Facoltà di Ingegneria di Modena

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Facoltà di Ingegneria di Modena"

Transcript

1 Facoltà di Ingegneria di Modena Presentazione della Facoltà di Ingegneria di Modena a cura della Commissione Informazione (S. Bergamaschi, L. Barbieri, M.L. Merani, A. Strozzi, S. Teggi, G. Verzellesi, M. Vincini)

2 Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Rettorato FACOLTÀ Corsi di Studio Ing. Ambientale Ing. dei Materiali Ing. delle Telecomunicazioni Ing. Elettronica Ing. Informatica Ing. Meccanica DIPARTIMENTI Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Civile Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e dell Ambiente Facoltà di Ingegneria di Modena, 2

3 LA STRUTTURA Istituita nel 1990 Nuova sede (inaugurata nel 2000) Attualmente laboratori di: Elecom (Elettronica & TeleComunicazioni) Informatica Infomec (Informatica e Meccanica) Meccanica leggera Materiali (chimici, caratterizzazione delle polveri, polimerici...) Ambientale Centro Interdipartimentale Grandi Strumenti (C.I.G.S.) Laboratori di informatica di base ed avanzati presso il CICAIA Facoltà di Ingegneria di Modena, 3

4 LABORATORI INFORMATICI INTERDISCIPLINARI BASE, LICA, INFO, INFOMEC Facoltà di Ingegneria di Modena, 4

5 L INGEGNERE Rapporto ordine degli ingegneri Il titolo universitario in ingegneria risulta uno dei più richiesti; delle assunzioni di laureati registrate nel 2003, sono ingegneri, pari ad una quota del 31,6%. Facoltà di Ingegneria di Modena, 5

6 IL PERCORSO DIDATTICO Dopo la Riforma universitaria, dall a.a. 2001/2002 Nuovo Ordinamento Didattico (NOD) SPECIALIZZAZIONE DOTTORATO LAVORO LAVORO MASTER II LIVELLO LAVORO LAVORO LAUREA DI PRIMO LIVELLO LAUREA SPECIALISTICA MASTER I LIVELLO LAVORO LAVORO Facoltà di Ingegneria di Modena, 6

7 NUOVI ORDINAMENTI DIDATTICI CORSO DI STUDIO DURATA (anni) CFU LAUREA LAUREA SPECIALISTICA DOTTORATO DI RICERCA MASTER di 1 Livello 3+1 MASTER di 2 Livello 5+1 Facoltà di Ingegneria di Modena, 7

8 I CREDITI FORMATIVI UNIVERSITARI E' stato calcolato che uno studente, ogni anno, può dedicare 1500 ore del proprio tempo allo studio (studio individuale, lezioni, laboratori,, stage) ore corrispondono a 60 CFU Un CFU corrisponde a 25 ore di impegno. Almeno il 50% è riservato allo studio individuale I CFU vengono assegnati con il superamento degli esami. I CFU misurano l'impegno richiesto per raggiungere determinati traguardi formativi. 8 4 Facoltà di Ingegneria di Modena, 8

9 STAGE E TIROCINI Ufficio Stage Tel lo stage è un esperienza formativa in situazione lavorativa, cioè nel vivo dei rapporti professionali, relazionali, sociali, organizzativi che caratterizzano il contesto lavorativo lo stage non costituisce un rapporto di lavoro Dal 2001: Circa 500 Stage per studenti in azienda Carnet di contatti di circa 270 aziende Facoltà di Ingegneria di Modena, 9

10 I test di ingresso Facoltà di Ingegneria di Modena, 10

11 TEST DI INGRESSO La prova consiste nel rispondere a quesiti raggruppati in aree tematiche. Logica Comprensione verbale Matematica 1 Scienze fisiche e chimiche 1 Matematica 2 Per prepararsi: Materiale dalla segreteria all atto della pre-iscrizione Materiale sul sito di ingegneria Facoltà di Ingegneria di Modena, 11

12 Come orientarsi Facoltà di Ingegneria di Modena, 12

13 COME INIZIARE Prepararsi per i test di ingresso, obbligatori dal 2004! Iscriversi presto Ora esiste anche la possibilita di iscrizioni part-time per studenti lavoratori Frequenza obbligatoria? No ma FORTEMENTE consigliata Facoltà di Ingegneria di Modena, 13

14 DOVE REPERIRE LE INFORMAZIONI WEB di Facoltà, WEB di Ateneo, Guide Facoltà di Ingegneria di Modena, 14

15 RIFERIMENTI E CONTATTI Segreteria studenti Ufficio Orientamento al lavoro di Ateneo Servizi di Orientamento di Facoltà Ricevimento Docenti Facoltà di Ingegneria di Modena, 15

16 LE LEZIONI E GLI ESAMI Lezioni in aula Lezioni in laboratorio Progetti a casa e in laboratorio Esami, prove in itinere, tesine, scritti, orali.. Facoltà di Ingegneria di Modena, 16

