Il ruolo di Intesa Sanpaolo a supporto della ricerca e dello sviluppo tecnologico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il ruolo di Intesa Sanpaolo a supporto della ricerca e dello sviluppo tecnologico"

Transcript

1 Il ruolo di Intesa Sanpaolo a supporto della ricerca e dello sviluppo tecnologico Apprendere a finanziare l innovazione UNINDUSTRIA Treviso Francesca Passamonti Regulatory Advisor Staff to the Managing Director and CEO International Affairs Treviso, 2 marzo 2007

2 Agenda Intesa Sanpaolo: un leader italiano di dimensione europea; Intesa Sanpaolo come Banca dei Territori; Il sostegno alla ricerca e all innovazione: le soluzioni di Intesa; Il sostegno alla ricerca e all innovazione: le soluzioni di Sanpaolo; Il nuovo Mercato Alternativo del Capitale (MAC); Contatti. 2

3 La storia di Intesa Sanpaolo

4 Banca leader indiscussa in Italia di dimensione europea Il leader italiano Leader indiscusso in tutti i segmenti con una quota di mercato superiore al 20% nei crediti e nei depositi con la clientela, circa il doppio rispetto a quella del principale concorrente Chiara leadership nei prodotti più importanti Solidi livelli di patrimonializzazione e qualità dell attivo migliore nel sistema La rete più estesa in Italia: ~5.500 filiali, quota di mercato ~17% e ~12 milioni di clienti Capacità unica di raggiungere i clienti Presenza capillare e ben distribuita degli sportelli che rende il Gruppo effettivamente nazionale: quota di mercato >15% in 15 regioni su 20 Elevato livello di penetrazione nei mercati locali: quota di mercato <5% solo in 9 province su 103 Concentrazione nelle aree più ricche d Italia: presenza retail capillare in zone che rappresentano più del 70% della ricchezza delle famiglie italiane Presenza internazionale strategica Selettiva presenza nel retail banking nei Paesi del Centro-Est Europa e del Bacino del Mediterraneo, con circa 7,7 milioni di clienti in 13 paesi attraverso circa 1,650 filiali (1) La più estesa rete internazionale tra le banche italiane, con presenza in 35 Paesi per sostenere le attività della clientela corporate all estero Nota: Dati a fine 2005 pro-forma, rettificati per tenere conto degli effetti della prevista cessione di sportelli e controllate a Crédit Agricole (1) Incluse American Bank of Albania, Bank of Alexandria, Panonska Banka e Ukrsotsbank 4

5 Il Gruppo in sintesi Totale attivo: mln ~19,7 milioni di clienti ~12 milioni in Italia ~7,7 milioni all estero (2) Crediti verso clientela: mln Raccolta Diretta: mln Intesa Sanpaolo ~7.150 sportelli ~5.500 in Italia (3)(4) ~1.650 all estero (2)(4) Patrimonio Netto (1) : mln Capitalizzazione di mercato (5) : 74mld Rating Moody s Standard & Poor s Fitch Aa3 Lungo termine AA- AA- P-1 Breve termine A-1+ F1+ Dati al 30 giugno 2006 pro-forma, rettificati per tenere conto degli effetti della prevista cessione di sportelli e controllate a Crédit Agricole (1) Incluso Utile Netto (2) Incluse American Bank of Albania, Bank of Alexandria, Panonska Banka e Ukrsotsbank (3) Criteri Banca d Italia (4) Dati pro-forma al 31 dicembre 2005 (5) Al 2 gennaio

6 Presenza selettiva nel retail banking in CEE e nel Bacino del Mediterraneo 1 ALBANIA Banca Italo-Albanese (BIA) American Bank of Albania (ABA) 2 BOSNIA-ERZEGOVINA UPI Banka LTG Banka 3 CROAZIA Privredna Banka Zagreb (PBZ) 4 EGITTO Bank of Alexandria 5 5 FEDERAZIONE RUSSA KMB Bank 6 GRECIA Filiali ad Atene e a Salonicco di ABA REPUBBLICA CECA Filiale a Praga di VUB ROMANIA Sanpaolo IMI Bank Romania SERBIA Banca Intesa Beograd Panonska Banka SLOVACCHIA VseobecnaUverovaBanka(VUB) 11 SLOVENIA Koper Banka 12 UCRAINA Ukrsotsbank 4 13 UNGHERIA Central-European International Bank (CIB) Inter-Europa Bank 6

7 Intesa Sanpaolo come Banca dei Territori Le PMI costituiscono il fulcro dell economia europea ed italiana Per questo il Gruppo Intesa Sanpaolo ha scelto di organizzarsi secondo il modello di BANCA DEI TERRITORI. Tale modello è ispirato al principio "una banca-un territorio" e intende valorizzare il radicamento territoriale e il decentramento, confermando cosi l impegno di Intesa Sanpaolo a favore delle piccole e medie imprese. 7

8 Il nostro sostegno alla ricerca e all innovazione IL NOSTRO OBIETTIVO: sostenere la crescita economica del Sistema Italia LA NOSTRA STRATEGIA: OFFERTA DI PRODOTTI TRADIZIONALI OFFERTA DI SOLUZIONI INNOVATIVE Importanza degli intangibles (valore delle risorse umane, proprietà di brevetti, capacità di Ricerca e Sviluppo) Nuovo ruolo del sistema bancario: sostenere le scelte strategiche con profili di rischio e meccanismi di monitoring innovativi. 8

9 Il sostegno alla ricerca e all innovazione: le soluzioni di Intesa I NOSTRI INTERVENTI A SOSTEGNO DELLA RICERCA E DELL INNOVAZIONE: IntesaNova Risorse per le imprese che innovano; IntesaNova Energia Per le imprese che investono in un futuro più attento all ambiente; IntesaEurodesk Per assistere le imprese ad accedere alle opportunità di finanziamento del 7 Programma Quadro per la Ricerca e lo Sviluppo Tecnologico dell UE. 9

10 Il sostegno alla ricerca e all innovazione: le soluzioni di Intesa IntesaNova Grazie alla collaborazione con i grandi centri universitari italiani, Intesa Sanpaolo è in grado di definire la capacità innovativa di un impresa o di un progetto. Nel prodotto IntesaNova il ruolo dei partner accademici consiste nel valutare, all interno dei propri laboratori di R&S, i progetti presentati dalle imprese analizzandone il grado di innovatività, il posizionamento competitivo, i costi, i tempi di realizzazione e la capacità d implementazione da parte delle imprese. Sulla base della valutazione accademica e del merito di credito, Intesa Sanpaolo eroga infine dei finanziamenti senza garanzie reali ed a condizioni vantaggiose per le imprese. 10

