Regole di Partecipazione Horizon 2020

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regole di Partecipazione Horizon 2020"

Transcript

1 Regole di Partecipazione Horizon 2020 Regolamento n.1290/2013 Benedetta Cerbini Punto di Contatto Nazionale Secure Societies Gruppo gestione progetti -APRE

2 UNICO SET DI REGOLE PER HORIZON a copertura di tutti i programmi di ricerca/iniziative di finanziamento (art.185 e art.187, CIP, EIT, etc ) Definisce le regole applicabili ai finanziamenti H2020 in deroga al Regolamento finanziario dell UE (Regulation n.966/2012) coerente con le regole degli altri programmi di finanziamento EU applicabile anche ad EURATOM

3 CON POSSIBILITA DI DEROGA IN MATERIA DI BANDI EIT PER LE INIZIATIVE ART.185 TFEU (ES. ACTIVE ASSISTANCE LIVING) CON RIFERIMENTO ALLE INIZIATIVE EX ART.187 TFEU: PER LE CONDIZIONI MINIME DI PARTECIPAZIONE AI BANDI CLEAN SKY* (riduzione numero di partecipanti) PER L ELEGGIBILITA PER IL FINANZIAMENTO NEI BANDI IMI** (limitata ad alcuni tipi di partecipanti) PER LE REGOLE RELATIVE ALLO SFRUTTAMENTO E ALLA DISSEMINAZIONE NEI BANDI IMI PER LE PERCENTUALI DI RIMBORSO NEI BANDI ECSEL** (diverse da quelle generali nel caso di co-finanziamento dello Stato Membro) * (www.cleansky.eu) ** INNOVATIVE MEDICINE INITIATIVE (www.imi.europa.eu/) *** ELECTRONIC COMPONENTS AND SISTEMS FOR EUROPEAN LEADERSHIP (http://www.ecsel-ju.eu/)

4 AGENDA PARTECIPAZIONE FORME DI FINANZIAMENTO PROCEDURE di AGGIUDICAZIONE IMPLEMENTAZIONE REGOLE DI FINANZIAMENTO DIRITTI DI PROPRIETA INTELLETTUALE

5 PARTECIPAZIONE

6 DEFINIZIONI (art.2) Qualsiasi persona fisica o giuridica, creata sulla base del diritto nazionale/comunitario/ Internazionale Purche dotata di personalita giuridica LEGAL ENTITY Ammessa la partecipazione di soggetti giuridici sprovvisti di personalita giuridica NEW N.A. NON-PROFIT LEGAL ENTITY Un soggetto giuridico che legalmente non distribuisce i profitti tra i suoi membri o azionisti

7 SOGGETTI PRIVI DI PERSONALITA GIURIDICA CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA REQUISITI FISSATI DALL ART. 131 DEL REGOLAMENTO FINANZIARIO E DALL ART. 198 DELLE SUE REGOLE DI APPLICAZIONE: i rappresentati dell entità devono provare di avere la capacità di assumere obbligazioni legali in rappresentanza dell entità stessa; l entità deve offrire garanzie per la protezione degli interessi finanziari dell Unione Europea equivalenti a quelle offerte da una persona giuridica e, in particolare disporre della medesima capacità operativa e finanziaria.

8 SOGGETTI PRIVI DI PERSONALITA GIURIDICA CASI SPECIFICI ATI e ATS ASSOCIAZIONE TEMPORANEA D IMPRESA* /DI SCOPO mandato con rappresentanza conferito alla società capo-gruppo, le consente di agire in nome proprio e delle singole imprese mandanti. no organo comune capace di agire e assumere obbligazioni contrattuali in nome e per conto dell associazione. il carattere occasionale, temporaneo e limitato dell associazione, l assenza di un organismo comune destinato a coordinare/gestire le attività delle singole imprese e di un fondo/patrimonio comune a garanzia delle obbligazioni assunte dall associazione, escludono la possibilità di considerare che tale struttura organizzativa disponga della medesima capacità operativa e finanziaria di una persona giuridica. NON ELEGIBILE *(legge n.584/1977) :cooperazione temporanea tra imprese per la realizzazione di un opera comune

9 SOGGETTI PRIVI DI PERSONALITA GIURIDICA CASI SPECIFICI SOCIETA DI PERSONE La prevalente giurisprudenza della Suprema Corte di Cassazione riconosce che, per effetto della stipulazione del contratto di società (indipendentemente dal fatto che si tratti di società di capitale o di persone), si determini il trasferimento della titolarità dei beni conferiti dal patrimonio dei soci a quello della società, per cui a questo nuovo soggetto di diritto, diverso a terzo rispetto ai soci, debbano imputarsi i diritti e gli obblighi derivanti dall'attività sociale ELEGIBILE

10 SOGGETTI PRIVI DI PERSONALITA GIURIDICA CASI SPECIFICI CONTRATTO DI RETE La normativa italiana prevede che generalmente il contratto di rete seppur dotato di un organo e fondo comune sia privo di personalità giuridica. Tuttavia, le imprese che lo sottoscrivono possono scegliere di dotarlo di personalità giuridica. PERSONALITA GIURIDICA NO PERSONALITA GIURIDICA OK VALUTAZIONE CASO PER CASO SE CONTRATTO AUTORIZZA ORGANO COMUNE AD AGIRE IN RAPPRESENTANZA DELLA RETE E NON DEI SINGOLI IMPRENDITORI

11 SOGGETTI GIURIDICI PARTECIPANTI (art.7)/ ELEGGIBILITA PER IL FINANZIAMENTO (art.10) CHI PUO PARTECIPARE? Qualsiasi soggetto giuridico, universita o centro di ricerca stabilito in uno stato membro o associato* o in un paese terzo JRC (Joint Research Centre) Organizzazioni internazionali di interesse EU Organizzazioni internazionali e soggetti stabiliti in paesi terzi in aggiunta alle condizioni minime *Albania, Bosnia-Herzegovina, FYR Macedonia, Islanda, Israele, Liechtenstein, Montenegro, Norvegia, Serbia. CHI PUO RICEVERE IL FINANZIAMENTO? Qualsiasi soggetto giuridico, universita o centro di ricerca stabilito in uno stato membro o associato o in un paese terzo JRC (Joint Research Centre) Paesi ICPC* Organizzazioni internazionali di interesse EU Organizzazioni internazionali e soggetti stabiliti in paesi terzi non ICPC solo eccezionalmente se previsto dal WP/accordo bilaterale oppure se essenziale per l azione POSSIBILITA DI JOINT CALL CON I PAESI TERZI E LE ORG. INTERNAZIONALI

12 *PAESI ELEGGIBILI PAESI TERZI (ICPC)

13 SVIZZERA A PARTIRE DAL 15 SETTEMBRE 2014

14 CONDIZIONI MINIME DI PARTECIPAZIONE (art.9) 3 SOGGETTI GIURIDICI indipendenti stabiliti in 3 diversi stati membri o associati 1 SOLO PARTECIPANTE ERC, SME Instrument, Azioni Co-fund, CSA, Azioni A Supporto Della Mobilita E Della Formazione Dei Ricercatori (Marie Curie) CONDIZIONI AGGIUNTIVE: possono essere previste nel work programme (n. di partecipanti, tipologie di partecipanti, etc )

15 FORME DI FINANZIAMENTO

16 FORME DI FINANZIAMENTO (art.6) GRANT = finanziamento diretto/a fondo perduto di un azione PROCUREMENT = messa a disposizione di beni, esecuzione di lavori o servizi a titolo oneroso PREMI = contributo finanziario erogato a titolo di riconoscimento a seguito di una gara competitiva STRUMENTI FINANZIARI = investimenti di capitale, prestiti, garanzie, strumenti di finanza di rischio

17 GRANTS

18 Azioni Research and innovation actions Innovation actions Coordination and support actions SME instrument ERANET Co-fund Pre-commercial procurement (PCP) Co-fund Public procurement of innovative solutions (PPI) Cofund Prize

19 DEFINIZIONI (art.2) RESEARCH AND INNOVATION ACTION (RIA) attività di ricerca, sviluppo tecnologico, dimostrazione e innovazione, comprese la promozione della cooperazione con i paesi terzi e le organizzazioni internazionali, la diffusione e l'ottimizzazione dei risultati nonché la promozione della formazione di elevata qualità e della mobilità dei ricercatori nell'unione UNICA % DI RIMBORSO PER PROGETTO fino al 100% dei costi eleggibili COORDINATION AND SUPPORT ACTION (CSA) Standardizzazione, diffusione, sensibilizzazione e comunicazione, collegamento in rete, studi di apprendimento reciproco, dialoghi in materie di politiche

20 DEFINIZIONI (art.2) NEW INNOVACTION ACTION (IA) Attività di creazione di prototipi, collaudo, dimostrazione, progetti pilota, convalida dei prodotti su larga scala e prime applicazioni commerciali, per prodotti, processi o servizi nuovi, modificati o migliorati UNICA % DI RIMBORSO PER PROGETTO fino al 70% dei costi eleggibili (fatta eccezione per organismi no-profit, finanziabili fino al 100%)

21 SME INSTRUMENT (art.53) INNOVATION ACTION PROCEDURE SPECIFICHE A. STRUMENTO PMI SOLO PER PMI PROFIT(1 PMI o consorzio di PMI) APPROCCIO BOTTOM UP (più o meno generico) nei SC/LEIT OPEN CALL, organizzate in 3 FASI 1. lump sum per esplorare la fattibilità e il potenziale commerciale dell idea progettuale 2. Grant per attività di R&I con focus sulle attività dimostrative 3. Misure di supporto e attività di networking per lo sfruttamento dei risultati Nessun obbligo per i partecipanti di coprire tutte e tre le fasi Combinanzione di attività di dimostrazione (test, prototipizzazione, ), e ricerca Gestione centralizzata (EASME)

22 INNOVATION ACTION - PROCEDURE B. STRUMENTO PMI Concept & Feasibility Assessment Idea to concept, risk assessment, technological & commercial feasibility Demonstration Market replication R&D Demonstration, prototyping, testing, market replication, scaling up, miniaturisation, research Commercialisation Quality label for successful projects, access to risk finance, indirect support Pre-Commercial Procurement SME window EU financial facilities Lump sum: Idea ~ 6 mesi 1-3 (5) M contributo CE Nessun finanziamento diretto ~ 12 to 24 mesi Sostegno continuo per l'intera durata Mercato

23 STRUMENTO PMI ESEMPIO FINANZIAMENTO 70% (predominante attività dimostrativa) FINANZIAMENTO 100% (predominante attività di ricerca)

24 FAST TRACK TO INNOVATION (art.54) INNOVATION ACTION - PROCEDURE B. FAST TRACK TO INNOVATION PROCEDURA PILOTA (APERTURA BANDO ) PER LE INNOVATION ACTION RELATIVE A QUALSIASI CAMPO TECNOLOGICO (IN LEIT E SC) BANDI SEMPRE APERTI CON TRE SCADENZE PER ANNO QUALSIASI TIPLOGIA DI PARTECIPANTE (MA OBBLIGATORIO COINVOLGIMENTO INDUSTRIALE= ALMENO 60% BUDGET O 2/3 INDUSTRIE IN UN PROGETTO FINO A 4/5 PARTECIPANTI) FAVORITE PMI E FIRST TIME INDUSTRY APPLICANTS 6 MESI TRA SCADENZA DEL BANDO E FIRMA DEL GA MAX. 3M MAX. 5 PARTECIPANTI ftipilot html

25 PROGRAMME COFUND ACTION ERANET COFUND (in FP7, ERA-NET + ERA-NET Plus): lancio obbligatorio di almeno un bando congiunto, altre attività opzionali e in aggiunta Partecipanti eleggibili: programme managers/owners Possibilità di contributo cash oppure in kind (il beneficiario porta avanti il progetto risultante dal bando e ne carica il costo) Contributo UE output based : proporzionale al finanziamento pubblico del bando congiunto (come in ERA-NET Plus). Contributo UE aggiuntivo per i costi di coordinamento (importo fisso unit cost per partner per anno) Aggiudicazione tramite bandi: tutte le azioni ERA-NET sono basate su bandi cofinanziati, le cui proposte sono valutate e selezionate sulla base delle regole H2020 Percentuale di rimborso stabile: 33% come in FP7

26 ERA-NET COFUND ESEMPIO

27 PROCUREMENTS

28 PROCUREMENT, PRE-COMMERCIAL PROCUREMENT AND PUBLIC PROCUREMENT OF INNOVATIVE SOLUTIONS (art.51) PRE-COMMERCIAL PROCUREMENT (PCP) L obiettivo delle azioni PCP è di facilitare la ricerca, sviluppo e validazione di soluzioni tecnologiche all avanguardia per il settore pubblico. In quest ottica la PA è il destinatario del prodotto/servizio innovativo di pubblico interesse. PUBLIC PROCUREMENT OF INNOVATIVE SOLUTIONS (PPI) L obiettivo delle azioni PPI è di favorire lo sfruttamento tempestivo di soluzioni innovative che riguardano settori di pubblico interesse. In particolare, il PPI ha lo scopo di consentire a più P.A. con interessi comuni - la condivisione del rischio associato all adozione di queste soluzioni innovative. In quest ottica la P.A. agisce da acquirente del prodotto/servizio innovativo (sviluppato tramite il PCP, oppure esistente su scala ridotta)

29 PCP & PPI PARTECIPANTI ELEGGIBILI PARTECIPANTI ELEGGIBILI: Minimo tre procurers, di cui 2 pubblici, da tre differenti Stati Membri o Associati. Solo in aggiunta alle condizioni minime, altri tipi di procurers (es. privati, NGO) che fornisco servizi di interesse pubblico e condividono lo stesso bisogno di innovazione. In aggiunta possono partecipare soggetti giuridici che assistano i procurers nella preparazione, implementazione e follow-up del call for tender. DUE FASI: PREPARATORIA () ESECUTIVA () % RIMBORSO: PCP Cofund: 70% PPI Cofund: 20% PERIODI DI RENDICONTAZIONE & PAGAMENTI: di default due reporting periods, 2 pre-financing (10% / 80%) PROGETTI GIA FINANZIATI IN FP7: PCP: PPI:

30 PCP ESEMPIO

31 PPI ESEMPIO

32

33

34 PREMI

35 PREMI (art.50) RECOGNITION PRIZES (Nobel Prize, DG INFSO's "ICT Prize", )= riconoscimento di meriti scientifici già raggiunti INDUCEMENT PRIZES competizione che induce al raggiungimento di un obiettivo specifico (Ortieg Prize, Ansari X-Prize, ). L importo del premio non è legato al costo di realizzo dell obiettivo

36 PREMI ESEMPIO

37 AGGIUDICAZIONE

38 CALLS FOR PROPOSALS (Art. 11) CALL FOR PROPOSALS In linea con il Regolamento finanziario (RF) ECCEZIONI: Per CSAs e azioni CO-FUND da sviluppare da parte di soggetti già identificati nel WP Regole ad hoc per JOINT CALL con Paesi Terzi e organizzazioni internazionali

39 CRITERI DI SELEZIONE E ATTRIBUZIONE (Art. 15) 3 CRITERI Criterio 1 Eccellenza Criterio 2 Impatto Criterio 3 Qualità e efficienza dell attuazione POSSIBILI BANDI CON PROCEDURA DI PRESENTAZIONE A DUE STEP ECCELLENZA, UNICO CRITERIO PER LE AZIONI ERC PESO PONDERATO CRITERIO IMPATTO NELLE INNOVATION ACTION

40 CRITERI DI SELEZIONE E ATTRIBUZIONE (Art. 15) PER TUTTI I COORDINATORI E PER I BENEFICIARI CON CONTRIBUTO UE > , A MENO CHE CI SIANO DUBBI SULLA SOLIDITA FINANZIARIA DEI PARTECIPANTI VERIFICA CAPACITA FINANZIARIA SOLO PER COORDINATORI* PER AZIONI CON CONTRIBUTO UE > , A MENO CHE CI SIANO DUBBI SULLA SOLIDITA FINANZIARIA DEL COORDINATORE O DEI PARTECIPANTI NEW *ESCLUSI ENTI PUBBLICI E MONOBENEFICIARI

41 PROCEDURA DI REVIEW della VALUTAZIONE (Art. 16) qualora i proponenti ritengano che la valutazione sia affetta da errori procedurali/formali PROCEDURA DI REVIEW della VALUTAZIONE COMITATO DI REVIEW decide su: RI-VALUTAZIONE PROPOSTA (da parte di valutatori diversi da quelli coinvolti nella precedente valutazione) CONFERMA OPINIONE INIZIALE

42 TIME TO GRANT (art.20) TEMPISTICA ESITO DELLA VALUTAZIONE = 5 MESI DALLA SOTTOMISSIONE della PROPOSTA NEW FIRMA DEL GRANT AGREEMENT = 3 MESI DALLA COMUNICAZIONE DEGLI ESITI DELLA VALUTAZIONE (fatta eccezione per i progetti ERC, dove l elevato numero di proposte presentate potrebbe richiedere un estensione)

43 IMPLEMENTAZIONE

44 CONSORTIUM (art.24) CONSORZIO COORDINATORE = principale punto di contatto con la CE CONSORTIUM AGREEMENT obbligatorio (fatta eccezione per casi indicati nei vari WP) Rights and obligations Internal organisation Distribution of EU funding IPR provisions Internal disputes Liability, confidentialiy, indemnification DESCA: DIGITAL EUROPE: EUCAR:

45 IMPLEMENTATION of THE ACTION (art.23) I BENEFICIARI SONO RESPONSABILI CONGIUNTAMENTE ED IN SOLIDO NEI CONFRONTI DELLA CE. DEFAULTING PARTNER = GLI ALTRI BENEFICIARI SONO TENUTI A PORTARE A TERMINE L ATTIVITÀ PREVISTA DAL GA SENZA ALCUN CONTRIBUTO UE AGGIUNTIVO A MENO CHE LA COMMISSIONE PREVEDA ESPRESSAMENTE DIVERSAMENTE RESPONSABILITA TECNICA DEFAULTING PARTNER = LA COMMISSIONE PUO TRASFERIRE AL COORDINATORE L AMMONTARE NECESSARIO, ATTINGENDO AL FONDO DI GARANZIA

46 IMPLEMENTATION of THE ACTION (art.23)/operation OF THE FUND (art.39) RESP. LIMITATA AI PROPRI DEBITI FONDO DI GARANZIA = IL 5% DEL CONTRIBUTO TRATTENUTO AL MOMENTO DELL EROGAZIONE DELL ANTICIPO. INTERESSI GENERATI DAL FONDO A COPERTURA DI PERDITE FINANZIARIE CE RESPONSABILITA FINANZIARIA LA CE PUO DECIDERE DI ASSOGGETTARE LA PARTE TERZA A RESPONSABILITA CONGIUNTA E SOLIDALE CON IL BENEFICIARIO NEI LIMITI DEL CONTRIBUTO UE DICHIARATO

47 TEMPISTICA PER I PAGAMENTI (art.21) EROGAZIONE PRE-FINANCING: 30 anziché 45 giorni dall entrata in vigore PAGAMENTI CE: 90 anziché 105 giorni dalla presentazione del Periodic Report ALTRE NOVITA INTRODOTTE DAL REGOLAMENTO FINANZIARIO (già operative in FP7, a partire dal 1 Gennaio 2013) CONTO CORRENTE FRUTTIFERO: non più obbligatorio per il coordinatore INTERESSI SUL PRE-FINANCING: non più richiesti al coordinatore PRESENTAZIONE ELETTRONICA DEI FORM C

48 REGOLE DI FINANZIAMENTO

49 AMMISSIBILITA DEI COSTI (art. 26, art.27) COSTI ELEGGIBILI TUTTI I COSTI ELEGGIBILI CHE POSSONO ESSERE RICONDOTTI ALL ATTIVITA PROGETTUALE ELEGGIBILITA DELL IVA, SE NON RECUPERABILE (richiamo implicito al REGOLAMENTO FINANZIARIO) NEW POSSIBILITA DI UTILIZZARE COSTI MEDI DEL PERSONALE, SE IN LINEA CON LE PROCEDURE CONTABILI DELL ENTE POSSIBILITA DI RENDICONTARE BONUS PAYMENT PER ORGANIZZAZIONI NO PROFIT, SE PREVISTO DAL REGOLAMENTO INTERNO, NEI LIMITI DI 8000 /anno/persona

50 ORE PRODUTTIVE ANNUALI (Art. 31) CRITERI ELEGGIBILITA COSTI PERSONALE SCELTA TRA MONTE ORE FISSO (eg ore) OPPURE DETERMINATO SECONDO I PRINCIPI CONTABILI DELL ENTE NEW COSTI DEL PERSONALE AMMISSIBILI SOLO SE RICONDUCIBILI A PERSONE CHE LAVORANO NELL AMBITO DELL AZIONE TRAMITE UN SISTEMA DI REGISTRAZIONE DEL TEMPO LAVORATO (eg. TIME-SHEET) REQUISITI MINIMI PER IL SISTEMA DI REGISTRAZIONE TEMPO LAVORATO/DEFINIZIONE NUMERO ORE PRODUTTIVE ANNUALI PREVISTI DAL GA SISTEMA DI REGISTRAZIONE NON RICHIESTO SE LA PERSONA LAVORA ESCLUSIVAMENTE SULL AZIONE (apposita dichiarazione del Resp. scientifico)

51 COSTI INDIRETTI (Art. 29) NEW STANDARD FLAT RATE (20%) SPECIAL FLAT RATE (60%) SIMPLIFIED METHOD or ACTUAL INDIRECT COSTS UNICO TASSO FORFETARIO DEL 25% DEI COSTI DIRETTI (ECCETTO I SUBCONTRATTI E COSTI DELLE RISORSE MESSE A DISPOSIZIONE DA TERZI CHE NON VENGONO UTILIZZATE NEI LOCALI DEL BENEFICIARIO, NONCHÉ DEL SOSTEGNO FINANZIARIO A TERZI)

52 FINANZIAMENTO DELL AZIONE (Art. 28) UNICA % DI RIMBORSO PER NEW PROGETTO, SENZA DISTINZIONE TRA BENEFICIARI fino al 100% dei costi eleggibili per progetti R&S (cd. RESEARCH & INNOVATION action) fino al 70% per progetti dimostrativi cd. INNOVATION action (fatta eccezione per organismi no-profit, finanziabili fino al 100%)

53 CERTIFICATE ON FINANCIAL STATEMENT (Art. 34) AL RAGGIUNGIMENTO DELLA SOGLIA CUMULATIVA DI CONTRIBUTO UE (oppure un unico CFS alla fine del progetto se 2 reporting period) NEW ALLA FINE DEL PROGETTO, PER CONTRIBUTO UE (RELATIVO SOLO a real costs e average personnel costs, NO lump sum, unit costs e flat rate )

54 CERTIFICATE on FINANCIAL STATEMENT: esempio Il beneficiario A alla fine del progetto X (rimborsato al 100%) dichiara un totale di costi eleggibili pari a , di cui: Costi medi del personale= Subcontratti= Ammortamento relativo all acquisto di attrezzature= Costi indiretti= IL TOTALE DEI COSTI REALI E DEL RELATIVO CONTRIBUTO E , PERTANTO SARA NECESSARIO UN CFS SULLE CATEGORIE DI COSTO: personale, subcontratti e attrezzature (ma NON sui costi indiretti calcolati al 25%)

55 IMPATTO NUOVO MODELLO DI FINANZIAMENTO Esempio: Nell FP7, circa il 90 % delle Università e più della metà degli Organismi di Ricerca hanno utilizzato lo special flat rate (60%) per il calcolo dei costi indiretti. Per tutti questi partecipanti l impatto sul contributo UE in H2020 sarà favorevole: Direct costs Indirect costs Total costs % EU contribution EU contribution Flat-rate (60 %) % 120 Direct costs Indirect costs Total costs % EU contribution EU contribution 100 / 25 Funding % 125

56 EX POST AUDITS ENTRO CINQUE ANNI DALLA FINE DEL PROGETTO ENTRO DUE ANNI DAL PAGAMENTO FINALE OBBLIGO DI CONSERVARE LA DOCUMENTAZIONE FINO A CINQUE ANNI DALLA FINE DEL PROGETTO!!!

57 Presentazione della proposta - aspetti legali e finanziari Benedetta Cerbini Punto di Contatto Nazionale Secure Societies Gruppo gestione progetti APRE

58 AGENDA PARTICIPANT PORTAL: ECAS, PIC ACCORDI IN FASE DI PROPOSTA MODULISTICA (SINGLE STAGE, TWO STAGES) STRUTTURARE IL BUDGET

59

60 PARTICIPANT PORTAL ECAS ACCOUNT

61 PARTICIPANT PORTAL PIC Codice Identificativo del Partecipante (9 CIFRE) cui sono associati i dati amministrativo-finanziari (dati amm.vi dell ente, status giuridico, metodo di calcolo dei costi indiretti, etc ) Si ottiene tramite registrazione online tramite la cd. Unique Regitration Facility, ospitata dal Participant Portal: https://ec.europa.eu/research/participants/portal//desktop/en/organisations/register.html Presuppone validazione dell ente da parte della CE Obbligatorio in fase di negoziazione I dati associati al PIC possono essere modificati/aggiornati solo tramite il LEAR (Legal Entity Authorized Representative)

62 PARTICIPANT PORTAL PIC

63 PIC SCELTA PROGRAMMA DI FINANZIAMENTO

64 PIC SME SELF ASSESSMENT compilato solo dal LEAR; obbligatorio per la partecipazione allo STRUMENTO PMI sistema testato solo su MOZILLA

65 PIC SME SELF ASSESSMENT ants/data/support/manual/urf_sme_ wizard_guidance.pdf

66 ACCORDI IN FASE DI PROPOSTA LETTERA D INTENTI MoU H2020 IPR HELPDESK:

67

68

69

70

71

72

73 PART B Technical PART A Administrative

74 TWO STAGES (first stage) SINGLE STAGE

75 STRUTTURA DELLA PROPOSTA PARTE A - BUDGET GUIDA GUIDA

76 STRUTTURA DELLA PROPOSTA PARTE A - BUDGET STIMA COSTI DIRETTI

77 PARTE A - BUDGET COSTI DEL PERSONALE TIPOLOGIE DI COSTI ELEGGIBILI: remunerazione di base remunerazione aggiuntiva (solo per enti no profit) consulenti in house (es. co.co.co., co.co.pro., partita IVA, etc ) personale distaccato da parti terze proprietari di PMI/ persone fisiche che non percepiscono un salario [(COSTO ORARIO x NUMERO DI ORE LAVORATE SUL PROGETTO) + REMUNERAZIONE AGGIUNTIVA]

78 COSTI DEL PERSONALE TIPOLOGIE CALCOLO DEI COSTI DEL PERSONALE ACTUAL COSTS UNIT COSTS Metodo di calcolo definito nel model Grant Agreement, in linea con le usuali procedure contabili dell ente AVERAGE PERSONNEL COSTS Se in linea con le usuali procedure contabili dell ente SME OWNERS AND NATURAL PERSONS WITHOUT A SALARY Definito dalla Commissione

79 COSTI DEL PERSONALE ACTUAL COSTS REMUNERAZIONE TOTALE REMUNERAZIONE STANDARD REMUNERAZIONE AGGIUNTIVA PAGA BASE COMPONENTI AGGIUNTIVE Previste dalla normative nazionale o dal contratto per remunerare l attività principale Pagamento non soggetto alla discrezionalità del datore di lavoro Non legate ad un progetto specifico (esempi: tredicesima, indennità per lavori nocivi o pericolosi, etc ) ALTRI BONUS Eleggibile solo per enti no profit Soggetta ai criteri di eleggibilità Potenzialmente scaturente da un progetto specifico COSTO ORARIO

80 ACTUAL PERSONNEL COSTS CALCOLO ACTUAL PERSONNEL COSTS= ore lavorate sul progetto x costo orario COSTO ORARIO = SALARIO ANNUALE ORE PRODUTTIVE ANNUALI

81 ACTUAL PERSONNEL COSTS CALCOLO COSTO ORARIO Per il COSTO ORARIO, non sarà più possibile rendicontare adjustments nel successivo reporting period Si utilizzeranno gli importi certificati alla chiusura dell anno finanziario e disponibili alla fine del periodo di rendicontazione Esempio: Progetto con 2 periodi di rendicontazione di 18 mesi a partire dal fino al L anno finanziario del beneficiario chiude il di ogni anno. Calcolo del costo orario: 1.Da a sulla base degli importi disponibili alla chiusura dell anno finanziario il ; 2. Da a sulla base degli importi disponibili alla chiusura dell anno finanziario il ; 3. Da a sulla base degli importi disponibili alla chiusura dell anno finanziario il /03/ /02/2016 Periodo di rendicontazione (esempio) Costi orari del 2015 saranno usati anche per questi mesi

82 ACTUAL PERSONNEL COSTS ORE PRODUTTIVE ANNUALI 1720 ORE per personale full time (o pro-rata per personale part-time) MONTE ORE INDIVIDUALE calcolate con la seguente formula: ore lavorabili da contratto (workable) + straordinari assenze (malattia e altri congedi) MONTE ORE STANDARD (purché almeno il 90% delle ore lavorabili per anno) POSSIBILITA DI COMBINARE LE TRE OPZIONI Esempio: Beneficiario X calcola il costo orario come segue: Ore produttive annuali individuali per i ricercatori Ore produttive annuali standard per gli insegnanti 1720 per il personale amministrativo

83 ORE PRODUTTIVE ANNUALI UNIVERSITA ITALIANE.the Italian law Gelmini does not preclude or exclude in itself the use of any of the three options for the calculation of productive hours. Option 1 (i.e hours) can be used by any beneficiary. Option 2 and 3 require both that the employment contract, applicable collective labour agreement or national working time legislation allows determining the number of annual workable hours. In the case of the Italian Universities, the Italian law Gelmini fixes the number of annual workable hours at Thus, if an Italian University wants to use option 2 (i.e. individual annual productive hours), generally speaking it would apply the formula: overtime absences (sick leave and special leave) to calculate the individual annual productive hours. Option 3 (i.e. standard annual productive hours) can also be used if the number of standard annual productive hours is calculated in accordance with the beneficiary s usual cost accounting practices. By definition, this requires that the entity has a usual cost accounting practice under which it determines the standard annual productive hours. Italian law Gelmini provides that 1500 hours are fixed for the purposes of reporting of research projects. Consequently, we may conclude that 1500 are to be regarded as the number of standard annual productive hours applied by Universities in accordance to their accounting system (here framed by the law Gelmini). This conclusion is confirmed by the practices observed under FP7 projects. Therefore, in this case, the number of 1500 could not be reduced under option 3 as both the number of working hours and the number of productive hours would be the same in accordance to the usual cost accounting practices. Here the difference with option 2 would be that, under option 3 all personnel working full time would apply 1500 hours, while under option 2 that number may fluctuate depending on the individual person (for overtime and absences) and supporting evidence would have to be kept at individual level

84 ACTUAL PERSONNEL COSTS BORSE DI RICERCA Legge 240/2010 (art.18, comma 5, lettera f) If the "natural persons" receive of a stipend/scholarship or a fellowship instead of a regular salary from the university, these fees (or part of them) may be eligible under personnel costs provided that they comply with the requirements described in the general conditions provided for in Article 6.1 of the model Grant Agreement (i.e. necessary for carrying out the action; actual, incurred during action duration, efficient and economic, etc.).

85 ACTUAL PERSONNEL COSTS REMUNERAZIONE AGGIUNTIVA GENERALMENTE INELEGGIBILE ECCEZIONE per ORGANISMI NO PROFIT se: 1. rientra nelle pratiche usuali del beneficiario ed è riconosciuto tutte le volte in cui è richiesto lo stesso tipo di lavoro/esperienza ESEMPI: ACCETTABILE: Un salario normale è riconosciuto per attività di insegnamento, una remunerazione aggiuntiva per attività di ricerca NON ACCETTABILE: Remunerazione aggiuntiva riconosciuta per l utilizzo dell inglese, la partecipazione ad azioni internazionali o multi partner 2. I criteri utilizzati per calcolare la remunerazione aggiuntiva sono oggettivi e generalmente applicati dal beneficiario, indipendentemente dalla fonte di finanziamento ESEMPI: ACCETTABILE: Tutti I professori che svolgono attività di ricerca oltre alle attività di insegnamento, ricevono un pagamento aggiuntivo pari al 10% del loro salario NON ACCETTABILE: Il Direttore decide di pagare una remunerazione aggiuntiva (del 10% del salario) al professore che svolge attività di ricerca

86 COSTI DEL PERSONALE PROPRIETARI DI PMI/ PERSONE FISICHE PROPRIETARI DI PMI E PERSONE FISICHE CHE NON PERCEPISCONO UN SALARIO Calcolo dei costi del personale sulla base del costo orario unitario ricavato dall utilizzo delle Monthly living allowance per i ricercatori esperti delle azioni Marie Curie Individual Fellowship Tempo produttivo annuale= 1720 ore FORMULA PER IL CALCOLO DEL COSTO ORARIO: 4650/143 x coefficiente correttivo del Paese/100* *

87 COSTI DEL PERSONALE TIME SHEET (MODELLO CE) NON OBBLIGATORIO!

88 COSTI DEL PERSONALE SELF-DECLARATION (MODELLO CE) NON OBBLIGATORIO!

89 PARTE A - BUDGET ALTRI COSTI DIRETTI TIPOLOGIE DI COSTI VIAGGI dello staff di progetto e degli esperti esterni coinvolti nell attività (se previsto in Annex I) ATTREZZATURE (in alternativa: quota di ammortamento per % utilizzo; prezzo di acquisto se previsto dal WP; leasing; contributo in kind della parte terza) ALTRI BENI o SERVIZI (consumabili, costi di disseminazione e di IPR, CFS, costi di traduzione) COSTI OPERATIVI DELLE INFRASTRUTTURE DI RICERCA DI VALORE SUPERIORE AI 20M (previo ex ante assessment della Commissione)

90 PARTE A - BUDGET SUBCONTRATTI CONDIZIONI DI ELEGGIBILITA no core task, ma limited part of the action Non possono riguardare i task di coordinamento (es. distribuzione pagamenti, report, etc ) Vanno indicati nell Allegato I Stipulati on business conditions, "best value for money Trasparenza, parità di trattamento, motivazione no subcontraenza tra beneficiari o affiliati

91 PARTE A - BUDGET SUBCONTRATTI vs ALTRI BENI/SERVIZI SUBCONTRATTI Implicano l esecuzione di task di progetto, così come previsti nell Annex I Vanno evidenziati in fase di proposta e successivamente indicati nell Annex I del GA Colonna C) del budget in fase di proposta Non sono presi in considerazione ai fini del calcolo dei costi indiretti ACQUISTO ALTRI BENI O SERVIZI Necessari ai fini dell implementazione di task di progetto Non vanno necessariamente specificati in fase di proposta, né indicati nell Annex I del GA Colonna B) del budget in fase di proposta Sono presi in considerazione ai fini del calcolo dei costi indiretti

92 PARTE A - BUDGET COSTI DI PARTI TERZE TRE TIPOLOGIE DI PARTI TERZE.IL BENEFICIARIO PUO : 1. SOSTENERE COSTI DIRETTI ASSOCIATI AL SUPPORTO FINANZIARIO EROGATO A PARTI TERZE colonna D 2. UTILIZZARE CONTRIBUTO IN KIND (a titolo oneroso/gratuito) DI PARTI TERZE 3. ASSEGNARE PARTE DEL LAVORO AD UNA LINKED THIRD PARTY

93 COSTI DI PARTI TERZE 1. SUPPORTO FINANZIARIO (CASCADING GRANTS) SOLO SE PREVISTO SPECIFICAMENTE DAL TOPIC lista delle attività previste/categorie di soggetti criteri di attribuzione criteri di calcolo max contributo UE per parte terza (generalmente non più di per ciascuna parte terza) il support finanziario può assumere anche la forma di un premio a seguito di una gara competitiva ESEMPIO

94 COSTI DI PARTI TERZE 2. CONTRIBUTO IN KIND A TITOLO ONEROSO [ES. ospedale mette a disposizione di un università un attrezzatura medica per svolgere attività di ricerca] DISCIPLINA ART.11 GA IN FASE DI PROPOSTA, SPECIFICARE NEL PAR. 4.2 DELLA PARTE B COSTO ELEGGIBILE = PAGAMENTO RISORSA MESSA A DISPOSIZIONE DALLA TERZA PARTE ( costo terza parte) EX POST AUDIT SU CONTABILITA PARTE TERZA I COSTI (per tipologia) VANNO INCLUSI IN QUELLO DEL BENEFICIARIO GRATUITAMENTE DISCIPLINA ART.12 GA IN FASE DI PROPOSTA, SPECIFICARE NEL PAR. 4.2 DELLA PARTE B COSTO RENDICONTABILE = VALORE RISORSA MESSA A DISPOSIZIONE DALLA TERZA PARTE EX POST AUDIT SU CONTABILITA PARTE TERZA SE SPECIFICO PER PROGETTO= RECEIPT ICOSTI (per tipologia) VANNO INCLUSI IN QUELLO DEL BENEFICIARIO COSTI INDIRETTI: Risorse utilizzate presso il beneficiario (Colonna F) Risorse utilizzate presso parte la terza. In tal caso, il costo della parte terza verrà evidenziato nella colonna E e non incluso nel computo dei costi indiretti del beneficiario. La parte terza tuttavia può rendicontare i costi indiretti sostenuti al beneficiario che li imputerà tra i suoi costi diretti.

95 COSTI DI PARTI TERZE RECEIPT ENTRATE GENERATE DAL PROGETTO (fatta eccezione per i risultati) ENTRATE GENERATE DALLA VENDITA DI ASSETS GENERATI DAL PROGETTO RECEIPT CONTRIBUTI IN KIND: - Specifici per il progetto - A titolo gratuito CONTRIBUTI FINANZIARI specificamente diretti al finanziamento dei costi eleggibili del progetto REGOLA NO PROFIT DA APPLICARE A LIVELLO DI PROGETTO E NON PER BENEFICIARIO

96 COSTI DI PARTI TERZE 3. LINKED THIRD PARTIES DISCIPLINA ART.14 GA REQUISITI PARTE TERZA: LINK GIURIDICO CON IL BENEFICIARIO; STESSE CONDIZIONI DI ELEGGIBILITA H2020 DEL BENEFICIARIO LA PARTE TERZA SVOLGE PARTE DEL LAVORO DEL BENEFICIARIO E RENDICONTA DIRETTAMENTE I SUOI COSTI DIRETTI e INDIRETTI IN FASE DI PROPOSTA, o SPECIFICARE NEL PAR. 4.2 DELLA PARTE B o IL BUDGET (per tipologia di costo) VA INCLUSO IN QUELLO DEL BENEFICIARIO [ES. Affiliati, Joint Research Units, Associazioni/Fondazioni e loro membri, etc, ma anche accordi di collaborazione, purchè non limitati all azione]

97 LINKED THIRD PARTIES LEGAL LINK linked third parties may be either "affiliated entities" (in the meaning of Article 2.1(2) of the Rules for Participation) or entities with a legal link. When the only relation between two entities is a capital link, i.e. ownership of part of the issued share capital, in order for the entity to be considered as a linked third party it must fulfil the definition of affiliated entity (e.g. holding more than 50 % of the nominal value). If the entity does not fulfil the conditions of an affiliated entity, the capital link alone would not be sufficient for this entity to be considered a linked third party. The other option would be, therefore, to have a "legal link". As explained in the AGA, the legal relationship established between the third party and the beneficiary must be broad and not specifically created for the work in the GA. It also must have a formal external recognition either in the framework of a legal structure (e.g. joint research units, the relationship between an association and its members) or through an agreement or contract not limited to the action (e.g. collaboration contract to carry out research topics not limited to the action through sharing of common infrastructures and resources joint laboratory separate from those of the legal entities composing them). Collaboration agreements or contracts between legal entities to carry out work in the action are therefore not covered by this case and both legal entities should be beneficiaries

98 PARTE A - BUDGET UNIT COST TIPOLOGIE DI UNIT COST (comprensivi di costi diretti+indiretti) MISURE ENERGETICHE AGGIUNTIVE STUDI CLINICI ACCESSO ALLE INFRASTRUTTURE CALCOLO SPECIFICO PER CIASCUNA TIPOLOGIA DI UNIT COST

99 Valutazione della proposta

100 PROCESSO DI VALUTAZIONE FASI FASE I INDIVIDUAL EVALUATION Ciascun esparto valuta individualmente la proposta e prepara un INDIVIDUAL EVALUATION REPORT (IER) con commenti e punteggio per criterio FASE II CONSENSUS GROUP Tutti gli esperti formano un consensus group per raggiungere un opinione condivisa sulla valutazione ( CONSENSUS REPORT ). FASE III PANEL REVIEW Per concludere, un panel generalmente guidato da un rappresentante CE - rivede tutte le proposte del bando (o di parte di un bando) per: accertare che le valutazioni dei consensus group siano consistenti se necessario, proporre valutazioni/commenti diversi risolvere i casi in cui ci siano delle posizioni di minoranza nel consensus report convocare (tramite i cd. Hearing) i coordinator delle proposte per ulteriori spiegazioni Il PANEL REPORT include l EVALUATION SUMMARY REPORT (ESR) di ciascuna proposta (sulla base del consensus report, inclusi i commenti e le eventuali revisioni del panel report), con punteggio e spiegazioni per criterio, insieme al punteggio complessivo finale ( panel ranked list ) e, se necessario, le raccomandazioni di priorità del panel.

101 PROCESSO DI VALUTAZIONE COMUNICAZIONE RISULTATI PROPOSTE VALUTATE POSITIVAMENTE = INVITATION LETTER + EVALUATION SUMMARY REPORT al coordinatore per informarlo dei risultati della valutazione e per invitarlo alla fase di preparazione del Grant ECCEZIONE PER LA PRESENTAZIONE A DUE STEP: - GO, il coordinatore viene semplicemente invitato a presentare la proposta completa per il II step, ma non riceve ESR - NO GO, il coordinator riceve ESR PROPOSTE BOCCIATE = PROPOSAL REJECTION LETTER al coordinatore con relative giustificazioni e possibilità di REDRESS RESERVE LIST = nel caso in cui la proposta non sia finanziabile per mancanza di fondi e finanziamenti extra diventino disponibili in futuro.

102 INVITATION LETTER SINGLE STAGE CARATTERISTICHE GA

103 INVITATION LETTER SINGLE STAGE TEMPISTICHE

104 EVALUATION SUMMARY REPORT SINGLE STAGE

105

106

107 Preparazione e firma GA Benedetta Cerbini Punto di Contatto Nazionale Secure societies Gruppo gestione progetti-apre

108 PREPARAZIONE DEL GRANT SCADENZE MAX 3 MESI DALL INVIO DELLA LETTERA D INVITO 3 SETTIMANE PER LA PRIMA VERSIONE DEL GA (DoA+ Estimated Budget) + 2 SETTIMANE SUCCESSIVE PER LA VERSIONE FINALE 6 SETTIMANE DALL INVITO PER LA FIRMA DELLA DECLARATION OF HONOUR TALI SCADENZE SONO INDICATE NELLA LETTERA D INVITO E POSSONO VARIARE DA GA a GA, PURCHE COMPLESSIVAMENTE NON SUPERIORI AI TRE MESI NEL CASO DI RITARDO OLTRE I TRE MESI, LA CE PUO DECIDERE DI RIGETTARE LA PROPOSTA (a meno che non sia accordata un estensione)!!!

109 PREPARAZIONE DEL GRANT ADEMPIMENTI LEGALI E FINANZIARI IL COORDINATORE E TENUTO A: VALIDAZIONE PIC/CONFERMA NOMINA LEAR FINANCIAL VIABILITY CHECK, SE RICHIESTO STABILIRE DATA INIZIO PROGETTO DEFINIRE NUMERO E DURATA DEI REPORTING PERIODS DETTAGLIARE IL BUDGET DEL PROGETTO DEFINIRE IMPORTO PRE-FINANCING PREPARARE IL CONSORTIUM AGREEMENT

110 ADEMPIMENTI LEGALI E FINANZIARI NOMINA LEAR

111 LEAR ESTENSIONE MANDATO

112 LEAR RESPONSABILITA notifica eventuali cambiamenti nello status giuridico/sede legale del partecipante, etc..; Visualizza le proposte sottomesse e i progetti in attivo (NEW) sottomissione Financial Viability Check, se richiesto; nomina il LSIGN-Legal Signatory (firma il Grant Agreement) nomina il FSIGN-Financial Signatory (firma il Financial Statement) LEAR APPOINTMENT LETTER: /data/ref/h2020/grants_manual/lev/h202 0-lear-applet_en.doc LEAR ROLE AND TASKS: /data/ref/h2020/grants_manual/lev/h202 0-lear-roltas_en.doc TERMS AND CONDITIONS OF USE OF THE ELECTRONIC EXCHANGE SYSTEM: /data/ref/h2020/grants_manual/lev/h202 0-lev-terms-of-use_en.pdf DECLARATION OF CONSENT TO THE TERMS AND CONDITIONS OF USE: /data/ref/h2020/grants_manual/lev/h202 0-lev-declaration-consent_en.doc

