TELEFONIA MULTIMEDIA INTERNET ELETTRODOMESTICI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TELEFONIA MULTIMEDIA INTERNET ELETTRODOMESTICI"

Transcript

1 TELEFONIA MULTIMEDIA INTERNET ELETTRODOMESTICI

2 C e n t r o S t e l l a Il Centro Stella La crescente presenza di dispositivi che richiedono un collegamento ad internet (computer, televisori, console di videogiochi, videocamere, riproduttori multimediali, NAS, elettrodomestici, ecc.) e la possibilità di utilizzare la stessa rete per trasmettere il segnale telefonico hanno fatto accrescere, negli ultimi anni, l importanza di dotare le abitazioni private di una rete LAN (Local Area Network). Per rispondere a queste nuove esigenze, GEWISS ha sviluppato il Centro Stella, un centralino da incasso dall ingombro contenuto che si propone quale elemento centrale del sistema di cablaggio strutturato di un unità abitativa. Grazie ad esso, ogni ambiente dell abitazione viene predisposto per la fruizione di servizi avanzati di telefonia, contenuti multimediali e tv, senza la necessità di successivi interventi strutturali (come cavi volanti o canaline esterne). 1

3 INTERNET Master Chorus Internet Gateway PC Stampante Dispositivi Audio Videocamera NAS MULTIMEDIA TV Decoder Console Lettore multimediale ELETTRODOMESTICI Forno Lavatrice Frigorifero TELEFONIA Voip e analogica Telefono Fax 2

4 C e n t r o S t e l l a Il cambiamento nell era multimediale L IMPIANTO DATI TRADIZIONALE Nelle unità abitative tradizionali, le apparecchiature per la telefonia e la trasmissione dati sono installate a parete o fissate in modo non ottimale e i cablaggi, spesso, non sono effettuati a regola d arte. Il Centro Stella nasce per rispondere alla nuova esigenza di dotare la casa e il piccolo terziario di una rete di cablaggio strutturato e allo stesso tempo per facilitare architetti, costruttori ed installatori nella progettazione e nella realizzazione di un impianto ordinato. L IMPIANTO DATI MODERNO In un sistema moderno di cablaggio strutturato, vengono inseriti in un unico contenitore tutti i dispositivi necessari alla realizzazione di una rete per la distribuzione di dati e telefonia in contesti residenziali e piccoli uffici. TELEFONIA MULTIMEDIA INTERNET ELETTRODOMESTICI Punto di utilizzo 3

5 IL CENTRO STELLA Il Centro Stella è l elemento centrale di un sistema di cablaggio strutturato per il residenziale e il piccolo terziario. Il nome è stato scelto per identificare immediatamente la funzione che esso svolge. L architettura del sistema di cablaggio strutturato che è possibile realizzare è a stella : il Centro Stella raccoglie le terminazioni di rete esterna, sia in rame che ottica, attraverso la presa ibrida e gli apparati di distribuzione (modem/router, ONT, SWITCH). Da esso dipartono poi i singoli collegamenti ai punti di utilizzo posizionati nei vari ambienti dell abitazione. Il Centro Stella di GEWISS garantisce 12 punti di utilizzo attivo per il prelievo di segnali dati o fonia; grazie ad un apposito kit, è possibile ampliare le connessioni fino ad un massimo di 18 punti. Esempio di un Centro Stella allestito con apparecchi attivi e relativo cablaggio, già predisposto con kit di espansione segnale. Terminazioni esterne (rame e/o fibra ottica) Apparati attivi Distribuzione Patch panel con 12 prese RJ45 (espandibili a 18) Nota: per cambiare l uso di una delle prese dei punti di utilizzo, ad esempio trasformare una presa di fonia in una di trasmissione dati, è sufficiente agire sulle permutazioni del patch panel. 4

6 C e n t r o S t e l l a L allestimento interno e la predisposizione 1 Presa elettrica multipla per l alimentazione degli apparati: presa realizzata con N 3 prese 2P+T bivalenti 10/16A; 250V. La presa deve essere collegata ad un interruttore magnetotermico differenziale ( In=6A max) predisposto nel quadro di distribuzione dell impianto elettrico. 2 Tasca per il posizionamento del modem/router. 3 Tasca per il posizionamento dello switch. Lo switch si rende necessario quando il numero delle uscite ethernet del Modem/Router è inferiore alle necessità. 4 Patch panel (pannello di permutazione con N 12 prese del tipo RJ45). Presa RJ45 a perforazione d isolante di tipo tooless che non richiede alcun utensile per il collegamento dei conduttori. Le prese sono fornite già assemblate ai 12 supporti. 5 Posizione della Presa Ibrida. Presa di telecomunicazioni (rame + fibra ottica) installata a cura dell Operatore di Telecomunicazioni che la collega alla propria rete (rame e/o fibra ottica). 6 Presa multipla RJ11. Permette il collegamento della fonia a 5 utenze tramite il gruppo di prese RJ45 (4). 7 Tasca per il convertitore ottico-elettrico ONT (Optical Network Termination) di varie dimensioni. Dispositivo con la funzione di convertire il segnale ottico in segnale elettrico. È importante scegliere con attenzione il punto in cui collocare il Centro Stella all interno dell abitazione. Il punto prescelto deve essere di facile accessibilità, garantire uno spazio sufficiente all installazione e alla manutenzione e permettere di realizzare nel modo più comodo e conveniente tutti i cablaggi. In fase di progettazione, è bene tener conto che il Centro Stella deve permettere di trasmettere anche l eventuale segnale Wi-Fi del dispositivo modem/router. 5

7 I vantaggi per i professionisti del settore Con il Centro Stella, GEWISS propone una soluzione funzionale che soddisfa pienamente i contenuti della specifica tecnica Telecom Italia N STOAEAD02362 relativa alla realizzazione del centro stella per il cablaggio strutturato nelle unità abitative. Sotto il profilo del design, il Centro Stella è stato realizzato sulla base dei quadri e centralini di distribuzione della Serie 40 CDK. Ciò garantisce un coordinamento estetico tra i diversi tipi di quadri presenti nell impianto moderno. La presenza di un elemento per l accoppiamento in batteria (codice GW40425) permette inoltre di ottenere batterie verticali e/o orizzontali tra il Centro Stella e i quadri che ospitano i dispositivi di protezione e/o domotici. Tale soluzione risulta particolarmente indicata anche per portare corrente alla presa elettrica multipla deputata all alimentazione degli apparati attivi contenuti nel Centro Stella. Approvato da Telecom Italia Centralino Centro Stella Installatore Semplice: semplifica la creazione / installazione di una rete dati residenziale. Ordinato: garantisce un cablaggio interno ordinato ed effettuato a regola d arte. Di qualità: approvato da Telecom Italia. Edile / Architetto Funzionale: semplifica la predisposizione del cablaggio strutturato all interno di abitazioni da parte delle imprese edili. Valorizzatore: identifica la casa tecnologica valorizzando (anche economicamente) l appartamento o la costruzione. Razionale: consente di accentrare tutti gli apparati evitando in tal modo la loro delocalizzazione all interno della abitazioni. Cliente Finale Accessibile: facilita l intervento da parte dei fornitori di servizi telefonici/dati o dello stesso utente finale. Discreto: racchiude tutti gli apparati in uno spazio molto contenuto (sporgenza dal muro di soli 24mm) ed ordinato. Flessibile: è adatto ad apparati (modem/router, switch, ecc.) di diverse dimensioni, di diversi marchi e gestori di servizi telefonici/dati. 6

8 C e n t r o S t e l l a Esempio applicativo Appartamento di medie dimensioni Il cablaggio strutturato residenziale permette l integrazione di dispositivi per il controllo delle funzioni domotiche. Alla rete dati, per esempio, può essere connesso il Master Chorus Touch Screen, che consente il controllo dell impianto domotico. L utilizzo di tale dispositivo rende inoltre possibile il controllo a distanza dell impianto, per mezzo di un computer, di uno smartphone o di un tablet connessi ad Internet. Nell illustrazione sotto riportata viene riprodotto un esempio di appartamento moderno con i possibili dispositivi connessi all architettura di cablaggio strutturato. Camera Telefono TV PC Dispositivi Audio Sala Master Chorus Console Videocamera Telefono TV Dispositivi Audio 7

9 Studio PC NAS Telefono Bagno Lavatrice Cucina TV Telefono Dispositivi Audio Forno Disimpegno CENTRO STELLA 8

10 C e n t r o S t e l l a Il cablaggio strutturato Applicazioni nel residenziale e piccolo terziario In un mondo in cui la mobilità, la flessibilità e la costante connessione a Internet hanno cambiato notevolmente la nostra vita, la multimedialità è e sarà sempre più presente nella quotidianità di ognuno di noi. Per questo motivo, la predisposizione di una specifica rete di comunicazione per la trasmissione dati, differente dalla pura telefonia, diventa un elemento caratterizzante e di valorizzazione dell immobile stesso. Questa rete di comunicazione deve essere in grado di: fornire una soluzione versatile e configurabile, in funzione degli ambienti; fornire un cablaggio che possa rispondere ad esigenze tecnologiche attuali e future. Diventa perciò fondamentale la valutazione preliminare del tipo di cablaggio da realizzare: essa deve essere fatta già in fase di costruzione dello stabile, e dovrebbe godere delle medesime considerazione e attenzione che vengono oggi riservate all impianto elettrico, idraulico, tecnologico, ecc Questo tipo di cablaggio, che nasce con la struttura stessa dell edificio e si caratterizza per un architettura ben precisa, viene definito CABLAGGIO STRUTTURATO. L ALLACCIAMENTO PER LE ABITAZIONI L allacciamento di una casa o di un appartamento con cavi in rame o con fibra ottica avviene generalmente in tre passaggi: PASSAGGIO 1 - Allacciamento dell edificio: Cavi fino alla scatola di collegamento interna, a cura dell operatore di telecomunicazioni. PASSAGGIO 2 - Zona ascendente: Cavi di connessione dalla scatola di collegamento interna fino al distributore centrale per l abitazione (centralino Centro Stella) PASSAGGIO 3 - zona abitativa Cablaggio strutturato, a stella e multiuso all interno dell abitazione (posizionamento ideale per il centralino Centro Stella) 9

11 Progettazione dell impianto Cablaggio di una singola unità abitativa Nella progettazione di una rete casalinga si devono prendere in considerazione le esigenze attuali e future di accesso alla rete, e pertanto tutte le tecnologie che è (o sarà) possibile integrare all interno dell unità abitativa. In questo senso, il mercato è in continua evoluzione. Esistono già oggi dispositivi predisposti per l allacciamento alla rete (ad esempio elettrodomestici, telecamere IP, PC touch screen, sistemi di diffusione audio, ecc ): al momento essi rappresentano un fenomeno di nicchia me è probabile che possano diventare lo standard di domani. La guida CEI approfondisce il tema del cablaggio e la distribuzione multimediale negli edifici residenziali. In accordo con le norme per i sistemi generici, essa descrive un architettura di cablaggio a stella, con la presenza di un centralino Centro Stella da cui dipartono i cavi di distribuzione e in cui convergono i cavi che supportano i servizi esterni. Dal Centro Stella, che individua il punto di accesso dell utente al servizio, si dipartono i rami che terminano nei vari punti di utilizzo, con presa RJ45, che dovrebbero essere fruibili in ogni ambiente dell abitazione. In corrispondenza di ogni punto dati e fonia si dovrà predisporre una presa elettrica con un numero di punti di utilizzazione che varia in base alle tipologie di servizi richiesti e alle necessità funzionali degli utilizzatori. L esempio sotto riportato riproduce uno schema di cablaggio con le relative distanze consigliate: Centro Stella Punto di utilizzo Esempio dispositivo 90 m (max) 5 m (max) Ip-tv Decoder Telefono Pc Stampate Fax Norme generali di installazione: La progettazione e la realizzazione dell impianto rete dati residenziale deve essere condotta osservando le indicazioni e le prescrizioni contenute nei seguenti documenti: Famiglia di norme EN 50173: tecnologia dell informazione - Sistemi di cablaggio strutturato. Famiglia di norme EN 50174: tecnologia dell informazione - Installazione del cablaggio. CEI 306-2: guida per il cablaggio per telecomunicazioni e distribuzione multimediale negli edifici residenziali. CEI /1: edilizia residenziale. Guida per la predisposizione delle infrastrutture per gli impianti elettrici, elettronici e per le comunicazioni. Parte 1: montanti degli edifici. CEI /2: edilizia residenziale. Guida per la predisposizione delle infrastrutture per gli impianti elettrici, elettronici e per le comunicazioni. Parte 2: unità immobiliari (appartamenti). CEI /3: edilizia residenziale Guida per la predisposizione delle infrastrutture per gli impianti elettrici, elettronici e per le comunicazioni Parte 3: case unifamiliari, case a schiera ed in complessi immobiliari (residence). 10

12 C e n t r o S t e l l a Gli elementi del cablaggio strutturato Il cablaggio strutturato è l insieme di tutti i componenti passivi (cavi, connettori, armadi ecc.) necessari alla realizzazione di una rete informatica LAN (Local Area Network), ossia di un sistema di comunicazione che permette ad apparecchiature indipendenti di comunicare tra loro entro un area delimitata. Grazie alle permutazioni, il cablaggio strutturato permette una rapida configurazione o riconfigurazione della distribuzione dei segnali (dati, fonia, video) all interno dell edificio. Per realizzare una rete a stella all interno di un unità abitativa o piccolo terziario, si identificano i seguenti componenti: COMPONENTI PASSIVI Centralino Centro Stella Patch panel (inserito nel Centro Stella) Patch cord di permutazione per il collegamento degli apparati attivi all interno del Centro Stella Patch cord di interconnessione tra la presa utente e le apparecchiature Presa utente. COMPONENTI ATTIVI Dispositivi di rete: SWITCH, ONT, ROUTER (concentratori su cui fanno capo tutti i nodi della rete LAN). I mezzi trasmissivi RAME Il Centralino Centro Stella viene collegato alle prese utenti tramite un cavo non schermato di tipo UTP (Unschielded Twisted Pair) Categoria 6. Questo cavo esiste in differenti formati: a quattro coppie, per utilizzo nel cablaggio strutturato a multi coppie, per dorsali fonia o dorsali dati a media/bassa velocità coppia 1 coppia 2 coppia 3 coppia 4 Un altro standard presente sul mercato è quello FTP (Foiled Twisted Pair): un cavo con schermo in foglio di alluminio disponibile in due differenti tipologie: a quattro coppie, per utilizzo nel cablaggio strutturato a multi coppie, generalmente utilizzato per le dorsali fonia filo di massa coppia 1 coppia 2 coppia 3 coppia 4 11

13 FIBRA OTTICA Oggi giorno, i servizi esterni offerti dal provider di telecomunicazione giungono nelle abitazioni perlopiù attraverso cavi in rame. ll rapido e continuo incremento della richiesta di banda per i nuovi servizi richiede una continua innovazione nella rete di accesso e un dispiegamento sempre maggiore della fibra ottica, con indiscutibili vantaggi in termini di qualità, sicurezza e velocità di trasmissione dei dati. La trasmissione dei dati in fibra ottica avviene infatti attraverso la propagazione della luce in un materiale vetroso di forma circolare abbastanza flessibile, composto da due strati coassiali chiamati nucleo (core) e mantello (cladding). Essi vengono classificati da due numeri che ne misurano il diametro in micron (per es.: 50/125). Ad oggi, l evoluzione delle tecnologie trasmissive su rame permette di sfruttare ancora le potenzialità della rete secondaria. In Italia, il trend è quello di introdurre gradualmente la fibra ottica in rete di accesso, sfruttando nel breve periodo architetture con fibra fino all armadio o all edificio (modalità generalmente chiamata FTTCab: fiber to the cabinet). La modalità di trasmissione della fibra ottica è in ogni caso una scelta del fornitore di servizi di telecomunicazioni. Tuttavia, in futuro, si prevede il dispiegamento massiccio della fibra ottica in ogni unità abitativa (la cosiddetta FTTH: fiber to the home). Il Centro Stella, in conformità alla specifica Telecom Italia per la realizzazione del cablaggio strutturato nelle unità abitative, è un centralino che consente l utilizzo dell una o dell altra modalità di trasmissione. Per questo motivo, esso si pone come la soluzione ideale sia per i sistemi di oggi che per quelli di domani. nucleo mantello guaina protettiva rivestimento primario La categoria attesta le caratteristiche trasmissive del singolo componente, escludendo il contesto installativo; La classe, invece, è riferita alle prestazioni di ogni singola linea (Link). (*) Trasmissione dati a bassa velocità e/o fonia. Velocità di Categoria Classe trasmissione Fino a 100 KHz 1(*) A Fino a 1 MHz 2(*) B Fino a 16 MHz 3(*) C Fino a 20 MHz 4 5 D Fino a 100 MHz 5e D 2000 Fino a 250 MHz 6 E Fino a 500 MHz 6A EA Fino a 600 MHz 7 F Fino a 1000 MHz 7A FA 2 GHz Fibra Ottica Ottica 12

14 C e n t r o S t e l l a Caratteristiche tecniche Specifiche tecniche e normative di riferimento: STOAEAD02362 (specifica Telecom Italia); CEI 23-48; CEI 23-49; CEI 23-50; IEC ; IEC ; IEC ; EN 60529; EN 62262; EN ; EN Grado di protezione: IP 40 a portella chiusa Materiale: Tecnopolimero Halogen Free secondo EN Grado di resistenza agli urti: IK08 secondo EN 62262; T. di installazione: min -15 C; max +60 C Tensione nominale: 250 V Resistenza al calore (termopressione con biglia): 70 C Tensione nominale di isolamento: 750V Resistenza al calore anormale e al fuoco: GWT650 C Massima potenza dissipabile: 50 W Dimensionali Aree Modem/Router BxHxP 250x205x35 Area presa ibrida 125x Area Switch BxHxP 180x130x22 Area Ont BxHxP 170x130x24 22 Le dimensioni delle tasche permettono l installazione dei più comuni apparati attivi reperibili sul mercato. 13

15 L offerta CENTRALINO CENTRO STELLA DA INCASSO PER CABALAGGIO STRUTTURATO Codice Descrizione Conf./Imb. Prezzo EURO GW Centralino Centro Stella completo 1 538,00 GW Fondo vuoto per centralino Centro Stella 1 24,90 GW Kit di espansione prese segnale da 12 a ,00 GW Elemento per accoppiamento in batteria centralini 40 CDKi 10 1,12 GW Serrattura di sicurezza a cilindro 1/10 17,40 CENTRO STELLA Il Centro Stella completo è composto da fondo da incasso, cornice con portella e supporto per alloggiamento cablaggi contraddistinto da: N 1 presa elettrica multipla (con n 3 prese bivalenti IT 2P+T 16A 250V) N 1 presa telefonica multipla con N 5 prese RJ11 N 1 patch panel con N 12 porte RJ45 Kit di N 5 cordoni telefonici composto da spine RJ45-RJ11 Cat.3 cavo 4xAWG26, L=0,5 m Kit di n 4 cordoni ethernet UTP Cat. 6 LSZH, L=0,6 m KIT DI ESPANSIONE Il kit di espansione è necessario per aumentare il N di uscite installabili nel patch panel da 12 a 18. Gli elementi principali sono: N 6 prese tooless RJ45 Cat.6 con guance laterali N 6 supporti presa RJ45 per attacco guida DIN N 5 cavi telefonici con spine RJ45-RJ11, L=0,5m N 1 presa telefonica multipla con N 5 prese RJ11 e N 2 viti di fissaggio N 8 cavi UTP Cat.6 LSZH, L=0,6 m COMPLEMENTI Fondo vuoto del Centralino Centro Stella Elemento per accoppiamento in batteria Centro Stella e quadro di distribuzione Serratura di sicurezza a cilindro 14

16 GEWISS SI RINNOVA Una scelta di campo e di stile Visita il nuovo gewiss.com dedicato all utente finale DOMOTICS ENERGY LIGHTING GEWISS S.p.A. Registered Office: Via A. Volta, CENATE SOTTO (Bergamo) - Italy Tel Fax Società con unico Socio - R.I. Bergamo / P.IVA / C.F. (IT) REA Cap. soc ,00 EUR i.v. PB IT

428 MY HOME Cablaggio strutturato residenziale

428 MY HOME Cablaggio strutturato residenziale 428 MY HOME Cablaggio strutturato residenziale INDICE MY HOME Cablaggio strutturato residenziale Caratteristiche generali.................. 430 Norme generali di installazione............ 446 Schemi di

Dettagli

Il cablaggio strutturato

Il cablaggio strutturato Il cablaggio strutturato Pubblicato il: 21/09/2003 Aggiornato al: 21/09/2003 di Gianluigi Saveri 1. Generalità La necessità di comunicare e di trasmettere informazioni in modo razionale e affidabile ha

Dettagli

Guida all installazione per VDSL

Guida all installazione per VDSL Sommario 1 Introduzione... 2 2 Aree di connessione... 3 2.1 Qualità dei cavi... 4 3 Trasformazioni... 4 3.1 Zona salita e area di connessione... 4 3.2 Installazione BB internet (DSL)... 4 4 Legenda abbreviazioni...

Dettagli

DATA. SYSTEM 5e. Data System 5e Sistema di permutazione Pannelli di permutazione (Patch-Panel) Cavi di permutazione (Patch Cord)

DATA. SYSTEM 5e. Data System 5e Sistema di permutazione Pannelli di permutazione (Patch-Panel) Cavi di permutazione (Patch Cord) DATA SYSTEM 5e Data System 5e Sistema di permutazione Pannelli di permutazione (Patch-Panel) Cavi di permutazione (Patch Cord) DATA SYSTEM 5e SISTEMA DI PERMUTAZIONE 23700 CARATTERISTICHE GENERALI I sistemi

Dettagli

Soluzioni Delta8. Unità centrale Delta 8. Splitter tripolare

Soluzioni Delta8. Unità centrale Delta 8. Splitter tripolare Sommario Soluzioni Introduzione - Delta 8: il sistema rivoluzionario..................... pagina 84 Sistema Delta 8.............................................. pagina 86 Sistema Minirep..............................................

Dettagli

IL CABLAGGIO NEGLI EDIFICI

IL CABLAGGIO NEGLI EDIFICI MARCO ZAGANELLI IL CABLAGGIO NEGLI EDIFICI TV SAT - LAN - Telefonia @ SERVIZI GRATUITI ON LINE Questo libro dispone dei seguenti servizi gratuiti disponibili on line: filodiretto con gli autori le risposte

Dettagli

DOMO CENTER SOLUZIONI DI DESIGN PER CENTRALIZZARE L IMPIANTO

DOMO CENTER SOLUZIONI DI DESIGN PER CENTRALIZZARE L IMPIANTO DOMO CENTER SOLUZIONI DI DESIGN PER CENTRALIZZARE L IMPIANTO DOMO CENTER CO LO N N E D I M P I A N TO Da sempre leader nello sviluppo di soluzioni da incasso, GEWISS propone le colonne d impianto DOMO

Dettagli

NUOVA SERIE 74 PS. Pulsanti, selettori e segnalatori ø 22 mm

NUOVA SERIE 74 PS. Pulsanti, selettori e segnalatori ø 22 mm NUOVA SERIE 74 PS Pulsanti, selettori e segnalatori ø 22 mm SERIE 74 PS Pulsanti, selettori e segnalatori ø 22mm La serie 74 PS è il sistema di pulsanti, selettori e segnalatori dal diametro 22mm con grado

Dettagli

Caratteristiche tecniche per la realizzazione di un aula multimediale

Caratteristiche tecniche per la realizzazione di un aula multimediale Allegato A- Parte C Caratteristiche tecniche per la realizzazione di un aula multimediale Parte C: Impianti Via Torino, 137 96100 INDICE OGGETTO DELLA FORNITURA... 3 REGOLAMENTO... 3 DESCRIZIONE DELLE

Dettagli

CARATTERISTICHE TECNICHE

CARATTERISTICHE TECNICHE 40 CDi - Centralini protetti da arredo - IP40 anche a porta aperta agli urti: IK 08 al calore: Termopressione con biglia 70 C al calore anormale e al fuoco: Glow wire test 650 C Isolamento completo secondo

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Prescrizioni speciali per impianti di cablaggio strutturato Versione 2 del 19 Novembre 2012 pagina 1 di 5

Prescrizioni speciali per impianti di cablaggio strutturato Versione 2 del 19 Novembre 2012 pagina 1 di 5 pagina 1 di 5 1. Informazione importante Le seguenti prescrizioni speciali fanno parte integrante del capitolato di appalto e devono essere completate, dove richiesto, da parte dell Assuntore. E compito

Dettagli

1.5 Componenti per impianti telefonici, TV/SAT e Categoria 5 1.5. Serie DATATEL - TEL Serie DATATEL - CAT5 Serie DATATEL - TV/SAT

1.5 Componenti per impianti telefonici, TV/SAT e Categoria 5 1.5. Serie DATATEL - TEL Serie DATATEL - CAT5 Serie DATATEL - TV/SAT Componenti per impianti telefonici, TV/SAT e Categoria 5 DATATEL - TEL DATATEL - CAT5 DATATEL - TV/SAT 6 65 Componenti per impianti telefonici SPINE E PRESE MOBILI TELEFONICHE SCATOLE E COPERCHI ingombro

Dettagli

IL VALORE DELLE PREDISPOSIZIONI NEGLI IMPIANTI TECNOLOGICI

IL VALORE DELLE PREDISPOSIZIONI NEGLI IMPIANTI TECNOLOGICI IL VALORE DELLE PREDISPOSIZIONI NEGLI IMPIANTI TECNOLOGICI Relatore: dott. ing. Oscar Trevisan (membro CEI Confartigianato Imprese) NUOVE TECNOLOGIE IMPIANTISTICHE Home e Building automation Spesso, tale

Dettagli

FACOLTÀ DI INGEGNERIA

FACOLTÀ DI INGEGNERIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA TERMOMECCANICA DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, INTELLIGENZA ARTIFICIALE E TELECOMUNICAZIONI IMPIANTO ELETTRICO DI UN APPARTAMENTO PROFESSORE:

Dettagli

Reti domestiche. Guida alla realizzazione di reti domestiche

Reti domestiche. Guida alla realizzazione di reti domestiche Reti domestiche Guida alla realizzazione di reti domestiche Indice Pagina 1. Introduzione 4 2. Zone di collegamento 6 3. I punti più importanti 8 4. Riequipaggiamenti 10 4.1. Zona ascendente e di collegamento

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO del DISCIPLINARE DI GARA

CAPITOLATO TECNICO del DISCIPLINARE DI GARA ISTITUTO SECONDARIO DI PRIMO GRADO PIERO CALAMANDREI Corso Benedetto Croce 17 10135 Torino Codice Fiscale 80095890010 codice Meccanografico TOMM26100N Tel. 011613607 3173292 email: tomm26100@istruzione.it

Dettagli

Impianti telefonici interni (Scheda) IMPIANTI TELEFONICI INTERNI. Ultimo aggiornamento: 1 apr. 2008

Impianti telefonici interni (Scheda) IMPIANTI TELEFONICI INTERNI. Ultimo aggiornamento: 1 apr. 2008 IMPIANTI TELEFONICI INTERNI Sistema di alimentazione: Le società telefoniche, con le quali occorre prendere accordi, forniscono un armadietto unificato (420x140x70 mm) con sportello a serratura, per la

Dettagli

INDICE 1. PREMESSA 1 2. SITUAZIONE ESISTENTE 2 3. INTERVENTI E DOTAZIONI 3 4. CABLAGGIO STRUTTURATO E TELEFONIA 4 5. PRESE TELEMATICHE RJ45 5

INDICE 1. PREMESSA 1 2. SITUAZIONE ESISTENTE 2 3. INTERVENTI E DOTAZIONI 3 4. CABLAGGIO STRUTTURATO E TELEFONIA 4 5. PRESE TELEMATICHE RJ45 5 INDICE pagina 1. PREMESSA 1 2. SITUAZIONE ESISTENTE 2 3. INTERVENTI E DOTAZIONI 3 4. CABLAGGIO STRUTTURATO E TELEFONIA 4 5. PRESE TELEMATICHE RJ45 5 6. DISTRIBUZIONE ORIZZONTALE 5 7. NODI DI RETE NUOVO

Dettagli

Categoria 7/Classe F Capacità e flessibilità di nuova generazione

Categoria 7/Classe F Capacità e flessibilità di nuova generazione Categoria 7/Classe F Capacità e flessibilità di nuova generazione L approvazione dell edizione 2 di ISO/IEC 11801, IEC 61076-3-104 e IEC 60603-7-7 indica che è stato ormai definito e completato uno standard

Dettagli

CABLAGGIO STRUTTURATO

CABLAGGIO STRUTTURATO CABLAGGIO STRUTTURATO L esigenza di poter comunicare in modo sempre più rapido ed affidabile, attribuisce al settore delle comunicazioni un ruolo primario nel panorama socio-economico. Il continuo e repentino

Dettagli

Provincia autonoma di Trento. ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network)

Provincia autonoma di Trento. ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network) Provincia autonoma di Trento Servizio Semplificazione e Sistemi Informativi ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network) Pagina 1 di 11 INDICE 1 PREMESSA 2 LE COMPONENTI

Dettagli

OBIETTIVI DELLA SEZIONE. II. Ricordare e tracciare la configurazione pin-coppia per il connettore a 8 posizioni (RJ45).

OBIETTIVI DELLA SEZIONE. II. Ricordare e tracciare la configurazione pin-coppia per il connettore a 8 posizioni (RJ45). OBIETTIVI DELLA SEZIONE Dopo aver completato la presente sezione sulla postazione di lavoro, lo studente sarà in grado di: I. Definire i criteri della postazione di lavoro per il Sistema di cablaggio Siemon

Dettagli

P r o g e tta r e l a r e t e

P r o g e tta r e l a r e t e 5 P r o g e tta r e l a r e t e Potete costruire una rete di computer al volo facendo partire cavi Ethernet da un hub o uno switch centrale per collegare i singoli computer e gli altri dispositivi che

Dettagli

LAVORI DI REALIZZAZIONE DEL PIANO INTERMEDIO EDIFICIO C PLESSO CENTRALE RELAZIONE TECNICA IMPIANTO CABLAGGIO STRUTTURATO

LAVORI DI REALIZZAZIONE DEL PIANO INTERMEDIO EDIFICIO C PLESSO CENTRALE RELAZIONE TECNICA IMPIANTO CABLAGGIO STRUTTURATO Sommario 1. PREMESSA... 2 2. NORMATIVE DI RIFERIMENTO... 3 3. DESCRIZIONE DELL IMPIANTO... 5 a) Armadio rack... b) Cablaggio fibra ottica... c) Postazioni di lavoro... Pagina 1 di 10 1. Premessa Il presente

Dettagli

Verificatori VERIFICATORI. delle link. interruzioni, coppie invertite, cortocircuiti e collegamenti errati su cavi in rame o giunzioni,

Verificatori VERIFICATORI. delle link. interruzioni, coppie invertite, cortocircuiti e collegamenti errati su cavi in rame o giunzioni, delle link interruzioni, coppie invertite, cortocircuiti e collegamenti errati su cavi in rame o giunzioni, Verifica delle fibre ottiche p. 160 Qualifica delle reti p. 162 Verifica delle reti p. 163 Verifica

Dettagli

Serie 46. Quadri stagni da parete per automazione e distribuzione. Verifica della sovratemperatura all interno dei quadri universali della serie 46

Serie 46. Quadri stagni da parete per automazione e distribuzione. Verifica della sovratemperatura all interno dei quadri universali della serie 46 Verifica della sovratemperatura all interno dei quadri universali della serie 46 I centralini ed i quadri destinati ad uso domestico e similare devono essere certificati mediante l utilizzo della Norma

Dettagli

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche CAPITOLATO Sistema di automazione domestica Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso Pagina 1 di 17 25/09/06 Introduzione Divisione My Home Da alcuni anni si sta assistendo ad una radicale trasformazione

Dettagli

RETI LAN E CABLAGGIO STRUTTURATO

RETI LAN E CABLAGGIO STRUTTURATO RETI LAN E CABLAGGIO STRUTTURATO 1. INTRODUZIONE L'esigenza di poter comunicare in modo sempre più rapido ed affidabile, attribuisce al settore delle comunicazioni un ruolo primario nel panorama socio-economico.

Dettagli

SERIE 90 EIB. Apparecchi per la domotica

SERIE 90 EIB. Apparecchi per la domotica Apparecchi per la domotica 179 IL SISTEMA BUS KNX/ E LA SUA ARCHITETTURA I sistemi BUS costituiscono una moderna tecnologia per la realizzazione degli impianti negli edifici residenziali, in quelli dedicati

Dettagli

Cavi fibra ottica CAVI FO

Cavi fibra ottica CAVI FO CAVI FO Cavi fibra ottica Il primo componente dei sistemi di cablaggio ottico è il cavo. La scelta del tipo di cavo è fondamentale e va effettuata considerando le caratteristiche di costruzione l applicazione

Dettagli

Computo metrico impianto elettrico

Computo metrico impianto elettrico Documento: Computo metrico impianto elettrico Oggetto: Progetto impianti elettrici locale CED piano interrato, bagni disabili piano terra e primo, ampliamento ufficio polizia locale piano terra, impianti

Dettagli

PREMESSA IMPIANTI ELETTRICI E DI TRASMISSIONE DATI

PREMESSA IMPIANTI ELETTRICI E DI TRASMISSIONE DATI IMPIANTI ELETTRICI E DI TRASMISSIONE DATI PREMESSA La presente relazione riguarda la realizzazione dell impianto elettrico e di trasmissione dati per l allestimento dell aula informatica della scuola G.

Dettagli

REGIONE CAMPANIA IMPIANTI ELETTRICI

REGIONE CAMPANIA IMPIANTI ELETTRICI REGIONE CAMPANIA IMPIANTI ELETTRICI CAPITOLO N 1 IMPIANTI CIVILI AVVERTENZE Nel presente capitolo si è tenuto conto dei seguenti requisiti minimi: Nelle abitazioni e negli edifici residenziali in genere,

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. LIM ACTION A-1-FESR06_POR_CAMPANIA_2012-1645 LIM ACTION (ID 1035594) DESCRIZIONE PROGETTO DESCRIZIONE ACQUISTO quantità

CAPITOLATO TECNICO. LIM ACTION A-1-FESR06_POR_CAMPANIA_2012-1645 LIM ACTION (ID 1035594) DESCRIZIONE PROGETTO DESCRIZIONE ACQUISTO quantità ALLEGATO C CAPITOLATO TECNICO Nel presente capitolato tecnico sono descritte le caratteristiche tecniche minime cui devono necessariamente rispondere tutte le apparecchiature offerte (Pena esclusione).

Dettagli

Dati Generali IMPORTO UNITARIO RIFERIMENTO ELENCO PREZZI UNITARI ARTICOLO QUANTITA' IMPORTO TOTALE NOTE. Comune di VENEZIA

Dati Generali IMPORTO UNITARIO RIFERIMENTO ELENCO PREZZI UNITARI ARTICOLO QUANTITA' IMPORTO TOTALE NOTE. Comune di VENEZIA Dati Generali Comune Comune di VENEZIA Provincia Provincia di VENEZIA Oggetto Rete esazione Committente CAV con sede in Venezia Casello VE-MESTRE Revisione 0 ARTICOLO SITE PREPARATION 2.0 DISTRIBUZIONE

Dettagli

CARATTERISTICHE TECNICHE COMPORTAMENTO AGLI AGENTI CHIMICI ED ATMOSFERICI. Resistenza limitata CARATTERISTICHE TECNICHE

CARATTERISTICHE TECNICHE COMPORTAMENTO AGLI AGENTI CHIMICI ED ATMOSFERICI. Resistenza limitata CARATTERISTICHE TECNICHE 44 CE - Cassette da parete in GW PLAST 75; GWT 650 C per derivazioni ordinarie Normativa: EN 60670-1 (CEI 23-48); EN 60670-22 (23-94) Grado: IP 44; IP 55; IP 56 Protezione contro i contatti indiretti:

Dettagli

Il cablaggio strutturato di edifici

Il cablaggio strutturato di edifici Unità di apprendimento Il cablaggio strutturato di edifici 1 Il cablaggio strutturato degli edifici Il cablaggio strutturato è una metodologia di progetto e realizzazione degli impianti di telecomunicazione

Dettagli

Esame di INFORMATICA

Esame di INFORMATICA Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Lezione 6 COS E UNA RETE Una rete informatica è un insieme di PC e di altri dispositivi che sono collegati tra loro tramite cavi oppure

Dettagli

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche CAPITOLATO Sistema di automazione domestica Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base Pagina 1 di 11 25/09/06 Introduzione Divisione My Home Da alcuni anni si sta assistendo ad una radicale trasformazione

Dettagli

Norme e Guide Tecniche

Norme e Guide Tecniche Norme e Guide Tecniche IMPIANTI DI COMUNICAZIONE Le installazioni, nel rispetto della legge C ome realizzare le installazioni a Regola d Arte, nel rispetto della Normativa vigente? L articolo passa in

Dettagli

Catalogo Citofonia e Videocitofonia. Nuove tecnologie di comunicazione

Catalogo Citofonia e Videocitofonia. Nuove tecnologie di comunicazione Catalogo Citofonia e Videocitofonia 10 Nuove tecnologie di comunicazione Sicurezza, affidabilità, comfort, facilità di installazione sono le qualità principali dei sistemi citofonici e videocitofonici

Dettagli

MEZZI TRASMISSIVI 1. Il doppino 2. Il cavo coassiale 3. La fibra ottica 5. Wireless LAN 7

MEZZI TRASMISSIVI 1. Il doppino 2. Il cavo coassiale 3. La fibra ottica 5. Wireless LAN 7 MEZZI TRASMISSIVI 1 Il doppino 2 Il cavo coassiale 3 La fibra ottica 5 Wireless LAN 7 Mezzi trasmissivi La scelta del mezzo trasmissivo dipende dalle prestazioni che si vogliono ottenere, da poche centinaia

Dettagli

Home Networking. Guidelines per il cablaggio interno. Ideen verbinden Idées branchées Idee in rete

