Capitolo 5. Provincia e U.S. Lecce insieme: il ruolo e gli obiettivi della sponsorizzazione. 5.1 La comunicazione nel calcio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolo 5. Provincia e U.S. Lecce insieme: il ruolo e gli obiettivi della sponsorizzazione. 5.1 La comunicazione nel calcio"

Transcript

1 Capitolo 5 Provincia e U.S. Lecce insieme: il ruolo e gli obiettivi della sponsorizzazione 5.1 La comunicazione nel calcio Il calcio vive in questi anni un periodo di forte interesse, sia come pratica che come spettacolo.lo spettacolo che esso è capace di creare, se fino agli anni Cinquanta e Sessanta rimaneva mediaticamente prigioniero nello stadio, oggi ha assunto le proporzioni di un fenomeno globalizzato, capace di raggiungere chiunque in ogni parte del mondo grazie alle possibilità offerte dalle tecnologie della comunicazione. Oggi il calcio è inserito a pieno titolo nei processi di comunicazione. Esso, infatti, è allo stesso tempo: - comunicatore (comunica); - medium (fa comunicare); - contenuto (viene comunicato).

2 Oggi la comunicazione nel calcio è divenuta un fattore produttivo, capace di generare valore nel momento in cui le emozioni e il divertimento garantite dalla competizione agonistica vengono inserite in un processo di business marketing-oriented. 29 Ciò crea una situazione di notevole complessità nel momento in cui le società calcistiche si trovano a dover perseguire diversi obiettivi, rivolgersi a molteplici tipologie di persone, trasmettere messaggi diversi. Le società calcistiche, per gestire tale complessità, devono effettuare un processo di integrazione che permetta di sfruttare la competizione sportiva per aumentare il valore del proprio brand, attraverso precise strategie di comarketing e di comunicazione attraverso partnership con mass media ed imprese. 29 Dagli atti del convegno Sport-up. Chi comunica vince, Roma, La Sapienza, 14 Maggio 2003.

3 La gestione del marchio Lo sviluppo del brand assume una notevole rilevanza strategica. Il marchio di una società calcistica è composto dall insieme di molteplici valori. Anzitutto, dal senso positivo di identificazione dei tifosi alla propria squadra del cuore. La partecipazione a campionati prestigiosi e le vittorie sul campo sono infatti la base di partenza per affermare il prestigio di una società calcistica. Oggi gli elementi principali che caratterizzano il brand di una società calcistica sono la storia, la popolarità, il mito e l internazionalità che esso riesce ad affermare nel corso del tempo. Se fino a pochi anni fa il marchio di una società calcistica si promuoveva esclusivamente attraverso le vittorie sportive, oggi ciò non è più sufficiente: l affermazione degli interessi economici legati al calcio e la crescita della visibilità offerta dai mass media hanno indotto i club a sviluppare delle strategie di marketing e di comunicazione che permettano, in collaborazione con le imprese sponsor, di sfruttare

4 l enorme interesse generato dal calcio per promuovere la propria immagine. Ciò ha fatto sì che oggi, in un ottica di marketing, il prodotto che le società offrono al pubblico non è più la semplice partita, ma il proprio brand. Infatti, un club con un marchio prestigioso ha degli ottimi giocatori che gli permettono di vincere in campo nazionale ed internazionale, ed è capace di attirare i mass media e le imprese, pronti entrambi ad utilizzare la visibilità offerta dalle società calcistiche quale leva per la valorizzazione dei reciproci marchi, prodotti e servizi. Inoltre, oggi una società calcistica con un marchio prestigioso vende i propri prodotti di merchandising, gestisce i propri mezzi di comunicazione e diversifica le proprie attività economiche allo scopo di garantirne i risultati al di fuori dell aleatorietà del risultato sportivo Cherubini, S., Il marketing sportivo, Milano, F. Angeli, 2000, p. 45.