17 SELEZIONE DEL PERCORSO INDIVIDUALE Definizione dei piani di studio personalizzato Periodo di studio all estero (ERASMUS/LEONARDO) Tesi (anche all estero) Stage e Tirocini aziendali Laurea specialistica, Dottorato, Master Facoltà di Ingegneria di Modena, 17

18 L offerta didattica a Modena Facoltà di Ingegneria di Modena, 18

19 I NUOVI ORDINAMENTI DIDATTICI (NOD) LAUREA 3 ANNI LAUREA SPECIALISTICA Ingegneria Civile e Ambientale Ingegneria Industriale Ingegneria dell Informazione Ingegneria Ambientale Ingegneria Civile ed Edile (Accademia Militare) Ingegneria Meccanica Ingegneria dei Materiali Ingegneria delle Telecomunicazioni Ingegneria Elettronica Ingegneria Informatica Ingegneria per la Sostenibilità dell Ambiente Ingegneria del Veicolo Ingegneria Meccanica Progettazione e Sviluppo Nuovi Materiali Ingegneria delle Telecomunicazioni Ingegneria Elettronica Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria di Modena, 19

20 ALTA FORMAZIONE Dottorati di Ricerca D.d.R. in Ingegneria dell Informazione (dall XI ciclo) D.d.R. in Ingegneria dei Materiali (dal IX ciclo) D.d.R. in Fisica Tecnica (dal XIII ciclo, s.a. Bologna) Dottorato in Ingegneria Meccanica Master D.d.R. in Ingegneria delle Macchine e dei Sistemi Energetici (dal XV Ciclo, s.a. Bologna) Programmi Socrates/Erasmus Master In Ingegneria del veicolo Master in Oleodinamica - Fluid Power Master in Sicurezza dei Sistemi Informatici: Normative e Tecniche Avanzate di Protezione Master in Trattamenti Termici e Superficiali di Materiali Metallici Corso estivo per Ist. Tecn. de Monterrey (Campus Ciutad de Mexico) Mobilità studenti (18 sedi universitarie) Mobilità docenti Modulo Europeo Medical Economy, Medical Care, Medical Engineering in Europe Doppio Diploma Europeo (ICAM-ILLE) School of Engineering Exeter UK Facoltà di Ingegneria di Modena, 20

21 L offerta formativa Facoltà di Ingegneria di Modena, 21

22 L offerta formativa Ingegneria dei Materiali Facoltà di Ingegneria di Modena, 22

23 INGEGNERIA DEI MATERIALI - CURRICULA MATERIALI CERAMICI MATERIE PLASTICHE E MATERIALI PER USO BIOMEDICALE MATERIALI METALLICI Facoltà di Ingegneria di Modena, 23

24 INGEGNERIA DEI MATERIALI CORSI DI BASE E CARATTERIZZANTI Corsi di base Analisi matematica, Fisica Chimica, Fondamenti di Informatica, Lingua Inglese Altre attività Inglese tecnico Diritto del lavoro Tirocinio Corsi caratterizzanti Corsi di Ing. dei Materiali Materiali ceramici Materiali plastici e biomedicali Materiali metallici Corsi di approfondimento Corsi Affini e integrativi Economia e organizzazione aziendale Fisica tecnica Ricerca Operativa Stage formativo in azienda o in Università Elaborato di carattere tecnico scientifico Facoltà di Ingegneria di Modena, 24

25 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA DEI MATERIALI CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN PROGETTAZIONE E SVILUPPO DI NUOVI MATERIALI Facoltà di Ingegneria di Modena, 25

26 INGEGNERIA DEI MATERIALI SBOCCHI PROFESSIONALI L Ingegnere dei Materiali si occupa, in ambito tecnologico e industriale, della: PROGETTAZIONE PRODUZIONE UTILIZZO/RICICLO CONSERVAZIONE dei MATERIALI TRADIZIONALI E INNOVATIVI Facoltà di Ingegneria di Modena, 26

27 INGEGNERIA DEI MATERIALI SBOCCHI PROFESSIONALI Le conoscenze di base dell'ingegneria industriale, di meccanica, elettronica, impiantistica industriale, produzione e controllo di qualità rendono l Ingegnere dei Materiali uno dei soggetti professionali più flessibili per l'impiego sia in aziende ad alta specializzazione che nella piccola industria. Facoltà di Ingegneria di Modena, 27

28 INGEGNERIA DEI MATERIALI SBOCCHI PROFESSIONALI Responsabile di processo e produzione, controllo qualità,, ricerca e sviluppo, progettazione. Altri occupati operano come liberi professionisti, nel campo della ricerca o della pubblica amministrazione. Nella media-piccola impresa: conduzione e manutenzione impianti, assistenza clienti, ufficio commerciale e marketing, gestione d'azienda, ecc. Facoltà di Ingegneria di Modena, 28

29 INGEGNERIA DEI MATERIALI SETTORI OCCUPAZIONALI RUOLI: -settore tecnico della progettazione -settore tecnico della produzione -settore R&D e controllo qualità -assistenza ai clienti -settore tecnico- commerciale INDUSTRIE: -ceramica -lavorazione materie plastiche -metallurgica -meccanica -settore biomedicale -vernici ed adesivi -elettriche -elettroniche Facoltà di Ingegneria di Modena, 29

30 materiali ceramici PRINCIPALI TEMATICHE DI RICERCA Vetri, vetroceramici e ceramici Pigmenti per industria cosmetica, farmaceutica e ceramica; fibre tessili Reologia di sospensioni Riciclo di materiali inorganici Trattamenti termici innovativi a microonde Modeling: progettazione e previsione di proprietà di materiali mediante simulazioni al computer materiali polimerici Coatings ibridi organici-inorganici Copolimeri fluorurati Stampaggio ad iniezione - Simulazione CAE Riciclo di polimeri Proprietà di superficie di polimeri Compounding e miscelazione reattiva materiali metallici Affidabilità di componenti metallici Attrito e usura Leghe leggere Archeometallurgia Corrosione Elettrodeposizione del cromo Facoltà di Ingegneria di Modena, 30

31 L offerta formativa Ingegneria Meccanica Facoltà di Ingegneria di Modena, 31

32 INGEGNERIA MECCANICA - OBIETTIVI Obiettivi: Preparazione di figure professionali dotate delle competenze tecniche essenziali per l inserimento nell attività produttiva dei diversi settori dell Ingegneria Meccanica e, più in generale, dell Ingegneria Industriale. Facoltà di Ingegneria di Modena, 32

33 INGEGNERIA MECCANICA SBOCCHI PROFESSIONALI 1. Industrie (metalmeccaniche, elettromeccaniche, chimiche) con funzioni di: progettazione, produzione, gestione e organizzazione, assistenza nell ambito delle strutture tecniche commerciali, nonché in ambito Ricerca e Sviluppo 2. Imprese di servizi e di consulenza per enti pubblici e privati. 3. Attività libero professionale in società d ingegneria, di consulenza e studi professionali, con mansioni di progettazione e consulenza nell ambito della progettazione meccanica ed impiantistica, nonchè sulla qualitá e sicurezza. 4. Pubblica amministrazione con mansioni prevalenti di gestione e controllo. Facoltà di Ingegneria di Modena, 33

34 LAUREE SPECIALISTICHE - Ingegneria del Veicolo - Ingegneria Meccanica La differenza principale consiste nel fatto che il laureato è un professionista orientato allo sfruttamento e alla gestione della tecnologia disponibile, mentre il laureato specialistico è orientato alla progettazione, produzione e all innovazione della tecnologia stessa. Obiettivi specifici: - conoscenza approfondita della matematica e delle altre scienze di base per interpretare e descrivere i problemi dell ingegneria complessi; - conoscenza approfondita degli aspetti teorico-scientifici dell ingegneria, con particolare riferimento a quelli inerenti I veicoli, dal motore, al telaio e ai sistemi connessi; - capacitá di ideare, pianificare, progettare e gestire sistemi, processi e servizi complessi e/o innovativi; - capacitá di progettare e gestire esperimenti di elevata complessità; - dotazione di conoscenze di contesto e di capacità trasversali Facoltà di Ingegneria di Modena, 34

35 INGEGNERIA MECCANICA - PERCORSI 1 anno (60 CFU) Laurea Triennale 2 anno (60 CFU) 3 anno (45 CFU) Percorso Meccanica Generale Tirocinio (9 CFU) Prova finale (6 CFU) 3 anno (45 CFU) Percorso Tecnologie della Lavorazione del Legno Tirocinio (9 CFU) Prova finale (6 CFU) 3 anno (54 CFU) Percorso Formativo per la Laurea Specialistica Prova finale (6 CFU) LAUREA SPECIALISTICA Facoltà di Ingegneria di Modena, 35

36 INGEGNERIA MECCANICA I CONTENUTI SPECIFICI Base Analisi Matematica,Fisica, Geometria, Chimica, Informatica, Inglese Caratterizzanti Termodinamica Fluidodinamica Macchine Oleodinamica Impianti Meccanici Sperimentazione Disegno Tecnico Industriale Meccanica delle Macchine Meccanica degli azionamenti Costruzioni di Macchine Tecnologia Meccanica Metallurgia Meccanica. Affini Elettrotecnica Meccanica Materiali e Strutture.. Calcolo Numerico Sistemi Informativi Motori di Ricerca Economia ed Org. Aziendale Diritto del lavoro Qualitá e affidabilitá Sicurezza degli Impianti Ind. Statistica.. Facoltà di Ingegneria di Modena, 36

37 SIMULAZIONE TERMOFLUIDODINAMICA IN AMBITO VEICOLISTICO Casi applicativi di interesse veicolistico: Aerodinamica di vetture da competizione Climatizzazione di veicoli Fluidodinamica interna dei motori

38 RUOTE DENTATE Ricavo dal modello FEM statico delle grandezze utili nel modello dinamico Rigidezza Facoltà di Ingegneria di Modena, 38 Modello dinamico di un ingranaggio

39 SIMULAZIONI STRUTTURALI PER IL SISTEMA VEICOLO Analisi agli elementi finiti Facoltà di Ingegneria di Modena, 39

40 SIMULAZIONI STRUTTURALI PER IL SISTEMA VEICOLO

41 REVERSE ENGINEERING MODELLO CAD produzioni personalizzate riduzioni del Time to Market interfacciamento CAE (FEM, CFD, etc.)

42 LABORATORI DIDATTICI InfoMec (CAD, CFD, Meccanica Computazionale) TEIMIT TErmografia Infrarossa e MIsure Termiche AST Analisi Sperimentale delle Tensioni Prove Tecnologiche e Tecniche Time Compression Acustica e vibrazioni Oleodinamica Facoltà di Ingegneria di Modena, 42

43 LABORATORI DI RICERCA Banco di flussaggio motori Laboratorio analisi delle vibrazioni Laboratorio Analisi Strutturale Laboratorio Tecnologie Non Convenzionali Laboratorio Time Compression Facoltà di Ingegneria di Modena, 43

44 L offerta formativa Ingegneria delle Telecomunicazioni Facoltà di Ingegneria di Modena, 44

45 LE FINALITÀ Caratteristiche chiave Preparazione fortemente trasversale A largo spettro, assolutamente non monocromatica 20/25 crediti formativi in Informatica altrettanti in Elettronica Architettura didattica incardinata sulle problematiche relative alle tecnologie ed alle infrastrutture di telecomunicazioni Facoltà di Ingegneria di Modena, 45

46 OBIETTIVI FORMATIVI L ingegnere delle Telecomunicazioni deve essere in grado di: utilizzare tecniche e strumenti per la progettazione e gestione di sistemi di telecomunicazione comprendere l impatto di diverse soluzioni progettuali nei contesti aziendali contemporanei LAN, MAN, WAN, reti a larga banda, reti radiomobili di terza generazione utilizzare tecniche e strumenti HW/SW per la produzione e la gestione di servizi di telecomunicazioni interattivi e multimediali Facoltà di Ingegneria di Modena, 46

47 ATTIVITÀ FORMATIVE Le attivitá didattiche previste dal NOD, Nuovo Ordinamento Didattico, prevedono Un attivitá formativa di base Insegnamenti di Analisi Matematica, Geometria, Fisica, Informatica, Una preparazione specificatamente ingegneristica, giá nel primo triennio universitario Componenti Fotonici Elaborazione Numerica del Segnale Comunicazioni Mobili Reti di Telecomunicazioni, Tecniche di Interconnessione Sistemi Operativi Facoltà di Ingegneria di Modena, 47

48 TEMATICHE DI STUDIO Internet, router ed apparati di rete Reti ottiche e componenti fotonici Wireless LAN, Bluetooth Domotica evoluta GPRS e UMTS Facoltà di Ingegneria di Modena, 48

49 SBOCCHI OCCUPAZIONALI Rapido inserimento nel mondo del lavoro Realtá della grande impresa e dei maggiori gestori di telecomunicazioni Nokia, Cisco, Alcatel, Italtel, Vodafone-Omnitel, TIM, Wind, 3 H3G ma anche apporto significativo nella realtá locale Necessitá di ruoli tecnici competenti PMI palesa un bisogno crescente di dirigenti e management preparato sulle nuove tecnologie e sulle infrastrutture ad esempio: I componenti e le reti ottiche, le soluzioni di interconnessione a larga banda, LAN, MAN, WAN, wireless LAN Facoltà di Ingegneria di Modena, 49

50 QUANTO ALLA LIBERA PROFESSIONE Prestazioni relative alla classe Sistemi e Reti di Telecomunicazioni Progetto e preventivo di massima Progetto esecutivo Capitolati e contratti Direzione lavori Controllo ed assistenza durante la realizzazione Assistenza al collaudo Liquidazione Facoltà di Ingegneria di Modena, 50

51 I LABORATORI DI RICERCA ELECOM attrezzato per effettuare misure su sistemi di trasmissione analogici e numerici e per sviluppare algoritmi di elaborazione numerica dei segnali su schede DSP. WLAN su cui vengono attualmente eseguiti test su flussi multimediali. Router che supportano interfacce per la fonia su reti a pacchetto (VoIP). Facoltà di Ingegneria di Modena, 51

52 I PREMI DI LAUREA I docenti dell area dell Ingegneria delle Telecomunicazioni coordinano, per l anno accademico , l attribuzione di numerosi premi di laurea. Premi per il primo livello di laurea importo di 1500 euro ciascuno assegnati alle migliori tesi dei laureati nel settore dell Ingegneria delle Telecomunicazioni Facoltà di Ingegneria di Modena, 52

53 L offerta formativa Ingegneria Elettronica Facoltà di Ingegneria di Modena, 53

54 INGEGNERIA ELETTRONICA - OBIETTIVI Laurea di I livello: Formazione ad ampio spettro sulle discipline caratterizzanti dell ingegneria dell informazione: elettronica, informatica, telecomunicazioni, automatica, strumentazione e sensoristica elettronica. Applicazioni dell elettronica all industria meccanica e biomedicale. Laurea di II livello: Metodologie di progettazione di sistemi, circuiti e componenti elettronici avanzati. Applicazioni dei sistemi elettronici nei diversi settori industriali. Facoltà di Ingegneria di Modena, 54

55 INGEGNERIA ELETTRONICA SBOCCHI PROFESSIONALI Progettista elettronico presso aziende produttrici di hardware/software. Sistemista presso aziende di sistemi elettronici, telecomunicazioni e automazione industriale. Esperto tecnico nelle strutture commerciali. Consulente e libero professionista in settori avanzati dell ingegneria dell informazione. Facoltà di Ingegneria di Modena, 55

56 INGEGNERIA ELETTRONICA ATTIVITÀ FORMATIVE Attività formative di base Matematica Fisica Chimica Statistica Informatica Attività formative affini/integrative Attività formative caratterizzanti Elettronica Misure Elettriche ed Elettroniche Campi Elettromagnetici Telecomunicazioni Controlli Automatici Altre attività formative Informatica Elettrotecnica Fisica Tecnica Industriale Macchine a Fluido Economia/Diritto del Lavoro Inglese Tirocinio Prova Finale Facoltà di Ingegneria di Modena, 56

57 INGEGNERIA ELETTRONICA LABORATORI E ATTIVITÀ /1 E dotato di strumentazione avanzata comprendente: Laboratorio ELECOM: vi svolgono attività gruppi di ricerca attivi nei settori dell elettronica, della strumentazione e sensoristica optoelettronica e dell automatica (oltre che nelle tlc e campi elettromagneticivedi CL Ing. delle Telecomunicazioni). Strumentazione per misure su componenti e circuiti elettronici. HW/SW per CAD tecnologico (simulazione di processo e dispositivo) e CAD circuitale (progettazione di circuiti integrati). Strumentazione optoelettronica, sorgenti laser, banco ottico, rivelatori a singolo fotone. Sistema di fast-prototyping dspace per effettuare controlli hardware in-theloop e software in-the-loop, azionamenti Phase AxM e motori elettrici trifase brushless, centralina elettronica per il controllo frizione. Facoltà di Ingegneria di Modena, 57

58 MeMiTec: INGEGNERIA ELETTRONICA LABORATORI E ATTIVITÀ /2 Circuiti integrati a radiofrequenza al Silicio. Misure e modeling del rumore a bassa frequenza. Circuiti passivi a microonde. DeDe: t=0 s S-G G G-D AlGaN Dispositivi in semiconduttori composti per applicazioni di potenza a radiofrequenza. t=1 µs AlGaN Rivelatori di radiazione in Silicio e Carburo di Silicio. t=1 ms AlGaN Facoltà di Ingegneria di Modena, 58

59 OptoLab: INGEGNERIA ELETTRONICA LABORATORI E ATTIVITÀ /3 Sviluppo di strumentazione optoelettronica innovativa per applicazioni biomediche (oftalmologia, ematologia, analisi chimico-cliniche, spettroscopia UV-NIR, misure distribuzione dimensionale di µparticelle). AutoLab: Modellistica e simulazione di sistemi dinamici (POG), controllo di sistemi elettromeccanici, controllo in ambito Automotive, generatori di traiettorie, controllo robusto Sliding Mode. Facoltà di Ingegneria di Modena, 59

60 L offerta formativa Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria di Modena, 60

61 INGEGNERIA INFORMATICA - OBIETTIVI Il corso di Ingegneria Informatica prepara le figure professionali che operano nell impiego, progettazione, realizzazione di applicazioni e sistemi basati su tecnologie informatiche hardware e software Facoltà di Ingegneria di Modena, 61

62 Laurea INGEGNERIA INFORMATICA SBOCCHI PROFESSIONALI Nella grande-media e piccola industria Nella realizzazione di sistemi informativi aziendali Nella realizzazione di data base e applicazioni Web Nella gestione di sistemi informatici complessi Nella automazione dei servizi in enti pubblici e privati Nella libera professione come progettista software Facoltà di Ingegneria di Modena, 62

