c_ec17_029_029-coverstartup-l.indd 29 10/04/

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "c_ec17_029_029-coverstartup-l.indd 29 10/04/12 13.45"

Transcript

1 START IT LI A UP A c_ec17_029_029-coverstartup-l.indd 29 10/04/

2 Anni: 32. Sesso: maschile. Residente: nel Centro- Nord Italia. Titolo di studio: laureato, spesso con in tasca un master o un dottorato di ricerca. Segni particolari: startupper. A volte seriale. Non è un annuncio, ma l identikit di chi si mette in proprio con imprese ad alto tasso tecnologico e ambiziosi piani di crescita spesso su scala internazionale. Niente bar, pizzerie o parrucchieri, per intenderci. Con tutto il rispetto per le attività di stampo tradizionale che comunque ci collocano al vertice della classifica di imprenditorialità in Europa (stando ai dati Eurostat, in Italia gli under 40 titolari d impresa sono il 19,8% del totale ossia il doppio della media Ue). Ma qui parliamo di start up high tech. «Sono l anno» dice a Panorama Economy Alberto Onetti, presidente della fondazione Mind The Bridge, tra i principali «cacciatori di talenti» nostrani e partner di Why Italy Matters Corp., la società di diritto Usa lanciata dall ex golden boy della consulenza Fernando Napolitano per promuovere il meglio del know how italiano sulla piazza statunitense (http:// blog.panorama.it/economia/ tag/why-italy-matters-corp/). E cita una ricerca realizzata dall Università degli Studi dell Insubria di Como e Varese (la stessa a cui fa capo il centro per il trasferimento tecnologico Sisrit, vedere scheda a pagina 47) che passa ai raggi X un campione di 111 realtà. L 85% è attivo su Internet. Il restante 15% è suddiviso tra iniziative sul fronte delle energie rinnovabili (10%) e biotecnologie (5%). Che i cervelli d Italia siano tutti degli «smanettoni»? Forse. Ma il vero motivo per cui moltissimi optano per l online sono i costi e i tempi d avvio ridotti all osso. Mentre chi mastica biotecnologie sa benissimo che ci vogliono anni e parecchi quattrini perché un idea (per quanto buona) possa anche solo arrivare alla fase di pre-clinica. E il rischio di fare un buco nell acqua è altissimo. Altra peculiarità: altro che «bamboccioni». Gli startupper italiani, perlopiù uomini, che si stanno facendo strada, hanno una propensione altissima alla mobilità. In Italia e all estero. Il 20% del campione ha completato gli studi oltreconfine (Usa, Regno Unito, Francia, Germania, Spagna e Svizzera sono le destinazioni preferite). E parecchi sono disposti a trasferire (o a registrare, nel caso di progetti ancora agli albori) la società all estero. Con Silicon Valley, Delaware (area con un regime fiscale particolare), Boston e Londra a farla da padrona nei desiderata. Questione di soldi, ancora una volta. Perché Stati Uniti e Gran Bretagna sono le patrie del business high-tech. C è pure Israele, a dire il vero. Con la sua «Silicon Wadi» che fa il paio con la più celebre «Silicon Valley» e che è in grado di insidiarne il primato. Un dato su tutti: a Tel Aviv e dintorni c è una start up ogni cittadini. Un record mondiale. «Ma moltissimo si può fare anche in Italia» assicura Livio Scalvini, responsabile innovazione di Intesa Sanpaolo e a capo del progetto «Start-Up Initiative», nato nel 2009 per scovare realtà all avanguardia (come le case history raccontate in queste pagine e protagoniste all ultimo evento Mind The Bridge tenutosi il 23 febbraio alla Berkeley University di San Francisco). «A patto che venga favorita la nascita di una c_2ec17_030_032-coverzorny-l.indd 30 10/04/

3 STARTUP c_2ec17_030_032-coverzorny-l.indd 31 10/04/

4 vera industria del venture capital made in Italy». Gli investitori ci sono. Basta scorrere le schede di queste pagine per rendersene conto: fondi venture, incubatori pubblici o privati, business angel. Ma si può e si deve fare molto di più. E l appello è stato lanciato persino da Ronald P. Spogli, ex ambasciatore Usa in Italia all epoca di George Bush, lui stesso protagonista del venture capital con la sua Freeman Spogli & Co., che in poco meno di 30 anni di attività ha investito 2,5 miliardi di dollari in 41 società, e una quota del 10% nella italianissima Innogest Sgr. Al momento della nomina del governo Monti aveva lanciato attraverso Panorama Economy un appello all esecutivo affinché introducesse agevolazioni fiscali per chi investe in start-up. «Sarebbe un modo concreto per dare uno slancio a un mercato assolutamente strategico» aveva detto. E qualcosa è stato fatto, in effetti. Il decreto semplificazioni, aggiustando il tiro di quanto stabilito con l ultima Finanziaria del governo Berlusconi, che comunque introduceva una detassazione dei redditi conseguiti dai sottoscrittori di fondi di venture capital, ha circoscritto il campo d azione e ha chiarito alcuni punti non chiari. Risultato: zero tasse per chi detiene quote di investimento in start up ad alto potenziale tecnologico per un ammontare non superiore ai 2,5 milioni di euro. Sopra quella soglia si paga una ritenuta d acconto del 12,5%. Servirà d impulso all intero mercato? Si vedrà. Quel che è certo è che anche per gli startupper qualche novità c è. Non specifica per quelli high-tech, a dire il vero. Ma per chiunque abbia deciso di mettersi in proprio. Gli under 35 potranno aprire una ssrl, ossia una società semplificata a responsabilità limitata, versando un solo euro di capitale sociale. Il passaggio dal notaio resta comunque obbligatorio. Ma per Claudio Giuliano, numero uno di Innogest Sgr, per avere successo è lo spirito di sacrificio che fa veramente la differenza. «Per diventare imprenditori veri l idea non basta» dice. «È necessario rimboccarsi le maniche e lavorare giorno e notte». E c_2ec17_030_032-coverzorny-l.indd 32 10/04/

5 STARTUP Ingegnere, 32 anni, da Monza, Andrea Pirisi è l esempio vivente della flessibilità creativa: sognava di ricavare energia sfruttando le onde del mare, ma quando si è trovato davanti a un venture capitalist europeo un po perplesso si è inventato al volo l alternativa. «I volumi di energia prodotta dalle boe non sarebbero stati sufficienti a giustificare un investimento importante» spiega Pirisi. «E così gli dissi all improvviso: e se riuscissi a ricavare molta più energia sfruttando quella cinetica del traffico cittadino? Il volto dell investitore si è illuminato. Ho capito che ero sulla buona strada e mi sono messo al lavoro». Era il 2009 e proprio così, in pochi minuti, si è deciso il destino di Underground Power (Up), la società che Andrea Pirisi ha fondato a Pinzolo (Trento) con gli amici Massimiliano Nosenzo, figlio di imprenditori che producono sistemi per il controllo qualità, Andrea Corneo, il bocconiano, e Riccardo Zich, ordinario di elettrotecnica al Politecnico di Milano e tutor di Parisi per il dottorato di ricerca. Insieme stanno per realizzare il primo prototipo funzionante di Lybra, un dispositivo da interrare nell asfalto per rallentare le auto e convertire l energia sprigionata dal movimento in elettricità da utilizzare sul posto. «Potrebbe alimentare l illuminazione pubblica, la ricarica delle auto elettriche, le attività di alcuni edifici nelle vicinanze» racconta il fondatore, consapevole di dover vedersela con quattro concorrenti nel mondo, nessuno ancora è sul mercato. L idea di Underground Power è già stata premiata dai bandi per le aziende innovative del Comune di Monza, della provincia di Trento e di Intesa Sanpaolo (grazie alla quale ha partecipato a febbraio all Italian Innovation Day, organizzato con la Fondazione Mind the Bridge) raccogliendo in tutto circa 60 mila euro. Una minima parte di quanto servirà per far partire la produzione. «Entro sei mesi saranno pronti i primi prototipi funzionanti, ma per decollare come impresa avremo bisogno di 1,2 milioni di euro il primo anno e dovremo aumentare l investimento per tenere il passo con il prevedibile aumento della domanda sul mercato internazionale. Investitori? Abbiamo molti contatti, siamo fiduciosi». E se saranno italiani, farà anche piacere. Antonella Bersani c_2ec17_033_033-coverup-l.indd 33 10/04/

6 Il 13 aprile all Università Luiss di Roma l Italian Business & Investment Initiative (IB&II) lancia una call for action, un progetto comune tra i protagonisti del nostro vivere sociale, governo centrale e locale, grandi aziende e giovani per la crescita internazionale dell Italia attraverso i giovani e le start up high-tech. Il progetto ha già prodotto risultati perché ha visione internazionale, organizzazione e pragmatismo. Negli ultimi 5 anni abbiamo costruito queste condizioni, in primis, con la borsa di studio Fulbright Best e, poi, con l Italian Business & Investment Initiative. La prima consente a giovani con un idea high-tech di lavorare in una start up a Silicon Valley per imparare a creare un azienda. Al loro rientro dopo 8 mesi sono aiutati a crearne una. In quattro anni 45 giovani sono stati in Usa e hanno creato 26 aziende in Italia. La seconda, basata a New York in cooperazione con Innogest, Intesa Start Up Initiative, Mind the Bridge e Baia, ha creato una base permanente che da una parte parla il linguaggio anglosassone del business e illustra le forze high-tech dell Italia, e dall altra ha stabilito un network di relazioni con investitori Usa. Nel 2011, 35 aziende italiane high-tech hanno incontrato 500 investitori Usa. Le missioni diplomatiche italiane negli Stati Uniti hanno svolto un c_ec17_034_035-covernapolitano-l.indd 34 10/04/

7 STARTUP lavoro eccellente in supporto a questi programmi. Si può creare, tramite Fulbright Best, Mind the Bridge, Intesa, Baia, un effetto scala per consentire a mille giovani di recarsi negli Usa nei prossimi 3 anni. Le regioni Toscana ed Emilia-Romagna sono punti di riferimento: hanno finanziato borse di studio Best con i fondi europei. Invitiamo tutti i presidenti di Regione a farlo, è gratis. IB&II è nata nel 2010 grazie al supporto di leader lungimiranti di grandi aziende italiane: Alitalia, Dompé Farmaceutici, Enel, Enel Green Power, Eni, Generali, Intesa, Mediaset, Wind. Era condivisa l idea che questi programmi sarebbero stati utili strumenti di policy making per il governo e che fosse importante avere una base stabile negli Stati Uniti e high-tech focused. Media, biotecnologie, materiali avanzati, energie rinnovabili sono alcune delle tecnologie in cui l Italia eccelle a livello mondiale. Pochi lo sanno. Nel decennio l Italia ha pubblicato 400 mila lavori scientifici, poco meno delle Francia. Ma in termini di citazioni per dollaro investito in Ricerca e Sviluppo, l Italia primeggia, segno della grande capacità dei nostri giovani ricercatori. A valle dell incontro di New York del 2011, quattro ministri dell attuale governo, nelle loro precedenti responsabilità, avevano supportato questi programmi: Piero Gnudi, Corrado Passera, Francesco Profumo, Giulio Terzi di Sant Agata. È emersa, quindi, l opportunità di realizzare con loro un evento a Roma (quello citato del 13 aprile alla Luiss) per comunicare, insieme ai giovani che hanno già beneficiato di questi programmi, la concretezza di queste opportunità. Una delle caratteristiche peculiari della call for action promossa da IB&II è che ogni partecipante governo, Ambasciata Usa, grandi aziende, operatori, giovani soddisfa il proprio core business o le proprie constituencies. Il governo, per esempio, ha varato una legge che semplifica la creazione di aziende per i giovani. Per ragioni di scala e di scopo, è fondamentale che le grandi aziende italiane vedano questo segmento come una opportunità di innovazione per i rispettivi core business. I partner di IB&II (www.italianbusiness. org/partners/) vedono questa occasione come un catalizzatore. I media saranno i watch-dog per controllare se le promesse saranno mantenute. Intendiamo farlo ogni anno. Presenteremo un censimento su università, incubatori, acceleratori, start up e venture capital italiani. Ci aspettiamo che la forza e l organicità di queste iniziative generi fiducia nei giovani, propensione al rischio e volumi di attività nell high-tech. Questa kermesse andrà in scena alla Luiss. L università, è bene ribadirlo, è il «tempio» senza di cui nulla sarebbe. L Ambasciata Usa e il Dipartimento di Stato sono stati degli ascoltatori attenti, supporter e fonte di ispirazione per ciò che poi è avvenuto. IB&II, dopo un anno di attività, ha confermato le ipotesi della vigilia: una base stabile che spieghi l Italia genera valore, le opzioni di exit strategy per gli investitori si moltiplicano con una sponda Usa, esiste un interesse da parte degli investitori Usa nelle aziende high-tech italiane. Il sito IB&II in 5 mesi ha avuto visitatori unici di cui da New York che passano, in media, 4 minuti sul sito; IB&II è ospite di Bloomberg Tv a New York quando si parla d Italia ed Europa. L Italia ha bisogno di una grande comunicazione istituzionale in inglese per spiegarsi, oltre il debito pubblico e il deficit: viviamo nell illusione che il mondo ci conosca bene perché veste, mangia, arreda e guida super car italiane. Non è così. Nei giovani italiani che ho incontrato alle università di Columbia, New York, Harvard e MIT c è voglia di vedere un Italia che esce dall angolo e in cui credere. Alla casa di cultura italiana dell Nyu lo scorso febbraio, includendo il collegamento in streaming, c erano 800 persone. Avere il coraggio di cambiare, di tradurre in azione la logica delle proprie analisi comporta una dose di grande «incoscienza»: è il driver dell imprenditore. L essersi preso questo rischio ha reso IB&II una venture credibile sia per gli americani che per gli imprenditori. IB&II crede che l Italia nei prossimi 5-10 anni sarà il nuovo Eldorado del business perché dovrà far evolvere l 80% del Pil verso dimensioni e muscolarità che sono necessari per competere nei mercati globali. Questo sarà il vero volano di crescita. In questa strategia l high-tech è essenziale e i risultati confermano questa ipotesi. È stata l equity story di IB&II dal 2010 e i progressi fatti dall Italia sono coerenti con questa visione ed elementi concreti di ragionevole e forte ottimismo. E c_ec17_034_035-covernapolitano-l.indd 35 10/04/

8 SOCIALNETWORK c_ec17_036_037-coversocial-l.indd 36 10/04/

9 STARTUP c_ec17_036_037-coversocial-l.indd 37 10/04/

10 crederci, crederci sempre». Paolo Fracas, 47enne «Bisogna ingegnere di origini genovesi, deve esserselo ripetuto spesso. Prima quando studiava al Politecnico di Milano, poi quando faceva ricerca. Ancora quando dal suo laboratorio universitario è nata per spin off la GenPort, società pluripremiata per essere riuscita a produrre energia ad alta densità a impatto zero con i suoi minigeneratori, adesso anche portatili e indossabili. «Mi sono ripetuto che bisogna credere sempre, a qualsiasi età, in particolare quando mi sono ritrovato a fare esperienza d impresa nella Silicon Valley nel corso della Startup initiative di Intesa Sanpaolo per l Italian innovation day, organizzato con la Fondazione Mind the Bridge» racconta Fracas. «Io, ultraquarantenne, mi sono ritrovato in mezzo a una folla di giovanissimi che costruivano imprese, business, innovazione. Se mi sono sentito un po vecchio? Forse, ma ancora di più sono stato travolto e contagiato dall entusiasmo e dalla voglia di fare». L innovazione di Fracas, selezionata tra le top 10 dell edizione 2010 dell European venture capital contest, consiste nel produrre tanta energia da immagazzinare in batterie che occupano poco spazio. E il risultato è un generatore che contiene batterie, celle a combustibile e pannelli fotovoltaici per ricaricarsi, ma il tutto grande come uno zainetto ergonomico, un piccolo bagaglio a mano di design italiano che si può «indossare» a spalla o trasportare ovunque lo si voglia. «Si può portare in campeggio, può alimentare apparecchiature per il soccorso in zone estreme, può essere utilizzato per le telecomunicazioni, specialmente in campo militare» sottolinea Fracas, che di recente ha mandato in consegna i primi pezzi della produzione. «Abbiamo cominciato con una cinquantina, ma nel 2013 potremmo arrivare a una produzione di 500 generatori portatili a fronte di una capacità industriale che arriva al migliaio». Arrivare al break even entro il 2015 non è impossibile, «ma sarebbe interessante poter coinvolgere altri partner industriali». Già ne fanno parte Sati Group (ramo tessile), Elemaster (elettronica), Petrone (farmaceutica) e Politecnico di Milano che insieme alla società di maggioranza GenBee completano la proprietà. Della GenBee sono soci Fracas e il management, tra cui Giovanni Dotelli, ingegnere chimico e professore associato al Polimi, e Franco Fattorini, chimico industriale e presidente della società. Antonella Bersani c_2ec17_038_041-startupschool-l.indd 38 10/04/

11 STARTUP BUSINESS PLAN COMPETITION Sono oltre un migliaio le start up italiane (oltre 45 mila nel mondo) che hanno preso parte a BizSpark, l iniziativa globale di Microsoft, nata tre anni fa per aiutare gli imprenditori a realizzare più rapidamente le idee migliori. Per partecipare basta essere un azienda non quotata in Borsa, in attività da meno di tre anni con un prodotto o servizio software innovativo e avere un fatturato annuo inferiore a un milione di dollari. Ci si può candidare in ogni momento direttamente sul sito. È un concorso che si rivolge agli imprenditori (tra i 18 e 40 anni), in grado di produrre idee innovative, o ai giovani che intendono avviare un attività nell industria e nei servizi. Entro giugno saranno selezionate le tre migliori idee a livello nazionale. L obiettivo è favorire e sostenere il potenziale imprenditoriale di un singolo territorio del sistema Italia, attraverso la collaborazione tra i diversi soggetti economici presenti (università, banche, associazioni imprenditoriali, investitori) e le start up. STARTUP SCHOOL c_2ec17_038_041-startupschool-l.indd 39 10/04/

12 STARTUP SCHOOL È un associazione non profit che si rivolge a chi è nel mondo universitario italiano per educare a riconoscere il potenziale di mercato di un progetto innovativo e a presentare le proprie idee in modo efficace ai fondi di venture capital. Nel 2011 l iniziativa, aperta a tutti gli atenei italiani, ha visto la partecipazione di circa 200 studenti di Lazio, Puglia ed Emilia-Romagna. A oggi sono state finanziate 15 start up nate direttamente da InnovAction Lab. In due anni ha raccolto circa un migliaio di progetti early stage e start up, potenziali investitori, manifestazioni d interesse per oltre 150 giovani imprese presentate in arena. Una piattaforma aperta a tutte le buone idee, nel campo dell innovazione hi-tech, di aspiranti imprenditori che possono candidarsi online in ogni momento. Un modello di screening quantitativo, basato su parametri oggettivi, per portare alla luce i progetti a più alto potenziale d interesse per facilitare l incontro con gli investitori italiani e, magari, ambire alla ribalta internazionale. L idea di Marco Marinucci, manager di Google, e di Alberto Onetti, professore associato di economia e gestione delle imprese dell università dell Insubria, vuole offrire un opportunità alle start up italiane di presentare progetti a investitori internazionali. È nato così l Italian innovation day, evento voluto da Mind the Bridge che ha coinvolto nel progetto partner come IntesaSanpaolo, Wimw-Why Italy matters to the world, Baia-Business association Italy America e Berkeley University of California. Giampiero Cito e Antonio Paolo sono pubblicitari e alla fine del 2009 lanciano la campagna Mettiamoci la testa per dire agli imprenditori che tagliare i costi di comunicazione non è una buona idea. Il messaggio passa inosservato tra le aziende, ma ha un grande successo tra comunicatori e università. Così nasce Mad in Italy, «un progetto che parla di imprenditori agli imprenditori». Se fare impresa in Italia è roba da folli, Mad è il luogo ideale per raccontarsi. E dopo l estate diventerà anche un libro. È un business social network, realizzato dalla Social Media Company TheBlogTV. Vuole sostenere la nascita e la crescita di una nuova generazione di imprese. È un facilitatore per start up, aziende emergenti e imprese innovative che così hanno accesso a contatti, competenze e finanziamenti per costruire alleanze strategiche e sviluppare i fattori chiave della crescita. Nel primo anno di attività ha messo in relazione oltre 5 mila imprenditori e più di idee imprenditoriali e aziende già avviate. c_2ec17_038_041-startupschool-l.indd 40 10/04/

13 STARTUP Testa fra le nuvole, ma preciso con la matematica. Calza bene come ritratto a Luca Rossettini, 36 anni, ingegnere vicentino proiettato dai laboratori del Politecnico di Milano ai grandi spazi extraterrestri. La sua idea di impresa nasce infatti dopo la sua tesi di laurea sulle nanotecnologie, nel corso di un dottorato di ricerca svolto in Oklahoma all interno dei laboratori spaziali della Nasa. «Ho cominciato a pensare a come si potesse risolvere anche il problema dell inquinamento nello spazio» racconta «e così, pensa e prova, è nato lo spazzino universale di D-Orbit: si tratta di un dispositivo da installare sui satelliti prima di mandarli in orbita, aiuta a evitare le collisioni, a manovrare, a spingere il satellite sulla rotta giusta per il rientro oppure a parcheggiarlo nel cimitero dello spazio in caso fosse troppo lontano per farlo rientrare». D-Orbit, sede legale a Milano e stabilimento produttivo a Sesto Fiorentino, è nata giusto un anno fa e sta per assumere una decina di persone. A febbraio è arrivata alle finali dell Italian innovation day grazie alla fondazione Mind the Bridge e ha già ottenuto il finanziamento di due fondi italiani (Sid e Fondamenta Sgr). Per rispettare però il suo piano di crescita avrebbe bisogno di altri 6 milioni di finanziamento: «Noi siamo manifatturieri, costruiamo hardware, quindi l investimento da sostenere è importante» sottolinea il fondatore. «Abbiamo già avviato un dialogo con alcuni investitori europei e americani, ma preferiremmo trovare partner e sostenitori italiani. Restare in Italia e costruire per l Italia, insomma». Il primo prototipo dello spazzino spaziale è stato testato con successo a gennaio e adesso dovrà iniziare la produzione, subito dopo un ulteriore test nello spazio. «Siamo fiduciosi, per molte ragioni. Il problema dell inquinamento spaziale è diventato urgente e se non risolto potrebbe mandare in tilt i sistemi di telecomunicazione per decenni. In più il nostro dispositivo permette di evitare impatti con il satellite, i conseguenti danni e prolunga la vita delle apparecchiature. Il tutto si traduce in ritorni extra di milioni di euro». Un argomento cui le imprese sono da sempre molto sensibili. Antonella Bersani c_2ec17_038_041-startupschool-l.indd 41 10/04/

14 VENTURECAPITAL Effettua investimenti early stage nell ambito dell economia digitale (consumer internet, tecnologie mobile e smart hardware). Magrini è stato country manager di Google Italia, mentre Mariani è il fondatore dell incubatore The Net Value. Tra gli investimenti della società ci sono Paperlit, distribuzione dei contenuti di quotidiani e magazine su dispositivi mobile come iphone e ipad, e AppsBuilder, portale per la creazione e distribuzione di applicazioni per il mobile. c_ec17_042_045-schedeventure-l.indd 42 10/04/

15 STARTUP È una società di venture capital che investe in aziende dai contenuti innovativi su tutto il territorio europeo e, in modo particolare, in Italia e Francia. Il team di professionisti vanta una lunga esperienza nel settore del venture capital per un totale di oltre 260 milioni di euro raccolti, gestiti e investiti. Tra le realtà partecipate merita ricordare Mutui Online (brokeraggio online per mutui), Yoox (e-store di moda e design), Nse Industry (rivoluzionaria tecnologia di piro-gassificazione per il trattamento dei rifiuti industriali). VENTURECAPITAL È una società di consulenza specializzata nel venture capital e soprattutto nel campo degli investimenti «seed» ed «early stage». Svolge attività di advisor per conto di Digital Investments Sca Sicar - Seed Compartment, focalizzato sull attività di finanziamento e supporto agli imprenditori, nel campo delle tecnologie digitali, nelle prime fasi di nascita e sviluppo della loro azienda. Inoltre, è anche advisor di Telecom Italia Working Capital, l iniziativa dedicata alle start up e agli spin-off tecnologici. È un fondo di venture capital specializzato nel sostegno di start up europee nel settore internet e mobile. I fondatori s ispirano al modello dei «super angel» americani che si collocano a metà strada tra i tradizionali «business angel» e i grandi investitori del venture capital. Il range di investimento di Connect Ventures è compreso tra 250 mila e 1,5 milioni di euro su progetti innovativi, supportati nella crescita dai partner del fondo anche con attività di business networking. Intesa Sanpaolo ha lanciato un progetto di sviluppo nel venture capital con due fondi, Atlante Ventures e Atlante Ventures Mezzogiorno, che si propongono di sostenere le migliori start up italiane che rappresentino un eccellenza dal punto di vista dell innovazione e della tecnologia (dal biomedicale alla meccanica, dalla bio-agricoltura alle nanotecnologie). Il fondo ha già investito quasi 14 milioni di euro in aziende come Igea, Silicon Biosystems, Tethis, Yogitech e le meridionali Admantix, Pantea, Samares e Spinvector. c_ec17_042_045-schedeventure-l.indd 43 10/04/

16 STARTUP VENTURECAPITAL Annovera tra i suoi investitori soggetti istituzionali, come la Banca Sella, e alcune famiglie imprenditoriali italiane. Ricerca opportunità d investimento in giovani realtà nei settori emergenti (digital e green economy), in aziende innovative mature per nuove nicchie di mercato (servizi finanziari, retail, wellness, food) e pmi con ambizioni globali. In portafoglio ha MoneyFarm, una Sim di consulenza finanziaria online che offre ai risparmiatori servizi innovativi di consulenza finanziaria personale. La società investe esclusivamente in imprese italiane impegnate sulla diagnostica e il medtech. Si va dalla colonscopia virtuale assistita da Cad per la diagnosi precoce dei tumori al colon (im3d) alla diagnosi precoce dell osteoporosi (Echolight). Il primo investimento risale al 2005 nella AAA, Advanced Accelerator Applications che al tempo fatturava 600 mila euro con 7 dipendenti. Nel 2011 ha registrato 35,5 milioni di euro di fatturato con 11 siti produttivi in Europa e due società di ricerca operative nel Nord America. Opera con due fondi chiusi, Principia Fund e Principia II, partecipati anche dagli investitori istituzionali Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche), Fondazione Bnc e Fondo High Tech Sud (Ht Sud), promosso dal Dit (Dipartimento per la digitalizzazione e l innovazione tecnologica del ministero per la Pubblica amministrazione e l innovazione). Ha un focus sul territorio, soprattutto nel Centro-Sud, e sulle specificità tipicamente italiane in termini di competenze e creatività (Banzai, Liquida, Citynews, Docebo). DA FACEBOOK ALLA SILICON VALLEY c_ec17_042_045-schedeventure-l.indd 44 10/04/

17 VENTURECAPITAL È il primo fondo chiuso italiano, gestito da Fondamenta Sgr, dedicato esclusivamente al trasferimento tecnologico per la valorizzazione della ricerca scientifica. Nasce con l obiettivo di ridurre il gap tra centri di ricerca, imprese e investitori, sostenendo lo sviluppo di iniziative ad alto contenuto tecnologico, in particolare nei campi della biomedicina (Bluegreen, Glomeria Therapeutics), della scienza dei materiali (Directa Plus), dell agrofood (BionSil) e delle tecnologie legate al mondo delle energie rinnovabili. È una società di gestione del risparmio indipendente che conta tre fondi chiusi centrati su investimenti nelle piccole e medie imprese del Sud Italia: Vertis Capital e Vertis Capital Parallel (private equity da 55 milioni di euro) con partecipazioni di minoranza (tra i 2 e 9 milioni di euro per operazione) su aziende tra i 10 e i 100 milioni di euro di fatturato; Vertis Venture (25 milioni di euro) che realizza interventi di venture capital tra i 0,5 e i 2,5 milioni di euro su start up e spin off accademici o industriali. È una joint-venture tra l olandese Zernike Group e l italiana Meta Group con una esperienza ventennale nel settore della finanza early stage per l innovazione e la creazione di nuove imprese. Nel corso degli anni ha gestito più di 200 milioni di euro per il seed e lo start up financing, investendo tra i 200 mila e i 2 milioni di euro in oltre 250 aziende. La sua peculiarità è la gestione di fondi regionali di early stage pubblico-privati, dove l investitore di maggioranza è rappresentato da enti pubblici. c_ec17_042_045-schedeventure-l.indd 45 10/04/

18 INCUBATORI PRIVATI A due passi dall Università di Padova è considerato un punto di riferimento per chiunque voglia scommettere sul mondo delle biotecnologie. A investirvi negli anni sono stati tra gli altri anche Giannino Marzotto (2008) e TT Venture (2010). Alle sei partecipate fanno capo persone. Tra le realtà targate M31: Adant (www.adant. com), SI14 (www.si14.com) e Centervue (www.centervue.com). Nel 2011 il fondo francese «Technologie et Santé 1» (gruppo Sofimac Partners) è entrato nel capitale di Centervue con 640 mila euro. In otto anni Digital Magics, guidata da Enrico Gasperini (ex Fullsix), ha contribuito ad avviare 30 start up perlopiù sul fronte online. Tra i lanci più interessanti: SingRing, Jumpin, Wazzap, Good Games, Growish e 4w MarketPlace (unico network italiano ad avere ricevuto da Facebook la certificazione di advertising provider per la vendita di pubblicità all interno del social network). Alle startup assicura servizi finanziari, modelli di business e piattaforme tecnologiche. Diverse anche le «exit», ovvero le società acquisite in un secondo momento in un ottica di crescita anche su scala internazionale. Due su tutte: The- BlogTv e Bibop. Controllata da LVentures, attiva sul fronte del micro seed e del seed capital, EnLabs è un centro di creazione di nuove imprese. Il suo modello di business prevede cicli di incubazione della durata di sei mesi durante i quali alle start-up selezionate viene offerta una serie di servizi all inclusive tra cui corsi di imprenditoria e assistenza a 360 gradi da parte di mentor qualificati. Gli uffici di EnLabs sono a disposizione dei neoimprenditori. Lo staff di Luigi Capello aiuta anche nel reperimento di finanziamenti e in cambio è solito assicurarsi il 15% delle società. Tra le realtà più interessanti finora incubate c è NextStyler (www.nextstyler.com). Specializzata in biotecnologie nei settori oncologico e immunologico, Eporgen Venture, nel Bio Industry Park «Silvano Fumero» di Collaretto Giacosa (Torino), è attiva nelle fasi più delicate e a rischio di una società biotech: la discovery e la preclinica regolatoria. Conta su 70 investitori privati e sostiene 11 start up tutte made in Italy: Apavadis Biotechnologies, Bionucleon, Genovax, Glyconova, Narvalus, Noto- Pharm, Rotolactis, Smile Biotech, Spider Biotech e Target Heart Biotec. Con una particolarità: ogni partecipata ha prodotto almeno un brevetto, per un totale di 21. 2c_ec17_046_048-schedestartup-L.indd 46 10/04/

19 È un parco scientifico in cui operano 86 tra aziende e istituti pubblici e privati sul fronte della ricerca e innovazione per un giro d affari di 180 milioni di euro e persone impiegate. I campi di attività sono: scienza della vita, fisica, materiali e nanotecnologie, informatica, energia e altro ancora. Incubazione d impresa e avvio di start up è uno dei filoni seguiti da Area. Negli anni sono state una quarantina le nuove imprese, di cui 30 ancora insediate. Con il ministero dello Sviluppo economico è stato lanciato anche il programma Innovation Factory con fondi per l avvio di start up: tre quelle già nate (ModeFinance, Amped e Arhonet), altre nove realtà sono in fase di preincubazione. Il centro svolge attività di supporto ai ricercatori e ai docenti dell ateneo (e non solo) nell accedere ai fondi di finanziamento della ricerca, nella progettazione e nella gestione dei progetti in corso e nel processo di trasferimento di competenze e tecnologia. Sono tre gli spin off messi a segno finora: Melete, Light & Light e Open Soft Engineering. L ateneo è solito tenersi il 5% del capitale di ogni realtà. Sisrit partecipa a Heptech, il network per il trasferimento tecnologico organizzato in ambito Ue e attivo nella fisica sperimentale delle particelle elementari. Opera a stretto contatto con il Cern. Polo di eccellenza per ricerca e innovazione. Nasce per attrarre i «cervelli» di grandi aziende italiane ed estere. Non a caso ospita i laboratori di Telecom Italia e di Engineering. È attivo anche sul fronte start up e spin off universitari con forme di finanziamento per le idee di ricerca più promettenti. Ha stipulato un accordo con H-Farm Ventures e presto ospiterà il sesto polo degli Eit Ict Labs, gli European Institute of Innovation and Technology. STARTUP È il più avanzato centro di ricerca in Italia per la robotica e le nanotecnologie. In tutto sono sette le piattaforme scientifico-tecnologiche. E, a differenza delle altre iniziative di stampo pubblico sempre a corto di finanziamenti, è alimentato con un centinaio di milioni di euro l anno di fondi pubblici. I centri satellite sul territorio nazionale sono creati in collaborazione con università e altri centri di ricerca. Con oltre 2 mila pubblicazioni l anno, l Iit si avvale di ricercatori provenienti da tutto il mondo. Nel dettaglio: sono un migliaio le persone che vi lavorano, di cui 850 circa sono scienziati in arrivo da 35 Paesi. Molti di questi sono ricercatori italiani rientrati dall estero. L età media dello staff è di 34 anni. Il 25% ha in tasca un Phd o un PostDoc. INCUBATORI PUBBLICI 2c_ec17_046_048-schedestartup-L.indd 47 10/04/

20 STARTUP INCUBATORI PUBBLICI È un parco scientifico tecnologico di 47 aziende, nato per volontà della Camera di commercio di Como. Funge da incubatore di start up: a chi vince l annuale Bando incubatore d impresa, Como offre ospitalità. Sul sito c è il riferimento al prossimo bando che scade il 30 aprile. Finora sono 10 le realtà incubate: E-Con, Voltalink, Pc Engineering, Challenge Engineering, Imagogeo, Apogeo Remote Sensing, Microenergy, Orca50, Aeffe e Officine Bianche. Ospita 27 imprese con oltre 250 addetti, per il 60% attive sul fronte hi-tech. Dal 2000 a oggi questo parco tecnologico ha incubato 94 aziende, tra cui numerose start up. Tra i bandi da tenere d occhio ci sono: «Diamo casa a 10 idee creative» e «Dall Idea all Impresa». Una curiosità: l incubatore ha attivato alcuni servizi di welfare interaziendale tra cui il servizio gratuito di baby sitter o family care, la consegna e il ritiro lavanderia, il maggiordomo aziendale, vari gruppi d acquisto per risparmiare sul piano bollette e altro. BUSINESS ANGEL Finora i soci Iag hanno fatto 23 investimenti in 18 società. Oltre i dossier esaminati, una trentina le proposte selezionate. Il rapporto di 1 a 100 tra realtà prese in esame e start up incubate è in linea con gli standard internazionali. Contano: potenzialità innovativa, difendibilità, modello di business e affidabilità del team. L investimento per ogni angel va da 50 a 300 mila euro per singola realtà. Ma gli angel Iag operano anche in pool puntando fino a 900 mila euro. È quello che negli Usa chiamano «Super Angel». I suoi business angel sono piemontesi e le start up in cui investono hanno sede e piani di localizzazione nella regione sabauda. Partito nel 2006 con sei soci, oggi ne conta 42. Gli angel investono a titolo personale. Anche se l investimento attraverso il Club è molto più che denaro: significa coinvolgere un gruppo di persone con una rete di contatti ed esperienza. I soci del Club, sul modello americano, affiancano la crescita dell azienda mettendo a disposizione anche il loro patrimonio di relazioni e di conoscenze. È la lobby dei business angel italiani. Iban è membro fondatore e aderisce all European Business Angel Network, business angel. Per sua iniziativa sono nati Club, cioè gruppi d investimento aggregati su base tematica (Digital Ban, Cleantech, Med-tech) oppure su base territoriale, come il Club degli investitori del Torinese. Sulla penisola sono inoltre operative alcune antenne locali, come il Ban Veneto, Ban Bologna, Ban Sardegna, Ban Campania. Iban raccoglie e valuta circa 300 progetti di seed e start-up all anno che propone ai propri soci. 2c_ec17_046_048-schedestartup-L.indd 48 10/04/

Venture Capital. Ottobre 2014

Venture Capital. Ottobre 2014 Venture Capital Ottobre 2014 Il mercato Gli investimenti VC in Italia Fonte: AIFI Dati aprile 2014 Dopo un picco nel 2012, a partire dal 2013 si è registrato un calo degli investimenti di VC in Italia

Dettagli

INCUBATORE FIRENZE DALL IDEA ALL IMPRESA 5 ANNI DI ESPERIENZA

INCUBATORE FIRENZE DALL IDEA ALL IMPRESA 5 ANNI DI ESPERIENZA INCUBATORE FIRENZE DALL IDEA ALL IMPRESA 5 ANNI DI ESPERIENZA L esperienza di Incubatore Firenze, che dal 2004 ha aiutato la nascita e lo sviluppo di start-up di successo in settori tecnologicamente avanzati,

Dettagli

ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività

ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività Un progetto per premiare con 100.000 euro la start-up italiana più innovativa, un percorso

Dettagli

Startup. Da: «Fondatori» Luca De Biase / Luca Tremolada Hoepli 2014

Startup. Da: «Fondatori» Luca De Biase / Luca Tremolada Hoepli 2014 Da: «Fondatori» Luca De Biase / Luca Tremolada Hoepli 2014 Nell ultimo decennio, nei paesi OCSE, le imprese nate da cinque anni o meno hanno generato quasi la metà di tutti i nuovi posti di lavoro, mentre

Dettagli

dall idea alla startup

dall idea alla startup dall idea alla startup Vademecum sul mondo del Venture Capital IL VENTURE CAPITAL Il venture capital è l attività di investimento in capitale di rischio effettuata da operatori professionali e finalizzata

Dettagli

FINANZIAMENTI PER LE GREEN START UP I vantaggi dell Investimento in Start Up

FINANZIAMENTI PER LE GREEN START UP I vantaggi dell Investimento in Start Up FINANZIAMENTI PER LE GREEN START UP I vantaggi dell Investimento in Start Up 22 Maggio 2013 STARTUP INNOVATIVA LE AGEVOLAZIONI PER LE STARTUP SUMMARY DL CRESCITA 2.0 NOVITÀ PER LE STARTUP FONDO PER START

Dettagli

INDICE Agosto 2012... 2 T3 LA SRARTUP DEL MESE La tela dove puoi diping ere i tuoi browser games... 3

INDICE Agosto 2012... 2 T3 LA SRARTUP DEL MESE La tela dove puoi diping ere i tuoi browser games... 3 INDICE Agosto 2012... 2 T3 LA SRARTUP DEL MESE La tela dove puoi diping ere i tuoi browser games... 3 Luglio 2013... 3 T3 L A STARTUP DEL MESE La svolta gratuita al tuo divertimento... 4 Giugno 2012...

Dettagli

UNA NUOVA IMPRESA ITALIANA

UNA NUOVA IMPRESA ITALIANA UNA NUOVA IMPRESA ITALIANA Sotto l alto Patronato del Presidente della Repubblica Promossa da Con il patrocinio di Ministero dello Sviluppo Economico Presidenza del Consiglio dei Ministri Agenzia per la

Dettagli

Create new Connections, Improve, Grow

Create new Connections, Improve, Grow Consulting Strategy Business Requirement Investment MILANO VENTURE COMPANY Group Create new Connections, Improve, Grow We are Milano Venture Company Agenda Chi siamo I nostri servizi Servizio di Funding

Dettagli

BEST PROGRAM. La ricerca, il talento, le start-up

BEST PROGRAM. La ricerca, il talento, le start-up Il programma Il Best Program (Business Exchange and Student Training) è stato lanciato nel 2006 dall Ambasciata degli Stati Uniti in Italia. E un programma di scambio culturale tra Italia e Stati Uniti

Dettagli

Unite the Two bays. From the Vesuvio to Silicon Valley and back. Mind the Bridge Job Creator Tour @ Naples, June 25,2013

Unite the Two bays. From the Vesuvio to Silicon Valley and back. Mind the Bridge Job Creator Tour @ Naples, June 25,2013 Unite the Two bays From the Vesuvio to Silicon Valley and back Mind the Bridge Job Creator Tour @ Naples, June 25,2013 Dal vesuvio alla Silicon Valley e ritorno Dal Vesuvio alla Silicon Valley e ritorno

Dettagli

Nuove prospettive nell impostazione della formazione per l impresa: L esperienza di ComoNExT

Nuove prospettive nell impostazione della formazione per l impresa: L esperienza di ComoNExT Nuove prospettive nell impostazione della formazione per l impresa: L esperienza di ComoNExT 26 novembre 2014 Come è cambiato il mondo del lavoro Mio padre ha iniziato a lavorare alla Roche nel 1948 ed

Dettagli

QUALE MANAGEMENT PER LE IMPRESE SPIN-OFF: MANAGER ESTERNI O MODELLO FAI DA TE?

QUALE MANAGEMENT PER LE IMPRESE SPIN-OFF: MANAGER ESTERNI O MODELLO FAI DA TE? QUALE MANAGEMENT PER LE IMPRESE SPIN-OFF: MANAGER ESTERNI O MODELLO FAI DA TE? Corso Le imprese spin-off della ricerca pubblica: come fare ancora meglio dopo le prime 1000? Università Politecnica della

Dettagli

BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015. Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013

BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015. Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013 BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015 Start Up Innovative -Le imprese fanno sistema Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013 START UP E INCUBATORI Il Decreto Sviluppo (179/2012), introducendo

Dettagli

Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità. Ferrara - Novembre 2015

Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità. Ferrara - Novembre 2015 Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità Ferrara - Novembre 2015 1 Invitalia per la crescita e la competitività del sistema produttivo Sosteniamo la nascita di nuove imprese la realizzazione

Dettagli

UNICREDIT START LAB. Country Development Plans Territorial & Sectorial Development Plans

UNICREDIT START LAB. Country Development Plans Territorial & Sectorial Development Plans UNICREDIT START LAB Country Development Plans Territorial & Sectorial Development Plans UNICREDIT e L'INNOVAZIONE: UN APPROCCIO STRUTTURATO VERSO LE STARTUP 6 Exit 1 Concepimento Idee STARTUP 2 Sviluppo

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE MOSCA, LORENZIN. Istituzione del Fondo dei fondi presso la Cassa depositi e prestiti Spa

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE MOSCA, LORENZIN. Istituzione del Fondo dei fondi presso la Cassa depositi e prestiti Spa Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3752 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI MOSCA, LORENZIN Istituzione del Fondo dei fondi presso la Cassa depositi e prestiti Spa Presentata

Dettagli

IMPRESA INNOVAZIONE MARKETING TERRITORIALE OINT. Percorsi e servizi per nuove imprese innovative. www.trentinosviluppo.it

IMPRESA INNOVAZIONE MARKETING TERRITORIALE OINT. Percorsi e servizi per nuove imprese innovative. www.trentinosviluppo.it IMPRESA INNOVAZIONE MARKETING TERRITORIALE i OINT Percorsi e servizi per nuove imprese innovative www.trentinosviluppo.it IMPRESA INNOVAZIONE MARKETING TERRITORIALE Trentino Sviluppo è l agenzia creata

Dettagli

IL VENTURE CAPITAL NEL MEZZOGIORNO

IL VENTURE CAPITAL NEL MEZZOGIORNO IL VENTURE CAPITAL NEL MEZZOGIORNO intervento di AMEDEO GIURAZZA Amministratore Delegato - Vertis SGR SpA Roma, 8 giugno 2010 VERTIS SGR 1 I DUE FONDI DI VERTIS SGR Vertis nel 2009 ha terminato la raccolta

Dettagli

Unite the Two bays. From the Vesuvio to Silicon Valley and back. Mind the Bridge Job Creator Tour @ Naples, PICO

Unite the Two bays. From the Vesuvio to Silicon Valley and back. Mind the Bridge Job Creator Tour @ Naples, PICO Unite the Two bays From the Vesuvio to Silicon Valley and back Mind the Bridge Job Creator Tour @ Naples, PICO Il progetto ed il concorso d idee Con il progetto Uniamo le due Baie, vogliamo creare un ponte

Dettagli

RICERCA E SVILUPPO: DALL UNIVERSITÀ ALL INDUSTRIA

RICERCA E SVILUPPO: DALL UNIVERSITÀ ALL INDUSTRIA RICERCA E SVILUPPO: DALL UNIVERSITÀ ALL INDUSTRIA Cosa vuol dire R&D? R&D significa prima di tutto innovazione, nuove tecnologie, nuove idee. Ma concretizzare le innovazioni richiede investimenti a volte

Dettagli

FONTI E STRUMENTI PRIVATI PER LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA

FONTI E STRUMENTI PRIVATI PER LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA FONTI E STRUMENTI PRIVATI PER LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA Il ruolo dei Venture Capital (VC) nel finanziamento dello sviluppo industriale e economico è esemplificato da alcuni dati. Nel 2006,

Dettagli

Business angels e venture capitalist finalmente insieme

Business angels e venture capitalist finalmente insieme II edizione del report congiunto IBAN - VeM TM sull early stage in Italia Business angels e venture capitalist finalmente insieme Cresce il numero delle operazioni in cui sono presenti sia i business angels

Dettagli

IL MERCATO ITALIANO DEL CAPITALE DI RISCHIO INFORMALE

IL MERCATO ITALIANO DEL CAPITALE DI RISCHIO INFORMALE IL MERCATO ITALIANO DEL CAPITALE DI RISCHIO INFORMALE (Sintesi dei dati raccolti da IBAN, con questionario on line, nel periodo 13 gennaio/25 marzo 2010) Variazione % Anno 2009 su 2008 Campione (di cui

Dettagli

Ho avuto un'idea... e adesso? dal sogno alla Startup

Ho avuto un'idea... e adesso? dal sogno alla Startup Ho avuto un'idea... e adesso? dal sogno alla Startup Lunedì 25 MAGGIO 2015 Università degli Studi di Udine - Polo Scientifico dei Rizzi a cura del dott. Federico Barcherini Partner di SEED S.r.l. Socio

Dettagli

COMUNICATO LGE SOFCPOWER COMUNE DI MORI

COMUNICATO LGE SOFCPOWER COMUNE DI MORI Mezzolombardo, Lunedi 22 Dicembre, 2014 COMUNICATO LGE SOFCPOWER COMUNE DI MORI Le celle a combustibile a ossidi solidi della trentina SOFCpower S.p.a., azienda leader nel settore delle tecnologie pulite,

Dettagli

Il finanziamento alle startup: il ruolo dell investitore Business Angel

Il finanziamento alle startup: il ruolo dell investitore Business Angel Il finanziamento alle startup: il ruolo dell investitore Business Angel Paolo Anselmo - Presidente Roma, 28 Gennaio 2015 www.iban.it Il Network di IBAN L Associazione IBAN è l'istituzione che rappresenta

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

UNA NUOVA TAPPA DI SMAU A FIRENZE TECHNOLOGY DAYS EXPO: UNA FIERA IN CONTEMPORANEA A SMAU FIRENZE PER FAR INCONTRARE RICERCA E IMPRESA

UNA NUOVA TAPPA DI SMAU A FIRENZE TECHNOLOGY DAYS EXPO: UNA FIERA IN CONTEMPORANEA A SMAU FIRENZE PER FAR INCONTRARE RICERCA E IMPRESA a smau firenze 014 la nuova dimensione espositiva dedicata a cluster, laboratori, spin-off e startup indice UNA NUOVA TAPPA DI SMAU A FIRENZE TECHNOLOGY DAYS EXPO: UNA FIERA IN CONTEMPORANEA A SMAU FIRENZE

Dettagli

UNICREDIT START LAB. Country Development Plans Territorial & Sectorial Development Plans

UNICREDIT START LAB. Country Development Plans Territorial & Sectorial Development Plans UNICREDIT START LAB Country Development Plans Territorial & Sectorial Development Plans UNICREDIT e L'INNOVAZIONE: UN APPROCCIO STRUTTURATO VERSO LE STARTUP 6 Exit 1 Concepimento Idee STARTUP 2 Sviluppo

Dettagli

START-UP INNOVATIVE. Un mix di Innovazione e Talento Giovanile per lo Sviluppo virtuoso di StartUp e PMI

START-UP INNOVATIVE. Un mix di Innovazione e Talento Giovanile per lo Sviluppo virtuoso di StartUp e PMI START-UP INNOVATIVE Un mix di Innovazione e Talento Giovanile per lo Sviluppo virtuoso di StartUp e PMI Il progetto mira a supportare in modo molto concreto StartUp, Studenti Universitari e PMI attraverso

Dettagli

SPIN-OFF, STARTUP, NEWCO? CREARE IMPRESA NELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO. Università degli studi di Urbino Facoltà di Economia 23 ottobre 2013

SPIN-OFF, STARTUP, NEWCO? CREARE IMPRESA NELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO. Università degli studi di Urbino Facoltà di Economia 23 ottobre 2013 SPIN-OFF, STARTUP, NEWCO? CREARE IMPRESA NELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO Università degli studi di Urbino Facoltà di Economia 23 ottobre 2013 Dott. Ing. Alessandro Paolini Dott. Ing. Enrico Battistelli

Dettagli

Startup innovative: una su otto è donna. Boom delle neoimprese smart femminili, +50,6% in un anno

Startup innovative: una su otto è donna. Boom delle neoimprese smart femminili, +50,6% in un anno Comunicato stampa Startup : una su otto è donna Boom delle neoimprese smart, +50,6% in un anno Roma, 06 marzo 2015 Pesano ancora poco sul tessuto imprenditoriale ma sono in crescita e davanti hanno un

Dettagli

Siamo quello che facciamo ripetutamente. La ricerca dell eccellenza dunque, non è un atto, ma un'abitudine. Aristotele

Siamo quello che facciamo ripetutamente. La ricerca dell eccellenza dunque, non è un atto, ma un'abitudine. Aristotele company profile Siamo quello che facciamo ripetutamente. La ricerca dell eccellenza dunque, non è un atto, ma un'abitudine. Aristotele chi siamo 012Factory è il primo centro di contaminazione per l'innovazione

Dettagli

Piano di Azione 2015. Rita Alù Settore Pubblico e Sviluppo del Territorio UniCredit-Region Sicilia

Piano di Azione 2015. Rita Alù Settore Pubblico e Sviluppo del Territorio UniCredit-Region Sicilia Piano di Azione 2015 Rita Alù Settore Pubblico e Sviluppo del Territorio UniCredit-Region Sicilia Catania, 31 marzo 2015 INDICE INNOVAZIONE E STARTUP: UniCredit Start Lab 2015 e Growth for Sicily Innovation

Dettagli

Finanziare la ricerca: la partnership pubblico-privata Alberto Trombetta Finlombarda Gestioni SGR SpA Roma, 11 luglio 2005

Finanziare la ricerca: la partnership pubblico-privata Alberto Trombetta Finlombarda Gestioni SGR SpA Roma, 11 luglio 2005 FINLOMBARDAGESTIONI società di gestione del risparmio Finanziare la ricerca: la partnership pubblico-privata Alberto Trombetta Finlombarda Gestioni SGR SpA Roma, 11 luglio 2005 Forte crescita degli aiuti

Dettagli

IT BUSINESS INNOVATION: ILLUSIONE O REALTA? LA STRATEGIA PER IL FUTURO

IT BUSINESS INNOVATION: ILLUSIONE O REALTA? LA STRATEGIA PER IL FUTURO IT BUSINESS INNOVATION: ILLUSIONE O REALTA? LA STRATEGIA PER IL FUTURO Francesco Moretti DEPUTY CEO FINCONS GROUP Innovation Day for Oil&Gas - Roma, 8 Ottobre Company Profile FINCONS GROUP IT Business

Dettagli

Executive summary della nuova normativa sulle startup

Executive summary della nuova normativa sulle startup Executive summary della nuova normativa sulle startup Dicembre 2012 2 Fare dell Italia la prossima startup nation Il 4 ottobre 2012 il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Legge contenente Ulteriori

Dettagli

UNICREDIT START LAB. Country Development Plans Territorial & Sectorial Development Plans

UNICREDIT START LAB. Country Development Plans Territorial & Sectorial Development Plans UNICREDIT START LAB Country Development Plans Territorial & Sectorial Development Plans UNICREDIT e L'INNOVAZIONE: UN APPROCCIO STRUTTURATO VERSO LE STARTUP 6 Exit 1 Concepimento Idee STARTUP 2 Sviluppo

Dettagli

LA GESTIONE DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA

LA GESTIONE DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA LA GESTIONE DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA Parte III : R&S nella piccola e media impresa Angelo Bonomi PICCOLE E MEDIE IMPRESE E R&S Esistono varie definizioni di piccole e

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

AIM Investor Day Aprile 2014

AIM Investor Day Aprile 2014 AIM Investor Day Aprile 2014 Enrico Gasperini, Fondatore e Presidente contact us: facebook.com/digitalmagics twitter.com/digital_magics Via Quaranta 40, 20139, Milano, Italy - Digital Magics - Company

Dettagli

IBAN ITALIAN BUSINESS ANGELS NETWORK

IBAN ITALIAN BUSINESS ANGELS NETWORK IBAN ITALIAN BUSINESS ANGELS NETWORK "Il capitale di rischio informale: la figura del Business Angel tra manager, imprenditore e finanziatore" **** - ATEMA speaker's corner del 3 ottobre 2005 (Tomaso Marzotto

Dettagli

WORKING CAPITAL TOUR 2010 Panel Proposte per l innovazione Roma, Palazzo Valentini Mercoledì, 1 dicembre 2010. Dr. Franco Bernabè

WORKING CAPITAL TOUR 2010 Panel Proposte per l innovazione Roma, Palazzo Valentini Mercoledì, 1 dicembre 2010. Dr. Franco Bernabè WORKING CAPITAL TOUR 2010 Panel Proposte per l innovazione Roma, Palazzo Valentini Mercoledì, 1 dicembre 2010 Dr. Franco Bernabè Siamo molto contenti dei risultati di Working Capital. Oggi siamo alla decima

Dettagli

Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia

Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia http://poloinnovazione.cc-ict-sud.it Luciano Mallamaci, ICT-SUD Direttore Tecnico ICT Sud Program Manager Polo

Dettagli

Gestione Finanziaria delle Imprese. private equity e venture capital

Gestione Finanziaria delle Imprese. private equity e venture capital GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE Private Equity e Venture Capital Il private equity e il venture capital Anni 80 Con venture capital si definiva l apporto di capitale azionario, da parte di operatori

Dettagli

La carriera universitaria e l inserimento nel mondo del lavoro dei laureati in Ingegneria dei Materiali

La carriera universitaria e l inserimento nel mondo del lavoro dei laureati in Ingegneria dei Materiali La carriera universitaria e l inserimento nel mondo del lavoro dei laureati in Ingegneria dei Materiali Studenti che hanno conseguito la laurea specialistica nell anno solare 2009 Questa indagine statistica

Dettagli

Società per la Gestione dell Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell Università degli Studi di Torino Scarl 2i3T

Società per la Gestione dell Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell Università degli Studi di Torino Scarl 2i3T Società per la Gestione dell Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell Università degli Studi di Torino Scarl 2i3T 1. L Incubatore 2i3T SOCIETÀ PER LA GESTIONE DELL INCUBATORE DI IMPRESE

Dettagli

INNOGEST S.G.R. Claudio Giuliano VENTURE CAPITAL: RISCHI ED OPPORTUNITÀ

INNOGEST S.G.R. Claudio Giuliano VENTURE CAPITAL: RISCHI ED OPPORTUNITÀ INNOGEST S.G.R. Claudio Giuliano VENTURE CAPITAL: RISCHI ED OPPORTUNITÀ Aprile 2006 Il seed & early stage capital Definizione: il seed & early stage capital rappresenta l investimento effettuato nella

Dettagli

Le tue idee prendono il volo

Le tue idee prendono il volo Start Lab Le tue idee prendono il volo Mentorship Co-finanziamenti Statup Academy Networking Grant Hai una startup ad alto contenuto tecnologico? Hai un'idea innovativa che vorresti realizzare? Iscriviti

Dettagli

Modena, 14 settembre 2015 AVVISO DI SELEZIONE

Modena, 14 settembre 2015 AVVISO DI SELEZIONE Modena, 14 settembre 2015 AVVISO DI SELEZIONE Democenter-Sipe gestisce e coordina il progetto denominato PROGRAMMA DI ACCELERAZIONE TERRITO- RIALE 2014-15, finanziato dalla Fondazione di Vignola, realizzato

Dettagli

Finanziare la nascita e lo sviluppo delle start-up innovative: attività e servizi di ASTER

Finanziare la nascita e lo sviluppo delle start-up innovative: attività e servizi di ASTER Finanziare la nascita e lo sviluppo delle start-up innovative: attività e servizi di ASTER Donata Folesani IPR Finance for Innovation Area Manager, ASTER Contenuti dell intervento Chi siamo Start up innovative

Dettagli

n.010 Idee, reti, business TECH IN ITALY EAI E BAIA le reti internazionali dell innovazione il Paese degli inventori Fare impresa

n.010 Idee, reti, business TECH IN ITALY EAI E BAIA le reti internazionali dell innovazione il Paese degli inventori Fare impresa Idee, reti, business PUBBLICAZIONE A CURA DEL POLO TECNOLOGICO DI NAVACCHIO n.010 TECH IN ITALY il Paese degli inventori EAI E BAIA le reti internazionali dell innovazione Fare impresa in Toscana, Friuli

Dettagli

CARIPLO FACTORY: NASCE A MILANO IL PRIMO POLO SULL INNOVAZIONE DIGITALE E PER IL LAVORO DEI GIOVANI

CARIPLO FACTORY: NASCE A MILANO IL PRIMO POLO SULL INNOVAZIONE DIGITALE E PER IL LAVORO DEI GIOVANI COMUNICATO STAMPA CARIPLO FACTORY: NASCE A MILANO IL PRIMO POLO SULL INNOVAZIONE DIGITALE E PER IL LAVORO DEI GIOVANI #CARIPLOFACTORY Milano, 29 aprile 2016. A Milano, in Via Bergognone 34, aprirà a giugno

Dettagli

RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO

RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO Roma, 28 giugno 2013 Luigi Tommasini Senior Partner Funds-of-Funds CONTENUTO Il Fondo Italiano di Investimento: fatti e

Dettagli

Finanziamenti Europei

Finanziamenti Europei 1 Finanziamenti Europei Quali sono i finanziamenti europei, gli incentivi messi a disposizione della UE, anche a fondo perduto, per la crescita dell economia attraverso il finanziamento di progetti imprenditoriali

Dettagli

Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital

Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital Quando ricorrere al capitale di rischio Sostegno alla crescita Ricambio generazionale Internazionalizzazione Riorganizzazione

Dettagli

Data: 19/10/2015 Pagina: 12

Data: 19/10/2015 Pagina: 12 Data: 19/10/2015 Pagina: 12 Data: 26/10/2015 237 milioni per ventimila imprese europee. CNA: "Azione utile per agevolare la nascita di nuove attività" La Commissione europea e il Fondo europeo per gli

Dettagli

CARTELLA STAMPA. LVenture Group Responsabile Relazioni Esterne bianca.santillo@lventuregroup.com Via G. Giolitti, 34 00185 Roma, Tel.

CARTELLA STAMPA. LVenture Group Responsabile Relazioni Esterne bianca.santillo@lventuregroup.com Via G. Giolitti, 34 00185 Roma, Tel. CARTELLA STAMPA IR Top Consulting Media Relations Via C. Cantù, 1 Milano Luca Macario, Domenico Gentile, Maria Antonietta Pireddu Tel. +39 (02) 45.47.38.84/3 ufficiostampa@irtop.com LVenture Group Responsabile

Dettagli

Marcello Comanducci. nato ad Arezzo il 20/02/1974 coniugato con due figli

Marcello Comanducci. nato ad Arezzo il 20/02/1974 coniugato con due figli Marcello Comanducci nato ad Arezzo il 20/02/1974 coniugato con due figli Marcello Comanducci nasce nel 1974 ad Arezzo. Non ancora ventenne, affianca al percorso di studi il lavoro all interno dell azienda

Dettagli

START CUP LAZIO 2011

START CUP LAZIO 2011 START CUP LAZIO 2011 COMPETIZIONE LOCALE CONNESSA AL WORKING CAPITAL - PNI 2011 PREMIO NAZIONALE PER L INNOVAZIONE AVVISO Articolo 1 Definizione dell'iniziativa Il Concorso è una competizione tra progetti

Dettagli

Startup: dall equity al crowdfunding

Startup: dall equity al crowdfunding Startup: dall equity al crowdfunding FINANZIAMENTI CON GARANZIE STATALI O GOVERNATIVE, PROGRAMMI DI FORMAZIONE E ACCELERAZIONE DEL BUSINESS, MA ANCHE PARTECIPAZIONI IN ATTIVITÀ DI PRIVATE EQUITY E PIATTAFORME

Dettagli

di Simona Facchini Foto di Carlo Pozzoni

di Simona Facchini Foto di Carlo Pozzoni di Simona Facchini Foto di Carlo Pozzoni L ESPERIENZA DI COM ON IDEATA DAI GIOVANI INDUSTRIALI. MARCO TAIANA: «MENTRE TANTI TALENTI ITALIANI SE NE VANNO, NOI ABBIAMO CREATO UN SISTEMA CHE LI ATTRAE. CREDIAMO

Dettagli

INVESTI NEL TUO LAVORO

INVESTI NEL TUO LAVORO INVESTI NEL TUO LAVORO Dott. Arcangelo Rizzuti Responsabile Rete Nazionale BacktoWork24 Bologna, 10 marzo 2015 Da un anno, ogni settimana, abbiamo portato un investimento a una piccola azienda I risultati

Dettagli

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO Intervento Roberto Albonetti direttore Attività Produttive Regione Lombardia Il mondo delle imprese ha subito negli ultimi anni un accelerazione impressionante:

Dettagli

Il mercato italiano del Private Equity e Venture Capital

Il mercato italiano del Private Equity e Venture Capital Il mercato italiano del Private Equity e Venture Capital Focus sul settore high tech 5 Dicembre 2007 Indice Overview generale Il mercato italiano del Private equity e Venture capital Focus sul settore

Dettagli

Unite the Two bays. From Vesuvio to Silicon Valley and back. Mind the Bridge Job Creator Tour @ Naples 2014

Unite the Two bays. From Vesuvio to Silicon Valley and back. Mind the Bridge Job Creator Tour @ Naples 2014 2014 Unite the Two bays From Vesuvio to Silicon Valley and back Mind the Bridge Job Creator Tour @ Naples 2014 Il progetto ed il concorso d idee Con il progetto Uniamo le due Baie, intendiamo creare un

Dettagli

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Il POR FESR Emilia Romagna ASSE 1 Ricerca industriale e trasferimento tecnologico 115 milioni

Dettagli

L ecosistema della nuova industria verde Made in Italy. Data - Luogo

L ecosistema della nuova industria verde Made in Italy. Data - Luogo L ecosistema della nuova industria verde Made in Italy Data - Luogo Ci salverà l industria della sostenibilità Il Made in Italy nel mondo Fonte: il Sole 24 Ore Agosto 2011 2 Ci salverà l industria della

Dettagli

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione - 26 maggio 2015 - Continua a crescere il numero di start-up innovative nel nostro Paese: a fine aprile avevano

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011-2013 DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011-2013 DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011-2013 DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE POLITICHE DEL LAVORO E DELL OCCUPAZIONE PROGRAMMA: Innovazione e capitale umano Responsabile Ing. Marco Lobina (Direttore

Dettagli

Mappatura del sistema d incubazione afferente ai Parchi Scientifici e Tecnologici aderenti ad APSTI

Mappatura del sistema d incubazione afferente ai Parchi Scientifici e Tecnologici aderenti ad APSTI Commissione Incubatori Start-Up Spin-off Mappatura del sistema d incubazione afferente ai Parchi Scientifici e Tecnologici aderenti ad APSTI a cura del coordinatore della Commissione Incubatori Elisabetta

Dettagli

HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE!

HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE! HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE! 2014 FORMAPER SVILUPPO DELL IMPRENDITORIALITÀ Formaper è un azienda speciale della Camera di Commercio di Milano nata nel 1987 con la missione

Dettagli

dal 2008 - M31 LA PERSONA ECCELLENZE: M31

dal 2008 - M31 LA PERSONA ECCELLENZE: M31 ECCELLENZE: M31 dal 2008 - M31 LA PERSONA Ruggero Frezza laureato in ingegneria elettrotecnica a Padova, nel 1990 consegue il Philosophy Doctor in Matematica Applicata presso la University of California

Dettagli

PARTE II: IMPRENDITORI ESTERNI. Cap. 8: GLI INCUBATORI D IMPRESA

PARTE II: IMPRENDITORI ESTERNI. Cap. 8: GLI INCUBATORI D IMPRESA PARTE II: IMPRENDITORI ESTERNI Cap. 8: GLI INCUBATORI D IMPRESA Introduzione «Imprenditori di imprenditori» Definizione incubatore Per INCUBATORE D IMPRESA si intende un istituzione che interagisce con

Dettagli

Avv. Marco De Paolis Brevetto: quali opportunità? Dagli accordi di circolazione delle invenzioni e delle ricerche alla costituzione di startup

Avv. Marco De Paolis Brevetto: quali opportunità? Dagli accordi di circolazione delle invenzioni e delle ricerche alla costituzione di startup Giornata di formazione sui brevetti Brescia, 29 febbraio 2012 Università degli Studi di Brescia Avv. Marco De Paolis Brevetto: quali opportunità? Dagli accordi di circolazione delle invenzioni e delle

Dettagli

Smart&Start Italia D.M. 24 settembre 2014. Marzo 2015

Smart&Start Italia D.M. 24 settembre 2014. Marzo 2015 Smart&Start Italia D.M. 24 settembre 2014 Marzo 2015 Smart&Start Italia Per favorire la diffusione di nuova imprenditorialità legata all economia digitale, per sostenere le politiche di trasferimento tecnologico

Dettagli

Un approccio aggregante agli investimenti seed in start-up del travel e-commerce. Documento per Fondo Italiano Milano, Gennaio 2015

Un approccio aggregante agli investimenti seed in start-up del travel e-commerce. Documento per Fondo Italiano Milano, Gennaio 2015 Un approccio aggregante agli investimenti seed in start-up del travel e-commerce Documento per Fondo Italiano Milano, Gennaio 2015 0 I proponenti hanno un esperienza comune e competenze complementari Andrea

Dettagli

Laboratori per l Accelerazione. Conferenza Stampa

Laboratori per l Accelerazione. Conferenza Stampa Laboratori per l Accelerazione dei Servizi i di Innovazione Conferenza Stampa 26.09.2014 2014 MAKING THE INNOVATION. MAKE THE FUTURE. I Laboratori per l Accelerazione dei Servizi di innovazione DAL CENTRO

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Angelantoni Test Technologies srl e SOGESI spa entrano nel progetto ELITE di Borsa Italiana

COMUNICATO STAMPA. Angelantoni Test Technologies srl e SOGESI spa entrano nel progetto ELITE di Borsa Italiana Perugia, 12 ottobre 2012 COMUNICATO STAMPA Angelantoni Test Technologies srl e SOGESI spa entrano nel progetto ELITE di Borsa Italiana Ci sono anche due aziende umbre tra le trentatré selezionate da Borsa

Dettagli

Interventi a sostegno della nascita e lo sviluppo di nuove imprese innovative

Interventi a sostegno della nascita e lo sviluppo di nuove imprese innovative POR FESR SARDEGNA 2007 2013 Asse VI Competitività Interventi a sostegno della nascita e lo sviluppo di nuove imprese innovative Le opportunità localizzative offerte dal Parco scientifico e tecnologico

Dettagli

Politecnico di Torino Corsi di Laurea a Verrès

Politecnico di Torino Corsi di Laurea a Verrès Politecnico di Torino Corsi di Laurea a Verrès formazione ricerca tecnologia innovazione DOVE SIAMO Valle d Aosta Verrès Verrès (Valle d Aosta - Italia) 391 m slm, 2.677 abitanti, 39 km da Aosta, 78 km

Dettagli

Guido Guidi Head Pharma Region Europe Novartis Milano, 9 Dicembre 2013

Guido Guidi Head Pharma Region Europe Novartis Milano, 9 Dicembre 2013 La Ricerca in Italia La rilevanza della ricerca biomedica Guido Guidi Head Pharma Region Europe Novartis Milano, 9 Dicembre 2013 Ricerca e Sistema Paese Le innovazioni non seguono una sequenza lineare

Dettagli

Il fund rasing alcuni casi in Europa e negli Stati Uniti

Il fund rasing alcuni casi in Europa e negli Stati Uniti Il fund rasing alcuni casi in Europa e negli Stati Uniti Quella del fund raising universitario è una cultura che si è sviluppata in particolar modo nei paesi anglosassoni tanto che, per esempio, negli

Dettagli

il primo progetto nazionale dedicato a Formazione Lavoro Volontariato nel settore Beni Culturali

il primo progetto nazionale dedicato a Formazione Lavoro Volontariato nel settore Beni Culturali Versione 1.2 - dicembre 2014 il primo progetto nazionale dedicato a Formazione Lavoro Volontariato nel settore Beni Culturali ArcheoJobs è un portale web che opera su scala nazionale, raccoglie contenuti

Dettagli

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT Dai il via al tuo futuro ACCENDI NUOVE OPPORTUNITÀ Il tuo futuro parte adesso. Perché il mondo delle telecomunicazioni è il futuro. E Telecom Italia

Dettagli

BIC: incubatore di imprese

BIC: incubatore di imprese NEW ECONOMY 8 9 NEW ECONOMY Per l economia genovese BIC: incubatore di imprese Raoul de Forcade Le aziende informatiche, simbolo della new economy, hanno un ruolo centrale tra le realtà che fanno capo

Dettagli

Presso lo Spazio Attivo BIC di Latina

Presso lo Spazio Attivo BIC di Latina Presso lo Spazio Attivo BIC di Latina 2 CLab nati dal BANDO MIUR: AZIONE In assonanza con il bando Miur del 2013 Linea Contamination Labs dedicato alle Regioni convergenza, l azione proposta intende realizzare,

Dettagli

GLI INTERVENTI PER LA DIFFUSIONE E LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE

GLI INTERVENTI PER LA DIFFUSIONE E LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE 118 GLI INTERVENTI PER LA DIFFUSIONE E LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE IL PROGETTO DIADI La diffusione dell innovazione presso le piccole e medie imprese è una costante delle politiche dei Fondi Strutturali

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE CONCORSO ANNUALE Il più bel lavoro del mondo

REGOLAMENTO GENERALE CONCORSO ANNUALE Il più bel lavoro del mondo REGOLAMENTO GENERALE CONCORSO ANNUALE Il più bel lavoro del mondo ART 1 Definizione Il concorso "Il più bel lavoro del mondo" (di seguito indicato come "Concorso") è una competizione promossa annualmente

Dettagli

Giuseppe Capuano. Economista Direzione Generale PMI e Enti Cooperativi Dirigente Div. VIII PMI e Artigianato

Giuseppe Capuano. Economista Direzione Generale PMI e Enti Cooperativi Dirigente Div. VIII PMI e Artigianato Giuseppe Capuano Economista Direzione Generale PMI e Enti Cooperativi Dirigente Div. VIII PMI e Artigianato Bari, 13 febbraio 2014 1 Struttura delle imprese industriali e dei servizi (anno 2011) Dimensioni

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

NOTIZIE RADIOCOR - FINANZA

NOTIZIE RADIOCOR - FINANZA Rassegna stampa Nem Sgr acquisice una quota di minoranza in Energon Esco NOTIZIE RADIOCOR - FINANZA ENERGON: INIEZIONE DA 8,4 MLN, POP VICENZA, BP E MPS TRA GLI INVESTITORI (Il Sole 24 Ore Radiocor) -

Dettagli

Incubatore di Innovazione Sociale di Quarto Oggiaro

Incubatore di Innovazione Sociale di Quarto Oggiaro Incubatore di Innovazione Sociale di Quarto Oggiaro Fondazione Giacomo Brodolini Chi siamo Gli ambi2 Le a+vità Nasce nel 1971 come centro di ricerca economico e sociale ed Istituto Culturale su temi legati

Dettagli

(https://www.notiziariofinanziario.com)

(https://www.notiziariofinanziario.com) Concorso nazionale.itcup Registro - Notiziario Finanziario Notiziario... 1 di 7 23/05/2016 09:36 Like (https://www.notiziariofinanziario.com) 0 (https://www.notiziariofinanziario.com/2016/05/12/concorso-nazionale-itcup-registro/#respond)

Dettagli

L ARREDO UFFICIO INTELLIGENTE

L ARREDO UFFICIO INTELLIGENTE L ARREDO UFFICIO INTELLIGENTE 8 minuti per fare un buon acquisto INTRODUZIONE Questo e-book è stato ideato dagli specialisti nella progettazione, produzione ed ambientazione di mobili per ufficio. Perché

Dettagli

CARTELLA STAMPA. LVenture Group Responsabile relazioni esterne bianca.santillo@lventuregroup.com Via G. Giolitti, 34 00185 Roma, Tel.

CARTELLA STAMPA. LVenture Group Responsabile relazioni esterne bianca.santillo@lventuregroup.com Via G. Giolitti, 34 00185 Roma, Tel. CARTELLA STAMPA IR Top Consulting Media Relations Via C. Cantù, 1 Milano Luca Macario, Domenico Gentile, Maria Antonietta Pireddu Tel. +39 (02) 45.47.38.84/3 ufficiostampa@irtop.com LVenture Group Responsabile

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014 NEL PRIMO SEMESTRE 2014 INGRESSO IN 4 NUOVE STARTUP, DI CUI 3 STARTUP INNOVATIVE, CON

Dettagli

Le azioni dell ARTI per il TT in Puglia

Le azioni dell ARTI per il TT in Puglia Le azioni dell ARTI per il TT in Puglia Dott.ssa Adriana Agrimi Coordinatore Tecnico ARTI Bari, 18 Febbraio 2009 - Expolavoro ARTI È l Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione l della Puglia

Dettagli