MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners"

Transcript

1 MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners ragionieri commercialisti economisti d impresa valdagno (vi) via l. festari,15 tel. 0445/406758/ fax 0445/ dueville (vi) - via g. rossi, 26 tel. 0444/ fax 0444/ Ai Signori Clienti Loro Sedi Oggetto: obbligo di comunicare al PRA l effettivo utilizzatore dell autovettura Il D.Lgs. n. 285/92 (Codice della Strada), art. 94, commi 3 e 4-bis, all esito della novella ex L. 120/10, ha disposto: l obbligo di annotare sulla carta di circolazione dei mezzi di trasporto, il nominativo dell utilizzatore (se diverso dal proprietario, usufruttuario, acquirente con patto di riservato dominio) ove il veicolo è utilizzato dall utilizzatore per un periodo superiore a 30 giorni; l obbligo dell intestatario del veicolo (proprietario, usufruttuario, acquirente con patto di riservato dominio) di comunicare le variazioni intervenute nella denominazione della società o dell ente ovvero, se persona fisica, la variazione delle proprie generalità (si tratta, nella maggior parte dei casi, della variazione del luogo di residenza). Sono esclusi dalla disciplina relativa al nominativo dell utilizzatore i veicoli in disponibilità di soggetti esercenti l attività di autotrasporto ovvero i rimorchi con peso superiore a 3,5 t. La predetta disposizione, in vigore già dal 2012, era rimasta in stand-by a causa della mancata realizzazione delle relative procedure informatiche ed è resa operativa a decorrere dal 3 novembre Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti con la circolare n. 2374/2014 del 27/10/2014 ha fornito (favorevoli) indicazioni che tuttavia non sembrano conformi al disposto normativo talché restano numerosi dubbi, oltre al fatto che l intera disciplina, in base a tali (favorevoli) interpretazioni, con pochi accorgimenti, sembra essere facilmente eludibile. Le sanzioni in caso di mancata annotazione sulla carta di circolazione Nel caso in cui il soggetto interessato (ossia l utilizzatore) non ottemperi all obbligo di cui trattasi, scatta a suo carico la sanzione pecuniaria di 705,00 e il provvisorio ritiro della carta di circolazione (tale ultima sanzione, di fatto, colpisce anche il proprietario del veicolo). Gli obblighi decorrono dal 3 novembre 2014, dunque in base a quanto chiarito in via interpretativa dal Ministero dei trasporti se il veicolo è stato concesso in uso (per le finalità oltre descritte), ad esempio, ad un amministratore della società o ad un dipendente della medesima, prima di tale data ed è ancora in corso al 3/11/20014, non occorre effettuare alcuna annotazione. Ciò non toglie che volontariamente detta annotazione può comunque essere fatta anche in questi casi.

2 L utilizzo superiore a trenta giorni I trenta giorni di utilizzo da parte del soggetto che conduce l autovettura affinché vi sia l obbligo di annotazione sulla carta di circolazione devono essere consecutivi. A conferma la Circolare n del 27 ottobre 2014 afferma che il predetto periodo va computato in giorni naturali e consecutivi e che in tutte le ipotesi contemplate dall art. 247-bis reg es. c.d.s., deve sussistere un uso esclusivo e personale del veicolo in capo all utilizzatore. Tuttavia si osserva che il requisito della esclusività non compare in alcun modo nella normativa in esame. Casistica La circolare del ministero delle infrastrutture e dei trasporti n del 10 luglio 2014 ha quindi chiarito che la temporanea disponibilità di un veicolo intestato a un terzo, per un periodo superiore a 30 giorni può verificarsi per i seguenti motivi: a titolo di comodato (scritto o verbale); a seguito di provvedimento di custodia giudiziale; nei casi di locazione senza conducente; nei casi di locazione senza conducente di veicoli da destinare ai Corpi di Polizia Locale; nell ipotesi di intestazione di veicoli di proprietà di soggetti incapaci di agire; laddove si utilizzi il veicolo intestati al de cuius; nei casi di utilizzo di veicoli con contatto rent to buy ; laddove il veicolo faccia parte del patrimonio di un trust. La presente informativa non copre tutte le possibili situazioni interessate dall obbligo di comunicazione ma solo alcune tra quelle che si reputano di maggiore interesse. Pertanto si invitano i signori clienti, i quali sono interessati ad altre casistiche, a prendere contatto con lo scrivente studio per approntare le migliori verifiche. Veicoli aziendali concessi in comodato quando occorre l annotazione Dunque, per i veicoli di massa complessiva a pieno carico pari o inferiore a 6 t immatricolati in uso proprio, concessi in comodato per un periodo consecutivo superiore a 30 giorni, occorre darne comunicazione al competente UMC, richiedendo l aggiornamento della carta di circolazione. La recentissima circolare ministero trasporti n. 2374/2014 del 27/10/2014 ha fornito ulteriori informazioni che tuttavia sono risultate criptiche e in taluni passaggi fuorvianti. Ad ogni modo sembra di poter affermare che vi sia l obbligo di annotazione nei seguenti casi: l autovettura è concessa in uso ad un dipendente per fini solo aziendali per oltre 30 giorni; l autovettura è concessa in uso ad un Co.Pro per fini solo aziendali per oltre 30 giorni; l autovettura è concessa in uso ad un amministratore per fini solo aziendali per oltre 30 giorni; l autovettura è concessa in uso ad un socio per fini solo aziendali per oltre 30 giorni. Per l autovettura intestata all imprenditore individuale o al libero professionista, se la stessa costituisce un bene strumentale dell impresa o dell attività di lavoro autonomo, il relativo comodato impone l aggiornamento esclusivamente dei dati dell Archivio Nazionale e non anche della carta di circolazione. Se, invece, il veicolo costituisce un bene personale dell imprenditore o del lavoratore autonomo (apportato dalla sfera personale) il relativo comodato comporta anche l obbligo di aggiornamento della carta di circolazione.

3 Veicoli aziendali concessi in comodato quando non occorre l annotazione In base alla citata Circolare n del 2014 che ha interpretato il contenuto dell art bis del CdS in relazione al requisito della disponibilità esclusiva e consecutiva per 30 giorni, sembrerebbe che nessuna comunicazione vada fatta nei seguenti casi: l autovettura è concessa in uso promiscuo ad un dipendente per fini aziendali/privati per oltre 30 giorni (il fringe benefit va tassato in busta paga); l autovettura è concessa in uso promiscuo ad un Co.Pro per fini aziendali/privati per oltre 30 giorni (il fringe benefit va tassato in prospetto paga); l autovettura è concessa in uso promiscuo ad un amministratore per fini aziendali/privati per oltre 30 giorni (il fringe benefit va tassato in prospetto paga); l autovettura è concessa in uso promiscuo ad un socio per fini aziendali/privati per oltre 30 giorni (il fringe benefit va tassato in dichiarazione dei redditi quadro RL); l autovettura è concessa in uso esclusivo per fini privati ad un dipendente per oltre 30 giorni (il fringe benefit va tassato in busta paga); l autovettura è concessa in uso esclusivo per fini privati ad un Co.Pro. per oltre 30 giorni (il fringe benefit va tassato in prospetto paga); l autovettura è concessa in uso esclusivo per fini privati ad un amministratore per oltre 30 giorni (il fringe benefit va tassato in prospetto paga; l autovettura è concessa in uso esclusivo per fini privati ad un socio per oltre 30 giorni (il fringe benefit va tassato in dichiarazione dei redditi quadro RL). Autovetture aziendali - conclusioni In conclusione, pur con tutte le incertezze ( e i relativi rischi) derivanti da una interpretazione ministeriale non conforme alla legge, sembra potersi concludere che: se una autovettura è intestata ad una società e l amministratore o il dipendente o il socio, la utilizza solo per finalità aziendali, tant è che il relativo fringe benefit non gli viene tassato, allora occorre effettuare l annotazione sulla carta di circolazione. Per evitare l annotazione occorre dunque tassare in capo all amministratore, al dipendente o al socio il relativo utilizzo, in tutto o in parte, dell auto per fini personali; se un impresa o una società possiede un autovettura e oltre all amministratore vi è un dipendente o vi sono almeno due amministratori, oppure un amministratore e un socio, è sostenibile che la predetta autovettura viene utilizzata solo per fini aziendali dai due soggetti che si alternano alla guida in esclusiva per prestabiliti giorni nell ambito dei 30 giorni consecutivi e che nessuno dei due soddisfa, dunque, il presupposto dell utilizzo esclusivo per oltre 30 giorni consecutivi, talché la comunicazione non deve essere fatta. Si fa però presente che il socio che utilizza l autovettura per fini aziendali comporta il fatto che il medesimo presta la sua opera (non retribuita) per la società, talché scatta l obbligo contributivo INPS commercianti a carico del medesimo se si tratta di una società che svolge attività commerciale; deve osservarsi che, qualora l utilizzo per soli fini aziendali, sia concentrato come di regola accade nelle giornate feriali, con esclusione della domenica, verrebbe teoricamente meno il presupposto della consecutività del periodo di trenta giorni. La questione, dunque, si sposta sul piano probatorio di poter dimostrare che il dipendente o amministratore non è autorizzato ad utilizzare il mezzo durante il riposo settimanale; nel caso di amministratore unico di una società uninominale senza dipendenti sembra in re ipsa che, se nessun fringe benefit viene imputato all amministratore, l utilizzo dell autovettura è solo aziendale e la decorrenza del comodato coincide con l acquisto da parte della società della autovettura di cui trattasi. Dunque se l acquisto dell autovettura è precedente il 3/11/2014 nessuna annotazione dovrebbe essere effettuata.

4 Adempimenti operativi in caso di obbligo di annotazione L art. 94, comma 4-bis, C.d.S., pone gli obblighi di comunicazione a carico dell avente causa, ossia dell utilizzatore dell autovettura. Sicché la persona fisica munita del potere di agire (ossia il legale rappresentante della società, dell ente ovvero della ditta individuale) in nome e per conto del comodante (vale a dire in nome e per conto della società/ente/ditta), su delega del comodatario (il dipendente/amministratore), presenta istanza (vi è una apposita modulistica) volta all annotazione nell Archivio Nazionale dei Veicoli. A fronte di tale istanza viene rilasciata un attestazione di avvenuta annotazione nel citato Archivio Nazionale delle informazioni contenute nella dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà. Si fa presente che in base a quanto chiarito dal Ministero il sub comodato di autovettura non è consentito. Casi particolari La predetta Circolare n fornisce, inoltre, chiarimenti su alcuni casi particolari: Flotte aziendali - laddove il comodato riguardi una pluralità di veicoli aziendali (come nei casi delle cosiddette flotte aziendali") è possibile presentare un unica istanza cumulativa; Patto di riservato dominio - se i veicoli aziendali nella disponibilità del comodante siano detenuti dalla società/ente/ditta in leasing o per acquisto con patto di riservato dominio per procedere all annotazione occorre il preventivo assenso del locatore o del venditore; Noleggi full rent - ove i veicoli aziendali siano nella disponibilità del comodante e detenuti dalla società/ente/ditta con contratto di locazione senza conducente (cd. noleggi full rent ) per procedere all annotazione vi è l obbligo del preventivo assenso scritto del locatore. Esclusioni dall obbligo di annotazione Sono esonerati dall obbligo di annotazione i familiari sempre che conviventi che utilizzano l autovettura aziendale, ferma restando la possibilità per gli stessi di richiedere l aggiornamento della carta di circolazione. Autovetture utilizzate dagli eredi L utilizzo, per un periodo superiore a 30 giorni, del veicolo intestato ad un soggetto defunto da parte dell erede, nelle more della successione, richiede uno specifico adempimento. In particolare, l erede dovrà richiedere un tagliando di aggiornamento nel quale, oltre alle informazioni anagrafiche, l ufficio competente apporrà la dicitura Intestazione temporanea a nome dell erede effettuata ai sensi dell art. 94, comma 4-bis, c.d.s. in attesa della definizione della procedura di accettazione di eredità. Modulistica e costi Per tutte le comunicazioni ora rappresentate è stata predisposta un apposita modulistica e a seconda della tipologia di comunicazione è previsto il versamento, tramite bollettini di conto corrente, di specifici importi a titolo di imposta di bollo e di diritti di motorizzazione. Accertamento dell infrazione aspetti critici Si evidenzia che laddove il guidatore, il cui nominativo non compaia nella carta di circolazione, sia sottoposto a controllo durante la guida dell automezzo altrui, in linea teorica dovrebbe essere onere dell organo accertatore fornire dimostrazione che l utilizzo in quel

5 momento verificato si innesti all interno di un periodo più ampio superiore ai trenta giorni. Ma non può escludersi che i medesimi organi oppure l Autorità giudiziaria, interpretino le disposizioni nel senso di gravare sull utilizzatore l onere della prova di non essere guidatore abituale. Atteso che gli organi accertatori spesso non appartengono al Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture si ponga il caso della Polizia di Stato o della Polizia Municipale deve rimarcarsi che le indicazioni contenute nelle Circolari qui menzionate potrebbero essere disattese in fase di accertamento, con irrogazione della contestazione su fattispecie esentate dall obbligo a parere del Ministero. Al riguardo suggeriamo in caso di far mettere a verbale la seguente frase il sottoscritto fa uso del veicolo in modo non esclusivo e non continuativo, mai superiore a trenta giorni consecutivi. Lo studio resta a disposizione per eventuali chiarimenti. Cordiali saluti. Valdagno-Dueville, 21 novembre dr. Maurizio Martini dr. Enzo Drapelli