5 La comunicazione con i target Fino all avvento dei mass media, la comunicazione di una società calcistica avveniva esclusivamente durante le competizioni sportive all interno degli stadi, unici luoghi di incontro tra pubblico e squadre. In quell epoca, i valori di un club venivano comunicati esclusivamente attraverso la prestazione agonistica. Successivamente, grazie alla crescita dell interesse sociale ed economico nei confronti del calcio e alla diffusione dei mass media, l evento sportivo inizia ad interessare pubblici più ampi ed eterogenei e sponsor sempre più numerosi ed importanti. Negli ultimi anni si è affermata la tendenza, da parte delle società calcistiche, di considerare il pubblico dei tifosi e degli appassionati di calcio come un target al quale rivolgere le politiche di marketing delle società stesse e dei propri sponsor. Oggi la comunicazione delle società calcistiche tende a divenire integrata: le imprese e i media ad esse associate collaborano in un ottica di co-marketing per promuovere, ad

6 un pubblico sempre più eterogeneo e trasversale, i valori dei rispettivi brand. Rispetto al recente passato, oggi si tende ad offrire al pubblico dei tifosi e degli appassionati una comunicazione personalizzata ed interattiva allo scopo di rendere più solida la loro identificazione con il brand del club, divenuto il vero prodotto vincente delle società stesse. A tale scopo le strategie di marketing e le nuove tecnologie svolgono un ruolo fondamentale. Il co-marketing nelle società calcistiche Oggi le società calcistiche sono aziende con un notevole giro d affari; Esse collaborano con mass media ed imprese produttrici di beni e servizi allo scopo di ottenere risultati sportivi eccellenti, una visibilità sempre maggiore e collaborazioni tecniche sempre più evolute. Il rapporto tra società calcistiche, media ed imprese è passato dalla semplice sponsorizzazione ad una collaborazione tipica del co-marketing che permette, ai

7 soggetti che investono nel business calcistico, di ottenere vantaggi reciproci in termini di mercato e visibilità. Le strategie di co-marketing permettono di ottimizzare la valorizzazione dei reciproci marchi: I media, trasmettendo le partite, si assicurano notevoli livelli di audience, riuscendo ad attrarre gli investimenti pubblicitari degli sponsor. Questi ultimi, attraverso le partnership e le sponsorizzazioni, oltre ad accrescere la propria brand image nel pubblico, possono collaborare con i club per offrire, ad esempio, prodotti e servizi a prezzi vantaggiosi ai rispettivi tifosi. Contemporaneamente le società calcistiche offrono ai propri partner la visibilità della quale necessitano, divenendo medium per la realizzazione di strategie di comunicazione integrata. Le tendenze più innovative del marketing delle società calcistiche sono indirizzate ad un impegno crescente nei confronti dei problemi sociali e del no-profit, coinvolgendo

8 nel processo di comunicazione anche soggetti tradizionalmente estranei al business sportivo 31. La dimensione sociale del calcio Il calcio, nato in Inghilterra nella seconda meta dell Ottocento, è oggi lo sport più diffuso e praticato al mondo. Esso interessa un pubblico trasversale, che comprende tutte le fasce d età in ogni paese del mondo e ad ogni livello di reddito. La passione per il calcio nasce da bambini. Solitamente si diventa tifosi di una particolare squadra sin da quando si iniziano a tirare i primi calci al pallone nel cortile di casa, insieme ai propri coetanei. Essa non conosce frontiere né differenze sociali: il pallone è il comune denominatore che unisce e contrappone idealmente nel gioco del calcio le povere favelas brasiliane con i giganteschi stadi europei e giapponesi, affollati di suoni e colori in occasione dei match più importanti. 31 Dagli atti del convegno Sport-up. Chi comunica vince, Roma, La Sapienza, 14 Maggio 2003.

9 5.2 La sponsorizzazione Una definizione La Sponsorizzazione consiste nell associazione dell immagine di un organizzazione o di un prodotto che divengono sponsor a quella di un evento sponsorizzato, appartenente allo sport, alla cultura, allo spettacolo al sociale e al tempo libero in genere. Essa è regolamentata da un contratto ed è sostenuta dalla relativa comunicazione, al fine di far acquisire allo sponsor un plus emozionale, beneficiando dei valori, delle capacità e delle potenzialità comunicazionali dell evento prescelto. 32 Gli eventi rappresentano un sistema sempre più complesso, connotato oggi da una variabile decisiva: la capacità di essere anche evento mediatico, in grado cioè di trasportare il proprio sponsor sui media. I soggetti coinvolti nell attività di sponsorizzazione sono cinque: 32 Invernizzi, E., Relazioni Pubbliche, Milano, F.Angeli, 2000, p.157

10 - lo sponsor, cioè un azienda o un ente pubblico o privato, che contribuisce alla sponsorizzazione con investimenti in denaro, beni o servizi; - l evento sponsorizzato; - i media, che giocano un ruolo primario nell assicurare visibilità a sponsor e sponsorizzati; - le agenzie di comunicazione, che hanno il compito di creare favorire e gestire il rapporto tra sponsor e sponsorizzati, di curare la comunicazione dei primi o di gestire il marketing dei secondi; -altri operatori, quali per esempio gli studi legali e gli istituti di ricerca. La compresenza di più operatori mette comunque in risalto due protagonisti: lo sponsor e l evento sponsorizzato, legati tra loro da un rapporto giuridico, il contratto di sponsorizzazione, che è parte integrante della sponsorizzazione, presupposto e formalizzazione dell accordo tra le parti. Nel contratto una parte (sponsor) si impegna a finanziare o equipaggiare un soggetto o un evento (sponsee) e

11 quest ultimo le riconosce in cambio il diritto di utilizzare la propria immagine per scopi pubblicitari e, nel contempo si impegna a divulgare il nome o il marchio dello sponsor nelle varie manifestazioni in cui si declina la propria attività, sia essa di natura sportiva, culturale o sociale. Lo sponsor e l evento: due mondi a confronto E emerso chiaramente come la particolarità della sponsorizzazione sia la relazione tra due interlocutori che rappresentano due mondi: lo sponsor e l evento. Questi soggetti, sono portatori di culture, missioni, obiettivi istituzionali, di marketing e comunicazione tra loro ben distinti e frequentemente diversi. Sono queste specificità a rendere particolarmente complesso l uso di questo servizio professionale delle relazioni pubbliche 33. A differenza di altri servizi della comunicazione d impresa, dove l azienda utilizza uno strumento specifico, per esempio, il mailing in un azione di marketing diretto, nel caso della sponsorizzazione l azienda decide di interagire 33 Barili,D., Parola di sponsor: cronaca di un matrimonio tra industria e sport, Milano, Longanesi, 1987, p. 81

12 con un altro ente del quale desidera la capacità di essere veicolo di comunicazione qualificante e soprattutto l immagine, o meglio quel sistema di valori che caratterizza l evento e al quale l azienda vuole associarsi perché qualitativamente ed emotivamente interessante per il proprio target. Il beneficio per l azienda e il successo della sponsorizzazione è tanto maggiore quanto maggiore è la comunanza di valori e di immagine tra l azienda e il soggetto sponsorizzato. La sponsorizzazione può avere obiettivi di comunicazione istituzionali e obiettivi di marketing. Nel primo caso, le aziende e le imprese sempre più spesso si pongono l obiettivo di far conoscere la propria organizzazione, di elevarne il profilo dell immagine e di creare benevolenza nei suoi confronti presso l opinione pubblica. Il brand e il prodotto rappresentano invece i protagonisti della comunicazione di marketing. Anche in questo caso l esigenza più sentita è quella di arricchire emotivamente il mondo valoriale costruito attorno al prodotto, rapportandosi con i valori desiderati dal target di

13 riferimento. Vi dovrà quindi essere forte coerenza tra i rispettivi target di riferimento affinché il messaggio sia trasferito attraverso l evento esattamente al pubblico che l azienda intende raggiungere. Gli obiettivi della sponsorizzazione riguardano, quindi, in primo luogo, la costruzione dell immagine.quando l azienda non è in grado di sviluppare, o addirittura creare, in tempi rapidi e con efficacia gli elementi valoriali determinanti per la costruzione della propria immagine pubblica, può abbreviare il processo grazie all associazione della propria immagine a quella di eventi vicini ai propri obiettivi di comunicazione. Si tratta quindi di associarsi a valori altrui, di fatto acquisendoli. Il presupposto necessario è che vi sia una coerenza di fondo tra i valori impliciti o inespressi dell azienda e quelli espliciti dell evento o dell ente oggetto di sponsorizzazione. E anche se un azienda è gia riuscita a costruire valori di comunicazione grazie all autorevolezza della propria storia, può in ogni caso

14 rafforzare il suo patrimonio d immagine accostandosi ai valori espressi dall evento sponsorizzato. 34 Perché comunicare attraverso gli eventi Sponsorizzare è soprattutto creare valore emozionale a favore della marca o dell azienda. Talvolta la sponsorizzazione rappresenta l unico modo possibile per acquisire in tempi brevi non solo visibilità, ma anche un elevato valore di immagine. Non a caso è la via che è stata strategicamente percorsa in numerose occasioni dalle multinazionali che volevano entrare nei mercati esteri, dove erano poco o malamente conosciute, e per colmare nel più breve tempo possibile un gap di notorietà presso l opinione pubblica e gli opinion leader locali. I principali obiettivi che un azienda vuole ottenere quando decide di comunicare attraverso la sponsorizzazione sono: - associarsi ai valori di comunicazione dell evento; - attuare una comunicazione distintiva; - segmentare la comunicazione con i propri pubblici; 34 Cherubini,S., Internet, sport co-marketing, Milano, F.Angeli, 2002, p. 91.

15 - creare o rafforzare la propria notorietà; - accedere ai media in modo privilegiato; - giocare un ruolo socialmente positivo; - realizzare un programma di comunicazione integrata. La sponsorizzazione calcistica La totale apertura alla sponsorizzazione nel calcio avvenne nella stagione 1981/82, allorché fu permessa l apposizione sulla maglia dei giocatori di due marchi, quello dello sponsor tecnico, già ammesso, e quello di una qualsiasi altra azienda. La sponsorizzazione calcistica comunica in modo immediato e istintivo, grazie alla semplicità e all universalità del linguaggio dello sport. E interessante valutare quali diversi valori e caratteristiche comunicazionali siano attribuibili alle diverse tipologie di sport. Questa analisi permette di scegliere in modo più accurato lo sport che si ritiene essere più affine al prodotto o alla marca da comunicare mediante la sponsorizzazione. Il sistema valoriale proprio dello sport, infatti, non può essere riferito ai soli ambiti fisico e ludico, ma a esigenze e

16 motivazioni legate alle sfere individuale e sociale, psicologica e materiale, come a quelle culturale e salutista. Ciascuna delle tipologie di sport riportate in FIG.4 rappresenta, di fatto, un mondo a sé, con proprie leggi e consuetudini e di conseguenza con opportunità e vincoli per lo sponsor. 35 FIG. 4 Il profilo d immagine dei principali sport TIPOLOGIA DI SPORT DIMENSIONE DELL IMMAGINE CALCIO Italiano, facile da seguire, internazionale, violento. TENNIS Permette di misurarsi con se stessi, salutare, sprigiona energia. ATLETICA Formativo per i giovani, puro, povero, estetico AUTOMOBILISMO Pericoloso, temerario, internazionale. PALLAVOLO Sport moderno, colto, sana competizione, non violento, formativo SCI Raffinato, estetico, tecnico CICLISMO Faticoso da praticare, dinamico, fondato sull innovazione tecnologica FONTE: Sport System Italia L atteggiamento verso gli sponsor Conoscere le caratteristiche di coloro che seguono una disciplina sportiva (ed in particolare una squadra) è uno 35 Invernizzi, E., Relazioni Pubbliche, Milano, F.Angeli, 2000, p.163.

17 degli aspetti determinanti per valutare la validità di un intervento sponsorizzativo. E però essenziale che questo pubblico abbia un atteggiamento positivo. La presenza degli sponsor nelle squadre raccoglie quasi la totalità dei consensi. Circa il 90% degli intervistati esprime un giudizio positivo sulla loro attività. Questo pubblico, giovane e moderno, considera la sponsorizzazione un fatto costitutivo delle sport. La motivazione più ampiamente attribuita agli sponsor è quella comunicazionale: lo sport serve a creare notorietà e a promuovere marchi e prodotti. Mediamente il 63.2% del pubblico attribuisce in modo corretto lo sponsor alle squadre. Il 54% definisce in modo corretto anche il settore produttivo degli sponsor. Il livello di memorizzazione e di identificazione del rapporto sponsor-settore è alto. In pratica assistiamo ad un vero e proprio consenso ideologico nei confronti della sponsorizzazione 36 (FIG. 5). FIG.5 Atteggiamento verso gli sponsor Cosa pensa il pubblico del ruolo degli sponsor (%) 36 Cherubini,S., Marketing sportivo, Milano, F.Angeli, 2000, p. 95

18 MOLTO POSITIVO 53.8 ABBASTANZA POSITIVO 37.1 ABBASTANZA NEGATIVO 3.7 MOLTO NEGATIVO 0.7 INDIFFERENTE/NON SO 4.7 Perché secondo il pubblico gli sponsor investono nello sport Per contribuire al suo sviluppo 7.8 Per fare un investimento 27.6 Per farsi pubblicità 57.6 Altro 5.9 Non so 0.9 Capacità di riconoscimento Abbina in modo corretto gli sponsor alle 63.2 squadre Conosce il settore di attività degli sponsor 54.6 FONTE: Makno, Dalla parte della Provincia di Lecce Gli studi commissionati dalla Provincia di Lecce al Centro Studi Turistici, come abbiamo visto, hanno messo in evidenza una prima grandissima lacuna: il gap di notorietà del territorio salentino.

19 Prima di avviare una qualsiasi iniziativa promozionale bisogna portare l opinione pubblica in generale alla conoscenza dell esistenza stessa del Salento. Questo vale per ogni campagna di comunicazione, come si può scegliere un prodotto tra tanti se se ne ignora addirittura l esistenza? Il primo passo è stato quindi quello di creare ad hoc un nuovo marchio Salento d a-mare e di veicolarlo al grande pubblico. Come abbiamo visto nei capitoli introduttivi la sponsorizzazione calcistica è particolarmente efficace per creare o rafforzare notorietà in tempi relativamente brevi, a questo si aggiunga una platea di spettatori diretti e indiretti che solo in Italia raggiunge 22 milioni di persone, di tutte le estrazioni sociali, toccando quindi tutti i possibili target. Alla Provincia di Lecce non restava altro che mettersi in contatto con i responsabili dell area marketing dell Unione Sportiva Lecce.

20 5.4 Dalla parte dell Unione Sportiva Lecce Al termine della stagione sportiva 2001/2002, l istituto bancario Monte dei Paschi di Siena comunica all area marketing dell U.S. Lecce che la squadra di calcio non rappresenta più, nelle sue strategie, un canale di comunicazione significativo per la promozione della nuova acquisita Banca121. Dopo un felice sodalizio durato 7 anni, con significativi risultati di popolarità per i brands U.S. Lecce e Banca 121, l area marketing, si ritrova con il più significativo e rappresentativo spazio libero che un club calcistico, come il Lecce, possa proporre ai propri partner. Il dilemma è: quale azienda del territorio può colmare questo spazio libero? Gli esperti di marketing cominciano ad analizzare i punti di forza e di debolezza del veicolo di comunicazione U.S. Lecce, si impegnano nella creazione di un format da proporre a tutte le aziende, salentine e non, da contattare. Benchè i punti di forza in una sponsorizzazione sportiva di una squadra di calcio siano innumerevoli (popolarità,

21 trasversalità dei target, brand awarness, etc.), fattori esogeni (congiuntura del mercato pubblicitario sfavorevole, crisi del settore calcio), oltre che endogeni(retrocessione in serie B), creano diverse difficoltà nel raggiungimento dell obiettivo. Si comincia, pertanto, a studiare alcuni modelli di squadre straniere che per similitudine di club e territorio possono avvicinarsi alla realtà salentina. E la Spagna che fornisce gli stimoli giusti, e più precisamente il modello di sponsorizzazione del Valencia (FIG.1). FIG.1 Il marchio presente sulle maglie del Valencia E molto frequente, in Spagna, che le Amministrazioni territoriali utilizzino le società sportive come mezzi di promozione, al pari di pubblicità televisiva, fiere, eventi,etc.

22 Da un incontro con alcuni dirigenti della Provincia di Lecce su quello che da alcuni anni, a tal proposito, accade in Spagna, si viene a conoscenza della loro volontà di creare un progetto di marketing territoriale e che la squadra del Lecce avrebbe potuto giocare un ruolo importante in questo ambito, sia attraverso i propri canali di comunicazione, che mediante il trasferimento di know how nell organizzazione di eventi calcistici. 5.5 L accordo Provincia U.S. Lecce L accordo con la Provincia nasce dalla volontà di creare nuove sinergie tra calcio e territorio, attraverso l utilizzo mediatico del calcio. Infatti, i responsabili dell assessorato al turismo della Provincia presentano ai loro interlocutori del Lecce Calcio un ambizioso progetto riguardante la creazione di un parco tematico nel cuore del Salento. In un area di 203 ettari, a poche centinaia di metri da Cannole, vi sono 12 strutture di masserie risalenti al 1200, numerosi Menhir, Chiese e Palazzi Signorili immersi nella macchia mediterranea. Attualmente sono stati completati i

23 lavori di recupero edilizio, organizzando gli spazi del complesso in strutture idonee per la promozione di eventi e manifestazioni di tipo culturale, artistico e sportivo. A tal proposito l U.S. Lecce rappresenta uno strumento di comunicazione efficace, grazie anche alla trasversalità del suo pubblico, nel caso specifico, non in competizione con altri media, ma come ulteriore supporto alla promozione del territorio. L U.S.Lecce non può, però, limitare il proprio intervento nel cedere il diritto al solo utilizzo di tutti gli spazi utili sugli indumenti di gioco delle proprie squadre e dello stadio Via del Mare ; l accordo prevede lo sviluppo di un progetto di co-marketing con la Provincia, al fine di creare una coscienza sociale del valore del territorio di appartenenza. A tal fine vengono programmati una serie di interventi da parte di dirigenti e atleti dell U.S. Lecce in occasione di eventi promozionali organizzati dalla Provincia, sia di carattere sportivo che culturale.

24 FIG.2 Il marchio presente sulle maglie del Lecce Unione Sportiva Lecce e Provincia di Lecce firmano un contratto di sponsorizzazione della durata di due anni. Gli esperti di marketing sostengono che questo sia il tempo minimo utile per portare a termina un operazione di brand image come questa. La Provincia si impegna a finanziare con euro, divenuti per via della promozione in serie A, l Unione Sportiva che le riconosce in cambio il diritto di utilizzare la propria immagine per scopi pubblicitari, dalla presenza del marchio su tutti gli indumenti ufficiali delle squadre dell U.S. Lecce, alla cartellonistica dello stadio di

25 Via del Mare, dai pannelli per le interviste ai banner che dal sito ufficiale rimandano a quello della Provincia di Lecce. Come abbiamo visto i ritorni di immagine che si ottengono dalla sponsorizzazione calcistica non sono facilmente quantificabili, ma forse proprio per la numerosità e la diversità di occasioni utili per il contatto con i target di riferimento. 5.6 Gli obiettivi della sponsorizzazione Possiamo sintetizzare gli obiettivi di questa partnership nel modo seguente: 1) Rafforzare la notorietà del Salento su tutti i target. 2) Accrescere l adesione emozionale dei residenti nei confronti delle iniziative promozionali dell Ente per favorire la nascita di una cultura turistica moderna. 3) Attuare una comunicazione distintiva rispetto ai territori concorrenti. 4) Segmentare la comunicazione con i propri pubblici.

26 5) Associarsi ai valori di comunicazione dell Unione Sportiva Lecce e del calcio in generale, come senso di appartenenza, competizione ecc. 6) Accedere ai media in modo privilegiato. 7) Giocare un ruolo socialmente positivo nei confronti del pubblico interno. 8) Realizzare un programma di comunicazione integrata nel quale al calcio è affidato il compito primario 5.7 La valorizzazione della sponsorizzazione Il valore di una sponsorizzazione è dettato soprattutto dal cosiddetto valore traino, cioè dagli spazi che una squadra è in grado di garantire agli sponsor in termini di passaggi televisivi, citazioni sulla stampa, fotografie ecc. Si tende in sostanza a considerare la squadra come uno strumento, cui applicare, nelle pianificazioni di comunicazione, i parametri classici di determinazione del prezzo e cioè il costo contatto.

27 E l evoluzione del principio del minutaggio, teorizzato circa trent anni fa da Giovanni Borghi, il fondatore e titolare dell azienda varesina di elettrodomestici Ignis. Borghi era uno degli industriali che credeva maggiormente, negli anni del boom, alle sponsorizzazioni sportive: patrocinava, tra gli altri, il pugile Duilio Loi, il ciclista Antonio Maspes, entrambi campioni del mondo, e la plurititolata Ignis Pallacanestro. Interrogato su come facesse a valutare la convenienza di queste iniziative promozionali, rispose: Conto quanti minuti in un anno un atleta o una squadra appare in televisione e divido la cifra che spendo per la somma ottenuta. Se risulta un costo inferiore a Carosello, allora ci ho guadagnato, altrimenti ci ho rimesso. Anche se diversi esperti ritengono che non sia confrontabile l impatto tra uno spot pubblicitario classico e la ripresa televisiva di un campione con un marchio stampato sulla maglia. Esistono dei sistemi però che, perfezionatisi nel tempo, permettono di comparare l esposizione dei marchi a dei moduli pubblicitari classici e, quindi, di poter stabilire il

28 valore di un intervento sponsorizzativo. Nella determinazione del prezzo legato alla sponsorizzazione, si devono, però, considerare alcune differenze rispetto all advertising. Nel prezzo di una sponsorizzazione intervengono anche fattori difficilmente quantificabili, come il prestigio di una squadra, il coinvolgimento che riesce a suscitare nei tifosi, la popolarità e i risultati sul campo. I ritorni, quindi, possono essere rapportati non solo all audience diretta ma anche a quella indiretta, più difficile da quantificare. Il campo di ricerca deve essere esteso ai tre principali canali di informazione: televisione, stampa e radio, per tutto l arco temporale di notiziabilità. E necessario, pertanto, definire un altro fattore: l indice di visibilità 37, che è un parametro di tipo qualitativo. Non c è ritorno se non c è visibilità. Una valutazione della visibilità, può avvenire attraverso: - per la documentazione video: il dato cronometrico di visibilità del marchio, suddividendolo in sotto categorie qualitative (primi piani, secondi piani, 37 Invernizzi, E., Relazioni Pubbliche, Milano, F.Angeli, 2000, p.178

29 situazioni dinamiche, diciture) e il dato numerico delle citazioni; - per la documentazione stampa: una millimetratura differenziata che tenga conto della presenza del marchio nelle foto, nel titoli, nell occhiello/sommario e nel testo; - per la documentazione radio: il numero delle citazioni audio.

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap.12 Le relazioni pubbliche Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Capitolo 12 Le relazioni pubbliche Le relazioni pubbliche (PR) Insieme di attività

Dettagli

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Tessera del Tifoso Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Indice degli argomenti Cos è la tessera del tifoso I punti

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

Allegato A COMUNE DI ALANO DI PIAVE Provincia di Belluno PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D.LGS. 11/04/2006 N. 198) Il Decreto Legislativo 11 aprile

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità.

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità. Studio Le tue aspettative, il nostro Totem. Nella tradizione indigena il tucano rappresenta la guida per la comunicazione tra la realtà ed il mondo dei sogni. Per Tòco è il simbolo della comunicazione

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE

LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE CAPITOLO V LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE PREMESSA Questo capitolo affronta l analisi dello sport come diritto di cittadinanza non solo metaforico, emotivo, ma anche commerciale ed identitario.

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA E GESTIONE DELLE IMPRESE TESI DI LAUREA LA PUBBLICITA E LA SUA EFFICACIA: UNA RASSEGNA. RELATORE: PROF.SSA

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi La globalizzazione indica un fenomeno di progressivo allargamento della sfera delle relazioni sociali sino

Dettagli

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare Creating Your Future Impostazione e Linee Guida Obiettivi Questo documento illustra l approccio

Dettagli

PROGETTO REGIONALE IN-DIPENDENTI Per un effettivo reinserimento delle persone svantaggiate e la promozione della salute negli ambienti di lavoro

PROGETTO REGIONALE IN-DIPENDENTI Per un effettivo reinserimento delle persone svantaggiate e la promozione della salute negli ambienti di lavoro REGIONE VENETO Assessorato alle Politiche Sociali, Volontariato, e Non-Profit Direzione Regionale per i Servizi Sociali - Servizio Prevenzione delle devianze D.G.R. 4019 del 30/12/2002 FONDO REGIONALE

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco n. 2-2011 La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco Mariangela Franch, Umberto Martini, Maria Della Lucia Sommario: 1. Premessa - 2. L approccio

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio Lo sport è caratterizzato dalla RICERCA DEL CONTINUO MIGLIORAMENTO dei risultati, e per realizzare questo obiettivo è necessaria una PROGRAMMAZIONE (o piano di lavoro) che comprenda non solo l insieme

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

La missione dell energia. Terna per il progetto Kami in Bolivia

La missione dell energia. Terna per il progetto Kami in Bolivia La missione dell energia Terna per il progetto Kami in Bolivia Una centrale idroelettrica non basta per tradurre in realtà il progetto di Padre Serafino: serve una linea che trasmetta l energia elettrica.

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

Vivi un mondo accessibile con Abiliatour. www.abiliatour.it

Vivi un mondo accessibile con Abiliatour. www.abiliatour.it Vivi un mondo accessibile con Abiliatour www.abiliatour.it Che cos è Abiliatour O.N.L.U.S. L Associazione Abiliatour O.N.L.U.S. ha come scopo principale l assistenza e l aiuto alle persone disabili e alle

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI DAGLI AMATORI AI PROFESSIONISTI DI FATTO ATTRAVERSO LO STUDIO DELLE SOCIETÀ CALCISTICHE a cura di MATTEO SPERDUTI 2 0 1 5 INDICE ACRONIMI E ABBREVIAZIONI......

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO Le capacità cognitive richieste per far fronte alle infinite modalità di risoluzione dei problemi motori e di azioni di gioco soprattutto

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA?

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? La maggior parte dei Retailer effettua notevoli investimenti in attività promozionali. Non è raro che un Retailer decida di rinunciare al 5-10% dei ricavi

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Guida ai Circoli professionali del Rotary

Guida ai Circoli professionali del Rotary Guida ai Circoli professionali del Rotary Rotary International Rotary Service Department One Rotary Center 1560 Sherman Avenue Evanston, IL 60201-3698 USA www.rotary.org/it 729-IT (412) Introduzione ai

Dettagli

ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA

ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA RHO, DAL 25 AL 28 NOVEMBRE 2008 Un quarto di secolo di storia,

Dettagli

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI IL VOSTRO LAVORO E LA VOSTRA PASSIONE I VOSTRI CAVALLI La nostra iniziativa vuole essere un aiuto agli allevatori per raggiungere ogni potenziale cliente e trasformarlo

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002 SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva Roma, 30 maggio 2002 Indice Lo scenario italiano 3-10! Come la pensano gli italiani! Le cause sociali di maggiore interesse! Alcuni casi italiani! Il consumatore

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Che cos è il Marketing 3.0?

Che cos è il Marketing 3.0? Che cos è il Marketing 3.0? di Fabrizio Pieroni Philip Kotler, studioso di Marketing attento ai cambiamenti della società e pronto a modificare di conseguenza le sue posizioni, ha recentemente presentato

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web Formule a confronto Carica i tuoi contenuti Puoi inserire immagini, creare le tue liste, i tuoi eventi. Gestire il tuo blog e modificare quando e quante volte vuoi tutto ciò che carichi. Notizie Feed RSS

Dettagli

Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza

Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza COMMISSIONE DELLE COMUNITA EUROPEE Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza Presentazione Con questa comunicazione (Bruxelles 05.02.2003 COM(203) 58 def.) la Commissione si propone di dare

Dettagli

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali.

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali. Come utilizziamo i suoi dati è un prodotto di ULTRONEO SRL INFORMAZIONI GENERALI Ultroneo S.r.l. rispetta il Suo diritto alla privacy nel mondo di internet quando Lei utilizza i nostri siti web e comunica

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

La Comunicazione Multimediale nelle Società Sportive. Introduzione...3. PARTE I : La situazione attuale...5

La Comunicazione Multimediale nelle Società Sportive. Introduzione...3. PARTE I : La situazione attuale...5 La Comunicazione Multimediale nelle Società Sportive Indice: Introduzione...3 PARTE I : La situazione attuale...5 I.1 La comunicazione multimediale per le società sportive....5 I.2 La situazione attuale:

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli