SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE. relativo al Programma di Emissione di. Obbligazioni a tasso variabile. di UniCredito Italiano S.p.A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE. relativo al Programma di Emissione di. Obbligazioni a tasso variabile. di UniCredito Italiano S.p.A."

Transcript

1 UNICREDITO ITALIANO S.p.A. Società iscritta all Albo delle Banche Capogruppo del Gruppo Bancario UNICREDITO iscritto all Albo dei Gruppi Bancari cod Sede legale in Via Dante 1, Genova Capitale sociale Euro ,50 interamente versato Codice fiscale, partita I.V.A. e numero iscrizione Registro delle Imprese di Genova: Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE relativo al Programma di Emissione di Obbligazioni a tasso variabile di UniCredito Italiano S.p.A. Supplemento al Prospetto di Base relativo al programma di offerta di Obbligazioni a Tasso Variabile di UniCredito Italiano S.p.A. (l'emittente o la Banca), composto dalla Nota Informativa e dalla Nota di Sintesi, depositate presso la CONSOB in data 23 aprile 2007 a seguito di nulla osta comunicato con nota n del 22 marzo 2007, e dal Documento di Registrazione, depositato presso la CONSOB in data 28 giugno 2007, a seguito di approvazione comunicata con nota n del 14 giugno Il presente Supplemento al Prospetto di Base si rende necessario al fine di dare atto, in particolare, della pubblicazione del Documento di Registrazione e delle conseguenti modifiche da apportare alla Nota Informativa e alla Nota di Sintesi. Il presente Supplemento al Prospetto di Base, insieme alla nuova Nota di Sintesi predisposta, ai sensi dell'articolo 25, 5 comma del Regolamento della Commissione Europea n. 809/2004, al fine di contenere le nuove informazioni relative all'emittente, sono stati depositati presso la CONSOB in data 25 luglio 2007, a seguito di approvazione comunicata con nota n del 19 luglio L'adempimento di pubblicazione del presente Supplemento al Prospetto di Base non comporta alcun giudizio della CONSOB sull'opportunità dell'investimento proposto e sul merito dei dati e delle notizie allo stesso relativi. Il presente Supplemento al Prospetto di Base, unitamente al Documento di Registrazione, alla Nota Informativa ed alla Nota di Sintesi, è gratuitamente a disposizione del pubblico presso la sede dell'emittente, nonché consultabile sul sito Internet Ulteriori luoghi di messa a disposizione del Supplemento al Prospetto di Base, del Prospetto di Base e delle Condizione Definitive saranno indicati nelle Condizione Definitive medesime.

2 PERSONE RESPONSABILI La responsabilità per i dati e le notizie contenuti nel presente Supplemento al Prospetto di Base relativo al programma di offerta delle Obbligazioni a Tasso Variabile è assunta da UniCredito Italiano S.p.A., con sede in Via Dante 1, Genova. DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÁ UniCredito Italiano S.p.A., con sede in Via Dante 1, Genova, attesta che, avendo adottato tutta la ragionevole diligenza a tale scopo, le informazioni contenute nel Supplemento al Prospetto di Base relativo al programma di offerta delle Obbligazioni a Tasso Variabile, depositato presso la CONSOB in data 25 luglio 2007, a seguito di approvazione comunicata con nota n del 19 luglio 2007, sono, per quanto di sua conoscenza, conformi ai fatti e non presentano omissioni tali da alterarne il senso. Supplemento al Prospetto di Base Il presente Supplemento al Prospetto di Base relativo al programma di offerta di Obbligazioni a Tasso Variabile di UniCredito Italiano S.p.A. (il Supplemento al Prospetto di Base), depositato presso la CONSOB in data 25 luglio 2007, a seguito di approvazione comunicata con nota n del 19 luglio 2007, ai sensi dell'articolo 94, commi 1 e 7, del decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (il TUF) e dell'articolo 11 del regolamento adottato con delibera della CONSOB del 14 maggio 1999, n , come successivamente modificato (il Regolamento Emittenti), è volto a dare atto, in particolare, della pubblicazione del Documento di Registrazione in data 28 giugno 2007, a seguito di approvazione comunicata con nota n del 14 giugno 2007, nonché delle conseguenti modifiche da apportare alla Nota Informativa, depositata presso la CONSOB in data 23 aprile 2007, a seguito di nulla osta comunicato con nota n del 22 marzo 2007, (la Nota Informativa), e della pubblicazione della nuova Nota di Sintesi in data 25 luglio 2007, a seguito di approvazione comunicata con nota n del 19 luglio La Nota Informativa viene modificata e integrata nei modi indicati nel presente Supplemento al Prospetto di Base. Sono riportate le titolazioni corrispondenti ai Capitoli e ai Paragrafi della Nota Informativa oggetto di modifica. Le integrazioni sono evidenziate in carattere corsivo e neretto (esempio), le parti eliminate sono evidenziate in carattere barrato e neretto (esempio). Al fine di rappresentare le modifiche ed integrazioni al Prospetto di Base di cui al presente Supplemento al Prospetto di Base, si è predisposta, ai sensi dell'articolo 25, 5 comma del Regolamento della Commissione Europea n. 809/2004, una nuova Nota di Sintesi relativa al Prospetto di Base, depositata presso la CONSOB in data 25 luglio 2007 a seguito di approvazione comunicata con nota n del 19 luglio SUPPLEMENTO ALLA NOTA INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI La copertina della Nota Informativa viene modificata come segue: La presente nota informativa (la Nota Informativa, in cui si devono ritenere ricompresi i documenti indicati come inclusi mediante riferimento, così come modificati ed aggiornati) è stata predisposta da UniCredito Italiano S.p.A. (l' Emittente o la Banca) in conformità ed ai sensi della Direttiva sul Prospetto (Direttiva 2003/71/CE) (la Direttiva). La Nota Informativa, assieme al Documento di Registrazione sull'emittente ed alla Nota di Sintesi, redatti in conformità alla Direttiva, nonché agli avvisi integrativi contenenti le Condizioni Definitive costituiscono, ai sensi e per gli effetti della Direttiva sul Prospetto, un Prospetto di Base. i documenti indicati come inclusi mediante riferimento nei medesimi, costituiscono un 2

3 prospetto di base ai sensi e per gli effetti della Direttiva (il Prospetto di Base). La presente Nota Informativa deve essere letta congiuntamente al Documento di Registrazione, alla Nota di Sintesi e, con riferimento a ciascuna emissione di strumenti finanziari che sarà effettuata nell'ambito del presente programma, alle pertinenti condizioni definitive. L informativa completa sull'emittente e sull'offerta delle Obbligazioni può essere ottenuta solo sulla base della consultazione congiunta del Documento di Registrazione, della Nota Informativa e della Nota di Sintesi e alle pertinenti condizioni definite. Si veda inoltre il Capitolo "Fattori di Rischio" nel Documento di Registrazione e nella Nota Informativa per l'esame dei fattori di rischio relativi agli strumenti finanziari offerti e/o quotati ed all'emittente che devono essere presi in considerazione prima di procedere ad un investimento negli degli strumenti finanziari di volta in volta rilevanti. La presente Nota Informativa è stata depositata presso la CONSOB in data 23 aprile 2007, a seguito di nulla osta comunicato con nota n del 22 marzo Il Documento di Registrazione è stato depositato presso la CONSOB in data 28 giugno dicembre 2006 a seguito di approvazione comunicata nulla osta comunicato con nota n del 14 giugno settembre L'adempimento di pubblicazione della Nota Informativa non comporta alcun giudizio della CONSOB sull'opportunità dell'investimento proposto e sul merito dei dati e delle notizie allo stesso relativi. La presente Nota Informativa, unitamente al Documento di Registrazione ed alla Nota di Sintesi, è gratuitamente a disposizione del pubblico presso la sede della Banca, nonché consultabile nel sito Internet della Banca GLOSSARIO Documento di Registrazione Nota di Sintesi Il Documento di Registrazione sull'emittente, depositato presso la CONSOB in data 14 dicembre giugno 2007, a seguito di approvazione comunicata nulla osta comunicato con nota n del 20 settembre giugno La Nota di Sintesi relativa al Programma, depositata presso la CONSOB in data 23 aprile 25 luglio 2007, a seguito di nulla osta comunicato approvazione comunicata con nota n del 22 marzo 19 luglio INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI RELATIVE ALL'EMITTENTE (ai sensi dell'articolo 6, comma 2, del Regolamento CONSOB n del 14 maggio 1999, come da ultimo modificato con delibera n del 29 novembre 2005, e dell'articolo 12, comma 2, della Direttiva 2003/71/CE del parlamento Europeo e del Consiglio del 4 novembre 2003) Le seguenti informazioni supplementari si riferiscono ai principali recenti sviluppi relativi all'emittente occorsi a far data dal 4 agosto Si rinvia al Documento di Registrazione (parte integrante del presente Prospetto di Base) per le informazioni riguardanti l'emittente antecedenti a tale data. 3

4 In data 4 agosto 2006, il Consiglio di Amministrazione di UniCredito e il Supervisory Board di Bank Austria Creditanstalt AG (BA-CA) hanno rispettivamente adottato due risoluzioni in base alle quali: BA-CA si è impegnata a cedere a UniCredito l intera partecipazione in BPH Bank S.A. (BPH), pari al 71,03% del capitale sociale di BPH, verso un corrispettivo totale di circa 4,3 miliardi di Euro, composto da tre pagamenti annuali in contanti tra il 2007 e il 2009 e un pagamento fisso in contanti alla fine del 2009 pari a 3,6 miliardi di Euro. Il trasferimento di BPH è conforme agli impegni presi con la Banking Supervisory Commission polacca di consolidare tutte le attività del Gruppo svolte in Polonia direttamente sotto UniCredito. UniCredito si è impegnata a conferire a BA-CA un ramo d azienda costituito dalle proprie partecipazioni bancarie nell Europa Centro-Orientale, ad eccezione di Bank Pekao S.A., e dalle attività ad esse correlate (Ramo d Azienda CEE) in cambio di 55 milioni di azioni ordinarie BA-CA di nuova emissione. Le azioni BA-CA di nuova emissione non avranno diritto ai dividendi relativi all esercizio Con riferimento allo stesso periodo, UniCredito manterrà, a sua volta, il diritto agli eventuali dividendi distribuiti dalle banche ricomprese nel Ramo d Azienda CEE. Il completamento dell operazione, subordinato all approvazione della Autorità Austriaca per il Mercato Finanziario e delle altre autorità austriache competenti, nonché di tutte le autorità competenti nei paesi coinvolti, era atteso per l inizio di gennaio 2007 con la registrazione dell aumento di capitale di BA-CA. L'operazione di trasferimento della quota di controllo in BPH è stata completata in data 3 novembre 2006, a seguito dell'ottenime nto dell'approvazione dalla Autorità Austriaca per il Mercato Finanziario. In data 12 settembre 2006 il Consiglio di Amministrazione di UniCredito e il Supervisory Board di Bayerische Hypo- und Vereinsbank (HVB) hanno approvato alcune operazioni (alcune de lle quali ancora soggette alla approvazione delle autorità competenti) volte a semplificare la struttura e la governance del Gruppo:trasferimento ad UniCredito della partecipazione del 77,53% di HVB nel capitale di BA-CA ad un prezzo pari a 109,81 per azione, per un corrispettivo di circa 12,5 miliardi per l intera quota. trasferimento ad UniCredito della partecipazione azionaria di HVB in HVB Ukraine, pari al 100%, nell ottica di integrare le attività attualmente svolte dal Gruppo in Ucraina sotto Bank Pekao S.A. trasferimento a BA-CA della partecipazione azionaria di HVB in International Moskow Bank (IMB), fino al 70,3%, e del 100% della partecipazione azionaria di HVB in HVB Latvia, pari al 100%. HVB utilizzerà i profitti realizzati dal trasferimento della partecipazione in BA-CA e delle altre società ed attività in Europa Centro-Orientale per rafforzare significativamente la propria posizione patrimoniale, al fine di espandere ulteriormente l'attività attraverso crescita organica e/o acquisizioni nell ambito del piano complessivo di crescita strategica del Gruppo. In data 21 settembre 2006, l assemblea degli azionisti di Kocbank A.S. (Kocbank), controllata al 99,8% da Koc Financial Services A.S., la joint venture paritetica fra UniCredito e il Gruppo Koc, e quella di Yapi ve Kredi Bankasi A.S. (Yapi Kredi), controllata al 67,3% da Kocbank, hanno approvato la fusione fra Kocbank e Yapi Kredi che si è perfezionata in data 4 ottobre 4