NUOVO OBBLIGO DI ANNOTAZIONE SULLA CARTA DI CIRCOLAZIONE E NELL ARCHIVIO NAZIONALE DEI VEICOLI, A DECORRERE DAL 3 NOVEMBRE 2014

NUOVO OBBLIGO DI ANNOTAZIONE SULLA CARTA DI CIRCOLAZIONE E NELL ARCHIVIO NAZIONALE DEI VEICOLI, A DECORRERE DAL 3 NOVEMBRE 2014 NUOVO OBBLIGO DI ANNOTAZIONE SULLA CARTA DI CIRCOLAZIONE E NELL ARCHIVIO NAZIONALE DEI VEICOLI, A DECORRERE DAL 3 NOVEMBRE 2014 L art. 94, co. 4-bis del Codice della strada (D.Lgs. 285/1992), introdotto

Dettagli

Circolare 21. del 3 novembre 2014. Veicoli concessi in comodato Adempimenti nei confronti della Motorizzazione Civile INDICE

Circolare 21. del 3 novembre 2014. Veicoli concessi in comodato Adempimenti nei confronti della Motorizzazione Civile INDICE Circolare 21 del 3 novembre 2014 Veicoli concessi in comodato Adempimenti nei confronti della Motorizzazione Civile INDICE 1 Premessa... 2 2 Decorrenza... 2 3 Ambito soggettivo... 3 3.1 Soggetti legittimati

Dettagli

Fiscal Flash N. 172. Auto in comodato: nuova circolare della motorizzazione. La notizia in breve 29.10.2014. Codice della strada

Fiscal Flash N. 172. Auto in comodato: nuova circolare della motorizzazione. La notizia in breve 29.10.2014. Codice della strada Fiscal Flash La notizia in breve N. 172 29.10.2014 Auto in comodato: nuova circolare della motorizzazione Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette Il Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti

Dettagli

MANCATE ANNOTAZIONI SULLA CARTA DI CIRCOLAZIONE DAL 3 NOVEMBRE SCATTANO LE SANZIONI

MANCATE ANNOTAZIONI SULLA CARTA DI CIRCOLAZIONE DAL 3 NOVEMBRE SCATTANO LE SANZIONI Dott. Giovanni Maria CONTI Dott. Emanuela Maria CONTI Dott. Marcello PRIORI Dott. Domenico MAISANO Avv. Emanuela REGAZZI Dott. Simone DALLEDONNE Dott. Lorenzo PICCININI Dott. Florjan SHTYLLA Dott. Domenico

Dettagli

Circolare N. 143 del 30 Ottobre 2014

Circolare N. 143 del 30 Ottobre 2014 Circolare N. 143 del 30 Ottobre 2014 Annotazione sulla carta di circolazione dei dati dell utilizzatore dell auto solo per gli atti posti in essere dal 03.11.2014 Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

OGGETTO: Auto in comodato. In vigore l obbligo di comunicazione

OGGETTO: Auto in comodato. In vigore l obbligo di comunicazione Informativa per la clientela di studio N. 09C del 21.11.2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Auto in comodato. In vigore l obbligo di comunicazione Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Motorizzazione civile: obbligo di comunicazione e registrazione

Motorizzazione civile: obbligo di comunicazione e registrazione Il nuovo Codice della Strada e la gestione dei rapporti di lavoro mercoledì, 26 novembre 2014 Esaminiamo alla luce delle diverse circolari recentemente emanate dal Ministero dei Trasporti, il rapporto

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi

Le Circolari della Fondazione Studi ANNO 2014 NU MERO 18 Le Circolari della Fondazione Studi n. 18 del 27.10.2014 NUOVO CODICE DELLA STRADA CON NOVITÀ NEI RAPPORTI DI LAVORO Manovra di stabilità e riforma del mercato del lavoro: modifica

Dettagli

OGGETTO: Comunicazione auto in comodato. L'obbligo di aggiornamento della carta di circolazione. Gentile Cliente,

OGGETTO: Comunicazione auto in comodato. L'obbligo di aggiornamento della carta di circolazione. Gentile Cliente, OGGETTO: Comunicazione auto in comodato Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza del fatto che a partire dal prossimo 3 novembre 2014, ci saranno

Dettagli

Circolare N.175 del 12 Dicembre 2012. L annotazione sulla carta di circolazione degli utilizzatori abituali

Circolare N.175 del 12 Dicembre 2012. L annotazione sulla carta di circolazione degli utilizzatori abituali Circolare N.175 del 12 Dicembre 2012 L annotazione sulla carta di circolazione degli utilizzatori abituali L annotazione sulla carta di circolazione degli utilizzatori abituali Gentile cliente con la presente

Dettagli

RIPRODUZIONE VIETATA

RIPRODUZIONE VIETATA AVVOCATI E COMMERCIALISTI ASSOCIATI Bari Bologna Brescia Firenze Lecco Milano Padova Roma Torino http://www.lslex.com Circolare Novembre 2014 Data: 11 Novembre 2014 Indice Le novità di Novembre 2014 Il

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA N. 10 - OTTOBRE 2014

CIRCOLARE INFORMATIVA N. 10 - OTTOBRE 2014 CIRCOLARE INFORMATIVA N. 10 - OTTOBRE 2014 A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI Di seguito evidenziamo i principali adempimenti del mese di ottobre. Versamenti Iva mensili Scade il 16 ottobre il termine di versamento

Dettagli

Comando Polizia Municipale. Ufficio Informazioni Istituzionali. Campagna di sensibilizzazione. Ripassiamo il Codice della Strada.

Comando Polizia Municipale. Ufficio Informazioni Istituzionali. Campagna di sensibilizzazione. Ripassiamo il Codice della Strada. Comando Polizia Municipale Ufficio Informazioni Istituzionali Campagna di sensibilizzazione Ripassiamo il Codice della Strada Art 94 bis Cambiano le regole, se si usa un auto intestata ad altri. Dal 3

Dettagli

AGENDA E NOTIZIE DELLA SETTIMANA

AGENDA E NOTIZIE DELLA SETTIMANA n.25 17 settembre 2015 AUTO IN COMODATO ADEMPIMENTO E CHECK LIST Auto in comodato Nel caso di intestazione temporanea di un veicolo a favore di un soggetto terzo per oltre 30 giorni, è necessaria la comunicazione

Dettagli

OGGETTO: Comodato e locazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci

OGGETTO: Comodato e locazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci Informativa per la clientela di studio N. 54 del 08.04.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Comodato e locazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci Gentile Cliente, con la stesura del presente

Dettagli

OGGETTO: Comodato e locazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci

OGGETTO: Comodato e locazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci News di approfondimento N. 16 9 Aprile Ai gentili 15 Clienti Loro sedi Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Comodato e locazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci Gentile Cliente, con la stesura

Dettagli

Il Nuovo Trattamento Fiscale delle Autovetture Aziendali

Il Nuovo Trattamento Fiscale delle Autovetture Aziendali Moro & Partners Il Nuovo Trattamento Fiscale delle Autovetture Aziendali Quadro di sintesi utile per potersi orientare all interno delle recenti modifiche normative in tema di autoveicoli aziendali. Moro

Dettagli

OGGETTO: Comodato e locazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci

OGGETTO: Comodato e locazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci 08 Aprile 2015 Ai gentili Clienti Loro se OGGETTO: e locazione dei veicoli abiti al trasporto merci Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intenamo metterla a conoscenza che

Dettagli

Roma, 16 maggio 2012. prot. n. 13546. Ai Dirigenti Generali Territoriali LORO SEDI. Agli UMC LORO SEDI

Roma, 16 maggio 2012. prot. n. 13546. Ai Dirigenti Generali Territoriali LORO SEDI. Agli UMC LORO SEDI Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione Generale per la Motorizzazione Divisione 5 Via G. Caraci, 36 00157

Dettagli

UTILIZZAZIONE DI AUTOCARRI PRESI IN COMODATO D USO GRATUITO SENZA CONDUCENTE di Maurizio PIRAINO *

UTILIZZAZIONE DI AUTOCARRI PRESI IN COMODATO D USO GRATUITO SENZA CONDUCENTE di Maurizio PIRAINO * UTILIZZAZIONE DI AUTOCARRI PRESI IN COMODATO D USO GRATUITO SENZA CONDUCENTE di Maurizio PIRAINO * Ai sensi dell art. 1803 del codice civile, approvato con R.D. 16 marzo 1942, n. 262, «il comodato è il

Dettagli

GRUPPO D2015. 1. Le registrazioni al P.R.A. avvengono A) con il criterio reale B) con il criterio personale C) con nessuno dei due criteri

GRUPPO D2015. 1. Le registrazioni al P.R.A. avvengono A) con il criterio reale B) con il criterio personale C) con nessuno dei due criteri GRUPPO D2015 1. Le registrazioni al P.R.A. avvengono A) con il criterio reale B) con il criterio personale C) con nessuno dei due criteri 2. Il P.R.A. è gestito A) dall Automobile Club provinciale competente

Dettagli

!!"#$#%&'()!*'++'!,$-(.%&(/&&/('!!!!!!!!!!!!!!'!*'#!0(.%1)(&#!

!!#$#%&'()!*'++'!,$-(.%&(/&&/('!!!!!!!!!!!!!!'!*'#!0(.%1)(&#! !!"#$#%&'()!*'++'!,$-(.%&(/&&/('!!!!!!!!!!!!!!'!*'#!0(.%1)(&#! DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE DIREZIONE GENERALE PER IL TRASPORTO STRADALE E PER L INTERMODALITA

Dettagli

Circolare informativa n.18 del 03 dicembre 2013

Circolare informativa n.18 del 03 dicembre 2013 Circolare informativa n.18 del 03 dicembre 2013 COMUNICAZIONE BENI D IMPRESA IN GODIMENTO AI SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL IMPRENDITORE

Dettagli

dei cittadini di un paese terzo dipendenti di un impresa stabilità in uno Stato membro o impiegati presso la stessa.

dei cittadini di un paese terzo dipendenti di un impresa stabilità in uno Stato membro o impiegati presso la stessa. LA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE Campi di applicazione, esenzioni, obblighi, corsi di formazione, decorrenze e tutto quello che c è da sapere sulla CQC *Di Franco Medri Con la pubblicazione della

Dettagli

GRUPPO D2013. 3. Quali veicoli sono assoggettati al R.D.L. 436/27 istitutivo del P.R.A.? A) motocicli B) filoveicoli C) ciclomotori

GRUPPO D2013. 3. Quali veicoli sono assoggettati al R.D.L. 436/27 istitutivo del P.R.A.? A) motocicli B) filoveicoli C) ciclomotori GRUPPO D2013 1. Le registrazioni al P.R.A. avvengono A) con il criterio reale B) con il criterio personale C) con nessuno dei due criteri 2. Il P.R.A. è gestito A) dall Automobile Club provinciale competente

Dettagli

REGIONE CAMPANIA DISCIPLINA D IL P. R. A.

REGIONE CAMPANIA DISCIPLINA D IL P. R. A. REGIONE CAMPANIA COMMISSIONE D ESAME PER L ACCESSO ALL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO EX ART. 5 LEGGE 264/91 ANNO 2002 DISCIPLINA D IL P. R. A. D01 - Il P.R.A. è gestito

Dettagli

Autonoleggio, il Tar del Lazio accoglie il ricorso

Autonoleggio, il Tar del Lazio accoglie il ricorso Autonoleggio, il Tar del Lazio accoglie il ricorso L'ANIASA riporta la sentenza che ha stabilito "illegittimo chiedere il pagamento dei diritti di motorizzazione nei casi di intestazione temporanea dei

Dettagli

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners ragionieri commercialisti economisti d impresa valdagno (vi) via l. festari,15 tel. 0445/406758/408999 - fax 0445/408485 dueville (vi) - via g. rossi, 26 tel. 0444/591846

Dettagli

Studio Colella Associato

Studio Colella Associato Dott. Luigi Dottore Commercialista Dott.ssa Alessandra Lecchi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Dottore Commercialista Dott. Gaetano Scordo Dottore Commercialista CONSULENZA TRIBUTARIA E SOCIETARIA

Dettagli

Informativa speciale Compilazione e invio telematico Comunicazione Beni in godimento ai Soci

Informativa speciale Compilazione e invio telematico Comunicazione Beni in godimento ai Soci Informativa speciale Compilazione e invio telematico Comunicazione Beni in godimento ai Soci Vicenza 17 Gennaio 2014 Gentile Cliente, il 31/01/2014 scade il nuovo adempimento - di cui abbiamo trattato

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

REGOLAMENTO n. X del XX / XXXX / 2015 L IVASS

REGOLAMENTO n. X del XX / XXXX / 2015 L IVASS REGOLAMENTO n. X del XX / XXXX / 2015 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLA BANCA DATI ATTESTATI DI RISCHIO E DELL ATTESTAZIONE SULLO STATO DEL RISCHIO DI CUI ALL ART. 134 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE

Dettagli

Circolare Informativa. Ciclomotori

Circolare Informativa. Ciclomotori CENTRO STUDI AGENZIA ITALIA Circolare Informativa Ciclomotori Premettiamo che i ciclomotori sono veicoli a motore, aventi velocità non superiore a 45 km/h, distinti in ciclomotori a due, tre ruote o quattro

Dettagli

SVD: regolamento Ivass 9/2015. Dematerializzazione attestato di rischio

SVD: regolamento Ivass 9/2015. Dematerializzazione attestato di rischio Circolare ai collaboratori di Südtirol Vita & Danni CIRCOLARE N. 046/2015 Alla c.a. di Tutti i collaboratori di Südtirol Vita & Danni Milano, 1 luglio 2015 SVD: regolamento Ivass 9/2015. Dematerializzazione

Dettagli

La presente normativa si applica sia alla patente di guida che al certificato di idoneità alla guida di ciclomotori.

