Prodotto in Licenza indica la/le varietà di rosa/e indicate nell'accordo messe a disposizione del Licenziatario dal Licenziante.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prodotto in Licenza indica la/le varietà di rosa/e indicate nell'accordo messe a disposizione del Licenziatario dal Licenziante."

Transcript

1 Condizioni Generali di Licenza per la Coltura di Fiori Recisi 1. APPLICABILITÀ Queste Condizioni Generali si applicano a tutti gli accordi di licenza per la coltura di fiori recisi tra Schreurs Holland B.V., d'ora in poi denominato Licenziante, e il Licenziatario, e a tutti gli obblighi da esso derivanti. Le eventuali modifiche devono essere discusse esclusivamente per iscritto e accettate dal Licenziante. 2. INTERPRETAZIONI E DEFINIZIONI Per l'accordo di licenza e le Condizioni Generali per la coltura di fiori recisi, salvo in caso di controversie sul contesto della materia trattata, vengono utilizzate le seguenti definizioni: Licenziante indica la persona (giuridica) che in seguito ad un accordo con Piet Schreurs Holding B.V. possiede tutti i diritti di proprietà intellettuale, tra cui diritto di costituzione vegetale, diritto di marca, diritto di denominazione sociale e diritto di brevetto, relativi al Prodotto in Licenza. Licenziatario indica la persona (giuridica) che, a seguito di una Licenza di Accordo per la Coltura di Fiori Recisi, ha ottenuto dal Licenziante o da un mandatario del Licenziante il permesso di coltivare il Prodotto in Licenza e di introdurre sul mercato, ad esempio, i fiori da taglio da esso derivanti. Prodotto in Licenza indica la/le varietà di rosa/e indicate nell'accordo messe a disposizione del Licenziatario dal Licenziante. Licenza indica la concessione di uno o più diritti (esclusivi o meno) trasmessa dal Licenziante al Licenziatario. In assenza di una licenza, tali diritti appartengono esclusivamente al Licenziante. Scopritore indica la persona (giuridica) che scopre o produce un mutante nella specie a partire da un Prodotto in Licenza preesistente. Agente per il recupero dell'incasso indica la persona (giuridica) che ha ricevuto dal Licenziante l'incarico di ricevere a nome del Licenziante l'incasso dovuto dal Licenziatario al Licenziante in seguito alla concessione della licenza al Licenziatario. Il "Fornitore Autorizzato è la persona (giuridica) che, sulla base di un accordo con il Licenziante, ha la competenza per moltiplicare una quantità limitata di Materiale da Impianto del Prodotto in Licenza per la coltura di fiori recisi. Inoltre il Fornitore Autorizzato può avere una competenza speciale per vendere il Prodotto in Licenza per conto del Licenziante sulla base di un Accordo di Licenza per la coltura di fiori recisi prescritto dal Licenziante. Coltura di Fiori Recisi indica l'insieme di tutte le attività che il Licenziatario può svolgere sulla base di un Accordo di Licenza per la Coltura di Fiori Recisi stipulato con il Licenziante, ovvero la produzione di Fiori Recisi sul Dominio sulla base di Materiale da Impianto fornito da, o a nome del, Licenziante o dei suoi rappresentanti legali o Fornitori Autorizzati. Ogni attività svolta al fine esclusivo di moltiplicare il Materiale da Impianto non fa parte del concetto di Coltura di Fiori Recisi. Mutante è una nuova varietà, scoperta o creata a partire da un Prodotto in Licenza preesistente; lo stesso Prodotto in Licenza può già essere un Mutante, a prescindere che si tratti di Mutante ottenuto naturalmente o artificialmente. Come nuova varietà, un Mutante può, in principio, essere soggetto di diritti di varietà di piante indipendenti. Materiale da Impianto indica una talea, con o senza radici, del Prodotto in Licenza, o l'intero Prodotto in Licenza, sia con le proprie radici, sia con le radici di un portainnesto nel quale il Prodotto in Licenza è innestato a gemma, iniettato o moltiplicato in altro modo, o qualsiasi parte di tale pianta, o qualsiasi altro materiale per la moltiplicazione del Prodotto in Licenza.

2 Dominio indica terra, edifici, serre riscaldate, strutture di raffreddamento, laboratori o strutture che il Licenziatario possiede o ha preso in leasing, esclusivamente in relazione al Dominio nominato nell'accordo. Territorio indica una o più parti del paese/i in cui sono ubicati i Domini del Licenziatario, esclusivamente in relazione al Territorio nominato nell'accordo. Mese indica un mese secondo il calendario Gregoriano, Anno indica un anno secondo il calendario Gregoriano, I riferimenti a leggi specifiche nel testo devono contenere tutti gli emendamenti della suddetta legge, tutte le nuove leggi o emendamenti della stessa già consolidati nell'uso; Le parole al singolare devono contenere riferimenti al plurale della stessa e viceversa; 3. LICENZA 1. Il Licenziante concede al Licenziatario una Licenza non esclusiva e non trasferibile per la coltura di una quantità limitata di Materiale da Impianto del Prodotto in Licenza, unicamente allo scopo di coltivare fiori da taglio. 2. Il Licenziante concede al Licenziatario una Licenza non esclusiva e non trasferibile per l'utilizzo delle denominazioni commerciali dei fiori recisi del Licenziante che sono protette come marchi registrati o per le quali è stata o sarà presentata richiesta di registrazione, in relazione all'offerta di vendita o alla vendita di fiori recisi del Prodotto in Licenza. 3. Il Licenziatario si impegna a conservare il Materiale da Impianto del Prodotto in Licenza esclusivamente sul suo Dominio e a non sfruttare (o disporne lo sfruttamento) del nuovo Materiale da Impianto del Prodotto in Licenza, ad esempio moltiplicandolo, e/o immettendolo in circolazione (o commissionandone l'immissione in circolazione) o mettendolo a disposizione di terzi, salvo previa autorizzazione scritta concessa dal Licenziante. 4. Il Licenziatario si impegna a ricevere il Materiale da Impianto del Prodotto in Licenza esclusivamente dal Licenziante, o da un Fornitore Autorizzato del Licenziante nominato nell'accordo, e a non ricevere in alcun modo da terzi il Materiale da Impianto del Prodotto in Licenza, salvo previa autorizzazione scritta concessa dal Licenziante. 5. Il Licenziatario si impegna, in riferimento ad una offerta di vendita o alla vendita di fiori recisi del Prodotto in Licenza, a indicare il Prodotto in Licenza utilizzando la/e corretta/e denominazione/i e unicamente ad usare le denominazioni commerciali del Licenziante, senza alcuna modifica o aggiunta, che sono protette come marchi registrati o per le quali è stata o sarà presentata richiesta di registrazione. 6. Il Licenziatario si impegna a non sfruttare (o disporne lo sfruttamento) e/o immettere in circolazione (o disporne l'immissione in circolazione) o a mettere a disposizione di terzi in alcun modo (o prendere disposizioni a tal fine) alcun prodotto finale, quali, ad esempio, fiori recisi del Prodotto in Licenza senza autorizzazione scritta del Licenziante, al di fuori del Territorio, o in una zona non indicata dal Licenziante, per un periodo di tempo definito; entrambe le ipotesi previste nel quadro di una polizza di licenza redatta dal Licenziante, o in relazione ai diritto sui mutanti di piante o ad altri diritti di proprietà eventualmente applicabili al di fuori del Territorio. 7. Il Licenziatario si impegna a permettere l'accesso al suo Dominio in qualsiasi momento per ispezioni condotte dal Licenziante, dal suo rappresentante o da uno dei suoi rappresentanti o dal Fornitore Autorizzato, e a mettere a disposizione tutte le informazioni richieste dal Licenziatario al fine di verificare la corretta osservanza dell'accordo.

3 8. Nel caso in cui il Licenziatario non osservi integralmente l'accordo, questi è tenuto a pagare una penale immediatamente esigibile pari a quindicimila ( ) Euro, nonché al pagamento di 0,70 Euro supplementari per ciascuna unità del Materiale da Impianto del Prodotto in Licenza, restando impregiudicato il diritto del Licenziante di richiedere un risarcimento danni nella misura in cui tale risarcimento sia superiore alla penale prevista. La penale non ha valore di pagamento sostitutivo per alcuna indennità di licenza pattuita nell'accordo, come stabilito dall'articolo 5, e non pregiudica nessun altro obbligo di pagamento e/o richiesta di pagamento derivante dall'accordo, senza alcun diritto di risarcimento. 4. DIRITTI DI PROPRIETÀ 1. In caso di revoca di un qualsiasi diritto sul Prodotto in Licenza, quali brevetti, marchi registrati o diritti sui mutanti di piante, o in caso di rifiuto o ritiro di una richiesta per suddetti diritti, il Licenziatario non ha alcun diritto al risarcimento dei danni o ad alcuna restituzione in riferimento ai diritti pagabili al Licenziante in base all'accordo. 2. Durante il periodo dell'accordo o in seguito, il Licenziatario non può intraprendere alcuna azione contro la validità o su qualsiasi diritto sul Prodotto in Licenza, né appoggiare, direttamente o indirettamente, eventuali azioni di terzi intrapresi allo stesso fine. 3. Nel caso in cui uno o più terzi presentino al Licenziatario richiesta di risarcimento danni sulla base di violazione dei diritti di proprietà intellettuale, quest'ultimo è tenuto a darne immediata comunicazione scritta al Licenziante e il Licenziante è tenuto a provvedere alla difesa o al pagamento di tale richiesta. 5. DIRITTI DI LICENZA 1. Come remunerazione per la licenza, il Licenziatario è tenuto a pagare i diritti di licenza per ciascuna unità del Materiale da Impianto del Prodotto in Licenza. 2. In alternativa a quanto stabilito nell'articolo 5.1, le parti possono accordarsi di modo che il Licenziatario paghi i diritti di licenza per ogni metro quadrato della superficie lorda, su cui viene eseguita la Coltura di Fiori Recisi con Materiale da Impianto del Prodotto in Licenza. 3. In una licenza a tempo determinato, qualsiasi proroga dell'accordo conforme all'articolo 9.1 verrà considerata come un nuovo periodo di licenza concesso secondo le stesse condizioni e disposizioni, modifiche e omissioni, incluso l'obbligo del Licenziatario di pagare i diritti di licenza per ciascuna unità del Materiale da Impianto del Prodotto in Licenza. 4. I diritti di licenza vengono calcolati sulle strutture e sulle competenze concesse sul Prodotto in Licenza protetto dai diritti di mutanti di piante o per i quali è stata richiesta registrazione, e le denominazioni commerciali che sono protette dalla Legislazione dei marchi registrati, e viene applicata come compensazione per lo sviluppo del Prodotto in Licenza. 5. I diritti di licenza vanno versati al Licenziante e devono essere pagati dal Licenziatario secondo le modalità e i termini di pagamento stabiliti. 6. Nel caso in cui l'incasso dei diritti di licenza venga riscosso da un Agente per il recupero dell'incasso nominato dal Licenziante, il Licenziatario si impegna a pagare secondo i termini e le modalità di pagamento disposte dall'agente per il recupero dell'incasso. 7. In caso di discordanza di opinioni o di mancanza di chiarezza riguardo ai pagamenti effettuati o non effettuati, il Licenziatario deve immediatamente mettere a disposizione del Licenziante tutti i documenti del caso.

4 8. Il Licenziatario non è autorizzato a dedurre alcun importo dai diritti di licenza eventualmente corrisposti a fronte di una sua contro richiesta, senza autorizzazione del Licenziante. 6. INTERESSI SUI PAGAMENTI ARRETRATI 1. Se il Licenziatario non assolve i suoi obblighi di pagamento nei tempi previsti, questi viene dichiarato moroso come da legge. Il Licenziante ha diritto a percepire interessi pari al due per cento (2%) mensili, con decorrenza a partire dal giorno dell'inazione del Licenziatario. Nel caso in cui il tasso di interesse sia superiore a quello contemplato dalla legge, suddetto tasso sarà pari al tasso massimo per legge applicabile nella giurisdizione competente in cui è stato contratto il debito. Nel caso di inazione del Licenziatario, il Licenziante ha anche il diritto di addebitargli ogni perdita maturata sui tassi di cambio, da lui sofferta per l'insolvenza del Licenziatario. L'accettazione da parte del Licenziante di ogni pagamento versato dopo i tempi previsti dall'accordo non prevede alcuna rinuncia da parte dello stesso ad alcuno dei suoi diritti menzionati qui di seguito. 2. Nel caso in cui il Licenziatario non sia in grado di pagare l'indennità di licenza al Licenziante secondo i tempi e le modalità di pagamento, il Licenziatario deve dare immediata comunicazione scritta al Licenziante relativamente ai motivi dell'impossibilità di procedere al pagamento. 3. Alla prima richiesta del Licenziante, il Licenziatario si impegna a collaborare alla creazione di clausole addizionali dell'accordo, proposte dal Licenziante, affinché gli obblighi finanziari del Licenziatario nei confronti del Licenziante possano venire comunque assolti. In questo caso, il diritto del Licenziante alla sospensione viene a decadere temporaneamente. 4. Nel caso in cui il Licenziatario non è in alcun modo in grado di pagare l'indennità di licenza al Licenziante, il Licenziante ha il diritto, al fine di limitare i danni arrecatigli e/o proteggere i suoi interessi, di usare (o disporre l'uso di), commercializzare (o disporre la commercializzazione di), o distruggere (o commissionare la distruzione) o disporre in altro modo del Materiale da Impianto del Prodotto in Licenza e del suo ricavato, e a tal fine il Licenziatario è tenuto ad offrirgli la sua più totale collaborazione. 5. Nel caso in cui il compito di incassare gli arretrati dell'indennità di licenza venga affidato dal Licenziante ad un Agente per il recupero dell'incasso, e nel caso in cui il Licenziatario non sia in grado di pagare l'indennità di licenza, il Licenziante ha il diritto, al fine di limitare i danni arrecatigli e/o proteggere i suoi interessi, di usare (o disporre l'uso di), commercializzare (o disporre la commercializzazione di), o distruggere (o commissionare la distruzione) o disporre in altro modo del Materiale da Impianto del Prodotto in Licenza e del suo ricavato e a tal fine il Licenziatario è tenuto ad offrirgli la sua più totale collaborazione. 6. Se il pagamento dell'indennità di licenza deve essere ottenuto attraverso l'intervento di terzi, i costi derivanti da tale azione sono a carico del Licenziatario. Ciò implica che il Licenziatario in mora, oltre alle spese processuali, è tenuto al pagamento di una somma immediatamente esigibile pari al quindici per cento (15%) dell'indennità di licenza, più i costi reali di recupero crediti, per coprire i costi derivanti dalla sua inazione. 7. Il Licenziante si riserva il diritto di sospendere tutti gli obblighi derivantigli dall'accordo, nonché tutti i diritti del Licenziatario derivantigli dall'accordo, qualora il Licenziatario non adempia ai suoi obblighi di pagamento a favore del Licenziante o dell'agente per il recupero dell'incasso. Il Licenziante non è responsabile di eventuali danni subiti dal Licenziatario a seguito di tale sospensione.

5 7. MUTANTI 1. L'accordo viene interamente applicato ai Mutanti di cui il Licenziatario è lo Scopritore. Piet Schreurs Holding B.V. verrà indicato come comproprietario e contitolare dei diritti dei suddetti Mutanti, e come tale verrà indicato anche per tutti i possibili diritti derivanti dai Mutanti in oggetto. 2. Nel caso in cui venga scoperto o creato un Mutante ottenuto dal Prodotto in Licenza, lo Scopritore è tenuto a darne immediata comunicazione scritta al Licenziante o al suo rappresentante, i quali a loro volta confermeranno di averne preso atto. 3. Lo Scopritore non ha il diritto di commercializzare (o fare commercializzare), sfruttare (o fare sfruttare da terzi) il Mutante senza autorizzazione scritta del Licenziante, nel rispetto della convenzione UPOV di Ginevra, versione revisionata il 19 marzo 1991, e il Diritto comunitario di varietà della Comunità Europea. Il Licenziatario e lo Scopritore sono tenuti a sottoscrivere un accordo riguardante il Mutante con Piet Schreurs Holding B.V. 4. Nel caso in cui venga scoperto o creato un Mutante dal Prodotto in Licenza, il Licenziante o il suo rappresentante sono autorizzati ad ispezionare immediatamente il Dominio dello Scopritore. Inoltre, il Mutante deve continuare a rimanere sul Materiale da Impianto, di modo che il Licenziante o i suoi rappresentanti possano prelevare e portar via del materiale del Mutante per un esame. In alternativa, lo Scopritore deve far recapitare suddetto materiale richiesto dal Licenziante allo stesso o al suo rappresentante per l'esame. Il Licenziante o il suo rappresentante devono darne conferma scritta. 5. Lo Scopritore è autorizzato a visitare il Dominio del Licenziante, laddove si coltivi il Mutante, al fine di verificare le condizioni del Mutante e le condizioni dell'impianto. Il Licenziatario è tenuto a informare il Licenziante della sua visita con un ragionevole preavviso. 6. Il Licenziante ha la facoltà di decidere se il Mutante verrà messo in commercio o sfruttato. 7. Se il Mutante viene commercializzato e/o sfruttato, tutti i costi derivanti, tra cui i costi di richiesta, concessione e mantenimento dei diritti di proprietà, nonché i rischi commerciali sono a carico del Licenziante. Come indennità, lo Scopritore riceverà una cifra massima pari al quindici per cento (15 %) dell'indennità netta di licenza guadagnata in tutto il mondo dal Licenziante, per ciascuna unità del Materiale da Impianto del Mutante. 8. Le disposizioni contenute in questo articolo vengono applicate anche nel caso in cui venga scoperto un Mutante di una specie già riconosciuta come tale. Il mutante del suddetto mutante verrà considerato un Mutante diretto della varietà originale che costituisce la base del primo Mutante. 9. Nel caso in cui lo Scopritore metta il Mutante a disposizione di un terzo senza autorizzazione scritta del Licenziante, lo Scopritore è ritenuto interamente responsabile per tutti i danni causati al Licenziante. 8. ACCENSIONE DI UNA IPOTECA SULLA LICENZA 1. Oltre al fatto che i diritti e le concessioni del Licenziatario, direttamente o indirettamente derivatigli dall'accordo, non sono cedibili, il Licenziatario non è neanche mai autorizzato in alcun modo a sottoscrivere una garanzia di diritto ipotecario sui diritti e concessioni direttamente o indirettamente derivantigli dall'accordo, salvo previa autorizzazione scritta del Licenziante. L'autorizzazione del Licenziante può essere ottenuta, soggetta a condizioni.

6 9. DURATA E RISOLUZIONE DEL CONTRATTO 1. Salvo il verificarsi di altre situazioni, l'accordo ha valore a partire dalla data della firma dello stesso. Un accordo per un periodo di tempo predefinito viene tacitamente prorogato di un anno, a meno che il Licenziatario non risolva in forma scritta l'accordo alla data del termine del contratto, data che deve tener conto di un preavviso di 3 mesi. 2. Sia il Licenziante, sia il Licenziatario sono autorizzati in qualsiasi momento prima della scadenza del contratto e senza intervento di un tribunale e tramite scrittura semplice, a dichiarare lo stesso annullato o denunciato con effetto immediato se l'altra parte, pur avendo ricevuto ingiunzione di pagamento e notifica scritta di morosità, che gli conceda una proroga ragionevole, non assolva o assolva in modo non soddisfacente e/o non entro i tempi previsti, uno o più obblighi derivanti direttamente e/o indirettamente dall'accordo e/o dalla legge e/o da ragionevoli condizioni ad essa sottoposte. 3. Il Licenziante ha il diritto in qualsiasi momento di revocare o dichiarare non valido l'accordo con effetto immediato senza intervento di un tribunale e tramite una scrittura semplice se: il Licenziatario cede (interamente o in parte) o tenta di cedere i diritti e gli obblighi derivanti dall'accordo senza previa autorizzazione scritta del Licenziante; il Licenziatario ha ricevuto Materiale da Impianto del Prodotto in Licenza da un fornitore diverso dal Fornitore Autorizzato senza previa autorizzazione scritta del Licenziante; il Licenziatario ha stipulato una garanzia su o ceduto a terzi, in qualsivoglia maniera, i diritti di proprietà, sia tramite accensione di ipoteca a garanzia del pagamento od altro, a terzi in qualsivoglia maniera, di uno o più diritti derivanti dall'accordo o ceduto il Materiale da Impianto di Mutanti del Prodotto in Licenza senza previa autorizzazione scritta del Licenziante; il Licenziatario richiede la cessazione dei pagamenti o ottiene la cessazione dei pagamenti o richiede lo stato fallimentare; il Licenziatario muore o la sua società viene sciolta o chiusa; il Licenziatario cede, da' in leasing o mette in altro modo a disposizione di terzi la sua società, o quella parte della sua società che è nominata nell'accordo e/o che riguarda lo svolgimento dell'accordo, senza previa autorizzazione scritta del Licenziante. 4. Il Licenziante ha la facoltà di decidere se, al verificarsi di uno o più casi elencati nell'articolo 9.3, sia opportuno proseguire con l'accordo e il Licenziatario dovrà riceverne comunicazione esclusivamente in forma scritta. 5. In caso di risoluzione dell'accordo, di qualsivoglia natura, vengono a decadere tutti i diritti e le competenze direttamente o indirettamente concesse tramite l'accordo al Licenziatario. Il Licenziatario si impegna a distruggere immediatamente tutto il Materiale da Impianto del Prodotto in Licenza presente sul suo Dominio. 6. La risoluzione o la sospensione dell'accordo, di qualsivoglia natura, non sollevano il Licenziatario dai suoi obblighi, compreso l'obbligo di pagamento sulla base dell'accordo, anche nel caso in cui la completa soddisfazione delle condizioni dell'accordo debba essere effettuata dopo la fine del contratto, o allo scadere della proroga. Il Licenziatario non ha alcun diritto a compensazione, condono o restituzione dell'intera o parziale indennità di licenza dovuta, né ad alcuna compensazione per gli eventuali danni che ha subito o subirà in futuro in seguito al termine o alla revoca dell'accordo.

7 10. RESPONSABILITÀ 1. Nel caso in cui il Licenziatario desideri ricevere una licenza per la coltura di un Prodotto in Licenza per il quale il Licenziante abbia avuto meno di 5 anni di tempo per testarne e giudicarne tutte le qualità, tale licenza è totalmente a rischio del Licenziatario. Il Licenziatario accetta tutti i rischi legati alla coltura e accetta che il Licenziante non sia responsabile per una diminuzione del raccolto o per danni in seguito a, o in relazione a una deludente crescita e fioritura del Materiale da Impianto. Ciò vale sia per la qualità, sia per la quantità del Materiale da Impianto e dei Fiori da Taglio, tra cui malattie, disfunzioni, variazioni somaclonali, tendenza al ritorno alla specie originaria o qualsiasi altra deviazione dalla norma. 2. Anche negli altri casi elencati nell'articolo 10.1, al momento della creazione di qualsiasi accordo di licenza il Licenziatario accetta che tutti i rischi legati alla coltura siano a suo carico e che il Licenziante non sia ritenuto responsabile per una diminuzione dei proventi o per danni in seguito a, o relativi a una deludente crescita o fioritura del Materiale da Impianto. Ciò vale sia per la qualità, sia per la quantità del Materiale da Impianto e dei Fiori da Taglio, tra cui malattie, disfunzioni, variazioni somaclonali, tendenza al ritorno alla specie originaria o qualsiasi altra deviazione dalla norma. 3. La responsabilità del Licenziante è limitata a tutti quei casi in cui sussista una accertata sottrazione del Licenziante ai suoi obblighi contrattuali. Nei suddetti casi, la responsabilità del Licenziante è limitata ai casi contemplati dalla indennità di licenza. 11. DISPOSIZIONI FINALI 1. Nel caso in cui una o più disposizioni e/o condizioni dell'accordo dovessero risultare prive di effetti legali, rimangono valide le altre disposizioni e condizioni generali dell'accordo. Le parti sono da quel momento obbligate a sostituire di buon accordo le disposizioni e/o condizioni non vincolanti con disposizioni e/o condizioni rispecchianti le intenzioni delle parti stesse. 12. FORO COMPETENTE 1. L'accordo e tutte le eventuali controversie ad esso legate verranno giudicate esclusivamente secondo il diritto olandese. 2. Le controversie tra il Licenziatario e il Licenziante che non vengano risolte in modo amichevole saranno portate esclusivamente davanti al foro competente della Giurisdizione di Amsterdam.

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE tra FLO-CERT GMBH E RAGIONE SOCIALE DEL CLIENTE PARTI (1) FLO-CERT GmbH, società legalmente costituita e registrata a Bonn, Germania con il numero 12937, con sede legale in

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN Le presenti condizioni generali hanno lo scopo di disciplinare l utilizzo dei Marchi di proprietà della società: Gefran S.p.A. con sede in

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

Termini e condizioni generali di acquisto

Termini e condizioni generali di acquisto TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CONDIZIONI DEL CONTRATTO L ordine di acquisto o il contratto, insieme con questi Termini e Condizioni Generali ( TCG ) e gli eventuali documenti allegati e

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. Condizioni di utilizzo aggiuntive di Acrobat.com Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. SERVIZI ONLINE ADOBE RESI DISPONIBILI SU

Dettagli

Note legali. Termini e condizioni di utilizzo. Modifiche dei Termini e Condizioni di Utilizzo. Accettazione dei Termini e Condizioni

Note legali. Termini e condizioni di utilizzo. Modifiche dei Termini e Condizioni di Utilizzo. Accettazione dei Termini e Condizioni Note legali Termini e condizioni di utilizzo Accettazione dei Termini e Condizioni L'accettazione puntuale dei termini, delle condizioni e delle avvertenze contenute in questo sito Web e negli altri siti

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI. Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme

Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI. Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI A. DISPOSIZIONI GENERALI E DEFINIZIONI Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme a) Le norme uniformi relative agli incassi, revisione 1995, pubbl.

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l.

Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l. General Terms and Conditions of Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l. Articolo I: Disposizioni Generali 1. I rapporti legali tra il Fornitore

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

Decreto Legislativo 19 novembre 2004, n. 297

Decreto Legislativo 19 novembre 2004, n. 297 Decreto Legislativo 19 novembre 2004, n. 297 "Disposizioni sanzionatorie in applicazione del regolamento (CEE) n. 2081/92, relativo alla protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni di

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato parte locatrice E: il Sig. nato a il residente a, codice

Dettagli

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE (2001) PARTE I L ATTO INTERNAZIONALMENTE ILLECITO DI UNO STATO CAPITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1

Dettagli

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE Tutti i prodotti che compri da Apple, anche quelli non a marchio Apple, sono coperti dalla garanzia legale di due anni del venditore prevista dal Codice del Consumo (Decreto

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI PECETTO TORINESE CAP 10020 - PROVINCIA DI TORINO Sede Municipale di via Umberto I n.3 Tel. 0118609218/9- Fax 0118609073 e mail:info@comune.pecetto.to.it Partita IVA 02085860019 - C.F. 90002610013

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI GetYourHero S.L., con sede legale in Calle Aragón 264, 5-1, 08007 Barcellona, Spagna, numero di identificazione fiscale ES-B66356767, rappresentata

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2)

Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2) Istanza di fallimento e procedimento di concordato preventivo in bianco Dott. Francesco Pedoja Presidente del Tribunale di Pordenone Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2) 1- La L. n.134/2012

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

Bollettino ECEPA. In questo numero 1 VERIFICA ISPETTIVA DI CAMPIONAMENTO 2 ETICHETTATURA DEI PRODOTTI DOP. 3 DIRITTI E LIMITAZIONI NELL USO DEL

Bollettino ECEPA. In questo numero 1 VERIFICA ISPETTIVA DI CAMPIONAMENTO 2 ETICHETTATURA DEI PRODOTTI DOP. 3 DIRITTI E LIMITAZIONI NELL USO DEL Bollettino ECEPA In questo numero N 6 1 VERIFICA ISPETTIVA DI CAMPIONAMENTO ED ANALISI DEI PRODOTTI DOP 2 ETICHETTATURA DEI PRODOTTI DOP. 2.1. Marchi di conformità ECEPA 2.2. Marchio Comunitario DOP 2.3.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale

Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale Comune di Sanluri Provincia del Medio Campidano Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n 66 del 26.11.2004. Sommario Art.

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015

REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015 REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLA BANCA DATI ATTESTATI DI RISCHIO E DELL ATTESTAZIONE SULLO STATO DEL RISCHIO DI CUI ALL ART. 134 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle aree verdi comunali e di libero accesso ;

Regolamento per l utilizzo delle aree verdi comunali e di libero accesso ; Allegato A RICHIESTA AFFIDAMENTO AREE VERDI COMUNALI E RIDUZIONE TARES OGGETTO: Richiesta affidamento area verde comunale e riduzione TARES. Il sottoscritto.. nato a il.. residente a in Via.. n... CHIEDE

Dettagli

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l.

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. TERMINI E CONDIZIONI Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. ha predisposto le seguenti Condizioni generali per l utilizzo del Servizio

Dettagli

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario Pagina 1 di 6 DECRETO LEGISLATIVO 4 marzo 2015, n. 23 Disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183. (15G00037)

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO.

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. 5 del consiglio di Amministrazione 242 Allegato A DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. Art. 1 Oggetto

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO

------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO ------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO Gli Stati firmatari della presente convenzione, coscienti della

Dettagli

Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l.

Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l. Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l. Con l'ipotesi di accordo 14 gennaio 2014 le Parti stipulanti (Anfida, Anigas, Assogas, Confindustria Energia, Federestrattiva, Federutility con Filctem-Cgil, Femca-Cisl,

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO La nozione di pacchetto turistico è la seguente: i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le

Dettagli

Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine

Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine Informazioni sull'applicazione della regolamentazione sul consumo proprio in relazione al sistema svizzero delle garanzie di origine 2 Introduzione

Dettagli

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI Gli Stati firmatari della presente Convenzione, Profondamente convinti che l'interesse del minore sia

Dettagli

Termini di servizio di Comunicherete

Termini di servizio di Comunicherete Termini di servizio di Comunicherete I Servizi sono forniti da 10Q Srls con sede in Roma, Viale Marx n. 198 ed Ancitel Spa, con sede in Roma, Via Arco di Travertino n. 11. L utilizzo o l accesso ai Servizi

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l.

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l. Certification International (UK) Limited [CI UK] è un Organismo di Certificazione accreditato UKAS che fornisce i propri servizi di certificazione attraverso una rete di uffici di rappresentanza in tutto

Dettagli

CONVENZIONE SUGLI ACCORDI DI SCELTA DEL FORO

CONVENZIONE SUGLI ACCORDI DI SCELTA DEL FORO CONVENZIONE SUGLI ACCORDI DI SCELTA DEL FORO Gli Stati contraenti della presente convenzione, desiderosi di promuovere gli scambi e gli investimenti internazionali attraverso una migliore cooperazione

Dettagli

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE)

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) Regolamento (CEE) n. 2137/85 del Consiglio del 25 luglio 1985 Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) EPC Med - GEIE Via P.pe di Villafranca 91, 90141 Palermo tel: +39(0)91.6251684

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Regolamento di arbitrato della Camera di Commercio Internazionale

Regolamento di arbitrato della Camera di Commercio Internazionale Regolamento di arbitrato della Camera di Commercio Internazionale In vigore dal gennaio 0 Camera di Commercio Internazionale (ICC) Corte Internazionale di Arbitrato 8, Cours Albert er, 7008 Paris/Parigi,

Dettagli

LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE. Linee guida per la predisposizione e l utilizzo

LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE. Linee guida per la predisposizione e l utilizzo LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE Linee guida per la predisposizione e l utilizzo LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE Linee guida per la predisposizione e l utilizzo La modulistica nella

Dettagli

Condizioni generali di abbonamento al servizio telefonico di base

Condizioni generali di abbonamento al servizio telefonico di base Condizioni generali di abbonamento al servizio telefonico di base Articolo 1 - Oggetto 1. Le presenti condizioni generali disciplinano la fornitura del servizio di telefonia ai Clienti (di seguito il "Servizio")

Dettagli

I contratti di gestione delle strutture alberghiere

I contratti di gestione delle strutture alberghiere 12/06/2013 il Contratti tipici: Contratti atipici: contratto di locazione di bene immobile contratto di affitto di azienda (alberghiera) contratto di gestione di azienda. alberghiera (c.d. contratto di

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA INTERO CONTRATTO Le presenti Condizioni Generali di vendita ed i termini e le obbligazioni in esse contenute sono le uniche e sole obbligazioni vincolanti

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli