PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (POF)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (POF)"

Transcript

1 STAGIONE SPORTIVA TORINO FOOTBALL CLUB1906 S.p.A. SCUOLA CALCIO PICCOLI AMICIC. PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (POF)

2 2 INDICE 1. Identità e valori del Toro e della scuola calcio pag Organizzazione didattica pag La formazione degli istruttori pag Il profilo del piccolo torello pag Obiettivi educativi pag Obiettivi tecnici per categoria pag Obiettivi fisico-motori per categoria pag Calendario stagione sportiva pag Rapporti con i genitori pag I campi di allenamento pag Eventi istituzionali pag Notizie utili pag Norme sulle sicurezza pag Regolamento interno pag. 14

3 3 1. Identità e valori del Toro e della scuola calcio Essere amici, fare gruppo, faticare nel lavoro/studio. Queste parole pronunciate da Don Aldo Rabino a Superga, in occasione della messa in ricordo dei caduti del Grande Torino rivolta al settore giovanile, incarnano alla perfezione ciò che lo Spirito Toro vuole trasmettere a tutti coloro che frequentano le sue attività. L obiettivo principale dei Piccoli Amici è il DIVERTIMENTO, che deve essere globale. Ci si deve divertire giocando, ma anche semplicemente rimanendo con altri bambini, ridendo scherzando e correndo con loro, tutti accomunati dalla stessa passione per il rincorrere una palla e dalla stessa divisa, quella del Toro. Dunque divertirsi significa essere amici, fare gruppo, condividere con altri le stesse gioie ed emozioni, che vanno ricercate e provate tramite la fatica. Soltanto impegnandosi e faticando si ottengono i risultati sperati, e quindi, ci si diverte. Soltanto condividendo con gli altri componenti del gruppo oneri ed onori, si ottengono risultati, e quindi ci si diverte. Soltanto uscendo dal campo felici per aver trascorso del tempo assieme ai compagni di mille battaglie si può dire di essersi divertiti. Se alla fine del percorso dei Piccoli Amici, il bimbo avrà sperimentato l importanza di questi tre punti cardine citati da Don Aldo, allora si potrà affermare che lo staff ha lavorato con successo. Per la serie A, gli scudetti e le coppe internazionali ci sarà tempo in futuro, se e quando sarà il momento. Per ora Noi volgiamo soltanto che vi DIVIERTIATE e che CONTINUIATE O INIZIATE a tifare per il GRANDE TORO!. 2. Organizzazione didattica Le tre categorie di lavoro. L attività sportiva nei Piccoli Amici del Torino F.C. è appositamente studiata e sviluppata per rispondere alle diverse esigenze di ogni fascia d età dei bambini partecipanti. Al fine di rendere applicabile la nostra programmazione annuale, i bambini sono divisi in tre categorie di lavoro a seconda dell anno di nascita. Primo Anno Piccoli Amici:questa categoria rappresenta la fascia d età più piccola di tutta la scuola calcio ed è formata esclusivamente da bambini nati negli anni 2009 e 2010 ( a partire da Gennaio 2015, potranno effettuare degli allenamenti di prova anche i nati nel 2011, purché abbiano compiuto il quarto anno d età al momento della prova.). Secondo Anno Piccoli Amici:questa categoria rappresenta la fascia d età intermedia della scuola calcio ed è formata esclusivamente da bambini nati negli nell anno Terzo Anno Piccoli Amici:questa categoria rappresenta la fascia d età più elevata della scuola calcio ed è formata esclusivamente da bambini nati negli nell anno Quarto Anno fuori-quota Piccoli Amici:questa categoria è formata da bambini nati nel 2006 (eventualmente anche 2005 previo colloquio con i responsabili) Essa è speciale, in quanto esula dalle fasce d età alla quale la scuola calcio si rivolge. Tuttavia, la scuola calcio offre a coloro, che non sono stati selezionati in un gruppo agonistico del Torino F.C. e/o che non vogliono ancora approcciarsi all attività agonistica, la possibilità di partecipare ancora per una stagione alle attività sportive dei Piccoli Amici. Questa categoria segue la programmazione studiata per il Terzo Anno.

4 4 La seduta di allenamento. La seduta di allenamento dura 75 minuti ed è così suddivisa:: 1) partitella iniziale (15 minuti). 2) esercizio ludico-coordinativo (20-25 minuti) 3) esercitazione tecnica (25-30 minuti). 4) Partitella finale (10-15 minuti). Durante i mesi invernali è prevista una pausa di 5-10 minuti tra l esercitazione coordinativa e quella tecnica, in cui i bambini vengono accompagnati negli spogliatoi. 3. La formazione degli istruttori Lo staff di istruttori Piccoli Amici del Torino F.C è composto esclusivamente da laureati o laureandi presso l Università Scienze Motorie di Torino (SUISM) ; questa idea è stata portata avanti nel corso degli anni per offrire e mettere a disposizione dei bambini e delle loro famiglie competenze e conoscenze specifiche per il corretto sviluppo psico-fisico del piccolo calciatore. Oltre ai tradizionali corsi federali ( CONI-FIGC UEFA C UEFA B ) lo staff è soggetto nel corso della stagione ad aggiornamenti tecnici svolti direttamente all interno della Società TORINO F.C da responsabili, allenatori del settore giovanile e da persone esterne qualificate. 4. Il profilo del Piccolo Torello Ogni bambino iscritto alla Scuola Calcio Piccoli Amici Torino F.C. diviene automaticamente un tesserato della società per la stagione corrente. Il tesseramento ha validità di 1 anno sportivo senza alcun vincolo di rinnovo.( maggiori informazioni nel regolamento interno.). Prima di effettuare l iscrizione è garantito a tutti i bambini un periodo di prova gratuito. La prova consiste nel poter partecipare liberamente ad un massimo di 2 sedute di allenamento su un campo a scelta tra quelli in cui viene svolta l attività. Dopodiché deve essere regolarizzata l iscrizione ( vedi regolamento interno ). Il triennio dei Piccoli Amici è strutturato seguendo un percorso sia tecnico, sia motorio, sia educativo. Durante questo percorso ogni bambino impara a conoscere il Mondo Toro, con le sue peculiarità, la sua storia e i suoi valori. Invece, a livello sportivo il bambino durante questi tre anni scopre il significato dell attività di squadra, l importanza del fare gruppo e di mettere le sue abilità al servizio di un collettivo, per il raggiungimento di uno scopo comune. 5. Obiettivi educativi Molta importanza viene data nel corso dei 3 anni all aspetto educativo del bambino non solo per quanto riguarda il comportamento tenuto all interno del campo di allenamento ma anche quello tenuto nelle zone adiacenti l impianto sportivo. Il bambino una volta tesserato per il Torino FC rappresenta la società ed è per

5 5 questo che si invita a mantenere un comportamento adeguato dal momento dell ingresso nell impianto sportivo. Per quanto riguarda l aspetto educativo inerente l attività svolta all interno del campo di allenamento è obiettivo degli istruttori far comprendere al bambino le regole basilari che stanno alla base di qualsiasi sport ( di squadra ), incentivandolo al rapporto corretto con gli altri piccoli calciatori e con lo staff del Torino FC. E prerogativa degli istruttori far comprendere al bambino l importanza del corretto utilizzo del materiale fornito e delle strutture presenti non solo all interno del campo di allenamento ma facenti parte l intero impianto sportivo. 6. Obiettivi tecnici Primo anno piccoli amici : giochi incentrati sulla conoscenza del corpo in relazione allo spazio e ai compagni giochi atti allo sviluppo delle regole di base guida della palla ( percorsi - inizialmente eseguiti con palla in mano ) tiro libero Secondo anno piccoli amici : guida e dominio della palla riconoscimento dello spazio tiro in forma libera ( con uso piede debole ) 1vs1 e tecnica di base Terzo anno piccoli amici : guida e dominio ricezione e trasmissione tiro consolidamento 1vs1 e approccio al 2vs1 riconoscimento dello spazio Gli istruttori adottano un linguaggio comune per tutte le categorie al fine di trasmettere termini e conoscenze indispensabili al gioco del calcio al fine di rendere il più completo possibile il loro percorso all interno del Torino FC; parole chiave saranno ad esempio ampiezza, appoggio, sostegno. Sempre attraverso un linguaggio comune ed adeguato gli istruttori cercano continuamente di dare dei feedback (positivi/negativi) al bambino al fine di aiutarlo in quello che è il suo apprendimento, fornendogli non la risposta al problema ma i mezzi per arrivarci gradualmente e in completa autonomia 7. Obiettivi fisico-motori per categoria Primo Anno Piccoli Amici: sviluppo schemi motori di base, orientamento e rapporto con lo spazio, col tempo e con lo spazio nel tempo. Secondo Anno Piccoli Amici: Sviluppo e rinforzo schemi motori di base, sviluppo capacità di equilibrio e apprendimento del rapporto corpo-attrezzo (palla) attraverso l uso delle mani. Terzo Anno Piccoli Amici: rinforzo schemi motori di base, sviluppo capacità di equilibrio, sviluppo e rinforzo del rapporto corpo-attrezzo (palla) attraverso l uso delle mani, gestione del corpo e del movimento nello spazio e nel tempo.

6 6 8. Calendario stagione sportiva La scuola calcio Piccoli Amici Torino F.C. struttura la sua attività sportiva seguendo il calendario scolastico regionale, per cui: Inizio attività stagione sportiva 2014/2015: Lunedì 15 settembre Termine attività stagione sportiva 2014/2015: Giovedì 11 giugno Sospensione per Festività Natalizie: dal 18 dicembre 2014 al 19 gennaio 2015 Sospensione per Festività Pasquali: dal 2 al 7 aprile 2015 Altre Festività: il primo novembre, festa di tutti i Santi; dal 14 al 17 febbraio 2015 (carnevale); il 25 aprile, anniversario della liberazione; 2 maggio (ponte del primo maggio); 1 giugno (ponte del 2 giugno) La Società Torino F.C. si riserva la possibilità di modificare il calendario durante il corso della stagione, e/o, di indire altre sospensioni dell attività a causa di eventi a lei direttamente o indirettamente collegati (condizioni atmosferiche avverse ecc.). Ogni variazione al calendario sarà tempestivamente comunicata attraverso i canali di informazione ufficiali.

7 9. Rapporti con i genitori Colloqui. Per i genitori della categoria Terzo Anno Piccoli Amici, i responsabili dell attività si riservano, a nome della società, la possibilità di indire dei colloqui personali a fine stagione, al fine di illustrare le scelte societarie in merito al proseguimento dell attività calcistica del bambino presso il Torino F.C. e/o di consigliarne delle valide soluzioni alternative. In ogni periodo dell anno, I responsabili possono richiedere direttamente un colloquio con i genitori di un tesserato di qualsiasi categoria qualora il bambino mostrasse seri problemi di ambientamento e comportamento in gruppo. Richiesta di colloquio da parte dei genitori. In qualsiasi periodo della stagione è possibile richiedere un colloquio con i responsabili dell attività. Eventuali delucidazioni di carattere sportivo (conduzione dell allenamento ecc.) sono richiedibili solamente al responsabile tecnico o motorio dell attività. Non è consentito parlare direttamente con l istruttore del bambino, in quanto, quest ultimo, segue le direttive impartite dai suoi responsabili. 7

8 8 10. I campi di allenamento Impianto sportivo CIT TURIN. Corso Francesco Ferrucci, 63, 10138, Torino. Due allenamenti settimanali : martedì - giovedì dalle ore alle ore La struttura comprende un punto ristoro e delle tribune. Il numero di parcheggi nelle zone adiacenti al centro sportivo è limitato PORTIERI MOTORIO INGRESSO IN CAMPO TRIBUNA

9 9 Impianto sportivo NITTI: via nitti, 6,10137,Torino. Due allenamenti settimanali: lunedì mercoledì dalle ore alle ore La struttura comprende un punto ristoro e tribune coperte. Il numero di parcheggi nella zone adiacenti l impianto sportivo è adeguato. 2 GRUPPI MOTORIO 2007 INGRESSO 2008 PORTIERI 2008 IN CAMPO TRIBUNA

10 10 IMPIANTO SPORTIVO OASI LAURA VICUNA: via Laura Vicuna, 8,10000, Rivalta di Torino Torino. Due allenamenti settimanali : mercoledì dalle ore alle sabato mattina dalle ore 10,45 alle ore La struttura comprende un punto ristoro e tribune scoperte. Il numero di parcheggi nella zone adiacenti l impianto sportivo è elevato PORTIERI MOTORIO INGRESSO IN CAMPO TRIBUNA

11 11 IMPIANTO SPORTIVO VANCHIGLIA: via Ragazzoni, 2, Torino. Due allenamenti settimanali : martedì dalle ore alle ore sabato mattina dalle ore alle ore Gli allenamenti si terranno presso il campo di calcio a 8.La struttura comprende un punto ristoro. INGRESSO 2007 IN CAMPO Eventi istituzionali Durante la stagione sportiva la Scuola Calcio Piccoli Amici Torino F.C. partecipa ad eventi istituzionali organizzati dalla scuola stessa, e, a manifestazioni organizzate direttamente dalla Società Torino F.C.. Sfilata Stadio Olimpico. Nel periodo compreso tra novembre e l inizio delle festività natalizie, la società organizza una sfilata presso lo Stadio Olimpico di tutta l attività di base ( dalla categoria esordienti fino al primo anno dei piccoli amici) in occasione di una partita ufficiale di campionato del Torino F.C. Durante il prepartita, I tesserati accompagnati dagli allenatori, istruttori e dirigenti si raduneranno sotto la curva maratona, per ricevere il saluto di giocatori e tifosi. In seguito, tutti i partecipanti verranno ospitati nel settore distinti per assistere all incontro. Festa di Natale. La scuola calcio Piccoli Amici Torino F.C. organizza la festa di Natale interna presso l impianto dell Oasi Laura Vicuńa di Rivalta di Torino. La Festa sancisce la sospensione delle attività sportive dei piccoli amici, che vengono riprese nel mese di gennaio, in concomitanza con l inizio dell attività scolastica. Alla festa partecipano, oltre allo staff tecnico, il cappellano del Torino F.C. Don Aldo Rabino e alcuni dirigenti e/o ex calciatori della società. 4 maggio. In occasione della commemorazione dei caduti di Superga, la Scuola Calcio Piccoli Amici organizza una giornata nel segno del Toro con mini partite a baraonda svolte sul prato del mitico stadio Filadelfia, alle quali seguiranno eventi organizzati dai Toro Club o gruppi di tifosi. La Scuola Calcio partecipa alla S.Messa celebrata presso la basilica di Superga il 4 Maggio alle ore 17:00 da Don. Aldo

12 12 Rabino. Alcuni tesserati, precedentemente selezionati hanno l opportunità di sedere vicino ai calciatori e allo staff tecnico della Prima Squadra durante la celebrazione. Favole Granata. Sempre all interno degli eventi correlati alla commemorazione dei caduti di Superga, è istituito il concorso Favole Granata. Ogni bambino partecipante può scrivere una poesia, un tema, una canzone, effettuare un disegno con tema portante IL TORO E LA SUA STORIA. I vincitori vengono premiati da dirigenti o esponenti della società. Per tutte le informazioni dettagliate consultare il sito ufficiale. Festa di Chiusura della Stagione. La scuola calcio Piccoli Amici Torino F.C. organizza la festa di Chiusura delle stagione sportiva interna presso l impianto dell Oasi Laura Vicuńa di Rivalta di Torino. La Festa sancisce il termine delle attività sportive dei piccoli amici per la stagione sportiva corrente, inaugurando l inizio dei Torino F.C. Summer City Camp, direttamente gestiti dallo staff tecnico dei Piccoli Amici. Alla festa partecipano, oltre allo staff tecnico, alcuni dirigenti e/o ex calciatori della società e personaggi inerenti il mondo Toro. Mundialito. Durante la stagione sportiva, la Scuola Calcio Piccoli Amici Torino F.C. organizza un torneo interno chiamato Mundialito. I bambini iscritti vengono divisi per categorie (fasce d età) e distribuiti nelle varie squadre tramite sorteggio casuale. Il torneo si svolge seguendo le modalità dei raduni della federazione, ovvero, un sabato al mese tutti i convocati si radunano presso l impianto dell Oasi Laura Vicuńa di Rivalta di Torino e svolgono una batteria di partite in accordo con il calendario del torneo. Altri eventi. Durante la stagione sportiva la Scuola Calcio Piccoli Amici può essere coinvolta in eventi istituzionali o internamente organizzati ma non ricorrenti come i predenti. L info Point, il sito ufficiale, la pagina facebook ufficiale e i responsabili dello staff provvederanno a fornire tutte le informazioni necessarie. 12. Notizie Utili Fonti da consultare. Sito Ufficiale della Società: Pagina facebook ufficiale del piccoli amici: Piccoli Amici Torino F.C. Contatti. Sede settore giovanile Torino F.C.: Stadio Olimpico Via Filadelfia 96/b Torino. Orario apertura dal lunedì al venerdì Tel Fax Coordinatore Prof. Cravero Davide Tel Responsabile tecnico Dott. Bosio Matteo tel Responsabile sviluppo fisico-motorio Dott. Federico Abate Daga. Info Point. In ogni campo è presente un info point dove è possibile richiedere informazioni riguardanti la scuola calcio e i vari eventi ad essa correlati. L info Point è aperto soltanto nella fascia centrale della seduta di allenamento (apre dopo l ingresso in campo dei bambini e chiude un quarto d ora prima dell uscita). Ingresso gratuito allo stadio. Tutti i bambini tesserati per il Torino F.C. hanno la possibilità di entrare gratuitamente allo stadio in occasione delle partite ufficiali del Torino F.C.. Per ulteriori informazioni riguardanti l accesso allo stadio a titolo

13 13 gratuito rivolgersi direttamente all info point del campo di appartenenza oppure contattare i numeri sopraindicati. 13. Norme sulla sicurezza

14 Regolamento Interno 1) Spogliatoi. L ingresso agli spogliatoi degli impianti sportivi in cui il Torino F.C. svolge le sue attività è previsto 15 minuti prima dell inizio della seduta di allenamento. Prima di tale orario, non sono garantiti l accesso e la disponibilità dei locali spogliatoio e la supervisione di un membro dello staff del Torino F.C. Tutti gli spogliatoi sono dotati di docce interne, di cui è disponibile l utilizzo. Tuttavia, lo staff del Torino F.C. non fornirà assistenza agli spogliatoi al termine della seduta. Quindi, è obbligatoria la presenza di un accompagnatore all interno degli spogliatoi. 2) Campi di Allenamento. Per i bambini iscritti: non è possibile accedere ai campi di allenamento fino all ora stabilità per l inizio delle seduta. L ingresso è sempre effettuato dallo staff, quindi è vietato l ingresso ai campi da gioco se non espressamente autorizzati e/o accompagnati da un membro dello staff tecnico. Ai genitori non è consentito l accesso ai campi da gioco. 3) Abbigliamento sportivo. Al momento dell iscrizione il Torino F.C. fornisce due tute, due paia di calzettoni, due completi (maglia e pantaloncino), una giacca antipioggia, un giaccone, un cappellino invernale e uno zaino/borsa sportiva tutti forniti dallo sponsor tecnico ufficiale della società. Il materiale ricevuto non può essere personalizzato in modo diretto e permanente attraverso l applicazione di scritte, numeri o immagini. Eventuali segni o scritte identificative potranno essere applicate nelle etichette interne presenti sul materiale. Dopo la scadenza del periodo di prova gratuito, l accesso alle sedute di allenamento è consentito soltanto se si è in possesso della divisa ufficiale della stagione sportiva corrente. Inoltre, non è consentito, allenarsi con orologi, collanine, braccialetti orecchini o altri ornamenti quali bandane, fasce da capitano/polsiere ecc. È consentito l utilizzo, durante il periodo invernale, di maglie e calzamaglie termiche, purché di colore nero, bianco o dello stesso colore della divisa, in accordo con le regole federali vigenti in materia È consigliato avere sempre al seguito la giacca antipioggia, e indossare la tuta durante i mesi invernali. 4) Comportamento all interno dell impianto. Ogni impianto di gioco, non essendo di proprietà diretta del Torino F.C., è in possesso di un suo regolamento interno al quale è necessario attenersi. Lo staff tecnico provvederà a fornire tutte le informazioni relative alla logistica della struttura. Tuttavia, il Torino F.C. ha stilato alcune sue norme di comportamento valevoli in ogni suo centro di formazione. 1) La seduta di allenamento può essere seguita solo ed esclusivamente dalle tribune o dal parterre esterno al campo. 2) Durante lo svolgimento della seduta di allenamento non è ammesso richiamare a se il bambino ed interferire con le indicazioni fornite dall istruttore. 3) Al termine della seduta ogni bambino viene riconsegnato direttamente ai genitori previo riconoscimento da parte del bambino stesso. Perciò, è necessario che il genitore sia fisicamente presente al momento dell uscita. In caso di ritardo previsto o di delega al ritiro del bambino è obbligatorio informare anticipatamente i responsabili dello staff. 4) L istruttore non è tenuto a fornire indicazioni riguardanti l andamento calcistico del

15 bambino. Per qualsiasi informazione, chiarimento o segnalazione rivolgersi direttamente ai responsabili dello staff tecnico. 5) In caso di convocazione a eventi sportivi o istituzionali in cui la società è direttamente coinvolta è necessario presentarsi con l abbigliamento ufficiale fornito dalla società.. 5) Comunicazioni. Tutte le comunicazioni relative agli eventi e alle attività riguardanti la stagione sportiva dei Piccoli Amici saranno trasmesse tramite il sito ufficiale della società, la pagina facebook dei piccoli amici e riunioni genitori- staff tecnico tenute direttamente nell impianto/i di gioco oppure presso la sede del settore giovanile. In ogni impianto, è presente un Info Point ubicato sulle tribune e aperto durante lo svolgimento della parte centrale della seduta. 6) Tesseramento. L iscrizione alla Scuola Calcio Piccoli Amici comporta l automatico tesseramento del bambino alla società Torino F.C. per la stagione sportiva corrente. Come da norme federali, il tesseramento per una società esclude qualsiasi possibilità di aderire e partecipare a eventi sportive provenienti da società esterne a quella per cui si è tesserati. Quindi, per poter partecipare ad attività promosse da altre associazioni o club sportivi facenti parte della stessa federazione (FIGC) è necessario il rilascio del nullaosta da parte del Torino F.C. 15

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO Le capacità cognitive richieste per far fronte alle infinite modalità di risoluzione dei problemi motori e di azioni di gioco soprattutto

Dettagli

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo I corsi del C.A.S. in collaborazione con le Scuole Sci Monte Pora, Spiazzi, Vareno, 90 Foppolo e Alta Valle Brembana Stagione 2010-2011 Formula Località Giorno e Orario Livelli Età bus (*) White M. Pora

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE La programmazione nel settore giovanile P R O G R E S S I O N I D I D A T T I C H E, S

Dettagli

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015.