La presente normativa si applica sia alla patente di guida che al certificato di idoneità alla guida di ciclomotori. La presente normativa si applica sia alla patente di guida che al certificato di idoneità alla guida di ciclomotori. Procedura Accertamento della violazione da cui consegue decurtazione di punteggio (1)

Dettagli

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners ragionieri commercialisti economisti d impresa valdagno (vi) via l. festari,15 tel. 0445/406758/408999 - fax 0445/408485 dueville (vi) - via g. rossi, 26 tel. 0444/591846

Dettagli

Circolare 02/06 Regime di detraibilità Iva e deducibilità dei costi relativi alle auto aziendali

Circolare 02/06 Regime di detraibilità Iva e deducibilità dei costi relativi alle auto aziendali Circolare 02/06 Regime di detraibilità Iva e deducibilità dei costi relativi alle auto aziendali A. Detraibilità Iva La normativa sulla detraibilità dell Iva pagata al momento dell acquisto di veicoli

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 162 del 29 Ottobre 2013 Ai gentili clienti Loro sedi 12 dicembre 2013: appuntamento con la comunicazione dei beni e finanziamenti dati in godimento ai soci Rileva solo

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 85 del 14-6-2007

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 85 del 14-6-2007 9477 Bando per la concessione di contributi a fondo perduto per la lotta all inquinamento atmosferico mediante l ammodernamento del parco auto circolante e la diffusione di autovetture a bassa emissione

Dettagli

#$%& '%()%#$%%) Prof. Gianfranco FERRANTI Capo dipartimento Scienze Tributarie Scuola Superiore Economia e Finanze

#$%& '%()%#$%%) Prof. Gianfranco FERRANTI Capo dipartimento Scienze Tributarie Scuola Superiore Economia e Finanze !" #$%& '%()%#$%%) Prof. Gianfranco FERRANTI Capo dipartimento Scienze Tributarie Scuola Superiore Economia e Finanze *#+ %#()%%$ AMBITO DELLE NOVITÀ AMMORTAMENTO ANTICIPATO REDDITO DI IMPRESA DURATA CONTRATTI

Dettagli

DECRETO 15 maggio 2006 CONVERTITO IN LEGGE 214/03. Disposizioni applicative in materia di circolazione dei ciclomotori

DECRETO 15 maggio 2006 CONVERTITO IN LEGGE 214/03. Disposizioni applicative in materia di circolazione dei ciclomotori Ministero delle infrastrutture e dei trasporti DECRETO 15 maggio 2006 CONVERTITO IN LEGGE 214/03 Disposizioni applicative in materia di circolazione dei ciclomotori (GU n.132 del 9 giugno 2006) MINISTERO

Dettagli

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.)

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.) Approvato con deliberazione n. 271 del 29.07.10 del Consiglio Comunale REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.) Art. 1 Oggetto e finalità Il presente regolamento disciplina la

Dettagli

ALBERTI - UBINI - CASTAGNETTI Dottori Commercialisti Associati

ALBERTI - UBINI - CASTAGNETTI Dottori Commercialisti Associati Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale in quiescenza CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI ELISABETTA UBINI PIAZZA CITTADELLA 6 37122 VERONA

Dettagli

A Xy. 1. AGEVOLAZIONI PER LA ROTTAMAZIONE SENZA SOSTITUZIONE DI

A Xy. 1. AGEVOLAZIONI PER LA ROTTAMAZIONE SENZA SOSTITUZIONE DI Prot. n. 1376-2007/DPF/UFF A Xy. OGGETTO: Legge 27 dicembre 2006, n. 296. Art. 1, commi da 224 a 241. Primi chiarimenti sull applicazione delle disposizioni agevolative in materia di ecoincentivi. Sono

Dettagli

Inabilità temporanea totale al lavoro dell assicurato

Inabilità temporanea totale al lavoro dell assicurato UD4 UD4 Lesione degli interessi e protezione del credito L interesse comune di di portare a termine il il rimborso dei canoni di di leasing può subire una lesione nel caso in in cui l utilizzatore non

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà Dipartimento per i trasporti la navigazione ed i sistemi informativi e statistici Direzione Generale Motorizzazione Divisione 5 Prot. n. 13647 del 2.5.2011

Dettagli

COMUNE DI OFFANENGO Provincia di Cremona

COMUNE DI OFFANENGO Provincia di Cremona COMUNE DI OFFANENGO Provincia di Cremona REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI AUTONOLEGGIO CON CONDUCENTE Art. 5 Legge 15 gennaio 1992 n. 21 Approvazione deliberazione del Consiglio Comunale n. 10 del

Dettagli

REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015

REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015 REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLA BANCA DATI ATTESTATI DI RISCHIO E DELL ATTESTAZIONE SULLO STATO DEL RISCHIO DI CUI ALL ART. 134 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE

Dettagli

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners ragionieri commercialisti economisti d impresa valdagno (vi) via l. festari,15 tel. 0445/406758/408999 - fax 0445/408485 dueville (vi) - via g. rossi, 26 tel. 0444/591846

Dettagli

Prot. n. 5681 R.U. Roma, 16 marzo 2015

Prot. n. 5681 R.U. Roma, 16 marzo 2015 MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione generale per il trasporto stradale e per l'intermodalità Divisione

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Prot.2013/151663 Modalità di attuazione delle disposizioni relative al monitoraggio fiscale contenute nell articolo 4 del decreto legge 28 giugno 1990, n. 167, convertito, con modificazioni, dalla legge

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI

BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI D I S C I P L I N A E Q U E S T I O N I A P E R T E STUDIO ASSOCIATO TRIBUTARIO E SOCIETARIO BELLINI SECCHI SAVIOTTI FLORITA 20121 MILANO - PIAZZA CASTELLO,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI NOLEGGIO AUTOBUS CON CONDUCENTE

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI NOLEGGIO AUTOBUS CON CONDUCENTE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI NOLEGGIO AUTOBUS CON CONDUCENTE Aggiornato con le disposizioni della legge 218/2003 disciplina dell attività di trasporto di viaggiatori effettuato mediante noleggio di autobus

Dettagli

Circolare Informativa n 24/2013

Circolare Informativa n 24/2013 Circolare Informativa n 24/2013 Responsabilità solidale nell Appalto - Enti previdenziali ed assicurativi e-mail: info@cafassoefigli.it - www.cafassoefigli.it Pagina 1 di 10 INDICE Premessa pag.3 1) Riferimenti

Dettagli

DETRAZIONE IVA SULLE AUTOVETTURE

DETRAZIONE IVA SULLE AUTOVETTURE Bassano del Grappa, 29 Gennaio 2008 CIRCOLARE AUTO AZIENDALI Presentazione L anno 2007 si caratterizza per la frequenza degli interventi che interessano il settore delle auto utilizzate nell esercizio

Dettagli

(5) Comma 2 dell art. 56 del D. Lgs. 15 dicembre 1007, n. 446 - Imposta provinciale di trascrizione.- vedi nota 1

(5) Comma 2 dell art. 56 del D. Lgs. 15 dicembre 1007, n. 446 - Imposta provinciale di trascrizione.- vedi nota 1 NOTE (1) Art. 56 del D. Lgs. 15 dicembre 1997, n. 446 - Imposta provinciale di trascrizione 1. Le province possono, con regolamento adottato a norma dell'articolo 52, istituire l'imposta provinciale sulle

Dettagli

La disciplina della detrazione IVA su autovetture, dopo la Decisione del Consiglio europeo del 18 giugno 2007

La disciplina della detrazione IVA su autovetture, dopo la Decisione del Consiglio europeo del 18 giugno 2007 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 22 17 DICEMBRE 2007 La disciplina della detrazione IVA su autovetture, dopo la Decisione

Dettagli

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PRESSO L ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PRESSO L ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PRESSO L ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE MODELLI DOCUMENTAZIONE DIRITTI IMPOSTA DI BOLLO Sommario: - 1. Norme di carattere generale. 2. Le domande di iscrizione. 2.1. L iscrizione di

Dettagli

Circolare Informativa n. 2/2013

Circolare Informativa n. 2/2013 Dr. Carmelo Grillo Dottore commercialista Revisore contabile Dr. Santi Grillo Consulente del lavoro - Dottore commercialista Revisore contabile Circolare Informativa n. 2/2013 Olivarella, 14.01.2013 Ai

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione Generale per la Motorizzazione DIVISIONE 2 PROT. N. 19277/23.25

Dettagli

Studio Commercialisti Associati

Studio Commercialisti Associati Dott. Turrina Walter Rag. Poltronieri Davide Dott. Lanza Federica Studio Commercialisti Associati Commercialista Revisore Contabile Commercialista Consulente del Lavoro AI SIGNORI CLIENTI LORO SEDI Circolare

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 3 08.01.2015 Tariffe Aci per il 2015 Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette Con il consueto comunicato di fine anno sono state pubblicate

Dettagli

Merci per conto terzi: la nuova «scheda di trasporto»

Merci per conto terzi: la nuova «scheda di trasporto» Trasporti internazionali Merci per conto terzi: la nuova «scheda di trasporto» di Maria Giulia Furlanetto (*) Dal 19 luglio 2009, è divenuta a tutti gli effetti obbligatoria la scheda di trasporto documento

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Circolare n. 11 del 28 marzo 2008 Spese auto IVA (art. 19 bis 1 DPR 633/72) Il regime di detraibilità dell Iva afferente le autovetture è stato modificato dalla Legge n. 244/2007 (Finanziaria 2008), alla

Dettagli

ART. 164 DEL T.U.I.R.

ART. 164 DEL T.U.I.R. API NOTIZIE N. 16 DEL 07/09/2012 OGGETTO: LA NUOVA DEDUCIBILITÁ DEI COSTI DELLE AUTO AZIENDALI DAL 2013 Riferimenti: Legge 92/2012 Riforma del Lavoro (Legge Fornero) art. 4 commi 72 e 73. La Riforma del

Dettagli

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU REGOLAMENTO PER L AUTOTRASPORTO SU STRADA DI COSE C/PROPRIO

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU REGOLAMENTO PER L AUTOTRASPORTO SU STRADA DI COSE C/PROPRIO PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU REGOLAMENTO PER L AUTOTRASPORTO SU STRADA DI COSE C/PROPRIO Data emissione documento: 23/06/2009 INDICE Art. 1 Oggetto...pag. 2 Art. 2 Definizione... 2 Art.

Dettagli

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L.

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L. Pagina1 CIRCOLARE Padova, 15 gennaio 2013 Spettabili CLIENTI LORO SEDI OGGETTO: Fiscalità degli autoveicoli a motore a decorrere dal 2013. Con la Legge di Stabilità si stabilisce che le autovetture aziendali,

Dettagli

C I T T À D I C O N E G L I A N O

C I T T À D I C O N E G L I A N O Prot. n. 47661 /A.E.P. BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI PER LA DIFFUSIONE DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE Presentazione Il presente bando disciplina le procedure per la presentazione

Dettagli

- Termini e scadenze del d.l. n. 2/03 -

- Termini e scadenze del d.l. n. 2/03 - DECRETO LEGGE N. 2 del 13/01/2003 (Approvato dal Consiglio dei Ministri il 10/01/2003 e pubblicato nella G.U. del 13/01/03 che reintroduce le misure agevolative in materia di tasse automobilistiche di

Dettagli

informa Circolare informativa al servizio delle Imprese Tavagnacco, 17 Febbraio 2015 n. 2/2015

informa Circolare informativa al servizio delle Imprese Tavagnacco, 17 Febbraio 2015 n. 2/2015 informa Circolare informativa al servizio delle Imprese Tavagnacco, 17 Febbraio 2015 n. 2/2015 Il cd. Decreto Semplificazioni ha introdotto sostanziali modifiche ai criteri di gestione delle lettere d

Dettagli

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013 Circolare n. 33 del 10 ottobre 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE RAFFAELLI. Comunicazione beni d impresa in godimento e finanziamenti

STUDIO COMMERCIALE RAFFAELLI. Comunicazione beni d impresa in godimento e finanziamenti Comunicazione beni d impresa in godimento e finanziamenti La comunicazione dei beni d impresa in godimento da parte di soci e familiari ha vissuto una stagione particolarmente travagliata, condita di continui

Dettagli

Articolo 193 comma 4 bis: assicurazione falsa o contraffatta. Come agire? di Maurizio Marchi*

Articolo 193 comma 4 bis: assicurazione falsa o contraffatta. Come agire? di Maurizio Marchi* Articolo 193 comma 4 bis: assicurazione falsa o contraffatta. Come agire? di Maurizio Marchi* Soffermiamoci prima di tutto sulle parole circolazione, veicoli a motore e rimorchi. Circolazione: tenuto conto

Dettagli

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 4 DEL 9 AGOSTO 2006 REGOLAMENTO CONCERNENTE GLI OBBLIGHI INFORMATIVI A CARICO DELLE IMPRESE IN OCCASIONE DI CIASCUNA SCADENZA ANNUALE DEI CONTRATTI R.C.AUTO DI CUI AL TITOLO XIV (VIGILANZA

Dettagli

Deducibilità auto aziendali dimezzata dal 2013

Deducibilità auto aziendali dimezzata dal 2013 Numero 43/2013 Pagina 1 di 10 Deducibilità auto aziendali dimezzata dal 2013 Numero : 43/2013 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : IMPOSTE DIRETTE DEDUCIBILITÀ AUTO AZIENDALI ART. 164, COMMA 1, LETT. B),

Dettagli

DOTTORI COMMERCIALISTI

DOTTORI COMMERCIALISTI V A N N U C C I & A S S O C I A T I DOTTORI COMMERCIALISTI A TUTTI I SIG.RI CLIENTI LORO SEDI Informativa fiscale AGOSTO 2012 In questo numero.. Le news di Agosto Sommario 1. LIMITI ALL UTILIZZO DI CONTANTI,

Dettagli

FAC SIMILE DELLA RICHIESTA DI NULLA OSTA DA PARTE DI AUTOSCUOLE O CENTRI DI ISTRUZIONE AUTOMOBILISTICA

FAC SIMILE DELLA RICHIESTA DI NULLA OSTA DA PARTE DI AUTOSCUOLE O CENTRI DI ISTRUZIONE AUTOMOBILISTICA All. 1 FAC SIMILE DELLA RICHIESTA DI NULLA OSTA DA PARTE DI AUTOSCUOLE O CENTRI DI ISTRUZIONE AUTOMOBILISTICA Marca da bollo Al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti DIREZIONE GENERALE TERRITORIALE

Dettagli

LA DISCIPLINA FISCALE PER LE AUTOVETTURE NON STRETTAMENTE STRUMENTALI PER L ATTIVITA D IMPRESA O DEL PROFESSIONISTA NEL 2007. di Vincenzo D Andò

LA DISCIPLINA FISCALE PER LE AUTOVETTURE NON STRETTAMENTE STRUMENTALI PER L ATTIVITA D IMPRESA O DEL PROFESSIONISTA NEL 2007. di Vincenzo D Andò LA DISCIPLINA FISCALE PER LE AUTOVETTURE NON STRETTAMENTE STRUMENTALI PER L ATTIVITA D IMPRESA O DEL PROFESSIONISTA NEL 2007 di Vincenzo D Andò Il 27.6.2007 è stata pubblicata sulla G.U. dell Unione Europea

Dettagli

LA LETTRE FISCALE. Notiziario mensile N E W S

LA LETTRE FISCALE. Notiziario mensile N E W S LA LETTRE FISCALE Notiziario mensile N E W S CIRCOLARE INFORMATIVA Gennaio 2011 1. COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA L articolo 21 del D.L. n.78 datato 31 maggio 2010 (convertito con

Dettagli

QUESITI P.R.A. 1 ENTRO QUALE TERMINE LE FORMALITÀ DI TRASCRIZIONE ED ISCRIZIONE RELATIVE AI VEICOLI

QUESITI P.R.A. 1 ENTRO QUALE TERMINE LE FORMALITÀ DI TRASCRIZIONE ED ISCRIZIONE RELATIVE AI VEICOLI 1 ENTRO QUALE TERMINE LE FORMALITÀ DI TRASCRIZIONE ED ISCRIZIONE RELATIVE AI VEICOLI ISCRITTI NEL PUBBLICO REGISTRO AUTOMOBILISTICO DEVONO ESSERE RICHIESTE DALLE PARTI INTERESSATE: 1. ENTRO IL TERMINE

Dettagli

Auto aziendali e Fisco. Alexandre Martinelli 23 Ottobre 2013 1

Auto aziendali e Fisco. Alexandre Martinelli 23 Ottobre 2013 1 Auto aziendali e Fisco 2013 1 La deducibilità dei costi 2 autovetture Mezzi di trasporto presi in considerazione dall art. 164, DPR 917/1986 ciclomotori Il veicolo non rientra in una delle categorie individuate

Dettagli

La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti

La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti N. 47 09.12.2013 La comunicazione dei beni d impresa concessi a soci/familiari e finanziamenti ricevuti Le istruzioni

Dettagli

SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA

SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA L art. 21 del DL 31.5.2010 n. 78 (conv. L. 30.7.2010 n. 122) ha introdotto l obbligo, per i soggetti passivi IVA, di comunicare in via telematica all Agenzia delle Entrate le

Dettagli

OGGETTO: Risposte a quesiti in merito all articolo 8 DL 13 maggio 2011, n. 70 - Titoli di risparmio per l economia meridionale.

OGGETTO: Risposte a quesiti in merito all articolo 8 DL 13 maggio 2011, n. 70 - Titoli di risparmio per l economia meridionale. CIRCOLARE N. 10/E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 aprile 2013 OGGETTO: Risposte a quesiti in merito all articolo 8 DL 13 maggio 2011, n. 70 - Titoli di risparmio per l economia meridionale. Premessa

Dettagli

www.vigilaresullastrada.it

www.vigilaresullastrada.it Com è noto, la lettera d) del 1 comma dell articolo 54 c.d.s. definisce gli autocarri come veicoli destinati al trasporto di cose e delle persone addette all'uso o al trasporto delle cose stesse. Per questo

Dettagli

STRALCIO DEI PRINCIPALI ARTICOLI DEL CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE INERENTI L RC AUTO APPENDICE NORMATIVA

STRALCIO DEI PRINCIPALI ARTICOLI DEL CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE INERENTI L RC AUTO APPENDICE NORMATIVA ART. 129 - SOGGETTI ESCLUSI DALL ASSICURAZIONE 1 Non e considerato terzo e non ha diritto ai benefici derivanti dal contratto di assicurazione obbligatoria il solo conducente del veicolo responsabile del

Dettagli

Tariffe Aci per il 2014

Tariffe Aci per il 2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 08 10.01.2014 Tariffe Aci per il 2014 Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette In base a quanto disposto dall art. 3, comma 1 del D.Lgs.

Dettagli

0574/534439 417 (Ing. F.Agostini Dott. C.Renzi) Fax. 0574/534281 e-mail: motorizzazione@provincia.prato.it; fagostini@provincia.prato.

0574/534439 417 (Ing. F.Agostini Dott. C.Renzi) Fax. 0574/534281 e-mail: motorizzazione@provincia.prato.it; fagostini@provincia.prato. Amministrazione Trasparente Servizi erogati - Carta dei servizi e Standard di qualità art.32 c.1 D.Lgs.33/2013 > Iscrizione Albo Autotrasportatori di cose per conto di terzi > Licenze per l autotrasporto

Dettagli

DICHIARAZIONE DI TRASFERIMENTO DI RESIDENZA DI CITTADINI EXTRACOMUNITARI - DA ALTRO COMUNE O - DALL ESTERO (prima iscrizione in Italia)

DICHIARAZIONE DI TRASFERIMENTO DI RESIDENZA DI CITTADINI EXTRACOMUNITARI - DA ALTRO COMUNE O - DALL ESTERO (prima iscrizione in Italia) DICHIARAZIONE DI TRASFERIMENTO DI RESIDENZA DI CITTADINI EXTRACOMUNITARI - DA ALTRO COMUNE O - DALL ESTERO (prima iscrizione in Italia) PRINCIPIO GENERALE Quando l'interessato/famiglia va ad abitare in

Dettagli

LE AUTOVETTURE IN GODIMENTO A SOCI / FAMILIARI: CASI PRATICI

LE AUTOVETTURE IN GODIMENTO A SOCI / FAMILIARI: CASI PRATICI INFORMATIVA N. 236 04 OTTOBRE 2012 IMPOSTE DIRETTE LE AUTOVETTURE IN GODIMENTO A SOCI / FAMILIARI: CASI PRATICI Art. 2, commi da 36-terdecies a 36-duodevicies, DL n. 138/2011 Circolari Agenzia Entrate

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER IL RILASCIO E LA GESTIONE DELLE LICENZE PER IL TRASPORTO DI COSE IN CONTO PROPRIO

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER IL RILASCIO E LA GESTIONE DELLE LICENZE PER IL TRASPORTO DI COSE IN CONTO PROPRIO P R O V I N C I A D I T O R I N O Servizio Trasporti REGOLAMENTO PROVINCIALE PER IL RILASCIO E LA GESTIONE DELLE LICENZE PER IL TRASPORTO DI COSE IN CONTO PROPRIO (Legge 6 giugno1974 n 298) TESTO APPROVATO

Dettagli

Circolare N. 5/2008 LA SCHEDA CARBURANTE E LE SUE ALTERNATIVE LA SCHEDA CARBURANTE. Premessa. Modalità di compilazione e periodicità di riferimto

Circolare N. 5/2008 LA SCHEDA CARBURANTE E LE SUE ALTERNATIVE LA SCHEDA CARBURANTE. Premessa. Modalità di compilazione e periodicità di riferimto Via G. Bovini, 41-48100 Ravenna (RA) Tel. 0544-501881 Fax 0544-461503 www.consulentiassociati.ra.it Altra sede: Dott. Franco Foschini 48012 Bagnacavallo (RA) Dott. Paolo Mazza Via Brandolini, 11 Dott.

Dettagli

Guida alla fiscalità dell'auto

Guida alla fiscalità dell'auto Guida alla fiscalità dell'auto AGGIORNAMENTO 01/2013 LE IMPOSTE SULL'AUTO: DIRETTE E INDIRETTE COSA CAMBIA CON LA LEGGE DI STABILITÀ TABELLA RIASSUNTIVA SULLA FISCALITÀ DELL'AUTO Il presente documento

Dettagli

Di seguito elenchiamo le principali novità dell ultimo periodo che sono già entrate in vigore tranne dove segnalato.

Di seguito elenchiamo le principali novità dell ultimo periodo che sono già entrate in vigore tranne dove segnalato. Pieve di Soligo, 30.08.2012 Circolare n. 4 OGGETTO: Ultime novità: Decreto Fiscale (D.L. n. 16/12 del 02/03/2012 convertito in Legge dalla L. 44/12 in vigore dal 29/04/2012); Decreto Sviluppo (D.L. n.

Dettagli

SINISTRI STRADALI ESAME DEI DOCUMENTI DI GUIDA E DI CIRCOLAZIONE

SINISTRI STRADALI ESAME DEI DOCUMENTI DI GUIDA E DI CIRCOLAZIONE CELLE LIGURE (SV) 2 OTTOBRE 2014 SINISTRI STRADALI ESAME DEI DOCUMENTI DI GUIDA E DI CIRCOLAZIONE dott. Marco Massavelli Vice Comandante P.M. Druento (TO) CONTROLLO DEI DOCUMENTI E INVITO A PRESENTARLI

Dettagli

I L T R A T T A M E N T O F I S C A L E D E G L I A U T O V E I C O L I A Z I E N D A L I

I L T R A T T A M E N T O F I S C A L E D E G L I A U T O V E I C O L I A Z I E N D A L I I L T R A T T A M E N T O F I S C A L E D E G L I A U T O V E I C O L I A Z I E N D A L I MONOGRAFIA IL TRATTAMENTO FISCALE DEGLI AUTOVEICOLI AZIENDALI INDICE 1.1 PREMESSE 3 1.2 VEICOLI CON COSTI INTEGRALMENTE

Dettagli

Sportello Telematico dell Automobilista

Sportello Telematico dell Automobilista All.1 Sportello Telematico dell Automobilista Progetto di cooperazione ACI e DTT Tipologie di pratiche espletabili dallo Sportello Telematico Dicembre 02 1 Tipologia di Pratiche espletabili dallo Sportello

Dettagli

Veicoli aziendali acquisto-leasing-noleggio

Veicoli aziendali acquisto-leasing-noleggio Veicoli aziendali acquisto-leasing-noleggio analisi di convenienza fiscale Saverio Cinieri Dottore Commercialista Revisore Contabile Giornalista pubblicista Agg. 16/05/2015 1 Principali riferimenti normativi

Dettagli

GLI APPROFONDAMENTI WE DRIVE: FISCALITA 2013 PER LE AUTO IMPOSTE DIRETTE (IRPEF IRES IRAP)

GLI APPROFONDAMENTI WE DRIVE: FISCALITA 2013 PER LE AUTO IMPOSTE DIRETTE (IRPEF IRES IRAP) GLI APPROFONDAMENTI WE DRIVE: FISCALITA 2013 PER LE AUTO LA NORMATIVA DÌ BASE Le principali IMPOSTE che gravano sulle auto, sono: (IRPEF, IRES, IRAP) disciplinate dall art. 164 del TUIR (DPR 917/86, così

Dettagli