Newsletter. Notiziario settimanale aprile Italiani all estero e accesso ai dati personali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Newsletter. Notiziario settimanale 14-20 aprile 2003. Italiani all estero e accesso ai dati personali"

Transcript

1 Newsletter Notiziario settimanale Versione ottimizzata per la stampa Italiani all estero e accesso ai dati personali Sanità: maggiore privacy per l assistenza a domicilio I Garanti tedeschi chiedono più impegno nella tutela dei diritti 1

2 Newsletter 2003 ITALIANI ALL ESTERO E ACCESSO AI DATI PERSONALI L accesso agli elenchi anagrafici dei consolati è consentito solo a soggetti pubblici Singoli cittadini e aziende private non possono accedere ai dati personali contenuti negli elenchi anagrafici consolari. Lo ha confermato l Autorità, rispondendo al quesito sollevato da una nostra sede diplomatica all estero che aveva ricevuto da parte di un patronato, operante a favore dei nostri connazionali ma con forma giuridica di soggetto privato, la richiesta di conoscere i dati dei nominativi contenuti nell anagrafe consolare, al fine di trasmettere loro una nota che li informasse della normativa in materia previdenziale, approvata nel Paese in cui risiedono. Il Garante, infatti, ha ribadito che a questi schedari si applica la normativa sul rilascio degli atti anagrafici (art 67 del d.p.r. n. 200/1967), che consente la trasmissione alle amministrazioni pubbliche, e per esclusivi fini di pubblica utilità, degli elenchi degli iscritti all anagrafe della popolazione residente. I privati possono invece accedere a tali elenchi solo in forma anonima ed aggregata ed esclusivamente per fini statistici e di ricerca (art. 34, d.p.r. n. 223/1989 e art. 27, comma 3, legge n. 675/1996). I dati contenuti nell anagrafe consolare potrebbero essere tuttavia utilizzati - ha suggerito l Autorità - stipulando una convenzione con la quale formalizzare, ad esempio, che l Ambasciata patrocinando il progetto, designi il patronato, quale responsabile del trattamento affidandogli la realizzazione dell iniziativa: predisposizione della nota esplicativa, degli indirizzari dei destinatari, dell invio delle relative buste (art. 8, legge n. 675/1996). In una seconda ipotesi, l Ambasciata potrebbe curare, anche con l eventuale ausilio del patronato, la fase del trattamento dei dati degli iscritti all anagrafe. In entrambi i casi, sottolinea il Garante, si riuscirebbe a perseguire, nel rispetto della normativa sulla protezione dei dati, la finalità di pubblica utilità alla base dell attività del patronato che ha formulato il quesito. 2

3 Newsletter 2003 SANITÀ: MAGGIORE PRIVACY PER L ASSISTENZA A DOMICILIO Il diario clinico del paziente non va inviato alla Asl Presa di posizione del Garante, a seguito della segnalazione di un cittadino, nei confronti di una Asl che, giustificando il proprio comportamento con finalità di controllo dell erogazione dei servizi e di elaborazione statistica, richiedeva ai propri medici di base l invio, trimestrale, dei diari tenuti presso il domicilio dei pazienti beneficiari del servizio di assistenza domiciliare programmata (ADP). La disciplina in materia, recentemente regolata dal d.p.r. n. 270/2000, art. 1, comma 1, prevede infatti, la tenuta, al domicilio del paziente, di un apposita scheda degli accessi fornita dalla Azienda sanitaria, sulla quale sono annotate le eventuali considerazioni cliniche, la terapia, gli accertamenti diagnostici, le richieste di visite specialistiche, le prestazioni aggiuntive, le indicazioni del consulente specialista e quant altro ritenuto utile e opportuno. In detto decreto, però, nessuna disposizione prevede l inoltro di tali schede alle Asl competenti, neanche ai fini di controllo dell erogazione del servizi di assistenza domiciliare. L Autorità ha pertanto ritenuto illegittima la richiesta dell Azienda sanitaria di una sistematica comunicazione di tali dati sensibili come quelli relativi allo stato di salute.a seguito di tale intervento, la Asl si è impegnata a rendere immediatamente applicabile l indicazione fornita dal Garante di far trasmettere i soli fogli (e non le schede) che il medico firma ogni volta che effettua una visita domiciliare, senza alcuna indicazione della patologia riscontrata. I GARANTI TEDESCHI CHIEDONO PIÙ IMPEGNO NELLA TUTELA DEI DIRITTI In un documento i temi al centro del dibattito In occasione della Conferenza periodica delle autorità di protezione dati della Germania, quest anno tenutasi a Dresda il 27 e 28 marzo scorsi, le autorità garanti dei Länder tedeschi hanno elaborato un documento insieme all autorità federale, nel quale fanno il punto sulla protezione dei dati in Germania e chiedono al mondo politico e gover- 3

