Taiwan, battezzata nel 1517 dai marinai

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Taiwan, battezzata nel 1517 dai marinai"

Transcript

1

2 L alta tecnologia e la ricerca in Taiwan Tiziana Tambosso Presidente IEEE-LEOS Italian Chapter Quali sono le ragioni del successo di Taiwan nel settore dell alta tecnologia? Quanto hanno inciso sullo sviluppo economico del Paese l ITRI (Industrial Technology Research Institute) e il parco tecnologico industriale di Hsin-chu, due istituzioni volute e finanziate dal governo? Taiwan, battezzata nel 1517 dai marinai portoghesi Ihla Formosa, ovvero isola bella, è un isola sub-tropicale poco più grande della Sicilia, ma con quasi 23 milioni di abitanti. Il suo territorio è prevalentemente montuoso e la popolazione vive soprattutto nelle grandi città della costa occidentale. Esaminando la situazione economica attuale di Taiwan ci si può stupire di come questa piccola nazione si sia fatta strada nel panorama mondiale partendo da zero solamente cinquant anni fa: infatti, Taiwan usciva dal periodo buio della seconda guerra mondiale che l aveva vista schierata con il suo dominatore, il Giappone (Taiwan fu una colonia giapponese dal 1895 al 1945) pesantemente devastata dai bombardamenti degli Alleati. Nel 1949 Chiang Kai-shek, fuggendo dalla Cina di Mao Tze-Tung, si rifugiò a Taiwan con i suoi sostenitori presto seguiti da migliaia di cinesi contrari alla politica del nuovo leader. Grazie agli aiuti americani, che volevano impedire la conquista di Taiwan da parte della Cina di Mao, Taiwan si è dapprima dotata di infrastrutture e ha potenziato il settore agricolo in cui tradizionalmente si era distinta, nello stesso tempo ha intrapreso un programma per combattere l analfabetismo e aumentare il livello culturale (dal 1950 al 2002 il numero di studenti universitari è incrementato più di 100 volte). Gli anni 70 hanno visto spostarsi l attenzione dall agricoltura all industria manifatturiera leggera, grazie al basso costo del lavoro, inoltre negli anni 60 e 70 Taiwan ha cominciato ad inserirsi nel panorama economico mondiale esportando i suoi prodotti tessili e manifatturieri in tutto il mondo. Ma queste erano solo le premesse per cominciare il processo che avrebbe portato Taiwan a competere sul piano dell alta tecnologia con Nazioni come l USA, il Giappone e l Europa. L indice di crescita economica e di competitività mondiale, pubblicato dal World Economic Forum (http://www.weforum.org) vede oggi Taiwan al quinto posto (dopo Finlandia, USA, Svezia e Danimarca) tra le 117 nazioni considerate (vedi Tabella 1 tratta dal Global Competitiveness Report [1]). Inoltre, nel recente rapporto del WEF sullo stato di sviluppo del settore ICT (Information and Communication Technology): Global Information Technology Report [2] un AEIT numero 3 30

3 Alta tecnologia intero capitolo viene dedicato all analisi del caso Taiwan che è tra i leader mondiali nella produzione di circuiti integrati, Personal Computer e loro periferiche oltre che di prodotti per il networking (modem ADSL, Wireless LAN, Hub, Ethernet switch, Cable modem), display a cristalli liquidi e componenti per telefoni cellulari; tutti dispositivi connessi all industria ICT e che costituiscono oltre il 30% delle esportazioni di Taiwan. In Tabella 2 si riporta un elenco di prodotti di cui Taiwan risulta rispettivamente il primo, secondo e terzo fornitore al mondo ed alcune delle più importanti industrie produttrici. Sempre dal WEF, nella categorizzazione per Innovatività (Innovation Potential) Taiwan è la quarta al mondo per numero di brevetti USA concessi (dopo USA, Giappone e Germania). Infine, anche per quanto riguarda il Prodotto Nazionale Lordo (nel 2004 il GDP Gross Domestic Product era pari a milioni di US$ corrispondenti ad un GDP per capita di 13,548 US$) la piccola Taiwan è in continuo miglioramento soprattutto ove si valuti il GDP per capita a parità di acquisto (PPP-Purchasing Power Parity) che rivaleggia con quello di nazioni come la Spagna e la Nuova Zelanda [3] e la previsione per il 2005 è ancora di crescita del GDP con un tasso del 4% circa. Quali sono i segreti di questo incredibile successo? Come sono riusciti i Taiwanesi in vent anni a pareggiare e a superare nazioni più ricche ed economicamente più evolute? Nei successivi paragrafi si cerca di analizzare le motivazioni alla base del cosiddetto miracolo economico taiwanese considerando il ruolo del Governo e il contributo portato da due istituzioni: il centro Nazionale per la ricerca applicata (ITRI-Industrial Technology Research Institute) e il parco tecnologico industriale di Hsin-chu. 1. Il ruolo del Governo Basta un soggiorno breve a Taiwan per accorgersi dell operosità dei taiwanesi (spesso lavorano ore al giorno incluso sabato e domenica). Sono disposti al sacrificio per assicurare un futuro migliore per sé e per la propria famiglia. Questa caratteristica, comune a molte popolazioni asiatiche (giapponesi, vietnamiti, coreani, cinesi) influenzate profondamente dal confucianesimo, ha un impatto determinante sui comportamenti degli individui e sui loro rapporti sia verso il lavoro sia verso le istituzioni. In effetti, possono essere citati altri esempi, relativi questa volta alla cultura occidentale, che evidenziano come lo spirito di sacrificio sia un elemento Tabella 1 - Indice di crescita in competitività globale: confronto Tratto da The Global Competitiveness Report (World Economic Forum) GCI = Global Competitiveness Index 31 marzo 2006

4 fondamentale per il successo anche economico di una Nazione: nel suo ultimo libro Il sogno europeo, Jeremy Rifkin sottolinea come alla base del cosiddetto sogno americano ci fosse lo spirito di sacrificio dei suoi pionieri che purtroppo è pian piano venuto a mancare nelle nuove generazioni, portando a comportamenti del tipo tutto mi è dovuto perché sono un cittadino della nazione più potente al mondo. Inoltre, ricordiamo anche l esempio dell Italia: il famoso miracolo italiano degli anni cinquanta-sessanta. Anche in quel caso lo spirito di sacrificio del popolo italiano e l intraprendenza degli imprenditori di quel periodo ebbero un ruolo importante. Altre caratteristiche dei taiwanesi anch esse co- Tabella 2 -Prodotti fabbricati in Taiwan per i quali Taiwan risulta rispettivamente il primo, secondo e terzo produttore mondiale Primo Circuiti Integrati (IC) Fonderie di circuiti integrati (TSMC, UMC) Memorie di tipo Mask ROM (Macronix) Packaging di circuiti integrati (ASE, SPIL) Resistori in Chip (Wildex, C.C.Ohm) Computer & Periferiche PC portatili (Quanta Computer, Compal Electronics, ACER, ASUS) Display a cristalli liquidi (AUO, CMO) Dischi ottici riscrivibili Schede madri PDA (Personal Digital Assistant) Elettronica di controllo per dischi ottici Display a cristalli liquidi di grandi dimensioni (TFT-LCD) Lettori MP3 Prodotti per le reti Concentratori (Hub) Instradatori (router) per SOHO (Small Office Home Office) Modem xdsl Reti locali senza fili-wlan (Wanshih) Modem via cavo Schede per interfacce di rete Switch Ethernet Altro Tessuti in fibra di vetro Biciclette (Giant, Merida) Copolimeri ABS Sedie a rotelle motorizzate Alimentatori AC/DC (Anoma) Secondo Circuiti Integrati (IC) Progettazione di circuiti integrati (MediaTek, VIA, Realtek, Sunplus) Computer & Periferiche Macchine fotografiche digitali Display a cristalli liquidi di medie dimensioni (TFT-LCD) Others Acido tereftalico purificato Filamenti e fibre di poliestere Poliuretano Cuoio sintetico Fogli antistatici Elastomeri Termoplastici (TPE) Terzo Circuiti Integrati (IC) Memorie di tipo DRAM (TwinMOS, Winbond, Mosel Vitelic, VIS, ProMOS) Computer & Periferiche Televisori a cristalli liquidi Others Fibre di Nylon Dadi per viti Alcune fra le principali industrie in alcuni settori in cui Taiwan è tra i leader mondiali Packaging e testing di IC ASE Advanced Semiconductor Engineering Inc. SPIL Siliconware Precision Industries Co ChipMOS Technologies Inc International Semiconductor Technology Ltd Chipbond Corp Progetto di IC MediaTek Inc. VIA Technologies Inc. Realtek Sunplus Technology Co. Weltrend Semiconductor Inc. Syntek Semiconductor Ltd. Fonderie di IC TSMC Taiwan Semiconductor Manufacturing Company UMC United Microelectronics Corp. Produttori di display a cristalli liquidi AU Optronics Chi Mei Optoelectronics Chunghwa Picture Tubes Quanta Display Produttori di memorie DRAM Winbond Electronics Corporation Mosel Vitelic Inc. ProMOS technologies Inc. PowerChip semiconductor corporation TwinMOS Technologies VIS Vanguard International Semiconductor Corporation PC portatili Quanta Computer Compal Electronics ACER ASUS AEIT numero 3 32

