Le condizioni generali di contratto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le condizioni generali di contratto"

Transcript

1 Inserire testo Inserire testo Le condizioni generali di contratto Condizioni generali di contratto e clausole vessatorie: in particolare, la riserva di proprietà A cura dell Avv. Simona Cardillo

2 CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO E CLAUSOLE VESSATORIE: IN PARTICOLARE, LA RISERVA DI PROPRIETÀ Le condizioni generali di contratto (art c.c.) sono una serie di clausole contrattuali che un soggetto predispone per regolare uniformemente i suoi rapporti contrattuali. Nel campo dei rapporti commerciali tra imprenditori, la previsione delle condizioni generali nasce difatti dalla necessità di razionalizzare i rapporti dell imprenditore che è solito stipulare numerosi contratti dello stesso genere con una serie indefinita di soggetti. Per evitare di estendere il dibattito contrattuale ad ogni singola clausola contrattuale, il legislatore ha consentito la possibilità di individuare clausole applicabili genericamente a tutti i futuri rapporti commerciali. Proprio in quest ottica il Legislatore non chiede che dette clausole debbano essere singolarmente approvate dall'altro contraente e prevede, invece, che le condizioni generali di contratto per essere efficaci semplicemente debbano essere da quest ultimo conoscibili. L agevolazione del Legislatore trova fondamento nel principio per cui, con l'accettazione del contratto, il non predisponente si assoggetta volontariamente alla disciplina predisposta dall'altra parte. Non è, quindi, prevista la necessità di accertarsi che le condizioni generali siano effettivamente conosciute dai contraenti, se questi ultimi avrebbero potuto conoscerle usando l'ordinaria diligenza. Abbiamo detto quindi che l imprenditore che intende avvalersene ha l onere di rendere manifesta ai contraenti l'esistenza di condizioni generali e di renderle conoscibili, pena l inefficacia delle stesse. Le condizioni generali inoltre devono essere chiaramente comprensibili: se le clausole sono ambigue, si interpretano a favore dell'aderente ex art c.c.. Le condizioni generali di contratto sono generalmente espressione del fenomeno dei contratti commerciali nei quali un soggetto predispone l'intero regolamento contrattuale senza previa discussione del contenuto specifico, mentre l'altro non può far altro che accettare o rinunciare. Sono quindi previste una serie di cautele a favore della parte più debole, cautele che si realizzano in particolare nella previsione di una serie di clausole alle quali il soggetto aderente dovrebbe dedicare maggiore attenzione. Si tratta delle cc.dd. clausole vessatorie che sono nulle, se non approvate specificamente per iscritto. La legge determina in modo tassativo quali, fra le condizioni generali di contratto, siano da ritenere 'vessatorie' e stabilisce appunto che, per la loro validità, esse debbano essere specificamente approvate per iscritto (art c.c.). Non basta cioè che sia firmato il documento contrattuale nel suo complesso: occorre anche che dette clausole siano appositamente approvate con una ulteriore specifica sottoscrizione.

3 Le clausole vessatorie sono quelle che stabiliscono, a favore del predisponente, limitazioni di responsabilità (ammissibile comunque solo nel caso di colpa lieve) e facoltà di recedere dal contratto o di sospenderne l'esecuzione. Sono inoltre vessatorie le clausole che sanciscono, a carico dell'aderente: a) decadenze e limiti alla facoltà di proporre eccezioni; tuttavia, la clausola non è valida per le eccezioni di nullità, annullabilità, rescissione del contratto (art. 1462) e se la decadenza rende eccessivamente difficile l'esercizio del diritto (art. 2965); b) restrizioni alla libertà contrattuale nei rapporti con i terzi (v. però gli artt sul divieto di alienare, 1566 sul patto di preferenza nella somministrazione, 2569 sul patto di non concorrenza); c) tacite proroghe o rinnovazioni del contratto (v. però l'art. 1899); d) clausole 'compromissorie', che deferiscono cioè ad arbitri privati la decisione di una futura lite (clausole comunque non consentite per i diritti indisponibili). Per tali clausole dunque è necessaria la specifica approvazione per iscritto da parte del contraente aderente. Richiede particolari tutele ed è subordinata al requisito della forma scritta, seppur non sia una clausola vessatoria il PATTO DI RISERVATO DOMINIO (dottrina e giurisprudenza appaiono concordi nel ritenere che il patto in esame, avendo l obiettivo di caratterizzare la natura del negozio posto in essere, non rappresenti una clausola limitatrice della responsabilità del venditore o restrittiva della libertà contrattuale dell acquirente cit. Bianca). Per la legge italiana, salvo rare eccezioni, il passaggio della proprietà del bene dal venditore al compratore si realizza nel momento di perfezionamento del contratto, ovvero quando l offerta e l accettazione si incontrano. Nella vendita a rate (o comunque in caso di pagamento dilazionato del prezzo) è possibile, però, che le parti decidano di subordinare tale passaggio di proprietà all integrale pagamento del prezzo delle merci vendute; il patto con cui si realizza tale obiettivo è, appunto, la riserva di proprietà o patto di riservato dominio. Nella vendita a rate con riserva della proprietà, in forza dell art.1523 c.c., il compratore assume i rischi (di perdita o deterioramento) della cosa dal momento della consegna, ma ne acquista la proprietà solo col pagamento dell ultima rata di prezzo (con conseguente divieto fino a tale momento di rivendere, modificare o trasformare la cosa). Per effetto della riserva di proprietà, per quanto i beni si trovino nella materiale disponibilità del compratore, il venditore ne resta quindi proprietario sino al loro pagamento integrale. L effettiva utilità della riserva di proprietà dipende però in larga misura dalla sua opponibilità ai terzi.