63 LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA INFORMATICA La differenza principale consiste nel fatto che il laureato è un professionista orientato allo sfruttamento e alla gestione della tecnologia disponibile, mentre il laureato specialistico è orientato alla progettazione, produzione e all innovazione della tecnologia stessa. Ambiti professionali: Gli ambiti professionali tipici per i laureati specialisti della classe dell'ingegneria Informatica sono quelli dell innovazione e dello sviluppo della produzione, della progettazione avanzata, della pianificazione e della programmazione, della gestione di sistemi complessi, sia nella libera professione sia nelle imprese manifatturiere o di servizi che nelle amministrazioni pubbliche. Facoltà di Ingegneria di Modena, 63

64 INGEGNERIA INFORMATICA PERCORSI 1 anno (60 CFU) Laurea Triennale 2 anno (60 CFU) 3 anno (45 CFU) Orientamento Applicativo Tirocinio (9 CFU) Prova finale (6 CFU) 3 anno (54 CFU) Orientamento Formativo per la Laurea Specialistica Prova finale (6 CFU) LAUREA SPECIALISTICA 2 anno (40 CFU) 1 anno (60 CFU) Tirocinio o corsi sostitutivi (9 CFU) Prova finale (11 CFU) Facoltà di Ingegneria di Modena, 64

65 Base INGEGNERIA INFORMATICA I CONTENUTI SPECIFICI I fondamenti. Fondamenti di Informatica Analisi matematica, Fisica, Chimica, Inglese Caratterizzanti Affini L hardware, il middleware e le reti Calcolatori Elettronici Sistemi Operativi Reti di calcolatori Sistemi e Servizi di Rete Reti Logiche Laboratori Elettronica Telecomunicazioni Sistemi software distribuiti La progettazione del software e le applicazioni Ingegneria del Software Informatica Industriale Logistica Industriale Visione Artificiale Laboratori Automazione Sistemi Embedded e Real Time La gestione delle informazioni e i sistemi informativi Sistemi di gestione di Basi di Dati Sistemi informativi Rappresentazione della conoscenza Sistemi di Information Retrieval Laboratori Economia ed Organizzazione Aziendale Facoltà di Ingegneria di Modena, 65

66 LABORATORI DIDATTICI Laboratorio Base (Linguaggio C, Java, Assembler) Laboratorio INFO (Visual C++, MatLab) InfoMec (DBMS, reti) LICA (SO Windows, Linux, Unix) Facoltà di Ingegneria di Modena, 66

67 LABORATORI DI RICERCA WEBLAB attività di ricerca su simulazione, reti di calcolatori, webserver ad elevate prestazioni IMAGELAB attività di ricerca su elaborazione immagini, calcolatori multimediali, visione artificiale DBGroup attività di ricerca sull integrazione di sorgenti di dati eterogenei, tecnologie database e datawarehouse, WEB database, rappresentazione della conoscenza. AgentGroup attività di ricerca sui sistemi operativi, agenti mobili, middleware ISGroup attività di ricerca sui sistemi informativi e sull information retrieval da documenti Facoltà di Ingegneria di Modena, 67

68 L offerta formativa: Ingegneria Ambientale Ingegneria per la Sostenibilità dell Ambiente Facoltà di Ingegneria di Modena, 68

69 INGEGNERIA AMBIENTALE E INGEGNERIA PER LA SOSTENIBILITÀ DELL AMBIENTE : PERCORSI LAUREA TRIENNALE 1 anno (60 CFU) 2 anno (60 CFU) 3 anno (47 CFU) Percorso Ing. Ambientale per l impresa Tirocinio o corsi sostitutivi (9 CFU) Prova finale (4 CFU) 3 anno (47 CFU) Percorso Ing. Ambientale per il Territorio Tirocinio o corsi sostitutivi (9 CFU) Prova finale (4 CFU) 3 anno (47 CFU) Percorso Formativo per la Laurea Specialistica Tirocinio o corsi sostitutivi (9 CFU) Prova finale (4 CFU) LAUREA SPECIALISTICA 2 anno (40 CFU) 1 anno (60 CFU) Tirocinio o corsi sostitutivi (9 CFU) Prova finale (11 CFU) Facoltà di Ingegneria di Modena, 69

70 INGEGNERIA AMBIENTALE: I CONTENUTI SPECIFICI Base I fondamenti. Analisi matematica, Statistica, Fisica, Chimica, Informatica (38 CFU) Caratterizzanti Affini Ingegneria Sanitaria Ambientale Dinamica degli Inquinanti Impiantistica Gestione, trattamento e smaltimento di reflui e rifiuti Valutazione di Impatto ambientale. Comunicazione e Marketing Ambientale Salvaguardia del territorio Geologia applicata Geotecnica nella difesa del territorio Topografia Telerilevamento Protezione idraulica del territorio Sistemi Informativi Progettazione di opere eco sostenibili Disegno Scienza delle Costruzioni Tecnica delle costruzioni Costruzioni idrauliche Pianificazione territoriale.. Diritto dell Ambiente Facoltà di Ingegneria di Modena, 70

