Laboratorio Nazionale di Riferimento Metodi a Singolo Residuo. I risultati delle prove interlaboratorio

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Laboratorio Nazionale di Riferimento Metodi a Singolo Residuo. I risultati delle prove interlaboratorio"

Transcript

1 Laboratorio Nazionale di Riferimento Metodi a Singolo Residuo. I risultati delle prove interlaboratorio Workshop 2014: Laboratori Nazionali di Riferimento AO/FV/SRM e Laboratori Ufficiali per l analisi di residui di antiparassitari in alimenti. Angela Santilio Istituto Superiore di Sanità Dipartimento Ambiente e Connessa Prevenzione Primaria Reparto Antiparassitari

2 INTRODUZIONE EUPT Lenticchie 2012 EUPT Patate 2013

3 EUPT LENTICCHIE

4 EUPT LENTICCHIE CAMPIONE ADDIZIONATO ANONIMO CAMPIONE NON ADDIZIONATO BIANCO

5 EUPT LENTICCHIE Composti Programma di monitoraggio 2012 MRRL 2,4-D (acido libero) Si 0.02 Avermectina B1a Si 0.02 Ione Bromuro Si 3 Chlormequat (catione) Si 0.02 Chlorthalonil Si 0.01 Cyromazine Si 0.02 Dichlorprop incluso Dichlorprop-p (acido libero) No 0.02 Ditiocarbammati espresso come CS2 Si 0.05 Ethefon Si 0.02 Fenbutatin Ossido Si 0.02 Fluazifop compreso Fluazifop-p (acido libero) Si 0.02 Glyfosate Si 0.05 Haloxyfop compreso Haloxyfop-R (acido libero) Si 0.02 MCPA (acido libero) No 0.02 Mepiquat (catione) Si 0.02 Propamocarb Si 0.02

6 EUPT LENTICCHIE ID Laboratorio Composto Risultato (mg/kg) z-score Valore assegnato (mg/kg) 1(45) Ione bromuro (46) Ione bromuro Ditiocarbammati Chlorthalonil (0.122) 3 (53) 2,4-D Ione Bromuro Ditiocarbammati Chlorthalonil (0.122) Fenbutatin ossido (-1.50) (0.214) 4 (61) Chlorthalonil (0.07) (0.122) Cyromazine (-0.39)(-0.53) 0.351(0.380) (0.395) 5(70) Chlorthalonil (1.54) (0.122)

7 EUPT LENTICCHIE ID Laboratorio Composto Risultato (mg/kg) Z-score Valore assegnato (mg/kg) 6 (73) Ione Bromuro Ditiocarbammati Chlorthalonil (0.59) (0.122) 7 (77) 2,4-D Ditiocarbammati Chlorthalonil (0.13) (0.122) Cyromazine (-2.09) (2.179) 0.351(0.380) (0.395) 8 (78) 2,4-D Chlorthalonil (-0.39) (0.122) Cyromazine (1.89) (1.67) 0.351(0.380) (0.395) Fenbutatin Ossido (1.23) (0.214) 9 (127) 2,4-D Chlorthalonil (0.36) (0.122) Cyromazine (-0.31) (-0.45) 0.351(0.380) (0.395) Fenbutatin Ossido (-0.62) (0.214)

8 EUPT LENTICCHIE 33% Fenbutatin Ossido 44% 2,4-D 44% Ione Bromuro 44% Dititocarbammati 44% Cyromazina Chlorthalonil 88% Percentuale dei laboratorio rispetto ai composti analizzati

9 % composti analizzati EUPT LENTICCHIE Numero dei laboratori Percentuale dei laboratori rispetto ai composti presenti nel campione

10 EUPT LENTICCHIE 2,4-D Per il 2,4-D tutti i laboratori che hanno fornito i risultati hanno utilizzato il metodo EN/ (RR) QuEChERS accoppiato alla cromatografia liquida mediante spettrometria di massa triplo quadrupolo (LC/MS/MS). Il metodo prevede l estrazione con CH3CN senza purificazione su PSA, data la natura del composto. Solo un laboratorio ha acidificato l estratto finale con acido formico 1% prima della determinazione strumentale. Tutti i laboratori hanno utilizzato lo standard in matrice per la determinazione quantitativa. Un laboratorio ha utilizzato lo standard interno quale 4-chloro 2,5-dimetil phenoxy acido.

11 EUPT LENTICCHIE Ione bromuro La determinazione dello ione bromuro è stata effettuata mediante estrazione con acqua seguita da purificazione mediante cartucce di C 18. La determinazione strumentale è stata condotta mediante rivelatore a conducibilità. Un laboratorio ha utilizzato il metodo proposto da EURL-SRM utilizzando come standard interno il 3-bromo-1-propanolo.

12 EUPT LENTICCHIE Chlorthalonil Il Chlorthalonil è stato determinato mediante applicazione del metodo proposto da EURL-SRM (QueChERS modificato) seguito da determinazione mediante gas cromatografia accoppiata a spettrometria di massa (GC/MSD) e con gas cromatografia con rivelatore a cattura di elettroni (GC- ECD). Un laboratorio ha utilizzato un metodo di estrazione diverso da quello proposto da EURL-SRM che prevede l estrazione con diclorometano su terre di diatomee seguito da determinazione mediante GC/MSD.

13 EUPT LENTICCHIE Cyromazina La Cyromazina è stata determinata applicando il metodo EN QueChERS modificato e il metodo proposto da EURL- SRM QuPPe vers.6. Tutti i laboratori che hanno analizzato la Cyromazina hanno utilizzato la cromatografia liquida accoppiata alla spettrometria di massa triplo quadrupolo (LC/MS/MS). Un laboratorio ha utilizzato lo standard interno Trifenilfosfato per la determinazione quantitativa.

14 EUPT LENTICCHIE Fenbutatin Ossido Tutti i laboratori che hanno determinato il Fenbutatin ossido hanno utilizzato il metodo EN (RR), solo un laboratorio ha utilizzato lo standard interno Trifenilfosfato e tutti hanno determinato il Fenbutatin ossido mediante cromatografia liquida accoppiata alla spettrometria di massa triplo quadrupolo (LC/MS/MS).

15 EUPT LENTICCHIE Ditiocarbammati La determinazione dei ditiocarbammati è stata condotta, previa riduzione a CS 2 con SnCl/HCl, mediante spettrofotometria UV/Vis. Un laboratorio ha utilizzato un metodo differente dalla spettrofotometria, il metodo prevede la determinazione mediante gas cromatografia con rivelatore a cattura di elettroni (GC/ECD) e l uso di cloroformio come standard interno.

16 CONCLUSIONI EUPT 2012 Per l Italia hanno partecipato 12 laboratori ufficiali su 22 totali, i rimanenti laboratori hanno inviato una giustificazione per la non partecipazione. La giustificazione più comune è stata quella relativa alla complessità delle metodologie da applicare e alla mancanza di strumentazione idonea alla determinazione delle sostanze nella lista. Dalle giustificazioni comunque emerge la volontà dei laboratori di migliorare le strutture per poter assicurare la partecipazione a questo tipo di PT e assicurare i controlli previsti dai piani di monitoraggio europeo per le tipologie di composti previsti da EURL-SRM. I laboratori partecipanti hanno determinato pochi composti rispetto alla lista fornita da EURL-SRM di conseguenza non avendo raggiunto il 90% dei composti da analizzare non sono stati classificati in categoria A.

17 EUPT PATATE 2013

18 EUPT PATATE Nel periodo tra Aprile e Maggio 2013 è stato condotto il Proficiency Test (PT) sulle patate. Ai Laboratori partecipanti arrivarono un campione di purea di patate incognito da analizzare e un campione non addizionato (bianco) per la verifica del bianco e per eventuali prove di recupero.

19 EUPT PATATE Composti Programma di monitoraggio 2013 MRRL 2,4-D (acido libero) Si 0.01 Captan Si 0.01 Chlormequat (catione) Si 0.01 Chlorthalonil Si 0.01 Cyromazine Si 0.01 Dicofol (p,p isomero) Si 0.01 Ethefon Si 0.02 Fenbutatin Ossido Si 0.01 Fluazifop (acido libero) Si 0.01 Folpet Si 0.01 Glyfosate Si 0.05 Haloxyfop (acido libero) Si 0.01 Mepiquat (catione) Si 0.01 Composti facoltativi (non considerati per la classificazione del laboratorio) Diquat (dicatione) No 0.02 Fentin (espresso come triphenyltin catione) No 0.01 Fosetil allumino (espresso come fosetyl) No 0.05 Glufosinate No 0.05 Idrazide maleica No 0.05 BAC-C10 No (programma ad hoc) 0.1 BAC-C12 No (programma ad hoc) 0.1 BAC-C14 No (programma ad hoc) 0.1 BAC-C16 No (programma ad hoc) 0.1 DDAC-C10 No (programma ad hoc) 0.1

20 % composti analizzati EUPT PATATE Numero dei laboratori Percentuale dei laboratori rispetto ai composti presenti nel campione

21 EUPT PATATE Percentuale dei laboratori rispetto ai composti analizzati

22 EUPT PATATE ID Laboratorio Composto Risultato (mg/kg) z-score Valore assegnato (mg/kg) 1(18) Captan Folpet (22) Captan Folpet Cyromazine Dicofol Mepiquat (34) Cyromazine BAC-C DDAC-C (44) Captan Folpet Dicofol (47) Captan Cyromazine Fenbutatin ossido Folpet Haloxyfop Mepiquat

23 EUPT PATATE ID Laboratorio Composto Risultato (mg/kg) z-score Valore assegnato (mg/kg) 6 (55) Captan Fenbutatin ossido Folpet Haloxyfop Mepiquat BAC-C DDAC-C (60) BAC-C DDAC-C (96) Captan Falso Negativo Dicofol Folpet BAC-C DDAC-C (97) Captan Dicofol Folpet (128) Captan Cyromazine Dicofol Folpet (130) Captan Cyromazine Dicofol Folpet Haloxyfop Mepiquat

24 EUPT PATATE ID Laboratorio Composto Risultato (mg/kg) z-score Valore assegnato (mg/kg) 12(134) Cyromazine Fenbutatin ossido Haloxyfop Mepiquat Fentin BAC-C DDAC-C (137) Captan Dicofol Folpet

25 CONCLUSIONI EUPT PATATE Per l Italia parteciparono 13 Laboratori su 18. Tutti i 13 laboratori inviarono i risultati. I cinque laboratori non partecipanti inviarono giustificazione alla non partecipazione in particolare perché i metodi singoli non rientravano nel loro scopo.

26 CONCLUSIONI Numero dei laboratori limitato, anche se aumentato rispetto agli anni precedenti. La giustificazione più comune è stata quella relativa alla complessità delle metodologie da applicare e alla mancanza di strumentazione idonea alla determinazione delle sostanze nella lista. Emerge l impegno da parte dei laboratori di migliorare le strutture per poter assicurare la partecipazione ai PT Europei e assicurare i controlli previsti nei piani di monitoraggio europei per le tipologie di composti a singolo residuo.

27

AGGIORNAMENTI SULL ANALISI DEI RESIDUI DI PESTICIDI MEDIANTE METODI A SINGOLO RESIDUO NELL AMBITO DEI PROFICIENCY TEST EUROPEI E NAZIONALI

AGGIORNAMENTI SULL ANALISI DEI RESIDUI DI PESTICIDI MEDIANTE METODI A SINGOLO RESIDUO NELL AMBITO DEI PROFICIENCY TEST EUROPEI E NAZIONALI AGGIORNAMENTI SULL ANALISI DEI RESIDUI DI PESTICIDI MEDIANTE METODI A SINGOLO RESIDUO NELL AMBITO DEI PROFICIENCY TEST EUROPEI E NAZIONALI Workshop «Laboratori Nazionali di Riferimento AO/CF/FV/SRM e Laboratori

Dettagli

Validazione dei metodi a singolo residuo per la determinazione dei residui di fitofarmaci in prodotti di origine vegetale

Validazione dei metodi a singolo residuo per la determinazione dei residui di fitofarmaci in prodotti di origine vegetale IX Convegno "Attività dell'amministrazione Pubblica in materia di controllo dei residui di fitofarmaci negli alimenti 17 Novembre 2011 Validazione dei metodi a singolo residuo per la determinazione dei

Dettagli

Pesticidi analizzabili con metodi a singolo residuo: risultati preliminari del monitoraggio in Umbria

Pesticidi analizzabili con metodi a singolo residuo: risultati preliminari del monitoraggio in Umbria Pesticidi analizzabili con metodi a singolo residuo: risultati preliminari del monitoraggio in Umbria Roma, 29 Marzo 2017 Angela Paoloni Ivan Pecorelli OBIETTIVI RICERCA CORRENTE IZSUM SVILUPPO DI 3 METODO

Dettagli

Analisi di residui di fitofarmaci in alimenti: il percorso analitico e i prossimi obiettivi di APPA BZ. Christian Bachmann Roma, 17/11/2016

Analisi di residui di fitofarmaci in alimenti: il percorso analitico e i prossimi obiettivi di APPA BZ. Christian Bachmann Roma, 17/11/2016 Abteilung 29 Landesagentur für Umwelt Amt 29.3 Labor für Wasseranalysen und Chromatographie Ripartizione 29 Agenzia provinciale per l ambiente Ufficio 29.3. Laboratorio analisi acque e cromatografia Analisi

Dettagli

Angela Santilio. Istituto Superiore di Sanità Dipartimento Ambiente e Salute

Angela Santilio. Istituto Superiore di Sanità Dipartimento Ambiente e Salute I METODI DI ANALISI PER I PRODOTTI FITOSANITARI NELL AMBITO DEI TEST INTER-LABORATORIO INTERNAZIONALI Corso ID 005C17 Metodi analitici per il controllo ufficiale dei prodotti fitosanitari. Angela Santilio

Dettagli

Piano di controllo residui negli alimenti di origine vegetali: considerazioni sull'attività

Piano di controllo residui negli alimenti di origine vegetali: considerazioni sull'attività Piano di controllo residui negli alimenti di origine vegetali: considerazioni sull'attività Marco Morelli, Arpa Emilia Romagna, Laboratorio Tematico Fitofarmaci Roma, 19 novembre 2015 Agenzie ambientali:

Dettagli

REGISTRO DELLE LEZIONI 2005/2006. Tipologia. Addì Tipologia. Addì Tipologia

REGISTRO DELLE LEZIONI 2005/2006. Tipologia. Addì Tipologia. Addì Tipologia Presentazione del corso. Modalità di svolgimento della prova di esame. Introduzione all'analisi organica qualitativa. Analisi organica qualitativa: comportamento alla calcinazione. Saggio di Laissagne

Dettagli

NUOVE ESIGENZE NELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI: RICERCA DI NUOVE SOSTANZE ATTIVE E VALUTAZIONE DEL RISPETTO DI ARfD

NUOVE ESIGENZE NELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI: RICERCA DI NUOVE SOSTANZE ATTIVE E VALUTAZIONE DEL RISPETTO DI ARfD NUOVE ESIGENZE NELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI: RICERCA DI NUOVE SOSTANZE ATTIVE E VALUTAZIONE DEL RISPETTO DI ARfD Maria Rosaria Taurino Franco Gallone TORINO 6-7 DICEMBRE 2007 ATTIVITA

Dettagli

Buzzi Lab. Analisi e Ricerche Industriali

Buzzi Lab. Analisi e Ricerche Industriali Buzzi Lab Analisi e Ricerche Industriali Buzzi Lab Buzzi Lab è stato fondato nel 1896 da Tullio Buzzi per verificare la compisiozone chimica e la qualità dei coloranti prodotti in Germania per le aziende

Dettagli

Impianti pilota e strumentazione

Impianti pilota e strumentazione Impianti pilota e strumentazione Il Dipartimento Vegetali è dotato di: cromatografi liquidi muniti di vari tipi di rivelatori (rifrattometrico, UV-VIS, conduttimetrico, amperometrico pulsato, fluorimetrico,

Dettagli

LE PROVE AMBIENTALI UNICHIM RIUNIONE PLENARIA LABORATORI MILANO

LE PROVE AMBIENTALI UNICHIM RIUNIONE PLENARIA LABORATORI MILANO LE PROVE AMBIENTALI UNICHIM RIUNIONE PLENARIA LABORATORI MILANO 19.11.2015 Confronto tra GC/MS, GC/MS-MS e HRGC-MS nella determinazione dei POLICLOROBIFENILI (PCB) in matrici solide ambientali: confronto

Dettagli

Fulvio Prof. Magni Corso di laurea di Tecnici di Laboratorio BioMedico III anno. Scopo

Fulvio Prof. Magni Corso di laurea di Tecnici di Laboratorio BioMedico III anno. Scopo Scienze Tecniche di Medicina e di Laboratorio Fulvio Prof. Magni Corso di laurea di Tecnici di Laboratorio BioMedico III anno Scopo Messa a punto di un metodo analitico per valutazioni: - Qualitative -

Dettagli

Controllo dei residui di fitofarmaci nei vegetali:esperienza del laboratorio di controllo qualità nell industria alimentare

Controllo dei residui di fitofarmaci nei vegetali:esperienza del laboratorio di controllo qualità nell industria alimentare Controllo dei residui di fitofarmaci nei vegetali:esperienza del laboratorio di controllo qualità nell industria alimentare Sicurezza alimentare ed autenticità dei cibi - Bologna 23_06_2016 Renzo Boni-

Dettagli

RISULTATI DEI LABORATORI ITALIANI PARTECIPANTI A EUPT-CF10 SU FARINA DI SEGALE. Barbara Vivaldi. N.R.L. for pesticides in cereals and feed

RISULTATI DEI LABORATORI ITALIANI PARTECIPANTI A EUPT-CF10 SU FARINA DI SEGALE. Barbara Vivaldi. N.R.L. for pesticides in cereals and feed RISULTATI DEI LABORATORI ITALIANI PARTECIPANTI A EUPT-CF10 SU FARINA DI SEGALE Barbara Vivaldi N.R.L. for pesticides in cereals and feed Workshop 2017 LNR AO/CF/FV/SRM e Lab. Ufficiali per l analisi dei

Dettagli

Chimica Analitica II

Chimica Analitica II Chimica Analitica II Corso di laurea triennale in Chimica Obiettivo del corso conoscenza dei principi fondamentali e della strumentazione relativi a tecniche analitiche strumentali di uso comune Durata

Dettagli

Risultati dei laboratori italiani partecipanti al EUPT AO-10 su miele (2015) ed aggiornamenti per i laboratori ufficiali

Risultati dei laboratori italiani partecipanti al EUPT AO-10 su miele (2015) ed aggiornamenti per i laboratori ufficiali Risultati dei laboratori italiani partecipanti al EUPT AO-10 su miele (2015) ed aggiornamenti per i laboratori ufficiali (patrizia.pelosi@iss.it) Istituto Superiore di Sanità - Roma Dipartimento Ambiente

Dettagli

Nichel negli alimenti

Nichel negli alimenti Nichel negli alimenti Marina Patriarca e Paolo Stacchini LNR Metalli pesanti negli alimenti Dipartimento di Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare Istituto Superiore di Sanità Necessario disporre

Dettagli

Composti Organici Volatili (VOC)

Composti Organici Volatili (VOC) Messina 29-03-08 Composti Organici Volatili (VOC) Con il termine (VOC) viene indicato un insieme di sostanze in forma liquida o di vapore, con un punto di ebollizione che va da un limite inferiore di 50-100

Dettagli

QUICK POLAR PESTICIDES METHOD

QUICK POLAR PESTICIDES METHOD QUICK POLAR PESTICIDES METHOD Quick Polar Pesticides Method Il metodo QuPPe consente l analisi dei residui di pesticidi molto polari, non adatti al metodo QuEChERS, sia negli alimenti di origine vegetale

Dettagli

ANALISI DEI PRODOTTI FITOSANITARI E SUPPORTO ANALITICO AI LABORATORI PER IL CONTROLLO: ESPERIENZE E CRITICITA

ANALISI DEI PRODOTTI FITOSANITARI E SUPPORTO ANALITICO AI LABORATORI PER IL CONTROLLO: ESPERIENZE E CRITICITA ANALISI DEI PRODOTTI FITOSANITARI E SUPPORTO ANALITICO AI LABORATORI PER IL CONTROLLO: ESPERIENZE E CRITICITA Angela Santilio Istituto Superiore di Sanità Dipartimento di Ambiente e Connessa Prevenzione

Dettagli

applicazioni di cromatografia gas massa serale 30 ore

applicazioni di cromatografia gas massa serale 30 ore chimica e ambiente chimica applicazioni di cromatografia gas massa serale 30 ore Il percorso formativo prevede un breve ripasso dei principi teorici e delle caratteristiche strumentali della spettrometria

Dettagli

MATERIALE O PRODOTTO DA PROVARE

MATERIALE O PRODOTTO DA PROVARE Acido Acetico campionamento per adsorbimento su substrato solido alcalino (CROMOSORB P 20/40 MESH 5% NA2CO3). Dosaggio HPLC- UV vis Acido cianidrico campionamento: gorgogliamento dell aria ambiente in

Dettagli

2. SISTEMA DI PURIFICAZIONE CROMATOGRAFICA A MEDIA PRESSIONE (Biotage).

2. SISTEMA DI PURIFICAZIONE CROMATOGRAFICA A MEDIA PRESSIONE (Biotage). 1. APPARECCHIO PER REAZIONI A MICROONDE (Cem). Apparecchio per reazioni a microonde con sistema di sfiato automatico delle sovrappressioni, che consente di condurre reazioni che superano i 300 psi (20

Dettagli

Latina, 17 Novembre 2011

Latina, 17 Novembre 2011 Determinazione di ibuprofene in acque superficiali, sotterranee e di scarico. scarico. Progetto EMAS di Distretto finalizzato all Attestato APO (Ambiti Produttivi Omogenei) e al supporto delle singole

Dettagli

Residui nelle uve e nei mosti

Residui nelle uve e nei mosti Residui nelle uve e nei mosti Dott. Giuseppe Vassanelli Laboratorio enologico agroalimentare VASSANELLI LAB Lunedì 20 Giugno 2016, Servizi Fitosanitari Regione Veneto - Buttapietra INTRODUZIONE Gli agrofarmaci

Dettagli

ALLEGATO 2 PARTE A CHLORPYRIFOS-METHYL 0,05* 0,01* 0,01* (salvo 0207 carne pollame) 0207 carne pollame. carni di bovini, ovini e caprini

ALLEGATO 2 PARTE A CHLORPYRIFOS-METHYL 0,05* 0,01* 0,01* (salvo 0207 carne pollame) 0207 carne pollame. carni di bovini, ovini e caprini ALLEGATO 2 PARTE A LIMITI MASSIMI DI RESIDUI AMMESSI NEI PRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE, ELENCATI NELL ALLEGATO 1D DEL D.M. 19 MAGGIO 2000, IN ATTUAZIONE DI DISPOSIZIONI COMUNITARIE. Limiti massimi in mg/kg

Dettagli

PIANO DELLE UDA Terzo Anno

PIANO DELLE UDA Terzo Anno ITIS ENRICO MEDI PIANO DI STUDIO DELLA DISCIPLINA Chimica organica (indirizzo biotecnologie ambientali) PIANO DELLE UDA Terzo Anno UDA COMPETENZE UDA ABILITÀ UDA CONOSCENZE UDA UDA N. 1 Rappresentare una

Dettagli

RT-27 Prescrizioni per l'accreditamento degli organizzatori delle prove valutative interlaboratorio

RT-27 Prescrizioni per l'accreditamento degli organizzatori delle prove valutative interlaboratorio ACCREDIA L ente italiano di accreditamento RT-27 Prescrizioni per l'accreditamento degli organizzatori delle prove valutative interlaboratorio Paolo Bianco Direttore Dipartimento Laboratori di prova Via

Dettagli

Norme in Vigore. pag. 1/7

Norme in Vigore. pag. 1/7 Elenco Norme Abbonamento UNICOU530005 Ambiente - Ambiente - Suolo e rifiuti Totale norme 132 di cui 93 in lingua inglese Aggiornato al 13/11/2017 02:46:16 Norme in Vigore UNI EN ISO 11272:2017 Data Pubblicazione:

Dettagli

La titolazione è un metodo di analisi chimica per la misura della concentrazione di una data sostanza in soluzione.

La titolazione è un metodo di analisi chimica per la misura della concentrazione di una data sostanza in soluzione. Tecniche di analisi chimica Prof. Marcello Romagnoli Titolazione La titolazione è un metodo di analisi chimica per la misura della concentrazione di una data sostanza in soluzione. Una quantità nota del

Dettagli

19a.5.1 Flaconcini in vetro, tipo Vial, con tappo in gomma rivestito in politetrafluoroetilene da 1.8-3.5-15 - 20 ml.

19a.5.1 Flaconcini in vetro, tipo Vial, con tappo in gomma rivestito in politetrafluoroetilene da 1.8-3.5-15 - 20 ml. Giugno 1993 19a. Fenoli 19a.l Principio del metodo II metodo si basa sull'analisi tramite cromatografia liquida ad alta prestazione (HPLC) di un estratto organico, ottenuto da un campione di fango o di

Dettagli

METODI DI ANALISI DI MICROINQUINANTI IN FLUSSI GASSOSI CONVOGLIATI

METODI DI ANALISI DI MICROINQUINANTI IN FLUSSI GASSOSI CONVOGLIATI Trasferimento di conoscenze e protocolli operativi finalizzati al controllo delle emissioni in atmosfera, al monitoraggio di qualità dell aria e alla modellistica di diffusione degli inquinanti per un

Dettagli

Corso Falsificazione Farmaci Roma, 6 7 aprile 2017

Corso Falsificazione Farmaci Roma, 6 7 aprile 2017 Corso Falsificazione Farmaci Roma, 6 7 aprile 2017 Programma Considerazioni iniziali Strategie analitiche correnti Conclusioni Corso Falsificazione Farmaci Roma, 6 7 aprile 2017 Programma Considerazioni

Dettagli

C U R R I C U L U M VITAE DI FALOMO JARI

C U R R I C U L U M VITAE DI FALOMO JARI C U R R I C U L U M VITAE DI FALOMO JARI INFORMAZIONI PERSONALI Nome e-mail Nazionalità FALOMO JARI jari.falomo@arpa.fvg.it Italiana Data di nascita 10 Aprile 1976 Luogo di nascita Udine FORMAZIONE TITOLI

Dettagli

Barbara Vivaldi & Enrico Alesso

Barbara Vivaldi & Enrico Alesso RISULTATI DEI LABORATORI ITALIANI PARTECIPANTI A EUPT-CF9 SU FARINA DI MAIS ED ATTIVITÀ ANALITICA DI NRL-CF Barbara Vivaldi & Enrico Alesso N.R.L. for pesticides in cereals and feed Workshop 2016 LNR AO/CF/FV/SRM

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome FERRANTE FLORIANA Indirizzo VIA GROTTA SANTA 136, SIRACUSA, ITALIA Telefono 3283334290 Codice Fiscale E-mail

Dettagli

I. SCARONI, G. CASTELLARI, D. PANNIELLO, A. SANTOLINI ARPA EMILIA-ROMAGNA SEZ. RAVENNA

I. SCARONI, G. CASTELLARI, D. PANNIELLO, A. SANTOLINI ARPA EMILIA-ROMAGNA SEZ. RAVENNA Metodi di campionamento e analisi di microinquinanti organici in flussi gassosi convogliati I. SCARONI, G. CASTELLARI, D. PANNIELLO, A. SANTOLINI ARPA EMILIA-ROMAGNA SEZ. RAVENNA CAMPIONAMENTO DIOSSINE

Dettagli

La spettrometria di massa tandem e in alta risoluzione: uno strumento al servizio della sicurezza degli alimenti

La spettrometria di massa tandem e in alta risoluzione: uno strumento al servizio della sicurezza degli alimenti PG FOD 004/9 rev. 10 p. 1 di 5 in collaborazione con Workshop La spettrometria di massa tandem e in alta risoluzione: uno strumento al servizio della sicurezza degli alimenti 11,3 crediti Palazzo Vidoni:

Dettagli

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(Testo rilevante ai fini del SEE) L 313/14 IT REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2016/2023 DELLA COMMISSIONE del 18 novembre 2016 relativo all'autorizzazione del benzoato di sodio, del sorbato di potassio, dell'acido formico e del formiato

Dettagli

OFFERTA DI PRESTAZIONI DELLA UF IGIENE INDUSTRIALE

OFFERTA DI PRESTAZIONI DELLA UF IGIENE INDUSTRIALE Pagina 1 di 7 Aldeidi Aldeide formica (A) R MPI001 HPLC 15,11 HIach3 Aldeide acetica (A) R MPI001 HPLC 15,11 HIach3 Acroleina (A) R MPI001 HPLC 15,11 HIach3 Benzaldeide R MPI003 HPLC 15,11 HIach3 Benzaldeide

Dettagli

DISTRIBUZIONE DEGLI ANTIBIOTICI ALL INTERNO DELL ARNIA

DISTRIBUZIONE DEGLI ANTIBIOTICI ALL INTERNO DELL ARNIA DISTRIBUZIONE DEGLI ANTIBIOTICI ALL INTERNO DELL ARNIA Elisabetta Caprai IZSLER Bologna Bologna, 18-19-20 maggio 2009 In apicoltura vengono impiegati vari antibiotici per il trattamento delle malattie

Dettagli

Corso di Chimica Analitica della Sicurezza Corso di Laurea Magistrale In Chimica Industriale - ARES

Corso di Chimica Analitica della Sicurezza Corso di Laurea Magistrale In Chimica Industriale - ARES Prof. Alessandro Bacaloni Corso di Chimica Analitica Corso di Laurea Magistrale In Chimica Industriale - ARES Tecniche analitiche per la misura dell inquinamento chimico Principali tecniche analitiche

Dettagli

Partecipazione dei laboratori italiani all EUPT AO-07 sulla panna

Partecipazione dei laboratori italiani all EUPT AO-07 sulla panna Partecipazione dei laboratori italiani all EUPT AO-07 sulla panna dott.ssa Patrizia Pelosi, dott.ssa Graziella Amendola (patrizia.pelosi@iss.it) Istituto Superiore di Sanità - Roma Dipartimento Ambiente

Dettagli

PROVE INTERLABORATORIO UNICHIM

PROVE INTERLABORATORIO UNICHIM PROVE INTERLABORATORIO UNICHIM Idrocarburi policiclici aromatici in matrici ambientali (IPA) 6 ciclo Inquinanti organoclorurati (PCB) 6 ciclo Arpa Umbria UOLM Sezione Chimica Suolo e Rifiuti Responsabile:

Dettagli

ESTRAZIONE PURIFICAZIONE. Modificazione chimica ANALISI STRUMENTALE

ESTRAZIONE PURIFICAZIONE. Modificazione chimica ANALISI STRUMENTALE Procedura per l analisi quali/quantitativa. Analita puro Composto di riferimento Curva di calibrazione Singolo-Più punti Campione biologico ESTRAZIONE PURIFICAZIONE Modificazione chimica ANALISI STRUMENTALE

Dettagli

Scuola APP-MS. Scuola Avanzata di Spettrometria di Massa Applicata e Tecniche Complementari. Agenda Preliminare

Scuola APP-MS. Scuola Avanzata di Spettrometria di Massa Applicata e Tecniche Complementari. Agenda Preliminare Scuola APP-MS Scuola Avanzata di Spettrometria di Massa Applicata e Tecniche Complementari Agenda Preliminare MODULO 1 Milano, 10 14 marzo 2014 Lunedì 10 marzo 2014 10:00 Apertura dei lavori e registrazione

Dettagli

Attività del LNR per i metalli pesanti negli alimenti: aggiornamenti. Marina Patriarca, Paolo Stacchini

Attività del LNR per i metalli pesanti negli alimenti: aggiornamenti. Marina Patriarca, Paolo Stacchini Attività del LNR per i metalli pesanti negli alimenti: aggiornamenti Marina Patriarca, Paolo Stacchini Compiti dei Laboratori Nazionali di Riferimento a) collaborare con il laboratorio comunitario di riferimento

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA POLITECNICA E DELLE SCIENZE DI BASE CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA POLITECNICA E DELLE SCIENZE DI BASE CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA POLITECNICA E DELLE SCIENZE DI BASE CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO Tesi di Laurea CONFRONTI DI METODI PER IL RECUPERO DI

Dettagli

Servizi. e Monitoraggio di Processo e prodotto. Innovazione e tecnologia a tutela della qualità dei vostri prodotti

Servizi. e Monitoraggio di Processo e prodotto. Innovazione e tecnologia a tutela della qualità dei vostri prodotti Servizi per la Tracciabilità Autenticità e Monitoraggio di Processo e prodotto Innovazione e tecnologia a tutela della qualità dei vostri prodotti SPIN OFF UNIMORE La Società ChemSTAMP Srl nasce come Spin-Off

Dettagli

Principi di Analisi Farmaceutica Quantitativa + Laboratorio di Analisi Quantitativa

Principi di Analisi Farmaceutica Quantitativa + Laboratorio di Analisi Quantitativa UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE DEL FARMACO Farmacia III anno linea M-Z Principi di Analisi Farmaceutica Quantitativa + Laboratorio di Analisi Quantitativa 6 + 2 CFU (48 + 32 ore) Alessandro

Dettagli

Ruolo del. Centro di Referenza Nazionale per la Ricerca di OGM. nel controllo ufficiale degli alimenti e dei mangimi

Ruolo del. Centro di Referenza Nazionale per la Ricerca di OGM. nel controllo ufficiale degli alimenti e dei mangimi Ruolo del Centro di Referenza Nazionale per la Ricerca di OGM nel controllo ufficiale degli alimenti e dei mangimi Ilaria Ciabatti Istituto Zooprofilattico Sperimentale Lazio e Toscana Centro di Referenza

Dettagli

SPETTROSCOPIA DI ASSORBIMENTO ATOMICO

SPETTROSCOPIA DI ASSORBIMENTO ATOMICO SPETTROSCOPIA DI ASSORBIMENTO ATOMICO L applicazione della spettroscopia UV-Vis ai singoli atomi piuttosto che alle molecole complesse è detta Spettroscopia di Assorbimento Atomico. L assorbimento di un

Dettagli

Controllo ufficiale dei residui di fitofarmaci in matrici alimentari: metodi di campionamento

Controllo ufficiale dei residui di fitofarmaci in matrici alimentari: metodi di campionamento Controllo ufficiale dei residui di fitofarmaci in matrici alimentari: metodi di campionamento Danilo Attard Barbini Istituto Superiore di Sanità Dipartimento di Ambiente e Connessa Prevenzione Primaria

Dettagli

Il laboratorio opera dal 2004 nel controllo delle contaminazioni da aflatossina M1 e B1

Il laboratorio opera dal 2004 nel controllo delle contaminazioni da aflatossina M1 e B1 Attività del Laboratorio ARAS nel controllo delle contaminazioni da Il laboratorio opera dal 2004 nel controllo delle contaminazioni da aflatossina M1 e B1 Attività del Laboratorio ARAS nel controllo delle

Dettagli

Determinazione degli odorizzanti nel GPL

Determinazione degli odorizzanti nel GPL Determinazione degli odorizzanti nel GPL Paola COMOTTI SSC Prove Interlaboratorio Prodotti Petroliferi 18 marzo 2010 ENI R&M San Donato Milanese NORMAZIONE E REGOLAZIONE GPL Stoccato in fase liquida Utilizzato

Dettagli

Pag. 1 di 6 Consorzio per la Revisione n: 20 Tutela dell Asti LISTINO PREZZI

Pag. 1 di 6 Consorzio per la Revisione n: 20 Tutela dell Asti LISTINO PREZZI Pag. 1 di 6 PROVA COSTO ( ) Acido gluconico - LC massa metodo Consorzio MC 56 40,00 Acidi Idrossicinnamil tartarici - HPLC Acidità totale prova accreditata OIV MP15 3,00 Acidità totale metodo Consorzio

Dettagli

Determinazione dei coccidiostatici autorizzati nei mangimi: esito del PT 2014 organizzato dal EURL-FA

Determinazione dei coccidiostatici autorizzati nei mangimi: esito del PT 2014 organizzato dal EURL-FA Determinazione dei coccidiostatici autorizzati nei mangimi: esito del PT 2014 organizzato dal EURL-FA C. Civitareale & M. Fiori LNRs Metalli Pesanti negli Alimenti e nei Mangimi e Additivi nei Mangimi

Dettagli

Ambiente. Consulenza Globale. Sicurezza

Ambiente. Consulenza Globale. Sicurezza Ecoricerche S.r.l. nasce nel 1986 per iniziativa di professionisti operanti nel settore delle problematiche ambientali. Consulenza Globale Sicurezza Ambiente Successivamente, nel 1994, nasce anche grazie

Dettagli

D. Desideri, Università Urbino - R. Rusconi, ARPA Lombardia

D. Desideri, Università Urbino - R. Rusconi, ARPA Lombardia Dipartimento di Scienze Biomolecolari Sezione di Chimica Analitica e Inorganica Validazione di metodi radiometrici: tre casi esemplificativi D. Desideri, Università Urbino - R. Rusconi, ARPA Lombardia

Dettagli

Volume titolante (VT, ml) E(V), Volt 0,55 0,366 1,05 0,354 1,60 0,342 2,00 0,339 2,55 0,335 3,00 0,33 3,40 0,327

Volume titolante (VT, ml) E(V), Volt 0,55 0,366 1,05 0,354 1,60 0,342 2,00 0,339 2,55 0,335 3,00 0,33 3,40 0,327 3 Esercizi numerici 3.1. Esercizi di Potenziometria. 0,1030 g di un dentifricio sono trattati con 60cm 3 di acqua distillata. La sospensione viene centrifugata e portata a volume a 100 cm 3. 50 cm 3 di

Dettagli

Prova Interlaboratorio Odorizzanti in gas naturale e in gas di petrolio liquefatto (PIOG-3) Davide Faedo

Prova Interlaboratorio Odorizzanti in gas naturale e in gas di petrolio liquefatto (PIOG-3) Davide Faedo Prova Interlaboratorio Odorizzanti in gas naturale e in gas di petrolio liquefatto (PIOG-3) Davide Faedo Finalità PIOG-3 1) Prova valutativa: valutare la propria prestazione analitica nella determinazione

Dettagli

Assicurazione della qualità: Prove interlaboratorio

Assicurazione della qualità: Prove interlaboratorio Convegno ACCREDIA-ISS EURLP I laboratori che effettuano prove per individuare la presenza di Trichinella nelle carni in conformità alla norma UNI CEI ISO/IEC 17025 Istituto Superiore di Sanità-Roma Aula

Dettagli

Bando di gara. Servizi

Bando di gara. Servizi 1 / 8 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:120655-2016:text:it:html Italia-Roma: Servizi di riparazione e manutenzione di apparecchiature di misurazione, collaudo e prova 2016/S

Dettagli

CORSO DI SPETTROMETRIA DI MASSA 2015

CORSO DI SPETTROMETRIA DI MASSA 2015 Società Chimica Italiana Divisione di Spettrometria di Massa Università degli Studi di Siena Dipartimento di Biotecnologie, Chimica e Farmacia CORSO DI SPETTROMETRIA DI MASSA 2015 Certosa di Pontignano

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI AGRARIA Via Università, PORTICI (NA) Italia

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI AGRARIA Via Università, PORTICI (NA) Italia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI AGRARIA Via Università, 100 80055 PORTICI (NA) Italia L Operatore Dott. Pio Gialdi dell Istituto zooprofilattico sperimentale del mezzogiorno

Dettagli

IL PROBLEMA ANALITICO

IL PROBLEMA ANALITICO IL PROBLEMA ANALITICO COSA CERCARE? COME TROVARLO? 1. TRATTAMENTO CAMPIONE 2. ESTRAZIONE 3. PURIFICAZIONE 4. DETERMINAZIONE QUALI-QUANTITATIVA STORIA Cromatografia = colore + grafia 1906 Michael Tswett,

Dettagli

LA DETERMINAZIONE DI RESIDUI DI ANTIPARASSITARI IN MATRICI VEGETALI

LA DETERMINAZIONE DI RESIDUI DI ANTIPARASSITARI IN MATRICI VEGETALI Pagina 1 di 11 INDICE 1. SCOPO Pag. 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE. Pag. 2 3. DEFINIZIONI Pag. 2 4. PRINCIPI DEL METODO.. Pag. 3 5. RIFERIMENTI NORMATIVI Pag. 4 6. REATTIVI, STRUMENTAZIONE, ATTREZZATURE Pag.

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEI RIFIUTI: Le nuove norme di riferimento

CLASSIFICAZIONE DEI RIFIUTI: Le nuove norme di riferimento Venerdì 18/12/2015 Pasian di Prato - Udine CLASSIFICAZIONE DEI RIFIUTI: Le nuove norme di riferimento Irene Duse Abbiamo a cuore la qualità della vita Le novità dall Europa In vigore dal 1 giugno 2015

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 20 DELIBERAZIONE 17 aprile 2007, n. 48

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 20 DELIBERAZIONE 17 aprile 2007, n. 48 36 16.5.2007 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 20 DELIBERAZIONE 17 aprile 2007, n. 48 Laboratorio antidoping - approvazione requisiti per l esercizio, approvazione requisiti, manuali e

Dettagli

CHIMICA FARMACEUTICA - ANALISI CHIMICO- TOSSICOLOGICA DELLE PIANTE OFFCINALI E DEI PRODOTTI NUTRACEUTICI

CHIMICA FARMACEUTICA - ANALISI CHIMICO- TOSSICOLOGICA DELLE PIANTE OFFCINALI E DEI PRODOTTI NUTRACEUTICI DIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL FARMACO Corso di laurea in Scienze farmaceutiche applicate Anno accademico 2016/2017-2 anno - Curriculum Scienze Erboristiche e dei Prodotti Nutraceutici - ANALISI CHIMICO-

Dettagli

Gas-cromatografia. onna.

Gas-cromatografia. onna. Gas-cromatografia La fase mobile è un gas. Le sostanze da separare (liquidi, solidi, gas) devono essere portate ad una temperatura sufficiente a renderle gassose o comunque portarle allo stato di vapore.

Dettagli

Calendario 2015 Corsi di Formazione. Programmi e Date

Calendario 2015 Corsi di Formazione. Programmi e Date Calendario 2015 Corsi di Formazione Programmi e Date Manutezione & Troubleshooting strumentazione Agilent R1914A Manutenzione & Troubleshooting GC (Agilent 7890) (1 giorno) Il corso introduce l operatore

Dettagli

Le imprese cooperative in provincia di Biella

Le imprese cooperative in provincia di Biella Le imprese cooperative in provincia di Biella DATI STRUTTURALI 2000/2005 Coop attive in Italia 73.000 72.000 71.000 70.000 70.140 72.253 71.929 71.586 70.527 69.000 68.000 67.490 67.000 66.000 65.000 2000

Dettagli

L ACQUA DI TUTTI I GIORNI

L ACQUA DI TUTTI I GIORNI Laboratorio Chimico Camera Commercio Torino 27 febbraio 2009 Villa Gualino L ACQUA DI TUTTI I GIORNI Panorama del le pri ncipali tecniche anali ti che util izzate nei control li di tipo chimico LABORATORIO

Dettagli

PARTE III PRESTAZIONI LABORATORISTICHE

PARTE III PRESTAZIONI LABORATORISTICHE PARTE III PRESTAZIONI LABORATORISTICHE ATTIVITA IN CAMPO 1 Accertamenti strumentali in campo (escluso costo sopralluogo ed accertamenti analitici eseguiti in laboratorio) 200,00 GIUDIZI / PARERI 1 Giudizio

Dettagli

Health issues: il sistema dei controlli di Laboratorio. dr. Lorenzo Barilli Responsabile Laboratori Gruppo CAP

Health issues: il sistema dei controlli di Laboratorio. dr. Lorenzo Barilli Responsabile Laboratori Gruppo CAP Health issues: il sistema dei controlli di Laboratorio dr. Lorenzo Barilli Responsabile Laboratori Gruppo CAP Il Gruppo CAP Il Gruppo CAP Il Gruppo CAP Gli impianti 156 serbatoi 40 impianti di ossidazione

Dettagli

Chimica Analitica e Laboratorio 2

Chimica Analitica e Laboratorio 2 Chimica Analitica e Laboratorio 2 Modulo di Spettroscopia Analitica Presentazione corso Nome del corso: Chimica Analitica e Laboratorio 2 CFU: 12 Modulo: Spettroscopia Analitica CFU: 6 Orario n Orario

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI AGRARIA Via Università, PORTICI (NA) Italia

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI AGRARIA Via Università, PORTICI (NA) Italia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI AGRARIA Via Università, 100 80055 PORTICI (NA) Italia Gli Operatori Dott.ssa Ottaiano Lucia e Dott. Donato De Gianni (contrattisti del dipartimento

Dettagli

ESPERIENZE DI LABORATORIO CORSO CHIMICA ANALITICA II (A.A )

ESPERIENZE DI LABORATORIO CORSO CHIMICA ANALITICA II (A.A ) ESPERIENZE DI LABORATORIO CORSO CHIMICA ANALITICA II (A.A. 2016-2017) Esp.1: DETERMINAZIONE DELLA CAFFEINA NELLE BEVANDE MEDIANTE ANALISI IN RP-HPLC-UV (metodo delle aggiunte multiple) Esp.2: DETERMINAZIONE

Dettagli

Assicurazione della qualità del dato in un laboratorio di radioattività ambientale: metodologia ed applicazioni pratiche

Assicurazione della qualità del dato in un laboratorio di radioattività ambientale: metodologia ed applicazioni pratiche Assicurazione della qualità del dato in un laboratorio di radioattività ambientale: metodologia ed applicazioni pratiche Porzio L., Albertone L., Marga M.,Tozzi G. Arpa Piemonte Dipartimento Tematico Radiazioni

Dettagli

Metodi di campionamento ed analisi per il controllo di residui di prodotti fitosanitari in matrici alimentari

Metodi di campionamento ed analisi per il controllo di residui di prodotti fitosanitari in matrici alimentari Corso di formazione ed aggiornamento professionale Tutela della Salute Pubblica e Sicurezza Alimentare Aspetti applicativi concernenti il controllo degli alimenti ASL 9 - Cittadella della Salute - ERICE

Dettagli

Chi siamo? Missione: semplificare la tecnica GC e portarla in reparto

Chi siamo? Missione: semplificare la tecnica GC e portarla in reparto Chi siamo? Dal 1989 produce GC da processo Ambientale per analisi VOC in emissione/immisione Converting: Sicurezza nelle macchine da stampa, LEL Gestione ricircolo dell aria e recupero energetico Controllo

Dettagli

CLORO-SODA E CLORURATI

CLORO-SODA E CLORURATI CLORO-SODA E CLORURATI Produzione di cloro-soda I primi impianti del cloro-soda (reparti CS3/4/5 I a Zona Industriale) furono avviati nel 1951-52 dall allora Sicedison e fermati in parte nel 72 e definitivamente

Dettagli

4 CONVEGNO NAZIONALE FITOFARMACI E AMBIENTE - NAPOLI, 14 e 15 MAGGIO 2003

4 CONVEGNO NAZIONALE FITOFARMACI E AMBIENTE - NAPOLI, 14 e 15 MAGGIO 2003 4 CONVEGNO NAZIONALE FITOFARMACI E AMBIENTE - NAPOLI, 14 e 15 MAGGIO 2003 METODI DI RIFERIMENTO PER LA RICERCA DEI RESIDUI DI PRODOTTI FITOSANI-TARI NEGLI ALIMENTI Danilo Attard Barbini - Istituto Superiore

Dettagli

Copia n 1: Chimico Dirigente (Gemma Molinari)..

Copia n 1: Chimico Dirigente (Gemma Molinari).. Pagina 1 di 12 INDICE 1. SCOPO Pag. 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE. Pag. 2 3. DEFINIZIONI Pag. 2 4. PRINCIPI DEL METODO.. Pag. 3 5. RIFERIMENTI NORMATIVI Pag. 4 6. REATTIVI, STRUMENTAZIONE, ATTREZZATURE Pag.