4 I terzi in questione sono, in particolare, i successivi acquirenti del compratore (nell ipotesi in cui il compratore trasgredisca al divieto di cedere a terzi i beni prima di averli pagati al venditore ) ed i creditori del compratore. I primi sono coloro che hanno acquistato (a titolo di rivendita o altro) le merci sottoposte al vincolo della riserva di proprietà. Si presume, sino a prova contraria, che tale acquisto sia stato compiuto in buona fede (vedi art c.c.). I creditori del compratore sono coloro che, vantando un diritto nei confronti di quest ultimo, possono, per via giudiziaria, far pignorare e vendere coattivamente i beni del loro debitore in caso di mancato realizzo del loro diritto. Perché sia opponibile ai successivi acquirenti, questi ultimi devono aver agito in mala fede, acquistando la merce nella consapevolezza dell assenza del titolo di proprietà in capo al loro venditore. Perché sia opponibile ai creditori del compratore, il patto di riservato dominio deve risultare da atto scritto avente data certa anteriore al pignoramento promosso da tali creditori (Per quanto riguarda il requisito della data certa, essa può risultare dalla certificazione di un notaio o di un pubblico ufficiale, ma anche, più semplicemente, dall apposizione di un timbro datario presso un ufficio postale). Non solo, la legge disciplina alcune ipotesi nello specifico: a) se la clausola di riservato dominio ha per oggetto macchine e il prezzo è superiore a euro 15,49 (art. 1524, comma 2, c.c.): in questo caso occorre trascrivere il patto di riservato dominio nell apposito registro tenuto presso la cancelleria del Tribunale del luogo ove si trovano le macchine; la somma di lire non è mai stata aggiornata dal b) qualora riguardi macchine utensili o di produzione, nuove, di prezzo unitario non inferiore a lire e sia stato applicato in una parte essenziale e ben visibile della macchina, un contrassegno recante l indicazione del nome del venditore o locatore, del tipo di macchina, del numero di matricola della stessa, dell anno di fabbricazione e del tribunale nella cui circoscrizione viene stipulato il contratto (art. 1, Legge 28 novembre 1965, n. 1329); in questo caso la somma di L è quella originale espressa in lire. In questa ipotesi, il contratto di compravendita con clausola di riserva di proprietà deve essere stipulato con atto pubblico o con scrittura privata autenticata (art. 2, comma 1, Legge 1329/1965) e trascritto presso la cancelleria del Tribunale con formalità analoghe a quelle di cui al punto precedente (art. 3, comma 1, Legge 1329/1965). Infine, sempre al fine di rendere opponibile a tutti i terzi la riserva di proprietà cui sono sottoposte le macchine utensili di cui sopra, occorre predisporre e consegnare al compratore un certificato di origine dal quale risultino i nomi dei contraenti, le condizioni di vendita e le clausole contrattuali (art. 2, comma 2, Legge 1329/1965). Il D.lgs. 9 ottobre 2002, n.231, in attuazione della direttiva 2000/35/CE, ha però reso maggiormente fruibile la tutela offerta dallo strumento codicistico della riserva di proprietà.

5 In forza dell art. 11, comma 3 del D. lgs. n. 231/2002, infatti, la riserva della proprietà, di cui all articolo 1523 del codice civile, preventivamente concordata per iscritto tra l'acquirente e il venditore è opponibile ai creditori del compratore se è confermata nelle singole fatture delle successive forniture aventi data certa anteriore al pignoramento e regolarmente registrate nelle scritture contabili. Alle scritture contabili (e qui sta la novità) è quindi espressamente riconosciuto valore probatorio della data delle forniture. La nuova legge ha un ambito di applicazione relativamente limitato, ma comunque si applica alle forniture commerciali (di merci e servizi) tra imprese o tra imprese e pubbliche amministrazioni. Come si può notare, il richiamato art. 11 D. lgs. n. 231/2002, non fa invece riferimento ai successivi acquirenti ai quali il compratore stesso abbia ceduto le merci prima di pagarle. In questo caso restano pertanto validi i requisiti di opponibilità già previsti dal codice civile. La disciplina sulle clausole vessatorie fa sì che sia posta attenzione alle stesse, ma di fatto la sua efficacia risulta spesso limitata laddove l'aderente si trovi nell impossibilità di rifiutarle se non astenendosi dalla sottoscrizione dell intero contratto e rinunciando quindi all intera operazione contrattuale. Proprio per affrontare tale circostanza, esistono norme comunque inderogabili dalle parti ed esistono cautele maggiori per i casi in cui il contratto intercorra tra un professionista ed un consumatore (parte inesperta e certamente debole rispetto al sinallagma contrattuale).

6 IL TRASFERIMENTO DEI BENI AZIENDALI

6 IL TRASFERIMENTO DEI BENI AZIENDALI 6 IL TRASFERIMENTO DEI BENI AZIENDALI L IMPRESA è L ATTIVITA SVOLTA DALL IMPRENDITORE IN MODO PROFESSIONALE ED ORGANIZZATO DIVERSO è IL CONCETTO DI AZIENDA AZIENDA COMPLESSO DI BENI ORGANIZZATI DALL IMPRENDITORE

Dettagli

International. Notiziario di informazione, risposte, pareri sul commercio internazionale

International. Notiziario di informazione, risposte, pareri sul commercio internazionale Pubblicazione mensile in formato elettronico - Anno I, N 4 ottobre 2002 ASSOSERVIZI Società di servizi di Assolombarda International Tools Notiziario di informazione, risposte, pareri sul commercio Direttore

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI Condizioni generali di contratto P 1/12 CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO Condizioni generali di contratto ovvero clausole vessatorie nei contratti tra imprenditori (B2B) e tra imprenditori e consumatori

Dettagli

Caratteristiche civilistiche e fiscali della vendita con riserva di proprietà

Caratteristiche civilistiche e fiscali della vendita con riserva di proprietà Caratteristiche civilistiche e fiscali della vendita con riserva di proprietà di Luca Caramaschi dottore commercialista e pubblicista L attuale periodo di congiuntura economica negativa, unitamente alle

Dettagli

Esclusioni assicurative per il caso di spedizioni e misure restrittive. Morgan Moras Broker di riassicurazione

Esclusioni assicurative per il caso di spedizioni e misure restrittive. Morgan Moras Broker di riassicurazione Esclusioni assicurative per il caso di spedizioni e misure restrittive Morgan Moras Broker di riassicurazione In termini assicurativi non si può parlare di DUAL USE ma ci si deve riferire alla norma DECRETO

Dettagli

Dr.ssa Marina Pesarin, Notaio in Livorno. - Vendita con ipoteca legale o fidejussione a garanzia del saldo prezzo;

Dr.ssa Marina Pesarin, Notaio in Livorno. - Vendita con ipoteca legale o fidejussione a garanzia del saldo prezzo; Dr.ssa Marina Pesarin, Notaio in Livorno - Vendita con ipoteca legale o fidejussione a garanzia del saldo prezzo; - Vendita con riserva di proprietà e con condizione di adempimento/indempimento (cd: buy

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte Prima LA CESSIONE DEL CREDITO di Giovanni Finazzi

INDICE SOMMARIO. Parte Prima LA CESSIONE DEL CREDITO di Giovanni Finazzi Parte Prima LA CESSIONE DEL CREDITO di Giovanni Finazzi Capitolo Primo LA CESSIONE DI CREDITO E LA SUCCESSIONE DEL CESSIONARIO NEL DIRITTO CEDUTO 1. La cessione del credito nella sistematica del codice

Dettagli

il giudice designato letti gli atti del procedimento; a scioglimento della riserva di cui al processo verbale d udienza che precede;

il giudice designato letti gli atti del procedimento; a scioglimento della riserva di cui al processo verbale d udienza che precede; Tribunale di Brescia, Sezione Feriale, collegio Giudicante Dott. Augusto Bitonte, dott.ssa Lucia Cannella, dott.ssa Elda Geraci. Ordinanza ex artt. 669 terdecies c.p.c. del 29.12.2007 n. 14558 Argomento

Dettagli

Art. 1571 Nozione Art. 1572 Locazioni e anticipazioni eccedenti l'ordinaria amministrazione Art. 1573 Durata della locazione

Art. 1571 Nozione Art. 1572 Locazioni e anticipazioni eccedenti l'ordinaria amministrazione Art. 1573 Durata della locazione Art. 1571 Nozione La locazione è il contratto col quale una parte si obbliga a far godere all'altra una cosa mobile o immobile per un dato tempo (1572 e seguenti), verso un determinato corrispettivo (att.

Dettagli

Tempi certi per il pagamento dei prodotti agricoli

Tempi certi per il pagamento dei prodotti agricoli Tempi certi per il pagamento dei prodotti agricoli (art. 62 DL n. 1/2012, Decreto att. Min. politiche Agricole) Con la presente desideriamo informarla che è pronto il decreto attuativo dell articolo 62

Dettagli

La garanzia per i vizi nella vendita di diritto comune e di beni di consumo

La garanzia per i vizi nella vendita di diritto comune e di beni di consumo La garanzia per i vizi nella vendita di diritto comune e di beni di consumo Dott. Alessio Faccia www.alexpander.it Art. 1476 c.c. Obbligazioni del venditore: -Consegnare la cosa comperata -Fare acquistare

Dettagli

Contratti a oggetto informatico

Contratti a oggetto informatico Contratti e informatica: note preliminari Contratti a oggetto informatico Corso Nuove tecnologie e diritto 29 maggio 2008 Terminologia: contratti informatici (termine generale, spesso riferito ai contratti

Dettagli

La tutela dell acquirente nei contratti con causa di consumo.

La tutela dell acquirente nei contratti con causa di consumo. - Gabriele Gentilini - La tutela dell acquirente nei contratti con causa di consumo. Premessa Ambito di applicazione della nuova normativa La conformità al contratto La tutela del consumatore ====================================================

Dettagli

CREDITO. Il mutuo è un contratto: a) atipico. b) tipico. c) apparente.

CREDITO. Il mutuo è un contratto: a) atipico. b) tipico. c) apparente. CREDITO Il mutuo è: a) un rapporto col quale una parte consegna all altra una determinata quantità di denaro o di altre cose fungibili e l altra si appresta a restituire altrettante cose della stessa specie

Dettagli

L uso di internet per la stipulazione di contratti. I contratti e Internet. Le qualifiche fondamentali dei contratti telematici

L uso di internet per la stipulazione di contratti. I contratti e Internet. Le qualifiche fondamentali dei contratti telematici Informatica giuridica. Docente: Giovanni Sartor I contratti e Internet L uso di internet per la stipulazione di contratti Internet viene utilizzata per presentare i beni e servizi a potenziali clienti

Dettagli

INDICE SOMMARIO TITOLO III DEI SINGOLI CONTRATTI. Capo I DELLA VENDITA Sezione I Disposizioni generali

INDICE SOMMARIO TITOLO III DEI SINGOLI CONTRATTI. Capo I DELLA VENDITA Sezione I Disposizioni generali INDICE SOMMARIO Presentazione... Gli autori... Abbreviazioni delle principali riviste.... VII XI XXVII TITOLO III DEI SINGOLI CONTRATTI Capo I DELLA VENDITA Sezione I Disposizioni generali Art. 1470. Nozione...

Dettagli

4. L azienda e la concorrenza tra le imprese

4. L azienda e la concorrenza tra le imprese 4. L azienda e la concorrenza tra le imprese Di cosa parleremo L azienda rappresenta il complesso dei beni organizzati dall imprenditore per l esercizio dell impresa. Di essa, pertanto, fanno parte sia

Dettagli

GUARDA CHE TI RIGUARDA!

GUARDA CHE TI RIGUARDA! GUARDA CHE TI RIGUARDA! GARANZIE POST-VENDITA Progetto finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico 1 Un po di storia Con l espressione garanzie post-vendita si intende il complesso di tutele che

Dettagli

DIRITTO PRIVATO DIRITTO PRIVATO. Prof. Raffaele Tuccillo. Anno accademico 2014/2015 II semestre Pubblicità e diritti reali di garanzia

DIRITTO PRIVATO DIRITTO PRIVATO. Prof. Raffaele Tuccillo. Anno accademico 2014/2015 II semestre Pubblicità e diritti reali di garanzia DIRITTO PRIVATO DIRITTO PRIVATO Prof. Raffaele Tuccillo Anno accademico 2014/2015 II semestre Pubblicità e diritti reali di garanzia Pubblicità La PUBBLICITÀ è il sistema predisposto dal legislatore per

Dettagli

S T U D I O M I S U R A C A, A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i S t u d i o l e g a l e / L a w F i r m

S T U D I O M I S U R A C A, A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i S t u d i o l e g a l e / L a w F i r m . OLANDA TUTELA DEL CONSUMATORE IN OLANDA di Avv. Francesco Misuraca www.smaf-legal.com Premessa La tutela del consumatore in Olanda da attuazione alle seguenti direttive, di contorno alla direttiva n.

Dettagli

ACCORDO TIPO DI SEGRETEZZA 1. Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, tra

ACCORDO TIPO DI SEGRETEZZA 1. Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, tra ACCORDO TIPO DI SEGRETEZZA 1 Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, tra XY, società di diritto italiano, con sede in via n iscritta al Registro delle Imprese di n Partita

Dettagli

OPERAZIONI DI CESSIONE PRO SOLVENDO DEI CREDITI D IMPRESA CONTRO CORRISPETTIVO E DEI SERVIZI CONNESSI AI SENSI DELLA LEGGE 52/91 E ARTT. 1260 E SEGG.