113 ADEMPIMENTI LEGALI & FINANZIARI FINANCIAL VIABILITY CHECK POSSIBILI RISULTATI: GOOD ACCEPTABLE WEAK INSUFFICIENT pants/data/ref/h2020/grants_manua l/lev/h2020-guide-lev_en.pdf

114 PREPARAZIONE DEL GRANT DEFINIZIONE PRE-FINANCING DA CONCORDARE, NO REGOLE FISSE PER PROGETTI 2 REPORTING PERIODS: GENERALMENTE IL 100% DEL CONTRIBUTO UE MEDIO PER PERIODO (eg. MAX EC CONTRIBUTION/n. REPORTING PERIODS)

115 PREPARAZIONE DEL GRANT DEFINIZIONE DEL CONTENUTO TECNICO IL COORDINATORE E TENUTO A: COMPLETARE ONLINE LE TABELLE DEI WP, DELIVERABLES, MILESTONES CONTROLLARE CHE CI SIA CONSISTENZA TRA la DESCRIPTION OF THE ACTION (DoA) e LA PROPOSTA IMPLEMENTARE I RISULTATI DELL ETHIC REVIEW o DEL SECURITY SCRUTINY, SE APPLICABILE

116

117

118

119 ICONE SYGMA: legenda Informazioni COMPLETE Informazioni INCOMPLETE: causa di blocco Per maggiori INFORMAZIONI Informazioni MANCANTI: no causa di blocco in questa fase

120 I BENEFICIARI DEL GA NON POSSONO ESSERE MODIFICATI IN FASE DI PREPARAZIONE DEL GRANT, SE NON IN CASI ECCEZIONALI (es. BANCAROTTA)

121

122

123 NECESSARIO CONFERMARE LSIGN DATI IMPORTATI DALLA PROPOSTA

124 L ACCREDITAMENTO DEI BANK ACCOUNT AVVIENE TRAMITE L INVIO DEL MODULO DI IDENTIFICAZIONE FINANZIARIA (http://ec.europa.eu/budget/library/contracts_gra nts/info_contracts/financial_id/fich_sign_ba_gb_it.pdf) a

125 SELEZIONARE IL PIC DELLA LINKED THIRD PARTY

126 DEFINIRE LA DATA D INIZIO DEL PROGETTO (SE FIXED STARTING DATE NECESSARIA GIUSTIFICAZIONE)

127 IL PO DEFINIRA NUMERO E DURATA DEI REPORTING PERIODS

128

129

130 DEFINIRE IL BUDGET (SE LINKED THIRD PARTIES, DETTAGLIARE BUDGET)

131 VERIFICARE CHE TUTTI I BENEFICIARI ABBIANO UN PIC VALIDATO E UN LEAR REGOLARMENTE NOMINATO

132

133

134

135 IL PO DEFINIRA EVENTUALI REVIEW DI PROGETTO

136

137 Project (Example) CARICARE PARTE B (pdf)

138

139

140 NEL CASO IN CUI LA CE ABBIA RICHIESTO PER LA LINKED THIRD PARTY LA JOINT AND SEVERAL LIABILITY, LA RELATIVA DICHIARAZIONE VA PRESENTATA INSIEME CON L ACCESSION FORM

141 FIRMA ELETTRONICA DEL GRANT NOMINA/ASSEGNAZIONE LSIGN NOMINA DEL LEAR da parte del legale rappresentante e validazione della REA Il LEAR nomina online le persone autorizzate alla firma del GA e dei suoi emendamenti (LSIGNs) e alla firma dei financial statements (FSIGNs) I Participant Contacts assegnano LSIGN e FSIGN al singolo GA, attingendo dalla lista del LEAR 35

142 FIRMA ELETTRONICA DEL GRANT PROCESSO (1) 1) COM PREPARA IL GA PER LA FIRMA: DOCUMENTO PDF, DIGITALLY SEALED, È RESO DISPONIBILE SUL PP. IL PLSIGN DEL COORDINATORE RICEVE UNA NOTIFICA. 2) PLSIGN DEL COORDINATORE EFFETTUA IL LOG IN, SCEGLIE MY PROJECTS E CLICCA SU "MP-MANAGE PROJECT PER IL PROGETTO IN QUESTIONE, DOVE TROVERÀ IL GA DA FIRMARE (CON LA POSSIBILITÀ DI SCARICARE E STAMPARE TUTTI I DOC). 3) PLSIGN CLICCA PER INIZIARE LA PROCEDURA DI FIRMA ELETTRONICA. UN POP-UP ALLERTA SUL SIGNIFICATO DELL AZIONE E CHIEDE CONFERMA TRAMITE IL REINSERIMENTO DELLA PASSWORD ECAS. 4) PLSIGN REINTRODUCE LA SUA PASSWORD ECAS E CLICCA SIGN. 36

143 FIRMA ELETTRONICA DEL GRANT PROCESSO (2) 5) IL SISTEMA CREA UNA NUOVA VERSIONE DEL DOCUMENTO PDF CHE SOSTITUISCE IL PRECEDENTE CON LA FIRMA DEL LSIGN DEL COORDINATORE 6) IL LEAR DEL COORDINATORE E TUTTI GLI ALTRI PARTECIPANTI RICEVONO UNA NOTIFICA DELLA FIRMA DEL GA DA PARTE DEL COORDINATORE 7) IL PROJECT OFFICER COM RICEVE NOTIFICA DELLA FIRMA DEL COORDINATORE 8) SEGUENDO UNA PROCEDURA SIMILE AI PUNTI 2) E 6), IL PROJECT OFFICER COM FIRMA IL GA 9) I PLSIGNS DI TUTTI GLI ALTRI BENEFICIARI RICEVONO UNA NOTIFICA SULLA FIRMA DEL GA DA PARTE DEL COORDINATOR E DELLA COM 10) IL PLSIGN DI CIASCUN BENEFICIARIO FIRMA L ACCESSION FORM 11) I LEAR DEI BENEFICIARI CHE HANNO FIRMATO L ACCESSION FORM RICEVONO UNA NOTIFICA 37

144 FIRMA ELETTRONICA DEL GRANT GA DECLARATION OF HONOUR

145

146 40

147 41

148

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGRAMMI A GESTIONE DIRETTA DELL UNIONE EUROPEA (2014-2020)

LINEE GUIDA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGRAMMI A GESTIONE DIRETTA DELL UNIONE EUROPEA (2014-2020) LINEE GUIDA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGRAMMI A GESTIONE DIRETTA DELL UNIONE EUROPEA (2014-2020) PREMESSA Per l attuazione delle proprie politiche la Commissione europea finanzia un ampio numero di programmi/strumenti

Dettagli

LA GESTIONE DEI PROGETTI DI RICERCA NEI PROGRAMMI QUADRO EUROPEI

LA GESTIONE DEI PROGETTI DI RICERCA NEI PROGRAMMI QUADRO EUROPEI LA GESTIONE DEI PROGETTI DI RICERCA NEI PROGRAMMI QUADRO EUROPEI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO LUGLIO 2012 Informazione in ordine alle raccomandazioni della Commissione Europea sui progetti finanziati

Dettagli

VADEMECUM Finanziamenti diretti europei. Come redigere un progetto di successo

VADEMECUM Finanziamenti diretti europei. Come redigere un progetto di successo VADEMECUM Finanziamenti diretti europei Come redigere un progetto di successo redazione: Petra Sevvi, Renata Tomi Info Point Europa della Provincia autonoma di Bolzano Alto Adige Ripartizione Europa Ufficio

Dettagli

Dall Idea al Progetto

Dall Idea al Progetto CORSO DI EUROPROGETTAZIONE MODULO 2 Dall Idea al Progetto DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 CAPITOLO 1 STRUTTURARE UN PROGETTO Modulo 2 Dall Idea al Progetto 2

Dettagli

Scheda informativa La gestione della PI in Horizon 2020: in fase di proposta

Scheda informativa La gestione della PI in Horizon 2020: in fase di proposta European IPR Helpdesk Scheda informativa La gestione della PI in Horizon 2020: in fase di proposta Lo European IPR Helpdesk è gestito dall Agenzia Esecutiva per le Piccole e Medie imprese della Commissione

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Procedure di presentazione e di valutazione delle Proposte in FP7: cosa c é di nuovo?

Procedure di presentazione e di valutazione delle Proposte in FP7: cosa c é di nuovo? Procedure di presentazione e di valutazione delle Proposte in FP7: cosa c é di nuovo? Mario Catizzone RTD: I/1 Valutazione delle proposte di ricerca in FP7 il processo di valutazione ha raggiunto uno standard

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Lotta alla povertà, cooperazione allo sviluppo e interventi umanitari Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Con il contributo del Ministero

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

VII Programma Quadro L attività di Auditing nei finanziamenti europei Dott. Maurizio Santoro

VII Programma Quadro L attività di Auditing nei finanziamenti europei Dott. Maurizio Santoro VII Programma Quadro L attività di Auditing nei finanziamenti europei Dott. Maurizio Santoro Università degli Studi di Milano Divisione Servizi per la Ricerca 20 novembre 2013 L attività di audit nei progetti

Dettagli

Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento. Esempi e strumenti di attuazione. A. A Beccara I. Pilati Trento RISE

Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento. Esempi e strumenti di attuazione. A. A Beccara I. Pilati Trento RISE Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento Esempi e strumenti di attuazione A. A Beccara I. Pilati Trento RISE S3 PAT ICT Micro nano-elett. Qualità della vita Agrifood Nanotech. Fotonica

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti BANDI 2015 2 Guida alla presentazione La Fondazione Cariplo è una persona giuridica privata, dotata di piena autonomia gestionale, che, nel quadro delle disposizioni della Legge 23 dicembre 1998, n. 461,

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere.

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Cos è un gruppoaziendale L evoluzione del processo di armonizzazione contabile Le principali caratteristiche del bilancio IAS/IFRS a seguito

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Vista la legge 17 febbraio 1982, n. 46 che, all articolo 14, ha istituito il Fondo speciale rotativo per l innovazione tecnologica; Visto il decreto-legge 22 giugno

Dettagli

ERASMUS+:GIOVENTU IN AZIONE Modalità di partecipazione

ERASMUS+:GIOVENTU IN AZIONE Modalità di partecipazione ERASMUS+:GIOVENTU IN AZIONE Modalità di partecipazione 1. Leggere attentamente la Guida al Programma 2. Procedere all autenticazione in ECAS 3. Effettuare la registrazione ad URF 4. Compilare il Formulario

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

PROGETTAZIONE EUROPEA:

PROGETTAZIONE EUROPEA: PROGETTAZIONE EUROPEA: SUGGERIMENTI PER LA STESURA DI PROGETTI DI RICERCA EUROPEI A cura di: Dott.ssa Federica Fasolato Divisione Ricerca Sezione Internazionale e Nazionale ricerca@unive.it Per ulteriori

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI BANDO SVILUPPO DI RETI LUNGHE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE DELLE FILIERE TECNOLOGICHE CAMPANE - FAQ Frequent Asked Question : Azioni di sistema per l internazionalizzazione della filiera tecnologica

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

OsSC Corso Formazione Normativa e processo

OsSC Corso Formazione Normativa e processo OsSC Corso Formazione Normativa e processo Paola Aita, Antonio Galluccio, Raffaella Maione Febbraio Aprile 2014 Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa presentazione sono

Dettagli

QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE)

QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE) QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE) Sono pervenuti in merito al Bando riservato alle P.M.I. pubblicato sul sito dell ASI in data 11 agosto 2010

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

IL BUDGET. Che cos è il budget.

IL BUDGET. Che cos è il budget. IL BUDGET Che cos è il budget. Ogni progetto deve possedere una sostenibilità economica che permette la realizzazione delle attività e il raggiungimento degli obiettivi. Questa sostenibilità economica

Dettagli

Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive

Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive Aspetti critici e rimedi Avv. Giovanni Indirli Senior attorney +32 2 5515961 gindirli@mayerbrown.com 21 Maggio 2010 Mayer Brown is a

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation

Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation 20 Dicembre 2002 1 L ABI ha esaminato con uno specifico

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Programma Erasmus+/Erasmus - Adempimenti per la mobilità studenti per studio e traineeship Bando A.A. 2015/2016

Programma Erasmus+/Erasmus - Adempimenti per la mobilità studenti per studio e traineeship Bando A.A. 2015/2016 Programma Erasmus+/Erasmus - Adempimenti per la mobilità studenti per studio e traineeship Bando A.A. 2015/2016 1. Presentazione della domanda La domanda deve essere compilata e presentata esclusivamente

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA

OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA Le presenti Linee Guida si applicano ad ogni amministratore, direttore, dipendente a tempo pieno o parziale, docente, esterno

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Manifesto dell'ecf per le elezioni al Parlamento Europeo del 2014 versione breve ECF gratefully acknowledges

Dettagli

Normativa FATCA. Clienti Persone Fisiche

Normativa FATCA. Clienti Persone Fisiche Copia per il cliente Normativa FATCA L acronimo FATCA (Foreign Account Tax Compliance Act) individua una normativa statunitense, volta a contrastare l evasione fiscale di contribuenti statunitensi all

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Metadati e Modellazione. standard P_META

Metadati e Modellazione. standard P_META Metadati e Modellazione Lo standard Parte I ing. Laurent Boch, ing. Roberto Del Pero Rai Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Torino 1. Introduzione 1.1 Scopo dell articolo Questo articolo prosegue

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Oggetto: Reporting Solvency II Fase preparatoria. Istruzioni sulla trasmissione di informazioni all IVASS.

Oggetto: Reporting Solvency II Fase preparatoria. Istruzioni sulla trasmissione di informazioni all IVASS. Roma, 4 dicembre 2014 Prot. n. 51-14-001771 All.ti n. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione con sede legale in Italia LORO SEDI Alle Imprese capogruppo LORO SEDI Alle Rappresentanze per l Italia

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Indicizzazione terza parte e modello booleano

Indicizzazione terza parte e modello booleano Reperimento dell informazione (IR) - aa 2014-2015 Indicizzazione terza parte e modello booleano Gruppo di ricerca su Sistemi di Gestione delle Informazioni (IMS) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Manuale per la rendicontazione ed i controlli in relazione alla spesa dei Programmi di Cooperazione Territoriale Europea-INTERREG IVC

Manuale per la rendicontazione ed i controlli in relazione alla spesa dei Programmi di Cooperazione Territoriale Europea-INTERREG IVC Manuale per la rendicontazione ed i controlli in relazione alla spesa dei Programmi di Cooperazione Territoriale Europea-INTERREG IVC Dicembre 2009 1 INDICE 1 Premessa... 3 2 Riferimenti normativi... 4

Dettagli

Elementi di progettazione europea

Elementi di progettazione europea Elementi di progettazione europea Il partenariato internazionale Maria Gina Mussini - Project Manager Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena La trasnazionalità dei progetti europei Ogni progetto

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10

Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10 Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10 Premessa Il Decreto Legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 Attuazione della direttiva

Dettagli