Informazioni Prodotto 2008

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Informazioni Prodotto 2008"

Transcript

1 Informazioni Prodotto 2008 SOFiSTiK Software ad Elementi Finiti SOFiCAD CAD per Disegni Strutturali di Dettaglio

2 Software ad Elementi Finiti SOFiSTiK Struttura Programma 5 SOFiSTiK Structural Desktop SSD 6 CADiNP 10 SOFiPLUS 12 ASE 3D FEA 14 STAR 3D Analisi di Telai 16 Progettazione Edifi ci 18 Progettazione Ponti 22 Progettazione Acciaio 26 Tenso-Strutture 28 Analisi Dinamica & Sismica 30 Vento 32 Geomeccanica 34 Progettazione Tunnel 36 Computational Fluid Dynamics (CFD) / Multifi sica 38 CAD per Disegni di Dettaglio Strutturali SOFiCAD Detailing 40 SOFiCAD Reinforcement 42 SOFiCAD BAMTEC 44 SOFiCAD Alignment 46 SOFiCAD Steelwork 48 Scambio Dati 50 Referenze 51

3 Il dialogo crea valore aggiunto SOFiSTiK AG sviluppa un software di alta qualità e soluzioni sostenibili per l ingegneria strutturale. Con questo garantiamo la vostra competitività ed il vostro successo. La base indispensabile per una profi cua e duratura relazione è il dialogo con i nostri clienti assieme a voi con il nostro team, vorremmo acquistare competenza sulle richieste quotidiane del vostro lavoro d ingegneria. Anche il miglior software, se si può iniziare a lavorare immediatamente e ricevere la migliore qualità, è più redditizio. Perciò la SOFiSTiK Academy offre ben più di un corso di addestramento. Il vostro benefi cio lavorando con noi: Soluzioni FEA e CAD adattate su misura alle vostre richieste Assistenza tecnica competente ed esclusiva per risolvere velocemente i problemi Accesso via Web tramite il centro interazioni del cliente alle informazioni di SOFiSTiK Forum clienti in Internet Consulenza, pianifi cazione del progetto ed installazione di hardware compreso le reti Informazioni sul prodotto costantemente aggiornate attraverso seminari e corsi di formazione, fi ere, internet e newsletters Conferenze annuali per gli utenti con presentazioni, case studies e workshops E naturalmente, avrete a disposizione una persona per il vostro contatto Vi mostreremo, oltre all analisi standard, anche come realizzare il vostro progetto individuale e come eseguire costantemente, all interno della gestione del progetto, il controllo perfetto dei tempi e dei costi. Our partners

4 Innovazione attraverso la tradizione Già dal 1973 molti ingegneri civili tedeschi iniziarono a sviluppare un software, il quale doveva essere specializzato nel supportare il processo di progettazione nell ingegneria civile e strutturale nell uso di moderni computer. Nel 1999 una fusione fra gli studi d ingegneria e l azienda di vendita ha determinato la formazione di SOFiSTiK AG. Questo era soltanto l inizio di una storia di continuo successo nello sviluppo di software high-end per l ingegneria civile. Fino ad oggi, siamo riusciti a diventare uno dei principali leader di software d ingegneria civile del mondo. Siamo molto orgogliosi del nostro team internazionale d ingegneri strutturali, informatici, tecnici esperti e disegnatori professionisti. Lavoriamo in stretto contatto con il mondo accademico e con altri ingegneri interdisciplinari nel team di sviluppo. L importo maggiore dei proventi che riceviamo dai nostri clienti è reinvestito in ricerca e sviluppo per diventare il vostro profi tto nel futuro e garantire la vostra sostenibile produttività utilizzando il software. Punti saldi della nostra fi losofi a di sviluppo: Il nostro software è sempre un passo avanti. Il nostro software è modulare, perciò facilmente adattabile ad ogni richiesta individuale. I nostri prodotti sono sempre rivolti ad applicazioni pratiche. I nostri prodotti sono effi cienti per l uso quotidiano e specializzati a sfi de dell ingegneria high-end. SOFiSTiK è inoltre un membro attivo delle più importanti associazioni nazionali ed internazionali e società della nostra industria e professione: IABSE, IACM, GACM, NAFEMS, IAI, VBI, DBV, BVBS ecc. Certifi cati 4

5 SOFiSTiK Structural Desktop SOFiSTiK Database/CDB Preprocessore Processore Postprocessore Scambio Dati TEDDY input parametrico AQUA materiali e sezioni Verifica SOFiCAD TEMPLATE worksheets interattivi SOFiLOAD generatore di carichi AQB elementi beam REVIT Structure (BIM) SOFiPLUS preprocessore grafico CSM/CSG fasi di costruzione nell ingegneria di ponti e geotecnica AQBS elementi beam pre e post tesi e sezioni composite DWG/DXF SOFiMSHA meshatore FE, importazione/esportazione e modifiche di FE SOFiMSHB meshatore automatico FE ASE solutore 3D FE (lineare, non lineare, dinamico) DYNA analisi dinamica e sismica BEMESS solette, pareti ed elementi shell Plotting/Visualizzazione ASCII FEMAP WinTUBE preprocessore per geomeccanica e tunnel TALPA solutore FE per geomeccanica e tunnel STAR strutture di elementi beam analitiche ANIMATOR visualizzatore opengl interattivo VBA, C++, Fortran interfaccia di programmazione SteelCON HASE analisi del semispazio 3D e sottostrutture WinGRAF plotting interattivo dei risultati IFC-Import Structural Analysis View (IFC 2 x3) HYDRA analisi ai potenziali 3D, infiltrazioni, idratazione e verifica a fuoco URSULA visualizzatore dei risultati WinG plotting parametrico GEOS geometria di elementi cavo 3D, pre e post tensionamento MAXIMA superpositioning automatico PHYSICA multifisica COLUMN verifica di colonne in calcestruzzo WIST muri di contenimento 5

6 SOFiSTiK Structural Desktop SSD SOFiSTiK Structural Desktop SSD è una moderna interfaccia utente interattiva di SOFiSTiK che guida l utente nel controllo delle diverse potenzialità del programma. SSD lavora in task-oriented in modo da strutturare il processo di lavoro dell ingegneria in task che vengono offerte attraverso una vasta libreria predefi nita. Questo orientamento intelligente permette all utente di eseguire tutti i giorni calcoli high-end in modo confortevole e con facilità d uso. SSD permette di combinare il fl essibile input parametrico CADINP con i moduli interattivi come il preprocessore SOFiPLUS basato su AutoCAD. Per evitare qualunque sentore di scatola nera, SSD esporta da CADINP un database ASCII completo permettendo all utente di controllare interamente ogni fase di calcolo e di ottimizzare ogni singola opzione del programma. Una volta che un processo di lavoro d ingegneria è stato generato per un progetto specifi co, i dati possono essere salvati come modelli di lavoro per essere usati come standard per applicazioni o sistemi simili. SOFiSTiK Structural Desktop è incluso in tutti i moduli di SOFiSTiK. La disponibilità delle tasks dipende da ogni situazione individuale di licenza. 6

7 Libreria delle task: Libreria di sezioni e materiali Leggi di lavoro per elementi molla e vincoli impliciti negli elementi beam Sistemi presollecitati Profi li del suolo per elementi palo e semispazi Input delle sezioni basati su CAD Calcolo secondo la teoria del 1 /2 /3 ordine Analisi del semispazio Verifi ca ULS/SLS di elementi beam e shell in cemento armato Verifi ca di sezioni in cemento armato (sistema w/o) Verifi ca dell acciaio secondo EC3/DIN (E-E, E-P) Imbozzamento torsionale laterale Analisi degli autovalori Analisi d imbozzamento Combinazioni di carico Analisi non lineare del materiale per elementi shell (Cemento armato, Acciaio) Superpositioning dei risultati Indice delle Masse Gestione delle fasi di costruzione (CSM) Verifi ca dello scavo di fondazione (WALLS-X) Task di testo per gli input comprendenti CADINP ASCII standard 7