5 Alta tecnologia muni a molti popoli asiatici e che contribuiscono a farne dei lavoratori ideali per l industria di tipo manifatturiero sono: la capacità di lavorare bene in gruppo, portando ognuno il proprio contributo, integrandosi facilmente senza far pesare il proprio individualismo; l umiltà di cominciare dal basso, imparando da chi ne sa di più, talvolta semplicemente copiando e la pazienza unita alla costanza di apportare piccoli miglioramenti che sommati generano valore (modello già seguito ad esempio dal Giappone); la precisione e l abilità nelle lavorazioni fini, tipica delle popolazioni cinesi (si veda la loro scrittura, pittura e le loro miniature), estremamente importante ad esempio nell industria elettronica; Tuttavia, la buona volontà, lo spirito di sacrificio e tutte le suddette doti non bastano da sole a far sviluppare l economia di una nazione gli altri due ingredienti che spiegano, secondo l autore, il successo di Taiwan sono le capacità gestionali e di visione strategica del governo e dei suoi dirigenti. Come verrà meglio spiegato in seguito, il governo taiwanese ha avuto un ruolo determinante nel creare l ambiente favorevole per la crescita economica del Paese offrendo in questo un esemplare case study per tutti. Una prima importante visione strategica del governo di Taiwan è stata quella di identificare, nel lontano 1970, nell industria elettronica di alta tecnologia la chiave per il successo del Paese. Quindi vi è stata la scelta di seguire come modello quello che si era dimostrato fino ad allora vincente: quello del libero mercato stile americano e questo in controtendenza con la politica economica ortodossa applicata dagli stati in via di sviluppo, che possono contare su manodopera a basso costo, che consiste nel mantenere la propria valuta sotto la parità ed applicare tariffe protette per stimolare artificiosamente le esportazioni. Taiwan sapeva di non avere un sufficiente bacino di utenza interna per garantire la crescita di un industria ad alto contenuto tecnologico (ad esempio, le fabbriche di semiconduttori diventano redditizie quando i volumi produttivi per ogni prodotto sono dell ordine dei milioni di pezzi) per cui, se voleva avere successo in quel settore doveva competere a livello internazionale, ma Taiwan partiva molto svantaggiata rispetto ad altre Nazioni già tecnologicamente avanzate. Pertanto il governo decise di avere un ruolo importante nella realizzazione di un sistema industriale di alta tecnologia e cominciò a delineare un piano di sviluppo pluriennale che prevedeva: lo stanziamento di adeguati finanziamenti, lo sviluppo delle conoscenze attraverso il potenziamento della ricerca (con la fondazione di diversi Centri di Ricerca) e del ruolo delle università, la creazione di un eco-sistema opportuno ad imitazione della Silicon Valley americana (vedi 3), l apparato legislativo necessario a facilitare la crescita di un sistema economico basato sul libero mercato, sgravi fiscali per favorire il nascere di una industria fiorente di Venture Capital. Una caratteristica peculiare del sistema industriale taiwanese, è quella di essere un sistema privato pur essendo nato grazie a finanziamenti statali: infatti, le aziende vengono sostenute finanziariamente nei primi anni di sviluppo, ma, appena possibile, vengono quotate in Borsa e lasciate libere di competere sul libero mercato. Non vi è alcuna compartecipazione statale nelle industrie high tech create con il supporto governativo e la gestione è assolutamente privata. Questo sistema ha dimostrato di funzionare molto bene perchè le aziende sanno di dover contare solo su se stesse per diventare e soprattutto rimanere competitive a livello internazionale e questo ha favorito l applicazione di criteri meritrocratici nella selezione del personale e nell assegnazione dei ruoli dirigenziali ed una gestione aziendale di tipica impronta americana (d altra parte molti CEO vengono da precedenti esperienze in industrie USA o da scuole americane di management). Pertanto in gran parte delle aziende taiwanesi (come si può constatare leggendo ad esempio le pagine web relative ai valori ed alle filosofie aziendali di ditte come AUO, UMC e TSMC [4]) sono utilizzati i seguenti criteri gestionali: 33 l integrità, l onestà, la trasparenza e l imparzialità vengono applicati sia nel business che nella competizione perché si sono dimostrati valori vincenti con cui le industrie di Taiwan si sono guadagnate la fiducia da parte della clientela internazionale, e la lealtà dei loro impiegati. La pianificazione a lungo termine è fondamentale per ridurre il rischio di affrontare situazioni di crisi ed è applicata come regola a tutti i livelli: dalla gestione dei progetti alla pianificazione strategica; Lo stile di gestione è aperto e consente a tutti di esprimere il proprio parere (perché le critiche costruttive aiutino a migliorare), ma, una volta che la decisione viene presa tutti lavorano insieme per raggiungere l obiettivo; Il personale delle aziende e dei centri di ricerca è sempre altamente qualificato a tutti i livelli (dal neo-laureato al top manager). La selezione si basa su criteri puramente meritocratici, basandosi su titoli, qualifiche e carattere e non su raccomandazioni, amicizie o come si dice localmente con disprezzo guan-xi. Vengono aborriti commarzo 2006

6 portamenti corrotti e con connotazioni politiche. Il personale che lavora bene e con resa elevata viene sempre premiato (è piuttosto diffuso il modello americano di offrire stock options ai propri impiegati e vi sono aumenti di merito trimestrali, in funzione dei risultati economici). Un tale stile gestionale si è trasformato in un vantaggio competitivo facendo guadagnare credibilità alle aziende ed ai prodotti di alta tecnologia taiwanesi. Riconoscendo l importanza strategica della ricerca come motore dell attività industriale in uno Stato economicamente avanzato, il governo taiwanese ha ampiamente finanziato sia lo sviluppo di centri di ricerca (vedi 2) sia quello delle università (la spesa per la ricerca è stata del 2.2% del Prodotto Nazionale Lordo nel 2004 ed è previsto che raggiunga il 2.3% del GDP nel 2008). Ancora più importante, ha saputo creare un buona sinergia tra questi centri e le nascenti industrie, in modo che la ricerca fosse fruibile prima possibile nell industria (vedi 2 e 3). L eccellenza delle università è fondamentale per la preparazione di laureati con professionalità adeguate all impiego nelle nuove industrie di alta tecnologia. Cinquant anni fa a Taiwan c era un unica università con 5000 studenti oggi le università sono più di 150 (58 pubbliche e 94 private) con studenti, si è perciò passati da un periodo in cui l educazione era di fatto per l elite ad uno in cui è diventata di massa. Tuttavia, visto il numero elevato di università, si è presentata la necessità, per il governo, di adottare dei criteri per distribuire in modo più efficace i finanziamenti [5]. Le università sono state suddivise per categoria: università per la ricerca (sono poche e accuratamente selezionate in base a criteri internazionali di eccellenza scientifica) università per l insegnamento (sono la maggioranza e il loro compito principale consiste nell insegnare le materie di base allo stato dell arte e creare le nuove generazioni di professionisti. Anche i professori di queste università fanno ricerca allo scopo di tenersi costantemente aggiornati nel loro settore specialistico) università professionali (sono una realtà specifica di Taiwan e derivano dalle vecchie scuole professionali trasformate in collegi o politecnici che offrono specializzazioni di quattro anni per ad esempio: infermieri, insegnanti delle scuole elementari, etc.) collegi locali (che vengono gestiti dai governi locali e sono scuole professionali biennali) I fondi più consistenti vanno alla prima categoria di università, che sono responsabili della ricerca più avanzata (quella che si avvale anche delle apparecchiature più costose). Esse vengono selezionate, attraverso il supporto di un gruppo indipendente di saggi, applicando criteri internazionali di giudizio il più possibile obiettivi ed imparziali quali ad esempio: il numero di pubblicazioni su riviste internazionali di prestigio (valutate in base al loro impact factor cioè il numero di citazioni di una certa rivista in un anno diviso per il numero di articoli pubblicati sulla rivista in quel anno); il numero di studenti per ogni membro dello staff, i finanziamenti acquisiti, il credito internazionale dato ai loro docenti (ad esempio attraverso premi di prestigio (Nobel), onorificenze od altri riconoscimenti di organizzazioni scientifiche e Society internazionali (Fellowship), il numero di citazioni dei loro articoli), il posizionamento delle università nella classifica mondiale redatta da Enti [6] come: la Shanghai Jiao Tong University (China), The Times Higher Education Supplement (U.K.), il CEST (Center of Science and Technology Studies) (Svizzera), che utilizzano per le loro classificazioni metri di giudizio trasparenti e il più possibile imparziali. Anche per quanto riguarda le università Taiwan ha seguito il modello americano sia per quanto riguarda il curriculum di studi sia per quanto riguarda la ricerca della superiorità scientifica dei docenti che vengono selezionati in base a criteri meritocratici internazionali (nessun nepotismo o raccomandazione). I Campus sono delle piccole cittadelle universitarie con dormitori per gli studenti e i professori (gli eventuali visiting professor stranieri), strutture sportive, verde, mense e servizi vari (banche, posta, supermercati, lavanderia, ecc.) (vedi siti web per maggiori dettagli [7]). Molti corsi sono tenuti in lingua inglese per aiutare fin dall inizio gli studenti nella loro internazionalizzazione. I migliori studenti sono stimolati a proseguire gli studi con il PhD e a trascorrere un periodo di formazione di almeno un anno nelle più prestigiose università americane ed europee. Inoltre, i laboratori tecnologici delle università rivaleggiano con quelli delle sorelle europee ed americane, con attrezzature allo stato dell arte. Tutto questo grazie alla buona amministrazione e gestione dei fondi stanziati dal governo, infatti anche le università sono amministrate come delle aziende e sono in costante competizione per assicurarsi i finanziamenti e tutto questo ovviamente stimola la ricerca dell eccellenza del proprio personale. 2. Il Centro di Ricerca Applicata: ITRI Nel 1973 il governo di Taiwan (allora ancora sotto il controllo di Chiang Kai-shek, che morì due anni dopo), intendendo dare un vigoroso impulso alla AEIT numero 3 34

7 Alta tecnologia tecnologia per promuovere la crescita della Nazione, decise di creare l ITRI Industrial Technology Research Institute, una organizzazione di ricerca e sviluppo non a scopo di lucro, la cui missione era quella di impegnarsi nella ricerca applicata per accelerare lo sviluppo industriale di Taiwan, rafforzando la competitività a livello mondiale delle industrie esistenti e contribuendo alla creazione di nuove realtà industriali su tecnologie di punta [8]. La missione dell ITRI è rimasta sempre la stessa, indipendentemente dai cambiamenti politici e di governo che si sono susseguiti nei trent anni dalla sua fondazione (nel 1978 è cominciato il lento processo di democratizzazione di uno stato, che aveva sopportato decine di anni di guerre civili e legge marziale, abolita solamente nel 1987, che è culminato con le prime elezioni popolari di un presidente nel 1996). L ITRI ha continuato ad avere l appoggio finanziario (anche oggi riceve il 54% dei suoi finanziamenti dallo stato) e legislativo del governo in carica (che ne riconosceva l importanza e il prestigio a fronte di risultati sempre brillanti) per continuare nel compito che stava svolgendo, potendo così giocare un ruolo vitale nel trasformare l economia di Taiwan da un modello labor-intensive ad uno industriale high tech. Anche l ITRI si è ispirato per la propria organizzazione e gestione a modelli esistenti che avevano già dimostrato la loro validità (ad esempio quello del tedesco Fraunhofer Institute), adattandoli, grazie alla preparazione ed abilità dei suoi manager, all ambiente economico ed industriale di Taiwan. Sapendo che, soprattutto nell ambito della tecnologia avanzata, la competizione è a livello mondiale, l ITRI ha puntato sull eccellenza scientifica dei suoi ricercatori e dei suoi manager (che hanno sempre titoli e qualifiche internazionali di altissimo livello scientifico e tecnico), la concentrazione degli sforzi su pochi settori accuratamente selezionati e il trasferimento veloce dei risultati delle ricerche a livello industriale. Per favorire questo ultimo passaggio nei pressi dell ITRI è stato creato il parco tecnologico industriale di Hsin-chu (vedi 3). Proprio per la sua connotazione di Istituto di Ricerca Applicata, l ITRI ha identificato nel IPR (Intellectual Property Rights) uno strumento fondamentale per emergere in una economia basata sulla conoscenza (l uso appropriato di brevetti, marchi e copyright può portare ad un notevole vantaggio competitivo) per questo, in ITRI, la divisione IPR Management & Service riveste un ruolo importante (con più di 2000 persone). Inoltre, a conoscenza dell autore, l ITRI è l unico centro di ricerca al mondo in cui si offre il 25% dei guadagni ottenuti da un brevetto agli inventori, come incentivo ai suoi ricercatori per migliorare la quantità e soprattutto la qualità dei brevetti prodotti. In figura 1 viene riportato il confronto tra l ITRI ed alcune ditte americane e giapponesi dal punto di vista del numero di brevetti che hanno dato un ritorno economico [8]. La storia dell ITRI è contraddistinta da una serie di successi. Partita con tre laboratori donati dal governo, oggi l ITRI conta sette laboratori e cinque centri di ricerca, più di seimila dipendenti tra cui 820 PhD e 2776 laureati con il master, più di 8390 brevetti concessi e 150 nuove imprese avviate. Tra queste si ricordano le due più importanti fonderie di circuiti integrati custom al mondo: la TSMC (Taiwan Semiconductor Manufacturing Company) [9] e la UMC (United Microelectronics Corp.) [10]. La TSMC, fondata nel 1987 è diventata nel 2002 ed è tuttora la più importante fonderia di silicio al mondo, offrendo ai suoi clienti i più avanzati processi tecnologici (attualmente TSMC ha due fabbriche che producono fette di silicio da 12 pollici (300mm) su cui utilizza i nuovi processi litografici da 90 nm ed è in grado di offrire anche la più recente tecnologia da 65nm), servizi avanzati di progettazione, elevata efficienza produttiva ed alta qualità. Nel 2005 la TSMC con i suoi dipendenti ha raggiunto No. di brevetti per Milioni di $USA investiti Figura 1 Confronto del guadagno da brevetti tra ITRI e alcune industrie americane e giapponesi 35 marzo 2006

8 una capacità produttiva di 4.3 milioni di fette di silicio e le sue entrate rappresentano il 50% del mercato globale delle fonderie di Silicio, con un fatturato di 5.9 miliardi di $US a fine settembre Con questo fatturato TSMC si colloca al nono posto nella classifica delle più importanti produttrici mondiali di circuiti microelettronici (che vede Intel al primo posto, la coreana Samsung al secondo e l italo-francese STMicroelectronics al settimo) con un tasso di crescita che nell ultimo annuo è stato del 30%. Si noti che la TSMC, grazie alla visione strategica del suo fondatore e CEO, Morris Chang [9], è stata pionieristica nel portare sul mercato dei semiconduttori il modello di sola fonderia (cioè ditta che produce circuiti microelettronici solamente su commissione). Tale modello si è dimostrato particolarmente adatto per un mercato, come quello dei semiconduttori, che subisce delle oscillazioni periodiche, ma tendenzialmente ha una crescita media del 15-17% annuo nell ultimo decennio. I tipici clienti di una fonderia sono le grandi ditte che producono circuiti a semiconduttore, ma soprattutto le cosiddette fab-less, piccole e medie imprese che progettano circuiti integrati, ma non hanno le dimensioni adatte per poter creare la loro unità produttiva. Pur sperimentando un forte turn over, tali ditte sono in costante crescita perché il mercato dei semiconduttori è in continua evoluzione con sempre nuove aree applicative che nascono e richiedono nuove competenze e nuove idee. Inoltre, visto il costo elevatissimo di una fabbrica di circuiti microelettronici (attualmente è dell ordine dei 3 miliardi di dollari), non tutte le ditte di semiconduttori possono costruirne una nuova per far fronte alle richieste dei tempi di abbondanza e poi tenerla chiusa o sotto i livelli normali di produzione, durante i periodi di magra. Per cui diventa conveniente commissionare (outsourcing) la produzione dei propri prodotti ad una fonderia esterna. Naturalmente, il modello fonderia può funzionare solamente se esiste una rapporto di fiducia molto forte tra cliente e fornitore, infatti la fonderia lavora contemporaneamente per ditte che possono essere acerrimi concorrenti e deve essere in grado di garantire la confidenzialità e la segretezza. Il modello di TSMC è stato seguito dall altra ditta taiwanese UMC che è la seconda fonderia di silicio al mondo, ma anche dalla cinese SMIC (Semiconductor Manufacturing International Corp.) fondata nel 2000 e che già conta tre fabbriche a Shangai, una a Tianjin e una a Beijing e ha già conquistato una fetta di mercato, nel 2004, pari ad 1 miliardo di $US. Anche questa ditta si sta servendo della esperienza e del know how dei taiwanesi avendo assunto decine di ex-tecnci e manager della TSMC. Un interessante analisi di come l industria di semiconduttori si è sviluppata in Cina e a Taiwan è riportata nel numero speciale della rivista IEEE Spectrum [11]. Inoltre in [12] viene analizzato in dettaglio lo sviluppo dell industria di semiconduttori in Taiwan sottolineando il ruolo del governo nelle diverse fasi di crescita e assestamento. L industria dei semiconduttori è stata la prima a partire ed è ormai consolidata, infatti a TSMC e UMC fanno da contorno una serie di piccole e medie imprese che traggono sostentamento dalla vicinanza con le due grosse fonderie. Inoltre, tale industria si è espansa includendo ulteriori elementi essenziali nella catena del valore quali: industrie per IC (Integrated Circuit) design, IC packaging e IC testing ed anche in questi settori Taiwan è uno Tabella 3 - Investimenti dei fondi di VC di Taiwan nel periodo AEIT numero 3 36

9 Alta tecnologia dei più importanti attori a livello mondiale. Recentemente, i principali sforzi finanziari governativi si sono rivolti ad altri settori quali le industrie ICT, l optoelettronica e soprattutto le biotecnologie e le nanotecnologie. In particolare nel 2002 è stato approvato il progetto nanotecnologia che con un totale di 657 milioni di dollari distribuiti su sei anni, ha lo scopo di proiettare Taiwan tra i leader mondiali anche in questo promettente settore. Tenendo conto delle nuove indicazioni e tendenze della ricerca anche l ITRI sta concentrando i suoi sforzi sulle tecnologie più avanzate dei settori: informatica, telecomunicazioni e optoelettronica; biotecnologie e medicale; materiali ed ingegneria chimica; nanotecnologie; sistemi di produzione avanzati e MEMS (Micro Electro Mechanical Systems); energia e sviluppo sostenibile (per maggiori dettagli sugli argomenti e i progetti di ricerca relativi a ciascun settore, si può fare riferimento al seguente sito web: org.tw/eng/research/index.jsp). Tra i compiti istituzionali dell ITRI c è quello dello sviluppo del capitale umano. I giovani talenti considerano spesso l ITRI come punto di partenza della loro carriera e dopo in media cinque anni sono pronti per fare il passaggio nell industria ove il loro know how viene molto apprezzato ed adeguatamente remunerato. Si consideri che, dalla sua fondazione, più di ricercatori sono passati dall ITRI prima di andare a ricoprire ruoli importanti nell industria taiwanese. Tra questi alcune eminenti figure del panorama industriale di Taiwan sono stati precedentemente ricercatori o manager all ITRI: per esempio, i direttori generali della TSMC e della UMC e il vice presidente della AU Optronics (che sta puntando a diventare la principale produttrice mondiale di display a cristalli liquidi, per ora al terzo posto). Un altra importante funzione dell ITRI, espletata attraverso l Open Lab ed il suo Incubator Center [13] è quella di aiutare nelle prime fasi di crescita e sviluppo, le piccole e medie imprese di alta tecnologia. Tali ditte possono usufruire di un programma di sostegno triennale in cui l ITRI offre gli spazi, l utilizzo delle sue strutture tecnologiche, supporto legale, amministrativo e contabile, corsi di preparazione per i neo-imprenditori, supporto finanziario attraverso un fondo interno di venture capital, la sua rete di contatti per aiutare la neo-impresa a scegliere la strada migliore per svilupparsi. Al termine dei tre anni, ma spesso anche prima, l impresa è in grado di proseguire con le proprie forze. Il modello ITRI Open Lab ha funzionato molto bene aiutando la formazione di più di 150 nuove compagnie, generalmente localizzate all interno del parco tecnologico costruito in prossimità dell ITRI (Hsin-chu Science and Technology Park). Per quanto riguarda la politica di appoggio alla creazione delle imprese si ricorda che oltre all I- TRI, il governo di Taiwan ha anche aiutato con le adeguate politiche di sostegno (sgravio fiscale) il sorgere di una fiorente attività di Venture Capital È noto che esiste una relazione simbiotica tra PMI e fondi di VC, l una si sviluppa in presenza degli altri e viceversa e dalla sua fondazione nel 1983, l industria di VC taiwanese ha registrato la formazione di più di 200 fondi di VC [14]. In Tabella 3 è riportato l ammontare degli investimenti dei fondi di VC di Taiwan nel periodo , mentre le figure 2, 3 e 4 rappresentano il numero di fondi di VC, la loro suddivisione per categoria di investitore e il tipo di settore industriale in cui tali fondi hanno operato, nel periodo Figura 2 Numero di fondi di VC in Taiwan nel periodo Nuovi fondi Fondi operativi 37 marzo 2006

