincia di Bologna Comune di Crespellano Provincia di Bologna COPIA DELL ORIGINALE DETERMINAZIONE n. 57 del 10/05/2013 Oggetto: INCARICO PATROCINIO LEGALE PER RESISTERE ALLE AVVERSE DEDUZIONI OPPOSTE AL DECRETO INGIUNTIVO

Dettagli

Comune di Rimini (RN) Bando di lavori pubblici Sezione I: amministrazione aggiudicatrice I.1) denominazione, indirizzi e punti di contatto: Comune di

Comune di Rimini (RN) Bando di lavori pubblici Sezione I: amministrazione aggiudicatrice I.1) denominazione, indirizzi e punti di contatto: Comune di Comune di Rimini (RN) Bando di lavori pubblici Sezione I: amministrazione aggiudicatrice I.1) denominazione, indirizzi e punti di contatto: Comune di Rimini Direzione lavori pubblici e qualità urbana U.O.

Dettagli

S.A.C. Società Aeroporto Catania S.p.A.

S.A.C. Società Aeroporto Catania S.p.A. S.A.C. Società Aeroporto Catania S.p.A. Capitolato tecnico per Affidamento del servizio di consulenza per la progettazione, implementazione e certificazione di un Sistema di Gestione Integrato per la Qualità

Dettagli

LE ATTIVITÀ DEI PROFESSIONISTI TECNICI NELLA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI Corso di Formazione 18 ore in aula

LE ATTIVITÀ DEI PROFESSIONISTI TECNICI NELLA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI Corso di Formazione 18 ore in aula LE ATTIVITÀ DEI PROFESSIONISTI TECNICI NELLA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI Corso di Formazione 18 ore in aula Roma, dal 29 ottobre al 19 novembre 2015 Polo Professionale Studio Groenlandia, via Groenlandia,

Dettagli

VERIFICHE SUGLI IMPIANTI ELETTRICI

VERIFICHE SUGLI IMPIANTI ELETTRICI VERIFICHE SUGLI IMPIANTI ELETTRICI La realizzazione degli impianti, in particolare quelli elettrici, è disciplinata della Legge 5 Marzo 1990, n 46 e dal suo regolamento di attuazione D.P.R. 6 dicembre

Dettagli

Il controllo di gestione nelle aziende che operano su commessa e l informativa di bilancio sui lavori in corso

Il controllo di gestione nelle aziende che operano su commessa e l informativa di bilancio sui lavori in corso Dipartimento Impresa Ambiente & Management Mirella Zito Il controllo di gestione nelle aziende che operano su commessa e l informativa di bilancio sui lavori in corso Copyright MMIX ARACNE editrice S.r.l.

Dettagli

GESTIONE DEL CANTIERE E SICUREZZA DELL'AMBIENTE DI LAVORO

GESTIONE DEL CANTIERE E SICUREZZA DELL'AMBIENTE DI LAVORO GESTIONE DEL CANTIERE E SICUREZZA DELL'AMBIENTE DI LAVORO Modulo 1 bis:ruoli e responsabilità in cantiere a cura dell'ing. Laura Nucifora a.s. 2014/15 1 Personale di cantiere Figure tecniche che dirigono

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali Cos è un progetto? Un iniziativa temporanea intrapresa per creare un prodotto o un servizio univoco (PMI - Project Management

Dettagli

Negli anni abbiamo operato in molte realtà industriali ed insieme costituiamo un gruppo di lavoro molto affiatato e collaudato.

Negli anni abbiamo operato in molte realtà industriali ed insieme costituiamo un gruppo di lavoro molto affiatato e collaudato. CHI SIAMO La PROGETTI S.r.l., con sede a Mantova, è stata creata nel marzo del 1993, da professionisti che sin dal 1987 hanno operato all interno del Gruppo Eni (Stabilimenti di Mantova, Ferrara, Porto

Dettagli

Il Direttore dell esecuzione. esecuzione dei contratti nel Testo Unico degli appalti. Convegno: L opera omnia dei contratti pubblici..

Il Direttore dell esecuzione. esecuzione dei contratti nel Testo Unico degli appalti. Convegno: L opera omnia dei contratti pubblici.. Il Direttore dell esecuzione esecuzione dei contratti nel Testo Unico degli appalti Convegno: L opera omnia dei contratti pubblici.. Stefania Gherri Reggio Emilia 12/12/2007 Il Direttore dell esecuzione..

Dettagli

RSGQ DT DG. Indice. Causa della modifica. Redazione Verifica Autorizzazione Ed. Emissione. Revisione. al documento RG-RI28-IT-A00.

RSGQ DT DG. Indice. Causa della modifica. Redazione Verifica Autorizzazione Ed. Emissione. Revisione. al documento RG-RI28-IT-A00. Regolamento di Certificazione Integrativo per Organizzazioni operanti nel settore EA 28 (imprese di costruzione ed installazione) che richiedano la Certificazione dei Sistemi di Gestione Qualità conformi

Dettagli

Italia-Milano: Lavori di costruzione di stadi 2013/S 250-438243. Bando di gara. Lavori

Italia-Milano: Lavori di costruzione di stadi 2013/S 250-438243. Bando di gara. Lavori 1/5 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:438243-2013:text:it:html Italia-Milano: Lavori di costruzione di stadi 2013/S 250-438243 Bando di gara Lavori Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche. Co.Svi.G. S.r.l. Tel/fax 0577 752950. Sede operativa: Via Vincenzo Bellini n.

Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche. Co.Svi.G. S.r.l. Tel/fax 0577 752950. Sede operativa: Via Vincenzo Bellini n. Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche Co.Svi.G. S.r.l. Sede legale: Via Tiberio Gazzei n. 89-53030 RADICONDOLI (Siena) Tel/fax 0577 752950 Sede operativa: Via Vincenzo Bellini n. 58-50144 FIRENZE

Dettagli

La direzione dei lavori

La direzione dei lavori APPALTI PUBBLICI: L APPROFONDIMENTO Definizioni, compiti e responsabilità alla luce del DLgs 12 aprile, n. 163 - Codice dei Contratti La direzione dei lavori Francesco Musci * e Roberto Scaravaglione **

Dettagli

Città di Lecco Piazza Diaz, 1 23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111- Fax. 286874 - C.F.00623530136

Città di Lecco Piazza Diaz, 1 23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111- Fax. 286874 - C.F.00623530136 Città di Lecco Città di Lecco Piazza Diaz, 1 23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111- Fax. 286874 - C.F.00623530136 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1359 Data : 29/12/2010 SETTORE: LAVORI PUBBLICI Servizio:

Dettagli

Ing. Michele Ferrin POSIZIONE RICOPERTA TITOLO DI STUDIO. Dirigente Ufficio Tecnico Istituto Oncologico Veneto Laurea in ingegneria meccanica

Ing. Michele Ferrin POSIZIONE RICOPERTA TITOLO DI STUDIO. Dirigente Ufficio Tecnico Istituto Oncologico Veneto Laurea in ingegneria meccanica INFORMAZIONI PERSONALI 049.821.55.58 michele.ferrin@ioveneto.it www.ioveneto.it Cognome Ferrin Nome Michele Sesso Maschile Nazionalità: Italiana Data di nascita 26/03/1965 POSIZIONE RICOPERTA TITOLO DI

Dettagli

QUADRO ECONOMICO DI PROGETTO (allegato al capitolato speciale d'appalto) Q.E LAVORI IN APPALTO EURO

QUADRO ECONOMICO DI PROGETTO (allegato al capitolato speciale d'appalto) Q.E LAVORI IN APPALTO EURO Determinazione D.G. 25/07/2013 Addì, 25/07/2013 OGGETTO: Lavori di Progettazione e Realizzazione Nuova Casa della Salute. Approvazione della perizia di variante e suppletiva senza incremento della spesa

Dettagli

LE VALUTAZIONI TECNICO SANITARIE SULLE OPERE DI COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA NEI VECCHI E NUOVI OSPEDALI

LE VALUTAZIONI TECNICO SANITARIE SULLE OPERE DI COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA NEI VECCHI E NUOVI OSPEDALI LE VALUTAZIONI TECNICO SANITARIE SULLE OPERE DI COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA NEI VECCHI E NUOVI OSPEDALI AOSTA - 24.5.2006 Dr. Roberto GERBI D.P.R. 128/1969 Art. 5 - Attribuzioni del direttore

Dettagli

Proposta organizzativa per CdA del 29/7/15

Proposta organizzativa per CdA del 29/7/15 PROT. 5585/2015 Proposta organizzativa per CdA del 29/7/15 ARCA S.p.a. Organigramma Presidenza Relazioni Istituzionali e Comunicazione Segreteria Generale e Affari Societari Program Management e Internal

Dettagli

AMG ENERGIA S.p.A. Libro delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione VII VERBALE DI SEDUTA

AMG ENERGIA S.p.A. Libro delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione VII VERBALE DI SEDUTA AMG ENERGIA S.p.A. Libro delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione VII VERBALE DI SEDUTA L anno Duemilatredici, il giorno 5 del mese di giugno, alle ore 16,10 presso i locali

Dettagli

MAPPATURA DEI RISCHI E MISURE DI CONTRASTO DEL RISCHIO Area B) Area affidamento lavori, servizi e forniture

MAPPATURA DEI RISCHI E MISURE DI CONTRASTO DEL RISCHIO Area B) Area affidamento lavori, servizi e forniture Definizione dell oggetto dell affidamento MAPPATURA DEI RISCHI E MISURE DI CONTRASTO DEL RISCHIO b1 Processi Fasi Rischi Individuazione delle caratteristiche del bene o del servizio rispondente alle necessità

Dettagli

N. 4.1. La WBS di un progetto di costruzione di un edificio, utilizzando il metodo di disaggregazione per fasi. WBE Code

N. 4.1. La WBS di un progetto di costruzione di un edificio, utilizzando il metodo di disaggregazione per fasi. WBE Code Le soluzioni proposte degli esercizi presenti nel testo hanno un carattere di mero esempio e non possono essere assunte come WBS da adottare in ogni contesto. Ricordiamo che ogni progetto e quindi ogni

Dettagli