5 2006, a seguito dell'intervenuta approvazione da parte delle competenti autorità turche e della registrazione presso la competente camera di commercio. In data 4 ottobre 2006, UniCredito ha reso noto di aver perfezionato la vendita a Pirelli & C. S.p.A. della propria partecipazione in Olimpia S.p.A. (4,77%) per un corrispettivo pari a circa 585 milioni di Euro. In data 14 novembre 2006, il Consiglio di Amministrazione di UniCredito ha preso atto che, in data 12 novembre 2006, il Management Board di Bank Pekao S.A. e di BPH hanno approvato l'intenzione di integrare le proprie attività attraverso la scissione parziale e proporzionale di BPH e di Bank Pekao S.A. L'integrazione delle due banche attraverso la scissione di BPH rispetta l'accordo siglato il 19 aprile 2006 dal Ministero del Tesoro polacco ed UniCredito relativamente all'integrazione delle proprie attività bancarie in Polonia. In data 20 dicembre 2006, BA-CA ha sottoscritto un accordo finalizzato all acquisizione delle attività del broker russo Aton Capital, che si posiziona fra le cinque principali banche di investimento in Russia ed ha rapporti con clientela istituzionale, per un importo di US$424 milioni. Il perfezionamento dell operazione è subordinato, inter alia, al rilascio delle autorizzazioni da parte delle competenti autorità di vigilanza. La Aton-Line discount brokerage e le attività di asset management che fanno capo ad Aton non sono oggetto dell'operazione e rimarranno interamente in capo ad Aton Capital Group. In data 28 dicembre 2006, BA-CA ha perfezionato l acquisto del 19,77% di IMB da parte di VTB Bank (France) SA (già Banque Commerciale pour L Europe du Nord-EUROBANK) per un corrispettivo pari a US$395 milioni. BA-CA pagherà a VTB Bank (France) anche circa US$20 milioni per l aumento di capitale in IMB già sottoscritto da VTB Bank (France) in dicembre. In base all accordo precedentemente firmato da BA-CA e HVB, BA-CA acquisirà la quota pari al 70,26% del capitale di IMB attualmente detenuta da HVB. Si prevede che l operazione sia perfezionata entro il primo trimestre del A seguito del perfezionamento dell acquisizione della partecipazione attualmente detenuta da VTB France, UniCredito controlla indirettamente attraverso HVB e BA-CA il 90,03% del capitale sociale totale di IMB, pari al 95,19% del capitale sociale con diritto di voto. European Bank for Reconstruction and Development (EBRD) rimane l unico altro azionista di IMB. In data 9 gennaio 2007, il Consiglio di Amministrazione di HVB ha approvato il trasferimento della quota del 77,53% detenuta da BA-CA a UniCredito ad un corrispettivo di 109,81 per azione, pari a un importo di circa 12,5 miliardi, nonché la cessione del 100% di HVB Latvia a BA-CA per un importo pari a 35 milioni, a cui va aggiunta la quota di aumento di capitale di circa 40 milioni sottoscritta da HVB nell agosto L'efficacia della cessione delle partecipazioni di BA-CA a favore di UniCredito e di HVB Bank Latvia a favore di BA-CA non è sottoposta a condizioni sospensive, mentre i rimanenti trasferimenti approvati dall Assemblea Straordinaria degli Azionisti di HVB del 25 ottobre 2006, vale a dire il trasferimento della partecipazione di HVB in HVB Bank Ukraine ad UniCredito, Bank Pekao o alla controllata ucraina di Bank Pekao, UniCredit Bank Ltd, il trasferimento delle attività e passività delle filiali di HVB in Estonia e Lituania ad HVB Bank Latvia, alla data della presente Nota Informativa, sono ancora subordinati all'ottenimento delle approvazioni delle autorità competenti, attese nel prossimo futuro. 5

6 In data 11 gennaio 2007, HVB ha completato il trasferimento della propria partecipazione azionaria in IMB, pari al 70,26%, a BA-CA per un corrispe ttivo di milioni. Inoltre, BA- CA ha completato l acquisizione delle azioni detenute da VTB Bank (France) SA ed emesse a seguito dell aumento del capitale di IMB, avvenuto nel dicembre In data 23 gennaio 2007, il Consiglio di Amministrazione di UniCredito, in qualità di azionista di maggioranza di HVB e di BA-CA, ha approvato una delibera per iniziare la procedura di squeeze-out in entrambe le banche e, conseguentemente, invierà richiesta formale ai rispettivi consigli di gestione. UniCredito attualmente detiene il 95% del capitale sociale di HVB e il 94,98% del capitale sociale di BA-CA, una quota che consente l avvio di tale procedura secondo quanto previsto rispettivamente dalla normativa tedesca e austriaca. In data 25 gennaio 2007, il Supervisory Board di BA-CA ha approvato un piano di ristrutturazione che si concreta in investimenti infrastrutturali e misure di riorganizzazione e ristrutturazione nelle divisioni Retail, Corporate, Markets & Investment Banking, Global Banking Services, Support Services e Risk Management. Questo piano ha un impatto sul bilancio del quarto trimestre 2006 di BA-CA con accantonamenti stimati per Euro BA-CA pubblicherà i risultati di fine anno 2006 il 21 marzo Si invitano gli investitori a tenere in considerazione le seguenti informazioni relative ai titoli offerti al fine di pervenire ad un migliore apprezzamento dell'investimento e della capacità dell'emittente di adempiere agli obblighi relativi ai titoli. 1. PERSONE RESPONSABILI DESCRIZIONE SINTETICA DELLE CARATTERISTICHE DEI TITOLI Le Condizioni Definitive relative a ciascuna emissione potranno prevedere un Tasso di Interesse Minimo e/o un Tasso di Interesse Massimo, come previsto dal Regolamento dei Titoli. Qualora nelle Condizioni Definitive sia prevista la possibilità di esercizio di un'opzione di rimborso anticipato da parte dell'emittente in una o più date specificate nelle pertinenti Condizioni Definitive, il rimborso avverrà alla Data di Rimborso Anticipato (come di seguito definita) non prima che siano decorsi diciotto dodici mesi dalla Data di Emissione. 2. FATTORI DI RISCHIO RISCHIO DI LIQUIDITÀ DEI TITOLI LA LIQUIDITÀ DI UNO STRUMENTO FINANZIARIO CONSISTE NELLA SUA ATTITUDINE A TRASFORMARSI PRONTAMENTE IN MONETA. QUALORA IL PORTATORE DEI TITOLI INTENDA PROCEDERE ALLA VENDITA DEI TITOLI, LO STESSO POTREBBE INCONTRARE DIFFICOLT À NEL LIQUIDARE L'INVESTIMENTO. TALE RISCHIO DI LIQUIDITÀ PERMANE NONOSTANTE L'EVENTUALE QUOTAZIONE DEI TITOLI PRESSO IL MERCATO TLX GESTITO DA TLX S.P.A. E SEBBENE BAYERISCHE HYPO- UND VEREINSBANK AG, FILIALE DI MILANO UNICREDIT BANCA MOBILIARE S.P.A. VI AGISCA QUALE OPERATORE MARKET MAKER AL FINE DI GARANTIRE LA LIQUIDITÀ DEI TITOLI. 6

7 PERTANTO IL PORTATORE DEI TITOLI, NELL'ELABORARE LA PROPRIA STRATEGIA FINANZIARIA, DEVE AVERE BEN PRESENTE CHE L'ORIZZONTE TEMPORALE DELL'INVESTIMENTO (DEFINITO DALLA DURATA DEL TITOLO A PARTIRE DALLA DATA DI EMISSIONE) SIA IN LINEA CON LE PROPRIE FUTURE ESIGENZE DI LIQUIDITÀ. RISCHIO DI CAMBIO DI VALUTA A SECONDA DELLE CARATTERISTICHE DI CIASCUN PRESTITO OBBLIGAZIONARIO, QUALORA IL TITOLO SIA DENOMINATO IN UNA VALUTA DIVERSA DALL'EURO, IL TITOLO MEDESIMO POTREBBE ESSERE ALTRESÌ SOGGETTO AL RISCHIO DI CAMBIO. CON RIFERIMENTO A CIASCUN TITOLO, OVE TALE ULTERIORE RISCHIO SUSSISTA, SARÀ DI VOLTA IN VOLTA INDICATI INDICATO NELLE PERTINENTI CONDIZIONI DEFINITIVE. RISCHIO DI RIMBORSO ANTICIPATO A SECONDA DELLE CARATTERISTICHE DI CIASCUN PRESTITO OBBLIGAZIONARIO, IL TITOLO POTREBBE ESSERE ALTRESÌ SOGGETTO AL RISCHIO DI RIMBORSO ANTICIPATO (QUALORA L'EMITTENTE SI RISERVI LA FACOLTÀ DI PROCEDERE AL RIMBORSO ANTICIPATO, NON PRIMA DI DODICI DICIOTTO MESI DALLA DATA DI EMISSIONE, OVVERO SIA PREVISTO IL RIMBORSO AUTOMATICO DEL TITOLO AL VERIFICARSI DI UN DETERMINATO EVENTO DEFINITO NELLE RELATIVE CONDIZIONI DEFINITIVE). PER CIASCUN PRESTITO OBBLIGAZIONARIO, OVE TALE ULTERIORE RISCHIO SUSSISTA, SARÀ INDICATO NELLE PERTINENTI CONDIZIONI DEFINITIVE. IN CASO DI RIMBORSO ANTICIPATO, L INVESTITORE POTREBBE VEDERE DISATTESE LE PROPRIE ASPETTATIVE IN TERMINI DI RENDIM ENTO IN QUANTO IL RENDIMENTO ATTESO AL MOMENTO DELLA SOTTOSCRIZIONE, CALCOLATO O IPOTIZZATO SULLA BASE DELLA DURATA ORIGINARIA DEI TITOLI, POTREBBE SUBIRE DELLE VARIAZIONI IN DIMINUZIONE. NON VI È, INOLTRE, ALCUNA ASSICURAZIONE CHE, IN IPOTESI DI RIMBORSO ANTICIPATO, LA SITUAZIONE DEL MERCATO FINANZIARIO SIA TALE DA CONSENTIRE ALL INVESTITORE DI REINVESTIRE LE SOMME PERCETTE AD ESITO DEL RIMBORSO ANTICIPATOAD UN RENDIMENTO ALMENO PARI A QUELLO DEI TITOLI ANTICIPATAMENTE RIMBORSATI. RISCHIO DI CONFLITTO DI INTERESSI RISCHIO DI CONFLITTO DI INTERESSI IN CASO DI QUOTAZIONE DEI TITOLI SUL MERCATO TLX E' PREVISTA LA QUOTAZIONE DEI TITOLI SUL MERCATO TLX, GESTITO DA TLX S.P.A., SOCIETÀ PARTECIPATA DA UNICREDIT BANCA MOBILIARE S.P.A., CHE, A SUA VOLTA, È UNA SOCIETÀ INTERAMENTE CONTROLLATA DALL'EMITTENTE. INOLTRE, IL RUOLO DI OPERATORE MARKET MAKER SUL MERCATO TLX SARÀ SVOLTO DA BAYERISCHE HYPO- UND VEREINSBANK AG UNICREDIT BANCA MOBILIARE S.P.A., FILIALE DI MILANO (SI VEDA, AL RIGUARDO, IL CAPITOLO 3, PARAGRAFO 3.1). ULTERIORI EVENTUALI SITUAZIONI DI CONFLITTO DI INTERESSI SARANNO INDICATE NELLE CONDIZIONI DEFINITIVE. RISCHIO CONNESSO ALL'EVENTUALE RATING DELL'EMITTENTE 7

8 L'EVENTUALE RATING ATTRIBUITO ALL EMITTENTE COSTITUISCE UNA VALUTAZIONE DELLA CAPACITÀ DELL EMITTENTE DI ASSOLVERE I PROPRI IMPEGNI FINANZIARI, IVI COMPRESI QUELLI RELATIVI AI TITOLI. NE CONSEGUE CHE OGNI CAMBIAMENTO EFFETTIVO O ATTESO DEI RATING DI CREDITO ATTRIBUIT I ALL'EMITTENTE PUÒ INFLUIRE SUL PREZZO DI MERCATO DEI TITOLI STESSI. TUTTAVIA, POICHÉ IL RENDIMENTO SUI TITOLI DIPENDE DA UNA SERIE DI FATTORI E NON SOLO DALLE CAPACITÀ DELL'EMITTENTE DI ASSOLVERE I PROPRI IMPEGNI FINANZIARI RISPETTO AI TITOLI, UN MIGLIORAMENTO DEI RATING DELL'EMITTENTE NON DIMINUIRÀ GLI ALTRI RISCHI DI INVESTIMENTO CORRELATI AI TITOLI. INOLTRE, IL PERFEZIONAMENTO DEL PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI CAPITALIA S.P.A. IN UNICREDITO POTREBBE INFLUIRE SUL RATING ATTRIBUITO ALL EMITTENTE. 3 INFORMAZIONI FONDAMENTALI 3.1 Conflitto di interessi La liquidità è garantita da Bayerische Hypo- und Vereinsbank AG, filiale di Milano UniCredit Banca Mobiliare S.p.A., che, ai sensi della Sezione 2 del Titolo 4 del Regolamento del mercato TLX, agisce quale operatore market maker sul mercato TLX. 4. INFORMAZIONI RIGUARDANTI GLI STRUMENTI FINANZIARI DA OFFRIRE 4.1 Regolamento dei Titoli 8 Rimborso e Acquisto (b) Rimborso Anticipato L'Emittente, non prima di un anno diciotto mesi dalla Data di Emissione e previo preavviso irrevocabile ai portatori dei Titoli, contenente l'indicazione della data prevista per il rimborso, inviato non meno di 15 e non più di 30 giorni prima ai sensi del successivo articolo 13, potrà rimborsare i Titoli, in tutto ma non in parte, a qualsiasi data di rimborso anticipato indicata nelle pertinenti Condizioni Definitive (ciascuna una Data di Rimborso Anticipato), mediante il pagamento dell'importo Dovuto a Titolo di Rimborso Anticipato specificato, o determinabile nel modo indicato, nelle pertinenti Condizioni Definitive, unitamente agli interessi maturati fino alla Data di Rimborso Anticipato (ove applicabili). 9 Regime Fiscale Le disposizioni fiscali di seguito descritte non sono applicabili a soggetti non residenti in Italia né ad imprese commerciali. Sono a carico dei portatori dei Titoli le imposte e tasse che per legge colpiscono i Titoli e/o i relativi proventi. 8

9 5. CONDIZIONI DELL'OFFERTA 5.2 Piano di ripartizione e di assegnazione Investitori potenziali ai quali sono offerti i Titoli (v) l'emittente si riserva di indicare nelle pertinenti Condizioni Definitive eventuali ulteriori categorie di investitori cui la Singola Offerta può essere diretta. 7 INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI 7.2 Rating attribuito all'emittente Alla data del 31 dicembre aprile 2007 i giudizi di rating su UniCredito Italiano erano i seguenti: Long term (debito lungo termine) Short term (debito breve termine) Fitch A+ F1 Moody s A1Aa2 P-1 Standard & Poor s A+ A-1 Nell Avviso Integrativo si darà conferma della invariata situazione del rating a medio lungo termine oppure si riferirà dei cambiamenti in essa intervenuti. 8 DOCUMENTAZIONE A DISPOSIZIONE DEL PUBBLICO Il Prospetto di Base sarà consultabile sul sito internet dell'emittente (www.unicreditgroup.eu). Ciascun investitore può richiedere gratuitamente presso la sede legale dell'emittente in Via Dante 1, Genova, presso la Direzione Centrale sita in Milano, Piazza Cordusio 2, nonché presso gli sportelli dei Collocatori, la consegna di una copia cartacea del Prospetto di Base. Sono, inoltre, a disposizione del pubblico, presso la sede legale dell'emittente (ove saranno depositati, salvo ove in futuro diversamente comunicato, i documenti che ai sensi della normativa e regolamentazione italiana applicabile all'emittente ed alle offerte di strumenti finanziari dovranno essere messi a disposizione del pubblico dall'emittente), presso la Direzione Centrale sita in Milano, Piazza Cordusio 2, nonché (ove, fatta eccezione per l'atto costitutivo, sono messi a disposizione ulteriori documenti richiesti dalla normativa e regolamentazione italiana applicabile alla Banca in quanto emittente avente azioni quotate) sul sito internet dell'emittente all'indirizzo web (www.unicreditgroup.eu), i documenti indicati al Capitolo 14 del Documento di Registrazione nonché quelli inclusi mediante riferimento di cui al Capitolo 11 del Documento di Registrazione. 9

10 In data 10 ottobre 2006, il consiglio di amministrazione dell'emittente ha approvato la Relazione Semestrale del Gruppo al 30 giugno 2006 assoggettata a revisione contabile. Tale relazione è a disposizione del pubblico nei luoghi e secondo le modalità suindicati, nonché inclusa mediante riferimento nel Prospetto di Base. Fascicolo della Relazione Semestrale del Gruppo al 30 giugno 2006 assoggettata a revisione contabile: - Stato Patrimoniale riclassificato: pagina 16 - Conto Economico riclassificato: pagina 17 - Schemi di bilancio consolidato: pagina 79 - Note al bilancio semestrale consolidato: pagina 89 - Relazione della Società di Revisione: pag L'Emittente ha inoltre pubblicato, in data 22 novembre 2006, la Relazione Trimestrale del Gruppo al 30 sette mbre Tale relazione è a disposizione del pubblico nei luoghi e secondo le modalità suindicati, nonché inclusa mediante riferimento nel Prospetto di Base. Fascicolo della Relazione Trimestrale del Gruppo al non assoggettata a revisione contabile: - Stato Patrimoniale riclassificato: pagina 10 - Conto Economico riclassificato: pagina 11 - Note di commento e osservazioni degli amministratori: pagg Per maggiori informazioni sui documenti inclusi mediante riferimento e su quelli a disposizione del pubblico, si vedano, rispettivamente, i Capitoli 11 e 14 del Documento di Registrazione. Ciascun documento incluso mediante riferimento nel Prospetto di Base è considerato parte integrante del medesimo e dovrà essere letto congiuntamente al medesimo. Per ulteriori informazioni relative ai documenti inclusi mediante riferimento ed ai documenti a disposizione del pubblico, si veda rispettivamente, il Capitolo 11 ed il Capitolo 14 del Documento di Registrazione. Si invitano i potenziali investitori a leggere la documentazione a disposizione del pubblico al fine ottenere maggiori informazioni in merito alle condizioni finanziarie e all'attività dell'emittente. APPENDICE 1 - MODELLO DI AVVISO INTEGRATIVO CONTENENTE LE CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE AI TITOLI Di seguito si riporta il modello di Avviso Integrativo contenente le Condizioni Definitive che dovrà essere completato per ciascuna emissione di Titoli emessi ai sensi del Programma. * * * 10

11 UNICREDITO ITALIANO S.p.A. Società iscritta all Albo delle Banche Capogruppo del Gruppo Bancario UNICREDITO iscritto all Albo dei Gruppi Bancari cod Sede legale in Via Dante 1, Genova Capitale sociale Euro , ,50 interamente versato Codice fiscale, partita I.V.A. e numero iscrizione Registro delle Imprese di Genova: Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Condizioni Definitive relative all'emissione di [? indicare l'ammontare nominale complessivo dell'emissione] di Obbligazioni a tasso variabile e scadenza [?] di UniCredito Italiano S.p.A. ai sensi del Programma di Emissione di cui al Prospetto di Base costituito dal Documento di Registrazione depositato presso la CONSOB in data 28 giugno 2007, a seguito di approvazione comunicata con nota n del 14 giugno 2007, dalla Nota Informativa depositata presso la CONSOB in data 23 aprile 2007, a seguito di nulla osta comunicato con nota n del 22 marzo 2007, dalla Nota di Sintesi e dal Supplemento al Prospetto di Base depositati presso la CONSOB in data 25 luglio 2007, a seguito di approvazione comunicata con nota n del 19 luglio Condizioni Definitive depositate presso la CONSOB in data [ ] L adempimento di pubblicazione delle Condizioni Definitive mediante Avviso Integrativo non comporta alcun giudizio della CONSOB sull opportunità dell investimento proposto e sul merito dei dati e delle notizie allo stesso relativi. * * * Il presente documento costituisce le Condizioni Definitive relative all'emissione dei Titoli (Obbligazioni a Tasso Variabile ) di seguito descritti. Esso deve essere letto congiuntamente al Prospetto di Base relativo al Programma di Emissione di Obbligazioni a Tasso Variabile di UniCredito Italiano S.p.A., costituito dal Documento di Registrazione depositato presso la CONSOB in data 28 giugno 2007, a seguito di approvazione comunicata con nota n del 14 giugno 2007, dalla Nota Informativa depositata presso la CONSOB in data 23 aprile 2007, a seguito di nulla osta comunicato con nota n del 22 marzo 2007, dalla Nota di Sintesi e dal Supplemento al Prospetto di Base depositati presso la CONSOB in data 25 luglio 2007, a seguito di approvazione comunicata con nota n del 19 luglio 2007 in data 23 aprile 2007, a seguito di nulla osta comunicato con nota n del 22 marzo

12 FATTORI DI RISCHIO RISCHIO DI LIQUIDITÀ DEI TITOLI LA LIQUIDITÀ DI UNO STRUMENTO FINANZIARIO CONSISTE NELLA SUA ATTITUDINE A TRASFORMARSI PRONTAMENTE IN MONETA. QUALORA IL PORTATORE DEI TITOLI INTENDA PROCEDERE ALLA VENDITA DEI TITOLI, LO STESSO POTREBBE INCONTRARE DIFFICOLT À NEL LIQUIDARE L'INVESTIMENTO. TALE RISCHIO DI LIQUIDITÀ PERMANE NONOSTANTE L'EVENTUALE QUOTAZIONE DEI TITOLI PRESSO IL MERCATO TLX GESTITO DA TLX S.P.A. E SEBBENE BAYERISCHE HYPO- UND VEREINSBANK AG, FILIALE DI MILANO UNICREDIT BANCA MOBILIARE S.P.A. VI AGISCA QUALE OPERATORE MARKET MAKER AL FINE DI GARANTIRE LA LIQUIDITÀ DEI TITOLI. PERTANTO IL PORTATORE DEI TITOLI, NELL'ELABORARE LA PROPRIA STRATEGIA FINANZIARIA, DEVE AVERE BEN PRESENTE CHE L'ORIZZONTE TEMPORALE DELL'INVESTIMENTO (DEFINITO DALLA DURATA DEL TITOLO A PARTIRE DALLA DATA DI EMISSIONE) SIA IN LINEA CON LE PROPRIE FUTURE ESIGENZE DI LIQUIDITÀ. RISCHIO DI CAMBIO DI VALUTA A SECONDA DELLE CARATTERISTICHE DI CIASCUN PRESTITO OBBLIGAZIONARIO, QUALORA IL TITOLO SIA DENOMINATO IN UNA VALUTA DIVERSA DALL'EURO, IL TITOLO MEDESIMO POTREBBE ESSERE ALTRESÌ SOGGETTO AL RISCHIO DI CAMBIO. CON RIFERIMENTO A CIASCUN TITOLO, OVE TALE ULTERIORE RISCHIO SUSSISTA, SARÀ DI VOLTA IN VOLTA INDICATI INDICATO NELLE PERTINENTI CONDIZIONI DEFINITIVE. RISCHIO DI RIMBORSO ANTICIPATO A SECONDA DELLE CARATTERISTICHE DI CIASCUN PRESTITO OBBLIGAZIONARIO, IL TITOLO POTREBBE ESSERE ALTRESÌ SOGGETTO AL RISCHIO DI RIMBORSO ANTICIPATO (QUALORA L'EMITTENTE SI RISERVI LA FACOLTÀ DI PROCEDERE AL RIMBORSO ANTICIPATO, NON PRIMA DI DODICI DICIOTTO MESI DALLA DATA DI EMISSIONE, OVVERO SIA PREVISTO IL RIMBORSO AUTOMATICO DEL TITOLO AL VERIFICARSI DI UN DETERMINATO EVENTO DEFINITO NELLE RELATIVE CONDIZIONI DEFINITIVE). PER CIASCUN PRESTITO OBBLIGAZIONARIO, OVE TALE ULTERIORE RISCHIO SUSSISTA, SARÀ INDICATO NELLE PERTINENTI CONDIZIONI DEFINITIVE. IN CASO DI RIMBORSO ANTICIPATO, L INVESTITORE POTREBBE VEDERE DISATTESE LE PROPRIE ASPETTATIVE IN TERMINI DI RENDIM ENTO IN QUANTO IL RENDIMENTO ATTESO AL MOMENTO DELLA SOTTOSCRIZIONE, CALCOLATO O IPOTIZZATO SULLA BASE DELLA DURATA ORIGINARIA DEI TITOLI, POTREBBE SUBIRE DELLE VARIAZIONI IN DIMINUZIONE. NON VI È, INOLTRE, ALCUNA ASSICURAZIONE CHE, IN IPOTESI DI RIMBORSO ANTICIPATO, LA SITUAZIONE DEL MERCATO FINANZIARIO SIA TALE DA CONSENTIRE ALL INVESTITORE DI REINVESTIRE LE SOMME PERCETTE AD ESITO DEL RIMBORSO ANTICIPATOAD UN RENDIMENTO ALMENO PARI A QUELLO DEI TITOLI ANTICIPATAMENTE RIMBORSATI. RISCHIO DI CONFLITTO DI INTERESSI RISCHIO DI CONFLITTO DI INTERESSI IN CASO DI QUOTAZIONE DEI TITOLI SUL MERCATO TLX 12

13 E' PREVISTA LA QUOTAZIONE DEI TITOLI SUL MERCATO TLX, GESTITO DA TLX S.P.A., SOCIETÀ PARTECIPATA DA UNICREDIT BANCA MOBILIARE S.P.A., CHE, A SUA VOLTA, È UNA SOCIETÀ INTERAMENTE CONTROLLATA DALL'EMITTENTE. INOLTRE, IL RUOLO DI OPERATORE MARKET MAKER SUL MERCATO TLX SARÀ SVOLTO DA BAYERISCHE HYPO- UND VEREINSBANK AG UNICREDIT BANCA MOBILIARE S.P.A., FILIALE DI MILANO (SI VEDA, AL RIGUARDO, IL CAPITOLO 3, PARAGRAFO 3.1). ULTERIORI EVENTUALI SITUAZIONI DI CONFLITTO DI INTERESSI SARANNO INDICATE NELLE CONDIZIONI DEFINITIVE. RISCHIO CONNESSO ALL'EVENTUALE RATING DELL'EMITTENTE L'EVENTUALE RATING ATTRIBUITO ALL EMITTENTE COSTITUISCE UNA VALUTAZIONE DELLA CAPACITÀ DELL EMITTENTE DI ASSOLVERE I PROPRI IMPEGNI FINANZIARI, IVI COMPRESI QUELLI RELATIVI AI TITOLI. NE CONSEGUE CHE OGNI CAMBIAMENTO EFFETTIVO O ATTESO DEI RATING DI CREDITO ATTRIBUITI ALL'EMITTENTE PUÒ INFLUIRE SUL PREZZO DI MERCATO DEI TITOLI STESSI. TUTTAVIA, POICHÉ IL RENDIMENTO SUI TITOLI DIPENDE DA UNA SERIE DI FATTORI E NON SOLO DALLE CAPACITÀ DELL'EMITTENTE DI ASSOLVERE I PROPRI IMPEGNI FINANZIARI RISPETTO AI TITOLI, UN MIGLIORAMENTO DEI RATING DELL'EMITTENTE NON DIMINUIRÀ GLI ALTRI RISCHI DI INVESTIMENTO CORRELATI AI TITOLI. [INOLTRE, IL PERFEZIONAMENTO DEL PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI CAPITALIA S.P.A. IN UNICREDITO POTREBBE INFLUIRE SUL RATING ATTRIBUITO ALL EMITTENTE.] *** Il presente Supplemento al Prospetto di Base deve essere letto congiuntamente al Prospetto di Base (costituito dal Documento di Registrazione depositato presso la CONSOB in data 28 giugno 2007, a seguito di approvazione comunicata con nota n del 14 giugno 2007, dalla Nota Informativa depositata presso la CONSOB in data 23 aprile 2007, a seguito di nulla osta comunicato con nota n del 22 marzo 2007, dalla Nota di Sintesi depositata presso la CONSOB in data 25 luglio 2007, a seguito di approvazione comunicata con nota n del 19 luglio 2007), di cui costituisce parte integrante. Il Prospetto di Base e il Supplemento al Prospetto di Base sono disponibili in formato elettronico presso il sito internet dell'emittente Ulteriori luoghi di messa a disposizione del Supplemento al Prospetto di Base, del Prospetto di Base e delle Condizione Definitive saranno indicati nelle Condizione Definitive medesime. Copia del Prospetto di Base e del Supplemento al Prospetto di Base in forma stampata saranno consegnate gratuitamente a chi ne faccia richiesta. UNICREDITO ITALIANO S.p.A. 13

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Il nuovo Regolamento Intermediari n. 16190/2007 emanato dalla Consob ed il Regolamento congiunto del 29 ottobre 2007 emanato da Banca

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. "BANCO POPOLARE Società Cooperativa

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. BANCO POPOLARE Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle Obbligazioni BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216 da emettersi nell ambito del programma di offerta e/o

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell'art. 2 e dell'art. 6 delle disposizioni AIM Italia in tema di Parti Correlate del maggio 2012, nonché

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

PRIMO SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE

PRIMO SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE Unione di Banche Italiane S.c.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: Bergamo, Piazza Vittorio Veneto, 8 Sedi operative: Brescia e Bergamo Codice Fiscale, Partita IVA ed Iscrizione al Registro delle Imprese

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO Regolamento del fondo comune di investimento immobiliare chiuso riservato ad investitori qualificati PATRIMONIO UNO promosso da Patrimonio

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Delibera n. 17221 del 12.3.2010 A cura della Divisione Tutela del Consumatore Ufficio Relazioni con il Pubblico Giugno 2010 [pagina bianca] Regolamento recante

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

TERZO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

TERZO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE Credito Valtellinese Società Cooperativa Sede in Sondrio Piazza Quadrivio, 8Codice fiscale e Registro Imprese di Sondrio n. 00043260140 Albo delle Banche n. 489 Capogruppo del Gruppo bancario Credito Valtellinese

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Maggio 2014. Guida dell Azionista

Maggio 2014. Guida dell Azionista Maggio 2014 Guida dell Azionista Con la presente Guida intendiamo offrire un utile supporto ai nostri azionisti, evidenziando i diritti connessi alle azioni possedute e consentendo loro di instaurare un

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop.

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. Revisione del 15/02/11 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di trasmissione

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L.

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L. INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N. 11971 RELATIVE AL PATTO PARASOCIALE FRA EQUILYBRA CAPITAL PARTNERS S.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Fideiussione Corporate (la "Garanzia")

Fideiussione Corporate (la Garanzia) Fideiussione Corporate (la "Garanzia") OGGETTO: A ciascun detentore di obbligazioni convertibili in azioni della società Sacom S.p.A. denominati "Sacom 2013 2018 Obbligazioni Convertibili" (ciascun Obbligazionista,

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO Aggiornamento n. 13 di Aprile 2015 MMM00589 04/2015 Pag. 1 di 34 INDICE: PREMESSA... 3 INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA...

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato con delibera n.

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 e dell art. 12 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

Secondo Supplemento al Prospetto di Base relativo al programma di offerta al pubblico di prestiti obbligazionari denominato:

Secondo Supplemento al Prospetto di Base relativo al programma di offerta al pubblico di prestiti obbligazionari denominato: Secondo Supplemento al Prospetto di Base relativo al programma di offerta al pubblico di prestiti obbligazionari denominato: Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Obbligazioni Zero Coupon Banca Monte

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

OPERATIVITA' ESTERO E ORDINARI IN DIVISA

OPERATIVITA' ESTERO E ORDINARI IN DIVISA Foglio N. 6.07.0 informativo Codice Prodotto Redatto in ottemperanza al D.Lgs. 385 del 1 settembre 1993 Testo Unico delle leggi in materia bancarie creditizia (e successive modifiche ed integrazioni) e

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Approvato con delibera del consiglio di amministrazione del 26 Novembre 2014 Indice

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

DEPOSITO PIU - SEZIONE INTEGRATIVA DEL FOGLIO INFORMATIVO DEL SOTTOCONTO TECNICO Condizioni dei listini valide fino al 31 luglio 2015

DEPOSITO PIU - SEZIONE INTEGRATIVA DEL FOGLIO INFORMATIVO DEL SOTTOCONTO TECNICO Condizioni dei listini valide fino al 31 luglio 2015 DEPOSITO PIU - SEZIONE INTEGRATIVA DEL FOGLIO INFORMATIVO DEL SOTTOCONTO TECNICO Condizioni dei listini valide fino al 31 luglio 2015 LISTINO BASE 3 mesi Tasso nominale partita 0,25% lordo annuo 6 mesi

Dettagli