OBIETTIVI DELLA SEZIONE. II. Ricordare e tracciare la configurazione pin-coppia per il connettore a 8 posizioni (RJ45).

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OBIETTIVI DELLA SEZIONE. II. Ricordare e tracciare la configurazione pin-coppia per il connettore a 8 posizioni (RJ45)."

Transcript

1 OBIETTIVI DELLA SEZIONE Dopo aver completato la presente sezione sulla postazione di lavoro, lo studente sarà in grado di: I. Definire i criteri della postazione di lavoro per il Sistema di cablaggio Siemon per interfacce in rame e in fibra ottica. II. Ricordare e tracciare la configurazione pin-coppia per il connettore a 8 posizioni (RJ45). III. Ricordare i requisiti necessari per il montaggio delle prese, sia a incasso che in superficie. IV. Elencare i componenti della postazione di lavoro necessari per interfacciare rame e fibra ottica con il cablaggio orizzontale Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS Rev. M 6-1

2 ELEMENTI BASE POSTAZIONE DI LAVORO: Conettore/presa per telecomunicazioni (presa d utente) Si tratta dell interfaccia tra la postazione di lavoro e il cablaggio orizzontale. Anche la borchia per telecomunicazioni è compresa nella postazione di lavoro. Apparati d utente (presso la postazione di lavoro) Dispositivi quali telefoni, terminali, computer, ecc. Cavi di apparato Patch cord o bretelle ottiche utilizzati per la connessione dell apparato nella postazione di lavoro al connettore/presa per telecomunicazioni. Adattatori/convertitori Adattatori e convertitori di mezzo trasmissivo, come quelli utilizzati per modifiche di cablaggio, per adattatori di connettori/prese, di adattatori DB25, DB15, DB09, di conversione coassiale (balun), trasduttori ecc. L apparato della postazione di lavoro e gli adattatori/convertitori non rientrano negli obiettivi prefissati per il Sistema di cablaggio Siemon 6-2 Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS Rev. M

3 Cablaggio postazione di lavoro Patch cord d utente in rame 1 I patch cord d utente dovrebbero essere di categoria uguale o superiore rispetto ai cavi orizzontali cui vengono collegati. Bretelle d utente in fibra ottica 2 I patch cord d utente in fibra ottica dovrebbero essere : 1 a) bifibra, b) dello stesso tipo di fibra impiegato nel cablaggio orizzontale, c) econ guaina per interni Il Sistema di cablaggio Siemon richiede l utilizzo di un connettore in fibra ottica duplex con chiave d inserimento per le bretelle d utente. Ciò comprende i connettori: Tipo LC Tipo SC A B A B Connettore SC-D Nota: nell immagine sopra l ombreggiatura ha esclusivo scopo di identificare l orientamento di AB. Bretella SC Bretella LC Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS Rev. M 6-3

4 Dispositivi per applicazioni specifiche 2 Tutti i dispositivi specificamente concepiti per supportare una particolare applicazione devono essere installati esternamente al connettore/alla presa per telecomunicazioni. 3 Gli adattatori nella postazione di lavoro dovrebbero offrire prestazioni di trasmissione compatibili con le applicazioni da supportare. Poiché tali dispositivi possono influire negativamente sulle prestazioni di trasmissione del sistema di cablaggio per telecomunicazioni, è necessario verificarne la compatibilità con cablaggi e apparati locali prima di collegarli. Alcuni sistemi informativi richiedono l uso di dispositivi esterni, ad esempio balun. È necessario documentare le prestazioni trasmissive di ogni componente posto all esterno della presa. Non posizionare in nessun caso tali componenti sul retro della presa d utente (al interno della borchia). Connettore/presa per telecomunicazioni in rame 3 I cavi orizzontali devono essere terminati su hardware di connessione che rispetti le specifiche della sezione Distribuzione orizzontale del presente manuale. 4 Tutte le 4 coppie dei cavi devono essere terminate su una presa a 8 posizioni posta nella postazione di lavoro o vicino ad essa. Tale pratica andrebbe applicata a tutte le prese cui vengono collegati apparati attivi distribuiti quali ad es. gli Access Point Wireless, per poterle inserire nella procedura di certificazione dell impianto. La distanza del connettore/presa per telecomunicazioni dalla postazione di lavoro è determinata dalla lunghezza del cordone d utente. 5 Le coppie di una borchia multiutente o di un punto di consolidamento andranno tutte terminate. Nota: un cavo ibrido orizzontale (o un fascio di cavi) terminato su un MuTOA o su varie prese nella postazione di lavoro deve essere costituito da multipli di 4 coppie per garantirne la completa terminazione. Il cavo ibrido o fascio di cavi illustrato sopra deve rispettare i requisiti per cavo ibrido definiti nella sezione Distribuzione orizzontale del presente manuale. Tutti gli eventuali cavi non terminati, ovvero quelli posati per scopi futuri, verranno coperti dalla garanzia Siemon solo quando adeguatamente terminati a entrambe le estremità, collaudati e documentati. 6-4 Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS Rev. M

5 T568A T568B 6 Le assegnazioni pin-coppia per cavi a coppie bilanciate di categoria 5e, 6e 6A devono corrispondere a quelle illustrate nelle figure sopra. Lo schema 568B è preferibile, il 568A può essere utilizzato se necessario per retrocompatibilità con sistemi esistenti. I colori mostrati sono associati al cavo di distribuzione orizzontale. Queste immagini riportano la vista frontale della presa. Negli Stati Uniti lo schema T568A è stato scelto come riferimento poiché in tale configurazione le assegnazioni coppia-pin risultavano compatibili con un ampia gamma di applicazioni voce e dati a 2 coppie esistenti. Le coppie 1 e 2 sono localizzate sui 4 pin centrali, risultando quindi adatte per la maggiore parte dei sistemi voce e dati con una vecchia configurazione USOC con jack a 6 e 8 conduttori. 4 Si raccomanda di non installare sullo stesso impianto prese cablate secondo lo schema T568A e altre secondo lo schema T568B.. Fissaggio 7 I connettori/prese per telecomunicazioni devono essere fissati saldamente nelle posizioni previste. Nota: il materiale di fissaggio può consistere in viti o magneti. Per il montaggio dell hardware di connessione sono preferibili le viti. 8 Le postazioni di lavoro sospese, nei magazzini o nei siti di assemblaggio, devono essere realizzate mediante componenti specifici per tali collocazioni. Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS Rev. M 6-5

6 Posizionamento 5 I connettori/prese per telecomunicazioni dovrebbero essere facilmente accessibili per consentire interventi di manutenzione ordinaria e di riconfigurazione. Ricchezza (extra-lunghezza) del cavo Per ulteriori informazioni sulle caratteristiche della ricchezza dei cavi per connettori/prese per telecomunicazioni, si faccia riferimento alla sezione Pratiche di installazione del presente anuale. Orientazione È necessario orientare in modo corretto il connettore/presa per telecomunicazioni onde evitare tensioni sul patch cord d utente. Siemon offre numerosi connettori per postazione di lavoro il cui design a gravità facilita la connessione ai cordoni d utente. L effettivo orientamento dei connettori dipende dall involucro o dalla placca utilizzati. Borchia multiutente/multimediale (MuTOA) Borchia multiutente (MuTOA = Multi-user Telecommunications Outlet Assembly) La borchia multiutente può rivelarsi una soluzione vantaggiosa per gli uffici open space dove sistemi di arredamento flessibili vengono spostati o riconfigurati di frequente. Tale soluzione infatti agevola la terminazione di cavi orizzontali multipli in posizione centrale in un area di tipo Open Office. Grazie a una borchia multiutente non è necessario modificare il cablaggio orizzontale quando si cambia la disposizione dell ufficio. I cordoni d utente provenienti dalla borchia multiutente possono essere inseriti nelle canalizzazioni dei sistemi d ufficio e collegati all apparato nella postazione di lavoro. Connettore/presa per telecomunicazioni in fibra ottica 9 Il connettore in fibra ottica sul retro del connettore/presa deve essere di uno dei tipi seguenti: 6-6 Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS Rev. M

7 10 Due SC singoli Due ST singoli SC-(connettore duplex) LC Il connettore in fibra ottica sul fronte/lato utente del connettore/presa per telecomu-nicazioni deve essere di uno dei tipi seguenti: SC (duplex) LC Questi connettori duplex sono in grado di mantenere la corretta polarità delle fibre ottiche di trasmissione e ricezione nei sistemi a due fibre, pur consentendo la connessione di sistemi di trasmissione con un diverso numero di fibre ottiche (ovvero un sistema a fibra ottica singola come le videocamere). Nota: l ombreggiatura ha esclusivo scopo di identificare l orientamento di AB. Bretella/Connettore SC Bretella/Connettore LC Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS Rev. M 6-7

8 Progettazione I connettori/prese per telecomunicazioni devono essere saldamente fissati nelle posizioni previste. La presa in fibra deve essere in grado di terminare il cavo in fibra ottica, garantire un raggio di curvatura minimo di 25 mm e alloggiare almeno 1 m di cavo bifibra o due fibre ottiche con buffer per scopi di terminazione. Normalmente, la borchia/connettore per telecomunicazioni in fibra ottica consiste in una scatola aggiuntiva a montaggio superficiale (applicata alla borchia classica) che garantisce un corretto raggio di curvatura, l alloggiamento della ricchezza del cavo e il fissaggio delle bussole ottiche. 6-8 Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS Rev. M

9 CANALIZZAZIONI E SPAZI DELLA POSTAZIONE DI LAVORO Le postazioni di lavoro sono gli spazi all interno di un edificio dove gli occupanti interagiscono con i dispositivi di telecomunicazione. Canalizzazioni specifiche della postazione di lavoro 13 Se si utilizzano canalizzazioni incorporate nell arredamento o nelle pareti divisorie, è necessario che tali canalizzazioni siano conformi alle normative e ai codici applicabili. Per le raccomandazioni sulla separazione tra le canalizzazioni per cablaggio per telecomunicazioni e quelle per l alimentazione elettrica, consultare l Allegato B del presente manuale. Contattare il produttore dell arredamento da ufficio per informazioni sulla capacità di alloggiamento cavi e sulle caratteristiche delle canaline. Le canalizzazioni per armadi modulari più vicine al pavimento sono normalmente concepite e adeguate più per l alimentazione elettrica che per il cablaggio per telecomunicazioni. Alcuni produttori di armadi modulari hanno progettato raccordi per i propri pannelli. Tali raccordi sono collocati a un altezza superiore a quella di una scrivania e sono concepiti per guidare i cavi per telecomunicazioni ai relativi dispositivi da tavolo. Sono inoltre disponibili canalizzazioni a pavimento progettate per supportare il cablaggio elettrico e quello per telecomunicazioni utilizzando canali separati e aperture lungo la canalizzazione. Ufficio con sistemi d ufficio e schemi di cablaggio di tipo Open Office Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS Rev. M 6-9

10 Control Center, Attendant, and Reception Areas 9 Si consiglia di installare canalizzazioni indipendenti e dirette dalla sala permutatore o dalla sala apparati verso le postazioni di lavoro, i centri di controllo e le reception, data l importanza di queste aree e la possibile grande quantità di cavi necessaria a servirle Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS Rev. M

11 Borchia per telecomunicazioni La borchia per telecomunicazioni si trova nel punto di connessione tra il cavo orizzontale e i patch cord d utente nella postazione di lavoro. Un esempio tipico consiste in una borchia di dimensioni standard in cui un cavo orizzontale viene terminato tramite un connettore su una placca cui vengono collegati i patch cord della postazione di lavoro. 10 Il Sistema di cablaggio Siemon raccomanda le seguenti misure minime per borchie incassate: 50 mm x 75 mm x 64 mm. Siemon riconosce che queste misure minime non sono applicabili in tutti i Paesi. Questa borchia può alloggiare una o due condutture da 3/4 di pollice. 11 Dove consentito dalla normativa, può essere previsto l utilizzo di una staffa per il fissaggio di una presa a bassa tensione in luogo della classica presa d utente. 14 Il cavo orizzontale che collega la sala permutatore al connettore/presa per telecomunicazioni non dovrà essere visibile nella postazione di lavoro o in altre zone accessibili al pubblico. Posizionamento Il posizionamento del connettore/presa per telecomunicazioni dovrebbe essere realizzato considerando la disposizione dell arredamento e la prossimità di prese elettriche per l alimentazione degli apparati. Le prese montate a parete veranno normalmente installate alla stessa altezza della presa di alimentazione elettrica. 12 Se non è possibile adattare il posizionamento delle prese all assetto del piano, è necessario installare almeno due borchie per telecomunicazioni ogni 10 m Le prese d utente dovrebbero essere posizionate in maniera coerente e specifica per ciascuna installazione. Per i requisiti vigenti in merito all altezza di montaggio delle prese, consultare le normative e i codici applicabili. Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS Rev. M 6-11

12 RIEPILOGO NORMATIVE Cablaggio della postazione di lavoro 1 Il Sistema di cablaggio Siemon richiede l utilizzo di un connettore in fibra ottica duplex con chiave d inserimento per le bretelle d utente. Ciò comprende i connettori: Tipo LC Tipo SC Tutti i dispositivi specificamente concepiti per supportare una particolare applicazione devono essere installati esternamente al connettore/alla presa per telecomunicazioni. I cavi orizzontali devono essere terminati su hardware di connessione che rispetti le specifiche della sezione Distribuzione orizzontale del presente manuale. Tutte le 4 coppie dei cavi devono essere terminate su una presa a 8 posizioni posta nella postazione di lavoro o vicino ad essa. Le coppie di una borchia multiutente o di un punto di consolidamento andranno tutte terminate. 6 Le assegnazioni pin-coppia per cavi a coppie bilanciate di categoria 5e, 6e 6A devono corrispondere a quelle illustrate nelle figure sopra. Lo schema 568B è preferibile, il 568A può essere utilizzato se necessario per retrocompatibilità con sistemi esistenti. 7 8 I connettori/prese per telecomunicazioni devono essere fissati saldamente nelle posizioni previste. Le postazioni di lavoro sospese, nei magazzini o nei siti di assemblaggio, devono essere realizzate mediante componenti specifici per tali collocazioni Il connettore in fibra ottica sul retro del connettore/presa deve essere di uno dei tipi seguenti: Due SC singoli Due ST singoli SC-(connettore duplex) LC Il connettore in fibra ottica sul fronte/lato utente del connettore/presa per telecomu-nicazioni deve essere di uno dei tipi seguenti: SC (duplex) LC I connettori/prese per telecomunicazioni devono essere saldamente fissati nelle posizioni previste. La presa in fibra deve essere in grado di terminare il cavo in fibra ottica, garantire un raggio di curvatura minimo di 25 mm e alloggiare almeno 1 m di cavo bifibra o due fibre ottiche con buffer per scopi di terminazione Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS Rev. M

13 Canalizzazioni specifiche della postazione di lavoro Se si utilizzano canalizzazioni incorporate nell arredamento o nelle pareti divisorie, è necessario che tali canalizzazioni siano conformi alle normative e ai codici applicabili. Il cavo orizzontale che collega la sala permutatore al connettore/presa per telecomunicazioni non dovrà essere visibile nella postazione di lavoro o in altre zone accessibili al pubblico. Manuale di formazione sui sistemi di cablaggio Siemon IS Rev. M 6-13

PRATICHE DI INSTALLAZIONE

PRATICHE DI INSTALLAZIONE OBIETTIVI DELLA SEZIONE Dopo aver completato il presente modulo, lo studente sarà in grado di: I. Descrivere i requisiti generali di installazione richiesti dal Sistema di cablaggio Siemon. II. Descrivere

Dettagli

OBIETTIVI DELLA SEZIONE

OBIETTIVI DELLA SEZIONE OBIETTIVI DELLA SEZIONE I. Ricordare tutti i requisiti degli strumenti di test per collegamenti in rame a coppie bilanciate e in fibra ottica nonché il corretto utilizzo di tale attrezzatura. II. Ricordare

Dettagli

INDICE 1. PREMESSA 1 2. SITUAZIONE ESISTENTE 2 3. INTERVENTI E DOTAZIONI 3 4. CABLAGGIO STRUTTURATO E TELEFONIA 4 5. PRESE TELEMATICHE RJ45 5

INDICE 1. PREMESSA 1 2. SITUAZIONE ESISTENTE 2 3. INTERVENTI E DOTAZIONI 3 4. CABLAGGIO STRUTTURATO E TELEFONIA 4 5. PRESE TELEMATICHE RJ45 5 INDICE pagina 1. PREMESSA 1 2. SITUAZIONE ESISTENTE 2 3. INTERVENTI E DOTAZIONI 3 4. CABLAGGIO STRUTTURATO E TELEFONIA 4 5. PRESE TELEMATICHE RJ45 5 6. DISTRIBUZIONE ORIZZONTALE 5 7. NODI DI RETE NUOVO

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO del DISCIPLINARE DI GARA

CAPITOLATO TECNICO del DISCIPLINARE DI GARA ISTITUTO SECONDARIO DI PRIMO GRADO PIERO CALAMANDREI Corso Benedetto Croce 17 10135 Torino Codice Fiscale 80095890010 codice Meccanografico TOMM26100N Tel. 011613607 3173292 email: tomm26100@istruzione.it

Dettagli

IL CABLAGGIO STRUTTURATO. Copyright: si veda nota a pag. 2

IL CABLAGGIO STRUTTURATO. Copyright: si veda nota a pag. 2 IL CABLAGGIO STRUTTURATO Copyright: si veda nota a pag. 2 Cos è il cablaggio Il cablaggio è un insieme di componenti passivi posati in opera: cavi, connettori, prese, permutatori, ecc. opportunamente installati

Dettagli

DATA. SYSTEM 5e. Data System 5e Sistema di permutazione Pannelli di permutazione (Patch-Panel) Cavi di permutazione (Patch Cord)

DATA. SYSTEM 5e. Data System 5e Sistema di permutazione Pannelli di permutazione (Patch-Panel) Cavi di permutazione (Patch Cord) DATA SYSTEM 5e Data System 5e Sistema di permutazione Pannelli di permutazione (Patch-Panel) Cavi di permutazione (Patch Cord) DATA SYSTEM 5e SISTEMA DI PERMUTAZIONE 23700 CARATTERISTICHE GENERALI I sistemi

Dettagli

RIORDINO CODICE LISTINO DESCRIZIONE PREZZO 1 C.A.0001,002 MANODOPERA OPERATORE TECNICO 25,90 1 MY.0090.NP1 MANODOPERA TECNICO SPEC COMPUTER 40,00

RIORDINO CODICE LISTINO DESCRIZIONE PREZZO 1 C.A.0001,002 MANODOPERA OPERATORE TECNICO 25,90 1 MY.0090.NP1 MANODOPERA TECNICO SPEC COMPUTER 40,00 RIORDINO CODICE LISTINO DESCRIZIONE PREZZO 1 C.A.0001,002 MANODOPERA OPERATORE TECNICO 25,90 1 MY.0090.NP1 MANODOPERA TECNICO SPEC COMPUTER 40,00 LAVORI 8 MY.0100.NP1 SCATOLA 503 COMPLETA 5,97 2 MY.0100.NP2

Dettagli

Area di lavoro. Area di lavoro. 10/07 102588IT Cablaggio Strutturato TrueNet. Prese modulari... 6.16. Scatole di distribuzione... 6.

Area di lavoro. Area di lavoro. 10/07 102588IT Cablaggio Strutturato TrueNet. Prese modulari... 6.16. Scatole di distribuzione... 6. Prese modulari... 6.16 Scatole di distribuzione... 6.18 Piastrine pre-caricate... 6.19 Patch cord... 6.21 6.15 Prese modulari Presa UTP RJ-45 TrueNet CopperTen TM e presa modulare Keystone STP La presa

Dettagli

CONNETTIVITÀ INDUSTRIAL MAX

CONNETTIVITÀ INDUSTRIAL MAX CONNETTIVITÀ INDUSTRIAL MAX Un cablaggio innovativo offerto da Siemon: la nuova linea di prodotti Industrial MAX. Questi prodotti offrono connessioni di rete affidabili anche negli ambienti meno idonei

Dettagli

LAVORI DI REALIZZAZIONE DEL PIANO INTERMEDIO EDIFICIO C PLESSO CENTRALE RELAZIONE TECNICA IMPIANTO CABLAGGIO STRUTTURATO

LAVORI DI REALIZZAZIONE DEL PIANO INTERMEDIO EDIFICIO C PLESSO CENTRALE RELAZIONE TECNICA IMPIANTO CABLAGGIO STRUTTURATO Sommario 1. PREMESSA... 2 2. NORMATIVE DI RIFERIMENTO... 3 3. DESCRIZIONE DELL IMPIANTO... 5 a) Armadio rack... b) Cablaggio fibra ottica... c) Postazioni di lavoro... Pagina 1 di 10 1. Premessa Il presente

Dettagli

Patch Panel e accessori

Patch Panel e accessori Patch Panel e accessori I n d i c e I n t roduzione - Sistema universale Multiplus...................... 3 2 Patch panel Multiplus per applicazioni rame e fonia...........................................

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO RIORDINO CABLAGGIO HARDWARE RETI INFORMATICHE E WI-FI DIDATTICA E SEGRETERIA

CAPITOLATO TECNICO RIORDINO CABLAGGIO HARDWARE RETI INFORMATICHE E WI-FI DIDATTICA E SEGRETERIA CAPITOLATO TECNICO RIORDINO CABLAGGIO HARDWARE RETI INFORMATICHE E WI-FI DIDATTICA E SEGRETERIA GENERALITA Per la formulazione delle quotazioni relative alle forniture ed opere riportate a seguire è indispensabile

Dettagli

Cablaggio in fibra ottica

Cablaggio in fibra ottica Cavi in fibra ottica 60 Connettori ottici 63 Patch panel per fibra ottica 64 Supporti per connettori ottici 65 Patch cord in fibra ottica 66 Sistemi di connettorizzazione per fibra ottica 67 Cavi in fibra

Dettagli

Patch Panel SMARTen 24 STP

Patch Panel SMARTen 24 STP Patch Panel SMARTen 24 STP Caratteristiche Alta densità, 24 porte per 1U Alte prestazioni, supporta una larghezza di banda fino a 500MHz secondo lo standard IEEE 802.3an 10Gbps Speciale design del pannello

Dettagli

CATALOGO INSTALLATORI

CATALOGO INSTALLATORI CATALOGO INSTALLATORI INDICE DEI PRODOTTI A CATALOGO Strisce di terminazione vuote - tecnica N2 e tecnica N3... Pag. 3 Strisce di terminazione N2 - kit proponibili.... Pag. 4 Strisce di terminazione N3

Dettagli

LO STANDARD EIA/TIA 569

LO STANDARD EIA/TIA 569 LO STANDARD EIA/TIA 569 Pier Luca Montessoro www.montessoro.it Pietro Nicoletti www.studioreti.it ET569-1 Copyright: si veda nota a pag. 2 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze (detto nel seguito

Dettagli

Il progetto sarà sviluppato in modo tale da rendere gli impianti perfettamente rispondenti alle normative vigenti.

Il progetto sarà sviluppato in modo tale da rendere gli impianti perfettamente rispondenti alle normative vigenti. INTRODUZIONE La scelta progettuale adottata è vincolata dalla particolarità degli interventi, essenzialmente previsti nell adeguamento e ampliamento della rete già esistente. Il progetto sarà sviluppato

Dettagli

Il cablaggio strutturato

Il cablaggio strutturato Il cablaggio strutturato Pubblicato il: 21/09/2003 Aggiornato al: 21/09/2003 di Gianluigi Saveri 1. Generalità La necessità di comunicare e di trasmettere informazioni in modo razionale e affidabile ha

Dettagli

Prescrizioni speciali per impianti di cablaggio strutturato Versione 2 del 19 Novembre 2012 pagina 1 di 5

Prescrizioni speciali per impianti di cablaggio strutturato Versione 2 del 19 Novembre 2012 pagina 1 di 5 pagina 1 di 5 1. Informazione importante Le seguenti prescrizioni speciali fanno parte integrante del capitolato di appalto e devono essere completate, dove richiesto, da parte dell Assuntore. E compito

Dettagli

CABLAGGIO STRUTTURATO

CABLAGGIO STRUTTURATO CABLAGGIO STRUTTURATO L esigenza di poter comunicare in modo sempre più rapido ed affidabile, attribuisce al settore delle comunicazioni un ruolo primario nel panorama socio-economico. Il continuo e repentino

Dettagli

S028 Impianti tecnologici per edifici (cablaggio, impianti TV, automazione, allarme)

S028 Impianti tecnologici per edifici (cablaggio, impianti TV, automazione, allarme) 8092 CEI-UNEL 36760 46 9 Cavi, cordoni e fili per tele a bassa frequenza, isolati con PVC, con guaina LSOH Cavi per impianti interni Cavi a coppie non propaganti l incendio ed a ridotta emissione di gas

Dettagli

Dati Generali IMPORTO UNITARIO RIFERIMENTO ELENCO PREZZI UNITARI ARTICOLO QUANTITA' IMPORTO TOTALE NOTE. Comune di VENEZIA

Dati Generali IMPORTO UNITARIO RIFERIMENTO ELENCO PREZZI UNITARI ARTICOLO QUANTITA' IMPORTO TOTALE NOTE. Comune di VENEZIA Dati Generali Comune Comune di VENEZIA Provincia Provincia di VENEZIA Oggetto Rete esazione Committente CAV con sede in Venezia Casello VE-MESTRE Revisione 0 ARTICOLO SITE PREPARATION 2.0 DISTRIBUZIONE

Dettagli

CATALOGO PRODOTTI NETWORKING CABLAGGIO SICUREZZA TELEFONIA UPS. La SITECOM S.A.S. distribuisce solo prodotti di qualità.

CATALOGO PRODOTTI NETWORKING CABLAGGIO SICUREZZA TELEFONIA UPS. La SITECOM S.A.S. distribuisce solo prodotti di qualità. CATALOGO PRODOTTI NETWORKING CABLAGGIO SICUREZZA TELEFONIA UPS La si occupa della distribuzione di prodotti per la telefonia, cabling & networking, sicurezza e videosorveglianza. Azienda giovane e dinamica,

Dettagli

Prezzo, Iva esclusa, comprensivo della parte relativa alla sicurezza ( A ) Costo relativo alla sicurezza (parte del prezzo A) Quantità Stimata ( K )

Prezzo, Iva esclusa, comprensivo della parte relativa alla sicurezza ( A ) Costo relativo alla sicurezza (parte del prezzo A) Quantità Stimata ( K ) Codice Voce Descrizione Prezzo, Iva esclusa, comprensivo della parte relativa alla sicurezza ( A ) Costo relativo alla sicurezza (parte del prezzo A) Quantità Stimata ( K ) Totale in Iva esclusa = A x

Dettagli

Impianti Tecnologici. Premessa. Cablaggi Strutturati. Videosorveglianza. Networking. Allestimenti Locali Tecnici

Impianti Tecnologici. Premessa. Cablaggi Strutturati. Videosorveglianza. Networking. Allestimenti Locali Tecnici Impianti Tecnologici Premessa Cablaggi Strutturati Videosorveglianza Networking Allestimenti Locali Tecnici 30 Premessa All interno della Project Milano è nata nel 2005 una divisione per promuovere sul

Dettagli

PARCO MULTIMEDIALE PER LA RICERCA DOCUMENTALE CONNESSA ALLA STORIA DEL VINO E DEL GUSTO CENTRO MULTIMEDIALE CABLAGGIO STRUTTURATO

PARCO MULTIMEDIALE PER LA RICERCA DOCUMENTALE CONNESSA ALLA STORIA DEL VINO E DEL GUSTO CENTRO MULTIMEDIALE CABLAGGIO STRUTTURATO SETTORE LAVORII PUBBLIICII E MANUTENZIIONE DEL PATRIIMONIIO PARCO MULTIMEDIALE PER LA RICERCA DOCUMENTALE CONNESSA ALLA STORIA DEL VINO E DEL GUSTO CENTRO MULTIMEDIALE CABLAGGIO STRUTTURATO (articolo 37

Dettagli

Confronto fra trasporto segnali su rame e su fibra Il sistema DigitalMedia utilizza cavi tipo CAT5 o fibra multimodale per il trasporto dei segnali.

Confronto fra trasporto segnali su rame e su fibra Il sistema DigitalMedia utilizza cavi tipo CAT5 o fibra multimodale per il trasporto dei segnali. Introduzione Lo scopo di questa guida e quello di illustrare i requisiti e le diverse soluzioni disponibili per l'infrastruttura delle installazioni DigitalMedia. DM è un sistema di distribuzione AV estremamente

Dettagli

IL COLLAUDO E LA CERTIFICAZIONE DEI CABLAGGI

IL COLLAUDO E LA CERTIFICAZIONE DEI CABLAGGI IL COLLAUDO E LA CERTIFICAZIONE DEI CABLAGGI Pietro Nicoletti www.studioreti.it CERTIF-2003-1 Copyright: si veda nota a pag. 2 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze (detto nel seguito slides)

Dettagli

SOLUZIONI CASA & UFFICIO 2003/04

SOLUZIONI CASA & UFFICIO 2003/04 SOLUZIONI CASA & UFFICIO 2003/04 www.legrand.it CANALIZZAZIONI PLASTICHE SISTEMA DLP DISTRIBUZIONE A PAVIMENTO DL Pass Pag. 238 Passerella tecnica per distribuzione sotto pavimento Pag. 239 Esempio di

Dettagli

Impianti telefonici interni (Scheda) IMPIANTI TELEFONICI INTERNI. Ultimo aggiornamento: 1 apr. 2008

Impianti telefonici interni (Scheda) IMPIANTI TELEFONICI INTERNI. Ultimo aggiornamento: 1 apr. 2008 IMPIANTI TELEFONICI INTERNI Sistema di alimentazione: Le società telefoniche, con le quali occorre prendere accordi, forniscono un armadietto unificato (420x140x70 mm) con sportello a serratura, per la

Dettagli

Cavo NetKey in rame e fibra ottica Pagina 4. Moduli NetKey e patch cord in rame Pagina 5

Cavo NetKey in rame e fibra ottica Pagina 4. Moduli NetKey e patch cord in rame Pagina 5 TM Si ste ma d i c a b l a g g i o N e t K e y Il sistema di cablaggio NetKey in fibra e rame fornisce una soluzione di cablaggio completa e conforme agli standard per applicazioni dati, voce e video.

Dettagli

S028 Impianti tecnologici per edifici (cablaggio, impianti TV, automazione, allarme)

S028 Impianti tecnologici per edifici (cablaggio, impianti TV, automazione, allarme) 8092 CEI-UNEL 36760 46 9 Cavi, cordoni e fili per telecomunicazioni a bassa frequenza, isolati con PVC, con guaina LSOH Cavi per impianti interni Cavi a coppie non propaganti l incendio ed a ridotta emissione

Dettagli

Nomenclatura delle Unità Professioni (NUP/ISTAT):

Nomenclatura delle Unità Professioni (NUP/ISTAT): Referenziazioni della Figura nazionale di riferimento Nomenclatura delle Unità Professioni (NUP/ISTAT): 6 Artigiani, operai specializzati e agricoltori. 6.1.3.7 Elettricisti nelle costruzioni civili ed

Dettagli

Soluzioni Delta8. Unità centrale Delta 8. Splitter tripolare

Soluzioni Delta8. Unità centrale Delta 8. Splitter tripolare Sommario Soluzioni Introduzione - Delta 8: il sistema rivoluzionario..................... pagina 84 Sistema Delta 8.............................................. pagina 86 Sistema Minirep..............................................

Dettagli

Categoria 7/Classe F Capacità e flessibilità di nuova generazione

Categoria 7/Classe F Capacità e flessibilità di nuova generazione Categoria 7/Classe F Capacità e flessibilità di nuova generazione L approvazione dell edizione 2 di ISO/IEC 11801, IEC 61076-3-104 e IEC 60603-7-7 indica che è stato ormai definito e completato uno standard

Dettagli

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO. Fornitura e posa apparati di rete dati comprensiva di integrazione cablaggi dell'edificio 8.

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO. Fornitura e posa apparati di rete dati comprensiva di integrazione cablaggi dell'edificio 8. Pag 1 di 6 Pag 2 di 6 Descrizione Generale L impianto prevede la fornitura, installazione, messa in esercizio e collaudo di una rete dati e per il collegamento di un edificio nuovo, denominato Edificio

Dettagli

Caratteristiche tecniche per la realizzazione di un aula multimediale

Caratteristiche tecniche per la realizzazione di un aula multimediale Allegato A- Parte C Caratteristiche tecniche per la realizzazione di un aula multimediale Parte C: Impianti Via Torino, 137 96100 INDICE OGGETTO DELLA FORNITURA... 3 REGOLAMENTO... 3 DESCRIZIONE DELLE

Dettagli

ALLEGATO C1. Descrizione Voce. Rete dati certificata 1Gb realizzata con cavo FTP schermato categoria 6E.

ALLEGATO C1. Descrizione Voce. Rete dati certificata 1Gb realizzata con cavo FTP schermato categoria 6E. ALLEGATO C Capitolato Tecnico della fornitura Nella presente Scheda tecnica, da compilare e inserire in busta chiusa con la dicitura Offerta Economica sono descritte le caratteristiche tecniche minime

Dettagli

Prezzo, Iva esclusa, comprensivo della parte relativa alla sicurezza ( A ) Costo relativo alla sicurezza (parte del prezzo A) Quantità Stimata ( K )

Prezzo, Iva esclusa, comprensivo della parte relativa alla sicurezza ( A ) Costo relativo alla sicurezza (parte del prezzo A) Quantità Stimata ( K ) Codice Voce Descrizione Prezzo, Iva esclusa, comprensivo della parte relativa alla sicurezza ( A ) Costo relativo alla sicurezza (parte del prezzo A) Quantità Stimata ( K ) Totale in Iva esclusa = A x

Dettagli

Apparati Attivi 047 a corpo HP ProCurve Switch 5400zl 24 porte Mini-GBIC Module Unità 1 3.179,00 3.179,00

Apparati Attivi 047 a corpo HP ProCurve Switch 5400zl 24 porte Mini-GBIC Module Unità 1 3.179,00 3.179,00 ASL TO 1 PROGETTO ADEGUAMENTO INFRATTURE DI RETE - Computo metrico OSPEDALE MARTINI TOTALE MARTINI 100.483,20 REPARTI COINVOLTI Ambulatori Piano Terra lato Via Tofane Farmacia Piano Interrato Pronto Soccorso

Dettagli

OSPEDALE MARTINI Priorità 1 Interventi previsti

OSPEDALE MARTINI Priorità 1 Interventi previsti SISTEMA TVCC A TECNOLOGIA I.P. Quantit à Costo Unitario Costo Complessivo OSPEDALE MARTINI Priorità 1 Interventi previsti Si prevede la videosorveglianza nei corridoi principali ai diversi piani in corrispondenza

Dettagli

cablaggi, distanze, connettori v1 (nov. 07)

cablaggi, distanze, connettori v1 (nov. 07) Guida d approfondimento ORDERMAN cablaggi, distanze, connettori v1 (nov. 07) Pagina2 Cablaggi e distanze La connessione tra porta seriale del PC/cassa e della stazione base RF Orderman avviene tramite

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA - Complesso Biotecnologico - Istituti Biologici COMPLETAMENTO PALAZZINE D e E Nr. PREZZIARIO CODICE DESCRIZIONE U. M. Prezzo % Incid. Man.

Dettagli

CABLAGGIO STRUTTURATO (EN 50173-1 e non solo)

CABLAGGIO STRUTTURATO (EN 50173-1 e non solo) CABLAGGIO STRUTTURATO (EN 50173-1 e non solo) Nicola Ceccon Classe VIA as 2005/2006 Laboratorio di Sistemi Indice Il cablaggio pag. 3 Perché il cablaggio strutturato? pag. 3 Il cablaggio strutturato pag.

Dettagli

COMPUTO METRICO LOTTO 2 REALIZZAZIONI DA ESEGUIRE NEL 2010

COMPUTO METRICO LOTTO 2 REALIZZAZIONI DA ESEGUIRE NEL 2010 COMPUTO METRICO LOTTO 2 REALIZZAZIONI DA ESEGUIRE NEL 2010 EX ASL 2 SEDE MONGINEVRO 130 selta TOTALE MONGINEVRO 71.197,40 La sede di VIa MONGINEVRO necessita di un completo cablaggio in sostituzione di

Dettagli

IL CABLAGGIO NEGLI EDIFICI

IL CABLAGGIO NEGLI EDIFICI MARCO ZAGANELLI IL CABLAGGIO NEGLI EDIFICI TV SAT - LAN - Telefonia @ SERVIZI GRATUITI ON LINE Questo libro dispone dei seguenti servizi gratuiti disponibili on line: filodiretto con gli autori le risposte

Dettagli

REALIZZAZIONE CABLAGGIO STRUTTURATO RETE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE TITO SARROCCHI DI SIENA

REALIZZAZIONE CABLAGGIO STRUTTURATO RETE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE TITO SARROCCHI DI SIENA REALIZZAZIONE CABLAGGIO STRUTTURATO RETE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE TITO SARROCCHI DI SIENA PROGETTO REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DETERMINANTE DELLA FONDAZIONE MONTE DEI PASCHI DI SIENA SOMMARIO

Dettagli

Operatore elettrico - Impianti elettromeccanici. Standard formativo minimo regionale

Operatore elettrico - Impianti elettromeccanici. Standard formativo minimo regionale Operatore elettrico - Impianti elettromeccanici Standard formativo minimo regionale Denominazione del profilo professionale OPERATORE ELETTRICO IMPIANTI ELETTROMECCANICI Referenziazioni del profilo Professioni

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE DEI CABLAGGI

LA CERTIFICAZIONE DEI CABLAGGI Ottobre 1996 LA CERTIFICAZIONE DEI CABLAGGI Pietro Nicoletti Pietro.Nicoletti@torino.alpcom.it Pier Luca Montessoro Montessoro@uniud.it http://www.uniud.it/~montessoro CERTIF 1 Copyright: si veda nota

Dettagli

Cavi fibra ottica CAVI FO

Cavi fibra ottica CAVI FO CAVI FO Cavi fibra ottica Il primo componente dei sistemi di cablaggio ottico è il cavo. La scelta del tipo di cavo è fondamentale e va effettuata considerando le caratteristiche di costruzione l applicazione

Dettagli

22 per l applicazione della Legge 11 novembre 2014, n 164.

22 per l applicazione della Legge 11 novembre 2014, n 164. Guida CEI: 306-22 22 per l applicazione della Legge 11 novembre 2014, n 164. Esempio schematico di predisposizione di un infrastruttura un infrastruttura multiservizio in edifici multi-unità multi immobiliari

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G.B. NICCOLINI SAN GIULIANO TERME. piic83600a@istruzione.it piic83600a@pec.istruzione.it

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G.B. NICCOLINI SAN GIULIANO TERME. piic83600a@istruzione.it piic83600a@pec.istruzione.it ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G.B. NICCOLINI SAN GIULIANO TERME Piazza Gramsci, 3 050/815311 piic83600a@istruzione.it piic83600a@pec.istruzione.it CUP: D16J15000600007 - CIG: ZB0188D518 Capitolato Tecnico

Dettagli

Cavi e Patch cord. Sommario

Cavi e Patch cord. Sommario Sommario Cavi e Patch cord Introduzione Gamma Excillence a 10 GB......................... pagina 22 Cavi in rame categoria 5....................................... pagina 24 Cavi in rame categoria 6.......................................

Dettagli

ALLEGATO A. SPECIFICHE TECNICHE per reti a cablaggio strutturato

ALLEGATO A. SPECIFICHE TECNICHE per reti a cablaggio strutturato ALLEGATO A SPECIFICHE TECNICHE per reti a cablaggio strutturato Art. 01 Specifiche tecniche relative al cablaggio strutturato 1.1 Introduzione Di seguito si riportano le specifiche tecniche da osservare

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Le nuove tecnologie del cablaggio per i Data Center. Alberto Zucchinali Technical Manager RCDD Siemon Italia

Le nuove tecnologie del cablaggio per i Data Center. Alberto Zucchinali Technical Manager RCDD Siemon Italia Le nuove tecnologie del cablaggio per i Data Center Alberto Zucchinali Technical Manager RCDD Siemon Italia TIA-942 La progettazione: Argomenti Le zone, i sistemi, le problematiche Il cablaggio: L evoluzione

Dettagli

CABLAGGIO STRUTTURATO SECONDO TIA/EIA 568

CABLAGGIO STRUTTURATO SECONDO TIA/EIA 568 pag.1/17 LAYOUT E CABLAGGIO STRUTTURATO CABLAGGIO STRUTTURATO SECONDO TIA/EIA 568 Il cablaggio è un insieme di componenti passivi posati in opera: cavi, connettori, prese, permutatori, ecc. opportunamente

Dettagli

Capitolato Speciale AMPLIAMENTO DELLA RETE LOCALE DI TRASMISSIONE DATI

Capitolato Speciale AMPLIAMENTO DELLA RETE LOCALE DI TRASMISSIONE DATI Pagina 1 di 6 1. Scopo della gara. La presente gara ha lo scopo di individuare una ditta specializzata (nel seguito Ditta) a cui affidare le attività di ampliamento della rete locale di trasmissione dati

Dettagli

Catalogo Reti Strutturate

Catalogo Reti Strutturate Catalogo Reti Strutturate www.macsystem.it - info@macsystem.it Cosa vendiamo Prodotti per applicazioni civili ed industriali I punti vendita MAC System - tori le migliori marche di prodotti, a prezzi convenienti,

Dettagli

Operatore elettrico. Standard della Figura nazionale

Operatore elettrico. Standard della Figura nazionale Operatore elettrico Standard della Figura nazionale 27 Denominazione della figura Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate OPERATORE ELETTRICO 6 Artigiani e operai specializzati e agricoltori

Dettagli

Specifiche tecniche per la connessione al MIX

Specifiche tecniche per la connessione al MIX Specifiche tecniche per la connessione al MIX Pag. 1 di 9 CODICE DOCUMENTO : MIX-302 VERSIONE : 3.1 REPARTO : UFFICIO TECNICO STATO : DEFINITIVO DATA DEL DOCUMENTO : 03/03/11 NUMERO DI PAGINE : 9 RILASCIATO

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO GALILEO GALILEI Scientifico, Scienze Applicate, Linguistico, Scienze Umane PER GLI OPERATORI ECONOMICI CAPITOLATO TECNICO.

LICEO SCIENTIFICO GALILEO GALILEI Scientifico, Scienze Applicate, Linguistico, Scienze Umane PER GLI OPERATORI ECONOMICI CAPITOLATO TECNICO. ALLEGATO 1 PER GLI OPERATORI ECONOMICI CAPITOLATO TECNICO. Progetto Wireless nelle Scuole D.M. 804 del 9.10.2013 e successivo Avviso della DGSSSI n. 2800 del 12 novembre 2013 RIFERIMENTO DETERMINA DIRIGENZIALE

Dettagli

Verificatori VERIFICATORI. delle link. interruzioni, coppie invertite, cortocircuiti e collegamenti errati su cavi in rame o giunzioni,

Verificatori VERIFICATORI. delle link. interruzioni, coppie invertite, cortocircuiti e collegamenti errati su cavi in rame o giunzioni, delle link interruzioni, coppie invertite, cortocircuiti e collegamenti errati su cavi in rame o giunzioni, Verifica delle fibre ottiche p. 160 Qualifica delle reti p. 162 Verifica delle reti p. 163 Verifica

Dettagli

Rete cablata, senza fili e mista. Velocità di trasmissione dati. Rete cablata - wired. Rete cablata - wired

Rete cablata, senza fili e mista. Velocità di trasmissione dati. Rete cablata - wired. Rete cablata - wired Rete cablata, senza fili e mista Velocità di trasmissione dati Viene espressa in bps (bit per secondo); il bit è un unità molto piccola e per comodità vengono usate le migliaia di bit, Kbit, o i milioni

Dettagli

Presentazione prodotti e soluzioni Prodotti e soluzioni per reti e sistemi ottici.

Presentazione prodotti e soluzioni Prodotti e soluzioni per reti e sistemi ottici. Presentazione prodotti e soluzioni Prodotti e soluzioni per reti e sistemi ottici. This document, including design and specification, is property of Itel Impianti S.r.l. and cannot be reproduced, partially

Dettagli

RIPETITORE DI SEGNALE WIRELESS PER SISTEMA VIA RADIO ART. 45RPT000

RIPETITORE DI SEGNALE WIRELESS PER SISTEMA VIA RADIO ART. 45RPT000 RIPETITORE DI SEGNALE WIRELESS PER SISTEMA VIA RADIO ART. 45RPT000 Leggere questo manuale prima dell uso e conservarlo per consultazioni future 1 DESCRIZIONE GENERALE L espansore senza fili è un modulo

Dettagli

I CIRCOLO DIDATTICO S. G. BOSCO Piazza Garibaldi, 36 70054 Giovinazzo (Ba)

I CIRCOLO DIDATTICO S. G. BOSCO Piazza Garibaldi, 36 70054 Giovinazzo (Ba) I CIRCOLO DIDATTICO S. G. BOSCO Piazza Garibaldi, 36 70054 Giovinazzo (Ba) Allegato tecnico B per n. LABORATORIO LINGUISTICO PON FESR CODICE B-.B-FESR0_POR_PUGLIA-20-62 (Bando prot. n. 3657/B-8 del 4/0/20)

Dettagli

IE 080 Uffici Novembre 2015

IE 080 Uffici Novembre 2015 IE 080 Uffici Novembre 2015 L impianto elettrico negli uffici deve essere molto flessibile al fine di consentire l allacciamento di nuovi utilizzatori o servire nuovi impianti. La flessibilità dipende

Dettagli

Migrazione a un data center a 40 Gbps con la tecnologia bidirezionale QSFP di Cisco

Migrazione a un data center a 40 Gbps con la tecnologia bidirezionale QSFP di Cisco White paper Migrazione a un data center a 40 Gbps con la tecnologia bidirezionale QSFP di Cisco Panoramica A seguito del consolidamento del data center, della virtualizzazione dei server e delle nuove

Dettagli

CN 383 MA 177.E SUBTELAIO N3 CON FUNZIONALITÀ DI AGGREGAZIONE FINO A 1 GBIT

CN 383 MA 177.E SUBTELAIO N3 CON FUNZIONALITÀ DI AGGREGAZIONE FINO A 1 GBIT CN 383 MA 177.E SUBTELAIO N3 CON FUNZIONALITÀ DI AGGREGAZIONE FINO A 1 GBIT NMU CN 383: 769223 NMU MA 177.E: 769224 CODICE CLEI CN 383: VAMZ110HRA CODICE CLEI MA 177.E: VAUCAMKZAA MANUALE D INSTALLAZIONE

Dettagli

Belli e validi I canali WDK di OBO Bettermann adatti per tutti gli impieghi

Belli e validi I canali WDK di OBO Bettermann adatti per tutti gli impieghi Belli e validi I canali di OBO Bettermann adatti per tutti gli impieghi Le Top Model OBO LFSSistemi di canali di cablaggio Sono attraenti I canali di cablaggio Nuovo Migliore composizione del materiale

Dettagli

CABLAGGIO STRUTTURATO

CABLAGGIO STRUTTURATO CABLAGGIO STRUTTURATO ITALIANO 01 MANUALI DIDATTICI 2004 INDICE INTRODUZIONE PAG. 5 LE RETI E GLI ASPETTI NORMATIVI PAG. 6 LE RETI LOCALI E IL CABLAGGIO STRUTTURATO PAG. 8 LA REALIZZAZIONE DI UN CABLAGGIO

Dettagli

Programma per partner di cablaggio

Programma per partner di cablaggio Programma per partner di cablaggio Programma per partner di cablaggio Una panoramica Excel rappresenta la soluzione dal prezzo migliore per la gamma più ampia possibile di prodotti facili da acquistare

Dettagli

RETE INFORMATICA SCARICATORI PER CONNESSIONI RJ. DEHNpatch Limitatore di sovratensione. Cavo patch con protezione da sovratensioni

RETE INFORMATICA SCARICATORI PER CONNESSIONI RJ. DEHNpatch Limitatore di sovratensione. Cavo patch con protezione da sovratensioni 1 2 7 8 9 0 DEHNpatch Limitatore di sovratensione Cavo patch con protezione da sovratensioni Categoria secondo ISO/ IEC 11801 Applicazione universale fino a 8 V Adatto per l installazione successiva DEHNpatch

Dettagli

ITS - Infrastrutture Tecnologie e Servizi SRL Sede Legale: Sede Operativa: Tel. Fax email: Partita Iva / Codice fiscale:

ITS - Infrastrutture Tecnologie e Servizi SRL Sede Legale: Sede Operativa: Tel. Fax email: Partita Iva / Codice fiscale: tolightyourbusiness DIVISIONE IMPIANTI Progettazione. Esecuzione. Certificazione. Gestione DIVISIONE IMPIANTI PROGETTAZIONE ESECUZIONE E GESTIONE Avendo al proprio interno una divisione tecnica professionalmente

Dettagli

SignalTEK II. idealnwd.com/it. Risparmiate denaro utilizzando un unico dispositivo multifunzione per testare le reti in rame e fibra ottica

SignalTEK II. idealnwd.com/it. Risparmiate denaro utilizzando un unico dispositivo multifunzione per testare le reti in rame e fibra ottica Risparmiate denaro utilizzando un unico dispositivo multifunzione per testare le reti in rame e fibra ottica Aumentate l efficienza semplificando e accelerando l installazione dei cavi e la risoluzione

Dettagli

Specifiche caratteristiche richieste

Specifiche caratteristiche richieste Specifiche caratteristiche richieste TERMINI DI CONSEGNA L immobile dovrà essere consegnato entro il 1/12/2013. Il canone di locazione verrà, in ogni caso, corrisposto a far data dal primo giorno del mese

Dettagli

Cablaggio in fibra ottica

Cablaggio in fibra ottica Sommario Cablaggio in fibra ottica Introduzione - Sistema di cablaggio fibra ottica..................... pagina 72 Connettori ottici.............................................. pagina 74 Bussole....................................................

Dettagli

SOLUZIONE Wi-Fi: L'ELEMENTO AGGIUNTIVO DEL CABLAGGIO STRUTTURATO BTNET

SOLUZIONE Wi-Fi: L'ELEMENTO AGGIUNTIVO DEL CABLAGGIO STRUTTURATO BTNET SOLUZIONE Wi-Fi: L'ELEMENTO AGGIUNTIVO DEL CABLAGGIO STRUTTURATO BTNET CARATTERISTICHE GENERALI Perché scegliere una soluzione Wi-Fi? Scoprirete tutti i vantaggi del Wi-Fi, in grado di assicurare efficienza

Dettagli

Ricerca guasti nel cablaggio

Ricerca guasti nel cablaggio Ricerca guasti nel cablaggio Non c è un metodo migliore di ricerca guasti; e non c è un singolo attrezzo per risolvere i problemi di rete. Ecco alcuni approcci per la soluzione dei problemi Verifiche su

Dettagli

PREMESSA IMPIANTI ELETTRICI E DI TRASMISSIONE DATI

PREMESSA IMPIANTI ELETTRICI E DI TRASMISSIONE DATI IMPIANTI ELETTRICI E DI TRASMISSIONE DATI PREMESSA La presente relazione riguarda la realizzazione dell impianto elettrico e di trasmissione dati per l allestimento dell aula informatica della scuola G.

Dettagli

LISTINO CABLAGGIO STRUTTURATO

LISTINO CABLAGGIO STRUTTURATO LISTINO CABLAGGIO STRUTTURATO Listino prezzi Rev. 1/2010 Tel. +39 051 722012 720825 - Fax +39 051 720953 info@emcavi.com 1 ARMADI RACK 19" HDP parete-pavimento-server Pag. 4 ACCESSORI per armadi RACK 19"

Dettagli

PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485

PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 P_002 rev.01 Pag. 1 PANNELLO IMPIANTO FOTOVOLTAICO INGRESSO RS485 MANUALE UTENTE italiano P_002 rev.01 Pag. 2 INDICE Pag. 1. AVVERTENZE 3 2. DESCRIZIONE APPARECCHIO 3 3. DESCRIZIONE FUNZIONAMENTO 3 4.

Dettagli

Centrale di allarme. www.satel-italia.it. VERSA Plus. 500 m. 600 m ACU-120 ACU-270 VERSA -LCDM-WRL

Centrale di allarme. www.satel-italia.it. VERSA Plus. 500 m. 600 m ACU-120 ACU-270 VERSA -LCDM-WRL Centrale di allarme ACU-120 ACU-270 -LCDM-WRL 500 m 600 m www.satel-italia.it Centrale è l ultima nuova centrale di allarme SATEL, che appartiene alla già conosciuta famiglia della serie. Il sistema costituisce

Dettagli

Soluzioni avanzate per Connessioni Ibride

Soluzioni avanzate per Connessioni Ibride Soluzioni avanzate per Connessioni Ibride un nuovo modo per integrare prestazioni e praticità, risparmiando P. 1 Connessione ibrida Cosa si intende? DISPOSITIVO UNICO DI COLLEGAMENTO SIMULTANEO DI PIÙ

Dettagli

RETI LAN E CABLAGGIO STRUTTURATO

RETI LAN E CABLAGGIO STRUTTURATO RETI LAN E CABLAGGIO STRUTTURATO 1. INTRODUZIONE L'esigenza di poter comunicare in modo sempre più rapido ed affidabile, attribuisce al settore delle comunicazioni un ruolo primario nel panorama socio-economico.

Dettagli

Direzione regionale della Lombardia

Direzione regionale della Lombardia Direzione regionale della Lombardia Allegato 1 REQUISITI DEGLI IMMOBILI DELL AGENZIA ENTRATE DOTAZIONE SPAZI FUNZIONALE E RELATIVE DIMENSIONI Gli immobili da destinare a sede dell Agenzia delle Entrate

Dettagli

Operatore elettrico. Standard della Figura nazionale

Operatore elettrico. Standard della Figura nazionale Operatore elettrico Standard della Figura nazionale Denominazione della figura professionale OPERATORE ELETTRICO Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate 6 Artigiani e operai specializzati

Dettagli

Sistemi di cablaggio evoluti: quando prestazioni e flessibilità richiedono di andare oltre i soliti schemi. di Antonio Martina martina@vem.

Sistemi di cablaggio evoluti: quando prestazioni e flessibilità richiedono di andare oltre i soliti schemi. di Antonio Martina martina@vem. Sistemi di cablaggio evoluti: quando prestazioni e flessibilità richiedono di andare oltre i soliti schemi di Antonio Martina martina@vem.com Sistemi di cablaggio evoluti Supporti trasmissivi per applicazioni

Dettagli

Il sistema nervoso dell impianto elettrico. Scelta dei cavi negli impianti elettrici del residenziale e del terziario

Il sistema nervoso dell impianto elettrico. Scelta dei cavi negli impianti elettrici del residenziale e del terziario Il sistema nervoso dell impianto elettrico Scelta dei cavi negli impianti elettrici del residenziale e del terziario Il compito principale di un cavo è quello di trasportare l energia all interno di un

Dettagli

BTNET GUIDA TECNICA 05 BN05G

BTNET GUIDA TECNICA 05 BN05G BTNET GUIDA TECNICA 05 BN05G 2 GUIDA AL CABLAGGIO STRUTTURATO BTNET INDICE Caratteristiche generali Introduzione al cablaggio strutturato 4 Le reti 5 Topologia delle reti 6 Le principali reti 7 Gli apparati

Dettagli

Manuale di installazione: sistema Modicon di conversione I/O da 800 a 1756 con braccio mobile (Cat 1492-_)

Manuale di installazione: sistema Modicon di conversione I/O da 800 a 1756 con braccio mobile (Cat 1492-_) Manuale di installazione: sistema Modicon di conversione I/O da 800 a 1756 con braccio mobile (Cat 1492-_) Le versioni in lingua locale (francese, italiano, tedesco e spagnolo) di questo documento possono

Dettagli

Provincia autonoma di Trento. ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network)

Provincia autonoma di Trento. ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network) Provincia autonoma di Trento Servizio Semplificazione e Sistemi Informativi ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network) Pagina 1 di 11 INDICE 1 PREMESSA 2 LE COMPONENTI

Dettagli

LA SOLUZIONE IN FIBRA OTTICA

LA SOLUZIONE IN FIBRA OTTICA LA SOLUZIONE IN FIBRA OTTICA Velocità ed elevate prestazioni La soluzione completa e professionale BTNET FIBRA OTTICA CASSETTO OTTICO CAVI CONNETTORI VALIGIA OTTICA 25 26 LA SOLUZIONE IN FIBRA OTTICA Velocità

Dettagli

Allegato A. n. 1 PC postazione Server (riportare i prezzi iva inclusa)

Allegato A. n. 1 PC postazione Server (riportare i prezzi iva inclusa) Allegato A Caratteristiche tecniche del materiale richiesto. Esse costituiscono standard di riferimento base. La proposta di materiale con caratteristiche analoghe o superiori è naturalmente possibile:

Dettagli

SERIE 90 EIB. Apparecchi per la domotica

SERIE 90 EIB. Apparecchi per la domotica Apparecchi per la domotica 179 IL SISTEMA BUS KNX/ E LA SUA ARCHITETTURA I sistemi BUS costituiscono una moderna tecnologia per la realizzazione degli impianti negli edifici residenziali, in quelli dedicati

Dettagli

TELEFONIA MULTIMEDIA INTERNET ELETTRODOMESTICI

TELEFONIA MULTIMEDIA INTERNET ELETTRODOMESTICI TELEFONIA MULTIMEDIA INTERNET ELETTRODOMESTICI C e n t r o S t e l l a Il Centro Stella La crescente presenza di dispositivi che richiedono un collegamento ad internet (computer, televisori, console di

Dettagli

LA TECNOLOGIA A PORTATA DI MANO

LA TECNOLOGIA A PORTATA DI MANO LA TECNOLOGIA A PORTATA DI MANO Il sistema videocitofonico IP way è compatibile con il protocollo SIP, quello che si intende un vero full IP. Questa scelta consente di entrare agevolmente nel mondo VoIP

Dettagli

COMMITTENTE: PROGETTAZIONE: E DEGLI INTERVENTI COMPLEMENTARI E/O SECONDARI CONNESS NNESSI ALLEGATO 7.2 VOCI AGGIUNTIVE

COMMITTENTE: PROGETTAZIONE: E DEGLI INTERVENTI COMPLEMENTARI E/O SECONDARI CONNESS NNESSI ALLEGATO 7.2 VOCI AGGIUNTIVE COMMITTENTE: PROGETTAZIONE: CONTRATTO PER L ESECUZIONE DELLA PROGETTAZIONE E DEI LAVORI DI REALIZZAZIONE DEI SISTEMI STEMI DI COMANDO CENTRALIZZATO DEL TRAFFICO DELLE LINEE BARI-LECCE E BARI-TARANTO E

Dettagli