Il Settore Dell' Information E Communication Technology in India

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Settore Dell' Information E Communication Technology in India"

Transcript

1

2 Il Settore Dell' Information E Communication Technology in India Il Distretto Elettronico Di Bangalore The Indo-Italian Chamber of Commerce and Industry 502, Bengal Chemicals Compound, Veer Savarkar Marg, Prabhadevi, Mumbai India

3 Pubblicato Da: The Indo-Italian Chamber of Commerce & Industry 502, Bengal Chemicals Compound, Veer Savarkar Marg, Prabhadevi, Mumbai , India Stampato Da: Bhalchandra Printing Press Pvt Ltd 384, Dr. D. B. Marg, Mumbai ii

4 MESSAGGIO DEL MINISTRO DELL' INFORMATION TECHNOLOGY DELL' INDIA Le innovazioni tecnologiche hanno creato i presupposti per la rivoluzione ICE (Information Technology, Communications and Entertainment) che e in atto in India. E hanno offerto alle masse la possibilita di operare piu scelte in conformita alle proprie esigenze e alle proprie risorse. Questa rivoluzione ha promosso una competizione dinamica offrendo le condizioni di base per un ambiente multispecializzato. La posizione del nostro governo e quella di concepire la rivoluzione digitale come un mezzo che permette di raggiungere le masse. Noi abbiamo gia stabilito un obiettivo di 50 miliardi di dollari di esportazioni di software per il 2003, ma il nostro sogno e di rendere l India il maggiore centro per la produzione e l esportazione di hardware. Riconoscendo la necessita di ampliare e di modernizzare le infrastrutture di telecomunicazione, portandole agli standard mondiali, il Governo sta apportando una serie di riforme per creare un ambiente piu idoneo agli affari. A Milano durante SMAU-2002, le aziende indiane sono state in grado di pruporre un immagine dell India come destinazione mondiale per gli investimenti nel settori critici e nell informatica. SMAU 2002 ha fornito alle aziende indiane la vetrina ideale per mostrare il proprio valore tecnologico. E incoraggiante notare che il Ministro per le telecomunicazioni italiano verra in visita in India in occasione di NASSCOM 2003 accompagnato da una importante delegazione di aziende. Sono certo che in seguito a questa visita emergeranno nuove opportunita per entrambi i paesi. Ho saputo che per l occasione la Camera di commercio indo-italiana pubblichera una ricerca sul settore dell informatica e delle telecomunicazioni in India con uno speciale focus su Bangalore. Sono estremamente fiducioso del fatto che questa pubblicazione incoraggera le aziende italiane ad avere una visione piu favorevole del mercato indiano per eventuali investimenti. Colgo l occasione per estendere i miei auguri alla Camera di commercio indo-italiana e per augurarle un futuro di successi. Pramod Mahajan iii

5 MESSAGGIO DI S.E. DR. BENEDETTO AMARI, AMBASCIATORE D ITALIA IN INDIA Sono felice di apprendere che la Camera di Commercio italo-indiana ha realizzato un nuovo studio sull industria informatica indiana, i suoi protagonisti, le associazioni principali, il sistema educativo e le politiche del Governo a sostegno dell industria, dedicando particolare attenzione al distretto informatico di Bangalore, nodo di primaria importanza nella mappa dell ITC mondiale. Dall aprile 2001, quando i due Paesi firmarono a Firenze il primo accordo bilaterale sulla cooperazione informatica, molti passi sono stati compiuti in questo settore ed in quello, ad esso affine, delle comunicazioni. Nell IT, un importante sinergia e stata avviata tra SMAU and NASSCOM, le due organizzazioni che piu attivamente rappresentano i mondi dell informatica in Italia e in India. I due organismi si sono scambiati visite in occasione delle rispettive manifestazioni fieristiche a partire dall ottobre 2001 a Milano, per proseguire a febbraio 2002 a Mumbai e di nuovo nell ottobre 2002 a Milano. Prospettive future di cooperazione sono state discusse in occasione di due importanti visite: quella del Presidente della Regione Lombardia a Delhi, Bangalore e Mumbai nell aprile 2002 e quella recente del Ministro delle Comunicazioni e dell Informatica Pramod Mahajan a Milano e Roma per l inaugurazione di SMAU 2002 e la firma di un importante accordo sulla cooperazione nel settore delle Comunicazioni. Cio va nella direzione della sempre piu spiccata convergenza dei settori dell informatica e delle comunicazioni, convergenza che verra sottolieata dalla prossima visita del Ministro Gasparri in India. Sono certo che il rapporto realizzato dalla Camera di Commercio italo-indiana, che si e fatta attivo promotore del dialogo bilaterale nel settore ITC, rappresentera un contributo importante per radicare nell industria italiana del settore una piu approfondita conoscenza delle enormi potenzialita di cooperazione che esistono in questo campo tra i nostri due Paesi. S.E. Benedetto Amari iv

6 MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA CAMERA DI COMMERCIO INDO-ITALIANA Sono molto lieto di presentare questo studio sul Settore della tecnologia dell informazione e delle comunicazioni, con una speciale attenzione alla città di Bangalore conosciuta da sempre come la città giardino dell India, ed ora comunemente chiamata la Silicon Valley dell India. Intuendo l importanza strategica che Bangalore riveste per l Industria tecnologica italiana, la Camera di Commercio e dell Industria Indo-Italiana ha avviato uno studio particolare per evidenziarne le opportunità di cooperazione per società italiane. Questo studio fa seguito alla visita di qualche mese fa di una delegazione indiana alla SMAU 2002, guidala dal Ministro per la Tecnologia dell Informazione, Onorevole Pramod Mohajan. L India era il Paese partner della Fiera. Lo studio condotto dalla Camera di Commercio, si inserisce anche nel quadro preparatorio della visita del Ministro per le Telecomunicazioni dell Italia, Onorevole Gasparri, che presiederà la larga delegazione italiana che parteciperà alla Nasscom Il settore della tecnologia dell informazione è divenuto negli ultimi due/tre anni, un area di particolare importanza per la nostra Camera. Diversi sono stati i seminari e gli studi organizzati e condotti dalla Camera, che è stata anche strumentale nel rafforzamento dei contatti tra Nasscom e SMAU. Il Presidente delle Regione Lombardia, l Onorevole Roberto Formigoni, durante la sua permanenza in India lo scorso anno, fece una speciale visita a Bangalore e rimase impressionato nel vedere le possibilità che la città offre nel settore informatico. Il Ministro fu particolarmente impressionato dalla sua visita alla sede della Infosys, società che sta progettando di aprire un proprio ufficio in Italia. La Camera, da parte sua, ha aperto un proprio ufficio a Bangalore, per servire in modo più diretto ed efficiente la comunità italiana della città. Un altra iniziativa che la Camera ha intrapreso, è stata quella di selezionare 20 diplomati delle Università di Bombay e di Bangalore per un Corso di Master in Ingegneria Software presso la Scuola Superiore S. Anna di Pisa. Dopo aver completato il corso, gli studenti stanno attualmente lavorando presso ditte italiane. Questo progetto ha attirato una considerevole attenzione e diverse Università italiane sono in contatto con la Camera per organizzare simili corsi. Questo studio, promosso dalla camera, evidenzia le opportunità per le ditte italiane, e crediamo, fornirà la tanto necessaria informazione sul panorama indiano della tecnologia dell informazione. Narinder Nayar v

7 MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DI SMAU Da quasi un decennio, l industria elettronica e l hi-tech in generale indiani fanno parlare di sé. Da quando, all inizio degli anni 90, si è dato il via ad un corso di politica industriale volto a migliorare la capacità competitiva del paese, a far leva su una maggiore liberalizzazione dell economia e dei commerci per ammodernare aree significative del sistema produttivo e a far leva sul capitale risorseumane e sui suoi aspetti qualitativi. L industria dell informazione e quella del software in particolare ne hanno tratto un particolare beneficio, tanto da ipotizzare che il paese nei prossimi dieci anni sarà una potenza globale dell Information Technology e uno dei più grandi generatori ed esportatori di software al mondo. Qualunque sia l opinione sulle scelte condotte in questi anni, proprio l industria del software è un chiaro caso di successo, che ha svolto a sua volta un importante azione catalizzatrice di cui hanno potuto beneficiare altri settori hi-tech. Questo è un positivo segnale per il futuro della Società dell Informazione e per il futuro di paesi come l India il secondo paese più popolato al mondo che dimostrano come si possa utilizzare a proprio vantaggio gli effetti della globalizzazione, a condizione di averne gli strumenti. La nascita di parchi tecnologici e distretti d eccellenza come quello di Bangalore è il segno del grande potenziale della società dell informazione. Una società che non chiede materie prime o particolari localizzazioni, ma fa leva sul patrimonio più prezioso dell uomo: la conoscenza. Tra i paesi in via di sviluppo, l India ha potuto contare su un livello di scolarità medio elevato, che applicato ad una vasta popolazione si traduce in milioni di tecnici ed ingegneri di ottimo livello. Le aziende occidentali hanno imparato a utilizzare i servizi ad elevato valore fornito dagli specialisti indiani, oggi sono molte le aziende che hanno scelto questa strada per l outsourcing di attività mission critical, e in parallelo si è sviluppata anche la produzione di software locale per il mercato internazionale. Tutto questo ha creato quel contesto tipico dei virtual loop che ha finito con l attrarre le risorse più qualificate, nuovi investimenti e altri nomi dell high tech mondiale. Se si considera che gran parte di quanto viene prodotto apparecchiature ma ancor più software, servizi è destinato ai mercati internazionali è evidente che il confronto si svolge soprattutto sulla qualità e sulla competenza, perché è con queste che si vince o si perde internazionalmente. Istruzione, formazione, conoscenza: ecco le tre parole che ogni governo, ogni Stato dovrebbe considerare per progettare il proprio futuro Antonio Emmanueli vi

8 MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DI NASSCOM Sono lieto di apprendere che lo studio di mercato Preparato Dalla Camera IICCI di Commercio Indo-Italianasulla realta di Bangalore e sulle future opportunita per le aziende italiane sia stato completato con successo. Bangalore, capitale indiana dell industria IT, e stata giustamente ribattezzata il nodo mondiale dell innovazione tecnologica, anche davanti a New York. Questo grazie all' attivita di ricerca alla, presenza di centri di formazione, alla disponibilita di capitali e alla mentalita imprenditoriale present. La citta di Bangalore ha reso orgogliosa l India anche perche figura fra gli 11 piu importanti nodi della rete informatica mondiale secondo la speciale classifica elaborata dall UNDP (United Nations Development Program). Mentre diverse societa IT indiane hanno consolidato la loro presenza nei mercati statunitense ed inglese, esistono ancora enormi potenzialita di penetrazione nei mercati europei. La quota attuale del mercato europeo dell industria indiana di IT si attesta al 23%, ma NASSCOM sta lavorando affinche questa fetta di mercato possa arrivare al 30% entro il L Italia rimane uno dei mercati leader per l IT nel mondo ed ha visto una costante crescita nell area delle telecomunicazioni, di internet e dei servizi legati all IT. Considerando il vantaggo competitivo nelle aree del software e dei servizi IT, della mano d opera specializzata, nei vantaggi di costo e nella disponibilita di tecnologia avanzata, India ed Italia hanno l opportunita d incrementare la cooperazione nei settori dele telecomunicazioni e dell IT. Sono sicuro che questa ricerca di mercato aiutera la coperazione tra i due paesi. Kiran Karnik vii

9 INDICE Page Nos. I - Introduzione... 1 II - L India di oggi... 2 III - L industria ITC indiana I servizi offerti dall ITC indiana IT-Enabled Services... 8 IV - IL mercato domestico dell ITC. Situazione attuale e tendenze future V - Il Ministero dell IT e i suoi bracci operativi: STPI e ESC STPI ESC VI - Iniziative del Governo a favore dell industria ITC VII - Importanti associazioni IT. NASSCOM e MAIT Nasscom Mait Principali Fiere IT in India VIII - Bangalore. La Silicon Valley dell India L industria IT a Bangalore Le infrastrutture per l IT Il sistema d istruzione superiore e di specializzazione. IIM, IIIT, IIS IX - Due simboli del successo di Bangalore. Infosys e Wipro Appendice Alcune multinazionali presenti a Bangalore viii

10 I - INTRODUZIONE I solidi rapporti commerciali fra l industria americana e i fornitori indiani di prodotti e servizi informatici sono stati negativamente condizionati dalla recente crisi economica internazionale, spingendo l industria informatica indiana a cercare nuovi mercati di sbocco per ridurre l impatto della caduta della domanda americana. In tale contesto si inserisce l accordo firmato a Bombay nel febbraio 2002 fra i Presidenti di SMAU e NASSCOM per la promozione dell India quale fornitore strategico di servizi informatici ad alta qualità e costi ridotti, e dell Italia quale mercato di ingresso in Europa per l industria informatica indiana. La successiva presenza del Ministro dell IT indiano Pramod Mahajan a SMAU 2002 e i relativi incontri istituzionali con le controparti italiane hanno creato i presupposti istituzionali per un azione coordinata che porti a una conoscenza più approfondita delle opportunità che offre l India e del contributo che può dare allo sviluppo delle PMI italiane, che si trovano ad affrontare un mercato sempre più competitivo in termini di qualità e costi. Nella mappa informatica dell India, Bangalore riveste un ruolo di primato, non solo a livello nazionale ma addirittura mondiale. A livello nazionale Bangalore è il paradigma dell India post-industriale che però non ha ancora risolto i problemi sociali ed economici fondamentali di un Paese in via di sviluppo. A livello internazionale, il distretto di Bangalore risulta una delle sedi preferite dalle aziende multinazionali per investire nel settore dell IT e dei servizi collegati. Ora, il primato di Bangalore, con l eccellenza dei suoi servizi e delle sue infrastrutture e le conseguenti opportunità che offre, è largamente sconosciuto alle imprese italiane, sia in termini di investimenti che in termini di rapporti commerciali. Questa ricerca mira a promuovere le opportunità che l India offre alle nostre imprese, sia piccole che medie e grandi, nel campo dell IT, illustrando, oltre alle caratteristiche dell industria informatica indiana, le politiche governative di settore, l importante sistema educativo da cui le imprese attingono i propri ingegneri informatici, e le infrastrutture create per sostenere lo sviluppo dell industria informatica indiana. 1

11 II - L INDIA DI OGGI L india, con una popolazione di oltre un miliardo di persone ed un tasso d incremento del 1.9%, è il secondo paese al mondo per numero di abitanti. Ha un estensione geografica pari al 2.4% della superficie terrestre, ma ospita il 16.7% della popolazione mondiale. Secondo il censimento del 2002, la popolazione urbana costituisce il 28% del totale (25.7% nel 1991), concentrata nelle megalopoli che punteggiano il Paese. Ad oggi sono 35 le città che superano il milione di abitanti rispetto alle 23 del La classe media indiana, presente soprattutto nelle aree urbane, è composta di circa 250 milioni di persone dotate di un crescente potere d acquisto, mentre si assiste anche a una rapida evoluzione dei gusti e dei consumi nelle aree rurali. Per quanto riguarda i principali indicatori sociali, il tasso d istruzione medio è del 65%, risultato di una crescente politica d investimento pubblico, passata dai 2 miliardi di dollari del agli 8.3 del , nell istruzione, nella sanità, nell assistenza sociale, nell alimentazione, nello sviluppo rurale, nei lavori pubblici, nel sociale in generale. In termini di percentuale del PIL, la spesa sociale da parte del governo centrale è cresciuta dall 8.1 al 10.7%. Nonostante lo sviluppo economico-sociale dell India non sia ancora omogeneo, in particolare nelle zone rurali, è tuttavia il secondo paese al mondo per forza lavoro di lingua inglese e indiani sono numerosi grandi gruppi industriali multinazionali quali Tata e Reliance. Il tasso di crescita medio del PIL è di oltre il 5%, trainato dal settore dei servizi, ma ancora molto influenzato dal settore agricolo che, impiegando ancora oltre il 65% della manodopera totale, determina ancora in modo decisivo l andamento della domanda. Malgrado ciò, il settore terziario, con circa il 10% degli occupati, incide per il 47% sul PIL, contro il 27% del settore agricolo. L India è dotata di grandi risorse naturali e lo dimostra il fatto che è fra i primi produttori al mondo di molte materie prime. È primo produttore al mondo di juta, latte, tè, mango, secondo produttore al mondo di seta, verdure e cereali, terzo produttore al mondo di frutta e cotone, e possiede il 50% degli allevamenti di bufali del mondo. Le esportazioni indiane ammontano a 43 miliardi di USD contro i 55 miliardi di USD delle importazioni. Le principali importazioni riguardano il petrolio ed i prodotti derivati, i beni capitali, le pietre preziose grezze, le macchine utensili, i fertilizzanti ed i metalli non ferrosi. Le più importanti esportazioni riguardano i prodotti tessili, le pietre preziose e la gioielleria, i prodotto d ingegneria, soprattutto software, i prodotti chimici, la pelle ed i beni in pelle, l artigianato e i macchinari. I principali paesi destinatari delle esportazioni indiane sono gli Stati Uniti, Hong Kong, la Gran Bretagna, il Giappone e la Germania. I principali fornitori sono il Benelux, principalmente per il mercato dei preziosi, gli Stati Uniti, il Giappone, la Gran Bretagna e 2

12 l Arabia Saudita. L Unione Europea rappresenta il più importante partner commerciale dell India. Le relazioni commerciali fra India ed Italia hanno superato i 2 miliardi di USD nel I macchinari rappresentano circa il 60% del totale delle esportazioni italiane verso l India, mentre il 40% delle esportazioni indiane verso l Italia sono rappresentate da prodotti in pelle e tessili. Le esportazioni indiane verso l Italia costituiscono lo 0.6% del totale delle importazioni italiane. I principali prodotti indiani presenti nel mercato italiano sono i tessili, i prodotti in pelle, i chimici ed i prodotti derivati, i prodotti agricoli e quelli complementari, i macchinari, l artigianato, le pietre preziose e i prodotti di gioielleria. I beni italiani maggiormente importati in India sono i beni capitali, i prodotti metallurgici, i prodotti finiti in pelle, i macchinari, i prodotti chimici. In India l Italia è apprezzata e conosciuta principalmente per gli articoli di moda (vestiti, accessori, occhiali da sole, borse e scarpe) nonchè per la cucina. L INDIA IN CIFRE Area 3,287,263 kmq Popolazione 1,027,015,247 ( Urbana / Rurale 28% / 72%) No. di famiglie 180 milioni Nucleo familiare medio 5.6 persone Classe media 250 milioni Rete Ferroviaria 62.5 milioni kmq. ( piu vasta in Asia & seconda al mondo) No. aeroporti 5 Internazionali, 88 nazionali Aziende cert. ISO 9000 > 1000 Tasso crescita PIL 5.4% (media annuale) Lingua 17 lingue ufficiali Incremento demografico 1,9 % annuo PIL totale 435 miliardi di US $ 3

13 III - L INDUSTRIA ITC INDIANA Nell ultimo decennio l immagine internazionale dell India si è trasformata, da terra degli incantatori di serpenti a superpotenza del software. Infatti l industria software, con un fatturato pari a 5,7 miliardi di USD nel 2000 e oltre 60 miliardi di USD previsti nel 2008, malgrado rappresenti ancora un magro 3% del PIL nazionale, è diventata il motore dello sviluppo economico indiano con tassi di crescita annui di oltre il 50% a partire dal 1991, la scommessa del Governo indiano per vincere le sfide dello sviluppo e della modernizzazione. Del resto, con la crescente dipendenza dell economia mondiale dalla tecnologia informatica, la capacità dell industria IT indiana si sta rivelando un vantaggio competitivo del Paese a livello mondiale. Basti pensare che oltre il 50% dei certificati di qualità SEI- CMM Livello 5 (la Carnegie Mellon University ha sviluppato un modello di valutazione delle performance delle società informatiche, il Capability Maturity Model CMM, che valuta la qualità delle aziende e stila una classifica secondo cinque livelli. Il livello 5 viene conferito alle aziende informatiche con risorse umane eccellenti e elevata qualità dei servizi) è stato assegnato ad aziende indiane. Infatti, ben 12 delle 19 aziende che hanno ottenuto il livello 5 sono indiane, e 8 di queste hanno sede a Bangalore. Inoltre almeno il 40% delle aziende di Fortune 500 esternalizza i servizi e l intero comparto informatico a aziende indiane. Con l enorme disponibilità di risorse umane di lingua inglese e con la qualità dei suoi prodotti, l industria software indiana è caratterizzata da una forte propensione all esportazione. Tale caratteristica è dovuta a due fattori principali, innanzitutto la presenza di una numerosa comunità indiana nella Silicon Valley, che ha iniziato anni or sono la pratica dell outsourcing informatico a favore degli indiani in India, in secondo luogo la limitatezza del mercato domestico, che solo a partire dall inizio di questo decennio ha cominciato a crescere in modo sostanziale. A tale proposito vedremo in seguito le caratteristiche di questo mercato nazionale che offre anche notevoli opportunità agli investitori esteri. Di seguito alcuni dei fattori principali che hanno contribuito ad agevolare lo sviluppo dell industria informatica in India: Specifiche politiche governative a livello centrale e locale, coordinate dal Ministero dell IT con il supporto di una speciale task force per l IT; Privatizzazione e liberalizzazione del settore delle Telecomunicazioni; Infrastrutture adeguate; Alta qualità del sistema d istruzione superiore; Adeguate politiche per la formazione delle risorse umane; Importante ruolo di alcune associazioni di settore quali NASSCOM e MAIT; Supporto delle istituzioni finanziarie e sostegno del venture capital; Efficace legislazione per la protezione dei diritti intellettuali, sistema giudiziario piuttosto efficiente; Management e risorse umane continuamente esposti a standard internazionali (americani). Per quanto riguarda l importante ruolo delle risorse umane, si stima che nel 2008 l India avrà quasi due milioni di ingegneri attivi nel settore informatico (al giorno d oggi sono circa 600 mila), indispensabili per mantenere e incrementare il ruolo di leadership mondiale nel settore. 4

14 Struttura dell industria ITC indiana Fatturato annuale No. aziende > 208 milioni di USD 5 USD 104 milioni - USD 208 milioni 7 USD 52 milioni - USD 104 milioni 14 USD 20.8 million - USD 52 milioni 28 USD 10.4 milioni - USD 20.8 milioni 25 USD 2.06 millioni - USD 10.4 milioni 193 Fino a USD 2.06 milioni 544 Industria software & servizi IT: Esportazioni Azienda Esportazioni (milioni di ) Tata Consultancy Services Infosys Technologies Ltd Wipro Ltd Satyam Computer Services Ltd HCL Technologies Silverline Technologies Ltd Cognizant Technology Solutions NIIT Ltd Pentasoft Technologies Ltd Pentamedia Graphics Ltd Patni Computer systems IBM India HCL Perot DSQ Software Ltd Mahindra British Telecom Limited Mascot Systems Ltd Mascon Global Ltd I-Flex Solutions Ltd Tata Infotech Ltd Mphasis BFL Ltd

15 Nel corso del l India ha esportato in ben 102 paesi nel mondo. Del totale delle esportazioni il 62% è andato in America del Nord (Stati Uniti e Canada), il 24% in Europa, il 4% in Giappone ed il 10% al resto del mondo. Paese/Regione Percentuale ANZ Australia Nuova Zelanda GIAPPONE ASIA SUD EST Cina Hong Kong Indonesia Malesia Nepal Filippines Singapore Korea del sud Sri Lanka Taiwan Tailandia Myanmar Vietnam Altri EUORPA Austria Belgio Isole Vergini Cipro Repubblica Ceca Danimarca Finlandia Francia Germania Grecia Ungheria Iceland Groelandia Italia Lussemburgo Malta Olanda

16 Norvegia Polonia Portogallo Spagna Svezia Svizzera Gran Bretagna Altri ASIA OCCIDENTALE Bahrain Israele Kuwait Qatar Sud Arabia Oman UAE Dhahran Giordania Siria Altri AMERICA NORD Canada USA RESTO DEL MONDO Brazile Ghana Kenya Malawi Maurizia Nigeria Sud Africa Uganda Indie Occ Zambia Zimbabwe Africa Bermuda Botswana Turchia Altri TOTAL

17 1 - I SERVIZI OFFERTI DALL ITC INDIANA L industria indiana si è specializzata nei seguenti prodotti e servizi informatici: Formazione IT (due giganti indiani in questo settore sono NIIT e Aptech); Processi e servizi di back-office a supporto informatico applicati a diversi settori, soprattutto i servizi, fra cui la finanza, le assicurazioni, il turismo, i media; Sviluppo di software. In tal senso l India sviluppa anche ottimi applicativi per l industria manifatturiera; Supporto per l installazione e il mantenimento anche a distanza di pacchetti software; Software per internet; IT-enabled Services (ITES). Questo comparto, forse il più importante sviluppato dall industria indiana, ha le sue origini a metà degli Anni 90 quando società come American Express, British Airways e GE Capital trasferirono in India le loro unità di customer-care e servizi di gestione delle transazioni elettroniche. 2 - IT-ENABLED SERVICES Come già accennato sopra, negli ultimi 10 anni l India ha sviluppato una serie di servizi Gratico 3 - Crescita del comparte ITES 7100 informatici, cosiddetti ITES, che vanno dalla gestione dei call center ai servizi di customer care in generale, dai rapporti assicurativi alle procedure legate alle buste paga e ai salari, alle trascrizioni mediche, all inserimento dati, e alla contabilità Il fenomeno è riflesso nel fatto che il comparto degli ITES è stato quello che ha realizzato i più elevati tassi di sviluppo all interno del mercato IT indiano. Nel corso del ha toccato i milioni di (71 miliardi di Rupie indiane, come da grafico sottostante). Tavola 1 - Contributo crescente dei servizi ITES alle esportazioni Anno ITES Servizi IT % 86% % 85.5% % 81% % 76% Fonte: NASSCOM Si calcola che nel 2003 il segmento degli ITES attirerà circa il 40% degli investimenti totali del settore. Se è vero infatti che la crescita media dell industria indiana informatica e dei servizi relativi è stimata intorno al 30% per il , la crescita del comparto degli ITES è prevista intorno al 60-65%, molto oltre la media del settore. In termini di contributo all esportazione del settore, dall attuale 20% il contributo degli ITES dovrebbe salire al 24% nel corso del

18 Questo comparto sta anche diversificandosi geograficamente e assieme alle tradizionali città di Gurgaon (Delhi) e Bombay si sta espandendo anche a Madras, Bangalore e Calcutta. E superfluo dire che la maggior parte degli investimenti in questo segmento proviene da investitori stranieri. L offerta indiana di ITES può essere a sua volta così segmentata: Servizi d interazione con i consumatori (compresi i call centers); Servizi di supporto/contabilità/ caricamento dati/conservazione dati/risorse umane; Servizi di trascrizione/traduzioni; Sviluppo dei contenuti/ animazione /composizione e design/gis; Altri servizi inclusi la formazione a distanza, ricerca dati, ricerche di mercato, consulenza per le reti e management. Servizi telematici: segmentazione di mercato Milioni di Euro (stime) 2008 Occupati Fatturato Occupati Fatturato Occupati Fatturato Occupati Fatturato Servizi 8, , , , d interazione con la clientela (Call center) Servizi di supporto, 15, , , , conteggio fatturato, caricamento dati, conservazione dati inclusa finanza e contabilità, servizi legati alle risorse umane Transcrizioni/ , , , Traduzioni Sviluppo contenuti, 15, , , , animazione, composizione e design, GIS Altri servizi inclusi 1, , , istruzione a distanza, ricerca dati, ricerche di mercato, consulenza per le reti Consulenza Management Totale 45, , , ,100,

19 IV - IL MERCATO DOMESTICO DELL ITC SITUAZIONE ATTUALE E TENDENZE FUTURE Il mercato indiano dell ITC ha raggiunto un fatturato di 5.65 miliardi di USD nel Diversamente dal mercato IT per le esportazioni, quello domestico ha una grande componente hardware (oltre 2 miliardi di US$ nel ), mentre quello software e dei servizi ha toccato un fatturato di 1,3 miliardi di US$ nel Il motivo è semplice: l India non ha ancora una penetrazione di hardware tale da favorire il mercato del software, e degli investimenti relativi. Alcuni dei fattori che hanno favorito la crescita del mercato interno sono la crescente penetrazione dei PC, il boom di Internet, l incremento nell uso delle periferiche, la proliferazione degli applicativi software. I comparti che maggiormente beneficeranno della crescita saranno il bancario, l assicurativo, il petrolifero e l amministrativo (E-governance). Le opportunità di affari in India risiedono quindi, oltre alla progressiva diffusione di hardware, nel settore delle telecomunicazioni (telefonia mobile ma anche fissa, internet) e del software. Il governo fin dal 1993 ha intrapreso un processo di deregolamentazione delle telecomunicazioni. La liberalizzazione di Internet con l introduzione della politica ISP ha rappresentato un importante passo in questo senso. Nonostante ciò le reti telecom di paesi come la Cina e Singapore sono ancora superiori in termini di penetrazione di Internet, telefonia e disponibilità della banda larga. Il fatturato relativo al settore delle telecomunicazioni è aumentato ad un tasso medio del 19% durante il periodo , passando dai 2.8 miliardi di USD ai 6.7 miliardi del In quest ultimo anno i servizi di base contavano per l 83%, quelli legati alla telefonia cellulare per l 11% del totale del fatturato. Alla fine di agosto 2001, il numero totale delle linee telefoniche ha toccato i 33.8 milioni, mentre la domanda è balzata a 37.3 milioni. Il numero delle linee telefoniche rurali è cresciuto di circa il 35% annuo durante l ultimo decennio, passando dalle 250 mila del 1990 (5% delle linee totali) ai 4.84 milioni del 2000 (19% delle linee totali). Durante il decennio , la domanda domestica di linee telefoniche dovrebbe crescere ad una tasso medio del 13.8%, raggiungendo i 112 milioni di linee. Con l incremento nella penetrazione della tecnologia wireless, specialmente nelle zone rurali, la difficoltà di fornire le linee telefoniche dovrebbe ridursi gradualmente. In questo modo la percentuale di domanda insoddisfatta dovrebbe calare dall attuale 8.2% a meno del 2% entro marzo La densità di linee telefoniche dovrebbe quindi passare dal 3.2 del 2001, al 5.5 del 2005 per arrivare al 9.5 del La penetrazione della telefonia cellulare avverrà ad un tasso relativamente alto. Anche il tasso di sostituzione di telefoni fissi con telefoni cellulari dovrebbe aumentare, con l assottigliarsi progressivo del differenziale di costo tra i due sistemi di comunicazione. Il numero totale delle linee (incluse quelle di telefonia cellulare) dovrebbe quindi passare dai 35.8 milioni del 2001 ai milioni nel In questo modo la teledensità (rapporto fra 10

20 totale linee fisse e totale linee mobili) dovrebbe crescere dal 3.5% di marzo 2001 al 7.5% del 2005 per toccare il 15% nel Nonostante il paese sia ancora indietro rispetto a Cina, Giappone e Taiwan, l aumento dell uso di internet può essere giudicato dal numero di abbonamenti, 2,3 milioni nel 2001, balzati ai 4.5 milioni nel 2002, mentre le stime per il 2003 parlano di 40 milioni fra connessioni e utilizzatori. Tutti gli indicatori puntano nella direzione di una crescita fenomenale: più di 120 Internet Provider privati erano attivi al 31 giugno 2001, 7 portali internazionali erano già operativi a dicembre Periodo di Tempo Grafico 1 - India - Crescita di Internet (Proiezioni) Users Connesioni (in (million) 7 Internet Utilizzatori Connections (million) (in million) Per quanto riguarda l e-commerce, il totale delle transazioni in tale modalità in India ha toccato i 98 milioni di nel , i 500 milioni di nel , ma dovrebbero arrivare a 8.7 miliardi di nel Anche le transazioni attraverso internet registreranno una notevole crescita. Alcune delle iniziative del governo per spingere il commercio elettronico in India includono: Grafico 2 - Trend del commercio elettronico (Proiezioni) Transazioni e-commerce millioni di Crore) Annuncio dell Information Technology Act 2000; Periodo di Tempo Annuncio della Policy ISP per l entrata dei provider privati nel mercato a partire dal 1998; Autorizzazione ai provider privati di costitutire portali internazionali; Autorizzazione all accesso internet attraverso la TV via cavo; Annuncio del servizio nazionale di lunga distanza a favore degli operatori privati; Completa liberalizzazione della connettività sottomarina a favore di provider privati; Esenzione dal pagamento di diritti, ai provider impegnati nella costruzione della rete di connessione a fibre ottiche; Costituzione dei centri di Tele informazione pubblici con capacità multimediatica; 100% di proprietà privata ammessa per le società operanti nel commercio elettronico B2B. Il Governo indiano sta puntando molto sullo sviluppo dell e-government, e alcune aree di particolare interesse riguardano i rapporti con il pubblico, la trascrizione digitale di documenti cartacei, l e-procurement, la diffusione di informazioni sull andamento del mercato dei prodotti, l uso di carte prepagate per l acquisto di servizi pubblici. Anche a livello locale, molti Stati, soprattutto quelli del Sud, si sono già attivati in questo senso con la realizzazione di politiche ad hoc. 2,300 7,500 20,000 11

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale Il Cammino verso una Regolamentazione Europea: L Approccio Modulare Employee Stock Ownership Plans (ESOP): Un veicolo per garantire la successione

Dettagli

Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza

Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza COMMISSIONE DELLE COMUNITA EUROPEE Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza Presentazione Con questa comunicazione (Bruxelles 05.02.2003 COM(203) 58 def.) la Commissione si propone di dare

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 AGENDA Introduzione Valutazione dei prodotti Valutazione dell organizzazione per la sicurezza

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI Articolo 1 Son fissati, conformemente alle disposizioni del secondo alinea dell art. 45 della Costituzione, gli obiettivi fondamentali dell azione delo Stato, per i prossimi

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA Periodico quindicinale FE n. 02 7 marzo 2012 COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA ABSTRACT Il crescente utilizzo del web ha contribuito alla diffusione dell e-commerce quale mezzo alternativo

Dettagli

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio La cittadinanza in Europa Deborah Erminio Dicembre 2012 La normativa per l acquisizione della cittadinanza nei diversi Paesi dell Unione europea varia considerevolmente da paese a paese e richiama diversi

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO)

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) La presente raccolta comprende solo le voci principali della classificazione di Ratisbona relativa all arte (LH LO) INDICE LD 3000 - LD 8000

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. Termini d uso aggiuntivi di Business Catalyst Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. L uso dei Servizi Business Catalyst è soggetto

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM

BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM SkyTeam Awards è uno dei maggiori vantaggi che ti offre l Alleanza SkyTeam: un solo Biglietto Premio per tante destinazioni nel mondo, anche quando l itinerario che scegli

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Che cos è il Marketing 3.0?

Che cos è il Marketing 3.0? Che cos è il Marketing 3.0? di Fabrizio Pieroni Philip Kotler, studioso di Marketing attento ai cambiamenti della società e pronto a modificare di conseguenza le sue posizioni, ha recentemente presentato

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata?

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata? CON-TRA S.p.a. Tel. +39 089 253-110 Sede operativa Fax +39 089 253-575 Piazza Umberto I, 1 E-mail: contra@contra.it 84121 Salerno Italia Internet: www.contra.it D. Che cosa è la ISPM15? R. Le International

Dettagli

SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO

SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO SEA, AIR, LOGISTICS AND CARE IL TRASPORTO NEL SUO ELEMENTO RAGGIUNGERE IL FINE, CON OGNI MEZZO. PIÙ CHE UNA FILOSOFIA, UNA PROMESSA. INSPED ERA GLOBALE PRIMA ANCORA CHE SI PARLASSE DI GLOBALIZZAZIONE.

Dettagli

L apertura di una economia ha 3 dimensioni

L apertura di una economia ha 3 dimensioni Lezione 19 (BAG cap. 6.1 e 6.3 e 18.1-18.4) Il mercato dei beni in economia aperta: moltiplicatore politica fiscale e deprezzamento Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia Economia

Dettagli

Homeland & Logistica e Servizi di Distribuzione

Homeland & Logistica e Servizi di Distribuzione STE è una società di integrazione di sistemi che opera nell Information e Communication Technology applicata alle più innovative e sfidanti aree di mercato. L azienda, a capitale italiano interamente privato,

Dettagli

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Gian Angelo Bellati Segretario Generale Unioncamere Veneto Inaugurazione Consolato Onorario della Repubblica del Kazakhstan 29 gennaio 2013 Venezia www.unioncamereveneto.it

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi La globalizzazione indica un fenomeno di progressivo allargamento della sfera delle relazioni sociali sino

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO

PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 07.04.1998 COM (98) 222 PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO I. LO SPIRITO IMPRENDITORIALE:

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale?

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? HELPDESK PER LE AZIENDE AZIENDE OSPITANTI 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? E un tipo di formazione sul lavoro che si realizza in aziende di un Paese diverso da quello nel quale il giovane

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

OPERATIVITA' ESTERO E ORDINARI IN DIVISA

OPERATIVITA' ESTERO E ORDINARI IN DIVISA Foglio N. 6.07.0 informativo Codice Prodotto Redatto in ottemperanza al D.Lgs. 385 del 1 settembre 1993 Testo Unico delle leggi in materia bancarie creditizia (e successive modifiche ed integrazioni) e

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli