I risultati della sperimentazione sono positivi, le imprenditrici e le co-manager ne parlano così:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I risultati della sperimentazione sono positivi, le imprenditrici e le co-manager ne parlano così:"

Transcript

1

2 PREMESSA Alterego è un progetto gestito da Nuovo Cescot Emilia Romagna, il centro di formazione e sviluppo di Confesercenti. Confesercenti ha promosso questo progetto e sperimentato il servizio di sostituzione delle imprenditrici partendo da un dato di fatto: gran parte delle imprese associate sono a titolarità femminile. Il commercio e il turismo in particolare sono i settori dove la presenza delle donne con ruoli da titolare o di socia è fra i più alti dei settori economici. Nel corso della carriera di una donna imprenditrice si presenta la necessità di allontanarsi dall azienda per motivi familiari o personali. Il rischio che si corre è la chiusura che rappresenta una decisione sofferta e una grave perdita per il mercato, specie per il nostro territorio che poggia sulla vitalità delle piccole e medie imprese. Delegare temporaneamente e con fiducia la gestione della propria azienda ad una sostituta qualificata permette così di conciliare tempi di lavoro e tempi di vita migliorando la qualità di vita delle donne. I risultati della sperimentazione sono positivi, le imprenditrici e le co-manager ne parlano così: Avere la possibilità di una sostituta nella tua impresa che lavora come te e ti permette in questo senso di avere del tempo per te è importantissimo del Servizio Alterego non posso che dirne bene, secondo me è un punto di riferimento le donne imprenditrici hanno bisogno di questo tempo

3 Indice Che cosa è il servizio ALTEREGO 5 Le Funzioni imprenditoriali che la Co-manager sostituisce 7 Chi sono le Sostitute Co manager 9 Quando richiedere il Servizio ALTEREGO 11 Professionalità certificata: Albo e banca dati 15 1

4 In breve... La professione che svolge la Co-manager è: Una nuova professione fi nalizzata alla collaborazione e sostituzione dell imprenditrice nella sua attività quando non può seguirla come vorrebbe Una risposta ai bisogni di conciliazione tra la vita familiare, personale e professionale dell imprenditrice Un lavoro flessibile, sempre vario e professionalizzante Una alternativa ad un diffi cile inserimento nel mercato del lavoro come lavoratrice dipendente Una opportunità di sviluppo per l impresa che si avvale della professionalità della Co-manager Un opportunità di crescita sia per l imprenditrice che per la Co-manager Cosa fa la Co-manager? Gestisce l attività commerciale o di servizi con le competenze, sviluppate attraverso la sua esperienza professionale o formativa, defi nite dall Albo delle Co-manager Si assume la responsabilità dell attività imprenditoriale come se fosse la sua Svolge la funzione della sostituzione con l impegno dell imprenditrice quando questa è assente, in base agli accordi defi niti all interno del Servizio di Sostituzione Alterego 3

5 In breve... Svolge l attività di vendita e assistenza clienti nell interesse dell imprenditrice Gestisce il personale in assenza dell imprenditrice in base agli accordi con l imprenditrice questa è la mia prima esperienza nel ruolo di Comanager e devo dire che è un esperienza estremamente positiva e propositiva.. Il profilo della Co-manager Ex imprenditrici che per vari motivi hanno deciso di non gestire più in modo diretto una loro impresa, ma sono disponibili a mettere a disposizione la loro esperienza. Donne che vogliono rientrare nel mondo del lavoro e che vedono nel progetto Alterego la possibilità di inserirsi nuovamente nel mercato del lavoro. Donne, con un buon livello di istruzione, con competenze in specifi ci settori merceologici; motivate a lavorare nel settore commerciale con un ruolo di gestione e di responsabilità. A tutte le Co-manager è richiesta una buona preparazione di base ma soprattutto grande affi dabilità, senso di responsabilità e capacità comunicative 4

6 Capitolo 1 Che cosa è il servizio ALTEREGO Il Servizio Alterego è un insieme integrato di servizi che consente alle imprenditrici del settore commerciale di essere sostituite, in alcune o in tutte le loro funzioni imprenditoriali, da parte di sostitute, le Co manager, professioniste esperte, dotate di professionalità certifi - cata attraverso l iscrizione all Albo Professionale delle co-manager. Il Servizio Alterego, destinato a realizzare il processo di sostituzione, prevede il coinvolgimento dei 3 soggetti: u l imprenditrice, lavoratrice autonoma, che richiede la sostituzione; u l incaricata della sostituzione (Co-manager); u le strutture della Confesercenti, come Terzo soggetto di Garanzia, deputate al sostegno al l attività di sostituzione all interno del Servizio Alterego che offre i servizi di assistenza per favorire e sostenere con una serie di azioni coordinate la concreta realizzazione della sostituzione. I tre soggetti interagiscono tra loro secondo specifi ci ruoli in tutte le fasi principali del processo di sostituzione, che vengono realizzate con il coordinamento di Confesercenti. La sostituzione può avere durata variabile: da alcuni giorni ad alcuni mesi. Può riguardare tutte le funzioni imprenditoriali che l imprenditrice svolge nella propria attività o solo alcune di queste. La giusta combinazione viene definita nella fase di pianificazione della sostituzione. 5

7 Capitolo 1 In questo modo è possibile garantire una certa fl essibilità al processo di sostituzione, ma soprattutto sarà possibile anche defi nire progetti di sostituzione personalizzati che si possano avviare gradualmente (prima alcune funzioni, poi gradatamente altre) e altrettanto gradualmente fi niscano, consentendo sia un uscita che un rientro morbido alla titolare dell azienda, prima e dopo il periodo di congedo, se totale. La griglia delle funzioni è unica per tutti i casi, la differenziazione rispetto alle esigenze particolari dei singoli casi, avverrà a livello dei ruoli specifi ci assegnati alle incaricate della sostituzione ed al loro livello di autonomia nello svolgerli. 6

8 Capitolo 2 Le Funzioni imprenditoriali che la Co-manager sostituisce Sono state defi nite come riferimento univoco per tutte le attività di sostituzione una serie di funzioni che caratterizzano la gestione di qualunque tipo d impresa, anche di piccole dimensioni, che possono essere delegate alla co-manager in base a quanto defi nito nella fase della pianifi cazione della sostituzione: Funzioni/Attività aziendale Ricerca e sviluppo di nuovi servizi o prodotti, formazione e aggiornamento professionale Marketing e attività promozionali, organizzazione e rinnovo del punto vendita Organizzazione e allestimento del punto vendita Pianifi cazione acquisti e gestione magazzino Erogazione dei prodotti o servizi presso clienti Gestione Risorse Umane del punto vendita Gestione ambito sicurezza Gestione risorse umane (aspetti amministrativi) Funzioni/Attività da sostituire e livelli di autonomia Bassa Media Alta Nell ambito di queste funzioni l attività di sostituzione comporta la realizzazione di specifi che attività, defi nite dal piano operativo del progetto di sostituzione, articolate in attività ordinarie e straordinarie. Queste potranno essere sostenute anche con il contributo dei servizi di assistenza, già presenti, erogati dalla Confesercenti nell ambito del suo ruolo istituzionale. L insieme delle attività consentirà di defi nire i ruoli specifi ci assunti nel corso della sostituzione, dalla titolare dell impresa, dall incaricata della sostituzione e dalla Confesercenti. 7