8 SOFiSTiK Structural Desktop SSD Wizard sui ponti: Diverse tipologie di ponti: Ponti a travate ad anima singola o multipla, ponti a cassone e ponti comprendenti pile e spalle Sezioni variabili Dialogo d interfaccia di allineamento delle strade Elementi cavo interni ed esterni Carichi secondo DIN-Fachbericht, EC2, EHE e BS 5400 Metodi di costruzione: Costruzioni in una sola volta e span by span Verifi ca automatica del progetto 8

9 Wizard sui terremoti: Analisi sismica utilizzando lo Spettro di Risposta Accelerazione orizzontale e verticale Solutore di autovalori: iterazione di vettori / Lanczos / Rayleigh Matrici di massa consistenti e diagonalizzate Libreria dello Spettro di Risposta es. EC8, German DIN 4149, ÖNorm B4015, Swiss SIA 160, US UBC, Indian Standard 1893, Russian SNIP, Chinese GBJ Modifi che manuali dello Spettro di Risposta Superpositioning assegnato per i corrispondenti risultati spettrali Metodo CQC, SRSS e addizione assoluta 9

10 CADiNP Input parametrici Accanto alla pre-elaborazione grafi ca con SOFiPLUS e SSD, SOFiSTiK offre un editor di testo molto potente ed un linguaggio di script per il controllo della funzionalità di ogni singolo modulo. L utilizzo dell editor TEDDY di SOFiSTiK consente all ingegnere di creare dei gruppi di dati parametrici per ogni modulo di SOFiSTiK. Il linguaggio di input CADINP offre valide opzioni per generare strutture FE e per controllare il calcolo con output di risultati e di post-elaborazione. Input e controllo di tutti i moduli di SOFiSTiK Variabili e matrici locali e globali Operazioni aritmetiche (LOG, EXP, SIN, COS) Cicli (LOOP) Dichiarazioni logiche (IF, ENDIF, ELSE) Accesso diretto al database SOFiSTiK Sketches semplici Commenti liberi Macro defi nite dall utente Input di linea o di colonna Archivio-Wizard Input in lingua Tedesca ed Inglese Strumento effi ciente di ricerca e sostituzione Manuale online sensibile al contesto (pdf) Worksheet interattivi (TEMPLATE) 10

11 Il vantaggio principale di un input parametrico basato sul testo è la generazione di strutture regolari quali serbatoi, telai e travi prefabbricate. I gruppi di dati possono essere utilizzati per lo sviluppo di un database personalizzato per l azienda attraverso template di testo che verranno usati per i sistemi e le procedure standard. SOFiSTiK offre varie tipologie di sistemi strutturali e tasks attraverso fi le di esempio che possono essere modifi cati individualmente. 11

12 SOFiPLUS-Pre-processore basato su AutoCAD SOFiPLUS è il pre-processore standard di SOFiSTiK. Basato sulla tecnologia di modellazione di AutoCAD, il programma SOFiPLUS permette all ingegnere di generare qualsiasi struttura FE dalle semplici solette alle superfi ci più complesse. SOFiPLUS è disponibile come: Applicativo di AutoCAD fi no al 2009 Stand-alone SOFiPLUS-X con la tecnologia integrata di AutoCAD Distribuzione automatica dei carichi lungo qualunque linea, curva o spline Carichi liberi, carichi elemento, carichi volume Meshatore automatico (elementi triangolari o quadrilateri) Input grafi ci di elementi cavo per solette Generatore interattivo di sezioni Scambio di dati con Nemetschek Importazione ed esportazione DWG/DXF Caratteristiche Modellazione di qualunque struttura 3D 100% AutoCAD compatibile Uso di tutti i comandi AutoCAD sugli elementi SOFiPLUS Integrazione invisibile in SOFiSTiK Structural Desktop Multi Document Environment (MDE) Apertura contemporanea di più progetti Numero illimitato di undo Importazione di database SOFiSTiK Interazione completa con l editor di testo di SOFiSTiK tramite TEDDY/CADINP Viste multiple Database dei materiali e delle sezioni Superpositioning interattivo ed automatico Superfi ci libere 12

13 13

14 ASE FEA 3D L analisi integrata di elementi fi niti applicata alle strutture 3D è diventata un operazione standard per l ingegneria strutturale. Il modulo ASE, vera punta di diamante di SOFiSTiK, fornisce allo stato dell arte l analisi FE con un solutore molto performante. Il modulo ASE è lo strumento più potente per analizzare anche le strutture più complesse e più ampie. I sistemi ASE sono inseriti grafi camente tramite SOFiPLUS e SOFiSTiK Structural Desktop (SSD) anche con input parametrici CADINP. In base all estensione ASE sono possibili analisi lineari, non lineari e di Time-step utilizzate per la progettazione di edifi ci, strutture in acciaio, tunnel, ponti e membrane. Elementi Elementi piastra a 4 nodi, elementi lastra ed elementi shell con funzioni di forma irregolari (QUAD) Elementi membrana Elementi volume (BRIC) Elementi di contatto non lineari Elementi su suolo elastico non lineari Elementi quad stratifi cati per vetro e materiali compositi Elementi palo analitici Sofi sticati elementi beam comprendenti rinforzi, eccentricità e torsioni Funi con Catenaria Elementi Truss Elementi molla e smorzatori lineari e non lineari Vincoli impliciti negli elementi beam Suolo elastico lineare/superfi cie Semispazio Matrici di rigidezza esterne Sottostrutture Estensioni ASE: ASE Basic: Analisi lineare Verifi ca di elementi shell e sezioni standard in cemento armato secondo DIN, ÖNorm, SIA, EC, BS, DM ed altre normative (BEMESS/AQB light) Superpositioning automatico (MAXIMA) ASE 1 (richiede ASE Basic) Casi di carico primari Fasi di costruzione Effetti dipendenti dal tempo (Scorrimento viscoso, Ritiro, Rilassamento) Elementi volume Analisi degli autovalori Controlli avanzati di utilizzo con input di ampiezza di fessurazione o sforzi ammissibili per l acciaio ASE 2 (richiede ASE Basic) Teoria del 2 ordine per strutture beam Analisi di elementi beam in acciaio non lineare o in cemento armato (richiede licenza completa AQB) Suolo elastico non lineare Effetti non lineari di elementi molla Elementi palo Dinamiche Time-step 14

15 ASE 3 (richiede ASE Basic + ASE 1 + ASE 2) Analisi geometrica non lineare completa (Teoria del 3 ordine) Iterazione del carico limite ultimo Analisi d imbozzamento Catenaria degli elementi fune Individuazione della forma ASE 4 (richiede ASE Basic + ASE 1 + ASE 2) Modello per materiali non lineari di elementi shell in acciaio ed in cemento armato Vari modelli di terreno (Drucker-Prager, Mohr-Coulomb, von Mises, ecc.) Analisi Teoria del 1 /2 /3 ordine Solutore diretto casuale e parallelo interattivo ad alte prestazioni Elementi fune con Catenaria Leggi sforzo-deformazione non lineari per materiali metallici Leggi sforzo-deformazione non lineari per cemento armato Leggi sforzo-deformazione non lineari defi nite dall utente Modelli generali di materiali non lineari per elementi volume Effetto di Tension stiffening Analisi d imbozzamento elastica e plastica Iterazione del carico limite ultimo Metodo Time-step Effetti di deformazione torsionale Autovalori e frequenze proprie Fasi di costruzione Sollecitazioni e deformazioni primarie Effetti dipendenti dal tempo (Scorrimento viscoso, Ritiro, Rilassamento) 15

