pubblicazione numero 2 Lunedì 29 ottobre 2012 STARGIOVANI IL CAMPIONATO risultati e classifica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "pubblicazione numero 2 Lunedì 29 ottobre 2012 STARGIOVANI IL CAMPIONATO 2012-2013 risultati e classifica"

Transcript

1 pubblicazione numero 2 Lunedì 29 ottobre 2012 STARGIOVANI IL CAMPIONATO risultati e classifica 2^ GIORNATA KREA MANGIAMITUTTO 2-5 PITBULL BAR LA DOLCE VITA 2-7 STARGIOVANI PRO CASTELLO 2-3 QUARTIERE I MAGGIO JOLLY COLORS 5-2 ACCADEMY C5 AVIS ROVEREDO 8-4 PIZZERIA DA MARIO PANORAMA C5 2-6 GOLDFINGERS ASTRA 2-7 Squadre divisa punti vittorie pareggi sconfitte reti segnate reti subite differenza reti ASTRA ACCADEMY BAR LA DOLCE VITA PANORAMA C MANGIAMITUTTO QUARTIERE I MAGGIO STARGIOVANI JOLLY COLORS PRO CASTELLO PITBULL GOLDFINGER KREA AVIS ROVEREDO PIZZERIA DA MARIO Prossimo turno JOLLY COLORS ASTRA 29-ott AVIS ROVEREDO PIZZERIA DA MARIO 30-ott MANGIAMITUTTO ACCADEMY C5 31-ott BAR LA DOLCE VITA KREA 31-ott PRO CASTELLO GOLDFINGERS 2-nov STARGIOVANI PITBULL rinviata PANORAMA C5 QUARTIERE I MAGGIO rinviata

2 IL TABELLINO STARGIOVANI 2-3 PRO CASTELLO Arbitri: Barei /? Marco Mazzolo 8 p.t. Matteo 11 s.t. Pro Castello 6 p.t. Pro Castello 5 s.t. Pro Castello 7 s.t. Le Penalità Crosara (CAS), Pitau (CAS) La Statistica della partita STARGIOVANI avversari Possesso palla 50 % 50 % Tiri in porta > 5 > 5 Indice di pericolosità (da 1 a 5) 3 = pericolosa 3 = pericolosa Pali traverse 1 2 Parate decisive 0 1 Altre importanti occasioni da rete 3 0 LA STATISTICA VOTI Andrea 6-6,00 Davide 6+ 7,5 7,00 Edoardo ,40 Marco B ,49 Marco M. 7 7,5 7,25 Matteo 7 7-6,88 Michele - ne - Paolo B. - 5,5 5,50 Paolo S ,00 Riccardo - ne - Simone 7-7,00 Thomas 7,5 6 6,69 Tommaso ,01 SQUADRA 6,96 6,52 6,74 Formazione ideale della settimana Uomo partita della settimana PRESENZE (minuti giocati) Andrea Davide Edoardo Marco B Marco M Matteo Michele Paolo B Paolo S Riccardo Simone Thomas Tommaso

3 ASSIST Marco M. 1 1 Simone 1 1 SQUADRA Trofeo BASAGLIA Marco M Matteo Tommaso 1 1 SQUADRA IL PRE PARTITA Gli Obiettivi Salvezza In chiave salvezza 1 punto (situazione pre-match 2) Promozione In chiave promozione 3 punti (situazione pre-match 0) Gli Avversari Note: Precedenti: Formazione molto esperta che, però, come la Stargiovani, nella scorsa stagione è rimasta impelagata nella lotta per non retrocedere, quando era attesa da un campionato in veste di outsider per la zona alta della classifica. Negli ultimi tre campionati, le due squadre hanno concluso in posizioni sempre vicine, ma la Stargiovani, alla fine, si è sempre fatta trovare dietro per qualche punto. Presenta in rosa un attaccante molto scaltro che, gioca ai limiti della regolarità, inducendo spesso gl arbitri a penalizzare i difensori. I trascorsi contro il Castello sono numerosissimi (con il Krea è la squadra con la quale si hanno più precedenti). Nella scorsa stagione le due squadre si sono divise la posta (3 a 3 a Caneva e 4 a 4 a Morsano, con rimonta avversaria sul 4 a 1). Due anni fa abbiamo disputato due splendide partite (soprattutto la prima) contro i nostri avversari vincendole entrambe, sfatando anche il tabù del campo di Fiaschetti. Nella stagione abbiamo pareggiato 0 a 0 in casa e perso 5 a 4 in trasferta. Gli altri precedenti si riferiscono alla stagione , l anno della nostra promozione in serie B, con due nostre vittorie (3 a 2 in casa e 4 a 1 a Borgomeduna) ed alla preistorica stagione d esordio (vittoria per 8 a 4 a Villotta, e sconfitta al ritorno). Totale 6 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte. LA CRONACA Brusca frenata per i speranzosi azzurri, che non pensavano d uscire dal campo a mani vuote, nel primo match casalingo. La squadra era a conoscenza della difficoltà della partita, ma il campo ha premiato la più esperta avversaria, nonostante un equilibrio di fondo che ha visto, solo a tratti, esaltare le qualità della formazione locale, con azioni rapide ed improvvise. La partenza della Stargiovani è stata molto brillante e sembrava preludere ad una serata a lieto fine. Diverse sono state le buone azioni prodotte dal quartetto (tutto morsanese) iniziale, che è riuscito a inserirsi con una certa disinvoltura nella difesa degl ospiti, senza, però, riuscire a sbloccare il risultato, cosa portata a termine dalla formazione avversaria, grazie alla trasformazione di un calcio di punizione. La reazione dei padroni di casa è stata veemente e la splendida rete di Mazzolo ha rapidamente riequilibrato le sorti dell incontro. Il pareggio raggiunto ha dato nuova linfa agl azzurri, che sono riusciti ad imbastire altre azioni interessanti, contrastate spesso dagli ospiti con azioni fallose sanzionate dagl arbitri. Nonostante il vantaggio per i padroni di casa fosse nell aria, anche in virtù dei falli di squadra degli avversari (ben 5 a 7 minuti dal termine), il primo tempo si è concluso in parità. Nella ripresa, gli ospiti sono riusciti a partire con il piglio giusto, mettendo alle corde i giocatori di casa, i quali hanno sempre subito, non riuscendo a nemmeno sfruttare le poche occasioni di ripartenza. Aldilà di un sterile possesso territoriale, tuttavia, gli ospiti non sono riusciti a creare occasioni importanti e solo un nostro grossolano errore individuale ha permesso loro di ottenere il nuovo vantaggio. I ragazzi non hanno quasi avuto il tempo di riorganizzarsi quando, da un nuovo errore, commesso da un altro giocatore, fra i più esperti, è arrivato un nuovo ko. Questo episodio ha costretto il mister a cambiare sistema di gioco e a rischiare il pressing, con la formazione sperimentata nell ultimo allenamento. I ragazzi si sono dimostrati molto abili nella nuova applicazione tattica e a mettere alle strette gli ospiti. Gli spettatori hanno potuto assistere a cinque minuti di fuoco, durante i quali gli azzurri sono riusciti a produrre una serie di azioni pericolose, che hanno portato anche a ridurre lo svantaggio, e gl avversari non sono quasi più riusciti ad avviciniarsi alla nostra area. Il dispendio d energie, tuttavia, ha, a poco a poco, spento la volontà di rivalsa dei

4 nostri ed ha consentito agl esperti avversari di guadagnar falli e tempo utile per portar a casa l intera posta. Il risulltato, alla fine, lascia, ai nostri, la bocca amara, anche perché, per quanto visto sul campo, già il pareggio sembrava più stretto a noi che agl ospiti. Questo conferma ancora una volta, che bisogna essere più abili nello sfruttare le occasioni che vengono costruite e a non regalare, come in quest occasione, reti gratuite agl avversari. Ha sopreso un po, tuttavia, la differenza di prestazione (cosa piuttosto insolita) fra i giocatori di partenza, e fra la maggior parte del resto del gruppo. I VOTI Uomo partita Davide PREPOTENTE voto: 7,5 Nonostante una partita d esordio ricca di errori tattici, il mister lo ha voluto schierare sin dall inizio, sia per responsabilizzarlo, sia perché più adatto, per caratteristiche proprie, nel poter contenere le virtù tecniche del pivot avversario. La scelta si è rivelata ancor più azzeccata del previsto, in quanto Davide non si è limitato a giocare una buona partita, neutralizzando il pericoloso avversario, messosi in luce solo per la rete su punizione e per la melina di fine partita, ma è salito in cattedra, palesando anche doti da leader, trascinando i compagni ad una rimonta non completata solo per una dose in eccesso d imprecisione sotto porta, e per la mancanza di un po di fortuna che serve in questi casi. Verso la fine del tempo, dopo aver già richiesto il cambio, è riuscito a colpire il palo, con una gran conclusione dalla distanza, che sembrava destinata in rete. Alla fine c è stato anche un malinteso con il mister, che, vista la prestazione, ha ritardato al massimo il cambio, per tenerlo in campo anche nei minuti finali. Uomo partita Marco M. BOMBER A SORPRESA voto: 7,5 Possiamo dire che, al momento, è la sorpresa dell anno, non per le prestazioni positive, per le quali il mister non ha mai dubitato, ma per la prolificità sotto rete, che, a forza di esortazioni, sta finalmente affiorando. La rete che ha portato al momentaneo pareggio, frutto di una serpentina in mezzo a tre, e conclusa con un tiro di punta, ha messo in risalto le sue doti tecniche e di rapidità. Per tutta la partita si è dimostrato fra i più attivi, mostrando una certa volontà nel voler vincere il match. Anche nelle ripresa, con la squadra in pressing, si è dimostrato di fondamentale importanza e, in queste circostanze, il mister non vorrebbe mai toglierlo, anche per l atteggiamento volitivo che infonde al resto della squadra. Con i ragazzi protesi in avanti, nel tentativo di pareggiare, è stato anche suo l assist per la rete di Matteo. Anche lui ha palesato un pò di nervosismo, nel minuto finale, per un malinteso nei cambi, segno, comunque, della volontà di non accettare il risultato. Tommaso D. INDISPENSABILE voto: 7- Descrivere le sue prestazioni è, ormai, una monotonia. Il suo rendimento si conferma sempre su alti livelli, e, generalmente, salvo rari casi, i suoi errori si possono definire solamente sbavature. Ciononostante, non è riuscito ad incidere sul match, pur mettendo, soprattutto nel primo tempo, più volte in crisi la retroguardia avversaria, che è dovuta ricorrere a falli decisi per interromperne le scorribande. In una circostanza ha avuto anche una buona palla per far male (in situazioni del genere, solitamente la mette dentro), ma ha calciato, stranamente, con il corpo all indietro, ben sopra la traversa (che abbia calciato con gli occhi aperti?). La sua assenza è pesata, nella prima parte della ripresa, quando il mister lo ha lasciato in panchina, visto che i compagni si sono fatti schiacciare troppo nella propria metà campo. Con il suo rientro, con qualche altro cambio, e con la modifica dell atteggiamento tattico, la squadra si è trasformata. Matteo ZANZARA voto: 7- Anche stavolta è stato fra i più positivi e, a parte Mazzolo, l unico fra gl attaccanti a praticare un certo movimento senza palla. All inizio partita si è messo subito in luce, con alcune azioni di squadra che lo hanno spesso visto come protagonista, ma non è riuscito a lasciare il segno. Anche nella ripresa si è rivelato un guastafeste, per gl avversari, mettendo, chiaramente, in costante apprensione la loro retroguardia. Anche se potrebbe sembrare una cosa abbastanza logica, sembra trovarsi più a suo agio quando la squadra è più intraprendente in avanti, riuscendo a trovare gli spazi ed i movimenti per il giusto anticipo fra le linee di difesa avversaria, e meno con la nostra retroguardia piazzata nel tentativo di sfruttare le ripartenze. Siamo convinti, tuttavia, che riuscirà a trovare le giuste contromisure anche in queste circostanze. Protagonista della nostra seconda rete, si è dimostrato un po impreciso in altre situazioni che avrebbero potuto favorire la nostra rimonta. Da lui ci si aspettano percentuali diverse di realizzazione, per permettere alla squadra di far il salto di qualità. Edoardo TARPATO SUL NASCERE voto: 7-

5 Reduce dall ultimo allenamento in cui ha palesato alcuni problemi muscolari, ha rassicurato il mister sul suo completo recupero. Schierato in campo, come primo cambio, si è reso subito protagonista, mettendo in pratica le richieste del mister, guadagnando il quinto fallo di squadra. Si fatto trovare sempre pronto nelle ripartenze, creando anche qualche pericolo alla retroguardia avversaria. Ad un certo punto è sembrato nuovamente vittima di problemi muscolari ed il mister lo ha rifatto sedere in panchina. Nella ripresa non è più rientrato, perché il mister ha puntato sui giocatori più adatti per il pressing. Resta, comunque, il conforto per una prestazione, pur breve, ma convincente, ed il rammarico per non averlo potuto schierare nella secondo tempo. Curiosa la sua rimessa battuta, erroneamente, sulla linea che delimita il campo di pallavolo, ben distante da quella del rettangolo per il calcio a 5. Thomas LAPIDATO voto: 6 Questa volta, il nostro portiere non è riuscito a fare i miracoli. La retroguardia lo ha protetto abbastanza bene, e per tutta la partita, non ha dovuto lavorar troppo, colpito dalle reti avversarie e da due traverse, che non gli hanno permesso di mettersi in luce come la volta scorsa. Parzialmente colpevole in occasione del primo goal su punizione, quando, sfavorito anche da una deviazione di un compagno, probabilmente non si è messo nella posizione ideale per neutralizzare la conclusione. Nulla ha potuto in occasione della seconda rete, quando l avversario, per un errore difensivo, ha concluso senza opposizione. Anche sul terzo goal è del tutto scagionabile, visto il rapido evolversi dell azione che ha messo nuovamente un uomo libero, a tu per tu con il portiere. Marco B. EL FLACO voto: 6- Chi ha visto la partita d esordio, poteva aspettarsi un suo impiego sin dall inizio, ma così non è stato. Quando è sceso in campo non ha avuto il piglio delle ultime uscite, mostrandosi molle e poco determinato. Da persona intelligente, qual è, è stato il primo ad ammettere d aver fornito una prova sottotono. Anche nei semplici disimpegni è apparso meno lucido del solito, ritardando spesso il passaggio, con il rischio di farsi togliere la palla dagl avversari. Anche utilizzato come laterale, non è riuscito a cambiar marcia, subendo l iniziativa degl ospiti nella parte iniziale della ripresa. Non avrà problemi a riscattarsi, anche se l impossibilità a presenziare negl allenamenti, può essere un handicap che, finora, è riuscito, abilmente, spesso a mascherare. Paolo B. FUORI CONDIZIONE voto: 5,5 Di nuovo a disposizione, dopo una malattia stagionale che lo ha costretto a rinunciare al match d esordio e agl ultimi due allenamenti. Prima di queste forzate assenze, si era messo in luce, negl ultimi test, come uno dei più positivi ed il mister ha pensato di sfruttare la sua esperienza, uilizzandolo, però, solo all inizio della ripresa. Ha provato a dare il suo contributo, facendo anche un certo movimento, ma non riuscendo a garantire la necessaria profondità ai compagni, e cercandp, piuttosto, palla a ridosso della difesa. Tutto ciò ha contribuito, con la staticità del compagno di reparto, a non dare sfogo all azione offensiva, e a subire la pressione degl ospiti. E stato, purtroppo, anche protagonista dell errore che ha portato alla terza rete avversaria, quando, dopo aver perso palla ed averla quasi recuperata, ha desistito nel completare l opera, lasciando via libera all avversario che, anche grazie all uscita, non tipicamente da calcio a 5, del centarle della difesa, ha potuto servire indisturbatamente l autore del goal. Paolo S. GHIRO voto: 5 Entrato, nel primo tempo, a sostitire Matteo, il nostro neo capitano, pur riuscendo a garantire la solita buona copertura davanti alla difesa, non si è mai messo in luce in fase offensiva, denunciando la solita staticità in fase di non possesso palla. Solitamente il primo spezzone gli serve per carburare il motore e, quindi, il mister era fiducioso su un apporto più consistente nella ripresa. Schierato sin dal ventunesimo, ha evidenziato, ulteriormente, quella che una delle sue più gravi lacune (scarso movimento senza palla), impedendo, di fatto, complice la scarsa vena dei compagni, l uscita dalla pressione avversaria. Gravissimo il suo errore in occasione della seconda rete, quando la lasciato completa libertà di calciare all autore del goal, tanto più perché commesso dal giocatore più esperto e anche perché, già precedentemente, in una situazione analoga, aveva subito i rimbrotti del mister. Visto che è il capitano deve dare l esempio, e questo non è certamente il modo. Il Mister ORDINARIO voto: 6+ Ha avuto il merito di dar fiducia, sin dall inizio, a Davide, che, nonostante la sconfitta, lo ha ampiamente ripagato sul campo. Non ha voluto rischiare il pressing in presenza del mestierante pivot avversario, per non favorire gl ospiti, ma è stato, poi, costretto a farlo, con la sufficiente tempestività, chiamando il time out per cambiare atteggiamento tattico, dopo la terza rete avversaria. Non aiutato dai giocatori nei cambi, non rivelatisi, in quest occasione, all altezza della formazione di partenza, è stato costretto ad insistere con gli stessi anche a costo di sfiancarli. Poco reattivo, invece, quando la squadra ha subito, nel richiamare i ragazzi a fare un maggior movimento e a far girare la palla secondo le dinamiche apprese in

6 subito, nel richiamare i ragazzi a fare un maggior movimento e a far girare la palla secondo le dinamiche apprese in allenamento. In definitiva, qualche buona mossa, ma è mancata la scintilla per aiutare la squadra a superare i momenti di difficoltà e ad evitare la sconfitta. PROSSIMO TURNO: Goldfingers Stargiovani Gli Obiettivi Salvezza In chiave salvezza 3 punti (situazione pre-match +1) Promozione In chiave promozione 3 punti (situazione pre-match -3) Gli Avversari Note: Precedenti: La formazione avversaria (ex Elettromec) è stata ripescata dalla scorsa serie D, conclusa al sesto posto e ben lontano dalla prime cinque del girone, totalizzando i punti solitamente necessari per ottenere la salvezza. Per questa ragione, assieme all Avis Roveredo, era da considerare una delle due formazioni più deboli del campionato. Tuttavia, i risultati iniziali della stagione sembrano in contraddizione con quando riportato. La soprendende vittoria contro il Mangiamitutto, retrocessa dalla B, è stata la sorpresa più grossa della prima giornata e sembra testimoniare la presenza, in rosa, di nuovi innesti degni della categoria. Anche il netto stop nel secondo turno, subito dall Astra, non da sufficienti riferimenti sul valore della squadra, anche perché non ci è chiara la reale forza della capolista. Le due formazioni non si sono mai incontrate.

PARTITE A TEMA. Introduzione

PARTITE A TEMA. Introduzione PARTITE A TEMA Introduzione Per partita a tema o anche gioco a tema s intende un confronto tra due o più squadre che, all interno di una sessione di allenamento, devono rispettare un vincolo, una restrizione

Dettagli

pubblicazione numero 5 Lunedì 18 novembre 2013 STARGIOVANI IL CAMPIONATO 2013-2014 risultati e classifica

pubblicazione numero 5 Lunedì 18 novembre 2013 STARGIOVANI IL CAMPIONATO 2013-2014 risultati e classifica pubblicazione numero 5 Lunedì 18 novembre 2013 STARGIOVANI IL CAMPIONATO 2013-2014 risultati e classifica 5^ GIORNATA METRO PUB & DREAM IL BARETTO 0-7 BOWMAN PUB TECFOR REAL STYLE 2-5 SEGAT SCAVI ALBAS

Dettagli

LA DIDATTICA DELLA DIFESA A TRE

LA DIDATTICA DELLA DIFESA A TRE Corso MSTER nno 2000 / 2001 L DIDTTIC DELL DIFES TRE di DVIDE BLLRDINI relatori : prof. prof. Roberto Clagluna Franco Ferrari 1 INDICE : PREMESS 4 LE CRTTERISTICHE DEI DIFENSORI 6 L DIDTTIC. 7 CONCLUSIONI.

Dettagli

ANALIZE MATCH: ROMA-LAZIO 2-2 (Serie A 11-01-2015)

ANALIZE MATCH: ROMA-LAZIO 2-2 (Serie A 11-01-2015) ANALIZE MATCH: ROMA-LAZIO 2-2 (Serie A 11-01-2015) MARCATORI Mauri (L) al 25', Felipe Anderson (L) al 29' p.t.; Totti (R) al 2' e 19' s.t. ROMA De Sanctis; Maicon, Manolas, Astori, Holebas; Pjanic, De

Dettagli

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Art.1 : Ogni gara è giocata da due squadre formate ciascuna da 5 giocatori (di cui un portiere); Art.2 : Ogni gara non può iniziare, o proseguire,se una squadra

Dettagli

REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5

REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5 REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5 NUMERO DEI CALCIATORI Una gara non può essere iniziata o proseguita nel caso in cui una squadra si trovi ad avere meno di 3 calciatori partecipanti al gioco. SOSTITUZIONI

Dettagli

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 Stagione 2013-2014 campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 26-01-2014 13:46 - serie D Femminile - campionato FENICE C5 - COMPAGNIA MONTE DI MALO 0-1 19-01-2014 11:26 - serie D

Dettagli

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina.

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina. PARTITA BOWLING si gioca una partita normale con due o più palloni. Chi abbatte il cono lascia il pallone agli avversari e corre verso la propria porta a sistemare il cono in linea con gli altri. Vince

Dettagli

MODULO ISCRIZIONE TORNEO ESTIVO DI CALCIO A 5

MODULO ISCRIZIONE TORNEO ESTIVO DI CALCIO A 5 MODULO ISCRIZIONE TORNEO ESTIVO DI CALCIO A 5 Il sottoscritto nato a il residente a in via n in qualità di responsabile chiede di poter iscrivere la propria squadra ** al torneo estivo di calcio a 5, che

Dettagli

SETTORE TECNICO F.I.G.C.

SETTORE TECNICO F.I.G.C. SETTORE TECNICO F.I.G.C. CORSO MASTER 200-2005 TESI CARATTERISTICHE DEI TRE CENTROCAMPISTI IN UN CENTROCAMPO A TRE Relatore: Prof. Franco FERRARI Candidato: Massimiliano ALLEGRI Coverciano 7 luglio 2005

Dettagli

REGOLAMENTO FANTABARMARIO 2014-2015*

REGOLAMENTO FANTABARMARIO 2014-2015* REGOLAMENTO FANTABARMARIO 2014-2015* * evidenziate in verde le modifiche apportate al Regolamento 201 3-201 4 * testo barrato arancione i paragrafi eliminati rispetto al Regolamento 201 3-201 4 INDICE:

Dettagli

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016 1. REGOLAMENTO GENERALE REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016 1.1. ISCRIZIONE E QUOTE L iscrizione è di 25,00 e deve essere versata al momento dell Asta iniziale. Sarà versata un ulteriore quota di 25,00 il

Dettagli

Socio/relazionale: partecipazione attiva al gioco, in forma agonistica, collaborando con gli altri

Socio/relazionale: partecipazione attiva al gioco, in forma agonistica, collaborando con gli altri Federazione Italiana Pallacanestro Settore Giovanile Minibasket e Scuola Lezioni Integrate Minibasket I Fondamentali con palla Traguardi di Competenza. Partiamo dalle linee guida: Motorio/funzionale padronanza,

Dettagli

FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011

FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011 FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011 REGOLAMENTO UFFICIALE - Il Presidente di Lega I compiti del presidente di lega sono fondamentalmente i seguenti: 1. Gestione dell asta di calciomercato 2. Contabilità

Dettagli

Finalità: Si contrassegna la metà campo nel modo seguente

Finalità: Si contrassegna la metà campo nel modo seguente ESEMPIO 1 -- Giro dell Italia Gioco Presportivo a Coppie; Sport Basket; Abilità, Tiro al Canestro indicheremo con A l alunno Atleta con disabilità (DIR Non deamblante) Si contrassegna la metà campo nel

Dettagli

1. LE SOCIETA 2. CAPITALE SOCIALE 3. LA ROSA

1. LE SOCIETA 2. CAPITALE SOCIALE 3. LA ROSA 1. LE SOCIETA Le società iscritte alla lega assumono una denominazione duratura negli anni, per dare una certa continuità storica. Tale denominazione può variare in due casi: a) Retrocessione: in questo

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE

REGOLAMENTO UFFICIALE Edizione 9 REGOLAMENTO UFFICIALE STAGIONE 2012-13 STAGIONE 2012-13 DURATA Il campionato avrà svolgimento dalla seconda giornata fino giornata del campionato di Calcio di serie A. Saranno giocate un totale

Dettagli

Traduzione a cura della FIGH su testi EHF - riproduzione vietata -

Traduzione a cura della FIGH su testi EHF - riproduzione vietata - Federazione Italiana Giuoco Handball HANDBALL Il gioco Uno sguardo alle regole Pallllamano Diisciiplliina Olliimpiica 1 PRINCIPI DI BASE DELLA PALLAMANO La Pallamano è uno sport di squadra basato sui principi

Dettagli

5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.)

5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.) Stagione 2014-2015 5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.) 27-10-2014 18:25 - Campionato GIOVANISSIMI B Nella 5 gara di campionato i giovanissimi B incontrano

Dettagli

ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità

ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità 1. Il Torneo avrà inizio domenica 13 marzo con la gara di apertura. 2. Si potranno iscrivere ragazzi nati dal 1992 al 1996. 3. Quota di iscrizione 15 euro a persona

Dettagli

FANTACALCIO 2015/2016 - REGOLAMENTO

FANTACALCIO 2015/2016 - REGOLAMENTO ROSA E FORMAZIONE FANTACALCIO 2015/2016 - REGOLAMENTO La rosa di una fantasquadra è composta da 28 calciatori, così divisi: 6 Portieri (appartenenti al massimo a 2 squadre), 8 Difensori 8 Centrocampisti

Dettagli

1.INTRODUZIONE E SALVAGUARDIA

1.INTRODUZIONE E SALVAGUARDIA 1.INTRODUZIONE E SALVAGUARDIA Il Regolamento Ufficiale ha validità effettiva per 1 anno e dovrà essere firmato da tutte le squadre prima dell'inizio di ogni campionato. Se per qualsiasi motivo in questo

Dettagli

REGOLAMENTO FANTA MANACORE LEAGUE. Stagione 2005-2006. (Versione BETA 1.1b)

REGOLAMENTO FANTA MANACORE LEAGUE. Stagione 2005-2006. (Versione BETA 1.1b) REGOLAMENTO FANTA MANACORE LEAGUE Stagione 2005-2006 (Versione BETA 1.1b) I N D I C E # REGOLA 01: OGGETTO DEL GIOCO # REGOLA 02: MODALITA DEL GIOCO # REGOLA 03: LA LEGA # REGOLA 04: LE SOCIETA # REGOLA

Dettagli

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE Recupero della palla ( anticipo, intercettamento, contrasto) Marcamento ( principi

Dettagli

REGOLAMENTO FANTACALCIO NAPOLI LEAGUE

REGOLAMENTO FANTACALCIO NAPOLI LEAGUE REGOLAMENTO FANTACALCIO NAPOLI LEAGUE ASTA INIZIALE L'Asta iniziale è il momento più importante della stagione. Qui vengono assegnati i 25 calciatori che costituiranno la Rosa di ogni fantallenatore. La

Dettagli

Regolamento 2015-2016

Regolamento 2015-2016 Regolamento 2015-2016 Asta e Mercato 1. Budget a Disposizione: 250 fmld; 2. Obbligatorio acquisto di n.25 giocatori, suddivisi in 3p-8d-8c-6a; 3. L estrazione dei calciatori durante l asta è effettuata

Dettagli

NEWS 26 APRILE 2015 PARTITA CAMPIONATO PULCINI 2004 REAL 2000 ROZZANO-ROZZANO CALCIO. Articolo di Enrico Carlotti (Direttore Sportivo)

NEWS 26 APRILE 2015 PARTITA CAMPIONATO PULCINI 2004 REAL 2000 ROZZANO-ROZZANO CALCIO. Articolo di Enrico Carlotti (Direttore Sportivo) NEWS 26 APRILE 2015 PARTITA CAMPIONATO PULCINI 2004 REAL 2000 ROZZANO-ROZZANO CALCIO Articolo di Enrico Carlotti (Direttore Sportivo) Siamo così giunti all ultima partita di campionato e, i nostri ragazzi

Dettagli

REGOLE DEL GIOCO v1.7.3

REGOLE DEL GIOCO v1.7.3 REGOLE DEL GIOCO v1.7.3 REGOLE GENERALI 1. Il presente regolamento si applica a tutti i partecipanti del Fantacalcio; la risoluzione di una qualsiasi situazione non prevista dal regolamento, o non chiarita

Dettagli

FEDERAZIONE FANTACALCIO REGOLAMENTO della Lega MINIBOMBA (stagione 2012/2013)

FEDERAZIONE FANTACALCIO REGOLAMENTO della Lega MINIBOMBA (stagione 2012/2013) FEDERAZIONE FANTACALCIO REGOLAMENTO della Lega MINIBOMBA (stagione 2012/2013) SOMMARIO Calcolo del Totale-Calciatore... 3 Calcolo del Totale-Squadra... 4 Capitale sociale... 2 Casi particolari... 4 Comunicazione

Dettagli

UN TRISTE 2 A 2 ASD ACQUACETOSA- OTTAVIA AZZURRA 2-2

UN TRISTE 2 A 2 ASD ACQUACETOSA- OTTAVIA AZZURRA 2-2 Pulcini 2 anno girone 28 UN TRISTE 2 A 2 ASD ACQUACETOSA- OTTAVIA AZZURRA 2-2 02-04-2012 09:01 - Pulcini 2 anno Per dovere di cronaca dirò che la partita è finita con un tristissimo pareggio che, sinceramente,

Dettagli

CUS MILANO CATTOLICA CUP 2016

CUS MILANO CATTOLICA CUP 2016 CATTOLICA CUP 2016 TORNEO DI CALCIO A 5 MASCHILE REGOLAMENTO DEL TORNEO ART. 1 Possono partecipare al Torneo tutti gli studenti regolarmente iscritti alle Università: Cattolica del Sacro Cuore, Politecnico

Dettagli

Memorial Silvano Recalcati Fanta Calcio Techno Sky

Memorial Silvano Recalcati Fanta Calcio Techno Sky Memorial Silvano Recalcati Fanta Calcio Techno Sky COMPETIZIONI Il campionato vedrà le squadre suddivise in due gironi: serie A - squadre risultate prime nella fase regolare e le 3 promosse della stagione

Dettagli

CAMPIONATI DI SOCIETA 2015

CAMPIONATI DI SOCIETA 2015 CAMPIONATI DI SOCIETA 2015 Specialità Petanque. Regolamento Campionati di Società 1 CAMPIONATO di SOCIETA SERIE A MASCHILE Vi partecipano di diritto le prime sei Società classificate nell anno agonistico

Dettagli

Basi cognitive del gioco difensivo e del gioco offensivo. Sviluppo attraverso la creazione di superiorità numerica e inferiorità numerica

Basi cognitive del gioco difensivo e del gioco offensivo. Sviluppo attraverso la creazione di superiorità numerica e inferiorità numerica Da 3 contro 3 a 1 contro 1 Basi cognitive del gioco difensivo e del gioco offensivo - Ho il pallone / non ho il pallone / recupero il pallone/ perdo il pallone Sviluppo attraverso la creazione di superiorità

Dettagli

Se il punteggio dovesse essere composto da alcune cifre decimali, si arrotonderà, per eccesso o per difetto, al secondo decimale più vicino.

Se il punteggio dovesse essere composto da alcune cifre decimali, si arrotonderà, per eccesso o per difetto, al secondo decimale più vicino. REGOLAMENTO ELDORADO LEAGUE 6 ANNO (2005-2006) ART.1 La rosa di ogni squadra deve essere composta da almeno 2 portieri, 7 difensori, 7 centrocampisti, 4 attaccanti e non può andare oltre questi limiti:

Dettagli

REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO

REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO Approvato con Decreto del Commissario Straordinario n. 45/2014 Articolo 1 SQUADRE a) La gara viene giocata da due squadre.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL GIOCO DELLA PALLA SCOUT

REGOLAMENTO PER IL GIOCO DELLA PALLA SCOUT REGOLAMENTO PER IL GIOCO DELLA PALLA SCOUT Ricavato dalla pubblicazione edita dal CNGEI Commissariato Nazionale Branca Esploratori-Esploratrici REGOLA N. 1 IL CAMPO DA GIOCO ED IL PALLONE Il Campo da gioco

Dettagli

REGOLAMENTO FantaLegaSalento 2014-2015

REGOLAMENTO FantaLegaSalento 2014-2015 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO FantaLegaSalento 2014-2015 SITO UFFICIALE: http://fantalegasalento.altervista.org/ E-MAIL: fantalegasalento@gmail.com N partecipanti: 8 1) ASTA INIZIALE e MERCATO DI RIPARAZIONE

Dettagli

NOVITA... 2 COMITATO ESECUTIVO... 2 QUOTIDIANO DI RIFERIMENTO... 2 SITO WEB... 2 QUOTE D ISCRIZIONE E PREMI ASF... 3 DRAFT INIZIALE...

NOVITA... 2 COMITATO ESECUTIVO... 2 QUOTIDIANO DI RIFERIMENTO... 2 SITO WEB... 2 QUOTE D ISCRIZIONE E PREMI ASF... 3 DRAFT INIZIALE... SOMMARIO NOVITA... 2 COMITATO ESECUTIVO... 2 QUOTIDIANO DI RIFERIMENTO... 2 SITO WEB... 2 QUOTE D ISCRIZIONE E PREMI ASF... 3 DRAFT INIZIALE... 3 FORMAZIONI E CASISTICHE... 5 PUNTEGGI... 6 MODIFICATORI...

Dettagli

Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento

Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento 2012 Federazione Italiana Pallacanestro SGMS Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento A cura di Maurizio Cremonini - Tecnico Federale Settore Giovanile Minibasket Scuola 0

Dettagli

LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE

LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE Il calcio è ormai uno sport mondiale, si gioca infatti in ogni angolo del pianeta, anche i più remoti; i praticanti appartengono ad ogni età, razza, religione e sesso.

Dettagli

Campionato Di Pallanuoto Master Uisp Emilia-Romagna 2014-2015

Campionato Di Pallanuoto Master Uisp Emilia-Romagna 2014-2015 Campionato Di Pallanuoto Master Uisp Emilia-Romagna 2014-2015 Periodo: da novembre 2014 a maggio 2015 per un totale di 14 incontri. Squadre partecipanti: 1. Bologna Sabadons 2. Circolo Villa Bolis 3. CUS

Dettagli

Torneodelvenerdì CUP 2015 REGOLAMENTO

Torneodelvenerdì CUP 2015 REGOLAMENTO Torneodelvenerdì CUP 2015 REGOLAMENTO GENERALITA' Il Torneodelvenerdì nasce nel 2009 per iniziativa di alcuni ragazzi desiderosi di creare un appuntamento calcistico settimanale per la propria squadra

Dettagli

VADEMECUM DELLA PALLAVOLO

VADEMECUM DELLA PALLAVOLO VADEMECUM DELLA PALLAVOLO A. Il campo Il campo della pallavolo misura 18x9 metri ed é diviso in due metá uguali dalla linea di metá campo sopra la quale corre le rete. La linea di metá campo appartiene

Dettagli

La stagione sarà divisa (secondo calendario, vedi sezione 9) tra campionato di SERIE A e COPPA ITALIA.

La stagione sarà divisa (secondo calendario, vedi sezione 9) tra campionato di SERIE A e COPPA ITALIA. REGOLAMENTO FANTALION S 2012/2013 1. REGOLE GENERALI Ogni squadra partecipante al Fantalion deve avere una rosa formata da 28 calciatori. L unico vincolo è il possedere minimo 1 portiere (i due di riserva

Dettagli

REGOLAMENTO ALL STARS FANTALEAGUE 2015 2016

REGOLAMENTO ALL STARS FANTALEAGUE 2015 2016 REGOLAMENTO ALL STARS FANTALEAGUE 2015 2016 NOVITA... 2 COMITATO ESECUTIVO... 2 QUOTIDIANO DI RIFERIMENTO... 2 SITO WEB... 2 QUOTE D ISCRIZIONE E PREMI ASF... 3 DRAFT INIZIALE... 3 FORMAZIONI E CASISTICHE...

Dettagli

Porta imbattuta Valore: +1 Descrizione: viene assegnato al portiere che prende voto e che non subisce reti. Un portiere SV non riceve tale bonus.

Porta imbattuta Valore: +1 Descrizione: viene assegnato al portiere che prende voto e che non subisce reti. Un portiere SV non riceve tale bonus. Per determinare il risultato delle partite si calcola il punteggio totale di ogni squadra e lo si converte in gol equivalenti in base ad opportune fasce di punteggio che definiremo elastiche. Il significato

Dettagli

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC.

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC. N.66 LUGLIO-AGOSTO 2009 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 SEDE VIA E.FRANCALANCI 418 55054 BOZZANO (LU) TEL. 0584 976585 - FAX 0584 977273

Dettagli

EASY BASKEY : DALLA SCUOLA AL MINIBASKET UN NUOVO PROGETTO PER CRESCERE INSIEME

EASY BASKEY : DALLA SCUOLA AL MINIBASKET UN NUOVO PROGETTO PER CRESCERE INSIEME SETTORE GIOVANILE E MINIBASKET EASY BASKEY : DALLA SCUOLA AL MINIBASKET UN NUOVO PROGETTO PER CRESCERE INSIEME 1 CI RICORDIAMO I PRINCIPI FONDANTI DELL EASY BASKET. IL GIOCO CRITERI BASE PARTECIPAZIONE

Dettagli

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO I primi Giochi Easy : Il Palleggio ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO Insalata Mista. (stimolare l abitudine all utilizzo del palleggio) Dal palleggio in libertà tuttocampo dei bambini, dividere il campo in

Dettagli

Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2014/2015

Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2014/2015 Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2014/2015 REGOLA 1: OGGETTO DEL GIOCO 1. Il fantacalcio è una simulazione del gioco del calcio, che permette di gestire una squadra virtuale (fantasquadra), formata

Dettagli

CATEGORIA PICCOLI AMICI FASCIA 5-7 ANNI. Programmazione attività annuale

CATEGORIA PICCOLI AMICI FASCIA 5-7 ANNI. Programmazione attività annuale CATEGORIA PICCOLI AMICI FASCIA 5-7 ANNI Programmazione attività annuale Le attività che verranno proposte ai nostri bambini dovranno tenere in considerazione l età ed i fattori ambientali. Tutti gli obbiettivi

Dettagli

REGOLA 13 - CALCIO D INVIO E CALCI DI RIPRESA DEL GIOCO

REGOLA 13 - CALCIO D INVIO E CALCI DI RIPRESA DEL GIOCO REGOLA 13 - CALCIO D INVIO E CALCI DI RIPRESA DEL GIOCO DEFINIZIONE Il calcio d invio si effettua all'inizio di ogni tempo di gara ed all inizio di ogni periodo di extra time. I calci di ripresa si effettuano

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE FANTACALCIO. Stagione 2015/2016

REGOLAMENTO UFFICIALE FANTACALCIO. Stagione 2015/2016 REGOLAMENTO UFFICIALE FANTACALCIO Stagione 2015/2016 1. Ogni squadra deve avere un numero minimo di 22 giocatori sempre presente in organico. Per evitare turbative o danneggiamenti d asta, ogni squadra,

Dettagli

ATTIVITA PROMOZIONALE 2014/2015

ATTIVITA PROMOZIONALE 2014/2015 ATTIVITA PROMOZIONALE 2014/2015 MANIFESTAZIONI PROVINCIALI E REGIONALI MINI-HANDBALL / GIOCHI PROPEDEUTICI / PALLAMANO / MINI BEACH CATEGORIA UNDER 6 Gioco base 4+1 Palla Re Mini Beach CATEGORIA UNDER

Dettagli

13.1 DOVE E COME SI EFFETTUA IL CALCIO D INVIO

13.1 DOVE E COME SI EFFETTUA IL CALCIO D INVIO DEFINIZIONI Il calcio d invio si effettua all inizio di ogni tempo di gara e all inizio di ogni periodo di extra time. I calci di ripresa del gioco si effettuano dopo una segnatura o un annullato. 13.1

Dettagli

il Dribbling MAINI DANIELE Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 Lezione ideata da

il Dribbling MAINI DANIELE Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 Lezione ideata da Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 il Dribbling Lezione ideata da MAINI DANIELE Si ringraziano Gli Esordienti dell U.S.D. BORGONOVESE In collaborazione con BERNINI GIANNI RATAZZI

Dettagli

REGOLE DEL GIOCO 2013-2014

REGOLE DEL GIOCO 2013-2014 1 - Iscrizione. REGOLE DEL GIOCO 2013-2014 Il gioco si svolge interamente sul sito www.fantacalcioparolise.com Il quota d iscrizione a Fantacalcio Parolise per l anno 2014/2015 è di 40,00euro (quaranta/00),

Dettagli

il MODIFICATORE DEL PORTIERE ed il MODIFICATORE DELLA DIFESA (Vedi regolamento alla fine)

il MODIFICATORE DEL PORTIERE ed il MODIFICATORE DELLA DIFESA (Vedi regolamento alla fine) REGOLAMENTO FANTACALCIO 2013/14 Le squadre saranno 8 Si gioca con: il MODIFICATORE DEL PORTIERE ed il MODIFICATORE DELLA DIFESA (Vedi regolamento alla fine) CAMPIONATO a 35 giornate Dalla 3 di serie A

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE La programmazione nel settore giovanile P R O G R E S S I O N I D I D A T T I C H E, S

Dettagli

IL S.A.P. di CATANIA ORGANIZZA. con l apporto tecnico della LEGA CALCIO U.I.S.P. PROVINCIALE CATANIA. sapcatania.it IL TORNEO DI CALCIO A 7

IL S.A.P. di CATANIA ORGANIZZA. con l apporto tecnico della LEGA CALCIO U.I.S.P. PROVINCIALE CATANIA. sapcatania.it IL TORNEO DI CALCIO A 7 IL S.A.P. di CATANIA ORGANIZZA con l apporto tecnico della LEGA CALCIO U.I.S.P. PROVINCIALE CATANIA IL TORNEO DI CALCIO A 7 denominato Un goal per la memoria Edizione 2009/2010 (REGOLAMENTO) 1 REGOLAMENTO

Dettagli

A.S.D. ORANGEPROTON2012

A.S.D. ORANGEPROTON2012 Regolamento di riferimento nel giuoco del calcio a 5 Il team OrangeProton riconosce come regolamento ufficiale di gioco quello adottato dal comitato provinciale OPES di Ferrara, istituito a partire dalla

Dettagli

LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE)

LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE) LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE) REGOLA NUMERO 12 FALLI E SCORRETTEZZE Un calcio di punizione diretto, da battere nel punto in cui è accaduto, è accordato alla squadra

Dettagli

FANTA ZENA. Il Regolamento

FANTA ZENA. Il Regolamento FANTA ZENA Il Regolamento SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 LA LEGA... 3 COMPOSIZIONE LEGA... 3 SERIE A... 3 SERIE B... 3 STAGIONE SPORTIVA... 3 DATE COMPETIZIONI... 3 COMPOSIZIONE DELLE ROSE... 3 ISCRIZIONE...

Dettagli

REGOLAMENTO PUNTEGGIO

REGOLAMENTO PUNTEGGIO REGOLAMENTO I moduli ammessi sono i seguenti: 4-3-3 5-3-2 6-3-1 4-4-2 5-4-1 4-5-1 3-5-2 3-4-3 (con malus, vedi mod. centrocampo) Scegli gli 11 titolari e le 10 riserve (le riserve non hanno vincoli di

Dettagli

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2005-06 «LEGA SCIAGUATTOS»

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2005-06 «LEGA SCIAGUATTOS» REGOLAMENTO FANTACALCIO 2005-06 «LEGA SCIAGUATTOS» I. DEL MERCATO 1. Mercato iniziale - La composizione delle rose delle squadre partecipanti avviene tramite asta. All asta i giocatori partecipano con

Dettagli

REGOLAMENTO 2 TORNEO DI BEACH VOLLEY MISTO PER ADULTI e 1 TORNEO DI BEACH VOLLEY MISTO UNDER14

REGOLAMENTO 2 TORNEO DI BEACH VOLLEY MISTO PER ADULTI e 1 TORNEO DI BEACH VOLLEY MISTO UNDER14 REGOLAMENTO 2 TORNEO DI BEACH VOLLEY MISTO PER ADULTI e 1 TORNEO DI BEACH VOLLEY MISTO UNDER14 VILLETTA COMUNALE Montemarano, 23 Luglio 29 Luglio 2012 1. Squadre Composizione ed iscrizione Per il Torneo

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO. Sommario (Clicca per raggiungere la pagina desiderata)

REGOLAMENTO DI GIOCO. Sommario (Clicca per raggiungere la pagina desiderata) REGOLAMENTO DI GIOCO Sommario (Clicca per raggiungere la pagina desiderata) REGOLA 1: LA ROSA... 2 REGOLA 2: LA GARA... 2 REGOLA 3: FORMAZIONE E CONSEGNA... 2 REGOLA 4: RISERVE E SOSTITUZIONI... 3 REGOLA

Dettagli

1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA

1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA 1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA PROGETTO GIOCO SPORT FINALITA Il Progetto Gioco-Sport intende rendere evidente e far comprendere il valore altamente educativo delle attività sportive, individuali e collettive

Dettagli

LEGA " EZIO VENDRAME" since 1992 legaeziovendrame@gmail.com 2015-2016

LEGA  EZIO VENDRAME since 1992 legaeziovendrame@gmail.com 2015-2016 LEGA " EZIO VENDRAME" since 1992 legaeziovendrame@gmail.com 2015-2016 1. Normative generali. 1.1 Fanta Mercato. Mercato: Inizialmente si provvederà alla discussione dei giocatori svincolati nella quale

Dettagli

PIGIESSIADI. 30 maggio - 2 giugno 2015 REGOLAMENTO CALCIO A 5 CATEGORIA MICRO-MINI

PIGIESSIADI. 30 maggio - 2 giugno 2015 REGOLAMENTO CALCIO A 5 CATEGORIA MICRO-MINI Categorie e limiti di età. MICRO - MINI 2004/2005/2006/2007 PROPAGANDA 2002/2003 UNDER 15 2000/2001 UNDER 18 1997/1998/1999 LIBERA 1996 e prec. PIGIESSIADI 30 maggio - 2 giugno 2015 REGOLAMENTO CALCIO

Dettagli

CAMPIONATO DI FANTACALCIO

CAMPIONATO DI FANTACALCIO CAMPIONATO DI FANTACALCIO ANNO 2015-2016 Limodio Francesco Pepe Pierpaolo Limodio Giovanni Gaito Luca Avino Vincenzo Senatore Pasquale Francese Pasquale Massa Marco Baccaro Ugo Francesco Fezza I MEMBRI

Dettagli

Allenare nel settore giovanile

Allenare nel settore giovanile ALLENARE NEL SETTORE GIOVANILE: la sovrapposizione, sviluppo tattico offensivo ANDREA PAGAN Allenatore di BASE diploma B UEFA PREMESSA Credo che la programmazione e l allenamento della fase offensiva sia

Dettagli

FANTASUILLI REGOLAMENTO

FANTASUILLI REGOLAMENTO FANTASUILLI 2015 2016 REGOLAMENTO introduzione Un saluto a tutti i Fantallenatori, a chi ha già partecipato alle edizioni precedenti del Fantasuilli e a chi per la prima volta entra a far parte della nostra

Dettagli

Bollettino di informazione a cura del Volvera Rugby A.S.D. N. 8-25 gennaio 2016

Bollettino di informazione a cura del Volvera Rugby A.S.D. N. 8-25 gennaio 2016 FAMIGLIA GIALLONERA NEWS STAGIONE 2015/2016 Bollettino di informazione a cura del Volvera Rugby A.S.D. N. 8-25 gennaio 2016 SPAZIO CLUB Anche se in ritardo, desideriamo augurarvi un 2016 ovale e giallonero,

Dettagli

Regolamento Fantalega Budineria 2012/13

Regolamento Fantalega Budineria 2012/13 Fantalega Budineria 1 Regolamento Fantalega Budineria 2012/13 La Federazione Fantacalcio Budineria 1. La Federazione Fantacalcio Budineria si compone di tutti i rappresentanti delle squadre partecipanti

Dettagli

REGOLAMENTO FANTA T.G.L. 2015-2016

REGOLAMENTO FANTA T.G.L. 2015-2016 SITO INTERNET: www.fantatgl.altervista.org EMAIL : manufoschi@gmail.com REGOLAMENTO FANTA T.G.L. 2015-2016 OGGETTO DEL GIOCO Oggetto del gioco è una simulazione del calcio attraverso fanta-squadre formate

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE FANTACALCIO. Stagione 2014/2015

REGOLAMENTO UFFICIALE FANTACALCIO. Stagione 2014/2015 REGOLAMENTO UFFICIALE FANTACALCIO Stagione 2014/2015 1. Ogni squadra deve avere un numero minimo di 24 giocatori sempre presente in organico. Per evitare turbative o danneggiamenti d asta, ogni squadra,

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP LEGHE DI AMICI

REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP LEGHE DI AMICI REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP LEGHE DI AMICI IL GIOCO Lo scopo del gioco Mister Calcio Cup - Leghe di Amici (di seguito chiamato Gioco ) è creare e gestire una squadra virtuale di calcio all'interno

Dettagli

CALCETTO PALLAVOLO TIRO ALLA FUNE FRECCETTE STAFFETTA CORSA DEI MILLEPIEDI IL PUNGIGLIONE BASKET 3C3 CAPITAN DADO FLEBO IN CORSA

CALCETTO PALLAVOLO TIRO ALLA FUNE FRECCETTE STAFFETTA CORSA DEI MILLEPIEDI IL PUNGIGLIONE BASKET 3C3 CAPITAN DADO FLEBO IN CORSA CALCETTO PALLAVOLO TIRO ALLA FUNE FRECCETTE STAFFETTA CORSA DEI MILLEPIEDI IL PUNGIGLIONE BASKET 3C3 CAPITAN DADO FLEBO IN CORSA CALCETTO Dimensioni Gare Palio Dimensioni Lunghezza m. 38 Larghezza m. 18,40

Dettagli

SPECIAL VARIATIONS. ML 03. Non è ammesso possedere in rosa contemporaneamente il calciatore e il suo clone.

SPECIAL VARIATIONS. ML 03. Non è ammesso possedere in rosa contemporaneamente il calciatore e il suo clone. SPECIAL VARIATIONS ML 01. Al fine di garantire ad ogni FantaPresidente una rosa composta possibilmente da titolari, tutti i calciatori del campionato di serie A o solo quelli di alcune squadre selezionate,

Dettagli

Federazione InterLeghe Forum Associate

Federazione InterLeghe Forum Associate Federazione InterLeghe Forum Associate REGOLAMENTO FANTACOPPE 2013 / 2 014 REGOLA 1 FANTACOPPE 1. La F.I.L.F.A. organizza e promuove una serie di tornei in cui si confrontano i migliori fantallenatori

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO Friuli Venezia Giulia

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO Friuli Venezia Giulia REGOLAMENTO FESTA REGIONALE SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO SAN GIORGIO DI NOGARO (UD) 17 MAGGIO 2015 Al fine di attuare la necessaria verifica dell attività svolta nelle Scuole di Calcio, il Settore Giovanile

Dettagli

Regolamento ufficiale

Regolamento ufficiale Regolamento ufficiale FANTAMONDIALE 2014 Al Fantamondiale partecipano le 16 squadre della Lega. ASTA "Ogni fantallenatore versa 30,00 euro come quota di iscrizione. Non ci sarà la consueta asta, ma ognuno

Dettagli

ARTICOLO 1 Della Lega e del suo ordinamento

ARTICOLO 1 Della Lega e del suo ordinamento ARTICOLO 1 Della Lega e del suo ordinamento 1- La Lega è composta da otto Squadre 2- L Assemblea di Lega comprende tutti gli allenatori 3- La Lega è presieduta dal Presidente, eletto dall Assemblea 4-

Dettagli

Touch down. Il gioco del football americano

Touch down. Il gioco del football americano Touch down Il gioco del football americano Riedizione di Superbowl (International Team) ad opera della Lu(ri)doteca Versione 1.2 di ottobre 2004 www.luridoteca.com info@luridoteca.com Annotazioni Pagina

Dettagli

Scommesse Antepost: CALCIO

Scommesse Antepost: CALCIO Scommesse Antepost: ANTEPOST Vincente: Si deve pronosticare la squadra che si classifica al primo posto. Vincente Gruppo Si deve pronosticare la squadra che si classifica al primo posto del proprio gruppo.

Dettagli

REGOLAMENTO CAMPIONATO C.S.I. di CALCIO a 11 MASCHILE

REGOLAMENTO CAMPIONATO C.S.I. di CALCIO a 11 MASCHILE REGOLAMENTO CAMPIONATO C.S.I. di CALCIO a 11 MASCHILE A - NORME SPECIFICHE ATTIVITA Calcio11- art.1: CAMPIONATO 2013-2014 Le data di svolgimento del campionato provinciale calcio Maschile a 11: - Inizio

Dettagli

Solo qualora la squadra sia formata dai membri dell Alta Squadriglia di un Reparto questa dovrà avere in campo in ogni momento della partita:

Solo qualora la squadra sia formata dai membri dell Alta Squadriglia di un Reparto questa dovrà avere in campo in ogni momento della partita: Regolamento di gioco 1) Lo stile 2) Il campo da gioco 3) La palla 4) L uniforme da gioco 5) Composizione della squadra 6) La partita 7) Inizio del gioco 8) Arbitraggio 9) Dinamica di gioco 10) Scalpo pieno

Dettagli

Programmazione Annuale

Programmazione Annuale Programmazione Annuale Scuola Calcio Milan di Vieste CATEGORIE Pulcini 2001-2002-2003 I BAMBINI IMPARANO CIÒ CHE VIVONO...: Se un bambino vive nella tolleranza impara ad essere paziente. Se un bambino

Dettagli

TORNEODELVENERDI REGOLAMENTO 2015/16. - Generalità - Campionato - Coppe. TDV a.s.d.c.p.s. TorneodelVenerdì Stagione 2015/2016 VII edizione

TORNEODELVENERDI REGOLAMENTO 2015/16. - Generalità - Campionato - Coppe. TDV a.s.d.c.p.s. TorneodelVenerdì Stagione 2015/2016 VII edizione TORNEODELVENERDI REGOLAMENTO 2015/16 - Generalità - Campionato - Coppe TDV a.s.d.c.p.s. TorneodelVenerdì Stagione 2015/2016 VII edizione www.torneodelvenerdi.altervista.org Regolamento 2015/16: INDICE

Dettagli

FIGC-LND COMITATO REGIONALE UMBRIA "Sei Bravo a... Scuola di Calcio" 2014-15

FIGC-LND COMITATO REGIONALE UMBRIA Sei Bravo a... Scuola di Calcio 2014-15 CRITERI GENERALI - Le squadre devono presentarsi con almeno 14 giocatori. - 14 Bambini iscritti nella lista dovranno cimentarsi nei 3 giochi previsti e nel gioco partita 7c7. - La durata di ciascuna "partita

Dettagli

di Andrea Monteverdi

di Andrea Monteverdi di Andrea Monteverdi PULCINI Stagione sportiva 2005/2006 Saranno effettuati due allenamenti al campo dove si cureranno gli obiettivi tecnico-tattici, e un allenamento in palestra dove sarà curato in particolar

Dettagli

La tesi di fine corso di Mister Maurizio Viscidi.

La tesi di fine corso di Mister Maurizio Viscidi. N. FEBBRAIO 006 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N DEL /0/0 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: BONACINI ROBERTO SEDE VIA E.FRANCALANCI

Dettagli

[update 04/01/2012] GENERALE

[update 04/01/2012] GENERALE [update 04/01/2012] GENERALE Il giornale che sarà utilizzato per i voti dei giocatori sarà sempre la Gazzetta dello sport. Il partecipante ha avuto a disposizione 650 fantamilioni per completare la rosa.

Dettagli

Uno contro uno in movimento attacco

Uno contro uno in movimento attacco Uno contro uno in movimento attacco Utilizzando gli stessi postulati di spazio/tempo, collaborazioni, equilibrio analizziamo l uno contro uno in movimento. Esso va visto sempre all interno del gioco cinque

Dettagli

REGOLAMENTO della LEGA FANTACALCIO DI PADERNO

REGOLAMENTO della LEGA FANTACALCIO DI PADERNO REGOLAMENTO della LEGA FANTACALCIO DI PADERNO PARTE 1 REGOLAMENTO DEL CAMPIONATO Art. 1) La rosa della squadra deve obbligatoriamente essere composta da 25 calciatori, scelti tra quelli appartenenti alle

Dettagli

Corso di perfezionamento I giochi di transizione

Corso di perfezionamento I giochi di transizione Contenuto della lezione pratica Osservazioni preliminari Corso di perfezionamento I giochi di transizione La durata del gioco dipende dall intensità. L allenatore deve controllare lo stato fisico dei suoi

Dettagli

Regolamento. Sommario

Regolamento. Sommario Regolamento Sommario LE COMPETIZIONI... 2 TORNEO LIGA E PREMIER... 2 SERIE A (CAMPIONATO A 16 SQUADRE)... 2 CLASSIFICA A PUNTEGGIO... 2 CLASSIFICA FORMULA 1... 2 COPPA D ANDATA E COPPA DI RITORNO... 3

Dettagli

Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2015/2016

Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2015/2016 Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2015/2016 REGOLA 1: OGGETTO DEL GIOCO 1. Il fantacalcio è una simulazione del gioco del calcio, che permette di gestire una squadra virtuale (fantasquadra), formata

Dettagli