OPERAZIONI DI CESSIONE PRO SOLVENDO DEI CREDITI D IMPRESA CONTRO CORRISPETTIVO E DEI SERVIZI CONNESSI AI SENSI DELLA LEGGE 52/91 E ARTT. 1260 E SEGG. FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI CESSIONE PRO SOLVENDO DEI CREDITI D IMPRESA CONTRO CORRISPETTIVO E DEI SERVIZI CONNESSI AI SENSI DELLA LEGGE 52/91 E ARTT. 1260 E SEGG. DEL COD. CIV. Sezione I - Informazioni

Dettagli

CONTRATTO TIPO DI LICENZA DI DESIGN

CONTRATTO TIPO DI LICENZA DI DESIGN CONTRATTO TIPO DI LICENZA DI DESIGN CONTRATTO TIPO DI LICENZA DI DESIGN 1 Con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto di legge tra XY, società di diritto italiano, con sede in via n iscritta

Dettagli

Oggetto: Profili di disciplina sulla vendita internazionale.

Oggetto: Profili di disciplina sulla vendita internazionale. avv. Laura Bellicini dott. Nicola Bombassei avv. Francesco Camilotti dott. Cristiano Cerchiai dott. Giovanni Luca Cezza dott. Alberto De Nigro avv. Franco Fabris avv. Marco Moretti avv. Dario Picone dott.

Dettagli

RAPPRESE TA ZA (diretta) Artt. 1387 ss.

RAPPRESE TA ZA (diretta) Artt. 1387 ss. 1 RAPPRESE TA ZA (diretta) Artt. 1387 ss. Regola: coincidenza tra soggetto (parte) in senso formale (autore dell atto) e soggetto (parte) in senso sostanziale (sulla sfera giuridica del quale si producono

Dettagli

CONTRATTO DI CESSIONE D AZIENDA

CONTRATTO DI CESSIONE D AZIENDA CONTRATTO DI CESSIONE D AZIENDA Con la presente scrittura privata, da autenticarsi da parte di notaio ai sensi dell art. 2703 cod. civ. e in ossequio alle previsioni della legge 12 agosto 1993, n. 310,

Dettagli

PORTOGALLO. La tutela del credito ed il recupero del credito in Portogallo 1 LA TUTELA DEL CREDITO

PORTOGALLO. La tutela del credito ed il recupero del credito in Portogallo 1 LA TUTELA DEL CREDITO PORTOGALLO La tutela del credito ed il recupero del credito in Portogallo 1 LA TUTELA DEL CREDITO LA CONTRATTUALISTICA Nonostante possa essere vista come una burocrazia, la corretta contrattualistica rappresenta

Dettagli

La disciplina dei contratti di cessione di prodotti agroalimentari

La disciplina dei contratti di cessione di prodotti agroalimentari La disciplina dei contratti di cessione di prodotti agroalimentari L art. 62 del D.L 24 gennaio 2012 n.1, convertito nella L. n. 27 del 24 marzo 2012, ha introdotto una disciplina specifica in materia

Dettagli

Tribunale di Milano Sez. XII, sentenza n. 11798 del 29 ottobre 2012, Giudice ORSENIGO *** ** ***

Tribunale di Milano Sez. XII, sentenza n. 11798 del 29 ottobre 2012, Giudice ORSENIGO *** ** *** FACTORING La legittimità della clausola contrattuale sulla revoca della garanzia del pro soluto nel caso di contestazioni, da parte del debitore ceduto, sulle forniture effettuate dal cedente a cura di

Dettagli

Le vicende della quota nelle società personali

Le vicende della quota nelle società personali Le vicende della quota nelle società personali A causa dell INTUITUS PERSONAE, nelle società di persone le variazioni nella composizione soggettiva della compagine sociale sono apprezzate come vere e proprie

Dettagli

Reg. Imprese di TARANTO n. 02581080732 - REA n. 156216 e-mail: info@studioformat.it sito web: http://www.studioformat.it

Reg. Imprese di TARANTO n. 02581080732 - REA n. 156216 e-mail: info@studioformat.it sito web: http://www.studioformat.it Circolare 9/2012 Sava lì 09 Novembre 2012 A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi OGGETTO: Tempi certi per il pagamento dei prodotti alimentari Egregio Cliente, Con l articolo 62 del DL n. 1/2012 il governo

Dettagli

Prefazione... 1.1 Introduzione al contratto di vendita... 3

Prefazione... 1.1 Introduzione al contratto di vendita... 3 INDICE Prefazione... XVII I LA VENDITA 1 La vendita... 3 1.1 Introduzione al contratto di vendita... 3 2 Obbligazioni del compratore... 7 2.1 Il prezzo: aspetti generali e modalità di adempimento... 7

Dettagli

GLI EFFETTI DELLA SENTENZA DICHIARATIVA DI FALLIMENTO NEI CONTRATTI COMMERCIALI

GLI EFFETTI DELLA SENTENZA DICHIARATIVA DI FALLIMENTO NEI CONTRATTI COMMERCIALI GLI EFFETTI DELLA SENTENZA DICHIARATIVA DI FALLIMENTO NEI CONTRATTI COMMERCIALI A cura di Walter Strozzieri Strozzieri & Associati La riforma delle procedure concorsuali ha ridisegnato gli effetti della

Dettagli

Il contratto preliminare e la caparra confirmatoria nelle compravendite immobiliari: questioni giuridiche e riflessi fiscali

Il contratto preliminare e la caparra confirmatoria nelle compravendite immobiliari: questioni giuridiche e riflessi fiscali I contratti d impresa di Daniele Fezzardi e Luigi Dellapasqua Il contratto preliminare e la caparra confirmatoria nelle compravendite immobiliari: questioni giuridiche e riflessi fiscali Il contratto preliminare

Dettagli

DEROGHE AI PRINCIPI DELLA SEPARAZIONE PATRIMONIALE

DEROGHE AI PRINCIPI DELLA SEPARAZIONE PATRIMONIALE DEROGHE AI PRINCIPI DELLA SEPARAZIONE PATRIMONIALE SOMMARIO 1)Il nuovo articolo 2929 bic c.c. (d.l. in corso di conversione); 2)Responsabilità patrimoniale; Azione revocatoria ; Alienazioni a titolo gratuito;

Dettagli

Novità per le cessioni di prodotti agricoli e agroalimentari (art. 62 DL n. 1/2012, Decreto att. Min. politiche Agricole)

Novità per le cessioni di prodotti agricoli e agroalimentari (art. 62 DL n. 1/2012, Decreto att. Min. politiche Agricole) Novità per le cessioni di prodotti agricoli e agroalimentari (art. 62 DL n. 1/2012, Decreto att. Min. politiche Agricole) Premessa Con l articolo 62 del DL n. 1/2012 (C.D. Decreto Liberalizzazioni) il

Dettagli

Art. 120 t.u.b. comma 2

Art. 120 t.u.b. comma 2 Art. 120 t.u.b. comma 2 Il CICR stabilisce modalità e criteri per la produzione di interessi nelle operazioni poste in essere nell esercizio dell attività bancaria, prevedendo in ogni caso che: a) nelle

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

Repubblica italiana. Corte dei Conti. La Sezione del controllo per la Regione Sardegna

Repubblica italiana. Corte dei Conti. La Sezione del controllo per la Regione Sardegna Parere n. 4/2008 Repubblica italiana Corte dei Conti La Sezione del controllo per la Regione Sardegna composta dai magistrati: prof. avv. Giuseppe Palumbi dott. Giorgio Longu avv. Prof. Nicola Leone dott.

Dettagli

CONTRATTO DI COMPRAVENDITA DELLA PARTECIPAZIONE AZIONARIA detenuta da Italia Lavoro S.p.A. in S.p.A. tra

CONTRATTO DI COMPRAVENDITA DELLA PARTECIPAZIONE AZIONARIA detenuta da Italia Lavoro S.p.A. in S.p.A. tra CONTRATTO DI COMPRAVENDITA DELLA PARTECIPAZIONE AZIONARIA detenuta da Italia Lavoro S.p.A. in S.p.A. tra ITALIA LAVORO s.p.a., con sede legale in Roma, Via Guidubaldo del Monte, 60, capitale sociale 74.786.057,00

Dettagli

Condizioni internazionali di vendita e fornitura

Condizioni internazionali di vendita e fornitura Condizioni internazionali di vendita e fornitura 1. Generalità a) Le Condizioni Generali di Contratto (di seguito denominate CGC ) disciplinano la collaborazione fra la Warendorfer Küchen GmbH e l acquirente

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO. L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale

ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO. L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale TRA L Azienda Sanitaria Provinciale di Catania, con sede

Dettagli

E-COMMERCE e PROBLEMATICHE DEL COMMERCIO ELETTRONICO. Avv. Maela Coccato

E-COMMERCE e PROBLEMATICHE DEL COMMERCIO ELETTRONICO. Avv. Maela Coccato E-COMMERCE e PROBLEMATICHE DEL COMMERCIO ELETTRONICO Avv. Maela Coccato DEFINIZIONE Attività commerciale caratterizzata da transazioni per via elettronica, consistente nella: commercializzazione di beni

Dettagli

PROPOSTA DI ACQUISTO IMMOBILIARE

PROPOSTA DI ACQUISTO IMMOBILIARE PROPOSTA DI ACQUISTO IMMOBILIARE Destinata a divenire contratto PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA in caso di accettazione del venditore Agenzia Immobiliare : STUDIO IMMOBILIARE RICCIO di RICCIO ENRICO Sede

Dettagli

CONTRATTO TIPO DI CESSIONE DI DIRITTI DI PRIORITA SU BREVETTO

CONTRATTO TIPO DI CESSIONE DI DIRITTI DI PRIORITA SU BREVETTO CONTRATTO TIPO DI CESSIONE DI DIRITTI DI PRIORITA SU BREVETTO CONTRATTO TIPO DI CESSIONE DI DIRITTI DI PRIORITÀ SU BREVETTO 1 Con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto di legge tra XY,

Dettagli

SCRITTURA PRIVATA OGGETTO: - CONTRATTO - MESSA IN SICUREZZA PORTALE DEI PAGAMENTI ON-LINE DELLA PROVINCIA DI ROMA

SCRITTURA PRIVATA OGGETTO: - CONTRATTO - MESSA IN SICUREZZA PORTALE DEI PAGAMENTI ON-LINE DELLA PROVINCIA DI ROMA SCRITTURA PRIVATA OGGETTO: - CONTRATTO - MESSA IN SICUREZZA PORTALE DEI PAGAMENTI ON-LINE DELLA PROVINCIA DI ROMA L anno 2013, il giorno del mese in Roma, Via Tre Cannelle 1/b, presso la sede dell Ufficio

Dettagli

O TT ESTRA Contratti_impresa_2015_2.indd 1 27/01/15 16:45

O TT ESTRA Contratti_impresa_2015_2.indd 1 27/01/15 16:45 ESTRATTO Q Ed. Ipsoa - Francis Lefebvre RENT TO BUY ACQUISTO 221 CAPITOLO 4 Rent to buy SOMMARIO A. Conclusione del contratto... 1838 B. Funzionamento... 1861 C. Inadempimento... 1902 D. Fallimento...

Dettagli

Codice di comportamento degli agenti immobiliari

Codice di comportamento degli agenti immobiliari Codice di comportamento degli agenti immobiliari Approvato con delibera della Giunta camerale n.69 del 29 maggio 2014 Articolo 1 Finalità 1. Il presente Codice di comportamento contiene norme finalizzate

Dettagli

G.U. n. 274, del 23 novembre scorso Regolamento di attuazione dell'art. 62 del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1

G.U. n. 274, del 23 novembre scorso Regolamento di attuazione dell'art. 62 del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1 Sulla G.U. n. 274, del 23 novembre scorso, è stato pubblicato il decreto del Ministero delle politiche agricole e forestali del 19 ottobre 2012, Regolamento di attuazione dell'art. 62 del decreto-legge

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA Federazione delle Associazioni Nazionali dell Industria Meccanica Varia ed Affine 20161 Milano Via Scarsellini 13 Tel. 02/45418.500 ric. aut. Telefax 02/45418.716 URL: http: / /www.ucif.net e-mail: info@ucif.net

Dettagli

S.p.a. unipersonale. Altrimenti, responsabilità illimitata per il periodo in cui c è l unico socio

S.p.a. unipersonale. Altrimenti, responsabilità illimitata per il periodo in cui c è l unico socio Nozione (2325 c.c.) Solo la società con il suo patrimonio risponde delle obbligazioni sociali Capitale sociale di almeno 120.000 euro Sola garanzia offerta ai creditori Creditori forti e deboli - gruppi

Dettagli

CREDITO AL CONSUMO. Sommario. Definizione Art. 1

CREDITO AL CONSUMO. Sommario. Definizione Art. 1 T I T O L O VIII Usi negoziali CREDITO AL CONSUMO Sommario A) Prestito finalizzato Modalità di stipulazione del contratto» 2 Rimborso del finanziamento» 3 Divieto di versamenti al venditore» 4 Richiesta

Dettagli

COMUNE DI PORTOGRUARO. Bando di gara con procedura aperta per l appalto del servizio quadriennale di brokeraggio assicurativo.

COMUNE DI PORTOGRUARO. Bando di gara con procedura aperta per l appalto del servizio quadriennale di brokeraggio assicurativo. Prot. 0010775 COMUNE DI PORTOGRUARO Bando di gara con procedura aperta per l appalto del servizio quadriennale di brokeraggio assicurativo.- CIG 0283379BBC Ente Appaltante : Comune di Portogruaro - Piazza

Dettagli

Vinitaly 2013-7 Aprile 2013 -

Vinitaly 2013-7 Aprile 2013 - La riforma dei pagamenti e dei contratti Art. 62 D.L. 1/2012 Adempimenti e sanzioni per l'azienda Vitivinicola Vinitaly 2013-7 Aprile 2013 - Avv. Marco Giuri www.studiogiuri.it studio@studiogiuri.it Articolo

Dettagli

Il documento informatico: sottoscrizione e conservazione

Il documento informatico: sottoscrizione e conservazione Il documento informatico: sottoscrizione e conservazione Prof. Avv. Giusella Finocchiaro Studio legale Finocchiaro www. studiolegalefinocchiaro.it 1 Il quadro normativo Percorso lungo e complesso: normativa

Dettagli

PROVA PRATICA N. 14 CESSIONE DI PARTECIPAZIONI (PROVA ASSEGNATA ALL UNIVERSITÀ DI FIRENZE - I SESSIONE 2011)

PROVA PRATICA N. 14 CESSIONE DI PARTECIPAZIONI (PROVA ASSEGNATA ALL UNIVERSITÀ DI FIRENZE - I SESSIONE 2011) PROVA PRATICA N. 14 CESSIONE DI PARTECIPAZIONI (PROVA ASSEGNATA ALL UNIVERSITÀ DI FIRENZE - I SESSIONE 2011) La società a responsabilità limitata «Alfa» ha un capitale sociale di 100.000,00, cosi suddiviso:

Dettagli

La responsabilità delle imprese nella conclusione dei contratti di vendita internazionali e aspetti doganali

La responsabilità delle imprese nella conclusione dei contratti di vendita internazionali e aspetti doganali La responsabilità delle imprese nella conclusione dei contratti di vendita internazionali e aspetti doganali *** Avv. Piero Bellante *** Vicenza Confindustria Vicenza - 13 giugno 2014 ART. 1218 C.C. RESPONSABILITA

Dettagli

La prassi commerciale conosce da tempo e la giurisprudenza riconosce

La prassi commerciale conosce da tempo e la giurisprudenza riconosce PRELIMINARI DI PERMUTA E FALLIMENTO. IPOTESI SPECIFICHE PER LE AREE EDIFICABILI E GLI IMMOBILI DA COSTRUIRE. La prassi commerciale conosce da tempo e la giurisprudenza riconosce fattispecie negoziali in

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA Allegato D SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA CIG 0456191CB5 Agenzia Italiana del Farmaco 1 Agenzia

Dettagli

CESSIONE RAMO DI AZIENDA

CESSIONE RAMO DI AZIENDA CONTRATTI TIPO di CESSIONE RAMO DI AZIENDA CONTRATTO DI CESSIONE RAMO DI AZIENDA Con la presente scrittura privata, che verrà conservata agli atti del Notaio autenticante, espressamente autorizzato a rilasciarne

Dettagli

Reverse Factoring PA. Roma, Maggio 2012. Il prodotto che facilita lo smobilizzo dei crediti vantati. Amministrazione locale e centrale

Reverse Factoring PA. Roma, Maggio 2012. Il prodotto che facilita lo smobilizzo dei crediti vantati. Amministrazione locale e centrale Reverse Factoring PA Il prodotto che facilita lo smobilizzo dei crediti vantati dalle imprese italiane nei confronti della Pubblica Amministrazione locale e centrale Roma, Maggio 2012 Versione: 1.0 BancoPosta

Dettagli

VENDITA DI ELETTRODOMESTICI A DOMICILIO

VENDITA DI ELETTRODOMESTICI A DOMICILIO CONTRATTO TIPO di VENDITA DI ELETTRODOMESTICI A DOMICILIO 1 CONTRATTO DI VENDITA DI ELETTRODOMESTICI A DOMICILIO La Società...., con sede legale in, partita IVA. ed iscritta nel Registro delle Imprese

Dettagli

DISCIPLINA DELLE RELAZIONI COMMERCIALI IN MATERIA DI CESSIONE DI PRODOTTI AGRICOLI E ALIMENTARI

DISCIPLINA DELLE RELAZIONI COMMERCIALI IN MATERIA DI CESSIONE DI PRODOTTI AGRICOLI E ALIMENTARI DISCIPLINA DELLE RELAZIONI COMMERCIALI IN MATERIA DI CESSIONE DI PRODOTTI AGRICOLI E ALIMENTARI FONTI NORMATIVE -Art. 62, D.L. 1/2012 convertito in Legge 24 marzo 2012, n. 27 -D.M attuativo dell art. 62

Dettagli

Notaio Claudio Calderoni ALTRI ATTI

Notaio Claudio Calderoni ALTRI ATTI ALTRI ATTI In questo documento si tratteranno i seguenti argomenti: 1. Rapporti di famiglia 2. Procure 3. Atti di natura amministrativa, estratti, copie e certificati 4. Atti relativi a veicoli e motocicli

Dettagli

CONTRATTI TIPO CESSIONE DI AZIENDA

CONTRATTI TIPO CESSIONE DI AZIENDA CONTRATTI TIPO di CESSIONE DI AZIENDA CONTRATTO DI CESSIONE DI AZIENDA Con la presente scrittura privata, che verrà conservata agli atti del Notaio autenticante, espressamente autorizzato a rilasciarne

Dettagli

Fiscal News N. 117. Finanziamento soci postergato. La circolare di aggiornamento professionale 08.04.2015. Premessa. Codice civile

Fiscal News N. 117. Finanziamento soci postergato. La circolare di aggiornamento professionale 08.04.2015. Premessa. Codice civile Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 117 08.04.2015 Finanziamento soci postergato Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Nonostante l entrata in vigore della riforma

Dettagli

CONTRATTI TIPO CESSIONE DI AZIENDA

CONTRATTI TIPO CESSIONE DI AZIENDA CONTRATTI TIPO di CESSIONE DI AZIENDA CONTRATTO DI CESSIONE DI AZIENDA Con la presente scrittura privata, che verrà conservata agli atti del Notaio autenticante, espressamente autorizzato a rilasciarne

Dettagli

Il presente Fascicolo Informativo, contenente: Nota informativa comprensiva di glossario Condizioni di Assicurazione

Il presente Fascicolo Informativo, contenente: Nota informativa comprensiva di glossario Condizioni di Assicurazione CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A GARANZIA DI PRESTITO CONTRO CESSIONE E/O DELEGAZIONE DI PAGAMENTO DI QUOTE DELLO STIPENDIO Cessione Quinto Il presente Fascicolo Informativo, contenente: Nota informativa comprensiva

Dettagli

Tribunale di Taranto, 5 febbraio 2015. Giudice Casarano.

Tribunale di Taranto, 5 febbraio 2015. Giudice Casarano. La mancanza del patto di esclusiva con il venditore non impedisce l'azione diretta nei confronti del finanziatore anche per i contratti stipulati prima dell'introduzione dell'articolo 125-quinquies TUB

Dettagli

Circolare N.114 del 26 Luglio 2012. Tempi certi per il pagamento dei prodotti agricoli

Circolare N.114 del 26 Luglio 2012. Tempi certi per il pagamento dei prodotti agricoli Circolare N.114 del 26 Luglio 2012 Tempi certi per il pagamento dei prodotti agricoli Tempi certi per il pagamento dei prodotti agricoli Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che è pronto

Dettagli

Le normali forme di tutela del patrimonio personale adottate nel sistema economico: dal fondo patrimoniale al trust

Le normali forme di tutela del patrimonio personale adottate nel sistema economico: dal fondo patrimoniale al trust Le normali forme di tutela del patrimonio personale adottate nel sistema economico: dal fondo patrimoniale al trust Palazzo della Ragione, Verona 18 novembre 2011 Prof. Avv. Matteo De Poli Gli strumenti

Dettagli

La responsabilità solidale tra cedente e cessionario nel trasferimento d azienda

La responsabilità solidale tra cedente e cessionario nel trasferimento d azienda La responsabilità solidale tra cedente e cessionario nel trasferimento d azienda di Davide Venturi - Adapt senior research fellow La Corte di Cassazione, con la sentenza del 16 ottobre 2013, n.23533, torna

Dettagli

AFFITTO AZIENDA. a cura del Dott. Diego Boschiroli e del Dott. Francesco Monaco

AFFITTO AZIENDA. a cura del Dott. Diego Boschiroli e del Dott. Francesco Monaco AFFITTO AZIENDA a cura del Dott. Diego Boschiroli e del Dott. Francesco Monaco 1 ASPETTI CIVILISTICI } L affitto d azienda non ha una disciplina ad hoc NORME DEL CODICE CIVILE APPLICABILI : } L art. 2562

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TRENTOFRUTTA S.p.A.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TRENTOFRUTTA S.p.A. Ai sensi e per gli effetti degli artt.1469 bis e segg. c.c. le parti dichiarano che l'intero contratto ed ogni sua clausola è stato tra le stesse trattato e negoziato. 1. Ambito di validità - Natura del

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA PER IL COMMERCIO ELETTRONICO DI ORO FISICO DA INVESTIMENTO A MEZZO INTERMEDIARIO FINANZIARIO

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA PER IL COMMERCIO ELETTRONICO DI ORO FISICO DA INVESTIMENTO A MEZZO INTERMEDIARIO FINANZIARIO CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA PER IL COMMERCIO ELETTRONICO DI ORO FISICO DA INVESTIMENTO A MEZZO INTERMEDIARIO FINANZIARIO della ITALPREZIOSI S.p.a., con sede in 52040 - Arezzo (AR), Loc. San Zeno, Strada

Dettagli

CONTRATTO DI COMPRAVENDITA AZIONARIA TRA. I.C.E. Agenzia per la promozione all estero e l Internazionalizzazione delle imprese italiane [ ]

CONTRATTO DI COMPRAVENDITA AZIONARIA TRA. I.C.E. Agenzia per la promozione all estero e l Internazionalizzazione delle imprese italiane [ ] CONTRATTO DI COMPRAVENDITA AZIONARIA TRA I.C.E. Agenzia per la promozione all estero e l Internazionalizzazione delle imprese italiane E [ ] 1 INDICE ART. 1 - DEFINIZIONI...4 ART. 2 - VALORE DELLE PREMESSE,

Dettagli

SOTTOTIPI: LEASING DI GODIMENTO E LEASING TRASLATIVO

SOTTOTIPI: LEASING DI GODIMENTO E LEASING TRASLATIVO NOZIONE DI LEASING Il Leasing o locazione finanziaria è una nuova tecnica contrattuale nata per soddisfare una specifica esigenza dell'impresa: quella di disporre dei beni strumentali necessari per l'attività

Dettagli

Clausole e Condizioni generali dell industria Tessile Tedesca Testo del 01.01.2002

Clausole e Condizioni generali dell industria Tessile Tedesca Testo del 01.01.2002 Clausole e Condizioni generali dell industria Tessile Tedesca Testo del 01.01.2002 Queste clausole e condizioni generali sono valide esclusivamente tra commercianti 1 Luogo dell adempimento, consegna ed

Dettagli

Condizioni generali di vendita e fornitura

Condizioni generali di vendita e fornitura Condizioni generali di vendita e fornitura I) Disposizioni generali 1. Contratti e accordi hanno carattere vincolante solo se convalidati da nostra conferma scritta. 2. Le forniture saranno effettuate

Dettagli

I TITOLI DI CREDITO rapporto fondamentale rapporto cartolare La sicurezza Articoli fondamentali sui titoli di credito 1992 1993 1994

I TITOLI DI CREDITO rapporto fondamentale rapporto cartolare La sicurezza Articoli fondamentali sui titoli di credito 1992 1993 1994 I TITOLI DI CREDITO La cessione ordinaria del credito è poco efficiente a causa delle eccezioni che il debitore ceduto può eccepire al creditore cessionario relativamente alle eccezioni che avrebbe potuto

Dettagli

DIRITTO NOVITÀ. collana diretta da Paolo Cendon DIRITTO CIVILE

DIRITTO NOVITÀ. collana diretta da Paolo Cendon DIRITTO CIVILE DIRITTO NOVITÀ collana diretta da Paolo Cendon 2 DIRITTO CIVILE DIRITTO NOVITÀ collana diretta da Paolo Cendon Le sentenze che cambiano il diritto, l Europa e le sue regole, il legislatore speciale che

Dettagli

Accordo di collaborazione gratuita

Accordo di collaborazione gratuita CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA Accordo di collaborazione gratuita approvato dalla Giunta camerale con deliberazione n. 198 del 19 dicembre 2014 Il lavoro gratuito ha incontrato non poche difficoltà ad

Dettagli

CCIAA di Varese. Capitolo 6 - CREDITO AL CONSUMO. Sommario

CCIAA di Varese. Capitolo 6 - CREDITO AL CONSUMO. Sommario 1raccolta provinciale degli usi 21-07-2005 10:10 Pagina 226 Capitolo 6 - CREDITO AL CONSUMO Sommario Sezione I Usi generali Definizione Art. 1 Sezione II Prestito finalizzato Definizione 2 Modalità di

Dettagli

A) - Clausole compromissorie per arbitrato ordinario

A) - Clausole compromissorie per arbitrato ordinario Dott. Gaetano Petrelli N O T A I O Corso Cobianchi, 62 - Verbania (VB) Tel. 0323.516881 - Fax 0323.581832 E-mail: gpetrelli@notariato.it Cod.Fisc. PTR GTN 62D25 F848T P. IVA 01302980030 La convenzione

Dettagli

Studio Notarile Associato Detti Menchetti 1 CONTRATTI PRELIMINARI DI COMPRAVENDITA CONTENUTI, REGISTRAZIONE E TRASCRIZIONE

Studio Notarile Associato Detti Menchetti 1 CONTRATTI PRELIMINARI DI COMPRAVENDITA CONTENUTI, REGISTRAZIONE E TRASCRIZIONE Studio Notarile Associato Detti Menchetti 1 CONTRATTI PRELIMINARI DI COMPRAVENDITA CONTENUTI, REGISTRAZIONE E TRASCRIZIONE A cosa serve la trascrizione del contratto preliminare, ed in cosa differisce

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. GRUPPO GEFRAN S.p.A.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. GRUPPO GEFRAN S.p.A. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA GRUPPO GEFRAN S.p.A. In vigore dal 01/07/2007 Revisione ottobre 2011 Il presente documento contiene le Condizioni Generali di Vendita che disciplinano i rapporti di compravendita

Dettagli

Prof. Sergio FOA - Supervisore progetto OPLAB

Prof. Sergio FOA - Supervisore progetto OPLAB OGGETTO: COMUNITÀ MONTANA XXX Lavori di infrastrutture dell itinerario turistico ambientale della Valle di Edifici Polifunzionali Cessione del credito da contratto di appalto da parte della WWW s.r.l.

Dettagli

Cessione di prodotti agricoli e agroalimentari Art. 62 D.L. 1/2012 - bozza di DM attuativo.

Cessione di prodotti agricoli e agroalimentari Art. 62 D.L. 1/2012 - bozza di DM attuativo. Cessione di prodotti agricoli e agroalimentari Art. 62 D.L. 1/2012 - bozza di DM attuativo. L art. 62 del Decreto Legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla Legge 24 marzo 2012,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

Condizioni generali di vendita (web)

Condizioni generali di vendita (web) Condizioni generali di vendita (web) Art.1: DEFINIZIONI 1.1 Le presenti condizioni generali hanno per oggetto la vendita a distanza di apparecchiature hardware (Prodotto), tra E4 (Fornitore) e utilizzatori

Dettagli

SEGNALAZIONE NOVITA NORMATIVE. Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 133 (decreto Sblocca Italia )

SEGNALAZIONE NOVITA NORMATIVE. Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 133 (decreto Sblocca Italia ) SEGNALAZIONE NOVITA NORMATIVE Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 133 (decreto Sblocca Italia ) Art. 23 (Disciplina dei contratti di godimento in funzione della successiva alienazione di immobili) 1. I

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO COMUNE DI GREVE IN CHIANTI Provincia di Firenze SETTORE 2 SERVIZI DI GESTIONE ECONOMICO-FINANZIARIA Ufficio Tributi DETERMINAZIONE N.39 DEL 19/04/2011 N. Registro generale 162 OGGETTO: Imposta comunale

Dettagli

LA FORZA VI COLA TE DEL CO TRATTO E GLI EFFETTI TRA LE PARTI.

LA FORZA VI COLA TE DEL CO TRATTO E GLI EFFETTI TRA LE PARTI. 1 LA FORZA VI COLA TE DEL CO TRATTO E GLI EFFETTI TRA LE PARTI. Art. 1372 c.c.: forza vincolante del contratto. Contenuto: autonomia privata + fonti di integrazione: legge (anche buona fede), usi ed equità,

Dettagli

DISCIPLINA DELL AZIENDA

DISCIPLINA DELL AZIENDA Prefazione alla seconda edizione....................... VII Prefazione alla prima edizione........................ IX Avvertenze................................ XIII PARTE PRIMA DISCIPLINA DELL AZIENDA

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE CON IL COMUNE DI TRIGGIANO FINALIZZATO ALL ATTUAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE - ZONA DI ESPANSIONE C4-4

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE CON IL COMUNE DI TRIGGIANO FINALIZZATO ALL ATTUAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE - ZONA DI ESPANSIONE C4-4 SCHEMA DI CONVENZIONE Allegato alla deliberazione di C.C. n./.. SCHEMA DI CONVENZIONE CON IL COMUNE DI TRIGGIANO FINALIZZATO ALL ATTUAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE - ZONA DI ESPANSIONE C4-4 REPUBBLICA

Dettagli

DOTT. STEFANO DELLA BELLA

DOTT. STEFANO DELLA BELLA Lecco, lì ventisette luglio duemilanove, ore 17.00 Ordine Dottori Commercialisti ed EC di Lecco Commissione Studi Societari Presidente dott. Diego Bolis Cessione e Conferimento d azienda Relatori: dott.

Dettagli

ORIENTAMENTI IN MATERIA DI CESSIONI DEI DIRITTI DI CREDITO VERSO LE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI 1

ORIENTAMENTI IN MATERIA DI CESSIONI DEI DIRITTI DI CREDITO VERSO LE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI 1 ORIENTAMENTI IN MATERIA DI CESSIONI DEI DIRITTI DI CREDITO VERSO LE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI 1 Premessa In relazione alle richieste di chiarimenti pervenute in merito alle modalità applicative

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Introduzione... 1 CAPITOLO I LE GARANZIE NELLA DISCIPLINA GENERALE DEI CONTRATTI

INDICE SOMMARIO. Introduzione... 1 CAPITOLO I LE GARANZIE NELLA DISCIPLINA GENERALE DEI CONTRATTI INDICE SOMMARIO Introduzione... 1 CAPITOLO I LE GARANZIE NELLA DISCIPLINA GENERALE DEI CONTRATTI CAPITOLO II LE GARANZIE NEL CONTRATTO DI COMPRAVENDITA 2.1. Distinzione tra garanzie legali e convenzionali...

Dettagli