11 IntesaNova: i principali partner accademici IntesaNova si avvale della collaborazione delle migliori Università italiane. LEADING PARTNER - Politecnico di Milano; - Fondazione Politecnico di Milano; - Politecnico di Torino; - Università degli Studi di Trento. ALTRI PARTNER - Politecnico di Bari; - Università degli Studi di Trieste; - Università degli Studi di Udine; - Università degli Studi della Tuscia (Viterbo). - ecc 11

12 IntesaNova: struttura Innovazione Finale di Processo e di Prodotto è specifica di ogni settore merceologico è sviluppata in azienda non è standardizzabile presso le PMI è spesso innovazione incrementale e non discontinua IntesaNova Prodotto: finanziamento chirografario a medio termine, durata 3-5 anni a tasso variabile Euribor + spread 0,8% - 1,5% a seconda del livello di rating (rating ammessi al programma 1-6) Due le famiglie di prodotto già disponibili: Documentazione Innovazione strumentale legata alla diffusione dell ICT interviene sulla gestione dell informazione tra le strutture aziendali: si applica alle imprese di qualunque settore produttivo è standardizzabile Questionario descrittivo delle tecnologie in essere richiesta Scheda descrittiva del progetto Indice tecnologico (confronto con il settore) Assessment del progetto 12

13 IntesaNova: il valore per Banca, Imprese, Università IMPRESA Seguendo un apposito format, fornisce una descrizione del proprio profilo tecnologico e del progetto che intende realizzare. Valutano il progetto, esaminando: UNIVERSITA congruità dei costi rispetto alle caratteristiche tecniche dell innovazione; soluzione tecnologica (architettura) rispetto allo stato dell arte; capacità della azienda di gestire la data tecnologia attraverso lo specifico progetto. BANCA Finanzia i progetti validati dai partner scientifici tramite una specifica linea di credito, senza garanzie reali e a condizioni favorevoli per l impresa. 13

14 IntesaNova Energia: CHE COS E IntesaNova Energia IntesaNova Energia è il nuovo programma della Rete Intesa realizzato per dare un sostegno concreto alle iniziative di produzione e commercializzazione di energia da fonti rinnovabili e un opportunità alle imprese di diversificare le fonti energetiche necessarie per soddisfare il proprio fabbisogno. IL FINANZIAMENTO IntesaNova Energia sostiene sino al 100% del costo dell investimento con rimborso fino ad un massimo di 10 anni per il finanziamento bancario e di 15 anni per il leasing strumentale. Importo finanziabile Oggetto del finanziamento Durata Tasso di interesse Periodicità rate > > > > > da ,00 fino al 100% dell'investimento da 21 a 120 mesi per finanziamento bancario da 24 a 180 mesi per leasing strumentale Variabile o fisso a scelta del cliente Mensile per leasing Trimestrale per finanziamento 14

15 Da IntesaNova ad IntesaEurodesk La struttura attuale del progetto IntesaNova è stata sviluppata con l'intento di fornire una risposta alle istanze di innovazione delle PMI. Attraverso il Servizio IntesaEurodesk vengono supportati anche quei progetti che, incorporando attività di ricerca e sviluppo precompetitivo, non si prestano ad essere finanziati con IntesaNova. La banca diventa cosi PARTNER STRATEGICO DI LUNGO PERIODO delle imprese. 15

16 Il sostegno alla ricerca e all innovazione: le soluzioni di Intesa IntesaEurodesk CHE COS E IntesaEurodesk è la risposta di Intesa Sanpaolo alle difficoltà che i nostri clienti incontrano nell accedere ai finanziamenti europei dedicati alla ricerca e sviluppo tecnologico (R&S). La Commissione Europea ha stanziato infatti oltre 50 miliardi di Euro per il 7 Programma Quadro di Ricerca e Sviluppo Tecnologico ( ), sotto forma di finanziamenti a fondo perduto a sostegno di 10 settori prioritari di ricerca industriale. E PERTANTO ESSENZIALE OFFRIRE UN SUPPORTO ADEGUATO ALLE IMPRESE ITALIANE AFFINCHE PARTECIPINO AL 7 PROGRAMMA QUADRO 16

17 IntesaEurodesk: la partecipazione delle aziende italiane ai Programmi europei La situazione dell'italia*: L'Italia contribuisce al budget UE per il 13,73% ma prende attraverso i programmi di finanziamento UE il 9,2%. Volendo monetizzare le percentuali, con i fondi del 7 PQ pari a 54 miliardi di Euro, l'italia ne pagherebbe 7.4 e ne prenderebbe 4.9. Lo squilibrio tra quanto dato e quanto preso sarebbe 2.5 mld di! La situazione dei Paesi di dimensioni simili all'italia*: La Germania prende il 19,6%, la Francia il 13,6% e il Regno Unito il 13,5% e dunque presentano tutti dei tassi di ritorno finanziario superiori a quello dell Italia (9,2%). * Dati riferiti al Sesto Programma Quadro di Ricerca e Sviluppo Tecnologico (

18 IntesaEurodesk: la partecipazione delle aziende italiane ai Programmi europei FATTORI CRITICI RISCONTRATI NEI NOSTRI CLIENTI Gravi lacune informative sulle opportunità di finanziamento comunitario e sulle relative capacità di accesso. Riluttanza delle imprese ad investire tempo e risorse nei procedimenti competitivi richiesti dai programmi europei e tradizionale ricorso ai soli fondi nazionali MIUR e MAP (distribuiti a pioggia ). Difficoltà ad interagire in contesti europei ed internazionali. Mancata integrazione della programmazione comunitaria quale elemento strategico e prioritario dei piani di sviluppo dell impresa rispetto ai concorrenti europei. 18

19 IntesaEurodesk: i nostri servizi CONSULENZA ISTITUZIONALE Consulenza strategica nei contatti con le Istituzioni Europee; Consulenza nella strutturazione dei partenariati e sulle modalità di ricerca partner; Accompagnamento delle imprese clienti nella presentazione dei progetti alla Commissione Europea; Monitoraggio ed informazione sulle opportunità d affari nell ambito del 7 Programma Quadro per la R&S dell UE e degli altri Programmi Comunitari di finanziamento. CONSULENZA TECNICA Ricerca personalizzata delle fonti di finanziamento sulla base delle esigenze dei clienti; Assistenza nella redazione formale del progetto e nella ricerca della documentazione ufficiale; Audizione informale presso il Comitato di Valutazione di IntesaEurodesk; Organizzazione di programmi di formazione sui finanziamenti comunitari, sulla base delle esigenze specifiche del cliente e organizzazione di eventi di presentazione di progetti finanziati dai Programmi Comunitari. 19

20 Il sostegno alla ricerca e all innovazione: le soluzioni di Sanpaolo anni annidi di gestione delle delle agevolazioni alla alla R&S R&S su su fondi fondi dei dei Ministeri n. n. progetti valutati: costo progetti valutati: 15,6 15,6 mld mld ingegneri specialisti di di tecnologie Focus: Ricerca applicata Innovation-Buy 20