16 STAR Analisi telai 3D I telai sono fra i sistemi più comuni utilizzati nel progetto strutturale. Il modulo STAR permette all ingegnere di risolvere i complessi problemi connessi con tali strutture. Diverse estensioni del modulo permettono a STAR di essere utilizzato per strutture in acciaio, calcestruzzo, legno, materiali compositi e per la progettazione di ponti. Un solutore avanzato e robusto permette un grado di convergenza molto accurato, anche quando analizza grandi sistemi non lineari. Materiali Database materiali (DIN, EC, BS, ACI, ASSHTO, ecc.) Leggi di materiali non lineari per calcestruzzo e metalli Input interattivo di qualsiasi legge sforzo-deformazione Modifi che individuali di attributi dei materiali Sezioni Database di profi li in acciaio laminato secondo DIN, EC, BS, ecc. Libreria di sezioni standard Sezioni di elementi fune (tra gli altri DIN 3052 a.ff.) Input libero della geometria solo tramite parametri Qualunque spessore o snellezza per sezioni poligonali di muri Sezioni poligonali cave Sollecitazioni corrette da taglio, centri di taglio, momenti d inerzia torsionali Sezioni composite Generazione semplifi cata delle sezioni e gestione con WinAQUA Interfaccia DXF Input interattivo ad es. di saldature, sezioni di taglio, armature, larghezze effettive 16

17 Analisi Teoria di 1, 2 e 3 ordine (es. sistemi di elementi cavo con ampie deformazioni) Leggi non lineari di materiali per il calcestruzzo inclusa Tension Stiffening Plasticizzazione e vincoli per l acciaio ed altri materiali metallici con considerazioni per ognuna delle 6 forze interne Predeformazioni, imperfezioni (locali e globali) Effetti dipendenti dal tempo (scorrimento viscoso, ritiro, rilassamento) Trasferimento del sistema da ASE e DYNA Linee d infl uenza di generazione e analisi con ELLA/ ELSE Carichi indipendenti dalla divisione degli elementi tramite gruppi di beam Analisi automatica dei valori minimi e massimi di momenti e forze interne, reazioni del supporto, deformazioni, sollecitazioni, forze su suolo elastico Curve d inviluppo per valori estremi Casi di carico e gruppi alternativi Verifi ca del cemento armato DIN 1045, , 4227, ÖNorm B4700, EC2, ACI, SIA, BS, SNIP, DM96, DM2008, l ÈC2/1992, I EC2/2005 ecc. Verifi che di strutture in acciaio e sollecitazioni DIN 18800, 1052, EC 3/4/5/9 ÖNorm, SIA, AASHTO, India, Cina Controllo W/D, resistenza a fatica Verifi che E-E, E-P e P-P 17

18 Progettazione edifi ci Per la progettazione generica di edifi ci, SOFiSTiK offre vari pacchetti FEA basati sul solutore ASE high-end 3D di SOFiSTiK. Ogni pacchetto può essere aggiornato con ulteriori tasks quali l analisi dinamica e la progettazione di ponti o di tunnel. SlabDesigner PRO SlabDesigner PRO è un potente pacchetto FEA 2D che permette l analisi di solette, pareti, telai ad un prezzo molto competitivo. Viene fornito con un preprocessore ed un generatore di sezioni basato su AutoCAD, superpositioning automatico, visualizzazione interattiva dei risultati e generazione di reports automatica, tutto sotto il controllo di SOFiSTiK Structural Desktop (SSD). Per l intera tecnologia AutoCAD e la completa compatibilità questo pacchetto può essere acquistato con l applicativo SOFiPLUS o con lo stand-alone SOFiPLUS-X. SlabDesigner PRO include molte caratteristiche avanzate quali l analisi non lineare di fessurazione per solette ed elementi beam (con una completa licenza AQB), suolo elastico e supporti non lineari, progettazione integrata di elementi beam a T e teoria del 2 ordine con molti codici internazionali quali DIN, EC, ÖNorm, SIA, ACI, BS, AS (Australia), EHE (Spagna), BBK (Svezia), SNIP (Russia). Basic 3D FEA & Design Come lo SlabDesigner PRO questo pacchetto è basato su AutoCAD ed è un inizio economico nell analisi FE 3D usando SOFiSTiK. Il pacchetto include un Pre/Post processore interattivo e un generatore di mesh automatico. L utente può eseguire l analisi statica lineare di ogni struttura 3D, dalle semplici solette alle superfi ci complesse compresa la verifi ca del cemento armato per elementi soletta, shell e beam. I codici internazionali sono gli stessi di SlabDesigner PRO. 18

19 SOFiSTiK Premium SOFiSTiK Premium è il pacchetto ideale per l analisi 3D integrata e la verifi ca di qualunque sistema strutturale complesso sia nella progettazione di edifi ci che nell ingegneria geomeccanica e dei ponti. Accanto al preprocessore AutoCAD ed il controllo SSD il pacchetto offre l analisi secondo la teoria del 2 ordine, elementi beam non lineari e suolo elastico, fasi di costruzione (CSM), elementi palo analitici, deformazioni torsionali laterali (BDK) e l integrazione interattiva dei risultati delle forze di sezione di solette ed elementi shell (SIR). Verifi ca secondo DIN , EC 2/3, ÖNorm B4700/4300, SIA 262, ACI , BS 8110/5950, AS 3600 (Australia), EHE (Spagna), BBK 04 (Svezia), SNIP (Russia), DM96, DM2008, l EC2 / 1992, I EC2 / 2005 ecc. Sistemi Post-Tesi Tutti i pacchetti possono essere migliorati per la defi nizione grafi ca basata su SOFiPLUS e l analisi di sistemi solette e shell post-tesi. Gli elementi cavo delle solette possono essere analizzati inserendo una ridistribuzione realistica delle forze e degli effetti vincolari con le fasi di costruzione. Nelle procedure di verifi ca la deformazione aggiuntiva nell acciaio precompresso può essere presa in considerazione per una progettazione economica. Offerte individuali ed ulteriori informazioni possono essere ottenute dai nostri partner di vendita o tramite questa stik.it 19

20 Progettazione edifi ci COLUMN-Verifi ca del cemento armato di colonne, Verifi ca a Fuoco secondo EN COLUMN è un moderno strumento grafi co basato sui moduli STAR 3 e STUE per la progettazione di colonne secondo il metodo di curvatura nominale della DIN tedesca e della ÖNorm B4700 austriaca. COLUMN provvede anche alle procedure di verifi ca non lineare comprendenti gli effetti dipendenti dal tempo con AQB. Sono inoltre possibili il controllo delle speciali protezioni antincendio della DIN tedesca e, con l integrazione del modulo HYDRA per il calcolo della distribuzione della temperatura, la verifi ca a fuoco secondo DIN EN (Eurocodice 2). Caratteristiche COLUMN Sezioni: Sezioni rettangolari e circolari (massimo 10). Sezioni variabili. Layout di armature concentrate e distribuite. Sistema: Può essere inclusa l eccentricità per elementi beam. Supporti elastici e rigidi. Carichi: Carichi puntiformi, carichi puntiformi eccentrici e carichi lineari variabili linearmente. Peso proprio considerato automaticamente. Determinazione automatica dell imperfezione della colonna. Considerazione dell effetto di scorrimento viscoso dipendente dal tempo. 20

21 Calcolo: Calcolo secondo le norme DIN tedesca, ÖNorm B4700,I EC2/2005 e EC UK Generazione automatica di combinazioni di verifi ca comprendenti coeffi cienti di sicurezza Verifi ca ULS e all urto Calcolo e verifi ca per fl essione biassiale e teoria del 2 ordine Considerazione della rigidezza (a fessurazione) effettiva Metodo di curvatura nominale come procedura alternativa di calcolo Verifi ca di sezioni reali Layout di armature prestabilite Verifi che delle protezioni antincendio secondo la tabella 33 della DIN tedesca Verifi che addizionali secondo la tabella migliorata 31 (MLTB). Verifi ca come struttura muraria Output delle reazioni vincolari per l analisi della teoria del 2 ordine Verifi ca a fuoco secondo la DIN EN con l analisi integrata di temperatura (HYDRA), modifi ca automatica dei parametri di sezione e verifi ca non lineare secondo la DIN 1045 tedesca Risultati: Piccolo tabulato con plot grafi co dei risultati importanti Protocollo di tutte la combinazioni per un controllo più semplice Output dettagliato ed esteso su richiesta Sketch del layout di armatura per un elaborazione e una documentazione più semplici Scambio di dati della distribuzione dell armatura con SOFiCAD Reinforcement 21

22 Progettazione ponti Il portfolio del modulo SOFiSTiK è particolarmente potente e versatile per l analisi avanzata e la verifi ca in tutti i campi dell ingegneria dei ponti. L integrazione invisibile dell analisi delle fasi di costruzione, l ottimizzazione della controfreccia e delle forze sono possibili per ponti di grandi dimensioni. Sono inoltre possibili l analisi con effetti non lineari e la valutazione della linea di infl uenza economica. Per verifi che speciali e per l assestamento di servizio sono applicate, da una libreria di modelli di carico standard (strade e ferrovie), un gran numero di informazioni sulle normative. Pre- / Post-Tensionamento Geometria spline 3D cubica di elementi cavo Defi nizione completa di geometria 3D in vista piana, in elevazione ed in sezione Sequenze di sollevamento e di costruzione Presollecitazione per strutture di elementi beam e shell Aderenza immediata Elementi cavo non aderenti Elementi cavo interni ed esterni Libreria di sistemi precompressi Diagramma di sollecitazione di elementi cavo Protocollo di sollevamento (numerico e grafi co) Tipi di ponti / Metodi di costruzione Sistemi con elementi beam ad anima singola e multipla Ponti strallati Ponti sospesi Sistemi Soletta/Telaio/Integrale Sistemi mobili ed elevatoi Sistemi ibridi (ponti a travate ed elementi shell ortotropici) Intelaiature Costruzione span-by-span con controfreccia Metodo della trave a sbalzo libera e bilanciata (FCM/BCM) Varo incrementale con elementi d appoggio per contatti speciali (ILM) Ponti ad estradosso Sistemi compositi 22

23 Analisi Teoria del 1, 2 e 3 ordine Materiale non lineare Elementi molla e smorzatore non lineari Elementi di contatto per ILM Stato primario per deformazioni e sollecitazioni ( construction memory ) Integrazione Time-step Linee di infl uenza Idratazione Analisi di imbozzamento Fasi di costruzione Premonta per fasi di costruzione Analisi dinamica del vento Analisi sismica e dello Spettro di Risposta Autovalori Carichi mobili (rolling stock) Interazione veicolo-struttura Carichi Libreria per i carichi di traffi co (strade e ferrovie) Linee di infl uenza e superfi ci d infl uenza Carichi liberi o su elemento/nodo connessi alla defi nizione del carico Assestamento, temperatura, vento, collisioni, supporto per il sollevamento Combinazione di carichi secondo la selezione standard Sezioni Sezioni aperte e chiuse Parete sottile e spessa Larghezza effi cace (shear lag) Sezioni composite Punti di sollecitazione (automatici e defi niti dall utente) Fasi di costruzione di sezioni Verifi che secondo le normative: SLS e ULS in generale con la verifi ca dell armatura, i controlli delle sollecitazioni, decompressione, ampiezze di fessurazione, robustezza, fatica DIN-FB 101, EHE (Spagna) Eurocodice 2/3/4/9 IRC (India) ÖNorm B 4750 S-BRO 2004 (Svezia) SIA NS (Norvegia) AASHTO 2002/2004, SNIP (Russia) LRFD Modello del calcestruzzo ACI di Hong Kong BS 5400 DM96, DM2008, AS 5100 (Australia) l ÈC2/1992, I EC2/

24 24 Progettazione ponti

25 25

26 Progettazione strutture in acciaio I moduli di SOFiSTiK ASE, STAR e DYNA offrono potenti strumenti per la verifi ca e l analisi di complesse strutture in acciaio. Oltre alla possibilità di analizzare in accordo con la teoria del 3 ordine i programmi offrono per i materiali metallici modelli non lineari. La teoria applicata alla zona elastoplastica è basata sull interazione di tutte le forze ed i momenti interni. Caratteristiche Elementi truss 3D e tensostrutture, strutture scatolari 3D Elementi volume Teoria del 1, 2 e 3 ordine Casi di carico primari per le varie fasi della costruzione Verifi che: E-E, E-P, P-P Zone elastoplastiche, cerniere plastiche Vincoli impliciti di elementi beam (ASE) Libreria profi li Sezioni defi nibili dall utente Sezioni composite Imbozzamento plastico ed elastico Autovalori Imbozzamento uniforme/torsionale laterale Ottimizzazione profi li Sollecitazioni dovute a deformazioni Imbozzamento di elementi shell e solette Legge sforzo-deformazione prestabilita dall utente per elementi molla e per l acciaio Elementi shell multistrato Dinamica non lineare Elementi molla non lineari Interfacce: FEMAP, SteelCON, STEP, AutoCAD, SOFi- CAD-S, IFC Structural Analysis View SteelCON Verifi ca dei giunti 26

27 Codici di progettazione DIN EC 3/4/9 ÖNorm B4300 SIA 263 BS 5950 US AISC AS 4100 NS

28 Tensostrutture La caratteristica per questo tipo di sistemi è il rapporto del loro basso peso rispetto alle lunghe campate. Questo è realizzato evitando che i carichi producano forti sollecitazioni di fl essione trasformandoli in tensioni e compressioni. L analisi FE delle tensostrutture e strutture shell è una delle sfi de più diffi cili per l ingegnere ed il software! Caratteristiche L analisi dell intero sistema con la combinazione dei vari tipi di elementi quali beam, solette, murature e shell usando materiali differenti come l acciaio, vetro, calcestruzzo e membrane Materiali defi niti dall utente Le leggi sforzo-deformazione prestabilite dall utente per il materiale ed elementi molla Fasi di costruzione Rottura parziale del sistema Comportamento del materiale non lineare per calcestruzzo o materiali metallici Teoria del 3 ordine/analisi geometrica non lineare completa Determinazione della capacità di carico limite Analisi di stabilità locale e globale (imbozzamento della piastra, imbozzamento laterale) Autovalori e forma dei modi propri Imperfezioni globali e locali basate sulla forma dei modi propri Analisi globale di imbozzamento Deformazione a torsione Catenaria Elementi shell post-tesi 28

29 Individuazione della forma e della membrana Individuazione delle forme con il metodo FE secondo la teoria della membrana Analisi iterativa con interazione fra la struttura primaria e secondaria Presollecitazione ortotropica Superfi cie minima (membrana) con presollecitazione isotopica Individuazione di forme con pressione interna (strutture pneumatiche) Modelli di taglio con considerazioni sulla compensazione del materiale Considerazione della rigidezza al taglio della struttura della membrana Rottura a compressione per la determinazione degli effetti di corrugamento 29

30 Analisi dinamica e sismica SOFiSTiK offre due programmi per risolvere i problemi dinamici. DYNA è lo strumento dedicato più veloce per l analisi e la verifi ca dinamica lineare e sismica. Secondo le estensioni, ASE offre un analisi dinamica dal calcolo degli autovalori al metodo Time-step non lineare di geometrie e materiali. Solutore diretto casuale e parallelo interattivo ad alte prestazioni Solutore di autovalori: iterazione di vettori/lanczos/rayleigh Metodo Time-step con integrazione diretta dell equazione del moto Integrazione attraverso il superpositioning degli autovalori (anche per le continuità 3D) Oscillazione stazionaria o Spettro-indotta Matrice di massa e di smorzamento consistenti o diagonalizzate Considerazione delle eccentricità anche per le matrici di massa consistenti Rigidezza geometrica ed autovalori di imbozzamento Singole masse (compresi inserimenti al di fuori della diagonale della matrice) Elementi beam 3D comprendenti torsione uniforme e dovuta a deformazioni Elementi truss e fune Elementi molla, boundary e di fl essione Elementi smorzatore non lineari Elementi shell 3D Elementi 3D continui (soltanto con ASE) Libreria degli spettri di risposta es. EC8, DIN 4149, ÖNorm B4015, SIA 160 svizzera, US UBC, Indian Standard 1893, SNIP russa, GBJ cinese Modifi ca manuale dello spettro di risposta Superpositioning assegnato per i corrispondenti risultati spettrali Metodo CQC, SRSS e addizione assoluta Risposta stazionaria con la risposta in frequenza (rigidezza dinamica) 30

31 Gruppi con caratteristiche variabili di smorzamento (smorzamento di Rayleigh) Smorzatore non lineare Analisi di Time-History con analisi modale Analisi di Time-History con analisi diretta Valutazione dei massimi e Time-History Calcolo dello spettro di risposta per il suolo con DYNR Analisi di Wind-History con SOFiLOAD-WH Rolling stock con libreria sui carichi del treno (es. EC HSLMA) Interazione veicolo-struttura (Hughes-a) Problemi dinamici del contatto Salvataggio di risultati per i fi lmati e visualizzazione nell ANIMATOR Analisi di Time-History per il carico della raffi ca di vento ad impulso ed i corrispondenti tempi di arrivo per fonti di vibrazione multiple Smorzamento modale per Time-History e spettro di risposta Analisi di taglio comprendente i coeffi cienti di direzione Analisi di Push-Over 31

ANALISI PUSHOVER Statica Lineare Dinamica Lineare Statica Non Lineare Dinamica Non Lineare PUSH-OVER

ANALISI PUSHOVER Statica Lineare Dinamica Lineare Statica Non Lineare Dinamica Non Lineare PUSH-OVER ANALISI PUSHOVER - Analisi sismica Statica Lineare - Analisi sismica Dinamica Lineare - Analisi sismica Statica Non Lineare - Analisi sismica Dinamica Non Lineare Con il nome di analisi PUSH-OVER si indica

Dettagli

4.1 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO.. 7.4 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO..

4.1 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO.. 7.4 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO.. E. Cosenza NORME TECNICHE Costruzioni di calcestruzzo Edoardo Cosenza Dipartimento di Ingegneria Strutturale Università di Napoli Federico II 4.1 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO.. 7.4 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO..

Dettagli

GEOTECNICA. ing. Nunziante Squeglia 13. OPERE DI SOSTEGNO. Corso di Geotecnica Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Architettura

GEOTECNICA. ing. Nunziante Squeglia 13. OPERE DI SOSTEGNO. Corso di Geotecnica Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Architettura GEOTECNICA 13. OPERE DI SOSTEGNO DEFINIZIONI Opere di sostegno rigide: muri a gravità, a mensola, a contrafforti.. Opere di sostegno flessibili: palancole metalliche, diaframmi in cls (eventualmente con

Dettagli

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche CEMENTO ARMATO METODO AGLI STATI LIMITE Il calcestruzzo cementizio, o cemento armato come normalmente viene definito in modo improprio, è un materiale artificiale eterogeneo costituito da conglomerato

Dettagli

4 CAPITOLO 4. STRUTTURA ESISTENTE A TELAIO IN CA

4 CAPITOLO 4. STRUTTURA ESISTENTE A TELAIO IN CA 123 4 CAPITOLO 4. STRUTTURA ESISTENTE A TELAIO IN CA Il presente esempio è finalizzato a guidare il progettista alla compilazione del SI-ERC per un edificio con struttura a telaio in CA per il quale è

Dettagli

Carichi unitari. Dimensionamento delle sezioni e verifica di massima. Dimensionamento travi a spessore. Altri carichi unitari. Esempio.

Carichi unitari. Dimensionamento delle sezioni e verifica di massima. Dimensionamento travi a spessore. Altri carichi unitari. Esempio. Carichi unitari delle sezioni e verifica di massima Una volta definito lo spessore, si possono calcolare i carichi unitari (k/m ) Solaio del piano tipo Solaio di copertura Solaio torrino scala Sbalzo piano

Dettagli

Modelli di dimensionamento

Modelli di dimensionamento Introduzione alla Norma SIA 266 Modelli di dimensionamento Franco Prada Studio d ing. Giani e Prada Lugano Testo di: Joseph Schwartz HTA Luzern Documentazione a pagina 19 Norma SIA 266 - Costruzioni di

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in. Ingegneria civile per la protezione dai rischi naturali D.M. 270. Relazione di fine tirocinio A.A.

Corso di Laurea Magistrale in. Ingegneria civile per la protezione dai rischi naturali D.M. 270. Relazione di fine tirocinio A.A. Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria civile per la protezione dai rischi naturali D.M. 270 Relazione di fine tirocinio A.A. 2013-2014 Analisi Strutturale tramite il Metodo agli Elementi Discreti Relatore:

Dettagli

7 PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE

7 PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE 7 PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE Il presente capitolo disciplina la progettazione e la costruzione delle nuove opere soggette anche all azione sismica. Le sue indicazioni sono da considerare aggiuntive

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

IL FATTORE DI STRUTTURA PER LE COSTRUZIONI IN ACCIAIO. Domenico Leone

IL FATTORE DI STRUTTURA PER LE COSTRUZIONI IN ACCIAIO. Domenico Leone IL FATTORE DI STRUTTURA PER LE COSTRUZIONI IN ACCIAIO Domenico Leone IL FATTORE DI STRUTTURA PER LE COSTRUZIONI IN ACCIAIO Domenico Leone Il prof. Domenico Leone vanta un esperienza più che trentennale

Dettagli

Tecnologia della fermentazione

Tecnologia della fermentazione Effettivo riscaldamento del fermentatore BIOFLEX - BRUGG: tubo flessibile inox per fermentazione dalla famiglia NIROFLEX. Il sistema a pacchetto per aumentare l efficienza dei fermentatori BIOFLEX- tubazione

Dettagli

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II AGGIORNAMENTO 12/12/2014 Fondazioni dirette e indirette Le strutture di fondazione trasmettono

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE

PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE CAPITOLO 7. 7. PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE BOZZA DI LAVORO Ottobre 2014 278 [BOZZA DI LAVORO OTTOBRE 2014] CAPITOLO 7 Il presente capitolo disciplina la progettazione e la costruzione delle nuove

Dettagli

10 CALCOLO AGLI STATI LIMITE DELLE STRUTTURE IN C.A.

10 CALCOLO AGLI STATI LIMITE DELLE STRUTTURE IN C.A. 10 CALCOLO AGLI STATI LIMITE DELLE STRUTTURE IN C.A. Il capitolo fa riferimento alla versione definitiva dell'eurocodice 2, parte 1.1, UNI EN 1992-1-1, recepito e reso applicabile in Italia dal DM del

Dettagli

PRESCRIZIONI ANTISISMICHE E CRITERI DI CALCOLO: Interazione tra strutture e tamponamenti

PRESCRIZIONI ANTISISMICHE E CRITERI DI CALCOLO: Interazione tra strutture e tamponamenti Convegno CRITICITÀ DELLA PROGETTAZIONE TERMICA E ACUSTICA DEGLI EDIFICI IN RAPPORTO ALLE PRESCRIZIONI STRUTTURALI ANTISISMICHE Saie 2009, Sala Topazio, Sabato 31 ottobre ore 9.00 PRESCRIZIONI ANTISISMICHE

Dettagli

ANALISI MEDIANTE LO SPETTRO DI RISPOSTA

ANALISI MEDIANTE LO SPETTRO DI RISPOSTA ANALISI EDIANTE LO SPETTRO DI RISPOSTA arco BOZZA * * Ingegnere Strutturale, già Direttore della Federazione regionale degli Ordini degli Ingegneri del Veneto (FOIV), Amministratore di ADEPRON DINAICA

Dettagli

ISOLATORI ELASTOMERICI. ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02

ISOLATORI ELASTOMERICI. ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02 ISOLATORI ELASTOMERICI ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02 INTRODUZIONE CERTIFICAZIONI Nel 1992 FIP Industriale ha ottenuto la certificazione CISQ-ICIM per il Sistema di Assicurazione Qualità in conformità

Dettagli

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE prof. ing. Pietro Capone Opere realizzate provvisoriamente allo scopo di consentire l esecuzione dell opera, la loro vita è legata

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

Testo integrato dell Allegato 2 Edifici all Ordinanza 3274 come modificato dall OPCM 3431 del 3/5/05

Testo integrato dell Allegato 2 Edifici all Ordinanza 3274 come modificato dall OPCM 3431 del 3/5/05 NORME TECNICHE PER IL PROGETTO, LA VALUTAZIONE E L ADEGUAMENTO SISMICO DEGLI EDIFICI 1 OGGETTO DELLE NORME...7 2 REQUISITI DI SICUREZZA E CRITERI DI VERIFICA...8 2.1 SICUREZZA NEI CONFRONTI DELLA STABILITÀ

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

BOZZA. a min [mm] A min =P/σ adm [mm 2 ]

BOZZA. a min [mm] A min =P/σ adm [mm 2 ] ezione n. 6 e strutture in acciaio Verifica di elementi strutturali in acciaio Il problema della stabilità dell equilibrio Uno degli aspetti principali da tenere ben presente nella progettazione delle

Dettagli

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI N. VOCE DESCRIZIONE LAVORAZIONE QUANTITA' PREZZO UNIT. TOTALE

Dettagli

Edifici in muratura in zona sismica

Edifici in muratura in zona sismica Collegio dei Geometri e dei Geometri Laureati Reggio Emilia - 26 novembre 2010 Edifici in muratura in zona sismica Dott. Ing. Nicola GAMBETTI, Libero Professionista EDIFICI IN MURATURA IN ZONA SISMICA

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

Trattasi di un edificio monopiano con sito d impianto su suolo costituito da n. 4

Trattasi di un edificio monopiano con sito d impianto su suolo costituito da n. 4 1. Descrizione della struttura portante Trattasi di un edificio monopiano con sito d impianto su suolo costituito da n. 4 terrazzamenti delimitati da preesistenti muri di sostegno. L edificio è suddiviso

Dettagli

MODELLO ELASTICO (Legge di Hooke)

MODELLO ELASTICO (Legge di Hooke) MODELLO ELASTICO (Legge di Hooke) σ= Eε E=modulo elastico molla applicazioni determinazione delle tensioni indotte nel terreno calcolo cedimenti MODELLO PLASTICO T N modello plastico perfetto T* non dipende

Dettagli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli ingegneri della Provincia Autonoma di Trento nell anno 2012, si propone quale traccia per la stesura del Certificato di

Dettagli

TRAVE SU SUOLO ELASTICO

TRAVE SU SUOLO ELASTICO Capitolo 3 TRAVE SU SUOLO ELASTICO (3.1) Combinando la (3.1) con la (3.2) si ottiene: (3.2) L equazione differenziale può essere così riscritta: (3.3) La soluzione dell equazione differenziale di ordine

Dettagli

Sommario. vengono riconosciuti. duttili. In. pareti, solai. applicazioni

Sommario. vengono riconosciuti. duttili. In. pareti, solai. applicazioni APPLICAZIONI INNOVATIVE CON MICROCA ALCESTRUZZI DUTTILI PER RINFORZII ED ADEGUAMENTI SISMICI Dario Rosignoli Stefano Maringoni Tecnochem Italiana S.p.A. Sommario Con gli acronimi HPFRC High Performancee

Dettagli

Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo

Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Aerospaziale e Geotecnica Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo Prof. Ing. L.Cavaleri L amplificazione locale: gli aspetti matematici u=spostamentoin

Dettagli

Circolare 2 febbraio 2009, n. 617 - Istruzioni per l applicazione delle Nuove norme tecniche per le costruzioni di cui al D.M.

Circolare 2 febbraio 2009, n. 617 - Istruzioni per l applicazione delle Nuove norme tecniche per le costruzioni di cui al D.M. Circolare 2 febbraio 2009, n. 617 - Istruzioni per l applicazione delle Nuove norme tecniche per le costruzioni di cui al D.M. 14 gennaio 2008 Con decreto ministeriale 14 gennaio 2008, pubblicato nella

Dettagli

2.2.8 Spettri di progetto

2.2.8 Spettri di progetto 2.2.8 Spettri di progetto Passando alla fase progettuale si dà per scontato che per gli Stati Limite Ultimi (SLV e SLC) la struttura vada largamente in campo plastico. Si devono quindi utilizzare metodi

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

Dinamica e Misura delle Vibrazioni

Dinamica e Misura delle Vibrazioni Dinamica e Misura delle Vibrazioni Prof. Giovanni Moschioni Politecnico di Milano, Dipartimento di Meccanica Sezione di Misure e Tecniche Sperimentali giovanni.moschioni@polimi.it VibrazionI 2 Il termine

Dettagli

Elaborato di Meccanica delle Strutture

Elaborato di Meccanica delle Strutture Università degli Studi di Roma La Sapienza Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Meccanica ed Aeronautica Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Meccanica Elaborato di Meccanica delle Strutture Docente

Dettagli

TECHNICALINFO. I veicoli LEITNER

TECHNICALINFO. I veicoli LEITNER TECHNICALINFO I veicoli LEITNER I veicoli LEITNER Comodi, stabili al vento, a richiesta riscaldati I progettisti LEITNER, nello sviluppo dei veicoli, considerano sempre come massima priorità il comfort

Dettagli

Verifica sismica di dighe a gravità in calcestruzzo

Verifica sismica di dighe a gravità in calcestruzzo Verifica sismica di dighe a gravità in calcestruzzo Keywords: dighe a gravità in calcestruzzo, verifica sismica, metodi semplificati, programmi di calcolo. Autore: L. Furgoni, Relatore: Prof. C. Nuti,

Dettagli

Costruzioni in c.a. Progettazione e adeguamento delle strutture

Costruzioni in c.a. Progettazione e adeguamento delle strutture Corso di formazione in INGEGNERIA SISMICA Verres, 11 Novembre 16 Dicembre, 2011 Costruzioni in c.a. Progettazione e adeguamento delle strutture Alessandro P. Fantilli alessandro.fantilli@polito.it Verres,

Dettagli

Capitolo 7 TRAVI COMPOSTE ACCIAIO-CALCESTRUZZO 7 COSTRUZIONI IN ACCIAIO-CALCESTRUZZO. 7.1 Principi generali. 7.1.1 Premessa BOZZA

Capitolo 7 TRAVI COMPOSTE ACCIAIO-CALCESTRUZZO 7 COSTRUZIONI IN ACCIAIO-CALCESTRUZZO. 7.1 Principi generali. 7.1.1 Premessa BOZZA BOZZA Capitolo 7 TRAVI COMPOSTE ACCIAIO-CALCESTRUZZO 7 COSTRUZIONI IN ACCIAIO-CALCESTRUZZO 7.1 Principi generali 7.1.1 Premessa Con il nome di strutture composte acciaio-calcestruzzo vengono indicate usualmente

Dettagli

ORDINANZA n. 3274 DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 marzo 2003

ORDINANZA n. 3274 DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 marzo 2003 ORDINANZA n. 3274 DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 marzo 2003 Primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative tecniche per

Dettagli

LE CAPRIATE Sviluppo delle strutture lignee di copertura

LE CAPRIATE Sviluppo delle strutture lignee di copertura LE CAPRIATE Sviluppo delle strutture lignee di copertura Premessa Fra le strutture di legno, le capriate reticolari costituiscono un tipo di costruzione diffuso che sfruttano pienamente i vantaggi potenziali

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

attraverso l impiego convenzionale di linee, numeri e simboli Il disegno rappresenta un elemento chiave del ciclo di vita di un prodotto CAM CAM

attraverso l impiego convenzionale di linee, numeri e simboli Il disegno rappresenta un elemento chiave del ciclo di vita di un prodotto CAM CAM Il disegno tecnico di un oggetto è in grado di spiegarne: - la forma, - le dimensioni, - la funzione, - la lavorazione necessaria per ottenerlo, - ed il materiale in cui è realizzato. attraverso l impiego

Dettagli

1. LA SICUREZZA STRUTTURALE IN SITUAZIONI D INCENDIO I. Definizioni II. Obiettivi

1. LA SICUREZZA STRUTTURALE IN SITUAZIONI D INCENDIO I. Definizioni II. Obiettivi Ing. Antonino Gerardi 1 1. LA SICUREZZA STRUTTURALE IN SITUAZIONI D INCENDIO I. Definizioni II. Obiettivi 2. QUADRO NORMATIVO NAZIONALE I. Settori di regolamentazione II. Livelli di prestazione III. Criteri

Dettagli

TIP AND TRICKS 01 DEFINIZIONE DEI PARAMETRI DI UNA LASTRA ORTOTROPA EQUIVALENTE A UNA VOLTA MURARIA

TIP AND TRICKS 01 DEFINIZIONE DEI PARAMETRI DI UNA LASTRA ORTOTROPA EQUIVALENTE A UNA VOLTA MURARIA TIP AND TRICKS 01 DEFINIZIONE DEI PARAMETRI DI UNA LASTRA ORTOTROPA EQUIVALENTE A UNA VOLTA MURARIA TECNICA DI DEFINIZIONE DELLE PROPRIETA' DI UNA LASTRA ORTOTROPA EQUIVALENTE A UNA VOLTA MURARIA Descrizione

Dettagli

Montaggio su tetto piano

Montaggio su tetto piano Montaggio su tetto piano Avvertenze generali Con la crescente diffusione dei sistemi fotovoltaici, oltre a dimensioni elettriche, durata, tempi di garanzia ecc., anche i dettagli di montaggio assumono

Dettagli

Specifica dei Calcoli FEM di dimensionamento strutturale relativi alla applicazione di nuove Apparecchiature / Arredi, su Rotabili in esercizio.

Specifica dei Calcoli FEM di dimensionamento strutturale relativi alla applicazione di nuove Apparecchiature / Arredi, su Rotabili in esercizio. Viale Spartaco Lavagnini, 58 50129 FIRENZE Identificazione Rev. 383601 00 Pagina 1 di 48 Il presente documento è di proprietà di Trenitalia. Nessuna parte di questo documento può essere riprodotta, memorizzata,

Dettagli

Valutazione della vulnerabilità e interventi per le costruzioni ad uso produttivo in zona sismica

Valutazione della vulnerabilità e interventi per le costruzioni ad uso produttivo in zona sismica Valutazione della vulnerabilità e interventi per le costruzioni ad uso produttivo in zona sismica 1 Ambito operativo e inquadramento normativo Tenuto conto del rilevante impatto che gli eventi sismici,

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

www.pisante.com edifici esistenti in muratura verifiche di vulnerabilità sismica analisi cinematiche

www.pisante.com edifici esistenti in muratura verifiche di vulnerabilità sismica analisi cinematiche www.pisante.com edifici esistenti in muratura verifiche di vulnerabilità sismica analisi cinematiche ANALISI CINEMATICA DEI CORPI RIGIDI 8.7.1 COSTRUZIONI IN MURATURA (D.M. 14/01/2008) Nelle costruzioni

Dettagli

MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO

MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO MECCANISMO RESISTENTE A PETTINE Un elemento di calcestruzzo tra due fessure consecutive si può schematizzare come una mensola incastrata nel corrente

Dettagli

CUT 20 P CUT 30 P GFAC_CUT 20P_30P_Brochure.indd 1 17.9.2009 9:29:45

CUT 20 P CUT 30 P GFAC_CUT 20P_30P_Brochure.indd 1 17.9.2009 9:29:45 CUT 20 P CUT 30 P UNA SOLUZIONE COMPLETA PRONTA ALL USO 2 Sommario Highlights Struttura meccanica Sistema filo Generatore e Tecnologia Unità di comando GF AgieCharmilles 4 6 8 12 16 18 CUT 20 P CUT 30

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Costruzioni in legno: nuove prospettive

Costruzioni in legno: nuove prospettive Costruzioni in legno: nuove prospettive STRUZION Il legno come materiale da costruzione: origini e declino Il legno, grazie alla sua diffusione e alle sue proprietà, ha rappresentato per millenni il materiale

Dettagli

Riferimenti Iconografici

Riferimenti Iconografici Corso di Aggiornamento per Geometri su Problematiche Strutturali Calcolo agli Stati Limite Aspetti Generali 18 novembre 005 Dr. Daniele Zonta Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Strutturale Università

Dettagli

Sistema con compluvio integrato

Sistema con compluvio integrato Sistema con compluvio integrato NUOVO! Compluvio standard 1.5 % Ancora più semplice. Ancora più conveniente. La forza naturale della roccia Isolamento termico e compluvio in un unico sistema 2 I sistemi

Dettagli

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale Edizione Agosto 2006 Il grande cerchio per una protezione naturale FERRONDO -Innovazione astuto dinamico di valore Con un unico profilo FERRONDO GRANDE combina protezione dai rumori e Design. La sua forma

Dettagli

SOMMARIO: LEGGI SU CUI SI BASANO LE ATTUALI NORME LE NUOVE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI E L AZIONE SISMICA

SOMMARIO: LEGGI SU CUI SI BASANO LE ATTUALI NORME LE NUOVE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI E L AZIONE SISMICA LEGGI FONDAMENTALI DELLE NORMESISMICHE SOMMARIO: LEGGI SU CUI SI BASANO LE ATTUALI NORME SISMICHE LE NUOVE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI E L AZIONE SISMICA Giacomo Di Pasquale, Dipartimento della Protezione

Dettagli

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE a cura del Consorzio POROTON Italia VERSIONE ASPETTI GENERALI E TIPOLOGIE MURARIE Le murature si dividono in tre principali categorie: murature

Dettagli

Moto sul piano inclinato (senza attrito)

Moto sul piano inclinato (senza attrito) Moto sul piano inclinato (senza attrito) Per studiare il moto di un oggetto (assimilabile a punto materiale) lungo un piano inclinato bisogna innanzitutto analizzare le forze che agiscono sull oggetto

Dettagli

Eurocodice 8 Progettazione delle strutture per la resistenza sismica Parte 1: Regole generali, azioni sismiche e regole per gli edifici

Eurocodice 8 Progettazione delle strutture per la resistenza sismica Parte 1: Regole generali, azioni sismiche e regole per gli edifici NORMA EUROPEA Eurocodice 8 Progettazione delle strutture per la resistenza sismica Parte 1: Regole generali, azioni sismiche e regole per gli edifici UNI EN 1998-1 MARZO 2005 Eurocode 8 Design of structures

Dettagli

COMPLESSO xxxxxxxxxxx

COMPLESSO xxxxxxxxxxx PROVE DI CARICO SU PALI E INDAGINI SIT COMPLESSO xxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx PROVE N 131/132/133/134/135 /FI 8, 9, 10, 11 Giugno 2009 Committente: Direttore Lavori: Relatore: xxxxxxxxxxxxxxxx

Dettagli

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA Catalogo Tecnico Aprile 21 L azienda Brevini Fluid Power è stata costituita nel 23 a Reggio Emilia dove mantiene la sua sede centrale. Brevini Fluid Power produce

Dettagli

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE FOCUS TECNICO IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE ADEGUAMENTO ALLE NORMATIVE DETRAZIONI FISCALI SUDDIVISIONE PIÙ EQUA DELLE SPESE RISPARMIO IN BOLLETTA MINOR CONSUMO GLOBALE DI TUTTO IL CONDOMINIO COSTO

Dettagli

TOP SOL TOP BRIDGE IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI E S S E INFRASTRUTTURE

TOP SOL TOP BRIDGE IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI E S S E INFRASTRUTTURE TOP SOL TOP BRIDGE E S S E D I V I S I O N E INFRASTRUTTURE E D INF IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI giulianedmp SOLUZIONI COSTRUTTIVE PER L EDILIZIA giulianedmp TOP SOL / TOP BRIDGE Impalcati

Dettagli

REOXTHENE TECHNOLOGY

REOXTHENE TECHNOLOGY REOXTHENE Patented REOXTHENE TECHNOLOGY MEMBRANE IMPERMEABILIZZANTI DALLA TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA INNOVATIVO COMPOUND BITUME POLIMERO INCREDIBILE LEGGEREZZA (fino a 4 mm = 38 kg) MAGGIORI PRESTAZIONI

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

PROGETTAZIONE DI STRUTTURE IN ACCIAIO con le nuove Norme Tecniche e gli Eurocodici: basi concettuali ed esempi di calcolo

PROGETTAZIONE DI STRUTTURE IN ACCIAIO con le nuove Norme Tecniche e gli Eurocodici: basi concettuali ed esempi di calcolo PROGETTAZIONE DI STRUTTURE IN ACCIAIO con le nuove Norme Tecniche e gli Eurocodici: basi concettuali ed esempi di calcolo Stefania Arangio, Francesca Bucchi, Franco Bontempi Stefania Arangio, Francesca

Dettagli

Calcolo semplificato agli stati limite

Calcolo semplificato agli stati limite CARLO SIGMUND Calcolo semplificato agli stati limite PER STRUTTURE IN CEMENTO ARMATO ACCIAIO LEGNO MURATURA @ SERVIZI GRATUITI ON LINE Questo libro dispone dei seguenti servizi gratuiti disponibili on

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

14. Controlli non distruttivi

14. Controlli non distruttivi 14.1. Generalità 14. Controlli non distruttivi La moderna progettazione meccanica, basata sempre più sull uso di accurati codici di calcolo e su una accurata conoscenza delle caratteristiche del materiale

Dettagli

Guarnizioni per oleodinamica e pneumatica

Guarnizioni per oleodinamica e pneumatica Raschiatori NBR/FPM DAS, DP6, DP, DP, DRS, DWR Guarnizioni a labbro NBR/FPM /, /M, /M, M, H, C Bonded seal NBR-metallo Guarnizioni a pacco in goa-tela TO, TG, TEO Guarnizioni per pistoni in poliuretano,

Dettagli

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE > MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE WorkNC V21 multicore 64 bits : Benefici di WorkNC Aumento generale della produttività, grazie alle nuove tecnologie multi-core, 64 bit e Windows 7 Calcolo di

Dettagli

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6 Sistema FS Uno Istruzione di montaggio CONTENUTO Pagina 1 Generalità 2 2 Palificazione 3 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4 4 Elenco dei componenti 6 5 Rappresentazione esplosa del sistema

Dettagli

Livellazione Geometrica Strumenti per la misura dei dislivelli

Livellazione Geometrica Strumenti per la misura dei dislivelli Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento Livellazione Geometrica Strumenti per la misura dei dislivelli Nota bene: Questo documento rappresenta unicamente

Dettagli

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility.

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility. V11 Release 1 New Devices. New Features. Highlights dell innovaphone PBX Versione 11 Release 1 (11r1) Con il software Versione 11 dell innovaphone PBX la soluzione di telefonia IP e Unified Communications

Dettagli

Sensore su fascetta stringitubo 0085 Rosemount

Sensore su fascetta stringitubo 0085 Rosemount Bollettino tecnico Gennaio 2013 00813-0102-4952, Rev. DC Sensore su fascetta stringitubo 0085 Rosemount Design non intrusivo per una misura di temperatura facile e veloce in applicazioni su tubazioni Sensori

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790 SCHEDARIEPILOGATIVAINTERVENTO OPCMn.3779e3790 A)Caratteristicheedificio Esitodiagibilità: B-C (OPCM 3779) E (OPCM 3790) Superficielordacomplessivacoperta( 1 ) mqnum.dipiani Num.UnitàImmobiliaritotali B)Contributorichiestoaisensidi

Dettagli

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili Sistema Multistrato per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili LISTINO 05/2012 INDICE Pag. Tubo Multistrato in Rotolo (PEX/AL/PEX) 4065 04 Tubo Multistrato in Barre (PEX/AL/PEX)

Dettagli

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale I Leader nella Tecnologia dell'agitazione Agitatori ad Entrata Laterale Soluzione completa per Agitatori Laterali Lightnin e' leader mondiale nel campo dell'agitazione. Plenty e' il leader di mercato per

Dettagli

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj 61- Quand è che volumi uguali di gas perfetti diversi possono contenere lo stesso numero di molecole? A) Quando hanno uguale pressione e temperatura diversa B) Quando hanno uguale temperatura e pressione

Dettagli

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale.

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. L analisi modale è un approccio molto efficace al comportamento dinamico delle strutture, alla verifica di modelli di calcolo

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA

VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA ISTITUTO DI EDILIZIA ISTITUTO DI SCIENZA E TECNICA DELLE COSTRUZIONI TESI

Dettagli

Solai osservazioni generali

Solai osservazioni generali SOLAI Struttura orizzontale posta ad ogni piano di un edificio. Ha lo scopo di sostenere il proprio peso, dei pavimenti, delle pareti divisorie e dei carichi di esercizio. Per orizzontamento si intende

Dettagli

Utensili diamantati con legante galvanico Lavorazione di ghisa grigia e ghisa sferoidale

Utensili diamantati con legante galvanico Lavorazione di ghisa grigia e ghisa sferoidale Utensili diamantati con legante galvanico Lavorazione di ghisa grigia e ghisa sferoidale Efficace ottimizzazione del processo di pulitura della ghisa Grande convenienza economica grazie alla durata ed

Dettagli

Regolatori ad alta precisione Serie R210 / R220 / R230

Regolatori ad alta precisione Serie R210 / R220 / R230 Regolatori ad alta precisione Serie R210 / R220 / R230 Catalogo PDE2542TCIT-ca ATTENZIONE LA SCELTA OPPURE L UTILIZZO ERRATI DEI PRODOTTI E/O SISTEMI IVI DESCRITTI OPPURE DEGLI ARTICOLI CORRELATI POSSONO

Dettagli

Strutture in muratura e a telaio

Strutture in muratura e a telaio Strutture in muratura e a telaio Inroduzione alla teoria delle strutture Nel campo delle costruzioni il termine struttura è spesso usato per indicare qualcosa di più specifico di un sistema di relazioni.

Dettagli

Istruzioni per la Valutazione Affidabilistica della Sicurezza Sismica di Edifici Esistenti

Istruzioni per la Valutazione Affidabilistica della Sicurezza Sismica di Edifici Esistenti CNR Commissione di studio per la predisposizione e l analisi di norme tecniche relative alle costruzioni CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE COMMISSIONE DI STUDIO PER LA PREDISPOSIZIONE E L'ANALISI DI NORME

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI Le lavorazioni oggetto della presente relazione sono rappresentate dalla demolizione di n 14 edifici costruiti tra gli anni 1978 ed il 1980

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli