La riforma del lavoro - Jobs Act. COSA CAMBIA DAVVERO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La riforma del lavoro - Jobs Act. COSA CAMBIA DAVVERO"

Transcript

1 La riforma del lavoro - Jobs Act. COSA CAMBIA DAVVERO Avv. Vittorio De Luca Managing Partner, Studio De Luca Avvocati Giuslavoristi Milano, 24 marzo 2015

2 Legge-delega 10 dicembre 2014, n. 183 Il punto delle riforme Gli interventi legislativi Contratti a termine e apprendistato (D.L. n. 34/2014 conv. in L. n. 78/2014) Legge di stabilità 2015 (L. n. 190/2014) Ammortizzatori sociali e ricollocazione dei lavoratori disoccupati (D. Lgs. n. 22/2015) Contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti (D. Lgs. n. 23/2015) Tipologie contrattuali e mansioni (bozza di decreto presentato dal Consiglio dei Ministri in data 20 febbraio 2015) Maternità e congedi parentali (bozza di decreto presentato dal Consiglio dei Ministri in data 20 febbraio 2015)

3 Il punto delle riforme Gli interventi legislativi Riordino servizi per il lavoro e Politiche Attive Riordino tipologie contrattuali e revisione rapporti di lavoro Riordino ammortizzatori sociali Semplificazione Conciliazione vita e lavoro

4 Flessibilità nel rapporto di lavoro Nuova disciplina delle mansioni Modifica delle mansioni in pejus unilaterale su accordo delle parti presso una delle sedi protette Conservazione del livello di inquadramento e del trattamento retributivo Modifica del livello di inquadramento e del trattamento retributivo

5 Meno Tipologie contrattuali Riordino delle tipologie contrattuali Contratti confermati Contratto di lavoro intermittente Somministrazione di lavoro Apprendistato Lavoro accessorio

6 Meno Tipologie contrattuali Riordino delle tipologie contrattuali Contratti aboliti Lavoro a progetto Associazione in partecipazione con apporto di lavoro Lavoro ripartito

7 La riforma del lavoro - Jobs Act. COSA CAMBIA DAVVERO IL CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI

8 Criteri Direttivi Indennizzo economico certo e crescente con l anzianità di servizio Reintegrazione, solo per licenziamenti: i) discriminatori o nulli ii) disciplinari ingiustificati (limitatamente a specifiche fattispecie) Reintegrazione esclusa per motivi economici

9 Criteri Direttivi «più conveniente rispetto agli altri tipi di contratto in termini di oneri diretti e indiretti»

10 Definizione «la forma comune di rapporto di lavoro»

11 Definizione Non è una nuova tipologia contrattuale Non cambia le regole di svolgimento del rapporto di lavoro Detta una nuova disciplina delle tutele applicabili in caso di licenziamento illegittimo

12 Destinatari: DATORI DI LAVORO Imprenditori Datori di lavoro privati Non imprenditori

13 Campo di applicazione

14 Destinatari: LAVORATORI Operai Impiegati Quadri

15 Destinatari: LAVORATORI Dirigenti Non si applica Si applica Il D. Lgs. n. 23/2015 L articolo 18, commi 1-3, St. Lav.

16 Definizione

17 Tutele in caso di licenziamento illegittimo Tutela reale «piena» Tutela reale «attenuata» Tutela obbligatoria «standard» Tutela obbligatoria «ridotta»

18 Tutela reale piena Reintegrazione del lavoratore Indennità risarcitoria non inferiore a 5 mensilità Opting out per il lavoratore

19 Tutela reale attenuata Reintegrazione del lavoratore Indennità risarcitoria non inferiore a 12 mensilità Opting out per il lavoratore

20 Tutela obbligatoria standard Indennità 2 mensilità x ciascun anno di anzianità Indennità minima Indennità massima 4 mensilità 24 mensilità

21 Tutela obbligatoria standard / Indennità Fornero Anzianità del lavoratore Numero dei dipendenti occupati Dimensioni dell attività economica Comportamento delle parti Iniziative ricerca di nuova occupazione FORNERO - JOBS ACT

22 Tutela obbligatoria ridotta Indennità 1 mensilità x ciascun anno di anzianità Indennità minima Indennità massima 2 mensilità 12 mensilità

23 Retribuzione di riferimento Ultima retribuzione di riferimento per il calcolo del TFR Retribuzione globale di fatto

24 Tutela reale piena Tutela reale «piena» Licenziamento discriminatorio Licenziamento nullo Licenziamento intimato in forma orale Licenziamento per motivo consistente nella disabilità fisica o psichica del lavoratore

25 Tutela reale attenuata Tutela reale «attenuata» Solo in caso di licenziamento per: Giusta Causa o Giustificato Motivo Soggettivo Esclusa in caso di: Giustificato Motivo Oggettivo

26 Tutela reale attenuata Tutela reale «attenuata» Condizioni di applicabilità: «insussistenza del fatto materiale contestato» «direttamente dimostrata in giudizio» «estranea ogni valutazione circa la sproporzione del licenziamento»

27 Tutela obbligatoria standard Tutela obbligatoria «standard» «non ricorrono gli estremi del licenziamento per giustificato motivo oggettivo o per giustificato motivo soggettivo o giusta causa» (art. 3 comma 1)

28 Tutela obbligatoria ridotta Tutela obbligatoria «ridotta» Licenziamento affetto da vizi formali e procedurali

29 Offerta di conciliazione Intimazione e comunicazione del licenziamento Offerta di conciliazione Entro 60 giorni Accettazione da parte del lavoratore Estinzione del rapporto di lavoro

30 Offerta di conciliazione

31 Offerta di conciliazione Indennità Standard Offerta di Conciliazione Indennizzo Standard Netto (30% imposte)

32 Licenziamenti collettivi Tutela reale «piena» Tutela obbligatoria «standard» Violazione delle forme previste dalla legge Violazione della procedura e dei criteri di scelta

Il Jobs Act al traguardo: tutele crescenti e contratto a tempo determinato.

Il Jobs Act al traguardo: tutele crescenti e contratto a tempo determinato. Milano, 12 ottobre 2015 Il Jobs Act al traguardo: tutele crescenti e contratto a tempo determinato. Presentazione a «Tuttolavoro, Il Sole 24 Ore» Avv. Angelo Zambelli Il contratto a tutele crescenti: licenziamento

Dettagli

Contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti

Contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti Contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti Il decreto legislativo n. 23/2015 introduce nel nostro ordinamento giuridico il contratto a tutele crescenti, definendo altresì un nuovo regime sanzionatorio

Dettagli

Normativa sui licenziamenti: analisi casi pratici nel raffronto tra nuove previsioni contenute nel d.lgs. 23/2015 e le altre disposizioni di legge.

Normativa sui licenziamenti: analisi casi pratici nel raffronto tra nuove previsioni contenute nel d.lgs. 23/2015 e le altre disposizioni di legge. Normativa sui licenziamenti: analisi casi pratici nel raffronto tra nuove previsioni contenute nel d.lgs. 23/2015 e le altre disposizioni di legge. MARTEDI 28 APRILE 2015 Massimiliano Gerardi - Consulente

Dettagli

IL CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI

IL CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI I LE QUADERNI GUIDE DI DI Job Quaderni del delegato/2 IL CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI A cura del Dipartimento Formazione CISL Milano Metropoli Questo secondo numero è dedicato al nuovo contratto a tempo

Dettagli

I NUOVI PRINCIPI E CONFINI DEL DIRITTO DEL LAVORO Una prima lettura dei d.lgs. n. 22 e 23/2015 e dello schema di decreto A.G. n. 158, art.

I NUOVI PRINCIPI E CONFINI DEL DIRITTO DEL LAVORO Una prima lettura dei d.lgs. n. 22 e 23/2015 e dello schema di decreto A.G. n. 158, art. I NUOVI PRINCIPI E CONFINI DEL DIRITTO DEL LAVORO Una prima lettura dei d.lgs. n. 22 e 23/2015 e dello schema di decreto A.G. n. 158, art. 47 Relazione al Congresso Unirec Roma, 14 maggio 2015 Il contenuto

Dettagli

Il licenziamento e il contratto a tutele crescenti. Marco Biasi Trento 30 marzo 2015

Il licenziamento e il contratto a tutele crescenti. Marco Biasi Trento 30 marzo 2015 Il licenziamento e il contratto a tutele crescenti Marco Biasi Trento 30 marzo 2015 I presupposti del licenziamento: ieri e oggi Il principio fondamentale: la necessaria giustificazione del recesso datoriale

Dettagli

Il lavoro per gli under 30: Garanzia Giovani e altre opportunità

Il lavoro per gli under 30: Garanzia Giovani e altre opportunità Incontro informativo Il lavoro per gli under 30: Garanzia Giovani e altre opportunità Relatore - Francesco Banzatti - Area Lavoro e Previdenza Assolombarda Questo materiale è predisposto da Assolombarda

Dettagli

Il lavoro al tempo del Jobs Act. Roma, 22 aprile 2015

Il lavoro al tempo del Jobs Act. Roma, 22 aprile 2015 1 Il lavoro al tempo del Jobs Act Roma, 22 aprile 2015 Presentazione dei temi e moderatore Avv. Stefano Beretta Partner Fondatore Trifirò & Partners - Avvocati 2 Strumenti del JOBS ACT: Decreto Poletti

Dettagli

IL CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI Una prima lettura dello schema di decreto approvato dal Governo il 24 dicembre

IL CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI Una prima lettura dello schema di decreto approvato dal Governo il 24 dicembre IL CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI Una prima lettura dello schema di decreto approvato dal Governo il 24 dicembre Relazione introduttiva al convegno promosso da GiGroup 12 gennaio 2015 Gli strumenti del Jobs

Dettagli

I NUOVI INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI

I NUOVI INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI DI CHE COSA PARLIAMO Principi e regole sugli incentivi (Fornero) Premio assunzioni di giovani (Decreto Lavoro) Sgravio per over50enni e donne (Fornero) Premio assunzione disoccupati (Aspi) Premio a chi

Dettagli

Circolare n. 4 del 2 febbraio 2016

Circolare n. 4 del 2 febbraio 2016 Direzione Generale degli Ammortizzatori sociali e I.O. Circolare n. 4 del 2 febbraio 2016 Oggetto: Normativa in materia di ammortizzatori sociali in deroga - D.Lgs n. 148 del 14 settembre 2015; Legge n.

Dettagli

Incentivi alle Aziende

Incentivi alle Aziende Provincia di Pordenone Settore Politiche del Lavoro e Programmazione Sociale STRUMENTI Incentivi alle Aziende Pordenone 19 Marzo 2009 Legge Regionale 18/2005, articoli 30, 31, 32 e 33 D.P.REG. 0342/Pres

Dettagli

NUOVE OPPORTUNITÀ PER I CONSULENTI DEL LAVORO NELLE COMMISSIONI DI CONCILIAZIONE DOPO IL JOBS ACT

NUOVE OPPORTUNITÀ PER I CONSULENTI DEL LAVORO NELLE COMMISSIONI DI CONCILIAZIONE DOPO IL JOBS ACT NUOVE OPPORTUNITÀ PER I CONSULENTI DEL LAVORO NELLE COMMISSIONI DI CONCILIAZIONE DOPO IL JOBS ACT Brescia, 29 ottobre 2015 Relatore: dott. Massimo Brisciani ARGOMENTI T U T E L E C R E S C E N T I 3 C

Dettagli

La riforma del mercato del lavoro (in entrata ed uscita): prime riflessioni sull impatto in termini di sicurezza ad ogni età Avv.

La riforma del mercato del lavoro (in entrata ed uscita): prime riflessioni sull impatto in termini di sicurezza ad ogni età Avv. La riforma del mercato del lavoro (in entrata ed uscita): prime riflessioni sull impatto in termini di sicurezza ad ogni età Avv. Maria Giovannone Responsabile Ufficio V Salute e Sicurezza sul Lavoro ANMIL

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE. Sezione prima TEMI GENERALI E FONTI CAPITOLO I DIRITTO DEL LAVORO E DINTORNI

INDICE INTRODUZIONE. Sezione prima TEMI GENERALI E FONTI CAPITOLO I DIRITTO DEL LAVORO E DINTORNI INTRODUZIONE 1. Diritto e vita... 1 2. Fra metodo e filosofia... 4 3. Dal testo alla cosa... 5 4....e dalla cosa al testo: a) il linguaggio... 8 5. b) Alla ricerca della ratio : per un interpretazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE Articolo 1 Premessa. Levante Multiservizi srl (di seguito Società) è società a responsabilità limitata con il 60% di capitale pubblico e il 40% di capitale

Dettagli

Indice sommario INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 GLI OBIETTIVI DELLA RIFORMA E LE CARATTERISTICHE GENERALI DELL IMPIANTO NORMATIVO di GIUSEPPE PELLACANI

Indice sommario INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 GLI OBIETTIVI DELLA RIFORMA E LE CARATTERISTICHE GENERALI DELL IMPIANTO NORMATIVO di GIUSEPPE PELLACANI V INDICE SOMMARIO Gli Autori.... XIII Capitolo 1 GLI OBIETTIVI DELLA RIFORMA E LE CARATTERISTICHE GENERALI DELL IMPIANTO NORMATIVO di GIUSEPPE PELLACANI 1. La riforma del mercato del lavoro Monti-Fornero:

Dettagli

INCENTIVI PER LE ASSUNZIONI

INCENTIVI PER LE ASSUNZIONI INCENTIVI PER LE ASSUNZIONI Principali incentivi Principali incentivi Legge di stabilità 2016 Incentivo per occupazione Principali incentivi Legge di stabilità 2016 Incentivo per occupazione Tirocinio

Dettagli

ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO ANNO 2015: SGRAVIO CONTRIBUTIVO TRIENNALE

ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO ANNO 2015: SGRAVIO CONTRIBUTIVO TRIENNALE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO ANNO 2015: SGRAVIO CONTRIBUTIVO TRIENNALE DATORI DI LAVORO BENEFICIARI ESONERO CONTRIBUTIVO REQUISITI DIPENDENTE Tutti i datori di lavoro privati (per i datori di lavoro

Dettagli

Provincia di Forlì-Cesena Servizio Istruzione, Formazione e Politiche del Lavoro

Provincia di Forlì-Cesena Servizio Istruzione, Formazione e Politiche del Lavoro Provincia Forlì-Cesena Servizio Istruzione, Formazione e Politiche del SERVIZI PROVINCIALI PER L IMPIEGO INFORMATIVA SULLE NUOVE REGOLE PER L ACQUISIZIONE E LA SOSPENSIONE DELLO STATO DI DISOCCUPATO AI

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Paragrafo A AZIONI STRAORDINARIE PER L OCCUPAZIONE Le parti firmatarie concordano sulla stabilizzazione, fino all adozione delle misure attuative della delega sugli ammortizzatori sociali, delle disposizioni

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 29/01/2016

Direzione Centrale Entrate. Roma, 29/01/2016 Direzione Centrale Entrate Roma, 29/01/2016 Circolare n. 16 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

DESCRIZIONE BENEFICIO

DESCRIZIONE BENEFICIO DESCRIZIONE BENEFICIO Lavoratori assunti ai sensi dell art.8, comma 9, della Legge 29/12/90, n.407, aventi titolo alla riduzione del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro -disoccupati o cassintegrati

Dettagli

GLI INCENTIVI IN VIGORE NEL 2014 IN MATERIA DI ASSUNZIONE

GLI INCENTIVI IN VIGORE NEL 2014 IN MATERIA DI ASSUNZIONE GLI INCENTIVI IN VIGORE NEL 2014 IN MATERIA DI ASSUNZIONE INCENTIVO : Giovani (l.99/2013) L incentivo è pari: -ad 1/3 della retribuzione mensile lorda ai fini previdenziali e, in ogni caso, non può superare

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica XI Commissione Lavoro, Previdenza Sociale Schema di decreto legislativo recante il testo organico delle tipologie contrattuali e la revisione della disciplina delle mansioni (esame

Dettagli

Decreto legislativo n. 276/03 artt. 47-53

Decreto legislativo n. 276/03 artt. 47-53 Decreto legislativo n. 276/03 artt. 47-53 Titolo VI Apprendistato e contratto di inserimento Capo I Apprendistato Art. 47 Definizione, tipologie e limiti quantitativi 1. Ferme restando le disposizioni

Dettagli

IL CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO A TUTELE CRESCENTI

IL CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO A TUTELE CRESCENTI CENTRO C RICERCHE R E ECONOMICHE E E SOCIALI S I E DEL LAVORO L O IL CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO A TUTELE CRESCENTI a cura di GIUSEPPE GENTILE La ricerca è stata realizzata dal Cresl - Centro

Dettagli

3. I licenziamenti collettivi. La procedura

3. I licenziamenti collettivi. La procedura Enacting Jobs Act Normativa e prassi 3. I licenziamenti collettivi. La procedura Diversamente dalle fattispecie precedenti, il licenziamento collettivo non è riconducibile alla volontà o ad un comportamento

Dettagli

etica, economia e lavoro

etica, economia e lavoro etica, economia e lavoro Marina Brollo Prof. ordinario di diritto del lavoro Dipartimento di Scienze Giuridiche A.A. 2007-2008 ambiti di azione Valorizzazione del capitale umano Gestione delle risorse

Dettagli

Art. 2 Aumenti della retribuzione base

Art. 2 Aumenti della retribuzione base CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO RELATIVO AL PERSONALE DEL COMPARTO DI ALTA FORMAZIONE E SPECIALIZZAZIONE ARTISTICA E MUSICALE PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008 2009 INDICE Art.1 Campo di applicazione,

Dettagli

Il contratto a tutele crescenti - sintesi della disciplina

Il contratto a tutele crescenti - sintesi della disciplina Il contratto a tutele crescenti - sintesi della disciplina (d. lgs. 23/2015) Il governo Renzi, in attuazione di una delle deleghe contenute nella legge n. 183 del 10 dicembre 2014 (c.d. Jobs Act), ha definitivamente

Dettagli

DONNE E GIOVANI: LE FAQ DELL INPS SUGLI INCENTIVI

DONNE E GIOVANI: LE FAQ DELL INPS SUGLI INCENTIVI INFORMATIVA N. 337 31 OTTOBRE 2012 Previdenziale DONNE E GIOVANI: LE FAQ DELL INPS SUGLI INCENTIVI! www.inps.it Sul sito internet dell INPS (seguendo il percorso Informazioni/Aziende, consulenti e professionisti/incentivi

Dettagli

Inquadramento sistematico della riforma e contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti

Inquadramento sistematico della riforma e contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti Inquadramento sistematico della riforma e contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti Francesco Bacchini Università degli Studi di Milano-Bicocca Of Counsel Studio Legale Lexellent Il

Dettagli

TABELLA AGEVOLAZIONI SUBORDINATE AL POSSESSO DEL DOCUMENTO DI REGOLARITA' CONTRIBUTIVA

TABELLA AGEVOLAZIONI SUBORDINATE AL POSSESSO DEL DOCUMENTO DI REGOLARITA' CONTRIBUTIVA TABELLA AGEVOLAZIONI SUBORDINATE AL POSSESSO DEL DOCUMENTO DI REGOLARITA' CONTRIBUTIVA Lavoratori assunti ai sensi dell'art. 8, comma 9, della Legge 29/12/90, n.407, aventi titolo alla riduzione del 50%

Dettagli

JOBS ACT: IL CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO A TUTELE CRESCENTI: CAMPO DI APPLICAZIONE.

JOBS ACT: IL CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO A TUTELE CRESCENTI: CAMPO DI APPLICAZIONE. DIPARTIMENTO DIRITTO DEL LAVORO APRILE 2015 JOBS ACT: IL CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO A TUTELE CRESCENTI: CAMPO DI APPLICAZIONE. Il 20 febbraio u.s. il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva

Dettagli

CIRCOLARE DEL 25 OTTOBRE 2011 Ai gentili Clienti. Oggetto: APPRENDISTATO - IN VIGORE IL NUOVO TESTO UNICO

CIRCOLARE DEL 25 OTTOBRE 2011 Ai gentili Clienti. Oggetto: APPRENDISTATO - IN VIGORE IL NUOVO TESTO UNICO CIRCOLARE DEL 25 OTTOBRE 2011 Ai gentili Clienti Oggetto: APPRENDISTATO - IN VIGORE IL NUOVO TESTO UNICO In data 14 settembre 2011 è stato emanato il D.Lgs. n.167 rubricato Testo Unico dell Apprendistato,

Dettagli

REGOLAMENTAZIONE NAZIONALE DEL CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO E ATTUAZIONE DEL DIRITTO DELL UNIONE

REGOLAMENTAZIONE NAZIONALE DEL CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO E ATTUAZIONE DEL DIRITTO DELL UNIONE INFORMATIVA SULLA NORMATIVA COMUNITARIA N. 094 MARZO 2015 REGOLAMENTAZIONE NAZIONALE DEL CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO E ATTUAZIONE DEL DIRITTO DELL UNIONE La Corte di giustizia CE, in merito

Dettagli

Il Jobs Act e i primi decreti

Il Jobs Act e i primi decreti Paola Costa Il Jobs Act e i primi decreti attuativi Abstract: Il Governo ha approvato in via definitiva i primi due decreti legislativi di attuazione della Legge delega per la riforma del mercato del lavoro

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con Visto l articolo 1, comma 284, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, che detta una disciplina intesa ad agevolare il passaggio al lavoro a tempo parziale del personale dipendente del settore privato in

Dettagli

MOTIVI DEL LICENZIAMENTO. Art. 2119 Codice Civile - Recesso per giusta causa. Art. 3 legge 604/66. Giusta causa

MOTIVI DEL LICENZIAMENTO. Art. 2119 Codice Civile - Recesso per giusta causa. Art. 3 legge 604/66. Giusta causa IL LICENZIAMENTO INDIVIDUALE MOTIVI DEL LICENZIAMENTO Giusta causa Art. 2119 Codice Civile - Recesso per giusta causa Ciascuno dei contraenti può recedere dal contratto prima della scadenza del termine,

Dettagli

TRASFERIMENTO E MUTAMENTO DI MANSIONI. SCUOLA FORENSE MILANO 6 MARZO 2015 Avv. Antonella Negri. www.beplex.com

TRASFERIMENTO E MUTAMENTO DI MANSIONI. SCUOLA FORENSE MILANO 6 MARZO 2015 Avv. Antonella Negri. www.beplex.com TRASFERIMENTO E MUTAMENTO DI MANSIONI SCUOLA FORENSE MILANO 6 MARZO 2015 Avv. Antonella Negri www.beplex.com Il mutamento del luogo di esecuzione della prestazione lavorativa 1. Il trasferimento 2. La

Dettagli

contratto a tutele crescenti e licenziamenti

contratto a tutele crescenti e licenziamenti 16/02/15 contratto a tutele crescenti e licenziamenti 13 febbraio 2015 relatore: sarah barutti s.barutti@spolverato.com www.spolverato.com CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI Il 24 dicembre 2014 il Consiglio

Dettagli

FLESSIBILITA, TUTELE E DIRITTI

FLESSIBILITA, TUTELE E DIRITTI FLESSIBILITA, TUTELE E DIRITTI Fiorenzo Colombo Segretario Generale Femca Cisl Lombardia Convegno La gestione flessibile come sistema: organizzazioni, mestieri, qualità Verona 12 Giugno 2003 12 giugno

Dettagli

La lente sul fisco. Disciplina dell apprendistato dopo la riforma del mercato del lavoro. Guida Operativa. L Aggiornamento Professionale on-line

La lente sul fisco. Disciplina dell apprendistato dopo la riforma del mercato del lavoro. Guida Operativa. L Aggiornamento Professionale on-line La lente sul fisco L Aggiornamento Professionale on-line Guida Operativa Disciplina dell apprendistato dopo la riforma del mercato del lavoro. A cura della Redazione La Lente sul Fisco Coordinamento scientifico

Dettagli

Contenuti / Finalmente! Nuove Tutele Crescenti. marzo 15 numero 2

Contenuti / Finalmente! Nuove Tutele Crescenti. marzo 15 numero 2 Marzo 15 numero 2 Contenuti / Nuove Tutele Crescenti Applicazione Norme - p.2 Licenziamento Discriminatorio - p.3 Licenziamento Giustificato Motivo e Giusta Causa - p.4 Vizi Formali - p.5 Offerta Conciliazione

Dettagli

il contenzioso del lavoro in materia di licenziamenti

il contenzioso del lavoro in materia di licenziamenti il contenzioso del lavoro in materia di licenziamenti relatrice: Sarah Barutti brtsrh@unife.it DI COSA PARLIAMO 1. GLI EFFETTI DELLA RIFORMA: UNA LETTURA DEI DATI. 2. VECCHI E NUOVI ASSUNTI: COME E CAMBIATA

Dettagli

La costituzione del rapporto di lavoro dipendente

La costituzione del rapporto di lavoro dipendente Stampa La costituzione del rapporto di lavoro dipendente admin, Bruno Olivieri in Consulenza del lavoro, Corso paghe La costituzione del rapporto di lavoro tra azienda e lavoratore è il momento in cui

Dettagli

La nuova disciplina dei licenziamenti disciplinari

La nuova disciplina dei licenziamenti disciplinari Milano, 30 marzo 2015 La nuova disciplina dei licenziamenti disciplinari Presentazione a «Tutto Lavoro» Avv. Angelo Zambelli Licenziamento disciplinare espressione del potere disciplinare del datore di

Dettagli

(L. 300/70) modificato dalla L. 92/2012, (attuativo del c.d. Jobs Act): Tutela reale e tutela indennitaria

(L. 300/70) modificato dalla L. 92/2012, (attuativo del c.d. Jobs Act): Tutela reale e tutela indennitaria L.U.M.S.A. Corso di Diritto del Lavoro a.a. 2015-2016 Prof. Megna Maria Rosalia ART. 18 Statuto Lavoratori (L. 300/70) modificato dalla L. 92/2012, e d. lgs. n. 23/2015 del 4.03.2015 (attuativo del c.d.

Dettagli

Lavorare oggi. Leggi e contratti: primi elementi.

Lavorare oggi. Leggi e contratti: primi elementi. Lavorare oggi. Leggi e contratti: primi elementi. Comunicazione di Silvano Saccani Sindacalista CGIL di Mantova 1 si.sa. - cgil mantova 1 LE TIPOLOGIE DEL LAVORO Lavoro dipendente Lavoro autonomo Lavoro

Dettagli

JOBS ACT il punto sullo stato di attuazione della riforma

JOBS ACT il punto sullo stato di attuazione della riforma JOBS ACT il punto sullo stato di attuazione della riforma Avv. Sergio Passerini Avv. Evangelista Basile Studio legale Ichino - Brugnatelli e Associati Varese, 16 marzo 2015 I testi della riforma Decreto

Dettagli

Sgravi Contributivi per Nuove Assunzioni e nuove disposizioni in tema di Contratto del Lavoro

Sgravi Contributivi per Nuove Assunzioni e nuove disposizioni in tema di Contratto del Lavoro a Tutti i Clienti Loro sedi Oggetto: Sgravi Contributivi per Nuove Assunzioni e nuove disposizioni in tema di Contratto del Lavoro Tra la fine del 2014 e l inizio del 2015 sono state introdotte importanti

Dettagli

JOBS ACT Contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti

JOBS ACT Contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti JOBS ACT Contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti A cura del Sito Web Servizio Coordinamento Centri per l Impiego Città Metropolitana di Torino 18 Marzo 2015 INTRODUZIONE In data 6 marzo 2015

Dettagli

Oggetto: Informativa n. 2. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione.

Oggetto: Informativa n. 2. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Alle ditte Clienti Loro sedi Collecchio, 18/05/2015 Oggetto: Informativa n. 2. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito a: JOBS ACT: come cambierà

Dettagli

Spiegate le novità per la finestra mobile e i tempi.

Spiegate le novità per la finestra mobile e i tempi. Spiegate le novità per la finestra mobile e i tempi. Pubblicata dall INPDAP, in data 9 novembre 2011, la circolare n 16, avente come oggetto Interventi in 1.1) Documentazione disponibile > INPDAP, 9 novembre

Dettagli

Contratto collettivo nazionale di lavoro per i lavoratori dipendenti delle

Contratto collettivo nazionale di lavoro per i lavoratori dipendenti delle C.C.N.L. 27-01-1998 Contratto collettivo nazionale di lavoro per i lavoratori dipendenti delle imprese artigiane dei settori tessile - abbigliamento - calzaturiero Epigrafe Scadenze contrattuali Verbale

Dettagli

Legge europea 2013-bis: estensione della disciplina dei licenziamenti collettivi ai dirigenti.

Legge europea 2013-bis: estensione della disciplina dei licenziamenti collettivi ai dirigenti. Legge europea 2013-bis: estensione della disciplina dei licenziamenti collettivi ai dirigenti. Con sentenza del 13 febbraio 2014, resa nella causa C-596/12, la Corte di Giustizia ha condannato l Italia

Dettagli

TOP SERVICES HEALTH OGGETTO: ASSUNZIONI AGEVOLATE: GUIDA AI NUOVI INCENTIVI

TOP SERVICES HEALTH OGGETTO: ASSUNZIONI AGEVOLATE: GUIDA AI NUOVI INCENTIVI Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: ASSUNZIONI AGEVOLATE: GUIDA AI NUOVI INCENTIVI Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza delle possibilità

Dettagli

JOBS ACT. Riforma del diritto del lavoro promossa ed attuata dal governo Renzi e costituita da una serie di norme approvate tra il 2014 e il 2015.

JOBS ACT. Riforma del diritto del lavoro promossa ed attuata dal governo Renzi e costituita da una serie di norme approvate tra il 2014 e il 2015. JOBS ACT Riforma del diritto del lavoro promossa ed attuata dal governo Renzi e costituita da una serie di norme approvate tra il 2014 e il 2015. STUDIO LEGALE FERRIERI Alessandra Napetti Greta Ramella

Dettagli

Come sta cambiando il diritto del lavoro: leggi e giurisprudenza. Bergamo, 11 giugno 2015

Come sta cambiando il diritto del lavoro: leggi e giurisprudenza. Bergamo, 11 giugno 2015 Come sta cambiando il diritto del lavoro: leggi e giurisprudenza Bergamo, 11 giugno 2015 Il rapporto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti. Confronto tra Riforma Fornero e Jobs Act IL JOBS

Dettagli

IL NUOVO LICENZIAMENTO INDIVIDUALE

IL NUOVO LICENZIAMENTO INDIVIDUALE IL NUOVO LICENZIAMENTO INDIVIDUALE Avv. Ernesto Vitiello 1 IL D.LGS. N. 23 DEL 4 MARZO 2015 Tale decreto ha dato corpo, per quanto riguarda i licenziamenti, ai principi programmatici di cui alla lettera

Dettagli

DIMOSTRATIVO

DIMOSTRATIVO Vertenza di lavoro promossa da DIMOSTRATIVO WWW.CONTEGGIVERTENZELAVORO.IT contro DEMO CONTEGGI Elaborato da www.conteggivertenzelavoro.it Pagina 1/ 7 Data di assunzione: 01/01/2012 Data di risoluzione:

Dettagli

Guida ai nuovi ammortizzatori sociali A CURA DELLA FIM-CISL NAZIONALE

Guida ai nuovi ammortizzatori sociali A CURA DELLA FIM-CISL NAZIONALE Guida ai nuovi ammortizzatori A CURA DELLA FIM-CISL NAZIONALE ai nuovi ammortizzatori GUIDA AI NUOVI AMMORTIZZATORI SOCIALI ai nuovi ammortizzatori indice 7 Introduzione 11 LA CASSA INTEGRAZIONE ORDINARIA

Dettagli

JOBS ACT Contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti

JOBS ACT Contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti JOBS ACT Contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti A cura del Sito Web Servizio Coordinamento Centri per l Impiego Città Metropolitana di Torino 27 luglio 2015 DEFINIZIONE Il contratto a tempo

Dettagli

Riferimenti normativi

Riferimenti normativi LR 3/2015 (Rilancimpresa) Contributi a sostegno dell autoimprenditorialità nelle situazioni di crisi da attuarsi nella forma cooperativa nel settore manifatturiero e terziario (art. 31) Pordenone, 4 maggio

Dettagli

Dott. Giovanni Mottese

Dott. Giovanni Mottese ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI circoscrizione del Tribunale di Catania Assunzioni agevolate per lavoratori iscritti in liste di mobilità e percettori di NASPi Dott. Giovanni

Dettagli

Jobs Act Licenziamenti individuali e collettivi Nuovo sistema sanzionatorio

Jobs Act Licenziamenti individuali e collettivi Nuovo sistema sanzionatorio Jobs Act Licenziamenti individuali e collettivi Nuovo sistema sanzionatorio Illecito assunti fino al 6 marzo 2015 assunti dal 7 marzo 2015 discriminatorio Per avere licenziato il prestatore di lavoro per

Dettagli

SINTESI CCNL LAVORO DOMESTICO

SINTESI CCNL LAVORO DOMESTICO Via Buonarroti, 51 00185 Roma Tel. 06-4927291 Fax 06-4467351 E. Mail regionalelazio@filcams.cgil.it Sito: www.lazio.cgil.it/filcams SINTESI CCNL LAVORO DOMESTICO PERIODO DI PROVA art. 13 Il periodo deve

Dettagli

La Disoccupazione AGRICOLA 2009

La Disoccupazione AGRICOLA 2009 La Disoccupazione AGRICOLA 2009 DISOCCUPAZIONE AGRICOLA Viene distinta in: Indennità Ordinaria per gli operai agricoli Trattamento Speciale per gli operai agricoli Premessa : Dal 01/01/1999 non c è diritto

Dettagli

Ammortizzatori Sociali in deroga e Incentivi per il Lavoro

Ammortizzatori Sociali in deroga e Incentivi per il Lavoro Ammortizzatori Sociali in deroga e Incentivi per il Lavoro Strumenti per lavoratori e disoccupati 25/02/2010 a cura di Massimo Di Cesare 1 Strumenti ordinari Gli strumenti ordinari di sostegno al reddito

Dettagli

DECRETI ATTUATIVI JOBS ACT (Legge n. 183/2014)

DECRETI ATTUATIVI JOBS ACT (Legge n. 183/2014) DECRETI ATTUATIVI JOBS ACT (Legge n. 183/2014) DECRETO CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO A TUTELE CRESCENTI DECRETO AMMORTIZZATORI SOCIALI IN CASO DI DISOCCUPAZIONE DECRETO RIORDINO TIPOLOGIE CONTRATTUALI

Dettagli

L appuntamento con l Esperto Jobs Act: il contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti. Alberto Bosco

L appuntamento con l Esperto Jobs Act: il contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti. Alberto Bosco L appuntamento con l Esperto Jobs Act: il contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti Alberto Bosco La L. 10 dicembre 2014, n. 183, all art. 1, co. 7, lettera c) dispone che la delega va attuata,

Dettagli

RELAZIONE TRA FONTI REGOLATRICI DEL RAPPORTO DI LAVORO

RELAZIONE TRA FONTI REGOLATRICI DEL RAPPORTO DI LAVORO RELAZIONE TRA FONTI REGOLATRICI DEL RAPPORTO DI LAVORO LE FONTI DELL ORDINAMENTO GIURIDICO ITALIANO REGOLAMENTI E DIRETTIVE UE COSTITUZIONE ART. 1 PRELEGGI: LEGGI Legge Atti aventi forza di legge: Decreti

Dettagli

Circolare N. 162 del 19 Novembre 2015

Circolare N. 162 del 19 Novembre 2015 Circolare N. 162 del 19 Novembre 2015 Congedi parentali e fruizione oraria: come possono essere utilizzati? Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che l INPS, con il messaggio n. 6704

Dettagli

JOBS ACT E LA NUOVA DISCIPLINA DEI LICENZIAMENTI IL CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI

JOBS ACT E LA NUOVA DISCIPLINA DEI LICENZIAMENTI IL CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI JOBS ACT IL CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI E LA NUOVA DISCIPLINA DEI LICENZIAMENTI Convegno «JOBS ACT La riforma del lavoro come funzione e cosa cambia» Padova, martedì 31 marzo 2015 COSA CAMBIA? INTRODUZIONE

Dettagli

Contratto collettivo integrativo di lavoro

Contratto collettivo integrativo di lavoro Contratto collettivo integrativo di lavoro MARZO 2013 CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DI LAVORO PER TUTTI I DIPENDENTI DELL AGENZIA AGRIS SARDEGNA, ESCLUSI QUELLI CON QUALIFICA DIRIGENZIALE. IL GIORNO

Dettagli

Manuali per la Gestione dell Orario di Lavoro. Tutela della maternità Misure di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro

Manuali per la Gestione dell Orario di Lavoro. Tutela della maternità Misure di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro Tutela della maternità Misure di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro Contesto normativo di riferimento Legge n. 53/2000 Decreto Legislativo n. 151/2001 Decreto legislativo n. 80/2015 in attuazione

Dettagli

Le agevolazioni per assunzioni: altre categorie di lavoratori

Le agevolazioni per assunzioni: altre categorie di lavoratori Le agevolazioni per assunzioni: altre categorie di lavoratori AGEVOLAZIONI E RIFERIMENTO NORMATIVO REQUISITI LAVORATORI AZIENDE DESTINATARIE DETTAGLI BENEFICI PREVISTI PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI RACCOMANDAZIONE

Dettagli

La nuova disciplina dei licenziamenti Il testo attuale

La nuova disciplina dei licenziamenti Il testo attuale La nuova disciplina dei licenziamenti Il testo attuale Articoli 13-21 del disegno di legge n. 3249, nel testo ad oggi approvato dalla Commissione Lavoro del Senato Capo III DISCIPLINA IN TEMA DI FLESSIBILITÀ

Dettagli

Servizio Supporto Normativo Giuslavoristico Sito Web Centri per l Impiego di Torino 17 maggio 2016

Servizio Supporto Normativo Giuslavoristico Sito Web Centri per l Impiego di Torino 17 maggio 2016 Servizio Supporto Normativo Giuslavoristico Sito Web Centri per l Impiego di Torino 17 maggio 2016 COLLABORAZIONI A PROGETTO Abrogazione del contratto a progetto che non puo essere stipulato alla data

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AREA DIRIGENZA MEDICO-VETERINARIA DEL S.S.N. (sottoscritto il 17 ottobre 2008)

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AREA DIRIGENZA MEDICO-VETERINARIA DEL S.S.N. (sottoscritto il 17 ottobre 2008) CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AREA DIRIGENZA MEDICO-VETERINARIA DEL S.S.N. (sottoscritto il 17 ottobre 2008) PARTE ECONOMICA BIENNIO 2006-2007 Articoli di riferimento per il trattamento economico

Dettagli

JOBS ACT IN PROGRESS Diritti dei lavoratori e occupazione nella riforma del mercato del lavoro

JOBS ACT IN PROGRESS Diritti dei lavoratori e occupazione nella riforma del mercato del lavoro JOBS ACT IN PROGRESS Diritti dei lavoratori e occupazione nella riforma del mercato del lavoro Decreto Poletti marzo 2014 I parte Jobs Act Legge n. 183 del 10 dicembre 2014 Delega lavoro DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

Le assenze tutelate: congedi,malattia,infortunio

Le assenze tutelate: congedi,malattia,infortunio Le assenze tutelate: congedi,malattia,infortunio Corso propedeutico all'esame di Stato per Consulenti del Lavoro Organizzato da Ordine CDL AP Relatore e coordinatore Dott.ssa Roberta Sgattoni Lezione n.

Dettagli

Il contratto di appalto

Il contratto di appalto I contratti di lavoro dopo il Jobs Act Il contratto di appalto Milano 8 luglio 2015 Avv. Guido Callegari & Avv. Gaspare Roma De Berti Jacchia Franchini Forlani 1 D. Lgs. 4 marzo 2015, n 22 NASpI Decreti

Dettagli

Confederazione Generale Italiana del Lavoro

Confederazione Generale Italiana del Lavoro Sede Centrale Area delle Politiche dei diritti e del benessere Nota sulla circolare Inps relativa agli aggiornamenti degli importi massimi da corrispondere ai titolari dei trattamenti di integrazione salariale,

Dettagli

JOBS ACT Spunti e riflessioni per una legislazione «smart»

JOBS ACT Spunti e riflessioni per una legislazione «smart» JOBS ACT Spunti e riflessioni per una legislazione «smart» Sergio Barozzi Sofia Bargellini Francesco Bacchini 15.07.2015 1 Tableau de travail Lavoro a orario ridotto e lavoro flessibile Il rapporto di

Dettagli

Assenze per malattia causata da responsabilità di terzi Approfondimenti. Responsabile Servizio Trattamento Economico Dr.

Assenze per malattia causata da responsabilità di terzi Approfondimenti. Responsabile Servizio Trattamento Economico Dr. Assenze per malattia causata da responsabilità di terzi Approfondimenti Responsabile Servizio Trattamento Economico Dr. Francesco Pirrone Roma, dicembre 2015 La malattia causata da terzi: Può interessare

Dettagli

L APPRENDISTATO E I TIROCINI (STAGE)

L APPRENDISTATO E I TIROCINI (STAGE) L APPRENDISTATO E I TIROCINI (STAGE) APPRENDISTATO Normativa di riferimento DLgs. 167/2011 (TU «Sacconi») Successive modifiche L. 92/2012 (riforma Fornero) DL 69/2013 (decreto Fare) DL 76/2013 (decreto

Dettagli

Jobs Act. Contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti. CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO A TUTELE CRESCENTI

Jobs Act. Contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti. CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO A TUTELE CRESCENTI Jobs Act. Contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti. CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO A TUTELE CRESCENTI Nell'ambito del riordino delle forme contrattuali, è stato introdotto

Dettagli

JOB ACT 2015 Guida sintetica I nuovi licenziamenti AVV.TO PIERCARLO ANTONELLI AVVOCATI ASSOCIATI FRANZOSI - DAL NEGRO - SETTI

JOB ACT 2015 Guida sintetica I nuovi licenziamenti AVV.TO PIERCARLO ANTONELLI AVVOCATI ASSOCIATI FRANZOSI - DAL NEGRO - SETTI JOB ACT 2015 Guida sintetica I nuovi licenziamenti 1 LA LEGGE DELEGA Il provvedimento noto come Jobs Act, approvato dal parlamento su iniziativa del governo Renzi, è una legge delega (L. 10 dicembre 2014

Dettagli

Fondazione AVSI. Sostegno a distanza Adozioni a distanza Cooperazione allo sviluppo

Fondazione AVSI. Sostegno a distanza Adozioni a distanza Cooperazione allo sviluppo 1 Fondazione AVSI Sostegno a distanza Adozioni a distanza Cooperazione allo sviluppo Diritti e congedi È prevista una forma di congedo dal lavoro per il periodo di permanenza all estero per tutta la durata

Dettagli

Progetto per la Gestione, lo Sviluppo e il Coordinamento dell Area Agricola

Progetto per la Gestione, lo Sviluppo e il Coordinamento dell Area Agricola Progetto per la Gestione, lo Sviluppo e il Coordinamento dell Area Agricola Roma, 5 Giugno 2002 Circolare n. 104 Allegati 1 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

Art. 27 TRATTAMENTO IN CASO DI MALATTIA

Art. 27 TRATTAMENTO IN CASO DI MALATTIA Art. 27 TRATTAMENTO IN CASO DI MALATTIA In caso di malattia, l operaio non in prova ha diritto alla conservazione del posto per un periodo di nove mesi consecutivi, senza interruzione dell anzianità. Nel

Dettagli

Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001. Parte Speciale

Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001. Parte Speciale Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 Parte Speciale Sezione Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare ELENCO DELLE REVISIONI REV. DATA NATURA

Dettagli

RIFORMA DEL LAVORO : CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO Lunedì 06 Agosto :39

RIFORMA DEL LAVORO : CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO Lunedì 06 Agosto :39 La riforma del mercato del lavoro (Legge n. 92 del 28 giugno 2012) ha introdotto alcune modifiche (articolo 1, commi 9 13 e articolo 2, commi 28 30) alla disciplina del contratto a tempo determinato (D.Lgs

Dettagli

Dal Jobs Act alle politiche attive

Dal Jobs Act alle politiche attive Dal Jobs Act alle politiche attive Forlì, 4 dicembre 2015 Jobs Act e le politiche attive: a che punto siamo? Giuseppe Gentile LEGGE DELEGA n. 183/2014 La legge n. 183 del 10.12.2014 - contenente la delega

Dettagli

Tu sei la chiave! riforma. Pensioni.

Tu sei la chiave! riforma. Pensioni. Riforma delle : 1000,00 PER 14 MESI Una rendita garantita e certa durante il periodo della pensione e maggiore ricchezza durante la vita lavorativa. La riguarda esclusivamente chi ha maturato un massimo

Dettagli

DISPOSIZIONI E PRASSI DISABILITA PERMESSI LAVORATIVI. Normativa. Art. 4 del Decreto Legislativo n.119 del 18/7/2011

DISPOSIZIONI E PRASSI DISABILITA PERMESSI LAVORATIVI. Normativa. Art. 4 del Decreto Legislativo n.119 del 18/7/2011 DISPOSIZIONI E PRASSI DISABILITA PERMESSI LAVORATIVI Normativa Art. 4 del Decreto Legislativo n.119 del 18/7/2011 Art.24 della Legge n.183 del 4/11/2010 Artt.33,42 e 43 del Decreto Legislativo n.151 del

Dettagli

STUDI PRE-UNIVERSITARI

STUDI PRE-UNIVERSITARI CURRICULUM VITAE Il sottoscritto, Raffaele Garofalo, nato a Bari il 27/10/1981 ed ivi residente al Corso A. De Gasperi n.314, C.F. GRFRFL81R27A662D, Tel.: 080/5749336 Fax: 080/5746737 Cell.: 347/8881420,

Dettagli

Circolare N. 59 del 21 Aprile 2016

Circolare N. 59 del 21 Aprile 2016 Circolare N. 59 del 21 Aprile 2016 Assunzione disabili: al via gli incentivi per il 2016 Gentile cliente, la informiamo che è stato recentemente pubblicato il decreto del Ministero del Lavoro con cui vengono

Dettagli