10 Attualmente, Taiwan è seconda solamente agli USA, per numero di imprese di Venture Capital. 3. I parchi tecnologici Un terzo importante contributo del governo di Taiwan al sorgere e prosperare delle industrie di alta tecnologia in Taiwan è stato la fondazione del Parco tecnologico di Hsin-chu [15]. Questo parco tecnologico viene da molti considerato la Silicon Valley del Far East ma, mentre la Silicon Valley californiana è nata dalla spontanea azione di privati stimolata e sostenuta dall università di Stanford, il parco tecnologico di Hsin-chu è stato creato nel 1980 per deliberata azione del governo taiwanese, attraverso il National Science Council. Le autorità di Taiwan sapevano bene di non poter emulare le condizioni favorevoli che si erano verificate nella Silicon Valley senza un ben preciso programma di sostegno. Per cui attraverso finanziamenti mirati e consistenti hanno dapprima fatto nascere l ITRI, poi hanno potenziato le strutture pubbliche di ricerca: centri di ricerca ed università, hanno creato organizzazioni per la gestione degli investimenti pubblici (come per esempio la CDC - China Development Corporation, che ha fornito i primi capitali per la nascita di UDC e TSMC) e associazioni industriali (come la Taiwan Electrical and Electronic Manufacturers Association (TEEMA) che ha contribuito a selezionare le compagnie più meritevoli di assistenza finanziaria) e hanno costruito infrastrutture moderne nell area di Hsin-chu creando un ecosistema industriale dove ditte di alta tecnologia potessero trovare tutto quello di cui avevano bisogno sia dal punto di vista delle strutture sia da quello del supporto alla ricerca e allo sviluppo del know how tecnologico. Attualmente, il Parco tecnologico di Hsin-chu si estende su un area di 770 ettari comprendente edifici industriali e residenziali, impianti sportivi e di divertimento, supermer- Figura 3 Suddivisione per categoria dei fondi di VC in Taiwan Grandi Investitori 39.12% Società di investimento 18.96% Assicurazioni 9.52% Società finanziarie 1.74% Gruppi finanziari 3.63% Banche 7.80% Governo 3.90% Individui 14.59% Altro 0.74% Industrie manifatturiere tradizionali 3.62% Biotecnologie 3.77% Software 5.40% Macchinari di precisione & Automazione 2.04% Industria di VC 2.49% Altre tecnologie 3.02% Opto-Elettronica 10.99% Internet 2.37% Telecomunicazioni 13.44% Materiali Avanzati 1.20% Altro 3.04% Semiconduttori 18.64% Elettronica 14.48% Tecnologie dell informazione 15.50% Figura 4 Suddivisione per industria degli investimenti dei fondi di VC di Taiwan AEIT numero 3 38

11 Alta tecnologia Tabella 4 - Numero di aziende nel parco di Hsin-chu e crescita del loro fatturato, diviso per tipologia di industria Numero di ditte operative nei diversi anni e loro fatturato (Unità: 100 Milioni di NT$) Crescita del fatturato per tipologia di industria (Unità: 100 Milioni di NT$) Tabella 5 - Numero di ditte nel Parco Tecnologico STSP Industrie Numero di compagnie Numero di compagnie Numero nel Parco di Tainan nel Parco di Kaohsiung totale Circuiti Integrati Optoelettronica Biotecnologie Telecomunicazioni Macchinari di precisione Computer e periferiche Altro Totale cati, scuole (anche bilingua per stranieri), il tutto fornito dei più moderni servizi (telecomunicazioni, acqua ed energia, impianti di riciclaggio e trasporti). Vicino al parco tecnologico di Hsin-chu ci sono l ITRI, sei laboratori nazionali di ricerca: National Center for High-Performance Computing (NCHC), Synchrotron Radiation Research Center (SRRC), National Space Program Office (NSPO), Precision Instrument Development Center (PIDC), Chip Implementation Center (CIC), National Nano Device Laboratories (NDL) e due delle più prestigiose università di Taiwan: la National Tsing Hua University e la National Chiao Tung University, entrambe in grado di fornire curriculum di studi scientifici ad alto livello internazionale e preparare laureati pronti per essere assunti nelle ditte del Parco [7]. A fine 2004 il parco tecnologico di Hsin-chu ospitava 384 ditte [15]. ]. In tabella 4 sono riportati i dati che illustrano la crescita delle industrie nel parco di Hsin-chu e del loro fatturato, diviso per tipologia di industria. Visto il successo del Parco tecnologico di Hsin-chu, nel 1995 il governo, attraverso il NSC, ha approvato nuovi finanziamenti per stimolare lo sviluppo economico-industriale anche del Sud di Taiwan attraverso la creazione di un altro parco tecnologico tra Tainan (la vecchia capitale di Taiwan) e Kaohsiung (la seconda città di Taiwan in termini di popolazione) il STSP (Southern Taiwan Science Park) [16]. Questo parco raggruppa industrie nei settori: semiconduttori, optoelettronica (soprattutto display e DVD player) e biotecnologie. Nel 2005 si contano nel STSP ben 176 industrie (Tabella 5). Infine, nel 2001, è stato creato un terzo Parco nel centro di Taiwan il CTSP (Central Taiwan Science Park) che seguendo le stesse strategie dei precedenti vuole servire a sviluppare la zona centrale di Taiwan e che si focalizzerà sullo sviluppo di: nanotecnologia e aerospaziale nella sua sede di Taichung e biotecnologie per l agricoltura nella sede di Yunlin [17]. 39 marzo 2006

12 4. Il consolidamento La realtà industriale di Taiwan sta passando dalla fase di crescita a quella di consolidamento. Ultimamente, come il resto del mondo industrializzato, anche il fiorente e vertiginoso sviluppo industriale di Taiwan sta subendo un rallentamento dovuto principalmente alla crescita economica della vicina Cina Popolare. Taiwan ha una posizione privilegiata per investire in Cina: innanzitutto la lingua e la cultura comune facilitano sicuramente i rapporti, ma anche il fatto che Taiwan dispone di quello che la Cina in questo momento ambisce maggiormente: le tecnologie più avanzate, il know how e il capitale umano necessari per farle sviluppare. Inoltre, la collaborazione sarebbe vantaggiosa per entrambe: Taiwan vedrebbe aprirsi le porte del più grande mercato mondiale, la Cina potrebbe avere accesso alle tecnologie più avanzate e alle persone più preparate. Il governo di Taiwan, tuttavia, sta frenando la spinta economica interna che porterebbe verso la Cina Popolare, a causa dei contrasti politici ancora irrisolti. Nonostante ciò, le ditte più importanti di Taiwan, come ad esempio la TSMC nel settore semiconduttori e la AUO (AUO Optronics Corp. nel settore display LCD, hanno già aperto filiali in Cina (ove il costo della mano d opera è più basso e il terreno edificabile è più conveniente) e parecchie migliaia di taiwanesi hanno trovato impiego in imprese cinesi (vedasi l esempio della SMIC). Attualmente, si stima che più di un milione di taiwanesi lavori in Cina. Malgrado la realtà industriale di Taiwan sia così sviluppata, pochi sanno che due terzi dei display a cristalli liquidi tre quarti dei PC portatili e quattro quinti dei PDA sono prodotti a Taiwan, poiché questi apparati vengono prodotti per grandi marchi noti come HP, Apple e Dell. Le manifatturiere taiwanesi hanno avuto successo e ottenuto velocemente elevati profitti producendo prodotti di alta tecnologia per conto terzi ma, per essere redditizio, il modello di ditta OEM (Original Equipment Manufacturer) si basa sul controllo dei costi e sulla produzione in grandi volumi. Quando la competizione diventa serrata le OEM hanno un'unica alternativa, quella di abbattere i prezzi, ma questa strategia non è più praticabile quando le ditte cinesi possono offrire un prezzo inferiore (avendo costi della mano d opera decisamente inferiori). Per esempio, i margini di profitto dei PC portatili Made in Taiwan sono scesi dal 10% al 5% negli ultimi tre anni [18]. L alternativa consiste nello spostare la competizione dai prezzi ai marchi. Questo ad esempio è ciò che afferma Tang Ming-Je, professore di marketing internazionale e gestione strategica alla Taiwan National University: la gente non saprà mai che tu stai offrendo un prodotto/servizio di alta qualità a meno che tu non lo faccia sapere a voce alta e niente parla più forte di un marchio di successo. Inoltre, un marchio rispettato e ben noto può persuadere i propri clienti a pagare di più e questo aiuta a mantenere degli alti margini nella competizione con rivali meno noti. A Taiwan manca un grosso mercato interno che possa sostenere lo sviluppo dei brand, ma vi sono altri esempi di piccole nazioni che sono riuscite a creare dei marchi internazionali: ad esempio l Olanda con Heineken e Philips, oppure la Finlandia con Nokia. Un altra ragione per cui finora le compagnie taiwanesi non hanno svolto una forte politica di sostegno dei loro marchi è perché diventa molto rischioso cercare di competere con coloro che sono anche i migliori e maggiori clienti. Ad esempio Gartner afferma che Motorola ha smesso di acquistare telefoni mobili da BenQ (la ditta taiwanese nata come spin-off della ACER, e produttrice di lettori MP3, schermi a cristalli liquidi per TV e monitor per PC, PC portatili e telefoni mobili) perché la compagnia di Taiwan ha cominciato a vendere cellulari con il proprio marchio. Tuttavia, BenQ ha proseguito nella politica di lancio del proprio brand: proponendo prodotti e gadget dal design accattivante e innovativo (creato da un ex progettista della Porsche), studiati per il mercato dei giovani dell Asia e recentemente, adottando la strategia di acquistare un marchio già noto internazionalmente, per ampliare la propria influenza sul mercato europeo ed americano. Infatti, lo scorso autunno BenQ ha acquisito la divisione telefonia mobile della Siemens diventando così la quarta compagnia al mondo di telefoni mobili. Ovviamente l operazione di acquisto di un brand famoso comporta dei rischi, soprattutto quando le aziende che si devono integrare appartengono a due continenti così diversi, in termini di culture aziendali, stili di management ed anche gestione delle risorse umane, come l Asia e l Europa. Alcune compagnie taiwanesi stanno seguendo una diversa strategia e puntano sul mercato cinese per far crescere la popolarità dei loro marchi. Infatti è più semplice per i prodotti taiwanesi farsi conoscere ed apprezzare in un mercato che tende comunque a privilegiare (per spirito di orgoglio nazionale) i marchi cinesi (Taiwan è considerata una provincia della Cina) rispetto a quelli stranieri. Questo è ad esempio successo alla DBTEL Inc. che ha cominciato a vendere telefoni mobili in Cina nel 2001 ed ora è diventato il quinto più popolare cellulare accanto a nomi come Nokia e Motorola. Comunque la strada intrapresa per sostenere i propri brand e far conoscere al mondo il Made in Taiwan, non più come sinonimo di prodotti a AEIT numero 3 40