21 Il sostegno alla ricerca e all innovazione: le soluzioni di Sanpaolo Ricerca Applicata Ricerca Applicata Iniziative finanziate PROGETTI PROGETTI di di R&S R&Sper: realizzare/completare realizzare/completare nuovi nuovi prodotti, prodotti, processi, processi, servizi; servizi; migliorare migliorare prodotti, prodotti, processi, processi, servizi servizi esistenti. esistenti. Condizioni finanziarie tasso variabile indicizzato Euribor 3m tasso variabile indicizzato Euribor 3m + Premio: per per progetti progetti completati: completati: riduzione riduzione dello dello spread spread del del 20% 20% nel nel caso caso di di esito esito positivo: positivo: aumento aumento di di 2 2 anni anni dell ammortamento dell ammortamento 21

22 Il sostegno alla ricerca e all innovazione: le soluzioni di Sanpaolo Innovation-Buy Iniziative finanziate Piani Piani di di investimento, investimento, basati basati su su acquisto acquisto di di innovazione, innovazione, volti volti a migliorare: migliorare: organizzazione organizzazione struttura struttura prodotti prodotti tasso variabile indicizzato Euribor 3m tasso variabile indicizzato Euribor 3m Condizioni finanziarie + Premio: Per Per piani piani d investimento d investimento completati, completati, riduzione riduzione dello dello spread: spread: del del 15%, 15%, per per operazioni operazioni a a 5 5 anni anni del del 10%, 10%, per per operazioni operazioni > > 5 5 anni anni 22

23 Il Sistema Italia a favore delle PMI: il MAC CHE COS E Il Mercato Alternativo dei Capitali (MAC) è un sistema di scambi organizzati di azioni riservato agli investitori professionali, che faciliterà l accesso delle PMI al capitale di rischio. L obiettivo è quello di creare un nuovo canale per rendere possibile il rafforzamento patrimoniale delle PMI, consentendo di allungare l orizzonte temporale dei progetti d investimento. Il MAC si fonda su semplicità dei requisiti d ammissione e forte collegamento con le banche di riferimento del territorio in cui operano le imprese. 23

24 Il Sistema Italia a favore delle PMI: il MAC COME FUNZIONA PMI Si rivolge ad una delle banche autorizzate attive nel proprio territorio, il cosiddetto Sponsor. La PMI deve presentare due requisiti essenziali: essere costituita in forma di S.p.A. e garantire la libera trasferibilità dei titoli; disporre dell ultimo bilancio certificato da una società di revisione iscritta all albo Consob. Banca (Sponsor) Valuta se l impresa ha i requisiti per accedere al MAC e la assiste nella redazione della domanda e della documentazione di ammissione. Una volta che l impresa viene ammessa alla quotazione, continua a seguirla da vicino per almeno tre anni. La banca presenta inoltre all impresa l intermediario specialista, che la metterà in contatto con gli investitori professionali. Intermediario Finanziario (Specialist) Mette in contatto l impresa con gli investitori professionali e redige un report che presenta la strategia di sviluppo, il business plan ed il posizionamento dell impresa nell ambito del settore di riferimento. Società di promozione Attualmente in fase di costituzione, promuoverà lo sviluppo e la conoscenza del MAC presso imprese e investitori. 24

25 Il Sistema Italia a favore delle PMI: il MAC Il MAC è una soluzione per trovare nuovi soci: offre una vetrina aperta a investitori professionali italiani ed esteri e un riferimento trasparente per la determinazione del valore dell impresa. Il MAC permette di aumentare la dotazione di capitale senza imporre vincoli all autonomia dell imprenditore, favorendo l ingresso nel capitale di soci di minoranza. VANTAGGI per le PMI Il MAC valorizza i progetti d investimento a medio e lungo termine, essendo aperto esclusivamente alla domanda degli investitori professionali. La centralizzazione delle informazioni permette alle PMI di entrare in contatto con grandi investitori, i quali a loro volta possono trovare nel MAC più opportunità per investire e disinvestire. 25

26 Contatti Francesca Passamonti International Affairs Square de Meeûs Brussels Phone: +32 (0) Fax: +32 (0)

L imprenditoria femminile come espressione di pari opportunità. Borgomanero, 1 marzo 2008

L imprenditoria femminile come espressione di pari opportunità. Borgomanero, 1 marzo 2008 L imprenditoria femminile come espressione di pari opportunità Borgomanero, 1 marzo 2008 1 La storia di Intesa Sanpaolo 1998 2000 2001 2002 2007 2 Il Gruppo in sintesi: Risultati Totale Attivo euro 576.176

Dettagli

La Banca e il supporto dell internazionalizzazione. Pier Franco Rubatto Servizio Sviluppo all Internazionalizzazione Imprese

La Banca e il supporto dell internazionalizzazione. Pier Franco Rubatto Servizio Sviluppo all Internazionalizzazione Imprese La Banca e il supporto dell internazionalizzazione Pier Franco Rubatto Servizio Sviluppo all Internazionalizzazione Imprese Forlì, 23 ottobre 2008 Internazionalizzazione I servizi della Banca a sostegno

Dettagli

Berlino 2008. Insieme, nel mondo

Berlino 2008. Insieme, nel mondo Berlino 2008 Insieme, nel mondo La storia di Intesa Sanpaolo 998 2000 200 2002 2007 2 Banca leader in Italia di dimensione europea Il leader in Italia Leader in tutti i segmenti con una quota di mercato

Dettagli

I servizi per l Internazionalizzazione delle Imprese

I servizi per l Internazionalizzazione delle Imprese I servizi per l Internazionalizzazione delle Imprese Andrea Fiori Ufficio Internazionalizzazione Imprese Milano, 29 novembre 2013 1 Rete internazionale del Gruppo EUROPA Filiali Amsterdam Francoforte Innsbruck

Dettagli

ai sensi dell art. 2506-ter del codice civile

ai sensi dell art. 2506-ter del codice civile Relazione del Consiglio di Amministrazione sulla scissione parziale di Neos Banca S.p.A. in favore di Intesa Sanpaolo S.p.A. e di Consumer Financial Services S.r.l. ai sensi dell art. 2506-ter del codice

Dettagli

La società, le competenze, i numeri.

La società, le competenze, i numeri. La società, le competenze, i numeri. Eurizon Capital Architettura multi societaria Eurizon Capital SGR Eurizon Capital appartiene al Gruppo Intesa Sanpaolo. È specializzata nella gestione degli investimenti

Dettagli

PROFESSIONISTI e IMPRESE VERSO NUOVI MERCATI Focus Emirati Arabi Uniti. Carlo de Simone Responsabile Funzione Relazioni Istituzionali e Studi

PROFESSIONISTI e IMPRESE VERSO NUOVI MERCATI Focus Emirati Arabi Uniti. Carlo de Simone Responsabile Funzione Relazioni Istituzionali e Studi PROFESSIONISTI e IMPRESE VERSO NUOVI MERCATI Focus Emirati Arabi Uniti Carlo de Simone Responsabile Funzione Relazioni Istituzionali e Studi Roma, 14 ottobre 2015 SIMEST Partner d impresa per la competizione

Dettagli

Il supporto all internazionalizzazione delle PMI Focus Egitto. Relatore: Leonardo Zuin Desk EMEA - Ufficio Sviluppo Internazionalizzazione

Il supporto all internazionalizzazione delle PMI Focus Egitto. Relatore: Leonardo Zuin Desk EMEA - Ufficio Sviluppo Internazionalizzazione Il supporto all internazionalizzazione delle PMI Focus Egitto Relatore: Leonardo Zuin Desk EMEA - Ufficio Sviluppo Internazionalizzazione Milano, 4 febbraio 2014 1 Egitto in cifre Expenditure on GDP (%

Dettagli

CONFIDI, UN SISTEMA DA 21 MILIARDI DI GARANZIE PER LA PRIMA VOLTA IN CONTRAZIONE

CONFIDI, UN SISTEMA DA 21 MILIARDI DI GARANZIE PER LA PRIMA VOLTA IN CONTRAZIONE COMUNICATO STAMPA Il Sistema Confidi al centro dello studio curato da Fondazione Rosselli, Gruppo Impresa, Unicredit in collaborazione con l Università degli Studi di Torino CONFIDI, UN SISTEMA DA 21 MILIARDI

Dettagli

Politica di Valutazione e Pricing - Regole Interne per la Negoziazione/Emissione dei Prestiti Obbligazionari emessi da Banca Etica S.c.p.a.

Politica di Valutazione e Pricing - Regole Interne per la Negoziazione/Emissione dei Prestiti Obbligazionari emessi da Banca Etica S.c.p.a. Politica di Valutazione e Pricing - Regole Interne per la Negoziazione/Emissione dei Prestiti Obbligazionari emessi da Banca Etica S.c.p.a. Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Indagine conoscitiva sul sistema bancario italiano nella prospettiva della vigilanza europea

Indagine conoscitiva sul sistema bancario italiano nella prospettiva della vigilanza europea Indagine conoscitiva sul sistema bancario italiano nella prospettiva della vigilanza europea Commissione Finanze e Tesoro del Senato Prof. Gian Maria Gros Pietro Presidente del Consiglio di Gestione di

Dettagli

Agenda. Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria. Consulenza globale. Ambiti d intervento. Conferma e arricchimento soluzioni

Agenda. Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria. Consulenza globale. Ambiti d intervento. Conferma e arricchimento soluzioni Agenda Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria Consulenza globale Ambiti d intervento Conferma e arricchimento soluzioni 1 Intesa Sanpaolo - Confindustria Piccola Industria Un impegno

Dettagli

Torino Social Innovation.

Torino Social Innovation. Torino Social Innovation. Un programma di lavoro per la città e la giovane imprenditorialità. Le città e le comunità urbane sono al centro di un acceso dibattito politico-istituzionale europeo, che le

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Proventi operativi netti a 4.687 mln. di euro, rispetto ai 4.489 mln. del primo trimestre 2006 (+4,4%, +7% normalizzato).

COMUNICATO STAMPA. Proventi operativi netti a 4.687 mln. di euro, rispetto ai 4.489 mln. del primo trimestre 2006 (+4,4%, +7% normalizzato). COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI AL 31 MARZO 2007 Utile netto consolidato del primo trimestre 2007 a 4 miliardi di euro, con plusvalenze da cessione di Cariparma e FriulAdria, rispetto a 1,3

Dettagli

Finanziamenti per Ricerca e Innovazione

Finanziamenti per Ricerca e Innovazione Finanziamenti per Ricerca e Innovazione L esperienza di Intesa Sanpaolo Sandro Angeletti, Responsabile Valutazioni e Finanziamenti R&S Mediocredito Italiano ABI Roma, 15 dicembre 2009 Finanziamenti per

Dettagli

PFCONSULT Financial & Business Service

PFCONSULT Financial & Business Service Business Solutions Rapporto Banca-Impresa Miglioramento della propria posizione finanziaria e maggior accesso al credito PFCONSULT Financial & Business Service Pafinberg S.r.l Via Taramelli, 50 24121 Bergamo

Dettagli

COME ACCEDERE AI FINANZIAMENTI PUBBLICI

COME ACCEDERE AI FINANZIAMENTI PUBBLICI Progettare l Internazionalizzazione d impresa COME ACCEDERE AI FINANZIAMENTI PUBBLICI 20 21 ottobre 2009 Principali incentivi per l internazionalizzazione: PROGRAMMI DI PENETRAZIONE COMMERCIALE ALL'ESTERO

Dettagli

Agenda. Le nostre soluzioni e l Accordo Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria

Agenda. Le nostre soluzioni e l Accordo Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria 0 Agenda Le nostre soluzioni e l Accordo Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria rinnovo Accordo 2009 e ulteriore offerta di prodotti finanziari bancabilità, aggregazione e crescita dimensionale

Dettagli

La consulenza finanziaria del Gruppo Cariparma C.A.

La consulenza finanziaria del Gruppo Cariparma C.A. La consulenza finanziaria del Gruppo Cariparma C.A. La piattaforma a supporto delle scelte di investimento delle famiglie nel contesto di un grande Gruppo Bancario internazionale. Milano, 18 aprile 2013

Dettagli

Attività dello Specialista

Attività dello Specialista Attività dello Specialista Massimo Turcato Responsabile Equity Capital Markets e Advisory Banca Akros Palermo, 15 novembre 2007 MISSIONE E PRINCIPI COSTITUTIVI DEL MAC Missione Principi costitutivi 1 Forte

Dettagli

1. FINANZIAMENTI A LUNGO TERMINE E LEASING IMMOBILIARE (finito o costruendo)

1. FINANZIAMENTI A LUNGO TERMINE E LEASING IMMOBILIARE (finito o costruendo) CREDITO EMILIANO SPA Capogruppo del Gruppo bancario Credito Emiliano - Credem - Capitale versato euro 332.392.107 - Codice Fiscale e Registro Imprese di Reggio Emilia 01806740153 - P. IVA 00766790356 -

Dettagli

I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI

I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI Indice Premessa situazione del mercato creditizio Contesto Normativo Minibond Cosa sono Vantaggi svantaggi Il mercato dei minibond Processo

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA D IMPRESA PER IL GRUPPO INTESA SANPAOLO

EFFICIENZA ENERGETICA D IMPRESA PER IL GRUPPO INTESA SANPAOLO EFFICIENZA ENERGETICA D IMPRESA PER IL GRUPPO INTESA SANPAOLO Gianmarco Manzone Divisione Banca dei Territori Ufficio Finanziamenti e Confidi 1 Roma, 22 ottobre 2008 La storia di Intesa Sanpaolo 1998 2000

Dettagli

Febbraio 2015. Guida dell Azionista

Febbraio 2015. Guida dell Azionista Febbraio 2015 Guida dell Azionista Con la presente Guida intendiamo offrire un utile supporto ai nostri azionisti, evidenziando i diritti connessi alle azioni possedute e consentendo loro di instaurare

Dettagli

CONVENZIONI BANCARIE

CONVENZIONI BANCARIE CONVENZIONI BANCARIE gafisudscpa@legalmail.it Uffici Area Campania: Avellino Benevento Caserta Napoli Salerno Uffici Area Puglia: Bari Foggia di 3 UNICREDIT Finanziamenti a Breve Termine con controgaranzia

Dettagli

INNOVARE? Si deve, si può, si fa:

INNOVARE? Si deve, si può, si fa: come ottenere i finanziamenti ed i contributi per fare ricerca & sviluppo MILANO 27 APRILE 2015 RICERCA & SVILUPPO Cos è la Ricerca & Sviluppo nel Nostro tessuto imprenditoriale? INNOVAZIONE DI PRODOTTO

Dettagli

Riorganizzazione del servizio di consulenza finanziaria del Gruppo Banca Etruria

Riorganizzazione del servizio di consulenza finanziaria del Gruppo Banca Etruria Milano, 22 Settembre 2011 Riorganizzazione del servizio di consulenza finanziaria del Gruppo Banca Etruria Milano, 22 Settembre 2011 Paolo Manuelli Gruppo Banca Etruria Michele Tanzi Gruppo ObjectWay 1

Dettagli

Cariparma. 485 Filiali. Friuladria 180 Filiali. Gruppo Crédit Agricole. Fondazione Cariparma

Cariparma. 485 Filiali. Friuladria 180 Filiali. Gruppo Crédit Agricole. Fondazione Cariparma Convegno Risparmio energetico: opportunità e agevolazioni Parma, 18 settembre 2007 Il Gruppo Cariparma Gruppo Crédit Agricole Fondazione Cariparma 85% 15% Cariparma 485 Filiali 76,05% Friuladria 180 Filiali

Dettagli

Finanziamenti e Fondi BEI per Ricerca e Innovazione

Finanziamenti e Fondi BEI per Ricerca e Innovazione Finanziamenti e Fondi BEI per Ricerca e Innovazione L esperienza di Intesa Sanpaolo Sandro Angeletti, Responsabile Valutazioni e Finanziamenti R&S Mediocredito Italiano SpA Unione Industriali Roma, 24

Dettagli

Mercato Alternativo del Capitale e private equity

Mercato Alternativo del Capitale e private equity Confindustria Palermo Mercato Alternativo del Capitale e private equity interventi di AMEDEO GIURAZZA Amministratore Delegato - Vertis SGR SpA Palermo, 15 novembre 2007 1 Presentazione di Vertis SGR e

Dettagli

Agenda. Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria. Consulenza globale. Ambiti d intervento. Conferma e arricchimento soluzioni

Agenda. Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria. Consulenza globale. Ambiti d intervento. Conferma e arricchimento soluzioni Agenda Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria Consulenza globale Ambiti d intervento Conferma e arricchimento soluzioni 1 Intesa Sanpaolo - Confindustria Piccola Industria Un impegno

Dettagli

BNL GRUPPO BNP PARIBAS

BNL GRUPPO BNP PARIBAS BNL GRUPPO BNP PARIBAS Condizioni valide fino al 31 dicembre 2014 SEGMENTO RETAIL (PMI con fatturato < 5 mln e/o aziende prospect di nuova acquisizione BNL fino a 7,5 mln) Linee di credito di breve termine

Dettagli

Gestione Finanziaria delle Imprese. La segmentazione dei Mercati Borsistici

Gestione Finanziaria delle Imprese. La segmentazione dei Mercati Borsistici GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE La segmentazione dei Mercati Borsistici Borsa Italiana SpA Si occupa dell organizzazione, della gestione e del funzionamento dei mercati finanziari, con l obiettivo di:

Dettagli

LE PMI VERSO I MERCATI ESTERI. Enrica Rubatto Desk Italia. Novara, 10 dicembre 2015

LE PMI VERSO I MERCATI ESTERI. Enrica Rubatto Desk Italia. Novara, 10 dicembre 2015 LE PMI VERSO I MERCATI ESTERI Enrica Rubatto Desk Italia Referente SIMEST per Piemonte e Liguria Novara, 10 dicembre 2015 SIMEST Partner d impresa per la competizione ii globale l Finanziaria controllata

Dettagli

2. Iniziative comunitarie per agevolare l accesso ai finanziamenti - BERS. BANCA EUROPEA per la RICOSTRUZIONE e lo SVILUPPO

2. Iniziative comunitarie per agevolare l accesso ai finanziamenti - BERS. BANCA EUROPEA per la RICOSTRUZIONE e lo SVILUPPO BANCA EUROPEA per la RICOSTRUZIONE e lo SVILUPPO P R E M E S S A La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo è stata creata nel 1991. Con sede a Londra, la BERS è un istituzione internazionale

Dettagli

La Banca di Investimento del Gruppo Intesa Sanpaolo Documento di Offerta relativo al Progetto Più Borsa

La Banca di Investimento del Gruppo Intesa Sanpaolo Documento di Offerta relativo al Progetto Più Borsa La Banca di Investimento del Gruppo Intesa Sanpaolo Documento di Offerta relativo al Progetto Più Borsa 5 Settembre 2013 Indice 1 Descrizione dell Intermediario 2 Attività Oggetto dell Offerta 3 Elementi

Dettagli

Basilea 2: Assistenza per il Credito e la Finanza. Vincere la sfida del RATING

Basilea 2: Assistenza per il Credito e la Finanza. Vincere la sfida del RATING Basilea 2: Assistenza per il Credito e la Finanza. Vincere la sfida del RATING Il Comitato di Basilea Il Comitato di Basilea viene istituito nel 1974 dai Governatori delle Banche Centrali dei 10 paesi

Dettagli

20 anni 500 260 mln di euro 1,75 md di euro

20 anni 500 260 mln di euro 1,75 md di euro FINEST S.p.A. 20 anni di progetti di internazionalizzazione 500 operazioni sviluppate all estero 260 mln di euro investiti 1,75 md di euro di investimenti complessivi generati 30 Paesi di competenza: CHI

Dettagli

Maggio 2014. Guida dell Azionista

Maggio 2014. Guida dell Azionista Maggio 2014 Guida dell Azionista Con la presente Guida intendiamo offrire un utile supporto ai nostri azionisti, evidenziando i diritti connessi alle azioni possedute e consentendo loro di instaurare un

Dettagli

DARE VALORE ALLE IMPRESE

DARE VALORE ALLE IMPRESE DARE VALORE ALLE IMPRESE Estero, crescita, nuova imprenditoria Accordo Intesa Sanpaolo - Confindustria Piccola Industria indice 2 UN IMPEGNO COMUNE PER LA CRESCITA 3 I PUNTI CHIAVE DEL NUOVO ACCORDO 4

Dettagli

Risultati 30 settembre 2010

Risultati 30 settembre 2010 Risultati 30 settembre 2010 Il modello di business Strategia e linee di sviluppo Dati economico-finanziari consolidati Allegati Banca IFIS: innovazione per le PMI In un contesto di mercato ancora difficile,

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE DI INTESA SANPAOLO S.P.A. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE DI INTESA SANPAOLO S.P.A. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE DI INTESA SANPAOLO S.P.A. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI BANCO EMILIANO ROMAGNOLO S.P.A. E FINANZIARIA B.T.B. S.P.A. IN INTESA SANPAOLO S.P.A. 1 RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

PACCHETTO CAPITALIZZAZIONE Prodotti per Capitalizzazione aziendale

PACCHETTO CAPITALIZZAZIONE Prodotti per Capitalizzazione aziendale AGGIORNATO AL 1 AGOSTO 2011 PACCHETTO CAPITALIZZAZIONE Prodotti per Capitalizzazione aziendale Alcune soluzioni potrebbero non essere disponibili causa aggiornamento delle convenzioni. Si consiglia di

Dettagli

Valorizzazione economica dei risultati della proprietà industriale

Valorizzazione economica dei risultati della proprietà industriale Valorizzazione economica dei risultati della proprietà industriale Mutuo disegni e Modelli Mutuo brevetti UniCredit spa Soft Loans, Contributions And Subsidies Agenda Fondo Nazionale per l Innovazione

Dettagli

INTERVENTI FINANZIARI A SOSTEGNO DELLA COOPERAZIONE

INTERVENTI FINANZIARI A SOSTEGNO DELLA COOPERAZIONE INTERVENTI FINANZIARI A SOSTEGNO DELLA COOPERAZIONE Roberto Camazzini Vice Direttore Generale di Iccrea Banca Fanzolo di Vedelago, 16 maggio 2009 1 Indice 1. Il Credito Cooperativo e il Gruppo bancario

Dettagli

UniCredit e il supporto all internazionalizzazione. Ancona, 11 febbraio 2011

UniCredit e il supporto all internazionalizzazione. Ancona, 11 febbraio 2011 UniCredit e il supporto all internazionalizzazione Ancona, 11 febbraio 2011 UNICREDIT HA SISTEMATICAMENTE ADOTTATO SCELTE STRATEGICHE CHE GLI HANNO CONSENTITO DI RAGGIUNGERE ECCELLENTI RISULTATI... Svolta

Dettagli

Milano, 10 settembre 2013. Value Transformation Services Company Profile

Milano, 10 settembre 2013. Value Transformation Services Company Profile Milano, 10 settembre 2013 Value Transformation Services Company Profile Agenda Storia Carta d Identità Modello di Servizio Top Management Profili Storia Società globale di servizi di UniCredit, opera nei

Dettagli

BANCA NAZIONALE DEL LAVORO

BANCA NAZIONALE DEL LAVORO BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Segmento Corporate : condizioni indicativamente praticabili per il mese di Novembre 2011 Segmento Retail : condizioni valide dal 01.04.2012 sino al 30.06.2012 SEGMENTO CORPORATE

Dettagli

DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE 2006

DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE 2006 DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE 2006 (art.54 del Regolamento Emittenti delibera Consob n. 11971/1999) DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE Il documento che segue contiene l elencazione delle informazioni

Dettagli

Le azioni per favorire l accesso l al credito e la patrimonializzazione

Le azioni per favorire l accesso l al credito e la patrimonializzazione Le azioni per favorire l accesso l al credito e la patrimonializzazione Milano, 14 aprile 2010 Valentina Carlini Fisco, Finanza e Welfare Confindustria L andamento del credito Il credito resta molto selettivo

Dettagli

Assolombarda e Mediocredito Italiano

Assolombarda e Mediocredito Italiano AGGIORNATO AL 8 LUGLIO 2010 Assolombarda e Mediocredito Italiano Pag. 1. Riequilibrio Finanziario Finanziamento a medio termine finalizzato al sostegno di programmi di riequilibrio finanziario delle imprese,

Dettagli

Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING

Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING Il Comitato di Basilea viene istituito nel 1974 dai Governatori delle Banche Centrali dei 10 paesi più industrializzati. Il Comitato non legifera, formula

Dettagli

Innovazione e Proprietà Industriale. Vantaggi competitivi e Incentivi per le imprese

Innovazione e Proprietà Industriale. Vantaggi competitivi e Incentivi per le imprese Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Innovazione e Proprietà Industriale. Vantaggi competitivi e Incentivi per le imprese Jesi, 11 ottobre 2013 Il quadro strategico

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI CASSA DI RISPARMIO DI FIRENZE S.P.A. SULLA SCISSIONE PARZIALE DI CASSA DI RISPARMIO DI FIRENZE S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI CASSA DI RISPARMIO DI FIRENZE S.P.A. SULLA SCISSIONE PARZIALE DI CASSA DI RISPARMIO DI FIRENZE S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI CASSA DI RISPARMIO DI FIRENZE S.P.A. SULLA SCISSIONE PARZIALE DI CASSA DI RISPARMIO DI FIRENZE S.P.A. IN FAVORE DI INTESA SANPAOLO S.P.A., CASSA DI RISPARMIO

Dettagli

Il Mercato Alternativo del Capitale per le piccole e medie imprese

Il Mercato Alternativo del Capitale per le piccole e medie imprese Il Mercato Alternativo del Capitale per le piccole e medie imprese Per crescere con il sostegno di nuovi soci, in modo semplice, senza perdere flessibilità e indipendenza U N A N U O V A S O L U Z I O

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2011

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2011 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2011 Utile netto: Utile netto normalizzato (*) : 2 trim. a 741 mln. di euro, +12,1% rispetto a 661 mln. del 1 trim. 1 sem. a 1.402

Dettagli

Una condivisione di intenti come fondamento del successo

Una condivisione di intenti come fondamento del successo 2 Una condivisione di intenti come fondamento del successo Chi Siamo Edrasis Group è una realtà che nasce da un esperienza ventennale nel settore dell intermediazione immobiliare, della mediazione creditizia

Dettagli

Gennaio 2014 IN ITALIA

Gennaio 2014 IN ITALIA Gennaio 2014 IN ITALIA BNP PARIBAS IN ITALIA BNP Paribas è leader nei servizi bancari e finanziari in Europa e nel Mondo, presente in 78 Paesi con circa 190.000 collaboratori. Opera in 3 settori chiave

Dettagli

Stefano Barrese Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo

Stefano Barrese Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo Stefano Barrese Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo Agenda Accordo tra ISP e Confindustria Piccola Industria: punti chiave Crescita: nuovo modello di servizio e specializzazione Credito:

Dettagli

L esperienza di UniCredit nei Balcani. Fabio Fornaroli, Responsabile CEE CIB Corporate Sales

L esperienza di UniCredit nei Balcani. Fabio Fornaroli, Responsabile CEE CIB Corporate Sales L esperienza di UniCredit nei Balcani Fabio Fornaroli, Responsabile CEE CIB Corporate Sales Bari, 22 Febbraio 2012 AGENDA Le economie dei Balcani Le opportunità Il supporto di UniCredit 2 La presenza delle

Dettagli

COSME 2014-2020. Fonte GUCE/GUUE L 347/33 del 20/12/2013. Ente Erogatore Commissione europea

COSME 2014-2020. Fonte GUCE/GUUE L 347/33 del 20/12/2013. Ente Erogatore Commissione europea COSME 2014-2020 Titolo Regolamento (UE) N. 1287/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio dell`11 dicembre 2013 che istituisce un programma per la competitività delle imprese e le piccole e le medie

Dettagli

Agevolazioni & Incentivi Srl

Agevolazioni & Incentivi Srl Agevolazioni & Incentivi Srl Agevolazioni & Incentivi Agevolazioni & Incentivi svolge attività di consulenza e assistenza a favore delle aziende nell ambito della finanza d impresa. I nostri esperti sono

Dettagli

Creditreform Italia Gruppo Creditreform 2011 Company_2011 1

Creditreform Italia Gruppo Creditreform 2011 Company_2011 1 Creditreform Italia 1 Creditreform in Europa Creditreform nata in Germania nel 1879 Servizi di Informazioni Commerciali, Recupero Crediti e Marketing 543.000.000 fatturato totale 170.000 clienti 200 sedi

Dettagli

ACCESSO A NUOVA FINANZA PER LE IMPRESE

ACCESSO A NUOVA FINANZA PER LE IMPRESE MINI BOND ACCESSO A NUOVA FINANZA PER LE IMPRESE CONTESTO DI RIFERIMENTO Nelle imprese italiane sono sovente riscontrabili bassi livelli di patrimonializzazione. Questo fenomeno porta quasi sempre a una

Dettagli

Banca europea per gli investimenti

Banca europea per gli investimenti Banca europea per gli investimenti La banca dell UE Il sostegno della BEI e del FEI alle imprese Anna Fusari 26 settembre 2013 La Banca europea per gli investimenti La Banca per i finanziamenti a lungo

Dettagli

Il supporto alle aziende in Corea del Sud: l esperienza del Gruppo Intesa Sanpaolo

Il supporto alle aziende in Corea del Sud: l esperienza del Gruppo Intesa Sanpaolo Il supporto alle aziende in Corea del Sud: l esperienza del Gruppo Intesa Sanpaolo Augusto Scaglione Desk Asia Ufficio Internazionalizzazione Imprese Como, 25 marzo 2014 Le previsioni sulla crescita per

Dettagli

La dematerializzazione dei documenti di incasso e pagamento nei servizi di tesoreria/cassa: l ordinativo informatico con firma digitale

La dematerializzazione dei documenti di incasso e pagamento nei servizi di tesoreria/cassa: l ordinativo informatico con firma digitale La dematerializzazione dei documenti di incasso e pagamento nei servizi di tesoreria/cassa: l ordinativo informatico con firma digitale Milano, 19 novembre 2009 Maria Luisa Graziano 1 La storia di Intesa

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: AVVIO DEL PROGRAMMA DI ACQUISTO DI AZIONI PROPRIE ORDINARIE PER L ASSEGNAZIONE GRATUITA AI DIPENDENTI

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: AVVIO DEL PROGRAMMA DI ACQUISTO DI AZIONI PROPRIE ORDINARIE PER L ASSEGNAZIONE GRATUITA AI DIPENDENTI COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: AVVIO DEL PROGRAMMA DI ACQUISTO DI AZIONI PROPRIE ORDINARIE PER L ASSEGNAZIONE GRATUITA AI DIPENDENTI Torino, Milano, 8 ottobre 2015 Intesa Sanpaolo informa che dal 9

Dettagli

GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI

GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI Il Fondo di garanzia per le PMI, gestito dal Medio Credito Centrale-Unicredit e istituito con la L. 662/96 ha conosciuto

Dettagli

Banca europea per gli investimenti

Banca europea per gli investimenti Banca europea per gli investimenti La banca dell UE La BEI per le Piccole e Medie Imprese Anna Fusari 25 novembre 2013 La Banca europea per gli investimenti La Banca per i finanziamenti a lungo termine

Dettagli

Nel modello organizzativo di Intesa Sanpaolo è più volte affermato il. ruolo centrale della relazione con il cliente. Essere una delle più

Nel modello organizzativo di Intesa Sanpaolo è più volte affermato il. ruolo centrale della relazione con il cliente. Essere una delle più Nel modello organizzativo di Intesa Sanpaolo è più volte affermato il ruolo centrale della relazione con il cliente. Essere una delle più importanti banche del Paese (In Italia: 5.809 sportelli, 11,4 mln.

Dettagli

Creazione e sviluppo delle imprese innovative: prospettive per l accesso alla finanza e partnership pubblico-privata

Creazione e sviluppo delle imprese innovative: prospettive per l accesso alla finanza e partnership pubblico-privata Creazione e sviluppo delle imprese innovative: prospettive per l accesso alla finanza e partnership pubblico-privata Elisabetta Gualandri Facoltà di Economia Marco Biagi Università degli studi di Modena

Dettagli

Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00

Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00 Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00 A cura del Dott. Tommaso Ciritella Intesa San Paolo Camera di Commercio di Reggio Emilia Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere.

Dettagli

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA.

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. MC2 Impresa è un Fondo Comune d Investimento Mobiliare chiuso e riservato (ex testo unico D.Lgs 58/98) costituito per iniziativa di

Dettagli

Fondazione Rosselli Torino, 5 dicembre 2007. Marco Morganti Amministratore Delegato Banca Prossima Responsabile Laboratorio Banca e Società

Fondazione Rosselli Torino, 5 dicembre 2007. Marco Morganti Amministratore Delegato Banca Prossima Responsabile Laboratorio Banca e Società Fondazione Rosselli Torino, 5 dicembre 2007 Marco Morganti Amministratore Delegato Banca Prossima Responsabile Laboratorio Banca e Società Premessa Oggi il nonprofit italiano, per numero di imprese, persone

Dettagli

Innovare il modello di servizio per la clientela Small Business

Innovare il modello di servizio per la clientela Small Business Innovare il modello di servizio per la clientela Small Business Nicola Generani Responsabile Direzione Marketing Retail - Private Convegno Dimensione Cliente 200 Roma, 26/03/200 Contenuti Overview Gruppo

Dettagli

IL CREDITO COOPERATIVO

IL CREDITO COOPERATIVO IL CREDITO COOPERATIVO 1 Il Credito Cooperativo 400 Banche cooperative 4.450 Sportelli 37 mila Collaboratori dipendenti 1,1 milioni Soci 7 milioni Clienti 2 Il Credito Cooperativo Localizzazione Geografica

Dettagli

Banca Europea per gli Investimenti Linee di approvvigionamento. Finanza Agevolata - Novembre 2015

Banca Europea per gli Investimenti Linee di approvvigionamento. Finanza Agevolata - Novembre 2015 Banca Europea per gli Investimenti Linee di approvvigionamento Finanza Agevolata - Novembre 2015 Profilo sintetico della Banca Europea per gli Investimenti La Banca Europea per gli Investimenti è un istituzione

Dettagli

Profilo del Gruppo Mediobanca 30 giugno 2013

Profilo del Gruppo Mediobanca 30 giugno 2013 Mediobanca 30 giugno 2013 Storia e missione 1946 Fondazione Anni 1950-70 Sviluppo Anni 1970-80 Ristrutturazione dell industria italiana Fondata nel 1946 da Comit, Credit e Banco di Roma, le tre banche

Dettagli

La nuova Banca. Dall unione di Banca CIS e Intesa Sanpaolo

La nuova Banca. Dall unione di Banca CIS e Intesa Sanpaolo La nuova Banca Dall unione di Banca CIS e Intesa Sanpaolo BANCA CIS ha svolto un ruolo storico di supporto al sistema produttivo locale. È stata il punto di riferimento per tre generazioni di imprese,

Dettagli

COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI

COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI Linee di credito agevolato a sostegno delle PMI della Serbia, dell Albania, della Tunisia e della Siria (Sintesi) stefano.formenti@esteri.it 1 COOPERAZIONE

Dettagli

DIREZIONE FINANZA Funzione Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia. 8 Evento Nazionale dei Confidi

DIREZIONE FINANZA Funzione Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia. 8 Evento Nazionale dei Confidi DIREZIONE FINANZA Funzione Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia Il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) e lo strumento Risk Sharing Instrument (RSI): un innovativo strumento finanziario comunitario

Dettagli

Finanza per la Crescita

Finanza per la Crescita #perfarsiunidea Finanza per la Crescita Un piano per aumentare il credito e far crescere le imprese Misure organiche, non estemporanee, in una visione di lungo periodo Agevolare l accesso delle imprese

Dettagli

Antenna Europe Direct della Regione Lombardia. europedirect@regione.lombardia.it www.europedirect.regione.lombardia.it

Antenna Europe Direct della Regione Lombardia. europedirect@regione.lombardia.it www.europedirect.regione.lombardia.it Antenna Europe Direct della Regione Lombardia europedirect@regione.lombardia.it www.europedirect.regione.lombardia.it La rete Europe Direct Rete ufficiale dei centri di informazione della Commissione europea.

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

AIM Italia. La quotazione su AIM Italia come strumento per la crescita

AIM Italia. La quotazione su AIM Italia come strumento per la crescita AIM Italia La quotazione su AIM Italia come strumento per la crescita 5 novembre 2015 Cos è AIM Italia Mercato Alternativo del Capitale è il mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese

Dettagli

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI In un contesto ancora debole, il esprime una redditività in crescita continuando

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2020

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2020 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA APPROVA IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2015-2020 VALORIZZATO IL RUOLO DI BANCA COMMERCIALE RADICATA SUL TERRITORIO, PUNTO DI

Dettagli

Microcredito. La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale

Microcredito. La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale Microcredito La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale Gennaio 2016 Normativa relativa al Microcredito in Italia. Il Microcredito è stato oggetto negli anni di continue evoluzioni

Dettagli

MINI BOND NUOVA FINANZA ALLE IMPRESE

MINI BOND NUOVA FINANZA ALLE IMPRESE 2 Indice Background Il Decreto Sviluppo 2012 ha introdotto una serie di provvedimenti studiati su misura per le PMI non quotate: Cambiali Finanziarie : strumento di funding a breve termine; MiniBond (obbligazioni)

Dettagli

Profilo del Gruppo Mediobanca. Sezione 1.1

Profilo del Gruppo Mediobanca. Sezione 1.1 Profilo del Gruppo Mediobanca Sezione 1.1 Storia e missione 1946 Fondazione Fondata nel 1946 da Comit, Credit e Banco di Roma, le tre banche pubbliche di interesse nazionale Missione: contribuire alla

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA. L approccio e l offerta del nostro Gruppo

INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA. L approccio e l offerta del nostro Gruppo INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA L approccio e l offerta del nostro Gruppo Gli accordi con Confindustria Confindustria Piccola Industria L accordo, rinnovato lo scorso 1 marzo, richiama la rilevanza

Dettagli

Linee di credito finalizzate alla filiera biomassa-energia. Paola Rusconi Specialista Desk Energy Mediocredito Italiano Gruppo Intesa Sanpaolo

Linee di credito finalizzate alla filiera biomassa-energia. Paola Rusconi Specialista Desk Energy Mediocredito Italiano Gruppo Intesa Sanpaolo Linee di credito finalizzate alla filiera biomassa-energia Paola Rusconi Specialista Desk Energy Mediocredito Italiano Gruppo Intesa Sanpaolo Greenergy Expo 2010 - Milano, 17 novembre 2010 Agenda Il Gruppo

Dettagli

Il MAC, dunque, costituisce un opportunità nuova pe rché fino ad oggi il capitale di rischio poteva essere accessibile ai terzi solo attraverso: 1.

Il MAC, dunque, costituisce un opportunità nuova pe rché fino ad oggi il capitale di rischio poteva essere accessibile ai terzi solo attraverso: 1. In Italia, nel settembre 2007, è nato un nuovo mercato dedicato alla piccola e media impresa: il MAC, Mercato Alternativo del Capitale.Come è noto il sistema economico italiano è composto da un numero

Dettagli

Gestione Finanziaria delle Imprese Lezione 2

Gestione Finanziaria delle Imprese Lezione 2 GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE 1 L EVOLUZIONE DEL SISTEMA BANCARIO Lezione 2 Gli strumenti finanziari a disposizione di un impresa 2 Apertura di credito Sconto di effetti Contratti bancari Anticipo

Dettagli

L offerta di Iccrea BancaImpresa per le Imprese. Banco Emiliano 8 ottobre 2014 Carmine Daniele Resp. le Finanza Ordinaria Centro Sud

L offerta di Iccrea BancaImpresa per le Imprese. Banco Emiliano 8 ottobre 2014 Carmine Daniele Resp. le Finanza Ordinaria Centro Sud L offerta di Iccrea BancaImpresa per le Imprese Banco Emiliano 8 ottobre 2014 Carmine Daniele Resp. le Finanza Ordinaria Centro Sud 2 La nostra missione Interpretiamo la cultura del Credito Cooperativo

Dettagli