71 INGEGNERIA PER LA SOSTENIBILITÀ DELL AMBIENTE CONTENUTI SPECIFICI Laurea specialistica Approfondimenti di Analisi Matematica e Meccanica Razionale Scienza e Tecnica delle Costruzioni Ingegneria Sanitaria Ambientale Salvaguardia del territorio Progettazione di opere eco sostenibili Modelli di diffusione di Inquinanti Dimensionamento di Impianti Sistemi di gestione ambientale della qualità Gestione di Imprese di servizi Programmazione e Applicazioni al calcolatore Cartografia Numerica Bonifica dei siti contaminati Meccanica Computazionale delle strutture Pianificazione e Progettazione Sostenibile Studi e Valutazione di Impatto Ambientale Facoltà di Ingegneria di Modena, 71

72 INGEGNERIA AMBIENTALE E INGEGNERIA PER LA SOSTENIBILITÀ DELL AMBIENTE - OBIETTIVI I corsi di Ingegneria Ambientale e Ingegneria per la Sostenibilità dell Ambiente preparano all analisi, alla progettazione e alla gestione dei sistemi ambientali e territoriali, e forniscono le valenze professionali necessarie a: osservare il contesto ambientale interessato dalla realizzazione di un opera d ingegneria e coordinare gli aspetti ambientali connessi alla progettazione. collaborare al progetto di un opera ambientale o valutarne uno sviluppato da terzi; stimare i possibili effetti sull ambiente di un opera di ingegneria, realizzare un sistema di monitoraggio e controllo dell impatto ambientale da questa indotto Facoltà di Ingegneria di Modena, 72

73 INGEGNERIA AMBIENTALE SBOCCHI PROFESSIONALI Libero professionista, nella Pubblica amministrazione o nell Industria Laurea Attività libero professionale, in società d ingegneria e studi professionali. Pubblica amministrazione, nello Stato (Ministeri, Servizi tecnici, Agenzie), nelle Amministrazioni Locali, in Aziende di Servizi. Industria, in società di progettazione, ditte produttrici di impianti, imprese di costruzione, società di smaltimento, industrie di approvvigionamento, distribuzione e gestione dell'energia. Laurea Specialistica Modellizzazione del contesto ambientale interessato dalla realizzazione di un opera d ingegneria; Progettazione di un opera ambientale e valutazione di una progettazione sviluppata da terzi; Progettazione di interventi limitativi dell impatto ambientale di un opera di ingegneria, e sistemi di monitoraggio e controllo; Coordinazione degli aspetti ambientali connessi alla progettazione, nell intero processo e nelle sue singole fasi. Qualche informazione in più su alcuni LABORATORI E ATTIVITA DI RICERCA LEGATI ALLA FORMAZIONE Facoltà di Ingegneria di Modena, 73

74 LABORATORIO DI MODELLISTICA E ANALISI AMBIENTALE: MODELLI DI DISPERSIONEDI INQUINANTI IN ATMOSFERA Simulazione della dispersione di sostanze inquinanti (gas, particolato) in atmosfera per Valutazioni e Studi di Impatto Ambientale e previsione della Qualità dell Aria. - Modello di dispersione lagrangiano a particelle SPRAY - Modello di dispersione gaussiano ISC3 (Industrial( Source Complex Dispersion Model) Facoltà di Ingegneria di Modena, 74

75 LABORATORIO DI MODELLISTICA E ANALISI AMBIENTALE : TELERILEVAMENTO E GIS Interpretazione di immagini telerilevate a bordo di satelliti o arei per studi ambientali con software dedicati (ENVI, IDL) Analisi e gestione di dati territoriali mediante software GIS (Geohraphic Information System, ArcGIS) Facoltà di Ingegneria di Modena, 75

76 MODELLISTICA E ANALISI AMBIENTALE: ANALISI DI METALLI PESANTI E MISURE DI AEROSOL ATMOSTERICO Misura della concentrazione di metalli pesanti in campioni ambientali (acqua, particolato atmosferico, ecc.) mediante la tecnica PIXE (Particle Induced X- Ray Emission) ) presso l acceleratore AN2000 dei Laboratori Nazionali di Legnaro (Padova) Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Campionamento di particolato atmosferico mediante impattore inerziale multistadio SDI (Small Deposit area Impactor) ) dotato di inlet PM10, ottenendo la separazione del particolato atmosferico in 12 frazioni corrispondenti ai diametri aerodinamici (in um): 8.55, 4.46, 2.69, 1.68, 1.07, 0.809, 0.577, 0.364, 0.223, 0.145, 0.085, Facoltà di Ingegneria di Modena, 76

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

I COMMENTI DI ISTITUTO AMBIENTE EUROPA AL D. Lgs. 81/08 ( TESTO UNICO ) 9 - ESONERO DAI CORSI PER RSPP E ASPP: chi, che cosa e con quali conseguenze

I COMMENTI DI ISTITUTO AMBIENTE EUROPA AL D. Lgs. 81/08 ( TESTO UNICO ) 9 - ESONERO DAI CORSI PER RSPP E ASPP: chi, che cosa e con quali conseguenze ESONERO DAI CORSI PER RSPP E ASPP: di Attilio Pagano Psicologo del Lavoro e formatore L art. 32 del D. Lgs. 81/08 disciplina i requisiti per lo svolgimento delle funzioni di RSPP e ASPP. Tali requisiti

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA Pagina 1 di 5 COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA AREA DISCIPLINARE : Indirizzo Informatica e Telecomunicazioni, articolazione Informatica.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia

ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia L indirizzo Meccanica, meccatronica ed energia ha lo scopo di far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI FORMAZIONE INTERNA 2009-2011

PIANO TRIENNALE DI FORMAZIONE INTERNA 2009-2011 PIANO TRIENNALE DI FORMAZIONE INTERNA 2009-2011 PROPOSTA TECNICA Genova, Giugno 2009 SOMMARIO 1 PREMESSA... 3 2 QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO...4 2.1 LE NORME CONTRATTUALI... 4 2.2 LA FORMAZIONE OBBLIGATORIA

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI Dalla tecnica PSInSAR al nuovo algoritmo SqueeSAR : Principi, approfondimenti e applicazioni 30 Novembre - 1 Dicembre 2010 Milano Il corso è accreditato

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

IL CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE

IL CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE Il POLITECNICO di BARI Dipartimento di Scienze dell Ingegneria Civile e dell Architettura promuove ed organizza IL CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE (istituito ai sensi

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome e Cognome Indirizzo Lucio Maragoni Residenza: Via Francesco Angeloni n.55, 05100 Terni (TR) Domicilio attuale: Via Sertorio Orsato n.5, 35128 Padova

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it Indirizzi di studio 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia 2. Elettronica ed Elettrotecnica 3. Informatica e Telecomunicazioni

Dettagli

Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero.

Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero. Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero. Cosa fa un ingegnere petrolifero? Gli ingegneri petroliferi individuano, estraggono e

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

2. Il profilo culturale, educativo e professionale degli Istituti Tecnici

2. Il profilo culturale, educativo e professionale degli Istituti Tecnici ALLEGATO A Profilo educativo, culturale e professionale dello studente a conclusione del secondo ciclo del sistema educativo di istruzione per gli Istituti Tecnici 1. Premessa I percorsi degli Istituti

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT 31 Professioni tecniche in campo scientifico, ingegneristico e della produzione 311 Tecnici delle scienze quantitative, fisiche e chimiche 3111. Tecnici fisici e geologici Rilevatore geologico Tecnico

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Appendice III. Criteri per l utilizzo dei metodi di valutazione diversi dalle misurazioni in siti fissi

Appendice III. Criteri per l utilizzo dei metodi di valutazione diversi dalle misurazioni in siti fissi Appendice III (articolo 5, comma 1 e art. 22 commi 5 e 7) Criteri per l utilizzo dei metodi di valutazione diversi dalle misurazioni in siti fissi 1. Tecniche di modellizzazione 1.1 Introduzione. In generale,

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Il Progetto Orient@mente

Il Progetto Orient@mente Il Progetto Orient@mente Presentazione, 25 marzo 2015 Marina Marchisio Dipartimento di Matematica G. Peano Orient@mente Progetto di UNITO che ha come scopo la realizzazione di un orientamento in ingresso

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

ore 1 biennio DISCIPLINE unitario Lingua inglesee Storia Matematica Diritto ed economia alternative Totale ulteriori lingue

ore 1 biennio DISCIPLINE unitario Lingua inglesee Storia Matematica Diritto ed economia alternative Totale ulteriori lingue ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI GENERALI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO Lingua e letteratura italiana 1^ 2^ secondo biennio e quinto anno costituiscono un percorso formativo unitario 3^ 4^ 5^ Lingua

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

PREMESSA. Il nuovo sistema classificatorio del personale è volto:

PREMESSA. Il nuovo sistema classificatorio del personale è volto: PREMESSA La riforma del sistema di classificazione del personale civile del Ministero della difesa è stata realizzata in applicazione del CCNL 2006/2009. Nel quadro di adeguamento delle competenze e delle

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/i nome/i Castelli Flavio Email flavio.castelli@gmail.com Sito web personale http://www.flavio.castelli.name Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 TECNOLOGIA CLASSE PRIMA PRIMARIA

Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 TECNOLOGIA CLASSE PRIMA PRIMARIA Istituto Maddalena di Canossa Corso Garibaldi 60-27100 Pavia Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 grado Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 TECNOLOGIA

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

Introduzione al GIS (Geographic Information System)

Introduzione al GIS (Geographic Information System) Introduzione al GIS (Geographic Information System) Sommario 1. COS E IL GIS?... 3 2. CARATTERISTICHE DI UN GIS... 3 3. COMPONENTI DI UN GIS... 4 4. CONTENUTI DI UN GIS... 5 5. FASI OPERATIVE CARATTERIZZANTI

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli