TMO Apparecchiature automatiche. per impinati di combustione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TMO 720-4. Apparecchiature automatiche. per impinati di combustione"

Transcript

1 10i/08/96 Apparecchiature automatiche di controllo per impinati di combustione a gasolio Per bruciatori ad aria soffiata fino ad una portata di 0 kg/h con funzionamento intermittente ad 1 o 2 stadi. Rivelatore fiamma: - Fotoresistenza FZ 711 S - Detettore a raggi infrarossi per luce pulsante IRD 1010 A Honeywell Company CAPO DI APPLICAZIOE Il dispositivo automatico di controllo comanda e controlla i bruciatori ad aria soffiata di media e grossa potenza (collaudato ed approvato secondo norme E 20). E utilizzabile a scelta per un funzionamento a più stadi oppure modulante con potenza calorifica nominale facoltativa, come anche é utilizzabile per bruciatori nomtati su generatori di aria calda fissi (secondo DI 79). L apparecchio é completamente intercambiabile e sostituibile con la precedente esecuzione tipo TO STRUTTURA DELL APPARECCHIO E LA SUA CO- STRUZIOE L automatismo é ben protetto essendo montato in un involucro ad innesto, in materiale plastico ininfiammabile e trasparente, il quale contiene: - motore sincrono con riduttore, come comando per il pacco cammes - pacco cammes, con indicazione informativa colorata del programma - meccanismo di commutazione a cammes per il comando del ciclo di lavorazione - 2 relé a corrente continua ed 1 relé a tenuta per rimanenza su di uno stesso quadro comune - circuito stampato a spina con componenti elettronici Sulla parte inferiore dell apparecchio con dei robusti contatti a spina, é possibile programmare, attraverso l inserzione di tre ponticelli interrompibili la sorveglianza della serranda aria come pure un funzionamento a ripetizione o autobloccante. Sulla parte frontale dell apparecchio sono invece raggruppati i seguenti indicatori, corrispondenti alle seguenti importanti funzioni: - tasto luminoso per indicazione blocco e sblocco - indicatore colorato del programma di lavoro - vite per fissaggio centrale DATI TECICI Tensione di esercizio 220 / 20 V ( %) 50 Hz (0-60 Hz) Frequenza anomala appare una variazione proporzionale del tempo Fusibile all entrata 10 A rapido, oppure 6 A portante Assorbimento 15 VA ax. carico per uscita A Carico totale 6 A Approvato per portate illimitate del bruciatore E 20 Tempo di prelavaggio con serranda aria aperta 0 sec. Ciclo serranda <60 sec. Tempo di preaccensione 0 sec. e rispett. 2 sec. (KL 10) Tempo di sicurezza fisso 5 sec. Ritardo a stadio 2 11,5 sec. Tempo di attesa dopo blocco nessuno Temperatura ambiente -20 C C per apparecchio e cellula fotoelettrica Sensibilità alla luce di FZ 711 S dicitura in rosso più di 10 Lux radiali dicitura in bianco più di 10 Lux assiali e radiali Lunghezza cavo 0,6 m standard fotoresistenza 10 m, 200 m se messo separato Protezione IP Peso ca. 950 g con zoccolo e fotoresistenza 1

2 CARATTERISTICHE TECICHE PER L IPIEGO 1. L apparecchio di comando e la cellula fotoelettrica possono essere azionati a temperature ambiente fino a 60 C 2. Il ciclo di commutazione é comandato attraverso un interruttore a cammes azionato da motore sincrono con riduttore. Quindi praticamente é indipendente dalla tensione di rete.. L indicazione colorata del corso del programma di lavoro permette di seguire l andamento del programma stesso.. Lo sblocco dopo blocco per guasto può avvenire sia con il tasto relativo che con un dispositivo di sblocco distanza. 5. Un sistema di codificazione impedisce l inserimento nello zoccolo di un apparecchio sbagliato. 6. Si ottiene un funzionemento perfetto ed una perfetta sorveglianza della tensione di rete grazie al funziona mento in corrente continua di entrambi i relé. 7. Il cablaggio allo zoccolo é reso più semplice da morsetti ad anello per il conduttore neutro come anche morsetti per contatto a terra. 8. Attraverso l interruzione del ponticello l apparecchio può venire programmato per funzionamento "autobloccante" o "a ripetizione". Allo stesso modo potrà essere scelto il tipo di sorveglianza della serranda aria. 9. La mancanza di segnale di conferma per quanto riguarda i finecorsa delle serrande aria, avrà come conseguenza il blocco per guasto. 10. Per il consenso della valvole di grossa portata non é necessario un contatto separato della serranda. 11. La preaccensione può essere scelta con una durata breve o lunga. 12. Tutti i componenti elettrici ed elettronici sono raggruppati su due stampati a spina. ISTRUZIOI PER IL OTAGGIO 1. L apparecchio può essere montato sia sul bruciatore che su di un impianto elettrico di distribuzione, la sua posizione di montaggio é facoltativa. 2. Si dovrà controllare con la massima precisione, l esattezza del collegamento dell apparecchio poiché degli errori di collegamento possono portare a mettere in pericolo la sicurezza dell impianto e a danneggiare seriamente l apparecchio o l intero impianto stesso.. E importante, che nessuna luce estranea dall esterno vada a colpire la cellula fotoelettrica. La luce estranea potrebbe filtrare dalle finestrelle di osservazione o da fessure all interno del bruciatore oppure ancora dalla camera di combustione incandescente o da rivestimenti in mattoni nelle caldaie. Essa causa il blocco dell impianto.. Sia l apparecchio di comando che la cellula fotoelettrica dovranno essere montati in modo tale che la temperatura ambiente non superi mai i 60 C. In caso di temperatura maggiore vengono compromessi sia la funzionalità che la durata nel tempo. 5. L apparecchio é in grado di sopportare quelle vibrazioni di entità normalmente prevista su di un bruciatore, tuttavia dovrà scegliere un luogo di montaggio sul quale non sopraggiungano forti vibraziono o colpi. 6. Sollte bei der Prüfung des Brenners die Knackrate nach E 5501 den zulässigen Wert übersteigen, so kann zwischen Kl. 8 und 9 ein X2-Kondensator von 0.1 µf angeschlossen werden. CICLO DEL PROGRAA Avviamento normale Quando il termostato di regolazione richiede calore, vengono subito inseriti sia il motore del bruciatore sia il trasformatore di accensione. Se non é montato un dispositivo di blocco delle serrande aria, il commutatore di programma scatta subito su posizione di "prelavaggio". egli altri casi il commutatore di programma prosegue ancora fino a ché 2 non viene segnalata una serranda aria aperta. Dopo 0 secondi di prelavaggio si interrompe il segnale di apertura per la serranda ed il commutatore del programma rimane fermo fintanto che non perviene la conferma di "Serranda min.". on é possibile interrompere il commutatore di programma senza la sorveglianza sulla serranda aria. Poi il commutatore del programma procede a scatta e dà il consenso alla valvola di fiamma minima. Quando poi viene a formarsi una fiamma che sia visibile dalla cellula fotoelettrica, il rélé di fiamma da il consenso alla prosecuzione del programma: quindi postaccensione e grossa portata. Tale emissione fa chiudere il contatto del termostato GL attraverso il morsetto 6. Se questa grossa portata lo richiede, verrà dapprima aperta la serranda aria sul morsetto 12. Dopo l arrivo del segnale "serranda " verrà dapprima dato consenso alla valvola di grande portata. Ora il commutatore del programma sarà finalmente arrestato e l apparecchio si trova in posizione di funzionamento. Avviamento senza presenza di fiamma Entro il periodo di 5 secondi dall emissione del combustibile l apparecchio si colloca in posizione di guasto. Il tasto di sblocco si accende. Il bruciatore torna di nuovo in funzione se verrà azionato il tasto luminoso oppure lo sblocco a distanza. Dopo lo sblocco ed un tempo di attesa regolamentare, ricomincia il normale avviamento. Spegnimento fiamma durante il funzionamento La caduta della luce irradiata dalla fiamma viene registrata quasi istantaneamente dalla fotocellula. E seconda di come é stato programmato l apparecchio avviene quanto segue: a) con l interruzione del ponticello II per il funzionamento a ripetizione: avviene una immediata interruzione dell afflusso di combustibile ed un nuovo, normale avviamento. b) con il ponticello II intatto, per il funzionamento autobloccante: l apparecchio va immediatamente in posizione di blocco per guasto e il nuovo avviamento avviene soltanto dopo aver azionato il dispositivo di sblocco. Con il collegamento del trasformatore di accensione al morsetto 10, l apparecchio lavora con breve preaccensione. Qui il processo di accensione ha inizio soltanto dopo ché terminata la ventilazione. Se l apparecchio viene contemporaneamente programmato per il funzionamento "autobloccante", il suo impiego sarà possibile anche per quegli impianti compresi nel settore dei "comubstibili". SELEZIOE DEL PROGRAA A ripetizione-bloccante Se l apparecchio, dopo lo spegnimento della fiamma durante il funzionamento, deve intraprendere un nuovo tentativo di avviamento, dovrà essere interrotto il filo del ponticello II collegato sul fondo dell apparacchio. Si potrà di nuovo far diventare "bloccante" l apparecchio, collegando i morsetti nello zoccolo. Sorveglianza della serranda aria essna sorveglianza: il ponticello I sul fondo dell apparecchio non deve essere interrotto. E necessario il collegamento dei morsetti 1-15 nello zoccolo. Sorveglianza con "Serranda ": il ponticelli I sul fondo dell apparecchio non deve essere interrotto. Finecorsa fra morsetti 1 e 15. Sorveglianza con "Serranda min.": Si deve interrompere il ponticelli I sul fondo dell apparecchio. Eseguire il collegamento dei morsetti 1-16 nello zoccolo, con finecorsa fra morsetti 1 e 15. Sorveglianza con "Serranda " e "Serranda min.": circuito secondo fig. 1, separare il ponticello I sul fondo dell apparecchio. on ci sarà segnalazione di blocco per guasto se non sarà presente un segnale di conferma dei finecorsa serranda: Esempio di separazione ponticello III - quando il ciclo della serranda é più lungo di 60 sec. - quando c é preriscaldamento di olio pesante.

3 SCHEA PER IL COLLEGAETO CO IL COADO-SERRADA ARIA E GL min. ST fine corsa seranda Z RT R L Ph 10 A rapido 6 A port. SCHEA DI PRICIPIO FZ ATTACCO IRD morsetto 1 morsetto 2 IRD 1010 IDICAZIOE PER ATTACCO blu nero marrone - Con motore per serranda aria con "" 1 contatto: va collegata al morsetto Con motore per serranda aria con "" 2 contatti: traverso contatto "" 2 sul morsetto 6. morsetto 2 morsetto 1 morsetto 9 ST RT GL LK Z R FZ interruttore principale termostato di sicurezza termostato di regolazione termostato per grosso carico segnalatore guasti esterno motore serranda aria motore del bruciatore accensione tasto di sblocco valvola magnetica 1 stadio valvola magnetica 2 stadio fotoresistenza SCHEA DI COLLEGAETO SEZA COADO-SERRADA ARIA E GL ST Z RT R Ph 10 A rapido 6 A port.

4 SCHEA DI PRICIPIO Ph 10A ST RT 9 20 rs1 marrone nero 1 FZ blu 2 guasto di serranda aria 7 L1 1 R1 R2 D R K R R C2 G1 1 R5 R RF 17 bloccante R6 E rm1 rf1 16 R 17 C1 R rs2 18 RS 8 rm G H rf2 F D 0 B P L GL 6 nessuna sorveglianza minimale 16 min. 15 C Q I A rf rm2 Sy 1 21 L Z 10 B 0 A B C D E F G H I K L O P Q ts 60 bianco blu arancio giallo rosso verde bianco R rélé motore E ripetizione comando contatti rélé RF fotorélé F eccitazione e controllo rélé motore rs1 blocco per guasto RS rélé di blocco G inserimento valvola 1, rs2 autointerruzione relé per guasto R ritorno inizio tempo sicurezza rm1 autocontrollo relé motore interruttore a cammes H consenso a grande portata rm2 comando morore sincrono A comando motore sincrono I preaccensione lunga rm contatto principale sorveglianza serranda aria L preaccensione corta B comando serranda aria inizio programma rf1 stacco per guasto C comando motore sincrono commutazione alimentaz.serranda rf2 contollo sorveglianza serranda aria O controllo rélé motore commutando rf controllo D commutazione rélé motore il fotorélé tv tempo prelavaggio con serranda P controllo rf 1 aperta Q comando motore sincrono ts tempo sicurezza sorveglianza serranda aria CICLO DEL PROGRAA a) avviamento con formazione fiamma b) avviamento senza formazione fiamma bianco blu arancio giallo rosso verde bianco blu arancio giallo tv ts tv ts motore serranda aria accensione fiamma Segnalazione blocco >

5 RIASSUTO DI TUTTE LA FASI DI SICUREZZA 1. Allo spegnimento della fiamma durante il funzionamento, immediato blocco dell afflusso di combustibile e, a scelta, si può avere un blocco o un nuovo avvia mento. 2. In caso di avviamento senza formazione di fiamma, blocco dell alimentazione di combustibile entro un massimo di 5 sec. dopo la sua fuoriuscita.. L alimentazione di combustibile avviene soltanto se tutte le varie parti dell apparecchio funzionano perfettamente. Tutti i circuiti elettrici di sicurezza sono controllati automaticamente prima della fuoriuscita del combustibile.. Possibilità di sorveglianza ininterrotta della serranda aria, con blocco per guasto, se la serranda funziona in maniera non corretta. Con questo provvedimento viene anche protetto da sovraccarico il trasformatore di accensione. 5. Una interruzione della tensione di rete, porterà in ogni caso ad un normale ri-avviamento non appena la tensione tornerà. Se l apparecchio si trova in condizioni diblocco per guasto, una interruzione della corrente di rete non interferirà con tale condizione. 6. Una luce estranea che colpisca durante la fase di prelavaggio, porta ad un blocco per guasto da luce estranea. 7. Una aumentata sensibilità del controllo-fiamma durante il prelavaggio garantisce che possa crearsi luce estranea oppure che la fotocellula possa comportarsi in modo errato, cosicché sia evitato il subentrare di qualunque rischio per la sicurezza dell impianto. Il circuito stampa to relativo alla sicurezza da luce estranea é concepito con un grado di sicur. assolutamente autonomo. ES I FUZIOE E AUTEZIOE L apparecchio non necessita di alcuna manutenzione e pertanto non deve essere aperto. La fotocellula dovrebbe periodicamente essere controllata per rimuovere eventuale sporcizia dalle parti sensibili alla luce. La polvere e lo sporco riducono la quantità di luce che la colpisce e ciò comporta blocchi per guasto. on é abbastanza attendibile una misurazione della corrente fotoelettrica, poiché i valori si alterano in maniera infinitesimale. Si dovrà invece inserire una resistenza R = k 7 in serie con il rilevatore FZ 711 S. Se con un successivo avviamento dell apparecchio non avviene alcun blocco, allora si sà che la illuminazione é perfettamente in ordine. La resistenza R = k 7 dovrà essere tolta, non appena effettuato il controllo. Al momento della messa in funzione dell aimpianto e durante tutte le operazioni di servizio si dovrà essere sicuri che gli organi di sorveglianza lavorino perfettamente, come segue: 1. Avviamento del bruciatore con la fotocellula estratta e coperta. Al termine del tempo di sicurezza (settore giallo) avrà luogo un blocco. La fotocellula dovrà essere ben coperta, altrimenti si avrà un blocco per arrivo di luce estranea. 2. Avviamento del bruciatore con la fotocellula colpita da luce estranea (é sufficiente la illuminazione intensa di uno spazio di una qualsiasi entità) e avrà luogo un blocco per guasto da luce estranea.. Avviamento del bruciatore con fotocellula inserita e con formazione fiamma, lasciare scorrere il programma finito (fine del settore verde). Estrarre la fotocellula e oscurare: a) se l apparecchio é programmato "bloccante" avverrà il blocco b) se l apparecchio é programmato "a ripetizione" si arresta immediatamente l afflusso di combustibile ed inizia un nuovo avviamento. ISURE DI SICUREZZA PARTICOLARI COTRO LUCE ESTRAEA ACATO FUZIOAETO DELLA FOTOCELLULA Durante il prelavaggio, la sensibilità dell amplificatore di fiamma é tramite un accorgimento elettrico, sensibilmente maggiore che non quando il bruciatore é in funzione. Una minima quantità di luce estranea oppure anche soltante una minima difficoltà alla cellula fotoelettrica provocano un blocco per luce estranea prima della emissione di combustibile. DAGOSI DEI DIFETTI 1. Il bruciatore non parte, l indicatore di programma rimane all estremità della zona verde, e non viene segna lato blocco per guasto: a) possibile errore di cablaggio b) mancanza di tensione al morsetto 9 c) mancanza di collegamento al conduttore neutro 2. Indicazione di disturbo all inizio o alla fine della zona blu: a) nessun segnale di conferma per "serranda " b) nessun segnale di conferma per "serranda min." c) se l impianto non prevede segnale di conferma per la posizone della serranda aria, allora il ponticello I sul fondo dell apparecchio é interrotto oppure manca il collegamento dei morsetti 1-15 sulla basetta. Attenzione: Le segnalazioni di conferma per quanto riguarda le posizioni della serranda aria "" o "min." per la preventilazione o l accensione, debbono avvenire nel periodo di ca. 60 sec. Dopo questo periodo subentra il blocco. Ciò serve ad impedire che il bruciatore rimanga continuamente in prelavaggio.. Blocco per guasto nel settore blu a) luce estranea sulla fotocellula b) fotocellula difettosa c) valvola magnetica aperta o non a tenuta c) difetto nel controllo-fiamma dell apparecchio. Avviamento bruciatore con emmissione di combustibile, non compare la fiamma, avviene blocco al termine del settore giallo: a) nessuna accensione b) nessuna alimentazione di combustibilie c) valvola magnetica difettosa oppure non collegata 5. Avviamento del bruciatore con presenza fiamma, avviene blocco al termine del settore giallo: a) fotocellula impolverata b) fotocellula montata in modo errato, e quindi non "legge" luce c) fotocellula collegata male o difettosa d) difetto nel controllo-fiamma dell apparecchio e) nessuna tensione sul morsetto 20 Attenzione: quando un apparecchiatura automatica di controllo va in blocco essa adempie nella maggior parte dei casi alle funzioni per le quali é stata progettata. Quindi al di fuori delle possibilità più sopra indicate, sono possibili ancora le seguenti cause di blocco al bruciatore: 1) scintilla di accensione collocata male 2) riserva combustibile esaurita ) rubinetto combustibile chiuso ) filtro otturato 5) pompa difettosa 6) difetti nella combustione 7) partenza bruciatore difettosa 5

6 CO BASETTA 22 ø FOTORESISTEZA FZ 711 S ø PG vite per messa a terra piastrine di scorrimento individuale SUPPORTO ALL FZ 711 S UD IRD ø passacavo puisante sblocco ø IRD ø IRD VARIATI destra assiale sinistra DATI PER L ORDIAZIOE ARTICOLO SIGLA CODICE Apparecchio comando tipo Basetta dell apparecchio basetta TO Piastrina scorrimento (2x) piastrina PG a scelta piastrina a morsetti Rilevatore fiamma FZ 711 S rosso 0001 a scelta FZ 711 S bianco 1001 Rivelatore fiamma IRD 1010 destra a scelta IRD 1010 assiale a scelta IRD 1010 sinistra 1650 Supporto per fotoresistenza supporto Cavo di collegamento al rilevatore FZ 711 S 0.5 m, con raccordo per l'estremita del filo conduttore Cavo di collegamento al rilevatore IRD / FZ 0.6 m, con raccordo per l'estremita del filo conduttore I dati sopraindicati si riferiscono a forniture in esecuzioni normale. Il nostro programma ordini comprende anche forniture in esecuzioni speciali. Ci riserviamo qualsiasi modifica tecnica. 6 A Honeywell Company Satronic AG Honeywell-Platz 1 Postfach 2 CH-8157 Dielsdorf

TMG 740-3. Apparecchiature automatiche di controllo per impianti di combustione

TMG 740-3. Apparecchiature automatiche di controllo per impianti di combustione Apparecchiature automatiche di controllo per impianti di combustione a gas e gasolio A Honeywell Company TG 740-3 535i/05/03 Per bruciatori ad aria soffiata e combinati di portata maggiore, con funzionamento

Dettagli

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl Serie CF3q < Apparecchiatura di controllo di fiamma > SAITEK srl www.saitek.it info@saitek.it Casalgrande (RE) ITALY Tel. +39 0522 848211 Fax +39 0522 849070 CONTROLLO DI FIAMMA SERIE C F 3 Q pag. 1 di

Dettagli

DLG 974/976. Apparecchiatura automatica di controllo per bruciatori a gas

DLG 974/976. Apparecchiatura automatica di controllo per bruciatori a gas A Honeywell Company Apparecchiatura automatica di controllo per bruciatori a gas Per bruciatori mono o bistadio a flusso forzato e misti gasolio/gas Possibili rivelatori di fiamma: - Sonda a ionizzazione