4 Newsletter 2003 nativo di rispettare gli impegni presi per completare e rafforzare le tutele previste in materia (il documento, insieme ad altri approvati dalla Conferenza, può essere letto sul sito dell autorità federale all indirizzo ). Nel documento sono menzionati temi che sono attualmente al centro del dibattito in materia di protezione dati non soltanto in Germania, ma anche a livello europeo. Molti di essi sono, infatti, contemplati nel programma di lavoro del Gruppo che riunisce i garanti di tutti i Paesi UE (vedi Workprogramme 2003,disponibile in lingua inglese all indirizzo market/privacy/docs/wpdocs/2003/wp71_en.pdf ). In particolare, i garanti tedeschi evidenziano la necessità di intervenire sulle seguenti tematiche: - adeguamento della normativa in materia di protezione dati, per garantire il diritto all autodeterminazione informativa e la pari tutela degli interessati nel settore pubblico e privato. In particolare, il requisito del consenso non deve essere utilizzato per aggirare le restrizioni previste dalle norme vigenti rispetto al trattamento di dati personali, e deve trattarsi di un consenso effettivamente volontario. Si deve privilegiare un approccio di opt-in ( consenso preventivo ) rispetto all utilizzazione di dati personali per scopi di informazione pubblicitaria. - Introduzione di sistemi di valutazione della qualità: i cosiddetti bollini di qualità (per aziende e siti Internet, ad esempio) possono consentire di potenziare la tutela dei dati personali rispetto alle sole prescrizioni di legge, in quanto offrono alle aziende l opportunità di trasformare il rispetto della privacy in un punto di forza anche in termini pubblicitari e di mercato. - Promozione di iniziative miranti alla diffusione di tecnologie di potenziamento della privacy (cosiddette PET, Privacy Enhancing Technologies). - Necessità di garantire la possibilità di navigare su Internet in forma anonima; i garanti si oppongono alla conservazione sistematica da parte degli Internet provider di tutti i dati di traffico e connessione, al di là delle necessità connesse, ad esempio, alla fatturazione (su questo punto, vedi anche il Parere 1/2003 del Gruppo dei garanti europei, su Newsletter n. 159, febbraio 2003). - Opportunità di riconsiderare i poteri di sorveglianza per fini giudiziari e di polizia che, a giu- 4

5 Newsletter 2003 dizio dei garanti, sono stati eccessivamente ampliati soprattutto dopo l 11 settembre I garanti chiedono, in particolare, maggiore trasparenza da parte delle competenti autorità ministeriali e di polizia rispetto all attività di sorveglianza (telefonica o di altro genere), e chiedono un rafforzamento del controllo giurisdizionale rispetto a tutte le misure di questo tipo. - Potenziamento della tutela dei dati sanitari, anche in rapporto al loro utilizzo per attività di ricerca. - Necessità di approfondire la riflessione sulla tutela dei dati genetici, alla luce di fenomeni potenzialmente rischiosi (come le offerte di test genetici anche via Internet), sulla base del principio per cui l esecuzione di test genetici non deve essere obbligatoria (ad esempio nel settore dei rapporti di lavoro). I garanti chiedono al Governo di mantenere l impegno ad emanare quanto prima una Legge sui test genetici. - Garantire il rispetto dei principi di protezione dati nelle iniziative di e-government che, in particolare nel settore fiscale, non sembrano tenerne conto in misura adeguata. La centralizzazione delle operazioni di trattamento, motivata da considerazioni di efficienza, deve accompagnarsi ad adeguate garanzie per gli interessati, in particolare per quanto concerne informativa ed esercizio del diritto di accesso. - Necessità di giungere ad una legge sulla protezione dei dati in materia di lavoro, che in Germania è allo studio da molti anni. I rischi per la privacy in questo campo sono molteplici: i garanti sottolineano, in particolare, l impiego di sistemi di profilazione, la trasmissione di dati relativi al personale all interno di gruppi multinazionali in assenza delle garanzie previste dalla Direttiva UE in materia, la sorveglianza dei lavoratori attraverso dispositivi audio e video e la registrazione dell utilizzo di Internet e posta elettronica, l obbligo di sottoporsi a screening di vario genere (uso di stupefacenti, test psicologico-attitudinali) all atto dell assunzione (su molti di questi punti si è pronunciato anche il Gruppo che riunisce i garanti europei, attraverso documenti di lavoro e raccomandazioni - v. in particolare il documento di lavoro del 29 maggio 2002, sulla sorveglianza elettronica dei lavoratori, ed il parere 8/2001 sul trattamento di dati personali nel contesto dell attività lavorativa). 5

6 Newsletter 2003 Infine, tutte le autorità della Germania hanno chiesto maggiori poteri per svolgere con più efficacia il proprio ruolo in modo realmente indipendente, soprattutto in rapporto alla vigilanza sulle attività di trattamento dati nel settore privato. Anche l istituzione di un autorità federale per la protezione dati (attualmente prevista dalla Legge di protezione dati) deve trovare fondamento in una disposizione di rango costituzionale (all interno della cosiddetta Legge fondamentale, il Grundgesetz). 6

Notiziario settimanale 3-9 aprile 2000. Banche dati, anagrafe e privacy. Confessioni non riconosciute e uso di dati sensibili

Notiziario settimanale 3-9 aprile 2000. Banche dati, anagrafe e privacy. Confessioni non riconosciute e uso di dati sensibili Newsletter Notiziario settimanale Banche dati, anagrafe e privacy Confessioni non riconosciute e uso di dati sensibili Videosorveglianza in mare e tutela della riservatezza La risoluzione dei Garanti tedeschi

Dettagli

Legge sull archiviazione e sugli archivi pubblici (LArch)

Legge sull archiviazione e sugli archivi pubblici (LArch) 1 Foglio ufficiale 24/2011 Venerdì 25 marzo 2321 Legge sull archiviazione e sugli archivi pubblici (LArch) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO Scopo e oggetto Campo di applicazione Definizioni

Dettagli

Newsletter. Notiziario settimanale 9-15 giugno 2003. Schede telefoniche attivate ad insaputa dei clienti. E-government: il punto dei Garanti europei

Newsletter. Notiziario settimanale 9-15 giugno 2003. Schede telefoniche attivate ad insaputa dei clienti. E-government: il punto dei Garanti europei Newsletter Notiziario settimanale Versione ottimizzata per la stampa Schede telefoniche attivate ad insaputa dei clienti E-government: il punto dei Garanti europei 1 Newsletter 2003 IL GARANTE DENUNCIA

Dettagli

Newsletter. Notiziario settimanale 10-16 settembre 2001. Osservatorio sullõinfanzia. LÕAutoritˆ Garante al COM-P.A. 2001

Newsletter. Notiziario settimanale 10-16 settembre 2001. Osservatorio sullõinfanzia. LÕAutoritˆ Garante al COM-P.A. 2001 Newsletter Notiziario settimanale Osservatorio sullõinfanzia LÕAutoritˆ Garante al COM-P.A. 2001 Tlc Usa. Privacy e Ònumero universaleó 1 Newsletter 2001 OSSERVATORIO SULLÕINFANZIA: LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONE

Dettagli

RACCOLTA FIRMA PER L INTRODUZIONE DEL REGISTRO DEI TESTAMENTI BIOLOGICI DEL COMUNE DI VERONA

RACCOLTA FIRMA PER L INTRODUZIONE DEL REGISTRO DEI TESTAMENTI BIOLOGICI DEL COMUNE DI VERONA RACCOLTA FIRMA PER L INTRODUZIONE DEL REGISTRO DEI TESTAMENTI BIOLOGICI DEL COMUNE DI VERONA Premesso che: - l articolo 32 della Costituzione Italiana afferma che "La Repubblica tutela la salute come fondamentale

Dettagli

PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA

PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA 1. PREMESSA La presente linea-guida in attuazione degli artt. 55-56-57 del

Dettagli

Notiziario settimanale 28 luglio - 3 agosto 2003. No all uso del fax per inviare pubblicità non richiesta. Sms promozionali e gestori telefonici

Notiziario settimanale 28 luglio - 3 agosto 2003. No all uso del fax per inviare pubblicità non richiesta. Sms promozionali e gestori telefonici Newsletter Notiziario settimanale Versione ottimizzata per la stampa No all uso del fax per inviare pubblicità non richiesta Sms promozionali e gestori telefonici A Sidney la Conferenza mondiale dei Garanti

Dettagli

Filodiritto.it. 1. Laureati e dati sensibili

Filodiritto.it. 1. Laureati e dati sensibili Trattamento dei dati sensibili nei diplomi di laurea Il provvedimento del Garante Privacy in merito all annotazione del cambio di genere sui documenti universitari Dott.ssa Serena Bussani Dott. Gianni

Dettagli

Ogg.: Istituzione del Registro dei testamenti biologici. Approvazione del relativo Regolamento comunale.

Ogg.: Istituzione del Registro dei testamenti biologici. Approvazione del relativo Regolamento comunale. DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO Ogg.: Istituzione del Registro dei testamenti biologici. Approvazione del relativo Regolamento comunale. IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che: Con l espressione testamento biologico

Dettagli

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI Privacy INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. N.196 del 30 Giugno 2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali) Gentile Signora, Egregio Signore, La

Dettagli

Newsletter. Notiziario settimanale 2-8 dicembre 2002. È illecito inviare e-mail a catena. I Garanti UE chiedono privacy per i passeggeri sugli aerei

Newsletter. Notiziario settimanale 2-8 dicembre 2002. È illecito inviare e-mail a catena. I Garanti UE chiedono privacy per i passeggeri sugli aerei Newsletter Notiziario settimanale È illecito inviare e-mail a catena I Garanti UE chiedono privacy per i passeggeri sugli aerei 1 Newsletter 2002 È ILLECITO INVIARE E-MAIL A CATENA Nuovo intervento del

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 54 del 26.07.2012 pagina 1.14 Indice CAPO I...4 PRINCIPI GENERALI...4 Art. 1 Oggetto

Dettagli

Glossario minimo della protezione dei dati

Glossario minimo della protezione dei dati minimo della protezione dei dati www.garanteprivacy.it Glossario minimo della protezione dei dati N.B. Il glossario e le principali domande in tema di dati personali sono schematizzati e hanno una finalità

Dettagli

PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA

PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA 4 PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA 1) Premessa La presente linea-guida in attuazione degli artt. 55-56-57

Dettagli

PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA - GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA

PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA - GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA - GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA 1. PREMESSA La presente linea-guida in attuazione degli artt. 55-56-57

Dettagli

NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LA PRIVACY SLITTA A FINE ANNO

NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LA PRIVACY SLITTA A FINE ANNO IN BREVE n. 23 a cura di Marco Perelli Ercolini NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LA PRIVACY SLITTA A FINE ANNO Sulla Gazzetta Ufficiale del 12 luglio 2006 numero 160 è stato pubblicato il decreto milleproroghe

Dettagli

PIANO ANNUALE DI ATTIVITA 2011 approvato dal CC

PIANO ANNUALE DI ATTIVITA 2011 approvato dal CC PIANO ANNUALE DI ATTIVITA approvato dal CC Vista la delibera costitutiva della ROR (dicembre 2008) e considerate le finalità della rete oncologica come già espresse dal Piano Sanitario Regionale 2009-

Dettagli

Newsletter. Notiziario settimanale 24-30 marzo 2003. Spamming. Garante blocca illeciti di altre societˆ. Elezioni e privacy

Newsletter. Notiziario settimanale 24-30 marzo 2003. Spamming. Garante blocca illeciti di altre societˆ. Elezioni e privacy Newsletter Notiziario settimanale Versione ottimizzata per la stampa Spamming. Garante blocca illeciti di altre societˆ Elezioni e privacy Stop dellõeuroparlamento sui dati dei passeggeri delle linee aeree

Dettagli

LA DOMANDA DEVE ESSERE PRESENTATA ALL'ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI SU CARTA RESA LEGALE, UTILIZZANDO IL PRESENTE MODULO

LA DOMANDA DEVE ESSERE PRESENTATA ALL'ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI SU CARTA RESA LEGALE, UTILIZZANDO IL PRESENTE MODULO DOMANDA TARGA, ECC. PER STUDI MEDICI INDIVIDUALI O ASSOCIATI LA DOMANDA DEVE ESSERE PRESENTATA ALL'ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI SU CARTA RESA LEGALE, UTILIZZANDO IL PRESENTE MODULO marca

Dettagli

MODULO HEALTH - SAMPLE TEST (rev 4) 10 domande

MODULO HEALTH - SAMPLE TEST (rev 4) 10 domande MODULO HEALTH - SAMPLE TEST (rev 4) 10 domande (16 ottobre 2008) Domanda 1 1.1 Concetti 1.1.1 Sistemi Informativi Sanitari (SIS) 1.1.1.1 Definire un Sistema Informativo Sanitario (SIS) come un sistema

Dettagli

Newsletter. Notiziario settimanale 13-19 maggio 2002. Stop del Garante allo spamming. Condannata società. Privacy e informazione. Convegno ad Imperia

Newsletter. Notiziario settimanale 13-19 maggio 2002. Stop del Garante allo spamming. Condannata società. Privacy e informazione. Convegno ad Imperia Newsletter Notiziario settimanale Stop del Garante allo spamming. Condannata società Privacy e informazione. Convegno ad Imperia Privacy e imprese: sondaggi mostrano un crescente bisogno di regole 1 Newsletter

Dettagli

Newsletter. Notiziario settimanale 17-23 aprile 2000. Marketing pubblicitario: viola la privacy l archivio non aggiornato

Newsletter. Notiziario settimanale 17-23 aprile 2000. Marketing pubblicitario: viola la privacy l archivio non aggiornato Newsletter Notiziario settimanale Marketing pubblicitario: viola la privacy l archivio non aggiornato Riccometro: il Garante chiede maggiore chiarezza su flussi di dati Controlli sui lavoratori che accedono

Dettagli

MOZIONE : INTRODUZIONE TESTAMENTO BIOLOGICO AD ANCONA

MOZIONE : INTRODUZIONE TESTAMENTO BIOLOGICO AD ANCONA MOZIONE : INTRODUZIONE TESTAMENTO BIOLOGICO AD ANCONA data 8 aprile 2015 4 MOZIONE In base all art. 23 e 27 del regolamento del consiglio comunale di Ancona Al sig. Sindaco e al sig. Presidente del Consiglio

Dettagli

Notiziario settimanale 29 aprile - 5 maggio 2002. Clausole contrattuali per l export di dati tra azienda e filiale

Notiziario settimanale 29 aprile - 5 maggio 2002. Clausole contrattuali per l export di dati tra azienda e filiale Newsletter Notiziario settimanale Codici deontologici al via per Internet, videosorveglianza, lavoro Clausole contrattuali per l export di dati tra azienda e filiale L Autorità al Forum P.A. La Conferenza

Dettagli

Newsletter. Notiziario settimanale 31 marzo - 6 aprile 2003. La cartella clinica deve essere leggibile. Sfratti e privacy

Newsletter. Notiziario settimanale 31 marzo - 6 aprile 2003. La cartella clinica deve essere leggibile. Sfratti e privacy Newsletter Notiziario settimanale Versione ottimizzata per la stampa La cartella clinica deve essere leggibile Sfratti e privacy Come ci si difende dallo spamming. I risultati di uno studio USA 1 Newsletter

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE APPROVATA, IN UN TESTO UNIFICATO, DAL SENATO DELLA REPUBBLICA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE APPROVATA, IN UN TESTO UNIFICATO, DAL SENATO DELLA REPUBBLICA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2699 PROPOSTA DI LEGGE APPROVATA, IN UN TESTO UNIFICATO, DAL SENATO DELLA REPUBBLICA il 16 settembre 2009 (v. stampati Senato nn. 414-507)

Dettagli

Il trattamento dei dati personali tramite videosorveglianza. Il trattamento dei dati personali tramite videosorveglianza

Il trattamento dei dati personali tramite videosorveglianza. Il trattamento dei dati personali tramite videosorveglianza SOMMARIO Considerazioni introduttive Gli strumenti internazionali di tutela della vita privata La videosorveglianza ai sensi della Direttiva 95/46/CE La videosorveglianza in Italia Considerazioni introduttive

Dettagli

Newsletter. Notiziario settimanale 3-9 febbraio 2003. Carta di credito bloccata. Il Garante impone rettifica dati errati

Newsletter. Notiziario settimanale 3-9 febbraio 2003. Carta di credito bloccata. Il Garante impone rettifica dati errati Newsletter Notiziario settimanale Versione ottimizzata per la stampa Carta di credito bloccata. Il Garante impone rettifica dati errati Sms promozionali. Il Garante interviene nei confronti di un gestore

Dettagli

CRAL ALENIA SPAZIO TORINO

CRAL ALENIA SPAZIO TORINO CRAL ALENIA SPAZIO TORINO Privacy INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. N.196 del 30 Giugno 2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali) Gentile Signora,

Dettagli

REGOLAMENTO VIDEOSORVEGLIANZA COMUNE DI VILLASOR REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA NEL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI VILLASOR

REGOLAMENTO VIDEOSORVEGLIANZA COMUNE DI VILLASOR REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA NEL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI VILLASOR REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA NEL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI VILLASOR PROVINCIA DI CAGLIARI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 29 DEL 13/11/2014 1 INDICE CAPO I

Dettagli

Le farmacie ed i nuovi servizi per il pubblico. Marco Cossolo Segretario Federfarma Torino

Le farmacie ed i nuovi servizi per il pubblico. Marco Cossolo Segretario Federfarma Torino Le farmacie ed i nuovi servizi per il pubblico Marco Cossolo Segretario Federfarma Torino La farmacia: il servizio più apprezzato La farmacia, da tutte le indagini realizzate da vari istituti di ricerca,

Dettagli

Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico - Vittorio Emanuele Catania

Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico - Vittorio Emanuele Catania Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico - Vittorio Emanuele Catania Approvazione avviso con procedura di valutazione comparativa ex art. 7 comma 6 del D.Lgs. 165/2001 per il conferimento di n.1 incarico

Dettagli

SENATO. 6 Commissione (Finanze) 5 novembre 2008 TESTO UNIFICATO PROPOSTO DALLA RELATRICE SUI DISEGNI DI LEGGE N. 414 E N. 507

SENATO. 6 Commissione (Finanze) 5 novembre 2008 TESTO UNIFICATO PROPOSTO DALLA RELATRICE SUI DISEGNI DI LEGGE N. 414 E N. 507 SENATO 6 Commissione (Finanze) 5 novembre 2008 TESTO UNIFICATO PROPOSTO DALLA RELATRICE SUI DISEGNI DI LEGGE N. 414 E N. 507 Disposizioni di contrasto al furto d identità e in materia di prevenzione delle

Dettagli

COMUNE DI SARMATO PROVINCIA DI PIACENZA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA NEL TERRITORIO COMUNALE DI SARMATO

COMUNE DI SARMATO PROVINCIA DI PIACENZA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA NEL TERRITORIO COMUNALE DI SARMATO COMUNE DI SARMATO PROVINCIA DI PIACENZA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA NEL TERRITORIO COMUNALE DI SARMATO Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 44 del 27.08.2014 1 CAPO

Dettagli

Il dlgs 81/08 affida al medico competente una duplice funzione: 1 preventiva e collaborativa, da svolgere insieme al dl, il servizio di prevenzione

Il dlgs 81/08 affida al medico competente una duplice funzione: 1 preventiva e collaborativa, da svolgere insieme al dl, il servizio di prevenzione 1 2 Il dlgs 81/08 affida al medico competente una duplice funzione: 1 preventiva e collaborativa, da svolgere insieme al dl, il servizio di prevenzione protezione,rls e lavoratori, consistente nello svolgimento

Dettagli

Per l utilizzo dei sistemi di videosorveglianza sul territorio

Per l utilizzo dei sistemi di videosorveglianza sul territorio COMUNE DI CASALE MARITTIMO (Pisa) Via del Castello, 133 REGOLAMENTO COMUNALE Per l utilizzo dei sistemi di videosorveglianza sul territorio comunale di CASALE MARITTIMO (PISA) Indice generale Art. 1 Art.

Dettagli

COMUNE DI FLORIDIA REGOLAMENTO COMUNALE. Provincia di Siracusa APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DEI SISTEMI DI

COMUNE DI FLORIDIA REGOLAMENTO COMUNALE. Provincia di Siracusa APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DEI SISTEMI DI COMUNE DI FLORIDIA Provincia di Siracusa REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DEI SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO DI FLORIDIA APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON VERBALE N.4

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE per l utilizzo dei sistemi di videosorveglianza sul territorio comunale di Toscolano Maderno Indice generale Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10

Dettagli

info@ivanmattaliano.it

info@ivanmattaliano.it PERCHE QUESTO AVVISO In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito dello STUDIO DI ARCHITETTURA IVAN MATTALIANO in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.

Dettagli

Ordinanza concernente la prescrizione medica di eroina

Ordinanza concernente la prescrizione medica di eroina Ordinanza concernente la prescrizione medica di eroina 812.121.6 dell 8 marzo 1999 (Stato 1 gennaio 2010) Il Consiglio federale svizzero, visti gli articoli 3e capoversi 2 e 3, 3f capoverso 3 e 9 capoverso

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER AFFIDAMENTO INCARICO DI MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS. N.81/2008 PERIODO 20/01/2013 19/01/2016

AVVISO PUBBLICO PER AFFIDAMENTO INCARICO DI MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS. N.81/2008 PERIODO 20/01/2013 19/01/2016 AVVISO PUBBLICO PER AFFIDAMENTO INCARICO DI MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS. N.81/2008 PERIODO 20/01/2013 19/01/2016 Ai sensi del D.Lgs. n. 81 del 09/04/2008, in adempimento dell obbligo di sorveglianza

Dettagli

La Fondazione può utilizzare immagini fotografiche e video per finalità ricreative, informative, di cura e di formazione.

La Fondazione può utilizzare immagini fotografiche e video per finalità ricreative, informative, di cura e di formazione. Oggetto: Informativa ai sensi dell art. 13 del D.Lgs.196/03 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e consenso al trattamento dei dati ai fini dell inoltro della domanda di ricovero e/o del

Dettagli

Città di Albino (Albì) Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO COMUNALE

Città di Albino (Albì) Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO COMUNALE Città di Albino (Albì) Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO COMUNALE 1 INDICE CAPO I... 3 PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Oggetto e norme di

Dettagli

La protezione dei dati personali

La protezione dei dati personali La protezione dei dati personali PER GLI ENTI NO-PROFIT Comitato di Gestione per il Fondo Speciale per il Volontariato Provincia Autonoma di Bolzano Alto Adige Presidenza Ufficio Affari di Gabinetto I

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO COMUNALE

DISCIPLINARE PER LA VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO COMUNALE DISCIPLINARE PER LA VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO COMUNALE SOMMARIO Art. 1 - Finalità e definizioni Art. 2 - Ambito di applicazione Art. 3 - Trattamento dei dati personali per le finalità istituzionali

Dettagli

COMUNE DI CIGLIANO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE DI CIGLIANO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO Giugno 2007 INDICE CAPO I -PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto Art. 2 - Definizioni Art. 3 Finalità Art. 4 - Trattamento dei dati personali

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 56 del 29/11/2007 Art. 1 - Finalità 1. Il presente Regolamento garantisce che

Dettagli

COMUNE DI GAETA (Provincia di Latina) REGOLAMENTO

COMUNE DI GAETA (Provincia di Latina) REGOLAMENTO COMUNE DI GAETA (Provincia di Latina) * * * * * REGOLAMENTO del sistema di videosorveglianza per la sicurezza cittadina e disciplina del trattamento dei dati personali * * * * * (Approvato con deliberazione

Dettagli

Newsletter 1999. Notiziario settimanale Informazione. 20-26 dicembre. 6-12 dicembre. 13-19 dicembre. 29 novembre - 5 dicembre. Informazione Newsletter

Newsletter 1999. Notiziario settimanale Informazione. 20-26 dicembre. 6-12 dicembre. 13-19 dicembre. 29 novembre - 5 dicembre. Informazione Newsletter Newsletter 1999 Notiziario settimanale Indice 20-26 dicembre Dati gratis anche se forniti su supporti che hanno un costo Cancellazione dei dati presso banche dati estere Echelon e NSA. Negli Usa c è chi

Dettagli

Sintesi. Berna, 25 febbraio 2011

Sintesi. Berna, 25 febbraio 2011 Berna, 25 febbraio 2011 SwissDRG: protezione dei dati e segreto medico nell ambito della fatturazione delle prestazioni ospedaliere secondo il nuovo sistema di rimunerazione forfettaria Sintesi Con il

Dettagli

SERVIZIO PERSONALE, INFORMATICA E COMUNICAZIONE PISTOIA

SERVIZIO PERSONALE, INFORMATICA E COMUNICAZIONE PISTOIA Comune di PISTOIA SERVIZIO PERSONALE, INFORMATICA E COMUNICAZIONE U.O. ORGANIZZAZIONE, RAPPORTO DI LAVORO E RELAZIONI SINDACALI Piazza del Duomo 1 51100 Pistoia (PT) Tel 0573.371220-231-233 Fax 0573.371359

Dettagli

812.121.6 Ordinanza sulla dipendenza da stupefacenti e sulle altre turbe legate alla dipendenza

812.121.6 Ordinanza sulla dipendenza da stupefacenti e sulle altre turbe legate alla dipendenza Ordinanza sulla dipendenza da stupefacenti e sulle altre turbe legate alla dipendenza (Ordinanza sulla dipendenza da stupefacenti, ODStup) del 25 maggio 2011 (Stato 1 luglio 2011) Il Consiglio federale

Dettagli

Regolamento per la disciplina della videosorveglianza nel territorio comunale di Longhena_. (Approvato con deliberazione di C.C. n 24 del 04.10.

Regolamento per la disciplina della videosorveglianza nel territorio comunale di Longhena_. (Approvato con deliberazione di C.C. n 24 del 04.10. Regolamento per la disciplina della videosorveglianza nel territorio comunale di Longhena_ (Approvato con deliberazione di C.C. n 24 del 04.10.2013) Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Definizioni Art. 3 - Finalità

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA COMUNE DI CALLIANO Provincia Autonoma di Trento REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 32 di data 28 novembre 2013 CAPO I Principi Generali

Dettagli

Comune di Pesaro REGOLAMENTO DEGLI IMPIANTI DI VIDEO SORVEGLIANZA

Comune di Pesaro REGOLAMENTO DEGLI IMPIANTI DI VIDEO SORVEGLIANZA Comune di Pesaro REGOLAMENTO DEGLI IMPIANTI DI VIDEO SORVEGLIANZA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 50 del 30/03/2009 1 Art. 1 Finalità e definizioni 1. Il presente Regolamento garantisce

Dettagli

COMUNE DI RIVELLO. Provincia di Potenza REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI RIVELLO.

COMUNE DI RIVELLO. Provincia di Potenza REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI RIVELLO. COMUNE DI RIVELLO Provincia di Potenza REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI RIVELLO. Approvato con deliberazione di C.C. n. 24/2013 INDICE CAPO I PRINCIPI GENERALI

Dettagli

Validità legale della cartella clinica informatizzata

Validità legale della cartella clinica informatizzata Validità legale della cartella clinica informatizzata Prof. Avv. Giusella Finocchiaro Studio legale Finocchiaro www.studiolegalefinocchiaro.it www.blogstudiolegalefinocchiaro.it Lo scenario normativo Fascicolo

Dettagli

Comune di Medicina Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA

Comune di Medicina Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA Comune di Medicina Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n.125 del 28/09/2015 1 INDICE Articolo 1 Oggetto pag. 3 Articolo

Dettagli

COMUNE DI STRIANO (Provincia di Napoli)

COMUNE DI STRIANO (Provincia di Napoli) COMUNE DI STRIANO (Provincia di Napoli) Via Sarno, 80040 Striano Tel. 081.8276202 Fax 081. 8276103 P.I. 01254261215 - C.F. 01226000634 segreteria@comune.striano.na.it www.comune.striano.na.it Regolamento

Dettagli

WWW.IMMOBILIAREPRIMA.IT

WWW.IMMOBILIAREPRIMA.IT WWW.IMMOBILIAREPRIMA.IT NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY Vers.1.0 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza le

Dettagli

La ricerca della qualità delle cure in nefrologia L accreditamento di eccellenza di una funzione specialistica

La ricerca della qualità delle cure in nefrologia L accreditamento di eccellenza di una funzione specialistica La ricerca della qualità delle cure in nefrologia L accreditamento di eccellenza di una funzione specialistica Alberto Giangrande, Divisione di Nefrologia e Dialisi, Azienda Ospedaliera Ospedale di Circolo

Dettagli

Privacy Policy Wasabit S.r.l.,

Privacy Policy Wasabit S.r.l., Privacy Policy In questa pagina vengono illustrate le modalità di gestione del sito www.wasabit.it con riguardo al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano (privacy policy) nel pieno

Dettagli

COMUNE DI MALEO Provincia di Lodi REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE DI MALEO Provincia di Lodi REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO COMUNALE Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n. 62 del 6.11.2008 INDICE CAPO I - PRINCIPI

Dettagli

Privacy Policy. http://www.run4job.it

Privacy Policy. http://www.run4job.it In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano, nonché la politica in materia di privacy adottata da RUN4JOB

Dettagli

OGGETTO: cittadini extracomunitari accesso al lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione.

OGGETTO: cittadini extracomunitari accesso al lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione. Dipartimento della funzione pubblica Ufficio per il personale delle pubbliche amministrazioni Prot. n. 23/11 Roma, Parere n. 196/04 Al Ministero dell interno Dipartimento per gli affari interni e territoriali

Dettagli

COMUNE DI SERDIANA PROVINCIA DI CAGLIARI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA

COMUNE DI SERDIANA PROVINCIA DI CAGLIARI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA COMUNE DI SERDIANA PROVINCIA DI CAGLIARI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO. Il presente Regolamento disciplina l esercizio del sistema di videosorveglianza

Dettagli

MOBILITA SANITARIA IN AMBITO COMUNITARIO

MOBILITA SANITARIA IN AMBITO COMUNITARIO MOBILITA SANITARIA IN AMBITO COMUNITARIO Decreto Legislativo di recepimento della Direttiva 2011/24/UE Dipartimento della Programmazione e del Servizio Sanitario Nazionale Direzione Generale della Programmazione

Dettagli

COMUNE DI AGLIANA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE DI AGLIANA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI AGLIANA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO COMUNALE (approvato con delibera di C.C. 44 del 30 ottobre 2007 ) INDICE CAPO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto

Dettagli

MEDICO COMPETENTE Art.2 comma 2 lettera h del D.lgs. 81/08

MEDICO COMPETENTE Art.2 comma 2 lettera h del D.lgs. 81/08 MEDICO COMPETENTE Art.2 comma 2 lettera h del D.lgs. 81/08 in possesso di uno dei titoli e dei requisiti formativi e professionali (art.38) collabora con il datore di lavoro ai fini della valutazione dei

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Il Presidente Avv. Prof. Guido Alpa

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Il Presidente Avv. Prof. Guido Alpa N. 21-C-2013 Ill.mi Signori Avvocati Roma, 7 ottobre 2013 PRESIDENTI DEI CONSIGLI DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI L O R O S E D I OGGETTO: trasmissione pareri Commissione consultiva in tema di effetti del D.

Dettagli

DIREZIONE AMMINISTRATIVA DI OSPEDALE

DIREZIONE AMMINISTRATIVA DI OSPEDALE DIREZIONE AMMINISTRATIVA DI OSPEDALE Incontri di approfondimento amministrativo: Assistenza sanitaria erogata a cittadini non italiani presenti sul territorio nazionale Assistenza sanitaria erogata a cittadini

Dettagli

ADEMPIMENTI NORMATIVI PER LO STUDIO ODONTOIATRICO

ADEMPIMENTI NORMATIVI PER LO STUDIO ODONTOIATRICO ADEMPIMENTI NORMATIVI PER LO STUDIO ODONTOIATRICO 1) Impianto elettrico nello studio odontoiatrico 2) Smaltimento dei rifiuti sanitari 3) Apparecchiature radiologiche 4)Direttiva europea 93/42 conformità

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA VIDEOSORVEGLIANZA

REGOLAMENTO SULLA VIDEOSORVEGLIANZA Allegato A alla deliberazione C.C. n. 38 del 3.8.2010. COMUNE DI BORGIO VEREZZI (Prov. di Savona) REGOLAMENTO SULLA VIDEOSORVEGLIANZA CAPO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 OGGETTO. Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

Art. 12- Informazioni rese al momento della raccolta INDICE CAPO I PRINCIPI GENERALI

Art. 12- Informazioni rese al momento della raccolta INDICE CAPO I PRINCIPI GENERALI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA NEL TERRITORIO COMUNALE DI CINQUEFRONDI (Approvato con Deliberazione di C. C. N 40 del 22 Novembre 2012) INDICE CAPO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 - Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO DELL UNIONE DEI MIRACOLI

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO DELL UNIONE DEI MIRACOLI REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO DELL UNIONE DEI MIRACOLI approvato con delibera di Consiglio n. del SOMMARIO ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART.

Dettagli

NAVIGAZIONE E possibile accedere al Sito senza che venga richiesto il conferimento di alcun dato personale.

NAVIGAZIONE E possibile accedere al Sito senza che venga richiesto il conferimento di alcun dato personale. NOTE LEGALI Termini e condizioni di utilizzo Il sito icem.it ("Sito") è di proprietà esclusiva di ICEM srl, con sede in Via Corriera, 40-48010 Barbiano di Cotignola (RA) (di seguito "ICEM srl"). L'accesso

Dettagli

Progetto. Mosaico. network di analisi delle terapie e studi epidemiologici

Progetto. Mosaico. network di analisi delle terapie e studi epidemiologici Progetto Mosaico network di analisi delle terapie e studi epidemiologici IMS Health IMS Health è un grande gruppo internazionale leader nel mondo nella fornitura di servizi di informazioni di mercato per

Dettagli

CONTRATTO DI CONSULENZA PER ATTIVITÀ DI UFFICIO STAMPA DI VILLA MEDICI Presso l Accademia di Francia a Roma Villa Medici

CONTRATTO DI CONSULENZA PER ATTIVITÀ DI UFFICIO STAMPA DI VILLA MEDICI Presso l Accademia di Francia a Roma Villa Medici CONTRATTO DI CONSULENZA PER ATTIVITÀ DI UFFICIO STAMPA DI VILLA MEDICI Presso l Accademia di Francia a Roma Villa Medici TRA L Accademia di Francia a Roma Villa Medici, ente pubblico di diritto francese

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA RELAZIONE ILLUSTRATIVA Il presente provvedimento reca misure urgenti per far fronte alle criticità derivanti, sotto il profilo della tutela della salute, dall emanazione della sentenza n. 32/2014 della

Dettagli

Notiziario settimanale 18-24 settembre 2000. Revoca di delibere comunali e ricorso al Garante. Trasmissione ÒGrande FratelloÓ

Notiziario settimanale 18-24 settembre 2000. Revoca di delibere comunali e ricorso al Garante. Trasmissione ÒGrande FratelloÓ Newsletter Notiziario settimanale Revoca di delibere comunali e ricorso al Garante Trasmissione ÒGrande FratelloÓ Dati trattati dallõarma dei Carabinieri Guardatevi da chi vuole farvi del bene 1 Newsletter

Dettagli

Assistenza tecnica - Azioni per l avanzamento e verifica delle operazioni collegate alla qualità e quantità dei dati presenti nei

Assistenza tecnica - Azioni per l avanzamento e verifica delle operazioni collegate alla qualità e quantità dei dati presenti nei Assistenza tecnica - Azioni per l avanzamento e verifica delle operazioni collegate alla qualità e quantità dei dati presenti nei sistemi informativi di monitoraggio della Regione Azioni di miglioramento:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO COMUNALE (approvato con Delibera C.C. 55 del 10/11/2008) INDICE CAPO I -PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto Art. 2 - Definizioni Art. 3

Dettagli

INDICE DIRITTO ALLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI PRINCIPIO DI NECESSITA NEL TRATTAMENTO DEI DATI

INDICE DIRITTO ALLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI PRINCIPIO DI NECESSITA NEL TRATTAMENTO DEI DATI INDICE PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI PRINCIPI GENERALI ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 DIRITTO ALLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI FINALITA PRINCIPIO DI NECESSITA NEL TRATTAMENTO DEI DATI DEFINIZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA VIDEOSORVEGLIANZA

REGOLAMENTO PER LA VIDEOSORVEGLIANZA Comune di Rosate ( Provincia di Milano) REGOLAMENTO PER LA VIDEOSORVEGLIANZA Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n 17 del 05/07/2012 Modificato con deliberazione di Consiglio Comunale n.

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 8 Cagliari CONVENZIONE

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 8 Cagliari CONVENZIONE AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 8 Cagliari CONVENZIONE Convenzione tra l Azienda Sanitaria Locale n. 8 di Cagliari e il Comune di Monastir per la sicurezza dei lavoratori sul luogo di lavoro D. Lgs. n. 81/08.

Dettagli

Il D.Lgs. 81/08: aspetti interpretativi alla luce del nuovo D.Lgs. 106/09. Il punto di vista dei Servizi di prevenzione

Il D.Lgs. 81/08: aspetti interpretativi alla luce del nuovo D.Lgs. 106/09. Il punto di vista dei Servizi di prevenzione Il D.Lgs. 81/08: aspetti interpretativi alla luce del nuovo D.Lgs. 106/09 Il punto di vista dei Servizi di prevenzione Davide Ferrari SPSAL AUSL Modena Parma, 16 settembre 2009 1 Collaborazione alla vdr

Dettagli

Trattamento dei dati personali

Trattamento dei dati personali Trattamento dei dati personali In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un informativa

Dettagli

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.SITGROUP.IT

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.SITGROUP.IT NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.SITGROUP.IT Vers.1/2013 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza le attività

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO AFFIDO FAMILIARE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO AFFIDO FAMILIARE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO AFFIDO FAMILIARE Art.1 - Oggetto Il presente Regolamento, in rispondenza alle priorità d intervento individuate dalla legge 328/00, norma gli interventi relativi agli affidamenti

Dettagli

INFORMATIVA AI SENSI DELL'ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 GIUGNO 2003 - CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

INFORMATIVA AI SENSI DELL'ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 GIUGNO 2003 - CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI 1 Informativa Privacy Fondazione Ettore Sansavini per Ricerca Scientifica Onlus INFORMATIVA AI SENSI DELL'ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 GIUGNO 2003 - CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

Dettagli

PRIVACY POLICY DEL SITO: agrobio.biz

PRIVACY POLICY DEL SITO: agrobio.biz PRIVACY POLICY DEL SITO: agrobio.biz 1. INTRODUZIONE Poiché, anche a seguito della mera consultazione dei siti web, vi può essere la possibilità di raccogliere e trattare dati relativi a persone identificate

Dettagli

ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI

ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI Alessandria, li 26.03.2015 Prot. n. 1819 AP/C OGGETTO: Parere favorevole all apertura di un sito o di una pagina web su Internet. Alla Dott.ssa Michela Cecilia Francesca ROSSI e-mail: miki_rossi76@yahoo.it

Dettagli

Il/La sottoscritto/a. Nato a il residente a in Via domicilio tel. E-Mail

Il/La sottoscritto/a. Nato a il residente a in Via domicilio tel. E-Mail RICHIESTA PUBBLICITA SANITARIA Strutture complesse Marca da Bollo (Solo Regione) AL SIGNOR DIRIGENTE REGIONALE DIREZIONE PER I SERVIZI SOCIO-SANITARI DORSODURO 3493 30123 VENEZIA AL SIG. PRESIDENTE DELL

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA NEL COMUNE DI MONTECORVINO PUGLIANO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA NEL COMUNE DI MONTECORVINO PUGLIANO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA NEL COMUNE DI MONTECORVINO PUGLIANO Approvato dal Consiglio Comunale con delibera n. 11 in data 16 aprile 2007 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL

Dettagli

A tutti i fornitori interessati

A tutti i fornitori interessati A tutti i fornitori interessati Prot. 2013/1137. Venezia, 02 dicembre 2013 Oggetto: invito a presentare offerta per il servizio di consulenza fiscale e adempimenti amministrativo-contabili per la società.

Dettagli

Comune di Nola Provincia di Napoli. Disciplinare interno per l utilizzo di Internet e posta elettronica da parte dei dipendenti

Comune di Nola Provincia di Napoli. Disciplinare interno per l utilizzo di Internet e posta elettronica da parte dei dipendenti Comune di Nola Provincia di Napoli Disciplinare interno per l utilizzo di Internet e posta elettronica da parte dei dipendenti Sommario 1. Oggetto... 2 2. Modalità di utilizzo delle postazioni di lavoro...

Dettagli

AVV. LUCIA CASELLA Patrocinante in Cassazione. AVV. GIOVANNI SCUDIER Patrocinante in Cassazione AVV. ROBERTA PACCAGNELLA

AVV. LUCIA CASELLA Patrocinante in Cassazione. AVV. GIOVANNI SCUDIER Patrocinante in Cassazione AVV. ROBERTA PACCAGNELLA I testi delle Circolari dello Studio si trovano nel sito www.casellascudier.it 1 2 Il Certificatore Energetico: una nuova professione? Padova, 25 giugno 2010 Sono moltissime, ed assai varie, le questioni

Dettagli