Dettagli

by Tecnocarta s.a.s. Via Ponte di Ferro, Passaggio di Bettona (PG) Italia Tel Fax P.

by Tecnocarta s.a.s. Via Ponte di Ferro, Passaggio di Bettona (PG) Italia Tel Fax P. 1 by Tecnocarta s.a.s. Via Ponte di Ferro, 9 06084 Passaggio di Bettona (PG) Italia Tel. 075 9869707 Fax 075 9869602 P. IVA: 01424790549 info@ateliertomassini.com DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DI IMBALLAGGI

Dettagli

PROGETTO POF ARIA E ACQUA

PROGETTO POF ARIA E ACQUA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE A. PANELLA Reggio Calabria Anno scolastico / PROGETTO POF ARIA E ACQUA Monitoraggio di alcuni parametri delle acque Lavoro sperimentale svolto dagli allievi dell indirizzo

Dettagli

PROBLEMATICHE DEI CONFRONTI INTERLABORATORIO

PROBLEMATICHE DEI CONFRONTI INTERLABORATORIO PROBLEMATICHE DEI CONFRONTI INTERLABORATORIO Elisa Pierboni Laboratorio OGM-PG IZSUM Confronti interlaboratorio La partecipazione ai circuiti interlaboratorio è una modalità indicata dalla norma ISO 17025:2005

Dettagli

Allegato 3. COD_TD2 MATERIE E PROVE DI ESAME

Allegato 3. COD_TD2 MATERIE E PROVE DI ESAME MATERIE E PROVE DI ESAME 1 Profilo 1 Esperto in tecnologie di pastificazione e spettrometria RAMAN Produzione di pasta Utilizzo del RAMAN Pasta di grano duro L amido La spettroscopia Raman 2 Profilo 2

Dettagli

Progetto CROSS: Carry-over: stato dell arte Mangimifici Italia Marilena Gili Roma, 30 ottobre 2015

Progetto CROSS: Carry-over: stato dell arte Mangimifici Italia Marilena Gili Roma, 30 ottobre 2015 Progetto CROSS: Carry-over: stato dell arte Mangimifici Italia Marilena Gili Roma, 30 ottobre 2015 Marilena.gili@izsto.it MIN. SAL. TETRACICLINE SULFAMIDICI Il progetto ASSALZOO C.Re.A.A. La catalogazione

Dettagli

Diametro del nucleo: m. Diametro dell atomo: m

Diametro del nucleo: m. Diametro dell atomo: m Diametro del nucleo: 10 15 m Diametro dell atomo: 10 9-10 10 m The nuclear atom Thomson (Premio Nobel per la Fisica nel 1907) scopre l elettrone nel 1897 Rutherford (Premio Nobel per la Chimica nel 1908)

Dettagli

DOMANDE A RISPOSTA MULTIPLA DELLA PROVA DI SELEZIONE. 27 Marzo 2017 ore 11.00

DOMANDE A RISPOSTA MULTIPLA DELLA PROVA DI SELEZIONE. 27 Marzo 2017 ore 11.00 DOMANDE A RISPOSTA MULTIPLA DELLA PROVA DI SELEZIONE 27 Marzo 2017 ore 11.00 Avviso pubblico di selezione, per titoli ed esami, per l assunzione a tempo determinato livello C (secondo quanto previsto dal

Dettagli

Film estensibili. Maria Rosaria Milana

Film estensibili. Maria Rosaria Milana Film estensibili Maria Rosaria Milana Provvedimenti legislativi adottati in Italia Decreto 30 settembre 1999 del Ministro dell Industria del Commercio e dell Artigianato; Decreto 17 dicembre 1999 n 538

Dettagli

Introduzione alla Chimica Analitica

Introduzione alla Chimica Analitica Corso di Chimica Ambientale Introduzione alla Chimica Analitica Prof. Paola Gramatica http://dipbsf.uninsubria.it/qsar dipbsf.uninsubria.it/qsar/ Education paola.gramatica @ uninsubria.it Prof. Paola Gramatica

Dettagli

Confronto metodiche per la determinazione dei contaminanti nel biodiesel. Unichim 19 Novembre 2014 Cinzia Passerini Elena Rebesco

Confronto metodiche per la determinazione dei contaminanti nel biodiesel. Unichim 19 Novembre 2014 Cinzia Passerini Elena Rebesco Confronto metodiche per la determinazione dei contaminanti nel biodiesel Unichim 19 Novembre 2014 Cinzia Passerini Elena Rebesco Introduzione Negli ultimi anni sono stati riscontrati problemi di driveability

Dettagli

1. ; 2. ; 3. ; ; ; 6. - ; 7. ; 8. ; 9. ; 10. ; I

1. ; 2. ; 3. ; ; ; 6. - ; 7. ; 8. ; 9. ; 10. ; I 1a Lezione 1. Nozioni generali. Miscugli. Composti- Elementi ; 2. Atomo. Grammoatomo ;Valenza degli elementi ; 3. Molecola ; Grammomolecola ; 4. Tipi di composti Nomenclatura chimica: 5. Ossidi e anidridi;

Dettagli

Utilizzo dei QuEChERS nella determinazione di IPA in alimenti di origine animale

Utilizzo dei QuEChERS nella determinazione di IPA in alimenti di origine animale Utilizzo dei QuEChERS nella determinazione di IPA in alimenti di origine animale Dr. Albino Gallina, Dr. Valentino Pizzocchero agallina@izsvenezie.it Laboratorio di Tossicologia Alimentare Chimica Istituto

Dettagli

SPECIALE - PACKAGING Imballaggi destinati al contatto con gli alimenti

SPECIALE - PACKAGING Imballaggi destinati al contatto con gli alimenti Elenco norme sottoscrizione UNICOSEL21D1 SPECIALE - PACKAGING Imballaggi destinati al contatto con gli alimenti Stampato il 10/09/2010 IN VIGORE UNI 11099:2004 Data pubb. 08/01/2004 Condizionamento alimentare

Dettagli

CALCOLO DELLE EMISSIONI DEI GAS AD EFFETTO SERRA (CO 2 ) DA COMBUSTIONE STAZIONARIA DI FUEL GAS

CALCOLO DELLE EMISSIONI DEI GAS AD EFFETTO SERRA (CO 2 ) DA COMBUSTIONE STAZIONARIA DI FUEL GAS Eni Divisione Refining & Marketing Raffineria di Taranto CALCOLO DELLE EMISSIONI DEI GAS AD EFFETTO SERRA (CO 2 ) DA COMBUSTIONE STAZIONARIA DI FUEL GAS CALCOLO DELLE EMISSIONI DI GHG In generale, per

Dettagli

Università di Torino. Dipartimento di Chimica

Università di Torino. Dipartimento di Chimica LABORATORIO INFORMATICO Ubicazione N. posti PC Responsabile manutenzione Prenotazione AULA 3 Torino Esposizioni C.so Massimo D'Azeglio, 15/B 48 24 Davide Klemenz Tel: 0116705327 davide.klemenz@unito.it

Dettagli