Dettagli

Dispositivo compatto di controllo tenuta valvole. VDK 200 A S02 Esecuzione per H 2

Dispositivo compatto di controllo tenuta valvole. VDK 200 A S02 Esecuzione per H 2 Dispositivo compatto di controllo tenuta valvole Esecuzione per H 2 8.12 Printed in Germany Edition 02.10 Nr. 225 703 1 6 Caratteristiche tecniche Il H 2 è un apparecchio compatto di controllo di tenuta

Dettagli

Centrali termiche: per la conduzione ci vuole la patente Obbligo del patentino di abilitazione di 2 grado per la conduzione degli impianti termici

Centrali termiche: per la conduzione ci vuole la patente Obbligo del patentino di abilitazione di 2 grado per la conduzione degli impianti termici Centrali termiche: per la conduzione ci vuole la patente Obbligo del patentino di abilitazione di 2 grado per la conduzione degli impianti termici sopra i 232 kw Ing. Diego Danieli Libero Professionista

Dettagli

Sistema di rivelazione fughe gas. contatti del modulo relè opzionale LZY20-R. Descrizione. Centralina di comando. Sonda per gas metano IP44

Sistema di rivelazione fughe gas. contatti del modulo relè opzionale LZY20-R. Descrizione. Centralina di comando. Sonda per gas metano IP44 s 7 682.1 INTELLIGAS Sistema di rivelazione fughe gas per centrali termiche QA..13/A QA..13/A Sistema elettronico per la rivelazione di fughe gas per una o più sonde per il comando di una elettrovalvola

Dettagli

Dynamic 121-128. Istruzioni per il montaggio e l uso

Dynamic 121-128. Istruzioni per il montaggio e l uso Dynamic 121-128 Istruzioni per il montaggio e l uso 1 Installazione a presa diretta 1.1 Installazione diretta sull albero a molle. Innestare la motorizzazione, da destra o da sinistra a seconda del lato

Dettagli

Istruzioni per la trasformazione gas

Istruzioni per la trasformazione gas Istruzioni per la trasformazione gas Caldaie combinate a gas e caldaie a gas con bollitore integrato CGU-2-18/24 CGG-2-18/24 CGU-2K-18/24 CGG-2K-18/24 Wolf GmbH Postfach 1380 84048 Mainburg Tel. 08751/74-0

Dettagli

2.3.1 Condizioni ambientali

2.3.1 Condizioni ambientali 2.3 impianti elettrici delle macchine CEI EN 60204-1 /06 L impianto elettrico delle macchine riveste, ai fini della sicurezza, un importanza rilevante. Al momento dell acquisto della macchina o in caso

Dettagli

S S. Motore per tapparelle RolSmart

S S. Motore per tapparelle RolSmart IT Motore per tapparelle RolSmart Conservare le presenti istruzioni! Dopo aver montato il motore, fissare le presenti istruzioni al cavo per il tecnico elettricista. Funzioni del dispositivo: Protezione

Dettagli

i migliori gradi centigradi SUN G bistadio Bruciatori di gasolio

i migliori gradi centigradi SUN G bistadio Bruciatori di gasolio i migliori gradi centigradi SUN G bistadio Bruciatori di gasolio SUN G bistadio I bruciatori bistadio FERROLI della serie SUN sono tecnologicamente all'avanguardia e caratterizzati da elevata affidabilità

Dettagli

MONOSTADIO PLUS DI PRODOTTO. monostadio a basse emissioni inquinanti

MONOSTADIO PLUS DI PRODOTTO. monostadio a basse emissioni inquinanti MONOSTADIO monostadio a basse emissioni inquinanti Bruciatori di gasolio monostadio a basse emissioni di NOx (< 90 mg/kwh) e sonore (< 60 dba). Sono dotati di corpo in alluminio, struttura con un sistema

Dettagli

Corso di Assistenza Tecnica Generatori d aria calda a gas

Corso di Assistenza Tecnica Generatori d aria calda a gas Corso di Assistenza Tecnica Generatori d aria calda a gas 1 Rev. No. 0 July 21 st, 2010 Gamma KID KID 10 ME KID 15 ME KID 30 ME/AE KID 40 ME/AE KID 60 ME/AE KID 80 ME/AE 2 ARG ARG 100 ME/AE 3 AR AR 55

Dettagli

QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI

QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI GENERALITA': Il quadro elettrico oggetto della presente specifica è destinato al comando e al controllo di gruppo elettrogeni automatici

Dettagli

RIVELATORI DI FUGHE DI GAS METANO E GPL

RIVELATORI DI FUGHE DI GAS METANO E GPL RIVELATORI DI FUGHE DI GAS METANO E GPL P21 - P22 Sicurgas P21 e P22 è un dispositivo che, mediante una sensibilissima sonda, rivela la presenza di concentrazioni di gas metano (P21) e GPL (P22) in ambienti

Dettagli

CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE

CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE A) - Destinazione dell apparecchiatura Quadro elettronico adibito al comando di 1 motore asincrono monofase alimentato a 230 vac destinato all automazione di una tapparella

Dettagli

Ventilatori a tetto. Istruzioni di installazione. per ventilatori aria a nelle esecuzioni monofase e trifase (non per l esecuzione antideflagrante!

Ventilatori a tetto. Istruzioni di installazione. per ventilatori aria a nelle esecuzioni monofase e trifase (non per l esecuzione antideflagrante! Ventilatori a tetto Gruppo articoli 1.60 I161/04/04/0.2 IT Istruzioni di installazione per ventilatori aria a nelle esecuzioni monofase e trifase (non per l esecuzione antideflagrante!) Conservare con

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R Utilizzo: Le schede di frenatura Frenomat2 e Frenostat sono progettate per la frenatura di motori elettrici

Dettagli

VIESMANN. Istruzioni di montaggio. Completamento EA1. Avvertenze sulla sicurezza. per il personale specializzato

VIESMANN. Istruzioni di montaggio. Completamento EA1. Avvertenze sulla sicurezza. per il personale specializzato Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMNN Completamento E1 vvertenze sulla sicurezza Si prega di attenersi scrupolosamente alle avvertenze sulla sicurezza per evitare pericoli e danni

Dettagli

SERIE MICROFLAT TIPI CM32PR CE32PR

SERIE MICROFLAT TIPI CM32PR CE32PR SERIE MICROFLAT TIPI CM32PR CE32PR SISTEMI AUTOMATICI DI CONTROLLO A RIARMO MANUALE ED ELETTRICO PER BRUCIATORI ED IMPIANTI A GAS PREMISCELATI (PROVVISTI DI CONNETTORE PER UN DISPOSITIVO DI ACCENSIONE

Dettagli

Tedesco per la Tecnica delle Costruzioni. TROX Italia S.p.A. Telefono 02-98 29 741 Telefax 02-98 29 74 60

Tedesco per la Tecnica delle Costruzioni. TROX Italia S.p.A. Telefono 02-98 29 741 Telefax 02-98 29 74 60 /./I/ Rivelatore di fumo Typo RM-O-VS-D con sensore di portata per il controllo delle serrande tagliafuoco e tagliafumo Omologato dall Istituto Tedesco per la Tecnica delle Costruzioni Z-78.-7 TROX Italia

Dettagli

Scheda tecnica prodotto

Scheda tecnica prodotto Le teste termoelettriche per il loro funzionamento sfruttano la dilatazione di un elemento termosensibile che, al momento in cui la valvola deve essere aperta, è scaldato tramite una resistenza elettrica.

Dettagli

Istruzioni di installazione per il personale qualificato UX 15

Istruzioni di installazione per il personale qualificato UX 15 Istruzioni di installazione per il personale qualificato UX 15 CH Indice Indice 1 Significato dei simboli e avvertenze di sicurezza....................... 3 1.1 Spiegazione dei simboli presenti nel libretto...................

Dettagli

Descrizione del funzionamento

Descrizione del funzionamento Descrizione del funzionamento Laddomat 21 ha la funzione di......all accensione, fare raggiungere velocemente alla caldaia una temperatura di funzionamento elevata....durante il riempimento, preriscaldare

Dettagli

JM 9/2-16/2 - G 26/2 GAS

JM 9/2-16/2 - G 26/2 GAS DESCRIZIONE PER CAPITOLATO I bruciatori JM 9/2-16/2 GAS e di gas ad aria soffiata di tipo bistadio sono predisposti per funzionamento a G.P.L. (kit di trasformazione in dotazione sui modelli:, ). Cofano

Dettagli

Pericoli della corrente elettrica! 2. Generi degli impianti elettrici! 2. Sistemi di protezione! 2

Pericoli della corrente elettrica! 2. Generi degli impianti elettrici! 2. Sistemi di protezione! 2 Comandi Indice Pericoli della corrente elettrica 2 Generi degli impianti elettrici 2 Sistemi di protezione 2 Interruttore a corrente di difetto (FI o salvavita) 3 Costituzione: 3 Principio di funzionamento

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali 28111.03 www.caleffi.com Regolatore digitale SOLCAL 1 Copyright 2012 Caleffi Serie 257 MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE Funzione 1 Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici 3 Caratteristiche

Dettagli

KERN YKD Version 1.0 1/2007

KERN YKD Version 1.0 1/2007 KERN & Sohn GmbH Ziegelei 1 D-72336 Balingen-Frommern Postfach 40 52 72332 Balingen Tel. 0049 [0]7433-9933-0 Fax. 0049 [0]7433-9933-149 e-mail: info@kern-sohn.com Web: www.kern-sohn.com I Istruzioni d

Dettagli

Scheda tecnica prodotto

Scheda tecnica prodotto Le teste termoelettriche per il loro funzionamento sfruttano la dilatazione di un elemento termosensibile, che al momento in cui la valvola deve essere aperta è scaldato tramite una resistenza elettrica.

Dettagli

Manuale utente per il modello

Manuale utente per il modello Manuale utente per il modello RBS 24 Elite Caldaia murale istantanea con scambiatore integrato CE 0694 Documentazione Tecnica RADIANT BRUCIATORI S.p.A. Montelabbate (PU) ITALY RBS 24 - RAD - ITA - MAN.UT

Dettagli

KIT RIVELATORI DI GAS

KIT RIVELATORI DI GAS SEZIONE 4 KIT RIVELATORI DI GAS attivato guasto allarme sensore esaurito test Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. MT140-001_sez.4.pdf MT140-001 sez.4 1 INDICE SEZIONE 4 CONTROLLO

Dettagli

G 50/2-70/2 GAS DESCRIZIONE PER CAPITOLATO DIMENSIONI

G 50/2-70/2 GAS DESCRIZIONE PER CAPITOLATO DIMENSIONI DESCRIZIONE PER CAPITOLATO I bruciatori G 50-70/2 GAS di gas ad aria soffiata di tipo bistadio sono predisposti per funzionamento a G.P.L. (con kit di trasformazione). Cofano insonorizzato sagomato in

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

SCHEDA COMANDO PER MOTORE MONOFASE TRIFASE 230 / 400 Vac

SCHEDA COMANDO PER MOTORE MONOFASE TRIFASE 230 / 400 Vac SCHEDA COMANDO PER MOTORE MONOFASE TRIFASE 230 / 400 Vac LOGICA CON MICROPROCESSORE STATO DEGLI INGRESSI VISUALIZZATO DA LEDs PROTEZIONE INGRESSO LINEA CON FUSIBILE FUNZIONE INGRESSO PEDONALE CIRCUITO

Dettagli

Potenza termica -0,3. kg/h. Potenza termica

Potenza termica -0,3. kg/h. Potenza termica - inea domestica Eco Bruciatori monostadio (Eco) e monostadio con preriscaldatore (Eco R). Adatti per caldaie a media pressurizzazione. Basse emissioni. Regolazione della testa di combustione. Regolazione

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Ventilatori a canale. Istruzioni di installazione. per ventilatori a canale nelle esecuzioni con motore monofase e trifase I212/06/02/1 IT

Ventilatori a canale. Istruzioni di installazione. per ventilatori a canale nelle esecuzioni con motore monofase e trifase I212/06/02/1 IT Ventilatori a canale Gruppo articoli 1.60 Istruzioni di installazione per ventilatori a canale nelle esecuzioni con motore monofase e trifase Conservare con cura per l utilizzo futuro! I212/06/02/1 IT

Dettagli

Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia

Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia Serie 2850.. Manuale di installazione e messa in servizio Grazie per aver acquistato questo apparecchio. Leggere attentamente queste istruzioni

Dettagli

Motore per tende da sole SunTop-868

Motore per tende da sole SunTop-868 Motore per tende da sole SunTop-868 Conservare queste istruzioni! Dopo il montaggio del motore, fissare al cavo le presenti istruzioni di montaggio per l elettricista. Montaggio in tubi profilati A Spingere

Dettagli

VIESMANN. Istruzioni di montaggio e di servizio. Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1. Avvertenze sulla sicurezza

VIESMANN. Istruzioni di montaggio e di servizio. Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1. Avvertenze sulla sicurezza Istruzioni di montaggio e di servizio per il personale specializzato VIESMANN Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1 per Vitocell 100-W, tipo CVUC-A Avvertenze sulla sicurezza Si prega di

Dettagli

Manuale utente RSF 20 /S. per il modello. Caldaia murale istantanea a gas a camera stagna CE 0694 RSF 20_S - RAD - ITA - MAN.UT - 0113.

Manuale utente RSF 20 /S. per il modello. Caldaia murale istantanea a gas a camera stagna CE 0694 RSF 20_S - RAD - ITA - MAN.UT - 0113. Manuale utente per il modello RSF 20 /S Caldaia murale istantanea a gas a camera stagna CE 0694 RSF 20_S - RAD - ITA - MAN.UT - 0113.1-40-00068 Documentazione Tecnica RADIANT BRUCIATORI S.p.A. Montelabbate

Dettagli

PRESSE MECCANICHE PRESSE IDRAULICHE E PNEUMATICHE

PRESSE MECCANICHE PRESSE IDRAULICHE E PNEUMATICHE PRESSE MECCANICHE PRESSE IDRAULICHE E PNEUMATICHE Tipologia: Presse meccaniche con innesto a chiavetta Presse meccaniche con innesto a frizione Presse a funzionamento idraulico Presse a funzionamento pneumatico

Dettagli

Istruzioni di servizio per la caldaia a vapore della serie di produzione S 350

Istruzioni di servizio per la caldaia a vapore della serie di produzione S 350 Istruzioni di servizio per la caldaia a vapore della serie di produzione S 350 Posizione della caldaia 1. Per garantire un funzionamento perfetto della caldaia è necessario che la stessa, per mezzo della

Dettagli

SERVICE MANUAL ASCIUGABIANCHERIA. Asciugabiancheria a condensa con pompa di calore ENV06 HP

SERVICE MANUAL ASCIUGABIANCHERIA. Asciugabiancheria a condensa con pompa di calore ENV06 HP SERVICE MANUAL ASCIUGABIANCHERIA Electrolux Home Italia S.p.A. Numero di pubblicazione Corso Lino Zanussi, 30 I - 33080 Porcia PN - 599 71 61 36 Fax: + 39 0434 394096 IT Asciugabiancheria a condensa con

Dettagli

PROTEZIONI. SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.5. INSTALLAZIONE...6 Avvertenze...

PROTEZIONI. SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.5. INSTALLAZIONE...6 Avvertenze... SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. Le sovratensioni di rete RIMEDI CONTRO LE SOVRATENSIONI... INDICE DI SEZIONE...6 Avvertenze...6 Schema di collegamento...6

Dettagli

QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI

QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI GENERALITA': il quadro elettrico, oggetto della presente specifica, è destinato al comando e controllo di gruppi elettrogeni automatici

Dettagli

ROW-GUARD Guida rapida

ROW-GUARD Guida rapida ROW-GUARD Guida rapida La presente è una guida rapida per il sistema di controllo di direzione Einböck, ROW-GUARD. Si assume che il montaggio e le impostazioni di base del Sistema siano già state effettuate.

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

Gruppi di continuità UPS Line Interactive. PC Star EA

Gruppi di continuità UPS Line Interactive. PC Star EA Gruppi di continuità UPS Line Interactive PC Star EA Modelli: 650VA ~ 1500VA MANUALE D USO Rev. 01-121009 Pagina 1 di 8 SOMMARIO Note sulla sicurezza... 1 Principi di funzionamento... 2 In modalità presenza

Dettagli

Istruzioni per l uso. Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller.

Istruzioni per l uso. Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller. Istruzioni per l uso Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller. T( C) Controller B 170 T1 7 4 8 5 9 6 Eurotherm 2132i start

Dettagli

Premere debolmente il tasto Power per verificare il livello di batteria rimanente. Indicatore 1 (lampeggiante) 1 (fisso) 2 (fisso) 3 (fisso) 4 (fisso)

Premere debolmente il tasto Power per verificare il livello di batteria rimanente. Indicatore 1 (lampeggiante) 1 (fisso) 2 (fisso) 3 (fisso) 4 (fisso) Grazie per avere acquistato JumpsPower. Prima di utilizzare l apparecchio, si prega di leggere attentamente le istruzioni. Questo manuale vi informerà delle caratteristiche e delle modalità d uso di JumpsPower,

Dettagli

GENERATORI D ARIA GBI/GBO

GENERATORI D ARIA GBI/GBO DESCRIZIONE PER CAPITOLATO I generatori d aria calda GBI e GBO sono costituiti da un telaio in alluminio e da una pannellatura esterna in lamiera preverniciata: i pannelli sono isolati all interno con

Dettagli

Sonde antigelo Da utilizzare sul lato aria

Sonde antigelo Da utilizzare sul lato aria 1 821 1821P01 Sonde antigelo Da utilizzare sul lato aria Sonda attiva con capillare per la misura della temperatura minima nel campo d impiego 0 15 C Alimentazione 24 V AC Segnale d uscita 0...10 V DC

Dettagli

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica (Seconda parte) Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Concluso l esame a vista, secondo quanto

Dettagli

Sistemi di distribuzione a MT e BT

Sistemi di distribuzione a MT e BT Sistemi di distribuzione a MT e BT La posizione ottima in cui porre la cabina di trasformazione coincide con il baricentro elettrico, che il punto in cui si pu supporre concentrata la potenza assorbita

Dettagli

Art. Nr. 16547 POWER PACK 5 IN 1 Starthilfe: 600 Ampere

Art. Nr. 16547 POWER PACK 5 IN 1 Starthilfe: 600 Ampere Art. Nr. 16547 POWER PACK 5 IN 1 Starthilfe: 600 Ampere Bedienungsanleitung Bitte lesen Sie vor Gebrauch die Bedienungsanleitung und Sicherheitshinweise sorgfältig durch. Beachten Sie auch die Bedienungsanleitung

Dettagli

Centralina di regolazione con gestione a distanza

Centralina di regolazione con gestione a distanza Centralina di regolazione con gestione a distanza L apparecchio regola la temperatura dell acqua di mandata dell impianto di riscaldamento. Adatte per tutti i tipi di impianti di riscaldamento di condomini,

Dettagli

- AMG18. Manuale Utente. Descrizione dispositivo: empowered by

- AMG18. Manuale Utente. Descrizione dispositivo: empowered by - AMG18 empowered by Manuale Utente Complimenti per l acquisto di JumpsPower. Prima di utilizzare il Vs. nuovo strumento, vi invitiamo a leggere attentamente il Manuale di utilizzo che vi informerà delle

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO RELATIVO A STABILE ADIBITO AD USO BAITA-BIVACCO, REALIZZATO IN ZONA PIAN VADA (COMUNE DI AURANO - VB)

IMPIANTO ELETTRICO RELATIVO A STABILE ADIBITO AD USO BAITA-BIVACCO, REALIZZATO IN ZONA PIAN VADA (COMUNE DI AURANO - VB) RELATIVO A STABILE ADIBITO AD USO BAITA-BIVACCO, REALIZZATO IN ZONA PIAN VADA (COMUNE DI AURANO - VB) 1. INTRODUZIONE Il bivacco di Pian Vadà è costituito da un edificio a due piani, ciascuno di superficie

Dettagli

MISURE D INGOMBRO - COLLEGAMENTI IDRAULICI

MISURE D INGOMBRO - COLLEGAMENTI IDRAULICI La combustione che avviene nelle caldaie tradizionali é in grado di sfruttare, trasformandola in calore, solo una parte dell energia contenuta nel combustibile, mentre il resto viene disperso dal camino.

Dettagli

Controlgas 3 Sistema di rivelazione fughe di gas

Controlgas 3 Sistema di rivelazione fughe di gas Controlgas 3 Sistema di rivelazione fughe di gas Termoidraulica Scheda tecnica 52 IT 02 1 Indice Controlgas 3... 3 Elettrovalvole a riarmo manuale per gas... 6 Testi di capitolato... 14 2 Controlgas 3

Dettagli

Installazione Sistema Ibrido Beta Marine

Installazione Sistema Ibrido Beta Marine Installazione Sistema Ibrido Beta Marine Foto 1 L installazione di un sistema ibrido è ragionevolmente semplice. Seguendo le indicazioni date in questo manuale non si dovrebbero incontrare particolari

Dettagli

Rilevatore di condensa

Rilevatore di condensa 1 542 1542P01 1542P02 Rilevatore di condensa Il rilevatore di condensa è utilizzato per evitare danni a causa della presenza di condensa sulle tubazioni e il è adatto per travi refrigeranti e negli impianti

Dettagli

e Universal PRO costituiscono i modelli di punta della

e Universal PRO costituiscono i modelli di punta della Le serie e Universal PRO costituiscono i modelli di punta della gamma Comparato per uso industriale. DENOMINAZIONE: Sul servocomando sono riportate le seguenti indicazioni: Marchio e nome della società

Dettagli

Scheda tecnica. Pressostato tipo CS 520B1237

Scheda tecnica. Pressostato tipo CS 520B1237 Agosto 2002 DKACT.PD.P10.A2.06 520B1237 Introduzione I pressostati della serie CS fanno parte della gamma dei prodotti Danfoss destinati al controllo della pressione. Tutti i pressostati CS sono dotati

Dettagli

Indice. SISTEL s.r.l.

Indice. SISTEL s.r.l. Indice INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA E SULLE NORME VIGENTI... 3 NORME DI SICUREZZA...3 CONFORMITÀ CEE... 3 SMALTIMENTO E RICICLAGGIO... 3 Smaltimento degli apparecchi di scarto in conformità con le esigenze

Dettagli

PA100. Pulsante manuale a riarmo wireless. Manuale Installazione/Uso

PA100. Pulsante manuale a riarmo wireless. Manuale Installazione/Uso I PA100 Pulsante manuale a riarmo wireless DS80SB32001 LBT80856 Manuale Installazione/Uso DESCRIZIONE GENERALE Il pulsante manuale a riarmo wireless PA100 è un dispositivo che consente di generare una

Dettagli

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 CEBORA S.p.A. 1 POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 MANUALE DI SERVIZIO CEBORA S.p.A. 2 SOMMARIO 1 - INFORMAZIONI GENERALI... 3 1.1 - Introduzione... 3 1.2 - Filosofia generale d assistenza.... 3 1.3 -

Dettagli

Relazione tecnica Impianto Elettrico Fisso a servizio dell'impianto Idroelettrico sito in Chiusa Pesio (CN) - Loc. Certosa

Relazione tecnica Impianto Elettrico Fisso a servizio dell'impianto Idroelettrico sito in Chiusa Pesio (CN) - Loc. Certosa Relazione tecnica Impianto Elettrico Fisso a servizio dell'impianto Idroelettrico sito in Chiusa Pesio (CN) - Loc. Certosa DESCRIZIONE DELL OPERA La presente relazione si riferisce alla realizzazione di

Dettagli

Schemi elettrici. Indice. Schemi elettrici. Informazioni per la lettura - Interruttori... 5/2. Informazioni per la lettura - ATS010...

Schemi elettrici. Indice. Schemi elettrici. Informazioni per la lettura - Interruttori... 5/2. Informazioni per la lettura - ATS010... Indice Schemi elettrici Informazioni per la lettura - Interruttori... /2 Informazioni per la lettura - ATS010... /6 Segni grafici (Norme IEC 60617 e CEI 3-14 3-26)... /7 Schema circuitale degli interruttori

Dettagli

Controllo fase Relè di controllo fase monofunzione - 7,5 mm Controllo su reti trifase: ordine di fase, assenza totale di fase Multitensione da x 08 a x 480 V Controlla la propria tensione d alimentazione

Dettagli

SERVICE MANUAL FABULA

SERVICE MANUAL FABULA SERVICE MANUAL FABULA Tutte le parti incluse nel presente documento sono di proprietà della FABER S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questo documento e le informazioni in esso contenute, sono fornite

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio Forno a vapore a pressione DG 4064 / DG 4164 DG4064L/DG4164 L Leggere attentamente le istruzioni d'uso prima it-it di procedere al posizionamento, all'installazione e alla messa

Dettagli

VAREOSOFT SAG-6 VAREOSOFT SAG-6S. Soft Starter per ascensori idraulici. Istruzioni d uso

VAREOSOFT SAG-6 VAREOSOFT SAG-6S. Soft Starter per ascensori idraulici. Istruzioni d uso S Soft Starter per ascensori idraulici REO ITALIA S.R.L. ANL_IT Via Treponti, 9 01/00 I-508 Rezzato (BS) Tel. (030) 793883 Fax (030) 9000 http://www.reoitalia.it email: info@reoitalia.it Istruzioni tecniche

Dettagli

2.2.5 Dispositivi di sicurezza

2.2.5 Dispositivi di sicurezza 2. Sicurezza 2. Sicurezza generale delle macchine 2.2.5 Dispositivi di sicurezza I dispositivi di sicurezza hanno la funzione di eliminare o ridurre un rischio autonomamente o in associazione a ripari.

Dettagli

L avviamento dei motori asincroni

L avviamento dei motori asincroni L avviamento dei motori asincroni Un problema rilevante è quello dell avviamento dei motori. Nei motori asincroni infatti, durante l avviamento, circolano nel motore correnti notevoli sia perché la resistenza

Dettagli

Sistema di distribuzione di alimentazione SVS18

Sistema di distribuzione di alimentazione SVS18 Sistema di distribuzione di alimentazione SVS8 Descrizione Il sistema di distribuzione di energia elettrica SVS8 consente di ottimizzare l alimentazione DC a 24 V nelle applicazioni di processo automazione,

Dettagli

elero VarioTec-868 JA VarioTec-868 RM Istruzioni d uso Conservare le presenti istruzioni d uso!

elero VarioTec-868 JA VarioTec-868 RM Istruzioni d uso Conservare le presenti istruzioni d uso! VarioTec-868 JA VarioTec-868 RM elero Istruzioni d uso Conservare le presenti istruzioni d uso! elero Italia S.r.l. Via A. Volta, 7 20090 Buccinasco (MI) info@elero.it www.elero.com 309025 02 Nr. 18 100.4602/0605

Dettagli

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) Serie GBW

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) Serie GBW QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO () Generalità Quadro di comando e controllo manuale/automatico () fornito a bordo macchina, integrato e connesso al gruppo elettrogeno. Il quadro utilizza un compatto

Dettagli

Centronic SunWindControl SWC411

Centronic SunWindControl SWC411 Centronic SunWindControl SWC411 IT Istruzioni per il montaggio e l impiego del trasmettitore da parete per il controllo della funzione sole/vento Informazioni importanti per: il montatore l elettricista

Dettagli

AT92B3805 Guida rapida di installazione Informazioni generali del prodotto

AT92B3805 Guida rapida di installazione Informazioni generali del prodotto AT92B3805 Guida rapida di installazione Informazioni generali del prodotto IT F1 = F6,3A Protezione circuiti ausiliari batteria 12Vdc F2 = F2A Protezione teleruttore rete F3 = F2A Protezione teleruttore

Dettagli

Controllo di fiamma a microprocessore con comunicazione seriale CONFORME ALLA NORMA EN 298

Controllo di fiamma a microprocessore con comunicazione seriale CONFORME ALLA NORMA EN 298 Serie CF1 Controllo di fiamma a microprocessore con comunicazione seriale ISTRUZIONI E CARATTERISTICHE SAITEK srl www.saitek.it saitek@tsc4.com Sassuolo (MO) ITALY Tel. +39 536 996322 Fax +39 536 808414

Dettagli

2. PRECAUZIONI DI SICUREZZA

2. PRECAUZIONI DI SICUREZZA INDICE 1. Prefazione 2 2. Precauzioni di sicurezza 3 3. Struttura.. 4 4. Modo d uso. 5 a) Controllo ausiliario e display LED... 5 b) Telecomando.. 6 c) Modo d uso 7 5. Manuale operativo.. 11 6. Manutenzione.

Dettagli

Interruttore magnetotermico 2216-S...

Interruttore magnetotermico 2216-S... Interruttore magnetotermico 226-S... Descrizione Interruttore magnetotermico a uno e due poli in un design compatto con attuatore con guida, meccanismo con scatto libero, diverse caratteristiche di scatto

Dettagli

IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO COMPRENSORIO PEEP GAIOFANA

IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO COMPRENSORIO PEEP GAIOFANA IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO COMPRENSORIO PEEP GAIOFANA CHE COS È IL TELERISCALDAMENTO Gruppo Società Gas Rimini - SGR Servizi S.p.A. 47924 Rimini Via Chiabrera 34 b Tel. 0541 303030 Fax 0541 380344 e-mail

Dettagli

106.658. Castello dei fantasmi illuminato. Elenco componenti: by Horst Wagner. Utensili ed accessori necessari per il montaggio

106.658. Castello dei fantasmi illuminato. Elenco componenti: by Horst Wagner. Utensili ed accessori necessari per il montaggio 106.658 Castello dei fantasmi illuminato Elenco componenti: 8 x listello di pino 10 x 10 x 250 mm 2 x compensato 3 x 65 x 300 mm 2 x compensato 3 x 100 x 150 mm 1 x LED Rainbow 5 mm 1 x cavetto 500 mm

Dettagli

Sensori magnetici di prossimità a scomparsa Serie CST-CSV

Sensori magnetici di prossimità a scomparsa Serie CST-CSV Sensori magnetici di prossimità a scomparsa Serie - - Reed - Effetto di Hall S E R I E I finecorsa magnetici a scomparsa / sono sensori di prossimità che hanno la funzione di rilevare la posizione del

Dettagli

APS 2. Sistema Automatico di Applicazione Polvere APS 2 17. Edizione 05/99

APS 2. Sistema Automatico di Applicazione Polvere APS 2 17. Edizione 05/99 It Sistema Automatico di Applicazione Polvere 17 16 Indice Sistema Automatico di Applicazione................................. 1 1. Campo di applicazione......................................... 1 2. Tipo

Dettagli

È sufficiente attendere 3 minuti perché tutto torni a funzionare come sempre.

È sufficiente attendere 3 minuti perché tutto torni a funzionare come sempre. Vediamo alcune delle principali anomalie che possono verificarsi su un condizionatore Daikin e le relative soluzioni che vengono proposte dalla casa produttrice. Mancato inizio del funzionamento La soluzione

Dettagli

Manuale d Uso della Centralina A Pulsanti e Led Spia

Manuale d Uso della Centralina A Pulsanti e Led Spia Manuale d Uso della Centralina A Pulsanti e Led Spia Mod. GANG-PSH-1.02 Rimor ArSilicii 1 Avvertenze Il materiale qui di seguito riportato è proprietà della società ArSilicii s.r.l. e non può essere riprodotto

Dettagli

Ma n u a l. istruzioni

Ma n u a l. istruzioni Ma n u a l istruzioni Ricettore radio 1 canale on /off So m m a r i o Presentazione 1 Installazione 1 Collegamento elettrico 4 Apprendimento 5 Cosa fare se 9 Caratteristiche tecniche 10 Pr e s e n t a

Dettagli

ALKON SLIM SCT. 00333398-2 a edizione - 11/2010 ISTRUZIONI D USO PER L UTENTE

ALKON SLIM SCT. 00333398-2 a edizione - 11/2010 ISTRUZIONI D USO PER L UTENTE ALKON SLIM SCT 00333398-2 a edizione - 11/2010 ISTRUZIONI D USO PER L UTENTE IT Indice INDICE 1 Simbologia utilizzata nel manuale... 3 2 Uso conforme dell apparecchio... 3 3 Trattamento dell acqua... 3

Dettagli

BLOCCA ASTE ELETTRONICO ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE 49.130... AD APPLICARE 49.120... PER PORTE BLINDATE

BLOCCA ASTE ELETTRONICO ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE 49.130... AD APPLICARE 49.120... PER PORTE BLINDATE BLOCCA ASTE ELETTRONICO ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE 49.130... AD APPLICARE 49.120... PER PORTE BLINDATE 1 - AVVERTENZE Mottura Serrature di Sicurezza S.p.A. ringrazia per la fiducia

Dettagli

Soluzioni di sicurezza per l automazione

Soluzioni di sicurezza per l automazione Guida alla scelta XPS Applicazioni Moduli Per controllo arresto d emergenza e protezioni mobili con uscite istantanee Per controllo arresto d emergenza e protezioni mobili con uscite temporizzate Categoria

Dettagli

SCHEDE DI FRENATURA ELETTRONICA

SCHEDE DI FRENATURA ELETTRONICA Informazioni generali I moduli di frenatura elettronici Frenomat e Frenostat sono in grado di frenare motori asincroni, sono senza manutenzione e non producono abrasione ed inquinamento. Riducono i tempi

Dettagli

Istruzioni di Manutenzione

Istruzioni di Manutenzione Istruzioni di Manutenzione caldaia a condensazione COB COB-CS solo riscaldamento con bollitore a stratificazione Wolf GmbH Postfach 1380 84048 Mainburg Tel. 08751/74-0 Fax 08751/741600 Internet: www.wolf-heiztechnik.de

Dettagli

39 Il linguaggio grafico a contatti

39 Il linguaggio grafico a contatti 39 Il linguaggio grafico a contatti Diagramma a contatti, ladder, diagramma a scala sono nomi diversi usati per indicare la stessa cosa, il codice grafico per la programmazione dei PLC con il linguaggio

Dettagli

TASTIERA DI COMANDO E CONTROLLO PER INVERTERS EL.-5000

TASTIERA DI COMANDO E CONTROLLO PER INVERTERS EL.-5000 ELCOM S.R.L. TASTIERA DI COMANDO E CONTROLLO PER INVERTERS EL.-5000 ( Rev. 0.3s ) MANUALE USO TASTIERA EL.-5000 I pulsanti hanno le seguenti funzioni: Comando di START abilitazione alla marcia con accensione

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO PROVINCIA DI LECCE Importo Progetto 1.000.000,00 RELAZIONE TECNICA 1. Premessai Dal sopralluogo effettuato si è stabilito che l'impianto elettrico del piano primo risulta di recente rifacimento ed a norma,

Dettagli

Prodotti per la climatizzazione e illuminazione dei quadri SIVACON 8MR

Prodotti per la climatizzazione e illuminazione dei quadri SIVACON 8MR Prodotti per la climatizzazione e illuminazione dei quadri SIVACON 8MR /2 Dati tecnici /3 Dati generali /4 Ventilatori con filtro /7 Condizionatori /8 Scambiatori di calore / Riscaldatori /10 Riscaldatori

Dettagli