Home Networking. Guidelines per il cablaggio interno. Ideen verbinden Idées branchées Idee in rete Home Networking Guidelines per il cablaggio interno. Ideen verbinden Idées branchées Idee in rete Indice Pagina 1. Prefazione 4 2. Campi di 5 3. Riequipaggiamenti 6 3.1 Zona ascendente e di 6 3.2 Cablaggio

Dettagli

LA TECNOLOGIA A PORTATA DI MANO

LA TECNOLOGIA A PORTATA DI MANO LA TECNOLOGIA A PORTATA DI MANO Il sistema videocitofonico IP way è compatibile con il protocollo SIP, quello che si intende un vero full IP. Questa scelta consente di entrare agevolmente nel mondo VoIP

Dettagli

La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica

La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica La Rete di Accesso in rame ed in fibra ottica goffredo.cerquozzi@tin.it 31 gennaio 2008 Villa Mondragone Monte Porzio Catone RETE IN RAME Centrale borchia cavetto di raccordo armadio di distribuzione altri

Dettagli

INCONTRO TECNICO CON: ---VITRIUM --- Riqualificazione impianti elettrici, di edifici esistenti, senza opere murarie.

INCONTRO TECNICO CON: ---VITRIUM --- Riqualificazione impianti elettrici, di edifici esistenti, senza opere murarie. INCONTRO TECNICO CON: ---VITRIUM --- Riqualificazione impianti elettrici, di edifici esistenti, senza opere murarie. VITRIUM Riqualificazione impianti elettrici, di edifici esistenti, senza opere murarie.

Dettagli

Patch Panel e accessori

Patch Panel e accessori Patch Panel e accessori I n d i c e I n t roduzione - Sistema universale Multiplus...................... 3 2 Patch panel Multiplus per applicazioni rame e fonia...........................................

Dettagli

Guida pratica all impianto elettrico nell appartamento (seconda parte)

Guida pratica all impianto elettrico nell appartamento (seconda parte) Guida pratica all impianto elettrico nell appartamento (seconda parte) Pubblicato il: 17/05/2004 Aggiornato al: 25/05/2004 di Gianluigi Saveri 1. L impianto elettrico L appartamento che si prende come

Dettagli

Indirizzi in Internet

Indirizzi in Internet Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

Guida pratica all impianto elettrico nell appartamento

Guida pratica all impianto elettrico nell appartamento Guida pratica all impianto elettrico nell appartamento La lavorazione dell impianto elettrico nell appartamento si sussegue con una scansione temporale che deve tener conto dei tempi e dei modi tipici

Dettagli

COMPUTO METRICO LOTTO 2 REALIZZAZIONI DA ESEGUIRE NEL 2010

COMPUTO METRICO LOTTO 2 REALIZZAZIONI DA ESEGUIRE NEL 2010 COMPUTO METRICO LOTTO 2 REALIZZAZIONI DA ESEGUIRE NEL 2010 EX ASL 2 SEDE MONGINEVRO 130 selta TOTALE MONGINEVRO 71.197,40 La sede di VIa MONGINEVRO necessita di un completo cablaggio in sostituzione di

Dettagli

Rete di accesso in rame Pag 1

Rete di accesso in rame Pag 1 Caratteristiche dei cavi a coppie simmetriche Rete di accesso in rame Pag 1 Tecnologie per l ultimo miglio Parametri di una linea trasmissiva in rame I 0 Cellula elementare I x G V 0 l g r c V x Linea

Dettagli

LO STANDARD EIA/TIA 569

LO STANDARD EIA/TIA 569 LO STANDARD EIA/TIA 569 Pier Luca Montessoro www.montessoro.it Pietro Nicoletti www.studioreti.it ET569-1 Copyright: si veda nota a pag. 2 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze (detto nel seguito

Dettagli

Datasheet Kit Fotovoltaico KIT-FV10W-2 KIT-FV20W-2

Datasheet Kit Fotovoltaico KIT-FV10W-2 KIT-FV20W-2 Datasheet Kit Fotovoltaico KIT-FV10W-2 KIT-FV20W-2 Rev. 2 1 Descrizione del KIT I Kit fotovoltaici Wave sono pensati per alimentare in modo continuo 24 ore su 24 sia gli apparati wireless WaveNet sia telecamere

Dettagli

GUIDA PROGETTUALE DELL IMPIANTO CIVILE

GUIDA PROGETTUALE DELL IMPIANTO CIVILE GUIDA PROGETTUALE DELL IMPIANTO CIVILE 1) CONFORMITA ALLE NORME Tutti i componenti elettrici utilizzati devono essere a regola d arte ed idonei all ambiente di installazione. Il materiale elettrico soggetto

Dettagli

LE PREDISPOSIZIONI IMPIANTISTICHE DELLE NUOVE COSTUZIONI PER L INSTALLAZIONE DEI NUOVI SISTEMI TECNOLOGICI

LE PREDISPOSIZIONI IMPIANTISTICHE DELLE NUOVE COSTUZIONI PER L INSTALLAZIONE DEI NUOVI SISTEMI TECNOLOGICI Torino, 18 Giugno 2012 LE PREDISPOSIZIONI IMPIANTISTICHE DELLE NUOVE COSTUZIONI PER L INSTALLAZIONE DEI NUOVI SISTEMI TECNOLOGICI Ing. Cosimo Valente 1 Criteri generali La predisposizione delle nuove costruzioni

Dettagli

Esame di INFORMATICA Lezione 6

Esame di INFORMATICA Lezione 6 Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Lezione 6 COS E UNA RETE Una rete informatica è un insieme di PC e di altri dispositivi che sono collegati tra loro tramite cavi oppure

Dettagli

Il futuro è oggi: accoglietelo subito. Le fibre ottiche conquistano la vostra casa.

Il futuro è oggi: accoglietelo subito. Le fibre ottiche conquistano la vostra casa. Il futuro è oggi: accoglietelo subito. Le fibre ottiche conquistano la vostra casa. 1 Veloce come la luce. Fibra ottica e Fibre to the Home come, prego? 2 La domanda di bande sempre più larghe è in costante

Dettagli

PARCO MULTIMEDIALE PER LA RICERCA DOCUMENTALE CONNESSA ALLA STORIA DEL VINO E DEL GUSTO CENTRO MULTIMEDIALE CABLAGGIO STRUTTURATO

PARCO MULTIMEDIALE PER LA RICERCA DOCUMENTALE CONNESSA ALLA STORIA DEL VINO E DEL GUSTO CENTRO MULTIMEDIALE CABLAGGIO STRUTTURATO SETTORE LAVORII PUBBLIICII E MANUTENZIIONE DEL PATRIIMONIIO PARCO MULTIMEDIALE PER LA RICERCA DOCUMENTALE CONNESSA ALLA STORIA DEL VINO E DEL GUSTO CENTRO MULTIMEDIALE CABLAGGIO STRUTTURATO (articolo 37

Dettagli

Si introdurranno poi le topologie delle reti di calcolatori per capire meglio come gli apparati vengono interconnessi e secondo quali standard.

Si introdurranno poi le topologie delle reti di calcolatori per capire meglio come gli apparati vengono interconnessi e secondo quali standard. Pagina 1 di 8 Installare e configurare componenti hardware di rete Topologie di rete In questo approfondimento si daranno alcune specifiche tecniche per l'installazione e la configurazione hardware dei

Dettagli

Sezione propedeutica. Infrastruttura hardware di una rete

Sezione propedeutica. Infrastruttura hardware di una rete Sezione propedeutica Infrastruttura hardware di una rete Client e Server Una rete, sebbene sia usata da persone, è composta da computer. I computer sono classificabili in due categorie: CLIENT e SERVER

Dettagli

BTNET GUIDA TECNICA 05 BN05G

BTNET GUIDA TECNICA 05 BN05G BTNET GUIDA TECNICA 05 BN05G 2 GUIDA AL CABLAGGIO STRUTTURATO BTNET INDICE Caratteristiche generali Introduzione al cablaggio strutturato 4 Le reti 5 Topologia delle reti 6 Le principali reti 7 Gli apparati

Dettagli

SIGNAL MANAGEMENT PER LO SMART INSTALLER. La distribuzione dei segnali in convergenza tra broadcast e connessioni a banda larga

SIGNAL MANAGEMENT PER LO SMART INSTALLER. La distribuzione dei segnali in convergenza tra broadcast e connessioni a banda larga SIGNAL MANAGEMENT PER LO SMART INSTALLER La distribuzione dei segnali in convergenza tra broadcast e connessioni a banda larga Programma LEGGE 164/2014 FTTH FIBRA IN PILLOLE ARMADI SOHO MEDIA CONVERTER

Dettagli

Serie EASYBOX. Quadri di distribuzione stagni

Serie EASYBOX. Quadri di distribuzione stagni Serie EASYBOX Quadri di distribuzione stagni Serie EASYBOX QUADRI DI DISTRIBUZIONE STAGNI IP65 NORME DI RIFERIMENTO CEI 2348 (prima edizione 995) conforme alla IEC 60 670 (989) più la Modifica (994) Involucri

Dettagli

Nuova Serie 27 COMBI. Versatilità, modularità e flessibilità al gran completo. EuroDomo Cat. Gewiss 2000. 1 a ed. italiana1998.

Nuova Serie 27 COMBI. Versatilità, modularità e flessibilità al gran completo. EuroDomo Cat. Gewiss 2000. 1 a ed. italiana1998. Nuova Serie 27 COMBI EuroDomo Cat. Gewiss 2000 Versatilità, modularità e flessibilità al gran completo. 1 a ed. italiana1998 elettricità amica Serie 27 COMBI - Il sistema di contenitori più completo e

Dettagli

Impianti Tecnologici. Premessa. Cablaggi Strutturati. Videosorveglianza. Networking. Allestimenti Locali Tecnici

Impianti Tecnologici. Premessa. Cablaggi Strutturati. Videosorveglianza. Networking. Allestimenti Locali Tecnici Impianti Tecnologici Premessa Cablaggi Strutturati Videosorveglianza Networking Allestimenti Locali Tecnici 30 Premessa All interno della Project Milano è nata nel 2005 una divisione per promuovere sul

Dettagli

RETI -ARGOMENTI. Prof.ssa D'Angelo - Ti presento le reti - www.meatim.eu

RETI -ARGOMENTI. Prof.ssa D'Angelo - Ti presento le reti - www.meatim.eu RETI -ARGOMENTI 1. Definizione di Internet dal punto di vista fisico 2. Definizione di Internet dal punto di vista logico 3. Le reti di accesso 4. I tre tipi di connessione 5. Le reti locali (L.A.N.) 6.

Dettagli

Apparati Attivi 047 a corpo HP ProCurve Switch 5400zl 24 porte Mini-GBIC Module Unità 1 3.179,00 3.179,00

Apparati Attivi 047 a corpo HP ProCurve Switch 5400zl 24 porte Mini-GBIC Module Unità 1 3.179,00 3.179,00 ASL TO 1 PROGETTO ADEGUAMENTO INFRATTURE DI RETE - Computo metrico OSPEDALE MARTINI TOTALE MARTINI 100.483,20 REPARTI COINVOLTI Ambulatori Piano Terra lato Via Tofane Farmacia Piano Interrato Pronto Soccorso

Dettagli

Sistemi di cablaggio evoluti: quando prestazioni e flessibilità richiedono di andare oltre i soliti schemi. di Antonio Martina martina@vem.

Sistemi di cablaggio evoluti: quando prestazioni e flessibilità richiedono di andare oltre i soliti schemi. di Antonio Martina martina@vem. Sistemi di cablaggio evoluti: quando prestazioni e flessibilità richiedono di andare oltre i soliti schemi di Antonio Martina martina@vem.com Sistemi di cablaggio evoluti Supporti trasmissivi per applicazioni

Dettagli

2012 DOMOTICS ENERGY LIGHTING

2012 DOMOTICS ENERGY LIGHTING Domotics 2012 s i s t e m a a n t i n t r u s i o n e IL SISTEMA CHORUS Chorus, il sistema domotico internazionale che offre soluzioni all avanguardia per la gestione, il controllo e la sicurezza della

Dettagli

S028 Impianti tecnologici per edifici (cablaggio, impianti TV, automazione, allarme)

S028 Impianti tecnologici per edifici (cablaggio, impianti TV, automazione, allarme) 8092 CEI-UNEL 36760 46 9 Cavi, cordoni e fili per telecomunicazioni a bassa frequenza, isolati con PVC, con guaina LSOH Cavi per impianti interni Cavi a coppie non propaganti l incendio ed a ridotta emissione

Dettagli

Per una casa intelligente - Un cablaggio verso il futuro

Per una casa intelligente - Un cablaggio verso il futuro Per una casa intelligente - Un cablaggio verso il futuro Noi viviamo con supporti digitali e siamo tutti interconnessi. I figli crescono insieme a questa tecnologia e le loro esigenze si modificano con

Dettagli

Descrizione dell intervento su infrastruttura di rete LAN e cablaggio

Descrizione dell intervento su infrastruttura di rete LAN e cablaggio Descrizione dell intervento su infrastruttura di rete LAN e cablaggio Presso l istituto I.T.I.S. Pininfarina di Moncalieri è stato previsto un intervento di ammodernamento dell infrastruttura di rete LAN

Dettagli

Networking. Il cablaggio.

Networking. Il cablaggio. Networking. Il cablaggio. I cavi: caratteristiche, misure, posa e considerazioni pratiche. Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della provincia di Parma rfc@rfc.it - www.rfc.it

Dettagli

Introduzione. L evoluzione delle Reti Locali. La nascita delle reti. I livelli. Facciamo due esempi:

Introduzione. L evoluzione delle Reti Locali. La nascita delle reti. I livelli. Facciamo due esempi: Introduzione Questo documento è stato realizzato per offrire una visione generale sui sistemi di cablaggio strutturato per personale non tecnico. Di seguito troverete la storia dell' evoluzione delle reti

Dettagli

Base del sistema è la centralina di raccolta, memorizzazione e trasmissione dati, denominata TELEaQua/S.

Base del sistema è la centralina di raccolta, memorizzazione e trasmissione dati, denominata TELEaQua/S. GENERALITA Base del sistema è la centralina di raccolta, memorizzazione e trasmissione dati, denominata TELEaQua/S. Alla centralina possono pervenire direttamente (tramite cavo) gli impulsi di un massimo

Dettagli

A M M I N I S T R A Z I O N E C O M U N A L E

A M M I N I S T R A Z I O N E C O M U N A L E File: 09046_ Sett. 13 Rev: 00 Pag. 1 INDICE 1 - Premessa - stato di fatto... 2 2 - Requisiti di rispondenza a norme, leggi e regolamenti... 3 3 - Normativa di riferimento... 4 4 - Distribuzione dell energia

Dettagli

Edizione italiana. R Prese TV. e TV satellite. BTicino spa Via Messina, 38 20154 Milano - Italia G 2597 UNI EN ISO 9001

Edizione italiana. R Prese TV. e TV satellite. BTicino spa Via Messina, 38 20154 Milano - Italia G 2597 UNI EN ISO 9001 Edizione italiana BTicino spa Via Messina, 38 20154 Milano - Italia R Prese e satellite UNI EN ISO 9001 G 2597 Prese e satellite L evoluzione della tecnologia e delle tecniche installative Con l avvento

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA - Complesso Biotecnologico - Istituti Biologici COMPLETAMENTO PALAZZINE D e E Nr. PREZZIARIO CODICE DESCRIZIONE U. M. Prezzo % Incid. Man.

Dettagli

Area di lavoro. Area di lavoro. 10/07 102588IT Cablaggio Strutturato TrueNet. Prese modulari... 6.16. Scatole di distribuzione... 6.

Area di lavoro. Area di lavoro. 10/07 102588IT Cablaggio Strutturato TrueNet. Prese modulari... 6.16. Scatole di distribuzione... 6. Prese modulari... 6.16 Scatole di distribuzione... 6.18 Piastrine pre-caricate... 6.19 Patch cord... 6.21 6.15 Prese modulari Presa UTP RJ-45 TrueNet CopperTen TM e presa modulare Keystone STP La presa

Dettagli

cablaggi, distanze, connettori v1 (nov. 07)

cablaggi, distanze, connettori v1 (nov. 07) Guida d approfondimento ORDERMAN cablaggi, distanze, connettori v1 (nov. 07) Pagina2 Cablaggi e distanze La connessione tra porta seriale del PC/cassa e della stazione base RF Orderman avviene tramite

Dettagli

Cos'è il cablaggio strutturato?

Cos'è il cablaggio strutturato? Cos'è il cablaggio strutturato? Il cablaggio strutturato è una grande rete di trasmissione dati costituita da un insieme di cavi, prese, armadi ed altri accessori tramite i quali trasportare ed integrare

Dettagli

PREDISPOSIZIONI STRUTTURALI PER LA DOMOTICA. Angelo Baggini - Franco Bua*

PREDISPOSIZIONI STRUTTURALI PER LA DOMOTICA. Angelo Baggini - Franco Bua* ver. 0000A PREDISPOSIZIONI STRUTTURALI PER LA DOMOTICA Angelo Baggini - Franco Bua* * angelo.baggini@unibg.it, franco.bua@unibg.it, Dipartimento di Ingegneria Industriale, Università degli Studi di Bergamo

Dettagli

soluzioni di comunicazione e di rete PIÙ KNOW-HOW, PIÙ SUCCESSO Test E-Know-how:

soluzioni di comunicazione e di rete PIÙ KNOW-HOW, PIÙ SUCCESSO Test E-Know-how: Farbe wird in Litho angepasst PIÙ KNOW-HOW, PIÙ SUCCESSO Se vi concentrate sulle esigenze della clientela e siete ben preparati in fatto di consulenza e vendita di soluzioni intelligenti, i vostri sforzi

Dettagli

S028 Impianti tecnologici per edifici (cablaggio, impianti TV, automazione, allarme)

S028 Impianti tecnologici per edifici (cablaggio, impianti TV, automazione, allarme) 8092 CEI-UNEL 36760 46 9 Cavi, cordoni e fili per tele a bassa frequenza, isolati con PVC, con guaina LSOH Cavi per impianti interni Cavi a coppie non propaganti l incendio ed a ridotta emissione di gas

Dettagli

CENTRALINI IP40 INCASSO

CENTRALINI IP40 INCASSO 9 dimensioni Guide DIN regolabili in altezza Predisposizione per morsettiere Sistema di regolazione del coperchio del fondo rapide e nette Design di elevato livello estetico Numerosi brevetti depositati

Dettagli

Prodotti e soluzioni per l installatore. Guida pratica 2015

Prodotti e soluzioni per l installatore. Guida pratica 2015 TM Prodotti e soluzioni per l installatore Guida pratica 2015 Make the most of your energy Schneider Electric è lo specialista globale nella gestione dell energia e offre soluzioni integrate per rendere

Dettagli

OSPEDALE MARTINI Priorità 1 Interventi previsti

OSPEDALE MARTINI Priorità 1 Interventi previsti SISTEMA TVCC A TECNOLOGIA I.P. Quantit à Costo Unitario Costo Complessivo OSPEDALE MARTINI Priorità 1 Interventi previsti Si prevede la videosorveglianza nei corridoi principali ai diversi piani in corrispondenza

Dettagli

coaxdata Coaxdata: HomePlug AV e Gigabit (HomePlug AV IEEE1901) adattatore coassiale ethernet 200 Mbps 1 Gbps 284 Catalogo 2014 / 2015

coaxdata Coaxdata: HomePlug AV e Gigabit (HomePlug AV IEEE1901) adattatore coassiale ethernet 200 Mbps 1 Gbps 284 Catalogo 2014 / 2015 COAXDATA adattatore coassiale ethernet Coaxdata: HomePlug AV e Gigabit (HomePlug AV IEEE1901) La larghezza di banda del cavo coassiale consente di multiplare altri servizi senza interferire sul segnale

Dettagli

Cavi e Patch cord. Sommario

Cavi e Patch cord. Sommario Sommario Cavi e Patch cord Introduzione Gamma Excillence a 10 GB......................... pagina 22 Cavi in rame categoria 5....................................... pagina 24 Cavi in rame categoria 6.......................................

Dettagli

Sistemi di Telecomunicazione

Sistemi di Telecomunicazione Sistemi di Telecomunicazione Caratteristiche dei cavi a coppie simmetriche (seconda parte) Universita Politecnica delle Marche A.A. 2013-2014 A.A. 2013-2014 Sistemi di Telecomunicazione 1/22 Il doppino

Dettagli

Soluzioni avanzate per Connessioni Ibride

Soluzioni avanzate per Connessioni Ibride Soluzioni avanzate per Connessioni Ibride un nuovo modo per integrare prestazioni e praticità, risparmiando P. 1 Connessione ibrida Cosa si intende? DISPOSITIVO UNICO DI COLLEGAMENTO SIMULTANEO DI PIÙ

Dettagli

Catalogo 2014. System pro E comfort MISTRAL Crea il tuo capolavoro

Catalogo 2014. System pro E comfort MISTRAL Crea il tuo capolavoro Catalogo 2014 System pro E comfort MISTRAL Crea il tuo capolavoro Indice Introduzione System pro E comfort MISTRAL 2 System pro E comfort MISTRAL41F Introduzione System pro E comfort MISTRAL41F 6 System

Dettagli

LE RETI E INTERNET. Definizione della rete Internet dal punto di vista fisico

LE RETI E INTERNET. Definizione della rete Internet dal punto di vista fisico LE RETI E INTERNET 1 Definizione della rete Internet dal punto di vista fisico LE RETI E INTERNET 2 Parla dei commutatori di pacchetto o packet switch. LE RETI E INTERNET 3 Parla dei dispositivi fisici

Dettagli

Il progetto sarà sviluppato in modo tale da rendere gli impianti perfettamente rispondenti alle normative vigenti.

Il progetto sarà sviluppato in modo tale da rendere gli impianti perfettamente rispondenti alle normative vigenti. INTRODUZIONE La scelta progettuale adottata è vincolata dalla particolarità degli interventi, essenzialmente previsti nell adeguamento e ampliamento della rete già esistente. Il progetto sarà sviluppato

Dettagli

CIRCOLARE TECNICO COMMERCIALE

CIRCOLARE TECNICO COMMERCIALE CIRCOLARE TECNICO COMMERCIALE Gennaio 2006 www.master-de.it Catalogo online Certificazioni IMQ Cataloghi da scaricare Loghi e immagini Software utili e tante notizie sul mondo Master! Entra nella sezione

Dettagli

PIÙ POTERE ALLA COMUNICAZIONE, PIÙ SCELTA NELL ESTETICA

PIÙ POTERE ALLA COMUNICAZIONE, PIÙ SCELTA NELL ESTETICA PIÙ POTERE ALLA COMUNICAZIONE, PIÙ SCELTA NELL ESTETICA Elekta è la linea di moduli di chiamata videocitofonici dedicata ad IPervoice. Completamente digitalizzata e con una struttura monoblocco, Elekta

Dettagli