9 Capitolo 2 Il tipo di funzioni d impresa interessate dalla sostituzione, le attività connesse e i relativi ruoli specifi ci, costituiranno il riferimento comune per: individuare l entità della sostituzione individuare i requisiti dell incaricata alla sostituzione effettuare una ricerca dell incaricata organizzare le attività di sostegno da parte delle strutture della Confesercenti effettuare il controllo di effi cacia ed effi cienza delle attività svolte nell ambito della sostituzione stessa. 8

10 Capitolo 3 Chi sono le Sostitute Co manager La sostituta dell imprenditrice, la Co manager, è la figura centrale del servizio di sostituzione previsto da ALTEREGO. Deve rispondere a rigorosi requisiti di professionalità e tali requisiti possono essere diversi a seconda del tipo di sostituzione da effettuare. Ruoli delle Co-manager Per ogni funzione d impresa si possono prevedere specifi ci ruoli di sostituzione, da parte delle Co manager, le cui caratteristiche possono variare a seconda delle condizioni strutturali oggettive, come: Il tipo di prodotto servizio erogato, La dimensione dell impresa, La collocazione territoriale dell impresa I ruoli possono anche variare: In funzione del tipo di sostituzione scelto dall imprenditrice che ricerca una sostituta Co manager: parziale (alcune funzioni), o totale (tutte le funzioni); In funzione della durata della sostituzione, breve, media o lunga; In funzione del livello di delega e autonomia che concretamente viene determinata nell ambito del contratto professionale di sostituzione. Competenze e conoscenze della Co-manager Le competenze e conoscenze delle Co manager, dal punto di vista dei contenuti, fanno riferimento alle funzioni d impresa, sono quindi defi nibili, indipendentemente dalla specializzazione merceologica dell attività commerciale, attraverso specifi ci standard come quelli previsti nell Albo delle Co manager. La specificità merceologica incide invece sul livello di auto- 9

11 Capitolo 3 nomia con il quale vengono esercitati i singoli ruoli connessi alle funzioni d impresa da sostituire. Si possono prevedere 3 livelli di autonomia nell esercizio della funzione da sostituire per quanto riguarda l incidenza della specificità merceologica: basso livello di autonomia, quando l insieme delle conoscenze, competenze ed esperienze professionali pregresse, indicano una mancanza di pratica professionale nel settore merceologico specifico e una modesta esperienza nella pratica professionale commerciale in generale, conseguita sia attraverso attività di sostituzione e sia attraverso stage nell ambito di corsi di formazione specifici; medio livello di autonomia, quando l insieme delle conoscenze, competenze ed esperienze professionali pregresse indicano una discreta esperienza di pratica professionale nel settore merceologico specifico, conseguita anche attraverso stage nell ambito di corsi di formazione specifici e una consistente esperienza nella pratica professionale commerciale in generale, conseguita sia attraverso attività di sostituzione e sia attraverso stage nell ambito di corsi di formazione specifici; alto livello di autonomia, quando l insieme delle conoscenze, competenze ed esperienze professionali pregresse indicano una elevata esperienza di pratica professionale nel settore merceologico specifico, conseguita anche attraverso successive attività di sostituzione nel settore merceologico specifico. 10

12 Capitolo 4 Quando richiedere il Servizio ALTEREGO L imprenditrice può avere diverse motivazioni che la orientano verso la sostituzione di una o più delle funzioni che svolge nella propria attività. Per esempio: maternità malattia e/o cure mediche cura dei figli cura degli anziani e in genere della famiglia allargata programmi straordinari di sviluppo dell impresa studio e formazione viaggi di studio vacanze A seconda delle motivazioni che portano alla sostituzione, possono cambiare le modalità di finanziamento dei costi della sostituzione: autofinanziamento contributi pubblici (Legge 53/2000) per le imprese individuali per congedi di maternità erogazione di voucher, se previsti assicurazioni sanitarie prestiti personali agevolati I servizi previsti da ALTEREGO, che aiutano a definire tutti questi aspetti, comprendono quattro fasi: Pianificazione della sostituzione e selezione della sostituta co-manager Definizione riferimenti normativi e contrattuali Gestione operativa della sostituzione Controllo in itinere e finale del processo di sostituzione 11

13 Capitolo 4 FASE 1: Pianificazione della sostituzione e selezione della sostituta co-manager Le attività previste nella Pianificazione della sostituzione e selezione della sostituta co-manager costituiscono il punto di partenza di ALTEREGO e comprendono: La Definizione del fabbisogno di sostituzione, con l approfondimento delle modalità operative della sostituzione, specifiche dei singoli casi aziendali; La Programmazione del periodo e della durata della sostituzione; L Individuazione delle funzioni imprenditoriali da sostituire e/o da integrare L Individuazione dei punti potenzialmente critici relativi alle funzioni da sostituire ; Definizione del profilo standard della potenziale incaricata della sostituzione rispetto al mix di funzioni e ai ruoli interessati dalla sostituzione stessa; Definizione del programma operativo preliminare della sostituzione; La sostituzione dell imprenditrice da parte della sostituta Co-manager può arrivare ad essere, temporaneamente, anche totale. Vale a dire che, considerando l insieme delle funzioni aziendali direttamente gestite dalle imprenditrici interessate, la gestione di queste può venire totalmente delegata alla sostituta. Altra importante attività di questa prima fase del servizio è Il processo di selezione delle sostitute Co-manager. Il reperimento delle candidate sostitute avviene attraverso i canali predisposti dal progetto Equal Alterego. Il canale privilegiato è quello dato dalle attività corsuali create ad hoc per formare le Co-manager, esperte nella gestione di attività commerciali e che prevede l iscrizione all Albo delle Co-manager. L Albo delle Co-manager, è uno strumento creato per dare 12

14 Capitolo 4 una garanzia di qualità delle prestazioni fornite dalle sostitute, prevede una valutazione delle competenze e un aggiornamento continuo per potervi rimanere iscritte. Un ulteriore canale di reperimento di candidate è la banca dati presente nel sito alla quale ci si può liberamente iscrivere. Il processo di selezione prevede poi la somministrazione di test e colloqui finalizzati a valutare l idoneità delle candidate al profilo definito da Confesercenti con l imprenditrice in fase di pianificazione e a conclusione della selezione sarà presentata all imprenditrice una rosa di candidate tra cui scegliere la propria sostituta. FASE 2: Definizione riferimenti normativi e contrattuali Il servizio di sostituzione Alterego prevede che le strutture tecniche della Confesercenti assistano le imprenditrici che vogliono utilizzare il servizio, nella interpretazione e utilizzazione dei riferimenti normativi e contrattuali che disciplinano le diverse attività previste dal servizio stesso: Individuazione delle condizioni normative applicabili nelle diverse condizioni delle singole imprenditrici utenti; Gestione delle conseguenti pratiche amministrative (compresa l eventuale richiesta di utilizzazione delle misure di sostegno economico previste dalla Legge 53/2000 o da altri provvedimenti normativi); Stipula, sulla base del programma operativo preliminare della sostituzione, del contratto tra l imprenditrice che vuole essere sostituita temporaneamente e l incaricata della sostituzione (Co-manager). Tale contratto disciplina l incarico di sostituzione, può prevedere un periodo di prova ed è confi gurabile secondo varie fattispecie: dall incarico professionale, al contratto a progetto, ecc... 13

15 Capitolo 4 Stipula della convenzione di assistenza tecnica durante la fase operativa della sostituzione con le strutture specializzate della Confesercenti. FASE 3: Gestione operativa della sostituzione Il Servizio ALTEREGO prevede, per la gestione operativa della sostituzione, specifi che attività di supporto, programmate e/o a richiesta, sia all imprenditrice che viene sostituita e sia alla sostituta (Co-manager), in particolare le attività di supporto riguardano le seguenti attività: Per le sostituzioni medio lunghe (oltre le 2 settimane), familiarizzazione con l attività di sostituzione, verifi ca del corretto rapporto tra le competenze della sostituta e le funzioni da sostituire e il relativo programma operativo, verifi ca dei risultati del periodo di prova Definizione del progetto operativo di sostituzione definitivo; Rilevazione e recupero delle eventuali criticità ordinarie e straordinarie, relative sia agli aspetti tecnico normativi delle funzioni da sostituire e sia ai rapporti di collaborazione tra imprenditrice e sostituta; Realizzazione, durante il periodo di sostituzione e in accordo con l imprenditrice, di eventuali iniziative di sviluppo di prodotto e di processo. FASE 4: Controllo in itinere e finale del processo di sostituzione Programmazione nodi di controllo e valutazione risultati, in itinere e finali, definizione dei parametri di valutazione; Realizzazione verifi che straordinarie per particolari condizioni critiche; Definizione misure di recupero delle criticità, a partire dalla revisione del programma operativo della sostituzione. 14

16 Capitolo 5 Professionalità certificata: Albo e banca dati Il progetto Alterego prevede di adottare specifici strumenti in grado di garantire una Professionalità certifi cata da parte delle Co manager iscritte alla banca dati nel sito Lo strumento fondamentale per concretizzare tale certifi cazione è l Albo professionale delle Co manager. L iscrizione all Albo, e quindi le competenze connesse e riconosciute con idonei strumenti di valutazione, fanno quindi riferimento alla capacità, da parte delle Co manager iscritte, di sostituire l imprenditrice nelle singole funzioni d impresa secondo i tre livelli di autonomia precedentemente descritti. Vi potranno essere casi di Co manager in grado di sostituire, potenzialmente, in tutte le funzioni d impresa l imprenditrice, altri casi dove la sostituzione sarà possibile solo per alcune funzioni. Per quanto riguarda la specifi cità merceologica delle singole situazioni d impresa, questa non inciderà sulla complessiva capacità delle Co manager di sostituire nelle diverse funzioni l imprenditrice, ma sul livello di autonomia professionale assegnato dal contratto di sostituzione. L albo delle Co manager, che si confi gura giuridicamente come albo non obbligatorio, gestito da Confesercenti della regione è caratterizzato dai seguenti obiettivi: Rispetto alle imprenditrici utenti del servizio Co-manager, facilitare la scelta delle possibili co-manager sulla base di criteri il più possibile oggettivi e affi dabili, certifi - cati attraverso l Albo 15

17 Capitolo 5 Ridurre le eventuali criticità nei rapporti di collaborazione tra sostituta e imprenditrice attraverso una loro maggiore oggettiva professionalizzazione Rispetto alle Co-manager: Rendere l attività di sostituzione delle imprenditrici più organica e continuativa nel tempo, favorendone l evoluzione verso una vera e propria professione autonoma di sostituta Co-manager Prevedere programmi di formazione per le candidate alla sostituzione, inserite nell albo, fi nalizzati a valorizzare e capitalizzare in termini di competenze, le esperienze professionali acquisite (sia pregresse all iscrizione all albo e sia successive) e ad abilitare progressivamente le sostitute Co manager ad effettuare sostituzioni per tutte le diverse funzioni d impresa. Certifi care la crescita professionale raggiunta progressivamente dalle candidate alla sostituzione e quindi prevede anche una ipotesi di graduale e personalizzato incremento delle funzioni da sostituire Le condizioni previste per l iscrizione all Albo si possono raggruppare in 3 categorie: Verifi ca delle condizioni formali di base Documentazione del curriculum scolastico e formativo e del curriculum professionale pregresso, schema delle competenze conoscenze acquisite nella pratica professionale e schema delle funzioni d impresa potenzialmente sostituibili Superamento di una prova di selezione articolata a seconda delle funzioni d impresa di riferimento o partecipazione ad un programma di formazione di base, coerente con le funzioni d impresa da sostituire, e superamento delle relative prove fi nali. 16

18 Per informazioni: Sito: Nuovo Cescot Emilia Romagna Via Don G.Bedetti, Bologna tel: 051/ fax: 051/ Confesercenti Bologna Giacomo Bardi Via del Commercio Associato n / Bologna Confesercenti di Imola Morena Landi Via Cavour n /32590 Imola Confesercenti di Modena Patrizia Veronesi Via Santi n / Modena Confesercenti Reggio Emilia Monica Maioli Via Ginzburg n / Reggio Emilia Confesercenti Ravenna Francesca Piombini Piazza Bernini n / Ravenna Centro Sviluppo Commercio Turismo e Servizi Emilia-Romagna

IL SERVIZIO DI SOSTITUZIONE

IL SERVIZIO DI SOSTITUZIONE IL SERVIZIO DI SOSTITUZIONE IL SERVIZIO DI SOSTITUZIONE ALTEREGO: QUALI SONO LE FIGURE COINVOLTE NELLA SOSTITUZIONE? Il Servizio Alterego, destinato a realizzare il processo di sostituzione, prevede il

Dettagli

EQUAL ALTEREGO MACROFASE 7: LA FORMAZIONE. Professione Co-manager. Laboratorio per lo sviluppo di nuovi strumenti a sostegno della donna in impresa.

EQUAL ALTEREGO MACROFASE 7: LA FORMAZIONE. Professione Co-manager. Laboratorio per lo sviluppo di nuovi strumenti a sostegno della donna in impresa. EQUAL ALTEREGO Professione Co-manager. Laboratorio per lo sviluppo di nuovi strumenti a sostegno della donna in impresa. MACROFASE (P.A 2004-354/RER IT-G2-EMI-005) Delibera di Giunta della Regione Emilia

Dettagli

IDEE E STRUMENTI PER LA CRESCITA DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE

IDEE E STRUMENTI PER LA CRESCITA DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE UNIONE EUROPEA FONDO SOCIALE EUROPEO INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO Assessorato Scuola, Formazione Professionale, Università, Lavoro, Pari Opportunità INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO Centro Sviluppo Commercio

Dettagli

Analisi dei fabbisogni formativi. Realizzazione del programma

Analisi dei fabbisogni formativi. Realizzazione del programma Smart*Health [Skill Evaluation Management] SkEMa Il software per la valutazione del personale continuità dell assistenza, collaborazione e controllo in una rete sanitaria integrata Analisi dei fabbisogni

Dettagli

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione - 26 maggio 2015 - Continua a crescere il numero di start-up innovative nel nostro Paese: a fine aprile avevano

Dettagli

IeFP Istruzione e Formazione Professionale

IeFP Istruzione e Formazione Professionale IeFP Istruzione e Formazione Professionale Come conseguire una qualifica professionale triennale dopo le medie Il sistema regionale di Istruzione e Formazione Professionale L offerta della Regione Emilia-Romagna

Dettagli

finanziamenti artigiancassa a sostegno delle imprenditrici Una nuova convenzione per rispondere alle vostre esigenze

finanziamenti artigiancassa a sostegno delle imprenditrici Una nuova convenzione per rispondere alle vostre esigenze NEWSLETTER N. 09 ANNO 2011 La conciliazione e la legge 53 Finanziamenti a fondo perduto per progetti di conciliazione famiglialavoro finanziamenti artigiancassa a sostegno delle imprenditrici Una nuova

Dettagli

Attribuzione Funzioni di Coordinamento nell ambito dei diversi Profili Professioni per la copertura di postazioni di lavoro afferenti alla Direzione

Attribuzione Funzioni di Coordinamento nell ambito dei diversi Profili Professioni per la copertura di postazioni di lavoro afferenti alla Direzione Attribuzione Funzioni di Coordinamento nell ambito dei diversi Profili Professioni per la copertura di postazioni di lavoro afferenti alla Direzione Assistenziale 24 Maggio 2007 1 Premessa Il ruolo del

Dettagli

CONSORZIO Spinner - Bologna. Selezione di esperti di Tutoraggio per lo sviluppo di progetti di imprenditorialità innovativa

CONSORZIO Spinner - Bologna. Selezione di esperti di Tutoraggio per lo sviluppo di progetti di imprenditorialità innovativa CONSORZIO Spinner - Bologna Selezione di esperti di Tutoraggio per lo sviluppo di progetti di imprenditorialità innovativa PREMESSA La Sovvenzione Globale Interventi per la qualificazione delle risorse

Dettagli

ALLEGATO B. D.I. n. 436/2000 artt. 1 e 4 I PERCORSI FORMATIVI PER ADULTI OCCUPATI

ALLEGATO B. D.I. n. 436/2000 artt. 1 e 4 I PERCORSI FORMATIVI PER ADULTI OCCUPATI ALLEGATO B D.I. n. 436/2000 artt. 1 e 4 I PERCORSI FORMATIVI PER ADULTI OCCUPATI 2 I PERCORSI FORMATIVI PER ADULTI OCCUPATI Le caratteristiche strutturali dei percorsi dell IFTS (modularità, unità capitalizzabili,

Dettagli

CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DEL PERSONALE

CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DEL PERSONALE CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DEL PERSONALE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 Principi generali...3 Art. 2 Regole generali di condotta per le procedure

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA PARTECIPAZIONE AL CORSO TECNOLOGIE PER IL BUSINESS a cura di Didael KTS

AVVISO PUBBLICO PER LA PARTECIPAZIONE AL CORSO TECNOLOGIE PER IL BUSINESS a cura di Didael KTS PROFESSARE @L FEMMINILE tavolo di coordinamento degli Ordini Professionali della Provincia di Reggio Emilia con futuro@lfemminile progetto di responsabilità sociale di Microsoft Italia, Acer e Cluster

Dettagli

INDICE. p. 3 AZIENDA. p. 4. FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua. p. 6 RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE

INDICE. p. 3 AZIENDA. p. 4. FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua. p. 6 RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE Indice INDICE AZIENDA FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE CONSULENZA - Risorse Umane - Sviluppo Organizzativo - Commerciale

Dettagli

Supera la crisi con i corsi del Consorzio Formazione&Lavoro

Supera la crisi con i corsi del Consorzio Formazione&Lavoro Supera la crisi con i corsi del Consorzio Formazione&Lavoro Percorsi di formazione gratuiti per i beneficiari degli ammortizzatori sociali in deroga formazione&lavoro servizi per l'occupazione e la formazione

Dettagli

PROCEDURE, STRUMENTI E MODALITÀ PER :

PROCEDURE, STRUMENTI E MODALITÀ PER : Formazione Professionale-Lavoro PROCEDURE, STRUMENTI E MODALITÀ PER : 1. LA REDAZIONE DEL PIANO FORMATIVO INDIVIDUALE 2. LA DESCRIZIONE DEI PROFILI FORMATIVI 3. LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE IN ESITO

Dettagli

DIREZIONE QUALITÀ. Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità.

DIREZIONE QUALITÀ. Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità. DIREZIONE QUALITÀ La carta servizi di Verona Innovazione Le finalità, i modi, gli standard e le strutture per un servizio di qualità. 1 Verona Innovazione 5 servizio nuova impresa 10 sportello comunica

Dettagli

Ofi cina. d impresa. Marketing

Ofi cina. d impresa. Marketing d impresa Ofi cina d impresa Siamo una società di consulenza e servizi marketing che sviluppa innovazione e creatività fi nalizzate al raggiungimento di obiettivi tangibili e percepibili dal cliente,

Dettagli

CAPITOLO 12 - SISTEMA DEGLI INCARICHI E DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE

CAPITOLO 12 - SISTEMA DEGLI INCARICHI E DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE CAPITOLO 12 - SISTEMA DEGLI INCARICHI E DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE 12.1 Individuazione delle Strutture Semplici e Complesse Nell individuare le strutture complesse di cui all allegato n. 2

Dettagli

FB SERVIZI S.r.l. Corso Italia 126 San Giovanni Teatino (CH) C.F./P.I. 02147910695

FB SERVIZI S.r.l. Corso Italia 126 San Giovanni Teatino (CH) C.F./P.I. 02147910695 FB SERVIZI S.r.l. Corso Italia 126 San Giovanni Teatino (CH) C.F./P.I. 02147910695 CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE Settembre 2007 INTRODUZIONE

Dettagli

REGIONE TOSCANA PREAMBOLO

REGIONE TOSCANA PREAMBOLO REGIONE TOSCANA L.R. 2 aprile 2009, n. 16 Cittadinanza di genere B.U. Regione Toscana 06 aprile 2009, n. 11 PREAMBOLO Visto l articolo 117, terzo, quarto e settimo comma della Costituzione; Visto l articolo

Dettagli

Tempi di vita e tempi di lavoro. La conciliazione fa bene all azienda

Tempi di vita e tempi di lavoro. La conciliazione fa bene all azienda Tempi di vita e tempi di lavoro La conciliazione fa bene all azienda La conciliazione da impulso allo sviluppo Ci sono tanti modi per crescere in competitività. Ma c è una leva, in particolare, che costituisce

Dettagli

AZIENDA SPECIALE PALAEXPO CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE. Febbraio 2007

AZIENDA SPECIALE PALAEXPO CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE. Febbraio 2007 AZIENDA SPECIALE PALAEXPO CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE Febbraio 2007 SOMMARIO INTRODUZIONE...3 1. PRINCIPI GENERALI...3 2. REGOLE GENERALI DI

Dettagli

Confi ndustria Modena. Gruppo Giovani Imprenditori

Confi ndustria Modena. Gruppo Giovani Imprenditori Confi ndustria Modena Gruppo Giovani Imprenditori Il Gruppo Giovani Imprenditori Modena CHI SIAMO Il Gruppo Giovani Imprenditori di Modena è elemento integrante della vita associativa di Confi ndustria

Dettagli

isgmd Ateneo Post-Diploma grafica moda design Istituto Superiore - Ateneo Post-diploma - Masters Accreditato dalla regione Lombardia

isgmd Ateneo Post-Diploma grafica moda design Istituto Superiore - Ateneo Post-diploma - Masters Accreditato dalla regione Lombardia isgmd Ateneo Post-Diploma Lecco, via Cavour 90 i www.isgmd.it tel. +390341282336 fax +390341264400 is grafica moda design Istituto Superiore - Ateneo Post-diploma - Masters Accreditato dalla regione Lombardia

Dettagli

10 + 1 regole per. l e-commerce. Le Guide Databank. 2013 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata

10 + 1 regole per. l e-commerce. Le Guide Databank. 2013 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata 10 + 1 regole per 2013 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata l e-commerce Premessa Nell epoca del Web 2.0 il sito informativo del genere chi siamo/dove siamo/cosa facciamo si

Dettagli

GUIDA OPERATIVA PER LA PROCEDURA DI VALORIZZAZIONE ONLINE

GUIDA OPERATIVA PER LA PROCEDURA DI VALORIZZAZIONE ONLINE www.cassaddpp.it GUIDA OPERATIVA PER LA PROCEDURA DI VALORIZZAZIONE ONLINE Procedure standard di codifica, anagrafica e censimento dei beni immobiliari pubblici ed analisi documentale online 2013 Abitanti

Dettagli

GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DI SERVIZI DI CONSULENZA AD ALTA SPECIALIZZAZIONE

GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DI SERVIZI DI CONSULENZA AD ALTA SPECIALIZZAZIONE GUIDA PER LA CANDIDATURA ALLA EROGAZIONE DI SERVIZI DI CONSULENZA AD ALTA SPECIALIZZAZIONE 1. PREMESSA Spinner 2013 è il programma per la qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e

Dettagli

WELFARE AZIENDALE LA RISPOSTA AI BISOGNI DEL LAVORO

WELFARE AZIENDALE LA RISPOSTA AI BISOGNI DEL LAVORO WELFARE AZIENDALE LA RISPOSTA AI BISOGNI DEL LAVORO LIBERATEMPO INNOVAZIONE NEL SEGNO DELL ESPERIENZA Liberatempo è una società nata dall esperienza ventennale di Cesvip, punto di riferimento nel settore

Dettagli

RELAZIONE DI VERIFICA FINALE AZIONE

RELAZIONE DI VERIFICA FINALE AZIONE pagina 1 di 9 Corso Lucca Ospitale 2009LU0083-89 Il Progetto denominato LUC.OS. - Lucca Ospitale è stato realizzato e gestito dal soggetto capofila SO.GE.SE.TER. Srl, che ha sede a Lucca in via Fillungo

Dettagli

Progetto di legge regionale della consigliera Paola Marani: Norme per il riconoscimento ed il sostegno del caregiver familiare

Progetto di legge regionale della consigliera Paola Marani: Norme per il riconoscimento ed il sostegno del caregiver familiare Gruppo Assembleare Regione Emilia-Romagna Progetto di legge regionale della consigliera Paola Marani: Norme per il riconoscimento ed il sostegno del caregiver familiare 1 Relazione Il caregiver familiare

Dettagli

MANIFESTO. Formare Insegnanti che sappiano Insegnare A.N.F.I.S. ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI FORMATORI, INSEGNANTI, SUPERVISORI INIZIALE FORMAZIONE

MANIFESTO. Formare Insegnanti che sappiano Insegnare A.N.F.I.S. ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI FORMATORI, INSEGNANTI, SUPERVISORI INIZIALE FORMAZIONE ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI FORMATORI, INSEGNANTI, SUPERVISORI per la FORMAZIONE INIZIALE Formare Insegnanti che sappiano Insegnare COORDINAMENTO NAZIONALE DEI SUPERVISORI DEL TIROCINIO 2 2 3 PRESENTAZIONE

Dettagli

Operatori e regole del mercato del lavoro

Operatori e regole del mercato del lavoro Operatori e regole del mercato del lavoro Silvia Spattini silvia.spattini@unimore.it Roma, 10 settembre 2008 Scuola di alta formazione in Relazioni industriali e di lavoro ADAPT-Fondazione Marco Biagi

Dettagli

LABORATORI DI CREAZIONE D IMPRESA E ACCOMPAGNAMENTO ALLA NASCITA DI NUOVE IMPRESE

LABORATORI DI CREAZIONE D IMPRESA E ACCOMPAGNAMENTO ALLA NASCITA DI NUOVE IMPRESE Servizio / Progetto Finalità / Obiettivi Destinatari LABORATORI DI CREAZIONE D IMPRESA E ACCOMPAGNAMENTO ALLA NASCITA DI NUOVE IMPRESE Il presente progetto ha due obiettivi generali: 1) Radicare nei giovani

Dettagli

Corso di Formazione. Titolo operazione TECNICO ESPERTO NELLA GESTIONE DI SERVIZI. Obiettivo formare: RESPONSABILE ATTIVITA ASSISTENZIALI (RAA)

Corso di Formazione. Titolo operazione TECNICO ESPERTO NELLA GESTIONE DI SERVIZI. Obiettivo formare: RESPONSABILE ATTIVITA ASSISTENZIALI (RAA) Corso di Formazione Titolo operazione TECNICO ESPERTO NELLA GESTIONE DI SERVIZI Obiettivo formare: RESPONSABILE ATTIVITA ASSISTENZIALI (RAA) Ente di formazione Rif. PA 2013-2337/BO - Approvato con det.

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FESR 2007-2013 CCI N 2007 IT 161 PO 008 (Aprile 2013) 1/373 Sperimentale secondo le modalità previste dalla Comunicazione

Dettagli

Convenzione per programmi di inserimento lavorativo in cooperative sociali

Convenzione per programmi di inserimento lavorativo in cooperative sociali Convenzione per programmi di inserimento lavorativo in cooperative sociali la Provincia di Rimini la Azienda Unità Sanitaria Locale di Rimini le Associazioni imprenditoriali provinciali di Rimini: Confindustria

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE MARCHIONI, FRONER

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE MARCHIONI, FRONER Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3759 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI MARCHIONI, FRONER Disciplina delle attività professionali di estetista e di operatore di

Dettagli

1. Estremi della proposta. Cod. Organismo: 283 ID Proposta: 100244 Imprenditorialità. 2. Identificazione sede

1. Estremi della proposta. Cod. Organismo: 283 ID Proposta: 100244 Imprenditorialità. 2. Identificazione sede Allegato 3 - Schede di pubblicizzazione delle azioni in riferimento a ciascuna sede di erogazione di cui alla deliberazione di Giunta regionale n. 502/2012: APPROVAZIONE DELL'AVVISO PER LA SELEZIONE DI

Dettagli

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE I servizi del sistema camerale emiliano romagnolo per il sostegno alla creazione e allo start up di impresa» Bologna, 14 dicembre 2015 L iniziativa Creazione e start-up

Dettagli

L abc del geomarketing: la geografia

L abc del geomarketing: la geografia L abc del geomarketing: la geografia 2013 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata applicata al business Geomarketing, questo sconosciuto. La parola chiave è territorio : il geomarketing

Dettagli

in Emilia-Romagna Report di monitoraggio maggio 2014 dicembre 2015

in Emilia-Romagna Report di monitoraggio maggio 2014 dicembre 2015 in Emilia-Romagna Report di monitoraggio maggio 2014 dicembre 2015 Con la Raccomandazione del 22 aprile 2013 il Consiglio dell Unione Europea ha richiesto agli Stati una riforma strutturale del mercato

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI Approvato con Delibera dell Amministratore Unico n 164 del

Dettagli

Protocollo d intesa per il Registro Provinciale Co-Manager

Protocollo d intesa per il Registro Provinciale Co-Manager Protocollo d intesa per il Registro Provinciale Co-Manager Provincia autonoma di Trento - Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili Provincia autonoma di Trento - Agenzia del Lavoro

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE Prot. n. 2244/C3 Bologna, 21.02.2006 IL DIRETTORE GENERALE VISTO l art. 26, comma 8, della legge 23.12.1998, n. 448, il quale prevede che l Amministrazione Scolastica Centrale e Periferica possa avvalersi,

Dettagli

NOTE DI PRESENTAZIONE DELLA MALAVOLTA CONSULTING S.a.s.

NOTE DI PRESENTAZIONE DELLA MALAVOLTA CONSULTING S.a.s. NOTE DI PRESENTAZIONE DELLA MALAVOLTA CONSULTING S.a.s. Malavolta Consulting S.A.S. del Dott. Roberto Malavolta & C. 63016 Campofilone (AP) Via Borgo San Patrizio, 112 tel 0734 937058 - fax 0734 935084

Dettagli

Formati sul campo, scopri come

Formati sul campo, scopri come prevmanagement economia e management del welfare master universitario di i livello Anno accademico 2015-2016 Formati sul campo, scopri come Formiamo i giovani per inserirli nel mondo del lavoro e aggiorniamo

Dettagli

A che punto siamo con l Alternanza Scuola- Lavoro? Pubblicati gli esiti del Monitoraggio 2008-2009

A che punto siamo con l Alternanza Scuola- Lavoro? Pubblicati gli esiti del Monitoraggio 2008-2009 A che punto siamo con l Alternanza Scuola- Lavoro? Pubblicati gli esiti del Monitoraggio 2008-2009 L Alternanza Scuola-Lavoro è stata introdotta In Italia come una delle modalità di realizzazione dei percorsi

Dettagli

le migliori risorse per la tua energia Work Specialists

le migliori risorse per la tua energia Work Specialists le migliori risorse per la tua energia Work Specialists CHI SIAMO Quanta vanta una significativa esperienza nel settore Energia (rinnovabile e non), Impiantistica e Manutenzione, maturata sia con i principali

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLA SCUOLA DI OLOS

CARATTERISTICHE DELLA SCUOLA DI OLOS CARATTERISTICHE DELLA SCUOLA DI OLOS QUALITA, COMPETENZA ED ESPERIENZA La qualità della didattica, impartita dal Centro Olos, si basa sull'alta formazione scientifica, culturale ed esperienziale dei suoi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO Premessa L Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia considera la formazione e l aggiornamento

Dettagli

A.A.A LAVORO CERCASI!!!

A.A.A LAVORO CERCASI!!! A.A.A LAVORO CERCASI!!! 1 2 Carissimi, l'amministrazione Comunale di Azzano San Paolo nel corso degli anni ha promosso attività volte al sostegno dei giovani cittadini. Pensiamo che sia fondamentale in

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

DIREZIONE GENERALE CULTURA FORMAZIONE LAVORO Servizio Formazione Professionale

DIREZIONE GENERALE CULTURA FORMAZIONE LAVORO Servizio Formazione Professionale I professionisti del care Figure professionali la cui definizione e formazione è di competenza Ministeriale (Università) Medici Assistente Sociale Fisioterapista Infermiere professionale Terapista della

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI SOMMARIO INTRODUZIONE. 1. PRINCIPI GENERALI 2. REGOLE GENERALI

Dettagli

CGIL CISL UIL. Gli Enti Bilaterali emanazione delle parti sociali (alle quali resta la competenza delle politiche. 00198 Roma Corso d Italia, 25

CGIL CISL UIL. Gli Enti Bilaterali emanazione delle parti sociali (alle quali resta la competenza delle politiche. 00198 Roma Corso d Italia, 25 Particolare rilievo è posto alla questione della formazione professionale continua che si evidenzia come un importante strumento per il rafforzamento del patrimonio di conoscenze dei lavoratori, per il

Dettagli

Intesa 2 sottoscritta il 25 ottobre 2012 in sede di Conferenza Unificata Ministro Pari opportunità, Regioni e Autonomie locali

Intesa 2 sottoscritta il 25 ottobre 2012 in sede di Conferenza Unificata Ministro Pari opportunità, Regioni e Autonomie locali Roma, 7 maggio 2013 Intesa 2 sottoscritta il 25 ottobre 2012 in sede di Conferenza Unificata Ministro Pari opportunità, Regioni e Autonomie locali E la naturale prosecuzione degli interventi previsti da

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI POGGIO RUSCO MN. Scuola dell infanzia, Scuola primaria, Scuola secondaria di primo grado

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI POGGIO RUSCO MN. Scuola dell infanzia, Scuola primaria, Scuola secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI POGGIO RUSCO MN Scuola dell infanzia, Scuola primaria, Scuola secondaria di primo grado PREMESSA La scuola oggi deve affrontare il tema delle relazioni, dell incontro con

Dettagli

Gender Community per la valorizzazione delle donne e del lavoro. Un percorso di innovazione

Gender Community per la valorizzazione delle donne e del lavoro. Un percorso di innovazione Gender Community per la valorizzazione delle donne e del lavoro. Un percorso di innovazione Daniela Oliva - IRS Bologna, 30 Giugno 2015 Una storia che inizia da lontano donne e lavoro 2007 - Analisi e

Dettagli

ACCREDITAMENTO ISTITUZIONALE NELLA REGIONE UMBRIA

ACCREDITAMENTO ISTITUZIONALE NELLA REGIONE UMBRIA ACCREDITAMENTO ISTITUZIONALE NELLA REGIONE UMBRIA L Istituto dell Accreditamento nasce in Italia nel 1992 con la riforma del Sistema Sanitario Nazionale (DL.502/92) e viene ulteriormente definito e dettagliato

Dettagli

1.A Indicazioni operative per la progettazione delle Azioni formative

1.A Indicazioni operative per la progettazione delle Azioni formative DIPARTIMENTO PER LE LIBERTÀ CIVILI E L IMMIGRAZIONE DIREZIONE CENTRALE PER LE POLITICHE DELL IMMIGRAZIONE E DELL ASILO AUTORITÀ RESPONSABILE DEL FONDO EUROPEO PER L INTEGRAZIONE DI CITTADINI DI PAESI TERZI

Dettagli

AZIONI RIVOLTE AI DIPLOMATI TECNICO DEI SERVIZI SOCIO-SANITARI PER L ACQUISIZIONE DELLA QUALIFICA DI OPERATORE SOCIO SANITARIO (OSS)

AZIONI RIVOLTE AI DIPLOMATI TECNICO DEI SERVIZI SOCIO-SANITARI PER L ACQUISIZIONE DELLA QUALIFICA DI OPERATORE SOCIO SANITARIO (OSS) ASSESSORATO COORDINAMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE ALLO SVILUPPO, SCUOLA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, UNIVERSITÀ E RICERCA, LAVORO AZIONI RIVOLTE AI DIPLOMATI TECNICO DEI SERVIZI SOCIO-SANITARI PER L ACQUISIZIONE

Dettagli

Accompagnamento individuale e di gruppo

Accompagnamento individuale e di gruppo Denominazione progetto FRIENDLY RECEPTION: CORSO DI FORMAZIONE per l acquisizione della certificazione di competenze relativa a ADA UC 541 Gestione dell accoglienza e ADA UC 543 Acquisire le prenotazioni

Dettagli

DIVENTARE ED ESSERE UN DIRIGENTE SPORTIVO A MODENA

DIVENTARE ED ESSERE UN DIRIGENTE SPORTIVO A MODENA DIVENTARE ED ESSERE UN DIRIGENTE SPORTIVO A MODENA Un percorso di professionalizzazione dei Dirigenti sportivi Modenesi Bando di Indizione Programma Scheda di iscrizione Il Contesto di riferimento Il movimento

Dettagli

Direzione Generale Ufficio IV. Prot. AOODRER n. 3086 Bologna, 18 marzo 2010

Direzione Generale Ufficio IV. Prot. AOODRER n. 3086 Bologna, 18 marzo 2010 Prot. AOODRER n. 3086 Bologna, 18 marzo 2010 IL DIRETTORE GENERALE VISTO l art. 26, comma 8, della legge 23.12.1998, n. 448, che consente all Amministrazione Scolastica Centrale e Periferica di avvalersi,

Dettagli

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi Area di Riferimento 1 Gestione POF Riscrittura del POF alla luce delle innovazioni normative e dei bisogni formativi attuali, sia interni che del territorio Monitoraggio in itinere dell attuazione del

Dettagli

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE ANNUALITA 2011/2012 Master e Corsi di Specializzazione per Laureati finanziati dalla Regione Campania attraverso Voucher Formativi individuali www.altaformazioneinrete.it

Dettagli

Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro

Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro Linea 3 - possibilità alle aziende che vogliano sperimentare formule di conciliazione dei tempi La

Dettagli

I disabili (di età superiore a 18 anni)

I disabili (di età superiore a 18 anni) 3.9 3.8 I disabili (di età superiore a 18 anni) ambiti bisogni SERVIZI C.I.S.S. DOMICILIARITà POVERTà LAVORO RESIDENZIALITà Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita Avere un sostegno quando la

Dettagli

COMUNE DI PAGLIETA Provincia di Chieti

COMUNE DI PAGLIETA Provincia di Chieti COMUNE DI PAGLIETA Provincia di Chieti PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE per la realizzazione delle pari opportunità tra uomo e donna 2010/2012 PIANO TRIENNALE AZIONI POSITIVE 2010 2012 Fonti normative:

Dettagli

CONFESERCENTI Mercoledì, 23 settembre 2015

CONFESERCENTI Mercoledì, 23 settembre 2015 CONFESERCENTI Mercoledì, 23 settembre 2015 CONFESERCENTI Mercoledì, 23 settembre 2015 23/09/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 9 Adesioni al bando a sostegno delle start up: pochi giorni per

Dettagli

Società ROCCA di MONSELICE S.r.l Monselice (PD) codice fiscale: 02482640287

Società ROCCA di MONSELICE S.r.l Monselice (PD) codice fiscale: 02482640287 REGOLAMENTO per il reclutamento del personale dipendente e per il conferimento di incarichi professionali e collaborazioni (adottato ai sensi della Direttiva C-II DGR n. 258 del 05/03/2013 e successive

Dettagli

guida agli esercizi convenzionati

guida agli esercizi convenzionati guida agli esercizi convenzionati UN MONDO DI SCONTI RISERVATI AI SOCI DELLA BANCA DI FORLÌ Guida agli esercizi convenzionati Un mondo di sconti riservati ai Soci della Banca di Forlì Perchè un Club dei

Dettagli

1) Titolo del progetto: 2) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): 3) Obiettivi del progetto:

1) Titolo del progetto: 2) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): 3) Obiettivi del progetto: 1) Titolo del progetto: Pronto Intervento Sociale 2) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): Area: Assistenza Settori: Anziani (A01) Assistenza Disabili (A06)

Dettagli

PRE-INTESA PER L ATTUAZIONE DEL PROCESSO DI RIQUALIFICAZIONE SUL LAVORO PER OPERATORE SOCIO- SANITARIO NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI RIMINI.

PRE-INTESA PER L ATTUAZIONE DEL PROCESSO DI RIQUALIFICAZIONE SUL LAVORO PER OPERATORE SOCIO- SANITARIO NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI RIMINI. PRE-INTESA PER L ATTUAZIONE DEL PROCESSO DI RIQUALIFICAZIONE SUL LAVORO PER OPERATORE SOCIO- SANITARIO NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI RIMINI. PREMESSO CHE : La Regione Emilia-Romagna con propria deliberazione

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 2014

RASSEGNA STAMPA 2014 RASSEGNA STAMPA 2014 Indice: 10.01.2014 LegaCoop Fundraising strumento su misura per la cooperazione 3 06.02.2014 Tiscali Social Il fundraiser figura chiave del non profit e non solo 4 07.02.2014 Avvenire

Dettagli

AO ORDINE MAURIZIANO DI TORINO. Servizio Sanitario Nazionale Regione Piemonte. Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano di Torino

AO ORDINE MAURIZIANO DI TORINO. Servizio Sanitario Nazionale Regione Piemonte. Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano di Torino Servizio Sanitario Nazionale Regione Piemonte Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano di Torino CONFERIMENTO DELLA POSIZIONE DI COORDINATORE SANITARIO E DI ASSISTENTE SOCIALE CRITERI GENERALI (art. 10 c.8

Dettagli

IFOA 01-28 febbraio 2015

IFOA 01-28 febbraio 2015 IFOA 01-28 febbraio 2015 INDICE IFOA 12/02/2015 Reggionline Ifoa: 6 percorsi di formazione superiore finanziati dalla Regione 10/02/2015 ModenaToday Ifoa propone sei corsi gratuiti di professionalizzazione

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Assessorato all Urbanistica e Enti Locali SCUOLA PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Assessorato all Urbanistica e Enti Locali SCUOLA PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Assessorato all Urbanistica e Enti Locali SCUOLA PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO Corso per la specializzazione delle competenze professionali per l implementazione

Dettagli

Corso di Formazione TECNICO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI IN IMPRESA SOCIALE CORSO GRATUITO PER. Qualifica: TECNICO ESPERTO NELLA GESTIONE di SERVIZI

Corso di Formazione TECNICO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI IN IMPRESA SOCIALE CORSO GRATUITO PER. Qualifica: TECNICO ESPERTO NELLA GESTIONE di SERVIZI CORSO GRATUITO PER Corso di Formazione TECNICO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI IN IMPRESA SOCIALE Qualifica: TECNICO ESPERTO NELLA GESTIONE di SERVIZI Attività cofinanziata dal Contributo di Solidarietà del

Dettagli

SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITÀ ALBERGHIERA

SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITÀ ALBERGHIERA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Professionale Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera A. Vespucci Via Valvassori Peroni 8-20133 Milano - Tel. 02.7610162

Dettagli

Master in Marketing, Comunicazione di Impresa & Sales Management

Master in Marketing, Comunicazione di Impresa & Sales Management Master in Marketing, Comunicazione di Impresa & Sales Management La Scuola PFORM, Scuola di Alta Formazione Manageriale e Consulenza Professionale, nasce dall idea di un gruppo di professionisti che nell

Dettagli

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Legge Regionale 2007, n. 2, articolo 24, comma 13 1/18 Indice Introduzione 3 Piano di marketing strategico per l estero.4 Organizzazione funzione commerciale/ufficio export..5

Dettagli

Hai mai pensato di diventare

Hai mai pensato di diventare Hai mai pensato di diventare Collegati al sito WWW.TU-WELFARE.IT/DITUTTI Compila il modulo di manifestazione di interesse e inviaci il tuo curriculum Attendi l invito all incontro di presentazione del

Dettagli

Prot. n. 14363 Modena, il 30/07/2014

Prot. n. 14363 Modena, il 30/07/2014 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIREZIONE RISORSE UMANE E SANITA Ufficio Selezione ed Assunzione del Personale Via Università 4, Modena Tel.: 059/2056503 2056548-6075; Fax: 059/2056507

Dettagli

BUONE PRASSI IN CONCILIAZIONE DEI TEMPI DI LAVORO E DEI TEMPI FAMILIARI

BUONE PRASSI IN CONCILIAZIONE DEI TEMPI DI LAVORO E DEI TEMPI FAMILIARI BUONE PRASSI IN CONCILIAZIONE DEI TEMPI DI LAVORO E DEI TEMPI FAMILIARI Una guida utile Giovanna Magistro (a cura di) POR PUGLIA 2000-2006 misura 3.14 azione e) N.E.T.T.IN.G. NUOVE ENERGIE SUL TERRITORIO

Dettagli

Programma di Recupero Rilancio Riposizionamento commerciale delle Piccole Imprese del Commercio Turismo e Servizi della Provincia di Ravenna

Programma di Recupero Rilancio Riposizionamento commerciale delle Piccole Imprese del Commercio Turismo e Servizi della Provincia di Ravenna Programma di Recupero Rilancio Riposizionamento commerciale delle Piccole Imprese del Commercio Turismo e Servizi della Provincia di Ravenna Da un idea e progettazione del CAT (Centro di Assistenza Tecnica)

Dettagli

Avviso pubblico: richiesta di manifestazioni di interesse all erogazione di

Avviso pubblico: richiesta di manifestazioni di interesse all erogazione di Avviso pubblico: richiesta di manifestazioni di interesse all erogazione di docenza per il percorso biennale Tecnico superiore per l ideazione, la progettazione e lo sviluppo di applicazioni mobile 1.

Dettagli

GIUSTIZIA E PARITA Donne e professioni in Emilia-Romagna

GIUSTIZIA E PARITA Donne e professioni in Emilia-Romagna Giunta Regionale Direzione Attività Produttive, Commercio, Turismo GIUSTIZIA E PARITA Donne e professioni in Emilia-Romagna Dr.ssa Morena Diazzi Le professioni nei programmi regionali per l Imprenditoria

Dettagli

La buona scuola. Le principali novità introdotte dalla commissione Cultura

La buona scuola. Le principali novità introdotte dalla commissione Cultura La buona scuola Le principali novità introdotte dalla commissione Cultura Nel corso dell esame sul ddl scuola in Commissione, il testo è stato migliorato in molti articoli con il lavoro dei nostri deputati,

Dettagli

CORSI RICONOSCIUTI REGIONE LAZIO

CORSI RICONOSCIUTI REGIONE LAZIO CORSI RICONOSCIUTI REGIONE LAZIO I corsi riconosciuti dalla regione Lazio sono: Corso di addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o

Dettagli

Comune di Castiglione del Lago (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE.

Comune di Castiglione del Lago (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE. Comune di Castiglione del Lago (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE. INDICE TITOLO I ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI art. 1 Finalità

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

Accordo territoriale per la Provincia Autonoma di Bolzano

Accordo territoriale per la Provincia Autonoma di Bolzano Accordo territoriale per la Provincia Autonoma di Bolzano Il giorno 27 del mese di Luglio dell anno 2005 tra Legacoop Bund di Bolzano, rappresentata da Alberto Stenico Ulderico Micocci e Iris Cagalli Confcooperatve

Dettagli

STATE COMODI Assistenza Anziani Progetto di Servizio Civile Nazionale in Italia

STATE COMODI Assistenza Anziani Progetto di Servizio Civile Nazionale in Italia STATE COMODI Assistenza Anziani Progetto di Servizio Civile Nazionale in Italia 1. IN BREVE Il presente progetto intende potenziare la rete di protezione sociale di anziani in particolare situazione di

Dettagli

Contrattazione e welfare

Contrattazione e welfare Contrattazione e welfare D.g.r. 25 ottobre 2012 - n. IX/4221 Misure a sostegno del welfare aziendale ed interaziendale e della conciliazione Famiglia - Lavoro in Lombardia, in riferimento alla LR 7/2012

Dettagli

Servizi alle imprese

Servizi alle imprese Servizi alle imprese CONFEMI S.r.l. è una società del sistema Confesercenti che si propone come partner affidabile per soluzioni outsourcing nelle aree dell amministrazione e contabilità, pianificazione

Dettagli

Formazione 2012. Più valore alla tua Impresa" www.confcommercio.cs.it

Formazione 2012. Più valore alla tua Impresa www.confcommercio.cs.it Formazione 2012 LA GUIDA AI CORSI DI FORMAZIONE DI CONFCOMMERCIO COSENZA Più valore alla tua Impresa" www.confcommercio.cs.it 1 Indice L offerta formativa -------------------------------------------------------------------

Dettagli

CESCOT Firenze srl. Progetti 2013-2014 RELAZIONE DI VALUTAZIONE EX POST

CESCOT Firenze srl. Progetti 2013-2014 RELAZIONE DI VALUTAZIONE EX POST CESCOT Firenze srl Progetti 2013-2014 RELAZIONE DI VALUTAZIONE EX POST Indice I. PREMESSA p. 3 II. CAMPIONE DI INDAGINE E SCHEMA DEI RISULTATI p. 4 III. CONCLUSIONI p. 6 2 I PREMESSA CESCOT Firenze srl,

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato NACCARATO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato NACCARATO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1552 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato NACCARATO Disciplina per l affido dell anziano e dell adulto per la salvaguardia del diritto

Dettagli

III Conferenza Europea dei Servizi alla Persona

III Conferenza Europea dei Servizi alla Persona III Conferenza Europea dei Servizi alla Persona Un Piano Nazionale per lo sviluppo dei SAP in Italia Mario Conclave Italia Lavoro I fenomeni in corso in Italia Fenomeni di medio lungo periodo, che spingono

Dettagli