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015. CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014 Ai Docenti Agli Studenti Al Personale A.T.A. Alle Famiglie Al D.S.G.A. Oggetto: Piano delle attività a.s. 2014-2015 Si trasmette, in allegato, il piano delle attività

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio Lo sport è caratterizzato dalla RICERCA DEL CONTINUO MIGLIORAMENTO dei risultati, e per realizzare questo obiettivo è necessaria una PROGRAMMAZIONE (o piano di lavoro) che comprenda non solo l insieme

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO

REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO Parte I Attribuzioni, struttura e organizzazione del Settore Tecnico Art. 1 Attribuzioni e funzioni 1. Il Settore Tecnico della F.I.G.C., tenuto anche conto delle esperienze

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

FULGOR ACADEMY 2014-15

FULGOR ACADEMY 2014-15 PRIMI CALCI 2009-2010 OBIETTIVI: Conoscenza del proprio corpo (giochi ed esercizi coordinativi) Rispetto delle regole e del gruppo di cui si fa parte Conoscenza del pallone Capacità di eseguire un gesto

Dettagli

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N.

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. 1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. A) Disposizioni generali [1] Il vincolo di tesseramento degli atleti in favore delle società è temporaneo e la sua durata e l eventuale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

abbonamenti 2015.2016

abbonamenti 2015.2016 abbonamenti 2015.2016 FARE DEL NOSTRO STADIO UNA FORTEZZA Caro Interista, San Siro e piu bello quando ci sei tu, io lo so bene. L ho visto vibrare nelle sue notti piu belle. Ho sentito la spinta, la voglia

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A.

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. Art. 1 - Organi tecnici A. ORGANI TECNICI NAZIONALI Gli Organi Tecnici Nazionali dell A.I.A. composti da un Responsabile e più componenti, sono:

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14 STTUTO COMPRENSVO UGO FOSCOLO SCUOLA SECONDARA D 1 GRADO PANO ANNUALE DELLE ATTVTA' A.S. 2013/14 PROT. N. 5991 /A-19 Vescovato, 19/09/2013 Data Giorno Sedi scolastiche Classi Orario Durata ATTVTA' COLLEGO

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

30-APRILE/03 MAGGIO-2015.

30-APRILE/03 MAGGIO-2015. INFORMAZIONI GENERALI Il corso ISA 2015 DISCIPLINE OLIMPICHE è un corso formativo ed evolutivo relativamente alle discipline della Fossa Olimpica Skeet Double Trap, e viene organizzato per la 1 volta in

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani Il programma ideato da Luigi Pelizzari con il Patrocinio del Comitato Regionale Lombardo della

Dettagli

C.L. Tecniche della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro Polo di Rieti. Calendario Lezioni 3 anno 2 Semestre - A.A.

C.L. Tecniche della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro Polo di Rieti. Calendario Lezioni 3 anno 2 Semestre - A.A. I Settiman 2-6 Ore Lunedi 2 Martedi 3 Mercoledi 4 Giovedì 5 Venerdì 6 II 09-13 Ore Lunedì 9 Martedì 10 Mercoledì 11 Giovedì 12 Venerdì 13 III 16-20 Ore Lunedì 16 Martedì 17 Mercoledì 18 Giovedì 19 Venerdì

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

FIN - Comitato Regionale Ligure

FIN - Comitato Regionale Ligure FIN - 1. 0 NORMATIVE GENERALI Iscrizioni alle gare 1. Le iscrizioni alle gare vanno effettuate tramite procedura online dal sito http://online.federnuoto.it/iscri/iscrisocieta.php utilizzando il software

Dettagli

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche Parte Prima Il censimento del calcio italiano Sezione 1 Statistiche 17 La Federazione Italiana Giuoco Calcio Settori Settore tecnico Settore Giovanile e Scolastico Società 14.90 di cui: Professionistiche

Dettagli

programmazione didattica modulo 1 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE: FATTORE TECNICO-COORDINATIVO: passaggio/ricezione colpire la palla al volo

programmazione didattica modulo 1 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE: FATTORE TECNICO-COORDINATIVO: passaggio/ricezione colpire la palla al volo Schede operative categoria Esordienti CATEGORIA ESORDIENTI società: istruttore: stagione sportiva: RICORDATI CHE In questo mese inizia l attività didattica programmata dopo che nel periodo precedente si

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

Uno contro uno in movimento attacco

Uno contro uno in movimento attacco Uno contro uno in movimento attacco Utilizzando gli stessi postulati di spazio/tempo, collaborazioni, equilibrio analizziamo l uno contro uno in movimento. Esso va visto sempre all interno del gioco cinque

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori Regolamento sullo status e sui trasferimenti dei calciatori 1 REGOLAMENTO SULLO STATUS E SUL TRASFERIMENTO DEI CALCIATORI... 3 DEFINIZIONI... 4 I. DISPOSIZIONE INTRODUTTIVA... 5 II. STATUS DEI CALCIATORI...

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Tessera del Tifoso Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Indice degli argomenti Cos è la tessera del tifoso I punti

Dettagli

Classe di abilitazione A019 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione A019 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione A019 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI ALTRE DISPOSIZIONI Vengono di seguito fornite le informazioni relative a: campo di gioco attrezzature controlli preliminari modulo CAMP3 componenti delle squadre assenza della squadra o degli Ufficiali

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

SAMEV 24/10/2013 08.57 - Pagina 1. Lunedì 30/09 Martedì 01/10 Mercoledì 02/10 Giovedì 03/10 Venerdì 04/10 8h00

SAMEV 24/10/2013 08.57 - Pagina 1. Lunedì 30/09 Martedì 01/10 Mercoledì 02/10 Giovedì 03/10 Venerdì 04/10 8h00 SAMEV 24/10/2013 08.57 - Pagina 1 Scienze Forestali e Ambientali I liv. - 3 anno - dal 30 settembre al 04 ottobre 2013 Lunedì 30/09 Martedì 01/10 Mercoledì 02/10 Giovedì 03/10 Venerdì 04/10 Aula 9 Aula

Dettagli

1 Campionato Provinciale 2012-13 C7. Calendario incontri UNICO

1 Campionato Provinciale 2012-13 C7. Calendario incontri UNICO 1 Campionato Provinciale 2012-13 C7 Calcio a 7 Calendario incontri UNICO Squadre partecipanti AMICI DEL LIDER-UDINESE AUGURESE-SAMPDORIA BOSETTI BOYS-MILAN DARIO-JUVENTUS 2 MAGLIA DREAM TEAM-LAZIO VENI

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Orario provvisorio delle lezioni Scuola di Specializzazione AIPSAC a.a. 2010-2011

Orario provvisorio delle lezioni Scuola di Specializzazione AIPSAC a.a. 2010-2011 Orario provvisorio delle lezioni Scuola di Specializzazione AIPSAC a.a. 2010-2011 I Anno Novembre 2010 Fasce orarie Venerdì 19 novembre Sabato 20 novembre Seminario di inaugurazione Laboratorio analisi

Dettagli

Classe di abilitazione C110 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C110 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C110 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 www.federnuoto.piemonte.it nuoto@federnuoto.piemonte.it INDICE REGOLAMENTO ATTIVITÀ...pag.4 AVVERTENZE DI CARATTERE GENERALE...pag.5 ISCRIZIONI...pag.6 Norme generali...pag.6

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Istituto Comprensivo 1 F. GRAVA CONEGLIANO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012/ 2013 A pagina 2 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA MEDIA A pagina 9 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

INFORMAZIONI E CONDIZIONI GENERALI

INFORMAZIONI E CONDIZIONI GENERALI INFORMAZIONI E CONDIZIONI GENERALI Con l'accesso, la visualizzazione, la navigazione o l'utilizzo del materiale o dei servizi disponibili in questo sito o attraverso di esso, l'utente indica di aver letto

Dettagli

Capacità Cognitive - Parte I

Capacità Cognitive - Parte I In questo articolo andremo ad analizzare la relazione che intercorre tra le capacità cognitive e le capacità tattiche, trattando in modo dettagliato una possibile progressione didattica realizzabile in

Dettagli

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI appunti dalla lezione del 19 maggio 2002 al Clinic di Riccione relatore Maurizio Cremonini, Istruttore Federale Set. Scol. e Minibasket I BAMINI DEVONO SCOPRIRE CIO DI CUI

Dettagli

CAPITOLO I - COSTITUZIONE

CAPITOLO I - COSTITUZIONE CAPITOLO I - COSTITUZIONE ART. 1- FONDAZIONE E' fondata per coloro che aderiscono e aderiranno al presente statuto, che prende vigore immediato, un' associazione per la pratica e la diffusione del Viet

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

47 Anno Domini Triathlon Festival

47 Anno Domini Triathlon Festival 47 Anno Domini Triathlon Festival Campionati Italiani Assoluti di Triathlon Sprint Staffetta a squadre Coppa Crono a Squadre Sabato 05 ottobre 2013 Domenica 06 ottobre 2013 Parco Le Bandie, Lovadina (TV)

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

NUOTO NUOTO LIBERO ASSISTITO ACQUA BABY 0-3 ANNI 49 150 275 675 SCUOLA NUOTO BABY 3-4 ANNI 49 130 240 585 SCUOLA NUOTO BAMBINI 5-10 ANNI

NUOTO NUOTO LIBERO ASSISTITO ACQUA BABY 0-3 ANNI 49 150 275 675 SCUOLA NUOTO BABY 3-4 ANNI 49 130 240 585 SCUOLA NUOTO BAMBINI 5-10 ANNI NUOTO ISCRIZIONE BIMESTRALE QUADRIMESTRALE ANNUALE (11 MESI) NUOTO LIBERO ASSISTITO Every Day Ingresso Singolo n.d. 240 540 18 X n 1 Ingresso (con phon e docce gratis, bracciale rilasciato con documento

Dettagli

ASPETTI LEGATI ALLA GESTIONE DI UNA SQUADRA DI GIOVANISSIMI

ASPETTI LEGATI ALLA GESTIONE DI UNA SQUADRA DI GIOVANISSIMI SETTORE TECNICO FIGC COVERCIANO Corso master Uefa Pro di prima categoria 2012-2013 ASPETTI LEGATI ALLA GESTIONE DI UNA SQUADRA DI GIOVANISSIMI Candidato: Mark Iuliano Relatore: Dott.ssa Maria Grazia Rubenni

Dettagli

Ospitalità. inter STAGIONE SPORTIVA 2013/14 INTER.IT

Ospitalità. inter STAGIONE SPORTIVA 2013/14 INTER.IT Ospitalità inter STAGIONE SPORTIVA 2013/14 INTER.IT Il nuovo modo di vivere la partita Mai da soli e sempre nel modo migliore. Può riassumersi così la filosofia dell ospitalità che l Inter offre per la

Dettagli

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI IL VOSTRO LAVORO E LA VOSTRA PASSIONE I VOSTRI CAVALLI La nostra iniziativa vuole essere un aiuto agli allevatori per raggiungere ogni potenziale cliente e trasformarlo

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Federazione Italiana Nuoto. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014

Federazione Italiana Nuoto. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014 Federazione Sportiva Nazionale riconosciuta dal Coni Federazione Italiana Nuoto F.I.N.A. LE.N. I.LS.E. I.L.S. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014 Ai Presidenti dei Comitati

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015 RESIDENZA AL MARE Alassio Stagione 2014-2015 Periodi e tariffe giornaliere di soggiorno: PERIODO DAL AL SOCI AGOAL AGGREGATI NOTE Festività fine Anno 28/12/2014 02/01/2015 72,00 77,00 Periodo non frazionabile

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI 1 All. 2) GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 La Scuola Comunale dell Infanzia assume e valorizza le differenze individuali dei bambini nell ambito del processo

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011.

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Alle Compagnie Ai Comitati Regionali Loro Sedi Rif.: 049/2010. Milano, 1 ottobre 2010. Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Gentile Presidente, con il rinnovo del tesseramento per il 2011, colgo l'occasione

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Tirocinio indiretto per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Studentesse/Studenti senza riduzione oraria: 75 ore indiretto, di queste 15 ore dedicate all inclusione Studentesse/Studenti

Dettagli

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI DAGLI AMATORI AI PROFESSIONISTI DI FATTO ATTRAVERSO LO STUDIO DELLE SOCIETÀ CALCISTICHE a cura di MATTEO SPERDUTI 2 0 1 5 INDICE ACRONIMI E ABBREVIAZIONI......

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S.

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S. Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENMENTO C.A.S. Ringraziamo per aver prontamente risposto al nostro questionario relativo ai Centri di Avviamento al Canottaggio

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

Comitato Regionale del Piemonte

Comitato Regionale del Piemonte Il Comitato Regionale ha programmato anche per quest anno il Progetto Giovani, il cui Regolamento Nazionale presenta una novità importante riguardante le sedi di svolgimento che saranno abbinate alle tappe

Dettagli