13 Alta tecnologia basso costo e generalmente di bassa qualità, ma come eccellenti prodotti di alta tecnologia, è appena iniziata. do sia dal punto di vista dei risultati economici che da quello del prestigio e del riconoscimento internazionale, quale fornitore dei grandi marchi. Anche Taiwan, come il resto del mondo industrializzato, sta ora sperimentando un periodo di rallentamento a causa della prorompente crescita economica della Cina Popolare. Sarà interessante tenere sotto osservazione quanto succederà nel prossimo futuro e quali strategie verranno adottate da questa piccola e laboriosa Nazione per sopravvivere e crescere di fronte a questa nuova ed importante sfida. B I B L I O G R A F I A [1] Global Competitiveness report : (http://www.weforum.org/site/homepublic.nsf/content/global+competitiveness+programme%5cglobal+competitiveness+report) [2] Global Information Technology Report : (http://www.weforum.org/pdf/global_competitiveness_reports/reports/gitr_2004_2005/executive_summary.pdf) [3] Lista dei Paesi in funzione del Prodotto Nazionale Lordo (GDP): [4] I valori in TSMC: [5] Chao Han Liu (University System of Taiwan): Taiwan s Higher Education Reform towards Building a Knowledge-Based Economy (vedi sito web: [6] Principali Enti che classificano le Università: - Shanghai Jiao Tong University (China) (http://ed.sjtu.edu.cn/ranking.htm) - The Times Higher Education Supplement (U.K.) (http://www.thes.co.uk/worldrankings/) - CEST (Center of Science and Technology Studies) - (Svizzera) (http://adminsrv3. admin.ch/cest_ccs/hamster/rankings/uni_per_pub.pdf). [7] Siti web di alcune università di Taiwan - National Taiwan University: - National Tsing Hua University: - National Chiao Tung University: - National Cheng Kung University : - National Chung Cheng University: - National Chung Hsing University: - National Sun Yat-Sen University: - National University of Kaohsiung: [8] Sito web dell ITRI: [9] Sito web della TSMC: Morris Chang: [10] Sito web della UMC: [11] Special report China s Tech Revolution: Silicon Gold Rush IEEE Spectrum June 2005, pag [12] J.A.Mathews: A Silicon Valley of the East: Creating Taiwan s Semiconductor Industry, California Management Review, Berkeley, Vol. 39/4,1997, pag [13] Sito web dell Open Lab: e del suo Incubator Center: [14] Taiwan Venture Capital Association: [15] Hsinchu Science Park: Elenco delle industrie che fanno parte del parco tecnologico di Hsinchu: [16] Southern Taiwan Science Park: [17] Central Taiwan Science Park: [18] Michael Schuman: Taiwan Steps Up: as global competition intensifies, Taiwan's largest electronics makers are fighting back with their own brands. Time Magazine, June Conclusioni In questo articolo si è cercato di descrivere una sorprendente e inaspettata realtà: quella di una Nazione lontanissima e di radici culturali molto distanti dalle nostre che, grazie ad una sana e lungimirante amministrazione è riuscita a rivaleggiare con le nazioni più industrializzate del monmarzo 2006

PERCHE TAIWAN. SETTORE FOTOVOLTAICO.

PERCHE TAIWAN. SETTORE FOTOVOLTAICO. 1 PERCHE TAIWAN. Il centro dell economia globale si sta spostando dall ovest verso l est del mondo, dai mercati maturi verso quelli emergenti. La posizione geografica di Taiwan, la rende la scelta perfetta

Dettagli

OBIETTIVI EVENTO. CSITF amplia le prospettive del mercato mondiale per le tecnologie avanzate, attraverso:

OBIETTIVI EVENTO. CSITF amplia le prospettive del mercato mondiale per le tecnologie avanzate, attraverso: ABOUT US: SITEC (Shanghai International Technology Exchange Center): è l ente organizzatore dell evento. Il SITEC è una istituzione pubblica cinese. La sua mission è promuovere lo scambio internazionale

Dettagli

La Fotonica Integrata: una risorsa strategica per i settori industriali ad alto tasso di innovazione tecnologica

La Fotonica Integrata: una risorsa strategica per i settori industriali ad alto tasso di innovazione tecnologica La Fotonica Integrata: una risorsa strategica per i settori industriali ad alto tasso di innovazione tecnologica Fotonica integrata è il termine con il quale ci si riferisce genericamente a circuiti integrati

Dettagli

SETTORE MACCHINARI MACCHINE UTENSILI

SETTORE MACCHINARI MACCHINE UTENSILI SETTORE MACCHINARI Nel primo semestre del 2010 le importazioni coreane di macchinari e componenti elettromeccanici (V. doganale merceologica 84, 85) hanno totalizzato 52 miliardi USD, con un aumento del

Dettagli

Gli assetti a popolazione

Gli assetti a popolazione Gli assetti a popolazione Lo strategic network (mercato auto) L industrial network (filiera, distretto) I business network (eterarchia-relazione) Il policy network (politica pubblica) Le filiere IL SETTORE

Dettagli

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS TOYOTA Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS 1 1. ANALISI DEL SETTORE 2. TOYOTA 3. LANCIO AYGO 4. CONCLUSIONI 2 INDUSTRIA Più IMPORTANTE PER FATTURATO La rilevanza del settore si

Dettagli

1.3. La nuova geografia economica mondiale

1.3. La nuova geografia economica mondiale 28 A cavallo della tigre 1.3. La nuova geografia economica mondiale Internet, elettronica, auto: da Occidente a Oriente Negli ultimi tre-cinque anni si sono verificati mutamenti molto profondi nell importanza

Dettagli

OECD Communications Outlook 2009. Prospettive delle Comunicazioni dell OCSE 2009. Summary in Italian. Sintesi in italiano

OECD Communications Outlook 2009. Prospettive delle Comunicazioni dell OCSE 2009. Summary in Italian. Sintesi in italiano OECD Communications Outlook 2009 Summary in Italian Prospettive delle Comunicazioni dell OCSE 2009 Sintesi in italiano Questa decima edizione delle Prospettive biennali delle Comunicazioni dell OCSE evidenzia

Dettagli

Incubatori Tecnologici

Incubatori Tecnologici Incubatori Tecnologici Dal Laboratorio al Mercato Vittorio Palmieri 1 Cos è? L incubazione di impresa è un processo dinamico di sviluppo aziendale. Gli incubatori nutrono le giovani imprese, aiutandole

Dettagli

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI. www.prochile.gob.cl

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI. www.prochile.gob.cl ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI www.prochile.gob.cl Il Cile sorprende per la sua geografia diversificata. Le sue montagne, valli, deserti, boschi e migliaia di chilometri di costa

Dettagli

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy INTRODUZIONE Un economia sempre più internazionalizzata: l export è il principale volano per la crescita dell economia italiana,

Dettagli

UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE

UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE Beirut, dicembre 2013 Il mercato libanese dell IT sta ancora procedendo a piccoli passi verso la piena realizzazione di una tecnologia

Dettagli

Nuvola digitale. Quanto è pulita?

Nuvola digitale. Quanto è pulita? Nuvola digitale. Quanto è pulita? Presentazione del rapporto di Greenpeace International How clean is your cloud? La nuvola e noi Facebook, Amazon, Apple, Microsoft, Google, Yahoo! e altri nomi, magari

Dettagli

OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005. Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005. Sommario Esecutivo

OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005. Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005. Sommario Esecutivo OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005 Summary in Italian Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005 Riassunto in italiano Sommario Esecutivo Prosegue la tendenza

Dettagli

Presentazione esterna. (Obiettivo sviluppo nuove imprese tecnologiche)

Presentazione esterna. (Obiettivo sviluppo nuove imprese tecnologiche) Presentazione esterna (Obiettivo sviluppo nuove imprese tecnologiche) Summary 1/4! La Fondazione ricerca e imprenditorialità (d ora in avanti Fondazione R&I) prende le mosse dalla crescente consapevolezza

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

Gli incubatori d impresa A sostegno dell iniziativa imprenditoriale

Gli incubatori d impresa A sostegno dell iniziativa imprenditoriale Gli incubatori d impresa A sostegno dell iniziativa imprenditoriale di Alberto Bandinelli Le origini e gli sviluppi degli incubatori d impresa Gli incubatori d impresa risalgono alla fine degli anni Cinquanta,

Dettagli

Economia e Gestione delle Imprese

Economia e Gestione delle Imprese Economia e Gestione delle Imprese Facoltà di Scienze Politiche Corso di Laurea in Economia Prof. Marco Galdenzi Anno accademico 2013/14 LA STRATEGIA La strategia è un sistema di comportamenti pianificati

Dettagli

TESSILE E ABBIGLIAMENTO

TESSILE E ABBIGLIAMENTO TESSILE E ABBIGLIAMENTO 1 LE OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE ITALIANE VENDERE Tessuti e Filati: il Vietnam è un forte esportatore di confezioni ma la filiera tessile è inadeguata. Gli approvvigionamento di

Dettagli

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO Intervento Roberto Albonetti direttore Attività Produttive Regione Lombardia Il mondo delle imprese ha subito negli ultimi anni un accelerazione impressionante:

Dettagli

LA RICERCA IN UN INDUSTRIA HI-TEC 1 di Piero Giorgio Fallica

LA RICERCA IN UN INDUSTRIA HI-TEC 1 di Piero Giorgio Fallica LA RICERCA IN UN INDUSTRIA HI-TEC 1 di Piero Giorgio Fallica La presenza a Catania della ST quale centro di diffusione di conoscenze hi-tec, la collaborazione con l Università e con gli altri centri di

Dettagli

GALA GUARDA AL FUTURO SOTTO UNA NUOVA LUCE.

GALA GUARDA AL FUTURO SOTTO UNA NUOVA LUCE. GUARDA AL FUTURO SOTTO UNA NUOVA LUCE. ENERGIA, AMBIENTE E SVILUPPO SOSTENIBILE SONO IL NOSTRO IMPEGNO PER UN FUTURO MIGLIORE. GALA IL GRUPPO GALA Fondato nel 2001, quotato sull Alternative Investment

Dettagli

ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività

ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività Un progetto per premiare con 100.000 euro la start-up italiana più innovativa, un percorso

Dettagli

Utili consigli per chi è interessato a conoscere e ad investire in Corea del Sud

Utili consigli per chi è interessato a conoscere e ad investire in Corea del Sud Utili consigli per chi è interessato a conoscere e ad investire in Corea del Sud Un leader nella CRESCITA SOSTENIBILE UN RUOLO INTERNAZIONALE Seoul ha ospitato a novembre 2010 il Summit G20 dei Capi di

Dettagli

Le economie di scala esterne e la localizzazione della produzione

Le economie di scala esterne e la localizzazione della produzione Capitolo 7 Le economie di scala esterne e la localizzazione della produzione [a.a. 2013/14] adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) 7-1 Struttura della presentazione

Dettagli

Società coreane in Italia partecipanti al Business Forum. Aprile 2016

Società coreane in Italia partecipanti al Business Forum. Aprile 2016 Società coreane in Italia partecipanti al Business Forum Aprile 2016 Indice I. Società coreane, filiali in Italia delle sedi centrali in Corea II. Società coreane gestite da imprenditori coreani in Italia

Dettagli

Mobile Computing e Ufficio Tecnico di Massimo Fucci

Mobile Computing e Ufficio Tecnico di Massimo Fucci Mobile Computing e Ufficio Tecnico di Massimo Fucci Le imprese, per ben operare debbono imparare a vivere del cambiamento. Cambiano i modelli di business e di riflesso vanno modificati i processi e le

Dettagli

Un applicazione pratica di business coaching: il caso Prossima Isola

Un applicazione pratica di business coaching: il caso Prossima Isola Un applicazione pratica di business coaching: il caso Prossima Isola Distribuire compiti e ruoli, organizzare meglio il tempo: ovvero, come il coach ha aiutato Marcello e Daniele a partire più tranquilli

Dettagli

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI IL CONTESTO GLOBALE Negli anni recenti, la crescita economica globale si è mantenuta elevata. La principale economia mondiale, cioè gli Stati Uniti, è cresciuta mediamente

Dettagli

L eleganza visionaria dell hotel A.Roma sceglie i display Samsung

L eleganza visionaria dell hotel A.Roma sceglie i display Samsung L eleganza visionaria dell hotel A.Roma sceglie i display Samsung Cliente A.Roma Lifestyle Hotel e Centro Congressi Soluzioni Samsung Hospitality TV Samsung Smart Signage Solutions Punti di forza Qualità

Dettagli

Sinergie e risultati nel settore del farmaco. Massimo Boriero Gruppo Biotecnologie Farmindustria

Sinergie e risultati nel settore del farmaco. Massimo Boriero Gruppo Biotecnologie Farmindustria Sinergie e risultati nel settore del farmaco Massimo Boriero Gruppo Biotecnologie Farmindustria Roma, 22 maggio 2007 Dalle Biotecnologie per la Salute nuove possibilità di cura settore Science-based le

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ Se confrontata con i principali paesi europei, l Italia si colloca nella fascia bassa, per quanto riguarda la presenza di imprese estere sul proprio territorio.

Dettagli

ELITE Thinking Long Term

ELITE Thinking Long Term ELITE Thinking Long Term ELITE ELITE è una piattaforma internazionale di servizi integrati creata per supportare le Imprese nella realizzazione dei loro progetti di CRESCITA Supporto/stimolo ai cambiamenti

Dettagli

CORSI GG COSTO COSTO ASSOCIATI * NON ASSOCIATI*

CORSI GG COSTO COSTO ASSOCIATI * NON ASSOCIATI* COSTI Le quote di iscrizione sono comprensive del materiale didattico che viene rilasciato durante il corso, mentre non comprendono i costi logistici e di trasferimento che sono a carico del partecipante.

Dettagli

TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato.

TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato. TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato. TPA ITALIA, la nuova piattaforma fieristica B2B dedicata ai sistemi

Dettagli

Piattaforma Italiana per il Future Internet

Piattaforma Italiana per il Future Internet Piattaforma Italiana per il Future Internet L innovazione ICT come opportunità di crescita economica e sociale In risposta alla recente crisi economica e a sfide preesistenti quali la globalizzazione,

Dettagli

Azienda: Mission e Vision

Azienda: Mission e Vision Azienda: Mission e Vision Apple è l azienda che negli anni Settanta ha rivoluzionato il mercato informatico e che ha reinventato il personal computer con il suo Macintosh, introducendo l interfaccia grafica

Dettagli

Il Ruolo della Università nella

Il Ruolo della Università nella R&S in ITALIAIA Il Ruolo della Università nella Ricerca e nella Innovazione 1 Trasferimento Tecnologico: il modello del vu cumprà Innovazioni 1. Università e Centri di ricerca sono produttori di conoscenza;

Dettagli

INTELLECTUAL PROPERTY RIGHTS

INTELLECTUAL PROPERTY RIGHTS Università degli studi di Bergamo Anno accademico 2005 2006 INTELLECTUAL PROPERTY RIGHTS Docente: Prof. Massimo Merlino Intellectual Property Rights (IPR) Imprenditore Business idea L imprenditore che

Dettagli

LINKSYS LANCIA LINKSYS ONE, SOLUZIONE PER LE COMUNICAZIONI AZIENDALI COMPLETA, SEMPLICE E ACCESSIBILE PER LE PICCOLE IMPRESE

LINKSYS LANCIA LINKSYS ONE, SOLUZIONE PER LE COMUNICAZIONI AZIENDALI COMPLETA, SEMPLICE E ACCESSIBILE PER LE PICCOLE IMPRESE Ufficio Stampa: Investor Relations: Linksys Fleishman Hillard Italia Cisco Melodie Testelin Francesca Tolimieri/Laura Meroni Ken Bond +00 33 1 58 04 31 02 + 39 02 318041 +14085266001 mtestelin@cisco.com

Dettagli

Q4 2006. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q4 2006. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q4 26 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q4/6 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Eco guida. Lo sapevi che:

Eco guida. Lo sapevi che: Eco guida L'Eco guida di Greenpeace ai prodotti elettronici verdi, pubblicata per la prima volta ad agosto 2006, oggi include una lista di 18 grandi produttori internazionali di personal computer, cellulari,

Dettagli

dal 2008 - M31 LA PERSONA ECCELLENZE: M31

dal 2008 - M31 LA PERSONA ECCELLENZE: M31 ECCELLENZE: M31 dal 2008 - M31 LA PERSONA Ruggero Frezza laureato in ingegneria elettrotecnica a Padova, nel 1990 consegue il Philosophy Doctor in Matematica Applicata presso la University of California

Dettagli

USA: MERCATO DEL MOBILE GIUGNO 2011. USA: il mercato del mobile

USA: MERCATO DEL MOBILE GIUGNO 2011. USA: il mercato del mobile USA: il mercato del mobile Giugno 2011 PREMESSA INDICE INTRODUZIONE 1 1. ATTUALE SITUAZIONE ECONOMICA NEGLI STATI UNITI 2 1.1 Panoramica della situazione economica negli stati uniti 2 1.2 Il mercato immobiliare

Dettagli

ELITE Thinking Long Term

ELITE Thinking Long Term ELITE Thinking Long Term ELITE ELITE è una piattaforma internazionale di servizi integrati creata per supportare le Imprese nella realizzazione dei loro progetti di CRESCITA Supporto/stimolo ai cambiamenti

Dettagli

FOCUS PRODUZIONE AUTOVEICOLI - NAFTA NAFTA. ANFIA Area Studi e statistiche 02.02.2015 1

FOCUS PRODUZIONE AUTOVEICOLI - NAFTA NAFTA. ANFIA Area Studi e statistiche 02.02.2015 1 NAFTA: Con 17,4 milioni di autoveicoli, la produzione del 2014 rappresenta il terzo miglior risultato dell industria autoveicolistica dell area. Il Messico diventa il settimo maggior produttore del mondo,

Dettagli

REPLY PROFILO AZIENDALE 2007

REPLY PROFILO AZIENDALE 2007 REPLY PROFILO AZIENDALE 2007 REPLY Company Profile 2007 1 CARATTERI IDENTIFICATIVI DEL GRUPPO Reply è una società di Consulenza, System Integration e Application Management, leader nella progettazione

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016 Il fatturato dell industria italiana rimarrà su ritmi di crescita ancora superiori al 2% nell anno in corso per poi entrare in

Dettagli

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT Dai il via al tuo futuro ACCENDI NUOVE OPPORTUNITÀ Il tuo futuro parte adesso. Perché il mondo delle telecomunicazioni è il futuro. E Telecom Italia

Dettagli

Venezia, 13 luglio 2009. Il progetto. Davide Fratini ENEA - Consorzio IMPAT

Venezia, 13 luglio 2009. Il progetto. Davide Fratini ENEA - Consorzio IMPAT Venezia, 13 luglio 2009 Il progetto Davide Fratini ENEA - Consorzio IMPAT Il consorzio IMPAT IMPAT è un consorzio senza scopo di lucro tra ENEA, Università degli Studi di Ferrara e Tecnopolis Parco Scientifico

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Contrada degli Artigiani Primi Classificati

RASSEGNA STAMPA Contrada degli Artigiani Primi Classificati RASSEGNA STAMPA Contrada degli Artigiani Primi Classificati Il progetto Sedie d autore dei comaschi Contrada degli artigiani ha vinto la finale italiana della Global Social Venture Competition, il concorso

Dettagli

Le aree di Innovazione per la crescita

Le aree di Innovazione per la crescita Le aree di Innovazione per la crescita I Sistemi nazionali di Innovazione vengono caratterizzati dal grado di specializzazione tecnologica dei diversi settori produttivi: la capacità di sviluppare innovazione

Dettagli

Politecnico di Torino. Research University di livello internazionale

Politecnico di Torino. Research University di livello internazionale Politecnico di Torino Research University di livello internazionale Politecnico In cifre 25.000 studenti (12% stranieri, provenienti da 90 Paesi Cina, India, Paesi Mediterranei, America Latina) 621 studenti

Dettagli

1. Arduino va di moda.

1. Arduino va di moda. 1. Arduino va di moda. Arduino è una piattaforma hardware open source programmabile, interamente realizzata in Italia, che permette la prototipazione rapida e l'apprendimento veloce dei principi fondamentali

Dettagli

Perché la COREA? La Corea del Terzo millennio: Negli anni 60 il reddito pro-capite coreano era di 79 $. Nel 2008 è stato di 19.231$.

Perché la COREA? La Corea del Terzo millennio: Negli anni 60 il reddito pro-capite coreano era di 79 $. Nel 2008 è stato di 19.231$. Perché la COREA? La Corea del Terzo millennio: Negli anni 60 il reddito pro-capite coreano era di 79 $. Nel 2008 è stato di 19.231$. La Corea è oggi la quattordicesima economia mondiale per prodotto interno

Dettagli

un rapporto di collaborazione con gli utenti

un rapporto di collaborazione con gli utenti LA CARTA DEI SERVIZI INFORMATICI un rapporto di collaborazione con gli utenti La prima edizione della Carta dei Servizi Informatici vuole affermare l impegno di Informatica Trentina e del Servizio Sistemi

Dettagli

L Asia come nuovo Motore per la crescita della PMI

L Asia come nuovo Motore per la crescita della PMI L Asia come nuovo Motore per la crescita della PMI M Direttore Generale Osservatorio Asia Paese del G8 che cresce di meno Sistema della piccola-media impresa Le PMI e la globalizzazione: Il Paradosso Italiano

Dettagli

PROFILO AZIENDALE MISSION & VISION

PROFILO AZIENDALE MISSION & VISION COMPANY PROFILE 2014 PROFILO AZIENDALE Posytron è una società di consulenza tecnologica e gestionale certificata ISO 9001:2008 fondata nel 1999 da Alberto Muritano, attuale CEO, per supportare l'innovazione

Dettagli

Fare impresa dalla cima d Italia Soluzione Alto Adige

Fare impresa dalla cima d Italia Soluzione Alto Adige Fare impresa dalla cima d Italia Soluzione Alto Adige LE MIGLIORI CONDIZIONI IN ITALIA La provincia ideale per fare impresa (Confartigianato 2010 tabella sotto riportata), la migliore in cui vivere (Il

Dettagli

Circola tra le industrie del filo e del cavo in Asia

Circola tra le industrie del filo e del cavo in Asia 2011 / 2012 Pubblicata in Cinese e in Inglese Circola tra le industrie del filo e del cavo in Asia www.read-wca.com La Rivista Wire & Cable ASIA è pubblicata su carta e in versione digitale 6 volte all

Dettagli

Le esperienze vissute in oltre 30 anni, hanno creato la convinzione che quanto fatto sino ad ora possa definirsi solo un punto di partenza sul

Le esperienze vissute in oltre 30 anni, hanno creato la convinzione che quanto fatto sino ad ora possa definirsi solo un punto di partenza sul Moretti Spa nasce nel 1976 sull idea imprenditoriale dei tre fondatori: Fabrizio Fabbrini, Laura e Marco Cellai, e inizia la sua attività come distributrice di articoli sanitari delle più note marche presenti

Dettagli

Management Game 2011

Management Game 2011 Management Game 2011 La Mobilé Inc 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini che ha sede negli Stati Uniti che si è concentrata sulla produzione di telefonini

Dettagli

STUDIO RETRIBUTIVO - ROMA

STUDIO RETRIBUTIVO - ROMA STUDIO RETRIBUTIVO - ROMA Page Personnel, agenzia per il lavoro, è specializzata nella selezione di personale qualificato da inserire sia con la somministrazione di lavoro temporaneo sia mediante assunzioni

Dettagli

evidenziate le cause che hanno portato alla crisi, tra cui la pesante regolamentazione, lo spreco di risorse, la lenta crescita delle esportazioni, l

evidenziate le cause che hanno portato alla crisi, tra cui la pesante regolamentazione, lo spreco di risorse, la lenta crescita delle esportazioni, l Riassunto L India è uno dei paesi più grandi del mondo, il secondo in quanto a popolazione e uno di quelli in via di sviluppo che negli ultimi anni ha mostrato le maggiori potenzialità di crescita economica

Dettagli

La globalizzazione ci renderà tutti uguali?

La globalizzazione ci renderà tutti uguali? La globalizzazione ci renderà tutti uguali? Suzanne Berger insegna Scienze Politiche al MIT di Boston ed è l autrice di How We Compete. Questo libro riporta i risultati di un indagine condotta, con altri

Dettagli

BUILDING INFORMATION MODELING - BIM

BUILDING INFORMATION MODELING - BIM ICT MANAGEMENT CORSI BREVI IN BUILDING INFORMATION MODELING - BIM INDICE Executive Education 1 Obiettivi 2 Direzione 3 Calendario corsi brevi 4 Il Building Information Modelling per ridisegnare i processi

Dettagli

La gestione delle risorse immateriali: l'esperienza del Liaison Office dell Area Ricerca dell'università di Verona

La gestione delle risorse immateriali: l'esperienza del Liaison Office dell Area Ricerca dell'università di Verona La gestione delle risorse immateriali: l'esperienza del Liaison Office dell Area Ricerca dell'università di Verona Dott. Luca Guarnieri Responsabile Liaison Office Area Ricerca Università degli Studi di

Dettagli

NGN CATANIA. Catania, Conferenza Stampa Venerdì 29 ottobre 2010. Dr. Franco Bernabè

NGN CATANIA. Catania, Conferenza Stampa Venerdì 29 ottobre 2010. Dr. Franco Bernabè Catania, Conferenza Stampa Venerdì 29 ottobre 2010 Dr. Franco Bernabè 1. Oggetto dell Incontro Vi ringrazio per aver accettato il nostro invito. Lo scopo dell evento di oggi è quello di annunciare l avvio

Dettagli

THE DATASENSOR S KNOWLEDGE MANAGEMENT VIRTUAL UNIVERSITY

THE DATASENSOR S KNOWLEDGE MANAGEMENT VIRTUAL UNIVERSITY THE DATASENSOR S KNOWLEDGE MANAGEMENT VIRTUAL UNIVERSITY Felix qui potuit rerum cognoscere causas Felice sarà chi potrà conoscere l origine delle cose Virgilio 1 PRESENTAZIONE DELL INIZIATIVA Datasensor

Dettagli

IL BUSINESS PLAN Cos è e come farlo

IL BUSINESS PLAN Cos è e come farlo IL BUSINESS PLAN Cos è e come farlo di Riccardo Barni PARTE I SCOPO DEL BUSINESS PLAN 1. A COSA SERVE IL B. P. A determinare i progetti futuri A verificare il raggiungimento degli obiettivi A reperire

Dettagli

INTRO. Una vera rivoluzione che costantemente migliora il nostro modo di vivere, lavorare, produrre.

INTRO. Una vera rivoluzione che costantemente migliora il nostro modo di vivere, lavorare, produrre. www.teleco.it INTRO VIVIAMO IN UN MONDO CARATTERIZZATO DA CONTINUI CAMBIAMENTI, SOTTOPOSTI A CONDIZIONI MUTEVOLI, COSTANTEMENTE ALLA RICERCA DEL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DELLA NOSTRA VITA. Le telecomunicazioni

Dettagli

Voice over IP. Voice over IP. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Voice over IP. Voice over IP. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Voice over IP Voice over IP Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Voice over IP Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4. Obiettivi 5.

Dettagli

COMPANY PROFILE. Adecco better work, better life

COMPANY PROFILE. Adecco better work, better life COMPANY PROFILE Adecco better work, better life Adecco è il leader in Italia e nel mondo nei servizi per la gestione delle risorse umane. Nato nel 1996 in seguito alla fusione tra Adia (Svizzera) ed Ecco

Dettagli

PARTE II: IMPRENDITORI ESTERNI. Cap. 8: GLI INCUBATORI D IMPRESA

PARTE II: IMPRENDITORI ESTERNI. Cap. 8: GLI INCUBATORI D IMPRESA PARTE II: IMPRENDITORI ESTERNI Cap. 8: GLI INCUBATORI D IMPRESA Introduzione «Imprenditori di imprenditori» Definizione incubatore Per INCUBATORE D IMPRESA si intende un istituzione che interagisce con

Dettagli

Sistemi nazionali di innovazione: la Finlandia e l Informatica

Sistemi nazionali di innovazione: la Finlandia e l Informatica Sistemi nazionali di innovazione: la Finlandia e l Informatica Prof. Enrico Nardelli Univ. Roma Tor Vergata Presidente del GRIN (Associazione Italiana Docenti Universitari di Informatica) Padova, 16 maggio

Dettagli

MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE

MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE AS HIO N LUXURY Internet e customer engagement omnichannel stanno trasformando le strategie dei grandi brand del mercato Fashion

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Con RoboCom i migliori amici dell uomo saranno i robot il progetto a leadership italiana Robot Companions for Citizens - RoboCom

COMUNICATO STAMPA Con RoboCom i migliori amici dell uomo saranno i robot il progetto a leadership italiana Robot Companions for Citizens - RoboCom COMUNICATO STAMPA Con RoboCom i migliori amici dell uomo saranno i robot Presentato all Unione Europea il progetto a guida italiana che mira a creare una nuova generazione di robot che sappiano convivere

Dettagli

112 Settembre 2014 www.techmec.it

112 Settembre 2014 www.techmec.it Mandelli Sistemi rilancia. Con la nomina del nuovo CEO, Saverio Gellini, la società piacentina si propone sul mercato con rinnovato vigore, confermando la sua propensione alle tecnologie avanzate. Ampliamento

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO. Un università internazionale per il territorio

POLITECNICO DI TORINO. Un università internazionale per il territorio POLITECNICO DI TORINO Un università internazionale per il territorio I valori Leader nella cultura politecnica Nazionale ed Internazionale Reputazione Eccellenza nell istruzione superiore e la formazione

Dettagli

SPECTRIS PLC (SXS:LSE)

SPECTRIS PLC (SXS:LSE) SPECTRIS PLC (SXS:LSE) www.moneyriskanalysis.com Riproduzione Riservata MoneyRiskAnalysis - 1 - Sommario ANALISI FONDAMENTALE... - 3 - ANALISI TECNICA... - 10 - DISCLAIMER... - 11 - Riproduzione Riservata

Dettagli

Capitolo 10. Lorandi David Rinaldi Daniela Manzoni Mirko Ceroni Chiara Spampatti Carlo

Capitolo 10. Lorandi David Rinaldi Daniela Manzoni Mirko Ceroni Chiara Spampatti Carlo Capitolo 10 Lorandi David Rinaldi Daniela Manzoni Mirko Ceroni Chiara Spampatti Carlo Ambiente competitivo molto complesso ed in continua evoluzione Nuove sfide competitive da affrontare per il management

Dettagli

L organizzazione scientifica del lavoro

L organizzazione scientifica del lavoro L organizzazione scientifica del lavoro Con la seconda rivoluzione industriale, le macchine divennero più veloci e più grandi, come tutto l insieme degli impianti di manifattura. La tendenza all ingrandimento,

Dettagli

Innovazione tecnologica in Toscana Programma regionale di azioni innovative Sintesi

Innovazione tecnologica in Toscana Programma regionale di azioni innovative Sintesi Innovazione tecnologica in Toscana Programma regionale di azioni innovative Sintesi Obiettivo strategico Il Programma regionale di azioni innovative ha l obiettivo di stimolare i processi di diffusione

Dettagli

Il sistema informativo Florim si evolve con SAP MII

Il sistema informativo Florim si evolve con SAP MII Picture Credit Florim SAP. Used with permission. Il sistema informativo Florim si evolve con SAP MII Partner Nome dell azienda Florim SpA Settore Industria Ceramica Servizi e/o prodotti forniti Florim

Dettagli

TOSHIBA SODDISFA LE CRESCENTI ESIGENZE DI DATA STORAGE ENTERPRISE CON IL SUO HDD SFF DA 10,5K RPM

TOSHIBA SODDISFA LE CRESCENTI ESIGENZE DI DATA STORAGE ENTERPRISE CON IL SUO HDD SFF DA 10,5K RPM TOSHIBA SODDISFA LE CRESCENTI ESIGENZE DI DATA STORAGE ENTERPRISE CON IL SUO HDD SFF DA 10,5K RPM Migliori prestazioni ed affidabilità per i dati aziendali di importanza critica con le nuove unità di classe

Dettagli

> LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco.

> LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco. > LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco. Perché investire in innovazione 2 Perché scegliere MediaNET 4 A chi si rivolge MediaNET 6 I numeri 7 Soluzioni e servizi 8 L identità MediaNET

Dettagli

L industria farmaceutica in Italia: un patrimonio per la crescita e l occupazione che il Paese deve valorizzare

L industria farmaceutica in Italia: un patrimonio per la crescita e l occupazione che il Paese deve valorizzare L industria farmaceutica in Italia: un patrimonio per la crescita e l occupazione che il Paese deve valorizzare Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria Milano, 16 Gennaio 2015 Per informazioni:

Dettagli

FONTI E STRUMENTI PRIVATI PER LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA

FONTI E STRUMENTI PRIVATI PER LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA FONTI E STRUMENTI PRIVATI PER LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA Il ruolo dei Venture Capital (VC) nel finanziamento dello sviluppo industriale e economico è esemplificato da alcuni dati. Nel 2006,

Dettagli

FINAL MEETING. Progettazione e studio di un incubatore per le imprese. Dott. Paolo Papapietro- Dott.Nicola Faccilongo

FINAL MEETING. Progettazione e studio di un incubatore per le imprese. Dott. Paolo Papapietro- Dott.Nicola Faccilongo FINAL MEETING Progettazione e studio di un incubatore per le imprese. Dott. Paolo Papapietro- Dott.Nicola Faccilongo Camera di Commercio Bari, 15 Novembre 2013 Gli Incubatori di Impresa rappresentano un

Dettagli

Roadmap per la ricerca e l innovazione

Roadmap per la ricerca e l innovazione Roadmap per la ricerca e l innovazione EXECUTIVE SUMMARY Questo documento ha l obiettivo di descrivere visioni e strategie per il futuro del manufacturing italiano. Il documento è il risultato dell'attività

Dettagli

Modena, 14 settembre 2015 AVVISO DI SELEZIONE

Modena, 14 settembre 2015 AVVISO DI SELEZIONE Modena, 14 settembre 2015 AVVISO DI SELEZIONE Democenter-Sipe gestisce e coordina il progetto denominato PROGRAMMA DI ACCELERAZIONE TERRITO- RIALE 2014-15, finanziato dalla Fondazione di Vignola, realizzato

Dettagli

LUSSO E CRISI: DIARIO DI SOPRAVVIVENZA

LUSSO E CRISI: DIARIO DI SOPRAVVIVENZA ABSTRACT LUSSO E CRISI: DIARIO DI SOPRAVVIVENZA Per poter comprendere a fondo cosa si intende per lusso e per moda e individuare punti di forza e di debolezza di queste realtà durante la recente crisi

Dettagli

Leader in Italia nel fotovoltaico, tra i primi al mondo nei semiconduttori Pag. 1

Leader in Italia nel fotovoltaico, tra i primi al mondo nei semiconduttori Pag. 1 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Leader in Italia nel fotovoltaico, tra i primi al mondo nei semiconduttori Pag. 1 Le aree di attività Pag. 3 Texas, EEMS, Solsonica: oltre 40 anni di esperienza

Dettagli

Perché affidarsi a tecnico di proget

Perché affidarsi a tecnico di proget TEC. Baroni 45 imp 2-04-2004 10:54 Pagina 50 TECNICA Perché affidarsi a tecnico di proget d i S a r a B a r o n i Uno studio di ingegneria, maturando esperienza in realtà differenti, sviluppa una competenza

Dettagli

Valutazione Scientifica ed Economica dei Brevetti

Valutazione Scientifica ed Economica dei Brevetti Confindustria Bari 10 dicembre 2008 Valutazione Scientifica ed Economica dei Brevetti Antonio Messeni Petruzzelli DIMeG,Politecnico di Bari, Italia Agenda Il brevetto come asset strategico Brevetti e valore

Dettagli

I DISTRETTI TECNOLOGICI (DT)

I DISTRETTI TECNOLOGICI (DT) Capitolo IV I DISTRETTI TECNOLOGICI (DT) Parole Chiave Industria Science-based Sistema Nazionale di Innovazione Tripla Elica Conoscenza Tecnologica Incubatore di Imprese Silicon Valley 71 Il modello dei

Dettagli